La proteina C reattiva è aumentata: cosa significa in un adulto, quanto dovrebbe essere la norma


Secondo l'OMS, le patologie del sistema cardiovascolare (CVS) occupano una posizione di primo piano tra le cause di morte delle persone in tutto il mondo. Questo fatto rende importante identificare le deviazioni dalla norma in una fase iniziale. L'analisi di laboratorio per identificare il livello di proteina c-reattiva (CRP) nel sangue è necessaria per valutare il rischio di malattie cardiovascolari e prevederne l'esito, nonché per identificare il processo infiammatorio. Lo studio acquista particolare importanza quando è necessario selezionare una terapia antibiotica adeguata o quando si correggono metodi già selezionati.

Cos'è la proteina c-reattiva e quanto dovrebbe essere la norma?

La proteina C-reattiva è una molecola a due componenti composta da proteine ​​(peptidi) legate in modo covalente a diversi oligosaccaridi. Il nome è dovuto alla sua capacità di interagire con i C-polisaccaridi dei batteri della famiglia delle Streptococcaceae, formando un complesso stabile antigene-anticorpo (reazione di precipitazione). Questo meccanismo si riferisce alle reazioni protettive del corpo umano alle infezioni infettive.

Quando un agente patogeno entra, viene attivato il sistema immunitario, che stimola la sintesi di piccole molecole peptidiche - citochine. Garantiscono la trasmissione di un segnale sulla manifestazione del processo infiammatorio e la necessità di aumentare la produzione di proteine ​​della fase acuta, che sono CRP. Dopo 1-2 giorni, si nota un aumento della PCR di decine e centinaia di volte rispetto ai valori normali.

È stato notato che il livello massimo di CRP (più di 150 mg / ml) è registrato nelle malattie infettive di eziologia batterica. Mentre durante l'infezione virale, la concentrazione di proteine ​​non supera i 30 mg / l. La morte dei tessuti (necrosi) è un'altra causa dell'aumento della proteina c-reattiva, inclusi infarto, neoplasie maligne e aterosclerosi (deposito di colesterolo in eccesso nei vasi sanguigni).

Funzione fisiologica della CRP

La CRP appartiene alle proteine ​​della fase acuta del processo infiammatorio; prende parte attiva a:

  • avviare una cascata di reazioni enzimatiche del sistema di complimento;
  • rafforzamento del processo di produzione di monociti - globuli bianchi, in grado di attuare il processo di fagocitosi di particelle estranee relativamente grandi;
  • stimolare la sintesi delle molecole di adesione, necessarie per l'attaccamento delle cellule immunitarie alla superficie di un agente infettivo;
  • il processo di legame e trasformazione delle lipoproteine ​​a bassa densità (colesterolo "cattivo"), il cui accumulo aumenta indirettamente il rischio di sviluppare patologie CVD.

Pertanto, è difficile sopravvalutare l'importanza della proteina c-reattiva per il corpo umano, poiché senza di essa è impossibile fornire una protezione completa contro microrganismi patogeni estranei..

Analisi del sangue con proteine ​​reattive

Quantificare CRP è una tecnica implementata in laboratori privati ​​e alcuni pubblici. Il termine di esecuzione, senza contare il giorno di prelievo del biomateriale, non supera 1 giorno. Tuttavia, l'ottenimento dei risultati può essere ritardato a causa dell'elevato carico di lavoro del laboratorio..

L'analisi viene eseguita utilizzando il metodo dell'immunoturbidimetria, la cui essenza è quella di determinare il grado di torbidità di una soluzione in presenza o assenza di formazione di un complesso stabile “antigene-anticorpo”. I vantaggi del metodo includono basso costo, alto grado di affidabilità e capacità di ottenere risultati quantitativi..

La tecnica si divide in analisi con sensibilità normale e aumentata. È necessario un esame del sangue altamente sensibile per diagnosticare la presenza non solo di un processo infiammatorio acuto, ma anche cronico nei vasi sanguigni, nonché di una forma precoce di aterosclerosi. Il livello minimo di CRP rilevato dai dispositivi è 0,1 mg / l.

Segni di elevata proteina c-reattiva

I sintomi di un aumento dei livelli di PCR corrispondono al quadro clinico della malattia che ha causato questa condizione patologica. Spesso i pazienti hanno un forte aumento della temperatura corporea (febbre), dolori articolari, nausea e vomito, nonché uno stato generale di debolezza e aumento della sonnolenza.

L'oncologia per molto tempo può procedere senza la manifestazione di segni tipici. Il quadro clinico classico può svilupparsi in 3-4 stadi del cancro, quando una neoplasia maligna ha portato alla necrosi dei tessuti e alla diffusione di metastasi.

Il pericolo di aterosclerosi risiede nel prolungato decorso asintomatico. Questa malattia aumenta significativamente il rischio di infarto miocardico, che può essere fatale..

Pertanto, è estremamente importante sottoporsi a un esame preventivo programmato annuale, che include una serie di analisi cliniche e biochimiche generali obbligatorie e spesso marcatori di laboratorio specifici (se indicati).

Indicazioni per il test

Un'analisi per la proteina c-reattiva nel sangue è prescritta per:

  • la necessità di identificare processi infiammatori derivanti da patologie autoimmuni o invasioni infettive;
  • valutare l'efficacia delle tattiche scelte per il trattamento delle malattie infettive;
  • differenziazione dell'infezione batterica da quella virale;
  • determinare la gravità di una malattia infiammatoria o autoimmune;
  • controllo postoperatorio e prevenzione delle complicanze infettive;
  • decidere la necessità di prescrivere una terapia antibiotica, nonché la durata del corso;
  • fare una previsione, inclusa una letale, sullo sfondo della necrosi pancreatica;
  • analisi dell'estensione e dell'estensione dei tessuti danneggiati da neoplasie maligne;
  • differenziazione di alcune condizioni patologiche, simili nei sintomi e nelle manifestazioni. Ad esempio: con l'enterite granulomatosa, la proteina c-reattiva aumenta e con la colite ulcerosa aspecifica diminuisce;
  • monitoraggio continuo dell'attività delle patologie croniche.

Se si sospetta la sepsi, viene eseguito un esame del sangue per la proteina C reattiva nei neonati. È caratterizzato dall'infezione da microrganismi patogeni non di singoli organi e tessuti, ma dell'intero corpo umano nel suo insieme. La condizione è in pericolo di vita.

Indicatori normativi per adulti e bambini

Importante: solo il medico curante può decifrare i risultati dell'analisi del sangue, determinare la diagnosi e selezionare i metodi di trattamento..

