Angiografia dell'arteria intracranica


L'angiografia dell'arteria intracranica si basa sull'esame a raggi X..

Arteria extracranica e intracranica con contrasto in bolo endovenoso, fase arteriosa (MRA).
Viene eseguito contrastando con agenti di contrasto radiologici specializzati. Questa tecnica visualizza le fasi della circolazione cerebrale. Di conseguenza, puoi scoprire cambiamenti vascolari patologici, presenza di neoplasie. L'agente di contrasto viene iniettato per via endovenosa con il flusso sanguigno, si muove e in questa vengono scattate foto.

L'angiografia è:

  • classico: in questo studio, una serie di immagini a raggi X viene eseguita utilizzando il metodo sopra;
  • Angiografia RM: questo metodo non utilizza il contrasto;
  • Angiografia TC - eseguita eseguendo una serie di fotografie su un tomografo, dopo il contrasto, viene eseguita la modellazione 3-D.

Preparazione per l'angiografia

L'angiografia a risonanza magnetica consente di studiare i seni, le vene, le arterie e la struttura dei tessuti e delle pareti adiacenti. Nominando un tale metodo di ricerca, il medico può identificare la patologia nella fase più precoce e quindi prescrivere un trattamento efficace. Il vantaggio principale di questo tipo di diagnostica è l'assenza di radiazioni. La manipolazione è completamente innocua. Di solito la risonanza magnetica è consigliata nei seguenti casi:

  • quando il paziente lamenta mal di testa, la cui origine non può essere associata a nulla;
  • violazione della memoria, scarso sonno;
  • tinnito, vertigini;
  • comportamento associativo, disturbo della coscienza;
  • un forte deterioramento della funzione visiva;
  • disturbo dell'attenzione;
  • con pressione intracranica elevata e sostenuta
  • una storia di lesione cerebrale traumatica.

L'angiografia RM delle arterie intracraniche consente:

  • identificare la presenza di malformazioni vascolari;
  • la presenza di un aneurisma;
  • possibile formazione di tumori, loro dimensione, posizione, proliferazione in tessuti e vasi adiacenti, osservazione dinamica della crescita dell'educazione;
  • coaguli di sangue;
  • disposizione anormale dei vasi sanguigni.

L'angiografia TC delle arterie intracraniche è una tecnica che combina la classica forma grafica con la capacità di eseguire immagini stratificate di qualità superiore.

Arterie extracraniche e intracraniche con bolo endovenoso con contrasto, fase venosa.
Tale connessione consente di ottenere un'immagine dettagliata con una stima delle dimensioni e della posizione della formazione patologica e della sua relazione con altri tessuti. La TC consente di determinare i parametri del flusso sanguigno nei vasi in esame. Di conseguenza, otteniamo un'immagine tridimensionale tridimensionale a causa dell'introduzione di una sostanza radiopaca. La manipolazione viene eseguita in regime ambulatoriale, non richiede preparazione preliminare e ricovero.

Durante la procedura, il paziente è a lungo in un apparato speciale. A questo proposito, questo metodo non è adatto a persone che soffrono di disturbi mentali, claustrofobia, donne in gravidanza in qualsiasi momento, persone con protesi metalliche. Una complicazione può essere una reazione allergica al mezzo di contrasto. Questo metodo diagnostico è prescritto per vasocostrizione, aneurisma, trombosi, neoplasie, aterosclerosi, violazione dell'integrità vascolare. Il prezzo medio della diagnostica è di 4000 rubli. L'angiografia vascolare insieme alla risonanza magnetica costa circa 10.000 rubli. Il costo della procedura dipende dalla clinica in cui viene eseguita la ricerca.

La durata della procedura è di circa trenta minuti. Il contrasto viene iniettato con una siringa speciale per venti minuti. Quindi viene scattata una serie di foto. L'angiografia TC delle arterie intracraniche come procedura diagnostica ha molti vantaggi: è informativa, esposizione minima alle radiazioni, innocuo, costo accessibile, ambulatoriale, raramente porta a complicazioni. Sfortunatamente, alcuni dispositivi possono esaminare persone il cui peso non supera i centotrenta chilogrammi..

Come viene eseguita l'angiografia cerebrale?

L'angiografia del cervello (angiogramma o arteriografia) è uno studio che consente di esaminare lo stato dei vasi. Una misura diagnostica viene prescritta prima di operazioni complesse, in presenza di sintomi come mal di testa, tinnito, svenimenti, vertigini. Secondo i risultati dell'esame, è possibile rivelare la presenza di anomalie congenite e aree patologiche nella regione cerebrale..

L'angiografia dei vasi del cervello e del collo è divisa in 3 tipi: raggi X, angiografia MRI e angiografia TC.

Metodo a raggi X.

L'angiografia a raggi X dei vasi del collo (colonna vertebrale superiore e inferiore) e della testa non viene eseguita se ci sono le seguenti controindicazioni:

  • ipersensibilità alla sostanza utilizzata per il contrasto (nella maggior parte dei casi viene utilizzato lo iodio) e ai componenti del preparato anestetico;
  • insufficienza di organi come reni, fegato, cuore;
  • disturbi del sistema emostatico;
  • disfunzione del sistema endocrino;
  • malattie infiammatorie e infettive acute;
  • problemi di salute mentale.

Prima di eseguire l'angiografia a raggi X delle arterie e delle vene del cervello, è necessario sottoporsi a fluorografia ed elettrocardiogramma.

La venografia cerebrale richiede un addestramento speciale. Quindi, 14 giorni prima di superare l'evento diagnostico, è necessario escludere l'uso di bevande alcoliche. Per proteggere i reni dall'introduzione di un grande volume di mezzo di contrasto, l'idratazione viene effettuata prima della diagnosi, saturando il corpo di liquido. Questo diluirà il contrasto, facilitando ulteriormente la rimozione..

Per eliminare il rischio di sintomi dovuti a una reazione allergica, è necessario assumere un antistaminico prima del test. 4 ore prima della diagnosi, devi finire di mangiare e bere.

Prima di sottoporsi all'angiografia a raggi X, una persona viene posizionata su un tavolo destinato alla ricerca, la posizione del corpo è fissa e collegata a un cardiofrequenzimetro. Un catetere per iniezione viene posizionato nella vena. Prima della diagnosi, la premedicazione viene eseguita iniettando un antistaminico attraverso un catetere per prevenire una reazione allergica, un tranquillante, un analgesico.

La misura diagnostica prevede una puntura o puntura del vaso con ulteriore cateterizzazione per l'introduzione di un mezzo di contrasto (solitamente iodio). Nella maggior parte dei casi, un catetere viene posizionato nell'arteria femorale. Ogni azione che viene eseguita all'interno della nave viene monitorata dal medico utilizzando la televisione a raggi X. Dopo la fine dell'evento, viene applicata una benda di pressione nel punto in cui è stata eseguita la puntura per 1 giorno.

Dopo l'evento diagnostico, se non ci sono controindicazioni, è necessario bere molto per accelerare la rimozione del mezzo di contrasto dal corpo.

