Aneurisma aortico della cavità addominale: sintomi, cause, trattamento, tipi di aneurisma, intervento chirurgico


Attualmente, il ritmo accelerato della vita, la mancanza di tempo, l'occupazione costante di giovani e di mezza età portano sempre più al fatto che una persona non presta la dovuta attenzione alla sua salute, anche se è preoccupata per qualcosa. Tuttavia, va ricordato che molte malattie pericolose, causando solo un leggero disagio all'inizio, possono portare a un esito disastroso con lo sviluppo di complicanze. Ciò è particolarmente vero per gli aneurismi dell'aorta addominale.

L'aorta è la nave più grande e più importante del corpo umano. Questa arteria trasporta il sangue dal cuore ad altri organi e si trova lungo la colonna vertebrale nel torace e nelle cavità addominali. Il suo diametro nella cavità addominale va da 15 a 32 mm, ed è in questa sezione che l'aneurisma si sviluppa più spesso (nell'80% dei casi). L'aneurisma è un rigonfiamento, rigonfiamento della parete del vaso causato dalla sua lesione aterosclerotica, infiammatoria o traumatica.

Esistono i seguenti tipi di aneurismi dell'aorta addominale:

  • per localizzazione della lesione: surrenale, infrarenale (sopra e sotto il punto di separazione delle arterie renali dall'aorta, rispettivamente), totale (in tutto).
  • di diametro: piccolo (3 - 5 cm di diametro), medio (5 - 7 cm), grande (più di 7 cm), gigantesco (molte volte più grande del diametro normale del vaso).
  • per natura: non complicato e complicato (rottura, delaminazione, coaguli di sangue sulla parete aortica).
  • nella forma: sacculare e fusiforme. Le loro differenze sono che la protrusione sacculare copre meno della metà del diametro, se l'aorta è presentata in sezione trasversale, e l'aneurisma fusiforme è il rigonfiamento della parete praticamente lungo l'intero diametro.
  • dalla struttura del muro di rigonfiamento: vero, falso ed esfoliante. Un vero aneurisma è formato da tutte le membrane della parete vascolare (interna, media ed esterna), e uno falso è rappresentato dal tessuto cicatriziale che sostituisce la normale parete aortica in quest'area. Un aneurisma dissezionale è una divergenza delle pareti della parete del vaso e del flusso sanguigno tra di loro.

L'aneurisma dell'aorta addominale si verifica nel 5% degli uomini di età superiore ai 60 anni. Il pericolo di aneurisma è che il muro assottigliato nel sito della protrusione potrebbe non resistere alla pressione sanguigna e alla rottura, che porterà alla morte. Il tasso di mortalità per questa complicanza è elevato e ammonta al 75%.

Cosa può causare un aneurisma dell'aorta addominale?

Ragioni per la formazione di un aneurisma:

  • L'aterosclerosi è la causa più comune di aneurisma. Nel 73-90%, il rigonfiamento della parete aortica addominale è causato dalla deposizione di placche aterosclerotiche con danni al rivestimento interno del vaso.
  • Lesioni infiammatorie dell'aorta nella tubercolosi, sifilide, micoplasmosi, aortoarterite aspecifica, endocardite batterica, reumatismi.
  • Disturbi genetici che causano la debolezza della parete vascolare (displasia del tessuto connettivo, sindrome di Marfan).
  • Il danno traumatico alla parete vascolare può verificarsi dopo lesioni chiuse dell'addome, del torace o della colonna vertebrale.
  • I falsi aneurismi postoperatori da anastomosi possono raramente formarsi dopo un intervento chirurgico aortico.
  • Lesioni fungine (micotiche) dell'aorta in persone con immunodeficienza (HIV - infezione, tossicodipendenza) o dovute all'ingestione del fungo - patogeno nel sangue (sepsi).

Fattori di rischio per aterosclerosi aortica e formazione di aneurisma:

  • sesso maschile - gli uomini soffrono più spesso delle donne, sebbene anche le donne abbiano aneurismi.
  • età superiore a 50-60 anni - con l'invecchiamento del corpo, l'elasticità dei vasi viene disturbata, il che rende la parete aortica suscettibile a fattori dannosi.
  • ereditarietà gravata - la presenza di aneurisma in parenti stretti, displasia del tessuto connettivo, che ha una predisposizione genetica.
  • il fumo influisce negativamente sul sistema cardiovascolare nel suo complesso, poiché le sostanze contenute nelle sigarette danneggiano il rivestimento interno dei vasi sanguigni, influenzano il livello di pressione sanguigna, aumentando il rischio di sviluppare ipertensione.
  • l'abuso di alcol ha anche un effetto tossico sui vasi sanguigni.
  • diabete mellito: il glucosio, che non può essere assorbito dalle cellule del sangue, danneggia il rivestimento interno dei vasi sanguigni e dell'aorta, contribuendo alla deposizione
  • sovrappeso
  • ipertensione arteriosa (vedere farmaci per abbassare la pressione).
  • colesterolo alto

Condizioni che provocano la rottura dell'aneurisma

  • crisi ipertensiva
  • attività fisica eccessiva
  • lesioni, ad esempio, a seguito di un incidente

Come si manifesta l'aneurisma aortico nella cavità addominale??

Un piccolo aneurisma non complicato può non manifestarsi clinicamente per diversi anni e viene rilevato per caso durante l'esame di altre malattie. La formazione di dimensioni più significative si manifesta con i seguenti segni:

  • il sintomo più comune di aneurisma è il dolore sordo nell'addome di un carattere che tira e scoppia
  • disagio e sensazione di pesantezza nella regione ombelicale sinistra
  • una sensazione pulsante nell'addome
  • disturbi digestivi - nausea, eruttazione, feci instabili, mancanza di appetito
  • dolore lombare, intorpidimento e freddezza degli arti inferiori

Se il paziente nota questi segni, dovrebbe consultare un medico per un esame, poiché potrebbero essere sintomi di un aneurisma dell'aorta addominale.

Esame per sospetto aneurisma

In assenza di sintomi, la diagnosi può essere fatta per caso, ad esempio, quando si esegue un'ecografia per malattie dello stomaco, dell'intestino, dei reni.

Se ci sono segni clinici di un aneurisma, il medico che sospetta questa malattia esamina il paziente e prescrive metodi di ricerca aggiuntivi. All'esame si determina la pulsazione della parete addominale anteriore in posizione supina, con auscultazione della cavità addominale, si sente un soffio sistolico nella proiezione dell'aneurisma, con palpazione dell'addome, si avverte una formazione volumetrica pulsante simile a un tumore.

Vengono assegnati metodi strumentali:

  • Ecografia e scansione duplex dell'aorta addominale: consente di visualizzare un rigonfiamento nella parete aortica, determinare la localizzazione e la lunghezza dell'aneurisma, valutare la velocità e la natura del flusso sanguigno in quest'area, identificare le lesioni della parete aterosclerotica e la presenza di trombi parietali.
  • Può essere prescritta TC o RM della cavità addominale per chiarire la localizzazione della formazione e valutare la diffusione dell'aneurisma alle arterie uscenti.
  • l'angiografia è prescritta in caso di una diagnosi poco chiara basata sui risultati di un esame precedente. Consiste nell'introduzione di una sostanza radiopaca nell'arteria periferica e nell'esecuzione di una radiografia dopo che la sostanza è entrata nell'aorta.
  • I raggi X della cavità addominale possono essere informativi se i sali di calcio si depositano nelle pareti dell'aneurisma e si disidratano. Quindi, sul roentgenogram, puoi tracciare i contorni e l'estensione della protrusione, poiché la parte addominale dell'aorta normale non è normalmente visibile.

