Lipidogramma


Il lipidogramma, o profilo lipidico, è uno studio completo che determina il livello di lipidi (grassi) di varie frazioni sanguigne. Consente di rilevare una violazione del metabolismo dei lipidi (grassi) e di valutare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

I risultati della ricerca vengono forniti con il commento di un medico gratuito.

Profilo lipidico nel sangue, stato lipidico.

Pannello lipidico, pannello rischio coronarico, profilo lipidico.

Metodo fotometrico colorimetrico.

Mmol / L (millimol per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Non mangiare per 12 ore prima dell'esame.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo 30 minuti prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

I disturbi del metabolismo dei lipidi svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'aterosclerosi vascolare e delle malattie del sistema cardiovascolare. È stato scientificamente dimostrato che un elevato livello di colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia) e alterazioni infiammatorie locali della parete vascolare aumentano il rischio di ispessimento e indurimento della parete arteriosa con conseguenti disturbi della circolazione locale. La malattia vascolare aterosclerotica, secondo le statistiche, aumenta la probabilità di infarto miocardico, ictus, patologia renale.

Un lipidogramma permette di valutare l'aterogenicità (tendenza a sviluppare l'aterosclerosi) del plasma sanguigno anche con livelli normali di colesterolo totale. Nello studio del profilo lipidico vengono determinati indicatori quali trigliceridi, colesterolo totale (colesterolo), lipidi ad alta, bassa e bassissima densità. Viene calcolato il coefficiente di aterogenicità.

Il colesterolo è una sostanza organica essenziale. È sintetizzato principalmente dal fegato (colesterolo endogeno), ed entra anche parzialmente nel corpo con il cibo (colesterolo esogeno). Il colesterolo forma le membrane cellulari di tutti gli organi e tessuti del corpo, è un precursore degli ormoni steroidei necessari per il pieno sviluppo, crescita e pubertà, partecipa alla sintesi degli acidi biliari, che assicurano l'assorbimento dei nutrienti dall'intestino. Il colesterolo circola nel sangue in combinazione con le proteine ​​lipoproteiche..

La lipoproteina ad alta densità (HDL) rimuove il colesterolo libero in eccesso accumulato nelle cellule periferiche. Trasportano il colesterolo al fegato, dove viene catabolizzato per formare acidi grassi, oppure lo trasferiscono a lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL), a seguito delle quali queste ultime vengono convertite in lipoproteine ​​a bassa densità (LDL). Le HDL sono fattori antiaterogeni che prevengono la formazione della placca aterosclerotica nel vaso. Un basso HDL indica la possibilità di sviluppare la malattia.

Il colesterolo totale nel sangue è rappresentato per il 60-70% dalle LDL, che sono in grado di trattenere nella parete vascolare e favorire l'accumulo di colesterolo nei tessuti. Sono i livelli di LDL e, in misura minore, di colesterolo totale nel plasma sanguigno a determinare il rischio di sviluppare aterosclerosi e malattie cardiovascolari. Anche se la norma del colesterolo rimane, un aumento delle LDL è indicativo delle proprietà aterogeniche dei lipidi nel sangue..

Livelli elevati di trigliceridi nel sangue sono anche associati al rischio di aterosclerosi, malattia coronarica e malattia cerebrovascolare..

I trigliceridi sono un composto di esteri di acidi grassi e glicerolo e sono la principale fonte di energia per l'organismo. La quantità predominante di trigliceridi si trova nel tessuto adiposo e solo una piccola quantità si trova nel sangue. Provengono dal cibo o vengono risintetizzati nel fegato. La maggior parte dei trigliceridi viene trasportata nel sangue come lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL). Livelli elevati di trigliceridi sono spesso associati a diabete mellito, obesità, ipertensione arteriosa e cambiamenti in altri parametri lipidici.

Il coefficiente aterogenico è calcolato sulla base degli indicatori del metabolismo lipidico: CA = (colesterolo totale - HDL) / HDL o CA = (LDL + VLDL) / HDL. Un coefficiente di aterogenicità superiore al range normale indica un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

Quando si decodifica il profilo lipidico, è necessario tenere conto di altri fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari. Questi includono età, sesso, predisposizione ereditaria a dislipidemie e malattie del cuore e dei vasi sanguigni, alterazione del metabolismo dei carboidrati (diabete mellito), aumento della pressione sanguigna, obesità, fumo, consumo di alcol, patologia renale.

A cosa serve la ricerca?

  • Per valutare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.
  • Per il monitoraggio dinamico di pazienti con cardiopatia ischemica, ipertensione, aterosclerosi del cuore e dei vasi sanguigni, patologia renale, diabete mellito.
  • Per la valutazione di pazienti con una storia familiare di ipercolesterolemia e un alto rischio di infarto miocardico o ictus.
  • Per controllare la terapia ipolipemizzante e la dieta.

Quando è programmato lo studio?

  • Durante l'esame preventivo di persone sane (dopo 20 anni si consiglia di determinare il livello di lipidi nel sangue una volta ogni 5 anni).
  • Con un aumento del colesterolo totale.
  • Con una storia di colesterolo alto.
  • Con una storia ereditaria gravata (diabete mellito, ictus, infarto miocardico, ipertensione arteriosa).
  • In presenza di fattori che aumentano il rischio di complicanze cardiovascolari (età superiore a 45 anni per gli uomini e 55 anni per le donne, fumo, sovrappeso, disturbi del metabolismo dei carboidrati, ipertensione).
  • Durante il monitoraggio dell'efficacia di una dieta ipolipemizzante e / o di un trattamento farmacologico con statine.

