Alfa-2-macroglobulina


Determinazione della concentrazione di alfa-2-macroglobulina nel siero, che può essere utilizzata per diagnosticare la fibrosi epatica.

AMG (alfa-2-macroglobulina); α2-macroglobulina; A2M; macroglobulina, alfa-2.

AMG (alfa-2-macroglobulina); α2-macroglobulina; A2M; Macroglobulina, alfa-2.

G / l (grammo per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Non mangiare per 12 ore prima dello studio, puoi bere acqua pulita non gassata.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo entro 30 minuti prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

L'alfa-2-macroglobulina umana (A2M) è una glicoproteina plasmatica ad alto peso molecolare 720 kDa con una struttura tetramerica e un gran numero di legami disolfuro. È la più grande proteina non globulina, uno dei componenti principali della frazione alfa-2-globulina e ha molte funzioni diverse. In particolare, partecipa all'inibizione di vari tipi di proteinasi plasmatiche aspecifiche, al trasporto di citochine, fattori di crescita, ormoni, allo sviluppo di reazioni immunitarie e infiammatorie e mostra proprietà immunosoppressive. A2M partecipa anche ai meccanismi di inibizione delle cascate enzimatiche nel sistema del complemento, nel sistema callicreina-chinina, nel sistema di coagulazione del sangue e nella fibrinolisi.

A2M viene sintetizzato nelle cellule del fegato, da dove entra nel flusso sanguigno, dove circola e praticamente non si diffonde in altri fluidi a causa delle sue grandi dimensioni. Aumenti significativi del livello A2M si osservano durante l'embriogenesi, durante la gravidanza, nei bambini, nonché in tutti i periodi della vita di una persona, caratterizzati da crescita attiva, sviluppo e differenziazione. Va notato che A2M è una proteina dipendente dagli estrogeni; pertanto, il suo livello medio è leggermente aumentato nelle donne in età riproduttiva rispetto agli uomini. Nei bambini, il suo livello è in media il doppio rispetto agli adulti e diminuisce ai livelli degli adulti durante l'adolescenza.

Il siero A2M è un importante marker diagnostico della fibrosi epatica derivante da una malattia epatica cronica. Questi includono l'epatite virale B e C, la malattia grassa non alcolica, il danno epatico alcolico e, di conseguenza, la formazione di cirrosi epatica. È importante notare che i livelli di A2M riflettono l'attività della fibrosi epatica, che è importante per determinare lo stadio della malattia, nonché quando si prescrive la terapia patogenetica. Il "gold standard" per la diagnosi della fibrosi epatica è una biopsia epatica seguita da uno studio morfologico della biopsia. Questa procedura è altamente informativa, ma presenta una serie di svantaggi: la possibilità di ottenere risultati falsi negativi, l'invasività del metodo e lo sviluppo di complicanze dopo la procedura. Pertanto, la determinazione dell'A2M, insieme ad altri indicatori biochimici di danno epatico, può essere raccomandata come metodo informativo e non invasivo per valutare il grado di attività della fibrosi epatica..

Livelli aumentati di A2M si osservano anche nel decorso a lungo termine del diabete mellito, sindrome nefrosica. Nella sindrome nefrosica, si verifica un aumento del livello di A2M a causa di una diminuzione del volume plasmatico, una diminuzione della pressione oncotica plasmatica dovuta alla perdita di proteine ​​a basso peso molecolare nelle urine e un'escrezione insignificante dell'A2M stesso nelle urine. Va anche notato che A2M è prodotto dalle cellule della ghiandola prostatica, il che porta alla possibilità di un aumento dei suoi valori nell'iperplasia prostatica benigna e una diminuzione nel caso di un processo oncologico attivo prolungato in questo organo..

Una diminuzione del livello di A2M si osserva nella pancreatite acuta, dopo operazioni accompagnate da massiccia perdita di sangue, nella setticemia. I pazienti con infarto miocardico acuto che hanno un basso livello di A2M hanno una prognosi statisticamente più favorevole dopo la sopravvivenza di oltre un anno..

Quando si determinano le frazioni proteiche durante l'elettroforesi delle proteine ​​sieriche, si dovrebbe notare un aumento della frazione alfa2, che include A2M. Uno dei metodi moderni e altamente sensibili per la diagnosi delle proteine ​​del siero del sangue è il metodo immunoturbidimetrico. Consente di determinare con precisione la concentrazione proteica modificando la torbidità della soluzione a seguito della reazione antigene-anticorpo e viene utilizzato quando è impossibile determinare il contenuto proteico per la sua attività enzimatica.

A cosa serve la ricerca?

  • Diagnosi del rischio di sviluppare fibrosi epatica in pazienti con malattia epatica cronica;
  • Diagnosi di fibrosi epatica in persone con malattia epatica cronica;
  • Diagnostica della sindrome nefrosica: i livelli di alfa-2-macroglobulina aumentano in proporzione alla gravità del processo, espressa dalla perdita di proteine ​​nelle urine.

Quando è programmato lo studio?

  • Quando si esaminano pazienti con malattie epatiche croniche, per valutare il rischio di sviluppare fibrosi e cirrosi epatica;
  • Quando si esaminano pazienti con sindrome nefrosica;
  • Quando si esaminano pazienti con tumori renali, con iperplasia prostatica benigna, con carcinoma prostatico;
  • Con diabete mellito a lungo termine.

Alfa-2-macroglobulina

L'alfa-2-macroglobulina è un polipeptide che regola l'attività degli enzimi (proteinasi) coinvolti nelle risposte immunitarie, nell'emocoagulazione, nella fibrinolisi, nella chininogenesi. Il suo livello sierico è un marker indiretto di fibrosi epatica. L'analisi è prescritta per i pazienti con cirrosi cronica, epatite e insufficienza renale. Il risultato viene utilizzato per determinare il rischio di alterazioni fibrotiche nel fegato, selezionare la terapia e valutare la gravità della sindrome nefrosica. Il sangue viene prelevato da una vena, lo studio viene effettuato con il metodo immunoturbidimetrico. Gli indicatori della norma dipendono dall'età e dal sesso, per le donne sono 1,32-3,01 g / l, per gli uomini - 1,19-2,54 g / l. Il test viene eseguito entro 1 giorno.

L'alfa-2-macroglobulina è un polipeptide che regola l'attività degli enzimi (proteinasi) coinvolti nelle risposte immunitarie, nell'emocoagulazione, nella fibrinolisi, nella chininogenesi. Il suo livello sierico è un marker indiretto di fibrosi epatica. L'analisi è prescritta per i pazienti con cirrosi cronica, epatite e insufficienza renale. Il risultato viene utilizzato per determinare il rischio di alterazioni fibrotiche nel fegato, selezionare la terapia e valutare la gravità della sindrome nefrosica. Il sangue viene prelevato da una vena, lo studio viene effettuato con il metodo immunoturbidimetrico. Gli indicatori della norma dipendono dall'età e dal sesso, per le donne sono 1,32-3,01 g / l, per gli uomini - 1,19-2,54 g / l. Il test viene eseguito entro 1 giorno.

