Angiopatia retinica in un bambino



La retina è permeata di capillari sanguigni. Nutrono l'occhio, permettendogli di vedere normalmente. L'angiopatia retinica in un bambino è una malattia oftalmica. Ciò è dovuto al fatto che il sistema arterioso del corpo è un tutto unico. Pertanto, i problemi con un'area dei capillari influenzano inevitabilmente gli altri..

Cause di patologia

È importante capire che l'angiopatia nei neonati non è una malattia separata. Comprendere le specifiche di questo stato della retina consentirà di diagnosticare correttamente e adottare misure tempestive per il trattamento.

L'angiopatia è una condizione della rete capillare retinica. Questi sono cambiamenti, a seguito dei quali l'afflusso di sangue a una parte dell'occhio viene interrotto. Di conseguenza, in un neonato, entrambi iniziano a sperimentare una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive. Ciò porta allo sviluppo di malattie associate alla disabilità visiva nei neonati. Se la situazione è iniziata, il bambino può diventare cieco..

Inoltre, l'angiopatia non è una malattia. Questa è una conseguenza di altre patologie nel corpo. È necessario agire sulla causa che ha portato alla violazione dell'attività vascolare dei capillari retinici.

Per capire, si dovrebbero sottolineare le malattie che possono causare lo sviluppo dell'angiopatia:

  • Aumento della pressione intracranica. È associato a una lesione alla nascita. Di conseguenza, il lavoro dell'intero sistema vascolare viene interrotto. Di conseguenza, il danno alla testa nei neonati può portare alla formazione di angiopatia;
  • Nell'infanzia ci sono patologie immunitarie, difetti nello sviluppo dei vasi sanguigni. Queste sono condizioni congenite che portano alla deformazione vascolare. E si diffonde al corpo, coprendo gli occhi del bambino;
  • Nell'infanzia, le lesioni spinali non sono escluse. Il rischio di lesioni alla testa e al collo esiste per i neonati. Nel frattempo, le conseguenze di tali lesioni possono essere espresse nell'angiopatia..

Tipi di malattia

La medicina distingue diversi tipi di angiopatia nei bambini. Inoltre, può svilupparsi a un anno e mezzo, essere presente alla nascita o manifestarsi solo in età scolare. Pertanto, è importante monitorare la salute del bambino e prestare attenzione ai sintomi. Tuttavia, per comprendere le caratteristiche dell'angiopatia, è necessario considerare i suoi tipi:

Angiopatia diabetica (retinopatia)

Questa condizione può essere causata dal diabete mellito. Cioè, è una malattia sottostante che porta a una ridotta attività vascolare..

Angiopatia ipertensiva (retinopatia)

Il mancato afflusso di sangue è spesso associato a patologie di tipo ipertensivo. Deformano le arterie, le vene. Di conseguenza, lo spessore delle pareti dei vasi cambia, il che porta all'angiopatia..

Angiopatia traumatica

Ad esempio, con forti effetti traumatici sulla testa, sulla colonna vertebrale, direttamente sull'occhio, può svilupparsi angiopatia. Questi processi possono richiedere molti anni per essere completati..

Pertanto, ogni forte colpo può portare a una graduale deformazione delle arterie retiniche. Per sostituire nel tempo lo stato pericoloso dei capillari, è necessario sottoporsi ad una visita oftalmologica completa ogni pochi mesi.

Angiopatia ipotonica

Associato con abbassamento della pressione sanguigna di fondo. Di conseguenza, con il suo livello basso, c'è sempre il rischio di sviluppare un'angiopatia di questo tipo..

Angiopatia giovanile

Questa condizione è causata da un processo infiammatorio che si verifica nei capillari. Di conseguenza, i vasi sanguigni nella retina vengono convertiti in tessuto connettivo. La fase finale nello sviluppo di questa condizione è la perdita della vista. Tutte le malattie associate a danni ai capillari possono causare angiopatia retinica.

Sintomi di angiopatia retinica

La sintomatologia di questa condizione non è pronunciata, come, ad esempio, nel meibomite. Lo sviluppo della patologia si verifica all'interno dell'occhio e non è associato a dolore, pressione, comparsa di foche o altre manifestazioni. Questa è la difficoltà di identificare la patologia.
Di norma, l'angiopatia viene rilevata durante l'esame di pazienti con malattie degli occhi. Queste malattie sorgono e si sviluppano proprio sullo sfondo di problemi con i vasi della retina. E questa condizione, a sua volta, provoca una diminuzione dell'acuità visiva e altre malattie degli occhi. Ma questo significa già lo sviluppo dell'angiopatia. Questa condizione è molto grave e richiede un intervento chirurgico..

Se parliamo di sintomatologia, allora non esiste come tale. Dopo tutto, l'angiopatia è una condizione dei capillari retinici causata da lesioni vascolari. Ma se l'occhio è notevolmente arrossato, questo potrebbe essere un sintomo di episclerite..

Pertanto, è possibile identificare il potenziale rischio di sviluppare angiopatia. Ad esempio, la pressione sanguigna bassa o il diabete mellito indicano il verificarsi di problemi ai capillari retinici. Pertanto, per non avviare la situazione, è necessario, parallelamente al trattamento della malattia sottostante, essere osservato da un oftalmologo. Ciò ti consentirà di controllare il processo e reagire ai cambiamenti negativi nel tempo..

La frequenza delle indagini in presenza di rischi è di circa sei mesi. Dopotutto, l'angiopatia non si sviluppa in un paio di giorni. Pertanto, quando viene rilevato, sarà possibile adottare misure per interrompere il processo e mantenere la visione in uno stato normale..

Diagnostica

In questo caso, esiste un solo metodo per diagnosticare questa condizione. Questo è un esame oftalmico della retina. Viene eseguito da un medico utilizzando attrezzature speciali. Consente di vedere la retina e valutare la conservazione dei capillari.
L'ecografia è una buona opzione per esaminare l'occhio. La foto e la descrizione risultanti daranno una chiara comprensione di come si sta sviluppando la situazione. Di norma, è necessario quando viene rilevata l'angiopatia per controllarne lo sviluppo..

Metodi di trattamento

Si distinguono per diversi e vengono utilizzati in un complesso, completandosi a vicenda. Inoltre, l'utilizzo di una particolare tecnica è associato allo stadio dell'angiopatia e alla presenza di rischi di perdere la vista.

Trattamento farmacologico

Agirà direttamente sui capillari retinici. Tali farmaci attivano il flusso sanguigno, rendono i vasi più percorribili. La stimolazione dell'attività vascolare consente di saturare la retina con sostanze utili e ossigeno. Di conseguenza, l'acuità visiva rimarrà entro i limiti normali.