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento (norma durante la decodifica del profilo lipidico):

  • Coefficiente aterogenico: 2,2 - 3,5.
  • Trigliceridi: 0-2,25 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​ad alta densità (HDL): 1,03 - 1,55 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​a bassa densità (LDL): 0 - 3,3 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL): 0,13 - 1,63 mmol / L.
  • Colesterolo totale: 0 - 5,2 mmol / L.

Il rischio di sviluppo e progressione dell'aterosclerosi e delle malattie cardiovascolari aumenta con:

  • alti livelli di colesterolo totale, LDL, VLDL, trigliceridi;
  • bassi livelli di HDL;
  • aumento del coefficiente di aterogenicità - più di 3.

Il rischio di complicanze cardiovascolari viene valutato utilizzando il sistema SCORE, tenendo conto di età, sesso, fumo e pressione sanguigna sistolica.

In accordo con le raccomandazioni internazionali per la valutazione dei livelli lipidici, gli indicatori del profilo lipidico sono interpretati come segue.

  • ottimale - inferiore a 200 mg / dl (inferiore a 5,18 mmol / l);
  • borderline elevato - 200-239 mg / dl (5,18-6,18 mmol / l);
  • alto - più di 240 mg / dl (più di 6,22 mmol / l).
  • ottimale - inferiore a 100 mg / dl (inferiore a 2,59 mmol / l);
  • superiore a quello ottimale - 100-129 mg / dl (2,59-3,34 mmol / l);
  • borderline alto - 130-159 mg / dl (3,37-4,12 mmol / l);
  • alto - 160-189 mg / dl (4,15-4,90 mmol / l);
  • molto alto - più di 190 mg / dl (più di 4,90 mmol / l).
  • basso (rischio aumentato) - inferiore a 40 mg / dL (inferiore a 1,0 mmol / L) per gli uomini e inferiore a 50 mg / dL (inferiore a 1,3 mmol / L) per le donne;
  • medio (rischio medio) - 40-50 mg / dL (1,0-1,3 mmol / L) per gli uomini e 50-59 mg / dL (1,3-1,5 mmol / L) per le donne;
  • alto (basso rischio) - più di 60 mg / dL (1,55 mmol / L) per uomini e donne.
  • normale - inferiore a 150 mg / dL (inferiore a 1,70 mmol / L);
  • borderline alto - 150-199 mg / dl (1,7-2,2 mmol / l);
  • alto - 200-499 mg / dl (2,3-5,6 mmol / l);
  • molto alto - più di 500 mg / dL (più di 5,6 mmol / L).

Cosa può influenzare il risultato?

  • Fattori che possono distorcere il risultato:
    • attività fisica, stress, infezioni acute, traumi;
    • mangiare e bere poco prima dello studio;
    • fumare prima di fare il test;
    • digiuno prolungato, anoressia;
    • uno studio con un'iniezione endovenosa di una sostanza radiopaca poco prima dello studio;
    • malattie concomitanti senza un trattamento adeguato (patologia del fegato, reni, disturbi endocrini);
    • gravidanza.
  • Farmaci che aumentano il colesterolo totale: beta bloccanti, corticosteroidi, lansoprazolo, sali di litio, contraccettivi orali, fenobarbital, tiazidi.
  • Medicinali che abbassano il colesterolo totale: estrogeni, allopurinolo, androgeni, statine, fibrati, sequestranti degli acidi grassi, levotiroxina, filgrastim, tamoxifene.
  • Farmaci che aumentano i livelli di HDL: steroidi, progestinici, androgeni, alfa-bloccanti, carbamazepina, farmaci ipolipemizzanti, estrogeni, idrossiclorochina, indapamide, insulina, farmaci ipoglicemizzanti, fenobarbital, fenitoina.
  • Farmaci che abbassano i livelli di HDL: contraccettivi orali, beta-bloccanti, metimazolo, metildopa, tamoxifene, tiazidi.
  • Farmaci che aumentano il C-LDL: steroidi anabolizzanti, aspirina, carbamazepina, corticosteroidi, contraccettivi orali, fenotiazidi, progestinici, sulfamidici.
  • Farmaci che abbassano i livelli di LDL: colestiramina, clofibrato, estrogeni, neomicina solfato, acido nicotinico, statine, tiroxina.
  • Farmaci che aumentano i livelli di trigliceridi: beta bloccanti, colestiramina, corticosteroidi, estrogeni, contraccettivi orali, diuretici tiazidici.
  • Farmaci che riducono i trigliceridi: acido ascorbico, asparaginasi, colestipolo, clofibrato, metformina, niacina.
  • Con un contenuto eccessivo di colesterolo totale nel sangue dovuto alle LDL, che si esprime anche in un aumento del coefficiente aterogenico, vengono prescritte una dieta e una terapia ipolipemizzante, il cui scopo è raggiungere un livello ottimale di lipidi nel sangue. I livelli lipidici target dipendono dai fattori di rischio e dalle comorbidità.
  • Lo studio del profilo lipidico del sangue non deve essere effettuato subito dopo l'infarto miocardico subito e per altri tre mesi dopo di esso.
  • I risultati dell'analisi vengono presi in considerazione in combinazione con altri fattori di rischio per lo sviluppo di aterosclerosi e complicanze cardiovascolari..
  • Apolipoproteina A1
  • Apolipoproteina B
  • Lipoproteina (a)
  • Potassio, sodio, cloro nel siero
  • Emocromo completo (senza conta leucocitaria e ESR)
  • Formula leucocitaria
  • Tasso di eritrosedimentazione (ESR)
  • Coagulogramma numero 1 (protrombina (secondo Quick), INR)
  • Lattato deidrogenasi (LDH) totale
  • Glucosio plasmatico
  • Emoglobina glicata (HbA1c)
  • Test di tolleranza al glucosio
  • Proteina C reattiva, quantitativa (metodo altamente sensibile)
  • Proteine ​​totali del siero di latte
  • Ormone stimolante la tiroide (TSH)
  • Tiroxina libera (T4 libero)
  • Esame di laboratorio per la sindrome metabolica
  • Esame di laboratorio esteso del cuore e dei vasi sanguigni
  • Esame di laboratorio per l'ipertensione arteriosa
  • Rischio genetico di sviluppare ipertensione
  • Ossido nitrico endoteliale sintasi (NOS3). Identificazione della mutazione G894T (Glu298Asp)
  • Ossido nitrico endoteliale sintasi (NOS3). Identificazione della mutazione T (-786) C (regione di regolazione del gene)
  • Enzima di conversione dell'angiotensina (ACE). Rilevazione della mutazione Alu Ins / Del (regione regolatrice del gene)
  • Apolipoproteina E (ApoE). Identificazione del polimorfismo e2-e3-e4

