PTI nell'analisi del sangue


8 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1296

  • Emostasi e fattori di coagulazione
  • PTI nel coagulogramma
  • PTI o protrombina secondo Quick?
  • Ragioni per deviazioni dalla norma
  • Come si fa la ricerca?
  • Cosa influenza il risultato?
  • Video collegati

Lo stato del sangue in generale, e in particolare, le capacità funzionali del sistema emostatico e dei suoi singoli componenti, determina in gran parte il benessere generale e la salute umana. Una delle principali proprietà del sangue è la coagulabilità e la sua qualità dipende dalle sostanze prodotte dall'organismo, i cosiddetti fattori di coagulazione.

Per valutare le loro caratteristiche quantitative e funzionali, viene effettuato uno studio completo del sistema di emostasi: un coagulogramma. Questa diagnosi include molti indicatori, ognuno dei quali è responsabile di una determinata fase del processo di coagulazione, consente di identificare le violazioni presenti e sviluppare una strategia terapeutica appropriata..

Senza educazione medica, è abbastanza difficile capire i risultati di un coagulogramma e, ad esempio, un esame del sangue per PTI (indice di protrombina) per la maggior parte delle persone è generalmente uno studio sconosciuto. Pertanto, di seguito nell'articolo questa tecnica verrà descritta in dettaglio: quando ea chi è assegnata, indicatori normali e possibili deviazioni.

Emostasi e fattori di coagulazione

Come già accennato, il sistema emostatico è un meccanismo complesso costituito da molte sostanze e processi biologici sotto la loro influenza. Grazie a loro, lo stato liquido del sangue viene mantenuto, così come il sanguinamento viene prevenuto e fermato..

In poche parole, la funzione principale del sistema emostatico è quella di mantenere l'equilibrio tra i componenti plasmatici (coagulazione e fattori anticoagulanti). Gravi deviazioni nel lavoro dei meccanismi compensatori dell'emostasi possono manifestarsi sotto forma di ipocoagulazione (sanguinamento) o ipercoagulazione (trombosi), che rappresentano una minaccia per la salute e la vita umana..

In caso di violazione dell'integrità dei tessuti o dei vasi sanguigni, i fattori di coagulazione forniscono una cascata di reazioni biochimiche necessarie, con conseguente formazione di un coagulo di fibrina, cioè un trombo. Esistono due modi di coagulazione del sangue nel corpo: interno ed esterno, che a loro volta differiscono nei meccanismi di avvio dei processi di coagulazione.

La via interna viene eseguita a causa del contatto dei componenti del sangue con il collagene del subendotelio delle pareti vascolari. Questo processo coinvolge i fattori di coagulazione XII, XI, IX e VII.

La via esterna viene attivata dalla tromboplastina tissutale (fattore III), che viene rilasciata dalle pareti e dai tessuti vascolari danneggiati. Entrambi i meccanismi descritti sono strettamente correlati e durante la formazione di un fattore X attivo vengono implementati tramite percorsi comuni.

PTI nel coagulogramma

Durante il coagulogramma vengono determinate diverse caratteristiche particolarmente importanti dell'emostasi. Includono anche il PTI, che viene calcolato come il rapporto tra il PT standard (periodo di coagulazione del plasma di controllo dopo l'aggiunta di tromboplastina tissutale alla provetta) e il tempo di coagulazione del plasma del soggetto. Il risultato è espresso in percentuale.

Il tasso di analisi del sangue PTI per il coagulogramma è lo stesso per bambini e adulti ed è del 90-105%. Inoltre, l'indicatore è identico per entrambi i sessi e l'IPT negli uomini e nelle donne non gravide non è diverso..

Va notato che nelle donne che trasportano un bambino, i valori normali sono leggermente aumentati e il limite superiore è del 120%. Tali numeri non sono accettati per essere equiparati a deviazioni, ma si raccomanda comunque di tenerli sotto regolare controllo..

Pertanto, l'IPT consente di valutare il grado di attività della capacità di coagulazione dell'emostasi. Una diminuzione dei valori indica ipocoagulazione e, di conseguenza, la probabilità di sanguinamento e un aumento del coefficiente indica ipercoagulazione o aumento del rischio di formazione di trombi..

In altre parole, l'analisi per IPT come parte di un coagulogramma, insieme ad altri indicatori, offre l'opportunità di rilevare deviazioni nei percorsi esterni e generali. Le violazioni possono essere causate da una mancanza o un difetto di fibrinogeno (fattore I), protrombina (fattore II), nonché fattori V (proaccelerina), VII (proconvertina), X (fattore Stuart-Prower). Con una diminuzione del loro contenuto nel sangue, il PV aumenta in relazione ai valori di controllo.

PTI o protrombina secondo Quick?

Il precursore dell'analisi PBI è stato un primo studio sviluppato che prende il nome dal suo creatore. Nel 1935, A. Quik propose di stimare la protrombina in percentuale, ovvero di confrontare il PT del soggetto con i valori di calibrazione del PT del plasma di controllo.

La base per costruire un grafico di calibrazione è la dipendenza del tempo di protrombina dalla percentuale di fattori del complesso protrombinico nel siero del sangue. A tal proposito, la forma di emissione del PV è espressa in percentuale. Attualmente, questa forma ha subito miglioramenti e standardizzazione e, rispetto all'IPT, ha una maggiore sensibilità diagnostica alla mancanza di fattori plasmatici nell'intervallo degli indici bassi..

Va tenuto presente che tra i risultati dell'IPT e della protrombina secondo Quick, si osserverà una correlazione diretta solo nell'area dei valori di riferimento. Mentre l'attività del complesso protrombinico diminuisce, inizierà ad apparire una differenza crescente.

Sulla base di quanto sopra, alcuni laboratori non valutano l'IPT, poiché questo studio non consente di trarre conclusioni affidabili nell'area dei tassi bassi, spesso i più critici per la pratica clinica. Va aggiunto che è possibile determinare il contenuto di protrombina conducendo uno studio meno specifico..

Nel corso di un esame del sangue biochimico, che nella maggior parte dei casi è prescritto in primo luogo, oltre che generale, è possibile identificare deviazioni dalla norma non solo di proteine ​​totali, glucosio, bilirubina, colesterolo, urea e altri, ma anche di protrombina. Se viene rilevato un cambiamento nel suo contenuto, il medico capirà immediatamente quali esami devono essere assegnati al paziente in seguito.

Ragioni per deviazioni dalla norma

Le violazioni del funzionamento del sistema emostatico, di regola, si riflettono sempre nei risultati durante la decodifica di un coagulogramma, pertanto l'indice di protrombina avrà anche indicatori patologici. I cambiamenti in quasi tutti i casi sono dovuti a varie malattie e richiedono un'attenta diagnosi e la nomina di una terapia adeguata.

