Aneurisma del setto ventricolare


L'aneurisma del setto interventricolare del cuore è un processo patologico in cui si verifica un rigonfiamento della parete vascolare nel sito di assottigliamento.

Scansione TC del cuore che mostra un aneurisma del setto interventricolare del cuore (maschio, 81 anni).
Spesso, con questa patologia, il difetto si osserva nella parte superiore del ventricolo sinistro, distruzione del setto interventricolare, che sporge nella regione del ventricolo destro. L'eziologia dell'insorgenza della patologia è l'infarto del miocardio, la necrosi dei tessuti, quindi si verifica nel ventricolo sinistro.

I cardiologi classificano la malattia in forme acute e croniche. Il primo si osserva nella fase acuta dell'infarto miocardico, quando il territorio morto del muscolo cardiaco diventa morbido e sotto l'influenza della pressione sistolica del flusso sanguigno nel ventricolo sinistro c'è una sporgenza verso destra. Nella fase di guarigione delle cicatrici miocardiche, la forma acuta di aneurisma può scomparire e talvolta il processo diventa cronico.

Durante la transizione, si osserva una diminuzione della scarica cardiaca, un enorme volume di sangue entra nella regione del rigonfiamento aneurotico e c'è il rischio di sviluppare insufficienza cardiaca. Lo sviluppo della fase cronica dipende direttamente dagli indicatori di qualità e dalla dimensione della lesione del muscolo cardiaco. La patologia può assumere varie forme: fungo, sacculare e anche piatto. I coaguli di sangue possono formarsi nell'area dell'aneurisma. Questi coaguli causano embolia arteriosa.

La protrusione diventa la causa della contrazione della disfunzione, la cui proporzionalità è dovuta al volume dell'aneurisma. Il periodo patologico causa uno squilibrio dello scopo di pompaggio del ventricolo destro dovuto al fatto che l'aneurisma sporgente riempie il suo territorio. L'aneurisma del setto interventricolare del cuore è specificato da vari sintomi clinici.

Video ecografia di un aneurisma nel setto interventricolare.
Il quadro clinico dipende direttamente dalle dimensioni della patologia, dalla sua posizione e dalle complicanze causate.

Nella forma acuta della malattia, i pazienti hanno edema, un aumento significativo delle dimensioni del fegato, ascite. In un decorso cronico, i pazienti non si lamentano per un lungo periodo. Ma allo stesso tempo si osservano gravi aritmie, tachicardia. La clinica è dominata da scarsa tolleranza all'esercizio, asma parossistico, tromboembolia. La pulsazione dolorosa si nota negli spazi intercostali, lo sfondo sistolico acquisisce un ritmo frenetico.

Per la diagnosi della malattia, il risultato dell'elettrocardiografia, è importante un elettrocardiogramma. Il processo di trattamento dipende dall'esito dell'attacco cardiaco, è importante osservare una stretta limitazione dell'attività fisica. Non esistono metodi conservativi e se si sviluppa un'insufficienza cardiaca, si raccomanda un intervento chirurgico. È consigliato anche per motivi di salute..

La prognosi per la forma cronica è favorevole in assenza di insufficienza cardiaca. Esito scarso con aneurisma fungo e sacculare dovuto allo sviluppo di trombosi e aritmie. La domanda è acuta anche nella forma acuta, dal primo al decimo giorno c'è un grande pericolo di rottura del muscolo cardiaco. Le misure preventive sono volte a combattere le malattie cardiache, il controllo dell'attività motoria dopo un infarto e la prescrizione tempestiva di farmaci antipertensivi.

Un ritrovamento accidentale - aneurisma IVS asintomatico: vale la pena preoccuparsi della diagnosi nei bambini e negli adulti?

A seconda dell'effetto sull'emodinamica, le anomalie e le malformazioni del cuore vengono convenzionalmente suddivise in "grandi" e "piccole". Il gruppo di difetti minori include opzioni di sviluppo che differiscono dal normale, ma non influenzano in modo significativo il lavoro del cuore.

Una di queste malattie è l'aneurisma del setto interventricolare. Nella maggior parte dei casi, la condizione è asintomatica e solo con la progressione richiede cure mediche.

Cos'è un aneurisma del setto interventricolare del cuore?

Un'area limitata della parete interventricolare, prolasso saccularmente (sporgente) verso il ventricolo destro, è chiamata aneurisma del setto interventricolare. La patologia ha la natura di un'anomalia congenita minore che ha un leggero effetto sull'emodinamica.

La frequenza di occorrenza è 3,4-4,1 per 100.000 neonati. L'età media di rilevamento della malattia è di 18-21 anni.

A causa della lesione limitata, l'aneurisma può essere asintomatico per tutta la vita. A grandi dimensioni, sono caratteristiche le complicazioni che si verificano sullo sfondo del completo benessere, che può essere il primo sintomo della malattia.

La causa della malattia è il sottosviluppo delle creste endocardiche nel periodo embrionale, che porta a una chiusura inadeguata del difetto settale dopo la nascita. Invece di un setto a tutti gli effetti, si sviluppa un sottile strato di tessuto fibroso, che si trasforma in una protrusione sacculare sotto l'influenza della pressione sanguigna.

Negli adulti, la patologia si verifica in due casi:

  1. Viene diagnosticato per caso o quando compaiono reclami, se non è stato rilevato durante l'infanzia;
  2. Si sviluppa come una complicazione di un attacco di cuore.

L'aneurisma acquisito si verifica nel 3-5% degli adulti con infarto del setto ventricolare acuto.

Localizzazione e funzionalità di flusso

Esistono tre tipi di localizzazione:

  • Al di sopra della sporgenza della valvola tricuspide, la protrusione si sviluppa alla sua base e non supera 0,5-1,5 cm di diametro e, posta sopra le valvole, prolassa nella cavità dell'atrio destro. Il decorso è asintomatico o va dal tipo di cardialgia (dolore al cuore, non angina pectoris);
  • Sotto la proiezione della valvola tricuspide si trova la posizione al di sotto del livello della cresta sopraventricolare, immediatamente sotto il lembo settale della valvola. Durante la contrazione dei ventricoli, la protrusione solleva o tocca la valvola. Il decorso è asintomatico per lungo tempo, in caso di malfunzionamento della valvola compaiono segni di insufficienza tricuspide. Dimensioni - 1,0-1,5 cm;
  • Aneurisma della parte membranosa del setto interventricolare - sporge in modo significativo nella metà destra del cuore, localizzato dietro la cresta sopraventricolare. La protrusione occupa parzialmente l'apertura della valvola tricuspide e, con il progredire della malattia, si fonde con essa. Il diametro non supera i 2 cm Il decorso è determinato dall'insufficienza tricuspide e rimane asintomatico per lungo tempo.

Quali altri difetti sono spesso accompagnati?

Un aneurisma è combinato con molti difetti congeniti che possono determinare la clinica della malattia:

  • Insufficienza aortica;
  • Coartazione dell'aorta;
  • Malattia di Fallot;
  • Difetto del setto ventricolare;
  • Stenosi tricuspide.

Potenziali conseguenze e complicazioni

Un aneurisma isolato non causa disturbi emodinamici ed è un riscontro accidentale. Tuttavia, ci sono frequenti casi di rottura, causati da un'eccessiva pressione sanguigna dal ventricolo sinistro. Quindi l'aneurisma si trasforma in un difetto IVS e inizia uno shunt da sinistra a destra..

Conseguenze di un corso complicato:

  • Carenza di ossigeno;
  • Rallentamento dello sviluppo fisico;
  • Disturbi psicomotori (sindrome da iperattività, sonnambulismo, sonno, ecc.);
  • Tendenza alle malattie respiratorie;
  • Ritardi nello sviluppo;
  • Trombosi ventricolare sinistra;
  • Insufficienza ventricolare destra (edema, congestione venosa).
Il divario è più tipico dell'adolescenza, quando la capacità contrattile del cuore raggiunge i suoi valori massimi.

Quadro clinico

Aneurisma IVS nei bambini

Nei neonati, la clinica è asintomatica, poiché la forza del ventricolo sinistro è sufficiente affinché il sangue entri nell'aorta in quantità sufficiente. I sintomi possono essere dovuti a un difetto concomitante (sindrome dispnea-cianotica).

Nei bambini e negli adolescenti, nel 10-12% dei casi, si verifica un aumento graduale del diametro della protrusione dovuto alla pressione sanguigna. Con un grande diametro o assottigliamento del setto, l'aneurisma occupa la maggior parte del volume della metà destra del cuore. Ciò porta a un insufficiente afflusso di sangue ai polmoni e ad un aumento della pressione nel ventricolo destro..

  • Mancanza di respiro - prima inspirazione, poi - costante;
  • Acrocianosi o cianosi universale della pelle;
  • Posizione seduta forzata;
  • Peggioramento sdraiato;
  • Debolezza;
  • Dolore locale a sinistra dello sterno in 2-3-4 spazi intercostali;
  • Diminuzione della tolleranza all'esercizio.

Negli adulti

Con la progressione nell'età adulta (combinata con l'ipertensione), i sintomi sono simili. Con lo sviluppo di un aneurisma come complicazione di un infarto, le manifestazioni dipendono dalla malattia sottostante:

  • Dolore dovuto a necrosi miocardica e ischemia;
  • Vertigini e mal di testa;
  • Insonnia;
  • Dispnea;
  • Gonfiore degli arti inferiori.

Flusso naturale

La patologia viene rilevata in tre casi:

  • Con progressione;
  • Durante l'esame per altre malattie cardiache;
  • Postumo.

Sintomi di rottura

I sintomi crescono lentamente e sono progressivi. Lo shunt sinistro-destro del sangue porta alla carenza di ossigeno e all'aumento della pressione nel ventricolo destro. Quadro clinico:

  • Aumento della mancanza di respiro, aggravato dallo sforzo e dalla posizione sdraiata;
  • Cianosi delle labbra, delle dita e della punta del naso, che si trasforma in una colorazione bluastra di tutta la pelle;
  • Interruzioni nel lavoro del cuore;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Reclami di dolore parossistico lancinante;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Ingrandimento dell'addome;
  • Dolore nell'ipocondrio destro;
  • Perdita di conoscenza.

Urgente attenzione

Quando compaiono sintomi di rottura, è necessario:

  • Isolare il paziente dagli altri;
  • Chiama un'ambulanza;
  • Fornire accesso all'ossigeno;
  • Allentare le cinture strette, in una stanza calda - rimuovere i capispalla;
  • Calma il paziente;
  • In caso di dolore, utilizzare analgesici disponibili, sedativi a base di erbe;
  • Sollevare la testata del letto e abbassare l'estremità dei piedi;
  • In caso di vertigini, mal di testa, dare una bevanda dolce a una temperatura confortevole.

All'arrivo dell'ambulanza viene eseguita la diagnostica di emergenza e il trasporto del paziente, durante i quali:

  • La respirazione e la pressione sanguigna vengono monitorate;
  • Vengono iniettati farmaci per via endovenosa per mantenere la forza d'urto del ventricolo sinistro e migliorare la circolazione sanguigna;
  • Vengono eseguiti la radiografia, l'ECG.

Diagnostica

Per fare la diagnosi vengono utilizzati l'auscultazione, la radiografia, l'ecografia e il cateterismo cardiaco, la ventricolografia..

  • Intervista, esame e raccolta di anamnesi. Quando compaiono reclami, i pazienti indicano mancanza di respiro, dolore al cuore, una posizione forzata. In caso di complicazioni si manifestano edema, ingrossamento addominale, dolore nell'ipocondrio destro;
  • Auscultazione - soffio sistolico nel punto Botkin-Erb e nella proiezione della valvola tricuspide, tachicardia, tachiaritmia;
  • Radiografia. A grandi dimensioni di aneurismi rivelano l'espansione dell'ombra del ventricolo destro e il suo spostamento a destra;
  • L'ecografia del cuore può confermare in modo affidabile la presenza di un aneurisma, un difetto del setto ventricolare e altri difetti associati. Durante gli esami di screening durante la gravidanza, la patologia viene spesso lasciata incustodita se non sono presenti altre anomalie congenite;
  • Cateterismo cardiaco: determinazione della posizione esatta dell'aneurisma e dello spessore della sua parete. La protrusione prolassa nella cavità delle camere di destra di almeno un quarto del loro volume;
  • L'angiocardiografia (ventriculoangiografia) è un metodo per confermare la diagnosi, con l'aiuto del quale vengono rivelati il ​​contorno della protrusione e il suo diametro.

Scelta delle tattiche di trattamento

Il trattamento può essere terapeutico o chirurgico. La terapia conservativa è indicata nei seguenti casi:

  • Quando un aneurisma IVS è combinato con difetti cardiaci "grandi";
  • Se ci sono reclami;
  • Come preparazione per la chirurgia.

Dai farmaci per indicazioni individuali e sotto la supervisione di un cardiologo, usano:

  • Beta-bloccanti;
  • Nootropics;
  • Fondi vascolari;
  • Iniezione endovenosa di farmaci per il cuore.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico è indicato quando si sviluppano complicazioni. La questione dell'intervento chirurgico è decisa dal collegio dei cardiochirurghi, poiché un aneurisma può esistere temporaneamente come fase di chiusura dello IVS. Indicazioni dirette:

  • Grande quantità di scarica sinistra-destra;
  • Restringimento delle sezioni di uscita delle camere giuste del cuore;
  • La combinazione di anomalia con insufficienza aortica;
  • Segni di crescita dell'aneurisma.

L'operazione viene eseguita in condizioni di circolazione artificiale. Tecnica:

  1. Dopo l'anestesia generale e l'apertura della cavità toracica, viene praticata un'incisione longitudinale lungo le pareti delle camere di destra del cuore.
  2. L'aneurisma viene esposto ed esaminato per le aderenze con una valvola tricuspide.
  3. Dopo la rimozione delle aderenze, la sporgenza viene cucita con cuciture a forma di U e serrata.

Per le taglie grandi, l'aneurisma viene rimosso e il difetto risultante viene suturato con un cerotto.

Previsioni e qualità della vita

I pazienti sono sotto la supervisione di un chirurgo e di un cardiologo fino al completo recupero, dopo la dimissione sono soggetti alle registrazioni del dispensario per tutta la vita. Non ci sono restrizioni nell'alimentazione e nel lavoro, l'attività fisica viene selezionata individualmente.

L'aneurisma del setto ventricolare è un'anomalia rara che può essere isolata o associata ad altri difetti cardiaci. I sintomi possono essere assenti per molto tempo o per tutta la vita. La patologia colpisce raramente il benessere e lo sviluppo del bambino. Quando si effettua una diagnosi, il paziente deve registrarsi presso un cardiologo e sottoporsi a osservazione dinamica. Il regime di trattamento e le indicazioni per la chirurgia in ciascun caso sono determinati individualmente.

Aneurisma del setto ventricolare

Aneurisma del setto interatriale. Aneurisma del setto ventricolare

Attualmente in letteratura sono presenti descrizioni di aneurismi congeniti degli atri e dei ventricoli del cuore, diagnosticati nel periodo ante- e postnatale mediante esame ecografico del cuore.

Aneurisma del setto interatriale

Un aneurisma del setto interatriale di solito include una fossa ovale. Questa è una patologia rara per il periodo neonatale. La frequenza della sua rilevazione nella popolazione è di circa l'1%. Nella maggior parte dei neonati, un aneurisma del setto interatriale è accompagnato da un difetto del setto o da altre anomalie cardiache. C'è anche un aneurisma isolato del setto interatriale.

Y. Abe et al. un caso di aneurisma del setto interatriale isolato è stato descritto in un neonato di 1 giorno di età.

Il setto atriale sporgeva nella cavità atriale destra, tuttavia, durante la fase inspiratoria, l'aneurisma sporgeva nella cavità atriale sinistra a causa dell'aumento della pressione inspiratoria nell'atrio destro.

Il meccanismo di movimento della parete aneurismatica dipende dalla differenza di pressione tra l'atrio destro e quello sinistro..

L'aneurisma atriale non influenza l'emodinamica e la funzione respiratoria.

L'osservazione dinamica di tali pazienti ha dimostrato che l'aneurisma del setto interatriale tende a scomparire con l'età o si chiude spontaneamente insieme alla finestra ovale o al difetto del setto interatriale. Secondo le osservazioni I..