Analisi del sangue per il profilo lipidico
(profilo lipidico)

Analisi del sangue

  • descrizione generale
  • Norme
  • Malattie

descrizione generale

  • Colesterolo
  • Lipoproteine ​​ad alta densità
  • Lipoproteine ​​a bassa densità
  • Lipoproteine ​​a bassissima densità
  • Trigliceridi
  • Coefficiente aterogenico

Il profilo lipidico (lipidogramma) è un'analisi biochimica che consente di oggettivare i disturbi nel metabolismo dei grassi del corpo. Le deviazioni degli indici lipidogrammi dai loro valori di riferimento indicano la probabilità di sviluppare malattie vascolari, fegato, cistifellea, aterosclerosi in una persona e predicono anche il rischio di questa patologia. Si consiglia a tutti gli adulti di esaminare periodicamente il profilo lipidico..

Lipidogamma determina i seguenti indicatori: colesterolo, HDL, LDL, VLDL, trigliceridi, coefficiente aterogenico.

Indicazioni per la prescrizione di un esame del sangue per il profilo lipidico:

  • infarto miocardico;
  • angina pectoris;
  • aterosclerosi;
  • ittero extraepatico;
  • fallimento renale cronico;
  • cirrosi epatica;
  • cancro al pancreas;
  • glomerulonefrite;
  • Sindrome nevrotica;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • pancreatite cronica;
  • ipotiroidismo;
  • ipertiroidismo;
  • obesità;
  • intossicazione da alcol cronica;
  • anoressia;
  • gotta;
  • brucia la malattia;
  • uso a lungo termine di contraccettivi orali;
  • anemia megaloblastica;
  • mieloma multiplo;
  • sepsi.

Come viene eseguita la procedura?

Il prelievo di sangue viene eseguito da una vena a stomaco vuoto al mattino - dalle 8 alle 11 ore. Alla vigilia dell'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre 8 ore prima dello studio. Si consiglia di rinunciare all'alcol e al fumo durante la preparazione.

Colesterolo

Il colesterolo è il principale lipide che viene fornito con i prodotti animali, sebbene nella maggior parte dei casi sia prodotto dalle cellule del fegato. L'indicatore quantitativo di questo lipide funge da marker integrale del metabolismo dei grassi. Il livello di colesterolo più basso si osserva nei neonati. Con l'età, il suo livello aumenta, raggiungendo il massimo nella vecchiaia. Inoltre, per i maschi questo indicatore in età avanzata è inferiore a quello delle femmine..

Livelli normali di colesterolo
3,2-5,6 mmol / l

Decodifica del risultato dell'analisi

Aumento dei livelli di colesterolo (ipercolesterolemia)

  • ipercolesterolemia familiare (fenotipo IIa, IIb);
  • iperlipidemia familiare combinata;
  • ipercolesterolemia poligenica (fenotipo IIa);
  • disbetalipoproteinemia familiare (fenotipo III).
  • aterosclerosi;
  • malattia coronarica;
  • infarto miocardico;
  • cirrosi biliare primitiva;
  • ittero extraepatico;
  • Malattia di Gierke;
  • glomerulonefrite;
  • Sindrome nevrotica;
  • fallimento renale cronico;
  • pancreatite cronica;
  • tumori maligni del pancreas;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • ipotiroidismo;
  • carenza di ormone della crescita;
  • obesità;
  • gravidanza;
  • assunzione di farmaci (β-bloccanti, diuretici tiazidici, contraccettivi orali, corticosteroidi, androgeni, aspirina, amiodarone);
  • gotta;
  • intossicazione da alcol cronica;
  • una dieta ricca di carboidrati e grassi.

Abbassamento dei livelli di colesterolo (ipocolesterolemia):

  • fame;
  • cachessia;
  • sindrome da malassorbimento nel tratto gastrointestinale;
  • ustioni estese;
  • gravi malattie infettive;
  • stadio terminale della cirrosi epatica;
  • epatocarcinoma;
  • sepsi;
  • ipertiroidismo;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • Malattia di Tangeri;
  • anemia megaloblastica;
  • talassemia;
  • BPCO;
  • tubercolosi polmonare;
  • assunzione di farmaci (statine, clomifene, estrogeni, interferone, neomicina, tiroxina, ketoconazolo).

Lipoproteine ​​ad alta densità

Le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) sono lipidi, gli unici che non contribuiscono alla formazione di placche aterosclerotiche nei vasi. Questa caratteristica è dovuta alla loro partecipazione attiva al trasporto del colesterolo al fegato, dove viene utilizzato. Nelle femmine, il livello medio di HDL è superiore ai valori maschili.

