Angiodystonia retinica


L'angiodistonia retinica è una malattia che porta allo sviluppo di processi patologici nelle arterie e nel sistema venoso del fondo del bulbo oculare. La causa principale della malattia è chiamata violazione nel lavoro del sistema vascolare. La malattia può iniziare a svilupparsi a qualsiasi età..

Le ragioni

Le patologie del sistema vascolare della regione reticolare del bulbo oculare sono direttamente correlate a un'interruzione generale dell'intero sistema vascolare del corpo. Quindi, l'ipertensione sullo sfondo dello sviluppo della patologia nell'area del muscolo cardiaco può influenzare in modo significativo lo stato del sistema vascolare degli organi visivi.

Anche l'ipotensione cronica e le condizioni di pressione sanguigna costantemente bassa hanno un effetto negativo sugli organi visivi. Con una malattia come l'angioedema, la circolazione dei nutrienti in varie strutture dell'apparato visivo viene interrotta.
Molti dei pazienti, quando vedono per la prima volta un oftalmologo, lamentano la manifestazione di vari difetti visivi. Mosche e punti neri davanti allo sguardo, diminuzione della qualità della percezione: tutti questi fattori possono essere forieri di una grave violazione degli occhi. Una malattia come l'angiodistonia retinica, nella maggior parte dei casi, colpisce entrambi gli occhi.

"Angiodystonia" è un termine medico che indica una violazione del tono vascolare.

Classificazione

La malattia è difficile da diagnosticare, poiché i processi patologici si verificano in diverse parti del corpo umano. Ci sono diversi motivi che hanno indotto l'insorgenza di cambiamenti patologici e sono classificati in base a diversi criteri:

  1. La prima classificazione: la malattia è associata al sistema nervoso del corpo.
  2. La seconda classificazione: la malattia si diffonde in tutto il corpo.
  3. La terza classificazione è l'angiodistonia causata da patologie della pressione sanguigna.

L'angiodistonia retinica è una malattia che si verifica spesso nelle persone di età avanzata. Ma c'è la possibilità di sviluppare patologie anche nei bambini. Quando la malattia viene diagnosticata in persone in età adolescenziale, con il giusto approccio al trattamento, la malattia può essere completamente fermata senza perdere la qualità della vista.

Angiodystonia ipotonica

Con l'angiodistonia della retina di questo tipo, si osservano le seguenti patologie:

  • cambiamenti nel tono delle pareti dei vasi sanguigni;
  • il sistema vascolare assume un aspetto tortuoso;
  • le navi cambiano forma e struttura.

Come risultato di processi patologici, il rapporto tra arterie e rami del sistema venoso cambia. Quando il corpo è in uno stato sano, questo rapporto è di due a tre. Come risultato dello sviluppo della malattia, questo indicatore può cambiare in modo significativo in peggio. Tali cambiamenti nella retina rallentano la circolazione sanguigna nel bulbo oculare. L'arteria si riempie molto lentamente, il che influisce sull'apporto di sostanze nutritive ai tessuti oculari. Di conseguenza, il paziente può sperimentare attacchi di vertigini, perdita di coscienza, debolezza e comparsa di un velo davanti agli occhi..

Al centro dell'angioedema c'è il processo di espansione prematura o vasospasmo.

Angioedema di tipo ipertensivo

Prima di tutto, durante la diagnosi della malattia, si osservano cambiamenti nello stato dei capillari nella retina. Altri sintomi possono essere i seguenti:

  • diminuzione dell'elasticità dei rami dell'arteria ottica;
  • violazione della circolazione sanguigna nel bulbo oculare;
  • spasmo arterioso;
  • ristagno di sangue nel sistema venoso.

Il sistema vascolare del bulbo oculare è il punto più sensibile del corpo ai picchi di pressione sanguigna. Le patologie in quest'area sono più pronunciate ed è abbastanza facile diagnosticare la malattia per uno specialista esperto..

Fasi della malattia

I cambiamenti nel sistema vascolare del bulbo oculare sono convenzionalmente suddivisi in più fasi:

  1. Primo stadio: nella prima fase della malattia, i cambiamenti iniziano nei piccoli rami dell'arteria visiva e nel sistema venoso. I processi patologici sono reversibili.
  2. La seconda fase: in questa fase, il lavoro del sistema vascolare del bulbo oculare viene interrotto. Il progresso della malattia può essere fermato, ma è improbabile che sia possibile ripristinare la qualità della vista al cento per cento.
  3. Il terzo stadio: nella fase avanzata della malattia, si verificano processi distruttivi negli organi visivi. Il processo è completamente irreversibile e porta alla completa perdita della vista.

Con l'angiodistonia ipertensiva del sistema vascolare retinico, si osservano profondi cambiamenti nel fondo del bulbo oculare. Tali processi possono essere accompagnati da emorragie. Nelle fasi iniziali della malattia, è possibile diagnosticare i seguenti cambiamenti nel sistema vascolare:

  • espansione dei capillari;
  • una diminuzione delle dimensioni dei rami dell'arteria ottica sullo sfondo di spasmi muscolari nelle singole aree dell'apparato visivo.

I cambiamenti arteriosi si verificano in modo non uniforme. Alcune aree del sistema vascolare possono avere forze di compressione diverse. A un attento esame, si può vedere che la catena vascolare è costituita da pieghe e gonfiori..

I cambiamenti nel rapporto tra le dimensioni dei rami arteriosi e dei capillari portano al fatto che la struttura del sistema vascolare è interrotta. I vasi assumono un aspetto tortuoso e l'arteria allargata sotto l'influenza dello spasmo comprime il sistema venoso, costringendolo a cambiare posizione. Il progresso della malattia porta al fatto che la struttura del sistema vascolare assomiglia a un cavatappi, è così contorto. Quando la malattia viene diagnosticata in una fase iniziale, tutti i processi patologici sono reversibili e la salute degli occhi può ancora essere salvata.

Le ragioni specifiche della violazione della leadership e del controllo sul tono del letto vascolare sono nascoste nelle funzioni alterate del cervello..

Diagnostica

La diagnosi di angiodistonia retinica del bulbo oculare viene eseguita nell'ufficio dell'oculista utilizzando determinate tecniche. Nella maggior parte dei casi, sono necessarie le seguenti attività:

  • oftalmoscopia - esame del fondo, al fine di valutare il tono del sistema vascolare e identificare le aree con alterazioni patologiche;
  • ECG;
  • Ultrasuoni ed EFI del bulbo oculare;
  • ricerca di laboratorio;
  • reoencefalografia - studio del sistema vascolare del cervello.

Trattamento

Il successo del processo di trattamento della malattia dipende direttamente dallo stadio di sviluppo della malattia e dalle dimensioni dei cambiamenti patologici. Osservando la corretta alimentazione e riducendo il carico visivo, è possibile arrestare lo sviluppo dell'angioedema retinico. L'attività fisica durante i momenti di trattamento non dovrebbe infrangere la norma. È severamente vietato sollevare carichi pesanti e attività fisica eccessiva..

Quando l'angioedema viene diagnosticato in tenera età, la malattia è completamente curabile. Per avere successo è necessario sottoporsi a una terapia che assicuri la normalizzazione dello stato di pressione sanguigna. Inoltre, un oftalmologo può prescrivere procedure volte al trattamento di una malattia che ha mostrato complicazioni così gravi. I seguenti farmaci possono essere prescritti per il trattamento:

  • pillole per il dolore;
  • ipnotico;
  • fondi volti ad abbassare la pressione sanguigna;
  • diuretici;
  • farmaci volti a normalizzare i ritmi del muscolo cardiaco;
  • speciali integratori a base di erbe a base di valeriana e motherwort.
Molto spesso, la malattia ha un decorso misto senza picchi o sullo sfondo di una pressione normale.

