Analisi MRI che cos'è


Oggi è impossibile immaginare un esame completo e di alta qualità senza metodi diagnostici con radiazioni. La risonanza magnetica, o MRI in breve, è una di queste tecniche. La diagnosi con la risonanza magnetica si basa sul principio della risonanza magnetica nucleare, che può essere difficile da comprendere per molte persone. E non è necessario che il paziente lo sappia.

Domande come: "Quali malattie la MRI aiuta a rilevare?", "Quale macchina MRI è migliore?", "La MRI è dannosa?" eccetera. Proviamo a rispondere a queste domande.

Nella medicina moderna, la risonanza magnetica è il metodo non invasivo più informativo per la diagnosi del corpo umano. Gli innegabili vantaggi di questo metodo sono i seguenti:
- assenza di radiazioni ionizzanti dannose e innocuità;
- alta concentrazione e chiarezza dell'immagine;
- ampie capacità diagnostiche;
- comfort per il paziente, ha solo bisogno di sdraiarsi durante la procedura e se l'esame dura più di 30 minuti, puoi persino fare un pisolino.

La risonanza magnetica è prescritta per fare e chiarire la diagnosi di ictus, tumori cerebrali, sclerosi multipla, malattie della colonna vertebrale e dei vasi sanguigni. Ad esempio, la risonanza magnetica ti consente di vedere e valutare la complessità di un'ernia del disco. Con un ictus, la risonanza magnetica consente di identificare la localizzazione della lesione e la presenza di aree che hanno già subito modifiche irreversibili. Per il cancro di vari organi, la risonanza magnetica viene prescritta per chiarire i dati sul processo di metastasi tumorale, la posizione e la natura delle metastasi a distanza.

La risonanza magnetica è usata raramente per esaminare il cuore e il sistema respiratorio. La ragione di ciò è che questi organi sono in costante movimento e per ottenere un'immagine MRI di alta qualità è necessaria una completa immobilità. Pertanto, prima di iniziare l'esame, lo specialista MRI deve chiedere al paziente di non muoversi fino al termine della procedura..

Spesso i pazienti chiedono ai medici perché non prescrivono un esame a raggi X, ma gli danno un rinvio per una risonanza magnetica. La risposta a questa domanda è semplice: la risonanza magnetica, a differenza dei raggi X, non fornisce radiazioni e consente di realizzare immagini di altissima definizione, sulle quali uno specialista può vedere anche le più piccole neoplasie e alterazioni tissutali. Sì, e questi due metodi diagnostici stessi non sono intercambiabili, ad esempio, per la diagnosi di cancro ai polmoni, un medico può prescrivere una radiografia e una risonanza magnetica.

È anche un errore pensare che la risonanza magnetica (imaging a risonanza magnetica) e la tomografia computerizzata a raggi X (TC) siano la stessa cosa. L'RCT offre più opportunità per esaminare le ossa del cranio rispetto alla risonanza magnetica, ma in alcuni casi sono necessari entrambi i metodi di esame. Pertanto, non è necessario sottoporsi a una risonanza magnetica da soli, senza prescrizione medica. Non sperare che se hai fatto una risonanza magnetica da solo, allora questo è sufficiente per fare una diagnosi accurata. La risonanza magnetica non esclude la necessità di un esame del sangue e altri esami. Pertanto, il terapista dovrebbe fare riferimento alla risonanza magnetica.

Nonostante il fatto che la risonanza magnetica sia una procedura innocua e non abbia praticamente controindicazioni, ci sono ancora alcune limitazioni. Può essere negato a persone che hanno impiantato impianti elettronici nel proprio corpo (pacemaker, impianti auricolari, ecc.) O grandi elementi metallici in aree vitali (cervello, grandi vasi, ecc.). Inoltre, la risonanza magnetica non deve essere prescritta alle donne in gravidanza nel primo trimestre, poiché durante questo periodo vengono deposti gli organi interni e i sistemi del feto.

Ci sono macchine MRI chiuse e aperte, la differenza tra loro è significativa e la domanda è: quale è meglio? La più comune per i pazienti è una macchina per la risonanza magnetica chiusa, che è una camera a forma di tubo con un diametro di 60 cm e una lunghezza di 2 metri. Viene introdotto un tavolo speciale su cui giace il paziente. Un apparato chiuso, a differenza di uno aperto, ha una grande potenza e quindi i risultati dello studio sono più affidabili e veloci. Tuttavia, sdraiarsi su un dispositivo chiuso non è molto comodo. Spesso, questo tipo di risonanza magnetica provoca il panico nelle persone, poiché durante la procedura si sentono costantemente rumori forti. Pertanto, di solito prima della procedura, al paziente vengono fornite cuffie o turchesi, ma a volte non possono nemmeno eliminare completamente il suono..

La macchina per la risonanza magnetica aperta è apparsa di recente, ma grazie alla sua praticità non è diventata meno popolare di quella chiusa. Rappresenta una stanza con magneti in basso e in alto e lo spazio intorno al tavolo, dove il soggetto giace apertamente completamente. L'assenza di rumore, la possibilità di trovare un parente vicino a un malato o un bambino piccolo durante l'esame, l'esame delle sole parti necessarie del corpo, senza influire sugli altri, rende il tipo aperto di risonanza magnetica più attraente per molte persone. Tuttavia, un tomografo aperto ha una bassa potenza e le immagini su di esso non sono sempre di qualità sufficientemente elevata. Pertanto, non possono condurre alcuna ricerca..

Video lezione sulle differenze tra TC e MRI, indicazioni e controindicazioni

- Torna al sommario della sezione "Radioterapia"

MRI: che cos'è questa procedura, indicazioni, controindicazioni

La risonanza magnetica, o in breve MRI, è un metodo diagnostico moderno, sicuro ed efficace che consente agli specialisti di determinare con precisione la malattia, la patologia, le lesioni o altri disturbi nel funzionamento degli organi del corpo umano. In poche parole, la risonanza magnetica è una scansione, ma con un diverso principio di funzionamento, a differenza dei raggi X e della TC.

La risonanza magnetica ha una serie di vantaggi rispetto ad altri metodi diagnostici, nonché indicazioni e controindicazioni per la sua conduzione. Una decodifica preliminare dei risultati del test viene eseguita da un radiologo dopo la procedura. Una spiegazione più accurata e specifica dei risultati della risonanza magnetica viene eseguita dal medico tenendo conto dei dati dell'anamnesi e del quadro clinico.

Principio di funzionamento e vantaggi rispetto ad altri metodi diagnostici

Il principio di funzionamento dello scanner MRI si basa sulle caratteristiche del campo magnetico e sulle proprietà magnetiche dei tessuti del corpo. A causa dell'interazione della risonanza magnetica nucleare e dei nuclei degli atomi di idrogeno, durante l'esame, sullo schermo del computer viene visualizzata un'immagine strato per strato degli organi del corpo umano. Pertanto, è possibile non solo differenziare alcuni organi e tessuti da altri, ma anche registrare la presenza di disturbi anche minori, tumori e processi infiammatori.

Il principio di funzionamento della risonanza magnetica consente di valutare con precisione le condizioni dei tessuti molli, della cartilagine, del cervello, degli organi, dei dischi spinali, dei legamenti, quelle strutture che sono in gran parte composte da fluido. Allo stesso tempo, la risonanza magnetica è meno utilizzata in medicina se è necessario studiare ossa o tessuti di polmoni, intestino, strutture dello stomaco, il cui contenuto di acqua è minimo..