Shiraishi et al., In primo luogo, durante 14-25 mesi di vita, il difetto del setto interatriale si chiude spontaneamente e quindi si verifica l'involuzione dell'aneurisma stesso.

Aneurisma del setto ventricolare

L'aneurisma del setto interventricolare è una rara patologia congenita e si manifesta sia isolatamente che in combinazione con altri difetti cardiaci congeniti. Attualmente sono descritte poche di queste anomalie dello sviluppo..

Prolasso dell'aneurisma nella cavità del ventricolo destro a causa della differenza di pressione sanguigna nelle cavità del cuore.

L'aneurisma è più spesso localizzato all'apice del ventricolo sinistro, all'apice del ventricolo destro, nell'area della parete laterale del ventricolo sinistro o sotto la valvola del ventricolo sinistro, così come sotto il lembo settale della valvola tricuspide o può sporgere direttamente nella sua base, nell'uscita del ventricolo destro.

Un aneurisma del setto interventricolare ha solitamente un diametro non superiore a 1-2 cm Le pareti dell'aneurisma, di regola, sono assottigliate, il rigonfiamento aumenta durante la sistole. Un aneurisma significativo può compromettere la funzione della valvola tricuspide o portare a un'ostruzione ventricolare destra.

Molto spesso, con un decorso non complicato, un aneurisma del setto interventricolare non si manifesta clinicamente ed è un reperto accidentale durante un esame ecocardiografico.

In alcuni casi, nella protrusione aneurismatica stessa, potrebbe esserci un difetto con una scarica di sangue sinistra-destra, che si verifica intrauterinamente o si forma durante la vita extrauterina a causa della sua rottura.

In questo caso, si sente un soffio sistolico ruvido sulla regione del cuore nel quarto spazio intercostale a sinistra..

Utilizzando l'ecocardiografia bidimensionale, viene rilevato un aneurisma del setto interventricolare nella proiezione dell'asse lungo e sezioni corte del ventricolo sinistro lungo il rigonfiamento del contorno del setto verso il ventricolo destro.

L'aneurisma congenito del setto interventricolare può essere diagnosticato in utero. In questo caso, l'ecografia intrauterina del cuore fetale mostra cardiomegalia, una visione distorta della camera cardiaca e spesso un grande versamento pericardico..

Insieme a questo, c'è una diminuzione della contrattilità del miocardio del ventricolo danneggiato..
La correzione chirurgica di un aneurisma ventricolare viene solitamente eseguita entro la fine del primo anno di vita.

La prognosi di questa patologia dipende sia dalla dimensione dell'aneurisma stesso che dalla presenza di alterazioni pericardiche..

- Si consiglia inoltre la “Calcificazione arteriosa idiopatica. Trombosi delle camere del cuore ".

Indice dell'argomento "Cardiopatia congenita e acquisita nei bambini":
1. Aneurisma del setto atriale. Aneurisma del setto ventricolare.
2. Calcificazione arteriosa idiopatica. Trombosi della camera cardiaca.
3. Sindrome dell'intervallo Q-T prolungato congenito. Malattia cardiaca con sindrome di Down.
4. Cardiopatie nella sindrome di Marfan, sindrome di Moon, trisomia-9.
5. Cuore di un bambino con anomalie genetiche dello sviluppo.
6. Cardiopatie con emorragia intracranica. Cardiopatie nella polmonite.
7. Cardiopatia in caso di squilibrio elettrolitico. Cardiopatie con sindrome da aspirazione.
8. Cardiopatia nella sindrome dei disturbi respiratori. Cardiopatia con ipoglicemia.
9. Trasporto di neonati con patologia del sistema cardiovascolare.
10. Diagnosi prenatale di patologia del sistema cardiovascolare.

Aneurisma IVS in bambini e adulti: caratteristiche, quadro clinico e trattamento del setto interventricolare

A seconda dell'effetto sull'emodinamica, le anomalie e le malformazioni del cuore vengono convenzionalmente suddivise in "grandi" e "piccole". Il gruppo di difetti minori include opzioni di sviluppo che differiscono dal normale, ma non influenzano in modo significativo il lavoro del cuore.

Una di queste malattie è l'aneurisma del setto interventricolare. Nella maggior parte dei casi, la condizione è asintomatica e solo con la progressione richiede cure mediche.

Cos'è un aneurisma del setto interventricolare del cuore?

Un'area limitata della parete interventricolare, prolasso saccularmente (sporgente) verso il ventricolo destro, è chiamata aneurisma del setto interventricolare. La patologia ha la natura di un'anomalia congenita minore che ha un leggero effetto sull'emodinamica.

La frequenza di occorrenza è 3,4-4,1 per 100.000 neonati. L'età media di rilevamento della malattia è di 18-21 anni.

A causa della lesione limitata, l'aneurisma può essere asintomatico per tutta la vita. A grandi dimensioni, sono caratteristiche le complicazioni che si verificano sullo sfondo del completo benessere, che può essere il primo sintomo della malattia.

La causa della malattia è il sottosviluppo delle creste endocardiche nel periodo embrionale, che porta a una chiusura inadeguata del difetto settale dopo la nascita. Invece di un setto a tutti gli effetti, si sviluppa un sottile strato di tessuto fibroso, che si trasforma in una protrusione sacculare sotto l'influenza della pressione sanguigna.

Negli adulti, la patologia si verifica in due casi:

  1. Viene diagnosticato per caso o quando compaiono reclami, se non è stato rilevato durante l'infanzia;
  2. Si sviluppa come una complicazione di un attacco di cuore.

L'aneurisma acquisito si verifica nel 3-5% degli adulti con infarto del setto ventricolare acuto.

Localizzazione e funzionalità di flusso

Esistono tre tipi di localizzazione:

  • Al di sopra della sporgenza della valvola tricuspide, la protrusione si sviluppa alla sua base e non supera 0,5-1,5 cm di diametro e, posta sopra le valvole, prolassa nella cavità dell'atrio destro. Il decorso è asintomatico o va dal tipo di cardialgia (dolore al cuore, non angina pectoris);
  • Sotto la proiezione della valvola tricuspide si trova la posizione al di sotto del livello della cresta sopraventricolare, immediatamente sotto il lembo settale della valvola. Durante la contrazione dei ventricoli, la protrusione solleva o tocca la valvola. Il decorso è asintomatico per lungo tempo, in caso di malfunzionamento della valvola compaiono segni di insufficienza tricuspide. Dimensioni - 1,0-1,5 cm;
  • Aneurisma della parte membranosa del setto interventricolare - sporge in modo significativo nella metà destra del cuore, localizzato dietro la cresta sopraventricolare. La protrusione occupa parzialmente l'apertura della valvola tricuspide e, con il progredire della malattia, si fonde con essa. Il diametro non supera i 2 cm Il decorso è determinato dall'insufficienza tricuspide e rimane asintomatico per lungo tempo.

Quali altri difetti sono spesso accompagnati?

Un aneurisma è combinato con molti difetti congeniti che possono determinare la clinica della malattia:

  • Insufficienza aortica;
  • Coartazione dell'aorta;
  • Malattia di Fallot;
  • Difetto del setto ventricolare;
  • Stenosi tricuspide.

Potenziali conseguenze e complicazioni

Un aneurisma isolato non causa disturbi emodinamici ed è un riscontro accidentale. Tuttavia, ci sono frequenti casi di rottura, causati da un'eccessiva pressione sanguigna dal ventricolo sinistro. Quindi l'aneurisma si trasforma in un difetto IVS e inizia uno shunt da sinistra a destra..

Conseguenze di un corso complicato:

  • Carenza di ossigeno;
  • Rallentamento dello sviluppo fisico;
  • Disturbi psicomotori (sindrome da iperattività, sonnambulismo, sonno, ecc.);
  • Tendenza alle malattie respiratorie;
  • Ritardi nello sviluppo;
  • Trombosi ventricolare sinistra;
  • Insufficienza ventricolare destra (edema, congestione venosa).

Il divario è più tipico dell'adolescenza, quando la capacità contrattile del cuore raggiunge i suoi valori massimi.

Aneurisma IVS nei bambini

Nei neonati, la clinica è asintomatica, poiché la forza del ventricolo sinistro è sufficiente affinché il sangue entri nell'aorta in quantità sufficiente. I sintomi possono essere dovuti a un difetto concomitante (sindrome dispnea-cianotica).

Nei bambini e negli adolescenti, nel 10-12% dei casi, si verifica un aumento graduale del diametro della protrusione dovuto alla pressione sanguigna. Con un grande diametro o assottigliamento del setto, l'aneurisma occupa la maggior parte del volume della metà destra del cuore. Ciò porta a un insufficiente afflusso di sangue ai polmoni e ad un aumento della pressione nel ventricolo destro..

  • Mancanza di respiro - prima inspirazione, poi - costante;
  • Acrocianosi o cianosi universale della pelle;
  • Posizione seduta forzata;
  • Peggioramento sdraiato;
  • Debolezza;
  • Dolore locale a sinistra dello sterno in 2-3-4 spazi intercostali;
  • Diminuzione della tolleranza all'esercizio.

Negli adulti

Con la progressione nell'età adulta (combinata con l'ipertensione), i sintomi sono simili. Con lo sviluppo di un aneurisma come complicazione di un infarto, le manifestazioni dipendono dalla malattia sottostante:

  • Dolore dovuto a necrosi miocardica e ischemia;
  • Vertigini e mal di testa;
  • Insonnia;
  • Dispnea;
  • Gonfiore degli arti inferiori.

Flusso naturale

Il corso è perenne. Un aneurisma del setto interventricolare non influisce sull'emodinamica se non ci sono malattie concomitanti. I pazienti si sviluppano in base al sesso e all'età e non presentano reclami per molto tempo.

La patologia viene rilevata in tre casi:

  • Con progressione;
  • Durante l'esame per altre malattie cardiache;
  • Postumo.

Sintomi di rottura

I sintomi crescono lentamente e sono progressivi. Lo shunt sinistro-destro del sangue porta alla carenza di ossigeno e all'aumento della pressione nel ventricolo destro. Quadro clinico:

  • Aumento della mancanza di respiro, aggravato dallo sforzo e dalla posizione sdraiata;
  • Cianosi delle labbra, delle dita e della punta del naso, che si trasforma in una colorazione bluastra di tutta la pelle;
  • Interruzioni nel lavoro del cuore;
  • Aumento della frequenza cardiaca;
  • Reclami di dolore parossistico lancinante;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Ingrandimento dell'addome;
  • Dolore nell'ipocondrio destro;
  • Perdita di conoscenza.

Urgente attenzione

Quando compaiono sintomi di rottura, è necessario:

  • Isolare il paziente dagli altri;
  • Chiama un'ambulanza;
  • Fornire accesso all'ossigeno;
  • Allentare le cinture strette, in una stanza calda - rimuovere i capispalla;
  • Calma il paziente;
  • In caso di dolore, utilizzare analgesici disponibili, sedativi a base di erbe;
  • Sollevare la testata del letto e abbassare l'estremità dei piedi;
  • In caso di vertigini, mal di testa, dare una bevanda dolce a una temperatura confortevole.

All'arrivo dell'ambulanza viene eseguita la diagnostica di emergenza e il trasporto del paziente, durante i quali:

  • La respirazione e la pressione sanguigna vengono monitorate;
  • Vengono iniettati farmaci per via endovenosa per mantenere la forza d'urto del ventricolo sinistro e migliorare la circolazione sanguigna;
  • Vengono eseguiti la radiografia, l'ECG.

Diagnostica

Per fare la diagnosi vengono utilizzati l'auscultazione, la radiografia, l'ecografia e il cateterismo cardiaco, la ventricolografia..

  • Intervista, esame e raccolta di anamnesi. Quando compaiono reclami, i pazienti indicano mancanza di respiro, dolore al cuore, una posizione forzata. In caso di complicazioni si manifestano edema, ingrossamento addominale, dolore nell'ipocondrio destro;
  • Auscultazione - soffio sistolico nel punto Botkin-Erb e nella proiezione della valvola tricuspide, tachicardia, tachiaritmia;
  • Radiografia. A grandi dimensioni di aneurismi rivelano l'espansione dell'ombra del ventricolo destro e il suo spostamento a destra;
  • L'ecografia del cuore può confermare in modo affidabile la presenza di un aneurisma, un difetto del setto ventricolare e altri difetti associati. Durante gli esami di screening durante la gravidanza, la patologia viene spesso lasciata incustodita se non sono presenti altre anomalie congenite;
  • Cateterismo cardiaco: determinazione della posizione esatta dell'aneurisma e dello spessore della sua parete. La protrusione prolassa nella cavità delle camere di destra di almeno un quarto del loro volume;
  • L'angiocardiografia (ventriculoangiografia) è un metodo per confermare la diagnosi, con l'aiuto del quale vengono rivelati il ​​contorno della protrusione e il suo diametro.

Scelta delle tattiche di trattamento

Il trattamento può essere terapeutico o chirurgico. La terapia conservativa è indicata nei seguenti casi:

  • Quando un aneurisma IVS è combinato con difetti cardiaci "grandi";
  • Se ci sono reclami;
  • Come preparazione per la chirurgia.

Dai farmaci per indicazioni individuali e sotto la supervisione di un cardiologo, usano:

  • Beta-bloccanti;
  • Nootropics;
  • Fondi vascolari;
  • Iniezione endovenosa di farmaci per il cuore.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico è indicato quando si sviluppano complicazioni. La questione dell'intervento chirurgico è decisa dal collegio dei cardiochirurghi, poiché un aneurisma può esistere temporaneamente come fase di chiusura dello IVS. Indicazioni dirette:

  • Grande quantità di scarica sinistra-destra;
  • Restringimento delle sezioni di uscita delle camere giuste del cuore;
  • La combinazione di anomalia con insufficienza aortica;
  • Segni di crescita dell'aneurisma.

L'operazione viene eseguita in condizioni di circolazione artificiale. Tecnica:

  1. Dopo l'anestesia generale e l'apertura della cavità toracica, viene praticata un'incisione longitudinale lungo le pareti delle camere di destra del cuore.
  2. L'aneurisma viene esposto ed esaminato per le aderenze con una valvola tricuspide.
  3. Dopo la rimozione delle aderenze, la sporgenza viene cucita con cuciture a forma di U e serrata.

Per le taglie grandi, l'aneurisma viene rimosso e il difetto risultante viene suturato con un cerotto.

Previsioni e qualità della vita

L'operazione ha successo nel 98-99% dei casi. La prognosi per il recupero è favorevole. La qualità e l'aspettativa di vita non vengono modificate.

I pazienti sono sotto la supervisione di un chirurgo e di un cardiologo fino al completo recupero, dopo la dimissione sono soggetti alle registrazioni del dispensario per tutta la vita. Non ci sono restrizioni nell'alimentazione e nel lavoro, l'attività fisica viene selezionata individualmente.

L'aneurisma del setto ventricolare è un'anomalia rara che può essere isolata o associata ad altri difetti cardiaci. I sintomi possono essere assenti per molto tempo o per tutta la vita.

La patologia colpisce raramente il benessere e lo sviluppo del bambino. Quando si effettua una diagnosi, il paziente deve registrarsi presso un cardiologo e sottoporsi a osservazione dinamica.

Il regime di trattamento e le indicazioni per la chirurgia in ciascun caso sono determinati individualmente.

Come riconoscere un aneurisma cardiaco?

La patologia in questione è un errore nella struttura del cuore / vaso sanguigno. È una sporgenza di una piccola parte della parete del ventricolo, un vaso sanguigno, che, a causa di determinati fattori, ha perso la capacità di contrarsi, è diventato più sottile. Nel tempo, queste pareti possono rompersi (rottura dell'aneurisma), causando gravi danni al corpo.

Perché si verifica un aneurisma cardiaco??

L'intera gamma di motivi che possono provocare questo disturbo sono divisi in due gruppi.

Cause di aneurisma cardiaco congenito

  • Eredità. Se a parenti stretti del neonato è stato diagnosticato un aneurisma del cuore / dei vasi sanguigni, il rischio di sviluppare una patologia simile nel bambino è piuttosto alto.
  • Difetti nella struttura del tessuto connettivo causati da malattie genetiche (sindrome di Marfan).
  • Errori congeniti nella struttura del tessuto connettivo.