Va notato che è inaccettabile utilizzare il test CRP in isolamento durante l'esame di un paziente. Per la diagnosi finale, vengono presi in considerazione i dati di altri test di laboratorio e metodi diagnostici strumentali, nonché la storia del paziente.

La norma della proteina c-reattiva nelle donne e negli uomini varia a seconda del grado di sensibilità del metodo utilizzato ed è presentata nella tabella.

Sensibilità al metodoValori normali, mg / l
Normale0 - 5
Alto0 - 1

Va notato che la norma della proteina c-reattiva nei bambini è simile a quella degli adulti e non deve superare i valori di riferimento (normali) indicati..

Anche la norma con proteine ​​reattive nelle donne dopo i 50 anni corrisponde ai valori standard, mentre anche un leggero aumento dei valori di riferimento è un motivo sufficiente per condurre un esame completo.

Valutazione del rischio di infarto da CRP

Importante: ai fini della valutazione del rischio di infarto, è consentito utilizzare una tecnica estremamente sensibile. Un test con sensibilità normale non consente di determinare la probabilità di sviluppare un infarto o altre malattie cardiovascolari.

È stata stabilita una relazione diretta tra il livello di CRP e il grado di rischio di patologie CVS, nonché le loro complicanze. Pertanto, i valori normali non superiori a 1 mg / l sono caratteristici di una bassa probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari. La concentrazione del criterio di laboratorio in esame da 1 a 3 mg / l è correlata al rischio medio di sviluppare aterosclerosi e, di conseguenza, infarto miocardico. Un aumento del valore fino a 3 mg / lo più indica un'alta probabilità di patologie vascolari e cardiache.

Un aumento della PCR fino a 10 mg / lo più è un motivo sufficiente per ulteriori esami al fine di identificare malattie infettive, eziologia virale o batterica.

Va notato che, in confronto, i pazienti con livelli elevati di PCR e livelli normali di colesterolo "cattivo" sono caratterizzati da un rischio maggiore di sviluppare patologie CVD rispetto alle persone con CRP normale e colesterolo alto..

Se una persona con malattia coronarica ha valori elevati del criterio in esame, allora possiamo parlare di un pericoloso rischio di recidiva di un infarto o ictus, nonché di un'alta probabilità di sviluppare complicanze dopo l'innesto di bypass coronarico..

Cosa significa se un adulto ha una proteina C reattiva elevata?

Le ragioni dell'aumento della proteina c-reattiva in un bambino e in pazienti adulti possono essere diverse, il che ci consente di classificare lo studio come basso-specifico. Elenco delle possibili cause:

  • una forma acuta di infezione infettiva da virus (aumento nell'intervallo di 10-30 g / l) o batteri (da 40 a 100 mg / ml e in caso di infezione grave - fino a 200 mg / l);
  • patologie autoimmuni (artrite, vasculite, poliartrite);
  • alcune linfoadenopatie;
  • danni estesi all'integrità di tessuti e organi: chirurgia, trauma, pancreatite acuta, necrosi del tessuto pancreatico, infarto, ictus (fino a 100 mg / l);
  • penetrazione di microrganismi patogeni nel tessuto della valvola cardiaca;
  • cancro, accompagnato dalla diffusione di metastasi;
  • ustioni estese e sepsi (più di 300 mg / l);
  • produzione in eccesso di ormoni sessuali femminili (estrogeni e progesterone). Il che spiega l'aumento della PCR nel sangue nelle donne durante la gravidanza, così come durante l'assunzione di contraccettivi orali. Tuttavia, va tenuto presente che una deviazione significativa dalla norma (2 o più volte) indica lo sviluppo della malattia e richiede un esame aggiuntivo immediato.

Si noti che un leggero eccesso della norma è registrato nel diabete mellito, aumento della pressione sanguigna e in presenza di eccesso di peso in una persona.

Preparazione per la consegna del biomateriale

Il biomateriale per il test è il siero di sangue venoso, prelevato da uno specialista dalla vena cubitale al gomito. Oltre il 70% degli errori viene commesso nella fase preanalitica: nella fase di preparazione del paziente e in caso di errata attuazione della procedura di raccolta del sangue. Pertanto, l'affidabilità dei risultati ottenuti dipende non solo dall'esatta esecuzione del test in laboratorio, ma anche dalla corretta preparazione del paziente stesso..

È necessario donare il sangue al mattino rigorosamente a stomaco vuoto, l'intervallo di tempo minimo dopo l'ultimo pasto dovrebbe essere di 12 ore. Inoltre, per mezz'ora prima della consegna del biomateriale, al paziente è vietato fumare, nonché provare stress fisico ed emotivo. Anche l'allenamento sportivo la sera prima della visita mattutina al laboratorio dovrebbe essere annullato.

Per 2 giorni, dovresti escludere l'assunzione di farmaci, previa consultazione con il tuo medico. Questa regola è di particolare importanza per le persone che usano i seguenti medicinali:

  • aspirina ®;
  • ibuprofene®;
  • steroidi;
  • agenti ipolipemizzanti;
  • beta-bloccanti.

Questo fatto è dovuto alla capacità dei suddetti farmaci di ridurre temporaneamente la concentrazione del criterio di laboratorio in esame. La mancata osservanza della regola può portare a risultati falsi negativi e, di conseguenza, ritardare la nomina del trattamento necessario.

È estremamente importante adottare un approccio responsabile alla propria salute ed essere consapevoli del fatto che prima viene rilevata la malattia, più facile sarà curare e più favorevole sarà la prognosi del risultato per il paziente stesso.

  • Circa l'autore
  • Pubblicazioni recenti

Laureata specialista, nel 2014 si è laureata con lode in microbiologia presso la Federal State Budgetary Educational Institution of Higher Education Orenburg State University. Laureato in studi post-laurea presso l'Università agraria statale di Orenburg.

Nel 2015. presso l'Istituto di simbiosi cellulare e intracellulare del ramo degli Urali dell'Accademia delle scienze russa ha superato la formazione avanzata sul programma professionale aggiuntivo "Batteriologia".

Vincitore del concorso All-Russian per il miglior lavoro scientifico nella nomination "Biological Sciences" 2017.

La proteina C reattiva è elevata nel sangue

La proteina C-reattiva (CRP, proteina C-Reactive - CRP) è un test di laboratorio piuttosto vecchio, che, come l'ESR, mostra che nel corpo si sta verificando un processo infiammatorio acuto.