A causa del modo in cui funziona la risonanza magnetica, ci sono una serie di vantaggi di questo tipo di esame rispetto ad altri:

  • A seguito dell'esame è possibile ottenere un'immagine dettagliata. Pertanto, questa tecnica è considerata la più efficace per la diagnosi precoce di tumori e focolai di infiammazione, lo studio dei disturbi del sistema nervoso centrale, del sistema muscolo-scheletrico, degli organi addominali e pelvici, del cervello, della colonna vertebrale, delle articolazioni, dei vasi sanguigni..
  • La tomografia magnetica consente la diagnostica in quei luoghi in cui la TC non è efficace a causa della sovrapposizione dell'area esaminata con i tessuti ossei o per l'insensibilità della TC ai cambiamenti della densità dei tessuti.
  • Nessuna radiazione ionizzante del paziente si verifica durante la procedura.
  • È possibile ottenere non solo un'immagine della struttura dei tessuti, ma anche indicazioni MRI del loro funzionamento. Ad esempio, la velocità del flusso sanguigno, il flusso del liquido cerebrospinale e l'attività cerebrale vengono registrate utilizzando la risonanza magnetica funzionale..
  • La possibilità di condurre una risonanza magnetica con contrasto. Il mezzo di contrasto aumenta il potenziale diagnostico della procedura.
  • La risonanza magnetica aperta consente esami di pazienti che temono spazi ristretti.

Un altro vantaggio è che quando si effettua una diagnosi, gli errori sono praticamente esclusi. Se il paziente è preoccupato per la domanda: "Può una risonanza magnetica essere sbagliata?", La risposta è un po 'ambigua. Da un lato, questa procedura è uno dei metodi diagnostici più accurati. D'altra parte, possono verificarsi errori nella fase di decodifica dei risultati e di diagnosi da parte del medico.

Classificazione dei moderni tomografi magnetici

La maggior parte dei pazienti diffida delle macchine per tomografia magnetica, poiché non sa cosa aspettarsi durante la procedura e teme di ammalarsi in uno spazio ristretto. Per altre persone non è disponibile uno studio standard a causa del loro peso (più di 150 kg.), Della presenza di disturbi psicologici o dell'infanzia.

Tuttavia, non tutti sanno che i moderni scienziati tecnologici hanno già risolto questi problemi molto tempo fa sviluppando diversi tipi di tomografi:

  • Scanner di tipo chiuso;
  • Scanner MRI di tipo aperto.

Nella maggior parte delle istituzioni mediche, vengono installate macchine MRI standard di tipo chiuso, cioè quelle in cui il paziente si trova nel "tunnel" durante l'esame. Tale apparecchiatura è considerata la più affidabile, poiché l'intensità del campo magnetico in esse è piuttosto elevata..

Ma in alcune cliniche viene eseguita la risonanza magnetica di tipo aperto. Tali dispositivi sono considerati non così affidabili a causa della bassa intensità del campo magnetico. Ma ogni anno le tecnologie stanno migliorando e un tomografo di tipo aperto non può più essere attribuito a meno informativo o insufficientemente potente. Inoltre, un tale dispositivo presenta i seguenti vantaggi:

  1. Il design del tomografo non implica la presenza di un tavolo scorrevole, che consente di esaminare pazienti con peso corporeo significativo.
  2. Durante l'esame, il paziente non si trova in uno spazio ristretto. Ciò consente di ridurre significativamente il disagio psicologico, escludere attacchi di panico e claustrofobia..
  3. In alcune lesioni, la fissazione specifica degli arti rende impossibile posizionare il paziente in un tomografo di tipo chiuso. Pertanto, i tipi aperti di risonanza magnetica sono l'unico modo per diagnosticare possibili lesioni degli organi interni, del cervello.

L'ammissibilità di esaminare un paziente su un tomografo aperto o chiuso amplia significativamente le possibilità dei medici in casi difficili o non standard.

Indicazioni per la procedura

Perché viene eseguita la risonanza magnetica e in quali situazioni un tale metodo di ricerca sarà efficace? Come già notato, la tomografia magnetica consente di diagnosticare un'ampia gamma di malattie e condizioni. Tutti i tipi di studi MRI e le indicazioni per la loro condotta possono essere classificati a seconda degli organi / sistemi esaminati:

  • Cervello: alterata circolazione sanguigna nel cervello, sospette lesioni neoplastiche, monitoraggio dello stato del cervello dopo l'intervento chirurgico, monitoraggio di possibili ricadute di processi neoplastici, sospetti focolai di infiammazione, epilessia, lesioni dovute a ipertensione arteriosa, trauma cranico.
  • Articolazioni temporomandibolari: diagnosi della condizione dei dischi articolari, valutazione dell'efficacia del trattamento chirurgico, malocclusione, preparazione al trattamento ortodontico.
  • Occhi: sospetti di un tumore, trauma, infiammazione, diagnosi della condizione delle ghiandole lacrimali dopo un trauma.
  • L'area del naso, della bocca: sinusite, manipolazioni preparatorie prima della chirurgia plastica.
  • Colonna vertebrale: vari cambiamenti degenerativi nella struttura della colonna vertebrale (ad esempio, osteocondrosi), pizzicamento delle radici nervose, patologie congenite, traumi e valutazione dell'efficacia del trattamento dopo trauma, sospetti processi tumorali, osteoporosi.
  • Ossa e articolazioni: ossa, tessuti molli, articolazioni - lesioni (compresi gli sport), cambiamenti legati all'età, processi infiammatori, tumori sospetti, lesioni muscolari e tendinee, artrite reumatoide.
  • Cavità addominale: patologia degli organi interni.
  • Organi pelvici: adenoma, cancro alla prostata, valutazione della diffusione di lesioni tumorali, preparazione preoperatoria, valutazione dello stato della vescica, ureteri, retto, ovaie, scroto, mioma uterino, anomalie nello sviluppo degli organi pelvici.

Inoltre, se necessario, viene eseguito un esame dei vasi del cervello, del collo, della regione toracica; arterie, vene, ghiandola tiroidea. Se si sospettano lesioni tumorali o metastasi, è possibile esaminare l'intero corpo del paziente.

Inoltre, le indicazioni per la risonanza magnetica possono essere un attacco di cuore, un difetto o una malattia coronarica..

Controindicazioni alla procedura

Molti pazienti sono preoccupati se esistono controindicazioni alla risonanza magnetica. Naturalmente, ci sono tali limitazioni per la tomografia, come per qualsiasi altra manipolazione medica..

L'intero elenco di controindicazioni per la risonanza magnetica può essere suddiviso in assoluto e relativo. Gli assoluti sono la presenza di un corpo estraneo metallico, protesi o impianto elettromagnetico, pacemaker. Se viene eseguita una risonanza magnetica con mezzo di contrasto, insufficienza renale e allergia al mezzo di contrasto.

La presenza di questi fattori rende la procedura assolutamente impossibile. Per controindicazioni relative si intendono condizioni o circostanze che possono passare / cambiare nel tempo e l'esame diventa possibile.