Si osserva una diminuzione del coefficiente PTI nel sangue (ipercoagulazione):

  • con una mancanza di vitamina K (la sua carenza è caratteristica delle malattie intestinali - colite, enterocolite, ecc.);
  • terapia con eparina o suoi analoghi, coagulanti indiretti (Warfarin, Sinkumar, Fenilin, ecc.);
  • malattie del fegato che portano a una ridotta produzione di fattori della coagulazione da parte delle cellule epatiche;
  • insufficienza congenita di fattori (II, V, VII);
  • carenza di fibrinogeno (fattore I): ereditaria o acquisita;
  • alcune leucemie (acute e croniche);
  • patologie del pancreas, compresa la natura oncologica;
  • varie deviazioni dell'emostasi;
  • sindrome da antifosfolipidi;
  • violazione del metabolismo delle proteine;
  • malattia emorragica del neonato;
  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • shock tossico;
  • Sindrome DIC.

Inoltre, un aumento del tasso di IPT può essere osservato con disfibrinogenemia (la produzione di una proteina difettosa che non è in grado di svolgere la sua funzione nella cascata delle reazioni), una mancanza del fattore X, che si manifesta, ad esempio, come porpora nell'amiloidosi.

Inoltre, l'ipercoagulazione è caratteristica del malassorbimento con un disturbo dell'assorbimento dei grassi (dovuto a diarrea cronica o celiachia), ostruzione dei dotti biliari, ittero ostruttivo e sindrome nefrosica (con eccessiva escrezione dei fattori V e VII nelle urine).

A sua volta, questo indicatore può essere aumentato (ipocoagulazione) con patologie come:

  • trombosi di varia localizzazione e gravità;
  • trombofilia ereditaria e acquisita - patologie ad alto rischio di trombosi;
  • Sindrome DIC nel cancro - leucemia (forme acute e croniche);
  • aumento dell'attività del fattore VII, policitemia;
  • nel terzo trimestre di gravidanza.

Data l'elevata probabilità di un aumento del PTI nel sangue nelle donne durante il periodo di gestazione, i medici prescrivono a colpo sicuro questa analisi almeno 2-4 volte. Se necessario, lo studio viene eseguito tutte le volte richieste dalle condizioni del paziente.

Perché a tassi del 160% e superiori, sono possibili distacco della placenta e conseguente aborto spontaneo, e un monitoraggio regolare consente ai medici di controllare chiaramente la situazione e fornire l'assistenza necessaria il prima possibile..

Inoltre, si osserva un aumento del PTI nei pazienti che sono stati a lungo esposti alla terapia con determinati farmaci, come:

  • acido acetilsalicilico, lassativi,
  • diuretici tiazidici, acido nicotinico, chinino, chinitidina;
  • barbiturici, corticosteroidi, antibiotici;
  • contraccettivi ormonali.

Come si fa la ricerca?

La diagnostica del sangue per il coagulogramma e, di conseguenza, per il PTI e tutti gli altri indicatori inclusi nell'elenco, può essere superata in quasi tutti i laboratori, sia cliniche pubbliche che private. Il modulo di studio contiene spesso una tabella dei valori di riferimento di tutti i coefficienti, in modo che il paziente possa vedere da solo le deviazioni.

Il tempo per eseguire l'analisi e la decodifica dei materiali di ricerca è di un giorno lavorativo, ovvero il risultato è pronto il giorno lavorativo successivo. Il metodo di determinazione è la coagulometria ottica e cromogenica. Si consiglia di donare il sangue per questo studio a stomaco vuoto ed è ottimale farlo al mattino..

Quando si campiona il biomateriale in altri momenti della giornata, è necessario astenersi dal mangiare per almeno 6 ore. Inoltre, in caso di assunzione di farmaci che influiscono sulla coagulazione, che per motivi oggettivi non possono essere rifiutati prima dell'esame, deve essere avvertita l'infermiera prima del prelievo di sangue.

Cosa influenza il risultato?

I materiali di ricerca possono essere influenzati da molti fattori diversi, tra cui:

  • la presenza di un coagulante del lupus nel sangue (blocca direttamente i fattori di coagulazione);
  • trasfusione di sangue di donatori per l'ultimo mese o dei suoi componenti (può distorcere i livelli di APTT e fibrinogeno);
  • ematocrito bruscamente ridotto o aumentato.

Fattori che possono ridurre il coefficiente PTI:

  • l'uso di cibi grassi, alcol;
  • assunzione di farmaci - aspirina (a dosi elevate), steroidi anabolizzanti, antibiotici, paracetamolo, allopurinolo, eparina, glucagone, warfarin, vitamina A, kanamicina, clofibrato, diuretici, inibitori MAO, indometacina, corticotropina, levotiroxina, acido mefenaminovina metildopa, nortriptilina, propiltiouracile, acido nalidixico, neomicina, streptomicina, sulfonamidi, reserpina, tolbutamide, tamoxifene, tetracicline, chinidina, chinina, cloralio idrato, fenilbutazone, cloramfenicolo, colestiramina.

Fattori che aumentano il tasso PTI:

  • assunzione eccessiva di vitamina K dal cibo (presente in maiale, fegato di manzo, broccoli, cavoli, verdure a foglia verde, rape, ceci, soia);
  • vomito e diarrea (a causa di disidratazione e aumento della viscosità del sangue);
  • assunzione di farmaci - antiacidi, antistaminici, vicasol (un analogo della vitamina K), acido ascorbico, barbiturici, digitale, diuretici, griseofulvina, colchicina, corticosteroidi, caffeina, xantine, contraccettivi orali, rifampicina, fenobargidina, chlobarbidum.

Tutte queste caratteristiche dell'analisi devono essere rilevate in anticipo nell'ambulatorio del medico dopo la nomina dell'esame. Ciò contribuirà a ottenere i risultati più affidabili, che ti eviteranno di ripetere la procedura e forniranno al medico le informazioni necessarie per sviluppare una strategia terapeutica..

Indice di protrombina

Cos'è il sistema di coagulazione

Il sistema emostatico è molto complesso, coinvolge molti fattori sia tissutali che sierici. Il suo lancio è davvero simile a una cascata: è una catena di reazioni, ogni anello successivo delle quali è accelerato da enzimi aggiuntivi.

Uno schema semplificato di coagulazione del sangue si presenta così: la tromboplastina viene rilasciata dall'endotelio danneggiato, con la partecipazione di ioni calcio e vitamina K attiva la protrombina. La protrombina viene convertita in trombina attiva, che a sua volta innesca la formazione di fibrina insolubile dal fibrinogeno solubile. Questo processo si conclude con la fase di retrazione del coagulo sanguigno, cioè la sua compattazione e l'effettivo blocco del danno.

