Angiopatia cerebrale: principali cause, sintomi e caratteristiche del trattamento


Il cervello oggi continua a essere un grande mistero per la biologia. Nonostante i successi e i progressi della medicina, nessuno può rispondere chiaramente alla domanda su come pensa una persona. Il cervello è l'organo principale responsabile di tutti i processi che avvengono nel corpo. A volte nel suo lavoro si verificano fallimenti, che si manifestano con vari sintomi e segni. Oggi parleremo di cos'è l'angiopatia cerebrale del cervello, come e perché si manifesta, con quali metodi e metodi viene trattata.

Descrizione

L'angiopatia è un processo nelle pareti dei capillari, che porta a una violazione della loro pervietà, con conseguente deterioramento o interruzione dell'afflusso di sangue alle cellule cerebrali. Ciò si traduce nella sostituzione dei neuroni sani con quelli gliali, che crescono per sostituire le cellule mancanti. Una cicatrice appare nel sito di danno al tessuto cerebrale. La malattia può colpire piccoli vasi, il che aumenta il rischio di complicanze e persino di morte. L'angiopatia cerebrale si riferisce a malattie cerebrovascolari che portano a cambiamenti patologici nei vasi cerebrali con ridotta circolazione sanguigna nel cervello. Spesso la malattia progredisce nella vecchiaia ed è accompagnata da malattie del sistema cardiovascolare..

L'angiopatia è causata da danni ai piccoli vasi, è di due tipi:

  1. Si verifica la compattazione delle pareti delle arterie ialine.
  2. Si osserva la compattazione delle pareti dei capillari.

In entrambi i casi, i processi si verificano a causa di una mancanza di afflusso di sangue cerebrale su base continuativa, che porta a danni ai neuroni. Nel tempo, questo può provocare la comparsa di un infarto lacunare, malattie del cervello di natura non infiammatoria, che sono causate da un danno d'organo diffuso. Pertanto, si verifica un'angiopatia cerebrale diffusa: danno a tutti i vasi del cervello alternando luoghi di tessuto sano e malato.

Eziologia

Questa malattia colpisce più spesso le persone anziane, così come coloro che hanno diabete mellito, struttura vascolare anormale, traumi, malattie autoimmuni, intossicazione corporea, dieta non sana ed esercizio fisico. Inoltre, i disturbi della regolazione nervosa spesso portano a disturbi. A volte l'angiopatia cerebrale porta all'ictus, la seconda malattia dopo un infarto che termina con la morte.

Le ragioni

La malattia può manifestarsi per molte ragioni. Alcuni includono: malattie ereditarie, patologie congenite dei vasi cerebrali, livelli elevati di colesterolo nel corpo, cattive abitudini, nonché mutazioni geniche, disturbi cronici, fermentopatia e così via. L'angiopatia cerebrale non può manifestarsi spontaneamente, i motivi principali possono essere coperti anche nei seguenti:

  1. La presenza di trombosi. I vasi cerebrali sono piccoli; in alcuni, le cellule del sangue si muovono solo in una fila. Tutti i processi che portano alla formazione di coaguli di sangue contribuiscono al blocco di tali piccoli vasi.
  2. La presenza di necrosi. Sotto l'influenza delle tossine, le cellule vascolari muoiono.
  3. La presenza di ialino sulle pareti dei vasi sanguigni. Questo processo si verifica a causa di disturbi metabolici.
  4. La presenza di fibrosi. Questo fenomeno si verifica durante il processo infiammatorio ed è caratterizzato dalla sostituzione della struttura vascolare con tessuto fibroso.

Le forme

A seconda dei sintomi, si distinguono le seguenti forme di malattia:

1. L'angiopatia amiloide cerebrale si verifica più spesso nei soggetti con malattia di Alzheimer. L'amiloide (una sostanza da proteine ​​e saccaridi) si accumula sulle pareti delle vene, questa malattia non può essere curata.

2. L'angiopatia lenticulostriatale si manifesta durante l'infanzia e non necessita di terapia.

3. Angiopatia diabetica - compaiono disturbi circolatori dovuti al diabete mellito.

4. Ipertensivo - i disturbi circolatori compaiono a causa dell'ipertensione.

Clinica

Nella fase iniziale dello sviluppo, la malattia non mostra alcun sintomo, poiché piccole aree con vasi deformati si nutrono di sangue dai vasi vicini. Quando la maggior parte del flusso sanguigno è già interessato, i neuroni iniziano a morire e si verificano i seguenti sintomi:

- dolore lancinante che si verifica intensamente e praticamente non si attenua con l'uso di farmaci;

- interruzione dell'apparato vestibolare, che si manifesta in vertigini, ridotta coordinazione e orientamento nello spazio;

- sindrome aseno-nevrotica, accompagnata da una diminuzione del background emotivo, irritabilità e nervosismo, manifestazione della depressione;

- disturbi del sonno, caratterizzati da aumento della sonnolenza durante il giorno e insonnia durante la notte.

L'angiopatia cerebrale può mostrare sintomi diversi a seconda della posizione. Sono tutti aspecifici, gli stessi sintomi possono essere osservati con altri disturbi del cervello.

Ulteriore manifestazione

Se la malattia continua a progredire, ciò può portare alle seguenti conseguenze:

- distrazioni e vuoti di memoria;

- indebolimento della vista e cambiamento delle dimensioni delle pupille;

- sanguinamento dal naso e all'interno dello stomaco;

- mancanza di coordinazione del movimento.

Tutto questo è il risultato di un flusso sanguigno alterato nel tessuto cerebrale..

Diagnostica

L'angiopatia cerebrale è una malattia del cervello, quindi per diagnosticare vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Test di laboratorio, che includono sangue, zucchero e altro.
  2. Ecografia e angiografia dei vasi cerebrali.
  3. RM e TC per esaminare le emorragie corticali e i focolai ischemici.
  4. La biopsia è usata raramente.

Quando si effettua una diagnosi, vengono svolte molte attività per identificare la malattia.

Trattamento

Oggi, l'angiopatia cerebrale è una malattia incurabile. Tutto il trattamento è sintomatico, con l'uso di immunosoppressori e corticosteroidi. Una controindicazione è l'uso di anticoagulanti e la chirurgia, poiché ciò può provocare grandi emorragie cerebrali. I farmaci sono prescritti per migliorare il flusso sanguigno e rafforzare le pareti dei vasi sanguigni. Sono prescritti i seguenti fondi:

- medicinali per migliorare la coagulazione del sangue;

- elettroforesi e plasmaforesi;

L'intervento chirurgico viene eseguito solo in casi estremi. Durante l'operazione, le pareti dei vasi vengono ricostruite, i lumi vengono ripristinati in esse.

Previsione

I vasi sono i mezzi per trasportare il sangue nel corpo umano. Lo stato di tutti gli organi e sistemi dipende da loro. Eventuali malfunzionamenti nel cervello portano a pericolose patologie che non possono essere curate. Uno di questi è l'encefalopatia disculatoria, che è un complesso di cambiamenti nei vasi del cervello. È importante qui fare una prevenzione tempestiva di questa malattia. La malattia non può essere completamente curata. Ma è del tutto possibile rallentare notevolmente il processo di cicatrizzazione dei tessuti..