Terapia

Per ottenere la normalizzazione della pressione sanguigna, gli esperti raccomandano speciali rimedi erboristici. Hanno adattogeni a base di erbe che rafforzano il sistema immunitario e stabilizzano la pressione nei vasi. Al fine di migliorare il processo di circolazione del sangue nella sezione della testa, può essere prescritto "Piracetam". Per migliorare lo stato del sistema vascolare dell'apparato visivo, gli esperti consigliano i seguenti farmaci:

  1. "Taufon" - collirio per attivare il processo di metabolismo dei nutrienti.
  2. "Luteina" - un complesso di vitamine, contiene vitamine dei gruppi "A", "E". Inoltre, la preparazione contiene un'enorme quantità di minerali utili..

Dopo la risposta alla domanda: "angiodystonia retinica, che cos'è", è necessario menzionare la prevenzione della malattia. Per questo sono sufficienti un paio di semplici esercizi di terapia fisica. Tutti gli elementi eseguiti devono essere eseguiti senza intoppi, evitando curve strette e strappi.

Per proteggersi dalla malattia, è necessario normalizzare la dieta, mangiare più frutta e verdura possibile e abbandonare completamente le cattive abitudini.

Angiodystonia retinica: cos'è questa malattia e come si manifesta?

Angiodistonia vascolare retinica: questo processo patologico si sviluppa a seguito di una violazione del tono vascolare delle vene e delle arterie dell'occhio. Questa condizione in medicina è considerata solo un sintomo concomitante di un disturbo e non una malattia indipendente. Con l'angioedema della retina sotto l'influenza di vari fattori, le principali funzioni dei vasi sanguigni della parete posteriore del bulbo oculare vengono interrotte: la loro espansione e spasmo tempestivi. Di conseguenza, il corretto afflusso di sangue e, quindi, il funzionamento della retina diventa impossibile. Questa patologia accompagna spesso la fase iniziale di varie malattie croniche negli adulti e nei bambini..

Cause e fattori provocatori

Angiodystonia retinica

L'angiodistonia vascolare retinica si sviluppa a seguito di processi patologici che interessano vari organi e sistemi del corpo. L'insorgenza di questa condizione può essere associata a tali violazioni:

  • aumento della pressione intracranica: crea un forte carico sui capillari del bulbo oculare e rende difficile il movimento del sangue lungo di essi;
  • cattive abitudini: il fumo e l'abuso di alcol hanno un effetto negativo sul tono vascolare;
  • ipertensione: la pressione costante sulle pareti dei vasi sanguigni spesso causa il ristagno del sangue;
  • malattie del sistema nervoso - alcune di esse interrompono il tono vascolare;
  • gravidanza: in questo stato, il carico sulle navi aumenta;
  • impatto negativo di radiazioni radioattive, sostanze tossiche o pesticidi;
  • alcune malattie autoimmuni;
  • forme gravi o avanzate di diabete mellito;
  • lesioni della colonna vertebrale cervicale e toracica, retina;
  • anomalie congenite del sistema circolatorio;
  • varie malattie del sistema cardiovascolare - associate a una diminuzione o aumento della pressione nel letto vascolare, formazione di coaguli di sangue e altri;
  • cattive condizioni di vita;
  • disturbi metabolici legati all'età;
  • cattiva alimentazione: una quantità insufficiente di nutrienti e vitamine può anche portare a una perdita di elasticità vascolare.

Segni clinici generali

Nella fase iniziale dello sviluppo dell'angiodistonia dei vasi della retina, l'occhio potrebbe non manifestarsi in alcun modo e non causare ansia al paziente. Tuttavia, dopo un po ', iniziano gradualmente a comparire vari problemi di vista:

  1. l'acuità visiva diminuisce notevolmente;
  2. c'è una sensazione di pulsazione nell'occhio colpito;
  3. le anomalie visive compaiono sotto forma di nebbia, lampi, annebbiamento degli occhi, ecc.;
  4. restringere i confini dei campi visivi;
  5. sulla congiuntiva dell'occhio compaiono macchie gialle, vasi che scoppiano;
  6. la visibilità di oggetti distanti è difficile.

A volte ai sintomi principali si aggiungono sintomi minori di angioedema: presenza di sangue dal naso, dolore alle gambe, ematuria (sangue nelle urine). Il processo patologico può interessare uno o entrambi gli occhi del paziente. Nei casi più gravi, il paziente può perdere completamente la vista.

Tipi di angioedema retinico

Esistono diversi tipi di patologia come l'angiodistonia dei vasi retinici di uno o entrambi gli occhi:

Traumatico - si verifica con un forte aumento della pressione sanguigna nei vasi sanguigni del bulbo oculare. Questa condizione si sviluppa a seguito della spremitura del corpo nel torace, nell'addome o nel collo (ad esempio, con l'osteocondrosi). La conseguenza di questo processo è la formazione di emorragia negli occhi e diminuzione della vista. Con l'esposizione costante a tali fattori avversi, spesso si sviluppa la cecità completa. Tuttavia, se si tratta di un caso isolato, la vista della vittima viene quasi sempre ripristinata..

Ipertensivo - il suo aspetto è associato a un disturbo così comune come l'ipertensione. In questo tipo di malattia, il processo patologico si verifica a causa di una violazione del restringimento corretto e uniforme delle arterie del fondo. I segni di questa condizione sono la presenza di piccole emorragie puntate localizzate in diverse parti dell'occhio e la ramificazione dei vasi della rete venosa. Se si rimanda il trattamento dell'ipertensione per troppo tempo, il tessuto retinico potrebbe cambiare, ma con una terapia tempestiva il paziente si riprende rapidamente.

Ipotonico - si sviluppa a seguito di ipotensione arteriosa. In questo caso, la pressione sistemica è significativamente ridotta, a causa della quale le arterie del bulbo oculare si espandono, il che porta a un rallentamento del flusso sanguigno venoso. Il ristagno di sangue nelle vene porta alla formazione di emorragie e coaguli di sangue. I sintomi di questa forma di angioedema sono vertigini, pulsazioni negli occhi, mal di testa..

Diabetico - si presenta come una complicazione di una terapia prematura o scorretta del diabete mellito. Un ruolo importante in questo caso è giocato non dallo spasmo delle arterie dell'occhio, ma dalla perdita di elasticità da parte dei vasi. A causa di gravi disturbi nel corpo causati dal diabete mellito, le pareti vascolari diventano più sottili e fragili, perdono tono, il che porta allo sviluppo di angioedema.

Come si sviluppa l'angiodistonia dei vasi retinici secondo il tipo misto??

Questo tipo di patologia porta alla comparsa di alterazioni patologiche nei vasi sanguigni di entrambi gli occhi, causati da una violazione della regolazione delle loro funzioni da parte del sistema nervoso autonomo. L'angiodistonia di tipo misto si sviluppa a seguito di malattie sistemiche generali del corpo che colpiscono l'intero sistema circolatorio. I vasi e i capillari più piccoli dell'occhio vengono distrutti, il che spesso porta non solo al deterioramento della vista, ma anche alla sua completa perdita.

