Aneurismi cerebrali: cause, sintomi e trattamento


Lo sviluppo di patologie del sistema cardiovascolare è la causa di ogni 6 decessi e l'insorgenza di aneurismi contribuisce ad aumentare il numero di pazienti deceduti.

Cos'è un aneurisma cerebrale? Questo è un difetto nella parete vascolare, che è caratterizzato dalla comparsa di rigonfiamento e assottigliamento di tutti gli strati dell'arteria situata nel cervello. A seconda delle dimensioni dell'aneurisma, è possibile formulare ipotesi su un intervento chirurgico d'urgenza. Ad esempio, le fasi iniziali di sviluppo di piccole lesioni non danneggiano la salute, a differenza delle grandi formazioni: le manifestazioni di aneurisma dei vasi cerebrali non saranno pronunciate.

Caratteristiche della formazione di aneurisma

Gli aneurismi arteriosi del cervello sono una protrusione sacculare (a volte sferica) della parete di un vaso sanguigno. Sulla base delle caratteristiche anatomiche della struttura della parete arteriosa, possiamo dire che il processo della sua formazione interessa tutti e tre gli strati del vaso: interno - intima, strato muscolare ed esterno - avventizia. Lo sviluppo di processi degenerativi, una violazione dello sviluppo di un particolare strato può portare a una perdita di elasticità in una determinata area. La principale conseguenza di tali violazioni è la sporgenza di una parte della nave a causa della pressione esercitata su di essa dal flusso sanguigno. Di norma, gli aneurismi si trovano al posto della biforcazione (biforcazione del tronco principale) dei vasi arteriosi, poiché in quest'area la pressione raggiunge il suo massimo.

Secondo le statistiche, la presenza di un aneurisma cerebrale durante una corretta ricerca può essere rilevata in quasi ogni 20 persone.

Tuttavia, molto spesso il suo sviluppo è asintomatico. Nel tempo, si verifica un assottigliamento delle pareti della protrusione, che può portare alla rottura e allo sviluppo di ictus emorragico.

I componenti principali del rigonfiamento stesso sono il collo, il corpo e la cupola. La prima parte degli aneurismi cerebrali, come l'arteria stessa, ha tre strati. La cupola è il punto più debole, che consiste solo nell'intima, di regola la rottura si verifica proprio in quest'area. Spesso si osserva una violazione dell'integrità del sacco nei pazienti di età superiore ai 50 anni. Sullo sfondo dello sviluppo dell'aterosclerosi e del costante aumento della pressione sanguigna, la sporgenza non resiste a un tale carico e la sua parete si rompe nella cavità del cranio.

L'ictus emorragico è la malattia più comune, i cui segni principali riguardano un ridotto afflusso di sangue al cervello, l'aneurisma in quasi l'85% di tutti i casi è un fattore provocante per la rottura arteriosa.

Classificazione degli aneurismi

Esistono diverse classificazioni, che presentano i seguenti parametri:

  1. Forma: aneurisma sacculare, fusiforme e fusiforme.
  2. Dimensioni: miliare (piccolo), il cui diametro non supera i 3 mm, medio - 4-14 mm, grande - 15-25 mm, gigante - oltre 26 mm.
  3. A seconda del numero di camere vascolari: monocamerale o multicamera.

A seconda della posizione della lesione vascolare:

  • il letto del vaso arterioso cerebrale anteriore;
  • il letto dell'arteria carotide interna;
  • letto del vaso arterioso cerebrale medio;
  • arterie vertebrale-basilari;
  • formazioni multiple localizzate su vasi diversi, si verificano in circa il 10% dei casi.

Le ragioni

Le cause dell'aneurisma possono essere diverse, ma ad oggi non è stato identificato un fattore specifico che influisce sull'assottigliamento della parete vascolare.

Le cause dell'aneurisma cerebrale includono:

  • una storia di danno vascolare;
  • precedente lesione cerebrale;
  • malattia aterosclerotica;
  • ialinosi della parete del vaso;
  • il verificarsi di embolia di genesi batterica, micotica o tumorale;
  • le conseguenze dell'effetto radioattivo trasferito sul corpo.

I fattori di rischio per lo sviluppo di aneurismi cerebrali includono anche:

  • età avanzata;
  • fumare;
  • ipertensione arteriosa;
  • consumo frequente di alcol.

Quadro clinico

Le principali manifestazioni dello sviluppo della protrusione dell'aneurisma sono dati da studi clinici o strumentali. L'esame neurologico è raramente di grande importanza diagnostica, poiché nella maggior parte dei pazienti gli aneurismi cerebrali non compaiono prima della rottura. Solo in alcuni di essi i disturbi del funzionamento del sistema nervoso possono manifestarsi come segni di compressione di una certa area del tessuto cerebrale:

  • mal di testa;
  • paresi a sviluppo lento o paralisi degli arti;
  • disabilità visiva (cecità, la cui progressione sarà lunga);
  • deterioramento delle funzioni cognitive;
  • violazione del linguaggio (la sua indistinzione, mancanza di comprensione di ciò che gli altri hanno detto, ecc.).

Sintomi per lesioni locali

In genere, un aneurisma rotto si sviluppa con un forte dolore alla fronte e alle tempie, che i pazienti descrivono come un colpo acuto. Parallelamente al dolore, si possono osservare vomito, disturbi della coscienza, febbre e agitazione psicomotoria.

Sulla base della posizione dell'aneurisma cerebrale, i primi sintomi dopo una violazione della sua integrità possono essere osservati nelle seguenti forme di manifestazione:

  1. Per lo sfondamento di un aneurisma situato sull'arteria carotide interna, è caratteristica una certa localizzazione del dolore. Di solito si verifica nelle aree frontale e periorbitale. Possono svilupparsi disabilità visive, che sono accompagnate da paresi del nervo oculomotore, paresi controlaterale e ridotta sensibilità nella regione di 2 rami del nervo trigemino - l'orbitale e il mascellare.
  2. Lo sviluppo di disturbi mentali può verificarsi quando un'arteria si rompe nel sito del suo assottigliamento dell'arteria cerebrale anteriore. Spesso mancano reazioni emotive agli eventi, diminuzione delle funzioni intellettuali e cognitive, riduzione della concentrazione, ecc. Si possono anche osservare disturbi elettrolitici, sviluppo di diabete insipido, paresi dell'arto sul lato opposto.
  3. Quando una nave si rompe nel sito del suo assottigliamento, situato nell'arteria cerebrale media, nella maggior parte dei casi si sviluppa un'emiparesi controlaterale, la cui gravità è caratterizzata da una maggiore intensità nell'arto superiore. Possono svilupparsi anche afasia motoria o sensoriale, convulsioni, ecc..
  4. Quando l'aneurisma dell'arteria principale si rompe, può svilupparsi la paresi del nervo oculomotore, un sintomo di Parino, che si manifesta come l'incapacità di muovere gli occhi su o giù. Con lo sviluppo di un ematoma, si può osservare una depressione della coscienza fino al coma, in cui si verifica un'interruzione del centro respiratorio, le pupille non rispondono alla fotoreazione.
  5. Una svolta di un aneurisma dall'arteria vertebrale si manifesta sotto forma di violazione dell'atto di deglutizione, difficoltà di articolazione, atrofia di una metà della lingua, violazione o completa perdita della sensazione di vibrazione e diminuzione della sensibilità superficiale nell'area delle gambe. Nella maggior parte dei casi, le complicazioni sorgono dopo una violazione dell'integrità dell'aneurisma dei vasi cerebrali, i sintomi sono i seguenti: può svilupparsi un coma, insufficienza respiratoria, fino alla soppressione del centro respiratorio.

Dopo la rottura, si osservano gravi sintomi neurologici sotto forma di mal di testa, convulsioni convulsive, paralisi degli arti superiori e inferiori, mancanza di movimento amichevole dei bulbi oculari, linguaggio confuso del paziente e perdita di coscienza. I segni di aneurisma degli emisferi cerebrali dipenderanno dalla posizione dell'area interessata.

Un aneurisma cerebrale è una violazione della struttura della parete vascolare, che può contribuire allo sviluppo di alcune complicanze:

  • emorragia in strutture situate sotto la pia madre;
  • emorragia nello spazio subaracnoideo.

Diagnostica

In alcune situazioni, l'identificazione dei sintomi di un aneurisma vascolare nel cervello prima della sua rottura può verificarsi durante la diagnosi di altre condizioni patologiche, il cui focus si trova in quest'area..

Alcune caratteristiche della diagnosi di aneurisma (ad esempio, la nomina della tomografia) consentono di ottenere informazioni più dettagliate sulla localizzazione dell'area interessata, le sue condizioni e il metodo di trattamento chirurgico più appropriato. Di norma, i metodi per rilevare l'aneurisma descritti di seguito vengono utilizzati per confermare la diagnosi di emorragia da un aneurisma di una particolare nave..