Oggi, la diagnosi di angiopatia cerebrale si verifica spesso durante il ricovero di pazienti con malattie cardiovascolari. È necessario essere in grado di capire cos'è questa patologia, quali sono i suoi sintomi, la diagnostica e i metodi di trattamento. Quindi puoi ottenere buoni risultati nell'eliminazione dei sintomi, poiché è impossibile riprendersi completamente dalla malattia. Puoi anche rallentare la diffusione dei processi patologici nel cervello aderendo alla dieta e allo stile di vita corretti..

Angiopatia dei vasi cerebrali: sintomi, diagnosi e trattamento

L'afflusso di sangue alla testa viene effettuato attraverso i 4 vasi principali del collo: le arterie carotidee e vertebrali accoppiate. Eseguono un apporto completo e adeguato di nutrienti essenziali e ossigeno ai tessuti del sistema nervoso centrale. Cadendo nella cavità cranica, formano il cosiddetto circolo di circolazione wellisiano cerebrale. La sensibilità del cervello alla mancanza di ossigeno è estremamente alta. La microangiopatia del cervello porta a cambiamenti patologici nella circolazione e conseguente ipossia. I motivi principali che portano all'angiopatia dei vasi cerebrali sono:

  1. Malattia aterosclerotica;
  2. Ipo / ipertensione arteriosa;
  3. Diabete;
  4. Amiloidosi cerebrale.

Tipi di patologia

Le lesioni vascolari si dividono in macroangiopatia (danni a grandi vasi grandi, come il tronco brachiocefalico, arterie carotidi) e microangiopatia del cervello (danni alle arterie di piccolo diametro - capillari e arteriole).

In situazioni tipiche, l'angiopatia cerebrale inizia con una lesione di livello macro. A causa di un cambiamento nell'equilibrio delle lipoproteine ​​e di una violazione del normale flusso di sangue attraverso i vasi, con aterosclerosi, crescite (placche) iniziano a formarsi nei punti di ramificazione e restringimento dei vasi. Nell'ischemia cerebrale, ciò riguarda il luogo di divisione della carotide comune nelle arterie carotidi esterne ed interne. Una placca aterosclerotica formata in questo luogo porta a un sangue inferiore ai tessuti cerebrali e alla conseguente fame di ossigeno..

Se tutte e 4 le arterie che alimentano il cervello sono colpite, senza intervento chirurgico, questo porterà alla morte. A volte la placca può collassare ed entrare nei piccoli vasi cerebrali con il flusso sanguigno, rimanendo bloccata in qualche capillare sottile. Un focus ischemico si forma nel sito di trombosi. Dopo un po ', questo processo termina con un ictus ischemico..

Tali malattie insidiose come l'angiopatia amiloide cerebrale, al contrario, iniziano a distruggere prima i vasi del micro-livello. La microangiopatia del cervello è associata all'accumulo e al deposito di una proteina speciale nelle pareti dei vasi sanguigni: l'amiloide. Le placche di questa proteina contribuiscono allo stiramento e alla rottura dei vasi sanguigni, causando emorragie cerebrali. In una situazione del genere, viene diagnosticato un ictus emorragico..

Lo sviluppo di tutti i tipi di ictus è facilitato da malattie ormonali ed ereditarie, nonché dall'ipertensione arteriosa..

Manifestazione clinica

Tutte le suddette malattie portano alla mancanza a lungo termine di ossigeno e glucosio. Il paziente ha un deterioramento cronico nella nutrizione del cervello. Ciò si manifesta con i seguenti segni:

  • Mal di testa;
  • Vertigini;
  • Diminuzione della memoria;
  • Barcollando quando si cammina;
  • Disabilità visiva come mosche davanti agli occhi o disattivazione di parte del campo visivo;
  • Dolore ai muscoli temporali durante la masticazione.

Tutti i sintomi sono associati all'ipossia cerebrale, alla comparsa di microembolia, al vasospasmo. Inizieranno a manifestarsi dopo 3-5 anni di decorso asintomatico della patologia. I colpi sono il risultato. L'aspettativa di vita e la qualità della vita dopo che diminuisce drasticamente.

Se si sviluppa solo la microangiopatia del cervello, i suoi sintomi potrebbero essere aspecifici:

  • Svenimenti e vertigini;
  • Rumore nelle orecchie;
  • Cambiamenti del sonno - insonnia;
  • Carattere caldo e comportamento aggressivo;
  • Aumento della pressione non provocato.

Una persona con tali sintomi potrebbe non associarli a una malattia grave, incolpando tutto della fatica e del duro lavoro..

Diagnostica

Tutti i pazienti con sintomi di microangiopatia cerebrale vengono sottoposti a un complesso di test di laboratorio. Ciò include esami clinici del sangue e delle urine, zucchero, lipoproteine, livelli di creatinina. Permettono di dare una prima valutazione dello stato del corpo.

Dai metodi di ricerca strumentale nel XXI secolo, all'ecografia e all'esame duplex delle arterie della testa e del collo, l'ecografia Doppler viene utilizzata con successo. L'angiografia MSCT e TC vengono utilizzate per la completa conferma visiva della presenza della malattia. Con il loro aiuto, i medici identificano la presenza di emorragie, l'area di ischemia e la percentuale di stenosi, sono determinati con la tattica del trattamento.

Se, oltre all'angiopatia cerebrale, esiste una patologia dei vasi delle estremità, la testa viene scelta come priorità per il trattamento.

Trattamento

Per migliorare le proprietà reologiche del sangue, viene utilizzato un trattamento conservativo. Ha lo scopo di migliorare la microcircolazione nel cervello. Se c'è il diabete mellito, la terapia insulinica viene regolata per normalizzare i livelli di glucosio. I pazienti senza stenosi critica vengono ricoverati in ospedale 1-2 volte l'anno per l'osservazione e lo "scavo". Le dosi di farmaci vengono selezionate tenendo conto del grado di ischemia. I rimedi popolari sono utilizzati al meglio negli intervalli tra i ricoveri e in nessun caso devono sostituire i farmaci.

Chirurgia:

In caso di danni ai vasi del collo, in presenza di macroangiopatia, si ricorre alla tradizionale chirurgia a cielo aperto, come l'endoarteriectomia carotidea. Dopo la diagnosi e l'istituzione dell'esatta localizzazione del sito di restringimento, viene eseguito l'accesso all'arteria carotide. Una placca viene rimossa attraverso un'incisione longitudinale e un cerotto viene cucito nella parete del vaso per prevenire ulteriori stenosi. È anche possibile attraversare completamente il vaso, con l'istituzione di una protesi, che viene cucita nell'arteria carotide comune intatta o nell'aorta.

Un metodo più moderno sono le tecniche endovascolari a raggi X - angioplastica con palloncino e stent arterioso. Sotto il controllo dei raggi X, un sottile catetere viene fatto passare attraverso la puntura nell'arteria. La punta del catetere è dotata di uno speciale palloncino che viene gonfiato nel sito di restringimento. Spesso, oltre all'espansione, all'interno del muro viene installato un sottile stent a molla. È completamente intatto (non respinto dall'organismo) e impedirà l'ulteriore sviluppo della malattia. Tale operazione è più facilmente tollerata dal paziente e sta gradualmente guadagnando sempre più popolarità..

