Sistema cardiovascolare: segreti e segreti del "motore" umano


Il corpo umano è un sistema biologico complesso e ordinato, che è il primo passo nell'evoluzione del mondo organico tra gli abitanti dell'Universo a nostra disposizione. Tutti gli organi interni di questo sistema funzionano in modo chiaro e armonioso, garantendo il mantenimento delle funzioni vitali e la costanza dell'ambiente interno.

E come funziona il sistema cardiovascolare, quali importanti funzioni svolge nel corpo umano e quali segreti ha? Puoi conoscerla meglio nella nostra recensione dettagliata e nel video in questo articolo..

Un po 'di anatomia: cosa è compreso nel sistema cardiovascolare

Il sistema cardiovascolare (CVS), o sistema circolatorio, è un complesso elemento multifunzionale del corpo umano, costituito dal cuore e dai vasi sanguigni (arterie, vene, capillari).

È interessante. La diffusa vascolarizzazione permea ogni millimetro quadrato del corpo umano, fornendo nutrimento e ossigenazione a tutte le cellule. La lunghezza totale di arterie, arteriole, vene e capillari nel corpo supera i centomila chilometri.

La struttura di tutti gli elementi del CCC è diversa e dipende dalle funzioni svolte. Per maggiori dettagli sull'anatomia del sistema cardiovascolare, vedere le sezioni seguenti..

Un cuore

Il cuore (greco cardias, lat. Cor.) È un organo muscolare cavo che pompa il sangue attraverso i vasi attraverso una certa sequenza di contrazioni ritmiche e rilassamento. La sua attività è causata da costanti impulsi nervosi provenienti dal midollo allungato..

Inoltre, l'organo ha un automatismo: la capacità di contrarsi sotto l'influenza di impulsi formati in sé. L'eccitazione generata nel nodo seno-atriale si diffonde al tessuto miocardico, provocando contrazioni muscolari spontanee.

Nota! Il volume delle cavità d'organo in un adulto è in media 0,5-0,7 litri e la massa non supera lo 0,4% del peso corporeo totale.

Le pareti del cuore sono costituite da tre fogli:

  • l'endocardio che riveste il cuore dall'interno e forma l'apparato valvolare CVS;
  • miocardio: uno strato muscolare che fornisce la contrazione delle camere cardiache;
  • epicardio - il guscio esterno che si collega al pericardio - il sacco pericardico.

Nella struttura anatomica dell'organo si distinguono 4 camere isolate: 2 ventricoli e due atri, collegati tra loro attraverso il sistema valvolare.

Il sangue saturo di molecole di ossigeno dalla circolazione polmonare entra nell'atrio sinistro attraverso quattro vene polmonari di uguale diametro. In diastole (fase di rilassamento) attraverso la valvola mitrale aperta, entra nel ventricolo sinistro. Quindi, durante la sistole, il sangue viene proiettato con forza nell'aorta, il tronco arterioso più grande del corpo umano.

L'atrio destro raccoglie il sangue "processato" contenente una quantità minima di ossigeno e una quantità massima di anidride carbonica. Proviene dalla parte superiore e inferiore del corpo attraverso le vene cave con lo stesso nome - v. cava superior e v. interni cava.

Quindi il sangue passa attraverso la valvola tricuspide ed entra nella cavità del ventricolo destro, da dove viene trasportato lungo il tronco polmonare nella rete arteriosa polmonare per arricchire l'O2 e liberarsi della CO2 in eccesso. Pertanto, il lato sinistro del cuore è pieno di sangue arterioso ossigenato e il lato destro è pieno di venoso.

Nota! I rudimenti del muscolo cardiaco sono determinati anche nei cordati più semplici sotto forma di un'espansione dei grandi vasi. Nel processo di evoluzione, l'organo si è sviluppato e ha acquisito una struttura sempre più perfetta. Quindi, per esempio, il cuore nei pesci è a due camere, negli anfibi e nei rettili è a tre camere e negli uccelli e in tutti i mammiferi, come negli esseri umani, è a quattro camere..

La contrazione del muscolo cardiaco è ritmica e normalmente è di 60-80 battiti al minuto. In questo caso, c'è una certa dipendenza dal tempo:

  • la durata della contrazione dei muscoli atriali è di 0,1 s;
  • i ventricoli sono tesi per 0,3 s;
  • durata della pausa - 0,4 s.

L'auscultazione nel lavoro del cuore emette due toni. Le loro caratteristiche principali sono presentate nella tabella sottostante..

Tabella: toni del cuore:

NomeCosa ha causatoCaratteristica
SistolicoFormato dall'oscillazione dei lembi quando le valvole mitrale e tricuspide collassanoBasso, di lunga durata
DiastolicaFormato dalla chiusura delle valvole aortiche semilunari e PAAlto basso

Arterie

Le arterie sono tubi elastici cavi che trasportano il sangue dal cuore alla periferia. Hanno pareti spesse, strato per strato formate da fibre muscolari, elastiche e di collagene e possono cambiare il loro diametro a seconda del volume di fluido in esse circolante. Le arterie sono sature di sangue ricco di ossigeno e lo fanno circolare in tutti gli organi e tessuti.

Nota! L'unica eccezione alla regola è il tronco polmonare (truncus pneumonalis). È pieno di sangue venoso, ma è chiamato arteria, poiché lo trasporta dal cuore ai polmoni (nella circolazione polmonare) e non viceversa. Allo stesso modo, le vene polmonari che scorrono nell'atrio sinistro trasportano sangue arterioso.

Il più grande vaso arterioso nel corpo umano è l'aorta che lascia il ventricolo sinistro..

Secondo la struttura anatomica, ci sono:

  • la parte ascendente dell'aorta, che dà origine alle arterie coronarie che alimentano il cuore;
  • l'arco dell'aorta, da cui fuoriescono grandi vasi arteriosi che alimentano gli organi della testa, del collo e degli arti superiori (tronco brachiocefalico, arteria succlavia, arteria carotide comune sinistra);
  • la parte discendente dell'aorta, che si divide nella regione toracica e addominale.

Le vene sono generalmente chiamate vasi che trasportano il sangue dalla periferia al cuore. Le loro pareti sono meno spesse delle pareti arteriose e non contengono quasi fibre muscolari lisce..

All'aumentare del diametro, il numero di vasi venosi diminuisce e alla fine rimangono solo le vene cave superiore e inferiore, raccogliendo il sangue rispettivamente dalle parti superiore e inferiore del corpo umano.

Vasi del letto microcircolatorio

Oltre alle grandi arterie e vene, nel sistema cardiovascolare si distinguono elementi della microvascolarizzazione:

  • arteriole - arterie di piccolo diametro (fino a 300 micron), che precedono i capillari;
  • venule - vasi direttamente adiacenti ai capillari e che trasportano sangue povero di ossigeno alle vene più grandi;
  • capillari - i vasi sanguigni più piccoli (il diametro è di 8-11 micron), in cui l'ossigeno e le sostanze nutritive vengono scambiati con il fluido interstiziale di tutti gli organi e tessuti;
  • anastomosi artero-venose - composti che assicurano il trasferimento del sangue dalle arteriole alle venule senza la partecipazione dei capillari.

Oltre a regolare la circolazione sanguigna, CVS è anche responsabile del lavoro del sistema linfatico del corpo, che è costituito dalla linfa stessa, dai vasi linfatici e dai linfonodi..

Ciò che muove il sangue attraverso i vasi

E cosa fa "scorrere" il sangue attraverso i vasi?

I fattori che garantiscono una circolazione sanguigna costante includono:

  • il lavoro del muscolo cardiaco: come una pompa, pompa tonnellate di sangue per tutta la sua vita;
  • sistema a circuito chiuso;
  • la differenza nella pressione del fluido nell'aorta e nella vena cava;
  • elasticità delle pareti delle arterie e delle vene;
  • l'apparato valvolare del cuore, che impedisce il rigurgito sanguigno (flusso inverso);
  • aumento fisiologico della pressione intratoracica;
  • contrazioni dei muscoli scheletrici;
  • attività del centro respiratorio.

