Auscultazione del cuore nei bambini e negli adulti


Sono passati due secoli da quando il medico francese Rene Laanek ha creato il primo dispositivo per ascoltare il cuore di un paziente: lo stetoscopio. Un anno dopo, l'auscultazione del cuore iniziò a essere praticata dai medici curanti. Ci sono manuali per padroneggiare la tecnica.

I medici moderni hanno una base diagnostica abbastanza seria, basata su dispositivi precisi e sensibili. Tuttavia, un medico alle prime armi è ancora necessario per essere in grado di applicare autonomamente i metodi di base e fare una diagnosi preliminare, guidato dai propri sensi..

Gli studenti di medicina studiano i modi per avvicinarsi al paziente, imparano a valutare i sintomi individuali e il loro significato in patologia. Questo corso si chiama propedeutica. Rappresenta un'opportunità preclinica per studiare l'esame minimo di una persona e come interpretarne i risultati..

Quali metodi dovrebbe possedere il medico?

Una specializzazione medica ristretta non esclude la formazione generale di un medico generico. Il set standard di conoscenze e abilità di un medico alle prime armi include necessariamente:

  • esame personale del paziente;
  • palpazione: sondare un organo denso, bordi per determinare la consistenza, le dimensioni; polso, area del cuore - per scoprire l'onda d'urto, la forza del battito cardiaco;
  • percussioni: determinazione dei confini dell'ottusità in base alla natura del suono ottenuto toccando un dito su organi con densità diverse;
  • auscultazione - ascolto dei punti standard del corpo situati al di sopra delle zone il più vicino possibile al movimento del fluido all'interno degli organi cavi, il verificarsi del rumore dipende dalla velocità del flusso e dagli ostacoli.

Considerare i possibili risultati dell'uso di metodi propedeutici nella diagnosi della patologia cardiaca.

Ciò che un medico può rivelare a un appuntamento regolare?

Si richiama l'attenzione del medico durante l'appuntamento su:

  • l'ombra della pelle, il colore delle labbra del paziente - il pallore indica uno spasmo dei vasi periferici, l'azzurro delle labbra, delle dita, delle orecchie - una mancanza di circolazione sanguigna;
  • gonfiore - l'edema di origine cardiaca è caratterizzato da una consistenza densa, localizzazione nella parte inferiore del corpo;
  • vasi venosi dilatati sulle gambe e sulle braccia - evidenza di malattia delle vene varicose, insufficienza congestizia;
  • pulsazione delle vene cervicali e delle arterie carotidi - caratteristica del ristagno nel piccolo cerchio, difetti aortici;
  • in un bambino, la parte sporgente dello sterno (gobba del cuore) - si verifica in caso di difetto congenito o acquisito sullo sfondo di un aumento significativo della cavità dei ventricoli.

La palpazione dell'area del cuore consente:

  • per determinare l'impulso apicale, lo spostamento nel quinto spazio intercostale a sinistra a più di 1 cm dalla linea medioclavicolare mostra l'espansione del confine, un aumento del ventricolo sinistro;
  • ponendo la mano sulla base nella zona delle clavicole e 1 spazio intercostale, si avverte il caratteristico tremore del tipo "fusa di gatto" quando l'aorta si restringe, e all'apice si ha una spinta a forma di cupola versata.

La percussione stabilisce i limiti approssimativi per l'ottusità cardiaca. Può essere utilizzato per giudicare un aumento dei ventricoli, fascio vascolare.

Caratteristiche della tecnica auscultatoria

L'auscultazione del cuore è stata eseguita per la prima volta con uno stetoscopio. Si tratta di un piccolo tubo di legno con estensioni a forma di imbuto alle estremità. Successivamente, è stato inventato un fonendoscopio con una testa combinata a forma di campana a membrana per amplificare i suoni a bassa e ad alta frequenza..

I medici inseriscono i tubi in entrambe le orecchie e cercano di rilevare le più piccole anomalie del suono. Un prerequisito per l'auscultazione è il silenzio, poiché i suoni dall'esterno interferiscono nel distinguere quelli che provengono dal cuore.

La percezione di un segnale acustico è compromessa per ragioni soggettive:

  • quando il dottore è stanco;
  • nella vecchiaia.

Questo è un grave svantaggio del metodo. Il paziente deve essere ascoltato di nuovo, esaminato sdraiato, in piedi, dopo gli squat. Attualmente sono in preparazione stetoscopi con la funzione di amplificare il segnale sonoro e filtrare il rumore in sostituzione dei fonendoscopi. Tale auscultazione diventerà più oggettiva e affidabile..

Tuttavia, ciò non solleva il medico dalla responsabilità dell'accumulo di esperienza nel riconoscimento dei suoni cardiaci e dei mormorii..

Tecnica standard di auscultazione cardiaca

La tecnica dell'ascolto del cuore non è difficile, ma richiede l'aderenza a una certa sequenza. I medici apprendono l'algoritmo delle azioni dai loro anni da studente e lo eseguono senza esitazione.

La procedura inizia con un'offerta al paziente di togliersi il capospalla. Con abbondante vegetazione sul petto, i peli vengono inumiditi con acqua o crema. I punti di ascolto vengono selezionati in base alla distanza minima tra l'area indagata e la testa del fonendoscopio. Lo standard fornisce 5 punti come set obbligatorio, ma in caso di patologia è possibile utilizzarne altri.

Prima di ascoltare ogni punto, il medico "comanda": "Fai un respiro profondo, espira tutto e trattieni il respiro!" Durante l'espirazione, lo strato d'aria del tessuto polmonare si contrae e il cuore "si avvicina" al torace. Pertanto, il suono sarà più chiaro e più forte..

Lo stesso effetto ci si aspetta dall'ascolto nella posizione laterale sinistra. Per aumentare l'intensità, a volte si suggerisce di sforzarsi o fare diversi squat.

  • nell'area dell'impulso apicale - vengono esaminati la valvola mitrale e l'apertura atrioventricolare sinistra;
  • a destra dello sterno nel secondo spazio intercostale - la bocca dell'aorta e il lavoro della valvola aortica;
  • a sinistra dello sterno nel secondo spazio intercostale - ascolta la valvola dell'arteria polmonare;
  • sopra la base del processo xifoideo nella parte inferiore dello sterno - l'apertura atrioventricolare destra e la valvola tricuspide;
  • nel terzo spazio intercostale sul bordo sinistro dello sterno - il luogo di ascolto della valvola aortica.

Ulteriori aree di auscultazione sono:

  • su tutto lo sterno;
  • a sinistra sotto l'ascella;
  • sul retro nello spazio interscapolare;
  • sul collo nella zona delle arterie carotidi.

Cosa dà l'analisi del suono?

La diagnostica richiede l'identificazione di suoni che non corrispondono alla norma. Pertanto, un medico esperto dovrebbe essere in grado di distinguere la "musica" delle contrazioni cardiache corrette da quella patologica.

L'apparato muscolare e valvolare del cuore è in costante e intenso lavoro. Distillando una massa di sangue dalle camere nei vasi, vibrano i tessuti vicini e trasmettono vibrazioni sonore al torace da 5 a 800 Hz al secondo. L'orecchio umano è in grado di captare il suono nella gamma da 16 a 20.000 Hz, con la migliore sensibilità tra 1.000 e 4000 Hz. Ciò significa che una persona non ha capacità sufficienti per una diagnosi accurata. Ci vuole pratica e attenzione. I suoni ascoltati devono essere percepiti come informazioni. Dopo averlo ricevuto, il medico deve:

  • valutare l'origine rispetto alla norma;
  • suggerire le ragioni delle violazioni;
  • caratterizzare.

Come si formano i toni, interpretazione delle deviazioni dalla norma

Assicurati di ascoltare due colpi interconnessi in ogni punto. Questi sono i suoni del cuore. Tutti gli individui sani li hanno. Meno spesso è possibile ascoltare il terzo e anche il quarto tono..

Il primo tono è chiamato sistolico, è costituito da diversi componenti:

  • lavoro degli atri;
  • muscolare - causato dalle vibrazioni del muscolo ventricolare teso;
  • valvolare - considerato il componente principale, formato da foglioline oscillanti delle valvole atrioventricolari;
  • vascolare - comprende le pareti dell'aorta e dell'arteria polmonare e il loro apparato valvolare.