Angiografia MRI

L'angiografia con risonanza magnetica del cervello o la risonanza magnetica dei vasi cerebrali in modalità angiografica comporta l'esposizione dell'area desiderata a campi magnetici e radiazioni a radiofrequenza. Il metodo è senza contrasto, cioè durante l'angiografia non è richiesta la somministrazione di un mezzo di contrasto, che è la differenza dal metodo di ricerca precedente. A volte, tuttavia, l'angiografia MRI dei vasi cerebrali viene eseguita utilizzando uno speciale contrasto a base di gadolinio per ottenere un'immagine più chiara e aumentare l'efficienza diagnostica..

L'angiografia MRI dei vasi sanguigni viene eseguita per le seguenti indicazioni:

  • se si sospetta un aneurisma - espansione locale della parete vascolare;
  • con dissezione dell'aneurisma;
  • con stenosi vascolare;
  • con un processo infiammatorio nella parete del vaso (con vasculite);
  • con aterosclerosi.

Nonostante il valore informativo della misura diagnostica nello studio dello stato delle navi, può essere dannoso se non si tiene conto delle controindicazioni. Le limitazioni relative in presenza delle quali è possibile l'angiografia MRI, ma solo dopo aver escluso il fattore provocante, includono:

  • la presenza di una pompa per insulina, uno stimolatore nervoso;
  • la presenza di un impianto non ferromagnetico nell'orecchio interno;
  • la presenza di una valvola cardiaca protesica (in un campo alto, se si sospetta un malfunzionamento);
  • lo sviluppo di insufficienza cardiaca scompensata;
  • il periodo della gravidanza (oggi non esistono studi sulla possibilità di utilizzare il metodo nelle donne in gravidanza);
  • claustrofobia - un attacco di panico che si verifica quando ci si trova in uno spazio ristretto, anche nel tunnel dell'apparato diagnostico.

Esistono anche restrizioni assolute, in presenza delle quali è vietato eseguire l'angiografia a risonanza magnetica:

  • pacemaker integrato, in cui, a causa delle variazioni del campo magnetico, viene simulata la frequenza cardiaca;
  • la presenza di un impianto ferromagnetico o elettronico nell'orecchio medio;
  • la presenza di un grande impianto metallico o di un frammento ferromagnetico nel corpo;

Inoltre, le controindicazioni includono la presenza di una clip emostatica nel vaso cerebrale, poiché la risonanza magnetica può causare sanguinamento intracerebrale o subaracnoideo..

Angiografia TC

L'angiografia TC o l'angiografia con tomografia computerizzata mostra patologie nei vasi sanguigni e consente di indagare sulla natura del movimento del sangue attraverso la loro cavità interna.

Le indicazioni per l'uso dell'angiografia TC sono:

  • la presenza di stenosi o trombosi della nave;
  • la presenza di un aneurisma nella nave;
  • sospetto di un'altra malattia vascolare o patologia congenita.

Prima di sottoporsi a un evento diagnostico, è necessario escludere controindicazioni in qualche modo diverse dalle limitazioni inerenti ad altri metodi di angiografia. Tra quelli:

  • ipersensibilità alle sostanze incluse nel contrasto;
  • lo sviluppo di insufficienza renale;
  • lo sviluppo di un grave diabete mellito;
  • il periodo di gravidanza (a causa di possibili effetti teratogeni);
  • la presenza di una grave condizione generale;
  • sovrappeso e obesità;
  • interruzione del sistema endocrino;
  • lo sviluppo del mieloma;
  • la presenza di insufficienza cardiaca acuta.

La tecnica richiede un addestramento speciale. Quindi, prima dello studio, sono escluse possibili controindicazioni, in particolare una predisposizione allergica al mezzo di contrasto iniettato. Per ridurre il rischio di una reazione corrispondente, prima dello studio viene assunto un antistaminico..

L'essenza della misura diagnostica è la seguente:

  1. Il paziente viene posto su un tavolo speciale.
  2. Un catetere viene inserito nella vena cubitale attraverso la quale viene fatto passare il mezzo di contrasto a base di iodio.
  3. Successivamente, viene eseguita la ricostruzione computerizzata multiplanare e tridimensionale con decodifica delle immagini ottenute..

In alcuni casi, l'angiografia computerizzata causa complicazioni, incluso lo stravaso di contrasto. Una conseguenza così negativa è la penetrazione della sostanza nei tessuti molli che si trovano all'esterno della nave. Di norma, il volume di contrasto erogato al tessuto non supera i 10 ml. Se si è diffuso in misura maggiore, provoca gravi danni al tessuto sottocutaneo..

Tra i fattori che contribuiscono a un aumento del rischio di stravaso vi sono una storia di più punture di un vaso, un sistema immunitario indebolito. I sintomi tipici sono dolore e gonfiore nella zona in cui è inserito l'ago. Il trattamento consiste nel garantire una posizione elevata della sezione lesa, applicando impacchi freddi.

Tra le altre conseguenze negative dell'angiografia computerizzata c'è l'intolleranza del mezzo di contrasto da parte del corpo, i cui sintomi nella maggior parte dei casi compaiono all'improvviso. Manifestazioni cliniche di allergia - eruzione cutanea, sindrome pruriginosa, sensazione di bruciore, iperemia della pelle, gonfiore, sensazione di mancanza d'aria.

Vantaggi e svantaggi

Normalmente, dopo aver eseguito l'angiografia, la persona viene immediatamente dimessa dalla casa dell'ospedale. Il rispetto del regime dopo lo studio non è richiesto. Nessun sintomo spiacevole o fastidio dovrebbe insorgere dopo la procedura. Pertanto, la misura diagnostica è considerata sicura e può essere eseguita per identificare patologie in un bambino. Lo svantaggio dell'angiografia è che ha un ampio elenco di controindicazioni che ostacolano lo studio. Se questi vengono trascurati, aumenta il rischio di sviluppare emorragie interne e altre complicazioni..

Altri svantaggi includono la possibilità di una reazione allergica al mezzo di contrasto iniettato. La gravità di questo varia a seconda del livello di sensibilità del corpo e può essere limitata al rossore o essere più grave, ad esempio, con la comparsa di shock anafilattico. Pertanto, per prevenire una reazione allergica, si consiglia di condurre un test di sensibilità prima dello studio. Il gruppo a rischio comprende persone che hanno una storia di reazioni simili al mezzo di contrasto e che hanno l'asma.

Sia le radiografie normali che l'angiografia richiedono la conferma preliminare della gravidanza. Ciò può essere spiegato dal fatto che l'immagine è ottenuta dalla radiazione a raggi X, che ha un effetto negativo sul feto. Se possibile, si consiglia di posticipare lo studio a dopo il parto. In alternativa, possono essere utilizzate altre tecniche di imaging che non sono basate sulla radiazione, come gli ultrasuoni.

