Fai attenzione ai primi segni di un ictus


Un ictus è un terribile disastro non solo per la persona stessa, ma anche per tutta la sua famiglia. Dopotutto, è solo nel migliore dei casi che dopo questa malattia ci sarà un difetto del linguaggio minore o lievi disturbi del movimento.

Ma c'è speranza! Nella maggior parte dei casi, il corpo avverte in anticipo di un imminente disastro. E se non ci fossero segni, o se li mancasse, allora non tutto è perduto: l'assistenza qualificata fornita nelle prime 1-1,5 ore dall'insorgenza della malattia dà la possibilità di cavarsela con un "leggero spavento" a patto che l'ictus sia ischemico.

Cos'è l'ictus ischemico? Con chi e quando dovrebbe essere sospettato per primo? Quali sono i primi segni di un ictus? Cosa fare se si verificano? Leggi le risposte a queste e ad altre domande di seguito..

  1. I primi segni di un ictus
  2. Ictus ischemico ed emorragico
  3. I primi segni di ictus ischemico
  4. I primi segni di ictus emorragico
  5. Araldi di ictus
  6. Fattori di rischio di ictus
  7. Un test con il quale puoi scoprire l'approccio imminente di un ictus
  8. Altre malattie con sintomi simili all'ictus
  9. Cosa fare quando compaiono i primi segni di un ictus

I primi segni di un ictus

  • la comparsa di una grave debolezza dell'arto, a causa della quale non può svolgere la sua funzione (aumentare o sostenere il peso corporeo). Di solito entrambi gli arti sono colpiti da un lato: un braccio e una gamba;
  • la comparsa di asimmetria facciale, che può essere vista da un sorriso storto, facendo cadere l'angolo della bocca o facendo cadere la palpebra superiore su un lato;
  • linguaggio confuso (non capisci cosa sta dicendo), difficoltà a capirlo (non capisce cosa stai dicendo) o incoerenza; compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • un forte deterioramento della vista;
  • improvvisa perdita di coscienza, dopo di che è difficile riportare in vita una persona o, se era ancora in grado di svegliarsi, compaiono i segni di cui sopra: asimmetria facciale, incapacità di muoversi, problemi di linguaggio.

Una tecnica di riconoscimento dell'ictus, che prende il nome dalle prime lettere del sintomo in esame - SHOCK:

  • U è un sorriso: se chiedi al paziente di sorridere, il sorriso sarà storto;
  • D - movimento: in risposta a una richiesta di sollevare entrambe le braccia (o le gambe - se una persona sta mentendo) allo stesso tempo, non sarà in grado di farlo: un arto rimarrà notevolmente indietro o non sarà in grado di muoversi affatto;
  • A è l'articolazione, cioè il movimento dell'apparato vocale durante la pronuncia delle parole. Se l'articolazione è compromessa, il discorso della persona diventa sfocato, incomprensibile, mentre le labbra e la lingua si muovono a malapena;
  • P è la soluzione. Cioè, se vedi che i sintomi sono positivi, chiama l '"Ambulanza".

Sfortunatamente, i sintomi classici non sono sempre osservati. La malattia può iniziare in un modo completamente diverso e solo dopo un po 'causare la comparsa di eventuali asimmetrie di movimenti e tono muscolare. Dipende dal tipo di ictus: ischemico o emorragico.

Ictus ischemico ed emorragico

Questi 2 tipi di catastrofi cerebrali si sviluppano in modi completamente diversi. Quello che hanno in comune è solo il loro risultato: una parte del cervello cessa di essere rifornita di sangue e muore.

I primi sintomi di ictus ischemico

L'ictus ischemico è una situazione in cui il lume di una delle arterie cerebrali viene improvvisamente bloccato. Di solito si sviluppa al mattino, dopo che il flusso sanguigno nella testa, ridotto di notte, inizia a riprendersi.

Dall'esterno, un disturbo del linguaggio può sembrare una persona che ripete una sillaba, pronunciando suoni o parole incoerenti che non si sommano a una frase separata. Forse guarda solo i parenti, non capendo il discorso a lui rivolto.

Anche la vista può risentirne, la coordinazione può essere compromessa e può apparire instabilità dell'andatura.

Può verificarsi perdita di coscienza nell'ictus ischemico, ma questo è raro. Anche il vomito per questa malattia non è tipico..

I primi segni di ictus emorragico

Secondo la localizzazione della nave che scoppia e del sangue in uscita, l'ictus emorragico è diviso in 4 tipi:

  1. emorragia cerebrale;
  2. emorragia nei ventricoli del cervello;
  3. emorragia negli spazi tra le meningi (emorragia subaracnoidea);
  4. tipo misto: emorragia nei ventricoli e nel tessuto cerebrale, nello spazio tra le membrane e nel tessuto cerebrale, emorragia diffusa: nei ventricoli, nel tessuto cerebrale e tra le membrane.

L'emorragia subaracnoidea spesso inizia anche dopo stress o sforzo fisico, durante il giorno. La persona avverte improvvisamente un terribile mal di testa, che può anche essere descritto come "colpire la testa con qualcosa di duro". Il dolore è solitamente accompagnato da vomito 1-2 volte, dopo di che può svilupparsi una perdita di coscienza a breve termine. A volte è accompagnato da convulsioni quando il corpo viene tirato "come una corda" o i muscoli delle braccia e delle gambe iniziano a contrarsi. Allo stesso tempo, non c'è coscienza, la respirazione è spesso disturbata (la lingua della persona affonda), la mucosa delle labbra e la pelle acquisiscono una tinta bluastra.

Dopodiché, una persona può persino alzarsi, camminare. Un forte mal di testa continua a dargli fastidio. Nel tempo, la sua inadeguatezza, la sonnolenza si farà sentire sempre più in modo evidente.

Se una persona non riprende conoscenza entro 10 minuti, questo indica il probabile sviluppo di emorragia in aree vitali del cervello: tronco, ventricoli, cervelletto.

Guarda anche:

  • Riabilitazione dopo artroplastica dell'anca
  • Microstroke: primi segni e sintomi, conseguenze, trattamento
  • Ictus cerebrale ischemico: sintomi, prognosi, trattamento

Araldi di ictus

L'ictus si sviluppa raramente da zero. Per la maggior parte, il corpo avverte una persona di un imminente disastro.

In un ictus ischemico, questo si presenta come intorpidimento degli arti, disturbi del linguaggio, forti mal di testa, visione offuscata o forti capogiri. Dura da alcuni minuti a diverse ore e va via da solo. In medicina, questa condizione è chiamata attacco ischemico transitorio (TIA) ed è comunemente chiamata microstroke.

L'ictus emorragico, specialmente un tipo come l'emorragia subaracnoidea, può procedere senza alcun "sintomo premonitore". In alcuni casi, le crisi ipertensive diventano precursori: un aumento della pressione a numeri elevati, che sono accompagnati da vari sintomi: mal di testa, cecità transitoria, dolore al cuore.

