Test di coagulazione del sangue (coagulogramma): cosa è incluso, come prenderlo


Un coagulogramma del sangue è un test completo che misura la capacità del sangue di formare coaguli (coaguli di sangue). I risultati aiutano il medico a valutare il rischio di sanguinamento eccessivo o trombosi..

È generalmente accettato che le piastrine siano responsabili della coagulazione ed è sufficiente contarne il numero. Questa è una dichiarazione corretta, ma solo in parte. L'emostasi è fornita da molte cellule e sostanze diverse:

L'endotelio è il rivestimento interno dei vasi. Nei momenti di danno, butta fuori alcune sostanze biologicamente attive che innescano il processo di coaguli di sangue;

I fattori di coagulazione sono sostanze ed enzimi che si trovano nelle piastrine e nel plasma. In totale, ci sono 22 fattori piastrinici e 13 plasmatici.

Alcune di queste sostanze sono incluse solo nel test di coagulazione del sangue. Il compito principale del medico è stimare il tempo durante il quale il sangue inizia ad addensarsi e formare coaguli..

Indicazioni per il coagulogramma

Potrebbe essere prescritto un test di coagulazione del sangue se il medico sospetta:

Tromboflebite e ipercoagulabilità del sangue;

Disturbi emorragici come emofilia (fluidificazione del sangue), trombocitopenia (basso numero di globuli rossi), ecc.;

Malattia del fegato (cirrosi);

Malattie cardiache (cardiopatia ischemica, fibrillazione atriale);

Embolia polmonare.

Valori di riferimento del coagulogramma

Come già accennato, un coagulogramma è un'analisi complessa, quindi include diversi parametri di misurazione..

Tempo di coagulazione

Fattore di coagulazione V (Proaccelerin)

Livelli ridotti di fattore V possono indicare una malattia del fegato, fibrinolisi primaria (dissoluzione dei coaguli di sangue) o coagulazione intravascolare disseminata (DIC).

Fibrinogeno

I fattori di coagulazione convertono il fibrinogeno in filamenti di fibrina, dai quali si formano coaguli di sangue durante il sanguinamento. Livelli anormalmente bassi di fibrinogeno possono essere un segno di fibrinolisi, emofilia e altri fattori simili..

Altri nomi per questo test: fattore I o test dell'ipofibrinogenemia.

Tempo di protrombina (PT)

Determina la cosiddetta via di coagulazione del sangue esterna e valuta l'emostasi in generale. Il tempo di protrombina normale è di 11-16 secondi.

Indice di protrombina (PTI)

La protrombina è un'altra proteina prodotta dal fegato. L'indice di protrombina confronta il tempo di coagulazione del sangue del paziente con il normale, misurato in percentuale. In effetti, questa parte del coagulogramma deriva dal tempo di protrombina.

Tempo di trombina

Misura l'efficienza con cui il fibrinogeno viene convertito in fibrina.

I risultati anormali sono solitamente associati a disturbi ereditari della produzione di fibrinogeno, malattie del fegato e alcuni farmaci che interferiscono con la coagulazione.

Tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT)

Un test che simula la coagulazione del sangue lungo il percorso interno durante l'attivazione per contatto dell'emostasi. Spesso utilizzato in combinazione con il tempo di protrombina.

Plasminogeno

La forma primaria dell'enzima plasmina, che limita la coagulazione. È con un aumento del plasminogeno che è associato il rischio di coaguli di sangue.

Come prendere correttamente un coagulogramma

Tecnicamente, un coagulogramma non è diverso dagli altri esami del sangue. Campione prelevato da una vena.

Tuttavia, per ottenere risultati adeguati, sarà necessaria una preparazione più approfondita:

Il sangue deve essere prelevato rigorosamente a stomaco vuoto e preferibilmente al mattino. Alla vigilia è consentito solo un pranzo leggero;

Il giorno della donazione del sangue, bere solo acqua o tè verde, caffè, bevande gassate;

Non bere alcolici almeno 3 giorni prima del test;

Limitare l'attività fisica il giorno prima del test;

Non fumare per almeno 2-3 ore;

Non mangiare cibi grassi, salati, affumicati o piccanti il ​​giorno prima.

Se stai assumendo farmaci, assicurati di dire al tuo medico il loro nome, la durata della somministrazione.

Contraccettivi orali, FANS (aspirina), anticoagulanti possono distorcere significativamente i risultati. Dovrebbero essere cancellati circa 2 settimane prima di prendere il coagulogramma.

Coagulogramma

Un coagulogramma (sin. Hemostasiogram) è uno studio speciale che mostra quanto bene o male avvenga la coagulazione del principale fluido biologico del corpo umano. In effetti, tale analisi indica il momento esatto della coagulazione del sangue. Tale test è importante per determinare lo stato della salute umana e determina la violazione della coagulazione del sangue.

Un tale studio del sangue mostra vari fattori del sistema ematopoietico, che possono differire dalla norma su o giù. In ogni caso le ragioni saranno diverse, ma hanno quasi sempre una base patologica..

Le deviazioni dai valori normali non hanno le loro manifestazioni cliniche, motivo per cui una persona non può scoprire in modo indipendente di avere un processo di coagulazione del sangue interrotto. I sintomi includono solo segni di una malattia provocatoria.

Un test di coagulazione del sangue prevede lo studio di materiale biologico prelevato da una vena. Il processo di assunzione del fluido stesso non richiede molto tempo e la decodifica dei risultati, in cui è impegnato l'ematologo, richiede solo pochi giorni.

Vale anche la pena notare che il paziente deve prepararsi in anticipo affinché il medico riceva le informazioni più accurate. Ci sono poche misure preparatorie che richiede un coagulogramma e sono tutte semplici.

L'essenza e le indicazioni del coagulogramma

Un coagulogramma del sangue è un'analisi specifica che mostra il momento della sua coagulazione. Di per sé, un tale processo indica la possibilità di proteggere il corpo umano dalle emorragie..

La coagulazione avviene grazie alle speciali cellule del fluido biologico principale, chiamate piastrine. Sono questi elementi sagomati che corrono verso la ferita e formano un coagulo di sangue. Tuttavia, in alcune situazioni, possono comportarsi in modo ostile, in particolare, formano inutilmente coaguli di sangue. Questo disturbo è chiamato trombosi..

Tale analisi occupa un posto importante nel determinare lo stato di una persona. Gli indicatori del coagulogramma consentono di prevedere:

  • il risultato della chirurgia;
  • la capacità di fermare il sanguinamento;
  • fine del lavoro.

Il sistema di coagulazione del sangue o emostasi è influenzato dai sistemi nervoso ed endocrino. Affinché il sangue possa svolgere pienamente tutte le sue funzioni necessarie, deve avere una normale fluidità, che è anche chiamata proprietà reologiche..

Il coagulogramma può normalmente essere diminuito o aumentato:

  • nel primo caso, i medici parlano di ipocoagulazione, che può causare un'estesa perdita di sangue che minaccia la vita umana;
  • nella seconda situazione si sviluppa l'ipercoagulazione, contro la quale si verifica la formazione di coaguli di sangue, bloccando i lumi dei vasi vitali. Di conseguenza, una persona può sviluppare un infarto o un ictus..