L'alfa-2-macroglobulina è la più grande proteina plasmatica non immunoglobulinica. È sintetizzato principalmente dagli epatociti, in piccole quantità prodotte da macrofagi, fibroblasti, cellule surrenali. Viene metabolizzato nel fegato, escreto attraverso il tratto gastrointestinale. A causa del suo alto peso molecolare, non passa attraverso il filtro renale. Nel corpo, funziona come un bloccante della proteasi, partecipa ai processi di emocoagulazione, trasporto di proteine ​​e ioni, influenza il corso delle reazioni infiammatorie, riduce la reattività immunologica del corpo.

Indicazioni

L'alfa-2-macroglobulina aumenta con la proliferazione del tessuto connettivo del fegato, nella pratica clinica e di laboratorio è considerata un marker indiretto di fibrosi. Un altro scopo dell'analisi è la diagnosi della sindrome nefrosica. L'A2M è grande e non viene filtrato dai reni. Una diminuzione del volume plasmatico e l'eliminazione delle proteine ​​a basso peso molecolare porta ad un aumento compensatorio della sua sintesi. Lo studio è mostrato nei seguenti casi:

  • Malattia epatica cronica. L'analisi viene eseguita nell'ambito di un esame completo di laboratorio per pazienti con epatite virale autoimmune, cronica, cirrosi di varia origine. Il risultato consente di identificare la fibrosi, valutarne il grado e adattare il piano di trattamento. Il test è particolarmente utile per i pazienti con controindicazioni per la biopsia epatica.
  • Nefropatia. Lo studio è assegnato a persone con una diagnosi consolidata, nonché con la rilevazione iniziale di proteine ​​e sangue nelle urine di un'eziologia poco chiara. I dati di riepilogo vengono utilizzati per diagnosticare la sindrome nefrosica, per determinarne la gravità.

Preparazione per l'analisi

Il materiale per la ricerca è il sangue di una vena. È preferibile prenderlo al mattino, prima di colazione. Raccomandazioni per la preparazione della procedura:

  1. Fai una pausa dal mangiare per 8-14 ore. Il periodo minimo di fame è di 4-6 ore. Puoi bere acqua senza restrizioni.
  2. Alla vigilia, astenersi da stress fisico e mentale intenso, consumo di alcol, evitare situazioni stressanti.
  3. Per 7-10 giorni, interrompere l'assunzione di farmaci, previo accordo con il medico su questa misura.
  4. Sedute di fisioterapia, esami strumentali devono essere eseguiti dopo la consegna del biomateriale.
  5. Un'ora prima della procedura, non fumare, annulla la corsa mattutina, l'esercizio e altri tipi di carichi abituali. Per mezz'ora eliminare la tensione ortostatica (in posizione eretta). Dona il sangue mentre sei seduto.

Il prelievo di sangue viene eseguito mediante puntura della vena cubitale. Prima dell'analisi, il siero viene isolato dal sangue. I livelli di macroglobulina sono determinati mediante immunoturbidimetria. Il tempo per preparare il risultato è di 1 giorno.

Valori normali

L'alfa-2-macroglobulina è più alta nelle donne in età riproduttiva rispetto agli uomini. Nell'infanzia e nella vecchiaia, gli indicatori del test sono sopra la media. Per i pazienti di sesso maschile, i valori di riferimento sono (g / l):

  • Da 6 mesi a 5 anni - 2.3-6.41.
  • 6-15 anni - 1.6-6.5.
  • 16-30 anni - 1.04-4.07.
  • Dopo 30 anni - 1.19-2.54.

La produzione di questa proteina dipende dal livello di estrogeni, pertanto, gli indicatori femminili iniziano a superare quelli maschili dall'adolescenza. Valori di riferimento (g / l):

  • Da 6 mesi a 5 anni - 2.2-5.8.
  • 6-15 anni - 1.7-5.7.
  • 16-30 anni - 1.27-4.48.
  • Dopo 30 anni - 1.32-3.01.

Su base individuale, gli indicatori della norma sono determinati in modo più accurato, tenendo conto dell'età. L'aumento fisiologico si verifica dopo lo sforzo fisico, durante la gravidanza.

Aumento dell'indicatore

L'alfa-2-macroglobulina è sintetizzata più attivamente con alterazioni fibrotiche nel tessuto epatico, ma un aumento del suo livello è determinato dall'aumentata escrezione di proteine ​​a basso peso molecolare nelle urine, sullo sfondo dello sviluppo di alcuni tumori. Tra le ragioni dell'aumento del tasso di analisi ci sono:

  • Malattia epatica cronica. Il valore totale supera la norma per la fibrosi sullo sfondo di cirrosi, epatite virale, alcolica, tossica, farmacologica e autoimmune, deficit congenito di antitripsina, insufficienza epatica cronica, ipertensione portale, malattia di Wilson-Konovalov.
  • Sindrome nevrotica. Un aumento del livello di macroglobulina è determinato in caso di insufficienza renale cronica, glomerulonefrite cronica e acuta.
  • Diabete. I livelli di proteine ​​aumentano con il decorso della malattia, il suo accumulo è associato a disturbi metabolici.
  • BPH. L'A2M è prodotto dai tessuti della prostata, la loro iperplasia benigna porta ad un aumento della secrezione proteica.
  • Terapia ormonale. La sintesi della macroglobulina è stimolata dall'assunzione di preparati di estrogeni, contraccettivi orali.

Diminuzione dell'indicatore

La diminuzione dei valori del test è il risultato del rapido legame ed eliminazione dell'alfa-2-macroglobulina. I motivi sono:

  • Pancreatite acuta. Si osserva una maggiore attività proteolitica, l'A2M forma complessi con le proteinasi, il numero di molecole libere diminuisce.
  • Sindrome DIC. La perdita di macroproteine ​​aumenta nella fase di ipocoagulazione, è associata all'attivazione della fibrinolisi (dissoluzione dei coaguli).
  • Tumore maligno. Il livello di macroglobulina diminuisce nel mieloma multiplo, cancro alla prostata. Il carcinoma della prostata è accompagnato dalla produzione di un antigene prostatico specifico, simile nelle proprietà alle proteasi. A2M forma complessi con esso, che vengono attivamente escreti attraverso il tratto gastrointestinale..
  • Grave insufficienza renale cronica. I glomeruli renali non sono in grado di filtrare il sangue, si sviluppa proteinuria non selettiva: l'escrezione di proteine ​​a basso e alto peso molecolare.
  • Assunzione di farmaci. Una diminuzione temporanea dell'indicatore è determinata sullo sfondo del trattamento con destrano, streptochinasi.

Trattamento delle deviazioni dalla norma

L'analisi per l'alfa-2-macroglobulina nel sangue viene utilizzata per diagnosticare la fibrosi epatica, la sindrome nefrosica. Lo studio consente di evitare esami strumentali irragionevoli associati al rischio di complicanze e con controindicazioni. Per ottenere risultati affidabili, è necessario ridurre la probabilità di influenza di un fattore fisiologico: l'attività fisica. Se il valore finale devia dalla norma, dovresti consultare un medico - terapista, epatologo, nefrologo.