Fisioterapia

Ha un eccellente effetto sullo stato dei vasi sanguigni. Ad esempio, in medicina vengono utilizzati stimolazione del colore, procedure magnetiche e così via. Tutti mirano a migliorare le condizioni dei vasi sanguigni e della retina. È necessario prevenire l'ulteriore sviluppo dell'angiopatia. In questo caso, la fisioterapia viene sempre eseguita sullo sfondo di un'osservazione regolare del paziente, valutazione delle sue condizioni.

Dieta

Di per sé non può curare l'angiopatia. Dopo tutto, questa non è una malattia, ma una condizione della rete capillare. L'impatto dovrebbe essere diretto al disturbo che ha portato a questa condizione. Tuttavia, la dieta avrà un effetto positivo. Pertanto, è necessario rinunciare al cibo pesante. La cosa principale è abbassare i livelli di colesterolo. Per l'angiopatia, qualsiasi dieta raccomandata per le persone con malattie vascolari funziona bene..

Rimedi popolari

Inutile in caso di angiopatia. Dopotutto, è possibile influenzare le navi solo in modo generale. Cioè, è necessario migliorare le loro condizioni in tutto il corpo. Questo porterà sicuramente a migliori capillari oculari. Pertanto, i rimedi popolari possono avere un effetto di supporto, mantenendo la pressione sanguigna totale..
Durante il trattamento, è importante capire che qualsiasi effetto è locale e mira a mantenere lo stato normale dei capillari e della retina stessa. E, soprattutto, il trattamento dovrebbe essere mirato ad eliminare la malattia che ha portato allo sviluppo dell'angiopatia..

Angiopatia retinica nei neonati

La medicina crede che non esista nulla del genere. Dopotutto, ha bisogno di tempo per svilupparsi sullo sfondo della malattia sottostante. E i neonati non possono acquisirlo, poiché la loro durata di vita è di poche settimane. Lo stesso vale per la nascita di bambini prematuri..

Previsione della progressione della malattia

Con lo sviluppo della malattia, anche l'angiopatia progredirà. Se non agisci e non lo tratti, porterà sicuramente alla perdita della vista. All'inizio, l'acuità visiva si deteriora. E dopo alcuni anni, una persona può diventare cieca del tutto..

Angiopatia retinica in un bambino: cause, sintomi e trattamento. Oculista per bambini

L'angiopatia retinica in un bambino è un fenomeno patologico che si verifica frequentemente. Con questa malattia, i vasi del fondo sono colpiti. In effetti, eventuali cambiamenti associati al deterioramento della loro condizione, struttura, funzionalità sono una conseguenza di altri gravi disturbi nel corpo e, pertanto, il trattamento di una malattia come l'angiopatia dovrebbe essere affrontato sistematicamente..

Questa malattia si sviluppa sia in tenera età che in età adulta. L'angiopatia, di regola, colpisce entrambi gli occhi e la caratteristica principale della patologia è una rapida diminuzione della qualità dell'afflusso di sangue e un indebolimento del trofismo dei tessuti oculari. Solo un trattamento tempestivo fermerà la progressione della malattia..

Angiopatia: varietà e forme della malattia

La prognosi per il recupero dipende in gran parte dal tipo di angiopatia. A seconda della causa che ha causato la malattia degli occhi, la malattia si manifesta nelle seguenti forme:

  • Tipo diabetico: disturbi della vista e del flusso sanguigno del fondo si verificano a causa dello sviluppo del diabete mellito.
  • Tipo ipertensivo - è caratterizzato da un restringimento dei vasi arteriosi o espansione, tortuosità dei vasi venosi. Con l'angiopatia della retina di entrambi gli occhi in un bambino, che si è manifestata sullo sfondo dell'ipertensione, è necessario un trattamento lungo e persistente.
  • Tipo traumatico: questo tipo di patologia si sviluppa a seguito di danni alla regione superiore del tronco, alla testa, agli occhi, alla colonna vertebrale e al torace. La distrofia delle strutture tissutali porta a emorragia e ipossia, dolore e disturbi visivi.
  • Tipo ipotonico: la pressione sanguigna bassa porta ad un indebolimento del tono dei vasi arteriosi e venosi, alla loro espansione e ramificazione.
  • Il tipo giovanile è il tipo più raro di malattia diagnosticato dagli oftalmologi durante l'infanzia e l'adolescenza. Con una tale angiopatia, c'è un alto rischio di degenerazione della retina in tessuto fibroso con il suo successivo distacco..

Ciò che provoca la patologia dei vasi del fondo?

Vari disturbi del sistema cardiovascolare, malattie croniche sono in grado di causare patologie. Le cause dell'angiopatia retinica in un bambino nella maggior parte dei casi clinici risiedono nei seguenti problemi del corpo:

  • pressione sanguigna alta o bassa;
  • lesioni aterosclerotiche dei vasi sanguigni;
  • aumento della pressione intracranica;
  • malattie del sangue che causano cambiamenti nella sua composizione;
  • patologia neurologica;
  • disturbi di natura autoimmune;
  • diabete;
  • danno alle vertebre cervicali;
  • trauma cranico;
  • cardiopatia ereditaria;
  • condurre uno stile di vita asociale.

Malattia nei neonati

Nei neonati, l'angiopatia non può essere una malattia ereditaria. La causa principale della patologia è il danno e il trauma ricevuto dal bambino al momento del passaggio attraverso il canale del parto della madre. A volte lo sviluppo della malattia è provocato da fattori:

  • disturbi nella formazione intrauterina del sistema cardiovascolare;
  • nutrizione di scarsa qualità della madre;
  • anemia durante l'ultimo trimestre di gravidanza.

Spesso, l'angiopatia nei neonati non richiede un intervento medico e scompare da sola dopo un paio di mesi.

Come si manifesta la malattia: sintomi in un bambino

L'angiopatia retinica nei bambini è difficile da diagnosticare superficialmente, ma si manifesta comunque con alcuni sintomi caratteristici. La malattia è lieve, che spesso non ti consente di vedere un medico in una fase precoce della malattia. È necessario affrettarsi a visitare il medico se si hanno i seguenti segni:

  • lo sviluppo della miopia (miopia con astigmatismo) sullo sfondo di processi degenerativi nella retina;
  • l'aspetto di un flusso sanguigno;
  • lacrimazione frequente e irragionevole, fotofobia;
  • lampeggia, lampeggia e "moscerini";
  • sensazioni di un velo davanti agli occhi;
  • ondulazione;
  • possibile perdita della vista a breve termine dopo aver girato la testa;
  • effetti di luce che il bambino vede ad occhi chiusi;
  • sanguinamento dal naso;
  • lamentele di mal di testa e vertigini;
  • "Fulmine" con leggera pressione.

I bambini che non sono in grado di spiegare esattamente cosa li preoccupa dovrebbero essere mostrati a un oftalmologo pediatrico. Se un bambino ha una storia di malattie come diabete mellito, ipertensione arteriosa o ipotensione, è importante sottoporsi a esami regolari con un oftalmologo.