Tali precursori possono essere ripetuti molte volte, o forse solo una, dopo di che si sviluppa un ictus. Pertanto, l'opzione migliore è consultare un neurologo se compare anche un solo TIA. Se soffri di ipertensione arteriosa e non prendi nulla, dovresti iniziare a farlo. Le misure devono essere prese particolarmente rapidamente se la pressione ha iniziato a salire o se si è verificata almeno una crisi ipertensiva.

Fattori di rischio di ictus

In cui i parenti il ​​minimo capogiro o mal di testa dovrebbero essere considerati precursori di un ictus?
Queste sono persone:

  • soffre di ipertensione;
  • che hanno evidenti disturbi della memoria, aumento della frequenza di mal di testa, frequenti sbalzi d'umore (questo è un segno di aterosclerosi cerebrale)
  • fumatori;
  • soffre di cardiopatia ischemica;
  • sovrappeso;
  • con vene varicose degli arti inferiori;
  • soffre di aritmia;
  • hanno alti livelli di colesterolo nel sangue;
  • se una donna sta prendendo la pillola anticoncezionale.

Un test con il quale puoi scoprire l'approccio imminente di un ictus

Lo scienziato Manvelov ha identificato segni evidenti a una persona senza educazione medica, che indicano una violazione della circolazione cerebrale. Ora puoi riconoscerli rispondendo alle domande:

  1. Ci sono attacchi di mal di testa che si verificano "con il tempo" o dopo il superlavoro.
  2. Se ci sono capogiri che appaiono a riposo e peggiorano quando si inizia a muoversi.
  3. C'è l'acufene, anche a volte.
  4. Avere sviluppato blackout per alcuni eventi.
  5. Le prestazioni sono cambiate di recente?
  6. La sonnolenza è aumentata? È comparsa l'insonnia?

Se negli ultimi tre mesi almeno 2 sintomi si ripresentano 1 o più volte alla settimana, sei ad alto rischio di sviluppare un ictus. È necessario contattare un neurologo, sottoporsi a ecografia Doppler e seguire le raccomandazioni del medico.

Altre malattie con sintomi simili all'ictus

Non sei sempre a casa e non puoi sempre notare l'inizio della malattia. Avendo trovato il tuo parente in uno stato "strano", devi capire che non solo un ictus può causarlo.

Quindi, se si tratta di un attacco, potrebbe anche essere un attacco epilettico. In questo caso, inizi a fornire il primo soccorso, come descritto di seguito, chiama l'ambulanza. Poi guardi: se la coscienza non viene ripristinata o se viene ripristinata, ma la persona è diventata inadeguata, il suo viso è storto o gli arti non si muovono, questo è un ictus. Se tutto va allo stesso livello - l'epilessia.

L'emorragia subaracnoidea è molto simile alla meningite, anche la temperatura e la pressione possono essere elevate in entrambi i casi. Qui è necessario tenere conto di un tale fattore che la meningite non si sviluppa da zero o dopo lo stress. È preceduto da un raffreddore, da un'otite media o da una polmonite.

Condizione "strana" e mal di testa possono essere ictus ed emicrania. Ma per un ictus, la confusione è caratteristica, con l'emicrania è preservata. Con un ictus appare l'asimmetria del viso, il movimento degli arti alterato, questo non è tipico dell'emicrania.

Cosa fare quando compaiono i primi segni di un ictus

  1. Chiama un'ambulanza, dicendo al centralino che c'è un ictus.
  2. Apri le prese d'aria, le finestre in modo che più aria fluisca nella stanza.
  3. Se il paziente è cosciente, sdraiarlo sulla schiena in modo che la sua testa si trovi a circa 30 gradi sopra il corpo. Ha bisogno di misurare la sua pressione sanguigna e, se è alta, somministrare il farmaco che prende di solito..
  4. Se il paziente è incosciente, dovrebbe anche essere sdraiato sulla schiena, con un lenzuolo piegato o un cuscino duro sotto la testa. La testa del paziente è girata di lato in modo che se inizia a vomitare, non si strozza con il vomito. Se hai protesi rimovibili in bocca, devono essere rimosse. Non vengono somministrati farmaci per ridurre la pressione sanguigna a una persona incosciente!
  5. Assicurati di monitorare le condizioni prima dell'arrivo dell'ambulanza.
  6. Con lo sviluppo di convulsioni, è necessario osservare la respirazione: se si ferma, prova ad aprire i denti con un cucchiaio o un altro oggetto improvvisato. Quindi, fino a quando i crampi non si sono fermati, è necessario mettere i pollici di entrambe le mani sugli angoli della mascella inferiore e posizionare tutte le altre 8 dita sotto il mento, portare i denti inferiori in avanti rispetto alla parte anteriore.

I primi segni di ictus: i primi 3 segni di ictus

I primi segni di un ictus: I primi 3 segni di un ictus: ricordarsi di salvare una vita Se almeno qualcuno ricorda questa semplice informazione, possiamo salvare la vita di alcune persone Si prega di leggere le seguenti informazioni!

Mentre si rilassava nella natura, la mia amica è inciampata e caduta - ha assicurato a tutti che andava tutto bene per lei (gli amici hanno insistito per chiamare un'ambulanza) e che è inciampata su una pietra. non ancora abituato alle mie scarpe nuove. Gli amici l'hanno aiutata a rispolverarsi e le hanno offerto un nuovo piatto di cibo. Mary ha continuato a godersi la vacanza, nonostante sembrasse un po 'agitata.

Più tardi, il marito di Mary ha chiamato e ha detto a tutti che sua moglie era stata portata in ospedale - (alle 18:00 Mary è morta). Durante il picnic non ci sono stati colpi. Se i suoi amici sapessero come identificare i segni di un ictus, forse Mary sarebbe con noi oggi.... Qualcuno non sarebbe ancora morto. Invece, si sentono impotenti e senza speranza di cambiare nulla..

Come installare una corsa

E per leggere queste informazioni è necessario dedicare solo un minuto di tempo! Il neurologo in seguito disse che se fosse riuscito a raggiungere la vittima entro tre ore, avrebbe potuto eliminare completamente le conseguenze di un ictus....

Ha anche richiamato l'attenzione sul fatto che il problema è come stabilire un ictus, fare la diagnosi corretta e poi consegnare la vittima entro 3 ore a una struttura medica per l'assistenza, che è abbastanza difficile da attuare dalle forze dei testimoni dell'incidente..

Vedi anche: PIETRE RENALI. 5 TRATTAMENTI ALLE ERBE AIUTERANNO A PREVENIRE

Per l'amor di Dio, cerca di ricordare i 3 passaggi fondamentali per riconoscere i sintomi di un ictus, il cosiddetto "SPM".

Leggi e ricorda!