La CRP non può essere rilevata con metodi convenzionali; in un esame del sangue biochimico, un aumento della sua concentrazione si manifesta con un aumento delle α-globuline, che rappresenta, insieme ad altre proteine ​​della fase acuta. La ragione principale della comparsa e dell'aumento della concentrazione della proteina C-reattiva sono le malattie infiammatorie acute, che danno un aumento multiplo (fino a 100 volte) di questa proteina della fase acuta entro 6-12 ore dall'inizio del processo.

Oltre all'elevata sensibilità della CRP a vari eventi che si verificano nel corpo, cambia in meglio o in peggio, risponde bene alle misure terapeutiche, quindi può essere utilizzato per controllare il decorso e il trattamento di varie condizioni patologiche, accompagnato da un aumento di questo indicatore..

Cos'è?

La proteina C-reattiva è una molecola a due componenti composta da proteine ​​(peptidi) legate in modo covalente a diversi oligosaccaridi. Il nome è dovuto alla sua capacità di interagire con i C-polisaccaridi dei batteri della famiglia delle Streptococcaceae, formando un complesso stabile antigene-anticorpo (reazione di precipitazione). Questo meccanismo si riferisce alle reazioni protettive del corpo umano alle infezioni infettive.

Quando un agente patogeno entra, viene attivato il sistema immunitario, che stimola la sintesi di piccole molecole peptidiche - citochine. Garantiscono la trasmissione di un segnale sulla manifestazione del processo infiammatorio e la necessità di aumentare la produzione di proteine ​​della fase acuta, che sono CRP. Dopo 1-2 giorni, si nota un aumento della PCR di decine e centinaia di volte rispetto ai valori normali.

È stato notato che il livello massimo di CRP (più di 150 mg / ml) è registrato nelle malattie infettive di eziologia batterica. Mentre durante l'infezione virale, la concentrazione di proteine ​​non supera i 30 mg / l. La morte dei tessuti (necrosi) è un'altra causa dell'aumento della proteina c-reattiva, inclusi infarto, neoplasie maligne e aterosclerosi (deposito di colesterolo in eccesso nei vasi sanguigni).

Tasso di CRP

Nel sangue di una persona sana, il livello di PCR è molto basso o questa proteina è completamente assente (in uno studio di laboratorio, ma questo non significa che sia del tutto assente - il test semplicemente non rileva quantità scarse).

I seguenti limiti di valori sono presi come norma, inoltre, non dipendono dall'età e dal sesso: nei bambini, uomini e donne, è uno - fino a 5 mg / l, ad eccezione dei soli neonati - possono assumere fino a 15 mg / l di questa proteina della fase acuta (come evidenziato dalla letteratura di riferimento). Tuttavia, la situazione cambia quando si sospetta la sepsi: i neonatologi iniziano misure urgenti (terapia antibiotica) quando la PCR del bambino sale a 12 mg / L, mentre i medici notano che un'infezione batterica nei primi giorni di vita potrebbe non dare un forte aumento di questa proteina.

Viene prescritto uno studio di laboratorio che rivela la proteina C-Reactives, nel caso di molte condizioni patologiche accompagnate da infiammazione, la cui causa era l'infezione o la distruzione della normale struttura (distruzione) dei tessuti:

  1. Periodo acuto di vari processi infiammatori;
  2. Attivazione di malattie infiammatorie croniche;
  3. Infezioni virali e batteriche;
  4. Reazioni allergiche del corpo;
  5. Fase attiva dei reumatismi;
  6. Infarto miocardico.

Per rappresentare al meglio il valore diagnostico di questa analisi è necessario capire quali sono le proteine ​​della fase acuta, conoscere le ragioni della loro comparsa nel sangue del paziente, considerare più in dettaglio il meccanismo delle reazioni immunologiche nel processo infiammatorio acuto. Che è quello che proveremo a fare nella prossima sezione..

Sintomi e diagnosi

I seguenti sintomi indiretti indicano un aumento dei livelli di CRP:

  • Aumento della temperatura;
  • lievi brividi;
  • tosse periodica e mancanza di respiro;
  • aumento della sudorazione generale;
  • nell'analisi generale del sangue, viene registrato un aumento della VES e del numero di leucociti.

Più recentemente, è stato prescritto un test della proteina C-reattiva per rivelare processi infiammatori nascosti. Oggi può essere utilizzato per valutare il rischio di malattie cardiovascolari in persone praticamente sane. Ciò si applica principalmente ai pazienti anziani.

Le principali indicazioni per la ricerca sono le seguenti:

  • lo sviluppo della malattia coronarica e di altri disturbi che si sviluppano sullo sfondo dell'aterosclerosi.
  • fissazione tempestiva delle esacerbazioni dopo operazioni chirurgiche, come bypass o angioplastica.
  • identificare il rischio di un nuovo attacco cardiaco o ictus.
  • valutazione del livello di efficacia del trattamento con farmaci antibatterici per l'infezione batterica.
  • periodo di terapia per malattie cardiovascolari.
  • sospetta neoplasia.
  • la comparsa di segni di lupus eritematoso.
  • diagnosi del morbo di Crohn e della colite ulcerosa.

Per garantire l'affidabilità dei risultati, il test viene eseguito al mattino. Inoltre, non è necessario mangiare 12 ore prima della procedura, rinunciare temporaneamente all'attività fisica ed evitare lo stress..

Avendo fissato un aumento del livello proteico ed escludendo l'influenza sull'indicatore di fattori soggettivi, il medico viene determinato con la terapia.

Cause di un aumento della proteina C reattiva negli adulti

Esistono 3 gruppi principali di ragioni che possono portare ad un aumento del contenuto di proteina C-reattiva negli adulti: infiammazione, oncologia e patologia dei vasi arteriosi. Includono un numero enorme di malattie, tra le quali è necessario condurre una ricerca diagnostica..

Il grado di aumento delle proteine ​​aiuta a navigare approssimativamente tra le patologie:

  • Meno di 19 mg / l: un leggero eccesso del valore normale può essere associato a qualsiasi fattore significativo che influisce sul corpo. Tuttavia, con una PCR costantemente elevata, dovrebbero essere escluse patologie autoimmuni e oncologiche..
  • 20-50 mg / l: questo livello è più tipico per le malattie virali umane, come la mononucleosi, l'infezione da adenovirus o rotavirus, l'herpes e altri.
  • Più di 100 mg / l - una risposta immunitaria così forte è più spesso osservata nelle infezioni batteriche (polmonite microbica, salmonellosi, shigellosi, pielonefrite, ecc.)