Ci sono molti più fattori coinvolti in questo schema in ogni fase. In totale, sono isolati da 13 plasma e 22 piastrine.

Cosa sono INR e PTI nel sangue, cosa indicano

Se il livello di protrombina è elevato, possono formarsi coaguli di sangue nei vasi. Se il livello è basso, possono verificarsi emorragie. Le donne dovrebbero monitorare i loro livelli di protrombina, soprattutto dopo 40 anni. In questo caso, sarà possibile identificare le violazioni nel tempo e prevenire la patologia. Questa condizione può causare infarto, ictus o trombosi..

PTI è il rapporto tra il periodo di coagulazione del plasma di una persona sana ed esaminata. L'analisi mostra il contenuto di protrombina nel sangue. Il risultato è espresso in percentuale. I guasti nella funzionalità epatica spesso causano anomalie nella concentrazione di PTI. il fegato produce questa proteina. Pertanto, lo studio consente di identificare malattie del sangue e disturbi d'organo. PTI viene superato anche da persone che subiranno un intervento chirurgico.

Il test INR è un indicatore della coagulazione del sangue. L'INR di una persona sana varia da 0,7 a 1,3. La norma dell'indicatore è 1. Quando il paziente assume anticoagulanti, l'analisi INR consente di scoprire se il dosaggio dei farmaci deve essere aumentato o diminuito..

In alcune patologie, la sintesi della protrombina può essere ridotta o aumentata. INR determina:

  • per le donne in stato di gravidanza;
  • prima dell'intervento chirurgico;
  • durante l'esame dei pazienti.

Affinché il sangue sia allo stato liquido durante la circolazione attraverso i vasi e in caso di danni sia dotato di protrombina, è necessario un intero complesso di trasformazioni.

L'indice di protrombina determina la tendenza del paziente a sanguinare o sviluppare coaguli di sangue. La protrombina è sintetizzata dalla vitamina K nel fegato. Questa sostanza mantiene un equilibrio nel corpo, per determinare il suo indicatore, è stato sviluppato il metodo Quick.

Comprendiamo i risultati, scopriamo le letture

Due stati sono inerenti al sangue umano: liquido e denso. Il sangue liquido svolge la maggior parte delle funzioni importanti per la vita e quando sanguina inizia ad addensarsi, il che aiuta la ferita risultante a guarire più velocemente.

Il tasso di coagulazione del sangue è influenzato dalla proteina prodotta dal fegato - protrombina, questo è il principale indicatore della coagulazione del sangue, che può essere indagato utilizzando un esame del sangue per l'indice di protrombina (PTI).

Cos'è un esame del sangue per PTI

Un esame del sangue per l'indice di protrombina è un aspetto importante nello studio di un coagulogramma. Con esso, puoi ottenere informazioni su quanto velocemente o lentamente coaguli il sangue.

L'indice ottenuto durante lo studio mostra il rapporto tra il tempo durante il quale il plasma sanguigno inizia a coagulare. Questo indicatore è misurato come percentuale.

Allo stesso tempo, ci sono due metodi per determinare il PTI:

  1. Metodo rapido;
  2. Metodo secondo Tugolukov.

Come capire i risultati e cosa significa la norma

L'indicatore della norma in questo studio è compreso tra il 95% e il 105%. Se l'indicatore PTI non rientra nell'intervallo normale sotto, significa che c'è un sospetto di ipocoagulazione del sangue (scarsa coagulazione). Questa patologia si sviluppa sullo sfondo dei seguenti problemi di salute:

  • Mancanza di vitamina K;
  • Mancanza di fibrinogeno;
  • Interruzione del fegato;
  • Assunzione a lungo termine di alcuni farmaci;
  • Disturbo emorragico congenito.

Ma se l'indicatore PTI supera la norma, allora si tratta di ipercoagulazione, cioè aumento della coagulazione del sangue. Anche questa condizione non può essere definita sana e quindi si verifica sullo sfondo di tali problemi nel corpo come:

  • Assunzione di anticoagulanti;
  • Malattie di natura oncologica;
  • Assunzione di antibiotici;
  • Protezione dalla gravidanza orale;
  • Abuso di droghe lassative;
  • Malattia del fegato;
  • Patologie congenite della coagulazione del sangue.

Va notato che esistono indicatori separati della norma per le donne che si trovano in una posizione. Poiché durante questo periodo, lo sfondo ormonale nelle donne cambia, gli indicatori della norma saranno più alti, nell'intervallo dal 90% al 120%.

Indicazioni per lo studio

Esiste un intero elenco di malattie in cui è semplicemente necessario monitorare costantemente il livello di protrombina. Queste malattie includono:

  • Infiammazione delle pareti venose;
  • Danni ai vasi sanguigni e danni al sistema circolatorio;
  • Epatite;
  • Gambero;
  • Infarto miocardico;
  • Ictus e altre patologie del sistema cardiovascolare;
  • Preparazione per interventi chirurgici invasivi;
  • Malattie dal campo della ginecologia;
  • Problemi di coagulazione del sangue

Com'è la procedura

Il metodo per studiare un liquido per l'indice PTI viene eseguito come segue:

  1. Il citrato di sodio viene posto nel pallone dove verrà versato il liquido di prova.
  2. Quindi, il materiale di ricerca raccolto per l'analisi viene aggiunto al pallone..
  3. Nel pallone si forma sangue denso, cioè non si coagula (a causa di una reazione chimica con citrato di sodio). Usando una centrifuga, le cellule del sangue vengono rimosse dal pallone.
  4. Speciali sostanze chimiche aggiuntive vengono aggiunte al pallone, il tempo viene registrato.
  5. In un periodo di tempo, dovrebbe formarsi un coagulo di sangue, ed è questo indicatore del tempo che viene decifrato come indice PTI.

Preparazione per la ricerca

Il prelievo del materiale di ricerca viene sempre effettuato dalla vena del paziente. Per ottenere dati accurati, è necessario prepararsi adeguatamente per l'analisi..

Il piano di preparazione consiste nell'osservare alcuni punti importanti (deve essere seguito da tutti i pazienti, nessuno escluso e indipendentemente dalla classificazione di genere):

Vieni a donare il sangue a stomaco vuoto e solo al mattino;

  • La cena della sera prima dovrebbe essere saltata;
  • Non puoi bere alcolici alla vigilia dell'analisi;
  • Prima dello studio, è necessario smettere di fumare, è meglio astenersi per un'intera giornata, ma non è possibile farlo almeno due ore prima dell'assunzione stessa del liquido di prova.