α2-globuline

α2-Macroglobulina

α2-La macroglobulina è una proteina contenente zinco ad alto peso molecolare (MW 725000 D), contiene 4 subunità identiche e include una componente di carboidrati. La proteina è sintetizzata nel fegato e nelle cellule immunocompetenti. È una proteina di fase acuta, controlla lo sviluppo di infezioni e processi infiammatori, è un inibitore delle proteinasi (sia del sistema di coagulazione del sangue che di altre) - plasmina, pepsina, tripsina, chimotripsina, endopeptidasi, catepsina D, trombina, callicreina.

Il meccanismo di inibizione consiste nella cattura della molecola enzimatica α2-Macroglobulina, mentre l'enzima perde la sua capacità di idrolizzare grandi proteine, ma mantiene l'attività in relazione ai substrati a basso peso molecolare. Complessando con plasmina, la proteina riduce la sua attività proteolitica a valori fisiologici ottimali per l'attivazione del sistema di fibrinolisi.

Valori normali

Siero (immunodiffusione radiale)
bambini (1-3 anni)circa 4,5 g / l
uomini1,50-3,50 g / l
donne1,75-4,20 g / l
Liquido amniotico (immunoelettroforesi)
gravidanza 15-39 settimane1,0-1,5 mg / l

Valore clinico e diagnostico

Le proteine ​​controllano lo sviluppo di infezioni e infiammazioni.

Un aumento del suo livello viene rilevato nella cirrosi epatica, nell'epatite acuta e cronica, nelle malattie endocrine (diabete mellito, mixedema), durante la gravidanza e nel trattamento con estens, sindrome nefrosica.

Diminuzione - con febbre reumatica, perdita di proteine ​​o carenza nutrizionale, coagulazione del sangue disseminato, terapia fibrinolitica.

Aptoglobina

L'aptoglobina - un tipico rappresentante delle glicoproteine ​​- proteine ​​della fase acuta, è sintetizzata nel fegato ed è presente in basse concentrazioni in molti fluidi corporei: liquido cerebrospinale, linfa, liquido sinoviale, bile. È rappresentato da tre forme geneticamente determinate: Hp 1-1 (M = 85 mila D), Hp 2-1 (M = 120 mila D), Hp 2-2 (M = 160 mila D). Hp 2‑1 e Hp 2‑2 sono polimeri di Hp 1‑1 e differiscono l'uno dall'altro nella quantità di carboidrati.

La proteina ha le seguenti funzioni:

  • lega i dimeri dell'emoglobina plasmatica libera (durante l'emolisi), dopo di che questo complesso entra nelle cellule delle RES e del fegato e viene distrutto lì. Ciò impedisce al corpo di perdere ferro;
  • svolge una funzione protettiva aspecifica, complessando con sostanze proteiche e non proteiche che compaiono durante il decadimento cellulare;
  • è un inibitore naturale della catepsina B;
  • partecipa al trasporto della vitamina B12.

Valori normali

Siero (immunodiffusione radiale)0,8-2,7 g / l
Urina (stessa)0,0-4,2 mg / l

Valore clinico e diagnostico

La concentrazione di proteine ​​aumenta in modo aspecifico in risposta a danni ai tessuti, infiammazioni, tumori (specialmente con metastasi). Alti tassi si osservano nel diabete mellito, sindrome nefrosica, pielonefrite, ustioni, condizioni infiammatorie acute e croniche, necrosi tissutale, infarto miocardico, malattie autoimmuni attive.

È stata osservata una diminuzione della quantità di proteine ​​con danni al parenchima epatico, anemie emolitiche. gravidanza quando si usano estrogeni. Nella sindrome nefrosica, il livello di proteine ​​può cambiare in qualsiasi direzione a seconda del genotipo del paziente, ad es. dalla predominanza di alcune isoforme. Il livello di aptoglobina è considerato un indicatore sensibile delle condizioni emolitiche: il rilascio di emoglobina provoca una diminuzione della concentrazione di Hp.

Ceruloplasmina

La ceruloplasmina (ferroossidasi), MM = 135 kDa, contiene 8 ioni Cu + e 8 Cu 2+ (0,27-0,32% della massa proteica totale) e 5 legami peptidici sensibili all'azione delle proteasi. È una proteina della fase acuta, un regolatore del metabolismo del rame nel corpo (combina il 90% di tutto il rame plasmatico) - trasporta gli ioni rame dal fegato ad altri organi. La ceruloplasmina è un'ossidasi di polifenoli e diammine, catalizza l'ossidazione di Fe 2+ a Fe 3+ e quindi contribuisce alla saturazione dell'apotransferrina, partecipa allo scambio di ammine biogene (adrenalina, norepinefrina, serotonina) e acido ascorbico, regola il livello di antiossidanti cerebrali simpatici, elimina i mediatori dei radicali simpatici. ossigeno, riduce O2 all'acqua e previene l'ossidazione degli acidi grassi insaturi.

Valori normali

Siero (immunodiffusione radiale)
Bambinineonati0,01-0,3 g / l
6-12 mesi0,15-0,50 g / l
1-12 anni0,30-0,65 g / l
Adulti0,15-0,60 g / l
Urina (stessa)0,045-0,066 mg / giorno

Valore clinico e diagnostico

Risultati aumentati sono determinati in artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, processi infiammatori cronici, colestasi, epatite, cirrosi epatica, infarto miocardico, infezioni acute, neoplasie maligne con metastasi, durante la gravidanza e l'uso di estrogeni.

Una diminuzione dell'indicatore è stata rilevata con una diminuzione della sintesi enzimatica (malattia di Wilson-Konovalov), aumento della perdita (malattie gastrointestinali, sindrome nefrosica), diminuzione dell'assorbimento nell'intestino (malassorbimento, malnutrizione).

Componente Gc

Componente Gc (componenti specifici del gruppo) - un componente della specificità del gruppo, costituito da due subunità che differiscono per mobilità: tipo 1 - subunità a migrazione rapida, tipo 2 - subunità a migrazione lenta. Esistono varie varianti della componente Gc nel sangue: 1-1, 1-2, 2-2, mentre la frequenza di occorrenza dell'una o dell'altra variante varia a seconda delle razze. Quindi, tra gli europei, il tipo 1-1 si verifica nel 45% della popolazione, il tipo 1-2 - nel 7%, il tipo 2-2 - nel 39%. Esistono anche altri tipi: Gc - X, Gc - Y.

Valori normali

Siero0,30-0,55 g / l

Valore clinico e diagnostico.

La tipizzazione Gc viene eseguita in medicina legale nei casi di paternità contestata. Un aumento dell'indicatore si osserva nelle malattie del fegato, una diminuzione della gravidanza.

α2-HS-glicoproteina

α2-HS-Glycoprotein - un componente della matrice limite del tessuto osseo.

Valori normali

Siero (immunodiffusione radiale)0,40-0,85 g / l
Urina (elettroimmunodiffusione)0,07-1,12 mg / giorno

α2-Antiplasmin

α2-Antiplasmin è un inibitore della plasmina, perché previene l'adsorbimento del plasminogeno sulla fibrina, mentre la quantità di plasmina formata sulla superficie del coagulo diminuisce, il che rallenta bruscamente la fibrinolisi.

Valori normali

Siero (colorimetria, fluorometria)0,8-1,2 U / ml o 80-120%

Valore clinico e diagnostico.

La sua concentrazione aumenta nel diabete mellito, diminuisce nelle malattie del fegato e nella coagulazione del sangue disseminato.

