Cos'è NEU in un esame del sangue


8 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1058

  • La posizione dei neutrofili nel sangue
  • Istruzione e dattilografia NEU
  • Valori di riferimento dei neutrofili
  • Deviazioni dalla norma
  • Risultato
  • Video collegati

NEU (neutrofili) si riferiscono agli elementi della forma della parte cellulare del sangue. La determinazione della composizione qualitativa e quantitativa di NEU in un esame del sangue viene effettuata come parte di un'analisi clinica generale. Un esame del sangue clinico generale è un metodo per la determinazione in laboratorio della composizione chimica e delle proprietà fisiche di un fluido biologico (sangue).

OKA (analisi clinica generale) è uno studio economico, semplice e informativo che consente di identificare le violazioni dei processi microbiologici nel corpo. OKA, altrimenti ematologia clinica, è prescritto:

  • per la diagnosi di malattie;
  • a fini di prevenzione;
  • monitorare la terapia in corso;
  • durante un esame di routine (visita medica profilattica, VVK, idoneità professionale).
ESRvelocità di eritrosedimentazione (ESR)WBCleucociti
Hbemoglobinaformula dei leucociti (leucogramma)
HctematocritoNEU o NEUTneutrofili (pugnalati e segmentati)
RBCeritrocitiLYMlinfociti
PLTpiastrineMONmonociti
RETreticolocitiEOSeosinofili
BASbasofili

Un esame del sangue generale consente di determinare cambiamenti patologici nella fase iniziale e di prevenire lo sviluppo di complicanze. I risultati vengono valutati confrontando gli indicatori ottenuti con i valori di riferimento (normativi).

La posizione dei neutrofili nel sangue

Il sangue è diviso in una parte liquida, o plasma, e una parte cellulare, costituita da elementi sagomati (cellule), tra cui:

  • globuli rossi - eritrociti che trasportano ossigeno dai polmoni ai tessuti del corpo e forniscono anidride carbonica nella direzione opposta.
  • piastrine che si formano nel midollo osseo rosso - piastrine responsabili della coagulazione (coagulazione del sangue).
  • cellule bianche (incolori) - leucociti, suddivisi in due tipi: granulociti (granulari) e agranulociti (non granulari).

Gli agranulociti includono monociti e linfociti. Neutrofili, eosinofili e basofili fanno parte dei granulociti. Questi elementi contengono granuli nei nuclei delle cellule che possono colorarsi in diversi colori quando interagiscono con i reagenti di laboratorio. Se il granulocita si macchia sotto l'influenza di un acido, è un eosinofilo, se reagisce agli alcali, è un basofilo.

I neutrofili cambiano in ambienti sia acidi che alcalini, il che li determina come neutri. NEU rappresenta il tipo di globuli bianchi più abbondante (dal 50 al 70%).

Tutti i globuli bianchi (leucociti) proteggono il corpo dalle influenze negative. Se appare un aggressore straniero, i leucociti si affrettano a neutralizzarlo. La loro attività aumenta e la quantità nel sangue.

Pertanto, la leucocitosi (un aumento della concentrazione di cellule incolori) indica la presenza di un processo infiammatorio nel corpo. L'azione degli eosinofili è finalizzata alla protezione antiparassitaria (invasioni elmintiche, lamblia, ecc.). I basofili sono in correlazione con l'immunoglobulina E e reagiscono istantaneamente all'introduzione di antigeni allergici. La funzione principale dei neutrofili è la cattura e l'eliminazione dei microrganismi patogeni delle specie batteriche.

Istruzione e dattilografia NEU

La formazione dei neutrofili inizia nel midollo osseo rosso. Quindi, le particelle entrano nel plasma dove vengono segmentate per un'ulteriore maturazione. La tipizzazione dei NEU è dovuta alla loro maturazione:

  • Pugnale. Hanno preso questo nome dal loro aspetto: la forma dei bastoncini. Sono cellule del sangue immature (giovani) e non hanno un nucleo segmentato. Quando il loro numero supera il range normale, la formula dei leucociti ha uno "spostamento a sinistra", altrimenti il ​​ringiovanimento delle cellule. Nella maggior parte dei casi, il risultato di tale analisi deve essere controllato per la presenza di oncologia. E anche un aumento del contenuto di coltellate è un segno clinico di una crisi diabetica..
  • Segmentato. Globuli completamente maturi, con un nucleo pronunciato alla base. Il superamento del loro numero sposta la formula del leucogramma a destra (invecchiamento cellulare). Questo può essere un segno di esaurimento delle riserve di midollo osseo, CRF (insufficienza renale cronica). Uno spostamento non patologico a destra è una recente trasfusione di sangue (trasfusione di sangue).

La durata media della vita di un neutrofilo maturato nei tessuti è di tre (a volte quattro) giorni. Per il tempestivo rifornimento dell '"esercito" di antimicrobici, il cervello rosso è costretto a produrli in grandi quantità. Dopo l'eradicazione (distruzione) di microrganismi patogeni, NEU muore e, insieme ad altri prodotti di decadimento organico, forma masse purulente.

Questo tipo di morte cellulare programmata si chiama netosi. Esistono alcuni tipi di microrganismi batterici a cui NEUT non riesce a resistere, quindi il processo infettivo-infiammatorio diventa cronico e protratto..

L'elevata concentrazione generale di granulociti di questo tipo è indicata come neutrofilia o leucocitosi neutrofila (assoluta o relativa). Una diminuzione del loro numero nel sangue è chiamata neutropenia. La risposta neutrofila alle invasioni batteriche e infettive è primaria nell'infiammazione acuta. Per quanto riguarda i processi patologici cronici, le NEU non sono molto attive.

Valori di riferimento dei neutrofili

La norma dei granulociti neutrofili non è classificata per sesso, cioè è identica per uomini e donne. I valori di riferimento cambiano più volte durante l'infanzia. All'età di 16 anni, la norma degli adulti e dei bambini viene confrontata e rimane statica fino alla fine della vita.

Nel corso dell'analisi viene effettuata una misurazione in laboratorio del valore assoluto dei neutrofili (il numero di cellule per 1 ml di biofluido, altrimenti un miliardo di cellule per litro). Nella versione matematica, la formula assomiglia a X * 10 ^ 9 / l, ovvero il numero della norma (X), da 10 al 9 ° grado. A partire dall'età di 16 anni, il tasso di cellule mature (segmentate) dovrebbe essere compreso tra 1,8 e 6,5. * 10 ^ 9 / l stab - 0,04-0,30 * 10 ^ 9 / l.

Il NEUT relativo viene misurato come percentuale (conteggio delle cellule rispetto alla conta dei leucociti totale). Poiché i neutrofili sono il componente più numeroso delle cellule incolori, in un adulto la percentuale di cellule segmentate dovrebbe essere da 45 a 70, da 1 a 6.

Decifrare gli indicatori del bambino dipende dall'età. La percentuale di cellule segmentate nei bambini aumenta con l'età, mentre le cellule pugnalate cambiano in modo insignificante. Il tasso di granulociti neutrofili in relazione al numero totale di leucociti è discusso nella tabella. Per gli anziani non esistono valori standard speciali..

Fino a 1 annoDa 1 a 6 anni7-13 anni13-16 anni
15-50%25-65%35-70%40-70%

Deviazioni dalla norma

Leucocitosi neutrofila e neutropenia indicano una patologia infiammatoria. Poiché NEU è responsabile dell'eliminazione di batteri e funghi, un aumento della concentrazione significa la presenza di infezioni batteriche, micosi (malattie fungine), processi settici purulenti. Quando vengono infettati da virus o irradiano il midollo osseo, i neutrofili "non funzionano", quindi il loro numero può diminuire.

NEU ematica elevata

La neutrofilia può essere dovuta a cause fisiologiche o patologiche. La prima categoria comprende:

  • shock psico-emotivo;
  • stress fisico;
  • periodo di gravidanza nelle donne.