Perché sono necessari i circoli circolatori

La fisiologia clinica del sistema cardiovascolare è complessa ed è rappresentata da vari meccanismi di autoregolazione. Per soddisfare il bisogno del corpo di ossigeno e sostanze biologicamente attive, come risultato dell'evoluzione, si sono formati due cerchi di circolazione sanguigna: grande e piccolo, ognuno dei quali svolge determinate funzioni.

La circolazione sistemica inizia nel ventricolo sinistro e termina nell'atrio destro. Il suo compito principale è fornire a tutti gli organi e tessuti molecole e sostanze nutritive di O2.

Il piccolo cerchio di circolazione sanguigna ha origine nel ventricolo destro. Il sangue venoso che entra negli alveoli polmonari attraverso il truncus pneumonalis si arricchisce di ossigeno e si libera della CO2 in eccesso, quindi entra nell'atrio sinistro attraverso le vene polmonari.

Nota! Si distingue anche un ulteriore cerchio di circolazione sanguigna: la placenta, che è il sistema cardiovascolare di una donna incinta e il feto nell'utero.

Funzione del sistema cardiovascolare

Pertanto, tra le principali funzioni del sistema cardiovascolare ci sono:

  1. Garantire una circolazione sanguigna ininterrotta per tutta la vita.
  2. Consegna di ossigeno e sostanze nutritive a organi e tessuti.
  3. Rimozione di anidride carbonica, nutrienti trasformati e altri prodotti metabolici.

Il mio sistema cardiovascolare è sano??

Il tuo cuore e i tuoi vasi sanguigni sono sani? Per rispondere a questa domanda, l'assenza di reclami non è sufficiente. È importante sottoporsi regolarmente a una visita medica, durante la quale il medico determinerà i principali indicatori funzionali del sistema cardiovascolare.

Questi includono:

  • Frequenza del battito cardiaco;
  • pressione sanguigna;
  • elettrocardiogramma;
  • volume della corsa della gittata cardiaca;
  • volume minuto della gittata cardiaca;
  • velocità e altri indicatori del flusso sanguigno;
  • peculiarità della respirazione durante l'esercizio.

Frequenza del battito cardiaco

La determinazione dello stato funzionale del sistema cardiovascolare inizia con il calcolo della frequenza cardiaca. La frequenza cardiaca negli adulti è di 60-80 battiti al minuto. Una diminuzione della frequenza cardiaca è chiamata bradicardia, un aumento è chiamato tachicardia..

Nota! Nelle persone allenate, gli indicatori della frequenza cardiaca possono essere leggermente inferiori ai valori standard, a un livello di 50-60 battiti / min. Ciò è dovuto al fatto che il cuore di resistenza degli atleti per un uguale periodo di tempo "spinge" più sangue.

I disturbi funzionali del sistema cardiovascolare associati a un cambiamento nel numero della frequenza cardiaca hanno varie cause.

Quindi, ad esempio, la bradicardia può essere causata da:

  • distonia vegetativa;
  • malattie dello stomaco (ulcera peptica, gastrite erosiva cronica);
  • ipotiroidismo e alcuni altri disturbi endocrini;
  • posticipato infarto miocardico;
  • cardiosclerosi;
  • insufficienza cardiaca cronica.

Tra i motivi più comuni per lo sviluppo della tachicardia ci sono:

  • miocardite;
  • cardiomiopatia;
  • sindrome del cuore polmonare;
  • infarto miocardico acuto e insufficienza ventricolare sinistra;
  • ipertiroidismo e crisi tireotossica;
  • malattie infettive acute;
  • shock;
  • massiccia perdita di sangue;
  • anemia;
  • insufficienza renale acuta.

Nota! La tachicardia fisiologica (adattativa) si manifesta con febbre, aumento della temperatura ambiente, stress ed esperienze psico-emotive, uso di alcol, bevande energetiche, alcuni medicinali.

Pressione sanguigna

La pressione sanguigna è uno degli indicatori importanti del sistema circolatorio. Il valore superiore, o sistolico, riflette la pressione nelle arterie al culmine della contrazione delle pareti dei ventricoli del cuore - sistole. Il valore inferiore (diastolico) viene misurato al momento del rilassamento del muscolo cardiaco.

La pressione sanguigna di una persona sana è di 120/80 mm Hg. Arte. La differenza tra SBP e DBP è chiamata pressione del polso. Normalmente, è 30-40 mm Hg. st.

Ictus e gittata cardiaca

Il volume della corsa del sangue è la quantità di fluido che il ventricolo sinistro del cuore espelle in una contrazione nell'aorta. In una persona con un basso livello di attività fisica, è di 50-70 ml e in una persona allenata - 90-110 ml.

La diagnostica funzionale del sistema cardiovascolare determina il volume minuto del cuore moltiplicando la gittata sistolica per la frequenza cardiaca. In media, questa cifra è di 5 l / min..

Indicatori di flusso sanguigno

Una delle funzioni importanti del sistema cardiovascolare è creare condizioni favorevoli per lo scambio di gas e fornire alle cellule sostanze biologicamente attive durante lo sforzo fisico..

Viene fornito non solo aumentando la frequenza cardiaca e la gittata cardiaca, ma anche modificando gli indicatori del flusso sanguigno:

  • il volume specifico del flusso sanguigno muscolare aumenta dal 20% all'80%;
  • il flusso sanguigno coronarico aumenta di oltre 5 volte (con valori medi di 60-70 ml / min / 100 g di miocardio);
  • il flusso sanguigno nei polmoni aumenta aumentando il volume del sangue che scorre da 600 ml a 1400 ml.

Il flusso sanguigno al resto degli organi interni durante l'attività fisica diminuisce e al suo picco è solo il 3-4% del totale. Ciò garantisce un adeguato apporto di sangue e sostanze nutritive ai muscoli, al cuore e ai polmoni che lavorano intensamente..

I seguenti test funzionali del sistema cardiovascolare vengono utilizzati per valutare le capacità del flusso sanguigno:

  • Martinet;
  • Flac;
  • Rufier;
  • Test di squat.

Ricorda che prima di eseguire uno di questi test, devi consultare il tuo medico: ci sono chiare istruzioni per eseguirli. I moderni metodi di diagnostica funzionale del sistema cardiovascolare riveleranno possibili violazioni nel lavoro del "motore" in una fase iniziale e prevengono lo sviluppo di gravi malattie. La salute del cuore e dei vasi sanguigni è la chiave del benessere e della longevità.

Malattie comuni di CVS

Secondo le statistiche, le malattie del sistema cardiovascolare sono rimaste la principale causa di morte nei paesi sviluppati per diversi decenni..

L'istruzione per l'assistenza cardiaca identifica i seguenti gruppi di patologie più comuni:

  1. Cardiopatia ischemica e insufficienza coronarica, inclusi angina da sforzo, angina progressiva, SCA e infarto miocardico acuto.
  2. Ipertensione arteriosa.
  3. Malattie reumatiche accompagnate da cardiomiopatie e lesioni acquisite dell'apparato valvolare del cuore.
  4. Cardiopatie primarie - cardiomiopatie, tumori.
  5. Malattie infettive e infiammatorie (miocardite, endocardite).
  6. Difetti cardiaci congeniti e altre anomalie nello sviluppo di CVS.
  7. Lesioni discircolatorie degli organi interni, compreso il cervello (DEP, TIA, ONMK), reni, tratto gastrointestinale.
  8. Aterosclerosi e altri disturbi metabolici.