Proteina A associata alla gravidanza

La concentrazione di proteine ​​aumenta gradualmente durante la gravidanza, non viene rilevata nei malati di cancro e durante l'assunzione di contraccettivi orali.

Alfa-2-macroglobulina (AMG) a Chelyabinsk

Informazioni sullo studio

L'alfa-2-macroglobulina è una delle proteine ​​del sangue più versatili sintetizzate nel fegato e nel pancreas. Allo stato nativo è in grado di attaccare e trasportare molte citochine (interleuchine, interferoni, fattori di necrosi tumorale, fattori di crescita).

α-2-macroglobulina - partecipa alla regolazione fisiologica del sistema di coagulazione del sangue, alla lisi e al complemento del coagulo, nonché al controllo dell'effetto proteolitico delle collagenasi leucocitarie, della tripsina pancreatica e della chimotripsina. Inattiva rapidamente le proteasi, bloccando la loro attività proteolitica rispetto alle proteine ​​e ad altri grandi peptidi, poiché ciascuna delle sue subunità contiene una "trappola" per uno qualsiasi degli enzimi proteolitici. Allo stesso tempo, le proteine ​​conferiscono la capacità di trasformare le molecole di alfa-2-macroglobulina e la capacità di legarsi a vari recettori delle cellule, formando un complesso di alfa-2-macroglobulina-proteasi, che viene escreto dal sangue attraverso il fegato..

Viene rilevato un aumento del livello di alfa-2-macroglobulina nel siero del sangue quando:

  • diabete mellito
  • epatite acuta e cronica
  • cirrosi epatica, deficit di alfa-1-antitripsina
  • ictus ischemico
  • gravidanza
  • attività fisica significativa

La diminuzione dei livelli sierici di alfa-2-macroglobulina può essere determinata da:

  • malattie polmonari
  • mieloma multiplo
  • artrite reumatoide giovanile
  • fasi terminali delle condizioni critiche
  • se trattato con farmaci streptochinasi
  • infusione endovenosa di destrano

Materiale biologico: siero di sangue - il campione deve essere separato il più rapidamente possibile dagli eritrociti mediante centrifugazione.

Non è richiesta una preparazione speciale per lo studio, ma è necessario astenersi dal mangiare cibo a base di carne per 3 giorni prima dell'analisi.

NORME GENERALI PER LA PREPARAZIONE ALLA RICERCA:

1. Per la maggior parte degli studi, si consiglia di donare il sangue la mattina, dalle 8 alle 11, a stomaco vuoto (devono trascorrere almeno 8 ore tra l'ultimo pasto e il prelievo di sangue, si può bere l'acqua come al solito), alla vigilia dello studio, una cena leggera con restrizione mangiare cibi grassi. Per i test di infezione e gli studi di emergenza, è consentito donare il sangue 4-6 ore dopo l'ultimo pasto.

2. ATTENZIONE! Regole speciali di preparazione per una serie di test: rigorosamente a stomaco vuoto, dopo 12-14 ore di digiuno, il sangue deve essere donato per gastrina-17, profilo lipidico (colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL, colesterolo VLDL, trigliceridi, lipoproteine ​​(a), apolipoproteina A1, apolipoproteina B); Il test di tolleranza al glucosio viene eseguito al mattino a stomaco vuoto dopo 12-16 ore di digiuno.

3. Alla vigilia dello studio (entro 24 ore), escludere alcol, attività fisica intensa, assunzione di farmaci (in accordo con il medico).

4. Per 1-2 ore prima di donare il sangue, astenersi dal fumare, non bere succhi, tè, caffè, si può bere acqua non gassata. Elimina lo stress fisico (corsa, salire le scale velocemente), l'eccitazione emotiva. Si consiglia di riposare, calmarsi 15 minuti prima di donare il sangue.

5. Non donare sangue per ricerche di laboratorio subito dopo procedure di fisioterapia, esame strumentale, esami radiografici ed ecografici, massaggi e altre procedure mediche.

6. Durante il monitoraggio dei parametri di laboratorio in dinamica, si consiglia di condurre studi ripetuti nelle stesse condizioni: nello stesso laboratorio, donare il sangue alla stessa ora del giorno, ecc..

7. Il sangue per la ricerca deve essere donato prima dell'inizio dell'assunzione dei farmaci o non prima di 10-14 giorni dopo la sospensione del farmaco. Per valutare il controllo dell'efficacia del trattamento con qualsiasi farmaco, uno studio dovrebbe essere condotto 7-14 giorni dopo l'ultima assunzione di farmaco.

Se stai assumendo farmaci, assicurati di informare il tuo medico al riguardo..

Macroglobulina alfa 2

L'alfa-2-macroglobulina è un polipeptide che regola l'attività degli enzimi (proteinasi) coinvolti nelle risposte immunitarie, nell'emocoagulazione, nella fibrinolisi, nella chininogenesi. Il suo livello sierico è un marker indiretto di fibrosi epatica. L'analisi è prescritta per i pazienti con cirrosi cronica, epatite e insufficienza renale. Il risultato viene utilizzato per determinare il rischio di alterazioni fibrotiche nel fegato, selezionare la terapia e valutare la gravità della sindrome nefrosica. Il sangue viene prelevato da una vena, lo studio viene effettuato con il metodo immunoturbidimetrico. Gli indicatori della norma dipendono dall'età e dal sesso, per le donne sono 1,32-3,01 g / l, per gli uomini - 1,19-2,54 g / l. Il test viene eseguito entro 1 giorno.

L'alfa-2-macroglobulina è un polipeptide che regola l'attività degli enzimi (proteinasi) coinvolti nelle risposte immunitarie, nell'emocoagulazione, nella fibrinolisi, nella chininogenesi. Il suo livello sierico è un marker indiretto di fibrosi epatica. L'analisi è prescritta per i pazienti con cirrosi cronica, epatite e insufficienza renale. Il risultato viene utilizzato per determinare il rischio di alterazioni fibrotiche nel fegato, selezionare la terapia e valutare la gravità della sindrome nefrosica. Il sangue viene prelevato da una vena, lo studio viene effettuato con il metodo immunoturbidimetrico. Gli indicatori della norma dipendono dall'età e dal sesso, per le donne sono 1,32-3,01 g / l, per gli uomini - 1,19-2,54 g / l. Il test viene eseguito entro 1 giorno.

L'alfa-2-macroglobulina è la più grande proteina plasmatica non immunoglobulinica. È sintetizzato principalmente dagli epatociti, in piccole quantità prodotte da macrofagi, fibroblasti, cellule surrenali. Viene metabolizzato nel fegato, escreto attraverso il tratto gastrointestinale. A causa del suo alto peso molecolare, non passa attraverso il filtro renale. Nel corpo, funziona come un bloccante della proteasi, partecipa ai processi di emocoagulazione, trasporto di proteine ​​e ioni, influenza il corso delle reazioni infiammatorie, riduce la reattività immunologica del corpo.