A volte è difficile riconoscere immediatamente i sintomi di un ictus. Purtroppo, la mancanza di consapevolezza porta alla tragedia. Un sopravvissuto a un ictus può danneggiare seriamente il cervello se le persone vicine non riescono a riconoscere i segni di un ictus in tempo.

Oggi i medici affermano che qualsiasi testimone di un incidente può riconoscere i sintomi di un ictus ponendo alla vittima tre semplici domande:

Y * Chiedi alla vittima di SORRIDERE.

H * Chiedi di PARLARE. Chiedi una semplice frase. Collegato. Ad esempio: il sole splende fuori dalla finestra.

P * Chiedigli di ALZARE entrambe le mani.

Attenzione! Un altro modo per riconoscere un ictus oltre a quanto sopra è chiedere alla vittima di tirare fuori la lingua. E se la lingua è storta o di forma irregolare e cade da una parte o dall'altra, anche questo è un segno di un ictus. Se noti un problema con uno di questi compiti nella vittima, chiama immediatamente un'ambulanza e descrivi i sintomi ai medici che sono arrivati ​​sulla scena.

Leggi anche: COME RIPRISTINARE UN FEGATO E PERDERE PESO IN ECCESSO IN 30 GIORNI

PS: qualche altro sintomo: debolezza improvvisa, oscuramento degli occhi o diminuzione dell'acuità visiva in un occhio, incapacità di capire il discorso di qualcun altro, improvviso forte mal di testa, che può essere accompagnato da nausea e vomito, disorientamento nello spazio, perdita di stabilità e coscienza! I cardiologi assicurano che tutti coloro che ricevono questa lettera e la inviano a 10 persone possono essere sicuri di aver salvato almeno una vita.!

I 3 primi segni di un ictus: ricordati di salvare una vita!

Se almeno qualcuno ricorda questa semplice informazione, possiamo salvare la vita di alcune persone. Si prega di leggere le seguenti informazioni!

Mentre si rilassava nella natura, la mia amica è inciampata e caduta - ha assicurato a tutti che andava tutto bene per lei (gli amici hanno insistito per chiamare un'ambulanza) e che è inciampata su una pietra. non ancora abituato alle mie scarpe nuove. Gli amici l'hanno aiutata a rispolverarsi e le hanno offerto un nuovo piatto di cibo. Mary continuò a godersi il resto, anche se sembrava un po 'agitata. Più tardi, il marito di Mary ha chiamato e ha detto a tutti che sua moglie era stata portata in ospedale - (alle 18:00 Mary è morta). Durante il picnic non ci sono stati colpi. Se le sue amiche sapessero come identificare i segni di un ictus, forse Mary sarebbe con noi oggi....

Qualcuno non sarebbe ancora morto. Invece, si sentono impotenti e senza speranza di cambiare nulla..

Come installare una corsa

E per leggere queste informazioni, è necessario dedicare solo un minuto di tempo !

Il neurologo in seguito ha detto che se fosse riuscito a raggiungere la vittima entro tre ore, avrebbe potuto eliminare completamente le conseguenze dell'ictus... completamente. Ha anche richiamato l'attenzione sul fatto che il problema è come stabilire un ictus, fare la diagnosi corretta e poi consegnare la vittima entro 3 ore a una struttura medica per l'assistenza, che è abbastanza difficile da attuare dalle forze dei testimoni dell'incidente..

Per l'amor di Dio, cerca di ricordare i 3 passaggi fondamentali per riconoscere i sintomi di un ictus, il cosiddetto "SPM".

Leggi e ricorda!

A volte è difficile riconoscere immediatamente i sintomi di un ictus. Purtroppo, la mancanza di consapevolezza porta alla tragedia. Un sopravvissuto a un ictus può danneggiare seriamente il cervello se le persone vicine non riescono a riconoscere i segni di un ictus in tempo.

Oggi i medici affermano che qualsiasi testimone di un incidente può riconoscere i sintomi di un ictus ponendo alla vittima tre semplici domande:

Y * Chiedi alla vittima di SORRIDERE.

H * Chiedi di PARLARE. Chiedi una semplice frase. Collegato. Ad esempio: il sole splende fuori dalla finestra.

P * Chiedigli di ALZARE entrambe le mani.

Attenzione! Un altro modo per riconoscere un ictus oltre a quanto sopra è chiedere alla vittima di tirare fuori la lingua. E se la lingua è storta o di forma irregolare e cade da una parte o dall'altra, anche questo è un segno di un ictus. Se noti un problema con uno di questi compiti nella vittima, chiama immediatamente un'ambulanza e descrivi i sintomi ai medici che sono arrivati ​​sulla scena.

PS: qualche altro sintomo: debolezza improvvisa, oscuramento degli occhi o diminuzione dell'acuità visiva in un occhio, incapacità di capire il discorso di qualcun altro, improvviso forte mal di testa, che può essere accompagnato da nausea e vomito, disorientamento nello spazio, perdita di stabilità e coscienza! I cardiologi assicurano che tutti coloro che ricevono questa lettera e la inviano a 10 persone possono essere sicuri di aver salvato almeno una vita! pubblicato da econet.ru

P.S. E ricorda, semplicemente cambiando la tua coscienza, insieme stiamo cambiando il mondo! © econet

Ti è piaciuto l'articolo? Scrivi la tua opinione nei commenti.
Iscriviti al nostro FB:

Ictus: tipi, segni, pronto soccorso e riabilitazione

L'ictus uccide 6 milioni di persone in tutto il mondo ogni anno. La maggior parte delle persone rimane quindi disabile. La prognosi dipende direttamente dalla velocità delle cure mediche. Pertanto, è così importante sapere come si manifesta la malattia e come comportarsi correttamente in questa situazione..

Cos'è un ictus, i suoi tipi

La patologia è molto diffusa. Solo nella Federazione Russa ci sono 3 casi di ictus ogni 1000 abitanti. Nella dimissione postuma è indicato come causa di morte nel 23,5% delle persone.

Anche se i pazienti non muoiono dopo aver subito un incidente vascolare, più dell'80% di loro rimane disabile. Spesso i disturbi neurologici sono così gravi che il paziente non è in grado di prendersi cura di se stesso. L'ictus è la terza causa di morte.

Esistono 2 tipi di ictus: ischemico ed emorragico. Il meccanismo del loro sviluppo e le caratteristiche del trattamento non hanno nulla a che fare l'uno con l'altro. C'è anche un tipo speciale di lesione vascolare emorragica: questa è l'emorragia subaracnoidea.

Ischemico

L'ictus ischemico è una violazione della circolazione sanguigna nel cervello, accompagnata da un esordio acuto. La patologia si sviluppa a causa di una violazione o della completa cessazione dell'afflusso di sangue al cervello. Ciò porta ad un ammorbidimento dei suoi tessuti e ad un infarto della zona interessata. È l'ischemia vascolare cerebrale che è una delle principali cause di morte nelle persone di tutto il mondo. Un tale ictus si verifica 6 volte più spesso di una lesione emorragica..