Esame degli organi visivi

La diagnosi di angiopatia retinica in un bambino viene effettuata superando diverse procedure di ricerca. I modi più informativi e affidabili per studiare gli organi visivi nei bambini sono:

  • oftalmoscopia: uno studio dettagliato del fondo utilizzando un dispositivo speciale;
  • angiografia fluorescente: l'uso di un mezzo di contrasto che consente di tracciare il movimento del flusso sanguigno, lo stato dei vasi;
  • perimetria: questo metodo viene utilizzato con maggiore pressione in un bambino e consente di valutare l'angolo del campo visivo;
  • elettroretinopatia: questo metodo consente di rilevare i fallimenti nell'attività bioelettrica dei tessuti retinici.

Come curare una malattia?

L'angiopatia nell'infanzia, come già accennato, non è una patologia indipendente. È più corretto considerarlo come un sintomo che indica la presenza di malfunzionamenti nel corpo. Gli oftalmologi non limitano il trattamento dell'angiopatia retinica in un bambino alla sola assunzione di farmaci. L'enfasi principale nel trattamento della malattia è posta sulla stimolazione dell'emodinamica locale e sulla normalizzazione delle funzioni degli organi visivi. È anche importante esaminare in modo completo il bambino, dopo essersi consultato con altri specialisti strettamente specializzati (neurologo, endocrinologo). Inoltre, nell'angiopatia, l'efficacia del trattamento della malattia è di grande importanza, che ha provocato disturbi nel funzionamento degli organi visivi..

Quindi, nel diabete mellito, la misura principale è il controllo del livello di glucosio nel sangue e la somministrazione tempestiva di insulina. Con l'angiopatia ipertensiva, la regolazione della pressione costante, la coagulazione laser dei vasi sanguigni è necessaria per prevenire le emorragie nel corpo vitreo o nella retina..

Preparativi per l'angiopatia durante l'infanzia

I farmaci aiutano a ripristinare la microcircolazione del sangue nel bulbo oculare. Durante l'infanzia, gli oftalmologi prescrivono più spesso gocce contenenti ingredienti naturali:

  • "Taufon";
  • "Luteina";
  • Taurina;
  • "Emoxipin";
  • "Anthocyanin Forte".

Per prevenire l'emorragia e la formazione di trombi, vengono prescritti angioprotettori: tali farmaci rafforzano le pareti vascolari. Sarà possibile riportare le funzioni visive al livello precedente solo con un approccio corretto e tempestivo al trattamento della malattia, che implica anche il ripristino dell'emodinamica e del trofismo dei tessuti oculari. Per i bambini, i medici ritengono che i farmaci più adatti ed efficaci siano:

  • Solcoseryl;
  • "Pentilina";
  • Trental;
  • "Vasonite";
  • "Arbiflex".

Procedure di trattamento e dieta per l'angiopatia

Oltre alla terapia farmacologica, gli oftalmologi prescrivono complessi vitaminico-minerali costituiti da vitamine dei gruppi A, E, PP, C.Il corso di fisioterapia migliora l'effetto del trattamento conservativo:

  • esposizione laser;
  • elettroforesi;
  • magnetoterapia;
  • cromoterapia;
  • agopuntura.

L'angiopatia retinica in un bambino non può essere definita una malattia incurabile. Con un trattamento tempestivo, visite regolari a un oftalmologo e il rispetto di tutte le sue raccomandazioni, puoi sbarazzarti della malattia per sempre.

Al fine di prevenire la disabilità visiva, è importante fornire una dieta per il bambino. Poiché le malattie, il cui sintomo è l'angiopatia, si ripresentano molto spesso a causa di gravi errori nella nutrizione, i seguenti alimenti dovrebbero essere limitati il ​​più possibile:

  • cibi dolci e ricchi di amido (prodotti da forno);
  • sale;
  • piatti piccanti e grassi;
  • Fast food.

Quali possono essere le conseguenze della malattia?

Un sistema immunitario instabile e imperfettamente non formato, una crescita continua e il processo di formazione di tutti gli organi e sistemi aiutano i bambini a sopportare indolore molte malattie. Nel frattempo, l'angiopatia causata dal decorso di gravi malattie è difficile da trattare. Poiché la retina è la parte più importante del sistema visivo, non si deve permettere che le sue condizioni si deteriorino e, al minimo sospetto di malattia, consultare un oftalmologo.

Senza un'adeguata terapia, un insufficiente apporto di sangue ai vasi del fondo può portare a miopia, distrofia e ischemia retinica in rapido sviluppo. La conseguenza più triste dell'angiopatia in un bambino, accompagnata da malattie croniche, può essere una completa perdita della vista..

Angiopatia retinica in un bambino: principali sintomi e trattamento

Motivi di sviluppo

Angiopatia retinica in un bambino: principali sintomi e trattamento

L'angiopatia retinica in un bambino viene rilevata nelle seguenti condizioni:

  • iperglicemia prolungata (glicemia elevata) nel diabete mellito. I cambiamenti biochimici influenzano la struttura dei vasi retinici, portando a conseguenze patologiche;
  • ipertensione, danneggiando le pareti dei vasi arteriosi;
  • trauma alla nascita con danni al rachide cervicale;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • danno traumatico al bulbo oculare e all'orbita;
  • patologia autoimmune;
  • lesioni ipossiche durante la gravidanza o durante il parto;
  • anomalie nello sviluppo dei vasi sanguigni o della retina.

Questi fattori portano alla comparsa di cambiamenti patologici nella struttura dei vasi sanguigni. Diventano tortuose, compaiono aree allargate o ristrette, che interrompono la nutrizione della retina.

Manifestazioni cliniche

La sconfitta dei vasi retinici porta alla comparsa di sintomi caratteristici nel bambino. Se vengono identificati, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico. L'automedicazione è inaccettabile. I principali segni di angiopatia sono i seguenti:

  • miopia di qualsiasi grado, anche con tendenza ad aumentare;
  • perdita dei singoli campi visivi;
  • la comparsa di emorragie nel bulbo oculare;
  • prurito e fastidio nella zona degli occhi;
  • il bambino si lamenta che gli oggetti diventano sfocati o ci sono lampi di luce.

La miopia, anche lievemente, è un'indicazione per contattare un oftalmologo. Solo uno specialista può fare una diagnosi accurata e scegliere un trattamento.

Rilevazione della malattia

L'angiopatia in entrambi gli occhi richiede un esame completo

Il metodo principale per rilevare l'angiopatia retinica è l'oftalmoscopia. Questo è un metodo che consente di valutare le condizioni del fondo e dei vasi su di esso. La procedura viene eseguita a qualsiasi età, compresi i neonati. Inoltre, vengono effettuati i seguenti studi:

  • elettroretinografia con la determinazione dell'attività bioelettrica della retina. L'identificazione delle deviazioni consente di identificare le aree con afflusso di sangue alterato;
  • la perimetria consente di valutare la sicurezza della visione nei campi visivi;
  • l'angiografia fluorescente viene utilizzata per rilevare alterazioni patologiche nei vasi sanguigni. Durante la procedura viene iniettata nel flusso sanguigno del bambino una sostanza luminosa che contrasta le arterie retiniche.