Angiopatia amiloide del cervello

L'angiopatia amiloide del cervello è una malattia cronica progressiva dei vasi cerebrali, in cui le proteine ​​patologiche si depositano sulle loro pareti. Le arterie e le vene medie e piccole sono principalmente colpite. È più spesso diagnosticato nelle persone di età superiore ai 60 anni. Nei neonati, l'angiopatia del cervello non si verifica. Procede in due varianti: asintomatica o con quadro clinico pronunciato.

L'angiopatia dei vasi cerebrali porta a gravi complicazioni: disturbi acuti della circolazione cerebrale, demenza, disorientamento, encefalopatia, convulsioni epilettiche. Alla fine, la malattia disabilita il paziente e porta alla morte. La mortalità nell'angiopatia amiloide cerebrale raggiunge il 50%.

Il problema dell'angiopatia amiloide cerebrale è che la malattia è quasi sconosciuta ai medici, la diagnosi è difficile e la patologia stessa è quasi impossibile da trattare..

Le ragioni

L'angiopatia cerebrale amiloide del cervello si sviluppa a causa di una violazione del metabolismo del peptide beta-amiloide. Questa proteina si deposita sulle pareti delle arterie e meno spesso sulle pareti delle vene. All'interno del vaso si forma una placca proteica, costituita da resti di proteine ​​tagliate in modo improprio. La placca contiene 40 frammenti non escreti rimasti dopo l'elaborazione da parte degli enzimi.

Il peptide beta-amiloide si deposita nei capillari della corteccia, della sottocorteccia e delle meningi. A causa della deposizione di proteine ​​patologiche nella nave, il volume della circolazione sanguigna diminuisce ogni minuto. La corteccia e le strutture subcorticali soffrono di una mancanza di nutrienti e ossigeno. I focolai di angiopatia portano a microinfarti del midollo. Sviluppa gravi disturbi neurologici e mentali.

Quando la nave interessata si rompe, si verifica un'emorragia intracerebrale. Ciò si verifica più spesso nelle strutture sottocorticali..

Classificazione

L'angiopatia amiloide è sporadica ed ereditaria. Sporadica: indica un'angiopatia scoperta accidentalmente che si è manifestata senza una ragione ovvia. Negli anziani viene diagnosticata l'angiopatia amiloide sporadica. Porta a una compromissione acuta della circolazione cerebrale e demenza.

La forma ereditaria dell'angiopatia amiloide si sviluppa a causa di mutazioni proteiche. L'angiopatia ereditaria viene diagnosticata prima dei 30 anni. Si sviluppa lentamente: l'intelligenza diminuisce gradualmente, il pensiero astratto è sconvolto, si verificano encefalopatia, ictus, crisi epilettiche.

La forma ereditaria è divisa in due sottospecie:

  1. Tipo islandese. È caratterizzato dalla deposizione della proteina cistatina C.La diagnosi viene posta se il livello di cistatina nel liquido cerebrospinale è ridotto.
  2. Tipo olandese. La beta-amiloide si deposita nelle pareti delle arterie della corteccia cerebrale.

Sintomi

Il quadro clinico passa spesso inosservato e lentamente. La progressione della malattia porta a micro-ictus e demenza totale.

  • Mal di testa. Il 70% dei pazienti se ne lamenta. Il mal di testa frequente è un segno precoce di angiopatia amiloide cerebrale progressiva. Il dolore si trova più spesso dove sono sorti i fuochi dell'angiopatia.
  • Nausea e vomito. Si verifica nel 30-40% dei pazienti.
  • Convulsioni convulsive. Osservato nel 25% dei pazienti. La natura delle convulsioni e degli equivalenti epilettici dipende dalla localizzazione: nella corteccia motoria - convulsioni degli arti, nel parietale - illusioni e semplici allucinazioni.
  • Emorragia intracerebrale. Si verificano nel 17% dei pazienti. La particolarità degli ictus è che sono soggetti a ricadute. Molto spesso, l'emorragia si verifica nei lobi frontale, occipitale e parietale. La gravità degli ictus nell'angiopatia amiloide è diversa: dall'intorpidimento spontaneo di metà del corpo al coma profondo.
  • Disordini mentali. Molto spesso, le proprietà intellettuali di una persona sono influenzate. Con la progressione della malattia, l'intelligenza diminuisce gradualmente, fino a una demenza profonda. Oltre all'intelligenza, la memoria diminuisce e l'attenzione è dispersa.
  • Disturbi neurologici transitori. Si manifestano con assenze, parestesie, convulsioni epilettiformi e allucinazioni visive. L'assenza è un arresto temporaneo della coscienza mantenendo il tono muscolare da 1 a 60 secondi. Dopodiché, il paziente torna in sé e non sa che rimarrà per alcuni secondi in uno stato disconnesso. La parestesia è una violazione della sensibilità, in cui il paziente pensa che la pelle d'oca gli striscia lungo le braccia, si avverte formicolio e intorpidimento. Convulsioni epilettiformi - improvviso tremito di mani o piedi.

Diagnostica

Per identificare l'angiopatia amiloide, è necessario condurre i seguenti studi:

  • Analisi del liquido cerebrospinale. Ha un livello aumentato di proteina tau, un livello ridotto di beta amiloide disciolto.
  • Ricerca genetica. Nominato se c'è evidenza di angiopatia amiloide nel parente più prossimo. È allo studio l'apolipoproteina E. Non ha nulla a che fare con la patogenesi della malattia, ma il suo livello può predire l'esito della malattia e la probabilità di recidiva dell'emorragia intracerebrale..
  • Angiografia cerebrale. Questa metodica è insensibile all'angiopatia amiloide: rileva disturbi nel 30% dei casi..
  • Esame dei tessuti. La precisione diagnostica raggiunge il 53%.
  • Risonanza magnetica e tomografia computerizzata a spirale. Questi sono i metodi più accurati. MRI e SCT consentono di studiare la struttura del cervello e dei vasi sanguigni a strati in un'immagine tridimensionale.

Trattamento

L'angiopatia amiloide è una malattia incurabile. Il trattamento è patogenetico e sintomatico, finalizzato a stabilizzare le condizioni del paziente dopo ictus e rallentare la progressione del deficit di intelligenza. I medici prescrivono glucocorticoidi e immunosoppressori.

Nelle forme gravi, è indicato un intervento chirurgico. I chirurghi rimuovono il focus dell'angiopatia per migliorare le condizioni psicologiche e neurologiche del paziente.

Si stanno sviluppando nuovi farmaci. Tramiprosat è in fase di sperimentazione clinica. Questo farmaco lega i residui del peptide beta-amiloide e lo rimuove dal corpo.