È consentita una leucocitosi neutrofila insignificante nel periodo perinatale a causa dell'attivazione dell'emopoiesi. Nel caso in cui gli indicatori aumentino di oltre 1,5-2 volte, ciò indica lo sviluppo di malattie acute o croniche che minacciano l'aborto spontaneo.

Livelli patologicamente elevati di neutrofili nel sangue causano malattie specifiche:

  • infezioni acute localizzate o generalizzate di genesi batterica (origine), spesso accompagnate da suppurazione. Il gruppo comprende:
  • Infezione da bacillo di Koch (tubercolosi);
  • appendicite;
  • polmonite acuta;
  • formazione purulenta nel tessuto sottocutaneo, muscoli, ossa, organi interni (ascesso);
  • danno al sistema tubulare dell'apparato renale (pielonefrite);
  • avvelenamento del sangue (sepsi);
  • infezione intestinale acuta - colera;
  • malattie infettive e infiammatorie degli organi ENT;
  • malattia infettiva da streptococco (scarlattina);
  • infiammazione purulenta della cavità addominale (peritonite).

L'elenco dei motivi continua:

  • processi necrotici: morte (necrosi) di una parte di un organismo vivente (cancrena), ferite aperte non cicatrizzanti sulla pelle (ulcere trofiche), morte delle cellule pancreatiche (necrosi pancreatica);
  • ictus e attacchi di cuore;
  • patologia ematologica: fibrosi del midollo osseo (mielofibrosi);
  • tumori maligni degli organi interni e tumori ematologici (tumori del sangue);
  • lo stato di coma epatico, crisi chetoacidotica nel diabete mellito;
  • intossicazione batterica.

La NEU può essere aumentata dopo l'intervento e dopo la vaccinazione di routine. E anche a causa dell'avvelenamento cronico del corpo con vapori di piombo o etanolo.

Messa in scena della neutrofilia

Secondo la gravità, ci sono tre fasi della leucocitosi neutrofila. Il primo e il secondo stadio caratterizzano la presenza di infiammazione locale. Il terzo è il processo generalizzato. Indicatori NEU per fase:

ModerareEspressopesante
7-10 ab. unità * 10 ^ 9 / l10-20 ab. unità * 10 ^ 9 / l20-60 ab. unità * 10 ^ 9 / l

I valori sovrastimati danno un'idea approssimativa dell'estensione della lesione patologica.

Neutropenia

Il ridotto contenuto di neutrofili nel sangue è il risultato dell'esaurimento delle riserve del corpo per la loro produzione. Questa condizione si verifica a causa di gravi patologie croniche, con malattie emolitiche (distruzione intensiva di NEU), con invasioni elmintiche, durante lo sviluppo di infezioni virali. La neutropenia caratterizza i seguenti gruppi di malattie:

  • virale: ARVI, influenza, morbillo, rosolia, varicella, epatite A, B, C;
  • batterica infettiva: infezioni zoonotiche di brucellosi e tularemia, tifo o febbre tifoide;
  • parassitaria: toxoplasmosi e malaria;
  • emolitico: sindrome clinica ed ematologica (agranulocitosi), anemia (anemia);
  • depressione del midollo osseo a seguito di chemioterapia, esposizione alle radiazioni (malattia da radiazioni).

La conta dei neutrofili può essere ridotta sullo sfondo di un estremo esaurimento (cachessia), una reazione allergica in rapido sviluppo (shock anafilattico). La composizione e il numero dei granulociti neutrofili è influenzata da un trattamento prolungato o scorretto con farmaci della serie sulfanilamide, somministrazione di antitumorali (citostatici), un gruppo di analgesici, terapia antivirale.

Stadiazione della neutropenia

Le fasi di abbassamento del NEUT nel sangue determinano presumibilmente la possibile malattia. Valori NEU per fase:

FacileModerarepesante
1-1,5 ab. unità * 10 ^ 9 / l0,5-1,0 ab. unità * 10 ^ 9 / l0-0,5 ab. unità * 10 ^ 9 / l

Una conta dei neutrofili cronicamente bassa può avere un'eziologia ereditaria. I tipi genetici di anomalie includono: neutropenia ciclica con indicatori simili a onde, sindrome di Kostmann (mancanza della capacità di maturazione dei giovani neutrofili).

Inoltre

Se gli indicatori si discostano dai valori di riferimento, al paziente vengono assegnati ulteriori test di laboratorio: analisi del sangue biochimica, analisi generale delle urine, istologia, biopsia. A seconda della localizzazione del processo infiammatorio, viene selezionato un metodo di diagnostica hardware (risonanza magnetica, TC, ecografia, ecc.).

Risultato

I neutrofili sono un tipo di globuli bianchi (leucociti) responsabili dell'eliminazione dei microrganismi batterici, le cellule tumorali. Suddiviso in stab (giovani) e segmentato (leucociti maturi). Un aumento degli indicatori NEU (NEUT) nel sangue indica la loro mobilizzazione per combattere i processi pioinfiammatori, le neoplasie maligne, le malattie emolitiche.

Una diminuzione del livello dei leucociti neutrofili indica patologie croniche, infezioni virali, radiazioni del corpo. I risultati dello studio sono registrati come percentuale del numero totale di leucociti e in unità assolute moltiplicati per 10 ^ 9 (cioè un miliardo di cellule per litro di sangue). La microscopia e la conta dei neutrofili vengono eseguite come parte di un CBC.

Neutrofili in un esame emocromocitometrico completo (NEUT)

I rappresentanti più numerosi del sangue "bianco" sono i corpuscoli neutrofili. Sono un parametro obbligatorio della formula dei leucociti. Una persona sana dovrebbe avere una pugnalata (al penultimo stadio di maturazione) e infine una forma segmentata di cellule neutrofili.

Con la patologia, anche i precursori precedenti possono entrare nel letto vascolare: mielociti e metamielociti (un altro nome sono cellule giovani), che indica uno spostamento pronunciato della formula dei leucociti a sinistra. Contenuto eccessivo di elementi sagomati maturi: spostati a destra.

Il valore normale di stab NEUT è 1-5%, segmentato - 45-72%. Si nota un aumento della quantità (neutrofilia) quando:

Manifestazioni infettive (febbre, debolezza, sudorazione, mal di testa, naso che cola, tosse, mal di gola, eruzioni cutanee, diarrea, disturbi urinari);

La maggior parte delle malattie infettive e infiammatorie di natura batterica;

Danni ai tessuti (trauma, infarto);

La comparsa di focolai purulenti;

Attività fisica intensa;

Condizioni di lavoro dannose;

Dopo mangiato.

Di solito la neutrofilia è combinata con leucocitosi globale nell'intervallo 9-14 * 10 9 / l.

La situazione opposta - neutropenia - indica una depressione del sistema immunitario ed è irta dello sviluppo di gravi condizioni infettive. Cause di neutropenia:

Malattie virali pregresse (poliomielite, morbillo, rosolia, epatite);

Toxoplasmosi e altre invasioni di protozoi;

Impoverimento dell'immunità da processi infettivi e infiammatori cronici;

Oppressione del midollo osseo rosso durante la chemioterapia, la radioterapia e la terapia citostatica;

Nell'analisi generale, i neutrofili vengono esaminati quando si verificano segni di infiammazione, anemia, quando vengono prescritti antibiotici e altri farmaci che influenzano la funzione dell'ematopoiesi, nonché a scopo profilattico ogni anno.

Neutrofili: ruolo, tipi (pugnalati, segmentati), aumentati e diminuiti, negli adulti e nei bambini

© Autore: Z. Nelli Vladimirovna, dottore in diagnostica di laboratorio, Istituto di ricerca di transfusiologia e biotecnologia medica, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

I neutrofili (NEUT) occupano una posizione speciale tra tutti i globuli bianchi, a causa del loro numero, sono in cima alla lista dell'intero collegamento leucocitario e serie di granulociti - separatamente.