Per la natura del suono, può essere considerato come:

  • sordo - con ipertrofia ventricolare sinistra, miocardite, cardiosclerosi, alterazioni distrofiche;
  • tranquillo, "velluto" - con infarto del miocardio;
  • debole, come se provenisse da lontano - con pleurite essudativa, enfisema, spessore significativo della parete toracica;
  • forte, battendo le mani - con nevrosi, tireotossicosi, stenosi dell'apertura atrioventricolare sinistra, anemia, febbre alta, extrasistole;
  • biforcato - con blocco del ramo del fascio, tireotossicosi, aneurisma all'apice del cuore, distrofia miocardica.

Il secondo tono si forma all'inizio della diastole, causato dal collasso delle valvole semilunari dell'arteria polmonare e dell'aorta. In una persona sana, si concentra sull'aorta. In caso di cardiopatia polmonare con ipertensione nel piccolo cerchio - sull'arteria polmonare.

Con lesioni aterosclerotiche dell'aorta, vasodilatazione, il secondo tono suona e risuona. La biforcazione è nota con aneurisma aortico e stenosi mitralica.

L'aspetto del terzo tono crea un'immagine uditiva del "ritmo di galoppo". Si ritiene che si sia formato a causa di una rapida diminuzione del tono delle pareti flaccide dei ventricoli nella fase diastolica. Nei bambini e negli adolescenti, viene ascoltato più spesso che negli adulti e indica un'inferiorità funzionale del miocardio, poiché la patologia non viene rilevata.

Per le persone di età pari o superiore a 30 anni - è un segno caratteristico di ipertensione, cardiopatia polmonare, miocardite, cardiosclerosi, infarto del miocardio e aneurisma aortico.

Perché c'è un rumore nel cuore?

Un soffio al cuore può essere paragonato ai suoni del fluido che scorre attraverso un tubo. I vortici dipendono dalle asperità delle pareti, dalla velocità del flusso, dagli ostacoli incontrati (zone di restringimento). Il soffio al cuore sarà più forte se l'ostruzione è abbastanza densa e vicina all'uscita.

I rumori di vortice hanno diverse sfumature:

  • tenero,
  • debole,
  • maleducato,
  • fischiettando,
  • sibilando,
  • ululando,
  • "Zanzara squittio".

Minore è la viscosità del sangue, maggiore è la velocità del suo movimento e il rumore generato. La struttura delle valvole (fili tendine allungati, vibrazioni delle foglie) può causare flussi vorticosi aggiuntivi.

Varietà di rumore e loro significato nella diagnosi

Tutti i mormorii, a seconda della fase del battito cardiaco, sono suddivisi in:

  • sistolica - si sente in caso di insufficienza delle valvole tricuspide e bicuspide, stenosi della bocca dell'arteria polmonare e dell'aorta;
  • diastolica - formata con insufficienza delle valvole dei vasi principali, stenosi dei fori atrioventricolari.

La natura del rumore ha valore diagnostico. I rumori di origine organica associati a difetti cardiaci hanno proprietà più "musicali". Quindi, l'ascolto di un paziente con endocardite settica rivela un soffio diastolico nell'aorta con un'ombra ululante o fischiante. Indica perforazione con distacco dell'anta della valvola.

Per una malformazione congenita del condotto di Botallov, è tipico un rumore simile al "rombo di un treno in una galleria".

Per identificare il luogo del suono più grande, la palpazione viene eseguita allo stesso tempo, il paziente viene ascoltato nella zona interscapolare, sopra le arterie carotidi.

I soffi cardiopolmonari sono rari a causa dello svuotamento durante la sistole e di una diminuzione delle dimensioni ventricolari. Allo stesso tempo, l'area adiacente del tessuto polmonare si espande e aspira aria dal bronco. Il rumore si sente all'altezza inspiratoria.

I rumori di origine pericardica in una persona sana non sono udibili. Un suono scricchiolante accompagna sia la sistole che la diastole. Indica la sovrastimolazione di un cuore ingrossato e l'attrito dei fogli pericardici.

Come ascoltare i battiti cardiaci fetali, in particolare l'auscultazione dei bambini

L'ostetrico-ginecologo giudica il normale corso della gravidanza o rivela la sua patologia dal battito cardiaco fetale. Nelle fasi iniziali, i battiti cardiaci vengono determinati solo con la diagnostica ecografica. Fino all'ottava settimana, la frequenza delle contrazioni dovrebbe essere di 110-140 al minuto. Dal secondo trimestre aumenta a 160.

Lo stetoscopio consente di ascoltare non solo i toni del feto, ma anche i suoni dei movimenti, i rumori uterini della futura mamma, identificare più gravidanze e distinguere la posizione del feto nell'utero.

La posizione di ascolto ottimale è determinata dalla posizione del feto:

  • se il bambino si sdraia a testa in giù, il cuore si sente sotto l'ombelico;
  • con presentazione podalica, glutei: il battito cardiaco è registrato sopra l'ombelico della donna;
  • in una posizione estesa, quando il torace è adiacente alla parete dell'utero - il suono è più forte rispetto a quando si tocca una schiena piegata.

I suoni cardiaci fetali sono influenzati da:

  • benessere del corso e durata della gravidanza;
  • caldo o freddo;
  • malattie del corpo materno.

La cessazione del battito cardiaco indica patologia grave, morte fetale, disturbi dello sviluppo.

L'auscultazione cardiaca nei bambini richiede abilità speciali. Il medico che cura i pazienti adulti è inorridito dalla vivida immagine uditiva quando il bambino ascolta per la prima volta. La parete toracica del bambino è piuttosto sottile, quindi tutti i suoni vengono riprodotti il ​​più forte possibile.

L'algoritmo di auscultazione nella pratica e nella tecnica pediatrica non differisce dalla terapia. Per valutare le informazioni, è necessario conoscere le caratteristiche dell'infanzia:

  • durante il periodo neonatale, i toni possono essere attenuati;
  • "Embryocardia" - un ritmo pendolare del primo e del secondo tono, normale per i primi giorni di vita, più vecchio di due settimane - è considerato come una patologia, si manifesta con dissenteria, polmonite, malformazioni;
  • dall'età di due anni si sente normalmente l'accento e la scissione del secondo tono sull'arteria polmonare;
  • i mormorii nei neonati indicano difetti congeniti;
  • dall'età di tre anni, il rumore è più spesso associato ad attacchi reumatici;
  • i soffi funzionali durante la pubertà sono associati al tono dei vasi, del miocardio, dei lembi e delle corde delle valvole.

La tecnica di auscultazione nelle mani di un medico esperto continua a svolgere un ruolo importante nella diagnosi. Il medico può confermare o negare la sua opinione indirizzando il paziente alla fonocardiografia, studio Doppler. È importante ottenere il risultato più affidabile e risolvere il problema del trattamento.

Algoritmo di auscultazione del cuore

¾ ascoltare i suoni del cuore;

¾ ascoltare i suoni del cuore.

¾ lavarsi le mani, trattare con un antisettico;

¾ assumere una posizione tale che fosse possibile applicare liberamente e correttamente il fonendoscopio ai luoghi di ascolto;

¾ esporre il corpo del paziente alla vita;

¾ è necessario ascoltare il cuore in posizione verticale e orizzontale, in alcuni casi sul lato sinistro, durante la respirazione normale e durante il trattenimento del respiro dopo l'inspirazione e l'espirazione, se le condizioni del paziente lo consentono, quindi prima e dopo l'attività fisica, in quattro punti standard più un punto aggiuntivo Botkin;

¾ il primo punto auscultatorio nel 5 ° spazio intercostale, 1 cm verso l'interno dalla linea medio-clavicolare sinistra - fenomeni sonori che si verificano nell'area della valvola bicuspide;

¾ il secondo punto auscultatorio nel 2 ° spazio intercostale a destra sul bordo dello sterno - fenomeni sonori che si verificano sull'aorta;

¾ il terzo punto auscultatorio nel 2 ° spazio intercostale a sinistra al margine dello sterno;

¾ quarto punto auscultatorio alla base del processo xifoideo (il punto di attacco della 5a cartilagine costale allo sterno) - fenomeni sonori che si verificano nella regione della valvola tricuspide;

¾ quinto punto (aggiuntivo) auscultatorio, punto di Botkin nel 3 ° spazio intercostale a sinistra al bordo dello sterno - fenomeni sonori provenienti dalle valvole aortiche;

¾ si sentono i suoni del cuore, il fonendoscopio viene posizionato sui punti sopra, osservando la sequenza di ascolto, si sente il 1 ° tono dopo una lunga pausa, il 2 ° tono si sente dopo una breve pausa, es. 1 ° tono - piccola pausa - 2 ° tono - grande pausa;

¾ si sentono soffi cardiaci, l'ascolto deve essere determinato se è sistolico o diastolico, determinarne la durata, il timbro, il volume, la localizzazione, l'irradiazione;

¾ il soffio sistolico associato a insufficienza valvolare o restringimento dell'orifizio aortico e dell'arteria polmonare sinistra, si sente meglio in posizione supina all'apice, alla base del cuore o al processo xifoideo;

¾ il soffio diastolico associato al restringimento delle aperture atrioventricolari o all'insufficienza delle valvole semilunari si sente meglio in posizione eretta del paziente all'apice, alla base del cuore o al processo xifoideo.