Può essere di 2 tipi:

  • Trombotico. Si sviluppa a causa del blocco dei vasi sanguigni nel cervello da parte di un coagulo di sangue.
  • Embolico. Si verifica quando i vasi situati lontano dal cervello sono bloccati. La fonte più comune di embolia è il muscolo cardiaco (ictus cardioembolico).

Nell'80% dei casi, il focus patologico è localizzato nell'arteria cerebrale media. Altre navi rappresentano il restante 20%.

I motivi che possono provocare danni ischemici alle arterie e alle vene cerebrali:

  • Infarto miocardico.
  • Pressione sanguigna alta o bassa.
  • Fibrillazione atriale.
  • Diabete.
  • Disturbi del metabolismo lipidico.

I fattori di rischio includono: vecchiaia, predisposizione ereditaria agli incidenti vascolari, nonché caratteristiche dello stile di vita.

I sintomi dell'ictus ischemico non aumentano rapidamente come i sintomi del danno emorragico al cervello.

Le sue manifestazioni:

  • Sonnolenza, sordità.
  • Svenimento a breve termine.
  • Mal di testa, vertigini.
  • Nausea e vomito.
  • Dolore agli occhi che peggiora con il movimento.
  • Convulsioni.
  • Sudorazione, vampate di calore, bocca secca.

Le manifestazioni neurologiche dell'ischemia differiscono a seconda di quale parte del cervello è interessata. In misura maggiore o minore, gli arti inferiori e superiori sono interessati, si osserva la paresi della lingua e del viso, la funzione visiva e / o uditiva peggiora.

Emorragico

L'ictus emorragico è un'emorragia nella cavità cranica. La causa più comune di un vaso rotto è l'ipertensione..

Altri fattori provocatori includono:

  • Aneurisma.
  • Malformazione dei vasi cerebrali.
  • Vasculite.
  • Malattie sistemiche del tessuto connettivo.
  • Assunzione di determinati farmaci.
  • Angiopatia amiloide.

L'inizio della patologia è acuto, molto spesso il manifesto si verifica sullo sfondo dell'ipertensione. Una persona ha forti mal di testa, vertigini, accompagnati da vomito o nausea. Questo stato viene rapidamente sostituito da stordimento, perdita di coscienza, fino allo sviluppo di un coma. Sono possibili convulsioni.

I sintomi neurologici si manifestano sotto forma di perdita di memoria, compromissione della sensibilità e funzione del linguaggio. Un lato del corpo, che si trova sul lato opposto della lesione, perde la sua capacità di funzionare normalmente. Questo vale non solo per i muscoli del tronco, ma anche per il viso..

Un ictus con una penetrazione di sangue nei ventricoli del cervello è difficile. La vittima sviluppa sintomi di meningite e convulsioni. Perde rapidamente conoscenza.

Le 3 settimane successive dopo aver subito un ictus sono considerate le più difficili. In questo momento, l'edema cerebrale progredisce. È lui la principale causa di morte dei pazienti. A partire dalla quarta settimana, nelle persone sopravvissute, i sintomi della lesione acquisiscono un decorso inverso. Da questo momento in poi, è possibile valutare la gravità del danno cerebrale. Determinano il grado di disabilità da assegnare alla vittima..

Emorragia subaracnoidea

L'emorragia subaracnoidea è intesa come una condizione che si sviluppa a seguito di una svolta dei vasi sanguigni nello spazio subaracnoideo del cervello. Questa patologia è un tipo di ictus emorragico..

Nello spazio subaracnoideo c'è un liquido cerebrospinale, il cui volume aumenta a causa del flusso sanguigno. La pressione intracranica del paziente aumenta, si sviluppa una meningite di natura asettica. La situazione è aggravata dalla reazione dei vasi cerebrali. Hanno uno spasmo, che porta all'ischemia delle aree colpite. Il paziente sviluppa ictus ischemico o attacchi ischemici transitori.

I seguenti motivi portano all'emorragia nello spazio subaracnoideo:

  • Lesione cerebrale traumatica con danni all'integrità dei vasi sanguigni.
  • Aneurisma rotto.
  • Dissezione della carotide o dell'arteria vertebrale.
  • Mixoma cardiaco.
  • Un tumore al cervello.
  • Amiloidosi.
  • Malattie associate a disturbi della coagulazione del sangue.
  • Assunzione incontrollata di anticoagulanti.

La patologia si manifesta come un forte mal di testa. È possibile la perdita di coscienza. Parallelamente, si sviluppano sintomi di meningite, con torcicollo, vomito, fotofobia. Il segno distintivo è un aumento della temperatura corporea. Nei casi più gravi, c'è un disturbo della funzione respiratoria e dell'attività cardiaca. Con svenimenti prolungati e coma, si può sospettare che il sangue sia entrato nei ventricoli del cervello. Ciò accade con la sua massiccia effusione e minaccia di gravi conseguenze..

Segni e sintomi di un ictus

Un ictus si manifesta inaspettatamente per una persona, sebbene a volte sia preceduto da alcuni sintomi. Se li interpreti correttamente, puoi evitare una formidabile catastrofe vascolare..

I precursori di un ictus imminente includono:

  • Mal di testa prolungati. Non hanno una chiara localizzazione. Non è possibile affrontarli con l'aiuto di analgesici..
  • Vertigini. Si verifica a riposo e può essere intensificato durante l'esecuzione di qualsiasi azione.
  • Ronzio nelle orecchie.
  • Attacco improvviso di fibrillazione atriale.
  • Difficoltà a deglutire il cibo.
  • Compromissione della memoria.
  • Intorpidimento delle mani e dei piedi.
  • Coordinazione alterata.
  • Insonnia.
  • Affaticamento aumentato.
  • Diminuzione delle prestazioni complessive.
  • Palpitazioni cardiache e sete costante.

I segni elencati possono avere intensità diverse. Non dovresti ignorarli, devi consultare un medico.

I sintomi dell'ictus ischemico aumentano lentamente. Con il danno emorragico al cervello, il quadro clinico si sviluppa rapidamente.

Puoi sospettare una catastrofe cerebrale dalle seguenti manifestazioni:

Sintomi cerebrali generali. Il paziente ha mal di testa insopportabili. La nausea finisce con il vomito. La coscienza è compromessa, possono verificarsi sia stordimento che coma.

Sintomi focali. Dipendono direttamente da dove si trova la lesione. Il paziente può aver ridotto o perso completamente la forza muscolare su un lato del corpo. La metà del viso è paralizzata, il che la rende distorta. L'angolo della bocca è abbassato, la piega naso-labiale è levigata. Sullo stesso lato diminuisce la sensibilità delle braccia e delle gambe. Il linguaggio della vittima si deteriora, trova difficile navigare nello spazio.