Senza questo tipo di preparazione, non è pratico condurre un'analisi, poiché i suoi risultati saranno imprecisi e errati! Inoltre, dovresti avvertire il tuo medico se:

  • Vengono presi alcuni farmaci;
  • Vengono utilizzati metodi contraccettivi ormonali e orali;
  • Sono accettate varie raccolte di erbe medicinali;
  • Avere reazioni allergiche.

Il metodo di analisi del sangue descritto può in molti modi mostrare lo stato generale di salute umana e indicare la presenza di alcune patologie.

Dovresti essere attento alla tua salute e monitorarla costantemente, soprattutto a quelle a rischio (patologie congenite).

Quando viene testata la protrombina

Un test di coagulazione (coagulogramma) non è un esame di routine, non è prescritto per tutti i pazienti di seguito. Il test viene eseguito nelle seguenti situazioni:

  • Sintomi indicativi di problemi di coagulazione: naso frequente e altri sanguinamenti, lividi senza motivo apparente, gengive sanguinanti quando si lavano i denti, eruzione cutanea emorragica.
  • Tromboflebite delle vene degli arti inferiori.
  • Esame del paziente prima di qualsiasi intervento chirurgico.
  • Le donne incinte devono essere esaminate.
  • Controllo durante il trattamento con anticoagulanti. Sono prescritti a pazienti con aritmie, dopo la sostituzione della valvola, con tromboflebite. Lo scopo di questi farmaci è aumentare il tempo di coagulazione del sangue mantenendolo entro un intervallo di sicurezza. Il PV sarà aumentato di 1,5-2 volte, il PTI e la protrombina di Quick saranno ridotti, l'INR sarà aumentato (in sicurezza fino a 2-3).
  • Per le malattie del fegato per chiarire il suo fallimento funzionale.
  • Prima di prescrivere ormoni contenenti estrogeni, nonché durante il processo di assunzione.

Indicatori normali

In un adulto sano, il tasso di PTI può variare dal 70% al 140%, ma in alcuni casi la deviazione può essere più significativa e comunque considerata normale. Ad esempio, durante un corso di determinati farmaci. Attualmente, i medici utilizzano la tabella Quick PTI, è stata creata sulla base di numerosi dati statistici sugli indicatori della coagulazione del sangue nelle persone sane, e oggi è la più rilevante.

  • fino a 6 80-100
  • 6-12 79-102
  • 12-18 78-110
  • 18-25 82-115
  • 25-45 78-135
  • 45-65 dal 78 al 140

È interessante! Per calcolare il PTI, è necessario dividere il tempo di protrombina di riferimento per il tempo di protrombina del paziente in esame e moltiplicarlo per il 100%.

Decodifica del test del sangue PTI

Nei casi in cui una persona si aspetta un sanguinamento minore previsto - prima dell'intervento chirurgico nel suo corpo; durante la gravidanza, prima del parto; nel periodo postoperatorio; così come per malattie come vene varicose, aterosclerosi dei vasi sanguigni, malattie del fegato e malattie autoimmuni, il sangue umano viene esaminato per la capacità di coagulare.

La coagulazione del sangue è la capacità di trasformarsi rapidamente da una sostanza liquida in un coagulo. Le funzioni del sangue nel corpo umano sono tali che uno stato liquido è necessario per le loro prestazioni. Il sangue è un mezzo di trasporto che fornisce cibo e ossigeno agli organi, regola la temperatura dei tessuti e protegge il corpo dalle infezioni. Tuttavia, se il rivestimento e i tessuti interni sono danneggiati e inizia il sanguinamento, il sangue inizia a coagulare: diventa più denso e forma coaguli di sangue..

L'ispessimento del sangue e la formazione di coaguli di sangue si verificano con l'aiuto di una proteina complessa: la protrombina. La protrombina si forma nel fegato con la partecipazione della vitamina K ed è il secondo fattore più importante nella coagulazione del sangue. La protrombina è un precursore della trombina.

Decodifica dell'analisi del sangue PTI è l'indice di protrombina, il rapporto tra il tempo necessario per la coagulazione del plasma sanguigno normale e del plasma del paziente. Esprimi PTI in percentuale. Quando l'IPT è inferiore al normale, il paziente è a rischio di sanguinamento. Quando più del normale - la minaccia di tromboflebite e ictus.

La pratica medica conosce diversi modi per determinare il tempo di coagulazione del plasma. Tra gli altri, il metodo Quick e il metodo Tugopukov. Molto spesso viene scelto il metodo Rapido..

Il PTI è considerato un tipo di indagine un po 'obsoleto, ma è ampiamente praticato. Un esame più moderno è l'INR. Questa analisi è raccomandata dagli esperti dell'OMS se è necessario monitorare l'assunzione di farmaci, durante il trattamento con anticoagulanti indiretti. Gli anticoagulanti indiretti sono vitamina K sintetizzata. Questo trattamento ha lo scopo di abbassare il livello di protrombina nel sangue e rallentare il tempo di coagulazione del sangue. Trattamento con anticoagulanti indiretti in caso di coaguli di sangue nelle vene - tromboflebite, trombosi, embolia polmonare, complicanze dell'infarto miocardico, insufficienza coronarica.

Un esame del sangue INR aiuta a regolare la dose del farmaco e a identificare l'efficacia del corso del trattamento.

La decodifica del test del sangue PTI è un esame necessario in preparazione alla chirurgia e al parto.

Errore: nessun articolo da visualizzare

Cos'è la protrombina

È una glicoproteina prodotta nelle cellule del fegato, fattore II della coagulazione del plasma.

La vitamina K è necessaria per la sintesi della protrombina, quindi uno dei motivi della sua diminuzione è l'assunzione insufficiente di questa vitamina con il cibo o un basso livello della sua sintesi nell'intestino.

La protrombina è una proteina inerte, la sua attivazione avviene sotto l'azione del fattore di coagulazione XII (sistema interno) o quando l'endotelio è danneggiato (meccanismo esterno di emostasi).

Il tasso di contenuto di protrombina nel sangue è 0,1-0,15 g / l. Tuttavia, la sua quantificazione non viene utilizzata nella diagnostica di routine. Questa è una proteina piuttosto instabile, è facilmente distrutta ed è difficile separarla in una frazione separata e contare.

In pratica vengono utilizzati test qualitativi per la protrombina, che riflettono il suo contenuto nel sangue solo indirettamente. Si basano sul calcolo del periodo di tempo durante il quale si coagula il sangue quando vengono aggiunti attivatori della trombochinasi (che a sua volta attiva la protrombina, convertendola in trombina, e la trombina catalizza la conversione del fibrinogeno in fibrina).