Inoltre, i vasi sanguigni del collo e della testa vengono esaminati mediante ecografia, angiografia o risonanza magnetica. Se necessario, si tengono consultazioni con un endocrinologo, cardiologo, neurologo e altri specialisti.

Approcci terapeutici

Il compito principale della terapia è eliminare la causa principale dei cambiamenti vascolari in uno o entrambi gli occhi. A tale scopo vengono utilizzati farmaci, fisioterapia e dieta. Tra i medicinali utilizzati ci sono i fondi dei seguenti gruppi farmacologici:

  • farmaci che migliorano la microcircolazione nei vasi retinici. Consentono di prevenire la morte delle cellule responsabili della vista;
  • agenti antipiastrinici che prevengono la formazione di microtrombi. Portano alla progressione della malattia e possono causare complicazioni;
  • complessi vitaminici e minerali.

Quando viene diagnosticato il diabete mellito, vengono prescritti insulina e altri farmaci descritti nelle linee guida cliniche. Un alto livello di pressione sanguigna in un bambino è un'indicazione per l'uso di farmaci antipertensivi e misure diagnostiche di emergenza per identificare la sua causa.

Eventuali farmaci sono prescritti da un medico. I farmaci hanno indicazioni e controindicazioni che devono essere prese in considerazione prima di utilizzarli..

Dalle metodiche di trattamento fisioterapico si utilizzano magnetoterapia, esposizione laser, pneumomassaggio, cromoterapia, ecc. Le procedure sono finalizzate al miglioramento della circolazione sanguigna. La dieta terapeutica si basa sull'esclusione di cibi grassi, fritti, dolciumi e prodotti da forno. La preferenza alimentare è data a frutta, verdura, bacche, latticini fermentati e carni magre..

I genitori, sentendo parlare di angiopatia, chiedono cos'è e qual è la prognosi della malattia per il bambino? Gli oftalmologi ritengono che con il rilevamento tempestivo della malattia e la selezione della terapia volta ad eliminare la causa sottostante, sia possibile un recupero completo mantenendo il livello di acuità visiva. L'automedicazione a lungo termine peggiora la prognosi, poiché favorisce la progressione dei cambiamenti patologici nei vasi retinici e può portare a gravi complicazioni.

Angiopatia retinica in un bambino

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Uno dei segni con cui a un bambino può essere diagnosticata un'angiopatia è un aumento della pressione intracranica. Di solito, il bambino riceve una tale diagnosi a seguito di una lesione alla nascita o di altri motivi per un parto complicato. L'angiopatia retinica in un bambino non è una malattia comune.

Questa malattia nei bambini è caratterizzata da una modifica dei capillari e dei vasi più grandi negli occhi esattamente allo stesso modo degli adulti. Nei bambini, i sintomi della malattia praticamente non compaiono, quindi è impossibile fare la diagnosi necessaria in tempo e prescrivere il trattamento appropriato. Solo in caso di lesioni a uno o entrambi gli occhi, oltre alla testa, il bulbo oculare è macchiato da una rete rossa di vasi danneggiati. E solo questo segno può servire come segnale per controllare le condizioni del fondo. Sebbene con lesioni che comportano disturbi ai vasi del fondo, possono verificarsi dolore, diminuzione dell'acuità visiva e sintomi di ipossia.

Per iniziare il trattamento, è necessario scoprire il motivo per cui sono comparsi i segni di angiopatia. Come negli adulti, la variante della malattia dei bambini si verifica a causa di complicazioni dovute a malattie esistenti nel corpo o lesioni ricevute. Pertanto, i tipi di complicanze vascolari sono ipertensive, diabetiche, ipotoniche, traumatiche o giovanili. La forma diabetica della malattia è molto difficile da trattare, poiché le due malattie sono correlate e il diabete mellito di solito non viene trattato. La forma giovanile della malattia è incurabile a causa della sua eziologia incomprensibile. Le forme ipertensive e ipotoniche della malattia possono essere regolate se i sintomi della malattia sottostante sono neutralizzati e la pressione è normalizzata.

Angiopatia retinica in un neonato

Sempre più giovani genitori si trovano ora ad affrontare la diagnosi di angiopatia retinica in un neonato. Ma non essere nervoso prima del tempo, perché questa situazione non è proprio così. Capiremo il problema e rassicureremo i genitori su questo.

Quindi, la diagnosi viene fatta da un oftalmologo sulla base dell'esame del fondo del neonato. In questo caso, lo specialista osserva la pletora di vene situate nella retina dell'occhio. Questa condizione dei vasi oculari è spiegata dall'aumentata pressione intracranica del bambino, che non è così comune nei neonati..

Gli specialisti, quando diagnosticano un aumento della pressione intracranica nei neonati, si affidano ai dati di un esame del fondo. In questo caso, puoi osservare solo una parte del nervo ottico, il suo taglio è rotondo o ovale. Vicino al nervo, verso la superficie della retina, ci sono i vasi sanguigni, che sono rappresentati da vene e arterie. Aiutano la retina a ricevere nutrimento e ossigeno.

Se il bambino ha ipertensione intracranica, può formarsi un edema del nervo ottico, che cambia la forma del disco nervoso osservato durante l'esame del fondo. Successivamente, le vene e le arterie vengono compresse sotto l'influenza del nervo dilatato e il sangue arterioso inizia a entrare nella retina in un volume più piccolo. Il sangue venoso, di conseguenza, inizia a fluire non tutto, il che dilata le vene e le fa dimenare.

Di conseguenza, si possono distinguere le seguenti fasi, che sono osservate da un medico:

  • deformazione del nervo ottico,
  • restringimento delle arterie,
  • vene varicose.

Ma l'angiopatia retinica nei neonati non dovrebbe essere equiparata alla pletora venosa. Il fatto è che questa complicazione è considerata una lesione della struttura vascolare, che si è verificata a seguito di una violazione della regolazione nervosa. La congestione osservata nelle vene può essere causata dalla posizione del bambino - in piedi o sdraiato, nonché dall'attività fisica svolta in precedenza. Inoltre, è impossibile parlare dello stato dei vasi sanguigni nei neonati come un fenomeno costante..