Sintomi epilettiformi. A volte un ictus provoca un attacco epilettico. Il paziente perde conoscenza, ha convulsioni, la schiuma appare dalla bocca. La pupilla non risponde a un raggio di luce; è dilatata dal lato della lesione. Gli occhi si muovono a destra ea sinistra.

Altri sintomi. Il respiro del paziente accelera, la profondità dell'inalazione diminuisce. Possibile riduzione significativa della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca. Spesso un ictus è accompagnato da minzione e defecazione incontrollate.

Quando compaiono i primi segni di un ictus, non dovresti esitare a chiamare un'ambulanza.

Metodi diagnostici

È importante distinguere rapidamente un ictus da altre malattie che possono portare allo sviluppo di sintomi simili. È quasi impossibile farlo da solo, oltre a determinare il tipo di catastrofe vascolare.

La principale differenza tra l'ictus ischemico è un aumento graduale dei sintomi che non portano alla perdita di coscienza. Con l'emorragia emorragica, il paziente si spegne rapidamente. Tuttavia, il tratto non ha sempre un corso classico. La malattia può iniziare e progredire in modo atipico.

La diagnosi inizia con l'esame del paziente. Il dottore raccoglie l'anamnesi, scopre la presenza di malattie croniche. Molto spesso, le informazioni possono essere ottenute non dalla vittima stessa, ma dai suoi parenti. Il medico esegue un ECG, determina la frequenza cardiaca, esegue un esame del sangue, misura la pressione sanguigna.

È possibile impostare la diagnosi corretta e ottenere quante più informazioni possibili sulle condizioni del paziente grazie a metodi diagnostici strumentali. L'opzione migliore è una TAC del cervello. La risonanza magnetica è difficile da eseguire perché la procedura si estende nel tempo. Ci vuole circa un'ora. È impossibile dedicare così tanto tempo alla diagnosi di un ictus acuto.

La tomografia computerizzata consente di chiarire il tipo di patologia, il luogo della sua concentrazione, per capire quanto gravemente sia danneggiato il cervello, se i ventricoli sono interessati, ecc. Il problema principale è che non è sempre possibile eseguire la TC nel più breve tempo possibile. In questo caso, i medici devono concentrarsi sui sintomi della malattia..

Per determinare il focus di un ictus, viene utilizzato il metodo della tomografia pesata diffusa (DWT). Le informazioni verranno ricevute in pochi minuti.

Altri metodi di indagine includono:

  • Puntura lombare.
  • Angiografia cerebrale.
  • Angiografia a risonanza magnetica. Viene eseguito senza l'introduzione di un mezzo di contrasto.
  • Ecografia Doppler.

Dopo la diagnosi, il medico inizierà immediatamente il trattamento.

Chi è a rischio

Ci sono persone che devono essere particolarmente vigili in termini di sviluppo di un ictus, poiché sono a rischio.

  • Persone con ipertensione essenziale.
  • Pazienti con diabete mellito.
  • Uomini e donne sopra i 65 anni.
  • Persone con obesità addominale.
  • Persone con predisposizione ereditaria alle patologie vascolari.
  • Pazienti che hanno già subito un ictus o un infarto.
  • Pazienti con diagnosi di aterosclerosi.
  • Donne di età superiore ai 35 anni che assumono contraccettivi orali.
  • Fumatori.
  • Persone con un ritmo cardiaco irregolare.
  • Persone con livelli elevati di colesterolo.

Molto spesso, i pazienti con le diagnosi elencate sono registrati presso il dispensario. Separatamente, dovrebbero essere annotate le persone che vivono in uno stato di stress cronico. Lo stress emotivo influisce negativamente su tutti i sistemi del corpo e può causare un ictus..

Come fornire il primo soccorso per un ictus

Esiste un chiaro algoritmo per fornire il primo soccorso a una persona che ha subito un ictus:

  • Chiama un team medico. Per fare ciò, è necessario comporre il numero 103 da un telefono fisso. Se si dispone di uno smartphone a portata di mano, la chiamata viene effettuata a un unico numero 112. Il medico deve informare immediatamente che la persona è malata e c'è il sospetto di un ictus.
  • La vittima deve essere adagiata su una superficie piana in modo che la sua testa sia più alta del corpo. Gli tolgono gli occhiali, gli tolgono le lenti. Se possibile, devi aiutarlo a ottenere protesi rimovibili.
  • Se non c'è coscienza, è necessario aprire la bocca del paziente e girare la testa da un lato. Questo viene fatto per prevenire l'aspirazione del vomito. Assicurati di ascoltare il respiro del paziente.
  • Per un migliore accesso all'aria fresca, si consiglia di aprire una finestra o una finestra.
  • All'arrivo dell'équipe medica, è necessario preparare i documenti, se presenti.

I medici devono informare sulle malattie di una persona e sui farmaci che sta assumendo. È vietato somministrare alla vittima qualsiasi medicinale. La correzione medica deve essere eseguita da medici di emergenza. Non dovresti provare a bere o nutrire una persona. Questo può peggiorare la situazione..

Se il paziente cade e ha un attacco epilettico, non è necessario aprire i denti o cercare di trattenerlo. È necessario proteggere la vittima da lesioni. Per fare questo, un oggetto morbido, come un cuscino, viene posizionato sotto la sua testa. Se per strada si è verificato un ictus con crisi epilettica, puoi usare una giacca o un'altra cosa adatta. La schiuma che scorre dalla bocca viene rimossa con un panno. La testa dovrebbe essere sempre su una pedana.

Non c'è bisogno di provare a riportare in vita una persona con l'ammoniaca. Fino a quando l'attacco non è finito, non dovrebbe essere spostato da un posto all'altro..

Se la respirazione si interrompe, la rianimazione deve essere avviata immediatamente. Per fare questo, eseguire un massaggio cardiaco e respirare bocca a bocca o bocca a naso..

Trattamento e riabilitazione

Il paziente riceve cure in un ospedale. Tutti i pazienti con sospetto ictus vengono ricoverati in ospedale in caso di emergenza. Il momento ottimale per fornire assistenza medica sono le prime 3 ore dopo l'incidente di un incidente cerebrale. La persona è ricoverata nel reparto di terapia intensiva di un ospedale neurologico. Dopo che il periodo acuto è stato superato, viene trasferito all'unità di riabilitazione precoce..

Fino a quando non viene stabilita la diagnosi, viene eseguita la terapia di base. La pressione sanguigna del paziente viene corretta, la frequenza cardiaca viene normalizzata e il pH del sangue richiesto viene mantenuto. Per ridurre l'edema cerebrale, vengono prescritti diuretici e corticosteroidi. La craniotomia è possibile per ridurre il grado di compressione. Se necessario, il paziente è collegato a un apparato di respirazione artificiale.