Angiopatia dei vasi cerebrali

Procedure di guarigione

La microangiopatia del cervello viene trattata con metodi complessi. Tutte le fasi sono necessariamente controllate da specialisti. Prima di tutto, viene stabilito il grado di lesione vascolare, dopo di che vengono prescritti farmaci

I pazienti anziani richiedono maggiore attenzione poiché sviluppano la malattia più velocemente

Se viene rilevata microangiopatia, la pressione deve essere ridotta. L'ipertensione nei pazienti contribuisce al rapido deterioramento della salute. Nelle farmacie esiste una piccola selezione di farmaci per ridurre la pressione sanguigna. Con lo sviluppo della malattia, il paziente dovrà consultare un medico e non agire da solo.

È necessaria una fornitura aggiuntiva del cervello con sostanze utili. Per questo vengono utilizzati farmaci nootropici. Un effetto positivo può essere ottenuto dai farmaci contenenti acido nicotinico. Il più efficace è Picammillion.

La riduzione dei lipidi viene praticata anche nel trattamento della microagniopatia. I fibrati e le statine possono ottenere questo effetto. I medici prescrivono spesso la simvastatina.

Una diminuzione della quantità di ossigeno nei neuroni influenzerà l'intensità dello sviluppo della patologia. Affinché la composizione del sangue abbia un effetto benefico, è necessario consumare antiossidanti. I fluidificanti del sangue sono inclusi nel regime di trattamento. Fisioterapia, massaggi regolari e bagni in piscina hanno un effetto benefico sul corpo.

Ci sono rare situazioni in cui il trattamento farmacologico non consente di ripristinare la pervietà di vene e arterie, per compensare la carenza di circolazione sanguigna. In tali situazioni, le condizioni del paziente richiedono un intervento chirurgico..

Un risultato positivo può essere ottenuto se si utilizza la medicina tradizionale nelle fasi primarie della malattia.

Medicina tradizionale:

  • Decotti alle erbe che stimolano i processi metabolici, migliorano la circolazione sanguigna. L'elenco delle piante utili comprende: trifoglio, cicuta, preparati a base di erbe della farmacia.
  • Digiuno, cibo crudo. Perdere peso per migliorare il benessere.

L'uso di farmaci consente di eliminare i sintomi negativi, i tessuti danneggiati dalla gliosi non vengono trattati. Se non affronti le cause di queste formazioni, la patologia non può essere eliminata. I benefici di tale medicina tradizionale sono duraturi, ma non troppo evidenti. Pertanto, non è necessario fare affidamento sull'automedicazione, dovrai consultare un medico il prima possibile.

Le procedure chirurgiche vengono eseguite in rare situazioni. Sono considerate le indicazioni per la conduzione: difficoltà con il ripristino della pervietà vascolare, problemi con l'afflusso di sangue. L'irudoterapia si riferisce a modi alternativi per eliminare la malattia. Un metodo di trattamento non convenzionale è stato utilizzato per molto tempo. Oggi viene utilizzato con successo per eliminare molti disturbi..

La bevanda ha il seguente effetto sull'organismo: effetto trombolitico, rigenerante, analgesico, ipotensivo. Questo metodo di trattamento dà un risultato positivo, non ci sono controindicazioni, è sicuro.

I componenti attivi contenuti nella saliva della sanguisuga hanno un effetto generale sul corpo, stabilizzano la circolazione sanguigna e il metabolismo, il livello di glucosio diminuisce e stabilizza la microcircolazione nei capillari. I pazienti con patologia vascolare devono sottoporsi a herudoterapia due volte l'anno.

Microangiopatia del cervello, che cos'è?

La microangiopatia è un processo di disturbo nel cervello, quando una quantità sufficiente di ossigeno e glucosio non raggiunge le cellule cerebrali e i capillari cerebrali per fornirli.

Questa patologia si manifesta come conseguenza di tali malattie:

  • Morte necrotica delle cellule di un organo malato;
  • Patologia del sangue e dei vasi - trombosi. Questa patologia deriva dalla formazione di un coagulo di plasma sanguigno all'interno dei vasi e interrompe il corretto passaggio del sangue nel sistema circolatorio;
  • Distrofie di tipo ialino (ialinosi). Questo tipo di malattia è un tipo proteico di distrofia vascolare, in cui le molecole ialine si depositano nelle cellule dei tessuti;
  • Fibrinoide, che è una patologia, che si esprime in conseguenze irreversibili nell'aumentata permeabilità delle arterie e dei piccoli capillari, e le sue manifestazioni sono espresse nella struttura distruttiva delle fibre delle cellule del tessuto connettivo.

Con la microangiopatia, le molecole della membrana delle membrane capillari, così come l'intima dei vasi, diventano più dense, il che porta a una circolazione cerebrale insufficiente.

La mancanza di sangue nelle cellule del cervello provoca la distruzione della sostanza bianca, si verificheranno sicuramente encefalopatia discircolatoria e ictus.

La microangiopatia della patologia diabetica si manifesta nel cervello a causa di un alto indice di glucosio nel sangue. E questa condizione porta alla distruzione dei capillari cerebrali, delle arteriole cerebrali e alla distruzione delle venule cerebrali.

Il tipo diabetico della malattia è la nefropatia, così come la completa disfunzione dell'organo renale.

Se i capillari dell'organo oculare sono colpiti, si verifica la patologia del bulbo oculare retinopatia.

Angiopatia cerebrale: diagnosi e trattamento

  1. Svenimento;
  2. Vertigini e mal di testa;
  3. Rumore nelle orecchie,
  4. Disturbi del sonno;
  5. Carattere caldo e instabilità emotiva;
  6. Aumento della pressione sanguigna e suoi salti bruschi.

Con ulteriore sviluppo, ci sono:

  • Mal di testa;
  • Insonnia;
  • Vertigini costanti;
  • Stanchezza, letargia;
  • Tendenza agli scoppi affettivi;
  • L'esordio di lievi disturbi piramidali (movimenti involontari);
  • Violazione dei riflessi tendinei;
  • Crisi vascolari caratterizzate da manifestazioni parossistiche.

Gli ultimi stadi dell'angiopatia cerebrale sono caratterizzati dal fatto che il mal di testa è integrato da nausea e vomito, si osserva esaurimento mentale e si verifica un graduale deterioramento dell'attenzione e della memoria. Sullo sfondo di un insufficiente afflusso di sangue al cervello, c'è una diminuzione generale dell'intelligenza o un restringimento della gamma di interessi.

Diagnosi e sintomi di angiopatia cerebrale

Per diagnosticare l'angiopatia cerebrale diffusa, vengono prese le seguenti misure:

  • test di laboratorio (emocromo completo, livello di zucchero e altri test);
  • USGD delle arterie della testa, scansione triplex e duplex dei vasi della testa, angiografia dei vasi cerebrali.

Le principali cause di occorrenza:

  1. Mutazioni geniche;
  2. Malattie croniche a lungo termine (, osteomielite e tubercolosi),
  3. Fermentopatia congenita.

Questo tipo di malattia può verificarsi in due varietà:

  1. Demenza (demenza progressiva);
  2. Emorragie lobari ricorrenti nel cervello.

Il quadro clinico dell'angiopatia amiloide

Ulteriori manifestazioni cliniche sono causate da emorragie lobari, infarti corticali minori, ischemia transitoria della corteccia cerebrale..