I componenti principali dell'emostasi sono:

  • piastrine;
  • cellule endoteliali contenute nella parete vascolare;
  • fattori plasmatici.

Una caratteristica dei componenti della coagulazione è che quasi tutti si formano nel fegato, così come con la partecipazione della vitamina K.Un processo simile è anche controllato da sistemi fibrinolitici e anticoagulanti, la cui funzione principale è quella di prevenire la formazione spontanea di trombi.

Tutti gli indicatori che compongono il coagulogramma sono approssimativi. Per una valutazione completa dell'emostasi, è necessario studiare tutti i fattori della coagulazione. Ce ne sono circa 30, ma romperli è un problema.

Un esame del sangue per un coagulogramma ha le seguenti indicazioni:

  • valutazione dello stato generale del sistema emostatico: ciò significa che tale studio di laboratorio deve essere eseguito a scopo preventivo;
  • esame programmato prima dell'intervento medico;
  • inizio spontaneo del travaglio nelle donne o taglio cesareo;
  • grave decorso della gestosi durante il trasporto di un bambino;
  • controllo del trattamento in cui sono stati prescritti anticoagulanti (ad esempio, "Aspirina", "Trental" o "Warfarin") o farmaci contenenti eparina;
  • diagnosi di malattie emorragiche, comprese emofilia, trombocitopatia, trombocitopenia e malattia di von Willebrand;
  • malattie epatiche croniche come cirrosi o epatite;
  • identificazione della coagulazione intravascolare disseminata;
  • Vene varicose;
  • l'uso di contraccettivi orali, steroidi anabolizzanti o glucocorticosteroidi;
  • il corso dei processi infiammatori acuti;
  • diagnosi di varie trombosi, vale a dire tromboembolia dell'arteria polmonare, vasi delle gambe, intestino o ictus ischemico.

Indicatori e norme del coagulogramma

Un test di coagulazione del sangue può essere eseguito utilizzando varie tecniche (ad esempio, Lee-White, Mas-Magro). Normalmente, la velocità di coagulazione del sangue approssimativa può variare da 5-10 a 8-12 minuti. La durata del sanguinamento varia a seconda della tecnica scelta:

  • Duke - 2-4 minuti;
  • secondo Ivy - non più di 8 minuti;
  • su Shitikova - non più di 4 minuti.

La valutazione della conformità dei risultati dovrebbe essere effettuata sia per ciascun fattore separatamente che per la loro combinazione, e confrontata con gli standard generalmente accettati. Pertanto, il coagulogramma ha la seguente norma:

Studio del sistema di coagulazione del sangue

La perdita di sangue per danni ai vasi sanguigni è ridotta al minimo grazie alla capacità del sangue di formare coaguli, ad es. rannicchiarsi. Il complesso dei processi fisiologici che forniscono questa funzione vitale del sangue è chiamato emostasi. Il sangue, da un lato, dovrebbe coagulare rapidamente nel sito di danno al vaso, prevenendo la perdita di sangue e, dall'altro, dovrebbe rimanere liquido e non coagulare all'interno di vasi intatti. La violazione di questo equilibrio è segno di molti processi dolorosi, che possono manifestarsi o da una maggiore tendenza al sanguinamento se la coagulazione è peggiore del normale, o dalla formazione di piccoli coaguli di sangue nei vasi che impediscono il flusso sanguigno se la coagulazione è aumentata.
I quattro test di coagulazione del sangue (conta piastrinica, tempo di protrombina, tempo di protrombina parziale attivato e tempo di tromboplastina) descritti in questo capitolo sono più comunemente utilizzati per lo screening di pazienti con una tendenza al sanguinamento aumentata, mentre i test D-dimero vengono eseguiti in pazienti che per una maggiore coagulazione del sangue, possono formarsi coaguli di sangue nei vasi. Questi pazienti di solito ricevono una terapia anticoagulante, per la quale vengono misurati il ​​tempo di protrombina (PT) e il tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT).

Fisiologia normale

La riduzione del flusso sanguigno nell'area lesa riduce la perdita di sangue. La lesione vascolare induce anche due importanti risposte fisiologiche. La prima è l'adesione e l'aggregazione delle piastrine con la formazione di un tappo da esse, la seconda è l'avvio della cosiddetta cascata di coagulazione, che termina con la formazione della proteina fibrinica. I filamenti di fibrina si formano intorno e tra gli aggregati piastrinici, stabilizzando il tappo piastrinico risultante.

I disturbi del sistema emostatico sono una delle cause di morte più frequenti nelle più comuni malattie della civiltà. Lo studio di questo complesso sistema arricchisce le possibilità della moderna farmacoterapia dei disturbi fatali. In Russia, nell'ambito delle attività di un'organizzazione professionale (Federation of Laboratory Medicine), esiste un comitato per l'emostasiologia, i cui compiti includono la pubblicazione di materiali sulla standardizzazione di questi studi e l'interpretazione clinica dei risultati..

L'emostasi normale dipende principalmente da:

  • un numero adeguato di piastrine normalmente funzionanti;
  • una cascata di coagulazione normalmente funzionante.

Per comprendere i disturbi dell'emostasi causati da malattie e per utilizzare test di laboratorio per queste malattie, è necessario studiare questi fattori in dettaglio..

Formazione, struttura e funzione delle piastrine

Come altri tipi di cellule del sangue (eritrociti e leucociti), le piastrine (piastrine) provengono da una cellula staminale del midollo osseo. Alcune delle cellule staminali vengono gradualmente trasformate in megacariociti all'interno del midollo osseo. Le piastrine sono formate dal citoplasma di queste cellule. Una volta nel midollo osseo, vengono separati dai megacariociti maturi e quindi rilasciati nel sangue. Ogni megacariocita dà origine a circa 4000 piastrine. La loro durata è di circa 10 giorni, quindi è necessario il loro costante aggiornamento..

Il diametro delle piastrine è di 1-2 µm, le piastrine sono molto più piccole di altre cellule del sangue. Come i globuli rossi, non hanno nuclei. La funzione principale delle piastrine è quella di formare un tappo (trombo) per chiudere l'apertura che è apparsa nella parete del vaso a causa del suo danno. Il primo passo in questo processo è l'adesione (adesione) delle piastrine alla parete vascolare danneggiata. Questa adesione è facilitata dal fattore di von Willebrand, che viene rilasciato dalle cellule endoteliali distrutte che rivestono il vaso dall'interno. Le proteine ​​adesive sulla superficie delle piastrine si legano al fattore di von Willebrand, che a sua volta si lega alle proteine ​​sulla superficie delle cellule endoteliali danneggiate. A seguito dell'adesione, le piastrine rilasciano molte sostanze che influenzano la cascata della coagulazione (vedi sotto) e l'ulteriore funzione piastrinica. Tra questi ci sono sostanze (ad esempio, ADP e trombossano A2) che fanno sì che le piastrine si attacchino l'una all'altra e aumentino di dimensioni. Questo processo è chiamato aggregazione e continua fino a quando la massa di piastrine aderenti diventa sufficiente a chiudere il difetto nella parete del vaso..

