Cos'è l'aneurisma: cause, sintomi, trattamento e prevenzione della malattia


Un aneurisma è una dilatazione permanente (espansione) della parete di un vaso sanguigno travestito da palloncino.

A causa della pressione, il sangue che passa attraverso l'arteria può premere sulla parte più debole dell'arteria, provocandone il rigonfiamento della parete.

Sebbene teoricamente qualsiasi vaso sanguigno con un tono ridotto possa entrare in una tale situazione, il più delle volte si verificano aneurismi nel torace e nell'addome (sull'aorta) e nella regione del cervello (sulle arterie che supportano la circolazione sanguigna di questo organo).

La comparsa di questo disturbo nell'aorta o nell'area del cervello è molto pericolosa, mentre il verificarsi di un aneurisma in un'altra parte del corpo è considerato meno pericoloso.

Il rischio più pericoloso associato a un aneurisma è la sua rottura, a causa della quale il paziente può avere un ictus cerebrale o sanguinamento con rischio per la vita..

Ma anche se l'aneurisma non si rompe, con le sue grandi dimensioni, interferisce con la circolazione sanguigna e contribuisce alla formazione di coaguli di sangue indesiderati..

L'auto-individuazione precoce di un aneurisma non è un compito facile. Per identificare l'aneurisma, dovresti studiare le possibili cause e familiarizzare con i segni e la prevenzione di questa malattia..

Sintomi dell'aneurisma

Sebbene molti aneurismi non presentino sintomi, in alcuni casi i pazienti possono osservare i seguenti sintomi:

  • Dolore improvviso e grave (lacrimazione e lacrimazione) o un'insolita sensazione di pulsazione, dolore o gonfiore in un'area del corpo dove sono presenti i vasi sanguigni;
  • Mal di testa acuto, mai sperimentato, che si irradia al collo. Questa caratteristica spesso indica un aneurisma di tipo bacca rotto o un aneurisma dissezionale. La dissezione degli aneurismi possono verificarsi in altre parti del corpo e sono sempre urgenti.
  • Una sensazione palpitante o un nodulo nell'area del ginocchio può indicare un aneurisma periferico. La forma periferica di questo disturbo si verifica spesso nell'area del ginocchio. Le persone che fumano si trovano in una zona a rischio speciale.
  • Dolore toracico, raucedine, tosse persistente e difficoltà a deglutire possono indicare un aneurisma dell'aorta toracica.
  • Il dolore addominale che si irradia all'inguine o agli arti inferiori può indicare un aneurisma dell'aorta addominale. Un aneurisma dell'aorta addominale appare come un nodulo pulsante o palpabile che può essere accompagnato da perdita di peso o perdita di appetito.

In quali situazioni dovresti vedere un medico per l'aneurisma??

Se sospetti un aneurisma, consulta il tuo medico! Molti di loro sono molto seri e richiedono una visita medica..

Se un aneurisma si rompe, possono verificarsi conseguenze pericolose per la vita.

Cause dell'aneurisma

Qualsiasi disturbo che provochi un indebolimento del tono o un danno alla parete arteriosa può influenzare lo sviluppo di un aneurisma.

Le principali cause di aneurisma sono:

  • pressione sanguigna alta (ipertensione);
  • aterosclerosi.

Anche ferite penetranti e infezioni possono contribuire alla malattia. Alcuni disturbi, come la forma a bacca, derivano da un tono congenito indebolito delle pareti arteriose.

Tipi di aneurisma

Aneurisma sacculare

Un aneurisma sacculare è una formazione simile a un palloncino che si verifica sulla parete di un'arteria.

La causa della forma sacculare della malattia è, di regola, l'indebolimento congenito dello strato medio (muscolare) della parete arteriosa. Questo tipo di aneurisma può essere caratterizzato da coaguli di sangue..

Berry aneurisma

Un aneurisma della bacca è un tipo di aneurisma sacculare. Nome: associato a dimensioni ridotte e forma arrotondata.

Molto spesso, questo disturbo si verifica a livello di ramificazione dei vasi sanguigni alla base del cervello..

Aneurisma cilindrico

La forma cilindrica della malattia è un gonfiore allungato che provoca un improvviso cambiamento nel diametro normale di un'arteria.

Spesso si verifica a causa di aterosclerosi o sifilide e può essere osservato anche su un intero segmento di un'arteria.

Aneurisma fusiforme

Il danno agli strati interni e intermedi della parete arteriosa può portare a un gonfiore simile a una salsiccia noto come forma fusiforme della malattia.

Le cause principali di questo tipo di malattia sono l'aterosclerosi e l'ipertensione..

Trattamento dell'aneurisma

Il trattamento principale per gli aneurismi è la chirurgia. Sebbene anche in questo caso ci siano dei rischi, se l'operazione viene eseguita con molta attenzione, allora può essere molto efficace.

In alcuni casi, la chirurgia può essere più pericolosa dell'aneurisma stesso. In una situazione del genere, un'attenta cura e una terapia farmacologica possono essere le migliori opzioni di trattamento..

Medicina classica

A seconda della posizione, del tipo e delle dimensioni dell'aneurisma, il medico può prescrivere diversi tipi di trattamento.

Per trattare gli aneurismi non resecabili, il medico può prescrivere farmaci che abbassano la pressione sanguigna o riducono la forza del tuo cuore. Pertanto, il rischio di rottura dell'aneurisma è ridotto..

Ma anche con aneurismi operabili, il medico può iniziare con la terapia farmacologica, studiando periodicamente l'evoluzione della malattia. Se il medico nota un pericoloso aumento delle dimensioni della formazione, il paziente potrebbe aver bisogno di un intervento chirurgico.

Chirurgicamente, un morsetto può essere posizionato su un'arteria, interrompendo la circolazione sanguigna in quest'area.

Inoltre, l'aneurisma può essere riparato e l'arteria rimossa può essere sostituita con un innesto sintetico..

Medicina alternativa

Qualsiasi trattamento preventivo dovrebbe essere discusso con il medico! Non dovrebbero in alcun modo sostituire il trattamento principale.!

Omeopatia

Per i piccoli aneurismi benigni, così come per scopi profilattici, per le persone a maggior rischio di sviluppare aneurismi, uno specialista in omeopatia può raccomandare Baryta carbonica (carbonato di bario) per tonificare e rafforzare le pareti arteriose.

Medicina psicosomatica

Mantenere la mente e il corpo rilassati può prevenire le complicazioni dell'aneurisma.

È stato osservato che le tecniche di rilassamento come lo yoga e la meditazione possono aiutare.

Nutrizione per l'aneurisma

Cambiamenti dietetici che abbassano la pressione sanguigna e rallentano anche la progressione dell'aterosclerosi possono influenzare l'evoluzione degli aneurismi.

Prevenzione dell'aneurisma

È importante capire che se la tua famiglia ha un rischio maggiore di aneurismi, devi prendere le prime misure per prevenirli..

Se la famiglia ha avuto una storia di ictus o malattie cardiovascolari, è importante cambiare dieta e stile di vita per migliorare la salute generale..

Allenarsi regolarmente.

