Trattamento dell'angiosclerosi retinica


L'angiosclerosi vascolare retinica è una malattia ipertensiva in cui si verifica un cambiamento organico nella funzione vascolare. La vena, situata all'incrocio del sistema vascolare, inizia ad aumentare gradualmente nelle fasi iniziali. Successivamente, si immerge nell'area della maglia.

Per aiutare il paziente, l'oftalmologo prescrive farmaci volti a combattere la nefrosclerosi e l'aterosclerosi della regione reticolare del bulbo oculare. In una fase avanzata, l'angiosclerosi può trasformarsi in angioretinopatia.

La malattia è caratterizzata da un aumento delle arterie, cambiano forma, diventando più tortuose.

Angiosclerosi retinica

Questo stadio dell'ipertensione arteriosa è chiamato "sintomo di Salus-Gunn" e in questa fase si crea una sorta di crocevia nel bulbo oculare, costituito da arterie e vene. L'aumento della pressione oculare può rompere il vaso. C'è una minaccia di conseguenze disastrose per tutti gli organi umani. Quando vengono colpiti organi vitali come il cervello, può iniziare un ictus. La malattia è un precursore precoce dell'ipertensione maligna. Le prime fasi della malattia sono abbastanza difficili da diagnosticare, poiché lo stato dei vasi è naturale e non ci sono patologie evidenti.

L'angiosclerosi retinica si sviluppa come complicanza dell'ipertensione (più spesso di una forma cerebrale).

Angiosclerosi ipertensiva

Angiosclerosi retinica ipertensiva - ha conseguenze disastrose e porta alla formazione di coaguli di sangue, emorragie e aneurismi. Il trattamento delle patologie del bulbo oculare viene effettuato con la partecipazione di un terapista e un oftalmologo. Il primo metodo volto a combattere la malattia può essere la prescrizione di farmaci che riducono la pressione nei vasi..

Nella fase avanzata della malattia, pochi specialisti saranno in grado di fare una prognosi favorevole. La malattia è distruttiva non solo per gli organi visivi, ma per l'intero organismo nel suo insieme. I casi particolarmente difficili sono considerati quando le complicanze sono causate dalla retinopatia renale e il nervo ottico è stato colpito dalla malattia. In tali casi, il medico è obbligato a prescrivere un ciclo di farmaci antipertensivi e aterosclerotici.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento dell'angiosclerosi retinica richiede un intervento chirurgico. Il rallentamento può aumentare significativamente il rischio di perdita della vista. Gli oftalmologi raccomandano un esame annuale e al primo segno di problemi con gli organi visivi, cercano immediatamente aiuto.

Angiosclerosi retinica - il secondo stadio dell'angiopatia, caratterizzato da ispessimento e restringimento irregolari del lume vascolare.

Sintomi e trattamenti

Nella maggior parte dei casi, le malattie degli organi visivi sono distruttive per l'uomo. Con l'angiosclerosi della retina, si osservano cambiamenti patologici nella struttura del sistema vascolare e nella sua funzionalità. Lo spessore delle arterie diventa irregolare e la loro forma assume un aspetto curvo.

Lo stadio iniziale della malattia nel novanta percento dei casi è accompagnato dai sintomi del nome di Salus-Hun, che sono stati descritti sopra. La malattia porta a malfunzionamenti degli organi visivi. Sono possibili la comparsa di miopia, degenerazione della retina e comparsa di un velo davanti agli occhi. L'aspetto e lo sviluppo della malattia possono essere causati dai seguenti motivi:

  • la presenza di malattie infettive;
  • difetto della valvola cardiaca o precedente attacco cardiaco;
  • diabete mellito e ipertensione arteriosa;
  • vene varicose;
  • malattie del sistema vascolare.

È necessario chiarire che la malattia si manifesta su due bulbi oculari contemporaneamente. L'angiosclerosi retinica in entrambi gli occhi richiede l'uso di farmaci speciali volti a mantenere e migliorare il metabolismo dei nutrienti nella retina.

