ALT e AST nell'epatite C: comportamento degli enzimi nell'infezione da epatite


L'epatite C, in contrasto con l'epatite B, viene poeticamente definita dai medici "il killer affettuoso". Ha ricevuto questo nome perché è caratterizzato da un decorso lieve e asintomatico, dall'assenza di grave intossicazione e ittero, e procede con manifestazioni così minori che spesso possono essere scambiate per un leggero malessere.

Ma dopo pochi anni, e talvolta diversi decenni, può manifestarsi immediatamente con le sue complicazioni: cirrosi epatica o anche adenocarcinoma epatocellulare, comunemente chiamato cancro al fegato..

E un aiuto importante nel determinare una possibile infezione è fornito dalla rilevazione nel sangue di enzimi chiamati AST e ALT, o aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi. Consideriamo cosa sono questi enzimi, quali sono i loro valori normali e come la loro determinazione può aiutare nella diagnosi dell'epatite virale in generale e dell'epatite virale C (HCV) in particolare.

Qual è la funzione degli enzimi AST e ALT?

Nelle cellule degli organi interni sono attivi vari processi biochimici e richiedono decine e centinaia di enzimi che li accelerano in modo significativo. ALT e AST appartengono a un gruppo di enzimi - transaminasi, che accelerano il trasferimento di gruppi amminici da un amminoacido all'altro, prendendo parte all'approvvigionamento energetico delle cellule, che dovrebbero ricevere quanta più energia possibile. Si tratta di cellule del muscolo scheletrico, cellule del miocardio, epatociti o cellule del fegato e alcune altre strutture.

Le transaminasi sono enzimi intracellulari. Ciò significa che nel plasma sanguigno si trovano in una quantità residua in tracce e la loro concentrazione principale è concentrata all'interno delle cellule. Un aumento dei livelli plasmatici di ALT e AST si verifica solo quando si verifica una massiccia distruzione cellulare.

Un livello normale di enzimi significa che qualsiasi cellula invecchia e muore "in modo pianificato", e il rilascio di enzimi da esse è ancora inevitabile, ma questo livello di fondo non dovrebbe spaventare nessuno. Quali sono i valori normali degli enzimi accettati nella pratica clinica di laboratorio?

Valori di riferimento, norma ALT e AST

I valori di riferimento, o limiti normali, per questi enzimi sono molto vicini tra loro. Pertanto, nelle donne adulte di età superiore ai 17 anni, il valore dell'aspartato aminotransferasi nel plasma sanguigno dovrebbe essere inferiore a 31 unità per litro (U / L) e negli uomini - inferiore a 37 U / L. Per ALT, o alanina aminotransferasi, gli indicatori sono molto simili: per le donne adulte - meno di 31 unità e per gli uomini adulti - meno di 41.

Questa leadership maschile è facile da spiegare. Una quantità significativa di questi enzimi si trova nel tessuto muscolare e gli uomini hanno più massa muscolare rispetto alle donne. E la massa del fegato maschile supera quasi sempre la massa di questo organo nelle donne..

Quali valori enzimatici sono considerati elevati? Nel caso in cui il livello degli enzimi aumenti fino a un valore di cinque volte, questo può essere considerato un aumento moderato, un aumento di dieci volte è una sindrome biochimica di gravità moderata e se il livello degli enzimi "si sposta" per più di dieci volte i valori, allora questo indica lo sviluppo di iperenzimemia grave.

Ma allo stesso tempo, non si dovrebbe pensare che una sindrome biochimica grave significhi automaticamente una condizione clinica grave. Quindi, nell'epatite virale acuta B, il livello dell'enzima ALT può superare i 500 U / L, ma allo stesso tempo il paziente può essere abbastanza efficiente, stare in piedi e provare solo un lieve malessere.

Ma questa apparente buona salute è ingannevole: un'alta concentrazione dell'enzima indica direttamente il grado di danno d'organo. La massiccia disintegrazione degli epatociti o delle cellule del fegato è chiamata sindrome da citolisi e un aumento significativo degli enzimi ALT e AST è un marker diretto o, come dicono i medici, patognomonico di questa sindrome.

Perché la concentrazione di questi enzimi nel plasma sanguigno aumenta??

È stato detto sopra che un aumento degli enzimi nel plasma sanguigno non parla solo di danni al fegato e presenza di epatite virale. Ci sono molte transaminasi nel miocardio e specialmente nei muscoli scheletrici. Come determinare se è il fegato a soffrire? È qui che viene in soccorso un semplice coefficiente, chiamato coefficiente di de Ritis..

Questo è il semplice rapporto tra alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi, ALT e AST. Tutto diventa chiaro se aggiungiamo che l'ALT si trova principalmente nel fegato e l'AST nel miocardio, nei muscoli scheletrici, nella milza, nei reni e in altri organi. Nel caso in cui questo coefficiente superi 1,33, si dovrebbe sospettare il fegato e, se è inferiore, il tessuto muscolare.

Il numero di malattie e condizioni in cui aumentano ALT e AST è davvero grande.

Ecco qui alcuni di loro:

  • epatite virale acuta,
  • qualsiasi danno alle cellule del fegato, compreso l'alcol,
  • tumori al fegato,
  • cirrosi,
  • tonsillite linfocitica o mononucleosi,
  • lesioni cardiache e muscolari,
  • ustioni estese,
  • infarto miocardico,
  • duro lavoro muscolare,
  • febbre molto alta e ipertermia,
  • prendendo farmaci epatotossici,
  • ipossia e shock,
  • pancreatite,
  • anemia emolitica.

Tra tutte le varie ragioni, ci concentreremo sull'epatite virale pigra C e mostreremo come, usando l'analisi delle transaminasi, si può sospettare un'epatite virale dopo che il virus è entrato nel corpo e inviare il paziente a un ulteriore esame.

Il comportamento degli enzimi in caso di infezione da epatite virale C

L'epatite virale C è insidiosa non solo per l'assenza di ittero. Immediatamente dopo l'infezione, i parametri biochimici, comprese le transaminasi, non cambiano o aumentano solo leggermente. Ciò significa che le transaminasi possono aumentare fino a 50-60 unità, sullo sfondo di un completo benessere, e quindi non tutti faranno un esame del sangue. E qui emergono i dati dell'anamnesi..

Se una persona ha rapporti sessuali promiscui o usa droghe per via endovenosa, il rischio di infezione è molto più alto. Ma anche una persona normale può avere un'infezione accidentale attraverso trasfusioni di sangue, plasma, varie operazioni, come interventi cosmetici in cliniche private, emodialisi cronica a lungo termine e così via..