Ma il livello di CRP è un indicatore molto approssimativo e anche i limiti di cui sopra sono piuttosto arbitrari. Succede che un paziente con artrite reumatoide abbia una PCR superiore a 100 durante un'esacerbazione. O in un paziente settico 5-6 mg / l.

All'inizio del processo infiammatorio, letteralmente nelle prime ore, la concentrazione proteica aumenterà e potrà essere superiore a 100 mg / l, dopo 24 ore la concentrazione massima sarà.

Possibili malattie

La proteina C reattiva sarà elevata già nelle prime 6-8 ore dall'insorgenza della malattia, ei suoi valori corrisponderanno alla gravità del processo (più grave è il decorso, maggiore è la PCR). Tali proprietà di CRP consentono di utilizzarlo come indicatore durante l'inizio o il corso di vari processi infiammatori e necrotici, che saranno le ragioni dell'aumento dell'indicatore:

  1. Infezioni batteriche e virali;
  2. Cardiopatia acuta (infarto miocardico);
  3. Malattie oncologiche (comprese metastasi tumorali);
  4. Processi infiammatori cronici localizzati in vari organi;
  5. Interventi chirurgici (violazione dell'integrità dei tessuti);
  6. Lesioni e ustioni;
  7. Complicazioni del periodo postin vigore;
  8. Patologia ginecologica;
  9. Infezione generalizzata, sepsi.

L'aumento della PCR si verifica spesso con:

  1. Tubercolosi;
  2. Lupus eritematoso sistemico (LES);
  3. Linfogranulomatosi;
  4. Leucemia linfoblastica acuta (LLA);
  5. Giada;
  6. Reumatismi;
  7. Malattia di Cushing;
  8. Leishmaniosi viscerale.

Va notato che i valori dell'indicatore per diversi gruppi di malattie possono differire in modo significativo, ad esempio:

  1. Infezione virale, metastasi tumorali, malattie reumatiche, procedendo lentamente, senza sintomi pronunciati, danno un moderato aumento della concentrazione di CRP - fino a 30 mg / l;
  2. L'esacerbazione di processi infiammatori cronici, infezioni causate da flora batterica, interventi chirurgici, infarto miocardico acuto possono aumentare il livello del marker di fase acuta di 20 o anche 40 volte, ma nella maggior parte dei casi si può prevedere che tali condizioni aumentino la concentrazione a 40-100 mg / l ;
  3. Infezioni generalizzate gravi, ustioni estese, condizioni settiche possono sorprendere molto spiacevolmente i medici con numeri che indicano il contenuto di proteina C-reattiva, possono raggiungere valori esorbitanti (300 mg / le molto più alti).

Vale anche la pena toccare una questione molto importante riguardante l'aumento della quantità di CRP nelle persone sane. Un'elevata concentrazione di proteina C reattiva con benessere completo verso l'esterno e l'assenza di segni di almeno una certa patologia suggerisce lo sviluppo di un processo oncologico. Tali pazienti dovrebbero essere sottoposti a un esame approfondito..

Cause negli uomini

In assenza di sintomi evidenti che suggeriscano una certa diagnosi, si consiglia di escludere queste malattie in primo luogo:

  1. Tumori;
  2. GERD;
  3. Gastrite;
  4. Ulcera duodenale / ulcera allo stomaco;
  5. Pancreatite;
  6. Colecistite;
  7. Morbo di Crohn;
  8. Colite ulcerosa.
  9. Urolitiasi (urolitiasi);
  10. Glomerulonefrite;
  11. Prostatite;
  12. Infezioni a trasmissione sessuale (clamidia, infezione da micoplasma / ureaplasma, gardnerellosi, ecc.)
  13. Lesioni polmonari ostruttive croniche (bronchite cronica, enfisema);
  14. Malattie professionali (silicosi, pneumoconiosi, silicotubercolosi e altre).

Per facilitare la ricerca diagnostica, dovresti chiedere al tuo medico quali patologie sono più comuni negli uomini di mezza età e negli anziani..

Cause nelle donne

Innanzitutto va esclusa la presenza delle seguenti patologie:

  1. Oncologia: è nelle donne di 40-60 anni che si verifica il debutto della crescita del tumore, ad esempio il cancro al seno o il cancro cervicale. Al fine di individuarli in modo tempestivo ed effettuare il trattamento in una fase precoce, si consiglia vivamente di sottoporsi ad una visita annuale da un ginecologo, a partire da 35.
  2. Un punto focale di infezione cronica. La CRP è un eccellente indicatore di una risposta infiammatoria prolungata. Nonostante il fatto che non possano disturbare una persona (fino a un certo momento) e non ridurne la qualità della vita, la loro presenza si riflette ancora nell'analisi delle proteine ​​reattive nelle donne.
  3. Malattie ginecologiche (endometriosi, endometrite, vera erosione della cervice, cervicite e altri).

Al primo posto tra le ragazze ci sono le lesioni delle vie urinarie: pielonefrite cronica, cistite, uretrite, infezioni a trasmissione sessuale (clamidia, micoplasmosi, gardnerellosi, ecc.). Le successive più frequenti sono le patologie dell'apparato digerente: pancreatite, colecistite cronica, disbiosi intestinale e altre..

Cause nei bambini

Esistono un gran numero di malattie causate da microrganismi, ma nei bambini le lesioni più comuni sono il tratto digerente e il tratto respiratorio. Possono essere acuti con la comparsa di sintomi pronunciati (dissenteria, salmonellosi, polmonite, ARVI e altri) o svilupparsi lentamente nel corpo, causando una malattia cronica. Pertanto, possono verificarsi bronchite, tonsillite, sinusite, gastrite, ecc..

Al secondo posto, tra le ragioni dell'aumento della proteina C reattiva nei bambini, ci sono le patologie parassitarie. Poiché l'igiene del bambino si sta ancora formando in giovane età, i rischi dell'introduzione del parassita nel corpo sono notevolmente aumentati. In Russia, i seguenti tipi di questi microrganismi sono i più comuni:

  • Ascaris;
  • Ossiuri;
  • Giardia;
  • Opistorh;
  • Nastro largo;
  • Tenia bovina e suina.

Solo dopo aver escluso le patologie elencate, si dovrebbero cercare altri fattori nel corpo del bambino che possono aumentare la concentrazione di CRP. Naturalmente, questa fase può essere saltata se ci sono sintomi caratteristici o risultati del test che confermano una diagnosi diversa..