Con lo sviluppo graduale, la struttura del sistema vascolare e la profondità della sua comparsa cambiano. Quando si diagnostica l'angiopatia ipertensiva, il processo di trattamento deve essere monitorato da un cardiologo o terapista. All'inizio del trattamento, è necessario abbassare la quantità di colesterolo nel corpo e stabilizzare la pressione. Di solito, la terapia adiuvante è considerata l'assunzione di colliri speciali e integratori vitaminici. È possibile curare una malattia sia in ospedale che in regime ambulatoriale, avvalendosi delle offerte di vari centri specializzati.

L'aggravamento dell'aterosclerosi porta al blocco completo dei vasi sanguigni

Cambiamenti nella struttura del bulbo oculare nell'angiosclerosi

Un'analisi condotta correttamente del processo di cambiamenti nei vasi della retina è in grado di determinare in quale fase si trova la malattia. Con l'approccio corretto alla diagnosi, puoi fare una previsione preliminare.

Alla domanda: "angiosclerosi retinica, che cos'è", si può rispondere a quanto segue. Questo è un processo associato a un cambiamento nelle funzioni del fondo, durante il quale viene colpito il sistema vascolare..

La flessione del sistema venoso e vascolare di solito porta a coaguli di sangue ed emorragia. Se questi cambiamenti vengono identificati da un medico, è necessario prendere misure urgenti per trattare l'angiosclerosi della retina del bulbo oculare. Per diagnosticare la malattia, sono necessarie le seguenti misure:

  • Ecografia del bulbo oculare;
  • EFI;
  • tomografia della retina del bulbo oculare;
  • oftalmoscopia.

Un ruolo importante di questo problema è giocato dal fatto che la maggior parte delle informazioni ricevute da una persona viene elaborata utilizzando gli organi visivi..

Metodo di trattamento

Nel mondo moderno, le patologie associate all'organo della vista e che portano alla disabilità non sono così rare. La retina del bulbo oculare ha origine dalla parete della parte anteriore della vescica cerebrale, il che significa che è una parte immediata del cervello, estratta.

Lo spessore di quest'area è microscopico e consiste in una rete neurale. La raccolta di questi neuroni forma dieci strati di mesh. Dove la neuroglia, le membrane limite e le sostanze intermedie fungono da anello di congiunzione. L'assunzione di nutrienti avviene a causa del lavoro di arterie e vene, che hanno origine dall'arteria carotide.

Prima di prescrivere un ciclo di trattamento, l'oftalmologo lo coordina con un terapista. In genere, questo corso ha il seguente obiettivo:

  • farmaci che stabilizzano la pressione sanguigna;
  • farmaci che rafforzano il sistema vascolare;
  • integratori vitaminici che migliorano il metabolismo;
  • anticoagulanti;
  • colliri che riducono la pressione intraoculare.

È particolarmente necessario notare l'importanza della dieta. Durante il trattamento, è necessario smettere di mangiare cibi con molto sale e grassi. Il rispetto di questa misura restrittiva aumenta più volte l'efficienza dell'assimilazione dei farmaci da parte del corpo..

Spesso i problemi agli occhi sono accompagnati da edema, emorragie dell'orecchio e del naso, sangue nelle urine.

È molto importante mangiare frutta e verdura, poiché questi prodotti contengono un'enorme quantità di nutrienti e vitamine.

Conclusione

Nella retina degli occhi possono verificarsi cambiamenti nel funzionamento, espressi sotto forma di vene varicose e spasmi delle arterie. Questa condizione è chiamata angiopatia retinica. La retinopatia si riferisce alla comparsa di aree di gonfiore, infiammazione o emorragia nella parte inferiore del bulbo oculare. L'angioretinopatia è chiamata cambiamenti patologici nel sistema vascolare..

Lo stadio dell'angiosclerosi della retina corrisponde allo stadio di sviluppo della malattia ipertensiva. In uno stato trascurato, il paziente può osservare l'infezione sia di un singolo vaso che di diverse sezioni dell'intero sistema vascolare.