Se sei un fumatore, smetti di fumare!

Aneurisma

Un aneurisma è un'espansione sporgente o locale della parete di un vaso sanguigno dovuta a stiramento e / o assottigliamento.

Caratteristiche generali della malattia

L'aneurisma è una malattia insidiosa, in molti casi non si manifesta sintomaticamente. Il più delle volte scoperto per caso durante una visita medica di una persona per altre malattie.

Può essere congenito e acquisito a seguito dello sviluppo di malattie come l'arterio- o l'aterosclerosi. Inoltre, l'aneurisma può essere il risultato di traumi, lesioni vascolari micotiche o sifilitiche. L'aneurisma compare più spesso nell'area aortica.

Ci sono aneurismi veri e falsi. Tutti gli strati della parete dei vasi sanguigni sono coinvolti nella formazione di quella vera, che si verifica con la sifilide e l'aterosclerosi. I falsi aneurismi derivano da una lesione vascolare, in cui il sangue viene versato nel tessuto.

Dopo un po ', le pareti dell'aneurisma si formano intorno a quest'area con il sangue, si forma uno "shock aneurismatico", a seguito del quale le pareti dei vasi iniziano a sporgere gradualmente, il che porta alla compressione degli organi circostanti.

Molti medici chiamano l'aneurisma nient'altro che una "bomba a orologeria" che può "esplodere" in qualsiasi momento.

Secondo la teoria, un aneurisma può essere localizzato assolutamente in qualsiasi arteria, tuttavia, la pratica mostra che il più delle volte l'aorta è colpita: l'arteria più grande (la malattia in questo caso è chiamata aneurisma aortico) e le arterie cerebrali (la malattia è l'aneurisma dei vasi cerebrali).

L'aorta è divisa in due sezioni: addominale e toracica, rispettivamente, distinguono tra aneurisma dell'aorta addominale e aneurisma dell'aorta toracica.

Aneurisma dell'aorta addominale

Il sangue viaggia attraverso l'aorta addominale fino alla parte inferiore del corpo. Quando l'aorta ha un'area indebolita, si gonfia o si espande. Ecco come appare un aneurisma dell'aorta addominale. È molto pericoloso e rappresenta una vera minaccia per la salute umana. Quando si rompe, inizia l'emorragia interna, che può essere fatale.

Un'altra spiacevole "sorpresa" dell'aneurisma dell'aorta addominale è la possibilità di coaguli di sangue che possono rompere le pareti del vaso e bloccare il lume dei vasi più piccoli. Il risultato è la trombosi arteriosa, che causa forti dolori e gravi complicazioni. Uno di questi è la probabilità di perdere un arto.

Aneurisma cerebrale

La malattia può svilupparsi a causa di cambiamenti congeniti nelle pareti dei vasi sanguigni. Inoltre, l'aneurisma si trova nelle persone con disturbi genetici nel corpo, che includono: malattie del tessuto connettivo, malattia del rene policistico, disturbi circolatori.

L'aneurisma dei vasi cerebrali può essere una conseguenza di un trauma cranico, apparire con un tumore, un'infezione, a causa dell'ipertensione e di altre malattie vascolari. Anche l'uso di droghe e il fumo sono cause di aneurisma cerebrale.

Questa malattia è anche pericolosa, in conseguenza di essa può essere emorragia cerebrale, danni al sistema nervoso, ictus o morte. Esiste il rischio di formazione e sviluppo di più aneurismi, che aumenta ulteriormente il rischio di malattia.

Sintomi dell'aneurisma

I sintomi della malattia dipendono dalla presenza di complicanze dell'aneurisma, dal tipo di sviluppo e dalla sua posizione. I sintomi di un aneurisma potrebbero non comparire per diversi anni. Secondo le statistiche, il 25% dei pazienti affetti da aneurisma inizialmente lo ha scambiato per un'emicrania..

L'aneurisma cerebrale asintomatico viene solitamente scoperto per caso. In uno stato inesploso, provoca sensazioni come la compressione del cervello e dei nervi cranici, che a sua volta porta a mal di testa ricorrenti. Come risultato della malattia, la vista è compromessa, può comparire strabismo, l'olfatto è parzialmente perso, a volte i pazienti soffrono di crisi epilettiche. Quando l'aneurisma si rompe, si verifica un'emorragia interna con sintomi corrispondenti.

Anche un aneurisma dell'aorta addominale può essere asintomatico. Ma in alcuni casi compaiono sintomi di aneurisma: il paziente avverte un dolore pulsante e pressante nell'addome, nel torace, tra le scapole, nella parte bassa della schiena, nei lati, nei glutei e nelle gambe. A volte c'è cianosi delle dita e scolorimento della pelle delle mani.

Un aneurisma toracico è caratterizzato da un dolore profondo e pulsante al petto, che a volte si irradia alla spalla. Si osservano anche mancanza di respiro, dolore e disagio durante la deglutizione, tosse. Febbre e persino perdita di peso possibile.

Quando un aneurisma si rompe, una persona avverte un forte dolore, che porta a uno stato di shock. Lo shock si esprime in funzionalità respiratoria compromessa, palpitazioni cardiache, mancanza di risposta alle domande poste, perdita della capacità di movimento.

Se avverti un dolore improvviso alla testa, all'addome o al torace o se manifesti uno dei sintomi di aneurisma sopra indicati, consulta immediatamente il medico..

Fornita una diagnosi tempestiva, l'aneurisma aortico risponde bene al trattamento e la sua rottura è spesso fatale.

Diagnosi della malattia

Prima di trattare un aneurisma, deve essere accuratamente diagnosticato. Attualmente, esistono diversi metodi per diagnosticare l'aneurisma: viene eseguito un esame radiografico a contrasto della nave (angiografia) per determinarne le condizioni, la natura del flusso sanguigno e la dimensione dei cambiamenti patologici.

Con l'aiuto dell'angiografia tomografica computerizzata e dell'angiografia a risonanza magnetica, si ottiene un'immagine dei vasi sanguigni e si valutano le caratteristiche del flusso sanguigno in essi contenuto.

L'ecografia Doppler (esame ecografico dei vasi sanguigni) consente di vedere un'immagine della posizione della nave in volume, di valutare le sue condizioni da diverse angolazioni, per determinare il grado del processo patologico.

Trattamento dell'aneurisma

La medicina moderna usa solo un modo per trattare l'aneurisma: la chirurgia. Durante l'operazione, la nave interessata viene rimossa e una artificiale viene cucita al suo posto..

Conducono operazioni aperte e chiuse. Con l'apertura nell'addome, il chirurgo esegue un'incisione attraverso la quale viene rimossa la parte ingrandita dell'aorta addominale e al suo posto viene posizionata una protesi.

Il secondo modo per trattare l'aneurisma è l'endoprotesi. Con esso, viene praticata una piccola incisione nell'inguine del paziente attraverso la quale viene inserita la protesi e posizionata nella cavità dell'aneurisma.

Questa operazione viene eseguita secondo le indicazioni solo per un piccolo numero di pazienti. Ciò è dovuto al fatto che dopo di esso c'è la probabilità di una nuova formazione di aneurisma e questo porterà a ripetuti interventi chirurgici.