Si verificano i seguenti sintomi neurologici e cognitivi:

  • La presenza di debolezza muscolare, che è localizzata negli arti;
  • Deficit visivo;
  • Intorpidimento ricorrente delle braccia e delle gambe;
  • Reazioni mentali ritardate
  • Parestesia (sensazione di bruciore, sensazione di formicolio spontaneo, "pelle d'oca");
  • La presenza di crisi epilettiche;
  • Violazione delle funzioni esecutive.

Informazioni sulle misure diagnostiche

Ai fini di una diagnosi accurata, viene utilizzato un esame mediante risonanza magnetica e tomografia computerizzata, ma una diagnosi accurata può essere effettuata solo utilizzando un esame istologico.

È necessario attuare una serie di misure volte a identificare la malattia di base, che ha portato all'accumulo di amiloide, qualsiasi terapia dovrebbe essere mirata a questa malattia. Ad oggi, non esiste un trattamento specifico per questo tipo di angiopatia. Viene utilizzata la terapia sintomatica, in alcuni casi vengono utilizzati corticosteroidi e immunosoppressori

Metodi di ricerca per confermare la diagnosi:

  • La risonanza magnetica viene utilizzata per diagnosticare emorragie minori e focolai ischemici
  • Tomografia computerizzata: grazie ad essa è possibile visualizzare le emorragie nella corteccia, caratteristiche di questa angiopatia. La TC è il metodo di scelta per rilevare l'emorragia corticale acuta.
  • Biopsia cerebrale. è un metodo determinante nella diagnosi dell'angiopatia amiloide, ma è usato raramente.

Come trattare l'angiopatia amiloide?

Anti-piastrine e anticoagulanti sono rigorosamente controindicati nei pazienti con questa diagnosi, poiché il rischio di emorragia cerebrale è piuttosto alto. Per lo stesso motivo, anche il trattamento chirurgico non è raccomandato..

Malattie vascolari del cervello: angiopatia

L'angiopatia dei vasi cerebrali è una lesione dei vasi sanguigni causata dalla loro innervazione. Per qualche ragione, i nervi che trasmettono il comando ai vasi di cambiare il tono smettono di farlo correttamente. La circolazione sanguigna è compromessa. Con un'angiopatia prolungata, si verificano cambiamenti irreversibili nei vasi sanguigni e le emorragie sono frequenti. Perché l'innervazione dei vasi cerebrali è disturbata? Per quali malattie si verifica l'angiopatia??

Aterosclerosi e angiopatia aterosclerotica

Con l'aterosclerosi, il rivestimento interno delle arterie cambia (si accumulano lipidi, carboidrati complessi, componenti del sangue, tessuto fibroso) e la membrana centrale. Cambiamenti simili si verificano in tutto il corpo. Ma, soprattutto, nel cervello. Inoltre, non solo le placche si depositano nei vasi, ma la ristrutturazione emodinamica si verifica a causa di stenosi e obliterazione.

Con l'angiopatia aterosclerotica, nel cervello si verificano una serie di processi patologici correlati:

  • la formazione di placche aterosclerotiche di varie strutture, dimensioni in una o più arterie e successivi cambiamenti in esse;
  • stenosi atero;
  • restringimento e chiusura del lume delle arterie;
  • ateroembolia;
  • trombosi nell'area della placca o all'esterno;
  • cambiamenti strutturali nei vasi cerebrali sotto l'influenza di un flusso sanguigno ridotto o aumentato in essi.

Questi fenomeni patologici sono osservati a tutti i livelli importanti del sistema vascolare del cervello..

Segni di angiopatia aterosclerotica:

  • indebolimento della memoria a breve termine;
  • mal di testa, rumori alla testa e vertigini;
  • irritabilità;
  • diminuzione della concentrazione dell'attenzione;
  • a volte svenimenti e insonnia.

I cambiamenti vascolari aterosclerotici sono molto diversi. E questo deve essere preso in considerazione quando si organizza il trattamento, il cui obiettivo principale è creare un flusso sanguigno artificiale ai vasi..

Distonia vegeto-vascolare come causa di angiopatia cerebrale

La distonia vegetativa-vascolare è chiamata disfunzioni vegetative di varia origine e manifestazione. E questa sindrome è spiegata da un disturbo della regolazione nervosa. L'innervazione dei vasi sanguigni porta all'angiopatia. La distonia vegeto-vascolare è comune. Sia i bambini che gli adulti sono malati. La prevalenza della sindrome nel mondo moderno è spiegata dal ritmo folle della vita, che richiede il pieno impegno delle forze interne, stress frequente.

Cause di disfunzione autonomica:

  • ereditarietà (VSD nei bambini);
  • malattie del sistema nervoso;
  • patologie croniche (soprattutto nei casi in cui il processo si verifica nel sistema cardiovascolare, endocrino o gastrointestinale);
  • stress cronico;
  • sovraccarico, superlavoro.

La sindrome della disfunzione autonomica è caratterizzata da disturbi che imitano i segni delle malattie croniche. Meccanismo di sviluppo:

2. La sua psiche non è in grado di elaborare questa esperienza, quindi sposta la situazione traumatica.

3. Di conseguenza, compaiono vari disturbi somatoformi. Inoltre, i "bersagli degli attacchi nevrotici" spesso diventano organi interni.

Come si manifesta la disfunzione autonomica? Diamo un nome alle sindromi più comuni:

  • cardiovascolare (salti della pressione sanguigna, polso, frequenza cardiaca, dolore al cuore di varia intensità, non associato all'attività fisica);
  • respiratorio (mancanza di respiro, respiro accelerato, spasmi muscolari, vertigini, ecc.);
  • "Intestino irritabile" (qualsiasi disturbo del tratto digerente, dalla perdita di appetito e nausea al dolore addominale);
  • aumento della sudorazione dei palmi e dei piedi;
  • minzione dolorosa frequente (senza sintomi di malattie del sistema urinario);
  • disturbi sessuali (diminuzione della libido, ridotta erezione ed eiaculazione negli uomini; anorgasmia nelle donne);
  • febbre lieve e persistente, brividi (soprattutto nei bambini).

Il trattamento principale è psicoterapeutico. Oltre a uno stile di vita sano. Con l'angiopatia persistente, è necessario un trattamento farmacologico.

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Diagnosi e trattamento della malattia

L'esame inizia con la raccolta dell'anamnesi e degli esami di laboratorio: analisi del sangue generali e biochimiche, determinazione della sua composizione lipidica, coagulogramma. L'ecografia Doppler consente di valutare lo stato dei vasi sanguigni, rilevare la presenza di coaguli di sangue e altre anomalie. L'elettroencefalografia viene utilizzata per rilevare anomalie nel cervello. Un esame oftalmologico rivela cambiamenti nello stato del fondo. La microangiopatia del cervello è un'indicazione per la RM e la TC. Queste procedure diagnostiche consentono di studiare il grado di alterazioni patologiche nel tessuto cerebrale e nelle pareti vascolari, per rilevare focolai di gliosi e allargamento delle grandi arterie. Sono anche usati per rilevare l'ictus emorragico..