La diagnosi di aneurisma include anche l'angiografia, un metodo a raggi X che viene eseguito in combinazione con l'uso di agenti di contrasto. Grazie a questo studio, è possibile determinare il grado di restringimento dell'una o dell'altra nave, per rivelare l'espansione dei vasi del cervello, la localizzazione della sua distruzione. Inoltre, la gamma di capacità diagnostiche dell'angiografia include l'identificazione dei punti deboli, ovvero gli aneurismi vascolari.

La tomografia computerizzata (TC) del cervello con mezzo di contrasto è un metodo diagnostico rapido, indolore e non invasivo. Grazie al suo utilizzo, in pochi minuti, è possibile rilevare la presenza di un aneurisma o le conseguenze della sua rottura (emorragia). Di norma, la TC viene prescritta in via prioritaria se l'integrità dell'aneurisma è compromessa. Le immagini ottenute degli esami ci permettono di valutare lo stato dei vasi sanguigni e delle strutture anatomiche del cervello in due proiezioni.

L'esecuzione della risonanza magnetica per immagini offre a uno specialista l'opportunità di valutare lo stato dei vasi sanguigni e del cervello in sezioni strato per strato. Grazie al potente effetto delle onde radio e di un campo magnetico, tutte le strutture del cranio sono chiaramente visualizzate su sezioni strato per strato. Una sezione tridimensionale dello stato dei vasi sanguigni e delle strutture anatomiche del cranio consente una diagnosi accurata.

Trattamento operativo

Il modo più efficace per trattare una parete del vaso assottigliato è considerato l'intervento chirurgico, che viene eseguito in modo tradizionale o minimamente invasivo..

Il ritaglio dell'aneurisma viene eseguito con accesso chirurgico diretto (ovvero, il cranio viene aperto). Durante l'intervento, l'area della nave in cui si trova l'aneurisma viene disattivata dal sistema circolatorio generale (vengono applicati morsetti su entrambi i lati), ma viene preservata la pervietà delle altre arterie che forniscono i tessuti in quest'area. Una misura obbligatoria durante l'operazione è la rimozione di tutto il sangue e dei coaguli di sangue situati nello spazio subaracnoideo o il drenaggio di un ematoma intracerebrale.

Questo tipo di intervento chirurgico è considerato uno dei più difficili e pericolosi tra tutti gli interventi chirurgici nella pratica neurochirurgica. Quando si esegue il clipping, è necessario scegliere l'accesso chirurgico più favorevole e utilizzare apparecchiature microchirurgiche estremamente precise e un microscopio.

Oltre al metodo di cui sopra, la parete vascolare dell'aneurisma stesso può essere rafforzata. Per questo, l'area della nave interessata viene avvolta con una garza chirurgica, che provoca uno strato di tessuto connettivo sotto forma di capsula. Il principale svantaggio di questo metodo è l'alto rischio di sanguinamento postoperatorio..

La chirurgia endovascolare oggi sta guadagnando sempre più popolarità a causa della violazione intenzionale della pervietà della sezione danneggiata della nave. L'intera operazione viene eseguita sotto il controllo dell'angiografia. Allo stesso tempo, la permeabilità nella nave viene bloccata artificialmente a causa dell'uso di speciali micro spirali. Rispetto ai metodi sopra descritti, questa operazione è meno traumatica e non richiede l'apertura del cranio..

La cosa principale è ricordare che la tua salute è nelle tue mani e solo una visita tempestiva da uno specialista può prevenire molte complicazioni associate a un aneurisma rotto.

Aneurisma cerebrale

L'aneurisma cerebrale è comune. È anche chiamato intracranico. Questa è una piccola formazione patologica che può apparire su una nave. Un aneurisma cerebrale cresce abbastanza velocemente, riempiendosi di sangue. In questo caso, si osserva un'espansione della formazione, appare un notevole rigonfiamento. Una forte pressione viene esercitata sul cervello e sui tessuti che lo circondano.

Il più grande pericolo che porta un aneurisma cerebrale è la sua rottura. In questo caso, il sangue entra nel tessuto cerebrale. Si sviluppa un'emorragia. Le cellule degli organi vengono distrutte.

Se si rompe un aneurisma cerebrale, le conseguenze possono essere estremamente gravi! È di vitale importanza consultare sempre un medico. Non dovresti essere pigro per venire regolarmente all'esame. Può salvare vite. Il medico dovrebbe monitorare se l'aneurisma sta progredendo, quali sono le sue caratteristiche.

Un aneurisma cerebrale non sempre porta a un'emorragia. Se è piccolo, potrebbe non raggiungere un finale così triste. Una persona può facilmente vivere la vita senza nemmeno saperlo.

Questa patologia può apparire in qualsiasi parte del cervello. Molto spesso, si forma dove i rami si diramano dall'arteria. Questa è l'area in cui la superficie inferiore del cervello è delimitata dalla base del cranio. È il più vulnerabile possibile.

Un po 'sulle navi

È la patologia vascolare che porta alla comparsa di un aneurisma. Quali sono le nostre navi? Qual è la loro struttura? Come mantenerli sani?

Una normale parete vascolare dovrebbe avere tre strati:

  1. Interno - intima.
  2. Strato muscolare.
  3. All'aperto - Avventizia.

Se almeno uno degli strati elencati è danneggiato o per qualche motivo ha subito modifiche, si è espanso, la parete del vaso diventa troppo sottile e perde la sua normale elasticità. Il risultato sarà deludente: a causa della pressione sanguigna, la parete vascolare inizia a sporgere. Ecco come inizia l'aneurisma.

Gli studi hanno dimostrato che cinque persone su cento hanno un aneurisma di un grado o dell'altro. Questo è un tasso molto alto (5%). Si sviluppa più spesso all'età di 30-60 anni, negli uomini accade meno spesso che nelle donne. In un bambino, una tale patologia può essere ereditaria. A volte si verifica anche nei neonati.

Struttura

Un aneurisma ha collo, corpo, cupola. Il collo ha gli stessi tre strati della nave standard. C'è solo intimità nella struttura della cupola. Questa è la sezione più sottile. Può scoppiare in qualsiasi momento.

Le ragioni

Ci possono essere diversi motivi per il verificarsi di una tale patologia:

  • Cambiamenti patologici nelle pareti dei vasi sanguigni.
  • Disturbi genetici.
  • Lesione.
  • Ipertensione.
  • Tumore.
  • Infezioni.
  • Aterosclerosi.
  • Cattive abitudini (sigarette, droghe, alcol).
  • Uso contraccettivo (orale).

L'aneurisma può essere congenito. È spesso ereditato.

Se la causa dell'aneurisma è un'infezione, si parla di infetto. Inoltre, tali cambiamenti patologici nei vasi sanguigni si verificano spesso nel cancro. Spesso le metastasi portano a loro..

Anche i tossicodipendenti sono a rischio. È stato dimostrato che quando si usa la cocaina, i vasi sanguigni sono gravemente colpiti.

Il motivo più comune è che le membrane vascolari diventano troppo sottili. Spesso, gli aneurismi sono localizzati dove l'arteria inizia a diramarsi. Spesso questa patologia appare nell'area della base del cranio..

Un aneurisma può comparire durante la gravidanza, il parto. Ciò è dovuto al fatto che le donne incinte hanno spesso la pressione alta. È importante evitare lo stress, stabilizzare la pressione.

Si distinguono i seguenti tipi di aneurismi:

  1. Aneurisma sacculare. La forma più comune. Si chiama anche bacca. Assomiglia davvero a una borsa nella sua forma. In questo sacco inizialmente piccolo, il sangue si accumula. Ciò porta al fatto che si allunga e le pareti della nave diventano sottili. Il collo di questo sacco arrotondato si attacca a un'arteria o ramo vascolare. Questo tipo è più comune negli adulti.
  2. Lato. Situato sul lato della nave e assomiglia a un tumore.
  3. Fusiforme. Assomiglia a un fuso in forma. La ragione del suo aspetto è l'espansione delle pareti vascolari in una piccola area..

Inoltre, gli aneurismi sono suddivisi in base alla loro dimensione. I più piccoli misurano circa 11 mm. Medio - 11-25 mm, grande - più di 25 mm.

Chi è a rischio

Sia gli adulti che i bambini possono essere colpiti da aneurismi. Negli adulti, si verificano più spesso e si nota che le donne sono più inclini a questa patologia. A rischio anche coloro che hanno alcune malattie ereditarie..

Coloro che non si preoccupano di uno stile di vita sano, abusano di sigarette, alcol e fanno uso di droghe sono ad alto rischio.

Le malattie croniche possono anche causare patologie vascolari..