Trattamento dell'aneurisma aortico addominale

Non esistono farmaci in grado di eliminare l'aneurisma. Ma il paziente deve comunque assumere i farmaci prescritti dal medico per prevenire un aumento della pressione sanguigna, che può provocare la rottura dell'aneurisma, e per prevenire ulteriori danni alla parete vascolare. Sono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • farmaci cardiotropi - prestarium, recardium, verapamil, noliprel, ecc..
  • anticoagulanti e agenti antipiastrinici (agenti che prevengono la formazione di coaguli di sangue nel sangue) - cardiomagnet, tromboAss, aspicor, warfarin, clopidogrel. Deve essere somministrato con cautela, poiché la rottura degli aneurismi contribuisce a un ulteriore sanguinamento.
  • agenti ipolipemizzanti (atorvastatina, rosuvastatina, ecc., vedere statine - danno o beneficio) normalizzano i livelli di colesterolo nel sangue, prevenendone il deposito sulle pareti dei vasi sanguigni (
  • antibiotici e antimicotici per processi infiammatori nell'aorta.
  • farmaci antinfiammatori (FANS-diclofenac, corticosteroidi -prednisolone) per cardiopatia reumatica e aorta.
  • farmaci volti a correggere i livelli di glucosio nel diabete mellito, ecc..

Il trattamento efficace della malattia viene effettuato solo chirurgicamente. L'operazione può essere eseguita su base pianificata o di emergenza..

L'indicazione per la chirurgia elettiva è un aneurisma non complicato più grande di 5 cm. La chirurgia d'urgenza viene eseguita quando l'aorta viene sezionata o rotta.

In entrambi i casi l'operazione viene eseguita in anestesia generale con il collegamento di una macchina cuore-polmone. Viene eseguita un'incisione della parete addominale anteriore con accesso all'aorta addominale. Dopodiché, il chirurgo applica i morsetti sopra e sotto la protrusione, asportare le pareti dell'aneurisma e suturare una protesi artificiale alle aree intatte dell'aorta sopra e sotto l'aneurisma.

La protesi è un tubo sintetico che attecchisce bene nel corpo e non necessita di sostituzione per tutta la vita di una persona. A volte una protesi biforcuta viene utilizzata per sostituire l'aorta al di sotto del sito della sua biforcazione quando le arterie iliache sono interessate. L'operazione dura circa 2-4 ore.

Dopo aver suturato la ferita operatoria, il paziente viene trasferito nel reparto di terapia intensiva, dove è sotto osservazione per un massimo di 5-7 giorni. Dopodiché, per altre due o tre settimane o più, a seconda dell'andamento del periodo postoperatorio, rimane nel reparto specializzato e viene dimesso a casa sotto la supervisione di un cardiologo e di un cardiochirurgo in un policlinico del luogo di residenza..

Controindicazioni per la chirurgia elettiva

  • infarto miocardico acuto
  • ictus acuto (non prima di 6 settimane dopo la sua insorgenza)
  • insufficienza cardiaca cronica nelle fasi successive
  • grave insufficienza epatica e renale
  • malattie infettive acute
  • scompenso di malattie concomitanti (diabete mellito, asma bronchiale, ecc.)
  • patologia chirurgica acuta (pancreatite, appendicite, colecistite, ecc.).

A causa del fatto che durante la preparazione per un intervento pianificato, il paziente e il medico hanno tempo, a differenza di un aneurisma complicato, il paziente può essere attentamente esaminato tenendo conto delle possibili controindicazioni e di una valutazione delle capacità compensative del corpo.

Non ci sono controindicazioni per la chirurgia d'urgenza, poiché il rischio operativo è molte volte inferiore alla mortalità per complicanze dell'aneurisma, pertanto qualsiasi paziente con sospetta rottura di un aneurisma deve essere portato al tavolo operatorio.

Negli anni '90 del secolo scorso, gli scienziati argentini hanno testato un dispositivo per protesi dell'aorta, chiamato innesto - stent. Si tratta di una protesi aortica, che è un tronco e due gambe, alimentata da un catetere sotto il controllo della televisione a raggi X attraverso l'arteria femorale fino all'aneurisma e si auto-rinforza nelle pareti dell'aorta con appositi ganci.

  • L'intervento è endovascolare, eseguito senza incisione della parete addominale anteriore in anestesia locale o generale. Durata 1-3 ore.
  • Vantaggi dell'endoprotesi aortica: trauma basso, rispetto alla chirurgia a cielo aperto e recupero più rapido del corpo.
  • Svantaggi: a causa del fatto che l'aneurisma stesso non viene asportato e la protesi viene inserita, per così dire, all'interno della protrusione, l'aneurisma continua ad esistere. A poco a poco, il rigonfiamento della parete aortica si diffonde sopra il sito di attacco dello stent, il che porta allo sviluppo di nuove vie del flusso sanguigno, alla formazione di coaguli di sangue e alla dissezione della parete del vaso e, di conseguenza, aumenta il rischio di complicanze. Spesso questi processi richiedono un intervento convenzionale, quindi, nonostante i buoni risultati nel primo periodo dopo l'artroprotesi, viene eseguito meno frequentemente rispetto alla chirurgia a cielo aperto..

La distribuzione di massa dell'endoprotesi è limitata dai costi considerevoli della clinica per l'acquisto di stent per innesti (il costo di una protesi all'estero è di circa 500 mila rubli, il costo dell'operazione stessa è di 20-40 mila rubli), soprattutto perché lo stent deve essere realizzato individualmente per un paziente specifico. In Russia, questa operazione appartiene a tipi di assistenza ad alta tecnologia e in alcune cliniche viene eseguita secondo le quote del Ministero della Salute della Federazione Russa. Le operazioni aperte, soprattutto in caso di emergenza, sono gratuite.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

  • Mortalità dopo l'intervento chirurgico in modo pianificato 0 - 0, 34% all'anno a lungo termine.
  • Mortalità dopo la rottura dell'aneurisma operata nei primi due mesi - 90%.
  • La mortalità operatoria varia notevolmente:
    • per le operazioni pianificate è del 7-10%;
    • durante operazioni per aneurisma rotto - 40-50%;
    • con endoprotesi - 1%.

Le statistiche di cui sopra e l'esperienza dei chirurghi mostrano che un'operazione in modo pianificato è molto preferibile per un paziente, poiché un ritardo in presenza di indicazioni per un'operazione è irto di una minaccia per la vita. Ma anche con un'attenta preparazione del paziente e la valutazione dei rischi operativi, lo sviluppo di complicanze dopo l'intervento chirurgico non è escluso. Si sviluppano raramente e costituiscono meno del 4%.

Complicazioni nel primo periodo postoperatorio

  • edema polmonare
  • edema cerebrale
  • insufficienza renale
  • deiscenza e infiammazione della ferita chirurgica
  • disturbi emorragici e sanguinamento negli organi interni
  • con endoprotesi - endoliche o perdite della protesi installata
  • complicanze tromboemboliche: separazione e ingresso di coaguli di sangue nelle arterie dell'intestino, degli arti inferiori, del cervello, dell'arteria polmonare.