Il trattamento della malattia prevede un approccio integrato, la terapia conservativa è volta ad eliminare la causa della microangiopatia e ad alleviare i suoi sintomi principali. Nel diabete mellito, vengono prescritti farmaci per normalizzare i livelli di glucosio nel sangue. È necessario assumere farmaci che aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e mantenerla entro limiti normali. Gli antiossidanti sono prescritti in presenza di segni pronunciati di carenza di ossigeno..

Il corso del trattamento include l'uso di farmaci che abbassano il livello dei lipidi, migliorano l'afflusso di sangue ai tessuti cerebrali e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. Vengono prescritti anche agenti antipiastrinici e antiossidanti. I farmaci possono essere combinati con terapia fisica, agopuntura, esercizi speciali, massaggi e nuoto. Il trattamento complesso aiuta a migliorare le condizioni generali del corpo, aumentare la conduttività nelle aree del cervello colpite ed eliminare i sintomi della malattia.

Le forme avanzate della malattia vengono trattate chirurgicamente. L'automedicazione per la microangiopatia cerebrale è severamente vietata. La selezione dei tipi e dei dosaggi dei farmaci è possibile solo sulla base dei risultati dei test. Questa malattia è considerata pericolosa per la salute e la vita umana. Se non trattata, può portare a disabilità e morte. La diagnosi precoce dei cambiamenti patologici nei vasi del cervello e l'individuazione di focolai di gliosi consentono di evitare lo sviluppo di gravi complicanze. Il pieno recupero dalla microangiopatia non si verifica, tuttavia, è del tutto possibile sospendere lo sviluppo della malattia. È necessario assumere tutti i farmaci prescritti dal medico, seguire tutte le sue raccomandazioni, sottoporsi a esami regolari e curare malattie croniche.

Possibili conseguenze

La patologia capillare appartiene all'elenco delle malattie gravi, richiede l'uso di una terapia complessa. Se la terapia necessaria non viene utilizzata, le condizioni del paziente sono aggravate. I risultati di un trattamento di scarsa qualità: disabilità, morte.

L'accesso intempestivo a uno specialista porta ai seguenti risultati: ictus, infarto, cecità, problemi ai reni.

La diagnosi preliminare del disturbo, la sede dell'infiammazione e la deformazione vascolare possono ridurre le conseguenze della malattia. È impossibile eliminare completamente i sintomi della malattia, un trattamento adeguato consente di rallentare lo sviluppo della malattia, per evitare possibili complicazioni.

trattamento

Non esiste ancora una cura definitiva per la microangiopatia cerebrale, ma è possibile utilizzare terapie per combattere i sintomi e costringerli a cambiare determinate abitudini per migliorare la qualità della vita di una persona prevenendo la progressione della malattia...

Come sottolinea il gruppo Neurosciences of Antioquia, è importante che questi pazienti siano correttamente diagnosticati in quanto vi sono alcuni trattamenti inefficaci, come triptani o farmaci per l'emicrania, angiografia cerebrale o terapia anticoagulante. In breve, l'uso di farmaci in i pazienti di questo tipo non sono raccomandati in quanto possono aumentare il rischio di emorragia intracerebrale o addirittura non fornire alcun beneficio.

In breve, l'uso di farmaci in questo tipo di pazienti non è raccomandato in quanto potrebbero aumentare il rischio di emorragia intracerebrale o addirittura non fornire alcun beneficio...

Tuttavia, ci sono alcuni casi documentati dei benefici dell'acetazolamide (ACZ) per migliorare la microangiopatia cerebrale nativa dovuta all'emicrania, ma sono necessarie ulteriori ricerche.

Un approccio interdisciplinare è l'ideale, combinando:

  • Osservazione neurologica.
  • Fisioterapia.
  • Terapia occupazionale.
  • Valutazione periodica e riabilitazione neuropsicologica per compensare, ripristinare o migliorare il deterioramento cognitivo..
  • Assistenza sanitaria mentale per pazienti con questo tipo di disturbo.
  • Cambiare abitudini e costumi, come smettere di fumare, perdere peso o eliminare i grassi malsani in eccesso dalla dieta.
  • Come prevenzione primaria, i pazienti e le loro famiglie dovrebbero ricevere tutte le informazioni necessarie per comprendere la malattia, le sue cause e le probabilità esistenti di trasmissione o sviluppo...

collegamenti

  1. Behruz R. (25 novembre 2015). CADASIL (arteriopatia cerebrale autosomica dominante con infarto sottocorticale e leucoencefalopatia).
  2. CADASIL. (N.D.). Estratto il 15 giugno 2016 dal Neuroscience Group of Antioquia.
  3. CADASIL. (Giugno 2013) Estratto da Orphanet.
  4. arteriopatia cerebrale autosomica dominante con infarto sottocorticale e leucoencefalopatia. (N.D.). Estratto il 15 giugno 2016 da Genetics Home Reference.
  5. Gunda B., Herve D., Godin O., Brune o M. Reyes S., Alili N. et al. (2012). Influenza del sesso sul fenotipo CADASIL. Codice a barre, 43 (1): 137-41.
  6. Peschini F., Nannucci S., Bertaccini B., Salvadori E., Bianchi S., Ragno M. et al. (2012). Cerebral Autosomal Dominant Arteriopathy Scale with Subcortical Infarction and Leucoencephalopathy (CADASIL): uno strumento di screening per la selezione dei pazienti per l'analisi del gene NOTCH3. Ictus. 43 (11): 2871-6.
  7. Schmieder R., Schmidt B., Raff U., Bramlage P., Dörfler A., ​​Achenbach S., &... Kolominsky-Rabas P. (2011). Microangiopatia cerebrale nell'ipertensione resistente al trattamento. Journal of Clinical Hypertension, 13 (8), 582-587.
  8. Sourander, P. & Wålinder, J. (1977). Demenza multi-infarto ereditaria. Studi morfologici e clinici di una nuova malattia. Acta Neuropathol., 39 (3): 247-54.
  9. Okroglic S., Widmann C., Urbach H. Scheltens P. & Heneka M. (2013). Sintomi clinici e fattori di rischio in pazienti con microangiopatia cerebrale. Plos One, 8 (2).

Qual è la ragione del gonfiore delle gambe

Il gonfiore delle gambe si manifesta a qualsiasi età e può essere un segno secondario di molte patologie, non solo direttamente correlate a malattie cardiovascolari. In alcuni casi, questa è una reazione del tutto normale del corpo. I seguenti motivi provocano gonfiore:

  • caldo estivo o permanenza prolungata;
  • camminare con scarpe scomode;
  • lavorare in posizione seduta;
  • l'abitudine di "torcere" le gambe;
  • guida costante.

Temperature elevate, stanchezza e stress inutile fanno il loro lavoro. Una quantità eccessiva di liquido si accumula nei tessuti, che fuoriesce dal sangue attraverso le pareti dei vasi e non può essere espulsa rapidamente. Quindi le gambe saranno aiutate sollevandole sopra il livello del corpo, riposo, un bagno fresco e un leggero massaggio. Ho già sollevato l'argomento della cura del tallone e ho condiviso ricette per i bagni per alleviare i piedi stanchi.