Tale complicazione può essere trovata in pazienti di qualsiasi fascia di età, perché le malattie sistemiche si verificano sia nell'infanzia che nell'età adulta. Ma il tipo misto di questa patologia è più comune tra i pazienti di età superiore ai 30 anni. Di solito, dopo un trattamento correttamente selezionato e tempestivo della malattia sottostante, le condizioni della retina migliorano e gradualmente ritorna alla normalità..

Perché l'angiodistonia si verifica durante la gravidanza?

Le donne incinte molto spesso affrontano una patologia come l'angiodistonia dei vasi retinici. Il fatto è che in uno stato di gravidanza nel corpo, il volume del sangue circolante aumenta notevolmente, il che porta a un'espansione uniforme di tutti i vasi sanguigni. In effetti, la gravidanza stessa è un fattore provocante nello sviluppo dell'angioedema..

Con un decorso lieve, questa patologia non richiede alcun trattamento e, in caso di parto favorevole, scompare da sola dopo 3-4 mesi. Gravi complicazioni, di regola, si sviluppano con angiodystonia che si verifica nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Durante questo periodo, l'ipertensione e la tossicosi tardiva possono diventare la causa del suo aspetto. Affinché la patologia non porti a gravi complicazioni, è necessario monitorare gli indicatori della pressione sanguigna e lo stato del fondo tutto il giorno, per assumere farmaci antipertensivi. Se le condizioni della donna peggiorano e c'è una minaccia per la sua vita, si raccomanda di interrompere urgentemente la gravidanza.

Attività di guarigione

Trattamento dell'angioedema retinico

Tutte le misure terapeutiche per questa patologia mirano ad eliminare la malattia sottostante, che ha provocato un'interruzione del normale funzionamento dei vasi oculari. Con l'angioedema dei vasi retinici, i pazienti devono seguire queste raccomandazioni:

  • utilizzare gocce che migliorano la nutrizione degli occhi (Mildronate, Trental, Emoxipin);
  • aumentare il consumo di latticini, verdure, pesce;
  • assumere farmaci che ripristinano il tono vascolare e normalizzano la pressione sanguigna;
  • non abusare di varie diete;
  • ridurre il peso a livelli normali;
  • prendere sedativi (tinture di valeriana, melissa, motherwort);
  • condurre uno stile di vita attivo, praticare sport.

Commenti

Quando un oftalmologo segnala una diagnosi, la prima cosa che senti chiaramente è la completa cecità. In primo luogo, è stato stressante per me conoscere la mia malattia. Non è possibile comunicare immediatamente tali notizie a un paziente che non dovrebbe essere nervoso. Se segui tutte le precauzioni, puoi vivere felicemente e felicemente con una vita appagante. L'unico trattamento è rafforzare la retina e non innervosirsi. Prendo il complesso vitaminico e minerale "Vitalux" tre volte all'anno. Contiene la più grande quantità di luteina fino ad oggi, essenziale per mantenere la salute della retina. E per la massima tranquillità - tisane. Per 15 anni non è diventata cieca. Ogni anno mi sottopongo a visita presso la clinica oftalmologica e mi godo la vita. Tutto andrà bene.

In effetti, questa malattia è curabile. Ma dovresti anche ricordare che devi sempre proteggere i tuoi occhi. Anch'io nel mio ululato ho affrontato questo disturbo. Il mio medico curante ha consigliato di fare esercizi per gli occhi il più spesso possibile, poiché ciò si verifica se si sta seduti a lungo al computer. Inoltre, devi chiudere gli occhi e immaginarti in mare..

Angiodystonia retinica

La distonia vascolare provoca cambiamenti nel lavoro dei capillari e delle venule del fondo, che porta allo sviluppo dell'angiodistonia retinica. La patologia è considerata un sintomo di una malattia sottostante, non una malattia separata. La particolarità dell'angioedema è la violazione dei processi di spasmo e rilassamento dei vasi oculari, che provoca una violazione dell'afflusso di sangue all'organo ottico e il deterioramento del suo funzionamento. La patologia può verificarsi in qualsiasi persona, indipendentemente dall'età..

  • 1 Qual è il motivo della violazione?
  • 2 Fasi di sviluppo dell'angiodistonia retinica
  • 3 Classificazione
  • 4 Quadro clinico
  • 5 Diagnostica
  • 6 Quale trattamento è prescritto?
  • 7 Prevenzione

Qual è il motivo della violazione?

Lo stato dei vasi di entrambi gli occhi dipende dal tono delle arterie e delle vene dell'intero organismo. La diminuzione del tono dei capillari retinici può derivare da iper- o ipotensione.

La patologia si verifica quando sono presenti i seguenti fattori predisponenti:

  • Aumento della pressione intracranica. È accompagnato da un forte carico sui vasi degli occhi, altera il flusso sanguigno.
  • Cattive abitudini. L'abuso di alcol e il fumo influenzano negativamente lo stato di tutti i vasi sanguigni del corpo.
  • Malattia ipertonica. Frequenti aumenti della pressione sanguigna portano alla stasi del sangue.
  • Patologie del sistema nervoso. Sono accompagnati da cambiamenti nel tono vascolare.
  • Gravidanza. Durante questo periodo, il carico sulle navi della donna aumenta..
  • Avvelenamento. La patologia si verifica a seguito dell'esposizione a sostanze tossiche, pesticidi, radiazioni radioattive.
  • Malattie autoimmuni. A volte accompagnato da disturbi inspiegabili dovuti alla percezione del corpo delle proprie cellule come estranee.
  • Gravi forme di diabete mellito. I cristalli di glucosio ostruiscono i vasi sanguigni, interrompono la circolazione sanguigna e la nutrizione dei tessuti.
  • Ferite alla testa e alla schiena. L'angiodistonia dei vasi della retina dell'occhio può essere una conseguenza di lesioni o malattie del rachide cervicale e dorsale, attraverso le quali passano i vasi, fornendo nutrimento ai tessuti e agli organi della testa.
  • Patologia del sistema cardiovascolare. I capillari degli occhi soffrono di un aumento e una diminuzione della pressione sanguigna, disturbi circolatori sullo sfondo della trombosi.
  • Nutrizione impropria. Il tono vascolare diminuisce con la mancanza di nutrienti e vitamine.
Torna al sommario

Fasi di sviluppo dell'angiodistonia retinica

I disturbi che interessano i vasi degli occhi si sviluppano gradualmente e sono suddivisi nei seguenti gradi:

  • Angiodystonia. Sono interessate le piccole arterie e le venule, la patologia è reversibile.
  • Angiosclerosi. Il funzionamento del sistema vascolare dell'intero occhio è compromesso. Con una diagnosi tempestiva, è possibile fermare la progressione della malattia, ma è impossibile ripristinare completamente la vista.
  • Angioretinopatia. I cambiamenti nel sistema vascolare sono distruttivi. La patologia è irreversibile e finisce nella cecità del paziente.

Il rapporto normale tra i diametri delle arterie e delle vene è 2: 3 e con l'ipertensione questa cifra raggiunge 1: 4.

Sullo sfondo di una maggiore pressione, la patologia è accompagnata da emorragie. I vasi cambiano in modo non uniforme, aree diverse possono avere una forza di spasmo maggiore o minore. Si notano gonfiore dei capillari, pieghe multiple. Alla fine, la struttura dei vasi viene interrotta e, a causa della compressione costante, la posizione del sistema venoso cambia..