Quindi, quando diciamo “analisi per protrombina”, “sangue per protrombina”, questo non significa determinarne la concentrazione nel sangue, come ad esempio si esaminano glucosio, emoglobina o bilirubina. E il risultato è dato non in unità quantitative, ma in percentuale. Questo concetto caratterizza il meccanismo esterno dell'emocoagulazione nel suo insieme e riflette l'attività dell'intero complesso protrombinico (fattori II, V, VII, X).

Qual è l'indice di protrombina. Il tasso di PTI nelle donne e negli uomini

L'indice di protrombina (PTI) è un indicatore importante della coagulazione del sangue insieme al tempo di protrombina (PT) e al rapporto internazionale normalizzato. Questi indicatori vengono utilizzati nella pratica diagnostica per decifrare le cause del sanguinamento e della formazione di trombi..

L'indice di protrombina mostra il rapporto tra il tempo di protrombina di un campione di plasma normale di riferimento (il tempo di protrombina è normale) e il tempo di protrombina di un campione del paziente. Va notato che PTI è in grado di valutare il PT solo del percorso di piegatura esterno.

Qual è l'indice di protrombina e la sua norma

Il valore diagnostico degli studi compositi del coagulogramma non può essere sopravvalutato. Utilizzando i risultati di tale analisi, è possibile trarre conclusioni sulla presenza, la gravità del decorso delle malattie e monitorare il corso del trattamento..

La decifrazione di un coagulogramma è un processo laborioso che richiede una conoscenza approfondita dei processi di coagulazione. Pertanto, il medico dovrebbe occuparsi della decodifica dell'analisi e della diagnosi appropriata..

L'analisi dell'indice di coagulazione viene eseguita in un laboratorio clinico. Per questo, viene prelevato un campione di sangue venoso..

Prima dello studio, si sconsiglia al paziente di consumare cibo almeno sei ore prima dello studio, di astenersi da cibi grassi e fritti un giorno prima dell'analisi.

Si raccomanda ai pazienti che sono già in trattamento per problemi di coagulazione del sangue di interrompere l'assunzione di farmaci dodici ore prima dello studio.

L'indice di protrombina è normale negli uomini e nelle donne e va dal 95% al ​​105%.

Deviazione dell'indice di protrombina dalla norma

Un livello alto o basso di IPT può indicare lo sviluppo di una varietà di malattie. La natura di queste malattie, di regola, è associata ai processi di coagulazione o alla sintesi di fattori di coagulazione da parte del fegato..

L'indice di protrombina è aumentato con:

  • prendendo anticoagulanti;
  • alcune malattie del fegato in cui la secrezione di sostanze essenziali è aumentata o diminuita (epatite, cirrosi);
  • mancanza di vitamina K e concomitante sintesi insufficiente di fattori di coagulazione;
  • sindrome da coagulazione intravascolare disseminata (sindrome da coagulazione intravascolare disseminata);
  • deficit ereditario o acquisito di alcuni fattori della coagulazione;
  • trasfusioni di sangue significative.

Una diminuzione dell'indice di protrombina può indicare le seguenti patologie:

  • consumo di antistaminici, contraccettivi orali, mercaptopurina;
  • policitemia (aumento della viscosità del sangue, che porta a ipercoagulabilità);
  • l'ultimo trimestre di gravidanza e lo stato postpartum;
  • trombosi e tromboembolia;
  • aumento della tromboplastina nel sangue a causa di danni ai tessuti.

Valori PTI durante la gravidanza

Le donne dovrebbero essere particolarmente attente e caute riguardo al significato di PTI. Per prendersi cura in anticipo della salute del nascituro, il medico che monitora il corso della gravidanza indirizza la donna a un coagulogramma e ad altri test senza fallo.

Normalmente, durante la gravidanza, l'indice di protrombina è leggermente abbassato (il tempo di protrombina è aumentato), il che non è una tendenza pericolosa.

Tali valori dell'indice sono spiegati dal normale cambiamento nel background ormonale della donna, dalla formazione di un ulteriore circolo di circolazione sanguigna tra la madre e il feto, nonché dall'auto-preparazione del corpo per il processo del parto e dalla possibile abbondante perdita di sangue..

Queste complicazioni, tra cui gravi emorragie interne ed esterne, distacco della placenta, sono cause comuni di morte sia per il bambino che per la madre..

Se l'indice di protrombina è aumentato o diminuito, significa che è urgentemente necessario consultare un medico per un consiglio.

Con valori di PTI bassi, le donne durante l'intera gravidanza devono includere alimenti saturi di fattori di coagulazione nella dieta. Per una decodifica separata dei risultati dell'analisi e la consultazione degli specialisti competenti, contattare immediatamente l'ospedale.

L'indice di protrombina (PTI) dovrebbe essere mantenuto normale non solo dalle donne che intendono diventare madri, ma anche da tutti i gruppi di persone che monitorano la loro salute.

Non dimenticare di visitare regolarmente un medico per esami preventivi, condurre regolarmente test del corpo, formare correttamente una dieta e monitorare attentamente la tua salute.

La diagnosi precoce della malattia è la metà del successo nel suo trattamento.

Come prepararsi per il test

Per ottenere risultati affidabili, è necessario donare correttamente il sangue per i test. Il sangue viene prelevato prima delle 11 del mattino, sempre a stomaco vuoto. Per prepararti all'analisi, devi seguire alcuni consigli:

Per circa tre giorni dopo aver programmato di andare in ospedale, astenersi da cibi grassi e fritti. Non si può parlare di bevande alcoliche. Tutto questo sarà un grande fardello per il fegato..

Non fumare tre ore prima della donazione del sangue, poiché la nicotina porterà a una diminuzione dell'indice di protrombina.

Se stai assumendo costantemente farmaci, rinunciali sei ore prima di pianificare la donazione del sangue, dopodiché puoi riprendere a prendere.

È impossibile in questo giorno, o meglio prima del test, impegnarsi in un'attività fisica pesante.

È impossibile prelevare il sangue dalle donne durante le mestruazioni, in questo momento gli indicatori saranno inaffidabili.

Il sangue viene prelevato da una vena, dopo di che viene posto in una provetta speciale con soluzione salina, centrifugato e quindi verrà eseguito un esame approfondito.

Quando è pianificata un'analisi

Un esame del sangue INR per la coagulabilità è prescritto in tali situazioni:

  • prima dell'intervento chirurgico;
  • durante l'assunzione di anticoagulanti;
  • in modo da non causare coaguli di sangue;
  • durante la gravidanza;
  • vene varicose;
  • con scarsa coagulazione;
  • con malattie del cuore e della circolazione sanguigna;
  • mancanza di vitamina K;
  • cirrosi.