La prevenzione delle complicanze è un'attenta selezione della protesi, un maggiore monitoraggio del paziente nel periodo postoperatorio, l'assunzione di antibiotici, la prescrizione di eparina secondo lo schema chirurgico standard.

In un periodo lontano, si incontrano

  • infezione della protesi (0,3 - 6%)
  • protesica - fistola intestinale (meno dell'1%)
  • trombosi della protesi (3% entro 10 anni dall'intervento)
  • disfunzione sessuale (meno del 10% nel primo anno dopo l'intervento chirurgico)
  • ernia incisionale.

Prevenzione delle complicanze a lungo termine - la nomina di antibiotici per eventuali studi invasivi, procedure dentali, ginecologiche e urologiche, se accompagnate da penetrazione nei tessuti del corpo; assunzione per tutta la vita di statine, agenti antipiastrinici, beta-bloccanti e ACE inibitori. La prevenzione dell'impotenza è l'attenta selezione delle arterie iliache e dell'aorta al momento dell'intervento, in modo da non danneggiare i nervi vicini.

Qual è il pericolo di un aneurisma dell'aorta addominale senza intervento chirurgico?

Questa malattia è irta di complicazioni potenzialmente letali come dissezione, rottura o trombosi dell'aorta.

Aneurisma dissezione dell'aorta addominale

È causato dal progressivo assottigliamento delle pareti dell'aorta e dalla penetrazione del sangue nella parete del vaso, stratificandone il guscio. Un tale ematoma si diffonde ulteriormente fino a quando il muro scoppia sotto l'influenza della pressione sanguigna e l'aorta si rompe..

  • sintomi: forte dolore all'addome o alla schiena, grave debolezza, pallore, diminuzione della pressione sanguigna, sudore abbondante e freddo, perdita di coscienza, collasso, shock e morte. A volte il paziente potrebbe anche non essere in grado di arrivare in ospedale in tempo.
  • diagnostica: ecografia di emergenza della cavità addominale, secondo le indicazioni - TC o risonanza magnetica.
  • trattamento: chirurgia d'urgenza.

Rottura aortica

C'è un passaggio di sangue dall'aorta nella cavità addominale o nello spazio retroperitoneale. I sintomi, la diagnosi e il trattamento sono simili a quelli della dissezione degli aneurismi aortici. Shock e morte a causa di una massiccia perdita di sangue e insufficienza cardiaca.

Trombosi dell'aneurisma

Raramente si sviluppa un blocco completo dell'intero lume da parte di masse trombotiche, si verifica principalmente la formazione di trombi parietali, che con il flusso sanguigno possono essere trasferiti alle arterie più piccole e causare la sovrapposizione del loro lume (renale, arterie iliache, arterie degli arti inferiori).

  • segni: con trombosi dell'arteria renale - improvviso forte dolore nella parte bassa della schiena, mancanza di minzione, cattiva salute generale, nausea, vomito; con trombosi delle arterie iliache e femorali - freddo improvviso degli arti inferiori (uno o entrambi), dolore intenso, pelle blu rapida delle gambe, funzione motoria compromessa.
  • diagnostica: ecografia e scansione duplex
  • trattamento: terapia anticoagulante, rimozione chirurgica di un trombo.

Quale modo di vivere per condurre un paziente con aneurisma dell'aorta addominale?

Prima dell'intervento. Se l'aneurisma è piccolo (fino a 5 cm) e un'operazione pianificata non è pianificata, i medici adottano una tattica in attesa e monitorano il paziente. Il paziente deve visitare un medico ogni sei mesi per un esame, se la crescita dell'aneurisma è rapida (più di 0,5 cm in sei mesi), sarà programmato per un intervento chirurgico.

Dopo l'operazione, il paziente visita il medico mensilmente nel primo anno, poi ogni sei mesi nel secondo anno e poi una volta all'anno..

Sia prima che dopo l'operazione, il paziente deve assumere i farmaci prescritti dal medico. Si raccomanda di osservare le seguenti semplici misure per mantenere uno stile di vita sano per prevenire la crescita e le complicazioni dell'aneurisma:

  • Una corretta alimentazione e perdita di peso. Sono esclusi cibi grassi, fritti, piccanti, salati. I grassi animali, i dolciumi sono limitati. Si consigliano frutta e verdura fresca, cereali, latticini, pollame magro, carne e pesce, succhi, composte, bevande alla frutta. Mangiare 4-6 volte al giorno, in piccole porzioni. È meglio cucinare i prodotti a vapore, bolliti, in purea.
  • Abbassare il colesterolo: assumere statine come indicato dal medico, limitando l'assunzione di colesterolo nella dieta.
  • Controllo del livello di pressione sanguigna: eliminazione dello stress psico-emotivo, duro lavoro fisico, assunzione regolare di farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, restrizione del sale da cucina nel cibo.
  • Completa cessazione del fumo e dell'alcol. È stato dimostrato che il fumo provoca la crescita dell'aneurisma e l'alcol aumenta la pressione sanguigna, che può innescare una catastrofe vascolare..
  • Esclusione di uno sforzo fisico significativo (nel primo periodo postoperatorio, completo riposo a letto con un graduale ripristino dell'attività fisica). Gli sport sono controindicati. È accettabile camminare per brevi distanze.
  • Correzione di malattie concomitanti - diabete mellito, malattie del cuore, fegato, reni, ecc..

Prognosi della malattia

La prognosi senza trattamento è infausta, poiché il decorso naturale della malattia porta a complicazioni e morte.

  • La mortalità con piccole dimensioni di aneurisma (fino a 4-5 cm) è inferiore al 5% all'anno e con dimensioni di 5-9 cm e oltre - 75% all'anno.
  • La mortalità dopo la rilevazione di un aneurisma di medie e grandi dimensioni nei primi due anni è elevata e ammonta al 50-60%.
  • La prognosi dopo la rottura dell'aorta è estremamente sfavorevole, poiché il 100% dei pazienti muore immediatamente senza trattamento e il 90% - nei primi due mesi dopo l'intervento chirurgico.
  • La prognosi dopo il trattamento pianificato è favorevole, il tasso di sopravvivenza a 5 anni dopo l'intervento chirurgico è alto, 65-70%.

Aneurisma dell'aorta addominale

Un aneurisma dell'aorta addominale è un allargamento locale del lume della parte addominale dell'aorta, che si sviluppa a seguito di cambiamenti patologici nelle sue pareti o anomalie nel loro sviluppo. Tra tutte le lesioni aneurismatiche dei vasi sanguigni, l'aneurisma dell'aorta addominale è del 95%. La malattia viene diagnosticata in ogni ventesimo uomo di età superiore ai 60 anni, le donne soffrono meno spesso.

Un aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, tuttavia aumenta gradualmente di volume (di circa il 10-12% all'anno). Nel tempo, le pareti della nave si allungano così tanto che sono pronte a rompersi in qualsiasi momento. La rottura dell'aneurisma è accompagnata da una massiccia emorragia interna e dalla morte del paziente.

L'aneurisma dell'aorta addominale è al 15 ° posto nell'elenco delle malattie mortali.