L'aumento di ALT e AST nell'epatite C è molto spesso irregolare. Il primo aumento si sviluppa due o tre settimane dopo l'infezione. Questa volta cade alla fine del periodo di incubazione e coincide con la sintesi attiva dei virioni nelle cellule epatiche. In questo caso si osserva una citolisi iniziale, ma dopo alcuni giorni la sua intensità diminuisce.

Il successivo aumento di ALT e AST nell'epatite C si verifica in uno e mezzo o due mesi. Testimonia la seconda ondata di sindrome da citolisi, in cui le particelle virali già pronte rientrano nel flusso sanguigno e gli indicatori aumentano, in media, 8-10 volte. Quindi, l'ALT nell'epatite C può raggiungere valori di 300 - 400 U / L, raramente superiori, poiché il virus ha proprietà immunogeniche deboli e non c'è "lotta" contro la citolisi alta, come nell'epatite virale acuta B.

Sul valore diagnostico di ALT e AST e sulla prognosi

Naturalmente, il modo più corretto di diagnosi di laboratorio dell'epatite virale C non sarà solo la determinazione delle transaminasi, ma, prima di tutto, l'identificazione del materiale ereditario - l'RNA del virus mediante PCR. Più tempo è passato dal momento della presunta infezione, maggiori sono le possibilità di rilevare anche le immunoglobuline di classe M, o anticorpi a risposta rapida, che a quel tempo potrebbero già essersi accumulati ed essere nel plasma sanguigno.

Naturalmente, se lo stato di salute del paziente peggiora, compaiono sintomi di intossicazione e, inoltre, segni di ittero, allora può andare ed essere esaminato indipendentemente, dopo aver superato la PCR per tutte le epatiti virali, inclusa l'epatite C.E questo è il motivo per cui il paziente ha un ovvio, nella forma itterica l'attività delle transaminasi non avrà più un valore diagnostico così elevato. Indica semplicemente il decadimento delle cellule del fegato, niente di più.

Allo stesso modo, anche i bassi numeri di transaminasi sono prognosticamente inaffidabili se presi isolatamente. Va ricordato che quando la necrosi fulminante o fulminante dell'intero tessuto epatico si sviluppa nell'epatite acuta, la concentrazione di enzimi nel plasma sanguigno aumenta leggermente, nonostante una prognosi estremamente sfavorevole, poiché il contenuto delle cellule semplicemente non ha il tempo di entrare nel sangue.

Nei pazienti con grave cirrosi epatica, la concentrazione di ALT e AST generalmente inizia a diminuire bruscamente quando si instaura lo stadio terminale dell'insufficienza epatica. Ciò è dovuto al fatto che non ci sono cellule praticamente sane nel fegato e non c'è semplicemente nulla da decadere.

Pertanto, in conclusione, possiamo dire che la determinazione di ALT e AST è uno dei collegamenti necessari nella diagnosi di qualsiasi danno epatico, compresa l'epatite virale acuta o cronica. Ma questo studio è di routine e consente solo di sospettare la citolisi e la sua causa dovrebbe essere cercata utilizzando altri metodi di diagnostica di laboratorio e strumentale..

Indicazioni ALT e AST per l'epatite C.

Per l'epatite C, AST e ALT devono essere monitorati regolarmente. I loro valori mostrano quanto sia efficace il trattamento e se sia necessario un aggiustamento. Questi enzimi sono identificati da esami del sangue di laboratorio. Per ottenere risultati affidabili, il paziente deve prepararsi con cura prima di superare l'analisi..

Panoramica sull'epatite C

Lo sviluppo di questa malattia si verifica sullo sfondo dell'infezione del corpo con un virus speciale che ha una capacità unica di mutare. In altre parole, questo agente crea la sua prole con proprietà antigeniche completamente diverse. Inoltre, formano la "loro" sottospecie, che ha anche caratteristiche specifiche..

Pertanto, si scopre che con lo sviluppo dell'epatite C nel corpo umano, circa 40 diverse sottospecie del virus possono moltiplicarsi attivamente, a seguito della quale l'immunità cessa di far fronte al compito prefissato. Dopotutto, mentre lui “determina” quali anticorpi ha bisogno di produrre per superare alcuni agenti, ne compaiono altri. E così via in cerchio finché il sistema immunitario non esaurisce le sue risorse.


Recentemente, questa malattia è diffusa tra le persone di età compresa tra 30 e 50 anni. E, come mostrano le statistiche, più del 40% di loro ha contratto un'infezione attraverso l'uso di droghe per via endovenosa. Il virus viene trasmesso con il sangue. Pertanto, puoi anche essere infettato da esso:

  • nei saloni durante il tatuaggio o il tatuaggio;
  • in un ospedale in cui vengono violati gli standard sanitari, ad esempio, quando si superano i test di laboratorio;
  • con trasfusione di sangue.

Il virus dell'epatite C non può esistere al di fuori del corpo, quindi non viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Se l'infezione si è verificata nella vita di tutti i giorni, c'è un contatto diretto con un fluido biologico infetto. Un esempio di ciò è il trattamento di ferite e tagli da una persona sana in una persona malata, o viceversa..

Per quanto riguarda la sintomatologia, appare solo dopo l'adattamento dell'agente patogeno a nuove condizioni per esso. Il periodo di incubazione può durare da 14 a 28 giorni. E alla fine di questo periodo compaiono i primi segni della malattia, che sono espressi nella forma:

  • aumento della fatica;
  • disturbi dell'apparato digerente;
  • dolori muscolari.

Il quadro sintomatico è, di regola, scarsamente espresso e questo è irto di una visita prematura dal medico, poiché di solito le persone scrivono le loro condizioni come stanchezza e superlavoro. Di conseguenza, la malattia assume un decorso cronico e nell'80% dei casi porta allo sviluppo di cirrosi e cancro al fegato..

È importante sapere! A differenza di altre forme di malattia, con l'epatite C, non c'è mai un aumento della temperatura corporea e l'ingiallimento della pelle..

L'importanza dei test di laboratorio

ALT e AST sono enzimi speciali, il cui livello dipende direttamente dalla funzionalità del fegato. I loro indicatori sono molto importanti, poiché solo loro possono "dire" quanto l'organo è interessato e quanto vale la pena aggiustare il trattamento.

È importante sapere! Queste sostanze sono necessarie per la formazione degli amminoacidi, che sono coinvolti in quasi tutti i processi nel corpo umano..

La maggior parte di essi è sintetizzata dal fegato, tuttavia, anche altri organi interni sono coinvolti nella loro produzione, quindi un aumento del livello di ALT e AST non è ancora un fatto affidabile dello sviluppo dell'epatite. Tali indicatori possono indicare altre malattie e per fare una diagnosi accurata, il paziente dovrà sottoporsi a un esame completo..