L'analisi INR viene eseguita in diverse istituzioni mediche. I risultati dei test, anche se eseguiti in laboratori diversi, sono gli stessi. L'analisi INR consente di monitorare l'efficacia del trattamento dei pazienti a cui vengono prescritti anticoagulanti: Finilin, Syncumar, ecc..

Gli anticoagulanti vengono utilizzati quando si possono formare coaguli di sangue, cosa che accade con tali malattie:

  • attacco di cuore,
  • tromboembolia,
  • insufficienza coronarica,
  • embolia polmonare,
  • soglia del cuore.

Se l'INR di una donna è elevato, la donna ha una predisposizione al sanguinamento e il dosaggio dell'anticoagulante deve essere ridotto. Se il risultato è basso, il paziente ha il rischio di coaguli di sangue. In questo caso, il fluidificante del sangue non mostra l'efficacia desiderata, quindi il dosaggio dei farmaci viene aumentato.

Deviazioni

In una persona sana, l'indice di protrombina dovrebbe essere sempre normale, dal 78 al 140%. Questo è un indicatore relativamente costante, quindi se c'è una deviazione dalla norma, sono necessarie la diagnostica e l'identificazione delle cause.

Dopo aver esaminato i risultati, è possibile trarre una serie di conclusioni:

  1. Valutare il rischio di infarto, ictus e trombosi venosa nelle vene varicose;
  2. Valutare il lavoro del sistema digestivo;
  3. Supponiamo la presenza di un tumore nel pancreas, nel fegato e in altri organi;
  4. Determina l'efficacia dei farmaci;
  5. Determina la carenza o la carenza di vitamina K..

Una deviazione dalla norma deve essere trattata o ulteriormente studiata per stabilire la causa.

Da cosa dipende la modifica dell'indice

Il PTI è essenzialmente la quantità di protrombina proteica nel sangue. Se non è sufficiente, c'è il rischio di sanguinamento..

Motivi della diminuzione del PTI:

  1. Mancanza di vitamina K;
  2. Cambiamenti patologici nel fegato;
  3. Mancanza di fibrinogeno, un'altra proteina del sangue coinvolta nella coagulazione;
  4. Sindrome DIC;
  5. Una quantità in eccesso di eparina - una sostanza che viene prodotta nel fegato e regola la coagulazione;
  6. L'amiloidosi è una violazione del metabolismo delle proteine, in cui alcuni gruppi di proteine ​​in combinazione con polisaccaridi si depositano negli organi e nei tessuti;
  7. Sindrome nefrosica - danno renale;
  8. Pancreatite - infiammazione del pancreas;
  9. Neoplasie nella cistifellea;
  10. Leucemia e altre malattie associate alla coagulazione del sangue;
  11. Malattie intestinali e disbiosi;
  12. Assunzione di alcuni farmaci (coagulanti);
  13. Anomalie vascolari congenite;
  14. Patologie nella ghiandola tiroidea.

Un aumento dell'indice di protrombina (ipercoagulabilità), che può causare coaguli di sangue e blocchi.

Le ragioni possono essere le seguenti:

  • Eredità;
  • Difetti congeniti della coagulazione del sangue;
  • Aumento del contenuto di globuli rossi;
  • Malattie oncologiche;
  • Mancanza di eparina;
  • Gravidanza (soprattutto nel terzo trimestre)
  • Assunzione di farmaci ormonali e altri farmaci (anticoagulanti, cumarine, antibiotici, forti lassativi, barbiturici, corticosteroidi).

Quanto è veloce il tempo di protrombina

Per determinare il tempo di protrombina, viene utilizzato un metodo Quick molto antico, ma affidabile e semplice, proposto per la prima volta nel 1935. Per questo, viene prelevato il plasma sanguigno del paziente e viene aggiunta la tromboplastina, che imita l'attività delle piastrine. Questa tromboplastina è comune a 5 donatori sani con normale coagulazione del sangue.

Successivamente, tutto viene riscaldato a bagnomaria, quindi viene aggiunto e agitato cloruro di calcio. È noto che la presenza di calcio è un fattore molto importante per il funzionamento affidabile del sistema emostatico e, con la sua carenza, la coagulazione del sangue peggiora significativamente. Dopo l'agitazione, il sangue si coagula e questo processo richiede letteralmente pochi secondi. Di conseguenza, i fili di fibrina cadono. Di conseguenza, più velocemente compaiono, più è attiva la protrombina..

La decodifica del PTI in un esame del sangue biochimico è molto semplice. Per calcolare l'indice di protrombina, al numeratore della frazione viene inserito l'indicatore normale del sangue del donatore (in secondi) e al denominatore il tempo di coagulazione del sangue in esame. In una persona sana, il tempo di protrombina necessario per formare un coagulo sanguigno stabile varia solitamente da 12 a 15 secondi. E l'indice di protrombina in una persona sana, rispettivamente, può variare dal 78 al 142%.

Puoi trovare una descrizione più dettagliata nel nostro articolo Tempo di protrombina.

Poiché anche un assistente di laboratorio esperto a volte trova abbastanza difficile decifrare gli indicatori del tempo di protrombina con una precisione di un secondo, anche con un cronometro in mano, i laboratori moderni utilizzano analizzatori speciali che segnano in modo molto accurato il momento della formazione di fibrina cambiando lo spettro e la densità ottica al momento del passaggio dalla soluzione alla coagularsi. Ora tutti capiscono cos'è l'analisi IPT. Quali sono le indicazioni ai fini di questo studio?

Protrombina. Norma e interpretazione delle analisi

Protrombina secondo Quick, la norma va dal 70 al 120% o dal 78 al 142%, a seconda del laboratorio. A questo proposito, ci si dovrebbe concentrare sugli indicatori della norma indicati nel modulo con i risultati..

Per riferimento. Protrombina, la velocità rapida non dipende dal sesso.

La norma nelle donne in gravidanza corrisponde anche a valori dal 70 al 120% o dal 78 al 142%. Si può osservare un leggero aumento dei valori negli ultimi mesi di gravidanza.

I valori del rapporto internazionale normalizzato negli adulti vanno da 0,8 a 1,2. Per i pazienti che ricevono un trattamento con farmaci di anticoagulanti indiretti, i valori possono passare da 2.0 a 3.0. Negli individui con protesi valvolari, il tasso INR è compreso tra 2,5 e 3,5.