Non un singolo processo infiammatorio può fare a meno dei neutrofili, perché i loro granuli sono pieni di sostanze battericide, le loro membrane trasportano recettori per le immunoglobuline di classe G (IgG), che consente loro di legare gli anticorpi di questa specificità. Forse la principale caratteristica utile dei neutrofili è la loro elevata capacità di fagocitosi, i neutrofili sono i primi a entrare nel fuoco infiammatorio e iniziano immediatamente ad eliminare l '"incidente" - una singola cellula neutrofila è in grado di assorbire contemporaneamente 20-30 batteri che minacciano la salute umana.

Giovani, giovani, bastoni, segmenti...

La norma dei neutrofili nell'analisi del sangue generale di un adulto è del 45-70% in percentuale (1-5% stab + 60-65% segmentata), ma per una migliore chiarezza dell'immagine è più conveniente usare un valore più informativo: il contenuto assoluto di granulociti neutrofili. Normalmente, nel sangue periferico di un adulto, si contano da 2,0 a 5,5 Giga / litro..

A proposito, 40 anni fa, le norme dei globuli bianchi, inclusi i neutrofili, erano in qualche modo diverse, ma l'aumento della radiazione di fondo e altri fattori ambientali hanno fatto il loro lavoro..

Forse, guardando il modulo generale dell'analisi del sangue, il lettore ha notato che la colonna "neutrofili" è divisa in 4 parti:

  • Mielociti, che non dovrebbero essere normali (0%);
  • Young - può accidentalmente "intralciare" e nella norma (0-1%);
  • Bastoncini: ce ne sono pochi - 1-5%;
  • Segmenti che costituiscono la maggior parte dei granulociti neutrofili (45-70%).

In condizioni normali i neutrofili immaturi (metamielociti o giovani) non tendono al sangue periferico; essi, insieme ai mielociti, rimangono nel midollo osseo e creano una riserva, ma se si trovano nel flusso sanguigno, allora solo in singole copie. Valori aumentati di questo indicatore, cioè la comparsa di forme giovani nel sangue in quantità inaccettabili (spostamento a sinistra) indica gravi disturbi di salute (leucemia, gravi processi infettivi e infiammatori).

Le cellule giovani (granulociti immaturi) quando osservate al microscopio differiscono dai leucociti segmentati maturi per la forma del nucleo ("ferro di cavallo" sciolto e succoso nei giovani). I bastoncelli (leucociti pugnalati - forme non abbastanza mature) hanno un nucleo che assomiglia a un laccio emostatico curvo (da cui il nome).

Livelli elevati o elevati di neutrofili (superiori a 5,5 x 10 G / L) sono chiamati neutrofilia (leucocitosi neutrofila). Per un numero basso o basso di leucociti neutrofili, il numero di cellule è considerato inferiore a 2,0 x 10 G / l - questa è neutropenia. Entrambe le condizioni hanno le loro ragioni, che saranno considerate un po 'più tardi..

Dopo due incroci, le tariffe vengono equalizzate

La formula dei leucociti dei bambini (soprattutto quelli piccoli) è nettamente diversa da quella degli adulti. Tutto ciò è spiegato da un cambiamento nel rapporto tra linfociti e neutrofili dalla nascita ai 14-15 anni di età..

Molti hanno sentito che i bambini hanno una specie di croci (se disegni un grafico) e questo è ciò che significa:

  1. In un neonato, appena nato, il numero di granulociti neutrofili è compreso tra il 50 e il 72% e i linfociti - circa il 15-34%, ma il numero di neutrofili continua a crescere nelle prime ore di vita. Quindi (non passa nemmeno un giorno) la popolazione di leucociti neutrofili cambia bruscamente direzione nella direzione opposta e inizia a diminuire, mentre i linfociti si muovono verso di essa, cioè aumentano. Ad un certo punto, di solito tra 3 e 5 giorni di vita, i numeri di queste celle si equalizzano e le curve sul grafico si intersecano: questa è la prima croce. Dopo l'attraversamento, i linfociti aumenteranno per un po 'di tempo ei neutrofili diminuiranno (approssimativamente fino alla fine della seconda settimana di vita), per girare nuovamente nella direzione opposta.
  2. Dopo mezzo mese, la situazione cambia di nuovo: il livello dei linfociti diminuisce, il contenuto di neutrofili aumenta, solo questo processo non è più così veloce. I punti di intersezione di queste celle vengono raggiunti quando il bambino va alla prima elementare - questo è il momento della seconda intersezione.

Tabella: norme nei bambini di neutrofili e altri leucociti per età

Neutrofili e linfociti - Rapporto

In generale, neutrofili e linfociti non solo in un bambino, ma anche negli adulti sono in una certa dipendenza l'uno dall'altro. I neutrofili appartengono ai componenti dell'immunità cellulare e sono i primi ad andare "sul sentiero di guerra" con agenti estranei - nelle analisi del sangue leucocitosi a causa dell'aumento dei granulociti neutrofili e linfociti sono ridotti in percentuale in questo momento.

I neutrofili, avendo adempiuto alle loro funzioni, muoiono “sul campo di battaglia”, trasformandosi in pus, e quelli nuovi non hanno il tempo di sostituirli. Successivamente, insieme ad altri prodotti non necessari (microbi e tessuti distrutti), i leucociti granulari morti (neutrofili) verranno rimossi dai "tergicristalli" - monociti. Ciò non significa che i neutrofili si siano completamente "rifiutati" di partecipare alla risposta infiammatoria, sono semplicemente diminuiti, inoltre, in questo momento, le cellule del collegamento centrale del sistema immunitario - i linfociti (popolazione T e formazione di anticorpi - cellule B) sono inclusi nella lotta. Differenziandosi attivamente, aumentano il loro numero totale, cioè aumentano, i neutrofili in questo momento, ovviamente, diminuiscono. Nella formula dei leucociti, questo sarà notevolmente molto buono. A causa del fatto che il contenuto di tutte le cellule del collegamento leucocitario è del 100%, un aumento dei neutrofili fino al 70% o più causerà una diminuzione delle cellule della serie agranulocitica - linfociti (il loro numero sarà ridotto - meno del 30%). Al contrario, alti livelli di linfociti - bassi livelli di neutrofili. Quando tutti i processi acuti che richiedono la mobilizzazione dell'immunità cellulare e umorale sono finiti, e quelle e altre cellule tornano alla loro norma fisiologica, come evidenziato dalla formula dei leucociti "calma".

Dalla nascita alla maturità

I neutrofili iniziano il loro ciclo vitale nel midollo osseo dal mieloblasto e, passando per gli stadi di promielociti, mielociti, metamielociti (giovani), raggiungono una cellula che può lasciare il luogo di nascita. Nell'analisi del sangue, sono rappresentati da forme in maturazione - leucociti pugnalati (penultimo, 5 ° stadio di sviluppo dei neutrofili a cellula segmentata, motivo per cui ce ne sono così pochi rispetto ai segmenti) e neutrofili segmentati maturi.

I granulociti neutrofili hanno preso il nome di “bastoncelli” e “segmenti” a causa della forma del nucleo: nei bastoncelli assomiglia a un laccio emostatico, e in segmenti è diviso in lobuli (da 2 a 5 segmenti). Lasciando il midollo osseo come cellula matura, i granulociti neutrofili sono divisi in 2 parti: una va "fluttuante liberamente" per osservare costantemente "cosa e come", l'altra entra nella riserva - si attacca all'endotelio e attende dietro le ali (in piedi parietale - disponibilità per uscita dalla nave). I neutrofili, come altre cellule del collegamento leucocitario, svolgono le loro funzioni all'esterno dei vasi e il flusso sanguigno viene utilizzato solo come strada per il focus dell'infiammazione, ma se necessario, il pool di riserva reagirà molto rapidamente e si unirà immediatamente al processo di protezione.