Valori HDL normali
0,9 mmol / L

Decodifica del risultato dell'analisi

Aumentare il colesterolo HDL:

  • ipercolesterolemia ereditaria primaria;
  • obesità;
  • ittero ostruttivo;
  • Sindrome nevrotica;
  • fallimento renale cronico;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • ipotiroidismo;
  • Sindrome di Cushing;
  • una dieta ricca di colesterolo;
  • gravidanza;
  • anoressia;
  • assunzione di farmaci (β-bloccanti, diuretici, progestinici, contraccettivi orali, glucocorticoidi, androgeni).

Abbassare il colesterolo HDL:

  • aterosclerosi;
  • malattia epatica cronica;
  • Sindrome nevrotica;
  • fallimento renale cronico;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • obesità;
  • fumare;
  • assunzione di farmaci (β-bloccanti, danazolo, diuretici, progestinici, androgeni);
  • una dieta ricca di carboidrati.

Lipoproteine ​​a bassa densità

Le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) sono i lipidi più aterogeni. Essi, trasportando il colesterolo nella parete vascolare e rimanendovi, formano placche aterosclerotiche. LDL determina in modo ancora più significativo il rischio di aterosclerosi rispetto al colesterolo.

LDL normale
1,71-3,5 mmol / l

Decodifica del risultato dell'analisi

Aumentare il colesterolo LDL:

  • ipercolesterolemia ereditaria primaria;
  • obesità;
  • ittero ostruttivo;
  • Sindrome nevrotica;
  • fallimento renale cronico;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • ipotiroidismo;
  • Sindrome di Cushing;
  • una dieta ricca di colesterolo;
  • gravidanza;
  • anoressia;
  • assunzione di farmaci (β-bloccanti, diuretici, progestinici, contraccettivi orali, glucocorticoidi, androgeni).

Abbassare il colesterolo LDL:

  • Malattia di Tangeri;
  • Carenza di LHAT;
  • ipertiroidismo;
  • Sindrome di Reye;
  • anemia cronica;
  • disturbo da stress acuto;
  • assunzione di farmaci (colestiramina, clofibrato, lovastatina, neomicina, interferone, tiroxina, estrogeni);
  • una dieta ricca di acidi grassi polinsaturi;
  • sindrome da malassorbimento nel tratto gastrointestinale;
  • artrite;
  • HNZL;
  • mieloma multiplo.

Lipoproteine ​​a bassissima densità

Le lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL) sono lipidi altamente aterogenici prodotti dal fegato e dall'intestino. Sono precursori delle LDL e trasportano i trigliceridi dal fegato ai tessuti periferici, dove sono attivamente coinvolti nella formazione delle placche aterosclerotiche.

VLDL normale
0,26-1,04 mmol / L

Aumento dei valori VLDL:

  • hyperlipidemias primari di tipo III, IV, V;
  • obesità;
  • fallimento renale cronico;
  • Sindrome nevrotica;
  • diabete mellito con chetoacidosi;
  • ipotiroidismo;
  • intossicazione da alcol cronica;
  • pancreatite acuta e cronica;
  • insufficienza ipofisaria;
  • Malattia di Niemann-Pick;
  • lupus eritematoso sistemico;
  • III trimestre di gravidanza.

Trigliceridi

I trigliceridi sono grassi neutri che circolano nel plasma sanguigno come lipoproteine. Prodotto da cellule adipose, fegato, intestino, entra nel corpo con il cibo. Sono la principale fonte di energia delle cellule.

Livelli normali di trigliceridi
0,41-1,8 mmol / l

Decodifica del risultato dell'analisi

Livelli di trigliceridi aumentati

  • ipertrigliceridemia familiare (fenotipo IV);
  • iperlipidemia familiare complessa (fenotipo II b);
  • ipertrigliceridemia semplice (fenotipo IV);
  • disbetalipoproteinemia familiare (fenotipo III);
  • sindrome da chilomicronemia (fenotipo I o V);
  • Carenza di LHAT (lecitina colesterolo aciltransferasi);
  • malattia coronarica;
  • infarto miocardico;
  • aterosclerosi;
  • malattia ipertonica;
  • obesità;
  • Epatite virale;
  • cirrosi epatica;
  • otturazione delle vie biliari;
  • diabete mellito di tipo I e II;
  • ipotiroidismo;
  • Sindrome nevrotica;
  • pancreatite acuta e cronica;
  • assunzione di farmaci (contraccettivi orali, β-bloccanti, diuretici tiazidici);
  • gravidanza;
  • glicogenosi;
  • talassemia.

Livelli di trigliceridi inferiori:

  • ipolipoproteinemia;
  • ipertiroidismo;
  • iperparatiroidismo;
  • malnutrizione;
  • sindrome da malassorbimento intestinale;
  • linfangectasia intestinale;
  • BPCO;
  • assunzione di farmaci (colestiramina, eparina, vitamina C, progestinici).

Coefficiente aterogenico

Il coefficiente di aterogenicità (CA) è il rapporto tra le frazioni aterogeniche di LDL e VLDL e la frazione antiaterogenica di HDL. CA, in una certa misura, rende chiara la probabilità della formazione di cambiamenti aterosclerotici.

Valori normali del coefficiente di aterogenicità
1.5-3.0

Decodifica del risultato dell'analisi

  • CA 4.0 - alto rischio.