In presenza di una qualsiasi delle patologie sopra menzionate, il paziente necessita di regolari visite mediche. Solo un medico può dare una valutazione oggettiva dello stato di salute del paziente e prescrivere un trattamento adeguato. La terapia successiva è iniziata, minori sono le possibilità di recupero: spesso il costo del ritardo è troppo alto.

Il sistema cardiovascolare umano: struttura, funzione, patologia

In medicina, la struttura del sistema cardiovascolare umano (CVS abbreviato) è considerata la più complessa. La sua struttura comprende il cuore e il sistema circolatorio, costituito da tubi di diverso diametro. L'anatomia umana mostra che più sono vicini al cuore, più larghi sono questi dotti e più piccoli sono. In generale, il sistema circolatorio si presenta come una vasta rete, che aggroviglia ogni millimetro del corpo umano..

Negli esseri umani, come nella maggior parte degli animali superiori, il sistema circolatorio ha una struttura chiusa. Ciò significa che sembra una catena circolare, composta da diversi reparti. A loro volta, sono suddivisi in cosiddetti pool, che sono responsabili dell'afflusso di sangue a singoli organi o sistemi. Il sistema circolatorio è regolato da meccanismi neuro-riflessi, grazie ai quali l'ambiente interno del corpo rimane stabile sullo sfondo dei cambiamenti nelle condizioni di esistenza esterne e interne.

La struttura del sistema cardiovascolare umano

La struttura anatomica del sistema cardiovascolare umano ha molte caratteristiche. Ad esempio, nei singoli individui, l'aspetto e la funzionalità del sistema circolatorio umano possono essere diversi, anche se sono strettamente correlati. Quindi, la dimensione e la posizione del cuore nel mediastino è individuale per uomini e donne, adulti e bambini, così come la dimensione delle vene e delle arterie.

La somiglianza dell'anatomia si osserva nella topografia degli organi del sistema cardiovascolare: il cuore è localizzato nel torace, da esso partono i vasi più grandi, che poi si diramano in quelli più piccoli. I vasi linfatici si trovano quasi paralleli a loro..

Fino a un certo punto, gli anatomisti consideravano i sistemi circolatorio e linfatico come un tutt'uno. Alla fine furono separati solo alla fine del XIX secolo..

Un cuore

Tra tutti gli organi del sistema circolatorio, il cuore occupa una posizione centrale. È questa “pompa” che assicura la continuità del flusso sanguigno nei vasi. Il cuore è un organo cavo costituito da muscoli che si contraggono ritmicamente sotto l'influenza degli impulsi inviati dal midollo allungato. All'interno è diviso da un sistema di setti e valvole in quattro parti: ventricoli sinistro e destro, atrio sinistro e destro.
Il muro del cuore è costituito da tre strati:

  1. L'endocardio è lo strato interno di diversi tipi di cellule. La superficie delle fibre muscolari, dei filamenti tendinei e delle valvole è ricoperta da cellule endoteliali e al di sotto di esse c'è una membrana basale e un subendotelio fibroso sciolto. Sotto questi strati c'è un sottile strato di fibre muscolari ed elastiche miste, che è collegato da un sottile strato di cellule connettive con il miocardio.
  2. Il miocardio è lo strato intermedio del cuore, costituito da muscoli striati. Le cellule di questo tipo di tessuto sono collegate in fili disposti a spirale che circondano tutte le camere del cuore. La maggior parte delle cellule muscolari miocardiche appartiene al tipo di muscoli contrattili. Meno di 1/3 della massa muscolare del cuore è rappresentata da cardiomiociti conduttivi e secretori. Gli spazi del tessuto connettivo penetrati da una rete di vasi capillari si trovano tra tutti i tipi di cardiomiociti..
  3. Epicardio: lo strato esterno del cuore, costituito da uno strato sciolto di cellule connettive e uno strato più denso di cellule mesoteliali. Il tessuto connettivo contiene fibre nervose e vasi sanguigni. La superficie del cuore è ricoperta da uno strato di tessuto adiposo.

Tutti gli strati del cuore sono trattenuti da uno scheletro fibroso, formato da diversi anelli di tessuto connettivo denso e fasci di collagene, placche cartilaginee e fibre elastiche.

Toni di cuore

Quando il cuore si contrae e si rilassa, emette dei suoni. In cardiologia (la scienza che studia la struttura, la funzione e la malattia del cuore), sono chiamati toni. Evidenziato due toni di cuore:

  • Sistolica - derivante dalle vibrazioni delle cuspidi delle valvole bicuspide e tricuspide, allungando i tendini del cuore. Le sue caratteristiche principali sono l'elevata durata e il basso livello di vibrazioni sonore..
  • Diastolica - che si manifesta al momento del completo collasso delle valvole dell'aorta e delle arterie del tronco polmonare. Le sue caratteristiche sono la breve durata e l'alto livello di vibrazioni sonore.

Normalmente, i suoni del cuore sono armoniosi e ritmici. La frequenza cardiaca media in una persona sana a riposo è compresa tra 60 e 70 battiti al minuto.

Navi

Il sistema circolatorio umano è costituito da tubi cavi di varie dimensioni, che si dividono in due tipologie: i tubi del tronco e quelli coinvolti nei processi metabolici. Il sistema circolatorio principale è un grande vaso che svolge esclusivamente una funzione di trasporto ed è diviso in due tipologie:

  • arterie che trasportano il sangue dal cuore agli organi e ai tessuti del corpo;
  • vene che trasportano il sangue dagli organi e dai tessuti al cuore.

La rete arteriosa è costituita dall'arteria principale del sistema circolatorio: l'aorta, nonché da molti rami più piccoli che si trasformano gradualmente in arteriole. La parete dei vasi di questo tipo è spessa ed elastica, con uno strato muscolare pronunciato, grazie al quale resistono alla pressione del sangue e lo costringono a spingerlo in siti distanti.

Il sistema circolatorio venoso è costituito da vene grandi, medie e piccole. I vasi di grande diametro si trovano vicino al cuore e, a una certa distanza, si diramano in quelli più piccoli. Le vene diventano gradualmente più sottili e si trasformano in venule..

Il sistema circolatorio, costituito da arterie e vene, è chiuso da un letto microcircolatorio, costituito da arteriole, capillari e venule, nonché da anastomosi arterovenulari. Questa parte del canale svolge funzioni di scambio. Qui, l'ossigeno viene rilasciato dalle cellule del sangue e dalla diffusione di anidride carbonica e prodotti trasformati dai tessuti..

Cerchi di circolazione sanguigna

La caratteristica principale di un sistema circolatorio chiuso è la presenza di diversi circoli di circolazione sanguigna. Ognuno di essi è costituito da anelli separati e collegati in serie, l'inizio dei quali è nei ventricoli del cuore e la fine è negli atri.

Buono a sapersi! L'unico posto in cui il sangue di tutti i circoli della circolazione può mescolarsi è nel cuore..

  1. Large CC - inizia con il ventricolo sinistro e termina con l'atrio destro. La sua funzione principale è fornire sangue arterioso a tutti gli organi e tessuti. Nella direzione opposta (al cuore) scorre il sangue, saturo di anidride carbonica e prodotti di scarto del corpo.
  2. Piccolo CC - inizia con il ventricolo destro e termina con l'atrio sinistro. Nelle arterie del piccolo cerchio scorre il sangue venoso che, passando attraverso i polmoni, emette anidride carbonica ed è saturo di ossigeno. Il sangue arterioso ritorna al cuore attraverso le vene.

Oltre ai principali sistemi circolatori del corpo, ce ne sono di aggiuntivi: il cardiaco, che è responsabile dell'afflusso di sangue al cuore e fa parte del CC maggiore, e il Willis, che compensa l'insufficiente afflusso di sangue al cervello. Nelle donne durante la gravidanza si forma CC placentare, che è responsabile dell'afflusso di sangue al feto nell'utero..