Assicurati di dirigere gli sforzi per eliminare i sintomi dell'ictus e per alleviare le condizioni del paziente. Gli vengono prescritti farmaci per abbassare la temperatura corporea, anticonvulsivanti, antiemetici. Usa farmaci che hanno effetti neuroprotettivi.

La terapia patogenetica si basa sul tipo di ictus. Con il danno cerebrale ischemico, è necessario ripristinare la nutrizione nell'area interessata il prima possibile. Per questo, al paziente vengono prescritti farmaci che assorbono i coaguli di sangue. È possibile rimuoverli meccanicamente. Quando la trombolisi fallisce, al paziente vengono prescritti acido acetilsalicilico e farmaci vasoattivi.

Se un paziente sviluppa un ictus emorragico, è importante fermare l'emorragia. Per questo, al paziente vengono prescritti farmaci che addensano il sangue, ad esempio Vikasol. È possibile eseguire un'operazione per rimuovere l'ematoma formato. Viene aspirato utilizzando attrezzature speciali o accesso aperto, eseguendo la craniotomia.

La riabilitazione prevede l'assunzione di nootropi. I corsi dovranno essere seguiti regolarmente. Assicurati di fare terapia fisica, sottoporsi a fisioterapia, visitare un massaggiatore. Dopo un ictus, molti pazienti devono ripristinare le capacità motorie per molto tempo, imparare a servirsi da soli.

I parenti e gli amici dovrebbero fornire supporto al paziente, non lasciarlo solo con il problema. Gli psicologi sono coinvolti nel lavoro. Spesso sono richieste lezioni con un logopedista.

Possibili conseguenze, complicazioni

Il principale rischio di ictus è la morte. Se una persona è sopravvissuta, la malattia si farà comunque sentire con alcune complicazioni..

Le prime conseguenze includono:

  • Edema cerebrale.
  • Coma.
  • Polmonite.
  • Paralisi. Può essere parziale o completo. Molto spesso, una metà del corpo è interessata.
  • Ripetere la corsa.
  • Piaghe da decubito.
  • Disordini mentali. Possono manifestarsi in capricci, irritabilità, aggressività, ansia. A volte si sviluppa la demenza.
  • Disturbi del sonno.
  • Infarto miocardico, ulcera allo stomaco. Questi disturbi si sviluppano sullo sfondo di un aumento dei livelli di ormoni dello stress..

Dopo un ictus ischemico, la morte si osserva nel 15-25% dei casi. La lesione emorragica dei vasi cerebrali porta alla morte del 50-60% dei pazienti. Gravi complicazioni, come polmonite o insufficienza cardiaca acuta, diventano la causa della morte. I più pericolosi sono i primi 3 mesi dopo un ictus..

Le mani guariscono in pazienti peggiori delle gambe. La salute futura di una persona è determinata dalla gravità del danno cerebrale, dalla velocità delle cure mediche, dalla sua età e dalla presenza di malattie croniche..

Le conseguenze a lungo termine includono:

  • La formazione di coaguli di sangue in varie parti del corpo.
  • Depressione.
  • Problemi di discorso.
  • Perdita di memoria.
  • Deterioramento delle capacità intellettuali.

Dopo un ictus, devi affrontare le conseguenze per molti mesi. A volte una persona non si riprende mai completamente. Affinché la riabilitazione abbia il maggior successo possibile, è necessario seguire chiaramente tutte le istruzioni del medico.

L'ictus si riferisce a patologie gravi, poiché colpisce il cervello. Pertanto, anche il minimo sospetto di una catastrofe vascolare in via di sviluppo è motivo di cure mediche urgenti..

Primi segni, sintomi di ictus e regole di primo soccorso

L'ictus è una malattia che si sviluppa a seguito di una violazione della circolazione sanguigna nelle cellule cerebrali, che è causata da un blocco di un'arteria, dal suo spasmo o da un'emorragia nel cervello. È molto importante riconoscere i primi segni e sintomi di un ictus, perché per questo il sangue (e con esso ossigeno e sostanze nutritive) non entra nei vasi del cervello, il che porta alla carenza di ossigeno. Di conseguenza, senza nutrizione, il cervello smette di funzionare normalmente e le sue cellule muoiono semplicemente..

Se il pronto soccorso adeguato non viene fornito alla vittima in tempo, il tempo andrà perso e la persona ferita rimarrà invalida per tutta la vita o morirà..

Fattori che provocano lo sviluppo della malattia

In precedenza, si credeva che questa patologia fosse il destino degli anziani, il che è lontano dal caso. La malattia è da tempo "più giovane" ed è sempre più comune nei giovani anche sotto i 40 anni di età. L'ictus negli uomini è al 4 ° posto in termini di mortalità tra la popolazione maschile adulta di qualsiasi età, e in primo luogo questa malattia è tra le cause di morte nella popolazione maschile di età compresa tra 40 e 60 anni. Esistono due tipi di ictus: emorragico e ischemico, ognuno dei quali differisce per sintomi e cause.

Ictus ischemico

Si sviluppa a causa del blocco di una nave cerebrale da parte di un trombo. Di solito, si forma un coagulo di sangue dove le placche aterosclerotiche si depositano nei vasi. Le cause dell'ictus ischemico sono:

  • alti livelli di colesterolo;
  • bere eccessivo;
  • fumare;
  • ipertensione;
  • indice di massa corporea elevato;
  • stile di vita sedentario;
  • genere (negli uomini, un attacco si verifica molte volte più spesso che nelle donne);
  • malattie endocrine non trattate o non diagnosticate e malattie vascolari a lungo termine;
  • predisposizione genetica a malattie vascolari e ictus;
  • sovraffaticamento e stress regolari;
  • la presenza di diabete mellito;
  • restringimento delle pareti dei vasi sanguigni nel cervello a causa dell'aterosclerosi;
  • blocco delle arterie cerebrali da emboli formati altrove;
  • deformazione delle pareti vascolari;
  • problemi con la circolazione sanguigna in alcune aree del cervello;
  • fibrillazione atriale (cioè, il cuore batte in modo irregolare, irregolare). Di conseguenza, possono formarsi coaguli di sangue nel cuore e da lì possono entrare nel cervello, bloccando uno dei vasi..

Ictus emorragico (HI)

Noto come emorragia cerebrale o emorragia intracranica. Questo tipo di disturbo è molto meno comune degli ictus ischemici. Si sviluppa da un vaso sanguigno che scoppia nel cervello.

Le ragioni principali per lo sviluppo dell'IG sono considerate:

  • un aumento costante della pressione sanguigna. L'ipertensione porta all'indebolimento dei vasi cerebrali, di conseguenza, possono scoppiare in qualsiasi momento. Obesità, fumo, alcol, attività fisica insufficiente, stress costante portano ad un aumento della pressione sanguigna;
  • la presenza di un aneurisma cerebrale;
  • anomalie nello sviluppo dei vasi sanguigni nel cervello (cambiamenti congeniti nei vasi cerebrali e formazione di vasi senza una struttura chiara);
  • forte stress psicoemotivo e fisico;
  • lesioni cerebrali che hanno rotto i vasi sanguigni.