Esistono anche fattori congeniti:

  • Malattie del tessuto connettivo. A causa loro, le navi si indeboliscono.
  • Il lume dell'aorta è patologicamente ristretto.
  • Malattia policistica renale. Questa è una malattia ereditaria in cui le cisti crescono nei reni. Portano ad un aumento della pressione.
  • I vasi cerebrali non si sono sviluppati correttamente durante la formazione del feto. Di conseguenza, una persona ha un intreccio patologico di arterie, vene del cervello. Questo interrompe seriamente il flusso sanguigno..
  • Aneurisma in parenti stretti.

La rottura di un aneurisma dei vasi cerebrali porta spesso a condizioni gravi, coma, paralisi, morte. Qualsiasi tipo di aneurisma può rompersi. Ma questo non accade molto spesso. Su 100mila persone l'aneurisma si rompe a dieci anni. Più spesso questo accade nelle persone di età compresa tra 30 e 60 anni. Il divario si verifica principalmente in una fase avanzata dello sviluppo dell'istruzione.

  • ipertensione;
  • fumare;
  • dipendenza;
  • alcolismo.

Gli aneurismi si rompono a causa del loro allargamento, impatto, trauma. Anche il grado di rottura può variare. Colpisce l'entità del sanguinamento..

Di quanto minaccia

Un aneurisma rotto è estremamente pericoloso. Porta a emorragia cerebrale. Ciò causa gravi complicazioni e persino la morte. Il sistema nervoso è danneggiato, si sviluppa un ictus emorragico. Potrebbero verificarsi interruzioni ripetute. Peggiorano le condizioni del paziente. Prima si inizia il trattamento, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza del paziente.

Il risultato del danno è l'emorragia subaracnoidea. Questo è il periodo più pericoloso. In questo caso, il sangue schizza nella cavità tra il cervello e le ossa del cranio. Questo può portare all'idrocefalo. Troppo liquido (CSF) si accumula nel cervello. Preme sui tessuti, interrompendone la funzione..

Il vasospasmo è un'altra formidabile complicanza. Con esso, le navi si restringono notevolmente. Il flusso sanguigno diminuisce bruscamente. Le aree vitali del cervello sono interessate. A causa della mancanza di sangue, i tessuti possono essere danneggiati e si sviluppa un ictus..

L'aneurisma può svilupparsi in due modi clinici:

  1. Simile a un tumore. L'aneurisma sta crescendo rapidamente. Raggiunge una dimensione impressionante, grazie alla quale i vasi ei nervi vengono compressi. Compaiono dolori insopportabili e altri sintomi. Secondo il quadro clinico, le manifestazioni assomigliano a quelle che compaiono con i tumori. La posizione influenza i sintomi. L'intersezione ottica e il seno cavernoso spesso soffrono. La vista può essere compromessa, la sua acutezza è persa. Se la neoplasia preme sul tessuto troppo a lungo, il nervo ottico può atrofizzarsi. Se la patologia si trova nel seno cavernoso, si osserva la paresi, i rami del nervo trigemino sono interessati. Lo strabismo, la nevralgia del trigemino e le ossa del cranio possono deformarsi. La radiografia lo rivelerà.
  2. Apoplettico. I sintomi clinici compaiono all'improvviso. Sono il risultato di una rottura. Abbastanza raramente, un forte mal di testa appare prima della rottura..

Quando si sviluppa un aneurisma cerebrale, i sintomi possono essere sottili. Solo dal momento in cui la formazione diventa piuttosto grande, il paziente inizia a notare segni allarmanti. Gli aneurismi, la cui dimensione non cambia, sono spesso asintomatici. Non possono passare, ma a volte crescono molto lentamente o non aumentano.

Se la neoplasia è grande, in rapida crescita, preme sul tessuto e porta a una serie di sintomi:

  • dolore nella zona degli occhi;
  • paralisi, intorpidimento su un lato del viso;
  • debolezza;
  • la visione diventa offuscata;
  • pupille dilatate.

Se conosci i sintomi, puoi facilmente riconoscere la patologia. I sintomi più evidenti compaiono quando si rompono le neoplasie:

  • il mal di testa può essere grave e grave;
  • nausea;
  • inizia a raddoppiare negli occhi;
  • perdita di conoscenza.

In questo caso, la testa fa un male insopportabile. Il dolore è acuto. Questo è il primo sintomo di rottura. In un primo momento, può essere localizzato nell'area in cui si è verificato il danno. A volte la rottura è preceduta da mal di testa avvertenti. Potrebbero non andare via per giorni, anche settimane. Molto spesso inizia un attacco.

Una persona con un'alta probabilità sviluppa sensibilità alla luce, inizia nausea, vomito, una palpebra cade spontaneamente, sperimenta un'ansia inspiegabile. A volte si verificano convulsioni, una persona può perdere conoscenza o cadere immediatamente in coma.

In alcuni casi, le crisi sono molto simili alle crisi epilettiche. La coscienza può essere confusa, possono anche verificarsi psicosi. Con il sanguinamento, si verifica uno spasmo prolungato delle arterie. Può causare ictus ischemico.

Oltre all'emorragia subaracnoidea, l'emorragia si verifica nei ventricoli del cervello. Appare un ematoma. Questo è lo scenario peggiore.

In caso di mal di testa, che è accompagnato da almeno alcuni dei sintomi elencati, è meglio consultare un medico.

Diagnostica

Per molto tempo l'aneurisma non si fa sentire. Questa è la sua astuzia. La persona si sente benissimo e in questo momento è già iniziato un pericoloso processo patologico. Ma è importante identificare la patologia il prima possibile..

A volte un aneurisma viene rilevato per caso, durante gli esami per altre malattie.

La diagnostica aiuta a identificare la lesione, determinarne il tipo, le dimensioni, la localizzazione. Adesso è possibile applicare i metodi, l'apparato, la ricerca più moderni in laboratorio. Sulla base dei dati ottenuti, il medico effettua una diagnosi accurata, seleziona le tattiche di trattamento.

Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, la diagnosi inizia dopo l'emorragia..

Metodi diagnostici di base:

  1. Angiografia. Questa è una radiografia dei vasi del cervello, in cui vengono utilizzati agenti di contrasto. In questo caso, puoi vedere come i vasi sono dilatati o ristretti, per trovare i loro punti deboli. Il metodo consente di determinare i disturbi circolatori, di identificare la posizione esatta dell'aneurisma, la sua forma, le dimensioni. L'esame viene effettuato in un'apposita sala. Il paziente viene iniettato localmente con anestetico, quindi un piccolo catetere viene inserito nell'arteria. Viene portato sul luogo della sconfitta. L'agente di contrasto aiuta a esaminare in dettaglio tutti i vasi della testa e del collo. In questo caso, vengono scattate le foto.
  2. TC (tomografia computerizzata). Questo metodo è considerato il migliore. È indolore, veloce, non invasivo, aiuta a trovare una lesione e, in caso di rottura, a determinare la dimensione dell'emorragia. Ora i medici prescrivono questa procedura al primo sospetto di sviluppo di patologie vascolari. Di conseguenza, vengono emesse immagini di sezioni trasversali del cervello e del cranio.
  3. Angiografia TC. Si differenzia dalla TC in quanto viene iniettato un mezzo di contrasto. Ti consente di ottenere le immagini più nitide possibili. Tutti i tipi di TC vengono eseguiti principalmente su base ambulatoriale.
  4. MRI (risonanza magnetica per immagini). Una risonanza magnetica utilizza un forte campo magnetico e onde radio per catturare un'immagine del cervello. Il rilievo permette di ottenere immagini dettagliate, anche tridimensionali. La procedura è non invasiva, indolore.
  5. Analisi del liquido cerebrospinale. Viene eseguito se si sospetta che l'aneurisma si sia rotto. Al paziente viene somministrato un anestetico locale. Viene inserito un ago chirurgico, con il quale viene prelevato un campione di liquido cerebrospinale. Protegge il midollo spinale e il cervello. Quindi il laboratorio lo verifica per il sangue. Questa procedura viene eseguita in ospedale..

Trattamento

Se l'aneurisma è grande, dovrebbe essere trattato solo in una clinica neurologica. La terapia può essere un farmaco o un intervento chirurgico. L'aneurisma può scoppiare in qualsiasi momento. Tuttavia, non si rompe in tutti i casi. Se l'istruzione è piccola, il medico ha il diritto di raccomandare un monitoraggio regolare delle sue condizioni. Succede che non cresce affatto. Quindi non è richiesto alcun trattamento. Una persona può conviverci per anni, decenni (se è un microaneurisma).

È importante monitorare ulteriori segni patologici..