Indicazioni

L'alfa-2-macroglobulina aumenta con la proliferazione del tessuto connettivo del fegato, nella pratica clinica e di laboratorio è considerata un marker indiretto di fibrosi. Un altro scopo dell'analisi è la diagnosi della sindrome nefrosica. L'A2M è grande e non viene filtrato dai reni. Una diminuzione del volume plasmatico e l'eliminazione delle proteine ​​a basso peso molecolare porta ad un aumento compensatorio della sua sintesi. Lo studio è mostrato nei seguenti casi:

  • Malattia epatica cronica. L'analisi viene eseguita nell'ambito di un esame completo di laboratorio per pazienti con epatite virale autoimmune, cronica, cirrosi di varia origine. Il risultato consente di identificare la fibrosi, valutarne il grado e adattare il piano di trattamento. Il test è particolarmente utile per i pazienti con controindicazioni per la biopsia epatica.
  • Nefropatia. Lo studio è assegnato a persone con una diagnosi consolidata, nonché con la rilevazione iniziale di proteine ​​e sangue nelle urine di un'eziologia poco chiara. I dati di riepilogo vengono utilizzati per diagnosticare la sindrome nefrosica, per determinarne la gravità.

Preparazione per l'analisi

Il materiale per la ricerca è il sangue di una vena. È preferibile prenderlo al mattino, prima di colazione. Raccomandazioni per la preparazione della procedura:

  1. Fai una pausa dal mangiare per 8-14 ore. Il periodo minimo di fame è di 4-6 ore. Puoi bere acqua senza restrizioni.
  2. Alla vigilia, astenersi da stress fisico e mentale intenso, consumo di alcol, evitare situazioni stressanti.
  3. Per 7-10 giorni, interrompere l'assunzione di farmaci, previo accordo con il medico su questa misura.
  4. Sedute di fisioterapia, esami strumentali devono essere eseguiti dopo la consegna del biomateriale.
  5. Un'ora prima della procedura, non fumare, annulla la corsa mattutina, l'esercizio e altri tipi di carichi abituali. Per mezz'ora eliminare la tensione ortostatica (in posizione eretta). Dona il sangue mentre sei seduto.

Il prelievo di sangue viene eseguito mediante puntura della vena cubitale. Prima dell'analisi, il siero viene isolato dal sangue. I livelli di macroglobulina sono determinati mediante immunoturbidimetria. Il tempo per preparare il risultato è di 1 giorno.

Valori normali

L'alfa-2-macroglobulina è più alta nelle donne in età riproduttiva rispetto agli uomini. Nell'infanzia e nella vecchiaia, gli indicatori del test sono sopra la media. Per i pazienti di sesso maschile, i valori di riferimento sono (g / l):

  • Da 6 mesi a 5 anni - 2.3-6.41.
  • 6-15 anni - 1.6-6.5.
  • 16-30 anni - 1.04-4.07.
  • Dopo 30 anni - 1.19-2.54.

La produzione di questa proteina dipende dal livello di estrogeni, pertanto, gli indicatori femminili iniziano a superare quelli maschili dall'adolescenza. Valori di riferimento (g / l):

  • Da 6 mesi a 5 anni - 2.2-5.8.
  • 6-15 anni - 1.7-5.7.
  • 16-30 anni - 1.27-4.48.
  • Dopo 30 anni - 1.32-3.01.

Su base individuale, gli indicatori della norma sono determinati in modo più accurato, tenendo conto dell'età. L'aumento fisiologico si verifica dopo lo sforzo fisico, durante la gravidanza.

Aumento dell'indicatore

L'alfa-2-macroglobulina è sintetizzata più attivamente con alterazioni fibrotiche nel tessuto epatico, ma un aumento del suo livello è determinato dall'aumentata escrezione di proteine ​​a basso peso molecolare nelle urine, sullo sfondo dello sviluppo di alcuni tumori. Tra le ragioni dell'aumento del tasso di analisi ci sono:

  • Malattia epatica cronica. Il valore totale supera la norma per la fibrosi sullo sfondo di cirrosi, epatite virale, alcolica, tossica, farmacologica e autoimmune, deficit congenito di antitripsina, insufficienza epatica cronica, ipertensione portale, malattia di Wilson-Konovalov.
  • Sindrome nevrotica. Un aumento del livello di macroglobulina è determinato in caso di insufficienza renale cronica, glomerulonefrite cronica e acuta.
  • Diabete. I livelli di proteine ​​aumentano con il decorso della malattia, il suo accumulo è associato a disturbi metabolici.
  • BPH. L'A2M è prodotto dai tessuti della prostata, la loro iperplasia benigna porta ad un aumento della secrezione proteica.
  • Terapia ormonale. La sintesi della macroglobulina è stimolata dall'assunzione di preparati di estrogeni, contraccettivi orali.

Diminuzione dell'indicatore

La diminuzione dei valori del test è il risultato del rapido legame ed eliminazione dell'alfa-2-macroglobulina. I motivi sono:

  • Pancreatite acuta. Si osserva una maggiore attività proteolitica, l'A2M forma complessi con le proteinasi, il numero di molecole libere diminuisce.
  • Sindrome DIC. La perdita di macroproteine ​​aumenta nella fase di ipocoagulazione, è associata all'attivazione della fibrinolisi (dissoluzione dei coaguli).
  • Tumore maligno. Il livello di macroglobulina diminuisce nel mieloma multiplo, cancro alla prostata. Il carcinoma della prostata è accompagnato dalla produzione di un antigene prostatico specifico, simile nelle proprietà alle proteasi. A2M forma complessi con esso, che vengono attivamente escreti attraverso il tratto gastrointestinale..
  • Grave insufficienza renale cronica. I glomeruli renali non sono in grado di filtrare il sangue, si sviluppa proteinuria non selettiva: l'escrezione di proteine ​​a basso e alto peso molecolare.
  • Assunzione di farmaci. Una diminuzione temporanea dell'indicatore è determinata sullo sfondo del trattamento con destrano, streptochinasi.

Trattamento delle deviazioni dalla norma

L'analisi per l'alfa-2-macroglobulina nel sangue viene utilizzata per diagnosticare la fibrosi epatica, la sindrome nefrosica. Lo studio consente di evitare esami strumentali irragionevoli associati al rischio di complicanze e con controindicazioni. Per ottenere risultati affidabili, è necessario ridurre la probabilità di influenza di un fattore fisiologico: l'attività fisica. Se il valore finale devia dalla norma, dovresti consultare un medico - terapista, epatologo, nefrologo.

Test> Determinazione del contenuto di alfa-2-macroglobulina nel sangue

A quale scopo viene determinato il livello di alfa-2-macroglobulina nel sangue??

L'alfa-2-macroglobulina (A2M) è una proteina del plasma sanguigno in grado di inibire l'attività degli enzimi proteolitici (proteasi). Dopo aver interagito con loro, il complesso macroglobulina-proteasi viene rimosso dal flusso sanguigno, assorbito dai macrofagi e dalle cellule del fegato.

La maggior parte dell'A2M viene sintetizzata nel pancreas e nel fegato e quindi viene trasportata in tutto il corpo con il flusso sanguigno. A causa del suo grande peso molecolare, la proteina penetra scarsamente nei tessuti, quindi la sua massa circola nel sangue..

L'A2M inibisce gli enzimi della coagulazione, dei sistemi chinina, nonché i sistemi di fibrinolisi e del complemento. Esegue il trasporto di citochine e fattori di crescita, partecipa alle reazioni immunitarie, esibendo un effetto immunosoppressivo.