Sintomi di ictus ischemico

Questo tipo di circolazione cerebrale ha sintomi precoci e tardivi. I sintomi e i segni iniziali di un ictus nelle donne e negli uomini compaiono diverse ore prima dell'attacco. Una persona ha una grave debolezza, vertigini, disturbi visivi in ​​un occhio o in entrambi contemporaneamente, mal di testa simili all'emicrania, può esserci una perdita di coscienza a breve termine, intorpidimento di un arto su un lato. Questi sintomi sono precursori dell'ictus ischemico nelle donne e negli uomini..

Ulteriori segni sono:

  • Discorso sfocato.
  • Percezione sbagliata della realtà.
  • Perdita parziale della capacità di produrre parole.
  • Aumento della frequenza cardiaca.
  • Asimmetria dei muscoli facciali.
  • Vista annebbiata.
  • Perdita dell'udito.
  • Difficoltà a deglutire.
  • Sudorazione eccessiva.
  • Calo della pressione sanguigna.
  • Mal di testa a lungo termine senza una chiara localizzazione.
  • Rumori di testa.
  • Vertigini (capogiri).
  • Nausea irragionevole.
  • Intorpidimento delle dita.
  • Discordinazione dei movimenti.
  • Intorpidimento in una parte del corpo.
  • Risposta inadeguata a stimoli esterni.
  • Aumento della temperatura.

I primi sintomi tipici di un ictus nelle donne possono essere integrati da quelli atipici (dolore a un lato del viso, singhiozzo, confusione, dolore al petto).

Segni di ictus emorragico

Questo disturbo appare molto meno frequentemente, ma è più pericoloso. Si sviluppa dopo lo stress ed è accompagnato da una rottura della nave, a seguito della quale appare un ematoma nel cervello.

Con un ictus emorragico, c'è un flusso di sangue così forte alla testa che il vaso semplicemente scoppia, appare un'emorragia interna.

Questo tipo di circolazione cerebrale può essere distinto dalle seguenti caratteristiche:

  • dolore insopportabile alla testa;
  • fotosensibilità;
  • svenimento;
  • rallentando il polso;
  • aumento della pressione;
  • respiro rauco e rumoroso;
  • pallore o arrossamento del viso, sua asimmetria;
  • nausea;
  • convulsioni;
  • perdita di conoscenza;
  • fastidio agli occhi;
  • tachicardia o aritmia;
  • dispnea;
  • defecazione involontaria;
  • vomito;
  • sguardo vuoto;
  • paralisi del corpo e degli arti.

Differenze tra i tratti nella metà maschile e femminile dell'umanità

C'è qualche differenza tra un ictus che si sviluppa in sessi diversi. Le differenze si riflettono nella tabella.

CRITERIMASCHIOFEMMINA
Le ragioni.Abuso di alcol e sigarette, stile di vita sbagliato.Stress ed esperienze emotive spiacevoli, attacchi di emicrania regolari, uso regolare di contraccettivi orali, stress, stanchezza cronica, sovraccarico psico-emotivo.
Età.Gli uomini hanno un rischio maggiore di ictus dopo i 40 anni.Le donne soffrono di questa malattia più spesso dopo 60 anni. Ma c'è un'alta probabilità di avere un ictus all'età di 18-40 anni.
Sintomi.Negli uomini, i sintomi principali sono mal di testa, confusione, disturbi del linguaggio.Nelle donne, i sintomi dell'ictus sono più pronunciati e specifici. Di solito sono nausea, singhiozzo, debolezza, paralisi muscolare, perdita di coscienza, dolore nella parte del corpo interessata.

Inoltre, le donne sopportano attacchi di ictus molto più difficili, il loro periodo di riabilitazione è più lungo, la mortalità è più alta a causa dell'ignoranza dei primi segni della malattia (i cosiddetti attacchi ischemici transitori).

I primi segni di un ictus in una donna possono essere atipici, quindi a volte non prestano attenzione a loro, credendo che ciò sia dovuto alle peculiarità del ritmo biologico del corpo.

Diagnostica

E se i sintomi persistono dopo poche ore? Hai bisogno di vedere un medico. Molto probabilmente si è verificato un microstroke, che presto si trasformerà in un vero e proprio ictus..

Come diagnosi primaria viene effettuato un semplice test, grazie al quale è possibile identificare problemi di circolazione sanguigna nel cervello, anche a casa.

Il test include i seguenti passaggi:

  1. Chiedi alla persona di sorridere o di tirare fuori la lingua. Se c'è un ictus, durante un sorriso, si solleverà solo un angolo della bocca, il secondo rimarrà immobile. La lingua sporgente cadrà di lato.
  2. Devi parlare con la persona. Se la circolazione cerebrale è disturbata, non sarà in grado di pronunciare nemmeno le parole più semplici (balbetterà, balbetterà).
  3. Chiedi di alzare le mani. A causa della debolezza muscolare, la persona non sarà in grado di farlo o le braccia saranno sollevate in modo asimmetrico.
  4. Per verificare la sensibilità, è necessario prendere una matita e colpire leggermente a turno in ciascun arto (superiore e inferiore). Se una persona ha subito un ictus, allora in qualche parte del corpo non sentirà l'iniezione.

Se almeno uno di questi semplici test risulta positivo, il paziente deve essere portato urgentemente in ospedale o chiamare un'ambulanza per fornire assistenza qualificata alla vittima.

Primo soccorso

Prima dell'arrivo dei medici, è necessario fornire da soli il primo soccorso fattibile. A tale scopo, eseguire le operazioni seguenti:

  1. Fornire flusso d'aria fresca.
  2. Devi sbottonarti i vestiti.
  3. La vittima deve sdraiarsi (assolutamente non alzarsi!)
  4. La pressione sanguigna dovrebbe essere controllata e quando aumenta, al paziente dovrebbe essere data una tintura di valeriana o biancospino. Ma è impossibile che la pressione scenda di oltre il 15-20% rispetto a quella misurata in precedenza.
  5. Se c'è la voglia di vomitare, la persona deve essere girata di lato.
  6. Non è possibile utilizzare ammoniaca, antispastici, in genere farmaci qualsiasi, per non peggiorare le condizioni del paziente.
  7. Quando compaiono i sintomi dell'epilessia, il paziente viene posto di lato e la sua testa viene tenuta per evitare lesioni durante le convulsioni.
  8. Se il paziente non mostra segni di vita, gli deve essere fornito il primo soccorso prima dell'arrivo del team medico.