  1. Primi 3 mesi di gravidanza.
  2. Problemi mentali, schizofrenia, claustrofobia, stati di panico.
  3. Gravi malattie nella fase di scompenso.
  4. Il paziente ha tatuaggi che sono stati eseguiti utilizzando coloranti a base di composti metallici.
  5. Forte dolore, a causa del quale una persona non può mantenere la completa immobilità.
  6. Intossicazione - alcolica o narcotica.

L'età dei bambini del paziente è una controindicazione ed è possibile eseguire la risonanza magnetica per i bambini, se sì, a che età? Gli esperti rispondono a queste domande che l'età dei bambini non è un ostacolo alla ricerca. Cioè, la risonanza magnetica viene eseguita anche per i neonati. Tuttavia, con i bambini piccoli, c'è un altro problema: è molto difficile farli rimanere immobili. Soprattutto per molto tempo, soprattutto in uno spazio ristretto. Esistono diverse soluzioni a questo problema, ad esempio una conversazione preliminare con il bambino o l'uso dell'anestesia. Una risonanza magnetica viene eseguita anche per gli adulti in anestesia generale nei casi in cui la procedura è estremamente necessaria, ma la persona soffre di claustrofobia o attacchi di panico.

Attività preparatorie

La preparazione generale per una risonanza magnetica è una fase importante dello studio che non può essere ignorata. Il successo della procedura e l'accuratezza dei risultati dipendono dalla precisione con cui il paziente segue le raccomandazioni degli specialisti..

La preparazione per la ricerca inizia con una consultazione obbligatoria con un terapista. Il medico chiarirà i dati dell'anamnesi, condurrà un esame esterno, chiarirà il problema con controindicazioni, dirà in dettaglio come viene eseguita una risonanza magnetica, darà una direzione per studiare aree problematiche specifiche.

La preparazione per una risonanza magnetica include anche una valutazione delle proprie condizioni. Il paziente deve essere preparato a stare in uno spazio chiuso e rumoroso per un po '. Se una persona sospetta che possa iniziare a farsi prendere dal panico, deve chiedere in anticipo il sostegno di una persona cara. Un parente o un coniuge ti aiuterà anche a tornare a casa dopo la procedura se il paziente viene sedato per calmarsi prima dell'esame. La risonanza magnetica in anestesia generale richiede anche la presenza di una persona cara che porterà il paziente a casa dopo l'esame..

La preparazione alla risonanza magnetica include la rimozione (da sé e dai vestiti) di tutti gli oggetti metallici: spille, piercing, orecchini e altri gioielli, impianti e protesi rimovibili, forcine per capelli, biancheria intima con inserti metallici, ecc..

Prima della procedura, devi andare in bagno, non puoi usare alcol e droghe. Va bene mangiare prima di una risonanza magnetica, assumere farmaci regolari? Sì, se è necessario un esame del cervello, delle articolazioni, degli occhi, del rinofaringe o della colonna vertebrale.

Alcuni tipi di esame tomografico richiedono una preparazione speciale per una risonanza magnetica.

Ad esempio, prima di esaminare gli organi pelvici, è necessario urinare 3 ore prima della procedura e non farlo di nuovo. 60 minuti prima della sessione, bere mezzo litro di acqua naturale, in modo che la vescica sia piena per metà, necessaria per una corretta diagnosi. La sera prima, devi pulire completamente l'intestino con un clistere o un lassativo.

La risonanza magnetica degli organi addominali viene eseguita solo a stomaco vuoto, quindi la questione se sia possibile mangiare prima della procedura non è appropriata in questo caso. Le eccezioni sono situazioni in cui la sessione non può essere tenuta al mattino. In questo caso è lecito fare una colazione molto facile. La pulizia dell'intestino il giorno prima, l'assunzione di antispastici 30 minuti prima della sessione è molto desiderabile.

Preparare i bambini per un esame di tomografia magnetica

Fisicamente, i bambini sono preparati per la procedura allo stesso modo degli adulti. Se il bambino ha già quell'età quando capisce cosa vogliono da lui e obbedisce ai suoi genitori (6-7 anni), devi dirgli come prepararsi per una risonanza magnetica da solo. Se necessario, aiuto.

La preparazione psicologica di un bambino è una fase preliminare necessaria. Devi dire al tuo bambino perché fare una risonanza magnetica, cosa lo aspetta durante questa procedura, quali sensazioni possono sorgere, come sopprimere i pensieri e le paure negative. Devi anche avvertire il bambino di quanto tempo ci vuole per fare una risonanza magnetica e che per tutto questo tempo dovrebbe essere il più fermo possibile..

Se i genitori vedono che il bambino è psicologicamente impreparato, prova una paura intensa o ci sono altri fattori concomitanti (forte dolore, epilessia, convulsioni), potrebbe essere necessario applicare una sedazione profonda o un'anestesia superficiale.

Come sta andando una sessione di risonanza magnetica

Affinché durante la sessione di esame non si verifichino sorprese o spiacevoli sorprese, il paziente deve immaginare approssimativamente come viene eseguita una risonanza magnetica. La procedura standard include i seguenti passaggi:

  1. Al paziente viene chiesto di spogliarsi e rimuovere tutti gli oggetti estranei dal corpo, inclusa una parrucca, protesi rimovibili e apparecchi acustici, gioielli, ecc. Il dottore darà un mantello usa e getta per un cambiamento.
  2. Il paziente assume una posizione orizzontale su uno speciale tavolo scorrevole. Quindi il tavolo viene spinto nel tunnel dell'apparato. Le variazioni di questa fase sono possibili con i tomografi moderni. Ad esempio, nel caso di utilizzo di un tomografo di tipo aperto o di un apparecchio che assume una posizione seduta.
  3. La durata di una risonanza magnetica dipende dal tipo di studio. In media, da 20 a 120 minuti. Per tutto questo tempo, il paziente deve mantenere l'assoluta immobilità dell'area del corpo indagata.
  4. Durante la sessione di tomografia, il paziente sente un rumore o un ronzio, forse una leggera sensazione di vibrazione. Per rendere più facile ritrovarsi in uno spazio ristretto, è meglio chiudere gli occhi e rilassarsi il più possibile..

Dopo la fine della sessione, al paziente può essere chiesto di attendere un po 'per assicurarsi che tutto sia andato bene, i dati ricevuti siano sufficienti e non siano necessarie ulteriori manipolazioni. Successivamente, gli effetti personali e gli indumenti vengono restituiti al paziente: la sessione di risonanza magnetica è terminata.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla specifica di come viene eseguita la procedura di risonanza magnetica in caso di anestesia o agenti di contrasto..

Caratteristiche della conduzione di risonanza magnetica in pazienti sotto anestesia

La risonanza magnetica in anestesia può essere di due tipi:

  • Sedazione profonda con moderni farmaci tranquillanti. Aiuta a calmare in modo significativo il paziente, alleviare l'ansia, fermare gli attacchi di panico.
  • Anestesia, che viene eseguita mediante iniezione endovenosa o inalazione. Questo metodo può richiedere una ventilazione aggiuntiva dei polmoni e il collegamento di monitor per lo stato delle funzioni vitali..

Di solito, l'effetto dell'anestesia scompare entro 30-60 minuti dalla fine della sessione di studio. Prima dell'anestesia, non puoi mangiare per 9 ore e per i bambini sotto i 6 anni - 6 ore. Puoi bere solo acqua pura e tè in piccole porzioni. Interrompere l'assunzione di liquidi 2 ore prima della procedura.