Lista di referenze

1. V.I. Makolkin, V.I. Podzolkov Malattia ipertensiva Supplemento alla rivista "Doctor". - M.; Casa editrice del medico russo. - 2000.-- 96s.

2. M. S. Kushakovsky Malattia ipertensiva. M.: Medicina, 1977. 210 p..

3. Gogin E. E., Senenko A. N., Tyurin E. I. Ipertensione arteriosa. L.: Medicine, 1983. - 272 p..

4. N. M. Burduli, T. M. Gatagonova, I. B. Burnatseva, S. A. Ktsoeva Ipertensione - M.; Medicina, 2007 - 192 s.

5. Isakov I. I. Ipertensione arteriosa. L.: Medicina, 1983. 198 p..

Data di inserimento: 25/06/2015; Visualizzazioni: 12060; Violazione del copyright?

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | No

Punti di auscultazione del cuore e tecnica della sua condotta

L'esame cardiologico moderno è un ampio elenco di procedure funzionali e strumentali, dalle più semplici (elettrocardiogramma) alle più complesse (EchoCG, studio Holter, ABPM). Tuttavia, tutte le manipolazioni vengono eseguite rigorosamente secondo le indicazioni di un cardiologo. Quando una persona va in un policlinico, nell'ambito di un esame fisico, i medici usano gli studi diagnostici più semplici, ma piuttosto informativi: esame, raccolta di anamnesi e analisi di reclami, percussioni e auscultazione del cuore.

Le percussioni si riferiscono alle percussioni e vengono eseguite con le dita. L'auscultazione è un metodo di esame in cui il medico utilizza un fonendoscopio, con il suo aiuto "ascolta" i suoni del cuore con la successiva analisi dei dati ottenuti. I punti di auscultazione del cuore si trovano di fronte, nella parte superiore del torace, utilizzando un fonendoscopio, un medico professionista può determinare i cambiamenti patologici nel lavoro del miocardio mediante il suono. Consideriamo più in dettaglio come viene eseguita l'auscultazione del cuore e qual è il valore diagnostico.

L'essenza e la storia del metodo

Il fonendoscopio nelle mani di un medico è così familiare che non provoca emozioni. Tuttavia, secondo gli standard storici, è apparso di recente: nel 19 ° secolo, i medici ascoltavano il cuore e i polmoni del paziente direttamente con l'orecchio, applicandolo al corpo del paziente. Rene Laennec è stato il primo a migliorare la procedura, non del tutto piacevole per il medico, al fine di escludere il contatto diretto con il corpo del paziente, ha ascoltato il cuore con l'aiuto di uno spartito arrotolato in un tubo. E fu sinceramente sorpreso quando sentì i toni del cuore migliori e più chiari. Successivamente, il medico ha inventato uno stetoscopio primitivo, anche in seguito lo scienziato russo P.N. Korotkov ha inventato un fonendoscopio, che i medici usano ancora oggi.

Il cuore è un organo costantemente funzionante. Con le sue contrazioni si formano suoni peculiari che sono ben trasmessi attraverso le strutture dei tessuti. Sono questi i suoni che il medico ascolta con l'aiuto di un fonendoscopio..

L'algoritmo di auscultazione del cuore è abbastanza semplice, ma solo un medico con esperienza pratica può valutarlo correttamente. Il metodo non ha controindicazioni, può essere utilizzato per esaminare pazienti di qualsiasi fascia di età.

L'auscultazione del cuore ha anche punti di auscultazione: alcune aree del torace, dove vengono proiettate in dettaglio varie parti del miocardio. Attraverso l'auscultazione è possibile:

  1. Valuta la frequenza cardiaca.
  2. Analizza la forza contrattile del miocardio.
  3. Valutare il timbro dei suoni che si sentono quando si usa il fonendoscopio.
  4. Identifica il rumore estraneo.

Utilizzando un fonendoscopio, il medico può predeterminare la presenza delle seguenti patologie:

  • ischemia (IHD);
  • difetti del muscolo cardiaco;
  • ipertrofia ventricolare;
  • aritmie;

Aritmia all'ECG

  • processi infiammatori nel miocardio.
  • I risultati dell'auscultazione determinano le ulteriori tattiche di gestione del paziente. Sospettando una patologia, il medico indirizzerà il paziente a ulteriori esami, dopodiché sarà in grado di stabilire con precisione la diagnosi.

    Quali sono i toni del cuore

    Se l'auscultazione del cuore è normale, i toni si sentono ad alta voce, chiaramente, non hanno consonanze aggiuntive.

    • 1 tono (sistolico). Formato durante il periodo di contrazione. Diversi componenti sono coinvolti nella sua formazione: muscolare (funzione ventricolare), valvola (funzione valvolare), vascolare (flusso sanguigno attraverso i vasi principali), atriale (attività atriale). Si sente 1 tono sulla proiezione dell'apice del miocardio e vicino al processo xifoideo, alla sua base.
    • 2 toni (diastolico) - sentito in 2 spazi intercostali, a destra ea sinistra dello sterno. Si forma all'inizio della diastole ed è formato dal lavoro delle valvole e del vaso che fornisce sangue ai polmoni.
    • Normalmente, il timbro del primo tono è più basso del timbro del secondo. Inoltre, il primo tono è sempre più lungo del secondo. Nelle persone magre, i suoni cardiaci si sentono più intensi rispetto ai pazienti in sovrappeso: un solido strato di grasso sul torace rende piuttosto difficile l'auscultazione.
    • Il terzo tono cardiaco si sente meglio quando il paziente è sdraiato sulla schiena. È formato dalle vibrazioni delle pareti gastriche all'inizio della diastole. Il suono viene proiettato sull'area dell'apice o relativamente di lato, al suo lato interno. È più spesso sentito in pazienti giovani e addestrati. Il tono è basso, inespressivo, un medico inesperto potrebbe non sentirlo.
    • Il quarto tono si forma alla fine della diastole a causa delle contrazioni atriali. Molto spesso assente, non ascoltato.

    Cambiamenti patologici

    Un suono debole o troppo forte di toni allarma sempre il dottore. Ci sono molte ragioni per cambiare il timbro, possono essere innescate da malattie del miocardio e possono verificarsi a causa di cause di terze parti.

    La diminuzione del timbro dei toni fondamentali si chiama attenuazione e si sviluppa nei seguenti casi:

    È IMPORTANTE SAPERE! Niente più mancanza di respiro, mal di testa, picchi di pressione e altri sintomi di IPERTENSIONE! Scopri il metodo utilizzato dai nostri lettori per trattare la pressione sanguigna. Esplora il metodo.

    È IMPORTANTE SAPERE! Niente più mancanza di respiro, mal di testa, picchi di pressione e altri sintomi di IPERTENSIONE! Scopri il metodo utilizzato dai nostri lettori per trattare la pressione sanguigna. Esplora il metodo.

    1. I muscoli della spalla del paziente sono troppo sviluppati. Questo è visto nei bodybuilder, in alcuni altri atleti.
    2. I suoni miocardici sono indeboliti nei pazienti obesi, il grasso sottocutaneo sul torace interferisce con il suono chiaro.

