Gruppo farmacologico - Agonisti alfa-adrenergici


Sono esclusi i farmaci del sottogruppo. Abilitare

Descrizione

Legame ad alfa postsinaptico1-recettori adrenergici della parete vascolare, essi (fenilefrina, ecc.) provocano contrazione della muscolatura liscia, vasocostrizione e aumento della pressione sanguigna (vedi Farmaci ipertensivi). Questo gruppo comprende anche clonidina, guanfacina, metildopa, ecc. Penetrando attraverso il BBB, stimolano l'alfa presinaptica2-i recettori adrenergici del centro vasomotorio del cervello, riducono il rilascio di un trasmettitore nella fessura sinaptica e riducono il flusso degli impulsi simpatici dal sistema nervoso centrale, che porta ad una diminuzione della pressione sanguigna. Un altro effetto alfa1-Gli agonisti adrenergici (indanazolina, xylometazolina, nafazolina, ecc.) sono una diminuzione della secrezione nella cavità nasale e sollievo dalla respirazione nasale (vedi Anticongestionanti).

Droghe

Sostanza attivaNomi commerciali
Nessuna informazione disponibileB-190
Cafergot
Rizaxil
Brimonidina * (Brimonidinum *)Alfabrim ®
Alphagan ® R
Tesa Antiglau IVF
Luxfen ®
Mirvaso ® Derm
Guanfacin * (Guanfacinum)Estulik
Dimetinden + Phenylephrine * (Dimetindenum + Phenylephrinum)Bebifrin ®
Indanazolin * (Indanazolinum)Farial
IndolylmethylaminoethanolB-190
Clonidina * (Clonidinum)Gemiton
Gemiton 0.3
Clonidina
Iniezione di clonidina 0,01%
Compresse di clonidina
Clonidina compresse 0.00015 g
Xylometazoline * (Xylomethazolinum)Brizolin ®
Galazolin ®
Grippostad ® Rino
Fornos ®
Dr. Theiss Nazolin
Dr. Theiss Rinotaiss
Pignone NOZ
Influrin ®
Quatran ® xylo
Xilen active ®
Xylen ®
Xylene ® NEO
Xylo con mentolo ed eucalipto
Xylobene
Xyloct ® -SOLOpharm
Xylometazoline
Xylometazoline bufus
Xylometazoline-Betalek
Xylometazoline-Rusfar
Xylometazoline-SOLOpharm
Xylometazoline cloridrato
Xymelin
Xymelin Eco
Xymelin Eco con mentolo
MORELOR ® XYLO
Nosolin ®
Balsamo Nosolin ®
Olint
Otrivin
Rinomaris ®
Rinonorm
Rinonorm-Teva
Rinorus ®
Rinostop ®
Rinostop ® Extra
Sanorin-Xylo
Sialor
Snoop ®
SOLOxylometazoline
Suprima-NOZ
Tizin Xylo
Tizine ®
Tizine ® Classic
Tizin ® Xylo BIO
Tizin ® Expert
Pharmazolin ®
Evkazolin Aqua
Espazolin ®
Metildopa * (Metildopa)Aldomet
Dopanol
Dopegit ®
Metildopa
Metildopa sesquidrato
Midodrin * (Midodrinum)Gutron ®
Naphazolinum + Pheniraminum (Naphazolinum + Pheniraminum)Opcon-A ®
Naphazolinum * (Naphazolinum)Ivilekt
Naphazoline-Ferein ®
Naftizin
Naphtizin bufus
Naphtizin plus
Naphtizin-DIA
Naftizina soluzione
Sanorin
Sanorin con olio di eucalipto
Cristallo SIGIDA
Oxymetazoline * (Oxymetazolinum)Afrin extro
Afrin ®
Afrin ® idratante
Vicks Active Sinex
Vicks Sinex
Nazivin ®
Nazivin ® Sensitive
Nazol ®
Nazol ® Advance
Nasospray
Nesopin
Knoxprey
Oxymetazoline
Oxymetazoline-Akrikhin
Oxymetazoline cloridrato
Ossifrina
Otrivin Express
Otrivin ® Oxy
RANCOF ® Reno
Rinostop ® Extra
Rinostop ® Extra con mentolo ed eucalipto
Sialor ® rino
Fazin
Tetrizolin * (Tetryzolinum)Berberyl ® N
Vizin ®
Vizin ® Classic
Vizin ® Classic (in fiale monouso)
VisOptician
Montevizin ®
Octylia
Tizanidina * (Tizanidinum)Sirdalud ®
Sirdalud ® MR
Tizalud
Tizanidina
Pellet a rilascio modificato di tizanidina
Tizanidine-SZ
Tizanidina-Teva
Tizanidina cloridrato
Tizanyl ®
Tramazolin * (Tramazolinum)Lazolvan ® Reno
Fenilpropanolamina * (Fenilpropanolamina)Trimex
Fenilefrina * (fenilefrina)Bebifrin ®
Visofrin
Irifrin ®
Irifrin ® BK
Mezaton
Soluzione Mezaton 1% in fiale (con aggiunta di glicerina)
Nazol ® Baby
Nazol ® Kids
Neosinephrine-POS ®
Relief ®
Stelfrin
Stelfrin Supra
Ottico alla fenilefrina
Fenilefrina-SZ
Fenilefrina-SOLOpharm
Fenilefrina cloridrato

Sito ufficiale dell'azienda RLS ®. Home Enciclopedia dei medicinali e assortimento farmaceutico di prodotti di Internet russo. Elenco dei medicinali Rlsnet.ru fornisce agli utenti l'accesso a istruzioni, prezzi e descrizioni di medicinali, integratori alimentari, dispositivi medici, dispositivi medici e altri beni. Il libro di consultazione farmacologica include informazioni sulla composizione e la forma del rilascio, l'azione farmacologica, le indicazioni per l'uso, le controindicazioni, gli effetti collaterali, le interazioni farmacologiche, il metodo di somministrazione del farmaco, le aziende farmaceutiche. Il libro di consultazione dei medicinali contiene i prezzi per medicinali e prodotti farmaceutici a Mosca e in altre città della Russia.

È vietato trasferire, copiare, distribuire informazioni senza il permesso di LLC "RLS-Patent".
Quando si cita materiale informativo pubblicato sulle pagine del sito www.rlsnet.ru, è richiesto un collegamento alla fonte dell'informazione.

Molte altre cose interessanti

© REGISTRO DEI FARMACI DELLA RUSSIA ® RLS ®, 2000-2020.

Tutti i diritti riservati.

L'uso commerciale dei materiali non è consentito.

Informazioni destinate agli operatori sanitari.

Adrenomimetici: classificazione, meccanismo d'azione, elenco dei farmaci di tipo alfa e beta

Dall'articolo imparerai a conoscere gli agonisti adrenergici, i tipi, le indicazioni e le controindicazioni per l'appuntamento, gli effetti collaterali dei farmaci.

Informazione Generale

Nel corpo umano, tutti gli organi interni e i tessuti sono dotati di recettori alfa e beta, che sono speciali molecole proteiche sulle membrane cellulari.

Gli agonisti del recettore alfa sono simpaticomimetici che restringono i vasi sanguigni, alleviano l'edema e stimolano la sintesi proteica.

Beta-adrenomimetici: aumentare la forza e la frequenza delle contrazioni cardiache, la pressione sanguigna, rilassare la muscolatura liscia bronchiale, il lume capillare.

Alfa adrenomimetici

I farmaci del gruppo hanno un effetto specifico e selettivo e un effetto indiretto sui recettori degli organi interni. Gli alfa-adrenomimetici hanno un forte effetto anti-shock dovuto ad un aumento del tono vascolare, spasmo di piccoli capillari e arterie, quindi vengono utilizzati nel trattamento dell'ipotensione, collasso di varie eziologie.

I farmaci adrenomimetici hanno una struttura chimica simile agli ormoni dello stress, possono imitare l'adrenalina e la norepinefrina. L'azione degli agonisti alfa-adrenergici si inserisce in una triade specifica:

  • spasmo vascolare;
  • fermare l'emorragia;
  • aprendo le vie aeree ai polmoni.

Pertanto, il meccanismo d'azione dei farmaci si basa sul contatto con i recettori postsinaptici del sistema nervoso, sulla penetrazione attraverso la barriera emato-encefalica del cervello e su una diminuzione della sintesi dei mediatori che entrano nella fessura sinaptica..

Indicazioni per l'appuntamento

Gli adrenomimetici a contatto con i recettori alfa di qualsiasi classe sono raccomandati per il trattamento delle seguenti condizioni patologiche:

  • insufficienza vascolare acuta di qualsiasi genesi con tendenza al collasso;
  • arresto cardiaco improvviso;
  • un attacco di asma bronchiale;
  • crisi ipertensiva;
  • glaucoma;
  • rinite allergica;
  • coma ipoglicemico.

Elenco dei farmaci

Tutti gli agonisti alfa-adrenergici si assomigliano tra loro nei loro effetti (vasocostrizione, broncodilatazione, aumento della pressione sanguigna, diminuzione della secrezione bronchiale, secrezione nella cavità nasale), ma differiscono per la forza dell'azione e la durata del risultato raggiunto. Costituiscono un ampio gruppo di farmaci, in cui esistono farmaci multi-vettore che funzionano con diversi punti di applicazione..

Farmaci antipertensivi

Gli alfa adrenomimetici del sottogruppo influenzano i meccanismi centrali della regolazione della pressione sanguigna, correggono il tono delle arterie di piccole e medie dimensioni, diminuiscono la frequenza cardiaca, riducono il carico sul miocardio.