La maggiore attività fagocitica è caratteristica dei neutrofili maturi, tuttavia, in caso di infezioni gravi, non è ancora sufficiente, e quindi i "parenti" della riserva vengono in aiuto delle cellule circolanti mature, che hanno atteso con calma nel midollo osseo sotto forma di forme giovani (quelle che si sono aggrappate a pareti vascolari, prima a sinistra).

Tuttavia, può verificarsi una situazione in cui tutte le riserve sono esaurite, il midollo osseo funziona, ma non ha il tempo di soddisfare i bisogni di leucociti, quindi le forme giovani (giovani) e persino i mielociti iniziano a entrare nel sangue, che normalmente, come menzionato sopra, non dovrebbero essere lì.... A volte queste cellule immature, cercando di correggere la situazione, lasciano il midollo osseo in grandi quantità, quindi, in gravi processi patologici, l'emocromo dei leucociti cambia in modo così evidente. Va notato che le cellule immature che hanno lasciato il midollo osseo non hanno acquisito completamente le capacità dei neutrofili segmentati maturi a tutti gli effetti. L'attività fagocitica dei metamielociti è ancora piuttosto elevata (fino al 67%), nei mielociti non raggiunge più il 50% e nei promielociti l'attività della fagocitosi è completamente bassa - 10%.

I neutrofili si muovono come le amebe e per questo motivo, spostandosi lungo le pareti dei capillari, non solo circolano nel flusso sanguigno, ma (se necessario) lasciano il flusso sanguigno, dirigendosi verso i siti di infiammazione.

I neutrofili sono microfagi attivi, la loro competenza include principalmente la cattura di patogeni di infezioni acute, mentre i macrofagi, che includono monociti e istiociti immobili, sono coinvolti nella fagocitosi di patogeni di infezioni croniche e prodotti di degradazione cellulare. La granularità nel citoplasma (la presenza di granuli) rimanda i neutrofili ai granulociti e questo gruppo, oltre a loro, include i basofili e gli eosinofili.

Oltre alla funzione principale - la fagocitosi, dove i neutrofili agiscono come killer, queste cellule del corpo hanno altri compiti: svolgono una funzione citotossica, partecipano al processo di coagulazione (contribuiscono alla formazione della fibrina), aiutano la formazione di una risposta immunitaria a tutti i livelli di immunità (hanno recettori per le immunoglobuline E e G, agli antigeni leucocitari delle classi A, B, C del sistema HLA, a interleuchina, istamina, componenti del sistema del complemento).

Come funzionano?

Come notato in precedenza, tutte le capacità funzionali dei fagociti sono caratteristiche dei neutrofili:

  • Chemiotassi (positivo - lasciando il vaso sanguigno, i neutrofili fanno un corso "verso il nemico", "decisamente spostandosi nel luogo d'introduzione di un oggetto estraneo, negativo - il movimento è diretto nella direzione opposta);
  • Adesione (la capacità di aderire a un agente straniero);
  • Capacità di catturare in modo indipendente le cellule batteriche senza la necessità di recettori specifici;
  • La capacità di svolgere il ruolo di assassini (uccidere i microbi catturati);
  • Digerire le cellule estranee (dopo aver "mangiato", i neutrofili aumentano notevolmente di dimensioni).

Video: i neutrofili combattono i batteri


La granularità dei neutrofili consente loro (così come altri granulociti) di accumulare un gran numero di vari enzimi proteolitici e fattori battericidi (lisozima, proteine ​​cationiche, collagenasi, mieloperossidasi, lattoferrina, ecc.), Che distruggono le pareti della cellula batterica e "se ne occupano". Tuttavia, tale attività può interessare anche le cellule dell'organismo in cui vive il neutrofilo, cioè le proprie strutture cellulari, le danneggia. Ciò suggerisce che i neutrofili, infiltrandosi nel fuoco infiammatorio, contemporaneamente alla distruzione di fattori estranei, danneggiano anche i tessuti del proprio corpo con i loro enzimi..

Sempre e ovunque prima

Le ragioni dell'aumento dei neutrofili non sono sempre associate a qualche patologia. A causa del fatto che questi rappresentanti dei leucociti si sforzano sempre di essere i primi, reagiranno a qualsiasi cambiamento nel corpo:

  1. Pranzo abbondante;
  2. Lavoro intensivo;
  3. Emozioni positive e negative, stress;
  4. Periodo premestruale;
  5. Aspettativa di un bambino (durante la gravidanza, nella seconda metà);
  6. Tempo di consegna.

Tali situazioni, di regola, passano inosservate, i neutrofili sono leggermente aumentati e in quel momento non eseguiamo un'analisi.

Un'altra cosa è quando una persona sente di essere malata e i leucociti sono necessari come criterio diagnostico. I neutrofili sono elevati nelle seguenti condizioni patologiche:

  • Qualsiasi (quello che può essere solo) processi infiammatori;
  • Malattie maligne (tumori ematologici, solidi, metastasi del midollo osseo);
  • Intossicazione metabolica (eclampsia durante la gravidanza, diabete mellito);
  • Interventi chirurgici il primo giorno dopo l'intervento (come reazione al trauma), ma alti livelli di neutrofili il giorno successivo al trattamento chirurgico non sono un buon segno (questo suggerisce che un'infezione si è unita);
  • Trasfusione.

Va notato che in alcune malattie l'assenza della leucocitosi attesa (o peggio ancora - i neutrofili sono abbassati) sono indicati come "segni" sfavorevoli, ad esempio un livello normale di granulociti nella polmonite acuta non offre prospettive promettenti.

In quali casi il numero di neutrofili diminuisce??

Anche le cause della neutropenia sono abbastanza varie, ma va tenuto presente: si tratta di valori abbassati causati da un'altra patologia o dall'effetto di determinate misure terapeutiche, o numeri davvero bassi, che possono indicare gravi malattie del sangue (inibizione dell'ematopoiesi). La neutropenia irragionevole richiede sempre un esame e quindi, forse, si troveranno le ragioni. Può essere:

  1. Temperatura corporea superiore a 38 ° C (la risposta all'infezione è inibita, il livello dei neutrofili diminuisce);
  2. Malattie del sangue (anemia aplastica);
  3. Grande bisogno di neutrofili nei processi infettivi gravi (febbre tifoide, brucellosi);
  4. Infezione con produzione soppressa di leucociti granulari nel midollo osseo (in pazienti debilitati o affetti da alcolismo);
  5. Trattamento con citostatici, uso della radioterapia;
  6. Neutropenia medicinale (farmaci antinfiammatori non steroidei - FANS, alcuni diuretici, antidepressivi, ecc.)
  7. Collagenosi (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico);
  8. Sensibilizzazione con antigeni leucocitari (alto titolo di anticorpi leucocitari);
  9. Viremia (morbillo, rosolia, influenza);
  10. Epatite virale, HIV;
  11. Infezione generalizzata (sepsi): la neutropenia indica un decorso grave e una prognosi infausta;
  12. Reazione di ipersensibilità (collasso, emolisi);
  13. Patologia endocrina (disfunzione tiroidea);
  14. Radiazione di fondo aumentata;
  15. Effetti di sostanze chimiche tossiche.

Molto spesso, le cause dei neutrofili abbassati sono infezioni fungine, virali (soprattutto) e batteriche e, sullo sfondo di un basso livello di leucociti neutrofili, tutti i batteri che popolano la pelle e penetrano nelle mucose del tratto respiratorio superiore e nel tratto gastrointestinale si sentono bene..