La cascata coagulante

Nel processo di aggregazione piastrinica vicino alla parete del vaso, a causa del lavoro della cascata della coagulazione, si forma la fibrina. Si tratta di una serie di reazioni in cui le proteine ​​presenti nel plasma, chiamate fattori, vengono attivate in sequenza. Ogni fattore attivato provoca l'attivazione del successivo, e così via fino al termine della cascata, il cui prodotto finale è la fibrina. Tutte le reazioni sono enzimatiche. Nel loro stato inattivo, i fattori sono proenzimi (cioè non possono partecipare alla reazione). Ogni reazione nella cascata converte un proenzima in un enzima corrispondente. Alcuni dei fattori non sono proenzimi / enzimi, alcuni di loro sono sostanze che aiutano la reazione enzimatica (coenzimi o cofattori). Sono stati individuati tredici fattori, indicati da numeri romani nell'ordine in cui sono stati scoperti. Il fattore VI non è più considerato esistente in modo indipendente.

Per distinguere tra fattori della coagulazione attivati ​​e non attivati, esiste un accordo sul fatto che i fattori attivati ​​siano designati dalla lettera "a". La cascata consiste in un percorso esterno e uno interno che insieme portano all'attivazione del fattore X. Il percorso dal fattore X attivato alla formazione di fibrina è chiamato percorso comune..

La via intrinseca inizia a funzionare quando il fattore XII viene attivato dal contatto con la proteina strutturale collagene, rilasciata a seguito dell'interruzione dell'integrità della parete vascolare. Il fattore XII attivato attiva ulteriormente il fattore XI, che a sua volta attiva il fattore X. Affinché si verifichi quest'ultima reazione, sono necessari i cofattori - fattore VIII (antiemofilico) e fattore IV (calcio). Il percorso esterno è attivato dal fattore III. Questa sostanza, chiamata tromboplastina, si trova nella maggior parte dei tessuti e viene rilasciata nel sangue quando danneggiata. Il fattore III attiva il fattore VII, che a sua volta attiva il fattore IX. Alla fine del percorso comune, il fattore X attivato attiva il fattore II (protrombina), che viene convertito in trombina attiva, che converte il fibrinogeno in fibrina. Fattore V - un cofattore richiesto per la conversione della protrombina in trombina.

La maggior parte dei fattori, inclusi fibrinogeno, protrombina e fattori V, VII, IX, X, XI e XII, sono sintetizzati nel fegato e lasciati nel sangue in forma inattiva. La sintesi dei fattori II, VII, IX e X dipende principalmente dalla vitamina K. Le fonti di quest'ultima sono cibo e batteri che vivono nell'intestino che sintetizzano la vitamina K.

La formazione di fibrina, quindi, dipende dall'adeguata concentrazione di tutti i fattori coagulanti, che a sua volta è dovuta a:

  • normale funzionalità epatica;
  • adeguato apporto di vitamina K dal cibo;
  • normale flora del tratto gastrointestinale;
  • normale assorbimento della vitamina K..

Dissoluzione del coagulo - fibrinolisi

Un trombo, o tappo, costituito da piastrine e fibrina, è una struttura temporanea che si forma in risposta al danno alla parete del vaso e previene la perdita di sangue. La distruzione di un coagulo di sangue si verifica a seguito della fibrinolisi. Inoltre, la fibrinolisi limita la crescita dei coaguli di sangue in modo che il flusso sanguigno nel vaso danneggiato non si interrompa e distrugge anche i piccoli coaguli di sangue che si formano costantemente nei vasi non danneggiati..

Pertanto, il sistema di fibrinolisi mantiene sotto controllo il sistema di coagulazione. Va notato che un trombo è una struttura dinamica che cresce o si rompe a seconda di quale processo (coagulazione o fibrinolisi) domina. Quando un trombo diventa non necessario dopo che il vaso danneggiato è guarito o si forma in un vaso intatto, il processo di fibrinolisi dovrebbe essere dominante.

Per la fibrinolisi è necessaria la proteina plasminogena, che viene sintetizzata nel fegato e circola nel sangue. Qui si unisce alla fibrina e insieme ad essa fa parte del trombo risultante. Pertanto, ogni coagulo contiene una sostanza che lo distruggerà..

Come i fattori di coagulazione, il plasminogeno è un enzima inattivo che non funziona fino a quando non viene convertito nell'enzima attivo plasmina. Dopo l'attivazione, la plasmina scinde i polimeri di fibrina reticolati. Di conseguenza, si formano frammenti, che vengono lavati dal flusso sanguigno dal trombo che collassa. Questi frammenti sono chiamati prodotti di degradazione della fibrina (FDP). Uno di questi frammenti è chiamato D-dimero perché consiste di due frammenti collegati (dimeri) di quella parte della molecola di fibrina chiamata dominio D. Poiché il D-dimero conserva i legami incrociati caratteristici della struttura della fibrina nel trombo, la sua presenza nel sangue è un segno oggettivo della formazione e della degradazione del trombo..

Determinazione del numero di piastrine, pv, aptv, tv e d-dimeri

La conta piastrinica è un indicatore incluso nell'analisi del sangue generale. Questa sezione è dedicata alla determinazione di PT, APTT, TB e D-dimeri.

Preparazione del paziente

Nessun addestramento speciale richiesto.

Tempo di raccolta del campione di sangue

Il sangue per questi esami può essere prelevato in qualsiasi momento. Tuttavia, le proteine ​​della cascata della coagulazione sono scarsamente immagazzinate nei campioni di sangue, il che porta a risultati falsi se il sangue viene conservato per più di 4-6 ore.

Requisiti del campione

Il materiale per l'analisi è il plasma, il liquido che rimane dopo la rimozione dei corpuscoli dal sangue. Il sangue deve essere raccolto in una provetta contenente l'anticoagulante citrato di sodio, che trattiene le proteine ​​della cascata della coagulazione. Il volume richiesto, solitamente 5 ml, è indicato sul contenitore. È importante che non ci sia più sangue, né meno.

Per mescolare il sangue con l'anticoagulante, è necessario ruotare leggermente la provetta. Il sangue per questi test non deve essere raccolto attraverso un catetere a permanenza, poiché potrebbe contenere tracce di eparina, portando a risultati falsi..

Quali test vengono eseguiti per analizzare il sistema di coagulazione del sangue

È chiaro che il numero di piastrine in 1 litro di sangue è determinato dal conteggio diretto. Potrebbe essere meno chiaro quali dati vengono ottenuti dalle altre tre analisi discusse in questo capitolo. Il tempo di protrombina, l'APTT e il tempo di trombina (TB) consentono di valutare la capacità del sangue di formare fibrina utilizzando la cascata della coagulazione. In tutti questi test, il tempo necessario alla formazione di un coagulo di fibrina nel plasma sanguigno prelevato dal paziente viene misurato dopo l'aggiunta di un reagente alla provetta che innesca la cascata di coagulazione. I risultati sono espressi in secondi. Nel caso della determinazione del PT, al plasma viene aggiunta la tromboplastina (fattore III) ottenuta industrialmente. Questo fattore attiva il percorso esterno. La definizione di PV è un test per verificare il funzionamento dei percorsi esterni e generali. La carenza di qualsiasi fattore di queste due vie (VII, X e V, protrombina e fibrinogeno) si manifesterà in un tempo anormalmente lungo di formazione del coagulo (PT sarà aumentato).