Inoltre, utilizzano attivamente:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Clonidina41
Guanfatsin (Estulik)147
Katapresan80 euro nelle farmacie online
Dopegit195

Decongestionanti

Gli alfa adrenomimetici del gruppo dimostrano un effetto vasocostrittore, eliminando l'edema dei tessuti della mucosa nasale, degli occhi, degli organi ENT, consentono di pulire le vie nasali, rimuovere il rossore della congiuntiva, alleviare l'ipersecrezione di muco nel tratto respiratorio superiore, liberare la membrana timpanica dall'essudato infiammatorio.

Altri mezzi del gruppo:

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Galazolin32
Xylometazoline18
Vizin315
Sanorin89
Brimonidina410

Adrenomimetici antiglaucoma

I farmaci adrenomimetici riducono la pressione intraoculare influenzando i recettori vascolari e il muscolo radiale dell'occhio. Il più famoso è Adrenaline (45 rubli).

Nome del farmacoPrezzo in rubli
Dipivefrin153
Epinefrina73
Fenilefrina154
Oftan65

Inoltre, ci sono agonisti adrenergici di premedicazione, ad esempio Mezaton (93 rubli), che ha effetti antiallergici, antishock e antitossici. È prescritto prima dell'intervento chirurgico, per alleviare intossicazione, allergie acute, collasso, shock scompensato, aumenta la pressione sanguigna per lungo tempo.

Controindicazioni

Gli agonisti alfa-adrenergici hanno controindicazioni generali e specifiche per l'appuntamento:

  • ipersensibilità individuale ai componenti;
  • compromissione della funzionalità epatica e renale;
  • ONMK;
  • AMI;
  • ipotensione con tendenza al collasso (ad eccezione di Mezaton e dei suoi analoghi);
  • età fino a 18 anni;
  • gravidanza;
  • allattamento;
  • aterosclerosi;
  • depressione;
  • violazione del ritmo e della conduzione del muscolo cardiaco;
  • diabete;
  • epilessia;
  • rinite atrofica;
  • rinite allergica acuta;
  • sinusite;
  • otite media dell'orecchio medio;
  • eustachite;
  • tireotossicosi;
  • BPH.

Effetti collaterali

Tra le conseguenze negative più gravi di un'errata assunzione di agonisti alfa-adrenergici si segnalano:

  • ipersensibilità ai componenti;
  • sintomi di intossicazione;
  • nausea;
  • emicrania;
  • ipertensione;
  • palpitazioni;
  • insonnia;
  • vertigini, vertigini;
  • irritazione locale delle mucose, iperemia, bruciore.

La prescrizione di farmaci del gruppo agonista alfa-adrenergico contemporaneamente a inibitori delle MAO e antidepressivi triciclici può portare ad un aumento della pressione sanguigna.

Beta adrenomimetici

I farmaci del gruppo includono agenti che eccitano i recettori beta nell'utero, nei bronchi, nella muscolatura scheletrica e liscia. I beta-adrenomimetici possono essere selettivi e non selettivi, ma il loro meccanismo d'azione è ridotto all'attivazione dell'enzima di membrana adenilato ciclasi, un aumento della quantità di calcio intracellulare.

I beta-adrenomimetici sono usati nel trattamento della bradicardia, blocco atrioventricolare. Gli effetti dimostrati dai farmaci:

  • migliorare la conduttività del miocardio e dei bronchi;
  • attivazione della glicogenolisi nel fegato e nei muscoli;
  • tono uterino diminuito;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • riequilibrare la microcircolazione degli organi interni;
  • rilassamento della parete vascolare.

Indicazioni per l'ammissione

I beta-adrenomimetici di azione selettiva e generale sono prescritti in caso di:

  • condizioni asmoide;
  • minacce di aborto spontaneo in qualsiasi fase della gravidanza;
  • insufficienza cardiaca acuta;
  • blocco atrioventricolare del muscolo cardiaco.

Elenco dei farmaci

Gli agonisti beta-adrenergici sono efficacemente usati per trattare le vie respiratorie acute e l'insufficienza cardiaca, con la minaccia di parto prematuro. Il più popolare è Volmax (59 rubli). I farmaci più comunemente usati sono:

  • Orciprenalina (Alupent) - rilassa la muscolatura liscia dell'utero, previene l'aborto spontaneo o il parto prematuro, allevia il broncospasmo. Prezzo: 5410 rubli.
  • Dobutamina - cardiotonica, costo - 389 rubli.
  • Salmeterolo: inibisce la sintesi dell'istamina, allevia il broncospasmo. Prezzo: 433 rubli.
  • Ginipral: allevia l'ipertonicità uterina. Prezzo: 233 rubli.

Controindicazioni

I limiti generali per l'uso dei beta-agonisti sono:

  • Cardiopatia ischemica;
  • AMI;
  • shock cardiogenico;
  • tamponamento cardiaco;
  • stenosi della valvola aortica;
  • ipertensione arteriosa;
  • CHF scompensato;
  • ipovolemia;
  • intolleranza individuale ai componenti;
  • aritmie, blocco atrioventricolare;
  • tireotossicosi;
  • ipertiroidismo;
  • rottura del fegato, reni;
  • diabete.

Effetti collaterali

Gli agonisti beta-adrenergici hanno conseguenze negative comuni dall'assunzione di:

  • sintomi di intossicazione;
  • nausea;
  • attacchi ischemici;
  • violazione del ritmo cardiaco;
  • arresto cardiaco improvviso
  • ipopotassiemia;
  • fluttuazioni della pressione sanguigna;
  • cardiosclerosi;
  • broncospasmo;
  • ipertermia di origine sconosciuta;
  • flebite;
  • eruzioni cutanee;
  • Edema di Quincke;
  • emicrania;
  • tremore;
  • irritabilità aumentata.

Prevenzione per migliorare l'efficienza

Per massimizzare l'efficacia della terapia con agonisti adrenergici di diversi gruppi, vengono utilizzate le seguenti tecniche:

  • dieta bilanciata;
  • normale equilibrio nel bere;
  • attività fisica;
  • il corretto dosaggio dei farmaci dopo aver consultato il medico curante;
  • visita medica per esame di screening di salute generale.

Seguire semplici regole garantisce il risultato.

Adrenomimetica: meccanismo d'azione e indicazioni per l'uso, classificazione e farmaci

Oggi gli agenti adrenomimetici sono ampiamente utilizzati in farmacologia per il trattamento di malattie del sistema cardiovascolare, respiratorio e del tratto gastrointestinale. Le sostanze biologiche o sintetiche che provocano la stimolazione dei recettori alfa e beta hanno un effetto significativo su tutti i processi di base del corpo.

Cosa sono gli agonisti adrenergici

Il corpo contiene recettori alfa e beta, che si trovano in tutti gli organi e tessuti del corpo e sono speciali molecole proteiche sulle membrane delle cellule. L'esposizione a queste strutture produce vari effetti terapeutici e, in determinate circostanze, tossici. Le medicine del gruppo adrenomimetico (dal latino adrenomimeticum) sono sostanze che sono agonisti dei recettori adrenergici, che hanno un effetto eccitante su di loro. Le reazioni di questi agenti con ciascuna delle molecole sono meccanismi biochimici complessi..

Quando i recettori vengono stimolati, si verifica vasospasmo o vasodilatazione, si verificano cambiamenti nella secrezione di muco, l'eccitabilità e la conduttività nei muscoli funzionali e nelle fibre nervose cambiano. Inoltre, gli stimolanti adrenergici sono in grado di accelerare o rallentare i processi metabolici e metabolici. Gli effetti terapeutici mediati dall'azione di queste sostanze sono molteplici e dipendono dal tipo di recettore che viene stimolato in questo caso particolare..

  • Menu dieta fitness
  • Scintigrafia ossea scheletrica
  • Come ripristinare la microflora intestinale dopo aver assunto antibiotici

Classificazione degli agonisti adrenergici

Tutti gli alfa e beta adrenomimetici, secondo il meccanismo d'azione sulle sinapsi, sono suddivisi in sostanze ad azione diretta, indiretta e mista:

Esempi di medicinali

Agonisti adrenergici selettivi (diretti)

Gli agonisti adrenergici ad azione diretta contengono agonisti dei recettori adrenergici che agiscono sulla membrana postsinaptica simili alle catecolamine endogene (adrenalina e norepinefrina).

Mezaton, dopamina, adrenalina, norepinefrina.

Non selettivo (indiretto) o simpaticomimetici

Gli agenti non selettivi hanno un effetto sulle vescicole della membrana presinaptica del recettore adrenergico, aumentando la sintesi dei mediatori naturali in essa contenuti. Inoltre, l'effetto adrenomimetico di questi farmaci è dovuto alla loro capacità di ridurre la deposizione di catecolamine e inibirne la ricaptazione attiva.

Efidrina, fenamina, naftizina, tiramina, cocaina, pargyline, entacapone, sydnofen.

I farmaci di tipo misto sono sia agonisti dei recettori adrenergici che mediatori del rilascio di catecolamine endogene nei recettori α e β.

Fenilefrina, metazone, noradrenalina, epinefrina.

Alfa adrenomimetici

I farmaci del gruppo degli agonisti alfa-adrenergici sono rappresentati da sostanze che agiscono sui recettori alfa-adrenergici. Sono sia selettivi che non selettivi. Il primo gruppo di farmaci comprende Mezaton, Etilephrine, Midodrin, ecc. Questi farmaci hanno un forte effetto anti-shock dovuto all'aumento del tono vascolare, spasmo di piccoli capillari e arterie, quindi sono prescritti per ipotensione, collasso di varie eziologie.