Funzioni

Nel corpo umano, il sistema circolatorio svolge diverse funzioni. Il principale - il trasporto - consiste nella consegna di fluido biologico a tutti gli organi e tessuti e nella rimozione dei prodotti metabolici. Inoltre, i suoi scopi funzionali includono sottofunzioni aggiuntive:

  • protettivo: i componenti del sangue forniscono protezione cellulare e umorale contro la penetrazione di corpi estranei;
  • respiratorio - grazie al sangue, viene effettuato lo scambio di gas nei tessuti e negli organi;
  • nutrizionale: il sistema circolatorio è il modo principale per fornire sostanze nutritive a tessuti e organi;
  • escretore: la consegna di prodotti metabolici ai polmoni e ai reni, dove vengono elaborati ed escreti nell'ambiente esterno;
  • termoregolazione - il sistema circolatorio è in grado di equalizzare la temperatura corporea per prevenire l'iper e l'ipotermia di alcune parti del corpo o degli organi.

Un'altra sottofunzione che predetermina la fisiologia del sistema cardiovascolare è la funzione regolatrice. Il sistema circolatorio è considerato la principale via di trasporto lungo la quale si muovono ormoni, enzimi e altre sostanze biologiche sintetizzate da organi interni, ghiandole e tessuti. Questi composti, a loro volta, possono influenzare le funzioni del sistema cardiovascolare. Ad esempio, il rilascio di adrenalina aumenta la gittata cardiaca, restringe i vasi periferici e dirige la maggior parte del sangue verso organi vitali come cuore, cervello e muscoli scheletrici..

Patologia


Nonostante l'isolamento e la relativa stabilità, il sistema circolatorio spesso subisce alterazioni patologiche. Tra le malattie comuni del sistema cardiovascolare, gli specialisti includono:

  • malattie delle strutture del cuore - infarto del miocardio, restringimento dei vasi coronarici, disfunzione delle valvole e del sistema nervoso conduttore, processi infiammatori e distrofici;
  • malattie arteriose - restringimento o allargamento del lume, blocco da lipidi o coaguli di sangue, stratificazione e rottura del muro, infiammazione, ecc.;
  • malattie delle vene - stiramento e indebolimento delle pareti (vene varicose), trombosi, ecc..

Tutte le patologie del sistema cardiovascolare possono essere suddivise in primarie e secondarie. Nelle patologie primarie, il sistema circolatorio è la principale fonte di processi negativi. Questi includono:

  • infiammazione delle pareti vascolari e del muscolo cardiaco;
  • cardiomiopatia;
  • tumori del miocardio e altre strutture del cuore;
  • malattie infettive del cuore e dei vasi sanguigni;
  • disturbi dismetabolici;
  • malattie allergiche del cuore e dei vasi sanguigni;
  • malformazioni congenite di CVS.

Il numero di patologie secondarie include malattie, i cui fattori di rischio per il cui sviluppo dipendono da influenze esterne e interne a cui è esposto il sistema circolatorio. Si tratta di disturbi ormonali e metabolici, malattie ischemiche, aterosclerosi, ecc..

Una riga separata nell'elenco delle patologie a cui è suscettibile il sistema circolatorio, menziona le malattie causate da caratteristiche legate all'età del sistema cardiovascolare. Sul loro sfondo, c'è una diminuzione generale e un'inibizione delle funzioni del sistema circolatorio, un indebolimento della gittata cardiaca, un disturbo dei meccanismi regolatori.

Metodi diagnostici

Non ci sono problemi nella diagnosi del sistema cardiovascolare nella medicina moderna. Lo sviluppo delle tecnologie ha permesso di ampliare l'elenco degli approcci alla rilevazione delle malattie cardiache e vascolari. Oltre all'esame obiettivo, che consente di valutare le informazioni di base sull'attività del CVS, vengono utilizzati:

  • metodi dell'onda hardware per studiare lo stato e le funzioni del cuore - ECG, EchoCG;
  • metodi di radiazione basati su hardware per la diagnosi di malattie del sistema cardiovascolare: angiografia con radionuclidi, tomografia computerizzata episionale a fotone singolo, radiografia, TC e RM del cuore e dei vasi sanguigni;
  • test di laboratorio - biochimica del sangue, analisi di biomarcatori di necrosi miocardica e altri.

È altrettanto importante utilizzare test funzionali del sistema cardiovascolare per fare la diagnosi corretta. Vengono eseguiti in dinamica e consentono di valutare il lavoro e lo stato dei vasi sanguigni e del cuore sotto determinati tipi di carico. Tali metodi sono indispensabili per malattie latenti o con sintomi atipici..

Effetti sul sistema cardiovascolare

I fattori esterni ed interni che possono influenzare il corpo in modo negativo sono ben studiati nell'ambito dell'igiene cardiovascolare. Inoltre, questa disciplina ha studiato i fattori che rafforzano il CVS che possono ridurre al minimo l'impatto negativo e servire da impulso per il graduale ripristino delle funzioni..

L'effetto negativo più pronunciato sul cuore e sui vasi sanguigni è posseduto dalle cosiddette cattive abitudini. Gli esperti notano che la maggior parte delle malattie derivano dall'effetto negativo dell'alcol sul sistema cardiovascolare. Secondo le statistiche dell'OMS, oltre il 45% dei decessi nei pazienti anziani si verifica sullo sfondo di un abuso periodico o sistematico di bevande alcoliche. I principali problemi dell'alcolismo sono:

  • esaurimento del miocardio;
  • distruzione delle pareti vascolari;
  • la formazione di coaguli di sangue nelle vene;
  • instabilità della pressione sanguigna.

Ecco perché, al fine di rafforzare il sistema cardiovascolare, si raccomanda innanzitutto di rifiutarsi di assumere bevande alcoliche..

Il secondo impatto più negativo è il fumo. Come la nicotina influisce sul sistema cardiovascolare è indicato letteralmente su ogni pacchetto di sigarette. Questa sostanza appartiene alla categoria degli agenti cancerogeni che causano l'invecchiamento precoce del corpo: distrugge la guaina mielinica delle fibre nervose, altera lo scambio di gas e porta alla distruzione dell'intima dei vasi sanguigni. Al momento del suo ingresso nel corpo, la nicotina provoca uno spasmo dei vasi sanguigni e dei tubi del letto microcircolatorio, a seguito del quale la pressione sanguigna aumenta e i tessuti e gli organi non ricevono abbastanza nutrienti.

Il principale pericolo del fumo per il cuore è il graduale accumulo di metalli pesanti nei tessuti miocardici, che portano all'indebolimento e all'atrofia muscolare..

L'esercizio fisico è considerato una parte obbligatoria dell'igiene cardiovascolare. Un'attività fisica sia eccessiva che insufficiente può portare a disfunzioni del cuore e dei vasi sanguigni. La mancanza di movimento e i carichi leggeri hanno una serie di conseguenze negative:

  • ristagno di sangue nelle parti inferiori del sistema venoso, seguito da distensione delle vene;
  • coaguli di sangue e rischio di blocco (tromboembolia) nei vasi degli organi vitali;
  • nutrizione insufficiente di tessuti e organi.

Un allenamento eccessivo del sistema cardiovascolare non ha meno danni. L'aumento del carico porta a un sovraccarico costante del miocardio, aumento del carico su navi di grandi dimensioni. Di conseguenza, si ipertrofizzano e non possono svolgere completamente le funzioni loro assegnate..

Esercizi appositamente progettati per rafforzare il CVS ti consentono di trovare una via di mezzo. I carichi vengono selezionati tenendo conto delle condizioni fisiche attuali del paziente, del suo livello di allenamento, delle malattie esistenti e di altre caratteristiche. Prescrivendo la terapia fisica per le malattie del sistema cardiovascolare, lo specialista indirizza il paziente per un esame dettagliato, che include test funzionali, studi di laboratorio e strumentali. Solo dopo viene selezionato un programma di formazione individuale..