Angiopatia retinica nei neonati

L'angiopatia retinica nei neonati è una diagnosi controversa e dubbia. Molto spesso, i medici diagnosticano erroneamente lo stato del fondo di un bambino, basandosi solo sui dati sul riempimento delle vene con sangue, sul restringimento delle arterie e sull'aspetto della curvatura dei vasi venosi. Va ricordato che con l'angiopatia ci sono cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni, che si esprimono nel danno tissutale. Tutto questo non può essere affermato nei bambini piccoli. Inoltre, molto spesso, con esami ripetuti dopo un po ', la diagnosi viene rimossa, il che significa la sua impostazione errata all'inizio..

Si può dire che nel nostro territorio nei paesi post-sovietici questa diagnosi è molto comune tra i neonati, ma nei paesi europei è del tutto assente. Ciò è dovuto al fatto che l'attrezzatura degli oftalmologi consente di vedere il fondo in modo più dettagliato e confutare una diagnosi controversa.

Angiopatia retinica giovanile

L'angiopatia retinica giovanile, altrimenti chiamata malattia di Eales, non è completamente compresa una malattia, poiché la natura della sua comparsa non è nota. Questo tipo di problema vascolare è considerato il più sfavorevole a causa della mancanza di comprensione delle cause del suo verificarsi, nonché delle gravi conseguenze che questa disfunzione ha sulla vista..

La malattia si verifica nei giovani uomini. In questo caso, si osservano lesioni periferiche dei vasi retinici e si verificano necessariamente cambiamenti in due occhi.

Questo tipo di malattia si manifesta come segue:

  • processi infiammatori nei vasi degli occhi, più spesso nelle vene,
  • la comparsa di frequenti emorragie, che sono dirette sia alla retina che al corpo vitreo dell'occhio,
  • in alcuni casi, il tessuto connettivo si forma sulla retina.

Tutti i suddetti cambiamenti e processi portano alla formazione di rubeosi dell'iride, cataratta e glaucoma neovascolare negli occhi. Può anche verificarsi distacco di retina. Queste complicazioni influenzano inevitabilmente la capacità del paziente di vedere il mondo che lo circonda, cioè dopo un po 'portano il paziente alla cecità..

Angiopatia retinica in un bambino: che cos'è

L'angiopatia retinica è una malattia abbastanza comune nei bambini piccoli. Per la diagnosi tempestiva del disturbo, è necessario non perdere gli esami di routine dell'oftalmologo e seguire tutte le raccomandazioni del medico. Una malattia diagnosticata tempestivamente può essere trattata con successo in tenera età senza ulteriori conseguenze negative.

Le malattie retiniche nei bambini possono essere di diversa natura.

Cos'è l'angiopatia retinica

L'angiopatia retinica in un bambino è un fenomeno comune nella moderna pratica medica. È un danno esteso al fondo oculare causato da anomalie vascolari. La malattia viene spesso diagnosticata in:

  • neonati e bambini fino a un anno;
  • adolescenti;
  • adulti sopra i 35 anni;
  • nella vecchiaia.

Le tattiche di trattamento dipendono dall'età e dalla causa della malattia..

Varietà della malattia

Esistono diversi tipi di malattia, ciascuno con le proprie caratteristiche. L'angiopatia si verifica:

  • diabetico;
  • giovanile;
  • ipertensivo;
  • ipotonico.

È noto che il tipo di malattia più pericoloso è l'angiopatia adolescenziale. A causa di motivi ormonali, viene diagnosticato più spesso nei ragazzi adolescenti che nelle ragazze. Un processo infiammatorio si verifica nei vasi, a causa di ciò compaiono emorragie locali sulla retina. Se la malattia non viene curata, la retina viene gradualmente sostituita da tessuto fibroso (questo è il principale pericolo della malattia per la vista).

L'angiopatia diabetica è difficile da trattare, poiché per il recupero è necessario correggere la malattia sottostante: il diabete mellito. In questo caso, sarà richiesta la consultazione di un endocrinologo..

Il tipo ipertensivo è più comune negli adulti con ipertensione cronica. In questo caso i vasi acquisiscono una forma curva, diventano molto fragili e trasparenti alla luce. Per la correzione, è necessario, prima di tutto, riportare la pressione sanguigna alla normalità..

Come determinare la presenza di patologia

Un esame dettagliato del fondo in un appuntamento con un oftalmologo aiuterà a determinare la presenza di patologia. Per questo, viene eseguito un esame di entrambi gli occhi utilizzando un dispositivo speciale: un oftalmoscopio. Può essere eseguita anche un'angiografia fluorescente. Questa procedura è l'introduzione di una sostanza fluorescente nei vasi della retina, quindi tutte le anomalie diventano chiaramente visibili.

Un altro metodo - l'elettroretinopatia, consente di identificare la patologia determinando le aree della retina in cui l'attività bioelettrica è compromessa. Tutti i metodi sono abbastanza efficaci e affidabili.

Sintomi della malattia

In tenera età nei neonati, la malattia non si manifesta in alcun modo. Gli adolescenti dai 10 anni e gli adulti possono sperimentare:

  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • immagine sfocata;
  • affaticamento della vista rapida;
  • distorsione visiva del mondo circostante.

È anche possibile sospettare un'angiopatia se il bambino lamenta disturbi visivi in ​​combinazione con mal di testa e vertigini. In questo caso, la pressione sanguigna dovrebbe essere misurata regolarmente. Se è costantemente aumentato o diminuito, c'è un grande rischio di danni alla retina. Se sospetti un'angiopatia causata dal diabete, dovresti monitorare il livello di zucchero nel sangue.

L'esame preventivo del fondo aiuterà a identificare la presenza di patologia

Attenzione! In età neonatale, la malattia potrebbe non manifestarsi in nulla, ma progredire. Pertanto, se vi è il sospetto di disabilità visiva nei neonati, è necessario eseguire un esame del fondo..

Le cause dell'angiopatia

Se un bambino ha un'angiopatia retinica in entrambi gli occhi, il primo passo è identificare la natura del disturbo e trattare la malattia sottostante. Le ragioni possono essere diverse:

  • Diabete;
  • Ipertensione;
  • Bassa pressione;
  • Disturbi ormonali.

Inoltre, lesioni agli occhi o il fatto che il bambino sia nato prematuramente possono causare malattie..

Il meccanismo di sviluppo della patologia

La malattia si sviluppa sempre secondo lo stesso schema. Le anomalie vascolari portano a estese emorragie minori, a seguito delle quali la retina si deforma e la condizione del fondo peggiora. Ciò porta a una ridotta funzione visiva e il bambino inizia a vedere peggio..

Se la malattia non viene curata, inizia a progredire.

Metodi diagnostici

È impossibile diagnosticare la malattia a casa. I genitori devono mostrare il bambino a un oftalmologo a 1 mese e 1 anno. In questo momento, il medico esamina le condizioni del fondo e può identificare la patologia nel tempo.

Esame degli organi visivi

L'esame degli organi visivi viene eseguito su base ambulatoriale e può includere le seguenti procedure:

  • Angiografia;
  • Oftalmoscopia;
  • Elettroretinopatia.