Metodi diagnostici alternativi

Se, per un motivo o per l'altro, non è possibile eseguire l'angiografia, vengono utilizzati metodi diagnostici alternativi. Uno di questi è l'ecografia Doppler vascolare. In questo caso, è possibile identificare una violazione della circolazione sanguigna, un cambiamento nella struttura e nel tono delle pareti delle arterie e delle vene. Utilizzato nella diagnosi della testa, del collo, dei vasi vicino al midollo spinale e di altri organi. Non è richiesta alcuna preparazione speciale per la diagnostica.

Il secondo metodo alternativo è la scansione fronte-retro a colori. Questo è un tipo di ecografia Doppler che viene utilizzata per ottenere un'immagine informativa del flusso sanguigno e della struttura del plesso artero-venoso della testa. In questo caso vengono rilevate stenosi, congestione, anomalie congenite..

Non dovresti aver paura dell'angiografia cerebrale. Una misura diagnostica è assolutamente sicura, informativa, raramente causa conseguenze negative. Pertanto, se compaiono sintomi allarmanti come mal di testa, vertigini, tinnito, consultare immediatamente un medico. Potrebbe essere necessaria tale ricerca.

Indicazioni per l'angiografia dei vasi cerebrali

La compromissione della circolazione sanguigna nel cervello è un problema comune tra le persone di tutte le età. Lo stress costante, la scarsa ecologia, la mancanza di una dieta normale e altri fattori influenzano negativamente il lavoro del sistema cardiovascolare. Non solo gli organi interni sono interessati, ma anche la rete neurale. Un'angiografia cerebrale può aiutare a riconoscere questi problemi. Questo studio medico è necessario per valutare le condizioni delle arterie, dei vasi sanguigni e delle vene del cervello. Successivamente, analizzeremo cos'è l'angiografia, come viene eseguita, quando i medici vi ricorrono e quali controindicazioni esistono per essa..

Cos'è l'angiografia cerebrale?

L'angiografia dei vasi cerebrali è un metodo per esaminare arterie, vene, vasi, che consente di rilevare i siti dei loro blocchi, restringimenti, dilatazioni, processi tumorali, sanguinamento, varie malattie che non vengono rilevate con altri metodi. Per condurre uno studio, viene iniettato un contrasto nel sangue e si procede immediatamente alla fluoroscopia. Le sale angiografiche a raggi X sono utilizzate per l'angiografia cerebrale. Sono completamente sterili e completi di:

  • fotocamere per fluorografia ad alta velocità;
  • videoregistratori per riprese multiple;
  • angiografi.

I centri medici più avanzati utilizzano apparecchiature per angiografia TC. Ti consente di ottenere foto più chiare dei vasi del cervello e decifrare più velocemente i dati. La procedura richiede 1 ora. Successivamente, il paziente è sotto la supervisione di specialisti per 8 ore. Anche se non ci sono deviazioni visibili dopo l'esame, dopo un paio di giorni il paziente dovrebbe venire per un esame programmato.

Quando viene eseguita l'angiografia??

Forse questo è il principale problema di preoccupazione per tutti i pazienti. L'angiografia dei vasi cerebrali è prescritta solo se il medico sospetta un tumore, coaguli di sangue, aneurisma o emorragia. Questi processi si manifestano:

  • vertigini;
  • emicrania persistente;
  • nausea;
  • dolore al collo;
  • perdita di conoscenza.

L'angiografia cerebrale consente di identificare la posizione, il grado e la prevalenza dei disturbi nei vasi, di analizzare la qualità della circolazione sanguigna nelle vie vascolari di bypass, la qualità del deflusso di sangue venoso. Con l'aiuto di questa diagnosi, è possibile prevenire lo sviluppo di disturbi circolatori acuti all'interno del cervello, per salvare i pazienti da ischemia ed emorragia..

L'angiografia dei vasi cerebrali viene eseguita se si sospetta uno spostamento locale dei vasi o la presenza di neoplasie in essi. Con l'aiuto di questa diagnosi, i tumori vengono rilevati nell'area dell'osso sfenoide del cranio..

Benefici dell'angiografia

Rispetto alla risonanza magnetica, l'angiografia delle vene intracraniche e delle arterie intracraniche presenta i seguenti vantaggi:

  • consente di prevenire un intervento chirurgico irragionevole o di servire come segnale per il trattamento chirurgico;
  • solo questo esame consente di ottenere un'immagine chiara e chiara della struttura dei vasi sanguigni del cervello;
  • richiede piccole dosi di radiazioni che non influiscono sulla salute del paziente;
  • consente di avviare immediatamente le procedure di trattamento per il ripristino del lume dei vasi sanguigni e delle vene con il loro restringimento.

Controindicazioni alla procedura

L'angiografia RM delle arterie del collo e dei vasi sanguigni del cervello, come altri metodi di ricerca clinica, non è adatta a tutti. L'elenco delle controindicazioni per questa procedura include:

  • la presenza di vari disturbi mentali nel paziente;
  • gonfiore esteso e cisti sui vasi;
  • gravi reazioni allergiche ai mezzi di contrasto;
  • insufficienza cardiaca, renale, epatica in condizioni acute;
  • la presenza di impianti metallici;
  • tempo di gravidanza e allattamento.

Il 95% delle persone dopo l'angiografia con risonanza magnetica dei vasi sanguigni si sente bene. Tuttavia, il 5% dei pazienti può manifestare i seguenti sintomi e complicazioni negativi:

  • reazioni allergiche derivanti dall'interazione di contrasto e antisettico;
  • grave emorragia / sanguinamento nel sito di inserimento del catetere;
  • infarto miocardico, ictus, forte sviluppo di gravi malattie cardiache (meno dell'1%).

Pertanto, prima di inviare un rinvio a un paziente, il medico dovrebbe aver cura di condurre tutti i test necessari per escludere lo sviluppo improvviso di reazioni negative..

Cosa significano le letture angiografiche??

La quantità di radiazioni che penetreranno nelle vene e in altri tessuti del cervello è determinata dalla loro densità. Si esprime in varie tonalità di colore. L'osso nell'immagine sarà bianco e il liquido cerebrospinale difficilmente apparirà sulle immagini. Altre sostanze nel cervello hanno colori e densità differenti. Secondo loro, i medici valutano la struttura interna. Un'interpretazione dettagliata delle immagini ricevute sarà fornita dal medico.

Caratteristiche della preparazione nell'angiografia cerebrale

Prima dell'angiografia RM dei vasi del cervello e del collo, è necessario eseguire test allergici con un mezzo di contrasto. Ricorda che la reazione non si manifesta sempre esternamente sotto forma di macchie pruriginose e arrossamento. Alcune persone, 10-15 minuti dopo aver interagito con la soluzione, avvertono capogiri, dolore e attacchi di tosse. Se noti tali sintomi in te stesso, dovresti rifiutarti di studiare le arterie intracraniche usando l'angiografia. In questo caso, il medico ti indirizzerà ad uno studio di risonanza magnetica per immagini, escludendo l'uso del contrasto e la comparsa di complicanze correlate.