Cause che provocano l'insorgenza di aneurisma cardiaco acquisito

  • Infarto miocardico. Il rischio di sviluppare un aneurisma cardiaco in pazienti con infarto miocardico è significativamente aumentato in un certo numero di casi..
  1. Il paziente ha un aumento regolare della pressione sanguigna. A causa dell'aumento della pressione, il livello di stress sui vasi sanguigni aumenta: nell'area in cui le pareti del ventricolo del cuore (vasi sanguigni) sono assottigliate, può verificarsi una rottura. L'ipertensione arteriosa non trattata in tempo, come fattore indipendente separato, può portare alla protrusione delle pareti dei vasi sanguigni nelle aree indebolite. Potrebbero esserci diverse sporgenze di questo tipo..
  2. Sport intenso, eseguire lavori fisici pesanti per 6-8 settimane dopo aver subito un infarto miocardico.
  3. Errori associati al ripristino dello strato muscolare del cuore.
  • Malattie infettive che causano la deformazione delle pareti dei vasi:
  1. sifilide, durante la quale la pelle, importanti sistemi del corpo sono danneggiati;
  2. reumatismi, spesso derivanti da mal di gola mal trattato;
  3. infiammazione nel rivestimento interno del cuore;
  4. tubercolosi.
  • Fumo. Secondo le statistiche, l'aneurisma cardiaco viene diagnosticato nei fumatori 4 volte più spesso rispetto a coloro che non sono dipendenti dal fumo di tabacco..
  • Alcol. Il consumo regolare di alcol colpisce l'intero sistema cardiovascolare: gravi difetti possono essere trovati ovunque nel vaso.
  • Lesioni al torace (colpito da un oggetto appuntito, incidente d'auto, caduta). L'intervallo tra un tale incidente e la comparsa di un aneurisma cardiaco può essere significativo (15-20 anni).

Dove si verifica più spesso la malattia?

A seconda della zona del cuore in cui è localizzato l'aneurisma, il disturbo in questione è suddiviso in diversi sottogruppi

Aneurisma ventricolare sinistro

Questa patologia può verificarsi solo nei pazienti adulti, in considerazione della presenza di gravi fallimenti nel lavoro del cuore (miocardite, infarto del miocardio). Il ventricolo sinistro è spesso la sede dell'aneurisma nel cuore. In alcuni casi vengono diagnosticati più aneurismi, ma questo fenomeno è raro. Con l'aneurisma del ventricolo sinistro, c'è un progressivo assottigliamento del tessuto muscolare del cuore, la sua sporgenza.

Aneurisma vascolare

Nel quadro delle lesioni che influenzano il lavoro del cuore, questo include l'aneurisma dei seni dell'aorta. Tale patologia si verifica sullo sfondo del restringimento del diametro delle arterie coronarie che forniscono il cuore. Con un aumento dei parametri dell'aneurisma, si verifica spesso la compressione del ventricolo destro + atrio destro. Questi fenomeni provocano gonfiore delle vene cervicali, aumento dei parametri epatici ed edema. In alcuni casi, i grandi aneurismi del seno aortico possono comprimere il tronco polmonare, che può portare a una morte rapida.

Aneurisma dell'aorta ascendente

Il verificarsi di un aneurisma nella parte ascendente dell'aorta è spesso associato a un'infiammazione che si verifica sullo sfondo di malattie infettive (sifilide, tubercolosi). Da parte dei pazienti, ci sono lamentele di frequente mancanza di respiro, dolore doloroso nella regione retrosternale. Un aumento dei parametri del gruppo considerato di aneurismi minaccia di atrofia delle costole e dello sterno. Gonfiore del collo, delle estremità superiori, del viso - una conseguenza della spremitura dell'aneurisma della vena cava superiore.

Aneurisma del setto ventricolare

Appartiene alla categoria delle patologie congenite. Può essere presente in combinazione con altri difetti nella struttura del cuore. In alcuni casi, con l'età può verificarsi un aneurisma del setto interventricolare: conseguenza di un sottosviluppo congenito del setto. Le sue dimensioni non superano i 2 cm, sebbene ci siano stati casi in cui sono stati rilevati aneurismi interventricolari di 5-7 cm di dimensioni nei neonati.

Non ci sono sintomi in presenza di un aneurisma del setto interventricolare. Il rilevamento della patologia avviene per caso, cioè durante l'esame (ecocardiografia). Il disturbo in questione può essere rilevato in utero utilizzando una macchina ad ultrasuoni.

Principali segni e sintomi

La sintomatologia del disturbo in questione dipenderà dalle dimensioni dell'aneurisma. Gli aneurismi di piccoli parametri possono non manifestarsi esternamente. Gli aneurismi più grandi sono più luminosi in termini di manifestazioni, più pericolosi per la salute..

In questi casi, possono essere presenti diversi segni

  • Pulsazioni patologiche, diagnosticate il 2 ° giorno dopo aver subito un infarto. Quando si ascolta il paziente (nella posizione "sdraiata"), tale pulsazione assomiglierà al suono di una "onda oscillante". I tremori patologici possono essere determinati visivamente dalla palpazione. Circa il 50% dei pazienti presenta questo sintomo.
  • Coaguli di sangue parietali. Un segno caratteristico di aneurisma cardiaco cronico. La loro creazione è associata a interruzioni della circolazione sanguigna. In presenza di trombi parietali, la pulsazione patologica sarà assente.
  • Disturbo del ritmo cardiaco. Un evento comune nell'aneurisma cardiaco è un battito cardiaco accelerato ("galoppo cardiaco").

Quali lamentele hanno i pazienti

  • Gravi errori nel lavoro del cuore
  1. Mancanza di respiro, che può provocare edema polmonare, asma cardiaco.
  2. Disturbi del ritmo cardiaco: tachicardia, tachicardia + bradicardia, extrasistole, blocco.
  3. Angina pectoris (attiva / inattiva).
  • Disturbi circolatori
  1. Gonfiore del collo, del viso, degli arti superiori.
  2. Vene gonfie nel collo.
  3. Infarto miocardico ripetuto, infarto renale, cancrena degli arti con forme avanzate della malattia.
  • Violazioni dalle condizioni generali del corpo
  1. Aumento della temperatura corporea.
  2. Stanchezza costante, sonnolenza.
  3. Debolezza.
  • Errori nel funzionamento del sistema respiratorio:
  1. Tosse.
  2. Dolore al petto regolare.
  3. Mal di testa, vertigini.

La rottura di un aneurisma del cuore, che spesso porta alla morte del paziente, ha le sue manifestazioni

  • Scolorimento della pelle: il pallore lascia il posto alla cianosi.
  • Grave distensione delle vene del collo.
  • Emottisi.
  • Nausea, vomito grave con impurità del sangue.
  • Dolce freddo.
  • Perdita di conoscenza.
  • Respirazione rauca.

I principali tipi di malattia

In base al tempo durante il quale si forma la patologia in questione, le specificità del decorso della malattia, le possibili conseguenze, è consuetudine distinguere 2 principali tipi di aneurisma cardiaco.

Aneurisma cardiaco acuto

Può verificarsi entro 14 giorni dopo che il paziente ha subito un infarto miocardico. Il tipo di aneurisma in questione viene diagnosticato più spesso rispetto ad altri tipi di malattia. Rilevamento tempestivo di un aneurisma acuto del cuore, il monitoraggio regolare delle condizioni del paziente è di grande importanza. Ciò è dovuto alla fragilità della parete dell'aneurisma: con un aumento della pressione sanguigna, il rischio di rottura di questa parete è molto alto.

Sintomi di rottura di un aneurisma acuto del cuore

  • La temperatura corporea aumenta (da 38 C).
  • È difficile per il paziente respirare.
  • Battito cardiaco accelerato.
  • Un esame generale del sangue / delle urine indica un aumento della VES.
  • Il risultato di un elettrocardiogramma è una "curva sospesa".

Aneurisma cardiaco cronico

Può svilupparsi come una patologia indipendente (entro 2 mesi dopo aver subito un infarto del miocardio) o sullo sfondo di un aneurisma acuto. Il rischio di rottura di un aneurisma cardiaco cronico è minimo: a causa della cicatrizzazione del miocardio, l'aneurisma è ricoperto da tessuto connettivo denso. Tuttavia, questo tipo di aneurisma non è meno pericoloso del precedente: il cuore perde la sua capacità di contrarsi completamente, il che provoca lo sviluppo di insufficienza cardiaca. L'aneurisma cronico del cuore è più sintomatico dell'aneurisma acuto.

  • Il paziente non può impegnarsi a lungo nel lavoro mentale / fisico a causa della rapida stanchezza.
  • Ci sono lamentele di mancanza di respiro regolare, disturbi del ritmo cardiaco.
  • Gonfiore degli arti, del collo, del viso.

Come trovare un aneurisma cardiaco?

Esistono diverse tecniche che aiutano a identificare tempestivamente il disturbo in questione.

  • Consultare un medico in merito a eventuali sintomi presenti. Durante la conversazione, il medico deve scoprire le possibili cause dei reclami del paziente: precedenti lesioni al torace, presenza / assenza di malattie infettive, presenza nella storia di informazioni sull'infarto miocardico trasferito. Viene anche studiata la storia medica dei parenti stretti del paziente..
  • Analisi delle urine, del sangue. È necessario verificare la presenza di disturbi concomitanti che potrebbero provocare un aneurisma cardiaco.
  • ECG. Permette di registrare specifici cambiamenti nel ritmo cardiaco che la patologia in esame può causare.
  • Esame ecografico del cuore. Utilizzato per ottenere le informazioni necessarie.
  1. Misurazione di parametri accurati dell'aneurisma.
  2. Classificazione dell'aneurisma cardiaco.
  3. Presenza / assenza di coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni.
  4. Radiografia del torace. Aiuta a impostare i parametri del cuore, dei polmoni.
  • Ventricolografia radioisotopica del cuore. È necessario stabilire la posizione esatta dell'aneurisma, le sue dimensioni. Attraverso questo esame è possibile determinare la contrattilità del miocardio a riposo / sotto carico. Per eseguire la ventricolografia del cuore, il paziente viene iniettato per via endovenosa con componenti radioattivi, che per un certo periodo di tempo si concentrano nei tessuti del cuore.
  • Risonanza magnetica del cuore. Utilizzato come opzione alternativa per i pazienti a cui è vietato eseguire manipolazioni invasive. Con l'aiuto della risonanza magnetica, puoi studiare la natura dell'aneurisma, lo stato delle arterie del cuore, ottenere un'immagine tridimensionale del cuore.
  • Agniografia coronarica + ventricolografia radiopaca. Necessario per i pazienti che necessitano di un trattamento chirurgico di un aneurisma cardiaco. Questo metodo viene utilizzato anche per i pazienti con ischemia cardiaca..
  • Studio dell'impianto elettrico del cuore. Utilizzato per i pazienti a cui viene diagnosticato un malfunzionamento del cuore, errori nel battito cardiaco. Questo metodo di ricerca aiuta a stabilire le caratteristiche delle aritmie cardiache, a scegliere un trattamento adeguato.

La vita è possibile con un aneurisma del cuore??

Il disturbo in questione non è una delle patologie che hanno esito favorevole. L'aspettativa di vita di un paziente dopo la comparsa di un aneurisma sarà determinata da diversi fattori, ma in media, dopo 5 anni di vita con questo disturbo, il 75% dei pazienti muore. La principale causa di morte è la rottura dell'aorta, l'ischemia e l'ictus. La probabilità di rottura aortica è determinata dai parametri dell'aneurisma. Con questo fenomeno, il paziente necessita di cure chirurgiche urgenti, altrimenti la morte può verificarsi entro pochi giorni.

Per ridurre al minimo il rischio di insorgenza della malattia in questione, è necessario adottare una serie di misure preventive

  • È necessario seguire una serie di prescrizioni che aiuteranno a ridurre al minimo il rischio di infarto miocardico, aterosclerosi e altre malattie che possono provocare aneurisma del cuore.
  1. Nutrizione appropriata. La quantità di grasso che entra nel corpo ogni giorno non deve superare i 60-65 grammi. I grassi vegetali (olio d'oliva, pesce) non sono pericolosi per la salute come gli animali (maiale, burro).
  2. Stile di vita sportivo. Gli esperti raccomandano di dedicare 30-40 minuti di attività fisica al giorno. Puoi alternare corsa, nuoto, danza.
  3. Rifiuto dei prodotti del tabacco.
  4. Rispetto della modalità di lavoro e riposo. Dovresti proteggerti dalle situazioni stressanti al massimo. Non dimenticare il sonno: dovrebbero volerci almeno 8 ore al giorno..
  • Adempimento di tutte le prescrizioni mediche dopo un infarto: riposo a letto rigoroso con ulteriore passaggio a uno stile di vita sportivo "leggero". È vietato svolgere un duro lavoro fisico per 60 giorni.
  • Agire per trattare l'ipertensione. Normalmente, la pressione sanguigna non può superare i 135/85 mm. rt. st.
  • Risposta tempestiva al dolore nella zona del torace.

Aneurisma cardiaco. Cause, sintomi, segni, diagnosi e trattamento della patologia

Domande frequenti

Un aneurisma cardiaco è un'area sporgente limitata della parete cardiaca. Si forma sotto l'azione della pressione interna nell'organo a causa del fatto che i tessuti in questo luogo perdono la loro contrattilità o forza. Nella stragrande maggioranza dei casi, gli aneurismi cardiaci si formano nelle pareti del ventricolo sinistro dopo un attacco di cuore (morte cellulare parziale). In questo caso, sono considerati una complicazione della patologia sottostante. Tuttavia, gli aneurismi cardiaci possono comparire anche per altri motivi..

Questo problema è una delle complicazioni comuni di un attacco di cuore. Gli aneurismi si formano nel 5-15% dei pazienti che hanno subito una necrosi del muscolo cardiaco. Secondo le statistiche, gli uomini di età superiore ai 40 anni sono più spesso malati. Ciò coincide con la prevalenza dell'infarto miocardico. Nei bambini e negli adulti sotto i 40 anni, sia gli attacchi di cuore che gli aneurismi cardiaci sono molto rari..

In cardiologia, questo problema è molto rilevante, poiché l'aneurisma risultante minaccia sempre di rompersi. Da un lato, c'è un rischio costante di sanguinamento grave, che spesso è fatale. Ci sono una serie di altre gravi complicazioni. A questo proposito, gli aneurismi cardiaci sono considerati formazioni molto pericolose che minacciano la vita e la salute del paziente. D'altra parte, le possibilità di un trattamento efficace degli aneurismi sono piuttosto limitate. Il trattamento chirurgico è possibile, ma comporta anche un certo rischio per il paziente.

Struttura del cuore

Il cuore è l'organo principale del sistema cardiovascolare. È un organo muscolare cavo la cui funzione principale è pompare il sangue attraverso i vasi. Grazie a ciò, l'ossigeno e vari nutrienti vengono trasportati in tutto il corpo. Qualsiasi problema cardiaco è un potenziale paziente pericoloso per la vita.

Nel corpo umano, il cuore si trova nel petto. La maggior parte dell'organo si trova a sinistra dello sterno (circa 2/3) e solo 1/3 a destra. Il cuore è delimitato dal polmone sinistro, dal diaframma (il muscolo piatto che separa la cavità addominale e toracica) e da alcuni organi mediastinici (lo spazio tra i due polmoni dietro lo sterno). Nel cuore si distingue una base: un'ampia parte superiore, da cui emergono grandi vasi, e una parte superiore, che è diretta verso il basso. Nel petto, il cuore è inclinato. Allo stesso tempo, la sua parete anteriore-superiore è in contatto con il polmone e la parete posteriore è adiacente al diaframma. L'apice del cuore si trova molto vicino alla parete toracica anteriore. Il suo punto di attacco si trova a sinistra dello sterno nel quinto spazio intercostale. È qui che l'ondulazione è più facile da sentire..

Dal punto di vista dell'anatomia, i seguenti reparti si distinguono nel cuore:

  • camere del cuore;
  • valvole cardiache;
  • pareti del cuore;
  • vasi cardiaci;
  • borsa del cuore (pericardio).