Ma se la malattia è già stata diagnosticata, il livello di questi enzimi dovrebbe essere monitorato regolarmente, poiché questo è l'unico modo per tracciare il decorso della malattia e prendere le misure necessarie in modo tempestivo con la sua forte progressione.

Cos'è l'alanina aminotransferasi (ALT)?

Questa sostanza si trova direttamente nelle cellule del fegato. Normalmente, il suo livello non dovrebbe superare (U / l):

  • 18 negli uomini;
  • 15 nelle donne;
  • da 22 a 38 nei bambini, a seconda dell'età.

Se i processi patologici sono attivati ​​nell'organo, durante i quali si verifica la morte degli epatociti, l'alanina aminotransferasi in essi entra nel sangue, quindi, negli studi di laboratorio, si nota un aumento significativo del suo livello.

Un forte aumento o diminuzione degli indicatori di ALT può anche segnalare lo sviluppo di altre malattie, perché questo enzima prende parte attiva alla formazione dell'amminoacido alanina, necessaria per il normale funzionamento del sistema nervoso centrale e dell'immunità, per il controllo della regolazione del metabolismo e per la formazione dei linfociti.

Con la progressione attiva dell'epatite C, il livello di alanina aminotransferasi è sempre sovrastimato. Inoltre, raggiunge i suoi valori massimi in circa 2-3 settimane dal momento dell'infezione del corpo e ritorna ai valori normali dopo 1-1,5 mesi. Quando ciò non accade, segnala la transizione della malattia in una forma cronica. In questo caso, i risultati di ALT elevati (500-3000 U / l) negli esami del sangue di laboratorio vengono costantemente rilevati.

Cos'è l'aspartato aminotransferasi (AST)?

Gli indicatori di questo enzima sono meno informativi, poiché è contenuto in piccole quantità nelle cellule del fegato. La maggior parte è concentrata nei muscoli e nelle terminazioni nervose, quindi un aumento del suo livello può verificarsi per vari motivi (ad esempio, quando il tessuto muscolare del cuore o dello stomaco è danneggiato). Con lo sviluppo di processi patologici nel corpo, comprese le infezioni virali, supera sempre l'alanina aminotransferasi di diverse volte.

Norma e livello di ALT e AST nell'epatite C.

Esistono alcuni criteri per gli indicatori delle analisi del sangue che i medici utilizzano quando studiano i risultati dei test prima di fare una diagnosi. Per quanto riguarda questi particolari enzimi, in assenza di malattie epatiche nei bambini, dovrebbero essere entro (U / L):

Età del bambinoALTAST
Fino a 1 mese3832
1-12 mesi2736
Da 1 a 16 anni2231

Negli adulti, è molto più basso:

Genere umanoALTAST
Donnequindici17
Uomini1822

Con lo sviluppo di processi patologici nei tessuti epatici, il livello di queste sostanze aumenta. A seconda di ciò, ci sono 3 fasi dell'enzima:

  • moderato - caratterizzato da un aumento degli indicatori di 1,5-5 volte;
  • medio - 6-10 volte;
  • pesante - 11 o più volte.


Va notato che un aumento dei livelli di ALT e AST si osserva anche negli uomini sani. La ragione di ciò è spesso un'attività fisica intensa. Inoltre, possono verificarsi bruschi salti in questi indicatori sullo sfondo dell'abuso di alcol e dell'uso di farmaci epatotossici. Pertanto, se sono state rilevate anomalie durante gli esami del sangue, per fare una diagnosi accurata, è necessario sottoporsi a un esame completo, inclusi raggi X, ecografi, TC o risonanza magnetica.

Consigli! Altrettanto importante nell'epatite C sono le letture della bilirubina. Grazie a lui, puoi identificare lo stadio della malattia..

Quindi, ad esempio, se è compreso tra 80 e 90 μmol / l, questo indica un leggero danno al fegato. Con una forma media, sale a 170 μmol / l, con una forma grave, anche superiore.

Come donare il sangue correttamente?

Per ottenere valori affidabili di ALT e AST nell'epatite C, il paziente deve prepararsi in anticipo per l'analisi. Viene affittato la mattina, a stomaco vuoto. 2 settimane prima della data prevista dello studio, si raccomanda di interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la funzionalità epatica, nonché, se possibile, di posticipare gli interventi chirurgici (comprese le procedure dentali) e la diagnostica computerizzata (TC, ecografia, ecc.) come il corpo è esposto alle radiazioni. 3 giorni prima del prelievo di sangue, i cibi grassi e le bevande alcoliche dovrebbero essere esclusi dalla dieta. È vietato mangiare e fumare il giorno prima (8 ore prima).

Sintomi di disturbi enzimatici

Le indicazioni di ALT e AST nello sviluppo dell'epatite C sono aumentate, ma questo può essere rilevato solo da test di laboratorio. Ciò non influisce sul benessere di una persona. Ma, dato che il loro brusco salto si verifica sullo sfondo della progressione della malattia, il paziente può essere disturbato da vari disturbi caratteristici di alcune fasi della patologia.

Quindi, ad esempio, nella fase iniziale, non ci sono segni esterni di attivazione di processi patologici nei tessuti del fegato. A volte si possono notare debolezza e nausea. Inoltre, altri sintomi si uniscono, sotto forma di perdita di appetito, sonnolenza, vomito, diarrea, ecc. Se l'epatite si sviluppa sullo sfondo della cirrosi, che si osserva nel 70% dei pazienti, il quadro clinico può essere integrato da dolore, aumento dell'addome, ittero e perdita di peso.

Attenzione! I livelli di ALT e AST non influiscono in alcun modo sul benessere di una persona. I sintomi che si verificano sullo sfondo del loro aumento compaiono solo a causa dello sviluppo della malattia stessa, che ha provocato un forte salto in questi indicatori.

Metodi per normalizzare lo stato

Per normalizzare la conta ematica, devi prima modificare la tua dieta. Una persona deve smettere di mangiare cibi che hanno un grave carico sul fegato. Questi includono:

  • cipolla e aglio;
  • latte grasso, panna, kefir, latte cotto fermentato, yogurt;
  • sottaceti e marinate;
  • pasticceria ricca;
  • cioccolato e cacao;
  • frutta e verdura acide;
  • alcool, bevande gassate.

Allo stesso tempo, per portare il livello di AST e ALT più vicino alla normalità nell'epatite C, si consiglia di introdurre nella dieta porridge di cereali integrali, pesce magro, verdura e frutta. Dovrebbero essere mangiati quotidianamente.