Il prossimo passo nella preparazione per l'angiografia dei vasi del collo sarà la consegna dei test. Un esame del sangue generale, un esame delle urine generale viene eseguito dal soggetto, vengono determinati il ​​fattore Rh e il gruppo sanguigno. Vengono anche eseguiti esami del sangue biochimici e clinici. Quando ti prepari per un'angiografia cerebrale, dovresti rifiutarti di mangiare per 8 ore. Il candidato può continuare a prendere i farmaci prescritti dal medico, ma deve informare in anticipo sull'uso di farmaci che fluidificano il sangue. Prima di iniziare la procedura, è necessario rimuovere tutti gli oggetti metallici vicino all'area ispezionata. Protesi rimovibili, pendenti e pendenti devono rimanere nella stanza. Inoltre, l'abbigliamento normale viene sostituito con un camice medico speciale..

Come è l'esame angiografico?

L'angiografia intracranica inizia con la cateterizzazione / puntura dell'arteria selezionata. Questa sarà l'arteria vertebrale o carotide. Per studiare tutte le vene e i vasi della testa, viene eseguita la puntura aortica. Un'alternativa a questo metodo è il cateterismo. Comprende i seguenti passaggi:

  • viene perforata l'arteria periferica (ulnare, succlavia, femorale, brachiale);
  • un catetere viene lanciato attraverso il foro risultante e condotto alla bocca dell'arteria carotide / vertebrale;
  • se è necessario studiare in dettaglio i vasi del collo e del cervello, il catetere viene inserito nell'arco aortico.

Il catetere viene inserito in anestesia locale. Il passaggio del tubo attraverso il vaso viene monitorato utilizzando la televisione a raggi X. La nave stessa non è anestetizzata, perché la sua parete interna non contiene recettori del dolore. Non appena il catetere viene portato nel punto desiderato, viene iniettato un mezzo di contrasto. Trasmette i raggi X in modo scadente, quindi l'accuratezza dei risultati di tale studio è leggermente superiore a quella della risonanza magnetica convenzionale.

Importante! Con l'introduzione del contrasto, potresti sentire una leggera sensazione di bruciore, un sapore metallico in bocca, una sensazione di calore. Queste sono reazioni normali e non dovresti preoccuparti. Dopo 5-6 minuti passeranno.

Non appena viene inserito il contrasto, la testa viene catturata in tre proiezioni. La valutazione delle immagini viene eseguita dal medico immediatamente. Se la risonanza magnetica con contrasto si è rivelata indistinta, il medico inietta ulteriormente la sostanza e quindi rimuove nuovamente le regioni cervicale e cerebrale. Questa procedura viene eseguita più volte. La durata media dell'angiografia è di 60 minuti. Durante l'intera procedura, i medici ricevono 20-30 immagini del cervello da varie angolazioni.

Dopo che il contrasto si è diffuso a sufficienza in tutti i tessuti, viene scattata una serie di immagini per determinare la qualità del flusso sanguigno attraverso le vene. Successivamente, il catetere deve essere rimosso. Per 15 minuti il ​​soggetto non dovrebbe muoversi. I medici fermeranno l'emorragia. La sostanza introdotta nel percorso vascolare lascia il corpo dopo 24 ore attraverso i reni.

RM angiografia di vasi cerebrali

Sulle radiografie tradizionali, lo specialista non è in grado di visualizzare le arterie, la rete venosa, il sistema vascolare linfatico e i capillari, poiché questi elementi non sono in grado di assorbire i raggi X, simili ai tessuti molli nel loro ambiente.

Pertanto, per diagnosticare queste strutture anatomiche, viene eseguita l'angiografia vascolare, accompagnata dall'iniezione di un mezzo di contrasto.

In questo modo, viene eseguita la diagnosi dei vasi coronarici del cuore o dell'angiografia coronarica, viene esaminata la vascolarizzazione del cervello, del collo e di altri vasi del corpo umano..

  1. Angiografia dei vasi cerebrali: l'essenza della procedura
  2. Varietà di ricerca
  3. Caratteristiche dell'angiografia TC e RM
  4. Angiografia RM
  5. Angiografia TC
  6. Indicazioni per
  7. Foglio delle controindicazioni
  8. Fase preparatoria
  9. Avanzamento dell'esame
  10. Possibili complicazioni
  11. Problema di costo
  12. Consigliato per guardare video

Angiografia dei vasi cerebrali: l'essenza della procedura

L'angiografia tradizionale dei vasi cerebrali significa radiografia della testa dopo aver contrastato la rete vascolare del cervello utilizzando agenti di contrasto.

Questo metodo diagnostico aiuta a considerare in fasi tutte le fasi dell'afflusso di sangue al cervello, a stabilire i difetti dei vasi della testa, la loro posizione ed è applicabile nell'identificazione delle neoplasie.

La procedura viene eseguita con il metodo di puntura o cateterizzazione di vasi extracranici e intracranici, l'introduzione del farmaco e la successiva visualizzazione di fotografie.

Tra i mezzi di contrasto radiologici usati ci sono sostanze con contenuto di iodio ("Verografin", "Triombrast", "Gipak", ecc.). Questi agenti sono solubili in acqua e somministrati in parallelo.

Il sangue entra nel cervello dai seguenti bacini: carotideo e vertebro-basilare (sono arterie carotidee e vertebrali).

Di conseguenza, una delle arterie è piena di contrasto. Più probabilmente è l'arteria carotide..

Varietà di ricerca

Il metodo di esecuzione della procedura definisce due tipi di esami:

  • puntura (il contrasto viene infuso esattamente nella nave mediante un ago di puntura);
  • cateterizzazione (l'agente viene iniettato utilizzando un catetere, che è collegato al letto vascolare locale).
MRI

In base all'area dell'area in esame, è possibile rappresentare una scansione cerebrale con contrasto:

  • angiografia generale (viene eseguita la visualizzazione di vasi di diversi calibri);
  • angiografia selettiva (implica la scansione del bacino vertebro-basilare e carotideo);
  • tecnica superselettiva (viene esaminato un vaso che ha un calibro che non corrisponde ad alcun pool di sangue).

Il percorso di imaging vascolare definisce le seguenti scansioni:

  • angiografia classica - radiografie con introduzione preliminare di contrasto nei vasi della testa;
  • Angiografia TC: scansione del sistema vascolare nel cervello con il metodo a raggi X con contrasto preliminare e ulteriore modellazione 3D della visualizzazione del sistema di afflusso di sangue;
  • L'angiografia RM prevede l'esame con il metodo della risonanza magnetica più spesso senza contrasto preliminare.

Caratteristiche dell'angiografia TC e RM

Entrambi i metodi di ricerca sono caratterizzati da un alto tasso di accuratezza ed efficienza, tuttavia, ciascuno di essi ha una serie di caratteristiche che vengono prese in considerazione quando si sceglie una procedura specifica..

Angiografia RM

La risonanza magnetica dei vasi sanguigni ha un piccolo elenco di restrizioni ed è sicura per la salute, poiché spesso viene eseguita senza contrasto. Questo metodo diagnostico è applicabile sia all'esame della rete vascolare che agli elementi dei tessuti molli..