Norme

IndiceNorma
Colesterolo3,2-5,6 mmol / l
HDL> 0,9 mmol / L
LDL1,71-3,5 mmol / l
VLDL0,26-1,04 mmol / L
Trigliceridi0,41-1,8 mmol / l
Coefficiente aterogenico1.5-3

Malattie in cui un medico può ordinare un test del profilo lipidico nel sangue

  1. 1. Aterosclerosi obliterante (occlusiva) degli arti inferiori
  2. 2. Gotta
  3. 3. Artrite
  4. 4. Infarto del miocardio
  5. 5. Diabete mellito (tipo 1 e 2)
  6. 6. Ipertiroidismo
  7. 7. Insufficienza cardiaca cronica
  8. 8. Malattia polmonare che fa dell'ostruzionismo cronica
  9. 9. Sindrome nefrosica
  10. 10. Glomerulonefrite acuta
  11. 11. Pancreatite cronica
  12. 12. Anoressia nervosa
  13. 13. Iperparatiroidismo primario
  14. 14. Sindrome di Reye
  15. 15. Ipotiroidismo
  16. 16. Glomerulonefrite cronica
  17. 17. Insufficienza renale cronica
  18. 18. Cirrosi epatica
  19. 19. Obesità
  20. 20. Ipertensione arteriosa
  21. 21. Ustioni della pelle e delle mucose
  22. 22. Epatite B
  23. 23. Lupus eritematoso sistemico
  1. Aterosclerosi obliterante (occlusiva) degli arti inferiori

    Con l'arteriosclerosi, il livello di colesterolo aumenta.
    Con l'arteriosclerosi, c'è una diminuzione del colesterolo HDL.
    Con l'arteriosclerosi, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Gotta

    Livelli elevati di colesterolo per la gotta.

    Artrite

    L'artrite abbassa il colesterolo LDL.

    Infarto miocardico

    Colesterolo elevato nell'infarto miocardico.
    Con l'infarto miocardico, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Diabete mellito (tipo 1 e 2)

    Nel diabete di tipo I e II, i livelli di colesterolo sono elevati.
    Nel diabete mellito di tipo I e II, c'è un aumento o una diminuzione del colesterolo HDL.
    Nel diabete di tipo I e II, i livelli di colesterolo LDL aumentano.
    Nel diabete mellito con chetoacidosi, si osserva un aumento dei valori di VLDL.
    Nel diabete di tipo I e II, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Ipertiroidismo

    Con l'ipertiroidismo, i livelli di colesterolo sono bassi.
    Con l'ipertiroidismo, i livelli di colesterolo LDL si abbassano.
    Con l'ipertiroidismo, i livelli di trigliceridi sono bassi.

    Insufficienza cardiaca cronica

    Livelli di colesterolo ridotti nell'insufficienza cardiaca cronica.

    Broncopneumopatia cronica ostruttiva

    Bassi livelli di colesterolo nella malattia polmonare ostruttiva cronica.
    Nella broncopneumopatia cronica ostruttiva, i livelli di trigliceridi sono bassi.

    Sindrome nevrotica

    Livelli elevati di colesterolo nella sindrome nefrosica.
    Con la sindrome nefrosica, c'è un aumento o una diminuzione dei livelli di colesterolo HDL.
    Con la sindrome nefrosica, i livelli di colesterolo LDL aumentano.
    Nella sindrome nefrosica si osserva un aumento dei valori di VLDL.
    Nella sindrome nefrosica, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Glomerulonefrite acuta

    Con glomerulonefrite, alti livelli di colesterolo.

    Pancreatite cronica

    Nella pancreatite cronica, livelli elevati di colesterolo.
    Nella pancreatite acuta e cronica si osserva un aumento dei valori di VLDL.
    Nella pancreatite acuta e cronica, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Anoressia nervosa

    Bassi livelli di colesterolo durante il digiuno.
    Con cachessia, bassi livelli di colesterolo.
    Nell'anoressia, c'è un aumento del colesterolo HDL.
    Il colesterolo LDL aumenta nell'anoressia.

    Iperparatiroidismo primario

    Con l'iperparatiroidismo, i livelli di trigliceridi sono bassi.

    sindrome di Reye

    La sindrome di Reye abbassa il colesterolo LDL.

    Ipotiroidismo

    Livelli elevati di colesterolo nell'ipotiroidismo.
    Con l'ipotiroidismo, c'è un aumento del colesterolo HDL.
    I livelli di colesterolo delle lipoproteine ​​a bassa densità aumentano nell'ipotiroidismo.
    Con l'ipotiroidismo, si osserva un aumento dei valori di VLDL.
    Nell'ipotiroidismo, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Glomerulonefrite cronica

    Con glomerulonefrite, alti livelli di colesterolo.

    Fallimento renale cronico

    Aumento dei livelli di colesterolo nell'insufficienza renale cronica.
    Nell'insufficienza renale cronica, c'è un aumento o una diminuzione del colesterolo HDL.
    Nell'insufficienza renale cronica, i livelli di colesterolo LDL aumentano.
    In caso di insufficienza renale cronica, si osserva un aumento dei valori di VLDL.

    Cirrosi epatica

    Colesterolo elevato nella cirrosi biliare primaria.
    Nella cirrosi epatica allo stadio terminale, i livelli di colesterolo sono bassi.
    La cirrosi epatica aumenta i livelli di trigliceridi.

    Obesità

    Livelli elevati di colesterolo nell'obesità.
    Con l'obesità, c'è un aumento o una diminuzione del colesterolo HDL.
    L'obesità aumenta il colesterolo LDL.
    Con l'obesità, si osserva un aumento dei valori VLDL.
    L'obesità aumenta i livelli di trigliceridi.

    Ipertensione arteriosa

    Con l'ipertensione, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Ustioni alla pelle e alle mucose

    Con ustioni estese, bassi livelli di colesterolo.
    Livelli elevati di colesterolo nelle ustioni.

    Epatite B

    Nell'epatite virale, i livelli di trigliceridi aumentano.

    Lupus eritematoso sistemico

    Con il lupus eritematoso sistemico, si osserva un aumento dei valori di VLDL.

    Profilo lipidico. Cos'è, la norma, quali indicatori sono inclusi, decodifica dei risultati

    I lipidi (o grassi) assicurano il normale sviluppo e funzionamento del corpo, ma il loro livello deve essere monitorato. Per questo, esiste un'analisi speciale per determinare il profilo lipidico..