Dopo l'anestesia è possibile lasciare la clinica solo con un accompagnatore, la guida autonoma è severamente vietata.

Risonanza magnetica per immagini con contrasto

Cos'è la risonanza magnetica con contrasto? Questa è la stessa procedura di una risonanza magnetica standard, solo per aumentare il contenuto informativo della procedura, una sostanza sicura non tossica viene iniettata nella vena del paziente. Nella maggior parte dei casi, questo è necessario nella diagnosi delle lesioni tumorali. Pertanto, è possibile condurre lo studio più dettagliato, studiare in dettaglio la dimensione del tumore, la sua struttura e il grado di diffusione..

Tuttavia, il gonfiore non è l'unica ragione per questo tipo di procedura. Esistono numerose indicazioni per gli esami con mezzo di contrasto.

Controindicazioni - gravidanza, allattamento, allergie (casi molto rari).

Il paziente non presenta conseguenze e reazioni collaterali dopo una sessione di tomografia con contrasto.

Risultati della risonanza magnetica

Ciò che mostra la risonanza magnetica, ovvero i risultati dell'esame, sarà pronto entro 1 o 2 giorni. Se tutto è normale nel corpo, i risultati mostreranno che tutti gli organi e i tessuti del corpo sono al loro posto, hanno dimensioni, forma, struttura, densità standard. La risonanza magnetica mostrerà anche che non ci sono neoplasie maligne o benigne, sanguinamento, coaguli di sangue, processi infiammatori o infettivi nel corpo.

Se il medico scopre delle irregolarità, ciò verrà visualizzato nella conclusione e nella storia medica..

Riassumiamo

La risonanza magnetica è il più moderno, uno dei metodi non invasivi più accurati e sicuri per l'esame del corpo umano. La sessione di risonanza magnetica è completamente indolore e adatta all'esame anche di bambini piccoli. Ciò che una risonanza magnetica può mostrare aiuta un medico a diagnosticare o confermare qualsiasi problema di salute.

Che cos'è la risonanza magnetica: una descrizione dettagliata dello studio diagnostico

La risonanza magnetica per immagini (MRI) è uno dei metodi diagnostici più avanzati e moderni. Con l'aiuto della risonanza magnetica, è diventato possibile esaminare non solo tutti gli organi, ma anche studiare la struttura dei tessuti, compresi quelli molli, per vedere il lavoro dei vasi sanguigni in tempo reale, per identificare neoplasie di dimensioni minime.

La risonanza magnetica ha tre fattori importanti che sono importanti sia per i medici che per i pazienti: sicurezza, contenuto informativo e indolore..

Candidato di scienze mediche

Sommario

  • Il principio del metodo MRI
  • Classificazione dei tomografi
  • Cosa mostra la risonanza magnetica
  • Indicazioni per la risonanza magnetica
  • Controindicazioni alla risonanza magnetica
  • MRI per i bambini
  • Risonanza magnetica con polizza di assicurazione medica
  • Come è l'esame MRI
  • Durata della procedura di risonanza magnetica
  • Confronto tra metodi di risonanza magnetica e ultrasuoni
  • MRI e raggi X, confronto
  • RM e TC, confronto
  • Interpretazione dei risultati della risonanza magnetica, conclusione
  • Risonanza magnetica con e senza contrasto, differenze
  • Scansioni MRI con patologia identificata
  • video

Il principio del metodo MRI

L'effetto di un campo magnetico su una persona con risonanza magnetica
Sezioni di tessuto cerebrale in tre proiezioni

Il principio della scansione strato per strato nella risonanza magnetica

Classificazione dei tomografi

Tomografi aperti

In un tomografo aperto, i magneti si trovano sopra e sotto rispetto al tavolo su cui giace il paziente, tutto il resto dello spazio intorno a lui è libero. Questi sono sia i pro che i contro dei tomografi aperti..

Tomografo di tipo aperto
Esame del cervello su un tomografo di tipo aperto

Tomografi chiusi

I tomografi chiusi sono anche chiamati tradizionali, tunnel o capsula, poiché sono un tunnel (tubo) chiuso su tutti i lati, dove è posizionato un tavolo con un paziente, che è circondato da un campo magnetico da tutti i lati.

Tomografo chiuso o tunnel

Nei tomografi chiusi, i pazienti possono avvertire un moderato disagio a causa del rumore della macchina..

Durante l'esame di bambini, pazienti con claustrofobia, nei casi in cui è necessario esaminare un solo organo, viene utilizzato un tipo di tomografo chiuso con un tunnel corto, che consente di non posizionare il paziente completamente all'interno del dispositivo, lasciando fuori parte del corpo.

Tomografo chiuso a tunnel corto

Tomografi verticali

La necessità di studiare una persona in posizione verticale ha portato alla comparsa di tomografi, in cui il magnete può essere ruotato verticalmente. In tali macchine, che sono una specie di tomografi aperti, la scansione viene eseguita sotto il carico naturale del peso. Ciò è particolarmente importante quando si esamina la colonna vertebrale..

Esame della colonna vertebrale su un tomografo verticale

I tomografi verticali consentono di determinare la posizione relativa degli elementi del midollo spinale, di identificare ernie, forme gravi di scoliosi, spostamento delle vertebre, curvatura, cancellazione dei dischi intervertebrali. Il medico può identificare una patologia che si manifesta solo quando la posizione cambia e determinare la causa del dolore.

Lo studio su un tomografo verticale ha permesso di aumentare il contenuto di informazioni diagnostiche delle immagini di quasi il 40% e aumentare l'efficacia del trattamento.

Potere della tomografia

La potenza del tomografo, misurata in Tesla (T), influisce sia sulla qualità dell'immagine, che aumenta con l'aumentare della potenza, sia sulla durata dello studio. Esistono macchine per la risonanza magnetica a campo basso, medio, alto e ultra alto..

I dispositivi a basso campo hanno un'intensità del campo magnetico di 0,1 - 0,5 T. Di norma, si tratta di dispositivi di tipo aperto adatti per la diagnostica preliminare, perché non sono abbastanza potenti per produrre immagini chiare.

La durata media dello studio è di circa 40 minuti. Il costo della ricerca su tali dispositivi è inferiore rispetto ad altri tomografi.

Tomografi a medio campo: intensità di campo 0,5-0,9 T, tempo di esame in media 20-30 minuti, sono usati raramente, perché inferiore in termini di qualità della diagnostica rispetto all'alto campo.

I dispositivi ad alto campo con un'intensità di campo di 1-1,5 T sono i più comuni nelle cliniche mediche (quasi il 70% di tutti i tomografi). Il principale vantaggio indiscutibile è ottenere informazioni altamente informative sul funzionamento dei sistemi e sulla struttura di organi e tessuti. Su tali dispositivi, il tempo di ricerca richiede solo 15-20 minuti..

Gli svantaggi dei dispositivi ad alto campo sono associati al fatto che si tratta di tomografi a tunnel, in cui è impossibile condurre studi in pazienti con impianti metallici o elettronici, con claustrofobia.