Se compaiono sintomi o si nota una crescita, è necessario essere trattati immediatamente. La terapia dovrebbe essere competente e completa. Ogni aneurisma ha le sue caratteristiche uniche: posizione, dimensione, forma, grado di crescita. Possono essere ereditati.

Sulla base delle caratteristiche elencate, il medico curerà la malattia. È anche importante prendere in considerazione l'età, la storia medica, le condizioni del paziente, l'ereditarietà, per determinare i rischi del trattamento.

Spesso ricorrono ai seguenti tipi di intervento chirurgico:

  1. Applicazione di una clip all'aneurisma e alla sua occlusione. Questa è l'operazione più rischiosa e difficile. Con esso, è facile danneggiare altre navi. L'aneurisma può ricomparire. Alto rischio di convulsioni dopo l'intervento chirurgico.
  2. Embolizzazione endovascolare. È una moderna alternativa all'occlusione. Viene eseguito più volte durante la vita del paziente..

Quale opzione per scegliere un'operazione chirurgica dovrebbe essere decisa esclusivamente dal medico. Il paziente non deve cercare di influenzare la sua decisione. Il medico valuta oggettivamente le dimensioni della formazione, la sua posizione, le malattie concomitanti, ecc..

Le moderne cliniche neurochirurgiche hanno tutto per il trattamento chirurgico: buone attrezzature e chirurghi esperti.

Dopo l'intervento chirurgico, saranno necessarie riabilitazione postoperatoria, misure riparative competenti e fisioterapia. Potresti aver bisogno dell'aiuto di un logopedista, neuropsicologo, ecc..

Se il tumore è piccolo, viene utilizzato un trattamento conservativo. Lo scopo di tale terapia è prevenire la crescita della neoplasia. Allo stesso tempo, verranno introdotti farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e quelli che aiuteranno ad abbassare i livelli di colesterolo..

In caso di rottura, è necessaria una terapia urgente. Il trattamento conservativo è lo stesso dell'ictus emorragico. Se indicato, il chirurgo può rimuovere prontamente la formazione e l'ematoma.

Prevenzione

Attualmente non sono stati sviluppati metodi efficaci per prevenire l'aneurisma. Se viene fatta una diagnosi del genere, è importante monitorare costantemente la pressione sanguigna, non fumare, non usare droghe. Spesso anche l'aspirina è proibita per questi pazienti. Diluisce il sangue e può causare sanguinamento.

Le donne dovrebbero fare attenzione con i contraccettivi orali. È inoltre necessario monitorare la propria salute durante la gravidanza..

Conseguenze e previsioni

La possibilità di guarigione aumenta con la diagnosi precoce. È importante ascoltare i sintomi. Alcune persone riescono a vivere tutta la loro vita con un aneurisma. I controlli regolari della pressione sono importanti. Mantenendolo a un livello di sicurezza, è possibile prevenire il danno vascolare. Se l'aneurisma non si è rotto e non è cresciuto fino a raggiungere dimensioni gigantesche, una tale patologia può passare inosservata per il corpo..

Le conseguenze più gravi si sviluppano con una rottura. Possono essere fatali. Anche se il paziente gli ha salvato la vita, dopo la malattia tutto può finire in disabilità. Spesso la rottura provoca vasospasmo, ictus, idrocefalo, coma. È altamente probabile che causi danni al tessuto cerebrale (sia temporaneo che irreversibile).

La previsione è influenzata dai seguenti indicatori:

  • condizione generale del corpo;
  • età;
  • indicatori neurologici;
  • la scala del sanguinamento;
  • posizione dell'aneurisma;
  • efficienza nel fornire cure mediche di qualità.

La diagnosi e il trattamento tempestivi sono essenziali. Ciò aumenta notevolmente le possibilità di un buon risultato..

È meglio iniziare a trattare un aneurisma prima che si rompa. Ciò aumenta le possibilità di recupero. Il recupero può richiedere da un paio di settimane a diversi mesi..

Aneurisma durante la gravidanza

Durante la gravidanza, le singole zone deboli nell'area della ramificazione dei vasi possono allungarsi. Questo è il risultato di una maggiore pressione, patologie, lesioni. La causa più comune è l'ipertensione. La difficoltà è che alcuni farmaci sono controindicati durante la gravidanza per stabilizzare la pressione sanguigna.

I medici raccomandano di misurare la pressione sanguigna almeno una volta al giorno durante la gravidanza. Se noti che è aumentato, consulta il tuo medico. Non sperare che tutto torni alla normalità..

L'ipertensione è un carico pesante sui vasi sanguigni. Si allungano velocemente, si strappano. Anche dopo che la pressione si è stabilizzata, l'aneurisma risultante continuerà la sua crescita inesorabile..

Esistono tali gruppi di cause che causano l'aneurisma delle donne incinte:

  1. infezioni;
  2. trauma;
  3. complicazioni postoperatorie;
  4. processi degenerativi nei vasi sanguigni.

Se un processo infiammatorio si è unito alla malattia, la temperatura può aumentare. In ogni quarto caso, una tale patologia interrompe gravemente le funzioni cerebrali e porta alla morte..

Il fatto che ci sia stata una rottura è evidenziato da un forte calo della pressione, tachicardia. La reazione agli stimoli esterni può ancora scomparire, la respirazione è persa.

Quando si forniscono cure di emergenza, è necessario monitorare non solo le condizioni della donna, ma anche il feto.

Durante la diagnosi di donne in gravidanza, non sarà possibile prendere in considerazione solo una sintomatologia. Segni simili possono essere osservati in molte condizioni patologiche, quindi, per fare la diagnosi corretta, saranno necessari raggi X, aortografia, tomografia.

Durante la diagnosi, il medico deve stabilire la presenza di un aneurisma, la sua posizione, le dimensioni, escludere i tumori, compresi quelli maligni.

Le complicazioni possono essere estremamente gravi. Non solo la madre soffre, ma anche il bambino. Senza intervento chirurgico, il 75% dei pazienti muore. Dopo l'intervento chirurgico, questa cifra scende al 15%.

Conclusione

Non puoi farti prendere dal panico alla semplice parola "aneurisma"! Nessuno è immune dal suo aspetto. Devi solo pensare in anticipo alla tua salute, anche prima che sorgano problemi. Sono spesso associati a malattie croniche acquisite. Una corretta alimentazione, l'assenza di cattive abitudini, il trattamento tempestivo delle malattie possono proteggere da varie patologie. Vale la pena essere esaminato almeno una volta all'anno. Il tuo corpo sarà molto grato per tanta attenzione..

Se si verificano problemi, sintonizzati per il miglior risultato e vai in una buona clinica. Il sostegno dei parenti e l'aiuto tempestivo di medici competenti sono importanti. Quando si sceglie una clinica, vale la pena considerare quali attrezzature sono disponibili.

Aneurisma cerebrale. Cause, tipi, sintomi e manifestazioni della patologia

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Cos'è un aneurisma cerebrale?

L'aneurisma dei vasi cerebrali è la patologia più pericolosa e, in caso di diagnosi e trattamento prematuri, è associata ad un alto tasso di mortalità o disabilità del paziente. Un aneurisma è un ingrandimento anormale di uno o più vasi sanguigni nel cervello. Cioè, questa è una sorta di sporgenza delle pareti dei vasi sanguigni, situata in una delle aree del cervello e di natura congenita o acquisita. Quando si forma un aneurisma, danneggia le pareti dei vasi sanguigni (nella maggior parte dei casi, le arterie). Pertanto, esiste un'alta probabilità di rottura, che comporta lo sviluppo di emorragie intracraniche. Queste emorragie, a loro volta, possono causare danni neurologici e, nei casi più gravi, portare alla morte..

L'incidenza dell'aneurisma cerebrale è molto difficile da stimare. La ragione di ciò è la difficoltà di diagnosticare questa malattia, nonché le peculiarità del suo decorso clinico e dei suoi sintomi. Tuttavia, basandosi su vari dati clinici e statistici, si può sostenere che gli aneurismi cerebrali si trovano in 10-12 pazienti su 100mila popolazione. I dati degli esami morfopatologici (autopsie) mostrano che quasi il 50% degli aneurismi che non si sono rotti è stato scoperto assolutamente per caso, poiché non hanno causato alcun sintomo.

La principale minaccia che comporta l'aneurisma dei vasi cerebrali è un'elevata probabilità di rottura, con conseguente sanguinamento intracranico (emorragia nello spazio subaracnoideo o emorragia subaracnoidea), che richiede cure mediche urgenti. Le statistiche degli ospedali stranieri mostrano che il 10% dei pazienti con sanguinamento subaracnoideo muore quasi istantaneamente, escludendo la possibilità di intervento medico. Circa il 25% di questi pazienti muore nel primo giorno e un altro 40-49% nei primi 3 mesi. Pertanto, la probabilità di morte per rottura dell'aneurisma è di circa il 65%, con una predominanza di morte entro le prime ore / giorni dopo la rottura..