    Il ruolo del grasso nel corpo

    I grassi sono i principali elementi costitutivi (insieme a proteine ​​e carboidrati) necessari per mantenere la salute umana. Le membrane di assolutamente tutte le cellule del corpo sono costituite da un doppio strato di lipidi e quindi una mancanza di grasso porta a una violazione della formazione delle membrane cellulari.

    Senza grassi, la normale assimilazione delle vitamine liposolubili (A, E, D, K) è impossibile, e quindi si consiglia di consumare le carote, che hanno un alto contenuto di vitamina A, insieme all'olio vegetale.

    I lipidi sono necessari anche per la sintesi degli ormoni, in particolare degli ormoni sessuali. Con una mancanza di grassi nella dieta, la funzione riproduttiva è compromessa (infertilità), le donne perdono il ciclo, iniziano i problemi con la pelle e le unghie.

    Tuttavia, i grassi in eccesso nella dieta abituale (in particolare i grassi trans nocivi), oltre a causare obesità, provocano lo sviluppo di malattie dei vasi sanguigni e provocano anomalie nel funzionamento degli organi vitali e, nei casi gravi, portano alla morte.

    Cos'è il profilo lipidico, profilo lipidico?

    Il profilo lipidico è un'analisi enzimatica del siero del sangue che consente di determinare il livello di diversi tipi di lipidi in esso contenuti e identificare le malattie che si sviluppano a seguito di disturbi del metabolismo lipidico.

    Il profilo lipidico ha diversi sinonimi: profilo lipidico, spettro lipidico, stato lipidico (lipidico) o screening.

    Lo screening viene effettuato al fine di:

    • valutare la probabilità di sviluppare e diagnosticare malattie cardiache e vascolari;
    • osservazione (su base regolare) di pazienti con patologie vascolari e cardiache precedentemente diagnosticate e diabete mellito;
    • osservazione di pazienti con un rischio aumentato o elevato di patologie cardiovascolari;
    • valutare l'efficacia della dieta e della terapia farmacologica prescritte in precedenza.

    Si consiglia alle persone di età superiore ai 20 anni di sottoporsi al test ogni 5 anni. Al raggiungimento dei 45 anni si consiglia di effettuare annualmente un profilo lipidico.

    Quali indicatori sono inclusi nello studio?

    Il profilo lipidico è un'analisi complessa in cui vengono esaminati più indicatori contemporaneamente:

    LDL (lipoproteine ​​a bassa densità)Si "muovono" nella direzione dal fegato ai tessuti e ai vasi periferici del corpo. A causa della loro bassa densità, sono in grado di rimanere sulle pareti dei vasi sanguigni, facendoli restringere. LDL è il tipo "cattivo" di lipidi.
    HDL (lipoproteine ​​ad alta densità)Si tratta di lipidi "buoni" che legano tutte le molecole di colesterolo e lo rilasciano alle cellule del fegato, da dove vengono poi escrete. LDL non è in grado di stabilirsi e attaccarsi alle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, a causa della loro alta densità, "purificano" i vasi sanguigni catturando molecole di colesterolo "cattivo".
    TrigliceridiI trigliceridi sono grassi neutri che sono la principale fonte di energia. Sotto l'influenza di determinati fattori, sono in grado di convertirsi in LDL e, pertanto, è importante monitorare il loro livello nel siero del sangue..
    Colesterolo totaleQuesto è il valore totale di tutti i tipi di molecole di colesterolo presenti nel sangue. Ogni giorno, il colesterolo (la maggior parte) viene sintetizzato nel corpo e una piccola quantità viene fornita con il cibo, quindi parzialmente escreta nella bile. Pertanto, esiste il termine "equilibrio del colesterolo", che significa il livello di colesterolo, al quale non c'è rischio di danno vascolare, ma c'è abbastanza sostanza per il normale funzionamento delle cellule.
    Coefficiente (indice) di aterogenicitàQuesto coefficiente collega tutte le letture del profilo lipidico e determina la predisposizione all'aterosclerosi. Viene calcolato sottraendo il valore HDL dal valore di colesterolo totale e dividendo il risultato per il valore HDL:

    CA = colesterolo totale - HDL / HDL.

    Gli indicatori elencati sono obbligatori (base).

    In alcuni casi, viene eseguito un ampio profilo lipidico, che include anche i seguenti indicatori:

    • VLDL (lipoproteine ​​a densità molto bassa) - lipoproteine ​​con la maggiore capacità di stabilirsi sulle pareti vascolari interne.
    • La lipoproteina (a) è una sottoclasse di lipoproteine, la maggior parte delle quali sono proteine ​​e l'ultima è costituita da grassi. La composizione delle lipoproteine ​​(a) è simile alle LDL, quindi, con un aumento della loro concentrazione, aumenta il rischio di sviluppare lesioni vascolari.
    • L'apolipoproteina A1 è una proteina che è il principale costituente dell'HDL. Il livello normale di questa sostanza aiuta a prevenire il deposito di molecole di colesterolo "cattivo" sulle pareti dei vasi sanguigni.
    • L'apolipoproteina B è una proteina che fa parte di VLDL e LDL. Fornisce il metabolismo delle molecole di colesterolo nel corpo.

    Confronto con il profilo lipidico d'oltremare

    In molte cliniche estere, lo screening dei lipidi viene eseguito in modo diverso. Per lo studio viene prelevato sangue venoso, ma il paziente potrebbe non digiunare prima della procedura.

    Anche all'estero non effettuano lipidogrammi nei bambini e negli adolescenti, poiché hanno un rischio minimo di sviluppare malattie cardiovascolari dovute al colesterolo alto. Tuttavia, l'American Academy of Pediatrics raccomanda di testare i bambini di età compresa tra 9 e 11 anni per diagnosticare l'ipercolesterolemia ereditaria e altre malattie del cuore e dei vasi sanguigni di natura genetica..