Neoplasie cerebrali con risonanza magnetica su un apparato ad alto campo

Cosa mostra la risonanza magnetica

A causa dell'elevato grado di risoluzione del contrasto, la risonanza magnetica è ampiamente utilizzata per rilevare praticamente qualsiasi patologia.

Cosa si può vedere con una risonanza magnetica

Il metodo consente di indagare sia lo stato funzionale che la struttura della maggior parte dei sistemi e degli organi.

Con l'aiuto di dispositivi moderni, è possibile ottenere non solo immagini statiche di organi, ma anche studiare il movimento del liquido cerebrospinale in tempo reale, vedere l'aspetto di focolai di attività cerebrale massima o minima e misurare il flusso sanguigno vascolare negli organi. L'angiografia computerizzata consente di tracciare il lavoro del cuore, valutare la contrattilità del miocardio, il grado di perfusione del muscolo cardiaco.

Studio della funzione del sistema cardiovascolare durante la risonanza magnetica

L'unicità del metodo rispetto ad altri sta anche nel fatto che la risonanza magnetica consente di esaminare i tessuti molli: vasi, cartilagine, apparato legamentoso, menischi, dischi intervertebrali, muscoli, sostanza grigia e bianca del cervello, nervi, linfonodi, ecc., sia cambiamenti degenerativi che focolai infiammatori.

Un sito infiammatorio (ascesso) nei muscoli femorali

La risonanza magnetica è ampiamente utilizzata in oncologia perché l'elevata risoluzione del tomografo consente non solo di determinare la posizione del tumore nella fase iniziale di sviluppo, ma anche di studiare la struttura dei tessuti, per determinare il primario e il secondario (metastasi) della lesione, che è estremamente importante nella scelta di un metodo di trattamento.

Quale patologia può essere rilevata dalla risonanza magnetica

  • Quando esamini il cervello, puoi identificare:
    • ictus ischemico nelle prime fasi (meno di 3 ore dall'inizio del disastro);
    • la comparsa di anomalie nello sviluppo del cervello nel feto;
    • i tumori sono maligni e benigni nella fase iniziale di sviluppo;
    • aneurismi vascolari, vasculite, alterazioni dei vasi intracranici;
    • lesione della sostanza bianca (encefalite, sclerosi multipla);
    • la causa dei disturbi mentali, focolai di attività nell'epilessia.
L'immagine della sclerosi multipla alla risonanza magnetica
  • Quando si esamina il sistema scheletrico e le articolazioni:
    • patologia dell'apparato legamentoso, lussazioni e lesioni traumatiche delle articolazioni;
    • necrosi asettica della testa del femore;
    • fratture ossee;
    • focolai di lesioni ossee nell'osteomielite.
Osteomielite del femore alla risonanza magnetica
Carcinoma epatico

Indicazioni per la risonanza magnetica

Le immagini MRI di buona qualità garantiscono la qualità diagnostica
Tumore del midollo spinale
L'indagine sull'afflusso di sangue renale ha rivelato la stenosi dell'arteria renale destra
Il focus del danno ischemico al tessuto cerebrale (ictus ischemico)

Controindicazioni alla risonanza magnetica

Tutte le restrizioni sull'uso della risonanza magnetica possono essere:

  • assoluto - in cui la risonanza magnetica è impossibile.
  • parente - che complica in modo significativo la conduzione della risonanza magnetica secondo l'algoritmo standard, ma con la correzione o l'eliminazione di questi motivi, lo studio può essere eseguito.

Controindicazioni assolute

  1. Avere un pacemaker o un defibrillatore cardioverter.
Pacemaker impiantato

Controindicazioni relative

Per un paziente in uno stato grave e incosciente, lo studio viene effettuato sotto la costante supervisione di un medico

Documenti che confermano che il metallo non reagisce a un campo magnetico

La presenza di oggetti metallici nel corpo, i dispositivi medici metallici impiantati costituiscono un ostacolo all'utilizzo della metodica MRI solo nei casi in cui siano realizzati con materiali incompatibili con il magnete. Tali metalli e leghe con proprietà magnetiche sono chiamati ferromagneti, si tratta di leghe di ferro, nichel, cromo, cobalto, ecc..

Tutti i dispositivi medici impiantabili hanno documenti di accompagnamento, che indicano di quali elementi sono costituiti, compatibilità con gli effetti di fattori elettrici, radiazioni, chimici e fisici, compreso un campo magnetico.

Certificato di conformità
Dichiarazione di conformità

Possibili rischi durante l'esame

  1. Prolungamento dell'azione dei sonniferi quando si usa l'anestesia.
  2. Allergia al mezzo di contrasto.
Test cutaneo. Prima di eseguire una risonanza magnetica con contrasto, il medico esegue un test per la tolleranza individuale ai farmaci

MRI per i bambini

Limiti d'età

La risonanza magnetica viene eseguita per bambini di qualsiasi età

Come mantenere fermo il tuo bambino durante la scansione

  1. Nei bambini di età inferiore a 1 anno, il tempo del sonno naturale viene solitamente scelto per lo studio. La scansione viene eseguita in dispositivi di tipo aperto con fasce strette del bambino. Se è necessario utilizzare un tomografo chiuso, la madre può essere messa sul tavolo accanto al bambino.
  2. Nei bambini di età compresa tra 1 e 3 anni vengono utilizzati farmaci artificiali, il sonno, pertanto lo studio viene effettuato solo in quelle cliniche in cui è possibile fornire l'anestesia. La madre può essere nelle vicinanze, nella stanza in cui si trova il tomografo o accanto al bambino nella capsula del dispositivo. Le condizioni del bambino vengono monitorate durante l'intero studio utilizzando sensori speciali.
  3. I bambini dai 3 ai 5 anni possono già spiegare in modo giocoso perché non possono muoversi quando scattano foto, inventano qualche tipo di gioco o danno loro un giocattolo preferito per renderli più tranquilli. La madre e il medico si tengono costantemente in contatto con il bambino tramite un citofono, rasserenandolo. Se il bambino mostra ansia quando posiziona l'apparato nel tunnel, lo studio viene eseguito utilizzando un tomografo aperto o, con un tipo chiuso, viene utilizzato un breve tavolo estraibile in modo che una parte del bambino rimanga fuori dalla capsula e la madre possa toccare il bambino. Se queste misure non aiutano, lo studio viene eseguito in anestesia o suddiviso in parti ad intervalli durante il giorno o anche più giorni..
Risonanza magnetica del cervello di un bambino