A volte i leucociti granulari stessi sono la causa di reazioni immunologiche. Ad esempio, in rari casi (durante la gravidanza), il corpo di una donna vede qualcosa di “estraneo” nei granulociti di un bambino e, cercando di liberarsene, inizia a produrre anticorpi diretti contro queste cellule. Questo comportamento del sistema immunitario della madre può influire negativamente sulla salute del neonato. I leucociti neutrofili nell'analisi del sangue del bambino saranno ridotti e i medici dovranno spiegare alla madre che cos'è la neutropenia neonatale immunitaria.

Anomalie dei neutrofili

Per capire perché i neutrofili si comportano in questo modo in determinate situazioni, bisognerebbe studiare meglio non solo le caratteristiche inerenti alle cellule sane, ma anche fare conoscenza con i loro stati patologici, quando una cellula è costretta a sperimentare condizioni insolite per se stessa o non è in grado di funzionare normalmente a causa di quelle ereditarie, difetti geneticamente determinati:

  • La presenza di più di 5 segmenti nel nucleo (ipersegmentazione) si riferisce a segni di anemia megaloblastica o indica problemi ai reni o al fegato;
  • La vacuolizzazione del citoplasma è considerata una manifestazione di alterazioni degenerative sullo sfondo di un processo infettivo (le cellule sono attivamente coinvolte nella fagocitosi - sepsi, ascesso);
  • La presenza dei corpi di Dele indica che i neutrofili sono sopravvissuti a condizioni estreme (intossicazione endogena), in cui hanno dovuto maturare (granuli grossolani in una cellula - granularità tossica);
  • La comparsa dei semi di Amato vicino al corpo di Dele indica spesso la scarlattina (sebbene non escluda altre infezioni);
  • L'anomalia di Pelger-Huet (anomalia di Pelger, un tipo di eredità autosomica dominante) è caratterizzata da una diminuzione dei segmenti nel nucleo e il neutrofilo stesso assomiglia a un pince-nez. La pseudoanomalia di Pelger-Huet può essere osservata sullo sfondo dell'intossicazione endogena;
  • La pelgerizzazione dei nuclei neutrofili è un segno precoce di alterata granulopoiesi, osservata nelle malattie mieloproliferative, nel linfoma non Hodgkin, nelle infezioni gravi e nell'intossicazione endogena.

Le anomalie acquisite e i difetti congeniti dei neutrofili non hanno il miglior effetto sulle capacità funzionali delle cellule e sulla salute di un paziente il cui sangue contiene leucociti difettosi. Violazione della chemiotassi (sindrome dei leucociti pigri), attività enzimatica nel neutrofilo stesso, mancanza di risposta della cellula al segnale (difetto del recettore): tutte queste circostanze riducono significativamente le difese del corpo. Le cellule, che dovrebbero essere le prime al centro dell'infiammazione, esse stesse "si ammalano", quindi non sanno di essere attese o non possono svolgere i compiti loro assegnati, anche se in questo stato arrivano sul luogo dell '"incidente". Ecco quanto sono importanti: i neutrofili.

Neutrofili

Il sangue è uno dei tessuti più importanti del corpo, costituito da diversi elementi sagomati, ognuno dei quali svolge una serie di funzioni. Tutti ricordano dal corso di biologia della scuola che ci sono globuli rossi e globuli bianchi nel sangue. I globuli bianchi - leucociti - sono divisi in gruppi. Le cellule appartenenti a ciascuno dei gruppi, a loro volta, hanno anche una propria classificazione secondo il metodo di reazione ai coloranti, che vengono utilizzati per l'analisi al microscopio..

I neutrofili sono un sottotipo di globuli bianchi che reagisce a qualsiasi tipo di colorante. Da qui il nome, può essere decifrato come "ugualmente correlato a tutti". Tra gli altri gruppi di leucociti, questo è il più numeroso (oltre il 50%).

Funzioni principali

I leucociti del sangue sono principalmente difensori del corpo e una sottospecie come i neutrociti è principalmente impegnata nella fagocitosi, in termini semplici, nella distruzione dei nemici: virus, batteri e microrganismi parassiti. Questa è la funzione principale dei neutrofili..

I neutrofili del sangue nel corpo si formano nel midollo osseo, vivono nel sangue per diverse ore e fino a diversi giorni nei tessuti. Una durata così breve di queste cellule suggerisce che il processo del loro rinnovamento dovrebbe avvenire continuamente. E se il corpo combatte l'infezione, la vita dei neutrofili si riduce, poiché, avendo completato il loro compito, si autodistruggono. È chiaro che solo le cellule mature a tutti gli effetti combattono efficacemente le fonti di infezione. Tali neutrofili sono chiamati neutrofili segmentati, normalmente sono più in uno striscio per un esame del sangue - fino al 70%.

I neutrofili a bastoncello sono cellule giovani, ce ne sono meno di quelle mature - dall'1% al 6%. Non dovrebbero esserci assolutamente forme rudimentali di neutrofili nel sangue - mielociti e metamielociti (sono anche chiamati cellule giovani), poiché non lasciano gli organi ematopoietici fino a quando tutte le fasi dello sviluppo non sono passate alla fine.

L'equilibrio è disturbato se si verifica un processo infettivo acuto nel corpo e tutte le risorse protettive vengono mobilitate per combatterlo: le cellule mature muoiono rapidamente, hanno urgentemente bisogno di essere sostituite con nuove, anche se non sono ancora del tutto pronte.

Puoi vedere la percentuale delle forme di neutrofili nel sangue in un esame del sangue dettagliato con una formula di leucociti. Per deviazioni dalla norma, parlando della formula dei leucociti, sono accettati i concetti di "spostamento a sinistra" e "spostamento a destra". Cosa significa questo?

Se distribuiamo tutte le fasi dello sviluppo dei neutrofili da sinistra a destra, apparirà così:

mielociti - metamielociti (giovani) - pugnalati - segmentati

Quando il numero di giovani neutrofili nel sangue supera il range normale, la formula si sposta a sinistra. E se la norma viene superata dal numero di forme mature segmentate, questo è uno spostamento della formula a destra.

Norma

Il tasso di neutrofili nel sangue umano è lo stesso per entrambi i sessi, ma varia a seconda dell'età. In un esame del sangue generale, di solito ci sono 2 indicatori per i neutrofili: NEUT abs (conta assoluta dei neutrofili), che viene misurata in miliardi di cellule per litro di sangue (109 / l) e NEUT% è la percentuale di neutrofili in relazione ad altri tipi di leucociti.

I limiti delle norme per il contenuto di neutrofili nel sangue per diverse età sono mostrati nella tabella:

Età: bambini e adultiValori di riferimento, 109 / lValori di riferimento,%
16 anni (adulti)1.8 - 7.747 - 72

Uno studio più dettagliato - formula leucocitaria o leucogramma - mostra la percentuale tra i tipi di neutrofili:

Neutrofili
Mielociti,%Metamielociti (cellule giovani),%Pugnalata,%Segmentato,%
00-0,51-647 - 72

Tabella dei valori di riferimento del rapporto tra specie di neutrofili per diverse età:

EtàPugnalata,%Segmentato,%
neonati3-1247-70
16 anni (adulti)1-350-70

Un importante indicatore diagnostico è il numero di neutrofili e il rapporto tra neutrofili segmentati e la totalità di tutte le forme giovani. Dopotutto, se il numero degli ultimi neutrofili aumenta, allora c'è un punto focale della malattia nel corpo, con il quale sta combattendo attivamente.

Aumento

Un altro nome per questa condizione è neutrofilia o neutrofilia..

I motivi che possono causare un aumento dei neutrofili:

  • Malattie infettive (virali, fungine, batteriche, parassitarie) - attuali o recentemente trasferite;
  • Processi infiammatori;
  • Danno ai tessuti (comprese le condizioni postoperatorie);
  • Necrosi dei tessuti (con infarti e ictus, ustioni, cancrena);
  • Avvelenamento (cibo, farmaci, ecc.);
  • Diabete;
  • Formazioni maligne
  • Reazioni allergiche;
  • Assunzione di determinati farmaci (ormonali);

La neutrofilia può essere di vari gradi, che può anche essere determinata dai risultati di un esame del sangue e concludere quanto sia grave la malattia.