    Quando viene prescritto un profilo lipidico?

    L'analisi è prescritta per i pazienti con le seguenti indicazioni:

    Malattia cardiovascolareAterosclerosi, ipertensione arteriosa, ischemia, infarto o ictus.
    Malattie degli organi e delle vie biliariInsufficienza epatica cronica, cirrosi epatica, epatite di qualsiasi tipo, pancreatite, danno d'organo oncologico.
    Malattie del sistema endocrinoIpotiroidismo, tiroidite
    Malattie autoimmuniReumatismi, artrite reumatoide
    NefropatiaInsufficienza renale cronica, sindrome nefrosica
    Patologie del sangueAnemia, mieloma multiplo, sepsi
    Malattie metabolicheDislipidemia ereditaria, diabete

    Il lipidogramma viene spesso prescritto per malattie già identificate, per stabilire una diagnosi o per scoprire le ragioni dello sviluppo di una particolare patologia.

    Inoltre, indipendentemente dall'età e dalle malattie diagnosticate, l'analisi è prescritta in presenza delle seguenti indicazioni:

    • fumo frequente e consumo di alcol (soprattutto alcolismo);
    • obesità o BMI elevato;
    • stile di vita sedentario;
    • dieta malsana con una predominanza di grassi e carboidrati veloci nella dieta;
    • uso a lungo termine di contraccettivi orali ormonali;
    • circonferenza della vita nelle donne più di 80 cm, negli uomini - più di 94 cm.

    Prepararsi per un esame del sangue

    Affinché i risultati dello studio siano il più affidabili possibile, è necessario rispettare le regole di preparazione:

    • Si raccomanda di sottoporre a test le ragazze e le donne in età fertile durante il periodo ovulatorio (il 14-20 ° giorno del ciclo).
    • Il giorno prima dell'analisi, è necessario escludere qualsiasi attività fisica, stress emotivo. Se il giorno della donazione di sangue si avverte stanchezza fisica o emotiva, si consiglia di posticipare l'analisi di 2-3 giorni.
    • L'analisi deve essere fatta rigorosamente a stomaco vuoto, quindi l'ultimo pasto dovrebbe avvenire almeno 12 ore prima della donazione del sangue (ma non più di 14 ore). Il giorno dell'analisi è consentita una piccola quantità di acqua pulita e naturale.
    • Inoltre, 12 ore prima della procedura, devi smettere di fumare..
    • Previo accordo con il medico, 3-14 giorni prima del lipidogramma, interrompere l'assunzione di farmaci. Se ciò non è possibile, prima di donare il sangue, è necessario informare il medico dell'assunzione di farmaci (questo aiuterà a interpretare correttamente il risultato del test, tenendo conto dell'assunzione di farmaci, poiché alcuni di essi influenzano il livello dei grassi nel sangue).
    • Non dovresti seguire una dieta speciale prima dell'analisi: devi mangiare come al solito. Ma 1 giorno prima della procedura, i cibi grassi e fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta (possono aumentare artificialmente la quantità di grasso nel siero del sangue, che distorcerà i risultati). L'ultimo pasto la sera prima della donazione del sangue dovrebbe essere reso leggero: brodo vegetale o insalata, pesce al forno, frittata.
    • Prima di entrare nel laboratorio, dovresti sederti per 5-7 minuti, riprendere fiato e calmarti.

    Il sangue per lo screening lipidico non può essere donato il giorno della fluorografia e dell'esame radiografico, dell'ecografia, della colonscopia e di qualsiasi procedura di fisioterapia.

    Come viene eseguita l'analisi?

    Il sangue viene donato rigorosamente al mattino (approssimativamente dalle 8:00 alle 11:00, poiché vari processi biochimici nel corpo umano dipendono dall'ora del giorno).

    La procedura di prelievo del sangue viene eseguita nel solito modo:

    1. Il paziente viene tirato sull'avambraccio con una cintura e gli viene chiesto di stringere il pugno per 10-20 s.
    2. Quindi l'area vicino alla vena viene disinfettata, viene inserito un ago e il sangue viene aspirato in una provetta.
    3. Successivamente, la provetta con il materiale ottenuto viene immersa in una centrifuga e quindi inviata al laboratorio per ulteriori ricerche..

    I risultati vengono preparati entro 1-2 giorni.

    Tabelle degli indicatori normali

    I valori degli indicatori di screening lipidico negli adulti, negli adolescenti e nei bambini differiscono per le caratteristiche della nutrizione e dell'attività ormonale..

    Nelle donne e negli uomini adulti

    IndiceEtà (in anni)La norma nelle donne (mmol / l)La norma negli uomini (mmol / l)
    LDL18-201.52-3.55
    20-401.94-4.451.7-4.45
    40-602.31-5.442.25-5.26
    60 e oltre2.15-5.442.59-5.8
    HDL18-200.85-2.0
    20-400.88-2.12
    40-600.96-2.350.72-1.44
    60 e oltre0.98-2.480.98-1.94
    Trigliceridi18-200.42-1.480.45-1.81
    20-400.40-1.700,5-3,50
    40-600.44-2.630.62-3.23
    60 e oltre0.50-2.700.65-2.90
    Colesterolo totale18-652.8-5.9
    65 e oltre3.6-7.1

    Il profilo lipidico è normale

    Indice aterogenico:

    • 1.5-2.5 - la norma;
    • 2.5-3 - basso rischio;
    • 3-4 - probabilità moderata;
    • più di 4 - una probabilità molto alta di sviluppare aterosclerosi (molto probabilmente, una persona ha già questa patologia).