Risonanza magnetica con polizza di assicurazione medica

Risonanza magnetica con polizza di assicurazione sanitaria obbligatoria

Politica OMS

MRI nell'ambito di una polizza di assicurazione sanitaria volontaria

Politica VHI

Come è l'esame MRI

Tre fasi della risonanza magnetica

Fase preparatoria

  1. Documenti:
    • Il paziente deve fornire un rinvio per una risonanza magnetica, se diretto da un medico, si consiglia di avere un estratto della scheda ambulatoriale con una diagnosi preliminare o i risultati di precedenti studi diagnostici.
    • Se lo studio viene svolto nell'ambito del sistema di assicurazione medica obbligatoria, sono richiesti l'originale della polizza di assicurazione medica obbligatoria e un passaporto;.
    • Se la risonanza magnetica viene eseguita su base retribuita, è necessario stipulare con il paziente un contratto per la fornitura di servizi medici a pagamento.
    • È obbligatorio un accordo sulla protezione dei dati personali del paziente e il consenso a condurre uno studio specifico, che dovrebbe indicare possibili rischi e complicazioni.
    • Quando si redigono documenti, è necessario chiarire in anticipo in quale forma verranno emessi i risultati della ricerca (su pellicola, disco o unità flash).
  2. Incontro con il medico, durante il quale il paziente può porre tutte le domande che lo interessano, e il medico chiarirà i reclami, scoprirà il motivo che richiede una risonanza magnetica e scoprirà punti così importanti:
    • controindicazioni alla risonanza magnetica (presenza di un pacemaker, impianti metallici impiantati, valvole cardiache protesiche, apparecchi metallici, ecc.);
    • la presenza di claustrofobia, intolleranza ai farmaci;
    • malattie croniche del paziente, quali operazioni ha avuto in precedenza e quali farmaci riceve costantemente;
    • se ci sono stati casi di crisi epilettiche, perdita di coscienza;
    • chiarirà la presenza della gravidanza nelle donne.
Durante la preparazione per la risonanza magnetica, il medico risponderà a tutte le domande di interesse per il paziente

Condurre ricerche

Nella sala scanner, il personale medico pone il paziente sul lettino nella posizione prevista per l'esame di un'area specifica, più spesso questa posizione sulla schiena.

L'infermiera spiega le regole di comportamento all'interno del dispositivo, avverte della necessità di mantenere uno stato stazionario durante la scansione e della possibilità di un moderato disagio sotto forma di rumore durante il funzionamento del tomografo.

Durante l'intero esame, il medico e l'operatore MRI saranno nella stanza accanto e monitoreranno le condizioni del paziente attraverso il vetro.

Per tutto il periodo dello studio, il paziente è sotto costante controllo medico

Il paziente deve rimanere immobile durante la scansione, che di solito richiede 10-20 minuti.

Ottenere risultati e conclusioni

Il radiologo esamina attentamente le immagini e fa una conclusione professionale, elencando tutte le patologie individuate. Ciò richiede in media 30-60 minuti, ma a volte, quando una serie di immagini è stata scattata prima e dopo l'introduzione del contrasto, e in casi diagnostici particolarmente difficili, quando è richiesta una consulenza specialistica o un consiglio di medici, la conclusione può essere pronta in 1-2 giorni. Insieme all'emissione di un parere scritto, il medico può spiegare oralmente lo stato di salute del paziente.

Il radiologo, dopo aver analizzato le immagini, fa una conclusione

Il paziente fornisce i risultati ottenuti (immagini) e il parere del radiologo al proprio medico, che lo ha inviato per una risonanza magnetica, perché solo lui può diagnosticare e prescrivere cure.

Come si sente il paziente durante una risonanza magnetica

Durata della procedura di risonanza magnetica

Durata dello studio con MRI senza contrasto

La potenza del tomografo gioca un ruolo significativo non solo nella qualità delle immagini, ma anche nella durata del processo di scansione: maggiore è la potenza, più velocemente si ottengono le immagini:

  • quando si lavora su dispositivi a pianale ribassato, occorrono circa 20-30 minuti con una potenza compresa tra 1 e 1,5 T, con una potenza inferiore (0,1-0,9 T) - 40 minuti o più;
  • su dispositivi ad alto campo (1-1,5 T) - 15 minuti;
  • su campo ultra alto con una capacità di 3 T - 5-10 minuti.
La durata dello studio dipende anche dalle dimensioni dello studio e dall'area di scansione. Il tempo per la scansione di un organo richiede 10-60 minuti, con una media di 20-30 minuti:
  • una sezione del cervello - almeno 10-15 minuti;
  • comune - 20-30 minuti;
  • organi della cavità addominale o della piccola pelvi - 30 minuti;
  • una sezione della colonna vertebrale - circa 40 minuti;
  • esame del sistema nervoso centrale - 75 minuti.
La durata aumenta se:
  • sono necessari più organi,
  • in caso di somministrazione di farmaci durante la risonanza magnetica.
Se il paziente può rimanere sdraiato durante l'intera scansione, lo studio è più veloce perché non c'è bisogno di fare pause. Ciò è particolarmente vero per i bambini, quando non viene utilizzata l'anestesia, uno studio completo può richiedere un'intera giornata con pause frequenti e lunghe e talvolta anche diversi giorni..

Durata dello studio con contrasto

La questione della necessità dell'introduzione del contrasto viene talvolta decisa dai medici durante la risonanza magnetica, il che aumenta la durata dello studio

Confronto tra metodi di risonanza magnetica e ultrasuoni

Di tutti i metodi moderni di diagnostica visiva, l'ecografia e la risonanza magnetica sono i più informativi e sicuri, perché escludere l'uso dell'esposizione alle radiazioni.

Con gli ultrasuoni, l'esame viene eseguito utilizzando onde sonore a bassa potenza. Le vibrazioni degli ultrasuoni con una frequenza di 260-600 kHz vengono trasmesse attraverso la pelle agli organi interni, passano liberamente attraverso mezzi omogenei, ma quando incontrano un ostacolo, le onde vengono riflesse, catturate dal sensore, convertite in impulsi elettrici, quindi l'immagine risultante dell'oggetto viene riflessa sullo schermo.

Esame ecografico (ecografia)

Nella risonanza magnetica, lo studio viene condotto utilizzando l'energia di un campo magnetico, che modifica l'energia dei nuclei cellulari, i cambiamenti nella frequenza dei segnali radio da essi emessi vengono catturati dai sensori e un'immagine strato per strato dell'organo è costruita in tre proiezioni.

Poiché entrambi i metodi sono sicuri per l'organismo, gli studi possono essere effettuati lo stesso giorno, se non sono stati utilizzati mezzi di contrasto, in questo caso l'intervallo tra ecografia e risonanza magnetica dovrebbe essere di almeno 2 giorni.

I vantaggi e gli svantaggi di entrambi i metodi

Il metodo ecografico è più spesso prescritto per confermare la diagnosi clinica e di laboratorio già stabilita durante la gravidanza, malattie degli organi interni, sistema endocrino, cuore, vasi sanguigni. L'ecografia aiuta a scoprire la dimensione degli organi interni, con il suo aiuto è possibile rilevare tumori, cisti, nodi, lesioni traumatiche e processi infiammatori. Spesso utilizzato per il monitoraggio dinamico della gravidanza e dello sviluppo fetale, nonché in pediatria e ginecologia.

Il metodo ecografico è ampiamente utilizzato per il monitoraggio dinamico della gravidanza e dello sviluppo fetale.

La risonanza magnetica è un metodo più informativo, quindi viene utilizzata per chiarire la diagnosi nei casi in cui non ha funzionato con altri metodi. Il metodo consente di ottenere informazioni non solo sulla localizzazione di un focus patologico, anche di dimensioni molto piccole, ma anche sulla struttura del tessuto osseo, delle pareti dei vasi, dei nervi e dei tessuti molli. È più spesso usato nei casi di sospetto cancro, per studiare la struttura e la funzione del cervello e del midollo spinale, per studiare la colonna vertebrale, gli organi addominali e la piccola pelvi.