Cosa fare e come trattare la proteina C reattiva elevata?

Una maggiore concentrazione di CRP, confermata da un esame del sangue biochimico, non è una conferma accurata di una malattia specifica. Questo è un indicatore dello sviluppo di una possibile patologia. A cosa può essere associato può essere determinato solo sulla base di ulteriori ricerche.

È interessante notare che se la terapia viene scelta correttamente, il livello di proteina C-reattiva diminuisce rapidamente e ritorna alla normalità. Ad esempio, con l'uso corretto di farmaci antibatterici, un risultato positivo si nota da una diminuzione del livello di CRP già entro un giorno. Se non ci sono segni evidenti di infezione batterica o virale, ma l'analisi ha mostrato una maggiore concentrazione di CRP nel sangue, è necessaria la consultazione di un oncologo.

Affinché qualsiasi terapia prescritta sia efficace, è necessario seguire le regole di una dieta sana e non dimenticare un'attività fisica moderata. Inoltre, devi provare a sradicare le cattive abitudini esistenti. Tali regole standard contribuiranno al rapido recupero e alla conservazione della salute per molti anni..

Cosa mostra la proteina C reattiva nel sangue

9 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1324

  • Proteina C reattiva in dettaglio
  • CRP nella diagnosi
  • Combinazione con un cambio di ESR
  • Valori di riferimento
  • A cosa serve l'analisi?
  • Quando è programmato lo studio?
  • Quando i livelli di proteine ​​aumentano?
  • Caratteristiche dell'analisi per CRP
  • Video collegati

È molto problematico determinare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo nelle fasi iniziali senza sintomi pronunciati. La diagnosi diventa disponibile solo quando sono presenti i principali segni del processo patologico: febbre, gonfiore, dolore, ecc..

Si perde tempo prezioso e la malattia stessa diventa gradualmente più grave. La medicina moderna non si ferma e all'inizio del secolo scorso è stata scoperta una sorta di marker di infiammazione acuta: la proteina C-reattiva nel sangue.

Questa sostanza appare nel flusso sanguigno molte volte più velocemente di un aumento della VES - il tasso di sedimentazione degli eritrociti, che consente di determinare la presenza della malattia in una fase iniziale di sviluppo.

Proteina C reattiva in dettaglio

Per la prima volta, la proteina C-reattiva (CRP) è stata scoperta nel 1930 dagli scienziati Tillett e Francis. La sostanza è stata rilevata nel plasma sanguigno di pazienti con processi infiammatori acuti, come elemento che reagisce con il C-polisaccaride dello pneumococco.

La CRP umana appartiene a un gruppo proteico conservatore chiamato "pentaxine" e comprende 224 residui di amminoacidi che formano un anello attorno al poro centrale. La CRP è nota da decenni come una proteina sintetizzata nel fegato.

Tuttavia, una serie di studi recenti indica un livello abbastanza elevato di espressione di questa proteina in altri tessuti. La sua trasformazione avviene anche nelle pareti dei vasi sanguigni e, in particolare, nelle cellule muscolari lisce che rivestono le arterie coronarie..

L'esatto scopo funzionale della PCR nel corpo umano provoca ancora numerose discussioni scientifiche. Recentemente, è stato determinato che la sostanza descritta non è solo coinvolta nei processi infiammatori del corpo, ma è anche una componente integrante dei meccanismi immunologici innati.

Un aspetto importante della sua attività biologica è la sua capacità di attaccare vari ligandi (atomi o molecole legati), senza escludere cellule apoptotiche, membrane danneggiate, ecc..

CRP nella diagnosi

Nella medicina pratica, come accennato in precedenza, la proteina C-reattiva ha in molti casi un valore diagnostico insostituibile. Questo elemento del sangue è altamente sensibile ai processi infiammatori acuti e cronici..

È in grado di visualizzare lo stato funzionale del sistema immunitario nel modo più accurato possibile, poiché aumenta molto prima della comparsa dei segni clinici della malattia e rimane a lungo nel sangue anche dopo un'infezione virale o batterica..

In precedenza, SRB era utilizzato in un segmento molto ristretto. Il suo contenuto è stato determinato dalle reazioni qualitative dell'analisi del sangue nei "plus" solo per lo studio dell'attività dei reumatismi. Ma dopo un po 'è stato possibile studiare a fondo il significato di questa proteina come riflesso sistemico dello stato del sistema immunitario, la presenza e l'attività del processo infiammatorio nel corpo..

Va notato che è necessario misurare questo parametro non qualitativamente, ma quantitativamente, cioè in milligrammi per litro di materiale di prova. Tale misurazione fornirà l'opportunità di determinare nel modo più accurato possibile se c'è un focolaio infiammatorio nel corpo che sopprime il sistema immunitario.

Nella pratica clinica, la CRP viene utilizzata come marker principale, ma non specifico, dell'infiammazione. Appartiene al gruppo delle "proteine ​​della fase acuta" (BOP) - sostanze che si presentano nel sangue come risposta al danno tissutale causato dallo sviluppo di infiammazioni, traumi, infezioni, crescita di neoplasie e altri fattori.

Questo componente è assente nel siero di una persona sana. La CRP è classificata come una proteina di un sottogruppo "forte", poiché il suo livello può aumentare migliaia di volte, il che è molte volte superiore alle capacità del BOP nei sottogruppi più deboli..

Un punto importante è considerato il tempo di comparsa dell'SBR, che è di 6-12 ore, mentre il BOP dei sottogruppi “deboli” inizia a essere sintetizzato nel sangue solo dopo 48-72 ore. Questa caratteristica lo rende il marker più efficace per la diagnosi precoce delle patologie..

Combinazione con un cambio di ESR

Un esame del sangue per la proteina C-reattiva viene spesso paragonato alla VES. Poiché c'è sempre un aumento di questi due indicatori nelle fasi iniziali della malattia. Tuttavia, come accennato in precedenza, la CRP appare nel sangue e scompare prima che si verifichino cambiamenti nella VES..

Con una terapia opportunamente selezionata, il contenuto proteico diminuisce nei giorni successivi, scomparendo di 6-10 giorni, mentre l'ESR diminuisce dopo il recupero solo dopo 2-4 settimane.

A causa della rapida normalizzazione del contenuto di CRP nel sangue, questo test viene utilizzato per monitorare il decorso di patologie croniche e acute e monitorare l'efficacia della terapia prescritta..