Camere cardiache

Negli esseri umani, il cuore contiene quattro camere, separate da un setto longitudinale. In questo caso, le parti di sinistra del cuore sono completamente separate da quelle di destra e non c'è mescolanza di sangue. Il sangue venoso scorre lungo le sezioni giuste. Entra nel cuore attraverso due grandi vene: la vena cava superiore e inferiore. Da qui, il sangue viene pompato nelle arterie polmonari (destra e sinistra), che trasportano il sangue venoso ai polmoni. Il sangue, già arricchito di ossigeno, ritorna attraverso le quattro vene polmonari al cuore sinistro. Da qui si diffonde attraverso il corpo attraverso l'aorta..

Il cuore contiene le seguenti camere interne:

  • Atrio destro. Riceve il sangue venoso e lo dirige al ventricolo destro.
  • Ventricolo destro. Pompa il sangue venoso nelle arterie polmonari e lo pompa attraverso la circolazione polmonare.
  • Atrio sinistro. Riceve il sangue arterioso e lo dirige al ventricolo sinistro.
  • Ventricolo sinistro. Spinge il sangue arterioso sotto grande pressione nell'aorta. Da lì, diverge lungo un ampio cerchio di circolazione sanguigna verso tutti gli organi e i tessuti del corpo..

Valvole cardiache

Le valvole cardiache sono sottili membrane di tessuto connettivo che impediscono al sangue di rifluire. Grazie a loro, il sangue non può tornare dai ventricoli agli atri e dalle arterie ai ventricoli. Ogni valvola è costituita da un anello fibroso, che è giuntato con la parete dell'organo, lembi valvolari che chiudono il lume e un frenulo, che impedisce alle valvole di girare verso l'esterno.

Ci sono quattro valvole nel cuore:

  • Valvola tricuspide (tricuspide). Separa l'atrio destro e il ventricolo destro. Contiene tre ante. Si apre quando l'atrio si contrae per consentire al sangue di fluire nel ventricolo, ma si chiude quando il ventricolo si contrae.
  • Valvola polmonare (valvola polmonare). Situato al confine tra il ventricolo destro e l'inizio dell'arteria polmonare. Contiene anche tre ante. Si aprono quando il cuore si contrae e si chiudono quando si rilassa..
  • Valvola bicuspide (mitrale). Separa l'atrio sinistro e il ventricolo sinistro. I volantini si aprono nella cavità ventricolare al momento della contrazione atriale. Quando le pareti del ventricolo si contraggono, le cuspidi si chiudono e il sangue non rifluisce nell'atrio..
  • Valvola aortica. Situato al confine del ventricolo sinistro e dell'aorta. Consiste di tre otturatori che si chiudono quando la fotocamera si rilassa. A causa di ciò, il sangue non viene ritirato dall'aorta, ma una nuova porzione proviene dall'atrio.
Un lavoro ben coordinato delle valvole è molto importante per regolare la pressione all'interno delle camere cardiache. Se una delle valvole non funziona correttamente, il sangue potrebbe lasciare la camera più lentamente. Allo stesso tempo, la pressione al suo interno aumenta notevolmente. Ad esempio, con la stenosi (restringimento) della valvola aortica, il sangue non può lasciare completamente il ventricolo sinistro al momento della sua contrazione. Per questo motivo, la pressione aumenta bruscamente e nel punto debole (se presente) può formarsi un aneurisma. Pertanto, il malfunzionamento della valvola o i cambiamenti nella struttura della valvola possono aumentare la probabilità di sviluppare aneurismi..

Le mura del cuore

Le pareti del cuore sono costituite da tre strati, ognuno dei quali svolge un ruolo specifico. Contengono anche fibre speciali del cosiddetto sistema conduttivo. Questo sistema è responsabile della propagazione dell'impulso lungo l'intera parete. A causa di ciò, c'è una contrazione simultanea degli atri e quindi con un leggero ritardo e contrazione dei ventricoli. Il sistema conduttivo è rappresentato da singole fibre e nodi ed è solo una piccola parte delle pareti.

Le pareti del cuore sono composte dai seguenti strati:

  • Endocardio. È lo strato interno del muro. Il suo spessore è di pochi millimetri e sembra allineare le telecamere. L'endocardio ha una certa elasticità, grazie alla quale si allunga quando il cuore si contrae. Manca di forti fibre di collagene, quindi non aiuta particolarmente a rafforzare il muro. Il compito principale delle cellule in questo strato è prevenire la turbolenza del sangue e la formazione di coaguli di sangue. L'endocardio ha uno spessore approssimativamente uguale in tutte le parti del cuore.
  • Miocardio. È lo strato di parete più spesso e massiccio. Consiste di cellule speciali - cardiomiociti. Da un lato, i cardiomiociti hanno la capacità di contrarsi come qualsiasi altro tessuto muscolare. D'altra parte, queste cellule hanno connessioni speciali tra loro. Grazie a loro si verifica una riduzione uniforme dell'intera parete e non delle sue singole sezioni. Il miocardio ha uno spessore diverso in diverse parti del cuore. È più sottile negli atri, poiché non esiste un carico così pesante. Nel ventricolo destro, il sangue deve essere spinto nella circolazione polmonare. La pressione è più alta qui e le pareti sono più spesse. Circa lo stesso spessore è solitamente nel setto interventricolare. Lo spessore maggiore del miocardio è nelle pareti del ventricolo sinistro. Da qui, il sangue viene gettato nell'aorta sotto grande pressione. Al momento della contrazione ventricolare, questa pressione dovrebbe essere sufficiente per spingere il sangue attraverso l'intero ampio cerchio della circolazione sanguigna. Il miocardio ha anche una resistenza meccanica. In assenza del suo danno, un aneurisma praticamente non può formarsi.
  • Epicard. È lo strato più superficiale della parete cardiaca. È strettamente fuso con il miocardio e il pericardio (sacco cardiaco), che, in effetti, è la sua continuazione. L'epicardio non contiene fibre forti e non aiuta a rafforzare la parete cardiaca.

Vasi cardiaci

Borsa a cuore

Il pericardio è rappresentato da una foglia sierosa, che avvolge il cuore in una specie di sacco, separandolo dagli altri organi del torace. Il pericardio è una continuazione diretta dell'epicardio. Questi due fogli si fondono insieme per formare una speciale cavità intorno al cuore (cavità pericardica). È una fessura larga diversi millimetri. Pertanto, un aneurisma sporgente sulla parete cardiaca è inizialmente localizzato nella cavità pericardica. Quando si rompe un aneurisma (la complicanza più grave e pericolosa), anche il sangue entra in questa cavità e si accumula lì.

Il processo fisiologico delle contrazioni cardiache è regolato dal sistema nervoso. Nel lavoro del cuore si distinguono due fasi: sistole (contrazione) e diastole (rilassamento). Come accennato in precedenza, la sistole atriale si verifica prima della sistole ventricolare. A causa di ciò, le alette delle valvole hanno il tempo di aprirsi e chiudersi. In presenza di un aneurisma, la pressione all'interno del ventricolo aumenta proprio durante il periodo della sistole. Più il muscolo cardiaco si contrae, maggiore è la probabilità di rottura della parete tesa. Nella diastole, parte del sangue viene anche espulsa dalla cavità dell'aneurisma, ma la cavità non viene ancora svuotata completamente. Inoltre, anche con un calo di pressione durante il rilassamento, il difetto non assume più la sua forma precedente. I tessuti semplicemente non hanno il tempo di riprendersi, poiché la diastole è troppo corta e la nuova sistole riempirà nuovamente il sacco dell'aneurisma di sangue e allungherà le sue pareti.

Anche l'aneurisma stesso come formazione patologica ha una sua struttura. In particolare, gli strati della parete cardiaca e dell'aneurisma differiscono morfologicamente (strutturalmente). Tipicamente, la parete dell'aneurisma è costituita dall'endocardio, dall'epicardio e da un miocardio altamente disteso. Quest'ultimo, a causa di qualsiasi malattia, può contenere una maggiore quantità di tessuto connettivo. A causa del numero limitato di cardiomiociti normali, la parete dell'aneurisma non si contrae nel tempo con altre aree e la forza e l'elasticità dei tessuti diminuiscono. Con il battito cardiaco, parte del sangue entra nella cavità dell'aneurisma. Tuttavia, questa cavità è uno spazio morto, quindi il sangue non può lasciarla rapidamente..

Per la diagnosi di aneurisma, sono importanti i seguenti indicatori della funzione cardiaca (viene fornita la norma):

  • Frequenza cardiaca: 60-100 battiti al minuto. Può cambiare a causa dell'aneurisma che interferisce con la normale copertura dell'eccitazione del miocardio.
  • Frazione di eiezione - 55-60%. Questa è la percentuale di sangue che lascia il ventricolo in una contrazione. Con l'aneurisma, si verifica il ristagno e viene emesso meno sangue durante la sistole.
  • Volume di impatto - 60-100 ml. Questa è la quantità di sangue che il cuore pompa in un battito. Nell'aneurisma, viene misurata la gittata sistolica del ventricolo sinistro.
  • La massa del miocardio del ventricolo sinistro è di 95-183 g. Può diminuire a causa della morte dei cardiomiociti durante un attacco di cuore.
  • La pressione nel ventricolo sinistro è di 65-75 mm Hg. Arte. (millimetri di mercurio) fino a 115-125 mm Hg. Arte. Viene misurata separatamente nelle fasi di sistole e diastole. Questo indicatore è importante per la corretta previsione delle complicanze..

Cause di aneurisma del cuore

La ragione principale per la formazione di aneurismi cardiaci è un indebolimento locale della parete dell'organo. Può essere di origine strutturale o funzionale. Di origine funzionale, stiamo parlando di una sezione del miocardio che non si contrae con il resto del muscolo o si contrae con un ritmo diverso (in modo asincrono). Le anomalie strutturali comportano danni a uno o più strati della parete cardiaca. In questo caso, alcune delle cellule normali muoiono o vengono sostituite da altri tessuti, che normalmente non dovrebbero trovarsi nella parete cardiaca. In entrambi i casi c'è un indebolimento locale del muro. Nel cuore, come accennato in precedenza, c'è una pressione interna molto alta. Per questo motivo, si forma un rigonfiamento nel punto indebolito, che diventa un aneurisma del cuore..

La pressione nei ventricoli è molto più alta che negli atri. Pertanto, il più delle volte si trovano aneurismi lì (specialmente sulla parete del ventricolo sinistro). Lo stesso processo di formazione della protrusione patologica richiede del tempo. Di solito, la morte cellulare nei tessuti della parete cardiaca avviene gradualmente. La pressione aumenta notevolmente, ad esempio, durante lo sforzo fisico, quando il cuore è costretto a pompare un grande volume di sangue.

La discrepanza sopra descritta tra la forza della parete cardiaca e la pressione interna nei ventricoli può verificarsi in varie patologie. Di norma, si tratta di malattie che danneggiano direttamente i tessuti del cuore o (raramente) il sistema di conduzione dell'organo. A questo proposito, gli aneurismi sono quasi sempre classificati non come malattie indipendenti, ma come complicazioni di altri processi patologici..

La comparsa di aneurismi del cuore può avere i seguenti motivi:

  • infarto miocardico trasferito;
  • malattie infettive;
  • aneurismi cardiaci congeniti;
  • chirurgia cardiaca;
  • trauma;
  • miocardite tossica;
  • malattie infiammatorie sistemiche;
  • cardiosclerosi idiopatica;
  • Radiazione ionizzante.

Infarto del miocardio posticipato

L'infarto miocardico è considerato la causa più comune e frequente di aneurismi cardiaci. Secondo alcuni rapporti, questa causa si verifica in oltre il 90% dei casi. Un attacco di cuore è un'acuta mancanza di ossigeno che sperimenta il muscolo cardiaco. Ciò porta alla rapida morte dei cardiomiociti normali. Il problema è che queste cellule difficilmente si rigenerano. Al loro posto, dopo un po ', si forma il tessuto connettivo (cicatrice). Nella sua struttura e proprietà, è molto diverso dalla normale parete cardiaca. Nonostante la forza meccanica, il tessuto connettivo non possiede né elasticità né attività contrattile, che sono inerenti al miocardio..

Gli aneurismi si verificano a causa del fatto che anche dopo un infarto, nel cuore rimane ancora una pressione interna elevata. Il tessuto connettivo inizia a formarsi solo dopo pochi giorni e alla fine guadagna forza poche settimane (e talvolta mesi) dopo un infarto. Durante questo periodo, quando la cicatrice è ancora fresca, l'area danneggiata si gonfia con la formazione di un aneurisma.

Gli aneurismi postinfarto hanno le seguenti caratteristiche:

  • si trovano nella parete del ventricolo sinistro (nell'area di maggiore pressione);
  • può raggiungere grandi dimensioni (più di 5-7 cm di diametro);
  • formato nelle prime settimane dopo un infarto;
  • caratteristico come complicanza dopo infarti transmurali (quando la zona di necrosi copre tutti gli strati della parete cardiaca);
  • spesso incline a una rapida crescita e rottura.

Malattie infettive

Le malattie infettive non possono influenzare direttamente la formazione di un aneurisma, ma spesso il processo patologico inizia con esse. Succede come segue. Un'infezione virale o batterica (solitamente attraverso il sangue) entra nel cuore. Qui attacca il muscolo cardiaco, provocando infiammazione (miocardite). Di norma, questo processo è accompagnato dalla morte di una parte dei cardiomiociti. Dopo che il processo infiammatorio si è placato, quando l'infezione è già stata curata, il tessuto connettivo inizia a formarsi al posto delle cellule morte. In determinate condizioni e in base all'impatto di vari fattori, ciò dà impulso alla cardiosclerosi diffusa. Più intenso è il processo infiammatorio, maggiore è la probabilità di una tale complicanza..

Le seguenti infezioni possono causare miocardite seguita da cardiosclerosi:

  • Virus Coxsackie;
  • virus dell'influenza;
  • infezione da streptococco;
  • infezioni fungine (candidosi);
  • Virus di Epstein-Barr.
Inoltre, una complicanza simile può verificarsi con la difterite. Il bacillo della difterite stesso non può entrare nel cuore, tuttavia, la forte tossina che secerne potrebbe causare miocardite. Sullo sfondo della successiva cardiosclerosi, mesi (e talvolta anni) dopo la malattia, i pazienti possono sviluppare un aneurisma cardiaco. Almeno, hanno una predisposizione a questa patologia, poiché la forza della parete cardiaca è già stata ridotta.

Aneurismi cardiaci congeniti

Gli aneurismi cardiaci congeniti possono comparire nei primi giorni o settimane dopo la nascita di un bambino. Ciò è dovuto ai difetti di sviluppo del cuore durante il periodo prenatale. A volte, anche prima della nascita, le cellule in una certa area del cuore smettono di dividersi correttamente. Quindi si formano assottigliamento o inclusioni peculiari di altri tessuti nel miocardio. Durante il periodo prenatale, non c'è una pressione sanguigna così alta nel cuore, perché i polmoni non si sono ancora aperti e il feto respira con l'aiuto della madre. Tuttavia, con il primo respiro, il sangue inizia a circolare normalmente, in entrambi i cerchi. La pressione nel cuore aumenta e nelle aree deboli possono formarsi aneurismi.

La comparsa di aneurismi congeniti è talvolta associata agli effetti dei seguenti fattori sul corpo materno durante la gravidanza:

  • fumare;
  • alcolismo;
  • tossine industriali;
  • alcune infezioni (morbillo, rosolia, ecc.);
  • prendendo alcuni farmaci.

Chirurgia cardiaca

In alcuni casi, gli aneurismi si sviluppano come complicanze postoperatorie dopo la chirurgia cardiaca. Il più delle volte si verifica negli anziani e nei bambini che sono stati operati per difetti cardiaci congeniti. Come ogni altra operazione, la cardiochirurgia termina con l'imposizione di speciali suture sul tessuto. Tuttavia, nel processo del lavoro del cuore, i tessuti possono crescere insieme male. Di conseguenza, si formano cicatrici più grandi e più grossolane, che, in effetti, differiscono poco dalla cardiosclerosi focale. Soprattutto nel periodo postoperatorio, gli aneurismi si verificano in pazienti che hanno subito un intervento chirurgico al ventricolo sinistro.