Metodi di trattamento

Trattamento dell'ictus ischemico

In ospedale, i test primari, che sono indicati sopra, vengono eseguiti per rilevare un disturbo circolatorio nel cervello. Questo di solito è sufficiente per fare una diagnosi. Per uno studio più approfondito del danno vascolare, è possibile prescrivere un'ecografia dei vasi del cervello, una tomografia computerizzata e una risonanza magnetica. Quindi inizia la terapia.

Se i primi segni di un ictus negli uomini e nelle donne non sono comparsi più di 6 ore fa, al paziente viene prescritta una terapia contro i coaguli di sangue. All'inizio del trattamento viene prescritto un agente trombolitico, che aiuta a prevenire la formazione di nuovi coaguli di sangue e ripristina la normale circolazione sanguigna.

Sono prescritte iniezioni di Alteplase. L'agente scioglie i coaguli di sangue e ripristina la normale circolazione sanguigna nei vasi del cervello. La terapia con Alteplase è considerata più efficace se inizia il prima possibile dopo un attacco. Prima di utilizzare il farmaco, è necessario eseguire una scansione diagnostica del cervello per diagnosticare e differenziare accuratamente l'ictus. Se inizi la terapia con alteplase per l'ictus emorragico, può provocare ancora più sanguinamento e la situazione peggiorerà.

La procedura consiste nel rimuovere un coagulo di sangue da un vaso cerebrale mediante una speciale aspirazione. Viene eseguito in anestesia locale o generale. La trombectomia viene eseguita nel trattamento degli ictus ischemici, quando un coagulo di sangue si è formato in una grande arteria del cervello.

Ai pazienti vengono somministrate dosi regolari di aspirina per ridurre il rischio di coaguli di sangue.

  • Anticoagulanti

Cambiano la composizione del sangue in modo tale che i coaguli di sangue smettano di formarsi (eparine)

  • Farmaci per abbassare la pressione sanguigna

Statine (farmaci per abbassare i livelli di colesterolo nel sangue)

  • Endoarteriectomia carotidea

L'operazione viene eseguita se si verifica un ictus ischemico a causa del restringimento dell'arteria cervicale a causa della deposizione di placche di colesterolo. Il medico esegue un'incisione nel collo e rimuove i depositi di grasso nell'arteria carotide.

Terapia gastrointestinale

La migliore opzione di trattamento per questo tipo di malattia è la chirurgia. Se il medico fa una scelta a favore dei farmaci, deve tenere conto della possibilità di una recidiva di un ictus, poiché il difetto nella nave rimarrà. Prescrivere i seguenti farmaci: diuretici, che aiutano a ridurre l'edema cerebrale; farmaci che abbassano la pressione sanguigna; medicinali emostatici.

La selezione dei farmaci viene eseguita esclusivamente da un medico. L'auto-prescrizione di farmaci per se stessi, la riduzione della dose o addirittura la cancellazione dei farmaci prescritti peggiora significativamente la salute umana.

L'intervento chirurgico è particolarmente efficace se viene identificata la causa della malattia. Inizialmente, il neurochirurgo cerca di rimuovere il più possibile gli ematomi. Questo viene fatto usando un apparecchio speciale attraverso un piccolo foro nel cranio. Successivamente, iniziano a eliminare il difetto della nave. Viene eseguito il clipping o vengono utilizzate tecnologie endovascolari (riempiendo il vuoto con speciali spirali mediche).

La terapia fisica gioca un ruolo importante nel trattamento dell'ictus. Cominciano a farlo già diversi giorni dopo l'attacco per sviluppare arti paralizzati. Gli esercizi di fisioterapia prevengono i processi infiammatori nelle articolazioni colpite e aiutano a ripristinare la sensibilità. Il carico dovrebbe essere graduale, la forza dei movimenti dovrebbe essere aumentata nel dosaggio. In caso di disturbi del linguaggio, al paziente vengono consigliate lezioni con un logopedista.

Complicazioni

Se una persona ha avuto un ictus, i sintomi (primo e secondo) sono stati ignorati, quindi può causare complicazioni molto pericolose, tra cui le seguenti:

  • perdita della percezione visiva e uditiva;
  • immobilità;
  • coma;
  • un problema con l'apparato vocale;
  • la comparsa di disturbi pericolosi del cuore e dei vasi sanguigni;
  • problemi di memoria e diminuzione delle capacità mentali di una persona;
  • epilessia;
  • movimenti scoordinati;
  • problemi con la minzione;
  • Morte.

Recupero

Il periodo di riabilitazione di un paziente con accidente cerebrovascolare dura a lungo. I primi 6 mesi dopo un ictus sono considerati i più favorevoli per il recupero. Questa volta non dovrebbe essere sprecata, è necessario affrontare con attenzione il ripristino delle funzioni corporee perse.

Prima di tutto, dovresti prestare attenzione alla stanza in cui il paziente trascorre il suo tempo. La stanza dovrebbe essere il più luminosa possibile, spesso ventilata e vale la pena pulirla a umido ogni giorno..

Il materasso sul letto dovrebbe essere rigido. Per i pazienti allettati è necessario acquistare pannolini speciali. Si consiglia inoltre di eseguire quotidianamente esercizi di respirazione appositamente progettati per mantenere la normale funzione del sistema respiratorio..

La dieta dovrebbe essere aggiustata. Ridurre al minimo l'assunzione di sale e grassi. Controlla costantemente la pressione sanguigna.

Prevenzione

Per ridurre il rischio del probabile sviluppo di disturbi circolatori nel cervello, la prevenzione dovrebbe essere effettuata in anticipo, soprattutto se esiste una predisposizione ereditaria a questa malattia. Per fare questo, dovresti:

  • controllare la pressione sanguigna;
  • normalizzare il peso;
  • smettere di fumare e abuso di alcol;
  • per trattare patologie del cuore, dei vasi sanguigni e del sistema endocrino;
  • controlla i tuoi livelli di colesterolo;
  • controlla la tua dieta;
  • praticare sport;
  • consultare un medico regolarmente (due volte all'anno).

I primi minuti dopo un ictus sono i momenti più importanti e determinanti per la vita di un paziente. Dopo un attacco, le condizioni della persona iniziano a peggiorare notevolmente. Nella fase acuta, il 35% dei pazienti muore, il 50% delle persone muore nel primo anno. Solo il 20% torna alla vita normale, il 10% diventa disabile.

Se riconosciamo in tempo i sintomi primari di un ictus negli uomini e nelle donne, forniamo un pronto soccorso competente, aumentano le possibilità del paziente di una riabilitazione efficace e di una vita normale. Dalla rapidità con cui vengono riconosciuti i sintomi, viene fornito il primo soccorso, dipenderà dal fatto che la vittima diventi disabile o si riprenda. Pertanto, è così importante sapere cos'è un ictus, come riconoscere un disturbo circolatorio nel cervello ed essere in grado di fornire tempestivamente il primo soccorso.


Articolo Successivo
La malattia di Raynaud e la medicina tradizionale