La ginnastica terapeutica è un concetto ampio, inteso come carichi attivi e statici, respirazione ed esercizi fisici. Anche per i pazienti con la stessa diagnosi, il programma di esercizi può essere molto diverso..

L'ecologia occupa un posto non meno importante nello stato del cuore e dei vasi sanguigni. Nelle grandi città industriali, i cardiologi hanno molti più pazienti che nell'entroterra rurale. Ciò non significa che, come misura preventiva, valga la pena lasciare il lavoro e partire per il villaggio. L'impatto negativo di condizioni ambientali sfavorevoli può essere parzialmente neutralizzato da una corretta alimentazione e dal rifiuto di cattive abitudini, da un'attività fisica moderata e dall'eliminazione dello stress.

Come rafforzare?

I problemi del rafforzamento dei vasi sanguigni e del cuore umano sono risolti da una serie di aree mediche, unite dal concetto di igiene del sistema cardiovascolare. Lo scopo delle sue attività include la prevenzione delle patologie e l'eliminazione dei fattori che influenzano lo stato del cuore e dei vasi sanguigni. Tra le azioni principali, come rafforzare il sistema cardiovascolare umano, includono:

  1. Soddisfare il fabbisogno di nutrienti: la dieta umana dovrebbe includere gli elementi necessari per il normale funzionamento del CVS. Questi sono potassio e magnesio, vitamine del gruppo B, C e P..
  2. Esclusione dalla dieta di alimenti che influiscono negativamente sullo stato del cuore e dei vasi sanguigni. Questi includono grassi animali solidi (una fonte di colesterolo), sale da cucina e cibi ricchi di carboidrati leggeri, compreso l'alcol. Inoltre, l'igiene del sistema cardiovascolare ha compilato un elenco di sostanze tossiche per CVS, inclusi alcuni farmaci e nicotina.
  3. Allenamento di resistenza: una serie di esercizi speciali (allenamento cardio), nonché un'attività fisica sufficiente, aiutano a rafforzare il miocardio e mantenere i vasi sanguigni in buona forma.

Tra i modi per rafforzare il sistema cardiovascolare, ci sono una serie di metodi esclusivamente medici. Si basano sull'effetto conservativo di farmaci speciali: angio- e venoprotettori, pacemaker e cardioprotettori..

Importante! I farmaci speciali sono prescritti solo in presenza di fattori che influenzano negativamente e portano a cambiamenti nel CVS.

Anatomia e fisiologia del sistema cardiovascolare

Anatomia e fisiologia del sistema cardiovascolare

Il sistema cardiovascolare comprende il cuore come apparato emodinamico, arterie attraverso le quali il sangue viene consegnato ai capillari, che assicurano lo scambio di sostanze tra sangue e tessuti, e vene, che restituiscono il sangue al cuore. A causa dell'innervazione delle fibre nervose autonome, viene stabilita una connessione tra il sistema circolatorio e il sistema nervoso centrale (SNC).

Il cuore è un organo a quattro camere, la sua metà sinistra (arteriosa) è costituita dall'atrio sinistro e dal ventricolo sinistro, che non comunicano con la sua metà destra (venosa), costituita dall'atrio destro e dal ventricolo destro. La metà sinistra distilla il sangue dalle vene della circolazione polmonare nell'arteria del cerchio grande e la metà destra distilla il sangue dalle vene del cerchio grande nell'arteria della circolazione polmonare. In un adulto sano, il cuore si trova in modo asimmetrico; circa due terzi sono a sinistra della linea mediana e sono rappresentati dal ventricolo sinistro, la maggior parte del ventricolo destro e dell'atrio sinistro e dall'orecchio sinistro (Fig. 54). Un terzo si trova a destra e rappresenta l'atrio destro, una piccola porzione del ventricolo destro e una piccola porzione dell'atrio sinistro.


Il cuore si trova davanti alla colonna vertebrale ed è proiettato a livello delle vertebre toraciche IV-VIII. La metà destra del cuore è rivolta in avanti e la metà sinistra è rivolta all'indietro. La superficie anteriore del cuore è formata dalla parete anteriore del ventricolo destro. In alto a destra, l'atrio destro con il suo orecchio è coinvolto nella sua formazione, ea sinistra c'è una parte del ventricolo sinistro e una piccola parte dell'orecchio sinistro. La superficie posteriore è formata dall'atrio sinistro e da parti minori del ventricolo sinistro e dell'atrio destro.

Il cuore ha una superficie sternocostale, diaframmatica, polmonare, base, bordo destro e apice. Quest'ultimo è gratuito; i grandi vasi sanguigni iniziano dalla base. Quattro vene polmonari fluiscono nell'atrio sinistro, senza un apparato valvolare. Entrambe le vene cave fluiscono da dietro nell'atrio destro. La vena cava superiore non ha valvole. La vena cava inferiore ha un lembo di Eustachio che non separa completamente il lume della vena dal lume dell'atrio. Nella cavità del ventricolo sinistro si trovano l'orifizio atrioventricolare sinistro e la bocca aortica. Allo stesso modo, nel ventricolo destro si trovano l'orifizio atrioventricolare destro e la bocca dell'arteria polmonare..

Ogni ventricolo è diviso in due sezioni: il tratto di afflusso e di deflusso. Il percorso del flusso sanguigno va dall'apertura atrioventricolare all'apice del ventricolo (destro o sinistro); il percorso di deflusso del sangue si trova dall'apice del ventricolo all'orifizio dell'aorta o dell'arteria polmonare. Il rapporto tra la lunghezza del percorso di afflusso e la lunghezza del percorso di deflusso è 2: 3 (indice del canale). Se la cavità del ventricolo destro è in grado di ricevere una grande quantità di sangue e aumentare di 2-3 volte, il miocardio ventricolare sinistro può aumentare notevolmente la pressione intraventricolare.

Le cavità del cuore sono formate dal miocardio. Il miocardio atriale è più sottile del miocardio ventricolare ed è costituito da 2 strati di fibre muscolari. Il miocardio ventricolare è più potente ed è costituito da 3 strati di fibre muscolari. Ogni cellula miocardica (cardiomiocita) è limitata da una doppia membrana (sarcolema) e contiene tutti gli elementi: nucleo, miofimbrili e organelli.

Il guscio interno (endocardio) riveste la cavità cardiaca dall'interno e forma il suo apparato valvolare. La guaina esterna (epicardio) copre l'esterno del miocardio.

Grazie all'apparato valvolare, il sangue scorre sempre in una direzione durante la contrazione della muscolatura del cuore, e in diastole non ritorna dai grandi vasi nella cavità dei ventricoli. L'atrio sinistro e il ventricolo sinistro sono separati da una valvola bicuspide (mitrale), che ha due cuspidi: una grande destra e una sinistra più piccola. L'apertura atrioventricolare destra ha tre cuspidi.

I grandi vasi che si estendono dalla cavità ventricolare hanno valvole semilunari costituite da tre cuspidi che si aprono e si chiudono a seconda della pressione sanguigna nelle cavità del ventricolo e del vaso corrispondente.

La regolazione nervosa del cuore viene eseguita utilizzando meccanismi centrali e locali. Quelli centrali includono l'innervazione del nervo vago e simpatico. Funzionalmente, i nervi vago e simpatico agiscono esattamente l'opposto..

L'influenza del vago riduce il tono del muscolo cardiaco e l'automatismo del nodo del seno, in misura minore la giunzione atrioventricolare, per cui si riducono le contrazioni cardiache. Rallenta la conduzione dell'eccitazione dagli atri ai ventricoli.

L'influenza simpatica accelera e intensifica le contrazioni cardiache. Anche i meccanismi umorali influenzano l'attività cardiaca. I neuroormoni (adrenalina, norepinefrina, acetilcolina, ecc.) Sono prodotti dell'attività del sistema nervoso autonomo (neurotrasmettitori).

