Esame del sangue per decodifica esami reumatici, tabella, tasso del fattore reumatoide


La maggior parte delle persone associa il termine "fattore reumatoide" all'artrite reumatoide (AR), una malattia articolare cronica degenerativa-distruttiva. Valori RF aumentati vengono rilevati solo nel 60-80% dei pazienti con questa patologia. Titoli elevati di fattore reumatoide spesso indicano altre malattie infettive, autoimmuni e parassitarie.

Un aumento della RF viene rilevato nel 5% dei giovani sani e in circa il 10-25% negli anziani..

La determinazione della RF è un test non specifico, che è piuttosto ausiliario nella diagnosi di molte malattie. Sulla base di ciò, non si può fare una diagnosi, ma si può solo sospettare una patologia. Un paziente con un fattore reumatoide elevato richiede ulteriori esami e altri test.

La determinazione del fattore reumatoide è qualitativa e quantitativa. Nel primo caso, per la diagnosi viene utilizzato un test al lattice, che è in grado di determinare il fatto di un aumento della RF. Per l'analisi quantitativa vengono utilizzati il ​​test ELISA (enzima-linked immunosorbent assay), nonché la determinazione nefelometrica e turbidimetrica. Con il loro aiuto, puoi scoprire in modo affidabile la quantità di immunoglobulina patologica contenuta nel sangue..

Unità RF - IU / ml (unità internazionali per millilitro).

Ci sono dibattiti attivi sui forum su ciò che mostra l'analisi, su come prenderla correttamente. È meglio prendere il sangue per la ricerca a stomaco vuoto o no? In quali malattie viene determinato il fattore reumatoide, che ruolo gioca nella diagnosi? In quali casi è necessario determinare l'RF nei bambini e negli adulti? Sistemiamo tutto in ordine.

Cosa mostra l'analisi RF? Aiuta a identificare infiammazioni e gravi malattie autoimmuni nel corpo. Nei pazienti con artrite reumatoide, l'analisi indica l'attività dei processi distruttivi nelle articolazioni, consente di valutare la gravità della malattia e prevederne il decorso. In altri casi, un aumento della RF precede l'infiammazione articolare e lo sviluppo di malattie articolari..

Fattore reumatoide nel sangue: cosa significa?

È importante sapere! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace e conveniente per i dolori articolari". Leggi di più.

In medicina, il fattore reumatoide è chiamato un insieme di anticorpi anormali (immunoglobuline), che sono prodotti dalle cellule della membrana intra-articolare e dal liquido sinoviale delle articolazioni. Successivamente, la milza, il tessuto linfoide e il midollo osseo sono collegati alla sintesi. Il pool di immunoglobuline anormali è rappresentato per il 90% da IgM-RF. Il restante 10% include IgA-RF, IgE-RF e IgG-RF.

Il meccanismo patologico della sintesi RF è attivato in alcune malattie e malfunzionamenti del sistema immunitario. Essendosi formato nelle articolazioni, il fattore reumatoide entra nel flusso sanguigno, dove inizia a comportarsi come un antigene. Si lega alle proprie immunoglobuline di classe G, formando con esse immunocomplessi.

I composti risultanti con il flusso sanguigno penetrano nelle cavità articolari, dove si depositano sulle membrane sinoviali. Lì provocano lo sviluppo di reazioni citotossiche, provocando infiammazione e portando alla graduale distruzione delle articolazioni. La RF tende a depositarsi sull'endotelio vascolare, causando danni. I livelli di RF nel sangue e nel liquido sinoviale sono generalmente correlati.

La determinazione qualitativa del fattore reumatoide si basa sulla capacità di anticorpi anormali di reagire con un frammento IgG Fc. Quest'ultimo è una sorta di marker di processi infiammatori cronici, infezioni precedenti, disturbi autoimmuni e malattie oncologiche..

Quasi tutte le persone sane hanno piccole quantità di anticorpi anomali nel sangue. Non vengono rilevati dai test qualitativi, che risultano positivi solo quando la RF è superiore a 8 IU / ml. Secondo varie fonti, il livello di fattore reumatoide nel sangue è inferiore a 10-20 U / ml..

I valori RF normali possono variare leggermente da laboratorio a laboratorio. Ciò è dovuto all'uso di varie apparecchiature e prodotti chimici. Pertanto, ogni laboratorio fornisce valori di riferimento sui moduli. È su di loro che devi concentrarti quando valuti i risultati dell'analisi..

Metodi di determinazione

I metodi per determinare la RF si dividono in qualitativi e quantitativi. Il primo include il test del lattice e la classica reazione Waaler-Rose, che praticamente non viene più utilizzata. Queste analisi consentono con una certa affidabilità di identificare un aumento del fattore reumatoide.