Nella medicina moderna, l'unico e più efficace trattamento per un aneurisma vascolare nel cervello è l'intervento chirurgico, tuttavia, nonostante la neurochirurgia progressiva e lo sviluppo accelerato della medicina oggi, non esclude un esito letale. Va notato che la probabilità di morte per una rottura improvvisa di un aneurisma è quasi 2-2,5 volte superiore ai rischi associati alla chirurgia.

L'incidenza statisticamente più alta di aneurismi cerebrali (circa 20 casi ogni 100mila abitanti) si riscontra in Giappone e Finlandia. L'aneurisma cerebrale si riscontra quasi 1,5 volte più spesso nelle donne. Inoltre, tra le donne, rispetto agli uomini, predominano gli aneurismi giganti (si verificano circa tre volte più spesso). Tali formazioni sono particolarmente pericolose nelle donne in gravidanza..

Cause di aneurisma cerebrale

La stessa formazione di un aneurisma in qualsiasi vaso è quasi sempre il risultato di una violazione della normale struttura della parete vascolare. Nel caso delle arterie, il muro è costituito da tre strati principali. Il danno ad almeno uno di essi porta a una perdita locale della forza dei tessuti. Poiché il cervello riceve sangue dall'arteria carotide, la pressione sanguigna è piuttosto alta. La sostanza del cervello consuma molta energia nel processo della vita e ha costantemente bisogno di sostanze nutritive. Forse questo spiega il fatto che gli aneurismi in generale si formano più spesso nelle arterie dell'aorta (a diversi livelli) o nel cervello. È in questi vasi che la pressione è piuttosto alta..

La parete arteriosa è costituita dalle seguenti guaine:

  • Intimità. Questo guscio riveste la superficie interna della nave. È molto sottile e sensibile a vari tipi di danni. Questi danni molto spesso non sono di natura meccanica. Possono essere causati da tossine, anticorpi o infezioni che entrano in contatto con le cellule intime. La funzione di questo guscio è quella di garantire il normale flusso sanguigno (senza turbolenze e coaguli di sangue).
  • Media. Il guscio centrale fornisce l'elasticità della nave. Contiene cellule muscolari che possono causare il restringimento o l'espansione di un'arteria. Questo regola in gran parte la pressione sanguigna (aumenta con il restringimento del vaso). Questo guscio viene raramente danneggiato per primo. Più spesso, i processi patologici dall'intima si sono diffusi a lei.
  • Avventizia. Il guscio esterno della nave è il più resistente. Molte fibre e cellule del tessuto connettivo si trovano qui. Quando questa membrana è danneggiata, le membrane sottostanti si gonfiano quasi sempre con la formazione di un sacco aneurismatico.
Tutte e tre le membrane, se non sono danneggiate da processi patologici, non formano quasi mai un aneurisma. Di solito, uno di questi è danneggiato, il che, combinato con un forte aumento della pressione, porta alla formazione di un aneurisma. Va notato che questi processi non sono tanto la causa dell'aneurisma quanto un meccanismo. Le ragioni sono considerate quei fattori e patologie che danneggiano le pareti dei vasi del cervello. In pratica, ci possono essere parecchi di questi motivi..

Le ragioni per la formazione di aneurismi cerebrali possono essere le seguenti patologie:

  • Lesioni. Le lesioni alla testa chiuse sono solitamente il risultato di gravi colpi alla testa. Durante l'impatto, può verificarsi la separazione della parete del vaso, a seguito della quale la sua forza ed elasticità si indeboliscono. In questo luogo si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo di un aneurisma. Va notato che l'aneurisma può comparire sia immediatamente dopo la lesione, sia dopo un po '. Il fatto è che le lesioni possono essere di vario tipo ed essere accompagnate da una serie di disturbi diversi (non solo a livello dei vasi cerebrali).
  • Meningite La meningite è un'infiammazione delle meningi che può essere causata da varie infezioni. In questo caso, gli agenti causali sono batteri, virus o funghi (raramente - parassiti e altri protozoi). Le arterie del cervello sono strettamente adiacenti alle meningi, quindi il processo infettivo può danneggiare il guscio esterno della nave. La causa più comune di meningite è il meningococco (Neisseria meningitidis), ma a volte la causa possono essere la tubercolosi, l'herpes o altre infezioni. Le condizioni del paziente direttamente durante la meningite sono generalmente gravi, quindi è quasi impossibile isolare i sintomi di un aneurisma. Ma dopo che l'infezione è guarita, a volte si trovano difetti formati nelle pareti dei vasi, che alla fine si trasformano in aneurismi.
  • Infezioni sistemiche. Un'altra via di lesione vascolare infettiva è il sangue. Alcune infezioni possono circolare con esso in tutto il corpo, interessando vari vasi e organi. Le arterie del cervello possono essere danneggiate, ad esempio, con la sifilide avanzata. A volte un'infezione da altri fuochi entra nel flusso sanguigno. Ad esempio, con l'endocardite batterica, l'infezione è localizzata nel cuore (principalmente sulle valvole). Periodicamente, l'agente patogeno entra nel flusso sanguigno e si diffonde in tutto il corpo. Se è interessata l'intima delle arterie cerebrali, si può formare anche un difetto locale, che si trasformerà in un aneurisma.
  • Malattie congenite. Esistono numerose malattie congenite in cui il tessuto connettivo è indebolito o vengono creati altri prerequisiti per lo sviluppo di un aneurisma. Ad esempio, con la sindrome di Marfan o la sintesi alterata del collagene di tipo III, la parete vascolare è debole dalla nascita e un aumento della pressione sanguigna porta facilmente alla formazione di aneurismi. Con la sclerosi tuberosa o la neurofibromatosi del primo tipo, si possono osservare cambiamenti strutturali locali nei tessuti e nei vasi sanguigni del cervello. Con il progredire di queste malattie, aumenta il rischio di formazione di aneurisma. Inoltre, alcuni studi hanno dimostrato un aumento del rischio di formazione di aneurisma in malattie come l'anemia falciforme, la sindrome di Ehlers-Danlos, la malattia del rene policistico congenito autosomica dominante, il lupus eritematoso sistemico. Queste malattie sono molto rare e sono dovute in parte a mutazioni genetiche congenite..
  • Ipertensione arteriosa (ipertensione essenziale). L'ipertensione arteriosa è il contributo più importante alla formazione dell'aneurisma. I difetti locali nella parete vascolare, qualunque sia la causa, non formano l'aneurisma stesso. Si forma a causa della pressione interna nel vaso gonfiando il muro nel punto debole. Questo è il motivo per cui la stragrande maggioranza dei pazienti con aneurismi presenta ipertensione. Non è così importante quale sia la natura dell'ipertensione. La pressione sanguigna può essere aumentata a causa di malattie cardiache, malattie renali, disturbi endocrini, predisposizione genetica, ecc. È importante che tutte queste malattie aumentino anche il rischio di formazione di aneurismi cerebrali, essendo la loro causa indiretta.
  • Malattie delle arterie. In numerose malattie, il processo infiammatorio può influenzare selettivamente le arterie, comprese quelle situate nella cavità cranica. Molto spesso ciò si verifica con malattie autoimmuni (reumatologiche). Il sistema immunitario forma i cosiddetti autoanticorpi, che attaccano erroneamente le cellule del corpo. Di conseguenza, si verifica un'infiammazione, che alla fine può portare a un aneurisma vascolare..
  • Aterosclerosi. Attualmente, il ruolo dell'aterosclerosi cerebrale nella formazione degli aneurismi e nello sviluppo degli ictus è ampiamente discusso. Con questa malattia, le cosiddette placche dai depositi di colesterolo si formano sulle pareti delle arterie. Non solo restringono il lume della nave (aumentando la pressione in esso), ma indeboliscono anche gradualmente la parete vascolare. Le cause dell'aterosclerosi non sono completamente comprese, ma si presume che la malnutrizione, il fumo, l'ipertensione giochino un ruolo.
  • Altri motivi. In rari casi, potrebbero esserci altri motivi che influenzano la formazione di aneurismi. Una delle malattie rare è, ad esempio, l'angiopatia amiloide cerebrale. In questa malattia, una proteina patologica, l'amiloide, si deposita nelle pareti dei vasi cerebrali (di piccolo diametro). Ciò influisce sul flusso sanguigno e può causare piccoli aneurismi. Ci sono anche segnalazioni di aneurismi che si sono sviluppati, presumibilmente come complicanze di tumori maligni (cancro). In questo caso, alcune varianti della sindrome paraneoplastica possono essere considerate come la causa. Il tumore non si trova necessariamente nel cervello. Può essere in qualsiasi parte del corpo e il danno vascolare è la risposta del corpo alla presenza di una neoplasia maligna. Tuttavia, in pratica, questi motivi sono estremamente rari e di solito in combinazione con altri fattori più comuni..
Quindi, ci possono essere molte ragioni per la comparsa di aneurismi cerebrali. È importante che medici e pazienti comprendano che con qualcuno di loro c'è un danno locale alla parete del vaso (il suo indebolimento) e un aumento della pressione sanguigna a breve o lungo termine. Gli stessi fattori possono portare alla complicanza più grave: la rottura di un aneurisma con lo sviluppo di ictus emorragico..