Tuttavia, in caso di lesione cerebrale traumatica, la risonanza magnetica con angiografia non può essere definita una misura efficace. In tali circostanze, è necessario trovare crepe nell'osso cranico, rotture vascolari e malfunzionamenti nel sistema digestivo. La risonanza magnetica dei vasi non è adatta per la diagnosi della struttura ossea e del fluido.

Angiografia TC

La diagnosi è accompagnata dall'introduzione di un mezzo di contrasto sotto la pelle nel sistema venoso dell'avambraccio. La procedura sarà un metodo diagnostico appropriato nei casi di rilevamento di patologie del tessuto osseo o in caso di aneurisma aortico.

Durante la procedura, il medico determina la lunghezza dell'area patologica, identifica la presenza di coaguli di sangue e coaguli (previa loro visualizzazione), valuta la possibilità di eseguire l'operazione.

Indicazioni per

Tra le prescrizioni chiave per eseguire un'angiografia cerebrale:

  • l'assunzione dello sviluppo di un aneurisma arterioso (artero-venoso) dei vasi dell'area locale;
  • manifestazione di sintomi di malformazione artero-venosa;
  • lo sviluppo di stenosi o blocco dei vasi cerebrali (vengono rilevate la presenza di deformità vascolari aterosclerotiche e la necessità di ulteriori interventi chirurgici);
  • determinazione del grado di contatto della rete vascolare sanguigna del cervello con la neoplasia al fine di pianificare l'intervento chirurgico;
  • controllo della posizione delle clip sui vasi dell'organo del pensiero.
Aneurismi cerebrali

I reclami del paziente su vertigini, emicranie, presenza di rumore nella testa non sono considerati indicazioni dirette per la scansione.

Una persona con sintomi simili viene esaminata da un neurologo che determina se l'angiografia è giustificata in un caso clinico specifico..

Foglio delle controindicazioni

Nella tabella seguente, presentiamo un elenco di limitazioni alla conduzione di vari tipi di ricerca:

EventoLimitazione
raggi X
Angiografia TC
- infezione acuta
- contrasto allergia
- diabete mellito (tipo 2)
- periodo di partorire un figlio
- mieloma
- malattia della tiroide
- gravi malattie renali, epatiche e cardiovascolari
MRI con angioprogramma- pacemaker impiantato, impianti metallici ortopedici e ortodontici, clip vascolari
- insufficienza cardiaca
- intolleranza agli spazi ristretti
Ulteriori controindicazioni per entrambi i metodi diagnostici includono: il peso della persona sottoposta a scansione è superiore a 120 kg, malattia mentale (può essere utilizzata l'anestesia), cattiva salute del paziente.

Fase preparatoria

Prima di eseguire l'angiografia cerebrale dei vasi sanguigni (diagnostica a raggi X, TC o MRI), vengono eseguiti test di laboratorio: emocromo completo, urina, analisi biochimica del fluido biologico, impostazione del gruppo sanguigno, fattore Rh.

Prima della procedura (due giorni prima) la persona sottoposta a scansione deve interrompere l'uso di farmaci che influenzano la velocità di coagulazione del sangue.

Prima dell'esame, il medico esegue un esame visivo del paziente e riceve l'approvazione per la diagnosi.

Poche ore (6-8) prima di eseguire l'angiografia dei vasi del cervello e del collo, la persona sottoposta a scansione dovrebbe rifiutarsi di mangiare.

Se c'è un'attaccatura dei capelli nel sito di iniezione dell'ago, deve essere rasato. Alla vigilia dello studio, si consiglia a una persona di usare sedativi..

Se si prevede di determinare le malattie vascolari dell'organo principale del sistema nervoso centrale utilizzando il contrasto, il paziente deve essere testato per una reazione allergica.

Durante l'evento, una piccola quantità di farmaco viene iniettata per via sottocutanea in una persona, quindi viene monitorato il benessere del paziente.

Se si verificano fenomeni indesiderati (sotto forma di eruzione cutanea, nausea, vomito, ecc.), L'angiografia viene annullata. In tal caso, si consiglia di utilizzare la risonanza magnetica delle arterie senza contrasto.

Se la risonanza magnetica è pianificata in modalità angiografica senza l'introduzione del contrasto, non è necessario seguire una dieta alla vigilia della procedura o rifiutarsi di usare i farmaci.

L'unica cosa che il paziente dovrebbe fare prima dell'esame è sbarazzarsi di oggetti metallici e gioielli.

Avanzamento dell'esame

L'attività inizia con l'iniezione del mezzo di contrasto (se necessario). L'agente entra in una vena nel gomito o nell'avambraccio. Non vengono utilizzati più di 100 ml del farmaco.

Le azioni mediche non causano dolore alla persona, alcune persone sottoposte a scansione provano una leggera sensazione di calore.

Nella fase successiva, la persona sottoposta a scansione si trasforma in indumenti usa e getta e si sdraia su un tavolo attrezzato, che, durante l'esame, si sposterà sulla parte ad anello dell'apparato. Durante la procedura, la persona deve rimanere immobile..

Somministrazione dell'agente di contrasto

Il processo diagnostico non causa disagio al paziente. L'ossigeno viene fornito al tomografo, il dispositivo è rumoroso, può apparire un crepitio - se necessario, al paziente viene offerto di utilizzare tappi per le orecchie o cuffie.

Se il paziente ha bisogno di aiuto, può sempre contattare uno specialista tramite il microfono incorporato o un pulsante all'interno dell'apparecchiatura..

Il sondaggio dura in media circa mezz'ora. Dopo che il tavolo è fuori dal cilindro, il candidato può alzarsi, vestirsi e lasciare la stanza. I risultati dello studio vengono consegnati al paziente.

L'esame non è correlato ad un intervento chirurgico tradizionale, è una procedura piuttosto difficile che mette a dura prova gli organi del paziente. Questa affermazione è particolarmente rilevante in relazione alla ricerca con contrasto.

Pertanto, dopo la diagnosi, il soggetto è sotto la supervisione di specialisti per prevenire conseguenze indesiderate..

Tra gli appuntamenti di riabilitazione obbligatori: monitoraggio regolare della temperatura corporea del paziente e esame dell'area di puntura.

Possibili complicazioni

Nonostante la relativa sicurezza dell'angiografia, la scansione può portare a una serie di reazioni avverse, tra cui:

  • la comparsa di un'allergia all'agente di contrasto iniettato, che porta a shock anafilattico;
  • la formazione di un processo infiammatorio (nevrosi) di tessuti circondati da una nave che si sviluppa a causa della penetrazione del contrasto in essa;
  • sviluppo di insufficienza renale acuta.

Una reazione allergica è la più comune delle anomalie indesiderate raramente osservate. La reazione ai farmaci contenenti iodio appare inaspettatamente e progredisce bruscamente. Le possibili manifestazioni di questa reazione collaterale includono:

  • rigonfiamento;
  • arrossamento della pelle;
  • prurito;
  • bassa pressione sanguigna;
  • letargia;
  • svenimento.