Per un rilevamento accurato del livello RF, viene utilizzata la determinazione quantitativa (nefelometrica o turbidimetrica). Un test ancora più avanzato è ELISA - dosaggio immunoenzimatico. Consente di rilevare la concentrazione non solo di IgM-RF, ma anche di altre immunoglobuline patologiche. Ciò apre nuove possibilità diagnostiche e rende l'analisi più informativa..

Test del lattice

Il test più semplice, economico e veloce da eseguire, per il quale viene utilizzato un reagente al lattice RF contenente IgG umane. Il siero di sangue viene preso come materiale di prova. Le immunoglobuline anormali in esso contenute reagiscono con i frammenti Fc di IgG che si trovano nel reagente.

Se il siero contiene più di 8 U / ml di fattore reumatoide, si verifica una pronunciata reazione di agglutinazione (incollaggio di immunoglobuline normali e patologiche tra loro). Visivamente, può essere visto come un test positivo. La durata dello studio è di circa 15-20 minuti.

Il test del lattice ha i suoi svantaggi. Questi includono un basso contenuto di informazioni e un alto tasso di risultati falsi positivi. A differenza dei metodi quantitativi, il test al lattice non offre l'opportunità di rivelare il livello di RF nel plasma sanguigno.

Determinazione nefelometrica e turbidimetrica della RF

I metodi si basano sulla misurazione dell'intensità del flusso luminoso che passa attraverso il plasma sanguigno con particelle solide sospese. Diminuisce a causa dell'assorbimento e della diffusione della luce. La nefelometria e la turbidimetria consentono di valutare la "torbidità" del materiale in esame secondo uno speciale programma di calibrazione, determinando la quantità di IgM-RF nel plasma.

Questi metodi sono più informativi e accurati rispetto al test del lattice. Si riferiscono ad analisi quantitative, consentono di determinare in modo affidabile la concentrazione del fattore reumatoide nel plasma sanguigno. Sono adatti per il controllo dinamico del livello RF. Gli esami periodici del paziente consentono di valutare la velocità di progressione delle malattie autoimmuni e l'efficacia della terapia..

ELISA per la determinazione del fattore reumatoide IgM, IgG, IgA e IgE

Tutti i metodi precedenti mirano a determinare IgM-RF, che costituisce il 90% dell'intero pool di immunoglobuline patologiche. Tuttavia, non sono in grado di rilevare autoantigeni di altre classi. Questo inconveniente è privo di test immunoenzimatico. ELISA può rilevare IgG-RF, IgE-RF e IgA-RF.

Un aumento dei livelli anomali di IgG di solito indica un danno all'endotelio vascolare. Questo è tipico delle malattie autoimmuni accompagnate dallo sviluppo di vasculite. Un'elevata concentrazione di IgA di solito indica un decorso grave e prognosticamente sfavorevole di artrite reumatoide..

Indicazioni per un esame del sangue biochimico per RF

È necessario passare l'analisi per la RF a persone in cui i medici sospettano la presenza di malattie articolari, malattie sistemiche del tessuto connettivo, disturbi immunitari, processi infiammatori cronici, neoplasie maligne, invasioni da elminti. Nei bambini, la determinazione della RF è necessaria se si sospetta l'artrite reumatoide giovanile..

Prima di donare il sangue, è necessario consultare il proprio medico. Chiarirà il prezzo dello studio e ti dirà quanto è stato fatto, cosa mostra. Dopo aver ricevuto i risultati, li decifrerà, sceglierà la tattica di ulteriori azioni. Forse il medico farà una diagnosi finale o prescriverà ulteriori test.

La definizione di RF viene mostrata quando compaiono i seguenti sintomi:

  • artralgia periodica - dolore articolare di qualsiasi localizzazione;
  • un aumento costante della temperatura corporea fino a 37-38 gradi;
  • rigidità articolare mattutina quotidiana;
  • dolore senza causa ai muscoli, all'addome, alla parte bassa della schiena;
  • l'aspetto sulla pelle di piccole emorragie o un'eruzione cutanea di natura non allergica;
  • ipercheratosi: eccessivo ispessimento della pelle in diverse parti del corpo;
  • secchezza patologica della pelle, occhi, mucosa orale;
  • perdita di peso improvvisa, debolezza costante e apatia.

I sintomi elencati possono indicare malattie degenerative-distruttive delle articolazioni o malattie autoimmuni sistemiche. Eruzione cutanea e petecchie sulla pelle sono segni comuni di vasculite, secchezza patologica della pelle e delle mucose spesso indica la sindrome di Sjogren.

Oltre a un esame del sangue per il fattore reumatoide, i medici possono ordinare altri esami. Un esame completo del paziente comprende esami del sangue generali e biochimici, analisi delle urine, fluorografia, esame a raggi X delle articolazioni in cui una persona avverte rigidità o dolore.