Classificazione

L'angioedema retinico ha molte cause. A seconda delle caratteristiche dei fattori predisponenti, la patologia è classificata secondo i seguenti criteri:

  • dipendenza dell'angioedema dai cambiamenti della pressione sanguigna;
  • la connessione della violazione con il lavoro del sistema nervoso;
  • diffusione della patologia in tutto il corpo.

A seconda della causa dell'angioedema, si distinguono i seguenti tipi di disturbi:

  • Traumatico. È accompagnato da un forte aumento della pressione nei capillari del fondo. Può essere il risultato della compressione di vene e arterie sullo sfondo di traumi o osteocondrosi. Provoca sanguinamento negli occhi e diminuzione dell'acuità visiva, porta alla cecità.
  • Ipertensivo. Si sviluppa sullo sfondo dell'ipertensione. La causa della disabilità visiva è un malfunzionamento nel restringimento delle arterie oculari. È accompagnato da emorragie. Se l'ipertensione non viene curata, la retina cambia..
  • Ipotonico. L'angiodistonia dei vasi retinici si verifica a causa di una diminuzione generale della pressione, accompagnata da ristagno del sangue, vasodilatazione e lento flusso sanguigno.
  • Diabetico. È il risultato di una mancanza di trattamento per il diabete mellito o di una terapia selezionata in modo improprio. La causa del danno retinico è la perdita di elasticità delle arterie, l'intasamento dei capillari con cristalli di zucchero.
Torna al sommario

Quadro clinico

All'inizio dello sviluppo della patologia, non ci sono sintomi. Le seguenti violazioni compaiono gradualmente:

  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • una sensazione di pulsazione nel bulbo oculare danneggiato;
  • le anomalie visive compaiono sotto forma di nebulose, bagliori, annebbiamenti, ecc.;
  • il campo visivo diminuisce;
  • vasi danneggiati e macchie gialle compaiono sulla congiuntiva;
  • deterioramento della visibilità di oggetti distanti.
  • sangue dal naso;
  • dolore agli arti inferiori;
  • ematuria.
Torna al sommario

Diagnostica

È impossibile determinare in modo indipendente la causa dei sintomi che si sono manifestati. Ai primi segni della malattia, dovresti consultare un oftalmologo. I seguenti metodi vengono utilizzati per fare una diagnosi:

Con l'aiuto di tale procedura, il medico avrà informazioni sullo stato del bacino vascolare del cervello del paziente..

  • Oftalmoscopia. Esame del fondo. Consente di identificare i cambiamenti nei capillari e rilevare le aree alterate che accompagnano l'angiodistonia retinica.
  • Reoencefalografia. Esame delle vene e delle arterie del cervello, dalle condizioni da cui dipende l'afflusso di sangue agli occhi.
  • ECG. Rileva le malattie cardiache che possono portare a cambiamenti nel tono vascolare.
  • Ecografia e occhi EFI. Indica la condizione di tutti i tessuti dell'organo ottico.
  • Analisi cliniche. Rivela lo stato del corpo nel suo insieme.
Torna al sommario

Quale trattamento è prescritto?

Il disturbo colpisce uno o entrambi gli occhi. Nei casi più gravi, il paziente può diventare completamente cieco..

Per normalizzare la pressione sanguigna, al paziente vengono prescritti preparati a base di erbe. Con il loro aiuto, l'immunità è rafforzata, la pressione è stabilizzata. Per migliorare l'afflusso di sangue al cervello, vengono prescritti nootropi, ad esempio "Piracetam". I capillari del fondo sono influenzati da farmaci come:

Taufon può essere un buon supporto per la rete capillare degli organi visivi.

  • "Taufon". Lacrime. Attiva il metabolismo nei bulbi oculari.
  • "Luteina". Complesso vitaminico contenente vitamine A, E e molti minerali.

Se l'angiodistonia dei vasi retinici si verifica sullo sfondo dell'ipertensione, al paziente vengono prescritti farmaci dei seguenti gruppi:

  • farmaci antipertensivi;
  • diuretici;
  • sedativi;
  • antidolorifici;
  • farmaci antiaritmici.
Torna al sommario

Prevenzione

Per prevenire danni ai capillari retinici, è necessario sottoporsi regolarmente a visite mediche e curare malattie cardiache e disturbi della pressione sanguigna rilevati, assumere farmaci prescritti dal proprio medico per normalizzare il tono vascolare. La dieta dovrebbe essere arricchita con latticini, frutta e verdura fresca e pesce. È importante rinunciare a diete estenuanti, ma mantenere un peso corporeo normale. Si consiglia al paziente di praticare uno sport praticabile, fare esercizio fisico, smettere di fumare e non bere alcolici..

Angioedema retinico: che cos'è, sintomi, metodi di trattamento

Il termine medico angiodistonia retinica descrive un processo patologico accompagnato da un deterioramento dell'afflusso di sangue al fondo, responsabile della percezione delle informazioni visive. Nonostante il fatto che questa anomalia sia accompagnata da alcuni sintomi e possa portare a un deterioramento irreversibile della vista, l'angioedema non è una malattia indipendente. Secondo la classificazione ICD, si riferisce a una sorta di "effetto collaterale" delle malattie sistemiche.

Classificazione

In oftalmologia, è consuetudine classificare l'angioedema vascolare retinico solo in base all'origine dell'insufficienza vascolare. Sulla base di ciò, si distinguono diversi gruppi della malattia:

L'angioedema diabetico è una complicanza del diabete mellito. Si sviluppa sullo sfondo dell'assottigliamento delle pareti vascolari, della perdita di elasticità e della loro distruzione. Viene diagnosticato in pazienti che non ricevono una terapia di qualità o interrompono la dieta. È considerata la forma meno comune di patologia.

Angiodystonia traumatica - si sviluppa a causa di una pressione anormale sui vasi nel collo o di una violazione dell'afflusso di sangue alla testa, accompagnata da un aumento della pressione intracranica. L'unica forma che è accompagnata da sintomi visivi evidenti è un'emorragia oculare.

L'angiodistonia ipertensiva è una condizione che si verifica in pazienti con ipertensione cronica. Il deterioramento della vista provoca uno spasmo prolungato delle arterie retiniche, a seguito del quale viene interrotta la circolazione generale del sangue nei vasi dell'occhio. Più spesso di altre forme, porta alla perdita irreversibile della vista.

L'angiodistonia ipotonica è una patologia che si verifica sullo sfondo di un rallentamento del flusso sanguigno venoso e di una diminuzione della pressione sanguigna. È accompagnato dalla formazione di coaguli di sangue e sanguinamento negli occhi. È anche accompagnato da sintomi neurologici, tra cui vertigini e svenimenti..

L'angiodistonia, che si sviluppa durante la gravidanza, si distingue in una classe separata. A differenza delle opzioni precedenti, è transitorio, cioè non richiede un trattamento speciale e l'eliminazione della malattia. A causa di diversi fattori temporali:

  • un aumento del volume di sangue circolante;
  • cambiamenti nel tono vascolare sotto l'influenza di ormoni;
  • un aumento del carico complessivo sul corpo.

Abbastanza spesso, una tale violazione scompare da sola dopo il parto, ma in alcuni casi il processo generico provoca un forte aumento della pressione dei vasi degli occhi e la loro rottura. Di conseguenza, una donna in travaglio può perdere la vista entro 3-4 mesi, ma solo se il problema non viene rilevato in tempo.