Di norma, le protesi non vengono rifiutate dal corpo umano, nella maggior parte dei casi non richiedono la sostituzione e servono fino alla fine della vita del paziente.

Prevenzione

La migliore prevenzione dell'aneurisma è uno stile di vita sano, che include attività fisica, una corretta alimentazione con l'esclusione di cibi contenenti grandi quantità di colesterolo dalla dieta, smettere di alcol e fumare e normalizzare il peso.

Cos'è l'aneurisma (cerebrale, addominale, ecc.), I sintomi e il trattamento?

Cos'è l'aneurisma?

Un aneurisma è un ingrossamento che si forma in un'arteria a causa di una vasodilatazione anormale. Questo rigonfiamento cresce gradualmente fino a quando non si rompe e può portare alla morte. Contrariamente al buon senso, può apparire in diverse parti del corpo..

La dilatazione vascolare è un processo fondamentale per l'equilibrio della pressione sanguigna e la termoregolazione del corpo. Il processo consiste nella dilatazione, cioè un aumento del diametro - o, più o meno, un aumento - di un vaso sanguigno causato dal rilassamento temporaneo del tessuto muscolare che costituisce la parete di questi vasi. In condizioni normali, la vasodilatazione è completamente naturale.

L'aneurisma è il risultato diretto di un processo di vasodilatazione che non dovrebbe verificarsi, solitamente causato dall'indebolimento cronico del tessuto muscolare. Ciò si traduce in una sorta di edema localizzato a forma di palloncino. Che cresce mentre scorre attraverso il flusso sanguigno.

In generale, la semplice presenza di un aneurisma non causa sintomi. Molte persone, anche convivendo con questo fenomeno, finiscono per morire per altre cause che non hanno nulla a che fare con il problema..

Tuttavia, il rischio di rottura aumenta negli anni e le conseguenze possono essere catastrofiche: il 30% dei pazienti affetti da rottura di aneurismi muore prima ancora di raggiungere l'ospedale. Tra i sopravvissuti, il 55% ha conseguenze disastrose. Ci sono 15.000 casi di sanguinamento ogni anno a causa di aneurismi rotti.

Tipi di aneurisma

Gli aneurismi possono essere classificati in base a tre caratteristiche: la loro posizione, la loro forma e origine o l'agente eziologico. Ogni aneurisma viene identificato in base a una combinazione di questi tre fattori..

Classificazione della posizione

Aneurisma cerebrale

Chiamato anche aneurisma sacculare, consiste in un aneurisma nelle arterie cerebrali. Si stima che sia tra il 3% e il 5% della popolazione mondiale, rendendola la forma più comune della malattia. Nella maggior parte dei casi si sviluppa nella parte inferiore del cervello, soprattutto nei punti alla base del cranio.

Qual è la differenza tra aneurisma cerebrale e malattia cerebrovascolare (CVA)?

Sebbene molte persone confondano i due problemi, l'ictus e gli aneurismi cerebrali sono malattie diverse, sebbene un aneurisma rotto possa essere la causa di un ictus.

Un ictus è un fenomeno in cui una parte del cervello non riceve flusso sanguigno e quindi ossigeno, perdendo alcune delle sue funzioni..

La maggior parte degli ictus è ischemica, cioè una violazione della circolazione sanguigna in alcune aree del cervello. Può essere causato dalla vasodilatazione, che, tra le altre cose, è una complicazione degli aneurismi cerebrali rotti.

Gli ictus emorragici sono quelli in cui si verificano sanguinamento, gonfiore e aumento della pressione intracranica. La causa di un ictus emorragico può essere la rottura dell'aneurisma stesso..

Aneurisma dell'aorta addominale

L'aorta è l'arteria più grande e importante dell'intero sistema circolatorio, poiché è responsabile del trasporto del sangue ossigenato a tutte le parti del corpo. Questa nave entra principalmente nel corpo mentre lascia il cuore e si diffonde nella cavità addominale. Un aneurisma dell'aorta addominale è solo un aneurisma che viene installato sull'ultimo segmento dell'aorta.

È il tipo di aneurisma che ha il più alto tasso di mortalità dopo la rottura. Si stima che solo il 10-15% dei pazienti sopravviva a una rottura.

Aneurisma dell'aorta toracica

Come suggerisce il nome, un aneurisma dell'aorta toracica si riferisce a una dilatazione che si verifica nella porzione dell'arteria aortica che attraversa la parete toracica. In quanto aneurisma dell'aorta addominale, ha un alto tasso di mortalità a causa dell'intenso flusso sanguigno nella regione.

Altri posti

Gli aneurismi possono svilupparsi in luoghi diversi da quelli già menzionati, ad esempio nell'intestino, nella milza e dietro le ginocchia. Tuttavia, questi sono casi molto rari..

Classificazione per forma

Aneurismi sacculari

Gli aneurismi sacculari hanno questo nome a causa del loro aspetto vescicolare, o "sacco". Di solito si verificano in aree che ottengono la pressione alta, come biforcazioni e curve.

Aneurismi del fuso

Gli aneurismi del fuso sono caratterizzati da dimensioni più ampie, formando una sorta di rombo.

Dissecare gli aneurismi

Gli aneurismi di dissezione sono più comuni nell'aorta, sebbene possano verificarsi altrove. Questa è una condizione in cui si stabilisce una lesione sulle pareti interne di un'arteria. Le mura esterne, invece, rimangono intatte.

Classificazione per origine

Aneurismi aterosclerotici

Gli aneurismi aterosclerotici sono il risultato dell'aterosclerosi. In questo caso, la formazione di placche ateromiche caratteristiche della malattia indebolisce le pareti delle arterie, formando un aneurisma..

Aneurismi infettivi

Meno comunemente, gli aneurismi infettivi derivano dall'indebolimento delle pareti arteriose causato da infezioni specifiche come la sifilide.

Aneurismi congeniti

Una persona nasce molto raramente con un aneurisma congenito, cioè già formato dalla nascita. Può accadere che il paziente nasca con una predisposizione alla formazione di aneurismi.

Le ragioni

Un aneurisma è causato dall'indebolimento delle pareti delle arterie. Nel tempo, le pareti indebolite si espandono a causa degli effetti della pressione sanguigna, formando un aneurisma. Questo fenomeno può verificarsi per diversi motivi. Alcuni di essi si riferiscono ad abitudini acquisite nel corso della vita, mentre altri sono legati a condizioni congenite, cioè ereditate o già nate con il paziente.

Tuttavia, mentre alcune persone possono essere geneticamente predisposte allo sviluppo di aneurismi, è importante notare che è molto raro nascere con un aneurisma congenito. La malattia è molto rara nei bambini ed è più comune negli adulti sopra i 40 anni. Colpisce le donne più spesso degli uomini.

Fattori di rischio

Alcune abitudini, problemi di salute o persino condizioni persistenti possono indebolire le pareti delle arterie e, di conseguenza, gli aneurismi. Esso:

Età superiore ai 50 anni

L'indebolimento della struttura fisica delle pareti delle arterie è una delle conseguenze dell'avvicinarsi alla terza età. Le persone di età pari o superiore a 50 anni rappresentano il gruppo più comunemente affetto da aneurismi.