Livelli ematici

Quando si esamina un paziente con un test al lattice, un risultato negativo è considerato la norma. Ciò significa che la quantità di fattore reumatoide nel sangue non supera i limiti consentiti (in questo caso particolare - 8 U / ml). Tuttavia, il test del lattice fornisce risultati falsi positivi nel 25% dei casi. Come ha dimostrato la pratica, è più adatto per gli studi di screening che per la diagnostica in una clinica..

Anche i problemi articolari "trascurati" possono essere curati a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno..

Se parliamo di un esame del sangue biochimico, negli uomini e nelle donne adulti, il contenuto di RF è considerato normale nell'intervallo 0-14 U / ml. Nei bambini, questo indicatore non deve superare 12,5 U / ml. Con l'età, negli uomini e nelle donne, la quantità di RF nel sangue aumenta gradualmente e all'età di 70 anni può raggiungere 50-60 U / ml.

Per un adulto sano, il contenuto di RF nel sangue è consentito entro 25 UI / ml. Tali numeri sono una variante della norma in assenza di sintomi allarmanti che indicano qualsiasi malattia. In caso di eruzione cutanea, dolore articolare o segni di infiammazione negli esami del sangue, il paziente necessita di un ulteriore esame..

Come decifrare correttamente un esame del sangue per il fattore reumatoide

Un test al lattice negativo o un livello RF inferiore a 14 U / ml in un'analisi biochimica indica il suo contenuto normale nel sangue. Tuttavia, un fattore reumatoide ridotto non significa che tu sia sano. Esistono artrite reumatoide sieronegativa e spondiloartrite, in cui esiste un quadro clinico vivido della malattia, ma la RF rientra nell'intervallo normale. Ne parleremo un po 'più tardi..

In caso di un livello sospettosamente alto di RF nella determinazione quantitativa, una persona necessita di ulteriori esami. A volte i risultati distorti sono il risultato di una preparazione impropria per la consegna dell'analisi. In questo caso, al paziente viene spiegato come donare il sangue e il test viene ripetuto..

Tabella 1. Decodifica dei risultati in uomini e donne adulti: norma e patologia

Spiegazione

Indicatore, UI / mlCosa fa
100Livello molto elevatoIndica un grave decorso di malattie autoimmuni o reumatiche. È un criterio prognostico sfavorevole. Un marcato aumento del livello di RF consente di prevedere un decorso grave e una rapida progressione dell'artrite reumatoide nei pazienti

Oltre a determinare il livello del fattore reumatoide, i medici prescrivono esami del sangue per CRP (proteina C-reattiva), ACCP (anticorpi al peptide citrullinato ciclico) e antistreptolisina-O. Questi studi sono particolarmente importanti nella diagnosi dell'artrite reumatoide..

Un indicatore negativo è un motivo per calmarsi?

Alcuni pazienti vanno dal medico con un quadro clinico pronunciato di artrite reumatoide, vengono testati per la RF e risulta essere negativo. Cosa significa? Il fatto che una persona sia completamente sana, ha l'artrite? O dovrebbe essere ancora preoccupato per la sua salute.?

Un RF negativo non sempre indica l'assenza di artrite reumatoide o altre patologie autoimmuni..

Nelle fasi iniziali dello sviluppo dell'AR, il fattore reumatoide potrebbe non essere presente nel sangue; viene rilevato in seguito, durante i successivi esami del paziente. Pertanto, vale la pena ricordare che una singola definizione di RF non è sempre informativa. I pazienti che presentano sintomi pronunciati della malattia devono essere nuovamente sottoposti a test dopo sei mesi e un anno..

Parlando di artrite reumatoide, vale la pena ricordare che può essere sieropositiva e sieronegativa. Quest'ultimo è caratterizzato da livelli normali di RF nel sangue se il paziente presenta sintomi clinici gravi e segni radiologici di alterazioni degenerative delle articolazioni. Le varianti sieronegative della malattia sono più tipiche per le donne che hanno l'insorgenza di artrite reumatoide in età avanzata..

I medici diagnosticano un paziente su cinque con artrite reumatoide con una forma sieronegativa della malattia. Livelli normali di fattore reumatico si osservano anche nelle spondiloartropatie sieronegative (SSA), nell'osteoartrite deformante e nell'infiammazione articolare non reumatica. Tutte queste malattie sono caratterizzate dalla presenza di sindrome articolare e altri sintomi patologici. Il trasporto dell'antigene HLA-B27 viene rilevato nei pazienti con spondiloartropatie.

SSA include:

  • spondilite anchilosante giovanile;
  • spondilite anchilosante;
  • artrite reattiva (post-enterocolica e urogenitale);
  • artrite psoriasica;
  • Sindrome di SAPHO e SEA;
  • artrite associata a malattie infiammatorie croniche intestinali (colite ulcerosa, morbo di Crohn, morbo di Whipple).