Indicazioni per l'uso

I farmaci che stimolano i recettori alfa sono indicati per l'uso nei seguenti casi:

  1. Insufficienza vascolare acuta di eziologia infettiva o tossica con grave ipotensione. In questi casi, la noradrenalina o il Mezaton vengono utilizzati per via endovenosa; Efedrina intramuscolare.
  2. Arresto cardiaco. In questo caso, è necessario introdurre una soluzione di adrenalina nella cavità del ventricolo sinistro..
  3. Un attacco di asma bronchiale. Se necessario, iniettare adrenalina o efedrina per via endovenosa.
  4. Lesioni infiammatorie delle mucose del naso o degli occhi (rinite allergica, glaucoma). Gocce d'attualità di soluzioni di Naphthyzin o Galazolin.
  5. Coma ipoglicemico. Per accelerare la glicogenolisi e aumentare la concentrazione di glucosio nel sangue, una soluzione di Adrenalina viene iniettata per via intramuscolare insieme al glucosio.

Meccanismo di azione

Quando vengono introdotti nel corpo, gli alfa-adrenomimetici si legano ai recettori postsinaptici, provocando una contrazione delle fibre muscolari lisce, restringimento del lume dei vasi sanguigni, aumento della pressione sanguigna, diminuzione della secrezione delle ghiandole nei bronchi, cavità nasale ed espansione dei bronchi. Penetrando attraverso la barriera emato-encefalica del cervello, riducono il rilascio di un neurotrasmettitore nella fessura sinottica.

Droghe

Tutti i farmaci del gruppo degli agonisti alfa-adrenergici sono simili nei loro effetti, ma differiscono per la forza e la durata dell'esposizione al corpo. Scopri di più sulle caratteristiche principali dei farmaci più popolari in questo gruppo:

Nome del medicinale

Indicazioni per l'uso

Il farmaco ha un effetto diretto sui meccanismi centrali della regolazione della pressione sanguigna.

Ipertensione da lieve a moderata

Patologie acute e croniche del fegato, dei reni, ipersensibilità individuale ai componenti del farmaco, disturbi acuti della circolazione cerebrale o coronarica.

Azione rapida dopo l'ingestione.

Effetto epatotossico, possibilità di collasso o shock se non si segue il dosaggio raccomandato.

Agente antipertensivo. Indebolisce il tono delle arterie piccole e medie.

Crisi ipertensive, ipertensione arteriosa.

Ipotensione, bambini sotto i 18 anni di età, gravidanza e allattamento, insufficienza epatica e renale.

Alto rischio di effetti collaterali.

Agente antipertensivo, riduce la frequenza cardiaca e la gittata cardiaca.

Infarto miocardico, accidente cerebrovascolare, aterosclerosi, bambini sotto i 12 anni, gravidanza.

Adatto per il trattamento a lungo termine, sollievo dalle crisi ipertensive.

Incompatibilità con molti altri farmaci.

Il farmaco ha un effetto ipotensivo pronunciato, riduce la frequenza cardiaca, il volume della gittata cardiaca.

Aterosclerosi dei vasi cerebrali, depressione, blocco atrioventricolare, sindrome del seno malato, bambini sotto i 13 anni di età.

Adatto per trattamenti a lungo termine.

Ha un effetto epatotossico se non si segue il regime posologico.

Un farmaco antipertensivo che agisce sui meccanismi centrali della regolazione della pressione sanguigna.

Diabete mellito di tipo 1, epilessia, disturbi neurologici, gravidanza e allattamento.

Adatto per il sollievo delle crisi ipertensive.

Alto rischio di effetti collaterali.

Il farmaco restringe i vasi nei passaggi nasali, allevia l'edema, l'iperemia della mucosa.

Rinite, sinusite, laringite, sangue dal naso, rinite allergica.

Diabete mellito, ipersensibilità ai componenti di Naphthyzin, tachicardia, bambini di età inferiore a un anno.

Assuefazione, alto rischio di reazione allergica.

Il farmaco restringe i vasi della mucosa delle vie nasali, riduce il rossore, il gonfiore e la quantità di muco secreto.

Rinite acuta, otite media, sinusite.

Rinite atrofica, aumento della pressione intraoculare, glaucoma ad angolo chiuso, ipertensione, aterosclerosi, malattie endocrine.

Non crea dipendenza, adatto per un uso a lungo termine.

Un gran numero di controindicazioni per l'uso.

Elimina il gonfiore della mucosa nasale, ripristina la pervietà delle vie nasali.

Malattie respiratorie acute, rinite allergica, otite media, preparazione per misure diagnostiche.

Glaucoma, rinite atrofica, diabete mellito, tireotossicosi.

Azione prolungata (fino a 12 ore), versatilità.

Non adatto per un uso a lungo termine, crea dipendenza.

Ha un effetto vasocostrittore, elimina l'edema tissutale.

Iperemia, edema della congiuntiva dell'occhio.

Bambini sotto i due anni di età, intolleranza individuale ai componenti del farmaco.

Versatilità di applicazione, un piccolo numero di controindicazioni per l'uso.

Può creare dipendenza.

Il farmaco ha effetti antiallergici, anti-shock e antitossici.

Premedicazione prima dell'intervento chirurgico, intossicazione, reazioni allergiche acute, collasso, shock (nella fase di scompenso).

Bambini sotto i 15 anni di età, malattia vascolare aterosclerotica, epatite cronica, gravidanza e allattamento.

Azione rapida, ampia gamma di applicazioni.

Un gran numero di controindicazioni per l'uso.

Vasocostrittore a rilascio prolungato.

Stati ipotonici, shock (nella fase di compensazione o sottocompensazione), collasso.

Ipertensione, malattia vascolare aterosclerotica.

Azione lenta e lunga.

Non adatto per il trattamento delle emergenze.

Il farmaco ha un effetto vasocostrittore e ipertensivo.

Ipotensione arteriosa, tono dello sfintere vescicale alterato, ipertensione ortostatica, collasso.

Glaucoma ad angolo chiuso, malattia vascolare, patologia del sistema endocrino, gravidanza, adenoma prostatico.

Il farmaco è adatto per il sollievo di condizioni acute.

Impossibilità di utilizzo durante la gravidanza.

  • Come progettare un portfolio
  • Minzione frequente senza dolore negli uomini
  • Tazza di Esmarch: uso domestico

Beta adrenomimetici

I recettori beta-adrenergici si trovano nei bronchi, nell'utero, nella muscolatura scheletrica e liscia. Il gruppo degli agonisti beta-adrenergici comprende farmaci che eccitano i recettori beta-adrenergici. Tra questi, ci sono farmaci farmacologici selettivi e non selettivi. Come risultato dell'azione di questi farmaci, viene attivato l'enzima di membrana adenilato ciclasi, la quantità di calcio intracellulare aumenta.

I farmaci sono usati per bradicardia, blocco atrioventricolare, perché aumentare la forza e la frequenza delle contrazioni cardiache, aumentare la pressione sanguigna, rilassare la muscolatura liscia dei bronchi. I beta-agonisti causano i seguenti effetti:

  • miglioramento della conduzione bronchiale e cardiaca;
  • accelerazione dei processi di glicogenolisi nei muscoli e nel fegato;
  • diminuzione del tono del miometrio;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • migliorare l'afflusso di sangue agli organi interni;
  • rilassamento delle pareti vascolari.

Indicazioni per l'uso

I farmaci del gruppo degli agonisti beta-adrenergici sono prescritti nei seguenti casi:

  1. Broncospasmo. Per eliminare l'attacco, l'inalazione viene eseguita con Isadrin o Salbutamolo.
  2. La minaccia di interruzione della gravidanza. Quando inizia un aborto spontaneo, i farmaci Fenoterol e Terbutalin sono indicati per flebo o getto endovenoso.
  3. Blocco cardiaco atrioventricolare, insufficienza cardiaca acuta. Mostrato la nomina di dopamina e dobutamina.

Meccanismo di azione

L'effetto terapeutico dei farmaci in questo gruppo si verifica a causa della stimolazione dei beta-recettori, che porta a effetti broncodilatatori, tocoletici e inotropi. Inoltre, gli agonisti beta-adrenergici (ad esempio, Levosalbutamol o Norepinephrine) riducono il rilascio di mediatori dell'infiammazione da parte dei mastociti, dei basofili e aumentano il volume corrente a causa dell'espansione del lume bronchiale.

Droghe

Gli agenti farmacologici del gruppo degli agonisti beta-adrenergici sono efficacemente usati per trattare le vie respiratorie acute e l'insufficienza cardiaca, con la minaccia di parto prematuro. La tabella mostra le caratteristiche dei farmaci spesso utilizzati per la terapia farmacologica:

Nome del medicinale

Indicazioni per l'uso

Il farmaco ha un effetto tocolitico, antiasmatico, broncilitico.

Bronchite ostruttiva, asma bronchiale, aumento del tono del miometrio.

Tachiaritmia, cardiopatia ischemica, glaucoma.

Ampia gamma di applicazioni.

Il farmaco non è adatto per il trattamento a lungo termine.

Potente effetto cardiotonico.

Infarto miocardico acuto, shock cardiogeno, arresto cardiaco, stadio scompensato di insufficienza cardiaca, ipovolemia.

Tamponamento cardiaco, stenosi della valvola aortica.

La dobutamina è efficace per la rianimazione.