Vale la pena ricordare che in quasi tutte le malattie, così come dopo l'intervento chirurgico, l'aggiunta di un'infezione batterica, sia che si tratti di un processo locale o di una lesione estesa come la sepsi, è accompagnata da un aumento della quantità di BOP.

La quantità di proteina C reattiva non è influenzata dagli ormoni, non escluso lo stato di gravidanza. Dopo il passaggio della malattia da una forma acuta a una cronica, la concentrazione di CRP diminuisce fino a scomparire completamente e aumenta di nuovo durante un'esacerbazione.

I valori di CRP nelle infezioni virali e spirochete aumentano leggermente, motivo per cui, in assenza di lesioni traumatiche, i suoi coefficienti elevati indicano l'introduzione di un patogeno batterico.

In un neonato, questa proteina è spesso determinata per la diagnosi di sepsi, poiché nei bambini questa patologia può svilupparsi rapidamente e qualsiasi ritardo può portare alla morte del bambino. Dopo l'intervento chirurgico, il contenuto di CRP aumenta, ma se non c'è infezione batterica nel periodo postoperatorio, l'indicatore ritorna rapidamente alla normalità.

Considerando che l'attaccamento della suddetta infezione, indipendentemente dal fatto che questo processo sia specificamente localizzato, o sepsi è accompagnato da un salto verso l'alto del coefficiente o dall'assenza di un cambiamento verso il basso.

Valori di riferimento

La norma della proteina C-reattiva nel sangue di uomini e donne, così come i bambini, è la stessa e idealmente non dovrebbe superare 1 mg / l. Una tale concentrazione di una sostanza significa una bassa probabilità di insorgenza di malattie cardiovascolari (CVD) e delle loro complicanze, un indicatore di 1-3 mg / l caratterizza i rischi come medi.

Se il coefficiente supera i 3 mg / l, questo è un tipo di segnale sui rischi elevati di complicanze vascolari nelle persone sane e nelle persone con una storia di malattie cardiovascolari (CVS).

Nel caso in cui l'analisi abbia rivelato che il contenuto di CRP è superiore a 10 mg / l, è obbligatorio un test ripetuto e, se conferma il risultato iniziale, viene prescritto un esame completo del paziente. Apparentemente, il corpo sta sviluppando una malattia di natura infiammatoria o infettiva..

In alcune fonti e laboratori, i valori normali sono leggermente aumentati, il che può essere dovuto ai reagenti utilizzati o ai metodi di ricerca utilizzati. Pertanto, i valori di riferimento sono fattori che non superano i 5 mg / l.

La decodifica dei materiali di analisi per SRB è la seguente, ovvero il risultato sarà:

  • negativo - meno di 3 mg / l,
  • debolmente positivo - 3-6 mg / l,
  • positivo - 6-12 mg / l,
  • nettamente positivo - superiore a 12 mg / l.

È necessario essere consapevoli che nelle patologie il livello di PCR può variare in un intervallo molto ampio (circa 5-500 mg / l). I coefficienti più alti (più di 30 mg / l) vengono determinati quando compaiono nell'organismo infezioni batteriche, come, ad esempio, polmonite, meningite, artrite settica, ecc..

Nelle infezioni virali, i valori di questa proteina sono aumentati in misura minore (fino a 20 mg / l), il che rende possibile utilizzare una valutazione quantitativa per differenziare questi due tipi di infezione. Il contenuto moderatamente alto di proteina C-reattiva, nell'intervallo di 10-40 mg / L, è determinato in pazienti dopo infarto miocardico o con altri danni ai tessuti, ad esempio, necrosi tumorale.

A cosa serve l'analisi?

Secondo le statistiche, le patologie cardiovascolari e le loro complicanze occupano il primo posto tra le cause di mortalità nella popolazione adulta dei paesi sviluppati. Il controllo del contenuto di CRP, insieme ad altri parametri, consente di determinare la probabilità delle suddette malattie in cittadini relativamente sani.

Inoltre, questo studio consente di prevedere il decorso della malattia nei pazienti cardiopatici, che è indispensabile per lo sviluppo di tattiche di trattamento, nonché per l'attuazione di misure preventive. Pertanto, un esame del sangue CRP è consigliabile nelle seguenti situazioni, vale a dire:

  • Per valutare la probabilità di sviluppare CVD in individui relativamente sani (in combinazione con altri marcatori rilevanti).
  • Prevedere possibili complicanze (ictus, infarto miocardico, morte cardiaca improvvisa) nelle persone con ipertensione e cardiopatia ischemica (IHD).
  • Per valutare l'efficacia della prevenzione continua delle malattie cardiovascolari e delle loro complicanze.

Data l'ampio ventaglio di possibili patologie a cui la proteina C reattiva è in grado di rispondere, è necessario delucidarne il contenuto anche per:

  • diagnostica di infezioni di varia origine (batteriche, virali, parassitarie);
  • condizioni autoimmuni sistemiche;
  • monitoraggio dello stato postoperatorio;
  • valutare l'efficacia della terapia prescritta.

Quando è programmato lo studio?

La determinazione della concentrazione di CRP è mostrata nell'elenco delle situazioni cliniche, come ad esempio:

  • diagnostica di patologie infettive e infiammatorie;
  • differenziazione: infezione virale o batterica;
  • prevedere la gravità delle malattie infiammatorie;
  • valutazione del grado di attività della patologia e del danno tissutale;
  • determinazione della probabilità di CVD;
  • ricaduta di malattie infiammatorie croniche;
  • colite ulcerosa, infarto miocardico, morbo di Crohn;
  • artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico;
  • valutazione dell'efficacia della terapia antibiotica.

Inoltre, viene utilizzata la tecnica per studiare il livello di CRP:

  • con diagnostica complessa di persone relativamente sane appartenenti a categorie di età avanzata;
  • quando si esaminano pazienti con ipertensione e cardiopatia ischemica;
  • durante il periodo di misure terapeutiche e profilattiche per la prevenzione delle complicanze cardiovascolari durante l'assunzione di statine e aspirina in pazienti cardiopatici.
  • dopo angioplastica (per valutare i rischi di infarto ricorrente, morte o restenosi).
  • dopo l'innesto di bypass coronarico al fine di rilevare complicanze postoperatorie nelle fasi primarie della riabilitazione.

Quando i livelli di proteine ​​aumentano?

Ci sono molti fattori che portano a un aumento dell'indicatore, il che lo rende un marker non specifico, il che significa che indica la necessità di una valutazione completa insieme ad altri parametri più specifici..