    Nei bambini

    IndiceEtà del bambinoVelocità (mmol / l)
    LDLFino a 14 anni1.6-3.60
    HDL0.90-2.0
    Trigliceridi0,30-1,40
    Colesterolo totaleI primi 30 giorni di vita1.30-4.40
    1-12 mesi.1.50-4.90
    1-14 anni2.80-5.20

    Durante la gravidanza

    Durante la gravidanza, il corpo subisce cambiamenti ormonali e cambiamenti nei processi biochimici. Pertanto, i valori del profilo lipidico aumentano di 1,5 volte o più..

    IndiceVelocità (mmol / l)
    LDL1.90-5.50
    HDL0.80-2.10
    Trigliceridi1.70-2.75
    Colesterolo totaleNon supera i 6,50

    Decodificare i risultati

    Il profilo lipidico viene studiato e decifrato dal medico che ha ordinato lo studio. In alcuni casi, una trascrizione (se ci sono deviazioni) e le raccomandazioni per il paziente sono già scritte sul modulo con i risultati.

    Prestazioni migliorate

    Se si riscontra un aumento del contenuto di LDL nel sangue del paziente, ciò indica che la persona è suscettibile allo sviluppo dell'aterosclerosi. Troppo eccesso della norma indica la presenza di questa malattia.

    Nonostante il fatto che l'HDL sia benefico, il loro contenuto in eccesso nel siero del sangue indica un disturbo ereditario del metabolismo dei grassi, patologia intestinale.

    I trigliceridi in eccesso sono causati da malattie cardiache, alcolismo, diabete e obesità. Anche l'epatite virale e la malattia renale possono influenzare il cambiamento del loro livello..

    I livelli elevati di colesterolo (il nome scientifico di questa condizione è chiamata ipercolesterolemia) sono causati da una cattiva alimentazione, cattive abitudini, obesità e mancanza di attività fisica. Inoltre, l'ipercolesterolemia può svilupparsi a causa di disturbi del sistema endocrino, patologie del fegato e dei reni, organi biliari e intestino.

    In caso di sospetto di malattie dell'apparato digerente e del sistema biliare, viene mostrato un lipidogramma delle feci.

    Con un aumento del coefficiente di aterogenicità, viene mostrata l'aderenza alla dieta, all'esercizio fisico e al rifiuto delle cattive abitudini. Nei casi più gravi, vengono prescritti farmaci per abbassare il livello di colesterolo "cattivo" e trigliceridi nel sangue..

    Diminuzione delle prestazioni

    Ridurre il livello di colesterolo "cattivo" è raro. Se gli altri 3 indicatori di screening lipidico sono normali, una leggera diminuzione delle LDL non è pericolosa.

    Un livello di HDL basso o basso indica che in assenza di terapia, il paziente svilupperà presto aterosclerosi.

    Le ragioni della diminuzione della concentrazione di colesterolo "buono" possono essere:

    • malattie endocrine;
    • malattie del fegato e dei reni;
    • disturbi ereditari dell'assorbimento dei grassi.

    I livelli di trigliceridi possono diminuire a causa di malattie autoimmuni, ischemia, disturbi endocrini. Inoltre, la loro concentrazione è influenzata dall'uso di alcuni farmaci (vitamina C, eparina, farmaci ormonali).

    Un basso livello di colesterolo nel sangue può essere causato da digiuno prolungato, dieta o patologie come:

    • Malattie autoimmuni;
    • anemia;
    • insufficienza cardiaca;
    • disturbi della funzione di assorbimento dell'intestino tenue;
    • disturbi della tiroide.

    Influenza del sesso e dell'età sul risultato

    Il profilo lipidico è uno studio, i cui risultati dipendono non solo dall'alimentazione, ma anche dal sesso e dall'età del paziente, pertanto, nell'interpretazione dei risultati, è necessario tenere conto di questi fattori..

    Le donne nel periodo riproduttivo sono meno suscettibili ai cambiamenti nella concentrazione di colesterolo a causa del fatto che è necessario per la sintesi degli estrogeni. Durante la menopausa, la produzione di ormoni "femminili" diminuisce gradualmente, il colesterolo cessa di essere consumato e si accumula nel siero del sangue, e successivamente sul lato interno delle pareti vascolari.

    Negli uomini di età compresa tra 40 e 50 anni, il rischio di lesioni aterosclerotiche è 2-3 volte superiore a causa del fatto che il loro colesterolo non viene utilizzato per sintetizzare gli ormoni, rispettivamente, il livello della sostanza nel sangue può essere superiore al normale.

    I bambini sotto i 14-16 anni hanno molto raramente un livello di colesterolo superato a causa del fatto che il corpo ha particolarmente bisogno di grassi. Con l'età, il metabolismo nel corpo di donne e uomini rallenta, a seguito del quale il tasso di digestione, assimilazione ed escrezione dei grassi diminuisce. Pertanto, più la persona è anziana, maggiore è il rischio di trattenere particelle di colesterolo sulle pareti vascolari e la formazione di "placche" su di esse..

    Dove fare un test del profilo lipidico? Prezzi medi

    Il profilo lipidico è un test comune. Tutti i laboratori medici grandi e noti lo hanno nel loro elenco di studi. Il costo di un'analisi di base è di 500-900 rubli. Il lipodogramma esteso, tenendo conto delle analisi per 3 indicatori aggiuntivi, costerà 2000-3000 rubli.

    Il profilo lipidico è l'unica analisi altamente informativa che aiuta a valutare il rischio di sviluppare condizioni aterosclerotiche e diagnosticare molte malattie. Ma affinché questo studio sia accurato, è necessaria una preparazione preliminare..


Articolo Successivo
Il lato destro del viso diventa insensibile