L'uso di mezzi di contrasto per raggi X non ionici aiuterà a prevenire la comparsa di shock anafilattico.

Lo stravaso è il risultato di una scarsa tecnica di puntura della parete arteriosa. In tali circostanze, l'arteria viene perforata: il farmaco di contrasto entra nei tessuti molli vicino all'arteria, provocando un processo infiammatorio o, meno spesso, una sindrome necrotica.

L'insufficienza renale acuta si manifesta con fallimenti precedentemente diagnosticati nel funzionamento dell'apparato renale. Questa reazione avversa si verifica quando viene utilizzato il contrasto..

Poiché i reni sono coinvolti nel ritiro dell'agente ausiliario, gli organi subiscono un carico significativo. Ciò si traduce in ischemia parenchimale e disfunzione renale..

Per ridurre l'intensità del carico sull'organo escretore e accelerare il processo di rimozione del contrasto dal corpo, dopo la diagnosi, si consiglia al paziente di bere molto.

La valutazione delle condizioni del sistema urinario è una tecnica obbligatoria che precede l'angiografia del sistema vascolare del cervello.

Problema di costo

Il costo di una risonanza magnetica o TC delle vene del cervello varia a seconda delle specifiche della scansione. Il costo medio di una TAC in Russia è di 2500 rubli, una diagnosi di risonanza magnetica è di 3000 rubli.

L'angiografia dei vasi della testa e del collo è un metodo diagnostico affidabile e abbastanza sicuro e rivela molti processi indesiderati locali. Sulla base del metodo di imaging dei tessuti, ci sono diagnostica classica, TC e RM..

Nei primi due casi l'esame diretto è necessariamente preceduto dall'iniezione di un mezzo di contrasto; con l'angiografia RM spesso si esclude il contrasto. Esistono numerose controindicazioni per ogni tipo di procedura diagnostica.

L'esame dura circa 30 minuti. Le potenziali complicanze includono insufficienza renale, infiammazione dei tessuti (necrosi), reazione allergica al contrasto. Il costo della ricerca è determinato dalle specifiche dell'evento.

Perché è necessaria l'angiografia dei vasi del cervello e del collo ed è sempre possibile eseguire questo studio

L'angiografia cerebrale è un metodo accurato e informativo utilizzato per diagnosticare disturbi circolatori. Mostra i vasi, la loro struttura, curve, caratteristiche. Le informazioni ottenute riflettono in modo più completo e accurato il flusso sanguigno di arterie e vene, la loro condizione.

Caratteristica

Il metodo angiografico di studio oggi è il metodo migliore per diagnosticare patologie vascolari. Consente di ottenere un'immagine funzionale e anatomica del flusso di corrente. Viene eseguito sotto l'influenza dei raggi X o di un campo magnetico. Il più informativo con l'introduzione di farmaci per creare contrasto con altri tessuti. Il farmaco viene iniettato attraverso un catetere posizionato nell'arteria vertebrale, carotide o femorale. In questo caso, parlano del metodo di cateterizzazione. Se il farmaco viene iniettato attraverso una puntura della nave studiata, il metodo viene chiamato puntura.

Tipi di angiografia utilizzati oggi in medicina:

  1. Flebografia. Lo studio si propone di studiare le vene delle gambe.
  2. Angiografia di organi interni e reni.
  3. La coronografia studia la struttura vascolare del cuore.
  4. Angiografia dei vasi cerebrali.

Secondo il sito di ricerca, generale, selettivo e superselettivo sono divisi. Durante un esame generale, vengono visualizzati tutti i vasi cerebrali. L'angiografia selettiva esamina l'area intorno a un singolo vaso. Superselettivo ti permette di esplorare uno dei piccoli rami delle arterie principali. In questo caso è possibile un intervento microchirurgico simultaneo..

L'angiografia utilizza vari metodi: radiografia, risonanza magnetica e tomografia computerizzata. Di conseguenza, ci sono studi classici, angiografia TC e RM..

Indicazioni

Frequenti mal di testa, disturbi del linguaggio, disturbi dell'andatura, comparsa di "mosche" davanti agli occhi, tinnito sono un'indicazione per contattare un terapista o un neurologo. Lo specialista chiarirà i sintomi, la storia medica, prescriverà ulteriori metodi di esame, se ci sono indicazioni ed è impossibile scoprire la causa delle violazioni, darà un rinvio per l'angiografia dei vasi del collo e della testa. Il dolore alla testa, lo svenimento e l'andatura disturbata da soli non giustificano questo esame.

Viene prescritto un esame per controllare le clip installate e se si sospetta una malattia:

  • aneurisma;
  • stenosi;
  • aterosclerosi;
  • trombosi;
  • emorragia;
  • occlusione;
  • neoplasie;
  • malformazione vascolare;
  • epilessia.

L'angiografia dei vasi cerebrali viene eseguita solo come prescritto da un medico.

Formazione

Prima di eseguire l'angiografia dei vasi cerebrali, è necessario eseguire la preparazione, che include una visita medica del corpo. Include elettrocardiografia, fluorografia. Tra i metodi strumentali, molta attenzione è rivolta all'ecografia dei reni. Se ci sono violazioni, il medico suggerirà di sostituire l'esame con l'introduzione di un mezzo di contrasto con MRA o altri metodi diagnostici.

È necessaria un'analisi delle urine e del sangue, compreso uno studio di coagulabilità, biochimica, gruppo sanguigno, rhesus. Le analisi non dovrebbero essere più vecchie di 5 giorni.

Se la procedura è accompagnata dall'introduzione di una sostanza contenente iodio, è necessario chiarire il farmaco. Questo farmaco provoca gravi allergie, quindi, 1-2 giorni prima dell'esame, è necessario verificarne la sensibilità. Per questo, fino a 2 ml della sostanza vengono iniettati per via endovenosa. In caso di edema, prurito, iperemia, tosse, mal di testa, irritazione, al paziente viene offerto di sottoporsi a MRA dei vasi cerebrali o un'altra sostanza viene utilizzata per il contrasto.

Non è consigliabile assumere alcol 2 settimane prima dell'esame. Per 7 giorni, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la coagulazione del sangue. Su consiglio di un medico, prendere in anticipo un farmaco antiallergico e un sedativo. A volte si consiglia di pulire in anticipo l'intestino..

Per evitare vomito e nausea, mangiano per l'ultima volta 8-10 ore prima della procedura, bevono per 4 ore. Prima dell'esame si consiglia di lavare e, se necessario, rimuovere i peli dal sito di previsto inserimento del catetere. Rimuovere tutti i gioielli prima della procedura.

L'angiografia cerebrale, prescritta per le persone con malattie croniche, richiede una preparazione aggiuntiva:

  1. Con l'ipertensione, è necessario normalizzare la pressione sanguigna.
  2. Per alleviare le aritmie, prendi preparati di potassio, ad esempio Panangin.
  3. In caso di dolore cardiaco o malattia coronarica, viene prescritta nitroglicerina, Sustak.
  4. Se al paziente vengono diagnosticate malattie respiratorie croniche, viene eseguita una terapia antibiotica preliminare.
  5. In caso di funzionalità renale compromessa, il corpo è saturo di acqua - viene eseguita l'idratazione.