Tutte queste procedure sono ben tollerate dai bambini senza complicazioni ed effetti collaterali..

Attenzione! Per normalizzare lo stato del fondo e migliorare lo stato dei vasi sanguigni, il bambino deve assumere complessi multivitaminici. La durata del corso e il nome del farmaco sono determinati dal medico.

Conseguenze della malattia

Se la malattia non viene curata, la retina del neonato inizierà presto a deteriorarsi, il che può portare al suo distacco e ad altre patologie, fino alla completa cecità. A questo proposito, il trattamento tempestivo è di grande importanza. Se la malattia viene diagnosticata in ritardo, il trattamento sarà meno efficace..

Una delle conseguenze e delle complicazioni più comuni è una significativa diminuzione dell'acuità visiva. Questo fenomeno è spesso osservato nei pazienti. Inoltre, gli ematomi possono formarsi sulla retina di un bambino a causa di ampie emorragie..

Una delle conseguenze più pericolose dell'angiopatia sono le piccole emorragie retiniche.

L'opinione del dottor Komarovsky

Komarovsky ritiene che la cosa principale con l'angiopatia sia iniziare il trattamento in modo tempestivo e assumere solo i farmaci prescritti dal medico. Non trascurare gli esami preventivi regolari, poiché questo è l'unico modo per identificare la patologia.

Se a un bambino è stato diagnosticato questo disturbo visivo, anche lieve, i genitori non dovrebbero farsi prendere dal panico. La cosa principale è non auto-medicare e seguire tutte le raccomandazioni. In futuro, è necessario monitorare periodicamente le condizioni del fondo per evitare il deterioramento della vista. Il dosaggio dei farmaci per il trattamento sintomatico dei bambini deve essere appropriato all'età.

Angiopatia retinica in entrambi gli occhi in un bambino: cause e trattamento

La retina è uno strato nervoso molto sensibile che si trova vicino alla coroide sulla sclera dell'occhio. I fotorecettori raccolgono le onde luminose e le trasmettono alle cellule nervose. Le terminazioni nervose formano un canale comune attraverso il quale il segnale viene trasmesso al cervello. Segue la sua elaborazione, che si trasforma in un'immagine. Se la circolazione sanguigna nella retina è compromessa, la vista è compromessa. Stando attenti al proprio bambino, avendo individuato il problema per tempo, puoi iniziare il trattamento in modo tempestivo, evitando complicazioni.

Ragioni per l'aspetto

I motivi principali che contribuiscono allo sviluppo dell'angiopatia nei bambini sono:

  • malfunzionamento dei vasi sanguigni, che porta ad un indebolimento del loro tono;
  • malattie di natura autoimmune;
  • diabete;
  • danno meccanico;
  • ipertensione;
  • ipotensione;
  • malattie degli organi ematopoietici;
  • patologie ischemiche.

Sintomi della violazione

Segni come l'allargamento o il restringimento delle vene, così come la tortuosità delle arterie, possono indicare un aumento della pressione. Se una persona è ipertesa, ha un'immagine diversa: le arterie sono dilatate e le vene sono tortuose e ristrette. Nella prima opzione c'è uno spasmo delle arterie del fondo dell'occhio e nella seconda un tono basso dei piccoli vasi dell'occhio.

Considera i principali segni della malattia:

  1. Un chiaro sintomo di angiopatia ipertensiva nei bambini sono gli occhi rossi. Diventano rossi dopo l'esercizio, se il tempo cambia o se c'è stress nervoso o emotivo. Allo stesso tempo, il bambino può lamentarsi di punti davanti agli occhi e un'immagine visiva sfocata.
  2. L'ipotensione porta a una rapida affaticabilità, mal di testa, lamentele da parte del bambino per problemi di vista.
  3. Un segno importante è un cambiamento nei vasi dell'occhio: espansione locale delle arterie, diventano contorte. I piccoli capillari sono spesso soggetti a emorragie. Esternamente, gli occhi diventano rossi, la vista diminuisce, si verificano malattie endocrine.
  4. La malattia di Eales porta all'infiammazione dei vasi dell'occhio, l'acuità visiva diminuisce, quindi potrebbero esserci emorragie nella retina, può esfoliare.
  5. Se gli occhi sono ammaccati, può portare alla rottura dei vasi sanguigni e all'emorragia. Il sangue scorre tra la retina e lo strato di pigmento. Il rossore e il gonfiore degli occhi dipendono dalla gravità della lesione. L'occhio dolorante vede male o non ha affatto vista.
  6. Se c'è anemia, i vasi oculari sono dilatati e pallidi. L'emorragia è spesso presente. Il motivo è l'ipossia dei tessuti vascolari. Le forme avanzate di anemia possono portare al distacco della retina.
  7. I sintomi della leucemia sono un aspetto pallido dei vasi sanguigni, retina edematosa, tortuosità delle vene, emorragie. All'inizio, la visione non è ridotta, quando c'è una diffusione di focolai di emorragia nella zona centrale, c'è un deterioramento della visibilità.

I seguenti segni possono indicare la presenza di angiopatia retinica in un bambino:

  • il bambino guarda da vicino gli oggetti, si siede vicino al monitor, tiene i giocattoli più vicini al viso;
  • il bambino nomina erroneamente i colori o le forme degli oggetti;
  • lampi appaiono davanti agli occhi, mosche (fotopsia), prurito agli occhi senza una ragione apparente.

Se noti tali manifestazioni in un bambino, questo è un motivo per contattare un oftalmologo.

Angiopatia nei neonati

Spesso, l'angiopatia retinica viene diagnosticata nei bambini nati con un peso fino a 1,5 kg fino a 31 settimane. La ragione principale per lo sviluppo della patologia è il sottosviluppo della retina. Il bambino ha bisogno di tempo perché il suo apparato visivo sia completamente formato. Durante questo periodo, il neonato deve essere visitato dal medico ogni 2 settimane..

L'angiopatia congenita può causare miopia, ambliopia o strabismo in futuro..

Se l'immagine non cambia entro un mese, al bambino vengono prescritti farmaci per stimolare la microcircolazione sanguigna. In rari casi, viene utilizzata la coagulazione laser.

Metodi diagnostici

L'angiopatia non può essere diagnosticata da sola. Il medico conduce le ricerche necessarie non solo per comprendere la presenza di patologia, ma anche per conoscere il grado di sviluppo, se esiste una minaccia per la vista.

L'inizio della diagnosi è un esame del fondo. Anche un controllo visivo permetterà di capire se ci sono disturbi circolatori, se ci sono rotture, eccessiva curvatura dei capillari. Per confermare le ipotesi, il medico può prescrivere diagnostica del computer, ecografia dei vasi della testa, esame a raggi X con angiografia, risonanza magnetica.