Cos'è l'angiosclerosi retinica

Cos'è l'angiosclerosi retinica, quanto è pericolosa e puoi sbarazzartene? Queste domande preoccupano molti pazienti ipertesi, poiché spesso sentono questa diagnosi da un oftalmologo. Questo problema è particolarmente rilevante per i pazienti con una storia impressionante della malattia sottostante. L'ipertensione porta a cambiamenti anormali nei vasi sanguigni e la zona degli occhi non fa eccezione. L'organo della vista è uno dei primi ad essere colpito dall'ipertensione, per cui aumenta il rischio di ridotta funzionalità visiva, trombosi e distrofia retinica.

Meccanismo di sviluppo

La causa principale dell'angiosclerosi è un aumento persistente della pressione sanguigna, che porta a un restringimento del lume di vasi piccoli e grandi e ad un ispessimento irregolare delle loro pareti. La retina è il rivestimento interno dell'occhio, responsabile della percezione del colore, della trasmissione e della trasformazione dei raggi luminosi, nonché della creazione di un'immagine volumetrica. Il suo apporto di sangue è fornito da vasi sanguigni di vari calibri e il funzionamento di questa parte strutturale dell'apparato oculare dipende da quanto è completo. Le patologie retiniche possono portare a una significativa diminuzione dell'acuità visiva e alla formazione di coaguli di sangue in quest'area.

L'angiosclerosi retinica ipertensiva si sviluppa gradualmente e all'inizio i cambiamenti patologici rispondono bene alla correzione e al trattamento. Nella prima fase della malattia, di solito non si tratta di angiosclerosi, ma di angiopatia. Questa è una condizione in cui i vasi sanguigni subiscono cambiamenti funzionali a causa di picchi di pressione, ma la loro struttura non è stata ancora interrotta. Sono spesso in uno stato dilatato, quindi un oftalmologo, mentre esamina il fondo, può notare arrossamento in quest'area, che a volte si estende al disco del nervo ottico. Se inizi il trattamento in questa fase, il paziente ha tutte le possibilità di normalizzare completamente le condizioni del fondo..

Il secondo stadio del danno retinico è in realtà l'angiosclerosi, che si verifica a causa di spasmi e intrecci patologici dei vasi sanguigni. Per descrivere i segni di questa fase nello sviluppo della malattia, viene solitamente valutata la gravità dei sintomi di Salus-Hun.

Ci sono 3 fasi clinicamente importanti per fare una diagnosi:

  • Salus-Gunn I: la vena retinica si restringe nel lume e quindi, sotto la pressione dell'arteria che la attraversa, viene spinta verso l'interno.
  • Salus-Gunn II: la curva della vena diventa più profonda e diventa chiaramente definita.
  • Salus Gunn III - la vena viene spinta così forte nelle profondità che si forma un'area invisibile nel punto della sua intersezione con l'arteria (visivamente sembra che la vena sia completamente interrotta).

Fattori provocatori indiretti

Ci sono una serie di fattori che, oltre all'ipertensione, aumentano il rischio di sviluppare patologie retiniche. Questi includono:

  • diabete;
  • cattive abitudini (abuso di alcol, fumo);
  • lesioni agli occhi e alla testa;
  • osteocondrosi cervicale;
  • aumento della pressione intracranica;
  • età avanzata;
  • disturbo della coagulazione del sangue;
  • malattie autoimmuni, che sono accompagnate da infiammazione del rivestimento interno dei vasi sanguigni.

Se l'attività professionale di una persona ipertesa comporta frequenti contatti con sostanze tossiche, questo può anche diventare un fattore scatenante per lo sviluppo di problemi di vista. Composti chimici aggressivi avvelenano l'intero corpo e peggiorano il decorso dell'ipertensione, che a sua volta porta allo sviluppo di complicazioni da altri organi e sistemi. Inoltre, le condizioni di lavoro dannose influenzano negativamente il funzionamento del fegato e del cervello, pertanto è meglio che le persone indebolite evitino tale lavoro e privilegino altre specialità..

L'angiosclerosi progressiva senza il trattamento necessario spesso causa lo sviluppo di retinopatia e la comparsa di edema delle strutture interne dell'occhio. La retinopatia è un complesso di cambiamenti patologici nella retina, che possono portare al suo distacco, cambiamenti cicatriziali e completa cecità. Per evitare ciò, è necessario contattare immediatamente l'optometrista se compaiono sintomi oculari discutibili..