Allo stesso modo, aggiungendo un iniziatore della via intrinseca al plasma del paziente, si determina l'APTT e si controlla lo stato delle vie di coagulazione del sangue intrinseca e generale. In questo caso, l'allungamento dell'APTT indica una carenza di uno o più fattori del percorso interno o generale..

Infine, durante il controllo della tubercolosi, la trombina viene aggiunta al plasma sanguigno del paziente. Questa è una valutazione dello stato funzionale della fase finale del percorso generale: la conversione del fibrinogeno in fibrina. L'allungamento della tubercolosi indica una carenza di fattore I (fibrinogeno). Se PT, APTT e TV sono normali, si può affermare che la cascata della coagulazione funziona normalmente..

Interpretazione dei risultati

  • conta piastrinica - 150-400 x 109 / l;
  • tempo di protrombina - 10-14 s;
  • tempo di tromboplastina parziale attivato - 30-40 s;
  • D-dimeri del tempo di trombina

Attenzione! I valori di riferimento per la concentrazione di D-dimeri differiscono a seconda del metodo utilizzato da un particolare laboratorio..

  • diminuzione del numero di piastrine 400 x 109 / l.
  • una condizione patologica caratterizzata da diminuzione della coagulazione del sangue e, quindi, aumento del sanguinamento.
  • condizione patologica caratterizzata da aumento della coagulabilità del sangue e, quindi, tendenza a formare coaguli di sangue intravascolare.

Cause di trombocitopenia

La trombocitopenia, che è più comune della trombocitosi, può essere causata da:

  • una diminuzione della produzione di piastrine nel midollo osseo;
  • aumentare il tasso di distruzione o utilizzo;
  • aumentando la velocità del loro utilizzo.

Una diminuzione della produzione di piastrine nel midollo osseo si manifesta con una grave trombocitopenia (a volte 18/05/2018 0

Coagulogramma

Informazione Generale

Ogni medico qualificato sa che è consigliabile iniziare il trattamento di qualsiasi paziente con la raccolta dell'anamnesi, che non è altro che una raccolta di informazioni sullo stato di salute umana..

Di norma, qualsiasi visita medica inizia con un interrogatorio del paziente stesso su precedenti malattie o interventi chirurgici, su reazioni allergiche o predisposizione ereditaria a determinati disturbi e così via.

Quindi il medico prescrive una serie di test di laboratorio o semplicemente test che aiuteranno a integrare la storia con informazioni sullo sviluppo della malattia, nonché informazioni necessarie per scegliere un metodo di trattamento o un'ulteriore diagnosi..

Gli studi coagulologici (abbreviati in coagulogramma) occupano un posto importante tra gli esami del sangue di laboratorio, che devono essere eseguiti in preparazione all'intervento, ad esempio durante un taglio cesareo programmato o durante la gravidanza.

Coagulogramma: che cos'è?

Molti pazienti invano iniziano a preoccuparsi quando sentono dal medico curante tali parole, insolite a prima vista, come un coagulogramma o comunque un emostasiogramma. Allora, cos'è questa analisi del coagulogramma e perché è stata presa?

Prima di tutto, va notato che questo è un metodo abbastanza comune nella medicina moderna per studiare il lavoro del sistema di emostasi del corpo umano, che è responsabile di funzioni vitali così importanti come: fermare l'emorragia quando i coaguli di sangue oi vasi sanguigni sono danneggiati, oltre a mantenere un normale stato liquido del sangue.

Da qui la risposta alla domanda su cosa sia un emostasiogramma: uno studio che determina il funzionamento del sistema di emostasi del corpo. Un test del coagulogramma del sangue aiuta a studiare una funzione così importante del sangue come la capacità di coagulare, ad es. formazione di coaguli di sangue.

Dopo aver ricevuto i risultati della coagulazione, il medico curante può prevedere in anticipo l'esito dell'operazione o del parto. Le informazioni sulla coagulazione del sangue sono vitali in situazioni di emergenza, ad esempio, quando una persona è ferita, quando i secondi stanno contando e l'emorragia deve essere interrotta il prima possibile.

Pertanto, non vale la pena preoccuparsi troppo di quanto costa questo studio. Dopotutto, il prezzo di un emostasiogramma non può essere paragonato alla certezza che il paziente sarà vivo e vegeto..

Le indicazioni per la nomina di tale analisi come emostasiogramma sono la presenza delle seguenti malattie in un paziente:

  • trombosi intestinale;
  • ictus;
  • tromboembolia;
  • trombosi vascolare e vene varicose degli arti inferiori;
  • cirrosi cronica;
  • gestosi;
  • processi infiammatori nella fase acuta;
  • disturbi emorragici come trombocitopenia, emofilia o malattia di von Willebrand.

Inoltre, tale analisi deve essere prescritta per determinare il tasso di coagulazione del sangue in preparazione per un intervento chirurgico elettivo, ad esempio un taglio cesareo, nonché durante la gravidanza per valutare lo stato di emostasi e prima del parto indipendente. Nella carta di scambio di ogni donna in travaglio, deve essere semplicemente presente un esame del sangue come un coagulogramma.

Sistema di emostasi umana

Dopo aver determinato cos'è un'analisi dell'emostasi, vale la pena comprendere più in dettaglio un concetto come la coagulazione del sangue. Forse vale la pena iniziare con una definizione. Quindi, il sistema emostatico del corpo umano è il sistema biologico più importante, le cui funzioni principali possono essere considerate la conservazione dei parametri di base del sangue, nonché l'arresto del sanguinamento.

Non per niente il corpo umano è chiamato l'intero universo e viene confrontato con un meccanismo complesso. E il sistema emostatico può servire solo come un vivido esempio di come le persone siano disposte in modo ingegnoso. Il sangue è un fluido biologico unico che può letteralmente fare miracoli nel nostro corpo..

Non solo circola attraverso i vasi, ma anche impercettibilmente per una persona ripristina vene e arterie per tutta la vita grazie alla sua capacità di formare coaguli di sangue o coaguli densi, ad es. roll.

Ci sono tre componenti principali del sistema emostatico umano:

  • Cellule vascolari endoteliali (lo strato interno costituito da cellule piatte che rivestono i vasi linfatici e sanguigni, nonché la cavità cardiaca), che, quando le pareti vascolari si rompono o altri danni, sono in grado di rilasciare componenti biologicamente attivi come prostaciclina, trombomodulina e ossido nitrico. A loro volta, innescano la formazione di coaguli di sangue..
  • Piastrine o piastrine, che hanno la capacità, per così dire, di "attaccarsi" tra loro per formare ulteriormente il tappo emostatico primario.
  • Fattori plasmatici (per un totale di 15 fattori plasmatici, la maggior parte sono enzimi) che, a causa di reazioni chimiche, formano un coagulo di fibrina, che dovrebbe finalmente interrompere il sanguinamento.