Se l'oftalmologo non è in grado di identificare la causa dello sviluppo della patologia, il paziente deve essere esaminato da altri specialisti (neurologo, endocrinologo, terapista).

Trattamento

L'angiopatia è un sintomo di un'altra malattia, quindi vale la pena trattare la patologia che l'ha causata. Dopo aver scoperto la malattia, il medico prescriverà un esame per capire la causa dell'aspetto e quindi seguirà un trattamento completo. Insieme alla terapia per la malattia di base, viene necessariamente trattato anche il fondo dell'occhio. Spesso vengono prescritti farmaci che consentono di stabilire il processo di microcircolazione sanguigna. Non appena la malattia principale sarà guarita, scomparirà anche quella che la accompagna..

L'angiopatia agisce in questo caso come un processo secondario e la strategia di trattamento dipenderà dalla causa originale della malattia..

Farmaco

La terapia farmacologica è la tecnica di base per eliminare l'angiopatia retinica. Per la sua implementazione, al paziente vengono prescritti fondi per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e preparati vitaminici. Successivamente, esamineremo i principali..

Farmaci che migliorano la circolazione sanguigna e rafforzano le pareti vascolari:

  • Emoxipin. Contiene 2ethyl-6methyl-3oxypyridine hydrochloride 0,01 g Si presenta sotto forma di collirio per emorragie all'interno dell'occhio, trombosi nella vena retinica centrale e nei rami, glaucoma. Non usare durante la gravidanza e con sensibilità individuale ai componenti del farmaco. Il corso dura non più di 10 giorni.
  • Solcoseryl. Un grammo di gel per gli occhi contiene 8,3 g di principio attivo e ingredienti dopanti. Consigliato per il trattamento di lesioni, danni alla cornea e congiuntivite. Viene utilizzato per accelerare la guarigione, dopo l'intervento chirurgico, per trattare ustioni, lesioni ulcerose, xeroftalmia della cornea.
    Se ne sconsiglia l'uso in caso di ipersensibilità ai dializzati del sangue di vitello, con atopia e allergia ai latticini.
  • Pentilina. Il principio attivo del farmaco è la pentossifillina. La compressa contiene 100 e 400 mg di sostanza e elementi aggiuntivi. La soluzione concentrata e soluzione contiene 20 mg della sostanza per ml. È indicato per violazioni dell'afflusso di sangue periferico, scarso trofismo tissutale, malattia di Raynaud, sindrome post-trombotica, congelamento, ulcere trofiche, encefalopatia. Non utilizzare in caso di intolleranza a xatina, porfiria, infarto miocardico, ictus, grossa perdita di sangue, aritmie, pressione instabile, insufficienza cardiaca, patologie renali ed epatiche. È prescritto per via intraarteriosa (100 ml vengono diluiti in 30-40 ml di cloruro di sodio) o per via intramuscolare (tre volte al giorno, 100-200 mg).

Per rafforzare le pareti vascolari e stimolare la microcircolazione sanguigna, al bambino vengono prescritti anche complessi multivitaminici contenenti vitamine PP, E, C, A.

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico nei bambini è indicato solo nei casi più avanzati, quando qualsiasi altra terapia non funziona e il bambino corre il rischio di perdere la vista. Per questo, viene utilizzato il metodo di coagulazione laser..

Non è consigliabile eseguire l'operazione senza una chiara minaccia alla vista.

L'operazione ha una serie di controindicazioni:

  • acuità visiva inferiore a 0,1 diottrie;
  • cambiamenti patologici nella struttura del fondo;
  • bassa trasparenza del supporto ottico dell'occhio.

L'intervento viene eseguito in anestesia locale. Innanzitutto, il bambino viene instillato con gocce midriatiche (fondi volti a dilatare la pupilla). Subito dopo, viene installata una lente con uno speciale rivestimento antiriflesso. Aumenta la potenza di penetrazione del raggio laser. A seconda dell'entità della lesione, l'operazione può essere eseguita su tutto il perimetro della retina o solo in un'area specifica. Durante la procedura, i vasi interessati vengono "saldati", il che consente di ripristinare il normale flusso sanguigno all'interno dell'occhio.

In generale, l'operazione richiede fino a 30 minuti. Dopo il suo completamento, il paziente può tornare a casa. Per quanto riguarda il periodo postoperatorio, nella prima settimana dopo il trattamento, proteggere delicatamente gli occhi dall'esposizione alle radiazioni ultraviolette e dallo stress visivo prolungato. È inoltre necessario limitare il tempo trascorso al computer e guardare la TV, per evitare sforzi fisici non necessari..

Correzione nutrizionale

Le caratteristiche e la composizione della dieta per un bambino dipendono direttamente dal tipo di patologia che ha causato l'angiopatia. Se la fonte primaria è un forte aumento della pressione sanguigna, è necessario limitare l'uso di sale e spezie, cibi piccanti e grassi.

Nel caso in cui la patologia sia una conseguenza del diabete mellito, il bambino deve essere nutrito rigorosamente in conformità con le raccomandazioni mediche per questo tipo di malattia. Prodotti consigliati:

  1. Carne magra (manzo, vitello, coniglio) e fegato in piccole quantità.
  2. Pollame (pollo e tacchino).
  3. Latticini: latte, ricotta a basso contenuto di grassi, formaggio leggero, panna acida in quantità limitate.
  4. Burro e olio vegetale.
  5. Uova. È preferibile dare al bambino 1 uovo al giorno. Si consiglia di limitare o eliminare completamente i tuorli..
  6. Zuppe di verdure con brodo di carne o di funghi.
  7. Semole. Devono essere somministrati in quantità limitate, poiché questo prodotto contiene una grande quantità di carboidrati. Si consiglia di dare la preferenza a grano saraceno, orzo, frumento, orzo perlato e farina d'avena.
  8. Pane di segale o crusca.

Cosa escludere:

  1. Carne grassa e affumicata.
  2. Pesce grasso.
  3. Carne di anatra e oca.
  4. Cibo in scatola.
  5. Prodotti a base di latte acido, formaggi salati e dolci.

Anche il fast food e l'abbondanza di dolci devono essere esclusi dalla dieta del bambino..

video

Per i dettagli sull'angiopatia retinica nei bambini, vedere il video.

Cosa fare se trovi angiopatia retinica nei bambini?

Spesso i medici dell'ospedale dicono alle madri che i loro figli soffrono di angiopatia retinica, il che dà alle giovani donne un altro motivo di preoccupazione e persino panico. In realtà, questa non è una diagnosi, ma una condizione speciale del fondo, che è caratterizzata da alterazioni vascolari (dilatazione, restringimento o tortuosità). Di solito sembrano una piccola macchia sul bianco dell'occhio o una rete rossa dei capillari.

Di norma, l'angiopatia retinica segnala malattie come ipertensione, ipotensione o diabete mellito, ma può anche essere una conseguenza reversibile di un travaglio difficile o anche una caratteristica individuale. Pertanto, non cedere al panico, è meglio capire tutte le complessità di questo stato.