    Questi motivi non sono associati a patologie, il trattamento in questi casi non è prescritto. Le ragioni dolorose per l'indebolimento dei toni sono le seguenti:

    1. Attacco di cuore.
    2. Cardiosclerosi.
    3. Infiammazione nel tessuto cardiaco.
    4. Distrofia miocardica.
    5. Crisi ipertensiva.
    6. Malattia pericardica.
    7. Guasto della valvola.
    8. Ipertrofia del ventricolo sinistro.
    9. Pleurite essudativa. In questo caso, l'essudato nei polmoni crea suoni aggiuntivi che rendono il cuore sordo..

    Se i toni si sentono troppo chiaramente, vengono chiamati potenziati. Il rafforzamento è notato nelle seguenti condizioni:

    1. Ansia, tensione, stress.
    2. Palpitazioni.
    3. Anemie di varia origine.
    4. Astenia.
    5. Enorme pressione.

    Le ragioni per rafforzare 1 tono associato alle malattie sono le seguenti:

    1. Extrasistole.
    2. Tachicardia.
    3. Angina pectoris.
    4. Stenosi mitralica.

    Se le ghiandole endocrine non funzionano correttamente, il tessuto polmonare si indurisce, 1 aumenta anche il tono cardiaco.

    Accento

    Il concetto di accento è applicato al tono 2 e implica il suo rafforzamento. Quando si analizzano 2 toni, il medico confronta il volume nei punti principali e analizza il risultato. L'accento "aortico" si manifesta:

    1. Con ipertensione, se al paziente viene diagnosticata l'ipertensione arteriosa.
    2. Con aterosclerosi della valvola a 2 foglie.

    L'enfasi nell'area del tronco polmonare si sviluppa:

    1. Con stenosi mitralica.
    2. Con insufficienza valvolare.
    3. Con enfisema
    4. Con fibrosi del tessuto polmonare.
    5. Con ipotensione.

    Toni divisi

    Se le valvole cardiache non funzionano all'unisono, i suoni cardiaci vengono ascoltati come due battiti separati, di durata molto più breve di un singolo tono. La causa della scissione patologica del primo tono può essere un blocco del ramo destro del fascio, nonché un aumento della pressione aortica.

    La scissione fisiologica si verifica nei giovani sani ed è associata alle fasi della respirazione.

    Toni aggiuntivi e ritmi patologici

    Se, oltre a quelli principali, il medico sente suoni aggiuntivi, questo, molto probabilmente, indica la presenza di patologia miocardica. Toni aggiuntivi si verificano nelle seguenti malattie: infarto, prolasso mitralico, stenosi mitralica, pericardite, ecc. Di seguito sono riportati esempi di ritmi patologici in cui i suoni aggiuntivi sono chiaramente udibili:

    • Il ritmo del galoppo. Con l'auscultazione del cuore a 5 punti, il medico sente toni aggiuntivi all'apice e al 5 ° punto. Pertanto, i toni del cuore ricordano il passo di un cavallo. Ascolta il ritmo nel video suggerito:
    • Ritmo di quaglia. Si sviluppa quando l'apertura atrioventricolare si restringe a sinistra. Il primo tono in questo caso è migliorato, il secondo è biforcato. Suggeriamo di ascoltare il ritmo delle quaglie qui:
    • Pericardio - tono. Si verifica con un forte allungamento del LV, sullo sfondo di un pericardio ispessito.
    • Clic sistolico: un tono aggiuntivo si sviluppa con il prolasso mitralico.
    • Ritmo del pendolo.

    Tutti i toni aggiuntivi dovrebbero essere distinti dalla biforcazione fisiologica. Questo può essere fatto solo da un cardiologo professionista..

    Regole obbligatorie per l'auscultazione

    Per un'auscultazione cardiaca efficace, è necessario seguire diverse regole importanti:

    1. Ogni medico usa solo il proprio fonendoscopio individuale.
    2. L'auscultazione del cuore nei bambini richiede l'uso di uno speciale fonendoscopio pediatrico o di attacchi pediatrici per un fonendoscopio standard.
    3. La procedura non tollera suoni non necessari, l'esame viene eseguito in assenza di rumori estranei. Il silenzio assoluto in ufficio è l'opzione migliore.
    4. Prima dell'esame, il paziente libera la parte superiore del corpo dagli indumenti. È sbagliato rilasciare solo una parte del torace.
    5. Dovrebbe essere caldo in ufficio. Anche l'ugello del fonendoscopio non dovrebbe essere freddo..
    6. Il fonendoscopio dovrebbe adattarsi perfettamente alla pelle. Se ci sono peli sul petto, la pelle viene lubrificata con un gel o olio speciale.
    7. Il paziente deve essere esaminato in una posizione comoda. L'auscultazione può essere eseguita mentre il paziente è in piedi, seduto o sdraiato.

    Come viene effettuato l'esame

    Esiste una certa tecnica di auscultazione del cuore che tutti i medici conoscono bene. Si basa sull'ascolto del cuore in determinati punti. Assegni 6 punti per un'auscultazione - 4 sono considerati principali, 2 supplementari. Ad ogni punto viene assegnato un numero da uno a sei. L'ascolto viene eseguito in un ordine rigorosamente definito dal primo al sesto punto. I giovani medici possono usare la palpazione per individuare ogni punto prima di posizionare uno stetoscopio..

    • 1 punto si trova a sinistra dello sterno, lungo la linea medio-clavicolare, nel 5 ° spazio intercostale. L'impulso apicale viene proiettato qui e la valvola mitrale si sente bene.
    • Il punto 2 si trova a destra dello sterno, nel secondo spazio intercostale. Questa è l'area di ascolto della valvola aortica.
    • 3 punto auscultatorio si trova di fronte al secondo, a sinistra, situato nel secondo spazio intercostale. La valvola polmonare sta ascoltando qui.
    • Il punto 4 si trova alla base del processo xifoideo. In quest'area si sente una valvola a 3 lamelle.
    • 5 punti: si sente la valvola aortica. Questo punto è stato chiamato - il punto Botkin-Erba. Quando si applica il fonendoscopio, il medico deve assicurarsi che la maggior parte del fonendoscopio si trovi a sinistra, nel 3 ° spazio intercostale, e il resto sia sullo sterno.
    • Un sesto punto aggiuntivo consente di ascoltare la valvola mitrale e si trova a sinistra dello sterno nel 4 ° spazio intercostale.

    Sottigliezze mediche

    I medici conoscono anche le sottigliezze dell'auscultazione, a seconda della fase della respirazione. Ad esempio, la patologia della valvola tricuspide si sente meglio quando si trattiene il respiro mentre si inspira, nella posizione sdraiata sul lato sinistro, il lavoro della valvola aortica è meglio valutato, il resto delle valvole è meglio ascoltato quando si trattiene il respiro dopo un'espirazione calma.

    Se i toni non sono chiaramente udibili, si deve chiedere al paziente di fare 5-6 squat o di camminare per alcuni minuti. L'esercizio leggero aumenterà la circolazione, il che renderà i toni più significativi.

    Auscultazione pediatrica del cuore: caratteristiche

    Le peculiarità dell'ascolto del miocardio dei bambini consistono principalmente nell'uso di uno speciale fonendoscopio per bambini. I suoni che il medico sente durante l'esame vengono interpretati in modo leggermente diverso rispetto a un adulto. Ad esempio, l'aspetto distinto dei toni 3 e 4 nei bambini in età prescolare è considerato normale e in un adulto indica la presenza di patologie. La gabbia toracica del bambino è più sottile di quella degli adulti, quindi i suoni vengono emessi distintamente.

    Il metodo di auscultazione pediatrica è lo stesso: ascoltano il cuore del bambino usando gli stessi punti dell'adulto. Un netto aumento del secondo tono nei bambini è caratteristico e le pause tra i toni nei neonati sono solitamente le stesse nel tempo. Se tali pause fossero presenti in un adulto, il medico potrebbe aver ipotizzato la presenza di un ritmo pendolare patologico. Per i neonati, il ritmo del pendolo è considerato la norma..