Le spondiloartropatie sieronegative colpiscono più comunemente i giovani uomini. Nel 62-88% dei casi, la manifestazione della malattia si verifica a 16-23 anni. Patologie meno comuni si verificano nelle donne e negli uomini anziani.

Un indicatore positivo: cosa significa?

Cosa può significare un aumento del livello di fattore reumatico nel sangue? Di solito indica la presenza di artrite reumatoide, infettiva, autoimmune o cancro. È possibile stabilire e confermare la diagnosi con l'aiuto di test aggiuntivi e altri metodi di ricerca..

Alcuni autori sono sicuri che esistano popolazioni di RF fisiologica e patologica. Questo può spiegare il fatto di un aumento asintomatico del livello di fattore reumatoide in persone senza malattie. Gli scienziati non sono ancora stati in grado di trovare differenze tra i fattori reumatoidi isolati da persone malate e sane..

Per quali malattie l'indicatore è aumentato

Numerosi forum stanno discutendo attivamente le ragioni dell'aumento nella Federazione Russa. Quali malattie c'è un alto livello di fattore reumatoide, come trattarle? Una terapia adeguata aiuterà ad evitare la distruzione articolare e la progressiva disfunzione? Come ridurre i livelli elevati di RF nel sangue? Queste e molte altre domande interessano molte persone. Proviamo a rispondere.

L'artrite reumatoide è molto spesso la causa di un marcato aumento della RF nel plasma sanguigno. La prevalenza della malattia nella popolazione è dell'1-2%. Nell'80% dei casi, l'AR colpisce le donne di età superiore ai 40 anni. Gli uomini raramente soffrono di questa patologia..

Collagenosi

Le collagenosi includono malattie sistemiche del tessuto connettivo, inclusa l'artrite reumatoide. Molto spesso, si osserva un aumento del livello di fattore reumatico nei pazienti con sindrome di Sjogren. Secondo le statistiche, viene rilevato dal 75-95% dei pazienti. La sindrome di Sjogren è caratterizzata da danni alle ghiandole salivari e lacrimali. La malattia si manifesta con un'eccessiva secchezza della pelle e delle mucose. Quasi tutti i pazienti sviluppano la sindrome dell'occhio secco..

Meno comunemente, si osserva un aumento della concentrazione di RF nel sangue con lupus eritematoso sistemico e dermatomiosite.

La collagenosi può essere sospettata in presenza di dolori muscolari e articolari, eruzione cutanea eritematosa e petecchie sulla pelle. La maggior parte dei pazienti sperimenta un aumento costante della temperatura fino a 37-38 gradi. Nel sangue dei pazienti vengono rilevati segni non specifici di infiammazione (aumento della VES, proteina C-reattiva, α2-globuline). Per fare una diagnosi sono necessari test specifici.

La maggior parte delle malattie sistemiche del tessuto connettivo ha un decorso lento ma grave. Anche un trattamento tempestivo e corretto non aiuta a sbarazzarsi completamente della patologia. Con l'aiuto di alcuni farmaci, puoi solo rallentare il decorso di queste malattie..

Malattie infettive

Molto spesso si osservano livelli elevati di RF in alcune malattie infiammatorie acute (endocardite infettiva, influenza, rosolia, morbillo). Secondo le statistiche, un fattore reumatoide positivo viene rilevato in tale 15-65% dei pazienti. Meno spesso (nell'8-13% dei casi), si verifica un aumento del fattore reumatico nella tubercolosi e nella sifilide.

Altre malattie

Il fattore reumatoide può aumentare in alcune malattie sistemiche, accompagnato da danno polmonare (fibrosi interstiziale, sarcoidosi) e neoplasie maligne. Livelli elevati di fattore reumatico sono rilevati nel 45-70% dei pazienti con cirrosi biliare primaria.

Nei bambini, a volte si osserva un aumento della RF nell'artrite reumatoide giovanile e nelle invasioni da elminti. Un alto contenuto di autoanticorpi (IgM-RF) nel sangue di un bambino può essere causato da infezioni croniche, frequenti malattie virali e infiammatorie. Questo spiega l'aumento del livello di fattore reumatico nei bambini ammalati frequentemente ea lungo termine..

Fattore reumatoide nei reumatismi

In quasi tutti i pazienti con reumatismi, la quantità di fattore reumatico nel sangue rientra nei limiti normali. Il suo aumento può essere osservato con lo sviluppo di endocardite infettiva secondaria. Ci sono casi in cui un aumento del livello di RF si è verificato diversi anni prima dell'inizio dei reumatismi. Non è stata ancora stabilita una connessione affidabile tra questi due eventi..

Con la spondilite anchilosante e la sclerodermia sistemica, la RF è solitamente entro i limiti normali. In rari casi, la sua concentrazione nel sangue può aumentare: ciò si verifica con massicce lesioni delle articolazioni periferiche.