L'alfa-2-macroglobulina è un indicatore indiretto dello stato funzionale del pancreas, del grado di proliferazione del tessuto connettivo nel fegato, un marker non specifico di nefropatia e rigetto del trapianto. Lo studio del livello A2M viene eseguito anche per studiare le reazioni immunitarie tra la madre e il feto durante la gravidanza..

In quali casi si trova la determinazione dell'alfa-2-macroglobulina nel sangue??

La sintesi dell'alfa-2-macroglobulina nelle aree di crescita del tessuto fibroso nel fegato consente di utilizzarlo come marker di cirrosi e fibrosi epatica. La concentrazione di A2M nel sangue è determinata anche in pancreatite, ulcera peptica, diabete mellito, sindrome nefrosica, neoplasie maligne, gravidanza.

Quali medici prescrivono l'esame, dove può essere eseguita tale analisi??

L'esame viene solitamente prescritto da terapisti, gastroenterologi, nefrologi, urologi, chirurghi, pneumologi, medici di base.

L'analisi per l'alfa-2-macroglobulina può essere eseguita in grandi laboratori biochimici della rete medica e centri diagnostici.

Qual è il materiale per la ricerca, come prepararsi adeguatamente?

Il materiale per la ricerca è il sangue venoso.

Non è richiesta alcuna preparazione speciale per lo studio. Il materiale viene prelevato a stomaco vuoto il giorno dell'analisi. Alla vigilia della donazione del sangue, è necessario escludere l'attività fisica, annullare l'assunzione di estrogeni. Non mangiare carne durante il giorno prima dell'analisi.

I risultati sono normali

La norma del contenuto di A2M nel plasma sanguigno negli uomini è 1,5-3,5 g / l, nelle donne - 1,75-4,2 g / l, e dipende dall'età del soggetto.

Vantaggi e svantaggi del metodo

Il metodo è facile da usare, ma poco specifico. Una valutazione oggettiva dei risultati dell'analisi è possibile solo in combinazione con lo studio dei dati ottenuti attraverso altre procedure diagnostiche..

Significato clinico del metodo, interpretazione dei risultati della ricerca

Le alfa-2-macroglobuline non sono marcatori specifici per nessuna patologia particolare. Tuttavia, aiutano a sospettare la presenza di malattie che si verificano con un quadro clinico latente. La determinazione del livello A2M consente di identificare la natura dei cambiamenti che si verificano nei tessuti epatici nell'epatite di varie eziologie, senza ricorrere all'uso di metodi invasivi (biopsia), per determinare la gravità dei disturbi funzionali nella sindrome nefrosica e altre patologie.

Valori aumentati del contenuto di A2M nel sangue si osservano nelle malattie epatiche croniche con esito in cirrosi (fibrosi), sindrome nefrosica, neoplasie maligne, gravidanza, psoriasi, esercizio fisico, broncopolmonite, cardiopatie congenite.

Una diminuzione del livello di alfa-2-macroglobuline viene rilevata nella pancreatite acuta, ulcera peptica, cancro alla prostata, artrite reumatoide, infarto miocardico, uso di una macchina cuore-polmone.

Le informazioni pubblicate sul sito sono solo a scopo informativo. La consultazione con uno specialista è imperativa.
Se trovi un errore nel testo, una recensione errata o informazioni errate nella descrizione, ti chiediamo di informarne l'amministratore del sito.

Le recensioni pubblicate su questo sito sono le opinioni personali delle persone che le hanno scritte. Non auto-medicare!

Alfa-2-macroglobulina

Descrizione

L'alfa-2-macroglobulina (α2-macroglobulina) è una grande proteina del plasma sanguigno, il cui contenuto dipende dal grado di glicolisi. Un aumento del suo contenuto indica malattie del fegato, diabete mellito, tumori maligni, malattie infiammatorie subacute e croniche, lo stadio dell'infiammazione durante le ustioni termiche.

Indicazioni per l'appuntamento

Sospetto di sviluppo di cancro, malattie del fegato, pancreas, presenza di processi infiammatori, stress ossidativo.

Preparazione per la ricerca

  • Il prelievo di sangue viene eseguito rigorosamente a stomaco vuoto..
  • 2-3 giorni prima del prelievo di sangue, si consiglia di non mangiare troppo, escludere alcol e attività fisica, non fumare, non visitare lo stabilimento balneare, la sauna. Un'attività fisica estenuante, il fumo distorcono i risultati dello studio.
  • Il giorno del prelievo di sangue, escludere i farmaci, se ciò non è possibile, informare il laboratorio.

Decodifica dei risultati dell'analisi (per specialisti! *)

Malattie del fegato, diabete mellito, tumori maligni, malattie infiammatorie subacute e croniche, stadi di infiammazione nelle ustioni termiche.

Per interpretare i risultati dello studio, consultare il proprio medico!

Valori di riferimento (norma)

* L'interpretazione dei risultati è destinata al tuo medico curante, che determinerà una diagnosi accurata e prescriverà un regime di trattamento, tenendo conto dei risultati non solo di questa analisi, ma anche dell'intero complesso di studi per il tuo caso particolare. Non diagnosticare te stesso: assicurati di consultare un medico!

Dove donare il sangue per l'alfa-2-macroglobulina a Chelyabinsk

All'Apollo Medical Center (Chelyabinsk, Volodarskogo St., 50-a), puoi fare un esame del sangue a pagamento per l'alfa-2-macroglobulina. Vieni, lavoriamo sette giorni su sette!

  • Tempo di realizzazione: 2 giorni
  • Prezzo: 550 rubli.

Alfa-2-macroglobulina (α2-MG) nelle quantità di urina e siero / plasma, 96x01

Gatto. No. K6610

  • Scopo funzionale
  • Specifiche

Prezzo su richiesta

Puoi aggiungere un prodotto al carrello specificando la quantità

Produttore: Immundiagnostik

Paese: Germania

Unità Unità: set

Tipo imballo: scatola di cartone

Riferimento: K6610

Kit di reagenti ELISA per α2-macroglobulina (α2-M) per la misurazione dell'alfa-2-macroglobulina mediante ELISA indiretto in fase solida. Nella prima fase di incubazione, l'α2-macroglobulina del campione si lega agli anticorpi policlonali di coniglio immobilizzati in eccesso sul lato interno dei pozzetti della piastra. Viene eseguito un lavaggio per rimuovere eventuali complessi antigene-anticorpo non legati. In una seconda fase di incubazione, vengono aggiunti anticorpi anti-A2M marcati con perossidasi (anticorpo POD). Dopo un'altra fase di lavaggio, la fase solida viene incubata con un substrato, la tetrametilbenzidina (TMB). Viene quindi aggiunta una soluzione di arresto acida per arrestare la reazione, che provoca un cambiamento di colore da blu a giallo. L'intensità del colore è direttamente proporzionale alla concentrazione di α2-macroglobulina nel campione. La quantità di α2-macroglobulina nei campioni di prova viene calcolata in base alla curva di calibrazione costruita dalle concentrazioni note dei calibratori inclusi nella confezione