Il sistema di conduzione del cuore è un'organizzazione neuromuscolare in grado di condurre l'eccitazione (Fig.55). Consiste in un nodo del seno, o nodo Kiss-Fleck, situato alla confluenza della vena cava superiore sotto l'epicardio; nodo atrioventricolare, o nodo di Ashof-Tavar, situato nella parte inferiore della parete dell'atrio destro, vicino alla base del lembo mediale della valvola tricuspide e parzialmente nella parte inferiore del setto interatriale e superiore del setto interventricolare. Da esso scende il tronco del fascio di His, situato nella parte superiore del setto interventricolare. A livello della sua parte di membrana, è diviso in due rami: destro e sinistro, che in seguito si disintegrano in piccole ramificazioni - fibre di Purkinje, che si uniscono al muscolo ventricolare. Il ramo del fascio sinistro è diviso in anteriore e posteriore. Il ramo anteriore penetra nella parte anteriore del setto interventricolare, nelle pareti anteriore e antero-laterale del ventricolo sinistro. Il ramo posteriore passa nella parte posteriore del setto interventricolare, nelle pareti posteriore-laterale e posteriore del ventricolo sinistro.

L'afflusso di sangue al cuore viene effettuato da una rete di vasi coronarici e cade principalmente sull'arteria coronaria sinistra, un quarto - a destra, entrambi partono dall'inizio dell'aorta, situato sotto l'epicardio.

L'arteria coronaria sinistra è divisa in due rami:

• l'arteria discendente anteriore, che fornisce sangue alla parete anteriore del ventricolo sinistro e ai due terzi del setto interventricolare;

• l'arteria circonflessa, che fornisce sangue a una parte della superficie postero-laterale del cuore.

L'arteria coronaria destra fornisce sangue al ventricolo destro e alla superficie posteriore del ventricolo sinistro.

Il nodo seno-atriale viene rifornito di sangue attraverso l'arteria coronaria destra nel 55% dei casi e attraverso l'arteria coronaria circonflessa nel 45%. Il miocardio è caratterizzato da automatismo, conduzione, eccitabilità, contrattilità. Queste proprietà determinano il lavoro del cuore come organo circolatorio..

L'automatismo è la capacità del muscolo cardiaco stesso di generare impulsi ritmici per la sua contrazione. Normalmente, un impulso di eccitazione ha origine nel nodo del seno. Eccitabilità: la capacità del muscolo cardiaco di rispondere per contrazione all'impulso che lo attraversa. È sostituito da periodi di non eccitabilità (fase refrattaria), che garantisce una sequenza di contrazioni degli atri e dei ventricoli.

Conduzione: la capacità del muscolo cardiaco di condurre un impulso dal nodo del seno (normale) ai muscoli attivi del cuore. A causa del fatto che si verifica una lenta conduzione dell'impulso (nel nodo atrioventricolare), la contrazione dei ventricoli si verifica dopo che la contrazione degli atri è terminata.

La contrazione del muscolo cardiaco avviene in modo sequenziale: prima, gli atri (sistole atriale) si contraggono, poi i ventricoli (sistole ventricolare), dopo la contrazione di ogni sezione, si rilassa (diastole).

Il volume di sangue che scorre nell'aorta ad ogni battito cardiaco è chiamato sistolico o ictus. Il volume minuto è il prodotto del volume della corsa e il numero di battiti cardiaci al minuto. In condizioni fisiologiche, il volume sistolico dei ventricoli destro e sinistro è lo stesso.

Circolazione sanguigna - la contrazione del cuore come apparato emodinamico supera la resistenza nella rete vascolare (specialmente nelle arteriole e nei capillari), crea un'ipertensione nell'aorta, che diminuisce nelle arteriole, diventa meno nei capillari e ancora meno nelle vene.

Il fattore principale nel movimento del sangue è la differenza di pressione sanguigna nel tragitto dall'aorta alla vena cava; anche l'effetto di suzione del torace e la contrazione dei muscoli scheletrici contribuiscono all'avanzamento del sangue.

Schematicamente, le fasi principali dell'avanzamento del sangue sono:

• avanzamento del sangue attraverso l'aorta verso le grandi arterie (arterie di tipo elastico);

• avanzamento del sangue attraverso le arterie (arterie di tipo muscolare);

• avanzando attraverso i capillari;

• avanzamento attraverso le vene (che hanno valvole che impediscono il flusso sanguigno retrogrado);

• afflusso negli atri.

L'altezza della pressione sanguigna è determinata dalla forza di contrazione del cuore e dal grado di contrazione tonica dei muscoli delle piccole arterie (arteriole).

La pressione massima, o sistolica, viene raggiunta durante la sistole ventricolare; minimo, o diastolico, - entro la fine della diastole. La differenza tra pressione sistolica e diastolica è chiamata pressione del polso.

Igor_A 05 dicembre 2011, 09:09:41

Aggiungi un commento

Giudizi

La valutazione è disponibile solo per gli utenti.

Effettua il login o registrarsi per votare.

Anatomia dell'età e fisiologia del sistema cardiovascolare

Il sistema cardiovascolare serve per la circolazione sanguigna costante e il drenaggio linfatico, che fornisce comunicazione umorale tra tutti gli organi, fornisce loro sostanze nutritive e ossigeno, escrezione di prodotti metabolici da essi, regolazione umorale e una serie di altre funzioni vitali del corpo. A seconda del tipo di fluido che scorre (sangue o linfa) e di alcune caratteristiche strutturali, il sistema vascolare è suddiviso in circolatorio e linfatico.

Il sistema circolatorio comprende cuore e vasi sanguigni: arterie, capillari e vene, che formano sistemi chiusi - i circoli della circolazione sanguigna lungo i quali il sangue si muove continuamente dal cuore agli organi e alla schiena.
Il cuore umano è un organo cavo a quattro camere che produce contrazioni ritmiche e rilassamento, grazie al quale è possibile il movimento del sangue attraverso i vasi.
Il cuore si trova nella cavità toracica, nella parte inferiore del mediastino anteriore, principalmente a sinistra del piano mediano

Camere del cuore. Il cuore umano è a quattro camere: ha due atri e due ventricoli. Un setto longitudinale, in cui si distinguono due parti - il setto interatriale e il setto interventricolare - è diviso in metà non comunicanti: destra e sinistra. Nella metà destra - atrio destro e ventricolo destro - flussi sanguigni venosi, e nella metà sinistra - atrio sinistro e ventricolo sinistro - sangue arterioso.

L'atrio destro è espanso posteriormente e davanti è ristretto e forma una crescita cava: l'orecchio destro. Sul setto che separa l'atrio destro da quello sinistro (setto interatriale), c'è una depressione di forma ovale - una fossa ovale. Al posto di questa fossa, il feto aveva un'apertura ovale, attraverso la quale gli atri comunicavano tra loro. Dopo la nascita, il forame ovale è solitamente ricoperto di vegetazione.

L'atrio destro scorre nella vena cava superiore e inferiore, nel seno coronarico e nei piccoli vasi venosi - le vene più piccole del cuore.

Il ventricolo destro è separato da quello sinistro da un setto interventricolare. La cavità del ventricolo destro è divisa in due sezioni: la parte posteriore - l'effettiva cavità del ventricolo e la parte anteriore - il cono arterioso (imbuto). Il cono arterioso passa in alto nel tronco polmonare, che inizia la circolazione polmonare.

L'atrio sinistro è costituito da una parte ingrandita e da un orecchio che sporge anteriormente. Quattro vene polmonari fluiscono nella parte ingrandita. Il sangue arterioso scorre attraverso queste vene nell'atrio..
C'è un'apertura aortica nel ventricolo sinistro antero-posteriore.