Riassumendo tutto quanto sopra, possiamo rispondere inequivocabilmente alla domanda su cosa mostra un esame del sangue per l'emostasi durante la gravidanza, in preparazione per un'operazione pianificata o durante la diagnostica. Questa analisi dà un'idea di quanto bene o male si coaguli il sangue del paziente. In altre parole, quanto velocemente i medici possono fermare l'emorragia quando si verifica?.

Decodifica di un coagulogramma del sangue

Un esame del sangue per un coagulogramma include molti indicatori diversi che è necessario essere in grado di leggere correttamente, ad es. capire e analizzare, in altre parole, decifrare. Sfortunatamente, non tutti i medici hanno le capacità per decifrare gli indicatori dell'emostasiogramma. E solo uno specialista altamente qualificato può interpretare correttamente alcuni parametri di questa analisi..

Dopo aver condotto test di laboratorio sul sangue del paziente e aver ottenuto i risultati, il medico curante confronta la decodifica del coagulogramma con la norma stabilita per i pazienti adulti e per i bambini. È importante ricordare che il tasso di coagulogramma per un bambino, un uomo o una donna incinta è molto diverso. Ciò è dovuto principalmente alle peculiarità del funzionamento del corpo di persone di sesso diverso in diverse categorie di età..

Indicatori del coagulogramma

Considera i parametri del test di coagulazione del sangue, ovvero i normali indicatori dell'emostasiogramma. Quindi ci soffermeremo su ciascuno di essi in modo più dettagliato e parleremo anche di un coagulogramma espanso o espanso.

Vale la pena notare che la tabella seguente mostra diverse opzioni per i parametri normali di tali parametri dell'emostasiogramma come il tempo di sanguinamento e il tempo di coagulazione del sangue. Ciò è dovuto a una diversa interpretazione della norma per questi parametri da parte degli specialisti che li studiano..

  • da 8 a 12 minuti;
  • da 5 a 10 minuti.
  • non più di 4 minuti;
  • da 2 a 4 minuti;
  • non più di 8 minuti.
Nome indicatore (nome abbreviato)Valore standard dell'indicatore
Tempo di coagulazione del sangue:

  • norma per Messa e Margot;
  • Norma Lee-White.
Tempo di sanguinamento:

  • la norma secondo Shitikova;
  • Norma del duca;
  • Norma dell'edera.
Rapporto normalizzato internazionale (INR o INR)0.82-1.18
Tempo di trombina (TV)14-21 secondi
Indice di protrombina (PTI)73-122%
Tempo di ricalcificazione attivato (AVR)81-127 secondi
D-dimero250,10-500,55 ng / ml *
Tempo di protrombina di Quinck (PT)11-15 secondi
Antitrombina III (AT III)75,8-125,6%
Tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT)22,5-35,5 secondi
Fibrinogeno2,7-4,013 grammi
Complessi fibrina-monomerici solubili (RFMK)0.355-0.479 UNITÀ *

* Unità internazionale (IU) o Unità d'azione (U), ad es. misura della dose di una sostanza basata sulla sua attività biologica.

* Nanogrammi per millilitro. Fonte: Wikipedia

Tempo di coagulazione

Questo test di laboratorio del sangue di un paziente dà al medico un'idea del tempo necessario al corpo per formare un coagulo di sangue. Non ci sono abbreviazioni per questo parametro nell'analisi. Durante la ricerca, il materiale biologico (sangue) prelevato dal paziente dalla vena viene posto in una provetta sterile e asciutta, quindi viene annotato il tempo e atteso fino alla formazione di un coagulo sanguigno visibile.

Quando il tempo di coagulazione del sangue è normale, il medico può concludere che il sistema emostatico funziona correttamente, nonché escludere alcune condizioni patologiche, ad esempio l'emofilia o la coagulazione intravascolare disseminata, in cui non si forma affatto un coagulo di sangue. In caso di deviazione dalla norma del tempo di coagulazione del sangue (aumento o diminuzione degli indicatori), è necessario comprendere più in dettaglio i motivi.

Ad esempio, un aumento del tempo di sanguinamento può essere osservato nell'emofilia, nel lupus eritematoso sistemico o nell'artrite reumatoide, così come nella peritonite, nelle patologie epatiche croniche, nella polmonite e nella presenza di un tumore maligno. Un tempo di sanguinamento ridotto può essere un segnale per lo sviluppo di shock anafilattico o emorragico, così come il mixedema..

Inoltre, tutti gli indicatori del coagulogramma, compreso questo, possono deviare dalla norma durante la gravidanza. Di norma, le donne vengono a conoscenza del nome del test di coagulazione del sangue per la prima volta durante la gravidanza, quando vengono obbligatoriamente assegnati molti test di laboratorio per monitorare e influenzare rapidamente la salute della madre e del nascituro.

I cambiamenti che stanno avvenendo rapidamente nel corpo di una donna incinta non passano senza lasciare traccia per le proprietà e le caratteristiche del sangue. È interessante notare che vi è una graduale diminuzione del tempo di coagulazione del sangue a partire dal primo trimestre e nel terzo trimestre questo indicatore può differire notevolmente dalla norma. Tuttavia, non aver paura, poiché questo è solo uno dei meccanismi protettivi che aiutano a preparare il corpo femminile al parto e ridurre la possibile perdita di sangue..

Tempo di sanguinamento

Secondo le norme, la durata del sanguinamento non deve essere inferiore o superiore a pochi minuti dal momento della puntura, la cosiddetta emostasi primaria. Per completare il processo, ad es. la formazione di un coagulo sanguigno dovrebbe richiedere in media un massimo di 10 minuti. Il tempo di coagulazione del sangue è un indicatore molto importante che gioca un ruolo importante nella preparazione di un paziente per un intervento chirurgico, ad esempio durante un taglio cesareo.

Il tasso di coagulazione del sangue nelle donne non differisce dagli standard stabiliti per gli adulti. Il tasso di coagulazione del sangue nei bambini dipende dall'età del bambino. In media, la durata del sanguinamento non deve superare i 2-4 minuti e un coagulo di sangue dovrebbe formarsi entro 2-5 minuti.

Il tempo di sanguinamento può essere aumentato con:

  • emofilia;
  • trombocitopenia, ad es. con una mancanza di piastrine nel sangue;
  • febbre emorragica, come Ebola o Crimea-Congo;
  • danni al fegato causati dall'alcol (intossicazione);
  • trombocitopatia;
  • overdose di droga.

Come eseguire un test di coagulazione del sangue?

Affinché il medico possa ricevere informazioni non distorte dopo i test di laboratorio, è necessario avvicinarsi correttamente alla consegna di eventuali test, inclusa la coagulazione del sangue. Il materiale biologico viene prelevato al mattino, sempre a stomaco vuoto. Va ricordato che dovrebbero essere trascorse almeno 8, e preferibilmente 12 ore dall'ultimo pasto..