Scopo funzionale

Quantificazione in vitro dell'α2-macroglobulina nelle urine, nel siero e nel plasma.
L'alfa-2-macroglobulina (α2M) è una delle più grandi proteine ​​plasmatiche con un peso molecolare di 650-900 kDa a seconda del grado di glicosilazione. È uno dei componenti principali della frazione alfa-2-globulina, presente nel sangue in concentrazioni significative. α2M inibisce tutte le classi note di proteinasi plasmatiche, legandole e bloccando così le loro proteine ​​attive, dopodiché il complesso α2M-endopeptidasi viene rapidamente rimosso dalla circolazione mediante purificazione della proteinasi endocitica. L'A2M è coinvolto nei meccanismi di inibizione delle cascate enzimatiche del sistema di coagulazione, fibrinolisi e sistema del complemento. L'α2M si lega, trasporta e regola anche molte altre molecole come le defensine, la proteina basica della mielina e molte altre citochine, fattori di crescita e ormoni. Partecipa alla modulazione delle risposte immunitarie e infiammatorie, mostra proprietà immunosoppressive, inclusa l'inibizione della citotossicità cellulo-mediata e della proliferazione dei linfociti, immunosoppressione durante la gravidanza.
La misurazione delle proteine ​​urinarie può aiutare a diagnosticare la proteinuria. La proteinuria può essere suddivisa in proteinuria prerenale, renale (glomerulare o tubulare) e renale, a seconda della sede del danno renale. La diagnosi differenziale può essere ottenuta misurando specifiche proteine ​​marker di diversi pesi molecolari. Proteine ​​molto grandi, come α2M, sono completamente limitate alla filtrazione glomerulare nel rene e la loro individuazione nell'urina indica un danno renale quando le proteine ​​del siero non filtrate entrano nell'urina. Possibili cause di danno sono infiammazione o ematuria dovute a calcoli renali o carcinoma.
Una diminuzione del livello di A2M è solitamente il risultato di una maggiore rimozione dei complessi di α2M con proteinasi ed è osservata negli stati associati ad una maggiore attività proteolitica (compresa la pancreatite), negli stati di attivazione della fibrinolisi. Nella sindrome nefrosica si nota un aumento del livello di α2M, come riflesso di una diminuzione del volume plasmatico e come risultato di una compensazione - in risposta alla perdita di proteine ​​a basso peso molecolare e una diminuzione della pressione oncotica plasmatica - un aumento della sintesi di A2M.
Un aumento del livello di α2M viene rilevato nel diabete mellito, più spesso nei pazienti con una maggiore durata della malattia e in presenza di complicanze. α2M è utilizzato come uno dei marcatori indiretti della fibrosi epatica, poiché è prodotto dalle cellule nelle aree di infiammazione e fibrosi

Specifiche

Il set comprende:
1. Strisce da 8 pozzetti in un telaio di supporto, rivestite con anticorpi policlonali di coniglio - 12 pz..
2. Tampone per lavaggio, concentrato - 100 ml,
3. Coniugato (macroglobulina alfa2 di coniglio, marcata con perossidasi), concentrato 200 μl,
4. Standard, liofilizzato - 2x6 fiale,
5. Comtrol livello 1 - 2x1 bottiglia,
6. Livello di controllo 2 - Bottiglia 2x1,
7. Tampone di diluizione del campione, pronto per l'uso - 2x100 ml,
8. Soluzione TMB, pronta per l'uso - 15 ml,
9. Soluzione bloccante, pronta per l'uso - 15 ml.
Intervallo di misurazione: 0,058-5 mg / l.
Sensibilità: 0,058 mg / L.
I reagenti sono stabili durante la data di scadenza indicata sulle etichette nelle condizioni di conservazione - ad una temperatura di +2. 8 ° С in un luogo buio e asciutto.
Certificato di registrazione

Macroglobulina alfa-2

L'alfa-2-macroglobulina (A2M) è una delle proteine ​​del plasma sanguigno appartenenti alla classe delle glicoproteine. È uno dei componenti della frazione alfa-2-globulina. Nell'organismo, partecipa all'inibizione degli enzimi, svolge una funzione di trasporto, prende parte al processo di coagulazione del sangue e alle reazioni infiammatorie acute.

La macroglobulina alfa-2 viene prodotta nel fegato, da dove viene rilasciata nel flusso sanguigno. Durante la gravidanza, lo sviluppo intrauterino, nei bambini e negli adolescenti, la sua concentrazione nel sangue è leggermente superiore rispetto agli adulti e nelle donne è più alta che negli uomini, poiché il livello di questa proteina è estrogeno-dipendente.

Un esame del sangue per il contenuto di macroglobulina alfa-2 è importante per la diagnosi di malattie epatiche croniche, come epatite virale, cirrosi, malattia grassa alcolica e non alcolica, ecc., Poiché in queste malattie il suo livello nel sangue aumenta. Di solito, questo test viene utilizzato in combinazione con altri marker di condizione epatica per valutare la funzionalità epatica e determinare il rischio di sviluppare fibrosi; è utilizzato anche nella diagnosi della patologia renale. Anche le malattie della prostata e il diabete mellito possono influenzare il livello di A2M.

In quali casi viene solitamente prescritto lo studio??

  • Se soffre di una malattia epatica cronica e valuta il rischio di sviluppare fibrosi;
  • Nella diagnosi della sindrome nefrosica;
  • Quando si esaminano pazienti con diabete mellito e malattie della prostata.

Cosa viene determinato esattamente durante l'analisi?

La concentrazione della macroglobulina alfa-2 nel campione di siero del paziente viene misurata mediante immunoturbidimetria.

Cosa significano i risultati del test?

Valori elevati di A2M sono osservati nelle malattie epatiche croniche e indicano lo sviluppo di fibrosi - sostituzione degli epatociti con tessuto connettivo. Inoltre, un aumento dei livelli di proteine ​​può essere causato da una diminuzione del volume del plasma sanguigno e un aumento relativo della sua concentrazione in relazione a proteine ​​più piccole nella sindrome nefrosica. Una certa quantità di macroglobulina alfa-2 è prodotta dalle cellule della ghiandola prostatica, quindi il suo livello aumenta nelle malattie benigne e diminuisce nello sviluppo del cancro.

Una bassa concentrazione di proteine ​​nel sangue può essere una conseguenza di pancreatite acuta, infarto miocardico, intervento chirurgico.

Tempistica del test.

Di solito, il risultato del test può essere ottenuto 3-4 giorni dopo il prelievo di sangue.

Come prepararsi per l'analisi?

Le regole generali di preparazione per prelevare il sangue da una vena dovrebbero essere seguite. Informazioni dettagliate possono essere trovate nella sezione corrispondente dell'articolo.

Alfa-2-macroglobulina

Cari pazienti! Il catalogo delle analisi è attualmente in fase di compilazione di informazioni e non contiene tutti gli studi effettuati dal nostro centro. Le sedi del Centro di Endocrinologia effettuano più di 700 tipologie di esami di laboratorio. Puoi trovare la loro lista completa qui.

Si prega di specificare le informazioni sul costo dei servizi e la preparazione per le analisi per telefono (812) 344-0-344, +7 953 360 96 11. Quando si eseguono esami del sangue, si prega di considerare il costo del campionamento del biomateriale.