Buono a sapersi! Se in un parto precedente una donna ha riscontrato una forma pericolosa di angioedema retinico, il medico può insistere per interrompere la gravidanza successiva a causa del rischio di perdita completa della vista.

Le ragioni

L'angiodistonia retinica può svilupparsi sullo sfondo di malattie e condizioni di natura generale (sistemica), in cui si verificano fluttuazioni significative del tono vascolare. Normalmente, questi processi sono strettamente controllati dai sistemi nervoso e ormonale: se necessario, il lavoro attivo di alcuni tessuti, più sangue viene diretto verso di loro rilassando le pareti delle arterie e aumentandone il diametro, e organi meno "importanti" vengono trasferiti alla modalità economica aumentando il tono dei vasi e riducendoli diametro.

I fallimenti del meccanismo di regolazione portano a uno spasmo incontrollato delle arterie e delle vene, a causa del quale si verifica una carenza di ossigeno nei tessuti. Questo è ciò che accade con l'angiodistonia retinica: il tessuto riceve meno nutrienti e ossigeno, inizia ad atrofizzarsi.

Ci sono diversi motivi per lo sviluppo dell'insufficienza vascolare negli occhi:

  • lesioni meccaniche alla testa con conseguente aumento della pressione intracranica, inclusi traumi alla nascita nei bambini;
  • ipertensione o ipotensione;
  • stress frequente che provoca crisi ipertensive;
  • alcolismo cronico e tossicodipendenza, nonché fumo a lungo termine;
  • intossicazione da sostanze chimiche e metalli pesanti;
  • intossicazione del corpo sullo sfondo di malattie infettive;
  • cambiamenti climaterici nel corpo delle donne;
  • malattie endocrine - tireotossicosi, diabete mellito, malattie del tumore surrenale.

Un ruolo importante nello sviluppo dell'insufficienza vascolare è svolto dall'indebolimento dei vasi sanguigni correlato all'età. A causa della mancanza di collagene, le loro pareti perdono elasticità e compattezza, pertanto, l'angioedema dei vasi retinici viene spesso diagnosticato nelle persone che soffrono di vene varicose..

Sintomi

L'angiodistonia degli organi visivi si manifesta raramente con una violazione della percezione dell'immagine visiva, specialmente nella fase iniziale dello sviluppo. Ecco perché la malattia non viene quasi mai rilevata nelle prime fasi. Man mano che il paziente progredisce, potrebbe notare:

  • una sensazione di pulsazione indolore in un occhio;
  • la comparsa di lampi di luce improvvisi nel campo visivo;
  • graduale deterioramento della vista - restringimento dei suoi campi (immagine scurita o sfocata ai bordi), annebbiamento generale dell'immagine;
  • sviluppo della miopia.

Importante! Uno dei segni visivamente riconoscibili dell'angiodistonia retinica è un cambiamento nel colore della sclera: su di essa si formano macchie giallastre, periodicamente appaiono emorragie punteggiate o un chiaro schema di capillari.

Inoltre, la malattia può essere accompagnata da ulteriori sintomi che indicano la causa principale dello sviluppo della patologia:

  • con una forma traumatica - mal di testa, parestesie, vertigini e svenimenti, deterioramento delle funzioni cognitive e della memoria, stanchezza cronica;
  • con ipertensivo - mal di testa acuto, improvvisi salti della pressione sanguigna al massimo, accompagnati da nausea;
  • con ipotonico - apatia, debolezza, vertigini e nausea.

Maggiore è il grado di alterazioni patologiche nella retina, più intensi sono i sintomi della malattia..

Diagnostica

L'angiodistonia retinica viene diagnosticata con una serie standard di procedure progettate per rilevare anomalie vascolari:

  • reoencefalografia: esame dei vasi cerebrali per l'intensità dell'afflusso di sangue;
  • dopplerografia vascolare - esame ecografico dei singoli bacini del flusso sanguigno, che rivela insufficienza arteriosa e venosa;
  • l'elettrocardiografia è un metodo classico per riconoscere i segni di disturbi cardiovascolari sistemici;
  • angiografia retinica.

Il metodo di ricerca più informativo è considerato l'oftalmoscopia: esame del fondo utilizzando una lente speciale. Questo metodo consente al medico di visualizzare i cambiamenti vascolari sulla retina, stabilirne la localizzazione e determinare il grado di complessità. Per scoprire le cause della malattia, vengono eseguiti esami del sangue di laboratorio (per zucchero, ormoni, ecc.).

Metodi di trattamento

L'angiodistonia retinica viene sempre trattata in modo complesso. La direzione principale della terapia è eliminare la causa dell'insufficienza vascolare. Il trattamento include anche la correzione di alcune abitudini:

  • smettere di fumare e alcol o ridurli al minimo;
  • stabilizzazione dell'attività fisica: aumento dell'attività con evidente ipodynamia e restrizioni con carichi aumentati;
  • cambiare la routine quotidiana, alternando attività e riposo;
  • aderenza a una dieta adeguata alla malattia sottostante.

Inoltre, il trattamento include l'assunzione di farmaci che aiutano a ripristinare l'afflusso di sangue alla retina. I rimedi locali sono spesso usati sotto forma di gocce che migliorano la nutrizione degli occhi: Mildronat, Trental e loro analoghi. Viene prescritta una terapia più mirata a seconda del tipo di malattia.

Trattamento dell'angioedema ipertensivo

Poiché l'angiodistonia retinica ipertensiva può provocare una catastrofe per la vista con un forte aumento della pressione sanguigna, si consiglia ai pazienti di assumere farmaci che regolano questo indicatore su base continuativa: Captopril, Tenoric e loro analoghi. Inoltre, viene prescritto un complesso di farmaci per aiutare a stabilizzare il tono dei vasi sanguigni ed escludere i fattori che contribuiscono al loro spasmo:

  • sedativi - motherwort e valeriana, Corvalol;
  • farmaci antiaritmici - Verapamil;
  • diuretici (se necessario, ridurre rapidamente la pressione sanguigna) - "Enalapril" o "Ipotiazide".

Possono essere prescritti analgesici e antispastici per ridurre i sintomi attuali.

Trattamento dell'angioedema ipotonico

Con la forma ipotonica della malattia, i fondi vengono utilizzati per aumentare e stabilizzare la pressione sanguigna. Le preparazioni sono scelte principalmente di origine naturale con il contenuto di estratti di citronella, ginseng ed echinacea. Queste piante sono potenti adattogeni, rafforzano l'immunità e aumentano il tono vascolare..

Inoltre possono essere assegnati:

  • mezzi per migliorare la circolazione cerebrale - "Piracetam", "Pantocalcin";
  • farmaci locali per migliorare la microcircolazione - "Taufon" e "Emoxipin";
  • vitamine con componenti utili per la vista - "Lutein Complex" e "Aevit".
Per qualsiasi tipo di malattia, l'efficacia della terapia conservativa aumenta con l'uso di metodi fisioterapici: magnetoterapia, agopuntura, elettroforesi. Eventuali farmaci e procedure possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico!