    La comparsa di un soffio al cuore immediatamente dopo la nascita può indicare difetti congeniti nello sviluppo del miocardio, difetti, in un bambino sotto i 5 anni di età, un soffio aggiuntivo può essere un segno di malattie reumatiche.

    Nei ragazzi di età compresa tra 13 e 15 anni, vengono spesso rilevati rumori fisiologici, che non sono considerati patologici, ma confermano solo che il corpo del bambino è entrato in un periodo di crescita e la ristrutturazione associata del background ormonale.

    Se il cuore "fa rumore"

    Il soffio cardiaco è un suono che si verifica nell'aorta, nelle cavità di un organo, nell'area del tronco polmonare quando appare un flusso sanguigno vorticoso. Tale turbolenza può provocare aneurisma, anemia, tireotossicosi, patologia dei setti cardiaci e delle valvole. Inoltre, la comparsa di soffio non cardiaco si verifica nelle malattie polmonari. I rumori associati a qualsiasi patologia sono chiamati organici.

    Il secondo tipo di soffi cardiaci è funzionale. A volte si sentono in pazienti perfettamente sani. I soffi funzionali sono associati ad un aumento del flusso sanguigno, a volte si verificano anche con l'anemia nei bambini.

    I rumori sono suddivisi in base alla frequenza delle vibrazioni sonore nei seguenti gruppi:

    • bassa frequenza;
    • alta frequenza;
    • media frequenza.

    I soffi associati alla sistole sono chiamati sistolica, con diastole - diastolica.

    Durante l'auscultazione di un paziente, il medico prima valuta i suoni cardiaci, quindi rileva i mormorii. La presenza di rumore viene rilevata negli stessi punti in cui viene valutato l'intero lavoro del miocardio. Alla fine dell'auscultazione, il medico sposta con calma il fonendoscopio in tutto il torace, ascoltando attentamente l'intera area della proiezione miocardica - questo consente di scoprire in quale valvola il rumore si sente più chiaramente.

    Le sfumature dei rumori sono diverse, vengono valutati il ​​luogo del loro aspetto, il grado di intensità e il volume dei suoni identificati. I seguenti tipi di rumori patologici si distinguono nel timbro:

    • gentile;
    • fischi;
    • sibilando;
    • ululando;
    • ruvido;
    • debole.

    La differenziazione dei soffi cardiaci causati dalla malattia, prima di tutto, deriva dai suoni causati da cause paracardiche. Si tratta di rumori derivanti dall'attrito del pericardio, dall'adesione dei fogli pleurici e da altre malattie polmonari.

    Tutti i sintomi patologici identificati durante l'auscultazione di un paziente non possono essere fattori definitivi per una diagnosi accurata. Difetti del suono cardiaco, ritmi anomali, soffi cardiaci sono sempre la base per un esame più approfondito del paziente. L'auscultazione richiede determinate abilità da un cardiologo o da un terapista. Il piano per ulteriori misure diagnostiche dipende da quanto accuratamente e sottilmente determina le capacità funzionali del muscolo cardiaco con questo metodo di esame..

    A tutti i pazienti con sospetta patologia miocardica viene assegnato urgentemente o di routine un cardiogramma, il metodo principale per esaminare l'attività del cuore. Inoltre, il medico indirizza il paziente per l'esame ecografico, con aritmie e ipertensione arteriosa, i risultati del monitoraggio Holter e dell'ABPM sono molto indicativi, i test funzionali vengono utilizzati per determinare le capacità funzionali del miocardio. Anche gli esami del sangue clinici sono importanti per la diagnostica..

    L'auscultazione e altri esami del cuore sono processi complessi. Pertanto, contattare sempre specialisti professionisti. Questa è la garanzia della tua salute.

    video

    Come l'articolo?
    Salvala!

    Hai ancora domande? Chiediglielo nei commenti! La cardiologa Mariam Harutyunyan risponderà.

    Auscultazione del cuore

    Articoli di esperti medici

    L'auscultazione è uno dei metodi più importanti per esaminare il cuore. È preferibile utilizzare uno stetoscopio, che deve avere una membrana per la migliore percezione dei suoni ad alta frequenza (fonendoscopio). In questo caso, la membrana viene applicata al torace abbastanza strettamente. Il contenuto informativo dell'auscultazione è il più alto quando si rilevano difetti cardiaci. In questo caso, la diagnosi finale viene spesso fatta sulla base dell'ascolto del cuore. Per padroneggiare questo metodo, è necessaria la pratica quotidiana, durante la quale è necessario prima imparare a percepire correttamente il normale quadro auscultatorio del cuore..

    La campana del fonendoscopio è applicata abbastanza saldamente alla superficie del torace nella zona di proiezione del cuore. In alcuni pazienti l'ascolto è ostacolato dall'eccessiva crescita dei peli, che a volte devono essere rasati o inumiditi con acqua saponosa. L'auscultazione deve essere eseguita principalmente in posizione supina del paziente, in alcuni casi (vedi sotto) integrata dall'ascolto nella posizione sul lato sinistro, sullo stomaco, in piedi o seduto, trattenendo il respiro mentre si inspira o espira, dopo uno sforzo fisico.

    Tutte queste tecniche consentono di rilevare una serie di sintomi di grande valore diagnostico e spesso determinano le tattiche di gestione del paziente..

    Toni di cuore

    Nelle persone sane, si sentono due toni su tutta la regione del cuore:

    1. Io tono, che si verifica all'inizio della sistole ventricolare ed è chiamato sistolica, e
    2. II tono che si verifica all'inizio della diastole ed è chiamato diastolico.

    L'origine dei suoni cardiaci è associata principalmente alle oscillazioni che si verificano nelle sue valvole durante le contrazioni miocardiche.

    Il tono si verifica all'inizio della sistole dei ventricoli già nel momento in cui le cuspidi delle valvole atrioventricolare sinistra (mitrale) e destra (tricuspide) si sono chiuse, cioè durante il periodo di contrazione isometrica dei ventricoli. La massima importanza nella sua presenza è attribuita alla tensione delle valvole atrioventricolari sinistra e destra, costituita da tessuto elastico. Inoltre, i movimenti oscillatori del miocardio di entrambi i ventricoli durante la loro tensione sistolica giocano un ruolo nella formazione del tono I. Altri componenti del tono I sono di minore importanza: il vascolare è associato alle fluttuazioni dei segmenti iniziali dell'aorta e del tronco polmonare quando sono allungati con il sangue, l'atrio è associato alla loro contrazione.

    II tono si verifica all'inizio della diastole a causa del collasso delle cuspidi delle valvole dell'aorta e dell'arteria polmonare.

    In condizioni normali, è relativamente facile distinguere il tono I dal tono II, poiché tra di loro viene determinata una pausa sistolica relativamente breve. Tra il I e ​​il II tono durante la diastole, la pausa sarà molto più lunga. Quando il ritmo aumenta, può essere difficile identificare i toni. Va tenuto presente che il tono I corrisponde a un polso del cuore o una pulsazione facilmente rilevabile dell'arteria carotide.

    Punti di auscultazione del cuore

    L'aspetto dei toni, così come altri suoni nel cuore, come già accennato, è principalmente associato alle oscillazioni delle valvole cardiache, che si trovano tra gli atri ei ventricoli e tra i ventricoli e i grandi vasi. Ogni foro della valvola corrisponde a un punto di ascolto specifico. Questi punti non coincidono del tutto con i punti in cui le valvole sono proiettate sulla parete toracica anteriore. I suoni dalle aperture delle valvole vengono condotti attraverso il flusso sanguigno.

    Sono stati stabiliti i seguenti punti per il miglior ascolto delle valvole cardiache:

    1. valvola mitrale - l'apice del cuore;
    2. valvola tricuspide: la parte inferiore del corpo dello sterno;
    3. valvola aortica - il secondo spazio intercostale a destra al bordo dello sterno;
    4. valvola polmonare - il secondo spazio intercostale a sinistra sul bordo dello sterno;
    5. il cosiddetto punto V - il terzo spazio intercostale a sinistra nello sterno; l'auscultazione di quest'area consente di sentire più chiaramente il soffio diastolico che si verifica con insufficienza della valvola aortica.