  1. Complicazioni del corso della gravidanza e del parto
  2. Sintomi
  3. Diagnostica
  4. Un approccio complesso

Complicazioni del corso della gravidanza e del parto

Vari disturbi dello sviluppo intrauterino del feto sono chiamati le sue cause principali nei neonati. Questi includono:

  • malnutrizione della futura mamma;
  • complicazioni durante il parto - ad esempio, l'ipossia, può verificarsi già nel terzo trimestre di gravidanza;
  • trauma alla nascita alla testa o al collo;
  • disturbi nello sviluppo del sistema vascolare del feto.

Va notato che molti di questi fattori portano a una condizione come l'angiopatia lenticulostriatale. Questo cambiamento patologico nei nuclei sottocorticali può essere diagnosticato con l'aiuto della neurosonografia (un tipo di ecografia). Questa procedura è obbligatoria per tutti i neonati e, se vi è il sospetto di alterazioni patologiche, viene ripetuta anche a 3 e 6 mesi di età, il che consente di tracciare le dinamiche dei processi. Se i sintomi dell'angiopatia lenticulostriatale nei neonati sono confermati in un secondo studio, il medico prescrive un trattamento farmacologico (farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nel cervello), che nella maggior parte dei casi dà un risultato positivo.

Sintomi

Un sintomo comune dell'angiopatia retinica è l'aumento della pressione intracranica in un neonato. Tuttavia, il più delle volte la prognosi è favorevole: il fondo ritorna normale da solo pochi mesi dopo la nascita, la condizione principale è una buona circolazione sanguigna e il ripristino del tono.

La cosa principale da ricordare è che la retina degli occhi dei bambini è generalmente soggetta a vari cambiamenti: può essere influenzata non solo dallo stress psicologico o fisico, ma anche da un cambiamento nella posizione del corpo. Pertanto, oftalmologi e neurologi valutano in modo diverso un fenomeno come l'angiopatia vascolare, e qui è legittimo fare riferimento a diversi medici..

Ma, nonostante la soggettività della valutazione, non si può ignorare completamente questa caratteristica del fondo oculare, man mano che il bambino cresce, può diventare un problema serio se, inoltre, vengono diagnosticati disturbi visivi o metabolici.

Gli specialisti distinguono tra questi tipi di angiopatia retinica, come:

  • diabetico

Si verifica a causa di malfunzionamenti del pancreas e disturbi della secrezione di insulina. In questo caso, il tono vascolare si indebolisce e la retina cessa di ricevere la nutrizione necessaria, il che può portare all'ipossia oculare. Questo tipo di malattia è definito il più intrattabile, soprattutto durante l'infanzia;

  • traumatico

Abbastanza spesso, viene diagnosticato nei bambini, che è associato alla loro elevata attività fisica. Una grave caduta, danni al collo o al torace in un bambino: il rischio di aumento della pressione intracranica, che a sua volta può causare un funzionamento alterato dei vasi degli occhi;

  • iper / ipotonico

Questo tipo è pericoloso perché il tono vascolare indebolito della retina non può far fronte al flusso sanguigno, che può portare alla formazione di coaguli di sangue. Una persona che soffre di tale angiopatia dei vasi sanguigni sente periodicamente come pulsano le vene negli occhi.

A differenza delle specie precedenti, ai bambini viene raramente diagnosticata una tale diagnosi, poiché l'aumento della pressione nei vasi è caratteristico delle persone anziane;

  • malattia giovanile o Eales

Tipico per chi è già entrato nell'adolescenza. Spesso, gli esperti non possono nominare la causa di questo disturbo, ma nella maggior parte dei casi è un'infiammazione che colpisce il bulbo oculare. La forma giovanile di angiopatia vascolare è pericolosa perché il tessuto connettivo nella retina può crescere, il che porterà al suo distacco, e quindi a malattie così gravi come il glaucoma o la cataratta.

Diagnostica

La principale difficoltà di una condizione come l'angiopatia dei vasi retinici nei bambini è la diagnosi. Anche diventando una malattia, è asintomatica, pur mantenendo l'acuità visiva originale. Quindi possono comparire i primi segni di cambiamenti patologici: mosche, lampi e macchie scure davanti agli occhi. In questa fase, tutti i processi sono ancora reversibili, ad eccezione di quei casi in cui l'angiopatia dei vasi sanguigni si è sviluppata in un bambino sullo sfondo del diabete mellito.

Per iniziare il trattamento in tempo, non dovresti trascurare gli esami di routine con un oftalmologo, inoltre, dovresti consultare un medico per eventuali lesioni alla testa e al collo, disturbi metabolici o aumento della pressione sanguigna. Vale la pena iscriversi a un appuntamento non programmato anche se le seguenti modifiche diventano evidenti nel comportamento del bambino:

  • distingue male gli oggetti per colore e forma, la distanza da essi gli sembra più vicina o più lontana di quanto non sia in realtà;
  • dimostra evidenti disabilità visive: siede vicino allo schermo di un televisore o di un computer, guarda troppo da vicino giocattoli o libri;
  • spesso li sfrega in assenza di stimoli esterni.

Anche la presenza di macchie gialle sul bianco degli occhi, così come il loro costante rossore, emorragie e vasi sanguigni che scoppiano, dovrebbero allertare.

Un approccio complesso

Per fare una diagnosi accurata, l'oftalmologo esaminerà prima il fondo, quindi scatterà una foto e, se i cambiamenti nei vasi retinici sono confermati, sarà anche necessario condurre esami ecografici e radiografici, oltre alla tomografia computerizzata. Nessuna di queste procedure è piacevole, quindi il compito principale dei genitori è distrarre e occupare il bambino il più possibile..

Se la diagnosi è confermata, il medico selezionerà il trattamento appropriato per il bambino: prima di tutto, farmaci che ripristinano la circolazione sanguigna e la normale alimentazione della retina. Come fisioterapia, uno specialista può prescrivere l'agopuntura o il trattamento con magneti: queste procedure hanno un effetto benefico sulle condizioni generali dei vasi sanguigni e sul loro tono. Inoltre, con l'angiopatia retinica, viene spesso aiutata la terapia dietetica, che consiste nel rifiuto parziale dei carboidrati. Di grande importanza nel processo di inibizione dei cambiamenti nei vasi retinici è l'assunzione di vitamine del gruppo B, così come C, P ed E.

Quindi, l'angiopatia retinica è uno stato borderline dei vasi del bulbo oculare, che può essere una variante normale o un fenomeno transitorio o un segnale di una malattia grave. Il compito dei genitori è monitorare costantemente il comportamento e il benessere del bambino, il che aiuterà a non perdere i primissimi segnali di possibili problemi.


Articolo Successivo
Metamielociti nel sangue