Valori corrispondenti ai gradi di neutrofilia:

  • Grado moderato - inferiore a 10 * 109 / l - in questo caso, molto probabilmente, si verifica un processo infiammatorio localizzato nel corpo;
  • Un grado pronunciato - da 10 a 20 * 109 / l - con questo valore dell'indicatore, l'infiammazione può essere più estesa;
  • Un grado grave - da 20 a 60 * 109 / l - è caratteristico delle condizioni generalizzate (sepsi sanguigna, peritonite), in questo caso, non solo il numero, ma anche la qualità delle cellule cambia, con un grave grado di neutrofilia l'emogramma mostra uno spostamento significativo a sinistra.

Tuttavia, esiste una cosa come la neutrofilia fisiologica: questo è un leggero aumento del numero di neutrofili nelle persone sane a causa del recente stress fisico o emotivo, così come durante la gravidanza. In quest'ultimo caso, il carico sui neutrofili nel corpo della donna aumenta, perché devono far fronte alla maggiore quantità di tossine che entrano nel flusso sanguigno. Durante la gravidanza, il controllo del livello dei neutrofili è particolarmente importante: un aumento significativo dell'indicatore può indicare, ad esempio, la minaccia di aborto spontaneo.

Diminuire

O neutropenia (chiamata anche agranulocitosi).

Una diminuzione dei neutrofili può dipendere da una serie di motivi:

  • Gravi malattie virali (influenza, rosolia, morbillo, epatite B);
  • Malattie causate da infezioni batteriche (tifo, tularemia);
  • Assunzione di farmaci (analgesici, immunosoppressori e citostatici, farmaci antibatterici, farmaci contenenti interferone);
  • Malattie oncologiche degli organi ematopoietici;
  • Chemioterapia;
  • Radioterapia;
  • Esposizione alle radiazioni;
  • Anemia aplastica;
  • Leucemia del sangue;
  • Disturbi alimentari (carenze vitaminiche come folati e vitamina B12)

La gravità di questi processi, come nel caso della neutrofilia, mostra il grado di neutropenia:

  • Soft - da 1 a 1.5 * 109 / l
  • Moderato - da 0,5 a 1 * 109 / l
  • Pesante - da 0 a 0,5 * 109 / l

La neutropenia può essere non cronica, temporanea, come durante l'assunzione di farmaci antivirali. Dopo la fine del trattamento, il numero di neutrofili ritorna rapidamente alla normalità. Se nel paziente non vengono diagnosticate malattie gravi, vale la pena preoccuparsi se il numero di neutrofili si riduce per un lungo periodo.

Casi speciali di neutropenia

In alcuni casi, le neutropenie sono dovute alle caratteristiche dell'organismo e sono la norma per i loro portatori, tali casi, di regola, sono di natura genetica e sono piuttosto rari.

Neutropenia cronica benigna

La neutropenia cronica benigna si verifica più spesso durante l'infanzia, quando il sistema ematopoietico non è ancora completamente formato. Tuttavia, questa condizione può verificarsi anche negli adulti. Inoltre, non è sempre accompagnato da alcun sintomo. Se viene rivelato che la neutropenia cronica non è una conseguenza di una malattia grave, questo fattore dovrebbe essere preso in considerazione quando si interpretano gli indicatori di laboratorio.

Neutropenia ciclica

La neutropenia ciclica è una condizione rara, con 1-2 casi per milione di persone. Si manifesta nel fatto che di tanto in tanto il numero di neutrofili nel sangue di un portatore di tale patologia scende al di sotto del normale, ma dopo un certo periodo di tempo si ripristina naturalmente. La patologia è ereditaria e, in generale, la qualità della vita non si riduce in modo significativo.

La sindrome di Kostmann

È anche una malattia ereditaria in cui i neutrofili non possono svilupparsi in forme mature. Di conseguenza, il portatore della patologia è privato della protezione naturale contro le infezioni e soffre costantemente di malattie infettive. Ora, rilevata in tempo, questa condizione viene corretta con i farmaci.

Cosa fare in caso di scostamento dalla norma

Se i risultati di un esame del sangue mostrano un numero ridotto o aumentato di neutrofili, prima di tutto è necessario comprendere le ragioni delle deviazioni: sono temporanee o croniche, sono sorte a causa di una malattia già stabilita e sono un effetto collaterale del trattamento.

In ogni caso, è necessario consultare uno specialista: un terapista, un ematologo o uno specialista in malattie infettive. Il medico ti aiuterà a eseguire con competenza diagnostica aggiuntiva, se necessario, ad aggiustare la terapia farmacologica in caso di problemi a causa dei farmaci assunti.

Alcune misure possono essere prese indipendentemente, certamente non danneggeranno. Ciò include smettere di fumare e alcol, aderire ai principi di una dieta sana, assumere multivitaminici stagionali.

Se, ad esempio, il livello dei neutrofili diminuisce durante il trattamento antivirale, ci sono modi semplici per ridurre i rischi di contrarre altre infezioni.

Ad esempio:

  • rispetto delle norme igieniche - lavaggio frequente delle mani e igiene delle mucose della bocca e del naso dopo aver visitato luoghi affollati;
  • vaccinazioni tempestive contro l'influenza e altre malattie;
  • lavorazione attenta degli alimenti prima di mangiarli, evitando cibi crudi (come uova e frutti di mare).

Video - Analisi del sangue, neutrofili:

Norme dei neutrofili in donne, uomini e bambini per età, cause di deviazioni, esami aggiuntivi e trattamento

I globuli bianchi o gli stessi leucociti non sono omogenei. Questo è il nome generico delle cinque strutture. L'obiettivo di tutti loro è lo stesso: la lotta contro agenti infettivi e altri agenti anomali, invasori nel corpo umano. Di conseguenza, costituiscono la base del sistema immunitario..

I neutrofili sono uno dei sottotipi di leucociti. Le più numerose rispetto ad altre celle simili e rappresentano fino al 70% della massa totale di queste. Svolgono funzioni importanti ma sono di natura eterogenea.

In un certo senso, queste strutture sono universali, in grado di combattere la maggior parte dei tipi di agenti patogeni e oggetti estranei. Le deviazioni dalla norma indicano sempre lo sviluppo di processi patologici, a parte un piccolo numero di ragioni soggettive, ad esempio l'assunzione di determinati farmaci.

L'adeguatezza del trattamento è determinata dalla specifica situazione clinica. I neutrofili nell'analisi del sangue riflettono la funzione immunitaria, quindi qualsiasi deviazione è potenzialmente pericolosa, da questo i medici procedono nell'analisi della necessità di terapia.

Funzioni dei neutrofili

Queste cellule risolvono un ampio gruppo di compiti specifici che devono affrontare le difese del corpo umano:

Isolamento di sostanze battericide

Le strutture delle unità citologiche contengono composti specializzati che hanno la capacità di uccidere la flora patogena. Quando viene rilevato un bersaglio, il neutrofilo rilascia una sostanza che dissolve le membrane cellulari dell'agente patogeno.

Pertanto, il materiale genetico non viene incapsulato e il batterio muore. Questo è uno dei principali meccanismi dell'attività dei neutrofili..

Legame con l'antigene

Le cellule considerate sulle membrane hanno recettori speciali per immunoglobuline specifiche di classe G, sono le più comuni nel corpo e hanno un'elevata attività nella lotta contro agenti infettivi di tutti i tipi.

A causa della capacità di legare tali sostanze, i neutrofili possono trasportarli rapidamente al sito di lesione al fine di migliorare la risposta immunitaria. Pertanto, la distruzione degli agenti patogeni viene raggiunta molto più velocemente..