Parallelamente alla dieta, per ridurre questi indicatori, dovresti assumere farmaci che stimolano l'attività del sistema immunitario. In caso di complicazioni, viene prescritta una terapia antibiotica..

L'epatite C è una malattia grave caratterizzata da una progressione costante. Il monitoraggio del livello di AST e ALT in questa patologia consente di determinare il grado di danno epatico e, se necessario, di intraprendere le azioni appropriate in modo tempestivo. Pertanto, si consiglia di eseguire test per assolutamente tutti i pazienti almeno una volta ogni sei mesi. Nella patologia grave, gli esami del sangue di laboratorio vengono prescritti ogni 2-3 mesi.

AST e ALT nell'epatite C

L'epatite C, una pericolosa lesione virale del fegato, viene oggi trattata con successo, soprattutto se è possibile diagnosticare la malattia nelle prime fasi. Tuttavia, la diagnosi è significativamente complicata a causa dell'assenza di sintomi nella forma cronica (la più comune per questa malattia). Molto spesso, la diagnosi si basa sugli esami del sangue.

Ma cosa indicano indicatori come ALT, AST nell'epatite C? Perché si osserva la loro sovrastima? Cosa significa un aumento dell'indice di ALT e AST nell'epatite C? Puoi trovare le risposte in questo articolo..

Metodi di laboratorio per la diagnosi dell'HCV

Prima di scoprire cosa significano i livelli di ALT e AST nell'epatite C, è necessario studiare tutte le misure di base per la diagnosi di HCV. Prima di tutto, vengono eseguiti esami del sangue PCR ed ELISA. Lo studio dei campioni di sangue del paziente basato su questi metodi consente di stabilire il livello di infezione e confermare la diagnosi.

Viene inoltre eseguita una serie di test per verificare la composizione biochimica del sangue. Vengono presi in considerazione gli indicatori:

  • Frazioni di bilirubina. L'enzima Bilirubina è un prodotto metabolico dell'emoglobina. La sua quantità nel plasma sanguigno del paziente determina lo stato del fegato. Più sono le frazioni di bilirubina, più forte è il processo infiammatorio.
  • Transaminasi. A causa della disgregazione delle cellule epatiche, aumenta il livello di ALT e AST, transaminasi umane naturali. Gli enzimi prodotti in questo processo entrano nel flusso sanguigno. A causa di ciò, la malattia può essere rilevata nella fase preclinica..
  • Fosfatasi alcaline. È un elemento di idrolisi naturale. Il suo livello può essere un po 'sovrastimato in giovane età, poiché il corpo del bambino è ancora in crescita.
  • Gemma glutamiltransferasi. Enzima a base di proteine ​​coinvolto nel trasporto degli amminoacidi. Se gli epatociti muoiono naturalmente, la loro velocità aumenta, ma in piccola misura. Un forte aumento del livello di gem-glutamil transferasi indica un danno massiccio ai tessuti del fegato.

Questi indicatori nella diagnosi di HCV sono studiati con grande cura. I più importanti di loro sono ALTi AST.

Stato epatico secondo AST e ALT nell'epatite C.

Il controllo regolare degli indicatori quantitativi degli enzimi nel sangue del paziente consente di determinare la malattia nel tempo e, tramite ALT e AST, determinare lo stato del fegato. È necessario selezionare il miglior regime di trattamento basato su medicinali originali dall'India.

L'alanina aminotransferasi (ALT) è un enzima di tipo intracellulare. Quando gli epatociti iniziano a morire in massa, un'enorme quantità di ALT viene rilasciata nel sangue del paziente. Poiché questo enzima è coinvolto anche nella produzione di amminoacidi neuronali essenziali, nonché nei processi metabolici del sistema immunitario, un aumento del suo livello è sempre un segnale allarmante..

Nell'HCV, un aumento dell'ALT indica la vastità dell'area del danno epatico da parte del virus, nonché vari processi tossici nell'organo..

L'aspartato aminotransferasi (AST) è un enzima presente negli epatociti, nei neuroni e nelle cellule del muscolo cardiaco. Un aumento degli indici AST indica la decomposizione del tessuto epatico.

Per determinare quanto sia danneggiato il fegato del paziente, il livello degli enzimi in questione nel campione di sangue fornito deve essere confrontato con indicatori standardizzati:

  • Per gli uomini Alt - fino a 45, AST - non più di 40 unità / l
  • Per le donne, rispettivamente 35 e 30 unità / l

Se la diagnosi viene eseguita per un paziente di età inferiore ai 18 anni, è necessario tener conto della sua età. Più piccolo è il bambino, più alti sono i livelli di enzimi. Ad esempio, nei neonati, il livello di ALT può raggiungere 50 U / le il livello AST - 150. La ragione di ciò è lo sviluppo del bambino e la formazione intensiva del fegato. Negli adolescenti, gli indicatori quantitativi degli enzimi sono vicini alla norma degli adulti..

Importante! In caso di assunzione di contraccettivi orali o medicinali per aumentare la coagulazione del sangue, i valori di AST e ALT possono essere imprecisi. Per evitare che ciò accada, l'assunzione di farmaci prima dell'esame dovrebbe essere posticipata.

Livelli di AST e ALT nell'HCV

L'analisi per la determinazione di AST e ALT viene eseguita principalmente in modo che il medico curante possa scegliere la terapia antivirale appropriata. La concentrazione di enzimi determina la forma dell'epatite virale (acuta o cronica). Secondo i risultati diagnostici, differisce:

  • Iperfermentazione moderata. La norma viene superata 5 volte o meno
  • Livello intermedio. Da 5 a 10 volte
  • Grave iperfermentazione. Superare più di 11 volte

Più alti sono gli indicatori, più ampia è l'area del tessuto epatico interessato. Molto spesso, l'HCV acuto è caratterizzato da una grave iperfermentazione, mentre il decorso cronico della malattia è caratterizzato da limiti più moderati. In effetti, con CHC, la malattia progredisce lentamente. Di conseguenza, gli epatociti vengono distrutti gradualmente e in quantità relativamente piccole..

Pertanto, il livello di ALT e AST aumenta gradualmente. Se la malattia non mostra sintomi significativi, i valori delle transaminasi sono piuttosto bassi.

Se vengono registrati cambiamenti significativi nel livello degli enzimi in questione, il medico curante può chiedere al paziente in dettaglio i possibili contatti con i pazienti con HCV. Scoprire il momento dell'infezione è molto importante non solo per fare una diagnosi accurata, ma anche per determinare lo stadio della malattia. Sulla base di queste informazioni, diventerà molto più facile selezionare il trattamento richiesto per il paziente..