Cosa mostra l'angiografia MRI dei vasi cerebrali?

L'angiografia del cervello è considerata un metodo hardware efficace per esaminare e valutare un letto vascolare chiuso. Consente di rilevare l'espansione o il restringimento patologico anche dei vasi più piccoli, per determinare la localizzazione di neoplasie, coaguli di sangue, emorragie e altri disturbi che non possono essere rilevati in altri modi. Inoltre, la procedura viene eseguita sotto forma di misure preparatorie prima dell'intervento chirurgico al cervello. Questa diagnosi viene eseguita nel trattamento delle ferite da arma da fuoco e da coltelli profondi..

p, blockquote 2,0,0,0,0 ->

  • L'essenza del sondaggio
  • Tipi di angiografia
  • Quando nominato
  • Chi dirige
  • Misure preparatorie
  • Angiografia classica
  • Angiografia TC delle navi
  • Angiografia RM
  • Possibili complicazioni
  • Decodificare i risultati

L'essenza del sondaggio

Questo tipo di diagnosi consiste nell'esame radiografico della testa, del cuore, della cavità addominale, del rachide cervicale, degli arti, del torace. In questo caso viene visualizzato il sistema venoso, arterioso e anche capillare, attraverso il quale viene effettuato un flusso sanguigno continuo.

p, blockquote 3,1,0,0,0 ->

L'angiografia delle arterie cerebrali viene eseguita dopo aver contrastato l'arteria carotide, che fornisce attivamente sangue al cervello. Per questo, i farmaci contenenti particelle di iodio vengono somministrati per via parenterale:

p, blockquote 4,0,0,0,0 ->

  • Trazografo.
  • Uropolinum.
  • Hypak.
  • Novatrizoat.
  • Triyotrast.
  • Triombrast.

Sono tutti relativamente sicuri, solubili in acqua e raramente causano reazioni avverse. Le persone con funzionalità renale compromessa sono difficili da tollerare tali farmaci, poiché il rischio di shock anafilattico causato da una reazione allergica allo iodio aumenta significativamente.

p, blockquote 5,0,0,1,0 ->

Tipi di angiografia

p, blockquote 6,0,0,0,0 -> p, blockquote 7,0,0,0,1 ->

Esistono diversi tipi popolari di questa diagnosi. Differiscono a seconda di:

  1. Dal metodo di contrasto:
  • Puntura, in cui il contrasto radiopaco viene iniettato direttamente nel vaso studiato.
  • Cateterismo angiografico del cervello, prevede l'erogazione del mezzo di contrasto tramite catetere.
  1. Dall'area soggetta a contrasto:
  • Angiografia generale, quando i vasi del cervello o del midollo spinale sono piccoli e più grandi vengono esaminati fornendo contrasto attraverso un catetere fissato a una parte dell'aorta.
  • Selettivo (selettivo) viene effettuato mediante l'introduzione del contrasto a raggi X nei vasi sanguigni mediante puntura o metodo del catetere.
  • Superselettivo, in cui vengono esaminati i vasi più piccoli del flusso sanguigno.

    Quando nominato

    L'angiografia delle malattie vascolari del cervello o del midollo spinale viene eseguita se si sospetta la loro presenza, nonché nello sviluppo di altre malattie associate allo stato patologico dei tessuti cerebrali.

    • Aterosclerosi, in cui i vasi si restringono a causa dell'accumulo di placche di colesterolo sulle pareti vascolari. Rilevando la patologia in tempo, puoi evitare le gravi conseguenze della malattia.
    • Aneurisma.
    • Malformazioni artero-venose.
    • Formazione di trombi.
    • L'angiografia cerebrale è indicata per gravi attacchi di cefalea, quando i metodi diagnostici non invasivi non rivelano la vera causa del disturbo.
    • Vertigini sistematiche, che portano alla perdita di coordinazione dei movimenti.
    • Nausea, accompagnata da vertigini e mal di testa. Gli attacchi mattutini sono considerati particolarmente pericolosi..
    • Convulsioni dovute a epilessia o lesioni cerebrali traumatiche acute.
    • Ripetuta perdita di coscienza senza una ragione apparente.
    • Possibile sviluppo di cancro. Dopo aver ricevuto un modello di un tumore in formato 3D, un neurochirurgo può analizzare le sue azioni in anticipo prima di eseguire un'operazione, il che ridurrà i tempi dell'intervento e aumenterà le possibilità di successo..
    • Alta pressione intracranica cronica.
    • Sentivo costantemente un ronzio, un rantolo, un ronzio nelle orecchie.
    • Emorragia intracranica.
    • Sintomi neurologici focali.
    • Insufficienza cerebrale.
    • Ematomi intracranici.

    Chi dirige

    La procedura può essere prescritta da:

    • Neurochirurgo impegnato nell'eliminazione operativa dei disturbi patologici del sistema nervoso.
    • Un neurologo specializzato nel sistema nervoso centrale. Si occupa dei sintomi delle malattie nervose, della loro terapia e prevenzione.
    • Angiosurgeon, diagnostica ambulatoriale, spiega come prepararsi per l'esame e come evitare reazioni negative.
    • Flebologo, specialista nel trattamento e nella prevenzione delle malattie venose causate da alterazioni del flusso sanguigno.
    • Un radiologo che studia gli effetti delle radiazioni ionizzanti e delle patologie associate all'effetto di queste radiazioni su una persona.

    Misure preparatorie

    Prima di iniziare la procedura, al paziente viene spiegato cos'è l'angiografia cerebrale e come prepararsi per essa. È obbligatorio un test per la suscettibilità allo iodio. 2 ml di una sostanza contenente iodio vengono iniettati per via endovenosa e il benessere della persona viene monitorato.

    • Edema.
    • Tosse.
    • Prurito.
    • Irritazione.
    • Burning.
    • Rossore sulla pelle.
    • Mal di testa

    l'esame con mezzo di contrasto non viene eseguito. In alternativa, viene prescritta l'angiografia RM, dove non è richiesta la somministrazione obbligatoria di agenti di contrasto.

    Prima della manipolazione, il paziente deve sottoporsi a una serie di esami di laboratorio:

    • Esami generali del sangue e delle urine.
    • Ecografia renale.
    • Elettrocardiogramma.
    • Visita anestesista.

    Il fattore Rh e il gruppo sanguigno del paziente vengono stabiliti in anticipo in caso di sanguinamento grave durante l'esame.

    L'angiografia cerebrale non richiede l'annullamento della terapia farmacologica precedentemente prescritta. Sono esclusi solo i farmaci che fluidificano il sangue per prevenire le emorragie. 8-10 ore prima della procedura, il paziente si astiene dal cibo. È vietato bere acqua 4 ore prima dell'esame. Prima dell'angiografia, vengono rimossi gli oggetti metallici che possono distorcere le immagini. Se l'ansia è grave, al paziente può essere somministrata un'iniezione di sedativo.