Un gran numero di effetti collaterali, la morte è possibile se la dose giornaliera del farmaco viene superata in modo significativo.

Il farmaco aiuta a rilassare la muscolatura liscia dei bronchi, sopprime la secrezione di istamina.

Bronchite cronica, asma bronchiale.

Ipersensibilità ai componenti di Salmeterol.

Il farmaco è raccomandato per il trattamento a lungo termine, un piccolo numero di controindicazioni per l'uso.

Alto rischio di effetti collaterali.

Il farmaco ha un effetto brocodilatatore e tocolitico.

Prevenzione dello sviluppo di broncospasmo, bronchite ostruttiva acuta, enfisema polmonare, minaccia di parto prematuro, malattia polmonare ostruttiva cronica.

Ipertensione arteriosa, gravidanza (primo trimestre), insufficienza cardiaca, aritmia, blocco atrioventricolare.

L'uso a lungo termine non è raccomandato.

Il farmaco ha un effetto broncodilatatore pronunciato..

Asma bronchiale, enfisema, bronchite ostruttiva.

Tachiaritmia, infarto miocardico acuto, tireotossicosi, diabete mellito.

Alupent viene utilizzato con successo per alleviare condizioni acute.

Molti effetti collaterali.

Il farmaco ha un effetto tocolitico, riduce il tono del miometrio, contrazioni spontanee.

La minaccia di interruzione della gravidanza.

Tireotossicosi, cardiopatia ischemica, insufficienza epatica o renale acuta.

Agonisti alfa-adrenergici: descrizione, applicazione, principio di azione

© Autore: A. Olesya Valerievna, Ph.D., medico praticante, insegnante di un'università di medicina, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Gli adrenomimetici costituiscono un ampio gruppo di farmaci farmacologici che hanno un effetto stimolante sui recettori adrenergici situati negli organi interni e nelle pareti dei vasi sanguigni. L'effetto della loro influenza è determinato dall'eccitazione delle corrispondenti molecole proteiche, che provoca un cambiamento nel metabolismo e nel funzionamento di organi e sistemi.

I recettori adrenergici si trovano in tutti i tessuti del corpo; sono molecole proteiche specifiche sulla superficie delle membrane cellulari. L'effetto sui recettori adrenergici dell'adrenalina e della norepinefrina (catecolamine naturali del corpo) provoca una varietà di effetti terapeutici e persino tossici.

Con la stimolazione adrenergica possono verificarsi sia spasmi che vasodilatazione, rilassamento della muscolatura liscia o, al contrario, contrazione della muscolatura striata. Gli adrenomimetici alterano la secrezione di muco da parte delle cellule ghiandolari, aumentano la conduttività e l'eccitabilità delle fibre muscolari, ecc..

Gli effetti mediati dall'azione degli agonisti adrenergici sono molto diversi e dipendono dal tipo di recettore che viene stimolato in un caso particolare. Il corpo contiene i recettori α-1, α-2, β-1, β-2, β-3. L'influenza e l'interazione dell'adrenalina e della norepinefrina con ciascuna di queste molecole sono meccanismi biochimici complessi, sui quali non ci soffermeremo, specificando solo gli effetti più importanti della stimolazione di specifici recettori adrenergici..

I recettori Α1 si trovano principalmente su piccoli vasi di tipo arterioso (arteriole) e la loro stimolazione porta a uno spasmo vascolare, una diminuzione della permeabilità delle pareti dei capillari. Il risultato dell'azione dei farmaci che stimolano queste proteine ​​è un aumento della pressione sanguigna, una diminuzione dell'edema e dell'intensità della reazione infiammatoria.

I recettori α2 hanno un significato leggermente diverso. Sono sensibili sia all'adrenalina che alla norepinefrina, ma la loro combinazione con un mediatore provoca l'effetto opposto, cioè, legandosi al recettore, l'adrenalina provoca una diminuzione della propria secrezione. L'esposizione alle molecole α2 porta ad una diminuzione della pressione sanguigna, vasodilatazione e aumento della loro permeabilità.

Il cuore è considerato la localizzazione predominante dei recettori β1-adrenergici, quindi l'effetto della loro stimolazione sarà quello di cambiare il suo lavoro: aumento delle contrazioni, aumento della frequenza cardiaca, conduzione accelerata lungo le fibre nervose del miocardio. Β1 stimolazione provocherà anche un aumento della pressione sanguigna. Oltre al cuore, i recettori β1 si trovano nei reni.

I recettori β2-adrenergici sono presenti nei bronchi e la loro attivazione provoca l'espansione dell'albero bronchiale e allevia lo spasmo. I recettori β3 sono presenti nel tessuto adiposo, favoriscono la scomposizione dei grassi con rilascio di energia e calore.

Esistono diversi gruppi di agonisti adrenergici: agonisti alfa e beta-adrenergici, farmaci ad azione mista, selettivi e non selettivi.

Gli adrenomimetici sono in grado di legarsi ai recettori stessi, riproducendo completamente l'effetto dei mediatori endogeni (adrenalina, norepinefrina) - farmaci ad azione diretta. In altri casi, il farmaco agisce indirettamente: aumenta la produzione di mediatori naturali, ne impedisce la distruzione e la ricaptazione, il che aiuta ad aumentare la concentrazione del mediatore sulle terminazioni nervose e ad esaltarne gli effetti (azione indiretta).

Le indicazioni per la nomina di agonisti adrenergici possono essere:

  • Insufficienza cardiaca acuta, shock, calo improvviso della pressione sanguigna, arresto cardiaco;
  • Asma bronchiale e altre malattie dell'apparato respiratorio, accompagnate da broncospasmo; processi infiammatori acuti della mucosa nasale e degli occhi, glaucoma;
  • Coma ipoglicemico;
  • Anestesia locale.

Agonisti alfa-adrenergici: descrizione, applicazione, principio di azione

I farmaci del gruppo degli agonisti alfa-adrenergici sono rappresentati da sostanze che agiscono sui recettori alfa-adrenergici. Sono sia selettivi che non selettivi. Il primo gruppo di farmaci comprende Mezaton, Etilephrine, Midodrin, ecc. Questi farmaci hanno un forte effetto anti-shock dovuto all'aumento del tono vascolare, spasmo di piccoli capillari e arterie, quindi sono prescritti per ipotensione, collasso di varie eziologie.

Quando i recettori vengono stimolati, si verifica vasospasmo o vasodilatazione, si verificano cambiamenti nella secrezione di muco, l'eccitabilità e la conduttività nei muscoli funzionali e nelle fibre nervose cambiano. Inoltre, gli stimolanti adrenergici sono in grado di accelerare o rallentare i processi metabolici e metabolici. Gli effetti terapeutici mediati dall'azione di queste sostanze sono molteplici e dipendono dal tipo di recettore che viene stimolato in questo caso particolare..

Il farmaco ha un effetto diretto sui meccanismi centrali della regolazione della pressione sanguigna.

III. Extra-sinaptico.

Si trovano all'esterno delle sinapsi, nello strato interno non innervato dei vasi sanguigni (intima). In questo caso, reagiscono all'adrenalina e alla norepinefrina che circolano nel sangue. Quando vengono stimolati, si verifica la vasocostrizione..

Il meccanismo intimo del funzionamento dei recettori adrenergici rimane scarsamente compreso. Una certa chiarezza è disponibile solo in relazione ai recettori β-adrenergici postsinaptici. È stato dimostrato che questo tipo di recettore è strettamente correlato all'enzima adenilato ciclasi (AC), che converte l'ATP in c3'5'AMP (Fig.3).

Figura: 3. Effetti della stimolazione dei recettori β-adrenergici, realizzati tramite 3'5'AMP ciclico.

Alcuni autori ritengono addirittura che i recettori -adrenergici non siano altro che questo enzima. La stimolazione dei recettori β con opportuni agonisti porta all'attivazione di AC e, di conseguenza, all'accumulo di c3'5'AMP, che determina gli effetti farmacologici degli agonisti.

I farmaci che possono eccitare determinati recettori adrenergici sono chiamati agonisti adrenergici ad azione diretta..

Una drogaTipi di eccitati

Adrenalina (epinefrina)1, 2, 1, 2 *
Noradrenalina (norepinefrina)1, 2 *, 1
Mezaton

1
Naphtizin (sanorin)

2 *
Izadrin (novodrin)1, 2
Orciprenalina (alupent, asthmopent)2, 1
Dobutamina (dobutrex)1
Salbutamolo (Ventolin)

Fenoterolo (Berotec, Partusisten)

2
Salmeterolo (serevent)

Formoterol (foradil) - farmaci a rilascio prolungato - fino a 12 ore

2
Clonidina (clonidina)

2 (nel sistema nervoso centrale)

* - recettori extrasinaptici 2 nell'intima vascolare.

I farmaci che non interagiscono direttamente con i recettori adrenergici, ma promuovono un aumento del rilascio di un mediatore (che eccita i recettori), sono chiamati agonisti adrenergici indiretti o simpaticomimetici. Questi includono EPHEDRIN e FENAMIN.

Caratteristiche generali dei farmaci del gruppo alfa2-agonista

Oggi gli agenti adrenomimetici sono ampiamente utilizzati in farmacologia per il trattamento di malattie del sistema cardiovascolare, respiratorio e del tratto gastrointestinale. Le sostanze biologiche o sintetiche che provocano la stimolazione dei recettori alfa e beta hanno un effetto significativo su tutti i processi di base del corpo.