I chiari vantaggi del metodo a ultrasuoni includono:

  1. Possibilità di utilizzo diffuso nelle donne in gravidanza, per l'esame del feto e in pediatria.
  2. Nessuna controindicazione, possibilità di utilizzo per portatori di pacemaker e strutture metalliche all'interno del corpo.
  3. Esame di organi cavi e formazioni (cisti).
  4. Nessuna necessità di rimanere fermi durante l'esplorazione e paura di spazi ristretti.
Svantaggi degli ultrasuoni:
  • è difficile studiare il flusso sanguigno degli organi con l'aiuto degli ultrasuoni;
  • il metodo non è sufficientemente informativo per lo studio dei tessuti molli;
  • la qualità delle immagini non consente di diagnosticare processi patologici nelle prime fasi;
  • l'interpretazione delle immagini sullo schermo è più soggettiva.
Gli aspetti positivi della risonanza magnetica sono:
  • la capacità di condurre uno studio su quasi tutti i tessuti, compresi quelli molli;
  • determinazione non solo della localizzazione, ma anche della struttura dei processi tumorali nelle prime fasi;
  • ottenere un'immagine di un organo in tre proiezioni;
  • la capacità di aumentare la qualità dell'immagine introducendo agenti di contrasto;

    Tumore al cervello alla risonanza magnetica senza contrasto (a sinistra) e con contrasto (a destra)

    Velocità di ricerca

    È più veloce condurre uno studio utilizzando gli ultrasuoni, la durata degli ultrasuoni è in media di 15, massimo 30 minuti. Una scansione MRI di un'area simile richiederà dai 30 ai 60 minuti.

    Il medico fa una conclusione sui risultati di un'ecografia, quasi immediatamente, in un massimo di 10 minuti. Per preparare una conclusione professionale basata sui risultati di una risonanza magnetica, ci vorranno almeno 30 minuti, e talvolta di più.

    Qualità dell'immagine

    Le immagini ottenute sia con l'ecografia che con la risonanza magnetica si distinguono per un grado sufficiente di contenuto informativo. Tuttavia, la risonanza magnetica consente di ottenere immagini migliori con una precisione superiore agli ultrasuoni. Su queste immagini, è possibile distinguere focolai patologici molto piccoli, diagnosticare neoplasie maligne nelle fasi iniziali, distinguere un processo di cancro primario da un processo metastatico secondario e fare una diagnosi differenziale dei processi tumorali da infiammatori o distrofici.

    Immagine di pancreatite con ultrasuoniImmagine della pancreatite alla risonanza magnetica

    Disponibilità

    Il metodo ad ultrasuoni ha iniziato ad essere utilizzato in medicina molto prima della risonanza magnetica, praticamente tutte le istituzioni mediche - ospedali, policlinici, ambulanze, centri ostetrici feldsher - sono dotate di dispositivi a ultrasuoni, quindi il metodo è più accessibile per i pazienti. Inoltre, esistono molti tipi di dispositivi mobili e portatili con cui è possibile condurre ricerche ovunque, compresi i pazienti non trasportabili..

    Differenza di prezzo

    Il costo della ricerca dipende da molti fattori: in quale città o regione vive una persona, una clinica privata o pubblica, quante ricerche devono essere fatte, quali dispositivi verranno utilizzati, ecc..

    Ma a parità di altre condizioni, il costo della procedura ad ultrasuoni sarà molto più economico, questo è dovuto al fatto che il metodo è diffuso nell'assistenza sanitaria pratica, la manutenzione dell'apparato è relativamente economica. Il prezzo medio di un'ecografia è compreso tra 500 e 1.000 rubli. fino a 2.500-3.000 rubli.

    La risonanza magnetica è un nuovo metodo, i tomografi non sono disponibili in tutte le istituzioni, i dispositivi stessi e la loro manutenzione sono costosi, il prezzo medio di un esame varia da 3.500-4.500 rubli. fino a 11.000-12.000 rubli.

    Confronto di immagini ecografiche e MRI

    Cancro alla prostata sugli ultrasuoniCancro alla prostata alla risonanza magnetica
    Cisti epatica con ultrasuoniCisti epatica alla risonanza magnetica

    MRI e raggi X, confronto

    La principale differenza tra questi metodi risiede nel fenomeno fisico alla base dell'immagine. L'esame a raggi X utilizza radiazioni ad alta frequenza, che attraversano liberamente i tessuti a bassa densità, ma vengono trattenute da oggetti più densi, quindi viene utilizzata principalmente per lo studio del tessuto osseo, calcoli renali, ecc..

    La risonanza magnetica utilizza un campo magnetico che cambia la direzione degli atomi di idrogeno, che viene catturato dai sensori del tomografo sotto forma di un'immagine dell'oggetto. Poiché tutti i tessuti contengono idrogeno, il metodo MRI consente di esaminare tutti gli organi e tessuti, compresi quelli molli..

    I vantaggi e gli svantaggi di entrambi i metodi

    Frattura del femore alla radiografia
    La risonanza magnetica ha rivelato un emangioma dei tessuti molli della coscia

    Pericoli e danni causati da raggi X e risonanza magnetica

    Il principale danno delle radiazioni ionizzanti è un cambiamento nella struttura delle proteine ​​a livello cellulare e del DNA, un invecchiamento accelerato dei tessuti e un aumento del rischio di sviluppare il cancro. Pertanto, il numero di esami radiografici è strettamente limitato - una volta all'anno, in caso di emergenza - 2 volte.

    La velocità dello studio con raggi X e risonanza magnetica

    Qualità dell'immagine

    I metodi di esame radiografico e risonanza magnetica differiscono non solo per la diversa portata e velocità di acquisizione delle immagini, ma anche per la qualità delle immagini ottenute. I raggi X hanno un vantaggio durante la scansione della struttura ossea, del sistema muscolo-scheletrico, della risonanza magnetica - quando si studiano i cambiamenti nella struttura, identificando la causa della patologia.

    Radiografia della colonna vertebrale: le vertebre, il tessuto osseo, le articolazioni sono meglio visibili
    La risonanza magnetica della colonna vertebrale mostra dischi intervertebrali, tessuti molli, vasi sanguigni

    Disponibilità

    Differenza di prezzo

    Il costo medio di un esame a raggi X su base pagata è di 300-1.000 rubli, con una risonanza magnetica - da 3.500 a 5.000 rubli.

    Confronta le immagini

    Mioma dell'utero. raggi XMioma dell'utero. MRI
    L'articolazione della spalla è normale. raggi XL'articolazione della spalla è normale. MRI

    RM e TC, confronto

    Nell'assistenza sanitaria pratica, la vecchia radiografia viene gradualmente sostituita dalla sua controparte moderna: la tomografia computerizzata (TC). Questo metodo funziona anche sui raggi X, quindi ti consente di vedere meglio gli oggetti solidi. Questa è la principale differenza tra TC e MRI, in cui viene utilizzata l'energia di un campo magnetico, che consente di esaminare meglio le strutture dei tessuti molli..

    Uno scanner CT sembra una macchina per la risonanza magnetica. Ma la TC si basa sulla misurazione dell'attenuazione dei raggi X generati da un tubo a raggi X circolare. I raggi, attraversando il corpo umano in diverse direzioni, creano immagini di sezioni di tessuto sottile strato per strato in più proiezioni, da cui è composta un'immagine volumetrica.