Fumo

La ricerca indica che il fumo di sigaretta è responsabile dell'indebolimento di un gene che è direttamente responsabile della protezione delle arterie. I fumatori hanno un rischio fino al 12% in più di sviluppare problemi ai vasi sanguigni, inclusi gli aneurismi, secondo un sondaggio dell'Università della Pennsylvania..

Uso eccessivo di alcol e droghe

I sentimenti di euforia causati dall'uso di alcuni farmaci, principalmente cocaina e stimolanti, sono direttamente correlati a un improvviso aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. Queste reazioni travolgono le arterie, indebolendone le pareti..

Tuttavia, questo tipo di danno non è limitato alle droghe illegali. Il consumo regolare di bevande alcoliche può causare una serie di problemi cardiovascolari, compreso il progressivo indurimento delle arterie.

Ipertensione

Nelle persone con pressione alta, la forza con cui il sangue colpisce le pareti delle arterie è molto maggiore del normale. Questo sovraccarico porta a un possibile indebolimento, che può contribuire alla comparsa di aneurismi.

Aterosclerosi

Una delle caratteristiche principali della malattia è il restringimento dei vasi sanguigni, che danneggia in breve tempo la struttura delle loro pareti..

Malattia policistica renale

Conosciuta anche come malattia del rene policistico, una malattia ereditaria è responsabile della sostituzione del tessuto renale con innumerevoli cisti che crescono gradualmente.

La connessione di questa malattia con l'aneurisma è che questo fenomeno colpisce non solo i reni, ma anche alcuni organi, come il fegato, il pancreas, il cuore, il colon e il cervello - che contribuisce alla formazione di aneurismi cerebrali, aumentando il rischio di insorgenza fino a 7 volte dilatazioni.

Si stima che dal 5% al ​​40% dei pazienti con malattia del rene policistico sviluppi aneurismi.

Trauma

Colpire la testa, il torace o l'addome può rompere i vasi sanguigni e le arterie, contribuendo agli aneurismi. Pertanto, a seguito di lesioni violente come incidenti stradali, è indispensabile monitorare eventuali lesioni neurologiche, toraciche e addominali..

Menopausa

L'estrogeno è un ormone noto per agire come regolatore del ciclo mestruale. Pochi sanno che questa sostanza è anche responsabile della protezione delle arterie delle donne. Pertanto, durante la menopausa, quando i livelli di estrogeni sono bassi, le pareti delle arterie tendono ad indebolirsi..

Infiammazione del sangue

L'infiammazione del sangue, chiamata anche vasculite, influisce direttamente sulla salute delle pareti vascolari, comprese le pareti delle arterie.

Diabete

Il diabete non trattato è direttamente collegato a una serie di malattie cardiovascolari, come l'accumulo di grasso nelle pareti delle arterie, lo sviluppo dell'aterosclerosi e l'indurimento delle arterie. Da qui la connessione tra la malattia e l'aneurisma.

Colesterolo alto

Il colesterolo alto accumula una placca di grasso sulla parete delle arterie, che a sua volta si indebolisce.

Predisposizione genetica

Alcune persone hanno una predisposizione ereditaria allo sviluppo di aneurismi. Un medico specialista dovrebbe richiedere esami speciali se un paziente ha due o più casi di malattia in famiglia, soprattutto nei parenti di primo grado (come genitori e fratelli).

Disturbi del tessuto connettivo

Alcune condizioni ereditarie che interessano il tessuto connettivo, come la sindrome di Ehlers-Danlos e la sindrome di Lois-Dietz, influenzano direttamente l'elasticità di alcune strutture del corpo, comprese le arterie.

Displasia fibromuscolare

La displasia fibromuscolare è un disturbo che colpisce l'equilibrio cellulare delle pareti delle arterie, causando varie anomalie, compreso l'indebolimento dei tessuti.

Malformazione arteriosa

Chiamate anche malformazioni artero-venose (identificate dagli AVM), sono difetti alla nascita che diventano aneurismi nel 15% dei casi.

Malattia in cifre

Quando il soggetto è un aneurisma, i numeri sono alcuni dei fattori che più impressionano chi convive con il problema. Per avere un'idea, secondo la società di elaborazione dati Porto Alegre (Procempa):

  • Si stima che dall'1% al 5% della popolazione adulta conviva con aneurismi;
  • Il 10% dei pazienti che soffrono di rottura di un aneurisma muore prima di essere ricoverato in ospedale;
  • Dal 30% al 40% dei pazienti non sopravvive anche dopo un trattamento adeguato;
  • Tra i sopravvissuti, il 25% ha conseguenze disastrose per il resto della loro vita. Il 45% sviluppa problemi di memoria;
  • Il tasso di mortalità è di circa il 45%;
  • Il 5% degli ictus è causato da rottura di aneurismi;
  • Per chi ha due o più casi di aneurisma in famiglia, la probabilità di essere affetti da questo problema aumenta dell'8%.

Tuttavia, non tutti i numeri del sondaggio sono senza speranza..

  • Se l'aneurisma è inferiore a sette millimetri, la possibilità di rottura entro cinque anni è circa zero;
  • Meno dell'1% dei pazienti con aneurismi rotti ha meno di 20 anni;
  • Esattamente nella metà dei casi (50%), l'aneurisma non è mai disturbato e il paziente vive normalmente.

Sintomi

La maggior parte degli aneurismi sono completamente asintomatici fino a quando non presentano qualche problema. Se la dilatazione è ampia e preme su un'area particolare, potrebbero esserci sintomi generali associati alla parte che viene compressa, come visione offuscata, nel caso di aneurismi cerebrali, o tosse, ad esempio, per aneurismi dell'aorta toracica.

Inoltre, i segni compaiono solo quando l'aneurisma si è già rotto o sta per rompersi. Alcune persone riferiscono un dolore localizzato molto grave e improvviso diversi giorni prima che la nave si rompa. Questi dolori, tuttavia, si verificano in episodi rapidi e presto scompaiono senza persistere abbastanza tempo o intensità per disturbare il paziente..

Sintomi di un aneurisma rotto

I sintomi di un aneurisma rotto non possono essere ignorati. Al minimo segno, è consigliabile consultare un medico il prima possibile. Esso:

  • Dolore improvviso alla testa, all'addome o al torace, a seconda della posizione dell'aneurisma. Questa sensazione è molto caratteristica. Come se dal nulla il paziente avesse sofferto molto;
  • Un'improvvisa sensazione di calore alla testa, all'addome o al torace;
  • Difficoltà a camminare o stare in piedi;
  • Visione offuscata o doppia;
  • Vertigini improvvise;
  • Vomito;
  • Convulsioni;
  • Perdita di conoscenza.

Come viene diagnosticato l'aneurisma??

I test per identificare possibili aneurismi non sono inclusi nella procedura di screening, tranne nei casi in cui si sospetta una predisposizione genetica. Poiché sono silenziosi e asintomatici, di solito vengono scoperti per caso o solo quando si rompono..