Forme della malattia

Molto spesso, i medici usano la classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, in base alle caratteristiche della posizione anatomica delle dilatazioni patologiche:

  • aneurismi infrarenali, cioè quelli situati sotto i rami delle arterie renali (osservati nel 95% dei casi);
  • aneurismi surrenali, cioè situati sopra il sito di origine delle arterie renali.

Secondo la struttura della parete del sacco, gli aneurismi dell'aorta addominale si dividono in falsi e veri.

Dalla forma di sporgenza:

  • esfoliante;
  • fusiforme;
  • diffondere;
  • sacculare.

A seconda della causa dell'aneurisma dell'aorta addominale, può essere congenito (associato ad anomalie nella struttura della parete vascolare) o acquisito. Questi ultimi, a loro volta, si dividono in due gruppi:

  1. Infiammatorio (infettivo, infettivo-allergico, sifilitico).
  2. Non infiammatorio (traumatico, aterosclerotico).

In presenza di complicazioni:

  • semplice;
  • complicato (trombosi, rottura, esfoliante).

A seconda del diametro del sito di espansione dell'aneurisma aortico addominale, sono piccoli, medi, grandi e giganti.

In assenza di un trattamento chirurgico tempestivo di un aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi.

A.A. Pokrovsky ha proposto una classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale, basata sulla prevalenza del processo patologico:

  1. Aneurisma infrarenale con istmi prossimali e distali lunghi.
  2. Aneurisma infrarenale situato sopra il livello di biforcazione (biforcazione) dell'aorta addominale, con un lungo istmo prossimale.
  3. Aneurisma infrarenale che si estende alla biforcazione dell'aorta addominale e alle arterie iliache.
  4. Aneurisma totale (infrarenale e surrenale) dell'aorta addominale.

Cause e fattori di rischio

I risultati di numerosi studi hanno dimostrato che il principale fattore eziologico di un aneurisma dell'aorta addominale, così come altre localizzazioni di questo processo patologico (aorta toracica, arco aortico), è l'aterosclerosi. Nell'80-90% dei casi, lo sviluppo della malattia è dovuto ad esso. Molto meno spesso, lo sviluppo di aneurismi dell'aorta addominale acquisiti è associato a processi infiammatori (reumatismi, micoplasmosi, salmonellosi, tubercolosi, sifilide, aortoarterite aspecifica).

Spesso, un aneurisma dell'aorta addominale si forma in pazienti con inferiorità congenita della struttura della parete vascolare (displasia fibromuscolare).

Ragioni per la comparsa di un aneurisma traumatico dell'aorta addominale:

  • lesioni alla colonna vertebrale e all'addome;
  • errori tecnici nell'esecuzione di operazioni ricostruttive (protesi, tromboembolectomia, stent o dilatazione dell'aorta) o angiografia.

I fattori che aumentano il rischio di formare un aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • fumo - i fumatori costituiscono il 75% di tutti i pazienti con questa patologia, maggiore è l'esperienza del fumo e il numero di sigarette fumate quotidianamente, maggiore è il rischio di sviluppo di aneurisma;
  • età superiore a 60 anni;
  • maschio;
  • la presenza di questa malattia in parenti stretti (predisposizione ereditaria).

La rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale si verifica più spesso in pazienti affetti da malattie broncopolmonari croniche e / o ipertensione arteriosa. Inoltre, le dimensioni e la forma dell'aneurisma influiscono anche sul rischio di rottura. Le sacche aneurismatiche simmetriche si rompono meno frequentemente di quelle asimmetriche. E estensioni giganti, che raggiungono i 9 cm di diametro e oltre, nel 75% dei casi si rompono con sanguinamento massiccio e morte rapida dei pazienti.

Sintomi di aneurisma aortico addominale

Nella maggior parte dei casi, un aneurisma dell'aorta addominale si verifica senza alcun segno clinico e viene diagnosticato incidentalmente mediante radiografia addominale normale, esame ecografico, laparoscopia diagnostica o palpazione addominale convenzionale eseguita in connessione con un'altra patologia addominale.

L'aneurisma dell'aorta addominale nella maggior parte dei casi è asintomatico, tuttavia aumenta gradualmente di volume (di circa il 10-12% all'anno).

In altri casi, i sintomi clinici di un aneurisma dell'aorta addominale possono essere:

  • dolore all'addome;
  • una sensazione di pienezza o pesantezza nell'addome;
  • una sensazione pulsante nell'addome.

Si avverte dolore nell'addome sinistro. La sua intensità può essere da lieve a insopportabile, richiedendo iniezioni di antidolorifici. Spesso il dolore si irradia all'inguine, alla regione sacrale o lombare, in relazione al quale la diagnosi di radicolite, pancreatite acuta o colica renale è sbagliata.

Quando un aneurisma dell'aorta addominale in crescita inizia a esercitare una pressione meccanica sullo stomaco e sul duodeno, ciò porta allo sviluppo della sindrome dispeptica, che è caratterizzata da:

  • nausea;
  • vomito;
  • eruttare con l'aria;
  • flatulenza;
  • tendenza alla stitichezza cronica.

In alcuni casi, il sacco aneurismatico sposta il rene e comprime l'uretere, portando così alla formazione della sindrome urologica, che si manifesta clinicamente con disturbi disurici (minzione frequente, dolorosa, difficile) ed ematuria (sangue nelle urine).

Se un aneurisma dell'aorta addominale comprime i vasi testicolari (arterie e vene), il paziente sviluppa dolore nell'area testicolare e sviluppa anche varicocele.

La compressione delle radici spinali dalla crescente protrusione dell'aorta addominale è accompagnata dalla formazione di un complesso di sintomi ischioradicali, caratterizzato da dolore persistente nella regione lombare, nonché da disturbi del movimento e sensoriali negli arti inferiori.

Un aneurisma dell'aorta addominale può causare disturbi cronici dell'afflusso di sangue agli arti inferiori, che portano a disturbi trofici e claudicatio intermittente.

Quando un aneurisma dell'aorta addominale si rompe, il paziente sperimenta un sanguinamento massiccio, che può portare alla morte in pochi secondi. I sintomi clinici di questa condizione sono:

  • dolore improvviso e intenso (chiamato dolore da pugnale) nell'addome e / o nella parte bassa della schiena;
  • un forte calo della pressione sanguigna, fino allo sviluppo di un collasso;
  • sensazione di forte pulsazione nella cavità addominale.

Le caratteristiche del quadro clinico di rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale sono determinate dalla direzione del sanguinamento (vescica, duodeno, vena cava inferiore, cavità addominale libera, spazio retroperitoneale). Per il sanguinamento retroperitoneale, è caratteristica la sindrome del dolore persistente. Se l'ematoma aumenta verso la piccola pelvi, il dolore si irradia al perineo, all'inguine, ai genitali, alla coscia. L'alta localizzazione dell'ematoma si manifesta spesso sotto le spoglie di un infarto.

La rottura intraperitoneale di un aneurisma dell'aorta addominale porta al rapido sviluppo di un massiccio emoperitoneo, c'è un forte dolore e gonfiore. Sintomo Shchetkin - Blumberg è positivo in tutti i reparti. La percussione determina la presenza di liquido libero nella cavità addominale.