In alcuni casi, la chirurgia cardiaca non è la causa diretta dell'aneurisma, ma piuttosto contribuisce al suo aspetto. Il fatto è che nel periodo postoperatorio, la pressione nei ventricoli può aumentare e il numero di contrazioni cardiache può aumentare notevolmente. Se ci sono punti deboli nel cuore, può formarsi un aneurisma in essi. Pertanto, possono verificarsi complicazioni anche se l'intervento è andato bene..

Trauma

La cardiopatia traumatica può causare la formazione di aneurisma attraverso diversi meccanismi. In primo luogo, il danno diretto alla parete cardiaca (ad esempio, da un oggetto appuntito con una ferita da taglio) provoca la formazione di cicatrici. In realtà, questa è una variante della cardiosclerosi focale, che spesso porta alla comparsa di un aneurisma. In secondo luogo, il trauma contusivo porta al rilascio parziale di fluido dal lume dei vasi sanguigni nel tessuto. Quindi può verificarsi miocardite, seguita da cardiosclerosi. La terza opzione è la comparsa di un falso aneurisma cardiaco. Si verifica se c'è un piccolo difetto aperto nel muro, attraverso il quale il sangue in piccole quantità entra nella cavità pericardica. Lì, quest'area può essere isolata dalla formazione di aderenze. Ciò porterà alla formazione di una piccola cavità piena di sangue..

In genere, gli aneurismi cardiaci si formano nei primi giorni o settimane dopo la lesione. Tendono a crescere e rompersi rapidamente. A questo proposito, si raccomanda che tali aneurismi siano trattati urgentemente chirurgicamente..

Miocardite tossica

La miocardite tossica è un'infiammazione del muscolo cardiaco causata da alcuni composti chimici che entrano nel flusso sanguigno del paziente. Causano danni alle cellule endocardiche e miocardiche e nei casi gravi possono portare alla comparsa di focolai di necrosi o alla proliferazione diffusa del tessuto connettivo (cardiosclerosi diffusa). In entrambi i casi, la parete cardiaca si indebolisce e c'è il rischio di aneurisma. Nella pratica medica, gli aneurismi dopo la miocardite tossica sono estremamente rari..

La miocardite tossica può essere causata dalle seguenti sostanze:

  • alcol;
  • aumento della concentrazione di tiroxina (tireotossicosi);
  • aumento del contenuto di acido urico nel sangue - uremia (si verifica nelle malattie renali);
  • avvelenamento con alcuni composti chimici.
La miocardite allergica si verifica con quasi la stessa frequenza. In questi casi non stiamo parlando dell'effetto diretto della tossina sulle cellule del muscolo cardiaco, ma sulla reazione eccessivamente forte del sistema immunitario. Molto spesso, una tale reazione è una caratteristica individuale del corpo del paziente. La miocardite allergica può svilupparsi dopo l'uso di determinati farmaci (una serie di antibiotici, novocaina, metildopa, ecc.), L'introduzione di un vaccino e siero, estremamente raramente - dopo aver mangiato determinati cibi o morsi di animali velenosi.

Tutti i processi di cui sopra in una certa misura danneggiano le cellule del miocardio e causano cardiosclerosi. Di regola, gli aneurismi formati in questi casi non hanno una tale tendenza a rompersi, come, ad esempio, dopo un infarto. Il muro trattiene tutti i suoi strati e una parte significativa delle cellule muscolari.

Malattie infiammatorie sistemiche

Cardiosclerosi idiopatica

Radiazione ionizzante

Le radiazioni ionizzanti (o radiazioni) sono una causa molto rara di cardiosclerosi. In questo caso, stiamo parlando di un flusso molto potente delle particelle più piccole che colpiscono la proiezione del cuore. Queste particelle bombardano le cellule miocardiche, per così dire, interrompendo i normali processi biochimici e i legami molecolari al loro interno. Di conseguenza, la divisione cellulare viene inibita e la cardiosclerosi si sviluppa gradualmente, il che porta alla comparsa di un aneurisma..

Una dose di radiazioni sufficiente per un processo patologico così grave non può essere ottenuta né con immagini radiografiche ripetute né con un lavoro a lungo termine sulla macchina a raggi X. Può derivare dalla radioterapia (radiazione) dei tumori del mediastino. In questo caso, una potente radiazione viene diretta direttamente all'area di crescita del tumore per distruggere la neoplasia. Se il cuore è nel percorso dei raggi, può svilupparsi la cardiosclerosi. In questo caso, la malattia progredisce piuttosto lentamente e può passare più di un anno dal giorno dell'irradiazione alla formazione di un aneurisma cardiaco..

Determinare la causa che ha causato l'aneurisma cardiaco è molto importante per iniziare il trattamento corretto. Il fatto è che, avendo informazioni complete sul processo patologico, i medici saranno in grado di prevedere con maggiore precisione il decorso della malattia. Ciò migliorerà la qualità della vita del paziente. Come accennato in precedenza, in alcuni casi, gli aneurismi tendono ad aumentare. Quindi è necessario prescrivere un trattamento che rallenti questo processo e riduca il rischio di rottura..

Classificazione degli aneurismi cardiaci

Gli aneurismi cardiaci sono generalmente classificati in base a diversi parametri, suddividendoli in più gruppi. Ciò facilita notevolmente la diagnosi e il trattamento, poiché i medici conoscono già la prognosi preliminare per il paziente. Di solito, la classificazione finale degli aneurismi viene eseguita con l'ecocardiografia (ecocardiografia).

Gli aneurismi cardiaci possono essere classificati secondo i seguenti criteri:

  • al momento dell'apparizione;
  • per posizione;
  • per dimensione;
  • per forma;
  • dalla struttura del muro;
  • dal meccanismo educativo.

Classificazione degli aneurismi in base al tempo di insorgenza

Questo criterio è forse il più importante, poiché aiuta a capire quali processi avvengono nei tessuti in un dato momento. Questa classificazione viene solitamente applicata solo in relazione agli aneurismi postinfartuali. Il punto di partenza è considerato il momento della necrosi muscolare (appunto, infarto miocardico).

Al momento della comparsa, si distinguono i seguenti aneurismi cardiaci:

  • Acuto. Gli aneurismi acuti sono quelli che compaiono nelle prime 2 settimane dopo un infarto. Un leggero rigonfiamento del muro durante la prima settimana può scomparire da solo quando si forma il tessuto connettivo. Si indurirà e potrebbe impedire la formazione di aneurisma. Se il paziente ha un rigonfiamento sacculare nel sito dell'infarto tra 1 e 2 settimane, allora stiamo parlando di un aneurisma acuto. Tali formazioni non si prestano bene a varie previsioni. Nella parete dell'aneurisma, le fibre di collagene dense stanno appena iniziando a formarsi. È molto sensibile ad un aumento della pressione interna, può aumentare o rompersi rapidamente. Nel tempo, gli aneurismi acuti diventano subacuti. Inoltre, la loro forma originale può cambiare..
  • Subacuto. Gli aneurismi sono chiamati subacuti a 3 - 8 settimane del periodo postinfarto. Durante questo periodo di tempo, il tessuto connettivo sta guadagnando forza. Il rischio di rottura o rapida crescita di un aneurisma è ridotto. I coaguli di sangue possono formarsi sulla superficie dell'endocardio nella cavità dell'aneurisma.
  • Cronico. Gli aneurismi cronici vengono chiamati dopo 8 settimane dopo l'infarto del miocardio. Il tessuto connettivo denso si è già formato nelle loro pareti. Sotto l'influenza della pressione interna del cuore, può anche allungarsi gradualmente, portando ad un aumento della cavità dell'aneurisma. Tuttavia, la crescita dell'istruzione sarà molto più lenta. A volte lo spessore della parete di un aneurisma cronico non supera i 2–3 mm (rispetto a 10–15 mm nel miocardio ventricolare sinistro normale). Tuttavia, le interruzioni sono relativamente rare. Ma complicazioni come coaguli di sangue o disturbi del ritmo infastidiscono il paziente più spesso.

Classificazione degli aneurismi per posizione

Nella stragrande maggioranza dei casi, gli aneurismi cardiaci sono localizzati sulla parete del ventricolo sinistro. Ciò è dovuto alla più alta frequenza di attacchi di cuore in quest'area (a causa dell'elevato fabbisogno di ossigeno). Inoltre, il ventricolo sinistro ha la pressione interna più alta. Inoltre provoca il rigonfiamento del muro dopo un infarto. Gli aneurismi del ventricolo destro sono molto meno comuni e gli atri non sono praticamente trovati.

Gli aneurismi cardiaci possono essere localizzati nelle seguenti posizioni:

  • la parete anteriore del cuore;
  • apice del cuore;
  • la parete posteriore del cuore (raro);
  • setto interventricolare.
In quest'ultimo caso si tratta di un infarto, in cui parte del focus della necrosi è passato al setto che separa i ventricoli. Contiene anche un piccolo numero di cellule muscolari, ma la loro contrazione non è così importante per il funzionamento del cuore nel suo insieme. L'aneurisma in questo caso è piuttosto arbitrario. Questa non è una formazione sacculare, ma semplicemente uno spostamento del setto verso il ventricolo destro (poiché c'è meno pressione). Tali casi sono molto rari ma possono causare gravi interruzioni. Lo spostamento settale riduce il volume del ventricolo destro mentre aumenta il volume del sinistro. Ciò porta a una grave insufficienza cardiaca e mette a rischio la vita del paziente..

Classificazione degli aneurismi per dimensione

Classificazione degli aneurismi in base alla forma

La forma di un aneurisma è intesa come i contorni e gli schemi dell'educazione all'ecocardiografia o durante un intervento chirurgico, quando l'aneurisma può essere visto ad occhio nudo. La forma dell'aneurisma indica spesso la velocità della sua crescita e consente di fare la prognosi corretta per il paziente..

I seguenti tipi di aneurismi cardiaci si distinguono per forma:

  • Diffondere. Tali aneurismi hanno un volume relativamente piccolo. Si formano dopo estesi attacchi di cuore, di solito sulla parete anteriore del ventricolo sinistro. La loro base (in effetti, il luogo della necrosi) è abbastanza grande e il fondo della protrusione è approssimativamente allo stesso livello del resto del miocardio. Questi aneurismi si rompono raramente e sono meno favorevoli alla formazione di coaguli di sangue. Tuttavia, a causa del fatto che una vasta area del miocardio non è coinvolta nelle contrazioni cardiache, si sviluppa insufficienza cardiaca del lato sinistro. Inoltre, non è esclusa la crescita di un'ulteriore crescita dell'aneurisma con un graduale cambiamento di forma. I disturbi pronunciati del ritmo cardiaco sono caratteristici.
  • A forma di sacco. Anche gli aneurismi sacculari hanno una base ampia, ma sporgono più fortemente e la loro cavità è più grande di quella diffusa. Qui il sangue più spesso ristagna e si formano coaguli di sangue. Inoltre, il muro degli aneurismi sacculari è più teso e la probabilità di rottura in questi casi aumenta..
  • Fungo. Gli aneurismi fungini possono formarsi da aree piccole, necrotiche o guarite. In questo caso, il "collo" (bocca) dell'aneurisma rimane piuttosto stretto e la cavità stessa si espande sotto la pressione sanguigna. Nella forma, ricorda una brocca capovolta. Le pareti di un tale aneurisma si allungano e diventano più sottili anche più che in una formazione sacculare. Alta probabilità di rottura e coaguli di sangue.
  • "Aneurisma in aneurisma". Questo tipo è il più pericoloso. Con esso si forma una depressione diffusa o sacculare e sulla sua parete appare un'ulteriore sporgenza. Ciò indica un grave danno agli strati del cuore in questo luogo. La probabilità di rottura con tali aneurismi è più alta..
Nella pratica medica prevalgono formazioni diffuse e sacculari, mentre i funghi e "aneurisma nell'aneurisma" sono relativamente rari.

Classificazione degli aneurismi in base alla struttura della parete

Questa classificazione non è ampiamente utilizzata nella pratica. Si basa su quale tessuto è predominante nella parete dell'aneurisma. In molti modi, questa classificazione coincide con la classificazione al momento dell'istruzione. Molto dipende anche dalla causa della formazione dell'aneurisma. Ad esempio, le pareti degli aneurismi postinfartuali sono dominate dal tessuto connettivo formato nel sito di necrosi. In caso di danno miocardico infettivo o infiammazione di altra origine, rimane parte delle fibre muscolari. Ciò influisce notevolmente sulla prognosi per un determinato paziente..

Secondo questo criterio, si distinguono i seguenti tipi di aneurismi:

  • Muscolare. Il tessuto muscolare predomina nella parete dell'aneurisma. La sua debolezza può essere causata da un difetto genetico nelle fibre muscolari, una violazione dell'innervazione o dell'afflusso di sangue a questa zona. A causa del fatto che i cardiomiociti nel sito dell'aneurisma non si contraggono simultaneamente con il resto delle cellule, sono soggetti a un effetto più forte della pressione interna. I disturbi della contrattilità semplicemente non consentono di resistere a questa pressione. Di conseguenza, si forma una cavità, nelle cui pareti non c'è quasi nessun tessuto connettivo. Questi aneurismi spesso non mostrano alcun sintomo..
  • Fibroso. Contengono una grande quantità di tessuto connettivo. Si formano poche settimane dopo l'infarto del miocardio, quando una parte significativa del muscolo è morta. Tali aree non sono più in grado di contrarsi sotto l'azione di un impulso eccitante. Gradualmente si allungano e si assottigliano.
  • Fibromuscolare. Contengono sia il tessuto muscolare che quello connettivo. Può formarsi dopo un infarto parietale, quando la zona di necrosi non copre l'intero spessore della parete cardiaca.

Classificazione degli aneurismi dal meccanismo di formazione

Diversi aneurismi, come accennato in precedenza, hanno origini diverse. Molto spesso, i veri aneurismi si formano nella pratica medica. Sono costituiti dagli stessi strati della parete cardiaca, ma contengono una grande quantità di tessuto connettivo. Un'altra opzione, che è molto meno comune, è il cosiddetto aneurisma funzionale. Con esso, si verifica il rigonfiamento del miocardio quasi invariato, che per qualche motivo non si contrae. Questo tipo corrisponde agli aneurismi muscolari sopra descritti..

Un altro tipo di aneurisma è lo pseudo-aneurisma, che è limitato agli strati pericardici e alle aderenze fibrose. In realtà, questo non è un rigonfiamento della parete del cuore con il suo allungamento, ma un piccolo difetto attraverso il quale il sangue dal cuore entra nella cavità patologica.

Spesso i medici non hanno l'opportunità nel processo di diagnosi e trattamento di classificare l'aneurisma in tutti i punti al fine di ottenere le informazioni più complete sulla malattia. Ad esempio, la struttura del muro di solito non è determinata, poiché è necessaria una biopsia (una procedura per prelevare un pezzo di tessuto) per determinarla con precisione. Non è solo tecnicamente difficile, ma anche pericoloso per il paziente..

Quali sono i sintomi di un aneurisma cardiaco?

I sintomi e le lamentele che un paziente presenta con un aneurisma cardiaco possono essere molto diversi. Ciò dipende in gran parte dalle dimensioni della formazione, dalla sua localizzazione e dal meccanismo del suo sviluppo (ragioni). Molti pazienti nel periodo post-infarto potrebbero non presentare alcun sintomo. I pazienti stessi spesso associano piccoli disturbi soggettivi a un normale processo di guarigione. Tuttavia, va ricordato che, in media, un aneurisma cardiaco si forma nel 5-15% dei pazienti nel primo periodo postinfarto. Pertanto, il medico dovrebbe prestare attenzione ai minimi cambiamenti nel benessere e visitare regolarmente il cardiologo a scopo preventivo..

Con un aneurisma cardiaco, i pazienti possono manifestare i seguenti sintomi e reclami:

  • dolore al petto;
  • debolezza;
  • disturbi del ritmo;
  • dispnea;
  • pallore della pelle;
  • tosse;
  • sensazione di battito cardiaco.