Quando si diagnostica l'HCV, il carico di transaminasi viene determinato anche utilizzando l'indice di de Ridis. La norma per tale studio è di 1,33 unità. Dividendo l'indicatore ALT per l'AST, si ricava il coefficiente mediano. Grazie a questa analisi, è possibile non solo scoprire la causa esatta della decomposizione degli epatociti, ma anche diagnosticare malattie cardiache..

Indicatori a seconda delle fasi

Una malattia come l'epatite C è caratterizzata da una fermentazione irregolare. Ciò significa che il livello delle transaminasi cambia, a seconda dello stadio dell'HCV. Funziona così:

  • Durante le prime 2 settimane dopo la fine del periodo non clinico (incubazione) della malattia, l'agente eziologico della malattia inizia a moltiplicarsi attivamente nel sangue e nei tessuti epatici del paziente. Questa fase è caratterizzata da una massiccia distruzione degli epatociti e dal rilascio degli enzimi corrispondenti nel sangue..
  • 4 mesi dopo l'infezione, la malattia procede in maniera spasmodica, con brevi esacerbazioni e manifestazione di sintomi caratteristici (colorito giallo della pelle, dolore al fegato, feci scolorite, ecc.). Questi episodi e sono accompagnati da una grave iperfermentazione.
  • L'ulteriore decorso della malattia dipende dal livello di danno epatico e dalla carica virale. Tuttavia, ogni nuovo aumento di ALT e AST indica una nuova ondata di distruzione delle cellule del fegato.

È interessante notare che il prossimo aumento delle transaminasi può essere determinato da segni esterni. Durante tali periodi, la pelle del paziente diventa di un giallo doloroso. La ragione di ciò è il ristagno della bile, a causa del quale il pigmento giallo si accumula nella pelle del paziente..

Ricorda! Ridurre gli enzimi non significa sempre recupero. È necessario passare una diagnostica aggiuntiva per confermare i dati. In particolare, fai il test per gli anticorpi contro gli antigeni dell'HCV.

Come prepararsi per i test?

Per scoprire il carico di ALT e AST nell'epatite C, è necessario eseguire un'analisi per verificare la composizione biochimica del sangue. Tale diagnosi è indicata nei seguenti casi:

  • Il paziente mostra i sintomi caratteristici dell'infiammazione virale del fegato
  • Esame di routine durante la gravidanza
  • Il soggetto è spesso in contatto con pazienti HCV in servizio (operatori sanitari) o che si prendono cura dei loro parenti

Come ogni analisi di laboratorio, un test biochimico del sangue richiede una preparazione speciale da parte del paziente, vale a dire:

  • Non devi mangiare durante le ultime 8 ore prima di arrivare al laboratorio.
  • Una settimana prima dell'esame, dovresti interrompere l'assunzione di farmaci che possono influenzare i risultati del test.
  • Il giorno prima del prelievo di sangue, dovresti passare a cibi dietetici leggeri. Dovrai evitare di mangiare cibi ricchi di grassi trans.
  • Alla vigilia del test, è severamente vietato consumare alcol e prodotti del tabacco.

Alla vigilia della donazione del sangue per la determinazione del carico di ALT-AST nell'epatite C, è necessario curare l'assenza di forte attività fisica e situazioni stressanti. Devi venire in laboratorio la mattina presto.

Come normalizzare gli indicatori ALT e AST nell'epatite C.?

Se la diagnosi di HCV è confermata, il paziente necessita di un trattamento complesso. Gli epatologi moderni prescrivono più spesso farmaci ai pazienti sulla base di principi attivi innovativi: Sofosbuvir, Daklatasvir, Ledipasvir e Velpatasvir. Se il trattamento è corretto, il recupero avverrà entro 12 settimane.

Per riportare il fegato colpito alla normalità, così come gli indicatori ALT e AST nell'epatite C, sono necessarie ulteriori misure:

  • Limita l'assunzione di sale. Non più di 8 grammi al giorno e il cibo dovrebbe essere salato all'ultimo momento.
  • Rispetto di una dieta speciale (tabella numero 5). Il cibo dovrebbe essere assunto almeno 5 volte al giorno. In questo caso, il cibo dovrebbe essere il più leggero possibile. Dovrai rinunciare a cibi grassi, fast food, brodi di carne, cibo in scatola e agrumi.
  • Rispetto di una chiara routine quotidiana. Mangiare almeno 5 volte al giorno, assumere farmaci e dormire secondo un programma.

È importante considerare che il paziente dovrà dimenticare per sempre l'alcol e il fumo. Inoltre, la normalizzazione degli indicatori ALT e AST nell'epatite C è facilitata da un'attività fisica praticabile e dal camminare.

Indicatori ALT e AST per l'epatite

ALT e AST sono uno degli indicatori più importanti nell'analisi biochimica del sangue umano, indicando direttamente lo stato degli organi interni. Il superamento dei valori normali indica processi patologici che si verificano in organi vitali come cuore, fegato, reni. Ma gli indicatori ALT e AST nell'epatite, rilevati nei laboratori, meritano un'attenzione particolare..

Cosa sono ALT e AST

Aminotransferasi (transaminasi) - strutture enzimatiche intracellulari che accelerano le reazioni di transaminazione.

La reazione di transaminazione è il trasferimento di un gruppo amminico (NH2) da un amminoacido a un prodotto del metabolismo dei grassi, un chetoacido. Di conseguenza, si forma un nuovo amminoacido, sintetizzato direttamente nel corpo umano e a-chetoacido. La vitamina B6 attiva questo processo.

Le transaminasi sono presenti in ogni cellula del corpo umano; quando l'integrità delle strutture cellulari viene violata, questi enzimi entrano nel flusso sanguigno. Normalmente, le aminotransferasi si trovano nel sangue a causa della presenza di morte cellulare programmata - apoptosi. Questa è la norma. Tuttavia, con la morte di massa delle cellule e il rilascio di un gran numero di enzimi, gli indicatori della ricerca biochimica cambiano, possono essere superati decine di volte, a seconda del tipo di patologia e delle dimensioni del difetto..

L'alanina aminotransferasi (ALT, ALT) è un enzima intracellulare coinvolto nel metabolismo dell'amminoacido non essenziale alanina. Una sostanza come l'alanina si trova in alte concentrazioni negli epatociti - le cellule strutturali del fegato, in concentrazioni inferiori possono essere trovate nelle cellule del miocardio e del tessuto renale.