L'aneurisma cerebrale è ereditato??

L'aneurisma cerebrale stesso non è una malattia separata che può essere ereditata. Tuttavia, c'è una certa predisposizione alla sua comparsa nei parenti di sangue. Tuttavia, ciò è dovuto alla trasmissione di anomalie strutturali o altre malattie genetiche che, in determinate condizioni, porteranno alla formazione di un aneurisma.

La trasmissione di qualsiasi difetto o malattia per via ereditaria avviene come segue. Tutte le sostanze strutturali che formano i tessuti del corpo sono codificate da un insieme di geni in molecole di DNA. I parenti di sangue hanno molti degli stessi geni. Di conseguenza, aumenta la probabilità di avere geni difettosi. Ad esempio, ci sono geni responsabili della sostanza del tessuto connettivo (cellule, proteine, fibre del tessuto connettivo, ecc.). I difetti in questo gene portano al fatto che il tessuto connettivo di una persona non è così forte, il che significa che la parete vascolare è più facile da allungare sotto la pressione sanguigna. Difetti in altri geni possono causare altri disturbi.

In generale, possiamo dire che può essere ereditata una predisposizione alle seguenti malattie:

  • malattia ipertonica;
  • aterosclerosi;
  • malattie genetiche associate al tessuto connettivo (sindrome di Marfan, ecc.);
  • alcune malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico).
Inoltre, ci sono alcune anomalie strutturali congenite che vengono ereditate in modo simile alle voglie o al colore dei capelli. Di regola, questi sono aneurismi congeniti. Pertanto, gli aneurismi possono essere ereditati raramente. Tuttavia, una predisposizione alle malattie è più spesso trasmessa, il che aumenta il rischio di formazione di aneurisma durante la vita. Pertanto, una delle domande obbligatorie nella diagnosi sarà la presenza di aneurismi (o ictus emorragici) nei parenti di sangue. Gli ictus possono anche indicare problemi simili, poiché un ictus è spesso il risultato della rottura di un aneurisma non diagnosticato. Col senno di poi, è quasi impossibile rilevare se un paziente avesse un aneurisma o una nave normale rotta..

Tipi di aneurisma cerebrale

In medicina, in linea di principio, esiste una classificazione abbastanza ampia degli aneurismi vascolari. È applicabile anche agli aneurismi cerebrali, sebbene in questo caso ci siano alcune peculiarità. Tale aneurisma può essere classificato in base a una serie di criteri, tra cui posizione, forma, età in cui si è verificato, ecc. I medici, quando fanno una diagnosi, cercano di coprire la più ampia gamma possibile di criteri. Questo aiuta a selezionare più accuratamente il trattamento e fare una prognosi più dettagliata..

In base alla forma, gli aneurismi cerebrali si suddividono nei seguenti tipi:

  • Aneurisma sacculare (sacculare). È il tipo più comune se consideriamo solo gli aneurismi cerebrali. Le sue caratteristiche verranno descritte di seguito..
  • Aneurisma fusiforme. È una forma comune quando si trova sull'aorta, ma sui vasi del cervello è molto meno comune. Ha la forma di un cilindro e rappresenta un'espansione relativamente uniforme delle pareti del vaso con un aumento del suo diametro..
  • Dissezione dell'aneurisma. È anche meno comune nel cervello. In forma, è una cavità longitudinale nella parete del vaso. Si forma tra gli strati del muro, se questi ultimi sono vagamente collegati a causa di processi patologici. Il meccanismo di stratificazione è la formazione di un piccolo difetto nell'intima. Il sangue scorre qui sotto pressione, il che provoca la stratificazione e la formazione di cavità. Tuttavia, nei vasi del cervello, la pressione sanguigna non è così alta come, ad esempio, nell'aorta, quindi questo tipo di aneurisma è raro qui..
Un altro criterio importante è la dimensione dell'aneurisma. Le piccole vasodilatazioni sono generalmente più difficili da vedere all'esame e hanno meno probabilità di causare sintomi gravi. I grandi aneurismi causano una grave compressione del tessuto cerebrale, che porta inevitabilmente alla comparsa di sintomi neurologici. Di norma, tutti gli aneurismi tendono a crescere gradualmente, quindi un piccolo aneurisma può diventare medio o grande dopo alcuni anni. Il tasso di aumento dipende da vari fattori ed è quasi impossibile prevederlo.

Gli aneurismi dei vasi cerebrali sono divisi per dimensione come segue:

  • piccoli aneurismi - fino a 11 mm di diametro;
  • medio - fino a 25 mm;
  • grande - più di 25 mm.
Un altro criterio importante è la posizione dell'aneurisma nel cervello. Il fatto è che ogni parte del cervello è responsabile di determinate funzioni del corpo. Questo vale per il riconoscimento di odori, colori, sensibilità della pelle, coordinazione dei movimenti, ecc. Esistono anche dipartimenti così importanti che regolano il lavoro del cuore, i muscoli respiratori, la pressione nei vasi. La posizione dell'aneurisma determina direttamente quali sintomi neurologici avrà il paziente. La classificazione degli aneurismi in base alla posizione si basa sull'anatomia dei vasi cerebrali.

Gli aneurismi possono essere localizzati sulle seguenti navi:

  • arteria cerebrale anteriore;
  • arteria cerebrale posteriore;
  • arteria cerebrale media;
  • arteria basilare;
  • arterie cerebellari superiori e inferiori.
Un altro criterio importante è la tempistica dell'inizio dell'aneurisma. Tutti gli aneurismi possono essere suddivisi in congeniti (che erano alla nascita) e acquisiti (che si sono formati per tutta la vita). Di norma, gli aneurismi congeniti sono meno inclini alla rottura, poiché sono formati dalla sporgenza di tutti gli strati dell'arteria. Gli aneurismi acquisiti tendono a crescere più velocemente e hanno maggiori probabilità di causare ictus. È anche importante stabilire (se possibile) quando è apparso il difetto del vaso. Alcune formazioni compaiono, crescono e si rompono in pochi giorni, mentre altre potrebbero non rompersi per anni o addirittura causare sintomi gravi..

Inoltre, quando si formula una diagnosi, è necessario annotare il numero di aneurismi nei vasi del cervello. Nella maggior parte dei casi si tratta di formazioni solitarie. Ma dopo gravi lesioni craniocerebrali o operazioni su larga scala, possono comparire diversi aneurismi nella cavità cranica. Se il paziente soffre di malattie che indeboliscono il tessuto connettivo, possono esserci molti aneurismi. Inoltre, in questo caso, si osserva spesso la presenza simultanea di aneurismi dei vasi del cervello e dell'aorta (a volte di altri vasi). Naturalmente, più aneurismi sono molto più pericolosi, poiché il sangue circola peggio nei vasi colpiti e il rischio di rottura aumenta molte volte.

Aneurisma sacculare dei vasi cerebrali

La forma sacculare è la più comune per gli aneurismi cerebrali. Questo difetto si forma solitamente a causa di un danno locale (puntuale) a uno degli strati della parete del vaso. La perdita di forza porta al fatto che il muro inizia a gonfiarsi verso l'esterno. Si forma una sorta di sacca di sangue. Il diametro della sua bocca è uguale alla dimensione del difetto del muro e il fondo può essere più largo. Questa è una lesione vascolare asimmetrica.

Gli aneurismi sacculari possono causare i seguenti disturbi locali:

  • turbolenza nel flusso sanguigno, poiché una parte del sangue entra nel sacco;
  • un rallentamento del flusso sanguigno, a causa del quale parti dell'arteria dietro l'aneurisma possono essere meno ben fornite di sangue;
  • la minaccia di coaguli di sangue, perché i vortici all'interno del sacco spesso attivano i fattori di coagulazione del sangue;
  • allungamento eccessivo delle pareti dell'aneurisma con una maggiore minaccia di rottura;
  • compressione della sostanza del cervello con forte rigonfiamento del muro.
Tutti questi fattori spiegano la maggior parte dei sintomi, delle manifestazioni e delle complicanze degli aneurismi cerebrali. A differenza degli aneurismi fusiformi, gli aneurismi sacculari sono più soggetti a rotture e trombosi, che sono le complicanze più pericolose. Questo spiega la necessità di un trattamento chirurgico di questo tipo di aneurisma..