Quando è richiesto il trattamento

Prima di trattare qualsiasi malattia articolare o autoimmune, è necessario assicurarsi che sia presente. L'identificazione di un alto contenuto di fattore reumatico nel sangue non è una base per una diagnosi. Si può parlare di malattia solo se ci sono sintomi caratteristici e risultati di altre analisi più affidabili. Il trattamento deve essere iniziato solo dopo la conferma della diagnosi. Tutti i farmaci devono essere prescritti dai medici.

Per combattere le collagenosi vengono solitamente utilizzati glucocorticosteroidi e citostatici. Questi farmaci sopprimono l'attività del sistema immunitario e inibiscono la sintesi degli autoanticorpi. Nei casi gravi di artrite reumatoide, l'uso di agenti biologici (Rituximab, Humira, Embrel, Remicade) è molto efficace. Per combattere le malattie infettive, è necessario un ciclo di terapia antibatterica, antivirale o antiparassitaria.

Le persone con malattia di Sjogren necessitano di un trattamento sintomatico per la sindrome dell'occhio secco. A tale scopo, vengono prescritti preparati per lacrime artificiali. In caso di danno concomitante alla tiroide, il paziente potrebbe dover assumere Eutirox, un analogo sintetico dei suoi ormoni.

Consigli

Come prepararsi adeguatamente per la donazione di sangue alla Federazione Russa:

  1. Evita sforzi fisici pesanti e sport durante il giorno prima di andare in laboratorio.
  2. 8-12 ore prima del test pianificato, rinuncia completamente a mangiare cibo.
  3. Non bere mai alcol o bevande energetiche alla vigilia della visita in ospedale.
  4. Smetti di fumare completamente e cerca di non innervosirti un'ora prima di prendere il sangue.

Articoli simili

Come dimenticare i dolori articolari?

  • I dolori articolari limitano i tuoi movimenti e una vita appagante...
  • Sei preoccupato per il disagio, lo scricchiolio e il dolore sistematico...
  • Forse hai provato un sacco di medicine, creme e unguenti...
  • Ma a giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe, non ti hanno aiutato molto...

Ma l'ortopedico Valentin Dikul afferma che esiste un rimedio davvero efficace per i dolori articolari! Leggi di più >>>

Fattore reumatoide: che cos'è, norme per età, cause di valori aumentati e negativi, diagnosi e trattamento

I disturbi infiammatori sono divisi in due grandi sottogruppi. Il primo è contagioso. Malattie settiche corrette. Da un comune raffreddore a qualcosa di grave: polmonite, avvelenamento del sangue.

Il secondo sono i cambiamenti immunitari. Quando le sue stesse difese attaccano le cellule del corpo. Il primo processo non è difficile da rilevare. Sono sufficienti esami del sangue di routine.

Per identificare il secondo tipo di processo infiammatorio, sono necessarie misure specifiche. Un caso particolare dovrebbe essere considerato..

Il fattore reumatoide è un anticorpo immunoglobulinico (IgM) che può uccidere batteri e virus, ma il suo attacco è diretto contro le cellule del corpo, che vengono scambiate per estranee. Si verifica una cosiddetta reazione autoimmune.

Il fattore reumatoide (RF) è sintetizzato dalle strutture delle capsule articolari e non solo. È così che il corpo combatte una minaccia immaginaria.

C'è un vantaggio qui. Con l'aiuto di questo indicatore, è possibile identificare rapidamente i processi autoimmuni. Un livello RF alto o basso richiede automaticamente una diagnosi completa delle condizioni del paziente.

Il trattamento è prescritto secondo necessità. Fondamentalmente, ha lo scopo di combattere la causa principale. Vengono eseguite anche misure sintomatiche.

Metodi per determinare la RF nel sangue

Esistono tre modi per identificare il fattore reumatoide.

  • Nefelometria. Classico test di laboratorio. Si basa su un calcolo approssimativo dell'indicatore quantitativo degli autoanticorpi.

Per eseguire il test viene prelevata una piccola quantità di sangue. Quindi un flusso luminoso intenso viene fatto passare attraverso il biomateriale (è appositamente preparato in anticipo).

La presenza e la quantità del fattore reumatoide è determinata dal grado di torbidità, dalla qualità della "soluzione". Questo è uno dei metodi diagnostici più semplici e quindi popolari..

  • Talvolta vengono utilizzati metodi qualitativi per lo screening. Ad esempio, un test del lattice. Per questa analisi viene utilizzato uno speciale reagente a base di immunoglobuline di classe G. Il fattore reumatoide viene "affilato" per un attacco a questa sostanza, quindi reagisce rapidamente ad un composto estraneo.