    Angiografia classica

    Questo studio è stato ampiamente utilizzato prima dell'avvento della TC e della RM. Il metodo consente di identificare aneurismi, tumori, adesione o restringimento dei vasi sanguigni, formazione di ansa, posizione e natura del blocco. In presenza di metodi più moderni, l'angiografia classica (cerebrale) dei vasi del cervello e del midollo spinale viene utilizzata meno spesso.

    Il processo inizia con l'anestesia locale e l'introduzione di una puntura nell'arteria carotide esterna di circa 10 mg di contrasto riscaldato fino alla normale temperatura corporea. Quindi scattano le foto con una pausa di un paio di secondi. Ciò consente in una sequenza chiara di valutare il flusso sanguigno, di visualizzare il tipo e la posizione della patologia, se presente.

    L'angiografia del cervello non viene eseguita in caso di:

    • Intolleranza alle particelle di iodio.
    • Disordini mentali.
    • Grave aterosclerosi.
    • Ipertensione arteriosa.
    • Tromboflebite.
    • Infiammazione acuta.
    • Malattie infettive.
    • Insufficienza renale.
    • Coma.

    La procedura è controindicata per bambini e donne in gravidanza..

    Angiografia TC delle navi

    Il processo preparatorio è simile all'angiografia convenzionale. Dopo un test positivo per la suscettibilità allo iodio, il paziente viene iniettato per via endovenosa con contrasto. I raggi X vengono quindi eseguiti in sequenza. Le immagini risultanti del cervello vengono convertite in modelli 3D con vasi sanguigni chiaramente visibili.

    I vantaggi di questo sondaggio includono:

    • Mancanza di intervento chirurgico, che sotto forma di puntura viene eseguita con semplice angiografia.
    • La dose ridotta di radiazioni non ha un effetto negativo sul corpo.
    • Il metodo di calcolo altamente informativo supera significativamente l'angiografia convenzionale.

    L'angiografia TC del cervello è prescritta per stenosi, aneurisma, patologie dello sviluppo vascolare, trombosi. Nelle cliniche progressive, forniscono servizi di angiografia SCT utilizzando tomografi computerizzati più avanzati.

    L'angiografia TC è controindicata per:

    • Intolleranza alle particelle di iodio.
    • Insufficienza renale acuta.
    • Mieloma.
    • Aritmie.
    • Tachicardie.
    • Gravidanza in qualsiasi momento e allattamento.
    • Disturbi del sistema endocrino
    • Diabete mellito.
    • Coma.

    Angiografia RM

    Il funzionamento di un imager a risonanza magnetica non si basa sui raggi X, ma su un campo magnetico. L'angiografia MRI dei vasi cerebrali, a seconda dello scopo dello studio, viene eseguita con successo sia con che senza mezzo di contrasto.

    La diagnostica è consigliata per:

    • Difetti cardiaci congeniti.
    • Dissezioni di aneurisma.
    • Arterite.

    L'angiografia RM non richiede una preparazione speciale. Segui una dieta e giorni di digiuno, non è necessario limitare l'assunzione di farmaci precedentemente prescritti.

    Il sondaggio non viene eseguito quando:

    • Claustrofobia.
    • Disponibilità di impianti (pacemaker, stimolatori nervosi, protesi valvolari cardiache, ecc.).
    • Disordini mentali.
    • Obesità (se il paziente pesa più di 180 kg, si consiglia di utilizzare tomografi progettati per 400 kg).
    • Insufficienza cardiaca.
    • Gravidanza.

    Il principale svantaggio di un tale sondaggio è la durata della procedura, che in media richiede almeno 40 minuti. Il paziente deve giacere immobile nella camera del tomografo. Se, a causa di alcune malattie, non è possibile mantenere l'immobilità, la diagnosi viene eseguita in anestesia.

    Possibili complicazioni

    Il paziente a cui è stato assegnato questo esame deve sapere come viene eseguita l'angiografia dei vasi cerebrali, di cosa si tratta e quali difficoltà si possono incontrare.

    Le manifestazioni indesiderabili includono:

    • Stravaso (diffusione accidentale di farmaci). Si verifica quando una sostanza contenente iodio entra nei tessuti situati vicino alla nave danneggiata. Ciò accade quando una parete venosa viene perforata o quando si rompe a causa della pressione creata quando il farmaco viene iniettato.
      Se vengono iniettati fino a 10 ml di farmaco, non ci sono conseguenze. Se viene ingerita una quantità maggiore, è possibile che il processo infiammatorio della pelle si sviluppi fino alla morte dei tessuti.
    • L'intolleranza allo iodio è la complicanza più grave. I moderni agenti di contrasto a raggi X sono relativamente sicuri, il che ha notevolmente ridotto l'incidenza di incidenti spiacevoli. Le allergie spesso si manifestano inaspettatamente.
      C'è una sensazione di bruciore, arrossamento, gonfiore nell'area di somministrazione del preparato di iodio. C'è mancanza di respiro, letargia, sudorazione. Calo della pressione sanguigna. Le stanze dove viene eseguita l'angiografia delle arterie cerebrali sono fornite di farmaci per il trattamento di emergenza in caso di shock anafilattico..
    • Insufficienza renale acuta. Si sviluppa a causa del fatto che il contrasto viene escreto dai reni, cioè in modo naturale. Se il funzionamento del sistema renale è compromesso, una grande quantità di sostanze contenenti iodio può causare ischemia della corteccia renale e portare a un'esacerbazione delle malattie esistenti. Pertanto, prima della procedura che utilizza il contrasto, assicurarsi di controllare il lavoro del sistema escretore..

    Decodificare i risultati

    Ogni tipo di nave fornisce un'immagine specifica delle immagini, che vengono valutate da uno specialista. Anche i contorni e il restringimento uniforme degli spazi sono considerati la norma. La radiazione a raggi X differisce nel corpo, a seconda della densità di strutture e tessuti. Nelle immagini, la densità viene visualizzata nelle seguenti tonalità:

    • Il tessuto osseo nell'immagine è bianco.
    • I vasi e il liquore sono neri.
    • Il midollo è di colore grigio.

    Nonostante gli svantaggi esistenti, l'angiografia cerebrale è considerata il metodo diagnostico più efficace. La stragrande maggioranza dei pazienti si sente bene alla fine dell'esame. Dopo l'osservazione stazionaria quotidiana, possono tornare a casa. Solo il 5% dei casi presenta complicazioni.

    Data di pubblicazione: 27.06.2017

    Neurologo, riflessologo, diagnostico funzionale

    33 anni di esperienza, la massima categoria

    Competenze professionali: Diagnostica e cura del sistema nervoso periferico, malattie vascolari e degenerative del sistema nervoso centrale, trattamento del mal di testa, sollievo delle sindromi dolorose.


Articolo Successivo
Idrocefalo del cervello in un adulto