Falso aneurisma cerebrale

I più comuni nella pratica medica sono i veri aneurismi vascolari. In questo caso, stiamo parlando di una perdita di forza dei tessuti, a causa della quale tutti i gusci dei vasi possono gonfiarsi. Spesso è presente anche una protrusione erniaria, in cui uno o due gusci sembrano strapparsi a causa di un processo patologico, e gli altri si gonfiano nel lume, formando un aneurisma. I falsi aneurismi sono molto rari e hanno una struttura leggermente diversa..

In effetti, un falso aneurisma non è un rigonfiamento della parete del vaso, ma la sua rottura. A causa di un piccolo difetto nel muro, il sangue lascia il letto vascolare e si accumula nelle vicinanze sotto forma di ematoma. Se allo stesso tempo il difetto della nave non si stringe e il sangue non si diffonde, si forma una cavità limitata nei tessuti, che è collegata al lume dell'arteria. In questo caso, il sangue può fluire al suo interno e la pressione in esso cambia. Appare un aneurisma, che però non ha le pareti dei vasi allungati. Questi falsi aneurismi sono talvolta chiamati anche ematomi pulsanti..

Il problema principale è l'alto rischio di emorragie profuse, poiché è già presente un piccolo difetto nella parete del vaso. I sintomi dei falsi aneurismi possono assomigliare sia ai veri aneurismi cerebrali che ai sintomi dell'ictus emorragico. È molto difficile distinguere un tale aneurisma da uno comune in una fase iniziale, anche con l'aiuto dei moderni metodi diagnostici..

Aneurismi cerebrali congeniti

Per aneurismi vascolari congeniti si intendono quelli già esistenti al momento della nascita. Si formano anche nel periodo prenatale e, di regola, non scompaiono da soli dopo la nascita. Negli aneurismi congeniti, le cause sono un po 'diverse rispetto agli aneurismi ordinari che si sono formati durante la vita. Gli aneurismi congeniti non devono essere confusi con gli aneurismi derivanti da malattie congenite. Nel secondo caso si presume che ci sia una certa patologia (spesso un difetto genetico) che aumenta il rischio di formazione di aneurisma durante la vita. In pratica, tuttavia, queste patologie possono portare a cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni nel periodo prenatale..

Lo sviluppo di un aneurisma cerebrale in un feto può essere causato dai seguenti motivi:

  • alcune infezioni (più spesso virali) di cui la madre ha sofferto durante la gravidanza;
  • malattie genetiche che indeboliscono il tessuto connettivo;
  • ingestione di qualsiasi tossina nel corpo della madre durante la gravidanza;
  • malattie croniche della madre;
  • radiazioni ionizzanti che colpiscono il corpo della madre durante la gravidanza.
Pertanto, gli aneurismi cerebrali congeniti nei bambini sono spesso il risultato di patologie o fattori esterni che hanno influenzato la madre. Tuttavia, le conseguenze di queste influenze possono essere molto diverse e gli aneurismi sono solo un caso speciale. Nella pratica medica vengono spesso rilevati aneurismi congeniti in combinazione con altre malformazioni intrauterine. Attualmente, con l'aiuto dei moderni metodi diagnostici, questi difetti possono essere rilevati anche prima della nascita di un bambino..

La prognosi per i bambini nati con aneurisma cerebrale varia da caso a caso. Se si tratta di una singola patologia e non si osservano altre malformazioni, la prognosi è spesso favorevole. Gli aneurismi sono generalmente veri e le loro pareti sono abbastanza forti. Grazie a ciò, il rischio di rottura non è così grande. Tuttavia, i bambini richiedono un'attenzione costante e un monitoraggio regolare da parte di un neuropatologo specializzato. In alcuni casi, la loro presenza può influenzare lo sviluppo mentale o fisico del bambino. Nei casi più gravi, gli aneurismi congeniti diventano grandi e possono persino essere incompatibili con la vita.

Sintomi e segni di aneurisma cerebrale

Nella maggior parte dei casi, gli aneurismi cerebrali non causano alcun sintomo per un tempo molto lungo. Ciò è dovuto al fatto che le arterie all'interno del cranio sono piuttosto piccole e gli aneurismi stessi raramente raggiungono grandi dimensioni. Esercitano una leggera pressione sui tessuti adiacenti e non è sufficiente interrompere seriamente la trasmissione degli impulsi nervosi e interrompere il lavoro di qualsiasi parte del cervello. Ma ci sono anche casi molto difficili..

Gli aneurismi dei vasi cerebrali possono dare sintomi gravi nei seguenti casi:

  • con una dimensione significativa dell'aneurisma, stringe ancora abbastanza fortemente i tessuti adiacenti, interrompendo la trasmissione degli impulsi nervosi;
  • quando l'aneurisma è localizzato in parti particolarmente importanti del cervello, anche piccole formazioni possono portare a conseguenze tragiche;
  • l'inosservanza delle misure preventive (intenso sforzo fisico, stress, un forte aumento della pressione sanguigna, ecc.) Porta ad un aumento dell'aneurisma o addirittura alla sua rottura;
  • la presenza di patologie croniche concomitanti (ipertensione, ecc.);
  • la presenza di anastomosi (malformazione) artero-venosa concomitante porta alla miscelazione di sangue arterioso e venoso, che compromette l'apporto di ossigeno alle cellule nervose.
I principali meccanismi per lo sviluppo dei sintomi in presenza di un aneurisma sono la compressione dei tessuti adiacenti e la ridotta circolazione sanguigna. In entrambi i casi, viene colpito il tessuto nervoso che costituisce il cervello. Il paziente inizia a sviluppare i cosiddetti sintomi neurologici. Possono essere molto diversi e dipendono da quale parte del cervello è interessata..

Gli aneurismi delle arterie nel cervello possono causare i seguenti sintomi:

  • Mal di testa Il mal di testa è uno dei sintomi più comuni dell'aneurisma cerebrale. Possono essere di durata variabile e hanno maggiori probabilità di manifestarsi sotto forma di convulsioni (a volte a causa dell'aumento della pressione sanguigna). La localizzazione del dolore è diversa e dipende dalla parte del cervello in cui si trova l'aneurisma. Con aneurismi localizzati in profondità, il dolore è meno intenso, poiché il cervello stesso non ha recettori del dolore. Allo stesso tempo, gli aneurismi superficiali che comprimono le meningi possono causare un dolore molto forte. A volte le persone con aneurisma soffrono di gravi attacchi di emicrania che si risolvono dopo l'intervento chirurgico.
  • Disordini del sonno. La localizzazione di un aneurisma nell'area responsabile del controllo del sonno può causare insonnia o, al contrario, sonnolenza. I problemi con il sonno non sono esclusi con altre localizzazioni. Quindi sarà associato a un insufficiente afflusso di sangue a singole parti del cervello..
  • Nausea: nausea e vomito sono comuni quando le meningi sono irritate. In questi casi, stiamo parlando più di aneurismi localizzati superficialmente. Inoltre, grandi formazioni possono aumentare la pressione intracranica, una delle cui manifestazioni è anche vertigini e nausea. Una caratteristica distintiva di questo sintomo con un aneurisma vascolare nel cervello è che la nausea di solito non scompare anche dopo l'assunzione di farmaci. A differenza dell'avvelenamento, quando vengono colpiti i muscoli lisci del tratto gastrointestinale (GIT), qui stiamo parlando di irritazione di un centro specifico nel cervello. Il vomito può essere molto violento e completamente estraneo all'assunzione di cibo.
  • Sintomi meningei. I sintomi meningei sono intesi come un insieme di segni che indicano irritazione delle membrane del cervello. Di solito compaiono con aneurismi superficiali o grandi aneurismi. Questi sintomi includono la tensione nei muscoli del collo (anche a riposo), l'incapacità di piegare la testa in avanti in modo da toccare il petto con il mento. Anche una persona sana a volte non può eseguire questa azione, ma il paziente sviluppa un dolore acuto. Ci sono anche sintomi di Kernig e Brudzinski basati sulla flessione delle gambe nell'articolazione dell'anca o del ginocchio. Il paziente con irritazione delle meningi non può eseguire i movimenti necessari e il dolore appare durante il tentativo.
  • Convulsioni - Le convulsioni sono contrazioni incontrollate del muscolo scheletrico. In questo caso, sono causati dalla compressione delle parti superficiali del cervello (solitamente la corteccia cerebrale). Questo sintomo indica disturbi gravi e appare, di regola, con grandi aneurismi. Le convulsioni sono di per sé pericolose, poiché possono provocare l'arresto respiratorio. Le convulsioni frequenti con aneurismi possono imitare quelle dell'epilessia. Solo un neuropatologo può distinguerli dopo un esame approfondito..
  • Disturbi della sensibilità. A seconda della posizione dell'aneurisma nel cervello, possono essere compresse varie strutture responsabili della sensibilità. In questo caso, la sensibilità tattile (cutanea) in alcune aree potrebbe andare persa. Possono verificarsi anche disturbi della vista e dell'udito. Anche la coordinazione dei movimenti ne soffre, poiché dipende in parte dai recettori sensoriali delle articolazioni stesse. In altre parole, una persona può smettere di determinare normalmente la posizione del proprio corpo nello spazio. Esistono altre varianti più rare di disturbi della sensibilità..
  • Disturbi del movimento. Tali disturbi, prima di tutto, includono la paralisi, in cui una persona perde la capacità di controllare l'uno o l'altro gruppo muscolare. Possono verificarsi con un aneurisma rotto (ictus) o aneurismi molto grandi.
  • Disfunzioni dei nervi cranici. 12 paia di nervi cranici controllano alcuni tipi di sensibilità e, in parte, il movimento dei piccoli muscoli. Se le loro funzioni sono compromesse, possono verificarsi abbassamenti della palpebra (ptosi), asimmetria dei muscoli facciali, raucedine, ecc..
Pertanto, tutti i pazienti con aneurismi cerebrali, di regola, hanno una serie individuale di sintomi. Ciò complica notevolmente la diagnosi della malattia nelle prime fasi. I sintomi possono assomigliare a una varietà di patologie e solo un medico esperto può sospettare la presenza di un aneurisma e prescrivere studi appropriati per confermare la diagnosi..