Angiopatia retinica

Informazione Generale

L'angiopatia è un processo patologico nei vasi macro / microcircolatori, che è una manifestazione di varie malattie, accompagnata da danni e tono alterato dei vasi sanguigni e un disturbo della regolazione nervosa. L'angiopatia retinica è un cambiamento nei vasi microcircolatori del fondo, manifestato da una ridotta circolazione sanguigna nei tessuti retinici, che si sviluppa sotto l'influenza di un processo patologico primario. Di conseguenza, si verificano il loro restringimento, tortuosità o espansione, emorragie nel corpo vitreo / spazio sottoretinico, formazione di microaneurismi, formazione di placche aterosclerotiche e trombosi dell'arteria retinica, che porta a un cambiamento nella velocità del flusso sanguigno e alterata regolazione nervosa..

Pertanto, l'angiopatia è una condizione secondaria che può essere causata da fattori sia oftalmici che generali. Se non trattato, porta a cambiamenti irreversibili nella retina a causa del suo insufficiente apporto di sangue, che può portare a ipossia dei tessuti oculari e alterazioni distrofiche nella retina, atrofia del nervo ottico, diminuzione della qualità della vista o sua perdita completa / parziale. Si manifesta principalmente negli adulti, ma può verificarsi anche nei bambini in risposta a un'esacerbazione di rinosinusite cronica o infezione respiratoria, dovuta alla stretta connessione anatomica dell'orbita (innervazione comune, sistema linfatico / circolatorio) e dei seni paranasali. È anche possibile la tortuosità vascolare congenita in un bambino. Poiché l'angiopatia della retina non è una forma nosologica indipendente, non esiste un codice separato per l'angiopatia della retina secondo μb-10.

Patogenesi

La patogenesi dell'angiopatia è determinata da uno specifico fattore eziologico.

  • Angiopatia ipertensiva: la pressione sanguigna stabilmente elevata influisce negativamente sia sull'emodinamica generale che sull'endotelio dei vasi retinici della retina. L'alta pressione sui vasi porta al loro restringimento patologico (ipertonicità) delle arteriole retiniche e all'espansione delle vene retiniche, calibro irregolare e tortuosità dei vasi retinici, distruzione dello strato interno (compattazione e rotture), causando disfunzione vascolare locale e sviluppo graduale di disturbi della retina venosa (arteriosa / ) e la formazione di coaguli di sangue.
  • Angiopatia ipotonica: il tono dei vasi sanguigni diminuisce, provocando la loro ramificazione e la formazione di coaguli di sangue, rende permeabili le pareti dei microvasi e influisce negativamente sulla velocità del flusso sanguigno.
  • Angiopatia retinica diabetica - iperglicemia cronica, attivazione del sistema renina-angiotensina aldosterone, ridotta sintesi di glicosaminoglicani sono i principali legami patogenetici dell'angiopatia diabetica. Lo sviluppo di cambiamenti morfologici / emodinamici nei vasi della microvascolarizzazione è dovuto a cambiamenti distrofici negli endoteliociti e successiva compromissione della permeabilità della parete dei microvasi per le proteine ​​del plasma sanguigno, attivazione dei periciti, perdita di elasticità, emorragie e neoplasia dei vasi incompetenti.
  • Angiopatia traumatica: la base del suo sviluppo è un pronunciato aumento della pressione intracranica causata da lesioni dei bulbi oculari, cranio, colonna cervicale, compressione prolungata del torace, che provoca rotture delle pareti dei microvasi ed emorragie nella retina.

Classificazione

Il fattore principale nella classificazione dell'angiopatia retinica sono varie malattie che sono le cause della sua insorgenza, in base alle quali distinguono:

  • Angiopatia diabetica - si verifica con il diabete mellito.
  • Ipertensivo (tipo ipertensivo) - a causa di ipertensione prolungata e sostenuta. L'angiopatia ipertensiva della retina di entrambi gli occhi è più comune.
  • Ipotonico (tipo ipotonico) - causato da ipotensione.
  • Traumatico: si verifica con trauma craniocerebrale, danni al rachide cervicale, compressione prolungata del torace.
  • Giovanile (Gioventù).
  • Angiopatia di tipo misto: si verifica quando diverse forme di angiopatia sono stratificate.

Cause di angiopatia retinica

Il principale fattore eziologico dell'angiopatia vascolare retinica sono varie malattie:

  • Malattia ipertonica.
  • Aterosclerosi.
  • Diabete.
  • Disfunzione renale.
  • Reumatismi.
  • Difetti ematologici.
  • Interruzione della ghiandola tiroidea.
  • Sindromi vascolari (Burger, Raynaud, periflebite, periarterite).

Le condizioni fisiologiche che contribuiscono allo sviluppo dell'angiopatia includono: gravidanza (tossicosi precoce / tardiva) e vecchiaia.

Cause esclusivamente "oculari" di angiopatia sono vari disturbi acuti della circolazione retinica (embolia, trombosi), condizioni ipotoniche prolungate dell'arteria retinica centrale. L'angiopatia vascolare retinica può svilupparsi con frequente abuso di alcol, fumo di tabacco, esposizione radioattiva al corpo, lavoro in industrie pericolose.

Sintomi

Di norma, nella fase iniziale dello sviluppo dell'angiopatia retinica, non ci sono praticamente sintomi e i pazienti cercano aiuto medico solo quando sorgono problemi di vista. I principali sintomi dell'angiopatia retinica:

  • visione offuscata (sfocata);
  • diminuzione dell'acuità visiva e restringimento dei campi visivi;
  • ridotta sensibilità al colore / diminuito adattamento al buio;
  • la comparsa di "mosche" galleggianti negli occhi;
  • dolore, palpitazioni e pressione negli occhi;
  • la comparsa di punti ciechi neri;
  • frequente scoppio dei vasi sanguigni negli occhi.

Analisi e diagnostica

La diagnosi di angiopatia si basa sui dati dell'oftalmoscopia. Se necessario, vengono eseguiti metodi diagnostici aggiuntivi (risonanza magnetica, TC, ecografia Doppler dei vasi retinici, radiografia utilizzando un mezzo di contrasto).

Trattamento dell'angiopatia retinica

Se consideriamo il trattamento dell'angiopatia nel suo insieme, dovrebbe essere mirato a migliorare la microcircolazione nei vasi sanguigni e migliorare il metabolismo nelle strutture dell'occhio.

Vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci che influenzano l'afflusso di sangue alla retina:

  • Vasodilatatore.
  • Antiaggreganti piastrinici e anticoagulanti (Magnikor, Trombonet, Aspirin cardio, Dipyridamole, Ticlopidine).
  • Quelli che migliorano il metabolismo nei tessuti dell'occhio sono antiossidanti, vitamine, antiossidanti, preparati di aminoacidi. Tra i farmaci, si possono citare Cocarboxylase, ATP, Riboxin (un precursore dell'ATP), Anthocyanin Forte, Lutein complex, Neuroubin, Mildronat, Perfek Vision, Milgamma, Nutrof Total, Perfect Eyes, Ocuwaite complet, Super Vision, vitamine B, C, E, A acido nicotinico. Le vitamine complesse per gli occhi contengono antiossidanti del gruppo dei carotenoidi luteina e zeaxantina, resveratrolo, vitamine, oligoelementi e acidi grassi essenziali. La tiotriazolina, oltre al suo effetto antiossidante, migliora il flusso sanguigno.
  • Miglioramento della microcircolazione (Actovegin, Solcoseryl, Cavinton).
  • Ridurre la permeabilità della parete vascolare (Doxy-Hem, Ginkgo biloba, Parmidin, Prodectin, Dicinon, Doxium).
  • Venotonico (Phlebodia, Normoven, Venolek, Vasoket) se necessario.