Devi capire che l'edema può essere un sintomo di malattie gravi e richiede una rapida visita dal medico. La localizzazione e il grado di gonfiore alle gambe variano a seconda delle cause delle complicanze, della durata del decorso e delle possibilità di risarcimento da parte del corpo. I classici colpevoli del gonfiore sono le malattie del sistema cardiovascolare e delle vie urinarie, reazioni a farmaci, farmaci, cosmetici non riusciti, allergie a determinati alimenti. Dai uno sguardo all'elenco delle cause dell'edema da me preparato per trovare una cura adeguata..

  1. Se c'è gonfiore di entrambe le caviglie, la sensazione di soffocamento, la pesantezza al petto non dà riposo, quindi è più logico sospettare un'insufficienza cardiaca.
  2. Un gonfiore di una gamba con dolore durante la flessione e il raddrizzamento del piede, che si è verificato dopo un infortunio, ci parla di un tendine allungato.
  3. Il gonfiore delle gambe durante la gravidanza è diffuso e considerato quasi normale, a causa di aumento di peso o tossicosi. Lungo la strada, le donne lamentano vertigini e mal di testa. In ogni caso, tali sintomi dovrebbero essere monitorati da un medico che "guida" la donna incinta.
  4. Il gonfiore delle caviglie può verificarsi la sera dopo lunghe passeggiate o in piedi. In questi casi, si avvertono debolezza e debolezza generali. Le gambe non solo si gonfiano, ma si sentono troppo pesanti e richiedono un buon riposo. Ma se registri altri sintomi, come sensibilità della pelle al tatto, crampi e dolore ai polpacci, allora, di regola, questo è un segnale dell'inizio delle vene varicose..
  5. Molte malattie renali portano a un metabolismo dei liquidi alterato nel corpo e quindi influenzano direttamente il gonfiore delle gambe. I cambiamenti negativi sono associati alla difficoltà di rimuovere l'acqua, che inizia ad accumularsi nei tessuti. Il gonfiore dell'intero viso è causato dalla glomerulonefrite, che a volte è una complicazione di un'infezione delle vie respiratorie superiori. Quando una persona soffre di sindrome nefrosica, l'intero corpo si gonfia. La maggior parte dei disturbi renali si manifesta in modo insidioso e si manifesta solo con un cambiamento nel ritmo quotidiano della minzione e nella quantità di urina. Pertanto, al primo sospetto, è necessario superare una visita medica in modo tempestivo..
  6. Il gonfiore causato dalla malattia della tiroide persiste a lungo dopo che la causa sottostante è guarita. Proprio come nell'esempio sopra, le palpebre si gonfiano, ma inoltre, la vista può essere compromessa, appare l'irritazione delle mucose degli occhi. È richiesto l'aiuto di un oftalmologo.
  7. Prima dell'inizio delle mestruazioni, molte donne sperimentano vari disturbi. La maggior parte di loro è responsabile delle fluttuazioni dei livelli ormonali, in particolare degli estrogeni. Uno dei problemi più fastidiosi è la ritenzione idrica nel corpo, che può portare alla formazione di edema autoregolante. Inoltre, potrebbero esserci sintomi premestruali comuni come mal di testa, indigestione, affaticamento e diminuzione della libido..
  8. Il diabete porta allo sviluppo di microangiopatia diabetica (danni ai piccoli vasi). L'essenza di questi cambiamenti è un aumento della permeabilità capillare e dei disturbi del sistema nervoso. Il risultato è l'ipossia della pelle e del tessuto sottocutaneo. Il gonfiore si verifica più comunemente intorno alla caviglia e all'avampiede. Devi anche visitare regolarmente un medico qui..
  9. Vale la pena stare attenti se si verificano gonfiore alle caviglie insieme al dolore. Il dolore ai muscoli del polpaccio suggerisce un disturbo del microcircolo. Il gonfiore può causare congestione del sangue e insufficienza venosa, che inizialmente possono essere meno evidenti. Si accumula la sera, ma scompare in posizione supina dopo un riposo notturno. A volte i sintomi sono accompagnati da scolorimento della pelle.

Segni caratteristici di microangiopatia

Le manifestazioni cliniche della malattia dipendono dalle specificità di organi e tessuti, il cui danno si è verificato sotto l'influenza di determinati fattori esterni. I pazienti più spesso lamentano dolore e bruciore alle gambe, riduzione della vista, sanguinamento dallo stomaco e dal naso, sviluppo di claudicatio intermittente, pelle secca dei piedi, emottisi.

Pertanto, si distinguono i seguenti segni di microangiopatia:

  • l'integrità delle piccole navi è disturbata;
  • si sviluppa insufficienza renale;
  • i globuli rossi sono danneggiati;
  • il processo di coagulazione del sangue viene interrotto;
  • c'è un'alta probabilità di emorragia sottocutanea.

Cause della malattia

Nel sistema vascolare, la microangiopatia si sviluppa sullo sfondo di altre malattie. Può essere oncologia, diabete mellito, infezioni, malattie del fegato o emolisi, una condizione in cui i globuli rossi vengono distrutti e l'emoglobina viene scollegata da essi. Fondamentalmente, questa condizione è attribuita alle conseguenze di tali malattie e condizioni del corpo:

    • trombosi - interruzione del normale flusso sanguigno a causa della formazione di coaguli di sangue che interferiscono con il flusso sanguigno;
    • necrosi: morte di cellule e tessuti del corpo;
    • ialinosi - la deposizione di ialina nei tessuti del corpo - uno dei tipi di distrofia proteica;
    • gonfiore fibrinoide - aumento della permeabilità vascolare e di conseguenza - distruzione irreversibile del tessuto connettivo.

Molto spesso parlando di microangiopatia, significano una complicazione del diabete mellito a lungo termine. In questa condizione, i capillari dei reni (nefropatia), i nervi (polineuropatia) e l'occhio (retinopatia) sono colpiti. I seguenti cambiamenti avvengono nei vasi: la membrana basale dei capillari si ispessisce, si verifica la formazione di trombi nella microvascolarizzazione, polifferenza del peritelio e dell'endotelio, ialinosi delle pareti arteriole, compaiono aneurismi capillari, le venule si espandono e subiscono trombosi.

Le cause dell'angiopatia sono i disturbi metabolici, il cui ruolo principale è svolto da:

    • glicosilazione delle proteine ​​e, di conseguenza, ipossia tissutale associata ad un eccesso di emoglobina glicosilata;
    • disfunzione endoteliale, diminuzione della produzione di ossido nitrico, antitrombina, prostaciclina, aumento del contenuto di endotelina e trombossano. Di conseguenza, aumenta lo spasmo dei vasi e l'aggregazione delle piastrine;
    • la sintesi proteica diminuisce;
    • si attiva il sistema renina-angiotensivo;
    • l'ossidazione del glucosio dalla via del sorbitolo è migliorata;
    • la perossidazione lipidica è attivata;

L'aumento della produzione di fattori di crescita da parte dell'endotelio è associato a un'eccessiva sintesi di glicoproteine, collagene e ad un aumento dello spessore della membrana basale dei capillari.
La rosolia, il morbillo, i traumi, l'intossicazione del corpo, il fumo, la dipendenza da alcol, il duro lavoro che indebolisce il corpo, l'ipertensione e la vecchiaia possono anche causare microangiopatia..