    II tono e le sue componenti associate al collasso delle valvole semilunari dell'aorta e delle valvole arteriose polmonari sono sempre meglio ascoltate e sono valutate dal quadro auscultatorio nel secondo spazio intercostale a sinistra oa destra al bordo dello sterno. Il tono, associato principalmente alla tensione dei lembi della valvola mitrale, viene valutato mediante auscultazione all'apice del cuore, oltre che al bordo inferiore dello sterno. Quindi, parliamo di rafforzamento o indebolimento dell'II tono ascoltando sulla base del cuore (secondo spazio intercostale) e di rafforzare o indebolire il tono di io - ascoltando all'apice. Se il II tono è costituito da due componenti quando si ascolta sulla base del cuore, possiamo parlare della sua biforcazione. Se ascoltiamo un componente aggiuntivo dopo il II tono all'apice, non dovremmo parlare di scissione o biforcazione del II tono, ma della comparsa di un tono aggiuntivo dopo il II tono e ovviamente associato ad oscillazioni valvolari.

    Il volume dei suoni cardiaci può cambiare principalmente sotto l'influenza di fattori non cardiaci. Possono essere uditi peggio con un aumento dello spessore del torace, in particolare a causa di una maggiore massa muscolare, con l'accumulo di liquido nella cavità pericardica. Al contrario, con un torace più sottile negli individui magri e soprattutto con un ritmo più veloce (movimento della valvola più veloce), i suoni cardiaci possono essere più forti..

    Nei bambini e negli astenici, a volte è possibile ascoltare i toni III e IV.

    Il tono III si sente presto (in 0,15 s) dopo il tono II. È causato dalle vibrazioni del muscolo ventricolare durante il loro rapido riempimento passivo di sangue (dagli atri) all'inizio della diastole.

    Il tono IV si verifica prima del tono I alla fine della diastole dei ventricoli ed è associato al loro rapido riempimento a causa delle contrazioni atriali.

    Cambiamenti patologici nei suoni cardiaci

    L'indebolimento di entrambi i toni può essere osservato con un danno diffuso pronunciato al miocardio ventricolare e una diminuzione della loro contrattilità.

    L'indebolimento del tono I all'apice del cuore si osserva anche con danni alle valvole cardiache, principalmente mitrale, e anche tricuspide, che porta all'assenza del cosiddetto periodo delle valvole chiuse e una diminuzione della componente valvolare del tono I. Il tono si indebolisce anche con grave insufficienza cardiaca a causa di una diminuzione della sua componente muscolare.

    Il rafforzamento del tono I può essere osservato con una diminuzione del riempimento dei ventricoli all'inizio della sistole a causa della sua componente muscolare, in cui il tono I è spesso definito come "battito di mani".

    Si osservano fluttuazioni significative nell'intensità del tono I con fibrillazione atriale dovute a differenze nelle pause diastoliche, quindi, nel riempimento del ventricolo sinistro.

    L'indebolimento dell'II tono si verifica a bassa pressione nei grandi vasi, una diminuzione del riempimento del sangue. L'indebolimento dell'II tono può verificarsi quando le valvole dell'aorta e dell'arteria polmonare sono danneggiate, il che porta a una violazione del loro collasso.

    II tono aumenta con l'aumentare della pressione in grandi vasi - l'aorta o l'arteria polmonare; in questo caso si parla di un accento del II tono, rispettivamente, sull'una o sull'altra nave. In questo caso, il tono II, ad esempio, a destra dello sterno si sente come significativamente più intenso rispetto a sinistra e viceversa. L'accento dell'II tono è spiegato dalla chiusura più rapida delle valvole corrispondenti e da un suono più forte, che viene percepito durante l'auscultazione. L'enfasi dell'II tono sull'aorta è determinata dall'ipertensione arteriosa, nonché da pronunciati cambiamenti sclerotici nell'aorta con una diminuzione dell'elasticità delle sue pareti. L'enfasi del II tono sull'arteria polmonare è determinata quando la pressione in essa aumenta nei pazienti con difetti mitralici e cuore polmonare.

    La biforcazione dei toni si riferisce a quando i loro componenti principali vengono catturati separatamente. La biforcazione dell'II tono è di solito dichiarata. Può essere associato allo sbattere non simultaneo delle valvole dell'aorta e dell'arteria polmonare, che è associato a una diversa durata della contrazione dei ventricoli sinistro e destro a causa dei cambiamenti rispettivamente nella circolazione grande e polmonare. Con un aumento della pressione, ad esempio, nell'arteria polmonare, la seconda componente dell'II tono è associata a un successivo collasso della valvola arteriosa polmonare. Inoltre, la biforcazione del secondo tono è associata ad un aumento del volume sanguigno nel cerchio piccolo o grande della circolazione sanguigna..

    Una leggera biforcazione del II tono, come sempre, udibile alla base del cuore, cioè nel secondo spazio intercostale, può verificarsi anche in condizioni fisiologiche. Con un respiro profondo, a causa di un aumento del flusso sanguigno al cuore destro, la durata della sistole del ventricolo destro può essere leggermente più lunga di quella del sinistro, e quindi la scissione dell'II tono si sente sull'arteria polmonare e la sua seconda componente è associata al collasso della valvola dell'arteria polmonare. Questa divisione fisiologica dell'II tono si sente meglio nei giovani..

    Il collasso tardivo della valvola arteriosa polmonare rispetto alla valvola aortica viene rilevato con espansione del ventricolo destro, ad esempio, con stenosi dell'apertura dell'arteria polmonare o in violazione della conduzione dell'eccitazione lungo la gamba destra del fascio atrioventricolare (His bundle), che porta anche al collasso tardivo delle valvole di questa valvola.

    Con un difetto del setto interatriale, un aumento del volume del sangue nell'atrio destro, e quindi nel ventricolo destro, porta ad un'ampia divisione del II tono, ma poiché l'atrio destro e sinistro con un tale difetto sono in comunicazione costante, il volume del sangue del ventricolo sinistro e destro fluttua a questo proposito in una direzione e coincide con il ciclo respiratorio. Ciò porta a una divisione fissa del tono II sull'arteria polmonare, che è patognomonica per un difetto del setto interatriale..

    Nell'ipertensione polmonare in pazienti con malattie polmonari croniche, la scissione del tono II è meno pronunciata e distinta, poiché il ventricolo destro (sebbene funzioni contro l'aumento della pressione nei polmoni) è solitamente ipertrofico, e quindi la sua sistole non si allunga.

    I suoni cardiaci accessori si verificano per molte ragioni. L'apertura della valvola mitrale è generalmente silenziosa all'inizio della diastole. Quando i lembi della valvola mitrale vengono sclerosi in pazienti con stenosi mitralica, la loro apertura all'inizio della diastole è limitata, quindi il flusso sanguigno provoca oscillazioni di questi lembi, percepiti come un tono aggiuntivo. Questo tono si sente poco dopo il secondo tono, ma solo all'apice del cuore, che indica la sua connessione con le oscillazioni della valvola mitrale. Un tono simile di apertura della valvola tricuspide si sente nella parte inferiore dello sterno, ma piuttosto raramente.

    I toni sistolici di espulsione si sentono poco dopo il 1 ° tono cardiaco, sorgono in connessione con le vibrazioni della valvola aortica o polmonare, quindi si sentono meglio nel secondo spazio intercostale a sinistra oa destra sul bordo dello sterno. Il loro aspetto è anche associato alla comparsa di oscillazioni nelle pareti di grandi vasi, specialmente durante la loro espansione. Il tono di espulsione aortica si sente meglio nella punta dell'aorta. È più spesso combinato con stenosi aortica congenita. La biforcazione del tono I può essere osservata con una violazione della conduzione intraventricolare lungo le gambe del fascio atrioventricolare, che porta a un ritardo nella sistole di uno dei ventricoli.

    I trapianti di valvola aortica o mitrale sono ormai abbastanza comuni. Viene utilizzata una valvola a sfera artificiale o una protesi biologica. Le valvole meccaniche producono due segnali acustici in ogni ciclo cardiaco, un tono di apertura e uno di chiusura. Con una protesi mitrale, si sente un forte tono di chiusura dopo il 1 ° tono cardiaco. Il tono di apertura segue il tono II, come nella stenosi mitralica.