Gli agonisti adrenergici ad azione diretta contengono agonisti dei recettori adrenergici che agiscono sulla membrana postsinaptica simili alle catecolamine endogene (adrenalina e norepinefrina).

Farmaci per il trattamento della bronchite negli adulti: farmaci efficaci ed economici Salbutamolo per bambini e adulti - istruzioni per l'uso, indicazioni, effetti collaterali e prezzo Antibiotici per la clamidia e regimi di trattamento

Letteratura

  1. I. M. Pertsev, I. A. Zupanets, L. D. Shevchenko. "Aspetti farmaceutici e medico-biologici dei farmaci". 2017.
  2. Linee guida britanniche sulla gestione dell'asma. Una linea guida clinica nazionale. Revisionato 2020.
  3. Chauhan B.F., Ducharme F.M. Aggiunta a corticosteroide inalatorio di beta2-agonisti a lunga durata d'azione contro antileucotrieni per asma cronica // Cochrane Database Syst Rev. 2014.
  4. Breo Ellipta. Punti salienti delle informazioni sulla prescrizione. 2013.
  5. Global Initiative for A NHLB / WHO Workshop Report-National Heart Lung Blood Institute. Numero di pubblicazione 02-3659. 2020.

Istruzione medica superiore. 30 anni di esperienza lavorativa nella medicina pratica. Maggiori informazioni sull'autore

Tutti gli articoli dell'autore

Effetti collaterali degli agonisti beta-adrenergici

I recettori beta-adrenergici si trovano nei bronchi, nell'utero, nella muscolatura scheletrica e liscia. Il gruppo degli agonisti beta-adrenergici comprende farmaci che eccitano i recettori beta-adrenergici. Tra questi, ci sono farmaci farmacologici selettivi e non selettivi. Come risultato dell'azione di questi farmaci, viene attivato l'enzima di membrana adenilato ciclasi, la quantità di calcio intracellulare aumenta.

Ricordiamo che nelle sinapsi adrenergiche, l'eccitazione viene trasmessa attraverso il mediatore norepinefrina (NA). All'interno dell'innervazione periferica, la norepinefrina è coinvolta nella trasmissione degli impulsi dai nervi adrenergici (simpatici) alle cellule effettrici.

Rinite atrofica, aumento della pressione intraoculare, glaucoma ad angolo chiuso, ipertensione, aterosclerosi, malattie endocrine.

Classificazione degli agonisti beta-adrenergici

I farmaci di tipo misto sono sia agonisti dei recettori adrenergici che mediatori del rilascio di catecolamine endogene nei recettori α e β.

Articoli sull'argomento Broncodilatatori e loro classificazione Come scegliere farmaci bruciagrassi in farmacia - un elenco di pillole efficaci e naturali per aumentare la pressione sanguigna - un elenco di farmaci

Patologie acute e croniche del fegato, dei reni, ipersensibilità individuale ai componenti del farmaco, disturbi acuti della circolazione cerebrale o coronarica.

Prevenzione per migliorare l'efficienza

agire rapidamente sull'ostruzione bronchiale, migliorando in breve tempo il benessere dei pazienti. Con l'uso prolungato di b2-agonisti, si sviluppa resistenza a loro, dopo una pausa nell'assunzione di farmaci, il loro effetto broncodilatatore viene ripristinato. Una diminuzione dell'efficacia dei β2-adrenostimolanti e, di conseguenza, un peggioramento della pervietà bronchiale sono associati alla desensibilizzazione dei recettori β2-adrenergici e una diminuzione della loro densità dovuta all'esposizione prolungata agli agonisti, nonché allo sviluppo della "sindrome da rimbalzo" caratterizzata da broncospasmo acuto.

La "sindrome del rimbalzo" è causata dal blocco dei recettori β2-adrenergici dei bronchi da parte di prodotti metabolici e dalla ridotta funzione di drenaggio dell'albero bronchiale a causa dello sviluppo della sindrome da chiusura polmonare. Le controindicazioni all'uso dei β2-agonisti nella BPCO sono ipersensibilità a qualsiasi componente del farmaco, tachiaritmie, difetti cardiaci, stenosi aortica, cardiomiopatia ipertrofica, diabete mellito scompensato, tireotossicosi, glaucoma, minaccia di aborto. È particolarmente necessario usare questo gruppo di farmaci con cautela nei pazienti anziani con patologia cardiaca concomitante..

Caratteristiche dei b2-agonisti di azione breve (salbutamolo, fenoterolo) e lunga (formoterolo, salmeterolo).

Inalatore a dosaggio dosato 100 mcg / dose inalatoria kg / 6-8 ore (massimo μg al giorno) Diskhalerm kg / blister kg / 6-8 ore (massimo 1600 μg / giorno Nebulizzatore 2,5-5,0 mg ogni 6 ore

Gli effetti collaterali più comuni sono: Tremore Cefalea Agitazione Ipotensione Vampate di calore Ipokaliemia Tachicardia Capogiri

Inalatore a dosaggio dosato 100 μg / dose inalatoria kg / 6-8 ore (massimo μg al giorno) Nebulizzatore 0,5-1,25 mg ogni 6 ore

Inizio dell'azione: 5-10 min. Massima azione: min. Durata dell'effetto: 3-6 h

Monitoraggio degli effetti collaterali Analisi dei sintomi Controllo della pressione sanguigna Controllo della frequenza cardiaca Controllo degli elettroliti

12 μg / capsula 12 μg / 12 h (massimo 48 μg / giorno)

Inizio dell'azione: min Durata dell'effetto: 12 h

Inalatore a dosaggio dosato 25 μg / dose inalatoria kg / 12 h (massimo 100 μg / 24 h) Dischaler 50 μg / blister 50 μg / 12 h Discus 50 μg / dose inalatoria 50 μg / 12 h

Inizio dell'azione: 10-2 minuti Durata dell'effetto: 12 ore

si aggiungono alla terapia con efficacia insufficiente dei primi due gruppi di farmaci, riducono l'ipertensione polmonare sistemica e migliorano il lavoro dei muscoli respiratori.

Questi farmaci hanno una pronunciata attività antinfiammatoria, sebbene nei pazienti con BPCO sia significativamente meno pronunciata rispetto ai pazienti con asma. Corsi brevi (10-14 giorni) di steroidi sistemici sono usati per trattare le riacutizzazioni della BPCO. L'uso a lungo termine di questi farmaci non è raccomandato a causa del rischio di effetti collaterali (miopatia, osteoporosi, ecc.).

È stato dimostrato che non hanno alcun effetto sulla progressiva diminuzione della pervietà bronchiale nei pazienti con BPCO. Dosi elevate di questi (p. Es., Fluticasone propionato 1000 mcg / die) possono migliorare la qualità della vita dei pazienti e ridurre la frequenza delle esacerbazioni di BPCO grave ed estremamente grave.

Le cause della relativa resistenza agli steroidi dell'infiammazione delle vie aeree nella BPCO sono oggetto di intense ricerche. Forse è dovuto al fatto che i corticosteroidi aumentano la durata della vita dei neutrofili inibendone l'apoptosi. I meccanismi molecolari alla base della resistenza ai glucocorticoidi non sono ben compresi.

la condizione è stabile, la mancanza di respiro e il numero di respiro sibilante secco nei polmoni sono diminuiti; PSV

aumentato di 60 l / min, nei bambini - del 12-15% dell'iniziale.

la condizione è instabile, i sintomi sono gli stessi, le aree con

scarsa conduzione respiratoria, nessun aumento del PSV.

sintomi dello stesso grado o in aumento, peggioramento del PSV.

Tabella 4. Per il trattamento dell'asma bronchiale

depressione respiratoria dovuta all'azione miorilassante centrale

Antistaminici di prima generazione

aggravare l'ostruzione bronchiale aumentando la viscosità dell'espettorato, l'affinità della difenidramina per i recettori dell'istamina H1 è molto inferiore a quella dell'istamina stessa, l'istamina che si è già legata ai recettori non viene spostata, ma c'è solo un effetto preventivo, l'istamina non gioca un ruolo di primo piano nella patogenesi di un attacco di asma bronchiale.

L'effetto non è stato dimostrato, viene mostrata solo un'adeguata reidratazione al fine di reintegrare la perdita di liquidi con il sudore o come risultato di un aumento della diuresi dopo l'uso di aminofillina

Farmaci antinfiammatori non steroidei (aspirina)

controindicato nell'asma "aspirina", rischio di intolleranza all'aspirina

ERRORI COMUNI IN TERAPIA.

Con l'esacerbazione dell'asma, l'uso di beta-agonisti non selettivi come ipradol e asthmopent è indesiderabile a causa dell'alto rischio di effetti collaterali. Gli antistaminici tradizionalmente utilizzati (difenidramina, ecc.) Sono inefficaci per il trattamento dell'ostruzione bronchiale, poiché la loro affinità per i recettori dell'istamina H 1 è molto inferiore a quella dell'istamina stessa e non spostano l'istamina che si è già legata ai recettori.

Inoltre, l'istamina non gioca un ruolo di primo piano nella patogenesi di un attacco d'asma. L'uso dell'adrenalina, sebbene efficace, è irto di gravi effetti collaterali. Attualmente, quando esiste una vasta gamma di agonisti adrenergici selettivi, l'uso dell'epinefrina è giustificato solo per il trattamento dell'anafilassi. L'uso di korglikon è irragionevole a causa dell'inefficacia nell'insufficienza ventricolare destra.