Assorbimento diretto di microrganismi

Le cellule della forma sono in grado di fagocitosi. Sono abbastanza grandi e abbastanza aggressivi da uccidere i batteri mangiandoli. In media, un neutrofilo può eliminare fino a 20-30 strutture estranee in vari modi. Cosa parla della sua alta efficienza.

Inibizione e inattivazione di agenti virali

I globuli bianchi hanno la capacità di ridurre il tasso di replicazione di agenti patogeni estranei e ridurre la produttività della loro esistenza. In casi favorevoli, si ottiene la completa soppressione delle strutture, a causa della quale i processi infiammatori vengono annullati.

Le funzioni dei neutrofili alla fine si riducono a una cosa: la distruzione di batteri, virus, funghi e altri oggetti in vari modi. Pertanto, un aumento dell'indicatore Neut in un esame del sangue indica una risposta immunitaria, sia che si tratti di una reazione a un'infezione o di processi allergici. Successivamente, devi capire già in dettaglio, in sostanza.

Anche i neutrofili, nonostante il nome comune, sono eterogenei. Esistono diversi tipi di questi. A seconda dello scopo funzionale (specializzazione ristretta) o del grado di preparazione al lavoro.

In totale, si possono definire quattro tipi:

  • Mielociti. Relativamente parlando, non è un tipo di globulo bianco. Questa è una cellula estremamente immatura. In fondo, non si è nemmeno ancora differenziato. Questa è una rozza "preparazione" dell'organismo per la futura trasformazione in altre strutture. Non necessariamente neutrofili.

La trasformazione in qualsiasi cosa è possibile: dalle piastrine agli eosinofili. Normalmente, non dovrebbero esserci affatto tali strutture nel flusso sanguigno. Sono concentrati nel midollo osseo e lì si sono finalmente formati, solo allora entrano nel corpo e iniziano a fare il loro lavoro..

  • Neutrofili giovani o immaturi. Una forma intermedia. È anche memorizzato al posto della propria sintesi, fornisce una riserva condizionale. Nel caso in cui sia necessario rilasciare più cellule immunitarie. Tali varietà sono anche assenti nel flusso sanguigno. Perché non sono ancora in grado di lavorare.

D'altra parte, a seguito di fenomeni casuali, un piccolo numero di essi potrebbe venire fuori. Questo non è critico, ma la quantità dovrebbe rientrare nel margine di errore. Circa 0,1-1%, con una possibile deviazione verso il basso. Tutti i cambiamenti evidenti indicano lo sviluppo dell'uno o dell'altro processo patologico nel corpo..

  • Neutrofili a bastoncello. Calcola un minimo della massa totale. Non più del 5% dell'importo. Hanno preso il nome dalle caratteristiche della forma, che è chiaramente visibile durante l'analisi microscopica. Queste cellule hanno approssimativamente le stesse funzioni, ma sono più altamente specializzate. Si mettono in gioco quando necessario, quando il grosso non ce la fa.
  • Neutrofili segmentati. Il sottotipo più abbondante di globuli bianchi. Secondo varie stime, rappresenta fino al 70% del numero di strutture. Risolve i problemi sopra descritti costantemente e completamente. Il lavoro dei neutrofili di questo tipo è particolarmente evidente durante lo sviluppo di un processo infettivo e infiammatorio nel corpo..

Quindi, ci sono solo due specie funzionalmente attive. Entrambi sono approssimativamente uguali in caratteristiche, ruolo e potenziale per combattere agenti patogeni, microrganismi, virus, funghi.

Tabelle degli standard

I neutrofili sono indicati nell'analisi del sangue come Neut e il numero di cellule è calcolato come percentuale. Ma in laboratorio, nella pratica clinica, viene utilizzato anche il contenuto assoluto di neutrofili, questo è un indicatore che viene calcolato nel numero di unità per litro di sangue.

Il metodo che verrà utilizzato dipende dall'istituzione specifica e dai metodi di ricerca..

Tra le donne

Gli indicatori variano ampiamente. In media, il tasso di neutrofili nel sangue nelle donne è del 50-59%, leggermente superiore a quello degli uomini. Ciò è dovuto alle peculiarità del sistema immunitario e ad altri fattori..

Età (anni)Neutrofili in percentuale (considerati dalle specie più numerose - segmentati)
16-1851-56%
18-2152-57%
22-3552-59%
35-4551-58%
45-6050-55%
Dopo 60 anni52-58%

I dati nella tabella sono approssimativi, sono possibili lievi fluttuazioni individuali verso il basso (ma non verso l'alto). È inoltre necessario prendere in considerazione le condizioni del paziente al momento dello studio..

La concentrazione di neutrofili è influenzata dal picco di eventi ormonali. Che si tratti di pubertà attiva (soprattutto con formazione tardiva), ciclo mestruale, gravidanza.

Negli uomini

Negli uomini, il conteggio dei corpi normali non è molto inferiore (49-57%), in generale, stiamo parlando di una discrepanza di diversi punti percentuali. A seconda del caso. Questa è una regola generale.

Anni di vitaLivelli segmentati dei neutrofili
16-1850-54%
18-2150-55%
22-3551-57%
35-4550-54%
35-4549-53%
Più di 60 anni50-56%

Negli adulti, l'intervallo normale per i neutrofili è in media dal 30 al 59%. La diffusione è ampia. Anche il limite inferiore è possibile e non è considerato un'anomalia.

Le tabelle mostrano numeri medi che non riflettono completamente le caratteristiche cliniche e la realtà della situazione. Pertanto, il medico dovrebbe occuparsi della decodifica, dell'interpretazione.

Nei bambini

In questo caso, è necessario calcolare non solo per anno, ma anche per giorno, mese, a seconda dell'età del bambino.

Momento di vitaNorme dei neutrofili in termini percentuali
Il momento della nascita59-60%
12 ore65-68%
1 ° giorno60-61%
7 giorni40-43%
2 settimane39-40%
1 mese35-38%
6 mesi30-32%
1 anno30-31%
2 anni30-33%
4 anni40-42%
6 anni49-51%
8 anni50-53%
10 anni50-54%
11-18 anni52-55%

Un forte aumento nei primi giorni è dovuto alla formazione attiva dell'immunità e all'apparizione in un ambiente aggressivo. Poi c'è un adattamento graduale, tutto torna alla normalità dopo i primi anni di vita..

Gli indicatori assoluti danno approssimativamente gli stessi risultati in proporzione.

Motivi naturali per l'aumento

L'aumento della concentrazione di neutrofili (spostamento della formula dei leucociti a destra) non è sempre di origine anormale. Anche se questo è vero per la maggior parte delle possibili situazioni cliniche.

Se parliamo di fattori naturali, saranno i seguenti:

  • Gravidanza. La gestazione crea un grande carico sul corpo della madre e tutti i processi immunitari sono migliorati. Che alla fine diventa un provocatore della crescita dei livelli in uno studio di laboratorio. Questo non è pericoloso perché la risposta è falsa. Tuttavia, per ogni evenienza, è necessario controllare il resto degli indicatori. Possibile manifestazione lenta di patologia.
  • Consegna.
  • Il ciclo mestruale e il periodo immediatamente precedente. Il corpo considera i naturali processi mensili di maturazione e rilascio dell'uovo come uno stress intenso. Il risultato è una falsa risposta immunitaria. Questo non è così pericoloso, devi aspettare fino alla fine del periodo e tutto tornerà alla normalità da solo.
  • Stress da esercizio. Più è intenso, più significative saranno le deviazioni nei parametri dei neutrofili. I livelli tornano a limiti adeguati senza cure mediche e generalmente influenze esterne.
  • Consumare grandi quantità di cibo. In generale, il cibo provoca un aumento temporaneo della concentrazione di cellule uniformi. La relazione è direttamente proporzionale. Tutto è tornato alla normalità dopo poche ore.