L'aspartato aminotransferasi (AST, AsAT) è un enzima localizzato nel complesso del Golgi e nei mitocondri, che partecipa alla scissione dell'amminoacido non essenziale, l'asparagina, per idrolisi del gruppo ammidico, formando ossalacetato, che partecipa al ciclo di Krebs. Questa aminotransferasi predomina nelle cellule miocardiche, fegato - epatociti, sistema nervoso centrale.

AST è un indicatore di violazioni nel lavoro del muscolo cardiaco. ALT - enzima epatocellulare, che parla di rottura degli epatociti e del tratto epatobiliare in generale.

I tipi di analisi presentati sono prescritti nelle seguenti situazioni:

  • ittero (colorazione itterica della sclera, delle mucose, della pelle);
  • dispepsia (nausea, vomito, disturbi delle feci);
  • scolorimento delle feci;
  • oscuramento delle urine;
  • la comparsa di schiuma bianca sulle urine;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • prurito alla pelle;
  • l'aspetto delle vene dei ragni sulla pelle;
  • perdita di capelli, fragilità, ottusità dei capelli;
  • "Palme del fegato" - colore giallo brillante, color rame della pelle delle palme e delle piante dei piedi;
  • l'aspetto di un insolito odore sgradevole di "mele cotte".

Preparazione per l'analisi

In preparazione alla consegna dell'analisi, eseguire le seguenti manipolazioni:

  • 3 giorni prima dello studio proposto, dovresti smettere di bere alcolici e sigarette;
  • 2 giorni prima di donare il sangue, astenersi dal mangiare cibi grassi e fritti;
  • informare il medico curante di tutti i farmaci che sono stati assunti negli ultimi 10 giorni, se possibile, interrompere l'assunzione di farmaci 10 giorni prima della donazione del sangue;
  • ridurre l'attività fisica una settimana prima del test;
  • l'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre le 19:00 (cena leggera);
  • al mattino puoi bere un bicchiere d'acqua e lavarti i denti.

Processo di consegna

Il sangue, per determinare il livello di questi indicatori, viene prelevato la mattina presto, a stomaco vuoto, da una vena. I risultati dovrebbero essere pronti il ​​giorno successivo.

Decodificare i risultati

Quando si decodificano i risultati, è necessario concentrarsi sui dati presentati nella tabella.

ALT in eccesso fino a 20 volte
AST fino a 4 volte
Epatite acuta, cirrosi allo stadio di decadimento, intossicazione acuta da alcol
ALT in eccesso di 4 volte
AST 10 volte
Infarto miocardico acuto
AST supera la norma di 2 o più volteMiocardite o miosite
ALT + bilirubina liberaAltre patologie epatiche (fibrosi, colangite, colecistite), pancreatite acuta

Viene anche determinato il grado di attività dell'epatite.

Minimoaumento degli indicatori fino a 3 norme
Debolmente espressoda 3 a 5 norme
Moderatamente pronunciatoda 5 a 10 norme
Pronunciato≥ 10 norme

Nel caso di ALT e AST, con epatite in forma acuta, è possibile determinare a quale gruppo appartiene:

  • epatite virale acuta A (forma clinica grave) - un aumento degli indicatori fino a 2000-3000 UI / L;
  • epatite virale acuta B (grado di attività moderatamente pronunciato) - un aumento degli indicatori fino a 500 UI / L;
  • epatite acuta C (asintomatica) - valori delle transaminasi entro 200 UI / l;
  • epatite alcolica (corso cancellato) - fino a 150-180 UI / l.

Il rapporto AST / ALT è chiamato coefficiente di de Ritis ed è AST / ALT = 1,33 ± 0,42.

Si distinguono i seguenti indicatori:

  • > 2 - significa danno ai cardiomiociti; la causa più comune è l'infarto miocardico acuto, la necrosi della parete cardiaca;
  • 1Epatosi grassaKDR ≥2Infarto miocardicoKDR> 1.8Miocardite

Diagnosi differenziale di epatite cronica

Epatite BEpatite C
UominiDonneUominiDonne
EtàFino a 30Fino a 30
ALT U / L88.0112.0102.0102.0
EtàFino a 60Fino a 60
ALT U / L91.096.099.096.0
EtàPiù di 60 anniPiù di 60 anni
ALT U / L88.074.090.092.0

Indicatori normali

I seguenti indicatori delle percentuali di test si distinguono in base all'età.

ALT (U / L)SLA (U / L)
fino a 1 mese38.032.0
1-12 mesi27.036.0
1-14 anni20.034.0
15-18 anni22.031.0
Uomini18.022.0
Donne15.017.0

Motivi delle deviazioni

Una diminuzione degli indicatori può essere innescata dalle seguenti patologie:

  • Epatite. Virale acuto (herpesvirus, citomegalovirus, A, B, C, E). Virale cronico (B, C, coinfezione e superinfezione dell'epatite D). Tossico, alcolico, medicinale, iatrogeno. Autoimmune. Steatoepatite.
  • Malattie oncologiche del fegato (cancro nodulare primario, secondario, leiomiosarcoma, fibrosarcoma epatico).
  • Cirrosi e fibrosi epatica.
  • Colangite, colestasi, coledocolitiasi, colecistite.
  • Emocromatosi.
  • Malattia di Wilson-Konovalov.
  • Intossicazione da alcol o droghe.
  • Assunzione di steroidi anabolizzanti.

Un aumento degli indicatori ALT e AST può essere causato dalla presenza di tali malattie:

  • infarto miocardico acuto;
  • shock cardiogenico;
  • miocardite;
  • sindrome da incidente;
  • miosite;
  • pancreatite acuta.

Per un'ulteriore scelta di tattiche e diagnosi differenziale, sono necessari tali indicatori della ricerca biochimica come fosfatasi alcalina (ALP), gamma-glutamiltransferasi (GGT), colesterolo totale, HDL (lipoproteine ​​ad alta densità), LDL (lipoproteine ​​a bassa densità), proteine ​​totali, alfa globuline. gamma globuline, bilirubina coniugata, bilirubina libera, campioni di sedimenti proteici - timolo e sublimato.

Oltre alla biochimica, è necessario superare un esame del sangue clinico (CAC), un coprogramma.

Test del timolo (test di McLaghan) - la reazione dell'interazione del reagente del timolo con sostanze sintetizzate dal fegato (alfa e gamma globuline, proteine ​​totali, lipoproteine). Un aumento degli indicatori sopra il normale (0-4 EDS-H), indica una violazione della funzione sintetica del fegato.

Test sublimato (reazione Takata-Ara): il cloruro di mercurio e il carbonato di sodio vengono aggiunti al siero del sangue, provocando una reazione di flocculazione. Normalmente, si forma una soluzione colloidale, con patologia - precipitazione di particelle grossolane.