Sul lattice si depositano particelle di autoanticorpi. Successivamente, i medici studiano il materiale, controllano se c'è un fattore reumatoide.

Questa tecnica non è così popolare perché non risponde alla domanda su quanta sostanza c'è nel sangue. Questo è un metodo puramente di screening. Rivolto alla prevenzione e alla diagnosi precoce dei processi patologici.

  • Il metodo più efficace è l'ELISA, è anche il test di immunoassorbimento enzimatico. Ti permette di controllare il sangue sia per la presenza del fattore reumatoide che per la sua quantità. È considerato il gold standard della diagnosi. Tuttavia, questo non è ancora sufficiente.

Non è sufficiente rivelare la presenza di RF nel sangue e il grado di eccesso della norma. Devi trovare il motivo del cambiamento. Poiché senza la correzione della base, è impossibile ridurre il.

Norme per età

Quando si valutano gli indicatori, vengono utilizzate unità internazionali (Me) per ogni millilitro di sangue. Per brevità, sono semplicemente chiamate unità..

Valori adeguati dipendono dal sesso, dalla salute generale, dall'età. Considera il problema in modo più dettagliato.

Per la parte femminile dell'umanità, i risultati variano entro piccoli limiti, come mostrato nella tabella:

Età (anni)Norma in UI / ml di sangue
16-180-12
19-250-14
25-350-14
35-500-15
Dopo 500-16

Nel corso degli anni, il tasso di fattore reumatoide nelle donne diventa leggermente superiore. Ma a livello di errore statistico.

Negli uomini adulti, tutto è più o meno lo stesso:

Età (anni)Indicatori in UI / ml
16-180-13
19-250-14
25-350-14
35-500-14
Oltre 500-15

Nell'infanzia, le norme variano molto:

PeriodoValori normali
Neonato0-8 UI / ml
Fino a 6 mesi.0-11 UI / ml
Fino a 1 anno0-11 UI / ml
1-6 anni0-12,5 UI / ml
6-16 anni0-13 UI / ml

Non funzionerà per decifrare i risultati da solo. Poiché un aumento della concentrazione del fattore reumatoide è possibile nelle persone sane. Spontaneamente, senza una ragione apparente.

Ad esempio, dopo un'intensa attività fisica. Ci sono molte opzioni. Vale la pena affidare l'interpretazione ai medici.

Velocità di potenziamento RF

In totale, ci sono 4 fasi della patologia quando il fattore reumatoide cresce.

Io - luce

È accompagnato da cambiamenti minimi nell'immagine del sangue. I livelli di sostanza variano fino a 20-24 unità (UI per millilitro), sebbene il fattore reumatoide normalmente non dovrebbe superare 16 UI / ml.

Di regola, in questo momento si verificano processi infettivi e infiammatori. L'artrite reumatoide (RA) si trova molto più spesso. Danno articolare.

A volte, al primo grado lieve, il fattore cresce anche nelle persone sane per ragioni fisiologiche.

II - medio

Se il fattore reumatoide viene aumentato a 50, significa che c'è un pericoloso processo infettivo e infiammatorio: malattie veneree, tubercolosi, le fasi iniziali dell'AIDS sono accompagnate da deviazioni simili.

I processi autoimmuni sono possibili e persino probabili. Sono esclusi in primo luogo..

Il trattamento è abbastanza semplice. Per eliminare moderatamente la malattia, il processo patologico sottostante è relativamente facile.

III - pesante

Il fattore reumatoide nell'analisi del sangue sale a 100 unità. Questo è molto. È necessario iniziare la terapia il prima possibile, la condizione è urgente. O che precede tale.

Vengono utilizzati antibiotici e altri farmaci. Ad esempio, gruppi di glucocorticoidi per ridurre l'intensità del danno autoimmune.

D'altra parte, con inefficacia e sullo sfondo di un malfunzionamento delle forze protettive, vengono prescritti immunosoppressori. Mezzi che inibiscono la funzione dei leucociti. In molti casi gravi, questa è l'unica opzione praticabile..

IV - terminale

Stranamente, non in pericolo di vita come il precedente. Perché? Il punto è nella natura del disturbo provocante. L'estremo grado del processo patologico si trova solo nell'artrite autoimmune. Cioè, il problema è nelle articolazioni.

Questo è un disturbo doloroso, ma non rappresenta un pericolo per la vita..

Le ragioni per la crescita del fattore reumatoide

I gradi di solito indicano una diagnosi particolare. Ci sono parecchi colpevoli.

Artrite reumatoide

Una classica malattia autoimmune. È accompagnato da infiammazione all'inizio delle piccole articolazioni (dita dei piedi, mani), quindi passa a grandi strutture anatomiche. Che si tratti di gomiti, ginocchia.

Nelle fasi iniziali, gli indicatori si discostano in modo insignificante. Non appena il processo patologico raggiunge il suo apice, i livelli della sostanza salgono a 100 unità o anche di più..