Lo stress influisce sulle prestazioni allo stesso modo. Questo vale anche per qualsiasi manifestazione emotiva..

Fattori di crescita patologici nella concentrazione dei neutrofili

Il tasso di neutrofili nel sangue cambia principalmente per ragioni anormali. Se parliamo di condizioni specifiche:

  • Processi infiammatori. Esistono due tipi. Contagioso. Il gruppo più numeroso. Per loro, è tipico che le strutture estranee entrino nel corpo. In definitiva, un aumento dei livelli di neutrofili e non solo è una risposta adeguata e corretta del corpo ad un attacco dall'esterno.

La situazione con la seconda sottospecie del processo patologico è un po 'più complicata. Quando si sviluppa una risposta autoimmune. Fenomeni infiammatori di questo tipo sono caratterizzati dall'assenza dell'agente patogeno in quanto tale. Il corpo attacca se stesso, le proprie cellule.

Questo è il risultato di un malfunzionamento del sistema immunitario. I neutrofili non svolgono una funzione utile, ma l'aumento è evidente.

  • Disturbi endocrini. Per lo più quelli che provocano gravi disturbi metabolici. Il leader di questo gruppo è il diabete mellito. Questo può includere anche patologie della tiroide, ghiandole surrenali. I tipi più diversi.
  • Tumore maligno. Indipendentemente dalla posizione e dal tipo. La conta dei neutrofili aumenta soprattutto se il midollo osseo è danneggiato. Metastasi o neoplasie primarie, questo non gioca un ruolo nel contesto della determinazione delle cause.
  • Oltre alle malattie reali, viene chiamato il fattore iatrogeno. Cioè, tutti i tipi di interventi chirurgici traumatici. Il cambiamento di livello persiste per tutto il periodo di riabilitazione. Solo allora svanisce.
Attenzione:

Ci sono anche alcune eccezioni alla regola. Se i neutrofili con un evidente processo patologico rientrano nell'intervallo normale, ciò non è naturale. Stiamo parlando della debolezza del sistema immunitario, è necessario trattare la malattia di base il più rapidamente possibile..

Motivi per il downgrade

Ci sono anche molti fattori che spostano la formula dei leucociti a sinistra..

  • HIV. Un grosso problema. Il processo patologico provoca la soppressione dell'intero sistema immunitario. In questo caso, anche sullo sfondo di una minaccia reale, non ci sarà affatto una crescita degli indicatori. Al contrario, verranno abbassati. È necessaria una terapia di supporto.
  • Anemia aplastica. È accompagnato da una violazione della sintesi di tutte le possibili cellule del sangue uniformi. I leucociti di diversi tipi non fanno eccezione. Le complicazioni potenzialmente fatali sono probabili senza un trattamento speciale. L'azione deve essere intrapresa più rapidamente.
  • Gravi processi infettivi. In questo caso, cresce la necessità di cellule sagomate per la lotta attiva. Il corpo potrebbe non avere il tempo di produrne di nuovi, da qui la caduta temporanea.
  • Debolezza generale di tutti i sistemi. I neutrofili sono al di sotto del normale se una persona ha avuto una grave malattia nel recente passato o manca di sostanze nutritive.
  • Una storia di alcolismo. Lo stesso vale per i forti bevitori. La concentrazione di neutrofili è inferiore a valori adeguati, poiché la loro sintesi è soppressa dai prodotti di decadimento dell'etanolo. Anche l'esaurimento generale del corpo di queste persone influisce.
  • Epatite. Processo infiammatorio dal fegato. Ha un'origine infettiva, in particolare virale.
  • Sepsi. Danno generalizzato al corpo.
  • Malattia da radiazioni.
  • Intossicazione. In caso di avvelenamento con alcuni veleni. Anche un gruppo di farmaci ha un effetto simile. La possibilità di un tale effetto collaterale si riflette nelle annotazioni per prodotti farmaceutici specifici..

Tutte le cause e i meccanismi di sviluppo della neutropenia (bassa concentrazione di neutrofili) sono descritti in questo articolo..

Le ragioni dell'aumento di alcune cellule e della diminuzione in altre

È necessario prendere in considerazione altri fattori di crescita o diminuzione degli indicatori. Questo vale per i fenomeni naturali e regolari causati dalla fisiologia. Esistono molte cellule sagomate progettate per combattere gli attacchi esterni. In questo caso, sono possibili diverse situazioni..

  • I neutrofili sono aumentati e i linfociti sono diminuiti. È in corso la prima fase di eliminazione delle strutture estere. L'immunità centrale non è ancora abbastanza attiva e non ce n'è bisogno. Con l'efficienza, i cambiamenti nei parametri di laboratorio non saranno più così significativi..
  • Se i neutrofili sono bassi e i linfociti sono sovrastimati, ciò indica una seconda fase della risposta delle forze protettive. Quando le cellule centrali iniziano a lavorare più attivamente e le strutture locali riducono temporaneamente l'intensità dell'attività.

Se non entri in meccanismi biologici complessi, vale la pena dire della regola generale: con un aumento dei neutrofili, i linfociti diminuiscono e viceversa. Questo è normale e naturale. Nessun aumento o caduta simultanei.

Quali esami sono necessari in aggiunta

Di solito, un esame del sangue generale è sufficiente per stabilire il fatto di un aumento del livello dei neutrofili. Mostra un'immagine piuttosto dettagliata delle celle uniformi..

Ma questo non basta. Per comprendere la situazione e aiutare il paziente, il compito principale è identificare la causa principale della violazione. Questo è un po 'più complicato e richiede ulteriori ricerche..

  • Indagine orale. Ti consente di valutare i reclami di una persona sulla condizione. Il complesso sintomatico dà un'idea del focus principale dell'infezione o di altri fattori di deviazione.
  • Prendendo l'anamnesi.
  • Radiografia del torace.
  • Valutazione visiva dello stato dell'orofaringe e degli organi ENT in generale.
  • Studio di indicatori di biochimica.
  • Ecografia addominale.

Altre attività vengono assegnate secondo necessità. Tutto dipende dalle ipotesi espresse da uno specialista. Potrebbero esserci diversi medici specializzati qui, perché non stiamo parlando di una diagnosi specifica, ma di un risultato di laboratorio. Prima di tutto, ha senso contattare un terapista (pediatra).

Trattamento

La correzione è determinata dalla causa specifica del processo patologico. Il compito non è aumentare artificialmente i neutrofili nel sangue, è necessario eliminare la fonte del problema. Viene praticata la terapia farmacologica.

Con la genesi infettiva del disturbo, vengono utilizzati i seguenti mezzi:

  • Antibiotici Tipi diversi.
  • Stimolanti della sintesi dei leucociti. Leucogen e altri. Accuratamente.
  • Preparazioni antisettiche locali.

Se parliamo di reazioni autoimmuni:

  • Soppressori. Per sopprimere l'attività delle forze protettive.
  • Glucocorticoidi. Prednisolone e simili.
  • È possibile l'uso di altri. Secondo le esigenze e la prescrizione dello specialista curante.

Il numero di neutrofili nel sangue mostra, inclusa l'efficacia della terapia, quindi è possibile indagare sulla qualità della correzione eseguita secondo questo criterio.

Il resto dei metodi dipende dalla situazione clinica. Il diabete mellito richiede il controllo del glucosio, i tumori maligni richiedono un trattamento chirurgico, ecc..

Previsione

Per lo più favorevole. È necessario combattere la causa del cambiamento il prima possibile. Questo porterà a migliori prospettive..

I neutrofili sono una parte importante del sistema immunitario. Qualsiasi deviazione dovrebbe essere considerata come una potenziale minaccia per il corpo. Il trattamento viene eseguito secondo necessità. La scelta del metodo spetta ai medici di diverse specialità correlate..


Articolo Successivo
Vasculite emorragica