    Il ritmo di galoppo è un ritmo cardiaco a tre membri, che si sente sullo sfondo della tachicardia, cioè un ritmo accelerato, e indica un grave danno al miocardio ventricolare. Un tono aggiuntivo al ritmo del galoppo può essere sentito alla fine della diastole (prima del tono I) - ritmo del galoppo presistolico e all'inizio della diastole (dopo il tono II) - ritmo del galoppo protodiastolico. Il ritmo del galoppo è determinato all'apice del cuore o al terzo - quarto spazio intercostale a sinistra allo sterno.

    L'origine di questi toni aggiuntivi è associata al rapido riempimento dei ventricoli all'inizio della diastole (tono III aggiuntivo) e durante la sistole atriale (tono IV aggiuntivo) in condizioni di proprietà del miocardio fortemente modificate con una violazione della sua estensibilità. Quando si verificano, sullo sfondo della tachicardia, si sentono dei suoni, il cui ritmo ricorda il galoppo di un cavallo in corsa. Allo stesso tempo, questi suoni cardiaci III e IV vengono spesso ascoltati quasi contemporaneamente, causando la formazione di un ritmo a tre membri. A differenza dei normali suoni cardiaci III e IV, che si trovano nei giovani con una frequenza cardiaca normale, il ritmo di galoppo si verifica in caso di grave danno miocardico con dilatazione del ventricolo sinistro e sintomi di insufficienza cardiaca.

    Un tono aggiuntivo che precede il primo tono sullo sfondo di un ritmo cardiaco relativamente raro può talvolta essere sentito nelle persone anziane con un cuore poco cambiato. I toni III e IV, compresi quelli corrispondenti al ritmo del galoppo, si sentono meglio nella posizione del paziente sul lato sinistro.

    Auscultazione del cuore. Esame vascolare

    Teoria della propedeutica delle malattie interne. Auscultazione del cuore: regole, punti; i suoni del cuore, il loro cambiamento; mormorii al cuore; misurazione della pressione sanguigna, polso arterioso...

    Durante la creazione di questa pagina, è stata utilizzata una conferenza sull'argomento pertinente, compilata dal Dipartimento di medicina interna dell'Università medica statale di Bashkir

    L'auscultazione del cuore è un metodo di ricerca clinica basato sull'ascolto dei suoni generati durante il lavoro del cuore..

    Regole di auscultazione

    Regole di base per l'auscultazione del cuore:

    1. mantenere la stanza tranquilla e calda;
    2. eseguita in posizione orizzontale e verticale del paziente e, se necessario, dopo fisica. carichi;
    3. ascoltare il cuore sia con la respirazione calma e superficiale del paziente, sia trattenendo il respiro dopo la massima espirazione.

    Regole di auscultazione

    I fenomeni sonori associati alla patologia della valvola mitrale vengono ascoltati nella posizione sul lato sinistro e l'aorta - in posizione eretta e inclinata in avanti con le braccia alzate.

    La proiezione delle valvole cardiache sulla parete toracica anteriore:

    1. La proiezione della valvola bicuspide è a sinistra in corrispondenza dello sterno nella zona di attacco della III costola;
    2. La proiezione della valvola tricuspide è sullo sterno, a metà della distanza tra il punto di attacco allo sterno della cartilagine della III costola a sinistra e la cartilagine della costola a V a destra;
    3. La valvola polmonare è proiettata nel II spazio intercostale a sinistra dello sterno;
    4. Valvola aortica - al centro dello sterno a livello III della cartilagine costale.

    Ricorda!

    Per sincronizzare i fenomeni sonori con le fasi di sistole e diastole, è necessario palpare contemporaneamente l'arteria carotide destra del paziente con la mano sinistra, la cui pulsazione coincide praticamente con la sistole ventricolare.

    Punti di auscultazione del cuore

    1. I fenomeni sonori associati all'attività della valvola mitrale sono meglio condotti all'apice del cuore;
    2. Nell'II spazio intercostale a destra dello sterno - suoni della valvola aortica;
    3. Nell'II spazio intercostale a sinistra dello sterno - suoni dalla valvola dell'arteria polmonare;
    4. Alla base del processo xifoideo, sono meglio definiti i fenomeni sonori derivanti dal funzionamento della valvola tricuspide;
    5. Il quinto punto - il punto di Botkin - Erb, nello spazio intercostale IV - serve per l'ascolto aggiuntivo delle valvole mitrale e aortica

    Toni di cuore

    Il tono I (sistolico) si manifesta principalmente nella fase di contrazione isovolumetrica dei ventricoli del cuore.

    Componenti del tono del cuore I.

    1. componente valvola;
    2. gastrico o muscolare (un forte aumento della pressione nel ventricolo durante la contrazione isovolumetrica);
    3. vascolare (fluttuazioni delle sezioni iniziali dei grandi vasi quando vengono allungate con il sangue nella fase di espulsione);
    4. atriale (fluttuazioni associate alla contrazione atriale).

    II tono cardiaco (diastolico) si verifica all'inizio della diastole ventricolare a causa di:

    1. collasso delle cuspidi semilunari della valvola aortica e del tronco polmonare (componente valvolare);
    2. vibrazioni delle pareti delle sezioni iniziali di questi vasi (componente vascolare).

    Cambiare i suoni del cuore

    1. cambiare il volume dei toni principali (I e II);
    2. scissione (biforcazione) dei toni principali;
    3. l'aspetto di toni aggiuntivi:
    4. Toni III e IV,
    5. toni di apertura della valvola mitrale,
    6. tono sistolico aggiuntivo (clic)
    7. e il cosiddetto tono pericardico.

    Volume tono normalmente dipende dai seguenti fattori:

    1. Dalla tenuta della camera dei ventricoli durante il periodo di contrazione isovolumetrica (dalla tenuta della chiusura delle valvole atrioventricolari);
    2. Dalla velocità e dalla forza di contrazione dei ventricoli nella fase di contrazione isovolumetrica, che è determinata da:
      1. l'intensità e la velocità dei processi metabolici nel miocardio (la capacità contrattile del muscolo cardiaco);
      1. il valore del volume sistolico del ventricolo: più il ventricolo è pieno, minore è la velocità della sua contrazione;
      1. sulla densità delle strutture coinvolte nei movimenti oscillatori, principalmente sulla densità delle valvole atrioventricolari;
      1. dalla posizione delle cuspidi delle valvole atrioventricolari immediatamente prima dell'inizio della fase di contrazione isovolumetrica.

    Tono di volume II normalmente dipende dai seguenti fattori:

    1. dalla tenuta della chiusura delle valvole semilunari dell'aorta e dell'arteria polmonare;
    2. dalla velocità di chiusura e dall'oscillazione di queste valvole durante il periodo protodiastolico, che a sua volta dipende da:
      1. livello di pressione sanguigna nel grande vaso,
      1. la velocità di rilassamento del miocardio ventricolare;
      1. sulla densità delle strutture coinvolte nei movimenti oscillatori, principalmente sulla densità delle valvole semilunari, nonché sulle pareti dei grandi vasi;
      1. dalla posizione delle cuspidi delle valvole semilunari immediatamente prima dell'inizio del periodo protodiastolico.

    Le ragioni dell'indebolimento del tono I:

    1. chiusura che perde delle valvole atrioventricolari (con insufficienza delle valvole mitrale o tricuspide);
    2. un forte rallentamento della contrazione ventricolare e un aumento della pressione intraventricolare con una diminuzione della contrattilità miocardica in pazienti con insufficienza cardiaca e danno miocardico acuto;
    3. un significativo rallentamento della contrazione del ventricolo ipertrofico (con stenosi dell'apertura aortica);
    4. posizione insolita delle cuspidi della valvola atrioventricolare appena prima dell'inizio della contrazione ventricolare isovolumetrica.

    Guadagna tono:

    1. Un aumento della velocità di contrazione isovolumetrica dei ventricoli (con tachicardia o tireotossicosi, quando aumenta la velocità di tutti i processi metabolici nel corpo, compreso il cuore);
    2. Consolidamento delle strutture del cuore coinvolte nelle vibrazioni e formazione del tono I (con stenosi mitralica).

    Il suono forte (battito di mani) I con stenosi mitralica è causato sia dalla compattazione delle cuspidi della valvola mitrale stessa, che oscilla con maggiore frequenza, sia da una variazione della velocità di contrazione del ventricolo sinistro e della forma della curva della pressione intraventricolare.