Inefficace, secondo i concetti moderni, l'idratazione con l'introduzione di grandi quantità di liquidi (viene mostrata solo la reidratazione al fine di reintegrare le perdite di liquidi con il sudore oa causa dell'aumento della diuresi dopo l'uso di aminofillina).

L'uso di analgesici narcotici è assolutamente inaccettabile a causa della minaccia di oppressione del centro respiratorio. L'uso dell'atropina è inoltre sconsigliato a causa della possibile compromissione della funzione drenante dei bronchi dovuta all'inibizione del sistema mucociliare e ad un aumento della viscosità della secrezione nei bronchi..

Il solfato di magnesio possiede alcune proprietà broncodilatatorie, ma il suo uso come mezzo per alleviare gli attacchi di asma non è raccomandato.

Un attacco di soffocamento è spesso accompagnato da gravi disturbi emotivi (paura della morte, ecc.), Ma è controindicato l'uso di tranquillanti che deprimono la respirazione a causa dell'azione miorilassante centrale.

Infine, una tattica errata è l'uso di aminofillina dopo un'adeguata terapia inalatoria con beta-2-agonisti, nonché ripetute iniezioni endovenose di esso (specialmente nei pazienti che ricevono teofilline prolungate) - il rischio di effetti collaterali (tachicardia, aritmia) da tale trattamento supera i benefici di l'introduzione dell'aminofillina. La somministrazione tardiva di glucocorticoidi (spesso in dosi inadeguate) in questa situazione è dovuta a una paura esagerata del loro uso..

Il ricovero è indicato per i pazienti con grave esacerbazione dell'asma e minaccia di arresto respiratorio; in assenza di una rapida risposta alla terapia broncodilatatoria o con ulteriore deterioramento delle condizioni del paziente sullo sfondo del trattamento iniziato; con un uso prolungato o ha interrotto recentemente l'assunzione di corticosteroidi sistemici. Inoltre, i pazienti che sono stati ricoverati più volte nel reparto di terapia intensiva durante l'ultimo anno dovrebbero essere inviati in ospedale; pazienti che non aderiscono al piano di trattamento BA e pazienti con malattie mentali.

Esempio clinico dell'efficacia della terapia con nebulizzatore.

La polmonite (P) è una malattia infettiva acuta ad eziologia prevalentemente batterica, caratterizzata da lesioni focali delle parti respiratorie dei polmoni con essudazione intraalveolare, rilevate mediante esame fisico e / o radiografico ed espresse in vari gradi di reazione febbrile e intossicazione.

EZIOLOGIA E PATOGENESI.

P sono causati da un agente infettivo. Molto spesso si tratta di pneumococchi, influenza coli, streptococchi, stafilococchi, micoplasma e clamidia. L'ampio e non sempre giustificato utilizzo di antibiotici, soprattutto ad ampio spettro d'azione, ha portato alla selezione di ceppi resistenti e allo sviluppo di antibiotici resistenti. I virus sono anche in grado di provocare alterazioni infiammatorie nei polmoni, agendo sull'albero tracheobronchiale, creando le condizioni per la penetrazione di agenti batterici pneumotropici nelle parti respiratorie dei polmoni.

La principale via di infezione è la via aerea di penetrazione di agenti patogeni o l'aspirazione di secrezioni contenenti microrganismi dal tratto respiratorio superiore.

Meno comune è la via ematogena della diffusione di agenti patogeni (endocardite della valvola tricuspide, tromboflebite pelvica settica) e diffusione diretta dell'infezione dai tessuti adiacenti (ascesso epatico) o infezione con ferite toraciche penetranti.

QUADRO CLINICO E CLASSIFICAZIONE.

Acquisito in comunità (domiciliare, ambulatoriale)

Ospedale (nosocomiale, nosocomiale)

Sullo sfondo di stati di immunodeficienza

Questa classificazione viene utilizzata per giustificare la terapia empirica. Il dettaglio P tenendo conto dei fattori di rischio (intossicazione cronica da alcol, sullo sfondo di BPCO, infezioni virali, malattie maligne e sistemiche, insufficienza renale cronica, precedente terapia antibiotica, ecc., Consente di prendere in considerazione l'intero spettro di possibili agenti patogeni e aumenta il targeting per iniziare la terapia antibiotica

Cosa sono i recettori alfa adrenergici

Data la localizzazione predominante dell'azione, tutti i principali mezzi che influenzano la trasmissione dell'eccitazione nelle sinapsi adrenergiche sono suddivisi in 3 gruppi principali:

La depressione respiratoria è accompagnata da miosi e assomiglia all'azione degli oppioidi. Il trattamento per l'avvelenamento acuto include supporto ventilatorio, somministrazione di atropina o simpaticomimetici per controllare la bradicardia e supporto volemico. La dopamina o la dobutamina vengono somministrate secondo necessità. Per gli alfa2-agonisti, esiste un antagonista specifico: atipamezolo, la cui introduzione inverte rapidamente i loro effetti sedativi e simpaticolitici.

L'adrenomimetica è un gruppo di farmaci, il cui risultato è associato alla stimolazione dei recettori adrenergici situati negli organi interni e nelle pareti vascolari. Tutti i recettori adrenergici sono suddivisi in diversi gruppi a seconda della localizzazione, dell'effetto mediato e della capacità di formare complessi con sostanze attive. Gli agitatori alfa-adrenergici agiscono sui recettori alfa-adrenergici, provocando una risposta specifica dell'organismo.

Ruolo fisiologico dei recettori β-adrenergici

A differenza dell'adrenalina, che agisce direttamente sui recettori alfa e beta adrenergici, esistono farmaci che indirettamente hanno effetti farmacologici simili. Questi sono i cosiddetti agonisti adrenergici indiretti o simpaticomimetici..

Ad alte dosi, gli agonisti del recettore alfa2-adrenergico attivano i recettori presinaptici periferici a2-adrenergici alle estremità dei neuroni adrenergici, attraverso i quali il rilascio di noradrenalina viene regolato in base al feedback negativo e quindi provoca un aumento a breve termine della pressione sanguigna dovuto alla vasocostrizione. A dosi terapeutiche, l'effetto pressorio della clonidina non viene rilevato, ma in caso di sovradosaggio può svilupparsi ipertensione grave.

Differisce nella struttura chimica con AN e mesatone. È un derivato dell'imidazolina. Rispetto a NA e mesatone, provoca un effetto vasocostrittore più prolungato. Provocando lo spasmo dei vasi della mucosa nasale, il farmaco riduce significativamente la secrezione di essudato, migliora la pervietà delle vie aeree (vie respiratorie superiori). Sul sistema nervoso centrale, la naftizina ha un effetto deprimente.

Adrenalina

Adrenalina (Adrenalinum). Sinonimi: adnephrine, adrenamine, adrenine, epinephrinum, epinephrine, ecc..

L'adrenalina si trova in vari organi e tessuti e si forma in quantità significative nel tessuto cromaffinico, specialmente nel midollo surrenale.

L'adrenalina, utilizzata come sostanza medicinale, è ottenuta dal tessuto surrenale dei bovini da macello o sinteticamente.

Prodotto sotto forma di epinefrina cloridrato e epinefrina idrotartrato. Per l'azione dell'adrenalina, l'idrotartrato non differisce dall'adrenalina cloridrato.

L'azione dell'adrenalina quando somministrata nel corpo è associata all'effetto sui recettori alfa e beta adrenergici e coincide in gran parte con gli effetti della stimolazione dei nervi simpatici. Provoca vasocostrizione degli organi addominali, della pelle e delle mucose; in misura minore, restringe i vasi dei muscoli scheletrici. La pressione sanguigna aumenta. Tuttavia, l'effetto pressorio dell'adrenalina in connessione con l'eccitazione dei recettori beta-adrenergici è meno costante dell'effetto della norepinefrina. I cambiamenti nell'attività cardiaca sono complessi: stimolando i recettori adrenergici del cuore, l'adrenalina contribuisce ad un aumento significativo e all'aumento della frequenza cardiaca; allo stesso tempo, il centro dei nervi vago è eccitato, che ha un effetto inibitorio sul cuore; di conseguenza, l'attività cardiaca può rallentare. Possono verificarsi aritmie cardiache, specialmente in condizioni di ipossia.

L'adrenalina provoca il rilassamento dei muscoli dei bronchi e dell'intestino, la dilatazione delle pupille. Sotto l'influenza dell'adrenalina, c'è un aumento della glicemia e un aumento del metabolismo dei tessuti, migliora la capacità funzionale dei muscoli scheletrici.

Sul sistema nervoso centrale, l'adrenalina a dosi terapeutiche di solito non ha un effetto pronunciato. Tuttavia, potrebbero esserci ansia, mal di testa, tremori. Nei pazienti con parkinsonismo, sotto l'influenza dell'adrenalina, la rigidità e il tremore aumentano.

L'adrenalina è usata per shock anafilattico, edema laringeo allergico, asma bronchiale (sollievo da attacchi acuti), reazioni allergiche che si sviluppano con l'uso di farmaci, con coma iperglicemico.

Prescrivere l'adrenalina sotto la pelle, nei muscoli e localmente (sulle mucose), a volte iniettata in vena (con il metodo a goccia); in caso di arresto cardiaco acuto, talvolta viene somministrata per via intracardiaca una soluzione di adrenalina. All'interno, l'adrenalina non è prescritta, poiché viene distrutta nel tratto gastrointestinale.

Le dosi terapeutiche di epinefrina cloridrato per somministrazione parenterale sono generalmente 0,3-0,5-0,75 ml di soluzione allo 0,1% per gli adulti e l'adrenalina cloridrato è la stessa quantità di soluzione allo 0,18%.