Dolore al petto

Il dolore al petto non è un sintomo necessario di un aneurisma cardiaco. Possono verificarsi con problemi di circolazione sanguigna nei vasi coronarici di qualsiasi origine. L'aneurisma stesso contiene più spesso tessuto connettivo, che è privo di terminazioni nervose. Pertanto, l'aneurisma stesso non può ferire. Il tessuto muscolare sano intorno alla cicatrice postinfartuale fa male.

Il dolore toracico con aneurisma cardiaco può avere le seguenti cause:

  • Crescita eccessiva dei vasi sanguigni. La parete allungata dell'aneurisma contiene anche una serie di piccoli vasi. Questi sono rami delle arterie coronarie che forniscono sangue a specifiche aree del miocardio. Man mano che la cicatrice si forma, questi vasi crescono eccessivamente e l'apporto di ossigeno a determinate cellule muscolari è compromesso. In linea di principio, questo può creare la minaccia di un secondo infarto. Ma poiché la mancanza di ossigeno si sviluppa gradualmente, i nuovi vasi (collaterali) hanno il tempo di formarsi, che forniranno sangue al miocardio colpito.
  • Disturbi del ritmo. Questo sintomo verrà discusso più dettagliatamente di seguito. A causa delle interruzioni nel lavoro del cuore, il sangue viene pompato meno e viene fornito meno ossigeno ai tessuti. I cardiomiociti viventi sono molto sensibili alla sua mancanza e in questi casi si verificano sensazioni dolorose.
  • Sovraccarico miocardico. Quando il cuore si contrae, un piccolo volume di sangue rimane nella cavità dell'aneurisma, che non viene rilasciato nell'aorta. Quando una nuova porzione di sangue scorre dall'atrio, il ventricolo sinistro è sovraccarico di liquido. Le sue pareti si allungano e le cellule si contraggono peggio. Può anche causare dolore cardiaco ricorrente..
  • Compressione di tessuti e organi. I dolori di questa natura sono estremamente rari, con aneurismi giganti. Possono essere di natura molto diversa e sono spiegati dalle grandi dimensioni dell'aneurisma stesso..
In generale, il dolore con un aneurisma cardiaco è solitamente localizzato dietro lo sterno o leggermente a sinistra. Appaiono sotto forma di convulsioni, che possono essere innescate da attività fisica, alcol, fumo e altri fattori esterni..

Debolezza

La debolezza si verifica a causa di insufficienza cardiaca congestizia. Come accennato in precedenza, con la contrazione del ventricolo sinistro con un aneurisma, parte del sangue rimane nella sua cavità. Questo è chiamato volume di fine sistolica. Normalmente, è 50-60 ml o 40-50% del volume totale di sangue nel ventricolo. Il problema è che questo tasso aumenta nei pazienti con aneurismi. Del volume totale di sangue nella fase di contrazione, solo il 30-40% viene espulso e la maggior parte rimane all'interno. Inoltre, il cuore non può aumentare il volume del sangue pompato quando necessario. Ad esempio, durante l'esercizio, i cardiomiociti sani iniziano a contrarsi più velocemente e più forti. Ma questo porta solo ad un aumento della pressione e al pompaggio del sangue nella cavità aortica. Il suo volume aumenta, gonfiandosi come un palloncino, e la quantità di sangue richiesta non entra ancora nella circolazione sistemica..

Pertanto, la debolezza si verifica perché i muscoli scheletrici e il sistema nervoso non ricevono la quantità richiesta di ossigeno. Non possono funzionare a piena capacità finché il cuore non pompa il volume di sangue richiesto. Questo sintomo non è osservato in tutti i pazienti. Solo i pazienti con insufficienza cardiaca congestizia avanzata lamentano un aumento della fatica e una debolezza costante. Di regola, appare con grandi aneurismi.

Disturbi del ritmo

Le aritmie sono uno dei sintomi più comuni nei pazienti con aneurisma cardiaco. Di regola, appaiono periodicamente e passano rapidamente. In caso di attacchi più pronunciati o prolungati, tali violazioni non sono più considerate come un sintomo, ma come una grave complicanza - tachicardia parossistica.

I disturbi del ritmo possono essere della seguente natura:

  • interruzioni con breve arresto cardiaco;
  • tachicardia (aumento della frequenza cardiaca di oltre 100 battiti al minuto);
  • bradicardia (rallentamento della frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti al minuto).

Dispnea

Pelle pallida

Il pallore della pelle è un sintomo comune tipico dei pazienti con malattie cardiache. La pelle diventa pallida a causa del fatto che il volume di sangue richiesto non viene fornito loro. Con un aneurisma del cuore, l'insufficienza cardiaca congestizia ti impedisce di pompare sangue in quantità normali. L'organismo ridistribuisce il volume in entrata in base alle proprie esigenze. Prima di tutto, il sangue è necessario al cervello e ad altri organi interni. I vasi della pelle non sono vitali. In condizioni di mancanza di ossigeno, si restringono e "risparmiano" energia.

Prima di tutto, la pelle del viso, gli arti diventano pallidi. Parallelamente, i pazienti possono lamentare il congelamento rapido delle dita delle mani e dei piedi, intorpidimento intermittente o ridotta sensibilità della pelle..

Tosse

La tosse è un sintomo raro nei pazienti con aneurisma cardiaco. In piccole formazioni, di solito è assente. Se stiamo parlando di un grande aneurisma, una parte del polmone è compressa. Poiché la pleura, che copre il polmone, è molto sensibile, si verifica la sua irritazione meccanica e il paziente inizia un attacco di tosse. Può essere innescato da un respiro profondo in cui il polmone si allunga e l'aneurisma lo comprime ancora di più. In questi casi, la tosse è secca, si verifica raramente e non è accompagnata da febbre o altri sintomi caratteristici di una malattia infettiva. Questa tosse non è accompagnata da respiro sibilante nei polmoni o produzione di espettorato..

È anche possibile che la tosse possa apparire come un sintomo di ristagno di sangue nella circolazione polmonare (con insufficienza cardiaca del lato sinistro). Il meccanismo di comparsa di una tale tosse è lo stesso della mancanza di respiro. Può essere umido e respiro sibilante durante l'ascolto (auscultazione).

Sensazione di battito cardiaco

Una persona sana a riposo non sente il proprio cuore battere. La sensazione di un aumento del battito cardiaco può essere causata da disturbi del ritmo o aumento delle contrazioni. Con un aneurisma del cuore, il volume del ventricolo sinistro aumenta e la sua parete anteriore si adatta più strettamente alle costole dall'interno. Per questo motivo, la pulsazione viene trasmessa in modo più chiaro e la persona ha la sensazione di un aumento del battito del proprio cuore..

Ci sono anche una serie di sintomi oggettivi e manifestazioni di aneurisma che vengono rilevati da un medico durante l'esame. Sono di grande importanza, poiché sono presenti nella maggior parte dei pazienti, in contrasto con i reclami di cui sopra di natura più generale. I sintomi rilevati all'appuntamento con il medico verranno descritti in maggior dettaglio nella sezione "Diagnosi di aneurismi cardiaci".

Diagnostica dell'aneurisma cardiaco

La diagnosi di un aneurisma cardiaco di solito è piuttosto difficile, anche per cardiologi esperti. Il fatto è che molti pazienti con questa malattia non hanno sintomi evidenti e non presentano reclami specifici. Per questo motivo, i pazienti possono perdere un esame preventivo con un medico. Inoltre, in pratica, gli aneurismi del cuore di grandi dimensioni sono rari. Molto spesso, i medici si occupano di aneurismi diffusi di piccole e medie dimensioni. È molto difficile trovarli senza esami speciali. La nomina di tali studi non è sempre giustificata, poiché solo 1 paziente su 10 avrà un aneurisma e tutti dovranno pagare per la procedura..

A questo proposito, la diagnosi di aneurisma aortico può essere suddivisa in due fasi. Nella prima fase, il medico esegue un cosiddetto esame fisico. Non ricorre a metodi di esame complessi e costosi, cercando di trovare da solo i minimi segni di patologia. Se ha il sospetto di un aneurisma cardiaco, o il paziente arriva immediatamente con lamentele tipiche, inizia la seconda fase della diagnosi. Include un esame dettagliato del cuore e la raccolta di informazioni sulla patologia. Questo aiuta a classificare correttamente l'aneurisma e scegliere le tattiche di trattamento ottimali..

Nella diagnosi dell'aneurisma cardiaco vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • esame fisico;
  • elettrocardiografia (ECG);
  • ecocardiografia;
  • scintigrafia miocardica;
  • radiografia.

Esame fisico

Come accennato in precedenza, l'esame fisico viene eseguito dallo stesso cardiologo senza l'uso di attrezzature costose. Comprende una serie di metodi standard di esame del paziente con cui tutti hanno familiarità fin dall'infanzia. In effetti, un medico esperto che utilizza questi metodi può raccogliere molte informazioni utili sul lavoro del cuore e di altri organi..

L'esame obiettivo include i seguenti metodi:

  • Palpazione. A differenza di molte altre malattie cardiache, la palpazione può essere molto utile negli aneurismi. Poiché gli aneurismi si trovano più spesso sulla parete anteriore del cuore o nella regione del suo apice, la loro pulsazione è ben trasmessa alla parete toracica anteriore. In particolare, l'impulso apicale con grandi formazioni può essere aumentato fino a 3 - 5 cm di diametro. Se lo shock non è stato avvertito prima, durante la formazione di un aneurisma, potrebbe apparire (che è anche considerato un sintomo). Il più specifico è il cosiddetto sintomo "rocker". Poiché la pulsazione dell'aneurisma e il resto del miocardio non coincidono, alla palpazione puoi sentire questa differenza nel battito cardiaco. L'impulso apicale rifletterà il ritmo normale e l'aneurisma rimarrà indietro. Puoi anche palpare il polso sull'arteria radiale (nel polso). Nei pazienti con aneurisma cardiaco, è spesso indebolito.
  • Percussione. La percussione consiste nel toccare la parete anteriore del torace con un dito per determinare i confini degli organi. La cosiddetta percussione più silenziosa viene utilizzata per determinare i confini del cuore. Un aneurisma medio-grande sposta il bordo sinistro del cuore a sinistra. Il suono durante le percussioni sarà noioso, poiché la cavità dell'aneurisma è piena di sangue e il polmone vicino è pieno di aria.
  • Auscultazione. L'auscultazione è anche un metodo molto informativo per gli aneurismi cardiaci. Questo metodo consiste nell'ascoltare il lavoro dell'organo con uno stetoscopio. In presenza di un aneurisma, si possono osservare cambiamenti nella funzione valvolare e turbolenze nel flusso sanguigno. Ciò porta alla comparsa di mormorii patologici. Innanzitutto, si sente l'accento del secondo tono sull'arteria polmonare (a causa della crescente pressione nel piccolo cerchio). In secondo luogo, c'è spesso un soffio pansistolico (rumore durante l'intero periodo della sistole) e un ritmo di galoppo, in cui è impossibile distinguere i singoli toni. Terzo, il primo tono della valvola mitrale spesso si indebolisce. Ciò è dovuto allo stiramento delle pareti del ventricolo sinistro. Un altro sintomo specifico è il soffio di Kazem-Bek (rumore della "macchina"), che compare quando il sangue passa attraverso la bocca dell'aneurisma.
  • Misurazione della pressione. I pazienti con aneurismi cardiaci spesso soffrono di ipertensione (più di 140/90). Questo indicatore svolge un ruolo importante nella previsione del decorso della malattia..
Se, utilizzando i metodi sopra indicati, il medico rileva segni di aneurisma cardiaco, prescrive un ulteriore esame strumentale.

Elettrocardiografia

L'ECG oggi è un metodo di ricerca di routine, che, tuttavia, non ha perso il suo valore diagnostico da molti anni. Il principio si basa sulla creazione di un campo elettromagnetico attorno al cuore. Con l'aiuto di elettrodi appositamente installati, l'apparato registra la direzione in cui l'impulso bioelettrico si muove lungo il miocardio. Di conseguenza, aggiungendo vettori relativi a diversi assi, è possibile stimare quale parte del muscolo cardiaco conduce l'impulso peggiore.

Un cardiologo esperto non solo identificherà un aneurisma con un'alta probabilità in base ai risultati dell'ECG, ma specificherà anche la sua posizione. Il metodo è indolore, innocuo e poco costoso, il che ne consente un utilizzo regolare (ad esempio, nel periodo preoperatorio per valutare l'aneurisma nel tempo).

I principali segni di un aneurisma cardiaco all'ECG sono:

  • Mancanza di dinamiche normali. L'infarto miocardico in ciascuna delle sue fasi del corso ha le sue caratteristiche sull'ECG. Se c'è una formazione di aneurisma, questa dinamica è assente. L'ECG sembra "congelarsi" in una delle fasi e non cambia ulteriormente.
  • Ascesa del segmento ST. Sull'ECG "congelato" viene determinata l'elevazione del tratto ST, che assomiglia allo stadio acuto di un infarto. Molto spesso, questo segno è determinato nelle derivazioni del torace V2 - V4.
  • Attacchi ricorrenti di tachicardia. Un aumento della frequenza cardiaca sull'ECG è facilmente determinato dal numero di complessi cardiaci su un pezzo di nastro.
  • L'assenza di un'onda T negativa Non si trova in tutti i pazienti. Questo dente è l'ultimo nel complesso cardiaco normale. In presenza di un aneurisma, può formarsi più lentamente o essere del tutto assente..
Se questi segni sono determinati sul cardiogramma entro 2 o 3 settimane dal momento dell'attacco cardiaco, ciò può essere considerato una conferma preliminare della diagnosi. Se i cambiamenti caratteristici persistono per più di 6 settimane, probabilmente stiamo parlando di un aneurisma cardiaco cronico.

Ecocardiografia

EchoCG, o ultrasuoni (ultrasuoni) del cuore, è il principale metodo diagnostico. Ti consentirà di confermare la diagnosi con una precisione del 100% e fornirà anche molte altre informazioni utili. L'essenza del metodo è l'uso di onde ultrasoniche. Vengono inviati al cuore attraverso la parete toracica anteriore. Riflettendo da strutture di diversa densità, le onde ritornano al sensore sensibile. Di conseguenza, viene creata un'immagine sullo schermo del dispositivo. I dispositivi più moderni leggono le informazioni da due sensori contemporaneamente, il che consente di ottenere un'immagine tridimensionale. Inoltre, con l'ecocardiografia, il medico riceve l'immagine di un cuore in movimento. Questo è importante anche per valutare il suo lavoro..

EchoCG rivela i seguenti segni e caratteristiche strutturali dell'aneurisma cardiaco:

  • protrusione locale della parete cardiaca;
  • Assottigliamento della parete dell'aneurisma rispetto al miocardio nelle aree adiacenti (a causa dello stiramento);
  • discinesia miocardica (la parete dell'aneurisma non prende parte alle contrazioni cardiache o è molto indietro nel ritmo);
  • divisione degli aneurismi in sistolici (di dimensioni minori, che sono visibili in sistole, ma scompaiono in diastole) e diastolici (che sono visibili in qualsiasi fase);
  • determinazione della larghezza dell'istmo (importante per rilevare falsi aneurismi);
  • rilevamento di coaguli di sangue che si formano nella cavità dell'aneurisma o del ventricolo sinistro;
  • rilevamento di sangue nella cavità pericardica;
  • valutazione delle prestazioni della valvola;
  • misurare il diametro e il volume delle camere cardiache (importante per identificare le cause dell'insufficienza cardiaca);
  • valutazione della direzione e della velocità del flusso sanguigno nelle camere cardiache (importante per la previsione della trombosi).
Pertanto, è l'EchoCG che fornisce le informazioni più complete sulla malattia. Sulla base di questo studio, l'aneurisma è classificato in base a forma, dimensione e altri criteri. Viene fatta una prognosi per un paziente specifico e vengono delineate le tattiche di trattamento ottimali.

Scintigrafia miocardica

Questo è uno studio piuttosto costoso e complicato. Con esso, una sostanza speciale viene introdotta nel flusso sanguigno: l'isotopo di tallio 201 Tl. Questa sostanza è intrappolata da cardiomiociti vitali. Pertanto, qualche tempo dopo la sua introduzione, il tallio si accumula in quelle aree del muscolo cardiaco in cui entra il sangue. Più intenso è l'accumulo dell'isotopo, migliore è l'afflusso di sangue. Il tallio, di regola, non si accumula nel muro degli aneurismi postinfartuali. Questo crea contrasto quando il cuore viene scansionato ei medici possono facilmente individuare l'aneurisma..