Diagnostica dell'aneurisma cerebrale

Il primo passo per diagnosticare un aneurisma rotto è eseguire una TAC, che può mostrare sanguinamento localizzato..

È quindi possibile eseguire una puntura lombare come esame aggiuntivo. Una puntura è una raccolta di fluido chiamato Cefalorraquidiano Fluid (CSF), comunemente noto come CSF, che si trova intorno al midollo spinale e alla corteccia cerebrale. Se il campione di CSF contiene sangue, questa è una chiara indicazione di un aneurisma rotto.

Per determinare l'esatta dimensione e posizione dell'aneurisma, il neurologo deve richiedere un'angiografia del cervello. L'anilisi è fondamentalmente l'inserimento di un tubo flessibile chiamato catetere in un'arteria della gamba, che deve seguire i vasi sanguigni del corpo fino a raggiungere l'aneurisma.

A seconda dei casi, il medico può decidere di sostituire l'angiografia con l'angiotomografia, un test non invasivo che utilizza il contrasto.

Diagnostica aneurisma dell'aorta addominale

Oltre alla tomografia e all'angiografia, il medico può anche ordinare una risonanza magnetica e una radiografia del torace per diagnosticare un aneurisma dell'aorta addominale. Entrambi hanno la funzione di mappare l'entità dell'aneurisma e, a seconda dei casi, dell'emorragia.

Diagnostica aneurisma dell'aorta toracica

Se si sospetta un aneurisma dell'aorta toracica, come nei casi precedenti, il medico può ordinare una tomografia computerizzata, una risonanza magnetica e un'angiografia. Una differenza è che lo specialista può anche richiedere un ecocardiogramma, poiché gli aneurismi del torace sono solitamente collegati pericolosamente al cuore..

Un aneurisma ha una cura? Che trattamento?

La cura per un aneurisma è la chirurgia, che può avvenire per embolizzazione o, più comunemente, interrompendo l'aneurisma. In caso di rottura dell'aneurisma, il paziente verrà immediatamente portato in chirurgia.

La sopravvivenza dopo la rottura è maggiore nei casi di aneurisma cerebrale. Peggio per gli aneurismi aortici perché si verificano in un'arteria più grande, sono più gravi. Circa il 90% delle persone colpite da questo problema non sopravvive.

Tuttavia, se viene rilevato un aneurisma prima del sanguinamento, il medico deciderà se la chirurgia è l'opzione migliore. Per fare ciò, il professionista terrà conto delle dimensioni e della posizione dell'aneurisma, nonché della storia medica del paziente..

In generale, quando la dilatazione è inferiore a 5,5 centimetri di diametro, l'equipe medica dovrebbe raccomandare un monitoraggio frequente della progressione della condizione senza intervento chirurgico. Questo perché, statisticamente, i rischi di distruzione di un piccolo aneurisma sono minimi rispetto ai rischi di un intervento chirurgico delicato..

Chirurgia dell'aneurisma cerebrale

La procedura per il trattamento di un aneurisma cerebrale può avvenire in due modi: per embolizzazione o, più spesso, per interruzione.

L'embolizzazione, chiamata anche trattamento endovascolare, è una tecnica meno invasiva eseguita inserendo un catetere nell'arteria femorale situata nella coscia. Il catetere viene fatto passare attraverso il corpo fino a raggiungere l'aneurisma, dove installa molle in platino che impediscono il sanguinamento.

Sebbene il vantaggio sia che non è necessario aprire il cranio, l'embolizzazione è generalmente sconsigliata per aneurismi più grandi di 10 cm o già rotti. C'è anche un piccolo rischio che l'aneurisma si riempia nuovamente di sangue dopo la procedura..

Sebbene sia una procedura meno moderna, il clipping rimane il trattamento più utilizzato per gli aneurismi cerebrali, principalmente per la sua efficacia: non vi è alcun rischio che l'aneurisma si ripresenti dopo l'intervento chirurgico.

Chirurgia dell'aneurisma aortico

A causa dell'importanza dell'aorta nel corpo, le procedure chirurgiche che coinvolgono quest'arteria tendono ad essere più delicate e complesse. Per gli aneurismi dell'aorta addominale e dell'aorta toracica, ci sono due possibilità.

Il primo è la chirurgia convenzionale, in cui la porzione dell'aorta in cui si trova l'aneurisma viene completamente rimossa e sostituita con un tubo. Per questo, il flusso sanguigno viene interrotto nella regione. Questa è una procedura ad alto rischio ed è attualmente l'opzione di trattamento meno comunemente utilizzata per gli aneurismi aortici..

Il secondo, come nel caso dell'aneurisma cerebrale, è il trattamento endovascolare. Un tubo che sostituirà la parte dell'arteria che contiene l'aneurisma viene inserito attraverso un catetere.

Poiché questa procedura è relativamente nuova (eseguita per la prima volta nel 1991), i pazienti che la subiscono richiedono frequenti follow-up per garantire che lo stent-graft sia nella posizione corretta e non richieda riparazione..

Periodo postoperatorio

Subito dopo l'intervento chirurgico, mentre è in ospedale, il paziente verrà monitorato ogni ora per le prime 24 o 48 ore, a seconda della gravità della malattia. Questa procedura è una misura precauzionale per garantire che non ci siano complicazioni postoperatorie come embolia o sanguinamento..

Quando non sei a rischio, il paziente può essere trasferito in una stanza dove continuerà ad essere monitorato secondo le raccomandazioni del personale medico. I ricoveri successivi a questo tipo di intervento durano solitamente almeno 5 giorni.

L'assistenza postoperatoria è delicata come la chirurgia. È importante stare in un luogo tranquillo e calmo e anche essere attenti ai cambiamenti fisiologici, come un intestino bloccato, che potrebbe indicare che qualcosa non va. Il riposo assoluto e una dieta leggera sono essenziali senza cibi grassi.

Gli spasmi delle gambe devono essere evitati nei pazienti sottoposti a trattamento endovascolare, in particolare l'esposizione alla coscia o all'inguine. A coloro che hanno subito procedure chirurgiche più invasive è severamente vietato prendere il sole nel sito di incisione.

Il chirurgo può raccomandare l'uso di alcuni farmaci dopo l'intervento chirurgico, come anticonvulsivanti, bloccanti dei canali del calcio e analgesici.

Vivi con un aneurisma

Per coloro che non hanno gli aneurismi rotti, devi rimanere calmo. Sebbene gli aneurismi rotti siano molto gravi, gli aneurismi continui non possono mai causare alcun problema rimanendo dormienti. Ciò è dovuto al fatto che la probabilità di essere violato è molto bassa, dall'1% al 2,7% all'anno.

È importante parlare con un neurochirurgo per risolvere eventuali dubbi e comprendere i motivi per cui sei giunto alla conclusione che il rischio di un intervento chirurgico è maggiore del rischio di convivere con un aneurisma.