Contemporaneamente ai sintomi di un addome acuto, quando si rompe l'aneurisma aortico, compaiono e si intensificano rapidamente i sintomi di shock emorragico:

  • pallore acuto delle mucose e della pelle;
  • grave debolezza;
  • sudore freddo e umido;
  • letargia;
  • impulso filiforme (veloce, riempimento basso);
  • marcata riduzione della pressione sanguigna;
  • diminuzione della produzione di urina (quantità di secrezione di urina).

Con la rottura intraperitoneale di un aneurisma dell'aorta addominale, la morte avviene molto rapidamente.

Se c'è uno sfondamento del sacco aneurismatico nel lume della vena cava inferiore, questo è accompagnato dalla formazione di una fistola artero-venosa, i cui sintomi sono:

  • dolore localizzato nell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • formazione di un tumore pulsante nella cavità addominale, sul quale si sentono bene i soffi sistolico-diastolici;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • tachicardia;
  • crescente mancanza di respiro;
  • significativa debolezza generale.

L'insufficienza cardiaca aumenta gradualmente, che diventa la causa della morte.

La rottura di un aneurisma dell'aorta addominale nel lume del duodeno porta a un'improvvisa emorragia gastrointestinale massiccia. La pressione sanguigna del paziente diminuisce bruscamente, si verifica vomito sanguinante, debolezza e indifferenza per l'ambiente aumentano. Il sanguinamento con questo tipo di rottura è difficile da diagnosticare da sanguinamento gastrointestinale a causa di altre cause, ad esempio ulcera gastrica e ulcera duodenale.

Diagnostica

Nel 40% dei casi, un aneurisma dell'aorta addominale è un reperto diagnostico casuale durante un esame clinico o radiografico per un altro motivo..

La presenza della malattia può essere ipotizzata sulla base dei dati ottenuti durante la raccolta dell'anamnesi (indicazione dei casi familiari della malattia), esame generale del paziente, auscultazione e palpazione dell'addome. Nei pazienti magri, a volte è possibile palpare nella cavità addominale una formazione pulsante e indolore con una consistenza tesa-elastica. Durante l'auscultazione sull'area di questa formazione, è possibile ascoltare un soffio sistolico.

Il metodo più accessibile ed economico per diagnosticare un aneurisma dell'aorta addominale è una semplice radiografia della cavità addominale. Sul roentgenogram viene visualizzata l'ombra dell'aneurisma e nel 60% dei casi è presente una calcificazione delle sue pareti.

L'esame ecografico e la tomografia computerizzata consentono di determinare la dimensione e la localizzazione dell'allargamento patologico con grande precisione. Inoltre, in base ai dati della tomografia computerizzata, il medico può valutare la posizione relativa dell'aneurisma dell'aorta addominale e di altri vasi sanguigni viscerali, identificare possibili anomalie del letto vascolare.

L'angiografia è indicata per i pazienti con ipertensione arteriosa con angina pectoris grave o instabile, stenosi significativa delle arterie renali, pazienti con sospetta ischemia mesenterica, nonché per pazienti con sintomi di occlusione (blocco) delle arterie distali.

Se indicato, possono essere utilizzati altri metodi di diagnostica strumentale, ad esempio laparoscopia, urografia endovenosa.

Trattamento dell'aneurisma aortico addominale

La presenza di un aneurisma dell'aorta addominale in un paziente è un'indicazione per il trattamento chirurgico, soprattutto se la dimensione della protrusione aumenta di oltre 0,4 cm all'anno.

L'operazione principale per l'aneurisma dell'aorta addominale è l'aneurismectomia (escissione del sacco aneurismatico), seguita dalla chirurgia plastica della sezione rimossa del vaso sanguigno con una protesi in dacron o altro materiale sintetico. L'intervento chirurgico viene eseguito attraverso un approccio laparotomico (incisione addominale). Se anche le arterie iliache sono coinvolte nel processo patologico, vengono eseguite le protesi aorto-iliache di biforcazione. Prima, durante e il primo giorno dopo l'operazione, la pressione nelle cavità cardiache e la quantità di gittata cardiaca vengono monitorate utilizzando il catetere Swan-Gantz.

Le controindicazioni per l'esecuzione di un intervento chirurgico pianificato per l'aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • disturbi acuti della circolazione cerebrale;
  • infarto miocardico fresco;
  • insufficienza renale cronica allo stadio terminale;
  • grave insufficienza cardiaca e respiratoria;
  • occlusione diffusa delle arterie iliache e femorali (blocco parziale o completo del flusso sanguigno attraverso di esse).

In caso di rottura di un aneurisma dell'aorta addominale, l'operazione viene eseguita secondo indicazioni vitali in condizioni di emergenza.

L'aneurisma dell'aorta addominale è al 15 ° posto nell'elenco delle malattie mortali.

Attualmente, i chirurghi vascolari preferiscono metodi minimamente invasivi per il trattamento di un aneurisma dell'aorta addominale. Uno di questi è la protesi endovascolare del sito di espansione patologica che utilizza un innesto stent impiantabile (costruzione metallica speciale). Lo stent è posizionato in modo da coprire completamente l'intera lunghezza del sacco aneurismatico. Ciò porta al fatto che il sangue cessa di esercitare pressione sulle pareti dell'aneurisma, prevenendo così il rischio del suo ulteriore aumento e della sua rottura. Questa operazione per aneurisma dell'aorta addominale è caratterizzata da un trauma minimo, un basso rischio di complicanze nel periodo postoperatorio e un breve periodo di riabilitazione..

Potenziali conseguenze e complicazioni

Le principali complicanze di un aneurisma dell'aorta addominale sono:

  • rottura del sacco aneurismatico;
  • disturbi trofici agli arti inferiori;
  • claudicatio intermittente.

Previsione

In assenza di un trattamento chirurgico tempestivo di un aneurisma dell'aorta addominale, circa il 90% dei pazienti muore entro il primo anno dal momento della diagnosi. La mortalità operativa durante un'operazione pianificata è del 6-10%. Gli interventi chirurgici di emergenza eseguiti sullo sfondo della rottura della parete dell'aneurisma sono fatali nel 50-60% dei casi.

Prevenzione

Per il rilevamento tempestivo di un aneurisma dell'aorta addominale in pazienti affetti da aterosclerosi o con una storia gravata di questa patologia vascolare, si raccomanda la supervisione medica sistematica con esame strumentale periodico (radiografia della cavità addominale, ecografia).

Smettere di fumare, il trattamento attivo delle malattie infiammatorie infettive e sistemiche sono di non piccola importanza nella prevenzione della formazione di aneurismi..

Trattamento e prevenzione dell'aneurisma dell'aorta addominale

Informazione Generale. Aneurisma dell'aorta addominale: cos'è questa malattia?

L'aorta è la più grande nave del corpo umano. Il sangue ossigenato dal ventricolo sinistro del cuore scorre a tutti gli organi attraverso l'aorta e i suoi rami. Questa è l'autostrada principale nella circolazione sanguigna umana, è convenzionalmente divisa in più sezioni: la parte ascendente dell'aorta, l'arco aortico e la parte discendente dell'aorta. L'ultima sezione è divisa in parti toraciche e addominali. La malattia più comune di questa nave è l'aneurisma. In tre casi su quattro di malattia vascolare, si verificano aneurismi dell'aorta addominale e solo in un caso la localizzazione avviene nella regione toracica..