Attenzione. Dovresti anche prendere in considerazione le norme sull'età dell'INR.. Per i bambini di età inferiore a tre giorni, la norma del rapporto normalizzato internazionale va da 1,15 a 1,35

Per i bambini di età inferiore a tre giorni, il tasso di rapporto normalizzato internazionale è compreso tra 1,15 e 1,35.

Da tre giorni a un mese - da 1,05 a 1,35.

Di mese in anno di vita - da 0,86 a 1,22.

Da uno a sei anni - da 0,92 a 1,14.

Da sei a undici anni - da 0,86 a 1,2.

Da undici a sedici anni - da 0.97 a 1.3.

Dall'età di sedici anni, la tariffa INR non differisce da quella degli adulti.

Attenzione. Quando si valutano i valori della protrombina in base all'INR, si deve tenere presente che la norma nelle donne in gravidanza dipende dalla settimana di gravidanza.. Dalla prima alla tredicesima settimana - da 0,8 a 1,2

Dalla prima alla tredicesima settimana - da 0,8 a 1,2.

Dal tredicesimo al ventunesimo: da 0,56 a 1,1.

Dal 21 al 29: da 0,5 a 1,13.

Dal 29 ° al 35 ° - da 0,58 a 1,17.

35 ° - da 0,15 a 1,14.

Importante. Gli indicatori del tempo di protrombina non dipendono dal sesso, ma hanno fluttuazioni legate all'età. I ​​valori sono registrati in secondi

I valori vengono registrati in secondi.

Per i bambini fino a tre giorni, il tasso PV va da 14,4 a 16,4.

Da tre giorni a un mese - da 13,5 a 16,4.

Da un mese a un anno di vita - da 11.5 a 15.3.

Da uno a sei anni - da 12.1 a 14.5.

Dai sei agli undici anni - dall'11.7 al 15.1.

Da undici a sedici anni - dal 12.7 al 16.1.

Per riferimento. I valori normali dell'indice di protrombina variano dal 93 al 107%.

PTI e protrombina

Come risultato di una serie di trasformazioni chimiche, la protrombina viene scissa per formare la trombina. La trombina, a sua volta, è necessaria per convertire il fibrinogeno in fibrina (e questi sono gli stessi fili che formano la base del trombo). Di conseguenza, la normale coagulazione del sangue è impossibile senza la trombina, poiché è il primo anello nel meccanismo a cascata della formazione permanente di trombi. Naturalmente, i collegamenti successivi non sono meno importanti, poiché la disattivazione di uno di essi porta a una violazione della coagulazione del sangue.

Tuttavia, in senso stretto, l'indice di protrombina consente di valutare non il contenuto di protrombina nel sangue stesso, ma il tempo durante il quale passa tutte le trasformazioni. Pertanto, è fondamentalmente sbagliato presumere che questo indicatore dipenda esclusivamente dalla protrombina. È determinato da una combinazione di diversi fattori di coagulazione (incluso il fattore II). E ci sono altri studi per una determinazione separata della protrombina..

Ragioni per deviazioni dalla norma e metodi di correzione

Quando si analizza il sangue di PTI, la norma nelle donne può variare. Se il PTI è aumentato, oltre il 150%, ciò indica i seguenti motivi:

  1. Malattie che si manifestano con una mancanza di vitamina K..
  2. Sindrome DIC,
  3. Patologie in cui la fibrina è scarsamente prodotta.
  4. Disturbi ereditari caratterizzati da ridotta coagulazione del sangue.

Il PTI aumenta se una donna assume farmaci da molto tempo, come Aspirina, antibiotici, steroidi anabolizzanti, eparina, lassativi, acido nicotinico, metotrexato. Il PTI nelle donne aumenta all'età di 45-50 anni. Nelle donne, l'indice può aumentare a causa dell'uso di farmaci ormonali. Se il paziente ha una malattia cardiaca, l'uso di contraccettivi ormonali deve essere annullato.

Se il PTI è aumentato, è necessario seguire una dieta e condurre uno stile di vita sano. Devi mangiare cibi che fluidificano il sangue:

  • farina d'avena (per colazione);
  • frutti di bosco;
  • succo di pomodoro;
  • barbabietola;
  • Zenzero;
  • olio d'oliva;
  • grasso di pesce;
  • ananas.

Mangia più frutta e verdura e riduci la carne. La cottura a vapore dovrebbe essere terminata. Devi mangiare spesso, ma in piccole porzioni. Hai bisogno di bere molti liquidi.

Dovrebbe essere escluso dalla dieta:

  • cibo in scatola;
  • carni affumicate;
  • liquore.

Se il PTI in una donna è ridotto, la protrombina è eccessivamente attiva. Un basso PTI si verifica in donne in gravidanza, pazienti con policitemia, trombosi, indigestione, disbiosi, ipovitaminosi, cancro, allergie. In questo caso, i medici prescrivono Warfarin, Eparina.

  • grassi;
  • grano saraceno;
  • Peperoncino;
  • Farina;
  • cibi affumicati e salati;
  • legumi.

Le donne malate dovrebbero consumare olio di pesce, aglio, agrumi, zenzero, tè verde, farina d'avena e frutti di bosco.

Indice di protrombina Analisi (PTI)

Cos'è l'indice di protrombina

L'indicatore PTI aiuta a valutare l'efficacia del sistema emostatico

L'indice di protrombina (PTI) è un test per lo studio del sistema emostatico. Consente di determinare anomalie nel meccanismo di coagulazione del sangue e serve anche come diagnosi ausiliaria di varie malattie. Come altri test di protrombina utilizzati nella diagnosi della coagulazione, viene determinato riproducendo la via esterna della coagulazione in condizioni di laboratorio, quando il fattore tissutale è coinvolto nel processo..

Per calcolare l'indice, è necessario conoscere il risultato del tempo di protrombina (PTT). Questo test determina i tempi di formazione del coagulo quando il fattore tissutale (tromboplastina) e il cloruro di calcio vengono aggiunti al campione di sangue. L'indicatore ottenuto viene confrontato con il risultato PTT del plasma di controllo, che è un insieme di campioni di sangue da donatori sani.

  • PTI = PTT del donatore / PTT del paziente * 100%.

Norme

Analisi eseguita in un laboratorio

I valori guida sono del 90-110%, ma possono differire da laboratorio a laboratorio. È necessario controllare il risultato con gli indicatori di riferimento sul modulo di analisi. Pertanto, non è consigliabile confrontare il tasso dello stesso paziente ottenuto in diversi laboratori..

Normalmente, il meccanismo dell'emostasi protegge in modo affidabile il sistema circolatorio da emorragie e aumento della formazione di trombi, cioè previene la perdita di sangue in caso di danni ai vasi creando ostacoli - trombi, e quindi li dissolve in modo che il sangue rimanga sempre allo stato liquido. Una diminuzione o un aumento del tempo naturale per la creazione di un coagulo indica la presenza nel corpo di alcuni fattori negativi che richiedono l'identificazione obbligatoria.