Esistono le seguenti varianti di questo test:

  • Con l'uso di vasodilatatori. Queste sostanze dilatano i vasi coronarici e migliorano la circolazione sanguigna. I medici possono concludere se i farmaci di questo gruppo aiutano un particolare paziente o se si dovrebbero cercare analoghi più efficaci..
  • Con un carico. Durante l'esercizio, come accennato in precedenza, il cuore consuma più ossigeno. Si possono riscontrare alcuni difetti nell'accumulo di isotopi. Quindi i medici capiranno qual è il carico massimo consentito per il paziente..
Oltre alla scintigrafia con tallio, puoi ricorrere a un test simile con isotopo di tecnezio - 99m Tc. Questa sostanza, al contrario, si accumula nei cardiomiociti morti, per cui la parete dell'aneurisma viene, per così dire, "evidenziata" durante la scansione. Questi studi possono aiutare i chirurghi a prepararsi meglio per l'intervento chirurgico, oltre a fornire una prognosi più accurata per un particolare paziente..

raggi X

La radiografia nella diagnosi dell'aneurisma cardiaco viene utilizzata relativamente raramente, di solito nei casi in cui non è possibile applicare altri metodi. L'essenza dei raggi X è il passaggio dei raggi X attraverso il corpo umano. Una parte viene assorbita dai tessuti. Più denso è il tessuto, minori saranno le particelle che cadranno sulla sensibile cassetta della pellicola nera. Pertanto, nell'immagine, le aree dense appaiono più chiare (quasi bianche), mentre le aree chiare, ad esempio, in cui c'è molta aria, saranno scure. Il metodo è buono per la sua semplicità di esecuzione, indolore e basso costo. Tuttavia, non fornisce informazioni complete sulla malattia e il paziente, inoltre, riceve una piccola dose di radiazioni. Tuttavia, per una persona sana, questa dose è completamente sicura da un punto di vista medico..

La radiografia può rilevare solo grandi aneurismi localizzati sulla parete anteriore sinistra e all'apice dell'organo. L'immagine mostrerà un aumento dei confini del cuore. Il contorno sbagliato (a volte anche doppio) può essere utilizzato per suggerire la diagnosi corretta. Tuttavia, per la conferma inequivocabile della radiografia non è sufficiente.

Oltre ai metodi diagnostici di cui sopra, possono essere prescritti altri studi, che indicano indirettamente la causa dell'aneurisma. Ad esempio, un esame del sangue per i marker di necrosi conferma che il paziente ha avuto recentemente un infarto miocardico e deve essere osservato per un po 'di tempo, poiché esiste la possibilità che si sviluppi un aneurisma. In rari casi, un aumento della VES (velocità di eritrosedimentazione) o leucocitosi (aumento della conta leucocitaria) indicano un danno miocardico infiammatorio di diversa natura. Di solito viene prescritto un test delle urine per rilevare altre comorbidità. L'aneurisma del cuore stesso non causa alcun serio cambiamento in esso..

Trattamento dell'aneurisma cardiaco

La rimozione chirurgica del difetto è il metodo preferito per il trattamento di un aneurisma cardiaco. Ciò è dovuto al fatto che nessun ciclo di trattamento farmacologico elimina il problema sottostante. Il trattamento conservativo viene utilizzato a scopo profilattico per ridurre la probabilità di complicanze dell'aneurisma ed eliminare i sintomi indesiderati.

Immediatamente dopo il rilevamento di un aneurisma, il paziente può essere ricoverato per un esame più dettagliato. Se non vi è alcuna minaccia immediata di rottura o grave insufficienza cardiaca, l'intervento chirurgico può essere ritardato. In questo caso, il paziente viene trattato con farmaci a casa. Tuttavia, sono ancora necessarie visite regolari a un cardiologo. Se il paziente non può sottoporsi all'intervento o lo rifiuta volontariamente e deliberatamente, il trattamento farmacologico preventivo può durare tutta la vita.

Le indicazioni per il trattamento chirurgico dell'aneurisma sono:

  • Insufficienza cardiaca in rapido aumento. Allo stesso tempo, iniziano a comparire nuovi sintomi oggettivi e quelli vecchi si aggravano, nonostante il trattamento prescritto..
  • Gravi disturbi del ritmo. In questo caso, stiamo parlando di aritmia o tachicardia grave, che non rispondono bene al trattamento farmacologico..
  • Tromboembolia ricorrente. Come accennato in precedenza, i coaguli di sangue si formano spesso nella cavità dell'aneurisma, che possono staccarsi e portare a un blocco vascolare. Se il paziente ha avuto una tale complicanza e durante l'ecocardiografia è stato rilevato un trombo, deve essere prescritta l'asportazione chirurgica (rimozione) dell'aneurisma.
  • Falsi aneurismi del cuore. Come accennato in precedenza, un falso aneurisma è piuttosto una rottura incompleta. In qualsiasi momento, può portare a gravi emorragie. Di conseguenza, se vengono rilevati tali aneurismi, è necessario eseguire un trattamento chirurgico urgente con l'eliminazione del difetto..
  • Rottura dell'aneurisma. È la complicazione più pericolosa. È accompagnato da gravi emorragie, il sangue smette di pompare nell'aorta e il corpo può morire rapidamente per mancanza di ossigeno.
In tutti questi casi c'è un serio rischio di complicanze. L'aneurisma riduce notevolmente la qualità della vita del paziente, causa molti diversi fallimenti e disturbi nel lavoro del cuore. Statisticamente, tali formazioni portano alla morte 5-7 volte più spesso degli aneurismi asintomatici.

In generale, ci sono due principali opzioni di trattamento per l'aneurisma cardiaco:

  • chirurgia;
  • trattamento farmacologico.

Chirurgia

È il metodo principale per eliminare gli aneurismi cardiaci. In questo caso, stiamo parlando di un'operazione molto seria e su larga scala, durante la quale il medico aprirà il torace per fornire un ampio accesso all'organo. Dopodiché, il flusso sanguigno attraverso le camere del cuore verrà interrotto. La funzione di pompaggio sarà temporaneamente svolta da un apposito apparato collegato ai vasi principali. Quando il sangue non viene più pompato attraverso il cuore, il chirurgo inizia, infatti, a rimuovere l'aneurisma. Comprende l'escissione del sacco con la rimozione delle aree deformate del tessuto connettivo. Anche i coaguli di sangue all'interno dei ventricoli vengono rimossi, se presenti. Successivamente, la parete del cuore viene suturata saldamente. A volte vengono utilizzati anche materiali sintetici per rafforzarlo e mantenere la normale forma dell'organo..

Parallelamente, viene attirata l'attenzione sul flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie. Spesso, contemporaneamente all'escissione dell'aneurisma, è necessario eseguire un intervento di bypass vascolare per ripristinare il normale flusso sanguigno. Ciò riduce la probabilità di attacchi di cuore nel periodo postoperatorio ed elimina il dolore anginoso.

I problemi più comuni dopo l'asportazione di un aneurisma cardiaco sono:

  • accumulo di sangue nel pericardio;
  • diminuzione della frazione di eiezione ventricolare sinistra (insufficienza cardiaca del lato sinistro);
  • disturbi del ritmo;
  • coaguli di sangue.
Tuttavia, con tutti questi problemi diventa più facile affrontare il farmaco appropriato. Il rischio di rottura dell'aneurisma o ripetuti attacchi di cuore praticamente scompare (se la chirurgia di bypass è stata eseguita in parallelo).

In caso di falsi aneurismi, l'operazione consiste nel suturare il difetto murario, sezionare le aderenze tra i fogli pericardici e rimuovere il sangue dalla cavità pericardica. In caso di aneurisma del setto interventricolare, viene rinforzato secondo una tecnica speciale.

L'operazione si svolge in anestesia generale e dura diverse ore. La maggior parte del tempo viene impiegata per aprire il torace e collegare la pompa del sangue. Anche un'operazione ben eseguita finisce con la morte nel 3-8% dei casi. Il periodo postoperatorio dura diverse settimane, durante le quali il paziente è in ospedale sotto la supervisione di specialisti e riceve farmaci preventivi.

Trattamento farmacologico

I farmaci per l'aneurisma si riducono molto spesso alla riduzione del carico sul ventricolo sinistro e alla prevenzione dei coaguli di sangue. Se, secondo i risultati dell'ecocardiografia, l'aneurisma non aumenta di dimensioni e nella cavità del ventricolo non si formano coaguli di sangue, il paziente può fare a meno della chirurgia per molto tempo. Per molti pazienti di età che potrebbero non tollerare l'anestesia, questo trattamento sintomatico è raccomandato. L'operazione viene prescritta solo quando i medici sospettano che ci sia pericolo di rottura, oppure i sintomi e le manifestazioni della malattia non si prestano alla terapia farmacologica.

Per il trattamento conservativo dell'aneurisma cardiaco, possono essere utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • Beta-bloccanti. Questo gruppo di farmaci indebolisce le contrazioni cardiache, stabilizza il ritmo. Il farmaco blocca i recettori sui cardiomiociti, il che li rende meno suscettibili agli stimoli.
  • Trombolitici. Questo gruppo è prescritto per la prevenzione dei coaguli di sangue. La sua azione è quella di ridurre l'aggregazione piastrinica e il diradamento del sangue.
  • Diuretici (diuretici). Sono prescritti per i pazienti ipertesi (pazienti ipertesi) per abbassare la pressione sanguigna. Più bassa è la pressione, meno è probabile che l'aneurisma si rompa.
  • Nitrati. Sono usati per espandere i vasi coronarici. Il flusso sanguigno al muscolo cardiaco migliora e i dolori anginosi scompaiono.
Farmaci specifici e il loro dosaggio in questo caso possono essere determinati solo dal medico curante in base ai sintomi di un particolare paziente. Non esistono standard uniformi per il trattamento medico dei pazienti con aneurismi cardiaci. Le dosi vengono selezionate in base ai sintomi, ai dati ECG ed EchoCG, agli esami del sangue. L'automedicazione con i suddetti gruppi di farmaci può portare a gravi complicazioni (rottura di un aneurisma, arresto cardiaco o respiratorio).

Prevenzione della rottura dell'aneurisma cardiaco

Come accennato in precedenza, molti pazienti non vengono sottoposti a escissione chirurgica dell'aneurisma cardiaco. Prendono trattamenti profilattici per prevenire complicazioni e alleviare i sintomi, ma questa è solo una parte del regime preventivo generale. Questo regime include diversi punti che devono essere osservati per prevenire la rottura o il deterioramento del tutto. Idealmente, queste regole vengono seguite fino al momento dell'intervento e nel periodo postoperatorio..

La prevenzione della rottura dell'aneurisma cardiaco include i seguenti punti:

  • Smettere di fumare. La nicotina presente nelle sigarette può influire sulla frequenza cardiaca. In presenza di un aneurisma, questo provoca spesso attacchi di aritmie e angina pectoris (dovuti a spasmi dei vasi coronarici). Inoltre, il fumo è un fattore importante nello sviluppo dell'aterosclerosi. Con questa malattia, le placche di colesterolo si depositano nel lume delle arterie, che interferiscono con il normale flusso sanguigno. Ciò peggiora la prognosi per il paziente..
  • Evitare l'alcol. L'alcol non solo provoca intossicazione, che, in linea di principio, non rappresenta un pericolo per il cuore, ma porta anche all'espansione dei vasi periferici. Per questo motivo, c'è una ridistribuzione del fluido nel corpo e il carico sul cuore aumenta. Di conseguenza, aumenta il rischio di rottura e altre complicazioni della malattia..
  • Diminuzione dell'attività fisica. Qualsiasi attività fisica (inclusa la camminata veloce, la corsa, il salire le scale, ecc.) È accompagnata da un aumento della respirazione e della frequenza cardiaca. Più vecchio o debole è il corpo, più velocemente vengono attivati ​​questi meccanismi. Normalmente, sono progettati per accelerare il flusso sanguigno e aumentare l'apporto di ossigeno ai muscoli. Tuttavia, tutto questo è un peso significativo per il cuore. Il flusso sanguigno e l'aumento del ritmo possono provocare la rottura dell'aneurisma ed essere fatali.
  • Rispetto di una dieta. Ai pazienti con aneurisma cardiaco viene solitamente prescritta una dieta terapeutica n. 10 secondo Pevzner. Ha lo scopo di combattere i sintomi dell'insufficienza cardiaca, che sono spesso visti nei pazienti. È necessario escludere cibi salati e piccanti, pane fresco, carni grasse e pesce. Si sconsiglia inoltre di consumare caffè, tè forte o cioccolato. La base è composta da zuppe vegetariane, verdura e frutta (senza fibre grossolane), latticini. Una tale dieta riduce il rischio di aterosclerosi, migliora la circolazione sanguigna e allevia il cuore..
In pratica, tutte queste misure spesso aiutano a evitare una rottura nelle prime 2 - 3 settimane dopo un infarto. Successivamente, la minaccia di una rottura è notevolmente ridotta. Tuttavia, seguire un regime preventivo può aiutare a ridurre la frequenza dell'angina (dolore toracico) o dei disturbi del ritmo cardiaco. Si consiglia ai pazienti di attenersi alle regole di cui sopra fino alla fine della vita o fino al momento dell'intervento, quando la causa della malattia sarà eliminata. In presenza di altre malattie croniche, il medico curante può chiarire la dieta o integrare l'elenco con altre misure preventive.

In caso di aneurisma cardiaco, è importante prendere sul serio queste istruzioni. Il trattamento farmacologico non darà alcun effetto senza aderenza ad essi. Tuttavia, il rispetto del regime è inefficace senza farmaci. Nella prevenzione dell'aneurisma, questi metodi funzionano in parallelo e hanno approssimativamente la stessa importanza per le previsioni per il futuro..

Qual è la prognosi per l'aneurisma cardiaco?

In generale, è generalmente accettato nella pratica medica che la prognosi per l'aneurisma cardiaco sia sfavorevole. Il principale metodo di trattamento che può cambiarlo radicalmente è la chirurgia. Ha lo scopo di rimuovere l'aneurisma, ripristinare l'integrità della parete cardiaca e normalizzare il cuore. Inoltre, l'operazione elimina praticamente la minaccia di varie complicazioni che possono minacciare la vita del paziente. Pertanto, per il paziente dopo il trattamento chirurgico, la prognosi diventa favorevole..

Tuttavia, va tenuto presente che un'operazione così grave comporta sempre un certo rischio. Le persone anziane potrebbero non tollerare l'anestesia e durante il periodo di recupero potrebbero verificarsi complicazioni non direttamente correlate all'aneurisma. Pertanto, alcuni pazienti non accettano consapevolmente l'operazione. Per alcuni pazienti, la chirurgia è controindicata a causa di malattie croniche concomitanti.

La prognosi sfavorevole per i pazienti che non accettano il trattamento chirurgico dell'aneurisma cardiaco è spiegata come segue:

  • Il rischio di complicazioni. La formazione di un aneurisma dopo un infarto è associata a un certo pericolo in futuro. Un aneurisma influisce notevolmente sul lavoro di questo organo vitale in generale. In determinate condizioni, può portare a complicazioni così gravi come la fibrillazione ventricolare, la rottura di un aneurisma, la formazione e la separazione di un coagulo di sangue con il blocco di altri vasi. Tutte queste complicazioni sono spesso fatali. Il rischio del loro verificarsi e spiega la prognosi iniziale sfavorevole.
  • Crescita dell'aneurisma. Un aneurisma cardiaco è una porzione allungata della parete di un organo. Si allunga a causa di una diminuzione della forza del miocardio (muscolo cardiaco) o di disturbi funzionali. Anche il normale lavoro del cuore è accompagnato da un periodico aumento della pressione nella cavità ventricolare sinistra. Ciò porta al fatto che il muro dell'aneurisma è allungato ancora di più e il rischio di rottura aumenta gradualmente. Poiché il muro è costituito principalmente da tessuto connettivo e non da miocardio normale, la sua elasticità è ridotta. Distesa, non può più tornare al suo aspetto precedente. L'unica via d'uscita è l'intervento chirurgico, che migliorerà le previsioni..
  • Diminuzione della qualità della vita. Anche senza complicazioni che minacciano la morte del paziente, la sua qualità di vita diminuirà. Un'alternativa al trattamento chirurgico è la terapia profilattica. Questo non elimina l'aneurisma stesso, ma riduce semplicemente il rischio di complicanze. Allo stesso tempo, il paziente deve limitare costantemente l'attività fisica, seguire una dieta, sopportare dolori periodici, palpitazioni e altri sintomi spiacevoli.
Quando un determinato paziente si rivolge a un cardiologo, è necessaria una serie di esami per determinare la prognosi corretta. I più importanti sono l'elettrocardiografia (ECG) e l'ecocardiografia (ecocardiografia). Ti consentono di raccogliere informazioni sull'aneurisma e classificarlo correttamente, il che è importante per determinare le tattiche di trattamento..