Dai vasodilatatori si possono distinguere Xanthinol nicotinate e Pentoxifylline (farmaci Trental, Agapurin, Pentoxifylline-Teva, Pentilin, Arbiflex, Pentokifyllin-Acri, Vazonit). La pentossifillina può essere definita un farmaco ad azione complessa che combina l'azione di un vasodilatatore, un angioprotettore e un agente antipiastrinico. Questi farmaci sono ampiamente utilizzati per angiopatie di varia origine. Iniziano a prendere pentossifillina con 100-200 mg tre volte al giorno per le prime due o tre settimane, quindi passano a una dose due volte di 100 mg per un mese.

Dai farmaci ad azione locale (gocce nell'occhio) che migliorano il metabolismo, vengono prescritti Taufon, Emoxy-optic (il principio attivo emoxipina, che, insieme ad un effetto antiossidante, ha un effetto angioprotettivo e anticoagulante).

Sul fondo possono essere rilevati spasmi vascolari e processi ischemici, congestione venosa o alterazioni aterosclerotiche. A seconda di ciò, il trattamento viene adattato. Con la predominanza dei processi ischemici nei vasi retinici, viene prescritto Sermion (ha un effetto vasodilatatore principalmente sui vasi del cervello), gocce Emoxy-ottiche. Il trattamento include anche un complesso vitaminico e minerale in un corso mensile. In caso di deflusso venoso alterato e stasi venosa, vengono prescritti farmaci venotonici (Phlebodia, Venolek, Vasoket). Oltre all'azione venotonica, hanno anche un effetto angioprotettivo e migliorano il drenaggio linfatico. È molto importante trattare la malattia sottostante, contro la quale si è sviluppata l'angiopatia..

Il trattamento per l'angiografia e la retinopatia diabetica comprende:

  • Prima di tutto, è importante monitorare costantemente i livelli di zucchero nel sangue: i pazienti devono assumere un farmaco ipoglicemico consigliato da un medico e seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati. Ai pazienti viene mostrata un'attività fisica moderata, che contribuisce a un consumo più razionale di glucosio da parte dei muscoli..
  • Gli aspetti chiave del controllo dell'angiopatia retinica diabetica sono il controllo della pressione sanguigna e dei lipidi (statine e fibrati).
  • Con uno scopo ipotensivo nel diabete mellito, è meglio usare farmaci del gruppo degli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (Enalapril, Lisinopril, Perindopril Teva, Prineva, Ramipril), che consentono non solo di controllare la pressione, ma anche di rallentare l'insorgenza e la progressione dell'insufficienza renale - anche un'importante complicanza del diabete mellito angiopatie. Questi farmaci prevengono la comparsa della proteinuria con la dieta zuccherina e, quando compare, prevengono lo sviluppo di insufficienza renale cronica..
  • L'uso di antiossidanti - alte dosi di tocoferolo (1200 mg al giorno), vitamine C, Probucol, acido α-lipoico (Alfa Lipon, Berlition, Espalipon), Emoxipina, Mexidol, complesso luteina-zeaxantina e l'integratore alimentare Eikonol contenente acidi grassi polinsaturi... I preparati di acido alfa-lipoico sono importanti nel diabete mellito, poiché hanno un effetto complesso: anti-sclerotico, antiossidante e regolano lo zucchero nel sangue. Si consiglia anche Ocuwaite-Reti-Nat forte, che contiene olio di pesce, vitamina E..
  • Con il diabete mellito, la fragilità dei vasi sanguigni aumenta e una frequente complicazione del fondo è la comparsa di emorragie. Con l'uso prolungato di Doxium (calcio dobesilato) per 4-8 mesi, le emorragie si risolvono e le nuove non compaiono.

Si raccomanda a tutti i pazienti, indipendentemente dal grado di compensazione del diabete, di eseguire tali cicli di trattamento due volte l'anno..

Il trattamento dell'angiopatia ipertensiva dei vasi retinici si basa sul trattamento dell'ipertensione. Vengono utilizzati vari gruppi di farmaci che un cardiologo può raccomandare. È importante monitorare il livello dei lipidi nel sangue. Tra i farmaci del gruppo delle statine, la rosuvastatina è controindicata in caso di grave insufficienza renale e, con una moderata diminuzione della funzionalità renale, la dose di rosuvastatina non deve superare i 40 mg. Atorvastatina non ha tali restrizioni, quindi il suo uso è sicuro in pazienti con patologia renale. Ciò è particolarmente importante per i pazienti con diabete mellito, che spesso hanno danni ai reni a causa di una malattia sottostante..

Nelle lesioni reumatiche della retina si presta attenzione al trattamento della patologia sottostante. Con cambiamenti pronunciati nel fondo, oltre al trattamento prescritto da un reumatologo, viene eseguito un ciclo di iniezioni para- o retrobulbari di glucocorticoidi. Per il riassorbimento di essudati ed emorragie, viene prescritta la terapia tissutale (estratto di aloe, Biosed, FIBS, Torfot, Bumisol, vitreo), iniezioni di lidasi o chimotripsina, elettroforesi di lidasi.

L'angiopatia traumatica si sviluppa dopo gravi lesioni generali accompagnate da shock: compressione, riproduzione, fratture delle estremità e della base del cranio, trauma cerebrale. Il trattamento tempestivo e il trattamento dello shock riducono il rischio di angiopatie gravi.

Un altro meccanismo di angiopatia traumatica è associato alla compressione dei tessuti del torace, del collo e della testa, che è accompagnata da un aumento della pressione intracranica e da gravi cambiamenti nel tono vascolare retinico. Il trattamento viene effettuato per abbassare la pressione intracranica e migliorare la circolazione sanguigna nei vasi del cervello e della retina.

Angiodystonia retinica: che cos'è, sintomi e trattamento

A causa di disturbi del sistema vascolare, può svilupparsi angiodistonia retinica. Con un tale processo patologico, si verificano cambiamenti reversibili nelle venule e nelle arterie del fondo, accompagnati da una mancata corrispondenza del tono delle pareti vascolari. L'angiopatia non è una malattia indipendente, ma un sintomo di un'altra patologia oculare. Pertanto, per un trattamento efficace, è importante determinare la causa principale.

Che cos'è l'angiodistonia retinica

Questo è un processo patologico caratterizzato da un tono vascolare alterato. L'angiopatia è una conseguenza di varie malattie accompagnate da bruschi cambiamenti transitori nel tono dei vasi sanguigni. Il funzionamento dei vasi degli occhi avviene sotto l'influenza della regolazione ormonale e nervosa.

In caso di guasto in questi sistemi, si verifica una violazione del corretto afflusso di sangue agli organi, si verificano manifestazioni patologiche di diversa natura.

Cause di occorrenza

Lo stato dei vasi degli occhi dipende dal tono del sangue dell'intero organismo. Pertanto, qualsiasi violazione in quest'area può causare angiopatia retinica. Molto spesso, il processo patologico si verifica sullo sfondo di tali malattie:

  • violazione della pressione sanguigna;
  • diabete;
  • aterosclerosi;
  • disturbi autoimmuni;
  • osteocondrosi cervicale;
  • patologie del sistema nervoso che interrompono la regolazione del tono vascolare;
  • vasculite sistemica autoimmune;
  • anomalie del sangue congenite;
  • aumento della pressione intracranica;
  • malattia cardiovascolare.