In esacerbazione, si osserva approssimativamente la stessa immagine. La quota di artrite reumatoide rappresenta quasi il 65% della massa totale dei casi quando il fattore reumatoide aumenta.

Trattamento. La terapia è immediata. Perché senza una correzione di alta qualità si svilupperanno deformità dei tessuti. Di conseguenza, la persona rimarrà disabile.

  • Prescrivere l'origine steroidea antinfiammatoria. Ad esempio, Prednisolone. I glucocorticoidi alleviano l'infiammazione autoimmune.
  • Se inefficaci, vengono utilizzati farmaci di seconda linea. Immunosoppressori che sopprimono il lavoro delle difese. Parzialmente.
  • È indicata anche una terapia di supporto con vitamine e minerali. Origine antinfiammatoria non steroidea.

Il problema viene risolto sotto la supervisione di un reumatologo.

La malattia di Sjogren

Infiammazione dei muscoli scheletrici

Di norma, si verifica nel 2-3% dei casi della massa totale delle situazioni cliniche. Un altro nome per il disturbo è la miosite.

Spesso il processo patologico inizia lentamente. Con lieve disagio alla schiena, braccia, gambe. Luoghi in cui si trova una grande massa muscolare.

La malattia è accompagnata da dolore intenso, forse una diminuzione dell'attività motoria. Ad esempio, il paziente non può girare il collo, piegarsi, ecc. La patologia richiede una correzione immediata, poiché senza terapia la condizione diventerà cronica.

Trattamento. La correzione viene eseguita sotto la supervisione di un reumatologo e di un neurologo. Spesso il disturbo non inizia con un processo autoimmune..

  • Usa farmaci non steroidei, FANS.
  • Se necessario, vengono prescritti farmaci del gruppo dei corticosteroidi. Prednisolone, desametasone e analoghi meno potenti.

Di solito non è necessaria una terapia più intensiva. Ma la condizione è molto ossessiva. Sono possibili lunghi periodi di esacerbazione.

Tumori maligni del midollo osseo

Non sono solo le cellule della capsula articolare che possono produrre il fattore reumatoide. Questa è solo una delle possibili opzioni.

Man mano che il processo patologico si sviluppa, le strutture cancerose si disintegrano e causano l'avvelenamento del corpo. L'intossicazione porta a un gruppo di manifestazioni spiacevoli.

Compreso il paziente ha mal di testa. Il paziente non è in grado di mangiare normalmente a causa della debolezza e della sensazione di debolezza. Possibile avversione al cibo. Da qui il calo del peso corporeo. Inizia anche un prurito insopportabile della pelle..

In risposta a questo disturbo, vengono prodotte grandi quantità di fattore reumatoide. In alcuni casi, è un marcatore molto efficace dei processi tumorali..

Trattamento. Vengono utilizzati farmaci chemioterapici. Rallentano lo sviluppo delle cellule maligne. Vengono anche mostrate le tecniche di radiazione..

Tuttavia, sfortunatamente, questi metodi coinvolgono anche il midollo osseo stesso, poiché è estremamente sensibile alle radiazioni. I medici sono sicuri di monitorare il paziente. Costantemente. Poiché sono possibili gravi complicazioni.

Infiammazione polmonare

Tipicamente contagioso. Il fattore reumatoide aumenta con la polmonite protratta, se la malattia dura più di 2-3 settimane.

Nella fase iniziale, il disturbo è anche accompagnato da un aumento della RF, ma non significativo. Senza altri sintomi, è impossibile stabilire cosa non va.

Man mano che la malattia progredisce, il fattore reumatico si trova più facilmente. Compreso l'utilizzo di un test in lattice.

  • Vengono utilizzati farmaci antinfiammatori di origine non steroidea.
  • Sono necessari antibiotici e / o agenti del gruppo degli attivatori dell'interferone.
  • Possibile iniezione esterna di anticorpi già pronti.
  • Con grave soffocamento, è indicata l'inalazione di broncodilatatori. Beroduala, Salbutamola.

I glucocorticoidi vengono utilizzati quando questi ultimi sono inefficaci o in parallelo per potenziare l'effetto terapeutico.

Danno al fegato

Il disturbo della ghiandola più grande è accompagnato da un rapido aumento del fattore reumatoide.

  • La prima e più comune è l'epatite virale. Il contenuto di RF nel sangue aumenta a causa della graduale distruzione delle cellule del fegato. L'intossicazione del corpo e le forme di dosaggio danno una lenta crescita del fattore reumatoide. Non si nota a prima vista. E così via fino a quando la malattia non inizia a peggiorare.
  • La seconda opzione è la cirrosi epatica. Distruzione del tessuto d'organo. In questo caso, la RF cresce rapidamente e raggiunge valori significativi (circa 100 unità o leggermente meno).