Pronto per la registrazione: 0 test

  • Codice della ricerca: 6247
  • Termine d'esecuzione: 1-2 giorni (eccetto domenica)
  • Costo dell'analisi 790 RUB.

L'alfa-2-macroglobulina è un inibitore universale delle proteinasi, considerato uno dei marcatori indirettamente indicativi di fibrosi epatica.

L'alfa-2-macroglobulina è una proteina ad alto peso molecolare che si trova in concentrazioni significative nel sangue. È uno dei componenti principali della cosiddetta frazione alfa-2-globulina. L'alfa-2-macroglobulina si forma prevalentemente nel fegato, dopodiché entra nel plasma sanguigno, da dove penetra in altri fluidi biologici solo in piccole quantità a causa delle grandi dimensioni delle sue molecole. Come accennato in precedenza, la proteina è un "soppressore" universale delle proteinasi plasmatiche, funzionando come un meccanismo unico di una sorta di "trappola", bloccando l'accesso delle proteine ​​alla proteasi catturata. La rimozione relativamente rapida dei complessi alfa-2-macroglobulina avviene nelle cellule del fegato in due modi, uno dei quali coinvolge gli stessi recettori coinvolti nell'eliminazione delle LDL (lipoproteine ​​a bassa densità). L'alfa-2-macroglobulina è coinvolta nei meccanismi di soppressione delle reazioni enzimatiche a cascata nei processi di coagulazione del sangue, fibrinolisi, sistema chinina, sistema del complemento. Partecipa al trasporto di fattori di crescita, citochine, alla modulazione delle risposte infiammatorie e immunitarie. È stato riscontrato che aveva proprietà immunosoppressive, inclusa la soppressione della citotossicità cellulo-mediata, la proliferazione dei linfociti e l'immunosoppressione durante la gravidanza.

Nel corpo femminile durante il periodo dell'età riproduttiva, il contenuto medio di alfa-2-macroglobulina è leggermente più alto che nel corpo degli uomini a causa della dipendenza dei suoi estrogeni. Nell'infanzia, il contenuto di alfa-2-macroglobulina è circa 2 volte superiore a quello degli adulti. Durante l'adolescenza si osserva un approccio graduale agli indicatori degli adulti; si osserva un minimo comparativo durante la mezza età e nelle persone di età superiore ai 70 anni il contenuto di alfa-2-macroglobulina aumenta.

Da un punto di vista pratico, l'interesse per lo studio di questo composto è attualmente associato alla fibrosi epatica, ovvero all'utilizzo dell'alfa-2-macroglobulina come marker indiretto di fibrosi. L'alfa-2-macroglobulina viene prodotta nei focolai dell'infiammazione e dei cambiamenti fibrotici nel fegato da varie cellule, inclusi gli epatociti, così come le cellule stellate. Esiste una correlazione positiva tra il contenuto di alfa-2-macroglobulina e la progressione delle fasi del processo di fibrosi. I processi infiammatori cronici nel fegato - epatite (B, C e altri), rimangono oggi un problema clinico urgente. Le manifestazioni del processo possono essere espresse leggermente, ma c'è il rischio di un decorso progressivo del processo patologico con lo sviluppo della cirrosi epatica. La valutazione della gravità della fibrosi è importante per la formazione di una conclusione sulla necessità e la fattibilità del trattamento e per la sua scelta. Il prelievo di un frammento di tessuto epatico mediante un metodo bioptico oggi utilizzato come una sorta di "gold standard" per la rilevazione della fibrosi, anche se eseguito in modo impeccabile, non esclude purtroppo la possibilità di risultati falsi negativi e può, inoltre, portare allo sviluppo di complicanze. Tra gli altri marker, l'alfa-2-macroglobulina può essere utilizzata per la valutazione non invasiva del rischio di insorgenza, sviluppo di fibrosi in pazienti affetti da una qualsiasi delle patologie epatiche croniche, come uno dei fattori informativi.

La concentrazione di alfa-2-macroglobulina nel siero può essere soggetta a fluttuazioni nel caso di malattie sia acute che croniche, ma le modificazioni in generale sono relativamente moderate e non sono associate ad una specifica patologia specifica. Una diminuzione del contenuto di alfa-2-macroglobulina è solitamente il risultato di una maggiore rimozione dei complessi di alfa-2-macroglobulina con proteinasi e viene rilevata nei casi associati ad una maggiore attività proteolitica (tra le altre cose, nell'infiammazione del pancreas), negli stati di attivazione della fibrinolisi. Nel caso della sindrome nefrosica, viene rilevato un aumento della concentrazione di alfa-2-macroglobulina a seguito di una diminuzione del volume plasmatico e, come conseguenza di un aumento compensatorio della sua formazione in risposta all'eliminazione di proteine ​​a basso peso molecolare e una diminuzione della pressione oncotica del plasma sanguigno. Un aumento del contenuto di alfa-2-macroglobulina si trova nel diabete mellito e più spesso nei pazienti con una maggiore durata della malattia, così come in quelli con complicanze.

È anche interessante notare gli studi sull'alfa-2-macroglobulina in relazione alle patologie della ghiandola prostatica e nella malattia di Alzheimer. L'alfa-2-macroglobulina è prodotta nella ghiandola prostatica e la sua espressione può aumentare nell'iperplasia prostatica benigna. È in grado di formare complessi con PSA (antigene prostatico specifico), il cui contenuto può aumentare in caso di cancro alla prostata nella fase attiva della malattia. È allo studio il ruolo dell'alfa-2-macroglobulina e dei suoi complessi nella patogenesi dell'amiloidosi nel caso del morbo di Alzheimer, nonché dell'amiloidosi associata alla dialisi.

Non esiste una preparazione speciale prima di prendere il sangue.

Vengono forniti solo alcuni dei processi, delle condizioni e delle malattie in cui è consigliabile lo scopo di questa analisi.

Uno studio per il contenuto di alfa-2-macroglobulina può essere condotto per valutare il grado di rischio di fibrosi epatica in persone con patologie epatiche croniche; con malattia renale; nella ricerca.

Interpretazione dei risultati

Di seguito sono riportati solo alcuni dei possibili processi, condizioni e malattie in cui si verifica un aumento o una diminuzione del livello di alfa-2-macroglobulina. Va ricordato che un aumento o una diminuzione dell'indicatore può non essere sempre un criterio sufficientemente specifico e sufficiente per giungere a una conclusione. Le informazioni fornite non servono in alcun modo all'autodiagnosi e all'automedicazione. La diagnosi finale viene stabilita solo da un medico combinando i dati ottenuti con i risultati di altri metodi di ricerca.

Livelli elevati di alfa-2-macroglobulina possono verificarsi nella malattia epatica cronica; quando si usano estrogeni, contraccettivi orali; durante la gravidanza; con la psoriasi; con neoplasie maligne; con sindrome nefrosica; diabete mellito.

Livelli ridotti di alfa-2-macroglobulina possono verificarsi con l'uso di streptochinasi, destrano; infiammazione acuta del pancreas; artrite reumatoide; preeclampsia; cancro alla prostata, così come altre neoplasie maligne; mieloma multiplo; con coagulazione intravascolare disseminata (DIC); con circolazione artificiale.


Articolo Successivo
Frequenza del battito cardiaco.