Valvole cardiache. Le aperture atrioventricolari, le aperture dell'aorta e del tronco polmonare hanno pieghe endocardiche - valvole. Lo scopo generale delle valvole è impedire il riflusso del sangue. L'apertura atrioventricolare destra ha una valvola atrioventricolare destra. Consiste di tre foglie, quindi si chiama tricuspide. L'apertura atrioventricolare sinistra è dotata di una valvola atrioventricolare sinistra, che consiste di due cuspidi.

Ogni apertura del tronco polmonare e dell'aorta ha tre valvole semilunari. I lembi dell'orifizio polmonare insieme costituiscono la valvola polmonare e i lembi aortici la valvola aortica. Durante la contrazione dei ventricoli, i lembi di queste valvole vengono premuti contro le pareti del tronco polmonare e dell'aorta e il sangue scorre liberamente dai ventricoli nei vasi. Durante il periodo di rilassamento dei ventricoli, le valvole semilunari chiudono i fori e impediscono il riflusso del sangue dai vasi ai ventricoli.

Il muro del cuore è rappresentato da tre membrane: interna, media ed esterna. Il guscio interno - l'endocardio - è costituito dall'endotelio (che riveste il guscio dall'interno), dallo strato podendoteliale, dagli strati di tessuto connettivo esterno e muscolo-elastico. La membrana muscolare media del cuore - il miocardio - è costituita da tessuto muscolare striato specializzato e costituisce la maggior parte della parete cardiaca in spessore

Il guscio esterno del cuore - l'epicardio - è fuso con il miocardio ed è una placca della membrana sierosa pericardica - il pericardio. La placca parietale di questo guscio forma un sacco sieroso attorno al cuore - un sacco pericardico.

Il lavoro del cuore assicura il movimento ininterrotto del sangue attraverso i vasi e consiste nella contrazione ritmica del cuore, alternata al suo rilassamento. La contrazione del muscolo cardiaco è chiamata sistole e il suo rilassamento è chiamato diastole. Il periodo che include la sistole e la diastole è il ciclo cardiaco. Consiste di tre fasi: sistole atriale, sistole ventricolare e diastole cardiaca totale. La prima fase è la contrazione di entrambi gli atri, a seguito della quale il sangue dagli atri entra nei ventricoli; la seconda fase è la contrazione di entrambi i ventricoli, mentre il sangue dal ventricolo sinistro entra nell'aorta, dal ventricolo destro - nel tronco polmonare, gli atri in questo momento si rilassano e prendono il sangue dalle vene che fluiscono in essi. La terza fase è una pausa generale, durante la quale l'intero muscolo cardiaco è rilassato e il sangue non solo continua a fluire negli atri, ma scorre anche liberamente dagli atri ai ventricoli. Quindi tutte e tre le fasi vengono ripetute.

Nelle persone fisicamente attive a riposo, la frequenza cardiaca, di regola, è meno frequente rispetto a quelle con uno stile di vita sedentario. Una frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti al minuto è chiamata bradicardia. Una frequenza cardiaca superiore a 90 battiti al minuto è chiamata tachicardia. La frequenza cardiaca dipende dalla posizione del corpo: è maggiore quando si è in piedi che quando si è seduti e sdraiati. La frequenza cardiaca aumenta con l'eccitazione emotiva. L'aumento della frequenza cardiaca provoca il lavoro muscolare.

Il cuore di un neonato è sferico. La dimensione trasversale del cuore è uguale o maggiore di quella longitudinale, che è associata a uno sviluppo insufficiente dei ventricoli e alle dimensioni relativamente grandi degli atri. Le orecchie atriali sono grandi e coprono la base del cuore

Il cuore cresce più rapidamente durante i primi due anni di vita, poi a 5-9 anni e durante la pubertà.... La crescita del cuore è più veloce in lunghezza che in larghezza. Il peso del cuore raddoppia entro la fine del primo anno di vita, triplica di 2-3 anni, all'età di sei anni aumenta di cinque volte e all'età di 15 anni aumenta di 10 volte rispetto al periodo del neonato.

Nei neonati e nei bambini di tutte le età, le valvole atrioventricolari sono elastiche, le valvole sono lucide.

Il sistema di conduzione del cuore fornisce la capacità del cuore di contrarsi ritmicamente in modo autonomo sotto l'influenza di impulsi che sorgono in se stesso, indipendentemente dagli stimoli provenienti dall'esterno, ad esempio dal cervello

I vasi sanguigni sono un sistema di tubi elastici cavi chiusi di vari diametri che forniscono il trasporto del sangue a tutti gli organi, la regolazione dell'afflusso di sangue agli organi e coinvolti nel metabolismo tra il sangue ei tessuti circostanti.
Nel sistema circolatorio si distinguono arterie, vene e capillari.

Le arterie sono i vasi attraverso i quali il sangue scorre dal cuore agli organi. I vasi arteriosi più grandi, l'aorta e l'arteria polmonare, escono dal cuore e trasportano il sangue ai loro rami chiamati arterie. I vasi arteriosi più sottili, chiamati arteriole, passano nei capillari. I capillari sanguigni passano nelle venule. Nel processo di microcircolazione è assicurato lo scambio di sostanze tra sangue e tessuti.

Le vene sono i vasi attraverso i quali il sangue scorre dagli organi al cuore. Rispetto alle arterie nelle vene, il sangue scorre nella direzione opposta, dai vasi più piccoli a quelli più grandi..

I vasi sanguigni sono ben sviluppati al momento della nascita e le arterie sono più formate delle vene. Dopo la nascita, la lunghezza, il diametro, l'area della sezione trasversale e lo spessore delle pareti dei vasi aumentano. La relazione dei vasi sanguigni con i cambiamenti degli organi, che crescono anche, aumenta di volume.


La struttura microscopica dei vasi sanguigni cambia più intensamente nella prima infanzia (da 1 a 3 anni). In questo momento, la membrana centrale si sviluppa intensamente nelle pareti dei vasi. La dimensione e la forma finali dei vasi sanguigni si sommano
dall'età di 14-18 anni.

I vasi sanguigni del corpo umano sono combinati in un cerchio grande e piccolo di circolazione sanguigna.


La circolazione sistemica inizia con l'aorta, che esce dal ventricolo sinistro. I rami che partono da esso portano il sangue arterioso a tutti gli organi del corpo. Quando passa attraverso i capillari sanguigni degli organi, il sangue arterioso si trasforma in sangue venoso, che scorre attraverso le vene degli organi nella vena cava superiore e inferiore. Queste vene, che fluiscono nell'atrio destro, terminano la circolazione sistemica. Lo scopo principale dei vasi della circolazione sistemica è che attraverso le arterie il sangue arterioso fornisce nutrienti e ossigeno a tutti gli organi, il metabolismo avviene nei capillari tra il sangue e i tessuti degli organi, attraverso le vene il sangue venoso porta via prodotti metabolici e altre sostanze dagli organi, ad esempio, nutrienti dall'intestino tenue.

Il piccolo cerchio di circolazione sanguigna, o polmonare, inizia con il tronco polmonare, che lascia il ventricolo destro. Attraverso i rami del tronco polmonare - le arterie polmonari - il sangue venoso raggiunge i polmoni. Quando passa attraverso i capillari sanguigni dei polmoni, il sangue venoso si trasforma in sangue arterioso. Il sangue arterioso dai polmoni scorre attraverso le quattro vene polmonari che fluiscono nell'atrio sinistro, dove termina la circolazione polmonare. Lo scopo principale dei vasi della circolazione polmonare è che attraverso i vasi arteriosi il sangue venoso trasporta anidride carbonica ai polmoni, nei capillari il sangue viene liberato dall'eccesso di anidride carbonica e si arricchisce di ossigeno, attraverso le vene il sangue arterioso trasporta ossigeno dai polmoni.