    Tomografo computerizzato

    Vantaggi e svantaggi della TC e della RM

    Vantaggi della TC: è preferibile utilizzare il metodo nello studio del sistema osteoarticolare, lesioni alle ossa del viso e del cranio, calcoli nel sistema urinario, ematomi ed emorragie cerebrali.

    Ematoma epidurale del cervello rilevato dalla TC
    Esame dei vasi del collo con MRI
    • Il principale svantaggio è la presenza di controindicazioni:
      • pacemaker o dispositivi medici elettronici incorporati.
      • oggetti metallici sul corpo o all'interno del corpo.
      • claustrofobia.
      • la necessità di una lunga permanenza in una posizione fissa durante la scansione.
    • Il metodo è usato raramente quando si esaminano organi cavi (polmoni, intestino, stomaco).
    • Il tempo richiesto per la risonanza magnetica è più lungo che per la TC.
    • Il prezzo è più alto.

    Pericoli e danni di TC e RM

    Rispetto alla risonanza magnetica, che è una procedura completamente innocua, esiste il rischio di effetti dannosi della radiazione a raggi X con la TC. La dose ricevuta da una persona con una sola TAC dipende dall'area di studio e dalla durata, ma in media quasi 3 volte di più rispetto alla fluorografia. Le radiazioni possono avere un effetto patologico sul sistema ematopoietico e provocare la crescita delle cellule tumorali.

    Pertanto, la scansione TC spesso non può essere eseguita, 1 - massimo 2 volte all'anno, nonostante il fatto che i dispositivi moderni abbiano una buona protezione.

    La risonanza magnetica può essere utilizzata senza restrizioni, se necessario.

    La velocità dello studio con TC e RM

    L'esecuzione di una scansione TC è molto più veloce della risonanza magnetica, quindi è più spesso utilizzata in situazioni di emergenza e in pazienti gravi. Per ottenere un'immagine di un organo, una persona deve rimanere nella capsula del tomografo da 10 a 40 minuti, con una TAC, una foto può essere scattata in 10 secondi, uno studio del cervello con una risonanza magnetica dura 15 minuti e con una TAC 2-3 minuti. Con TC o RM con contrasto, l'esame richiederà altri 15 minuti in più.

    Confronto di immagini TC e MRI

    Sia la risonanza magnetica che la TC producono una serie di immagini di sezioni di tessuto sottile strato per strato su piani diversi. Nonostante la qualità delle immagini in entrambi i casi consenta di rilevare focolai patologici di piccole dimensioni, il contenuto informativo delle immagini MRI è ancora più elevato.

    Tumore al cervello alla TCTumore al cervello alla risonanza magnetica

    La differenza è principalmente solo negli oggetti di studio: con la TC è preferibile esaminare i tessuti ossei, le articolazioni e con la risonanza magnetica - tessuti molli, vasi sanguigni, linfonodi, tronchi nervosi, la sostanza del cervello e del midollo spinale.

    Scansione TC 3D

    Con la TC è possibile ottenere un'intera serie di immagini di un organo e visualizzarle da diverse angolazioni. Ciò è dovuto alla struttura speciale del tomografo, che consente la scansione su diversi piani, dopo di che viene creata un'immagine volumetrica tridimensionale utilizzando un computer. Questa tecnica è chiamata Tomografia computerizzata a fascio conico o TC 3D. Utilizzato con successo in odontoiatria.

    Tomografia computerizzata 3D in odontoiatria

    Con l'aiuto della TC 3D, si ottiene un'immagine tridimensionale, che ricrea esattamente un modello sia di un dente che dell'intera mascella, dove è possibile vedere caratteristiche anatomiche, processi infiammatori nascosti, esaminare le radici dei denti, il che aumenta significativamente le capacità diagnostiche.

    TC 3D della mascella

    Interpretazione dei risultati della risonanza magnetica, conclusione

    Esecuzione della conclusione

    Dopo aver subito la procedura di risonanza magnetica, al paziente vengono consegnati i risultati dello studio (immagini) e la conclusione del medico. L'intero periodo di registrazione e rilascio dei documenti dura dai 20 ai 60 minuti. Ma in alcuni casi difficili, quando è necessaria una consulenza specialistica o un consiglio di medici, la conclusione può essere pronta in 1-2 giorni.

    Le immagini ottenute durante la risonanza magnetica vengono trasferite al paziente sotto forma di informazioni su un supporto digitale, il cui tipo è stato discusso in anticipo (CD, DVD, dischi DVD-R o su un'unità flash USB). Su richiesta del paziente, le immagini vengono stampate su pellicola in alcune cliniche.

    Prima di preparare la conclusione, il radiologo che ha eseguito lo studio deve decifrare le immagini. Per fare ciò, posiziona le immagini su un negatoscopio (uno speciale pannello retroilluminato), le esamina attentamente, le descrive, corregge tutte le deviazioni dalla norma (dimensione, forma, struttura), analizza i risultati.

    Dopo aver decodificato le immagini, il radiologo fa una conclusione

    Quindi viene redatta una conclusione: questo è un documento che non ha solo un significato medico, ma anche legale. Non esiste una forma standard di conclusione, ma deve includere un protocollo di studio, una descrizione della patologia identificata e raccomandazioni per ulteriori azioni..


    Le qualifiche del medico influenzano l'accuratezza della descrizione

    L'obiettivo finale di qualsiasi studio diagnostico è scegliere il metodo di trattamento più efficace basato sulla diagnosi corretta. Le qualifiche e la professionalità del diagnostico giocano un ruolo importante nella pratica clinica.

    Conclusione basata sui risultati della risonanza magnetica del cervello

    Risonanza magnetica con e senza contrasto, differenze

    Metastasi cerebrali alla risonanza magnetica con contrasto

  • quando è necessario valutare lo stato del flusso sanguigno vascolare;
  • con monitoraggio dinamico dello stato di cuore, cervello e midollo spinale, colonna vertebrale.
La questione della necessità di una risonanza magnetica con contrasto è decisa dal medico curante quando si fa riferimento allo studio, o dal radiologo durante la risonanza magnetica, quando i compiti non possono essere risolti utilizzando immagini convenzionali.

Il mezzo di contrasto viene iniettato nel paziente per via endovenosa, la stessa procedura di risonanza magnetica viene eseguita allo stesso modo senza contrasto.

Immagine MRI di un tumore al cervello senza contrasto (a sinistra) e con contrasto (a destra)

Cos'è il contrasto

Come agente di contrasto per la risonanza magnetica, viene utilizzato il gadolinio, un metallo che può essere magnetizzato nel campo magnetico del tomografo, quindi il dispositivo lo riconosce come "punti luminosi". In pratica si utilizzano preparati a base di sali o ioni gadolinio (Gadovist, Omniscan, ecc.).

Collegamento di un erogatore automatico per gocciolamento continuo di mezzo di contrasto durante la risonanza magnetica

Tutti i mezzi di contrasto vengono gradualmente escreti nelle urine nell'arco di 24 ore.

L'effetto di contrasto si basa sul fatto che l'agente di contrasto viene trasportato dal sangue a tutti gli organi e tessuti e si accumula nei luoghi in cui la rete vascolare è più sviluppata. Poiché tutte le formazioni tumorali e infiammatorie hanno sempre un buon apporto di sangue, diventa più facile identificare tali focolai..


Articolo Successivo
Xantomi: placche di colesterolo sulla pelle