L'aneurisma è un'espansione patologica del vaso, nei punti in cui le sue pareti sono indebolite. Sotto l'influenza dell'ipertensione, la parete del vaso si espande e, di conseguenza, la sua sporgenza. Per la loro forma, gli aneurismi sono divisi in formazioni sacculari e fusiformi. In entrambi i casi, il flusso sanguigno è disturbato, il che contribuisce al verificarsi di trombosi. In alcuni casi, il calcio si accumula nel sacco aneurismatico e la parete del vaso si calcifica, il che lo rende fragile e predispone alla rottura.

Un aneurisma dell'aorta addominale è localizzato principalmente al di sotto del sito di secrezione dell'arteria renale. Pertanto, le sue complicanze sono pericolose per gli organi pelvici e gli arti inferiori. La complicanza più comune è l'embolia. Durante il suo corso, il trombo si diffonde dal sacco aneurismatico lungo il corso del vaso. Si verifica la frammentazione del trombo ei suoi pezzi vengono distribuiti dal flusso sanguigno agli organi e agli arti pelvici. Pezzi di un coagulo di sangue possono bloccare le arterie, portando alla necrosi degli arti inferiori. Ma il più pericoloso per la vita del paziente è la rottura dell'aneurisma, a seguito della quale si verifica un'emorragia nella cavità addominale..

Sebbene non ci siano sintomi evidenti di un aneurisma dell'aorta addominale, con complicazioni ci sono alcuni segni indiretti, che saranno discussi di seguito, ma prima ci soffermeremo sulle cause della malattia.

Cause dell'aneurisma dell'aorta addominale

Lo sviluppo di un aneurisma è dovuto a diversi fattori. Molto spesso, la malattia si verifica a causa dell'aterosclerosi, in cui il lume della nave si restringe e le sue pareti diventano fragili. Questo porta alla dissezione della parete aortica, con le pareti interne più fragili lacerate e la parete esterna che si gonfia, formando un aneurisma aortico esfoliante. Le cause dell'aneurisma aortico addominale sono anche ipertensione arteriosa, malattie infiammatorie della parete aortica, malattie congenite del tessuto connettivo, malattie infettive, in particolare la sifilide, accompagnate da danni all'aorta.

Una predisposizione allo sviluppo di aneurismi si osserva negli uomini di età superiore a 60 anni, il più delle volte nei fumatori o con ipertensione arteriosa incontrollata. Le donne sono meno inclini a questa malattia. Anche il fattore ereditario, la presenza della malattia in altri membri della famiglia, gioca un ruolo. È stato dimostrato che la sindrome di Marfan genitoriale aumenta notevolmente la probabilità di sviluppare un aneurisma.

Diagnosi e sintomi di un aneurisma dell'aorta addominale

In alcuni casi, la malattia è praticamente asintomatica, motivo per cui viene rilevata nella diagnosi di altre malattie, ma più spesso un aneurisma dell'aorta addominale può manifestarsi con la presenza di una formazione pulsante. C'è una pulsazione nella cavità addominale nel ritmo del battito cardiaco.

In alcuni casi, c'è dolore periodico causato dalla pressione del sacco aneurismatico sulle radici spinali - aumenta gradualmente con lo sviluppo dell'aneurisma. Il dolore può verificarsi anche dopo aver mangiato, la claudicatio intermittente si verifica a causa dell'embolia. Il verificarsi di un forte dolore acuto nell'addome e nella parte bassa della schiena è un sintomo di rottura dell'aneurisma. Con complicazioni, c'è dolore alle gambe, al loro pallore o cianosi, che è causata dall'ostruzione delle arterie con pezzi di coaguli di sangue.

Tali magri sintomi di un aneurisma dell'aorta addominale rendono difficile diagnosticare la malattia nelle prime fasi. Nel 40% dei casi vengono rilevati problemi durante la ricerca strumentale, con sospetto di altre malattie. La fluoroscopia o l'esame ecografico dell'aorta danno un risultato più accurato, è con tali studi che viene rilevato più spesso.

All'esame, il medico può sospettare un aneurisma con uno stetoscopio. Si sentono la pulsazione e il rumore derivanti dal flusso sanguigno nell'area della formazione aneurismatica. Ma una tale diagnosi può essere fatta solo se il paziente non soffre di eccesso di peso. Se si sospetta un aneurisma, viene eseguita una tomografia computerizzata, che consente di determinare con maggiore precisione la dimensione e la forma del danno alla nave, dopodiché il medico prescrive il trattamento per un aneurisma dell'aorta addominale. L'esame a raggi X è meno informativo di altri, consente solo di rilevare un aneurisma da depositi di calcio, ma è impossibile conoscerne esattamente le dimensioni o la forma con un tale esame.

Trattamento dell'aneurisma aortico addominale

Il diametro normale dell'aorta nella cavità addominale è di circa due centimetri di diametro, la dilatazione aneurismatica può superare significativamente i limiti consentiti, raggiungendo dimensioni critiche. Le estensioni inferiori a 5 cm sono raramente irte di rottura, quindi la chirurgia non è necessaria. Ma va notato che questa malattia non va via da sola, nella maggior parte dei casi, nel tempo, è necessario un intervento chirurgico..

Affinché la malattia progredisca e l'espansione aneurismatica non cresca di dimensioni, il paziente deve essere sotto la supervisione di un medico proprio per prevenire lo sviluppo di un aneurisma dell'aorta addominale. Ogni sei mesi vengono eseguiti ultrasuoni e TC per monitorare le condizioni e le dimensioni dell'aneurisma. La correzione della pressione sanguigna è obbligatoria, a questo scopo vengono prescritti farmaci antipertensivi. Solo l'adempimento di tutte le prescrizioni del medico e una ricerca tempestiva possono consentire di monitorare le condizioni del paziente e di eseguire tempestivamente l'intervento chirurgico.

Il trattamento di un aneurisma dell'aorta addominale con dimensioni da 5 cm viene eseguito solo prontamente. Tali ingrandimenti sono spesso complicati dalla rottura, che richiede un intervento chirurgico immediato, altrimenti la rottura è fatale. Ma anche con un intervento immediato, il tasso di mortalità è del 50%. Pertanto, non appena vengono identificati i sintomi di un aneurisma dell'aorta addominale e viene fatta una diagnosi appropriata, è così importante essere monitorati e, in caso di ulteriore espansione del vaso, eseguire l'operazione in modo tempestivo..

Oggi esistono due tipi di trattamento chirurgico, ma solo un medico può decidere quale è più adatto per un paziente, tenendo conto delle sue condizioni, stile di vita e altri fattori. Entrambi i tipi di trattamento chirurgico si basano sull'impianto di un vaso artificiale per ripristinare la normale circolazione sanguigna nella parte danneggiata dell'aorta.

Il trattamento chirurgico tradizionale di un aneurisma dell'aorta addominale prevede l'impianto di un vaso artificiale in materiale plastico all'interno dell'aorta allargata. L'aorta avvolge l'impianto con i suoi tessuti, per così dire. L'intera operazione viene eseguita tramite un'incisione nell'addome e dura circa 6 ore. Con un metodo di trattamento radicale, il 90% dei pazienti operati ha una prognosi favorevole.