Qual è la clinica dell'aneurisma cerebrale?

In questo caso, il concetto di clinica indica il decorso della malattia nel tempo, la comparsa o la scomparsa dei sintomi, nonché un cambiamento nelle condizioni generali del paziente. Questo si riferisce a tutte le manifestazioni della malattia che compaiono esternamente, senza hardware o metodi di ricerca di laboratorio. Pertanto, la clinica in quanto tale non compare in tutti gli aneurismi. Piccole formazioni situate in aree relativamente "sicure" del cervello potrebbero non causare alcuna manifestazione.

Il decorso clinico degli aneurismi può essere molto vario. Dipende dalla posizione dell'aneurisma, dalle sue dimensioni e dai motivi che hanno causato la sua comparsa. Alcuni aneurismi compaiono e crescono così rapidamente che nei primissimi giorni portano alla rottura e all'ictus emorragico. Il quadro clinico, in linea di principio, può apparire già alla rottura.

Altri aneurismi compaiono e crescono lentamente. Quindi una persona può prima avere mal di testa, stanchezza e problemi di sonno. In alcuni casi, i primi sintomi sono una diminuzione dell'acuità uditiva, della vista, un deterioramento della sensibilità o della coordinazione dei movimenti. Nelle fasi successive, il dolore si intensifica e i disturbi primari sono aggravati.

Aneurismi cerebrali multipli

Con una serie di malattie ereditarie che colpiscono il tessuto connettivo del corpo, diversi aneurismi possono formarsi in un paziente durante la sua vita. Questo a volte è indicato come più aneurismi. In questo caso, non è affatto necessario che tutti questi aneurismi si trovino solo nei vasi del cervello. Forse, ad esempio, la loro combinazione con un aneurisma (o aneurismi) dell'aorta.

In questi casi, la circolazione cerebrale soffre ancora di più. Nelle arterie cerebrali, il sangue proviene dai rami dell'arco aortico. Ovunque si trovino gli aneurismi, comprometteranno seriamente il flusso di sangue al tessuto nervoso. Ciò spiega il fatto che vari sintomi e manifestazioni della malattia compaiono molto più spesso nelle persone con più aneurismi..

I sintomi neurologici, in linea di principio, non differiranno da quelli sopra elencati. Può essere interessata un'ampia varietà di aree del cervello. Se allo stesso tempo il paziente ha un aneurisma aortico, allora può solo aggiungere alcuni sintomi specifici.

Con una combinazione di aneurisma del vaso cerebrale e dell'aorta, possono comparire i seguenti sintomi:

  • dispnea;
  • dolore al petto o dolore addominale;
  • tosse;
  • debolezza;
  • aumento del battito cardiaco;
  • disturbi digestivi (con aneurismi dell'aorta addominale).
Poiché più aneurismi sono quasi sempre una manifestazione di qualche malattia sistemica o genetica, altri sintomi si riscontrano più spesso nei pazienti. Non sono direttamente correlati all'aneurisma, ma sono causati da altri difetti del tessuto connettivo. Ad esempio, i pazienti con sindrome di Marfan hanno spesso difetti cardiaci congeniti o acquisiti e problemi di vista dovuti alla sublussazione del cristallino. I pazienti con varie malattie reumatologiche lamentano spesso dolori articolari concomitanti.

Aneurisma dei vasi cerebrali nei bambini

Gli aneurismi nei bambini generalmente non sono molto comuni. Ciò è dovuto al fatto che la formazione di un difetto nella parete vascolare di solito richiede tempo. Ad esempio, nell'aterosclerosi, il danno è preceduto da un accumulo a lungo termine di colesterolo che circola nel sangue. Tali disturbi sono rari durante l'infanzia e gli aneurismi semplicemente non possono formarsi. Tuttavia, si verificano ancora a qualsiasi età. Nei neonati e nei bambini in età prescolare si tratta di solito di difetti vascolari congeniti. Appaiono a causa del fatto che eventuali fattori sfavorevoli hanno influenzato il corpo della madre durante la gravidanza. È anche possibile la formazione di aneurismi nella prima infanzia con sifilide congenita (acquisita nel periodo prenatale da una madre malata).

Nei bambini, gli aneurismi cerebrali più comuni si manifestano come segue:

  • ansia costante del bambino;
  • disordini del sonno;
  • convulsioni;
  • ritardo nello sviluppo mentale (meno spesso fisico);
  • sintomi neurologici specifici (mancanza di riflessi, che dovrebbe essere a una data età).
I bambini in età scolare sono solitamente in grado di formulare da soli reclami e sintomi, se presenti. Questi reclami non differiranno molto dal quadro clinico standard negli adulti. Anche i metodi per la diagnosi e il trattamento degli aneurismi nei bambini non differiscono. In assenza di gravi controindicazioni, si raccomanda la rimozione chirurgica del difetto. La prognosi dipende dalle dimensioni dell'aneurisma, dalla velocità della sua crescita e dai motivi che hanno causato la sua formazione.

Gravidanza con aneurisma cerebrale

Come notato sopra, il pericolo maggiore in presenza di un aneurisma nel cervello è la sua rottura. La gravidanza in questo caso può essere considerata un ulteriore fattore di rischio che aumenta la probabilità di ictus. Ciò è dovuto al fatto che durante la gravidanza si verificano una varietà di cambiamenti nel corpo di una donna. In parte, si riferiscono ai livelli ormonali e al lavoro del sistema cardiovascolare. Di solito si verificano ritenzione di liquidi nel corpo e aumento del volume sanguigno circolante. Di conseguenza, la pressione nei vasi (compresi i vasi del cervello) può aumentare, allungando le pareti dell'aneurisma.

Pertanto, alcune donne possono manifestare sintomi di aneurisma per la prima volta durante la gravidanza. Prima di allora, mentre la formazione era più piccola, non dava fastidio al paziente. Ma allungare le pareti a volte porta alla compressione del tessuto cerebrale e alla comparsa di sintomi neurologici. In generale, le manifestazioni della malattia non differiranno molto dalle manifestazioni di altri pazienti, che sono stati elencati sopra..

A causa dell'aumentato rischio di rottura e di altre complicazioni, i pazienti con evidenti sintomi neurologici che sono comparsi durante la gravidanza devono sottoporsi urgentemente a una serie di procedure diagnostiche. Se vengono rilevati aneurismi dei vasi cerebrali, è necessario iniziare immediatamente il trattamento medico, che ridurrà la pressione nei vasi e rafforzerà il muro. Qualsiasi manipolazione chirurgica di solito non viene eseguita a causa del forte stress e della possibilità di danneggiare il nascituro. Il trattamento radicale (rimozione dell'aneurisma, ecc.) È posticipato al periodo postpartum. Ma nei casi più gravi, quando il rischio di ictus è evidente, è necessario un trattamento. Pertanto, tali pazienti dovrebbero essere gestiti da un medico esperto che sarà in grado di valutare correttamente il rischio per madre e bambino e scegliere le tattiche di trattamento ottimali. L'automedicazione con qualsiasi metodo per tali donne è categoricamente controindicata..


Articolo Successivo
I capillari scoppiano negli occhi, cosa fare?