Le ragioni della crescita nel sangue della proteina C-reattiva possono essere le seguenti:

  • infezioni batteriche e virali acute;
  • recidiva di malattie infiammatorie croniche;
  • danno ai tessuti del corpo (chirurgia, lesioni varie, infarto miocardico acuto);
  • tumori maligni e loro focolai metastatici;
  • un processo infiammatorio lento di una forma cronica che può portare a CVD o causare la loro complicanza;
  • disturbi ormonali (aumento della sintesi di progesterone ed estrogeni);
  • dislipidemia aterogena (diminuzione del colesterolo HDL, aumento delle LDL e dei trigliceridi);
  • essere in sovrappeso e dipendenti dal tabacco.

Caratteristiche dell'analisi per CRP

Esistono diversi metodi per determinare la concentrazione della proteina C reattiva. Questi includono la turbidimetria ad alta sensibilità con aggiunta di lattice, il dosaggio radioimmunologico e il dosaggio immunoenzimatico.

Per valutare il rischio di CVD, si consiglia di utilizzare un tipo di studio ultrasensibile che possa mostrare livelli inferiori di questa proteina. La preparazione per l'analisi per la CRP non è diversa da quella raccomandata per un esame del sangue generale o biochimico.

Ciò include l'astensione dal cibo per 8-12 ore, l'evitamento dello stress psicoemotivo e fisico alla vigilia della procedura, nonché la consultazione di un medico sull'assunzione di farmaci. Va ricordato che ci sono alcuni fattori che possono aumentare o diminuire il livello di CRP..

Quindi, valori più alti possono essere determinati durante la gravidanza, dopo un'intensa attività fisica, con la terapia ormonale sostitutiva e l'uso di contraccettivi orali. E l'analisi mostra coefficienti più bassi dovuti all'assunzione di corticosteroidi, statine, farmaci antinfiammatori non steroidei (ibuprofene, aspirina) e beta-bloccanti.

Importante! Si consiglia di valutare il livello basale della proteina C-reattiva non prima di 14 giorni dalla scomparsa dei segni di infiammazione acuta (o recidiva di una malattia cronica). Con un aumento dell'indicatore superiore a 10 mg / l, è necessario un esame aggiuntivo per trovare la causa del processo patologico.

CRP in un esame del sangue: cos'è, cosa mostra

Viene eseguito un esame del sangue per la CRP per rilevare malattie infettive e infiammatorie. Questo è un indicatore alternativo per la VES, un altro marker di infiammazione. CRP presenta diversi vantaggi rispetto alla ESR.

Che cosa mostra un esame del sangue CRP

La CRP nel sangue è una proteina che può legarsi a una proteina dei batteri streptococchi. L'acronimo CRP sta per "proteina C-reattiva". A volte è indicato come CRP - proteina C-reattiva.

La CRP è prodotta dal fegato e appartiene al gruppo delle proteine ​​della fase acuta. Nel sangue di una persona sana, le proteine ​​di questo gruppo vengono rilevate in piccole quantità. La crescita di questi indicatori è associata a danno tissutale acuto, infiammazione e processo infettivo..

La CRP mostra un processo infiammatorio entro 5-6 ore dal suo inizio. La quantità massima di proteine ​​si osserva il secondo giorno di malattia. La CRP non è solo un indicatore di malattia. Questa proteina attiva un sistema volto a uccidere i microrganismi e le cellule anormali.

La proteina C reattiva è un importante contributo al sistema immunitario. Il processo di distruzione degli agenti patogeni si svolge in fasi:

  • la morte cellulare avviene al centro del danno;
  • questo provoca un afflusso di leucociti;
  • neutrofili e monociti producono sostanze che stimolano la formazione di CRP;
  • la proteina innesca il lavoro dei linfociti, che riconoscono e distruggono gli agenti estranei.

Il processo richiede 6-8 ore.

Quando viene inviato per un esame del sangue biochimico

La CRP viene determinata in un esame del sangue biochimico. Nella biochimica standard, non esiste un indicatore come la proteina C-reattiva, è inoltre indicato. L'analisi è prescritta per sospetto di:

  • infezione batterica o virale;
  • infiammazione intestinale;
  • attacco di cuore;
  • artrite reumatoide;
  • tumore maligno.

Oltre alla proteina C reattiva, vengono determinate altre proteine ​​della fase acuta, enzimi, ESR, leucociti e leucoformuli.

Le malattie che richiedono la determinazione del PSA sono accompagnate dai seguenti sintomi:

  • un aumento della temperatura di oltre 37,5 gradi;
  • mal di testa;
  • malessere;
  • tosse;
  • dolore al petto, addome, articolazioni;
  • diarrea senza causa;
  • eruzioni cutanee.

Se compaiono tali sintomi, consultare un medico. Dopo l'esame, lo specialista determina l'ambito richiesto dell'esame.

Nelle malattie croniche dell'intestino e delle articolazioni, il cambiamento del PSA è un criterio per l'efficacia del trattamento. Il sangue per la proteina C reattiva è prescritto per i pazienti dopo un intervento chirurgico grave per valutare il rischio di complicanze batteriche.

Prepararsi per un esame del sangue per CRP

Il sangue per la CRP può essere prelevato in qualsiasi momento della giornata. Le proteine ​​non si decompongono per molto tempo, quindi una provetta con sangue può essere conservata in frigorifero per 2 giorni.

Non è necessaria alcuna preparazione speciale per la donazione del sangue. Si consiglia al paziente di venire a stomaco vuoto. Alla vigilia, dovresti rinunciare all'alcol e alle sigarette. Mangiare cibi grassi è limitato.

Oltre al siero del sangue, il PSA si trova nel liquido articolare e cerebrospinale. Questi test vengono generalmente eseguiti in condizioni stazionarie..

Decifrare i risultati dell'analisi del sangue CRP

Il tasso di CRP non è lo stesso negli adulti e nei bambini.

Categoria di pazientiNorma
Neonato4 mg / le meno
Adulti10 mg / le meno
Incinta20 mg / le meno

Un alto CRP in un esame del sangue indica:

  • infiammazione;
  • infezione;
  • tumore maligno.

Le condizioni infiammatorie croniche non sono accompagnate da un aumento del PSA. Se aumenta, questo indica un'esacerbazione della malattia..

Un punteggio basso non ha significato clinico. Anche se la CRP è negativa, ciò non significa che una persona abbia una malattia. Tuttavia, una bassa PCR in presenza di segni di infezione o infiammazione indica indirettamente una patologia epatica. Solo un medico può decifrare l'analisi. È impossibile fare una diagnosi basata su un indicatore. Valutare tutti i parametri del sangue, i dati dell'esame.