I pazienti che vivono con aneurismi non rotti devono essere monitorati periodicamente. Di norma, i controlli in questi casi vengono solitamente eseguiti con la seguente frequenza:

Diametro dell'aneurisma (in centimetri)Frequenza degli esami
3.0 a 3.4Ogni tre anni
3.5-4.4annualmente
Da 4.5 a 5.4semestrale
Dalla 5.5chirurgia

Per evitare complicazioni, è molto importante che il paziente conduca uno stile di vita sano e regolamentato. Mangiare una dieta sana, fare esercizio e combattere le malattie che possono causare aneurisma, come l'ipertensione e il colesterolo alto, sono fondamentali..

Una persona che convive con un aneurisma continuo dovrebbe anche rinunciare a cattive abitudini come fumare, bere alcolici e usare stimolanti..

Quali sono le probabilità di rottura dell'aneurisma?

Secondo un sondaggio organizzato da Procempa, i numeri sono:

Dimensione dell'aneurisma (in millimetri)Sono possibili lacune (nei prossimi 5 anni)
Fino a 7Meno dell'1%
7-122,6%
Da 13 a 2514,5%
Esattamente 2540%

Complicazioni

L'unica possibile complicazione di un aneurisma intatto è la rottura. Molte cose brutte possono accadere dopo una rottura, come ad esempio:

Accidente vascolare emorragico

Un aneurisma rotto può causare ictus emorragico. Questo perché l'emorragia può causare un aumento della pressione intracranica, portando alla perdita della funzione cerebrale..

Trombosi

La trombosi è la formazione di uno o più coaguli di sangue che bloccano alcune vene e questo è relativamente comune dopo l'intervento chirurgico. Questi coaguli possono anche staccarsi e viaggiare attraverso il flusso sanguigno, intrappolando organi importanti e provocando un fenomeno chiamato embolia che può portare alla morte..

La trombosi è più comune dopo la riparazione dell'aneurisma aortico.

Ribellarsi

Gli aneurismi che si sono già rotti corrono il rischio di sanguinamento di nuovo, soprattutto durante o dopo l'intervento chirurgico. Ciò può aumentare l'entità del danno esistente o addirittura richiedere la riparazione di nuove procedure chirurgiche..

Ipotensione post-chirurgica

La perdita di sangue pre e intra-procedurale in caso di rottura di un aneurisma può portare a episodi postoperatori di calo della pressione, che influisce direttamente sul recupero del sistema cardiovascolare del paziente.

Vasospasmo

Le emorragie causate da un aneurisma del cervello possono causare contrazioni involontarie delle arterie, un fenomeno che si adatta al nome clinico di vasospasmo. Questi spasmi arteriosi interferiscono con il corretto flusso sanguigno, che può causare ictus ischemici.

Iponatriemia

L'iponatriemia è una diminuzione dei livelli di sodio nel sangue che può essere causata da sanguinamento da aneurismi danneggiati. Questo squilibrio può causare gonfiore delle cellule cerebrali e causare danni gravi e irreparabili..

Idrocefalo

L'idrocefalo è il nome dato all'accumulo di acqua all'interno del cranio. Ciò può accadere se il sanguinamento causato da un aneurisma blocca il flusso di fluido al cervello e al midollo spinale, causando un eccesso localizzato di CSF.

L'idrocefalo aumenta la pressione intracranica e può causare diverse lesioni permanenti, ad esempio il raggiungimento di capacità come la parola, la locomozione, la memoria e la vista.

Paralisi

La paralisi è una rara continuazione di un aneurisma cerebrale, ma può accadere. Di solito sono parziali e possono interessare un lato del viso o del corpo del paziente.

Difficoltà motorie e del linguaggio

I disturbi delle capacità psicomotorie sono comuni durante il periodo di riabilitazione dopo la rottura di un aneurisma. Possono essere reversibili o permanenti.

A seconda del grado e della gravità del sanguinamento dopo la rottura di un aneurisma, il sanguinamento può far perdere conoscenza al paziente o addirittura cadere in coma.

Morte

L'aneurisma può uccidere immediatamente, ma anche diversi giorni dopo la rottura, a causa dell'intensità del sanguinamento iniziale e del risanguinamento.

La mortalità dopo la rottura di un aneurisma, sia cerebrale che aortico, è molto alta. La malattia provoca in media 6,5mila morti all'anno, secondo il ministero della Salute..

Come prevenire l'aneurisma?

Il modo migliore per prevenire l'indebolimento delle pareti delle arterie è sviluppare abitudini sane, come:

  • Esercizi pratici;
  • Tieni sotto controllo la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo;
  • Mangia bene;
  • Bere alcol con moderazione e non fumare né assumere farmaci stimolanti.

Per chi ha una storia familiare o problemi di salute che possono contribuire allo sviluppo di aneurismi, è importante consultare un medico.

Gli aneurismi rotti sono problemi molto seri e devono essere trattati molto seriamente. Al minimo segno che qualcosa potrebbe essere sbagliato, consultare immediatamente il medico. In questi casi, il tempo è essenziale per determinare il destino del paziente..

Aneurisma cerebrale: che cos'è ed è possibile evitare un intervento chirurgico

Cos'è un aneurisma cerebrale? Questo è il nome della sporgenza locale verso l'esterno della parete del vaso, che ha il codice I67.1 secondo ICD-10.

Tale formazione è presente nel 5% delle persone, ma nella stragrande maggioranza dei casi non viene rilevata, cioè è asintomatica. Quando si manifesta un aneurisma, si verificano disturbi neurologici come tumore o ictus (rottura). La patologia viene rilevata durante uno studio strumentale specializzato. Viene trattato esclusivamente chirurgicamente.

Cos'è l'aneurisma

Qualsiasi arteria, dall'aorta alla più piccola, è un tubo a tre strati. Lo strato interno, o intima, è l'endotelio (cellule epiteliali), quello centrale è costituito da fibre elastiche e muscolari. All'esterno c'è una miscela di collagene e fibre connettive. Se uno di loro diventa più sottile o danneggiato, la parete vascolare si gonfia verso l'esterno sotto la pressione del sangue. Si forma una bolla - un aneurisma - che rappresenta una grave minaccia per la salute.

Molto spesso, i difetti nel muro delle arterie compaiono al posto dei loro rami, dove la pressione sanguigna è più alta. Un aneurisma cerebrale è costituito da tre elementi strutturali: il collo, il corpo, la cupola. Nella zona del collo, la protrusione ha una struttura a tre strati e la sua cupola è costituita solo da intima. È in questo luogo che è molto probabile una rottura. Secondo le statistiche, si verifica principalmente nei pazienti di età compresa tra 30 e 50 anni, rappresentando oltre l'80% di tutti i casi di emorragia cerebrale.

Classificazione

Gli aneurismi sono divisi in due gruppi nella struttura. Possono essere fusiformi o sacculari. Nel primo caso sembrano un'espansione uniforme della sezione del vaso. Nel secondo, si gonfiano su un lato, formando una specie di bolla. I saccolari possono essere costituiti da una o più camere e sono molto più comuni dei fusiformi.