Come metterti alla prova e ridurre il gonfiore

Quando la gamba è molto gonfia, non può essere persa, ma cosa succede se i sintomi sono sottili? Per rilevare un leggero gonfiore, eseguire il seguente controllo di base. Premere con decisione sulla pelle con il dito vicino alla tibia per lasciare un'ammaccatura. Guardando la stampa, guarda quanto velocemente scompare. Se il sentiero dura un tempo innaturalmente lungo, diventa chiaro che la gamba è gonfia e deve essere trattata.

Per sbarazzarsi dell'edema alle gambe, è necessario diagnosticare e trattare accuratamente la malattia sottostante. Ma prima che la terapia inizi a dare i suoi frutti, puoi provare ad alleviare la tua condizione:

  • dovresti evitare calze e scarpe strette che impediscono il libero flusso sanguigno;
  • ridurre l'assunzione di sale (accumula acqua);
  • prendere (dopo un indispensabile consulto con un medico) diuretici;
  • le persone anziane dovrebbero camminare più spesso e ripetere esercizi di tono muscolare leggero;
  • evitare i bagni caldi in quanto le alte temperature tendono a ristagnare il sangue.

I disturbi associati all'edema delle gambe possono essere trattati con gel contenenti estratti di ippocastano e arnica. I farmaci orali come la diosmina, che riduce la permeabilità dei vasi sanguigni, sono adatti per il trattamento. Ricorda la regola principale: non appena noti che qualcosa non va, vai immediatamente in clinica per un consulto e tieni la situazione sotto controllo. Non auto-medicare se c'è il minimo dubbio sull'origine dei sintomi!

Blackout della memoria: perdita temporanea oa lungo termine dei ricordi di qualsiasi evento, chiamata amnesia nella letteratura medica.

Il cervello è adatto ad accumulare e immagazzinare informazioni per lungo tempo, riproducendole involontariamente, ad esempio, riconoscendo oggetti, eventi e immagini senza alcuno sforzo, o volontariamente quando si presenta la necessità di richiamo. L'oblio è anche una funzione naturale del cervello, il fallimento può essere completo e parziale, quando un ricordo può essere riprodotto non in una copia esatta o completamente.

Quando l'informazione accumulata è difficile da riprodurre, il processo di richiamo inizia quando emergono le “immagini laterali” associate all'oggetto, ma la memoria sintetizzata non sarà una copia esatta di ciò che non è stato ricordato. L'incapacità di riprodurre le informazioni accumulate è l'amnesia.

Nella maggior parte dei casi, i vuoti di memoria non sono globali, si riferiscono alla vita di tutti i giorni, ma se il fallimento è diventato troppo frequente e anche quotidiano, allora è necessario consultare un medico, perché indica un problema nell'attività del sistema nervoso centrale. Il neurologo della clinica "Medicina 24/7" effettuerà gli esami necessari e prescriverà un trattamento correttivo.

Prevenzione della patologia

Per prevenire la formazione di un processo patologico, i medici raccomandano ai pazienti di aderire ai seguenti requisiti:

  • passare a un tipo di dieta razionale: il menu giornaliero dovrebbe essere arricchito con una quantità sufficiente di fibre vegetali, tutto ciò che è grasso, fritto, salato, affumicato, piccante e dolce viene rimosso da esso;
  • aumentare gli indicatori di attività fisica e fisica - lunghe passeggiate, andare in bicicletta, nuotare in piscina, ginnastica quotidiana - aumenterà il tono muscolare e vascolare, normalizzerà i processi metabolici nel corpo;
  • controllo costante del peso corporeo: ogni chilogrammo in più esercita un carico aggiuntivo sul muscolo cardiaco, influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni;
  • misurazione periodica degli indicatori della pressione sanguigna: un lungo aumento dei segni dovrebbe essere un motivo per cercare un aiuto professionale;
  • ridurre l'impatto negativo delle situazioni stressanti, stabilizzare lo stato psico-emotivo - con l'aiuto di hobby, passatempo interessante, consultazioni con uno psicologo;
  • non dimenticare l'equipaggiamento protettivo quando si lavora con sostanze nocive e tossiche;
  • evitare lesioni alla testa, cercare aiuto in modo tempestivo quando si verificano;
  • se il paziente ha una storia di diabete mellito, il paziente deve sottoporsi periodicamente a consultazioni specialistiche preventive e seguire chiaramente il regime di trattamento prescritto.

La variante cerebrale dell'angiopatia si riferisce a processi patologici che interessano parti del cervello. Il mancato rispetto prolungato per le deviazioni sintomatiche, la ricerca tardiva di un aiuto professionale e l'entusiasmo per i metodi di terapia domiciliare possono essere fatali.

Sia un adulto che un neonato possono ammalarsi di malattia - nessuno è protetto dal processo patologico. Gli esperti consigliano di non lasciarsi trasportare dai metodi di guarigione popolari: un'ulteriore progressione dell'anomalia avrà gravi conseguenze. Disabilità e conseguente disabilità, un alto livello di probabilità di morte - un risultato comune di rifiuto di ricovero e intervento chirurgico.

L'afflusso di sangue alla testa viene effettuato attraverso i 4 vasi principali del collo: le arterie carotidee e vertebrali accoppiate. Eseguono un apporto completo e adeguato di nutrienti essenziali e ossigeno ai tessuti del sistema nervoso centrale. Cadendo nella cavità cranica, formano il cosiddetto circolo di circolazione wellisiano cerebrale. La sensibilità del cervello alla mancanza di ossigeno è estremamente alta. La microangiopatia del cervello porta a cambiamenti patologici nella circolazione e conseguente ipossia. I motivi principali che portano all'angiopatia dei vasi cerebrali sono:

Tipi di blackout

L'amnesia è sempre spontanea, una persona non ci pensa e non può avviarla di sua spontanea volontà. Nella maggior parte dei casi si tratta di una condizione temporanea, tuttavia la sua durata è molto variabile: da alcuni minuti a diversi anni. Di regola i ricordi tornano, a partire dal più vecchio, quindi il dimenticato dal vecchio riguarda il prossimo futuro, ma l'infanzia e l'adolescenza sono ben ricordate.

Quando è impossibile ricordare gli eventi prima dell'inizio del periodo di dimenticanza - questa è un'amnesia retrograda, non ricordata dopo lo sviluppo dell'amnesia - anterograda. Entrambe queste specie possono coesistere nello stesso cervello. Potresti non ricordare eventi della tua vita personale, ma puoi riprodurre accuratamente eventi sociali e questa sarà amnesia dissociativa.


Articolo Successivo
Farmaci per il cuore: un elenco di pillole per il dolore, l'angina pectoris, l'ischemia, per rafforzare