Il secondo tipo di trattamento è l'inserimento endovascolare di uno stent-graft, un dispositivo speciale con il quale viene isolato il sacco aneurismatico dal flusso sanguigno generale. In questo modo si previene una possibile rottura della parete assottigliata e si crea un nuovo percorso per il flusso sanguigno. In questa procedura chirurgica, l'impianto viene inserito attraverso una puntura all'inguine. Alla giunzione dei vasi femorali viene inserito uno speciale catetere, attraverso il quale il dispositivo viene inserito direttamente nell'aneurisma, dove il grafico dello stent si apre e forma un canale per il normale flusso sanguigno. Questa operazione richiede dalle 2 alle 5 ore ed è una buona alternativa al metodo tradizionale, soprattutto per i pazienti ad alto rischio di complicanze durante l'intervento. Ma tale trattamento è controindicato nei pazienti con patologia delle arterie dei reni e di altri organi. L'endoprotesi non ha controindicazioni per l'età ed è molto più facilmente tollerata dai pazienti anziani rispetto alla chirurgia a cielo aperto.

Aneurisma aortico: cause, sintomi e trattamenti

In medicina, un aneurisma è inteso come una patologia di una nave, che è espressa da una significativa sporgenza delle sue pareti verso l'esterno. Come risultato della malattia, il flusso sanguigno è parzialmente disturbato e aumenta il rischio di rottura del tubo con successiva emorragia nei tessuti e nelle cavità circostanti. La patologia più comune di questo tipo, i medici chiamano un aneurisma dell'aorta addominale (aneurisma BA abbreviato) - un sito della più grande arteria del corpo umano situato nella cavità addominale nell'intervallo tra l'undicesima vertebra toracica e 4-5 lombari. Rappresenta circa il 95% di tutti gli aneurismi. Il pericolo principale di questa patologia vascolare è il decorso asintomatico e la rapida progressione, che spesso portano a conseguenze fatali per l'organismo..

Cause di aneurisma aortico

Per lo sviluppo di un aneurisma dell'aorta addominale, sono necessari diversi fattori predisponenti: debolezza congenita delle pareti, cattive abitudini che portano alla distruzione delle membrane vascolari, nonché un aumento del carico sul sistema circolatorio dovuto a malattie acute e croniche.

Nel processo di cambiamenti nella sezione del tubo, si forma un focus in cui il numero di fibre di collagene aumenta e quelle di elastina, al contrario, diminuiscono. Come risultato della pressione costante, quest'area viene allungata, formando una cavità simile a una cisti. Nel tempo, le pareti del sacco si ispessiscono, si verificano processi infiammatori lenti, seguiti dalla formazione di tessuti fibrosi.

Le principali cause di aneurisma aortico sono:

  • cambiamenti aterosclerotici - secondo le statistiche, l'aterosclerosi dell'aorta nell'80-90% dei casi provoca un indebolimento delle pareti, la loro infiammazione e la successiva deformazione delle pareti;
  • processi infiammatori nel sistema vascolare, avviati da infezioni (sifilide, tubercolosi, ecc.) E processi autoimmuni (reumatismi, ecc.);
  • anomalie congenite del sistema cardiovascolare - displasia dei tessuti fibromuscolari;
  • malattie cardiovascolari sistemiche, in particolare ipertensione;
  • fumare.

Secondo le statistiche, l'aneurisma dell'aorta è più spesso colpito da uomini anziani, la cui storia include aterosclerosi e aderenza a lungo termine a cattive abitudini..

Classificazione

La classificazione ufficiale della patologia distingue diversi tipi di aneurismi dell'arco aortico, un'area nella cavità addominale e altre parti del sistema circolatorio per diversi motivi:

  • sulla struttura anatomica del sacco aneurismatico;
  • per posizione rispetto agli organi interni (tipi patologici di aneurismi);
  • per forma;
  • per origine (eziologia);
  • sullo sviluppo e sul decorso clinico.

Le classificazioni patologiche ed eziologiche degli aneurismi aortici sono del massimo valore clinico. Il primo distingue due forme di malattia:

  1. Infrarenale - protrusione nella regione infrarenale, cioè aree situate sotto la biforcazione del tronco vascolare principale nei rami renali.
  2. Sovrarenale - una sporgenza dell'aorta addominale situata sopra i rami delle arterie renali.

Tali varietà sono caratteristiche esclusivamente per la parte addominale del sistema circolatorio e per gli aneurismi dell'arco aortico esistono varietà separate che indicano la localizzazione della protrusione patologica.

Sulla base eziologica, la classificazione degli aneurismi dell'aorta addominale è divisa in due tipi di neoplasie:

  1. Congenito - a causa di anomalie genetiche, malformazioni vascolari, displasie, ecc..
  2. Acquisito - cambiamenti infiammatori e non infiammatori. I primi si dividono in infettivi, sifilitici, infettivi-allergici. Questi ultimi, a loro volta, si dividono in aterosclerotici e traumatici.

Questa componente di classificazione si applica a tutte le aorte, compresi i casi di aneurismi sull'arco aortico, sulle linee di afflusso di sangue del cervello e degli organi interni..

La classificazione è composta da due punti, che distingue i tipi di aneurismi per struttura anatomica. Si distinguono neoplasie vere e false. Nel primo caso la sporgenza presenta una cavità interna ben definita a forma di sacco, e nel secondo, esternamente simile al primo "rigonfiamento" è un ispessimento della parete verso l'esterno.

La classificazione della patologia in base alla forma delle sporgenze è la più numerosa. Ha 4 tipi di sacche aneurismatiche:

  1. I saccolari sono il tipo più comune. Sembra una bolla arrotondata situata su un lato della nave.
  2. Diffuso: più piccole sporgenze in un'area limitata di varie forme e dimensioni.
  3. Fusiformi: sporgenze allungate di un piccolo volume lungo la nave.
  4. Esfoliante: una cavità all'interno delle pareti del tubo di varie dimensioni e forme. Questo tipo è tipico dell'aorta superiore ed è estremamente raro nella regione addominale..

Infine, la classificazione della malattia in base al decorso clinico identifica aneurismi complicati e non complicati. Nel primo caso, la patologia si sviluppa in modo indipendente senza ulteriori processi patologici. Nella seconda, insieme alla protrusione, ci sono dissezioni della parete vascolare, formazione di coaguli di sangue all'interno della borsa, rotture.

Sintomi

I sintomi della protrusione aortica dipendono dal decorso clinico della patologia. Nella malattia non complicata, un aneurisma dell'aorta addominale può passare inosservato per anni. In alcuni casi, una tale patologia viene scoperta per caso come parte di un esame di routine, visita medica o durante un intervento chirurgico addominale per altri problemi di salute. Questo è ciò che lo differenzia dagli aneurismi dell'aorta toracica, che quasi dall'inizio provocano cambiamenti tangibili nel benessere..

Un aneurisma di una nave nella cavità addominale ha segni aspecifici che possono essere scambiati per colica renale, un processo infiammatorio nel pancreas, alterazioni patologiche nella colonna vertebrale. Ciò è dovuto al fatto che il sintomo principale della malattia è un dolore sordo o doloroso localizzato nella parte superiore e centrale dell'addome sul lato sinistro. In alcuni casi, il dolore si estende alla parte bassa della schiena, all'inguine e all'osso sacro.