C'è un'altra classificazione - in base alla posizione dell'aneurisma cerebrale. Può essere localizzato nel sistema vertebro-basilare o sulle seguenti arterie: le arterie cerebrali anteriori o medie, nonché sulle arterie carotidi interne. In più di un decimo dei casi vengono diagnosticate più protrusioni, su più vasi contemporaneamente. Per dimensione, si distinguono le formazioni miliari, il cui diametro non supera i 3 mm, piccolo - non più di 1 cm, medio - da 1 a 1,5 cm, grande - fino a 2,5 cm Se la dimensione supera i 25 mm, stiamo parlando del cosiddetto gigante aneurisma.

Le ragioni

La patologia può essere congenita o acquisita. I difetti della parete vascolare dovuti ad anomalie della crescita intrauterina sono spesso accompagnati da altre malattie. Questi includono coartazione congenita dell'aorta, cisti renali multiple, malformazioni artero-venose, sottosviluppo del tessuto connettivo.

I cambiamenti acquisiti sono il risultato di varie lesioni cerebrali traumatiche o malattie precedenti. L'aneurisma dei vasi cerebrali si sviluppa spesso sullo sfondo di ipertensione, aterosclerosi, ialinosi. Se una protrusione si è formata dopo che un embolo infettivo è entrato nell'arteria, si parla di micotica. Inoltre, gli aneurismi si formano a causa di un flusso sanguigno irregolare o ipertensione..

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, una leggera espansione della sezione dell'arteria non si manifesta in alcun modo. Tale aneurisma viene spesso scoperto per caso o durante un esame di routine. Quando compaiono i segni clinici, vengono ulteriormente suddivisi in simili a tumori o apoplettici. Nel primo caso, la formazione aumenta rapidamente di dimensioni, man mano che cresce, comprimendo le strutture cerebrali vicine.

Tutti i sintomi si sommano al quadro clinico standard del tumore e dipendono direttamente dalla posizione della protrusione. Di solito, un aneurisma simile a un tumore è localizzato nel seno cavernoso o nella regione del chiasma, l'intersezione dei nervi ottici.

Un difetto nella parete arteriosa situata nella regione chiasmale influisce negativamente sulla funzione visiva: l'acuità visiva diminuisce, i suoi campi sono disturbati. Un aneurisma cerebrale a lungo termine e sufficientemente grande spesso porta ad atrofia nervosa, seguita da cecità completa. Se è di stanza nel seno cavernoso, che si trova alla base del cranio e regola il deflusso venoso dalle orbite e dal cervello, appare la paresi dei nervi cranici. Quando la 3a, 4a e 6a coppia sono colpite, si verificano disturbi oculomotori come strabismo, incapacità di concentrarsi sul soggetto.

La sconfitta dei rami del nervo trigemino si manifesta con i sintomi caratteristici della sua nevralgia. Nei casi avanzati, anche il tessuto osseo del cranio è deformato, che viene rivelato durante l'esame a raggi X..

Quando la malattia procede secondo il tipo apoplettico, di solito non ci sono segni clinici. L'aneurisma apoplettico viene rilevato solo dopo la sua rottura e l'emorragia cerebrale. Tra i sintomi che possono precedere questo, raramente vengono menzionate sensazioni dolorose nell'area delle orbite e della fronte..

Leggi anche sull'argomento

Aneurisma rotto

Quando la protrusione si rompe, compare prima un mal di testa molto forte. All'inizio, può essere sentito localmente, dove si trova il danno. Poi gradualmente le sensazioni dolorose si diffondono, coprendo l'intera testa. Sono uniti dai seguenti segni di emorragia:

  • Nausea con vomito ripetuto.
  • Aumento della sensibilità e del tono dei muscoli occipitali.
  • Il sintomo di Kernig: l'incapacità di raddrizzare la gamba sollevata piegata al ginocchio (in posizione prona).
  • Sintomo complesso di Brudzinsky, quando gli arti si muovono involontariamente quando si premono su diversi punti del corpo.
  • Perdita di coscienza per periodi di tempo di durata variabile.
  • Disturbi mentali (da lievi a gravi), convulsioni di tipo epilettico.

L'emorragia tra le meningi - subaracnoidea - provoca uno spasmo prolungato delle arterie vicine. Nella maggior parte dei casi, porta a danni al midollo, come nell'ictus ischemico.

Se, quando si rompe un aneurisma dei vasi cerebrali, il sangue entra nei suoi ventricoli o in una sostanza, uno focale si unisce alla sintomatologia generale. I segni specifici dipendono direttamente dalla posizione del danno. Quando si trova nell'area della biforcazione dell'arteria carotide, la funzione visiva ne risente. La sconfitta dell'arteria cerebrale anteriore porta a disturbi mentali con paresi simultanea delle gambe e quella centrale a disturbi del linguaggio e paralisi del lato opposto del tronco. Un aneurisma localizzato nel sistema vertebro-basilare, a seguito di una rottura, provoca disturbi della coordinazione, disfagia, frequenti vibrazioni oculari, paresi del trigemino e dei nervi facciali.

L'incidenza delle emorragie subaracnoidee è circa l'80% del totale. Gli ematomi intracerebrali sono meno comuni, ma hanno conseguenze negative più pronunciate. Il più pericoloso è l'effusione di sangue nei ventricoli, poiché la conseguenza è spesso fatale. Con l'emorragia nel seno cavernoso, situato all'esterno delle membrane dure, il midollo non viene danneggiato.

Diagnostica

Un aneurisma cerebrale può essere rilevato solo per caso se è piccolo e non si manifesta clinicamente. Nella maggior parte dei casi, la malattia asintomatica viene rilevata su esami speciali, che vengono eseguiti per un altro motivo. Se compaiono sintomi patologici, è necessario contattare un neurologo.

La diagnosi inizia con l'assunzione di un'anamnesi basata sui reclami dei pazienti. Quindi viene eseguito un esame neurologico, durante il quale, sulla base di test specifici, viene determinata la localizzazione dell'aneurisma.

Il prossimo passo diagnostico è l'esame strumentale. Include le seguenti manipolazioni:

  • Radiografia, con l'aiuto della quale è possibile rilevare le deformità caratteristiche delle ossa del cranio alla sua base. Anche le sporgenze pietrificate, in cui si depositano i sali di calcio, sono visibili ai raggi X..
  • La risonanza magnetica e la tomografia computerizzata sono metodi più informativi per esaminare il cervello, ma potrebbero non essere sufficienti per confermare la diagnosi.
  • L'angiografia fornisce il quadro più completo dello stato dei vasi senza l'introduzione di agenti di contrasto in essi. Con il suo aiuto, si ottiene un'immagine volumetrica dell'arteria danneggiata, che consente di giudicare la varietà, le dimensioni e la forma della protrusione.

Se non è possibile utilizzare apparecchiature di alta precisione, viene eseguita una puntura lombare (campionamento CSF). In base alla presenza di sangue nel liquido cerebrospinale, si conclude sull'emorragia intracerebrale o subaracnoidea.

Particolare attenzione è rivolta alla diagnosi differenziale, poiché con un aneurisma cerebrale i sintomi possono essere simili ad altre malattie. Questi includono tumori, ascessi o cisti se la patologia è di tipo tumorale. Nel caso dei segni apoplettici, la differenziazione è fatta da ictus ischemico, attacco di epilessia, meningite, attacchi ischemici transitori (spasmo).