Inoltre, i cambiamenti patologici nelle arterie del fondo possono apparire sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  • la presenza di cattive abitudini;
  • lesione alla colonna vertebrale;
  • danni agli occhi, cervello;
  • intossicazione del corpo;
  • menopausa;
  • radiazioni radioattive;
  • condizioni di vita sfavorevoli;
  • avitaminosi.

L'angiodistonia retinica si sviluppa spesso durante la gravidanza a causa dell'aumento del carico vascolare.

Sintomi

L'angioedema retinico può manifestarsi in modi diversi. All'inizio, i sintomi sono generalmente assenti, il che rende difficile diagnosticare il problema in modo tempestivo. A poco a poco, il paziente inizia a notare la comparsa di tali sintomi in se stesso:

  • palpitante nell'occhio ferito;
  • deterioramento della qualità della vista;
  • restringimento del campo visivo;
  • miopia;
  • visione nebbiosa e offuscata;
  • lampeggia la luce.

Con l'angioedema della retina, la congiuntiva è coperta da macchie gialle, sono visibili i capillari scoppiati. Oltre alle principali manifestazioni cliniche, si possono osservare ulteriori segni:

  • vertigini, mal di testa;
  • sanguinamento dal naso;
  • intorpidimento, dolore agli arti;
  • ritmo cardiaco disturbato;
  • problemi di memoria.

A seconda del tipo di malattia, si possono osservare alcuni sintomi minori..

Fasi di sviluppo

I processi patologici nei vasi oculari si sviluppano in più fasi:

  1. Angiopatia: i piccoli vasi sanguigni sono colpiti, il processo patologico è reversibile.
  2. Angiosclerosi: il lavoro dell'intero sistema vascolare degli occhi viene interrotto, la progressione del processo patologico può essere interrotta, ma è impossibile ripristinare la vista persa.
  3. Angioretinopatia: i processi patologici negli organi visivi sono distruttivi e irreversibili. In questa fase, si verifica la perdita della vista.

Classificazione

A seconda della causa di origine, si distinguono i seguenti tipi di angiodistonia retinica:

  1. Diabetico. È una complicazione del diabete mellito, il cui trattamento non è stato avviato in modo tempestivo. Può anche verificarsi sullo sfondo di una terapia del diabete impropria. Come risultato di gravi violazioni nel corpo, le pareti vascolari diventano più sottili, perdono tono ed elasticità.
  2. Traumatico. La causa delle violazioni è un'improvvisa forte compressione del torace o un trauma al cervello, alla colonna cervicale. Ciò porta alla comparsa di emorragia negli occhi e ad un aumento della pressione intracranica, provocando una rapida diminuzione della vista..
  3. Ipertensivo. L'angiodistonia retinica si sviluppa sullo sfondo dell'ipertensione a causa di un fallimento nel restringimento delle arterie oculari. Questo processo patologico è accompagnato da spasmo arterioso, ridotta circolazione sanguigna e ristagno di sangue nel sistema venoso. Con una prolungata assenza di terapia, il tessuto retinico cambia.
  4. Ipotonico. Si verifica sullo sfondo della bassa pressione sanguigna a causa del lento flusso sanguigno venoso causato dall'espansione delle arterie del bulbo oculare. Di conseguenza, si formano emorragie e coaguli di sangue. La patologia si manifesta con vertigini, svenimenti, grave debolezza.

A volte i medici diagnosticano l'angioedema misto. In questo caso, si osserva un danno a entrambi gli occhi, che si verifica sullo sfondo di malattie sistemiche generali che colpiscono l'intero sistema circolatorio. Si sviluppa prevalentemente dopo i 30 anni di età, può causare la completa perdita della vista.

Angiodystonia durante la gravidanza

L'angiodistonia retinica si verifica spesso nelle donne in posizione. La ragione di ciò sono i cambiamenti in atto nel corpo della futura mamma. Come risultato di un aumento significativo del volume sanguigno, tutti i vasi sanguigni si espandono, il che porta successivamente allo sviluppo di problemi nell'apparato visivo. Ciò accade particolarmente spesso nel terzo trimestre sotto l'influenza di fattori come picchi di pressione sanguigna e gestosi.

Con un lieve decorso di angiodistonia retinica, passa da solo entro 3-4 mesi dal parto. Con un decorso patologico più complesso, c'è il rischio di rottura dei vasi retinici durante il parto, che può portare alla completa perdita della vista. Pertanto, se le condizioni di una donna durante la gestazione sono peggiorate in modo significativo e c'è una minaccia per la vita, è necessario interrompere urgentemente la gravidanza.

Metodi diagnostici

Spesso, per identificare i cambiamenti patologici nei vasi del fondo, è sufficiente eseguire un'oftalmoscopia, con l'aiuto della quale il medico valuta il tono dei vasi, determina le aree di espansione e restringimento delle arterie, venule. Per identificare la natura dell'angiodistonia e lo stadio del suo sviluppo, è possibile eseguire anche le seguenti misure diagnostiche:

  • reoencefalografia: vengono esaminati i vasi del cervello;
  • elettrocardiogramma: consente di identificare le malattie cardiache che hanno causato l'angioedema retinico;
  • elettroencefalografia, ecografia degli occhi - determina lo stato di tutti i tessuti dell'apparato visivo.

Inoltre, un oftalmologo può prescrivere una varietà di test di laboratorio..

Trattamento

Il trattamento dell'angioedema retinico è principalmente finalizzato all'eliminazione della causa principale. Poiché molto spesso l'angiodistonia si verifica a causa di picchi di pressione sanguigna, lo schema terapeutico può essere il seguente.

Trattamento dell'angioedema ipertensivo

Vengono prescritti farmaci che abbassano la pressione sanguigna (Captopril, Tenoric) e si raccomandano i seguenti medicinali:

  • diuretici - Ipotiazide, Enalapril;
  • sedativi - Corvalol, Seduxen;
  • farmaci antiaritmici - Verapamil;
  • analgesici (per il mal di testa) - Pentalgin, Ketonal.

Trattamento dell'angioedema ipotonico

Si consigliano rimedi erboristici, adattogeni naturali, volti ad aumentare la pressione sanguigna e rafforzare l'immunità. Questi includono l'echinacea, la citronella.

Inoltre, il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  • mezzi per migliorare l'afflusso di sangue al cervello - Piracetam;
  • gocce oftalmiche che attivano il metabolismo - Taufon, Emoxilin;
  • gocce vitaminiche per gli occhi - Aevit, Lutein Complex.

Tutti i farmaci dovrebbero essere selezionati dal medico su base individuale..

Prevenzione

È possibile prevenire lo sviluppo dell'angiodistonia retinica se si conduce uno stile di vita sano e si seguono le seguenti raccomandazioni:

  • sbarazzarsi delle cattive abitudini;
  • evitare lesioni;
  • mangiare più latticini e pesce;
  • normalizzare il peso;
  • sottoporsi regolarmente a una visita medica preventiva;
  • evitare diete lunghe e pesanti;
  • praticare sport;
  • prendere sedativi.

Si consiglia alle persone di età superiore ai 40 anni di seguire una dieta a base di colesterolo. È inoltre necessario monitorare la pressione sanguigna e i livelli di zucchero nel sangue..

L'autore dell'articolo: Anastasia Pavlovna Kvasha, specialista del sito glazalik.ru
Condividi la tua esperienza e opinione nei commenti.

Se trovi un errore, seleziona una parte di testo e premi Ctrl + Invio.


Articolo Successivo
Emocromo dei leucociti: decodifica negli adulti e nei bambini, la norma