    Le ragioni per l'indebolimento del II tono cardiaco:

    1. violazione della tenuta della chiusura delle valvole semilunari dell'aorta e dell'arteria polmonare;
    2. diminuzione della velocità di chiusura delle valvole semilunari a:
      1. SC, accompagnato da una diminuzione del tasso di rilassamento ventricolare
      1. abbassamento della pressione sanguigna;
    3. fusione e ridotta mobilità delle cuspidi delle valvole semilunari (con stenosi valvolare dell'apertura aortica).

    Rafforzamento (accento) II tono cardiaco

    Ragioni per il rafforzamento sull'aorta:

    1. aumento della pressione sanguigna di varia origine (a causa di un aumento del tasso di collasso dei lembi della valvola aortica);
    2. indurimento dei lembi della valvola aortica e delle pareti aortiche (aterosclerosi, aortite sifilitica).

    Ragioni per rafforzare l'arteria polmonare:

    1) aumento della pressione nell'arteria polmonare (con stenosi mitralica, cuore polmonare, insufficienza cardiaca ventricolare sinistra).

    Suoni cardiaci spaccati:

    Il motivo principale per la scissione del suono cardiaco I è la chiusura asincrona e le oscillazioni delle valvole mitrale (M) e tricuspide (T) (blocco del ramo destro del fascio).

    Suoni cardiaci aggiuntivi

    III suono cardiaco si verifica alla fine della fase di riempimento rapido dei ventricoli in 0,16 - 0,20 sec. dopo l'II tono. È causato da uno shock idraulico contro la parete del ventricolo di una porzione di sangue che si muove sotto l'azione di un gradiente di pressione dall'atrio al ventricolo.

    Il suono cardiaco IV si verifica durante la sistole atriale attiva, ad es. subito prima del tono. È causato da uno shock idraulico di una porzione di sangue proveniente dall'atrio contro la parte anteriore superiore del sangue che ha riempito il ventricolo durante le fasi precedenti di riempimento veloce e lento..

    Ricorda!

    Il tono (clic) dell'apertura della valvola mitrale insieme al tono di battito I e al tono II accentuato sull'arteria polmonare formano una peculiare melodia di stenosi mitralica, chiamata "ritmo della quaglia" e simile al canto di una quaglia "sleep-it's time".

    Mormorii al cuore

    I soffi cardiaci sono suoni relativamente di lunga durata che si verificano durante il flusso sanguigno turbolento.

    3 parametri emodinamici che determinano la possibilità di rumore:

    1. Diametro dell'apertura della valvola o del lume del vaso;
    2. Velocità del flusso sanguigno (lineare o volumetrico);
    3. Viscosità del sangue.

    I mormorii uditi nella regione del cuore sono suddivisi in:

    • intra ed extracardiaco (intra ed extracardiaco);
      • organico e funzionale;
    • sistolica e diastolica.

    Soffi intracardiaci

    1. organico, derivante da un grave danno organico alle valvole e ad altre strutture anatomiche del cuore (IVS e MPP);
    2. soffi funzionali, che non si basano su gravi violazioni delle strutture anatomiche, ma sulla disfunzione dell'apparato valvolare; accelerazione del movimento sanguigno attraverso fori anatomicamente invariati o diminuzione della viscosità del sangue.

    Rumore organico

    Tutti i mormorii intracardiaci organici si formano quando c'è un restringimento, dilatazione o altra ostruzione nell'area delle aperture delle valvole, nelle cavità del cuore o nelle sezioni iniziali dei grandi vasi.

    Quando si rileva il rumore, è necessario determinare:

    1. il rapporto tra rumore e fasi dell'attività cardiaca (sistolica, diastolica, ecc.);
    2. la durata del rumore (breve o lungo);
    3. timbro, volume del rumore in generale e variazione del volume nella fase del ciclo cardiaco;
    4. area di massimo ascolto del rumore;
    5. direzione di conduzione del rumore;
    6. la forma del rumore derivante dalla posizione del corpo, dalle fasi respiratorie e dall'attività fisica.

    Rumore funzionale

    • soffi dinamici, che si basano su un aumento significativo della velocità del flusso sanguigno in assenza di malattie cardiache organiche (soffi dinamici con tireotossicosi, nevrosi cardiaca, stati febbrili);
    • soffi anemici causati da una diminuzione della viscosità del sangue e una certa accelerazione del flusso sanguigno in pazienti con anemia di varia origine.

    Ricorda!

    1. I soffi funzionali dinamici e anemici si verificano in assenza di qualsiasi cardiopatia organica e pertanto sono chiamati soffi "innocenti".
    2. Tutti i soffi funzionali ("innocenti") sono sistolici
    3. Rumori innocenti:
      • instabili, cambiano quando cambia la posizione del corpo e durante la respirazione,
      • breve, breve,
      • non sono tenuti lontano dal luogo di massimo ascolto,
      • rumori non ruvidi, più spesso morbidi, soffianti, delicati,
      • non sono accompagnati da una forte ipertrofia miocardica, dilatazione delle cavità e altri segni di cardiopatia organica.

    Soffi extracardiaci (extracardiaci)

    Il rumore di attrito pericardico si verifica quando la superficie degli strati pericardici diventa irregolare, ruvida. Questo si osserva quando:

    1. pericardite secca (fibrinosa);
    2. pericardite asettica in pazienti con infarto miocardico acuto;
    3. pericardite uremica in pazienti con insufficienza renale.

    Il rumore di attrito pericardico si sente durante la sistole e la diastole e ricorda lo scricchiolio della neve, il fruscio della carta o la molatura, il graffio.

    Ricorda!

    I soffi da attrito pericardico differiscono dai soffi intracardiaci nei seguenti modi:

    1. è più spesso ascoltato in un'area limitata, solitamente nella zona di assoluta ottusità del cuore, e non viene eseguito da nessuna parte;
    2. aumenta premendo con uno stetofonendoscopio sulla parete toracica anteriore;
    3. è un fenomeno sonoro molto volubile;
    4. si sente in entrambe le fasi dell'attività cardiaca (sistole e diastole).

    Il soffio pleuropericardico si verifica con l'infiammazione della pleura, direttamente adiacente al cuore, a causa dell'attrito dei fogli pleurici l'uno contro l'altro, in sincronia con le contrazioni cardiache.

    Ricorda!

    Il soffio pleuropericardico deve essere distinto dal soffio da attrito pericardico nei seguenti modi:

    1. di solito è sentito sul bordo sinistro della relativa ottusità del cuore;
    2. aumenta all'altezza di un respiro profondo;
    3. si indebolisce o scompare con la massima espirazione e trattenendo il respiro.

    Determinazione delle proprietà del polso arterioso

    Proprietà del polso arterioso:

    1. sincronicità su entrambe le mani,
    2. condizione della parete vascolare,
    3. frequenza,
    4. ritmo,
    5. voltaggio,
    6. Riempimento,
    7. grandezza,
    8. il modulo.

    Ricorda!

    Il pulsus differens si osserva nelle malattie obliteranti unilaterali delle grandi arterie e con compressione esterna di grandi vasi arteriosi (aneurisma dell'aorta, tumore mediastinico, espansione dell'atrio sinistro con stenosi mitralica, ecc.).

    Pulsus deficiens, deficit di polso, cioè la differenza tra il numero di contrazioni cardiache e la frequenza del polso appare con alcuni disturbi del ritmo cardiaco (fibrillazione atriale, extrasistole frequente, ecc.) E indica una diminuzione della funzionalità del cuore.

    Misurazione della pressione sanguigna

    La pressione sanguigna sistolica è la pressione massima nel sistema arterioso sviluppata durante la sistole ventricolare sinistra. È dovuto principalmente alla gittata sistolica del cuore e all'elasticità dell'aorta e delle grandi arterie..

    La pressione sanguigna diastolica è la pressione minima nelle arterie durante la diastole del cuore. È in gran parte determinato dall'entità del tono delle arterie periferiche..

    La pressione sanguigna del polso è la differenza tra la pressione sanguigna sistolica e diastolica.


    Articolo Successivo
    "Tasso di ESR nelle donne: una tabella di indicatori per età e cause delle deviazioni"