Trattamento

L'aneurisma viene trattato principalmente chirurgicamente, poiché tale formazione richiede la rimozione. Tuttavia, se la protrusione è di piccole dimensioni, non si manifesta clinicamente, il neurologo è limitato all'osservazione sistematica. Un paziente con una tale diagnosi viene registrato ed esaminato regolarmente. Inoltre, vengono prese misure per eliminare le cause che hanno provocato la patologia. Se c'è un aumento dell'aneurisma cerebrale con un simultaneo aumento del rischio di rottura, viene eseguita un'operazione utilizzando una delle tecniche moderne..

Raccomandazioni generali

Le principali cause di questa malattia sono l'aterosclerosi, l'ipertensione, il diabete mellito. Se ci sono patologie croniche, è necessario trattarle e regolare lo stile di vita. Prima di tutto, dovresti smettere di fumare e ridurre il consumo di alcol. Queste cattive abitudini hanno un effetto estremamente negativo sullo stato dei vasi sanguigni in tutte le diagnosi di cui sopra..

Il passaggio a una dieta sana è una delle condizioni più importanti per stabilizzare lo stato e l'efficacia della terapia farmacologica per le principali malattie. È necessario escludere cibi grassi nocivi dalla dieta, ridurre al minimo il consumo di zucchero, mangiare più verdure fresche con frutta, carne magra, latticini. Anche il trattamento termico è importante: è consigliabile cucinare, stufare o cuocere al forno e rifiutare il fritto.

Leggi anche sull'argomento

È richiesta un'attività fisica moderata. Se lo sport è controindicato, devi muoverti di più, camminare per strada, salire le scale senza ascensore. La ginnastica speciale è efficace, normalizza la circolazione sanguigna, ripristina il tono muscolare e vascolare. Inoltre, con un aneurisma cerebrale, è molto importante mantenere un background emotivo stabile, essere meno nervosi ed evitare lo stress..

Farmaco

È impossibile curare la patologia stessa con pillole o iniezioni, tuttavia, nella maggior parte dei casi, è necessaria la terapia farmacologica. I farmaci sono prescritti in base alla causa stabilita dell'aneurisma:

  • Se la parete vascolare diventa più sottile a causa dell'aterosclerosi, vengono utilizzati farmaci speciali per abbassare i livelli di colesterolo. Questi includono acido nicotinico, statine e sequestranti degli acidi biliari. A causa della normalizzazione del metabolismo lipidico, il processo di deposizione di placche di colesterolo e deformazione delle arterie rallenta.
  • In presenza di ipertensione, è obbligatorio assumere farmaci che abbassano la pressione sanguigna. Riducono il rischio di rottura di un aneurisma cerebrale esistente e la formazione di nuovo.
  • Gli antibiotici vengono utilizzati se un embolo infettivo diventa la causa della patologia. La terapia antibiotica è intesa per il trattamento di un processo infettivo e infiammatorio che ha causato alterazioni patologiche nei vasi sanguigni.

In caso di rottura con emorragia, la terapia farmacologica viene eseguita come nell'ictus emorragico. I farmaci per via endovenosa sono usati per stabilizzare la pressione intracranica, la pressione arteriosa, ridurre la permeabilità vascolare, nonché emostatici, barbiturici. Parallelamente, viene sollevata la questione dell'opportunità del trattamento chirurgico. I medici, sulla base delle informazioni sulla posizione, sul volume dell'emorragia, prescrivono un intervento chirurgico o continuano a trattare con i farmaci.

Intervento chirurgico

La tecnica più efficace per il trattamento di un aneurisma cerebrale è la chirurgia microchirurgica per rimuoverlo. Vengono utilizzati i seguenti metodi di vari gradi di invasività. Il taglio del collo viene eseguito utilizzando un metodo microchirurgico dopo craniotomia. Attraverso un foro con un diametro non superiore a 4 cm, le meningi vengono aperte, l'aneurisma risalta e una clip speciale viene applicata al collo. Pertanto, il lume della protrusione è bloccato.

L'occlusione endovascolare è un'operazione meno traumatica indicata per i pazienti anziani, così come in presenza di malattie somatiche o di una localizzazione profonda di un aneurisma nei tessuti cerebrali, la sua forma fusiforme. Attraverso un'incisione nell'arteria femorale, un microcoil viene inserito nella cavità dell'aneurisma per trombolarlo, o un catetere a palloncino che blocca il lume.

Se ci sono malformazioni, sono indicati metodi di rimozione transcranica e radiochirurgica. Vengono anche utilizzate la termocoagulazione stereotassica, la trombosi artificiale della protrusione con l'aiuto di coagulanti. Se l'aneurisma si rompe, può essere necessaria la rimozione chirurgica dell'ematoma. Viene eseguito mediante aspirazione stereotassica o evacuazione endoscopica. In caso di emorragia ventricolare, viene eseguito il drenaggio ventricolare.

Rimedi popolari

L'uso di ricette di medicina alternativa non aiuterà a sbarazzarsi di un aneurisma dei vasi cerebrali. Tuttavia, è possibile stabilizzare il flusso sanguigno e la pressione, ridurre la concentrazione di zucchero e colesterolo nel sangue con rimedi popolari. Le più sicure ed efficaci sono le seguenti:

  • Per abbassare il livello di zucchero, viene utilizzato un decotto di chicchi di avena o semi di lino, una miscela di grano saraceno macinato con kefir, succo di limone con uova di gallina. Anche le erbe sono utili: erba di San Giovanni, assenzio, immortelle e altre.
  • La fitoterapia viene anche utilizzata per ridurre la concentrazione di colesterolo (sono efficaci baffi d'oro, uva ursina, ginseng, dente di leone). Il miele, i prodotti delle api, l'olio di semi di lino, l'aglio, i limoni sono particolarmente efficaci..
  • Lo zenzero, una bevanda a base di latte e aglio, tisane con l'aggiunta di miele aiuteranno a stabilizzare la pressione sanguigna.

È importante ricordare che le ricette popolari sono solo un'aggiunta al trattamento principale. Inoltre, tutti i metodi di terapia domiciliare devono essere coordinati con un medico..

Previsioni

Le prospettive per un paziente con aneurisma vengono valutate in molti modi. La dimensione, la localizzazione e la natura della protrusione, la sua tendenza ad aumentare, sono importanti. Se l'istruzione è piccola, non cresce e non si manifesta in alcun modo, puoi vivere tutta la tua vita senza interruzioni o interventi chirurgici. La presenza di malattie croniche che influiscono negativamente sullo stato della parete vascolare peggiora la prognosi. In questo caso, il rischio di rottura o la formazione di un nuovo aneurisma aumenta molte volte..

Secondo le statistiche, una protrusione rotta porta alla morte nel range dal 30 al 50% di tutti i casi. Tra i sopravvissuti, circa un terzo acquisisce una disabilità permanente e in un quarto si verificano ripetutamente emorragie. Inoltre, la seconda rottura porta alla morte molto più spesso - nel 70% dei casi.


Articolo Successivo
Rimozione del varicocele: tutti i tipi di operazioni