I seguenti fattori influenzano la prognosi dell'aneurisma cardiaco:

  • La dimensione dell'aneurisma. Maggiore è l'istruzione, maggiore è il rischio di rotture e altre complicazioni.
  • Forma dell'aneurisma. Le formazioni diffuse o sacculari sono meno pericolose delle varianti a fungo o "aneurisma in aneurisma". In quest'ultimo caso, il muro viene allungato più fortemente e viene interessata un'area più ampia del miocardio.
  • Termine dalla data di costituzione. Gli aneurismi acuti (fino a 2 settimane) spesso portano alla rottura, poiché il tessuto connettivo dopo un infarto non ha ancora avuto il tempo di acquisire forza e il muro è più debole. Gli aneurismi cronici (> 6 settimane) sono più stabili a questo riguardo.
  • Localizzazione dell'aneurisma. Gli aneurismi ventricolari sinistro sono considerati i più pericolosi, poiché questa camera del cuore ha la più alta pressione interna. Questo favorisce la crescita dell'aneurisma e aumenta il rischio di rottura. Gli aneurismi del ventricolo destro o del setto interventricolare sono meno pericolosi a questo proposito (tuttavia, sono molto meno comuni).
  • Il grado di insufficienza cardiaca. L'aneurisma ventricolare sinistro può portare a insufficienza cardiaca del lato sinistro. In questo caso, dal cuore viene espulso un volume di sangue ridotto, il che non è sufficiente per la normale alimentazione del corpo. Minore è la frazione di eiezione (il volume di sangue emesso dal ventricolo sinistro in una contrazione), peggiore è la prognosi per il paziente.
  • Età. Come accennato in precedenza, l'età può essere un ostacolo all'operazione. Inoltre, il muscolo cardiaco negli anziani non è più così forte. Aumento del rischio di rottura o altre complicazioni.
  • Malattie di accompagnamento. L'infarto miocardico è una malattia molto comune. A volte si verificano situazioni in cui si formano aneurismi postinfartuali in persone con diabete mellito, insufficienza renale e altre patologie croniche. Ciò peggiora la prognosi, poiché l'esacerbazione di malattie esistenti può peggiorare drasticamente il lavoro del cuore e aumentare il rischio di complicanze.

C'è un aneurisma cardiaco nei bambini??

L'aneurisma cardiaco è una patologia che si verifica più spesso nelle persone dopo 40-50 anni. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte degli aneurismi sono il risultato di un precedente infarto miocardico. Dopo la morte di un sito del muscolo cardiaco, si forma una cicatrice, nel punto in cui appare un aneurisma. Un attacco di cuore, a sua volta, è più spesso causato da problemi con la circolazione coronarica (flusso sanguigno nei vasi del cuore). Nei bambini, tali problemi praticamente non si verificano. Non sono caratterizzati, ad esempio, dall'aterosclerosi, che restringe le arterie coronarie. Nonostante il fatto che, secondo le statistiche, negli ultimi anni un infarto stia "diventando più giovane" e sempre più spesso non si manifesti dopo i 40, ma dopo i 30, nell'infanzia è una malattia estremamente rara.

Tuttavia, gli aneurismi cardiaci nei bambini sono ancora presenti, anche se molto raramente. In questi casi, non sono post-infarto, ma sono causati da altri motivi. Di regola, queste sono varie malattie dell'infanzia, accompagnate da complicazioni del cuore..

Le condizioni cardiache più comuni nei bambini sono:

  • Difetti cardiaci congeniti. Questa causa può portare ad aneurismi nei neonati. Le malformazioni congenite sono intese come anomalie nello sviluppo del cuore nel periodo prenatale, fino al momento della nascita. Gli aneurismi possono essere causati da qualsiasi difetto genetico, quando le cellule si dividono semplicemente in modo errato o dall'influenza di fattori esterni. Di solito si tratta di tossine (incluso alcol, droghe o fumo) durante la gravidanza, alcune malattie (herpes, morbillo, rosolia, influenza), lesioni. A volte, sullo sfondo di difetti cardiaci congeniti, si forma un aneurisma nelle prime settimane o mesi di vita di un bambino. Ad esempio, i difetti valvolari possono causare improvvisi picchi di pressione nelle camere cardiache, che possono portare ad aneurismi. Il sottosviluppo del sistema di conduzione può "spegnere" una parte certa del miocardio da lavoro, e non si contrarrà in tempo. Tali aneurismi sono anche chiamati funzionali, poiché non vi è alcun danno diretto al tessuto cardiaco..
  • Malattie infettive. Ci sono molte malattie durante l'infanzia che possono causare complicazioni cardiache. Ciò porterà allo sviluppo di un processo infiammatorio (endocardite o miocardite), che indebolirà il muscolo cardiaco. Le infezioni possono essere virali (virus Coxsackie B) o batteriche (danno alla tossina difterica). Tuttavia, in queste malattie, un grave processo infiammatorio che termina con la comparsa di un aneurisma è piuttosto raro nella pratica medica..
  • Danno miocardico tossico. Ciò include l'effetto sul muscolo cardiaco di alcune sostanze tossiche con cui il bambino viene a contatto. Alcune di queste sostanze da sole causano un processo infiammatorio nel miocardio, altre - attraverso la risposta immunitaria (quindi è più accurato riferirsi alla miocardite allergica). Tuttavia, tali processi anche estremamente raramente portano alla comparsa di un aneurisma, poiché il danno miocardico non è così su larga scala.
In tutti i casi sopra, non stiamo parlando della morte di un numero così elevato di cardiomiociti (cellule del miocardio), come nel caso dell'infarto miocardico. Molto spesso, gli aneurismi cardiaci nei bambini hanno molto tessuto muscolare (e non solo tessuto cicatriziale). Questo spiega la previsione piuttosto favorevole. La parete dell'aneurisma non ha perso completamente la sua elasticità e forza. Pertanto, la rottura di tali aneurismi e altre complicazioni sono estremamente rare. Molto spesso, gli aneurismi cardiaci nei bambini procedono senza sintomi o manifestazioni pronunciati.

Tuttavia, se un bambino ha un aneurisma cardiaco, il rischio per la salute non può essere sottovalutato. Un esame completo viene eseguito da un cardiologo. Quindi il bambino viene regolarmente osservato per qualche tempo. L'ecocardiografia (EchoCG) viene eseguita per determinare se la crescita è dinamica. A tali bambini è vietato praticare sport a causa dell'alto rischio di complicazioni. Successivamente, viene solitamente scelto un momento conveniente in cui il corpo è meglio preparato e viene eseguita un'operazione per rimuovere l'aneurisma. Altrimenti, man mano che l'aneurisma invecchia, può iniziare a creare problemi e aumenta il rischio di varie complicazioni..

Dai disabilità con aneurisma cardiaco?

La disabilità stessa è una condizione di una persona in cui ci sono seri problemi di salute che riducono notevolmente la sua qualità di vita. Un aneurisma cardiaco in determinate condizioni può causare un gruppo di disabilità. Il fatto è che crea condizioni in cui una persona non può svolgere un lavoro fisico serio. Sono possibili anche una serie di complicazioni pericolose. Tutto ciò causa spesso una disabilità temporanea a lungo termine, che è una ragione sufficiente per la disabilità..

Le seguenti caratteristiche del decorso della malattia influenzano la ricezione di un gruppo di disabilità:

  • Termine dalla data di costituzione. La visita medica e sociale (MSE), che stabilisce il gruppo di disabilità, considera solitamente gli aneurismi cronici, cioè quelli che si sono formati da 4 a 6 settimane dopo un infarto.
  • La presenza di insufficienza cardiaca. Questo punto è il più importante. L'insufficienza cardiaca si verifica a causa del ristagno di sangue nella cavità dell'aneurisma. Il sangue inizia a pompare peggio in tutto il corpo e vari organi ne soffrono. Il grado di insufficienza cardiaca è determinato sulla base dei sintomi presenti, nonché dei risultati di studi strumentali (elettrocardiografia, ecocardiografia, ventricolografia, ecc.). Con grave insufficienza cardiaca, il paziente non è in grado di prendersi cura di sé e dipende da altre persone. Questo è un motivo sufficiente per ottenere il primo gruppo di disabilità..
  • La presenza di malattie concomitanti. Se un attacco di cuore con la formazione di un aneurisma si è verificato in persone con gravi malattie croniche (diabete mellito, ecc.), Ciò aumenta le possibilità di ottenere un gruppo di disabilità. Il fatto è che queste malattie possono interferire con il trattamento chirurgico. Ciò significa che il paziente non ha una disabilità temporanea, ma permanente. Sono importanti anche il tipo e la frequenza delle esacerbazioni di una malattia cronica..
Ci sono altre condizioni e fattori che potrebbero influenzare la decisione dell'ITU. Quindi, ad esempio, verrà considerata l'età del paziente, la sua professione (se è associata a fattori di rischio che possono portare a complicazioni), se esiste la possibilità di riqualificazione professionale (riqualificazione) per altri lavori più sicuri. Se il paziente è anziano e la sua specialità è associata a uno stress grave, questo è un forte argomento a favore del gruppo di disabilità..

Anche la possibilità di un trattamento chirurgico dell'aneurisma è un fattore importante. Il fatto è che senza un'operazione c'è sempre il rischio di gravi complicazioni che minacciano la morte del paziente. Dopo l'operazione, il paziente si riprende gradualmente e la sua capacità di lavorare ritorna in una certa misura. La rimozione dell'aneurisma migliora la sua qualità di vita, elimina o allevia l'insufficienza cardiaca. Quando si passa la commissione, viene presa in considerazione anche questa opportunità. È possibile che riceverai un gruppo di disabilità superiore (ad esempio il primo o il secondo) con successiva revisione e diminuzione (al terzo gruppo) dopo l'operazione.

Perché l'aneurisma cardiaco è pericoloso??

L'aneurisma cardiaco è considerato una malattia molto pericolosa. Il rigonfiamento della parete del ventricolo sinistro può interferire notevolmente con il normale funzionamento dell'organo nel suo insieme. Per questo motivo, la maggior parte dei pazienti sviluppa alcune complicazioni prima o poi. Sono quelli che più spesso causano la morte. L'unico modo affidabile per ridurre la probabilità di queste complicanze è un intervento chirurgico per rimuovere l'aneurisma..

Con gli aneurismi cardiaci nei pazienti, le seguenti complicanze sono le più comuni:

  • Rottura dell'aneurisma. Questa complicazione non è così comune, ma quasi sempre finisce con la morte. In realtà, un aneurisma è una parete del cuore molto tesa, che forma una cavità patologica. All'interno del cuore (specialmente nella cavità ventricolare sinistra), viene sempre mantenuta un'alta pressione, necessaria per pompare il sangue attraverso i vasi. Questa pressione agisce costantemente sulle pareti dell'aneurisma, allungandole ancora di più. In determinate condizioni, la pressione può aumentare bruscamente (il più delle volte durante lo sforzo, uno stress intenso). Quindi il muro indebolito e allungato del cuore si rompe semplicemente. Attraverso un difetto aperto, in breve tempo, un'enorme quantità di sangue esce dal letto vascolare, portando alla morte del paziente. Più inclini alla rottura di grandi aneurismi nelle prime settimane dopo la loro formazione. Tuttavia, anche gli aneurismi condizionatamente favorevoli (cronici, piccoli) possono rompersi in determinate condizioni.
  • Disturbi della conduzione. I disturbi della conduzione si verificano a causa del fatto che l'impulso bioelettrico generato nel nodo del seno del cuore non si propaga normalmente attraverso il miocardio. Un muscolo sano lo conduce a una certa velocità e si contrae sotto la sua influenza. L'aneurisma è costituito da tessuto connettivo, che conduce male questo impulso, ma non è in grado di contrarsi affatto. Di conseguenza, ci sono i cosiddetti disturbi del ritmo, che possono essere suddivisi condizionatamente in tre gruppi: bradicardia (rallentamento del ritmo), tachicardia (aumento del ritmo) e aritmie (ritmo lacerato con diversi intervalli tra le contrazioni). Con gli aneurismi, si verifica più spesso la cosiddetta tachicardia parossistica. Al momento di un attacco, il sangue viene pompato peggio dal cuore. Il paziente può avvertire vertigini, dolori al petto o persino svenire. Frequenti convulsioni in pazienti con aritmie indicano una prognosi sfavorevole. La mortalità tra tali pazienti (anche senza rottura) aumenta di 4-6 volte.
  • Insufficienza cardiaca. Poiché l'aneurisma nella stragrande maggioranza dei casi si forma nella parete del ventricolo sinistro, i pazienti di solito soffrono della cosiddetta insufficienza del lato sinistro (o ventricolare sinistro). Si verifica in parte a causa di disturbi del ritmo, in parte a causa dell'espansione della cavità ventricolare sinistra. Il fatto è che un certo volume di sangue è costantemente presente nella cavità dell'aneurisma. Le sue pareti non si contraggono, quindi questo sangue viene praticamente “spento” dalla circolazione sistemica. Inoltre, il ventricolo sinistro stesso non si contrae abbastanza forte. Di conseguenza, pompa meno sangue nell'aorta del solito. Parte del sangue ristagna nel ventricolo stesso, nell'atrio sinistro, nei vasi polmonari. Tali pazienti si lamentano spesso di debolezza, vertigini, pallore, paura del freddo. Con una pronunciata congestione del sangue nei polmoni, respiro sibilante e tosse, possono comparire anche edema cardiaco. Senza trattamento chirurgico e farmacologico, l'insufficienza cardiaca destra si sviluppa nel tempo (con un aneurisma del setto cardiaco, si verifica più velocemente).
  • Tromboembolia. Il tromboembolismo è una situazione in cui un coagulo di sangue formato in un vaso del sistema circolatorio si interrompe e ostruisce un altro vaso più piccolo. In molti pazienti con aneurisma cardiaco, si formano coaguli di sangue nel ventricolo sinistro. La cavità patologica favorisce il ristagno del sangue. Il sistema di coagulazione viene attivato e le cellule del sangue iniziano a raggrupparsi, formando un coagulo di sangue. Durante un attacco di aritmia o con un brusco salto di pressione (e talvolta solo per un movimento improvviso o una commozione cerebrale), un coagulo di sangue si rompe ed entra nell'aorta. Da qui può essere trasportato in quasi tutte le arterie del corpo. Molto spesso, viene registrato il blocco dei vasi cerebrali (ictus ischemico), dei vasi coronarici del cuore (infarto miocardico ripetuto), dei rami dell'arteria mesenterica (necrosi intestinale) e delle arterie renali. In tutti questi casi, stiamo parlando dello sviluppo di una condizione grave con il fallimento di qualsiasi organo vitale..
Pertanto, l'aneurisma cardiaco stesso può manifestarsi con alcuni sintomi spiacevoli, ma il più grande pericolo per la vita sono le complicazioni di questa patologia. Se è impossibile eseguire l'operazione, si consiglia di venire regolarmente per un esame da un cardiologo, sottoporsi agli esami necessari (ad esempio, EchoCG per il rilevamento tempestivo di coaguli di sangue in crescita) e anche eseguire un trattamento farmacologico preventivo.


Articolo Successivo
Amilasi nel sangue