Una caratteristica distintiva di un aneurisma nella regione addominale è la pulsazione, che si avverte alla palpazione della parete addominale anteriore.

Quando viene raggiunta una grande dimensione, la neoplasia comprime gli organi e i tessuti vicini, motivo per cui il paziente sviluppa varie sindromi:

  • intestinale, accompagnato da pesantezza all'addome, eruttazione, nausea, costipazione cronica e aumento della produzione di gas;
  • urologico, accompagnato da ritenzione urinaria, comparsa di tracce di sangue nelle urine, negli uomini il varicocele può svilupparsi a causa della compressione dell'aneurisma della vena addominale;
  • ischiocardicolare, accompagnato da dolore lombare, ridotta sensibilità e attività motoria degli arti inferiori;
  • ischemico, accompagnato da claudicatio intermittente, alterazioni trofiche nei tessuti molli, segni di vene varicose.

Tali manifestazioni consentono di giudicare la patologia dei vasi nella cavità addominale, poiché i sintomi di un aneurisma dell'aorta toracica nella maggior parte dei casi influenzano la funzionalità dei polmoni e del cuore, influenzano indirettamente l'afflusso di sangue al cervello. Questa patologia si manifesta come mancanza di respiro, mal di testa e disturbi neurologici. In rari casi, quando un focus patologico in un vaso della cavità addominale è una continuazione di un aneurisma nell'aorta discendente, entrambi i gruppi di sintomi possono avere un carattere incrociato..

Diagnostica

Per diagnosticare un aneurisma dell'aorta addominale, vengono utilizzati metodi standard per rilevare patologie vascolari con segni diretti e indiretti. Nella fase iniziale, il medico raccoglie l'anamnesi e le lamentele del paziente, esegue un esame generale con palpazione e auscultazione dell'addome. Già in questa fase si possono riconoscere chiari segni di patologia: una pronunciata pulsazione di una nave modificata attraverso la parete addominale anteriore. Al tatto si definisce come un corpo sferico denso ed elastico, che pulsa ritmicamente all'unisono con il battito cardiaco. Durante l'ascolto, si sentono chiari rumori sistolici.

Un sintomo simile è caratteristico solo per la diagnosi di sporgenze nell'addome. Con un aneurisma dell'arco aortico, la palpazione e l'auscultazione della patologia sono impossibili a causa di un ostacolo nella forma del torace.

  • radiografia del sondaggio - aiuta a visualizzare la forma e le dimensioni della neoplasia, a stabilirne la localizzazione, a stabilire il grado di calcificazione nelle sue pareti;
  • scansione duplex dell'aorta e dei suoi rami: rileva l'aneurisma con elevata precisione e aiuta a stabilirne la localizzazione;
  • Ultrasuoni dell'aorta addominale - aiuta a valutare le condizioni delle pareti dei vasi al centro della patologia, determinare i rischi di rottura o rilevare danni esistenti, scoprire le dimensioni dell'aneurisma e la sua localizzazione;
  • la tomografia (risonanza magnetica o computerizzata) è uno dei metodi più accurati per ottenere un'immagine bidimensionale o tridimensionale di un aneurisma, determinando il grado di calcificazione, la presenza di coaguli di sangue, rotture e dissezioni delle pareti.

Inoltre, viene diagnosticato un aneurisma dell'arco aortico o della sua regione addominale mediante aortografia e urografia endovenosa. Un metodo come la laparoscopia diagnostica viene utilizzato esclusivamente per identificare i problemi con un vaso nella cavità addominale. Dopo una serie di manipolazioni mediche, i sintomi, la diagnosi e il trattamento dell'aneurisma BA vengono integrati in un unico sistema..

Trattamento

L'unico metodo efficace per trattare un aneurisma dell'aorta addominale è considerato un intervento chirurgico per rimuovere radicalmente la porzione deformata del vaso. È impossibile curare o sospendere la progressione della patologia senza intervento chirurgico. inoltre, ignorare il problema e cercare di risolverlo con metodi conservativi può provocare complicazioni potenzialmente letali.

Esistono diversi tipi di chirurgia per aneurisma aortico:

  • resezione di un frammento di tubo con una sporgenza e successivo ripristino del canale con un innesto speciale - viene utilizzato in caso di danni alla sezione diritta della nave a distanza dalla ramificazione;
  • protesi bifucative della parte aorto-iliaca del flusso sanguigno - viene eseguita quando i rami iliaci sono coinvolti nel processo patologico;
  • installazione di uno stent-graft, che consente di isolare il sacco aneurismatico formato dal flusso sanguigno generale senza rimuoverlo.

Gli interventi vengono eseguiti in modo pianificato. L'eccezione sono i casi acuti: rottura o stratificazione significativa delle pareti dell'aneurisma. In questi casi, l'operazione viene eseguita con urgenza..

Prevenzione

Per prevenire tutti i tipi di aneurismi - la parte toracica dell'aorta, le arterie cerebrali, l'aorta addominale - si raccomanda di ridurre al minimo o eliminare l'influenza dei fattori provocatori. Questi includono fumare, mangiare cibi ricchi di colesterolo cattivo e sale. È particolarmente importante aderire alla dieta ed evitare cattive abitudini per i pazienti con una storia familiare di dilatazione aortica aneurismatica..

Una misura preventiva di prevenzione è l'esame regolare del sistema circolatorio. Poiché potrebbero non esserci sintomi con un aneurisma dell'aorta addominale, l'ecografia periodica e altri studi aiuteranno a identificare l'insorgenza della malattia prima della sua manifestazione. Purtroppo, attualmente, circa il 75% degli aneurismi viene rilevato quando raggiungono grandi dimensioni, il che peggiora notevolmente la prognosi: almeno un terzo dei pazienti non ha il tempo di ricevere l'aiuto necessario e muore a causa della rottura del vaso.

Complicazioni

In qualunque parte del corpo si trovi l'aneurisma - nell'arco aortico, nella sua parte addominale o su rami arteriosi più piccoli, richiede un'attenta attenzione e un'azione tempestiva per rimuoverlo. Altrimenti, c'è il rischio di complicazioni, la maggior parte delle quali sono associate ad un'alta probabilità di morte..

Per l'aneurisma dell'arco aortico e altre parti di questo grande vaso, le stesse complicazioni sono caratteristiche:

  • la formazione di un coagulo di sangue (embolo) nella neoplasia, che può attaccarsi alla parete e causare infiammazione o fluttuare attraverso il flusso sanguigno ai polmoni, al cervello o al cuore;
  • rottura della parete del sacco aneurismatico con intenso sanguinamento interno.

A differenza di un aneurisma dell'arco aortico, la rottura di una protrusione su una nave nella cavità addominale non è sempre accompagnata da sintomi specifici: tachicardia, dolore acuto dietro lo sterno, perdita di coscienza. Ad esempio, quando la borsa si trova nella parte superiore del vaso, la distruzione della sua parete provoca un complesso di sintomi che ricordano la pancreatite o l'ulcera gastrica. in una tale situazione, il sangue può essere espulso non solo nella cavità addominale, ma anche nel duodeno, nello stomaco o nelle anse intestinali. In questo caso, sarà più difficile diagnosticare la patologia e il tempo perso porterà a conseguenze critiche per la salute del paziente..


Articolo Successivo
Vasi cerebrali