Ai bambini, a seconda dell'età, vengono iniettati 0,1-0,5 ml di queste soluzioni.

Dosi più elevate di soluzione allo 0,1% di epinefrina cloridrato e soluzione allo 0,18% di idrotartrato di epinefrina per adulti sotto la pelle: 1 ml singolo, 5 ml al giorno.

Quando si utilizza l'adrenalina, potrebbe esserci un aumento della pressione sanguigna, tachicardia, aritmie, dolore al cuore.

Per i disturbi del ritmo causati dall'adrenalina, vengono prescritti beta-bloccanti.

L'adrenalina è controindicata in ipertensione, aterosclerosi grave, aneurismi, tireotossicosi, diabete mellito, gravidanza. Non usare l'adrenalina durante l'anestesia con fluorotano, ciclopropano, cloroformio (a causa della comparsa di aritmie).

Forma di rilascio di adrenalina cloridrato: in flaconcini da 10 ml di soluzione allo 0,1% per uso esterno e in fiale da 1 ml di soluzione iniettabile allo 0,1%; epinefrina idrotartrato: in fiale da 1 ml di soluzione iniettabile allo 0,18% e in flaconcini da 10 ml di soluzione allo 0,18% per uso esterno.

Conservazione: elenco B. In un luogo fresco e buio.

Plettri di accordi popolari alfa

Ultracaina - istruzioni per l'uso in odontoiatria, composizione, indicazioni, effetti collaterali, analoghi e prezzo Symbicort - istruzioni per l'uso, forma di rilascio, analoghi Cosa sono i corticosteroidi - un elenco di farmaci, meccanismo d'azione e indicazioni per l'uso, controindicazioni

Vasocostrittore a base di tetrizolina utilizzato in oftalmologia. Sotto la sua influenza, la pupilla si espande, l'edema congiuntivale diminuisce e la produzione di liquido intraoculare diminuisce. Utilizzato nel trattamento della congiuntivite allergica, con effetti meccanici, fisici o chimici di agenti estranei sulla mucosa delle palpebre.

Agenti adsorbenti

Assorbono vari composti chimici sulla loro superficie, quindi se applicati su aree danneggiate della pelle e delle mucose, il prurito e il dolore sono ridotti (Fig.8). Se assunti per via orale, si legano, riducono l'assorbimento e accelerano l'escrezione di tossine microbiche, sostanze tossiche e gas dal tratto gastrointestinale.

Figura: 8. Meccanismo d'azione degli agenti adsorbenti

Carbone attivo: Carbo activatus

La materia prima per la produzione di carbone attivo è il carbone, i materiali vegetali (carbone, torba, segatura, gusci di noci). Possiede una grande attività superficiale, è in grado di adsorbire gas, alcaloidi, tossine, ecc..

  1. Dispepsia, flatulenza.
  2. Intossicazione alimentare.
  3. Avvelenamento con alcaloidi e sali di metalli pesanti.
  1. Costipazione o diarrea.
  2. Impoverimento del corpo con vitamine, grassi, proteine.
  3. Sgabello colorazione nera.
  1. Lesioni ulcerose del tratto gastrointestinale.
  2. Sanguinamento gastrico.

Silicato di magnesio. Ha un effetto assorbente e avvolgente. Polvere finissima, quasi insolubile in acqua e altri solventi. Utilizzato per polveri (per malattie della pelle), nonché per la preparazione di paste e compresse.

È un prodotto dell'elaborazione della lignina, non uccide i microbi, ma li adsorbe attivamente insieme alle tossine dal tubo digerente.

  1. Diarrea (infettiva).
  2. Flatulenza.
  1. Gastrite iperacida.
  2. Malattie accompagnate da alterato metabolismo dei carboidrati.

Agonisti alfa-adrenergici: breve descrizione, applicazione, principio di azione

L'adrenomimetica è un gruppo di farmaci, il cui risultato è associato alla stimolazione dei recettori adrenergici situati negli organi interni e nelle pareti vascolari. Tutti i recettori adrenergici sono suddivisi in diversi gruppi a seconda della localizzazione, dell'effetto mediato e della capacità di formare complessi con sostanze attive. Gli agitatori alfa-adrenergici agiscono sui recettori alfa-adrenergici, provocando una risposta specifica dell'organismo.

Cosa sono i recettori alfa adrenergici

I recettori A1-adrenergici si trovano sulle membrane superficiali delle cellule, nell'area delle sinapsi, reagiscono alla norepinefrina, che viene rilasciata dalle terminazioni nervose dei neuroni postgangliari del sistema nervoso simpatico. Localizzato nelle arterie di piccolo calibro. L'eccitazione dei recettori provoca spasmo vascolare, ipertensione, diminuzione della permeabilità della parete arteriosa, diminuzione delle manifestazioni di reazioni infiammatorie nel corpo.

I recettori A2-adrenergici si trovano all'esterno delle sinapsi e sulla membrana presinaptica delle cellule. Reagisci all'azione della noradrenalina e dell'adrenalina. L'eccitazione dei recettori provoca una reazione inversa, che si manifesta con ipotensione e rilassamento vascolare.

Azione di riassorbimento Effetto sul sistema nervoso centrale

L'adrenalina ha scarso effetto sulla funzione cerebrale, poiché ha una molecola polare che non penetra bene attraverso la barriera emato-encefalica. Entra selettivamente nel midollo allungato e nell'ipotalamo.

15 pagg., 7143 parole

Stress e suoi effetti sul sistema nervoso autonomo

… L'adrenalina nel sangue aumenta. L'adrenalina ha un effetto molto diverso sull'attività del corpo, simile all'influenza del nervoso simpatico... più spesso ci sono stati casi di rallentamento temporaneo del cuore e bruschi cambiamenti nella conduzione cutanea, più... (ricordi, fantasia), rispettivamente, lo stimolo supera la fase della percezione sensoriale periferica. Con un irritante sintomatico...

L'adrenalina tonifica il centro respiratorio del midollo allungato, stimola il centro di produzione di calore dell'ipotalamo, a dosi elevate provoca mal di testa, paura, ansia, tremore, vomito.

Informazioni generali sugli agonisti adrenergici

Gli agonisti alfa e beta-adrenergici, che si legano indipendentemente ai recettori ad essi sensibili e causano l'effetto dell'adrenalina o della norepinefrina, sono chiamati agenti ad azione diretta.

Il risultato dell'influenza dei farmaci può anche verificarsi indirettamente, che si manifesta con la stimolazione della produzione dei propri mediatori, ne impedisce la distruzione, contribuisce ad un aumento della concentrazione sulle terminazioni nervose.

Gli adrenomimetici sono prescritti nelle seguenti condizioni:

  • insufficienza cardiaca, ipotensione grave, collasso, shock, arresto cardiaco;
  • asma bronchiale, broncospasmo;
  • aumento della pressione intraoculare;
  • malattie infiammatorie delle mucose degli occhi e del naso;
  • coma ipoglicemico;
  • anestesia locale.

Informazione Generale

Nel corpo umano, tutti gli organi interni e i tessuti sono dotati di recettori alfa e beta, che sono speciali molecole proteiche sulle membrane cellulari.

Gli agonisti del recettore alfa sono simpaticomimetici che restringono i vasi sanguigni, alleviano l'edema e stimolano la sintesi proteica.

Beta-adrenomimetici: aumentare la forza e la frequenza delle contrazioni cardiache, la pressione sanguigna, rilassare la muscolatura liscia bronchiale, il lume capillare.

Alfa adrenomimetici

Il gruppo di farmaci comprende agenti selettivi (che agiscono su un tipo di recettore) e non selettivi (eccitazione dei recettori a1 e a2). L'agonista alfa-adrenergico non selettivo è rappresentato direttamente dalla noradrenalina, che stimola anche i beta-recettori.

Gli agonisti alfa-adrenergici, che agiscono sui recettori a1, sono medicinali anti-shock usati per una forte diminuzione della pressione sanguigna. Può essere usato localmente, provocando il restringimento delle arteriole, che è efficace nel glaucoma o nella rinite allergica. Farmaci conosciuti del gruppo:

Gli agonisti alfa-adrenergici che agiscono sui recettori a2 sono meglio conosciuti dalla popolazione generale a causa del loro uso diffuso. Rappresentanti popolari - "Xylometazoline", "Nazol", "Sanorin", "Vizin". Utilizzato nel trattamento delle malattie infiammatorie degli occhi e del naso (congiuntivite, rinite, sinusite).

I farmaci sono noti per la loro azione vasocostrittrice, che aiuta ad eliminare la congestione nasale. L'uso dei fondi dovrebbe avvenire solo sotto la supervisione di uno specialista, poiché l'assunzione prolungata e incontrollata può causare lo sviluppo di resistenza ai farmaci e atrofia della mucosa.

Ai bambini piccoli vengono prescritti anche farmaci contenenti agonisti alfa-adrenergici. I preparati in questo caso hanno una concentrazione inferiore del principio attivo. Le stesse forme sono utilizzate nel trattamento di persone affette da diabete mellito e ipertensione..

Gli agonisti alfa-adrenergici, che eccitano i recettori a2, includono anche farmaci ad azione centrale (Metildopa, Clofelin, Katapresan). La loro azione è la seguente:

  • effetto ipotensivo;
  • diminuzione della frequenza cardiaca;
  • effetto sedativo;
  • minore sollievo dal dolore;
  • diminuzione della secrezione delle ghiandole lacrimali e salivari;
  • diminuzione della secrezione di acqua nell'intestino tenue.