Ragioni per il livello abbassato

Un certo numero di farmaci riduce i livelli di IPT

Un basso livello di IPT riflette una maggiore tendenza al sanguinamento, poiché aumenta il tempo necessario per la coagulazione del sangue.

Le ragioni sono dovute ai seguenti fattori:

  • Malattie congenite caratterizzate da una carenza di uno dei fattori della coagulazione.
  • Mancanza di vitamina K, da cui dipendono i fattori di coagulazione II, VII, IX e X..
  • Malattia del fegato. Provoca una violazione della sintesi di fattori dipendenti dalla vitamina K..
  • Malattia renale cronica. Sono accompagnati dall'inibizione dei fattori II, IX, X, XI, XII.
  • Il ricevimento di anticoagulanti diretti riduce l'attività della trombina, gli anticoagulanti indiretti interrompono la formazione di protrombina.
  • L'assunzione di fibrinolitici provoca la degradazione del fibrinogeno, nonché dei fattori V e VII.
  • Le malattie del cancro influenzano negativamente i fattori V, VIII, IX.

Ragioni per il livello aumentato

La ragione per la crescita del PTI è la formazione di trombi nei vasi delle estremità

Un valore di indice elevato indica un aumento della trombosi.

  • Trombosi. Formazione di coaguli, più comunemente negli arti inferiori.
  • Tromboembolia. Coaguli di sangue che vagano nel flusso sanguigno.
  • Sindrome DIC. Aumento della formazione di trombina, che provoca la formazione di molti microgruppi.
  • L'assunzione di farmaci ormonali innesca il meccanismo di aumento della coagulazione del sangue.
  • Tumori del cancro accompagnati da trombosi venosa.
  • Conseguenze della chirurgia.
  • Gravidanza.

Caratteristiche dello studio nelle donne

Il livello di PTI può dipendere dalla fase del ciclo mestruale.

La tariffa per le donne è la stessa di uomini e bambini. Ma il risultato dell'analisi è influenzato dalla fase del ciclo mestruale. Si consiglia di esaminare un esame del sangue per il PTI nella seconda metà del ciclo, cioè a partire da 15-20 giorni dopo il primo giorno delle mestruazioni.

La differenza non solo nei risultati, ma anche nelle norme stabilite per le donne, si riferisce al periodo di gravidanza..

PTI durante la gravidanza

Durante la gravidanza, i cambiamenti influenzano il sistema di coagulazione.

Durante la gravidanza, il valore del PTI aumenta gradualmente con l'aumentare della coagulazione del sangue. Ciò accade perché il sistema emostatico protegge il corpo della donna da possibili emorragie e si prepara anche per il parto imminente. Durante il parto, una donna perde una grande quantità di sangue. E se non fosse per una maggiore coagulazione, la perdita diventerebbe critica. Pertanto, il tasso di PTI durante la gravidanza è solitamente superiore al 100%..

In alcuni casi, il PTI aumenta notevolmente, se altri indicatori mostrano lo stesso risultato, possono essere prescritti fluidificanti del sangue. Particolare attenzione agli indicatori del coagulogramma viene prestata se ci sono stati aborti spontanei, gravidanze mancate e altre anomalie nel periodo passato. L'aumento del tono dell'utero è anche un indicatore per uno studio non programmato del livello di PTI..

Indicazioni

La malattia del fegato può essere un'indicazione per l'analisi

Il PTI viene determinato durante gli esami di routine durante la gravidanza, prima dell'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio. Tutti i test di protrombina hanno un indicatore importante durante il monitoraggio della terapia della trombosi o del sanguinamento.

Come test ausiliario se si sospettano le seguenti patologie:

  • violazioni nel fegato (epatite, cirrosi);
  • mancanza di vitamina K (disbiosi, ittero ostruttivo);
  • trombosi di varie sedi (vasi cerebrali, vene profonde, vene renali);
  • complicazione della trombosi (tromboembolia);
  • malattie del sistema circolatorio;
  • condizioni preinfarto, così come dopo un ictus, infarto;
  • forte sanguinamento, compreso sanguinamento mestruale.

Regole di analisi

Un prerequisito è la preparazione per il test

L'analisi per PTI deve essere superata, seguendo le regole:

  • Il periodo di fame deve essere di almeno 12 ore.
  • Puoi bere solo acqua il giorno dello studio, escluse eventuali altre bevande.
  • Elimina l'alcol un giorno prima dell'analisi, fumando - almeno un'ora.
  • Limita lo stress fisico e psico-emotivo, soprattutto mezz'ora prima della procedura.
  • Non utilizzare farmaci e, se i farmaci sono stati assunti nei giorni precedenti, fornirne un elenco al medico.
  • Il prelievo di sangue viene eseguito al mattino.

Interpretazione dei risultati

Il motivo deve essere stabilito il prima possibile

Un PTI elevato è un indicatore di un tempo accelerato per la formazione di un coagulo di sangue. Questo fenomeno porta a condizioni pericolose caratterizzate dalla formazione di coaguli di sangue anche quando non si sono verificati danni all'integrità dei vasi. Un trombo che blocca il vaso di 3/4 impedisce il movimento del flusso sanguigno al tessuto, il che porta a una carenza di ossigeno dell'organo. Con coaguli di dimensioni maggiori, inizia la morte cellulare. Pertanto, è importante stabilire la causa dell'aumento dell'IPT il prima possibile e iniziare il trattamento..

Un PTI basso significa che il coagulo che si sovrappone al sito di danno al vaso si forma troppo lentamente. Questa patologia può portare ad un alto rischio di sanguinamento, anche con lievi violazioni dell'integrità della nave. Con una bassa capacità di coagulazione, può iniziare un'emorragia involontaria, che aggrava ulteriormente la situazione. L'identificazione tempestiva dei fattori che hanno causato un basso PTI consente di prescrivere la terapia ed eliminare i rischi.

In quali casi è necessario eseguire regolarmente l'analisi

Particolare attenzione è rivolta al PTI durante la gravidanza

Un'analisi per l'indicatore PTI, deve essere eseguita regolarmente nei casi in cui è necessario monitorare il meccanismo di coagulazione del sangue.

  • Dopo aver subito un ictus, infarto, con malattie vascolari.
  • Quando si assumono contraccettivi ormonali.
  • Durante la terapia anticoagulante a lungo termine.
  • Durante il periodo di gravidanza.
  • Con patologie epatiche.

Articolo Successivo
Stenosi aortica