L'indicatore più importante della presenza di epatite è lo scambio di bilirubina. Nella "biochimica" si riflette sotto forma di indicatori di bilirubina non coniugata, coniugata e totale.

Valori normaliPatologia
Bilirubina totale1.7-17.118.0-35.5
Bilirubina direttafino a 3.53.6-15.2
Bilirubina indiretta1.7-12.712.8-86.7
Bilirubina urinaria e urobilina-++
Stercobilina+-

Nei bambini, gli indicatori della bilirubina differiscono leggermente da quelli degli adulti.

GeneraleCollegatoGratuito
Neonato23.098.7214.37
2 giorni54.228.7245.5
4 giorni90.17.8782.2
6 giorni69.07.7263.2
9 giorni53.08.7244.3

Cosa può distorcere i risultati dello studio

Polifarmacia e assunzione incontrollata di antibiotici, antimicotici, farmaci antivirali, farmaci che riducono la glicemia (sulfonilurea), farmaci antinfiammatori non steroidei (Ketorol, Spazmalgon, Nimesulide, Paracetamol), Eparina.

Anche l'integrazione di echinacea, il recente intervento chirurgico al cuore, il debutto di allergie influenzano i risultati.

Non è consigliabile combinare studi come:

  • fluorografia;
  • sigmoidoscopia;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • radiografia del sondaggio del torace e delle cavità addominali;
  • introduzione di agenti di contrasto a raggi X e radioisotopi;
  • fisioterapia (elettroforesi).

Bassi livelli di aminotransferasi in uno studio biochimico sul plasma sanguigno del paziente possono indicare una carenza del gruppo vitamina B - B6 (piridossina). Questa vitamina è coinvolta nel metabolismo di oligoelementi, neurotrasmettitori, sintesi della proteina trasportatrice dell'ossigeno - l'emoglobina.

Tassi di transaminazione nelle donne in gravidanza

Durante la gravidanza, la necessità di molti nutrienti aumenta in modo significativo, comprese le vitamine del gruppo B.Per la formazione fisiologica delle vie biliari del feto, la piridossina è richiesta 3 volte di più. Pertanto, nelle donne in gravidanza, specialmente nel secondo trimestre, questi indicatori sono ridotti.

Un aumento di questi indicatori indica spesso lo sviluppo di una grave complicanza del corso della gravidanza: la gestosi. Ciò richiede una visita urgente al medico curante..

Prevenzione dei cambiamenti patologici

I seguenti punti aiuteranno a prevenire deviazioni dalla norma nelle analisi descritte:

  1. Uno stile di vita sano. Mancanza di cattive abitudini (alcol, fumo), stress emotivo.
  2. La cultura del comportamento sessuale (il numero minimo di partner sessuali, protezione con contraccezione barriera).
  3. Poiché l'epatite virale B, C, D può essere infettata dal contatto con il sangue, utilizzando i servizi di comprovati maestri di tatuaggi, manicure, piercing.
  4. Visite annuali a specialisti come gastroenterologo, terapista, epatologo, che eseguono un esame del sangue biochimico durante un esame di routine.

Dieta con aumento di ALT e AST

È necessario astenersi dal mangiare cibi eccessivamente dolci, salati, fritti, grassi e affumicati.

La priorità è data a pollo bollito, coniglio, carne di tacchino, manzo magro, fegato di manzo. Come contorno si consigliano grano saraceno, lenticchie, fagioli. Le noci possono essere usate come snack.

Medicinali che migliorano la funzionalità epatica

Il meccanismo d'azione di tali farmaci si basa sul rafforzamento della membrana cellulare - epatocita. Inoltre migliorano la capacità funzionale delle transaminasi.

Tra i farmaci comuni, si distinguono i seguenti:

  1. Fosfolipidi essenziali (Essentiale, Phosphogliv).
  2. Flavonoidi vegetali (Legalon, Karsil).
  3. Derivati ​​degli amminoacidi (Heptor, Hepasol).
  4. Preparazioni di acido ursodesossicolico (Ursodex, Urso-100).
  5. Seta di mais.
  6. Vitamine del gruppo B, E.

Pertanto, un cambiamento nei parametri di alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi nello studio biochimico del sangue umano può indicare una varietà di patologie. Solo un medico altamente qualificato può far fronte alla loro diagnosi differenziale. Non dovresti auto-medicare, se trovi un aumento di ALT e AST, dovresti consultare immediatamente un medico.

Indicatori ALT e AST nell'epatite: norma e deviazioni

Gli indicatori ALT e AST nell'epatite C indicano il grado di danno epatico, la progressione della condizione patologica. Grazie all'analisi, è possibile sviluppare nel modo più accurato possibile un corso di terapia complessa per il paziente, per fornirgli cure mediche tempestive.

Tuttavia, un cambiamento nella concentrazione delle sostanze non indica sempre lo sviluppo di malattie del fegato, spesso AST e ALT rendono possibile sospettare una violazione del lavoro del muscolo cardiaco e dei reni. In caso di epatite, uno studio per le sostanze epatiche enzimatiche deve essere preso più volte di seguito, le raccomandazioni esatte sono fornite da un medico di malattie infettive, un epatologo.

Cosa sono ALT e AST, norme

AST (aspartato aminotransferasi), ALT (alanina aminotransferasi) sono sostanze senza le quali è impossibile la trasformazione di un numero di amminoacidi, sono prodotte esclusivamente nel corpo umano. Una certa quantità di sostanze enzimatiche si trova nei reni, nei muscoli, nel cuore, soprattutto gli enzimi sono presenti nel fegato. Per questo motivo, quando vengono rilevate deviazioni dalla norma, iniziano prima a esaminare lo stato dell'organo filtrante.

Per gli uomini adulti, gli indicatori ALT e AST sono considerati la norma nell'intervallo di 41-37 unità per litro. Nelle donne, i numeri normali per ALT sono 31, AST - 30 unità. I tassi più alti sono tipici per i neonati e le donne incinte: 50-100 unità per litro. Eventuali numeri che vanno oltre i limiti specificati sono patologici e richiedono un secondo test, un esame più approfondito.

Un aumento del contenuto di enzimi nel sangue si osserva non solo nell'epatite, ma anche nella necrosi del tessuto epatico, cirrosi, neoplasie benigne, gravi processi infiammatori, pancreatite, infarto miocardico, sepsi. La situazione può essere aggravata:

  1. abuso di bevande alcoliche;
  2. chemioterapia a lungo termine;
  3. shock psicologico;
  4. portare intossicazione;
  5. Prendere droghe.