Inoltre, vale la pena astenersi dall'assumere bevande alcoliche e farmaci alla vigilia dello studio, poiché ciò potrebbe influire sul risultato del test. Se il paziente è costretto a prendere farmaci, non deve dimenticare di informarne il medico..

Tempo di protrombina

Cos'è il tempo di protrombina? Questo è uno dei principali indicatori di laboratorio di un coagulogramma utilizzato dai medici per valutare il sistema emostatico del corpo umano nel suo complesso, nonché per determinare l'efficacia dei farmaci che prevengono la coagulazione del sangue..

Il PV riflette la prima e la seconda fase della coagulazione del plasma. In altre parole, il tempo di formazione di un coagulo di trombina nel sangue quando vengono aggiunti tromboplastina e calcio. Per questo parametro, viene accettata la designazione abbreviata PW, a volte viene trovata PWT. Tali parametri del test di coagulazione del sangue come il rapporto internazionale normalizzato (INR) e l'indice di protrombina (PTI) derivano dal tempo di protrombina, la cui velocità varia a seconda dell'età e del sesso del paziente..

Ad esempio, la norma per il tempo di trombina nelle donne e negli uomini è di 11-15 secondi. Per i bambini, gli standard vengono stabiliti in base alla loro età. Ad esempio, per i neonati - 13-17 secondi o 14-19 secondi per i neonati prematuri. Per un bambino più grande (dai 10 anni), la norma è di 12-16 secondi e per un bambino più piccolo - 13-16 secondi.

Il tempo di trombina è al di sopra del normale, cosa significa? La deviazione dagli indicatori standard stabiliti per questo parametro del coagulogramma può significare quanto segue:

  • mancanza di vitamina K nel corpo;
  • bassa concentrazione o mancanza di fattori di coagulazione del sangue 1,2,5,7 e 10;
  • violazione del normale funzionamento del fegato, insufficienza epatica o altre malattie di questo organo;
  • presenza di coagulazione intravascolare disseminata.

Il tempo di protrombina è aumentato, cosa significa? Di norma, un eccesso dell'indicatore PV è associato all'assunzione da parte del paziente di medicinali appartenenti al gruppo degli anticoagulanti, ad es. farmaci che contengono anticoagulanti, come eparina, cumadinilina o warfarin.

Rapporto internazionale Normalizzato

Rapporto di protrombina (PTI abbreviato) o INR in un esame del sangue, che cos'è? Dovresti iniziare con un po 'di background. Un parametro come l'INR in un emostasiogramma è apparso nel 1983, quando l'Organizzazione mondiale della sanità (di seguito OMS) ha deciso di snellire il lavoro dei laboratori di ricerca e portare tutti gli indicatori del test di coagulazione del sangue in un unico schema comprensibile per i medici di tutto il mondo..

In precedenza, ogni laboratorio poteva utilizzare diversi reagenti alla tromboplastina, che potevano distorcere i risultati finali della ricerca. Questo parametro del coagulogramma è abbreviato in INR o INR. Nella medicina domestica, attualmente, invece dell'INR, è ancora possibile trovare un indicatore come l'indice di protrombina, che riflette la capacità di coaguli di sangue del paziente..

Tuttavia, a causa dei diversi metodi per determinare questo parametro, è considerato instabile e quindi è consuetudine utilizzare INR all'estero. In un esame del sangue per PTI e INR, la norma è fissata al livello:

  • PTI - 70-100 e per i pazienti che assumono Warfarin - 24,0-42,6;
  • INR - 0,82-1,18.

Allora, qual è l'INR in un esame del sangue? Questo è un indicatore che non è altro che il rapporto tra l'analisi PV del paziente e il PV del campione di controllo. La norma INR in un esame del sangue umano secondo gli standard internazionali può variare da 0,82 a 1,18.

Se si discostano dai valori di cui sopra, al paziente possono essere diagnosticate le seguenti malattie:

  • con aumento di PT e INR: epatite cronica, carenza di vitamina K, cirrosi epatica, amiloidosi, coagulazione intravascolare disseminata, bassi livelli di fibrinogeno, sindrome nefrosica, disbiosi intestinale, carenza di fattori della coagulazione (2,5, 7 e 10);
  • con PT e INR ridotti: tromboembolia vascolare, aumento dell'attività del fattore 7, trombosi o attivazione della fibrinolisi.

Inoltre, un aumento del valore INR e PT può indicare la presenza di farmaci anticoagulanti nel sangue del paziente. Pertanto, il tasso di INR durante l'assunzione di Warfarin differisce dagli standard stabiliti. Per i pazienti che assumono questo farmaco e farmaci simili ad esso in azione, viene utilizzato il seguente intervallo di valori INR normali: 2.0-3.0.

La norma dell'INR nel sangue nelle donne di solito non differisce dai valori generali. Ma durante il trasporto di un bambino, il corpo femminile cambia così tanto che il tasso di INR durante la gravidanza potrebbe non coincidere con i numeri sopra indicati.

Tempo di trombina parziale attivato

Analisi del sangue APTT - che cos'è? Questo è un altro indicatore dell'analisi, che fornisce informazioni sull'efficacia del lavoro dei fattori plasmatici progettati per fermare rapidamente il sanguinamento. Questo parametro è abbreviato in APTT..

Analisi del sangue APTT - che cos'è? Abbastanza spesso c'è un tale nome del parametro come tempo di tromboplastina parziale attivato. APTT, come aPTT, fornisce informazioni sulla velocità di formazione di un coagulo di fibrina e caratterizza al meglio il processo interno di emostasi. Si ritiene che l'indicatore APTT sia il più preciso, ma allo stesso tempo e il più sensibile, perché può variare a seconda dei reagenti utilizzati nella ricerca di laboratorio.

Il tasso generale di APTT nel sangue umano è fissato a 22,5-35,5 secondi. Anche il tasso APTT nelle donne corrisponde ai valori sopra indicati. Tuttavia, come nel caso di altri parametri del coagulogramma, il tasso di APTT durante la gravidanza non sempre corrisponde alle regole generali. Considera le ragioni della deviazione di questo indicatore dalla norma.

Come regola generale, se l'APTT è elevato, significa che il sistema emostatico è instabile o che il paziente sta assumendo eparina e suoi analoghi, ad esempio Fraxiparin, Clexane e anche Cybor.

Quando i motivi di cui sopra sono esclusi e l'APTT è al di sopra del normale, ciò significa che il paziente può manifestare malattie come:

  • fibrinolisi;
  • insufficienza acquisita o forse congenita dei fattori di coagulazione del sangue (8, 9, 11, 10, 12, 2 e 5);
  • Sindrome DIC (stadio 2 o 3);
  • patologie autoimmuni (di solito lupus eritematoso sistemico);
  • malattia del fegato.

Quando l'APTT si abbassa cosa significa? Se il valore dell'indicatore è inferiore al normale, ciò indica che la capacità di coagulazione del sangue è ridotta. Le ragioni principali di questa condizione possono essere:

  • Sindrome DIC 1 grado;
  • aumento della coagulabilità;
  • un errore nella produzione di test di laboratorio, ad esempio un prelievo di sangue improprio.