La terapia consiste nel rallentare la progressione della patologia in caso di cirrosi. Quanto a epatite - "estinguilo" e simuli la rigenerazione naturale.

Prescrivere farmaci del gruppo epatoprotettivo. Karsil, Essentiale, Gepabene e altri. Quelli che mantengono l'organo in buona forma e non gli permettono di morire.

Disturbi dei reni e del sistema escretore

Anche le malattie sono di due tipi.

  • Glomerulonefrite. Disturbo nefrologico classico. Proprio di origine autoimmune, quando il corpo stesso inizia a distruggere i tessuti.

È accompagnato da un cambiamento nel colore delle urine. Diventa brunastro, con impurità di una tinta rossa. C'è anche un aumento della temperatura corporea, forte dolore alla parte bassa della schiena.

L'oliguria viene aggiunta man mano che progredisce. La quantità di urina giornaliera scende a 500 ml o meno, questo è un segno estremamente pericoloso.

  • Anche l'insufficienza renale può produrre sintomi simili..

Il trattamento è classico, come con altri processi autoimmuni. I glucocorticoidi sono, se necessario, mezzi per sopprimere le difese del corpo. In dosaggi ben definiti. Anche terapia vitaminica di supporto.

Per i pazienti si raccomanda una dieta leggera con una quantità minima di proteine. Almeno per il periodo acuto della glomerulonefrite. Ogni fase è controllata dall'analisi RF.

Altre malattie del midollo osseo

Proliferativo e altri. Sono accompagnati da un rilascio riflesso di fattore reumatoide nel sangue.

Il trattamento dipende dalla diagnosi specifica. Con patologie come la policitemia, è necessaria la correzione del farmaco.

Altri disturbi comportano un trapianto di midollo osseo. Spesso questa è l'unica possibilità di recupero.

Gravi malattie infettive

Tubercolosi, sifilide, malaria e altri disturbi. Compresi quelli "esotici" che possono essere portati da zone pericolose del pianeta. Ad esempio, paesi asiatici e africani.

Spesso, nelle fasi iniziali della patologia, la RF rientra nella norma di età e aumenta più tardi. È necessario tenere traccia delle dinamiche della natura dei cambiamenti nelle analisi.

Trattamento. Antibiotici, antivirali, fungicidi (che sono efficaci contro i funghi). A seconda dell'eziologia. È imperativo trattare la causa principale.

Ci sono parecchi colpevoli e questo non è sempre un processo autoimmune. Ci sono opzioni. Pertanto, se il fattore reumatoide è elevato, significa che l'infiammazione si verifica nel corpo..

Ragioni per un risultato negativo

Ci sono situazioni in cui la RF non viene rilevata affatto. Da un punto di vista formale, questa è la norma. Esattamente lo stesso delle deviazioni minime nei parametri clinici.

D'altra parte, ci sono casi in cui il processo autoimmune patologico è già iniziato, ma non ci sono cambiamenti nelle analisi di laboratorio. È così che l'artrite reumatoide si manifesta nelle prime fasi..

Le prime indicazioni possono comparire dopo diverse settimane o addirittura mesi. Fino a sei mesi. Solo allora inizia la crescita graduale o rapida.

L'assenza di fattore reumatoide nel sangue (risultato negativo) è una variante della norma clinica. Non dovresti preoccuparti di questo, piuttosto il contrario..

Ulteriori esami

Le tecniche ausiliarie sono progettate per studiare la causa della condizione patologica. La diagnosi primaria che provoca la violazione.

Per questi scopi, sono prescritti altri studi:

  • Interrogatorio orale, raccolta di anamnesi. Diversi dottori contemporaneamente. Di norma, sono coinvolti un reumatologo, un neurologo e, se necessario, uno specialista in processi tumorali.
  • Analisi del sangue generale.
  • Biochimica.
  • Puntura del midollo osseo. Se i sospetti cadono su questa struttura. Quindi, il campione viene inviato al laboratorio. Per la valutazione istologica della biopsia.
  • Esame delle urine.
  • Ultrasuoni del tratto digerente. Prima di tutto, i medici sono interessati al fegato.
  • RX torace normale.
  • Risonanza magnetica su richiesta. Contrasto potenziato con preparati a base di gadolinio.

Tutti i metodi mirano a rilevare una particolare malattia.

L'analisi del fattore reumatoide mostra malattie autoimmuni, meno spesso infettive. Questo è un modo semplice e informativo per identificare processi patologici di diverso tipo..

Di regola, la tecnica non viene utilizzata da sola. Solo nel sistema. Ciò renderà i risultati molto più accurati..


Articolo Successivo
Come rafforzare e migliorare il muscolo cardiaco: farmaci e cambiamenti nello stile di vita