Utilizzando

Gli agonisti alfa-adrenergici sono usati in medicina come emergenza e come vasocostrittore locale.


Schema dell'azione broncodilatatrice di adrenomimetik

Gli agonisti α1-adrenergici ad azione diretta includono la fenilefrina (Mezaton), un farmaco che viene utilizzato attivamente in ospedale per la sua capacità di aumentare rapidamente la pressione sanguigna. Riduce indirettamente la frequenza cardiaca. Inoltre, il farmaco viene utilizzato in oftalmologia a causa della dilatazione della pupilla. La fenilefrina è spesso usata come vasocostrittore topico, ad esempio, per trattare la rinite.

Tra gli agonisti α2-adrenergici si possono distinguere farmaci ad azione locale e centrale. I farmaci topici includono Oxymetazoline, Xylometazoline e Naphazoline. Sono usati per restringere i vasi sanguigni e ridurre l'edema della mucosa con rinite di varie eziologie. Tuttavia, non dovrebbero essere prescritti per molto tempo, perché con un aumento della durata dell'ammissione, si verifica una diminuzione dell'efficacia. Un esempio di un farmaco ad azione centrale è la clonidina, che colpisce il centro vasomotorio del cervello, inibendone il lavoro. Pertanto, c'è una diminuzione della frequenza cardiaca, vasodilatazione e, di conseguenza, una diminuzione della pressione. A causa di una diminuzione della secrezione di liquido intraoculare, la clonidina è prescritta per il trattamento del glaucoma.

I beta-adrenomimetici sono componenti integrali dei regimi di trattamento per insufficienza cardiaca, asma bronchiale, cure di emergenza in arresto cardiaco.

Un importante rappresentante di β1-AM è la dobutamina (Dobutrex). La sua azione principale è aumentare la forza delle contrazioni cardiache, che ha un effetto positivo sul decorso dell'insufficienza cardiaca. Un effetto collaterale di questo farmaco può essere il dolore al cuore a causa della maggiore necessità di apporto di ossigeno..

Il β2-AM più diffuso ricevuto in pneumologia per la sua capacità di espandere i bronchi. I farmaci in questo gruppo includono salbutamolo, salmeterolo, fenoterolo e altri. Questi medicinali come spray sono prescritti per alleviare il broncospasmo nell'asma bronchiale e nell'ostruzione polmonare, nonché per prevenire il broncospasmo. La frequenza cardiaca rapida è un effetto collaterale comune. A volte gli adrenomimetici di questo gruppo vengono utilizzati per rilassare l'utero in condizioni che minacciano l'aborto spontaneo.

Gli adrenomimetici non selettivi agiscono sui recettori adrenergici α e β. Questi farmaci includono norepinefrina (norepinefrina) e adrenalina (epinefrina). Gli effetti principali della noradrenalina sono un breve aumento della pressione sanguigna, un aumento della forza e una diminuzione del numero di battiti cardiaci. Molto spesso, questo farmaco viene utilizzato per aumentare rapidamente la pressione sanguigna e fornire cure di emergenza al paziente. L'adrenalina agisce aumentando l'intensità e la frequenza del cuore. Viene anche utilizzato in situazioni di emergenza in arresto cardiaco, in oftalmologia.


Tabella di classificazione per agonisti adrenergici

"Mezaton"

Un farmaco a base di fenilefrina cloridrato, che provoca un aumento della pressione sanguigna. Il suo utilizzo richiede un dosaggio accurato, poiché è possibile una diminuzione riflessiva della frequenza cardiaca. "Mezaton" aumenta la pressione sanguigna leggermente rispetto ad altri farmaci, ma l'effetto è più lungo.

Indicazioni per l'uso del prodotto:

  • ipotensione arteriosa, collasso;
  • preparazione all'intervento chirurgico;
  • rinite vasomotoria;
  • anestesia locale;
  • avvelenamento di varie eziologie.

La necessità di un risultato immediato richiede la somministrazione endovenosa. Il farmaco viene anche iniettato nel muscolo, per via sottocutanea, intranasale.

"Xylometazoline"

Il farmaco, che ha lo stesso principio attivo, che fa parte di "Galazolin", "Otrivin", "Ximelin", "Dlyanos". Viene utilizzato nella terapia locale delle riniti infettive acute, sinusiti, raffreddore da fieno, otite media, in preparazione ad interventi chirurgici o diagnostici nella cavità nasale.

Disponibile sotto forma di spray, gocce e gel per applicazioni intranasali. Lo spray è approvato per l'uso da parte di bambini di età superiore ai 12 anni. È prescritto con cautela nelle seguenti condizioni:

  • angina pectoris;
  • periodo di allattamento;
  • malattia della tiroide;
  • iperplasia della prostata;
  • diabete;
  • gravidanza.

"Clonidina"

Il farmaco è agonisti alfa-adrenergici. Il meccanismo d'azione della "Clonidina" si basa sull'eccitazione dei recettori a2-adrenergici, con conseguente diminuzione della pressione, sviluppo di un leggero effetto analgesico e sedativo.

È ampiamente utilizzato in varie forme di ipertensione, crisi ipertensive, per alleviare un attacco di glaucoma, in combinazione con altri farmaci per il trattamento della dipendenza da droghe e alcol.

La "clonidina" è controindicata durante la gravidanza, tuttavia, in caso di gestosi grave nelle fasi successive, quando i benefici per la madre superano il rischio di danni al feto, è possibile utilizzare piccole dosi del farmaco in combinazione con altri farmaci.

Cosa sono gli adrenomimetici non selettivi?

I farmaci di questa forma hanno la proprietà di eccitare i recettori alfa e beta, provocando una serie di anomalie nella maggior parte dei tessuti corporei. L'adrenomimetico non selettivo è l'adrenalina, così come la norepinefrina.

Le sue azioni principali, che influenzano la struttura di una persona, sono:

  • Restringimento delle pareti vascolari dei vasi della pelle e delle mucose, espansione delle pareti dei vasi cerebrali, del tessuto muscolare e dei vasi della struttura cardiaca;
  • Un aumento del numero di funzioni contrattili e della forza delle contrazioni del muscolo cardiaco;
  • Aumento della dimensione dei bronchi, diminuzione della formazione di secrezioni mucose da parte delle ghiandole dei bronchi, rimozione del gonfiore.

Questo agonista adrenergico non selettivo viene utilizzato nella fornitura di ambulanze durante il periodo di allergie, condizioni di shock, con la cessazione delle contrazioni cardiache, coma di natura ipoglicemica. L'adrenalina viene aggiunta ai farmaci anestetici per aumentare la durata della loro esposizione.

La norepinefrina aiuta ad aumentare la forza di contrazione del muscolo cardiaco, a restringere i vasi sanguigni e ad aumentare la pressione sanguigna, ma il numero di contrazioni miocardiche può diminuire, il che è causato dalla stimolazione di altri recettori cellulari dei tessuti cardiaci.

Ma devi stare attento, poiché esiste il rischio di progressione di un attacco ipotonico, insufficienza renale (in caso di sovradosaggio), morte dei tessuti cutanei nel sito di iniezione, a causa della stenosi dei piccoli capillari. Adrenalina e norepinefrina


Adrenalina e norepinefrina

Overdose con agonisti alfa-adrenergici

Il sovradosaggio si manifesta con cambiamenti persistenti che caratterizzano gli effetti degli agonisti alfa-adrenergici. Il paziente è preoccupato per la pressione alta, aumento della frequenza cardiaca con disturbi del ritmo. Durante questo periodo possono svilupparsi ictus o edema polmonare..

La terapia del sovradosaggio consiste nell'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  1. I simpaticolitici periferici interrompono la trasmissione degli impulsi nervosi alla periferia e nel sistema nervoso. Pertanto, la pressione diminuisce, la frequenza cardiaca e la resistenza periferica diminuiscono..
  2. Gli antagonisti del calcio hanno lo scopo di bloccare l'ingresso di ioni di calcio nelle cellule. Il muscolo cardiaco riduce la necessità di ossigeno, diminuisce la sua contrattilità, migliora il rilassamento durante la diastole, espande tutti i gruppi di arterie.
  3. I farmaci miotropici aiutano a rilassare i muscoli lisci, comprese le pareti muscolari dei vasi sanguigni.

Gli agonisti alfa-adrenergici, il cui uso ha un ampio gruppo di indicazioni, richiedono un'attenta selezione del dosaggio, il controllo dell'elettrocardiogramma, la pressione sanguigna, il sangue periferico.

Effetti farmacologici [modifica | modifica codice]

Gli adrenomimetici aumentano il contenuto di ioni calcio, cAMP nelle cellule, hanno positività inotropica, cronotropica, batmotropica, dromotropica e vasodilatatrice [fonte non specificata 1060 giorni

] effetti. Effetti collaterali: agitazione, tremore degli arti, ipertensione arteriosa, extrasistole ventricolare, tachicardia parxismale, sindrome da claudicatio intermittente, nausea, vomito. Sono dose-dipendenti..

Gli adrenomimetici sono un gruppo abbastanza ampio di agenti farmacologici che stimolano i recettori adrenergici, localizzati nelle pareti dei vasi sanguigni e nei tessuti degli organi.

L'efficacia del loro effetto risiede nell'eccitazione delle molecole proteiche, che porta a un cambiamento nei processi metabolici e nelle deviazioni nel funzionamento dei singoli organi e strutture.


Articolo Successivo
Cosa fare quando tuo figlio respira spesso profondamente e sbadiglia