Complessi fibrina-monomerici solubili

Abbreviato nel coagulogramma è designato come RFMK. Analisi RFMK, che cos'è? Vale la pena iniziare con la definizione di complessi fibrina-monomerici: questi sono i prodotti di degradazione di un coagulo di sangue nel processo di fibrinolisi. Secondo i ricercatori, questo indicatore è abbastanza difficile da determinare in modo affidabile, poiché i complessi fibrina-monomerici solubili vengono rimossi molto rapidamente dal sangue..

Un parametro come RFMK gioca un ruolo importante nella diagnosi della sindrome da coagulazione intravascolare disseminata (il nome completo è sindrome da coagulazione intravascolare disseminata). Il tasso di RFMK nel sangue umano è 0,355-0,479 U. Tuttavia, durante la gravidanza, le norme RFMK possono differire in modo significativo dal livello sopra indicato. Poiché il corpo femminile si sta attivamente preparando per la nascita imminente, insieme ad esso, i parametri di base del sangue cambiano, inclusa la sua capacità di coagulare.

È una sorta di meccanismo di difesa che aiuta a ridurre al minimo il rischio di sanguinamento. È considerato normale che il livello di RFMK si discosti durante la gravidanza fino a 5,1 ml. per 100 ml. sangue. Se RFMK è elevato, cosa significano questi risultati di analisi??

Quando nel coagulogramma dell'RFMK di un paziente, i motivi possono essere i seguenti:

  • shock;
  • tromboembolia venosa profonda delle estremità o dell'arteria polmonare;
  • sepsi;
  • gestosi o preeclampsia durante la gravidanza;
  • patologia del tessuto connettivo;
  • insufficienza renale cronica o acuta.

Un aumento di questo indicatore si riscontra spesso nei pazienti che hanno subito un intervento chirurgico di recente. Pertanto, nel periodo postoperatorio, l'analisi per RFMK può deviare dalla norma..

Tempo di ricalcificazione attivato

Abbreviato nell'analisi, ABP è designato e denota il tempo necessario per la formazione di fibrina nel plasma sanguigno ricco di piastrine e calcio. Questo parametro viene utilizzato anche per valutare il sistema di coagulazione del sangue nel suo complesso. L'AVR riflette l'interazione dei collegamenti emostatici cellulari e plasmatici.

È interessante notare che il valore di questo parametro può variare a seconda dei reagenti utilizzati negli studi di laboratorio. Di norma, un tempo di ricalcificazione ridotto indica la tendenza di un paziente a formare coaguli di sangue e uno più lungo indica l'emofilia, nonché una diminuzione del numero di piastrine e un cambiamento nelle loro caratteristiche principali..

Indice di protrombina. Norma per le donne

Il nome abbreviato di questo parametro nell'analisi è PTI. Analisi del sangue IPT - che cos'è? L'indice di protrombina è il rapporto tra il tempo di protrombina ideale stabilito e il tempo di protrombina nell'analisi del paziente, moltiplicato per 100%.

È interessante notare che questo indicatore attualmente non viene quasi mai utilizzato, poiché l'OMS raccomanda di utilizzare un parametro del genere, più resistente alla ricerca di laboratorio, come INR. La norma di PTI nel sangue per una persona sana è fissata al 73-122%.

Come regola generale, il tasso di PTI nelle donne non dovrebbe differire dai valori di cui sopra, ad eccezione del periodo di gravidanza, quando la coagulazione del sangue aumenta. Pertanto, se c'è una deviazione dalla norma del PTI in una donna in un coagulogramma, dovresti consultare un medico per un consiglio. Questo parametro aumenta, di regola, se il corpo umano manca di vitamina K e c'è anche una carenza di fattori di coagulazione del sangue.

Inoltre, un aumento del PTI è dovuto al trattamento con anticoagulanti come Syncumar, Warfarin o Neodikumarin, nonché all'assunzione di eparina e suoi analoghi. PTI ridotto con danno epatico, ad esempio, con cirrosi ed epatite, con trombosi vascolare e durante la gravidanza.

Il tasso di protrombina per le donne nel sangue

Nel sistema emostatico giocano un ruolo fondamentale 15 fattori della coagulazione, ovvero sostanze che caratterizzano la correttezza del suo lavoro. Uno dei fattori più importanti è considerato la protrombina o fattore II, noto anche come trombogeno. Questa è una proteina che è un precursore della trombina, che a sua volta è responsabile della funzione di coagulazione del sangue - stimola la formazione di un trombo (coagulo di sangue).

Il livello di protrombina nel sangue viene determinato utilizzando i seguenti test:

  • PV secondo Quick - la norma per le donne è del 78-142%;
  • INR o INR - la norma per le donne 0,85-1,15.

Se il livello di fattore II è superiore al normale, la circolazione sanguigna diventa difficile a causa del fatto che il sangue diventa viscoso, di conseguenza i vasi sanguigni si intasano. In questa condizione, il corpo del paziente è a rischio di ictus e infarti come mai prima d'ora e il rischio di sviluppare tumori maligni o tromboembolia è notevolmente aumentato..

Nel caso in cui il livello di trombogeno sia ridotto, la formazione di un coagulo di sangue avviene in modo anormalmente lento, che è irto di una significativa perdita di sangue in caso di sanguinamento. Di norma, le ragioni di un tale fallimento nel sistema emostatico sono: mancanza di vitamina K nel corpo o altri fattori congeniti e acquisiti.

Tempo di trombina

Il nome abbreviato è TV. Questo parametro caratterizza la fase finale dell'emostasi e determina il tempo necessario per la formazione di un coagulo di fibrina quando la trombina viene aggiunta al plasma sanguigno. Il controllo della TB viene sempre effettuato in combinazione con PT e APTT per la diagnosi più efficace delle patologie dei fibrinogeni di natura congenita, nonché per valutare l'efficacia della terapia fibrinolitica ed eparinica.

Fibrinogeno

Cos'è un esame del sangue del fibrinogeno? Il primo fattore di coagulazione del sangue o fibrinogeno non è altro che una proteina formata sotto l'influenza del fattore Hageman nel fegato e successivamente, sotto la sua influenza, viene convertita in fibrina insolubile. La presenza di fibrinogeno viene determinata mediante un test trombotico.

Si ritiene che i trombotest di grado 4 e 5 siano normali. Vale la pena notare che, poiché il fibrinogeno (una proteina della fase acuta), il suo livello aumenta nel sangue durante stress, lesioni o infezioni. Come regola generale, il livello di fibrinogeno nel sangue dovrebbe essere compreso tra 2,7 e 4,013 grammi. Il tasso di fibrinogeno nelle donne nel sangue non deve essere inferiore o superiore ai valori indicati, ad eccezione del periodo di gravidanza.

I parametri del sangue di una donna incinta subiscono cambiamenti, come tutto il suo corpo nel suo insieme. Vengono lanciati molti sistemi di protezione, compreso il sistema di emostasi che si prepara per il parto imminente. Spesso, già nel primo trimestre, il livello di fibrinogeno può essere leggermente superiore o inferiore al normale. Per questo periodo di gravidanza, gli indicatori sono impostati da 2,3 a 5 g / l.