(Alcuni ormoni ed elettroliti influenzano il funzionamento del cuore. Gli ormoni surrenali adrenalina e norepinefrina fanno battere il cuore più velocemente e più forte. La loro azione è simile a quella del nervo simpatico. L'ormone tiroideo tiroxina rende il cuore più reattivo agli impulsi dei nervi vago e simpatico. Gli elettroliti sono importanti. per la normale attività del cuore.Un cambiamento nella concentrazione di ioni di potassio e calcio nel sangue influenza l'automaticità del cuore e le sue proprietà contrattili.Con un eccesso di ioni di potassio, il ritmo diminuisce e la forza delle contrazioni cardiache diminuisce, la sua eccitabilità e conducibilità diminuiscono. Gli ioni di calcio aumentano il ritmo e intensificano i battiti cardiaci.)

I ventricoli sinistro e destro ad ogni contrazione del cuore umano vengono espulsi, rispettivamente, nell'aorta e nelle arterie polmonari circa 60-80 ml di sangue; questo volume è chiamato volume del sangue sistolico o volume di ictus (SOC). Con la sistole dei ventricoli, non tutto il sangue in essi contenuto viene espulso, ma solo circa la metà. Il sangue che rimane nei ventricoli è chiamato volume di riserva..

Ad ogni contrazione del cuore, una certa quantità di sangue viene espulsa nell'arteria sotto grande pressione. La sua libera circolazione è ostacolata dalla resistenza dei vasi periferici. Questo crea una pressione nei vasi sanguigni chiamata pressione sanguigna. Non è lo stesso in diverse parti del sistema vascolare. Essendo la più grande nell'aorta e nelle grandi arterie, la pressione sanguigna diminuisce nelle piccole arterie, arteriole, capillari, vene e diventa inferiore alla pressione atmosferica nella vena cava..

La pressione nelle arterie è maggiore durante la sistole e minore durante la diastole. La pressione più alta nelle arterie è chiamata sistolica o massima, la più bassa è diastolica o minima. La pressione nelle arterie durante la diastole dei ventricoli non scende a 0. Si mantiene grazie all'elasticità delle pareti arteriose tese durante la sistole

Negli adulti sani, la pressione sistolica nell'arteria brachiale varia molto spesso da 110 a 125 mm Hg. Arte. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, le persone di età compresa tra 20 e 60 anni hanno la pressione sanguigna sistolica fino a 140 mm Hg. Arte. è normotonico, superiore a 140 mm Hg. Arte. - iperteso, inferiore a 100 mm Hg. Arte. - ipotonico. La differenza tra pressione sistolica e diastolica è chiamata pressione del polso. Il suo valore è in media di 40 mm Hg. Arte. Nelle persone anziane, la pressione sanguigna dovuta all'aumentata rigidità delle pareti arteriose è più alta che nei giovani. I bambini hanno la pressione sanguigna più bassa rispetto agli adulti.

Caratteristiche dell'età nella fase prenatale. La circolazione del sangue misto nel feto, la sua connessione attraverso la placenta con il sistema circolatorio della madre e la presenza del dotto Botallova sono le caratteristiche principali della circolazione fetale. La presenza del dotto botallico che collega l'arteria all'aorta è la seconda caratteristica specifica della circolazione fetale. Come risultato della connessione dell'arteria polmonare e dell'aorta, entrambi i ventricoli del cuore pompano il sangue nella circolazione sistemica. Il sangue con i prodotti metabolici ritorna al corpo materno attraverso le arterie ombelicali e la placenta.

Caratteristiche dell'età nella fase postnatale. Le differenze funzionali nel sistema cardiovascolare di bambini e adolescenti persistono fino all'età di 12 anni. La frequenza cardiaca nei bambini è più alta che negli adulti. La frequenza cardiaca nei bambini è più suscettibile all'influenza di influenze esterne: esercizio fisico, stress emotivo, ecc. La pressione sanguigna è più bassa nei bambini che negli adulti. La gittata sistolica nei bambini è significativamente inferiore rispetto agli adulti. Con l'età, il volume del sangue minuto aumenta, il che fornisce al cuore capacità di adattamento all'attività fisica.

Durante la pubertà, i rapidi processi di crescita e sviluppo che si verificano nel corpo influenzano gli organi interni e, in particolare, il sistema cardiovascolare. Un'altra caratteristica del sistema cardiovascolare dell'adolescente è che il cuore dell'adolescente cresce molto rapidamente e lo sviluppo dell'apparato nervoso che regola il lavoro del cuore non lo tiene al passo. Di conseguenza, gli adolescenti a volte avvertono palpitazioni, ritmi cardiaci irregolari, ecc. Tutti questi cambiamenti sono temporanei e sorgono a causa della peculiarità della crescita e dello sviluppo e non come conseguenza della malattia..

Il muscolo cardiaco di un bambino consuma una grande quantità di ossigeno: un neonato utilizza da due a tre volte più ossigeno per kg di peso corporeo rispetto a un adulto. Ecco perché una lunga permanenza all'aria aperta è importante per un bambino di qualsiasi età. Anche un bambino, seduto in silenzio, ha un'aritmia: prima, un'accelerazione a breve termine del battito cardiaco, poi singoli battiti rari che coincidono con l'espirazione. Questa è la cosiddetta aritmia respiratoria. Scompare prima dei 13-15 anni e riappare all'età di 16-18 anni, dopodiché non è più osservato in una persona sana.

Domanda

Nei bambini piccoli, si osserva una posizione orizzontale delle costole, a seguito della quale il torace è costantemente in uno stato vicino all'ispirazione e il suo aumento nelle direzioni frontale e sagittale è quasi impossibile.

I muscoli intercostali sono poco sviluppati. Il muscolo respiratorio più attivo - il diaframma - è ben sviluppato, ma la sua funzione nei bambini piccoli è spesso difficile a causa dell'aumentata pressione nella cavità addominale.

Le vie aeree - naso, faringe, laringe, trachea e bronchi - sono relativamente grandi. Questi percorsi sono chiamati "bad space". È stato stabilito che maggiore è lo "spazio nocivo" delle vie respiratorie, minore è l'efficacia dell'atto respiratorio.

È stato stabilito che più piccolo è il bambino, minore è l'efficacia della funzione respiratoria nei bambini. Quindi, ad esempio, all'età di un mese, un bambino riceve 100 ml di ossigeno da 3,8 litri di aria ventilata, un bambino di un anno - 3,5 litri, un bambino all'età di 2 anni riceve 100 ml di ossigeno da 3,4 litri di aria, 6 anni - da 2,9 litri, 12 anni - da 2,5 litri e un adolescente di 17 anni - da 2,3 litri di aria ventilata.

La bassa efficienza della funzione respiratoria nei bambini piccoli è spiegata dalla natura peculiare della respirazione a questa età: respirazione frequente e superficiale.

Da tutto quanto sopra, tre punti principali dovrebbero essere enfatizzati, vale a dire, più piccolo è il bambino, minore è la sua capacità respiratoria di riserva, minore è l'efficienza del suo atto respiratorio, maggiore è la sua necessità di scambio di gas, cioè maggiore è la necessità di scambio di gas con piccole opportunità.

Domanda

Nei neonati:

  • eritrociti 6-7 milioni in 1 litro (eritrocitosi);
  • leucociti 10-30 mila in 1 litro (leucocitosi);
  • piastrine 200-300 mila in 1 litro, cioè come negli adulti.

Dopo 2 settimane, il contenuto di eritrociti diminuisce a quello degli adulti (circa 5 milioni per 1 litro). Dopo 3-6 mesi, il numero di eritrociti diminuisce al di sotto di 4-5 ml per 1 litro: questa è anemia fisiologica e quindi raggiunge gradualmente i valori normali entro il periodo della pubertà. Il contenuto di leucociti nei bambini dopo 2 settimane diminuisce a 9-15 mila in 1 litro e nel periodo della pubertà raggiunge i parametri degli adulti.


Articolo Successivo
Problemi con i vasi sanguigni del cervello