Combinazione di CRP con modifica della VES

Il tasso di sedimentazione degli eritrociti è uno dei più antichi metodi diagnostici di laboratorio. I globuli rossi di persone sane si depositano sul fondo del tubo più lentamente rispetto ai globuli rossi di donne in gravidanza o persone con malattie. L'accelerazione della VES indica la possibilità di un processo patologico nel corpo..

Il test non è specifico e non indica alcuna malattia specifica. La VES aumenta con infiammazioni, infezioni, processi maligni. A volte questo indicatore rimane normale sullo sfondo della malattia. Succede anche viceversa: l'ESR aumenta in una persona sana.

La CRP aumenta nelle stesse condizioni: infiammazione, infezione, processo maligno. Pertanto, entrambi questi indicatori vengono generalmente aumentati contemporaneamente. Vantaggi della determinazione della CRP:

  • La proteina C-reattiva aumenta prima dell'ESR: ciò consente di identificare rapidamente il processo patologico;
  • Il PSA è un test più sensibile, che mostra anche un'infiammazione minore;
  • il livello di PCR non è influenzato dallo stato degli eritrociti e l'ESR nell'anemia può indicare falsamente infiammazione.

Ci sono diverse eccezioni in cui la proteina reattiva nel sangue non cresce. In questo caso, aumenta solo l'ESR. Queste malattie sono il lupus eritematoso sistemico, la colite ulcerosa. Nella diagnosi di queste malattie è importante la combinazione di VES alta e PCR normale..

Con artrite reumatoide

La CRP nelle malattie sistemiche è aumentata a causa del processo infiammatorio. Nell'artrite reumatoide, ci sono più proteine ​​nel liquido articolare che nel sangue. Più alto è il valore, più grave è l'artrite. Il PSA viene utilizzato per valutare il rischio di disabilità.

Nel lupus eritematoso sistemico, l'infiammazione autoimmune porta a una diminuzione della produzione di proteine. Pertanto, la PCR nel lupus è bassa.

Per malattie infiammatorie intestinali

La CRP è un indicatore ultrasensibile dell'infiammazione. Un livello superiore a 200 mg / l significa infiammazione acuta o esacerbazione di una cronica. È importante nella diagnosi della malattia di Crohn. La variazione dei livelli di proteine ​​viene utilizzata per giudicare l'efficacia del trattamento.

CRP nel cancro

In oncologia, la CRP è un indicatore non specifico. Rende impossibile determinare esattamente dove si sta sviluppando il cancro. Sorge a causa dell'infiammazione causata dalla crescita di un tumore maligno. Per determinare la localizzazione del cancro, è necessario prendere specifici marker tumorali, eseguire un'ecografia, una risonanza magnetica o computerizzata.

Il PSA è determinato nella diagnosi di cancro ovarico e cutaneo ricorrente. Nel cancro del colon, la proteina è un criterio prognostico. Maggiore è il punteggio, minore è il tasso di sopravvivenza del paziente.

CRP nelle infezioni

Qualsiasi malattia infettiva causa un aumento del PSA. Il livello più alto è registrato con infezioni batteriche - fino a 1000 mg / l. Nelle infezioni virali, il livello non supera i 20-30 mg / l. Questa differenza è significativa nella pratica clinica: si può assumere la natura di meningite, miocardite.

Nei bambini, la proteina C-reattiva aumenta sullo sfondo di infezioni parassitarie: ascariasi, giardiasi, enterobiasi. Per gli adulti, l'opisthorchiasis, la difillobotriasi sono caratteristiche.

CRP per trauma

Qualsiasi lesione dei tessuti molli è accompagnata da un aumento della PCR. Più grave è la lesione, maggiore è il contenuto di proteine. Pertanto, un livello superiore a 500 mg / l indica un possibile infarto miocardico. Questo indicatore si osserva dopo operazioni estese..

Fattori che aumentano i livelli di proteine

La quantità di proteine ​​è influenzata dal livello di colesterolo e lipidi. Nelle persone sane, la concentrazione media di CRP nel sangue è di 0,8 mg / l. Nelle persone con malattie cardiovascolari, la concentrazione aumenta, sebbene rimanga entro il range normale. A seconda del livello di PCR, si può assumere il rischio di sviluppare aterosclerosi, angina pectoris, infarto. Più alto è il punteggio, maggiore è il rischio di malattie cardiache.

La CRP aumenta con l'uso di cibi grassi, contraccettivi ormonali. I farmaci del gruppo FANS, gli steroidi, le statine ne riducono la quantità.

La CRP positiva si osserva nelle seguenti condizioni:

  • insonnia;
  • apnea;
  • fumare;
  • dipendenza;
  • mancanza di vitamine A e D;
  • stress cronico;
  • alloggio in zona montuosa;
  • obesità;
  • climax.

Allo stesso tempo, l'indicatore rimane nell'intervallo normale, ma raggiunge il limite superiore.

Aumento della PCR in condizioni accompagnate da danni ai tessuti: ustioni, traumi, interventi chirurgici.

CRP in gravidanza

In una donna incinta, il tasso di CRP nell'analisi del sangue biochimica è fino a 20 mg / l. Un aumento del valore indica una malattia o un'infezione infiammatoria. Ulteriori diagnosi vengono eseguite nello stesso volume delle altre persone.

La strategia di trattamento per la proteina C reattiva elevata dipende dalla malattia sottostante. Non ha senso trattare i test fino a quando non viene fatta una diagnosi. Il trattamento viene effettuato dai seguenti specialisti:

  • terapista;
  • specialista in malattie infettive;
  • reumatologo;
  • cardiologo;
  • chirurgo.

A seconda della malattia, vengono prescritti antibiotici, farmaci antivirali e antinfiammatori, ormoni. La proteina C-reattiva indica un processo infettivo o infiammatorio acuto nel corpo. Questo è un test più affidabile e specifico rispetto all'ESR. È determinato nei fluidi biologici: sangue, liquido cerebrospinale e articolare. Il valore quantitativo suggerisce la natura della malattia. Con l'aiuto di PSA, si distinguono infezioni batteriche e virali, infiammazioni non infettive. In una persona sana, il livello di CRP dovrebbe essere inferiore a 10 mg / L. Un risultato negativo non indica patologia.


Articolo Successivo
Contrazioni muscolari: stress, carenze vitaminiche o malattie?