Quando il livello di questa proteina aumenta, il sangue diventa più denso e più spesso. Per questo motivo, inizia il processo di formazione del trombo, che danneggia il bambino, perché soffrirà di un'acuta mancanza di ossigeno e, di conseguenza, di una carenza di importanti micro e macroelementi, oltre che di vitamine. Durante la gravidanza nel secondo trimestre, l'indicatore di fibrinogeno deve essere compreso nell'intervallo normale di 2,4-5,1 g / le nel terzo trimestre - fino a 6,2 g / l.

Si osserva anche un aumento del livello di fibrinogeno con:

  • infarto miocardico;
  • brucia la malattia;
  • mestruazioni;
  • artrite reumatoide;
  • amiloidosi;
  • polmonite;
  • pielonefrite;
  • sclerodermia sistemica;
  • peritonite.

Inoltre, farmaci come l'eparina e i contraccettivi orali influenzano i livelli di proteine..

Un basso livello di fibrinogeno indica che il paziente ha malattie come:

  • Sindrome DIC;
  • cancro alla prostata;
  • cirrosi epatica e altre patologie d'organo;
  • leucemia.

I livelli di fibrinogeno possono diminuire con l'avvelenamento da eparina, così come con il paziente che assume steroidi anabolizzanti, acido valerico, androgeni, olio di pesce e barbiturici.

Antitrombina III

Questo anticoagulante fisiologico nella sua struttura si riferisce alle glicoproteine, ad es. sostanze in grado di inibire i fattori di coagulazione 9, 10 e 12 e la trombina. È sintetizzato nelle cellule del fegato. Gli indicatori normativi di questo parametro del coagulogramma cambiano a seconda dell'età del paziente..

Per gli adulti, un indicatore normale sarà del 75-125%, per i neonati - 40-80%, per bambini da 10 a 16 anni - 80-120% e fino a 10 anni - 60-100%. Se l'antitrombina 3 viene ridotta, cosa significa? Una diminuzione del livello di questo anticoagulante può essere associata alla presenza nel paziente di malattie quali coagulazione intravascolare disseminata, sepsi, ischemia, cirrosi epatica, tromboembolia o trombosi.

Inoltre, l'antitrombina III può diminuire nell'ultimo trimestre di gravidanza e quando il paziente assume eparina o inibitori della fibrina. Quando l'antitrombina 3 è elevata, la causa può essere patologie infiammatorie come peritonite, pielonefrite e polmonite, nonché epatite e carenza di vitamina K..

D-dimero

Un altro indicatore di un coagulogramma esteso, con l'aiuto del quale il medico analizza non solo la coagulabilità del sangue, ma anche il sistema anticoagulante del corpo umano. Il D-dimero è un filamento di fibrina diviso. È importante solo l'aumento del risultato di questo parametro, che indica lo sviluppo nel corpo del paziente di malattie del fegato, sindrome della coagulazione intravascolare disseminata, trombosi, ischemia, artrite, infarto del miocardio.

Inoltre, un aumento dell'indice D-dimero è un segno di forti fumatori..

Coagulogramma durante la gravidanza

Cos'è un coagulogramma durante la gravidanza? Questo è lo stesso coagulogramma, che è necessariamente prescritto alle donne durante il periodo di gravidanza, così come immediatamente prima di prepararsi al parto..

Durante la gravidanza, la norma per tutti gli indicatori del test di coagulazione del sangue non corrisponde ai valori generalmente accettati per il corpo di un adulto sano.

Ciò è dovuto, prima di tutto, al fatto che il sistema emostatico di una donna incinta subisce gravi cambiamenti, così come il suo intero corpo nel suo insieme a causa della comparsa di un altro circolo di circolazione sanguigna - uteroplacentare. Un ruolo importante è svolto dal background ormonale, in cui predomina il progesterone..

È interessante notare che durante la gravidanza l'attività di fattori di coagulazione del sangue come 7,8 e 10, così come il fibrinogeno, aumenta in modo significativo. È una sorta di meccanismo di difesa naturale progettato per aumentare le possibilità di un esito favorevole alla nascita..

Frammenti di fibrina si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni e quindi il sistema di fibrinolisi viene soppresso. Ciò consente al corpo femminile di giocare sul sicuro in caso di distacco della placenta o aborto spontaneo, con sanguinamento uterino e con formazione di coaguli di sangue intravascolare..

Decifrare gli indicatori del coagulogramma durante la gravidanza

Nome abbreviato dell'indicatore, unità di misuraI trimestre di gravidanzaII trimestre di gravidanzaIII trimestre di gravidanza
RFMK, ED78-13085-13590-140
Piastrine, * 10 9 / l301-317273-298242-263
Antitrombina III, g / l0.2220.1760.155
AVR, s60.1-72.656.7-67.848.2-55.3
Indice di protrombina,%85.4-90.191.2-100.4105.8-110.6
Fibrinogeno, g / l2.91-3.113.03-3.464.42-5.12
APTT, s35.7-41.233.6-37.436.9-39.6

Come prendere un coagulogramma?

Abbiamo parlato di cos'è un coagulogramma e perché viene eseguita questa analisi. Scopriamo ora come sottoporsi correttamente a un emostasiogramma in modo che, in base ai risultati ottenuti, il medico possa trarre la conclusione corretta e scegliere un piano di trattamento efficace.

Quindi, se hai bisogno di fare un test di coagulazione del sangue, ricorda le seguenti regole:

  • il sangue viene donato esclusivamente a stomaco vuoto, è meglio che siano trascorse più di 12 ore dall'ultimo pasto;
  • alla vigilia dell'analisi, non dovresti mangiare cibi troppo piccanti, dovresti anche astenervi da carni affumicate e cibi eccessivamente grassi;
  • è severamente vietato consumare alcolici, anche se la bevanda ne contiene una piccola percentuale;
  • non fumare;
  • si consiglia di non assumere farmaci prima dell'analisi e, se i farmaci sono vitali, è necessario avvisare l'assistente di laboratorio di questo e indicare quali farmaci ti sono prescritti.

Un emostasiogramma standard può essere eseguito nella maggior parte delle cliniche di sanità pubblica e un'analisi estesa o dettagliata è più spesso disponibile presso le istituzioni mediche a pagamento. Ad esempio, nel laboratorio Invitro, un coagulogramma può essere eseguito abbastanza rapidamente. Di norma, il risultato dello studio può essere acquisito dopo un paio di giorni. Ciò è dovuto alla necessità del comportamento di una serie di reazioni chimiche che richiedono determinati costi di tempo, che semplicemente non possono essere evitati..

Tuttavia, in ogni caso, otterrai il risultato di un'analisi a pagamento sulle tue mani molto più velocemente che in un'istituzione governativa, dove il laboratorio è molto carico a causa dell'afflusso di pazienti o potrebbero non esserci alcuni reagenti necessari per lo studio. Il costo dell'analisi dipende dal numero di parametri che devono essere studiati e varia da 1000 a 3000 rubli.


Articolo Successivo
Uveite acuta e cronica - infiammazione della coroide