Soggetto a studi sistematici sull'attività enzimatica, i medici hanno l'opportunità di monitorare la progressione della malattia, se si rende necessario apportare modifiche al piano terapeutico, introdurre misure aggiuntive..

Quando gli indicatori sono sovrastimati da una volta e mezza a cinque volte, vengono interpretati come iperenzimemia moderata. Se ci sono 6-10 volte più enzimi, parlano di una gravità media della patologia, una sovrastima della norma di 10 o più volte è una grave iperenzimemia. È interessante notare che una diminuzione del livello di ALT, AST viene diagnosticata abbastanza raramente.

Livelli enzimatici nell'epatite C

L'epatite virale di solito si sviluppa per un lungo periodo, il periodo di incubazione viene ritardato di diversi mesi o addirittura anni. Pertanto, una violazione della composizione enzimatica del sangue non appare immediatamente, con una norma di sostanze, la malattia distrugge sistematicamente gli epatociti.

È possibile sospettare la presenza di epatite in un paziente dal coefficiente di de Ritis, che è il rapporto tra ALT e AST. Se il coefficiente aumenta di 1,33 volte, il medico suggerisce lo sviluppo di patologie epatiche. Quando il numero risultante è inferiore, ci sono sospetti di malattie cardiovascolari..

Lo sviluppo dell'epatite virale C aiuta a tracciare l'aumento irregolare del numero di enzimi. I primi valori di picco cadono nei giorni 14-17 dopo l'infezione con il virus. Il periodo di incubazione sta finendo, sta iniziando la riproduzione attiva di microrganismi patogeni. L'analisi registrerà la crescita degli indicatori, dopo pochi giorni non è possibile ottenere tali dati.

Il secondo picco è lo stadio della manifestazione, le prime manifestazioni di sintomi non specifici dell'epatite. I segni assomigliano all'insorgenza di altri disturbi, di solito:

  • fatica;
  • debolezza nel corpo;
  • perdita di appetito.

I problemi iniziano circa un mese e mezzo dopo l'infezione. Il rilascio di agenti patogeni nel flusso sanguigno, la reinfezione degli epatociti con essi, le complicanze dell'epatite possono indicare il rilascio di cellule virali.

L'epatite itterica C si sviluppa parallelamente alla crescita di ALT, bilirubina totale diretta. Le forme anitteriche di patologia, epatite alcolica, autoimmune, criptogenetica, grassa parlano solo di un aumento della produzione di sostanze enzimatiche.

Non appena il paziente si libera della malattia, il virus, tutti i valori tornano immediatamente alla normalità. Tuttavia, altri casi clinici non sono esclusi, a causa dell'eliminazione del virus, gli indicatori delle sostanze enzimatiche rimangono stabilmente sopravvalutati. Ma anche una diminuzione del livello degli enzimi non può garantire un completo recupero..

Con la cronicità del processo, compaiono tassi costantemente elevati, ci sono frequenti scoppi di enzimi. Un leggero aumento dell'AST mostra un deterioramento della condizione, indica l'aggiunta di un'infezione secondaria, neoplasie maligne, cirrosi epatica.

Con l'epatite AST, l'ALT aumenta nel 100% dei casi. L'analisi viene utilizzata per valutare la reattività della patologia, le conseguenze della terapia.

Modi per prepararsi all'analisi, come prenderli

Le analisi biochimiche sono prescritte, se necessario, per stabilire lo stato di salute umana, come metodo preventivo che consente di effettuare una diagnosi differenziale. Inoltre, lo studio dovrà essere preso in caso di una violazione del processo digestivo, il verificarsi di flatulenza, un cambiamento nel colore delle feci. L'analisi è informativa con cambiamenti periodici di flatulenza, diarrea e costipazione, rigurgito sgradevole frequente, fastidio sul lato sinistro della cavità addominale.

Per la diagnosi degli indicatori enzimatici, viene mostrato il prelievo di sangue dalla vena ulnare. È bene se l'esame viene effettuato al mattino, quando la concentrazione di sostanze mostrerà lo stato reale del paziente..

Poiché il fegato reagisce istantaneamente ai minimi cambiamenti nella nutrizione, è necessario smettere di mangiare almeno 8 ore prima dell'esame. Inoltre, è vietato consumare bevande alcoliche, poche settimane prima del test, smettono di bere farmaci (avvisando il proprio medico).

Fino al momento della donazione del sangue, è necessario posticipare:

  1. trattamento dentale;
  2. operazioni;
  3. ecografia.

Un'analisi inadeguata può essere ottenuta se il paziente non ha dormito abbastanza prima dell'analisi, quindi è necessario riposare il più possibile, per escludere esperienze nervose.

L'assistente di laboratorio e il medico sono tenuti a parlare di tutti i farmaci assunti il ​​giorno prima. Informare sul proprio stile di vita, sui sintomi che si sono manifestati di recente, sulle malattie esistenti.

Il risultato dell'analisi sarà pronto 2-3 giorni dopo la raccolta del materiale biologico, il prezzo è solitamente disponibile per i pazienti.

Metodi per normalizzare gli enzimi

Alla fine della malattia, quando l'epatite entra in uno stato inattivo, gli indicatori ALT e AST diminuiscono da soli. I medici consigliano di aiutare il corpo con la giusta dieta. Prima di tutto, è necessario limitare il consumo di proteine, cibi grassi. Rifiutano anche alcuni cibi: cipolle, aglio, spinaci, sottaceti, prodotti da forno, bevande gassate.

Con l'epatite C, la sindrome di Gilbert, l'anemia emolitica, l'ittero e altre patologie, è necessario prestare attenzione al cibo che viene rapidamente digerito e ben assorbito. La base della dieta quotidiana dovrebbe essere pesce magro, frutta, verdura, cereali.

Il paziente deve riconsiderare le porzioni di caffè, tè forte, bevande al cioccolato consumate. Assicurati di escludere l'alcol, l'alcol sovrastima ulteriormente il livello di sostanze enzimatiche nel flusso sanguigno. Anche quanto segue rientrava nelle restrizioni:

  • zucchero;
  • miele;
  • sale.

In caso di malattia del fegato, i medici prescrivono anche farmaci indicati per rafforzare le membrane cellulari degli epatociti, migliorando le capacità funzionali delle transaminasi. Somministrazione parenterale e orale di fosfolipidi essenziali, flavonoidi vegetali, derivati ​​amminoacidici, farmaci a base di acido ursodesossicolico.

Il livello di AST, ALT non aumenterà se il paziente aderisce a uno stile di vita sano, abbandona cattive abitudini, segue rigorosamente tutte le prescrizioni del suo medico curante.


Articolo Successivo
Insufficienza della valvola mitrale (rigurgito mitralico)