Segni della malattia

All'inizio, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo, poiché i cambiamenti nei vasi sanguigni sono molto insignificanti. Tutto ciò che preoccupa il paziente nella prima fase dello sviluppo dell'angiosclerosi è l'affaticamento degli occhi e la rara comparsa di "stelle" e "mosche" davanti agli occhi. Ma, nonostante ciò, durante l'esame del fondo, uno specialista può già diagnosticare e prescrivere il trattamento necessario. Ecco perché è importante che i pazienti ipertesi (così come le persone sane) si sottopongano a esami preventivi programmati da un oftalmologo, anche se non sono preoccupati per nulla.

Sintomi che possono indicare lo sviluppo di angiosclerosi:

  • la comparsa di mosche e macchie sfocate davanti agli occhi;
  • tensione e dolore tirante nei bulbi oculari;
  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • vertigini;
  • perdita di campi visivi;
  • mal di testa.

Le pupille del paziente possono reagire in modo errato alla luce a causa di disturbi vascolari. Forse sia restringimento patologico che espansione anormale. Con il progredire della malattia, oltre ai sintomi oftalmici, vengono collegati anche segni generali, che danno al paziente un notevole disagio. I pazienti possono lamentare acufeni, disturbi della memoria, problemi di sonno, sangue dal naso e squilibrio emotivo. Il problema è che molti di questi sintomi sono molto simili alle manifestazioni dell'ipertensione, motivo per cui alcuni pazienti non si affrettano a consultare un medico..

Per i pazienti con ipertensione, il medico curante, di regola, emette regolarmente indicazioni per gli esami preventivi da un oftalmologo e un neurologo, e in nessun caso devono essere trascurati. Un esame completo da parte di un oftalmologo consente di valutare le condizioni del fondo e, se necessario, ciò consente di prendere le misure necessarie in tempo e iniziare il trattamento.

Procedure diagnostiche

Per stabilire una diagnosi di angiosclerosi, oltre all'esame e alla consultazione con un oftalmologo, il paziente potrebbe dover sottoporsi alle seguenti procedure diagnostiche:

  • Ultrasuoni dell'occhio;
  • esame del fondo oculare con pupilla larga;
  • Scansione TC;
  • esame elettrofisiologico dei tessuti oculari.

Con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile identificare i cambiamenti nelle cellule della retina, valutarne la struttura e l'attività dei muscoli oculomotori (può essere disturbato a causa di patologie del nervo ottico). Con l'aiuto di un Doppler, puoi capire quanto sia completa la circolazione sanguigna in quest'area e quali aree sono peggiori di altre fornite di sangue.

L'oftalmoscopia (esame del fondo oculare) può essere eseguita in diversi modi. Il metodo più comune di questo esame è l'ispezione con una lampada a fessura e una lente ottica. Grazie a questa attrezzatura è possibile determinare la gravità dei disturbi vascolari, valutare oggettivamente le condizioni della retina e della testa del nervo ottico. Il fondo dell'occhio può anche essere esaminato con un oftalmoscopio, ma questo esame è meno informativo..

La tomografia retinica è prescritta relativamente raramente a causa dell'elevato costo della procedura, sebbene sia un metodo di esame molto informativo e indolore. Con il suo aiuto, puoi valutare la struttura di tutti gli strati della retina, identificare i minimi cambiamenti patologici e rilevare anche un edema minore. La procedura viene eseguita senza contatto e le immagini retiniche ottenute consentono all'oftalmologo di diagnosticare e selezionare con precisione il trattamento ottimale.

Durante uno studio elettrofisiologico, con l'aiuto di attrezzature speciali, vengono registrate le risposte degli occhi agli impulsi (durante l'esame della retina, la luce viene utilizzata come tale fattore). Grazie al grafico risultante, il medico può valutare come i diversi strati di cellule retiniche reagiscono alla luce e quanto sono pronunciati i processi distrofici in quest'area dell'occhio. Se trovi sintomi fastidiosi, non dovresti auto-medicare e posticipare la visita dal medico, poiché ciò può portare a perdere tempo prezioso e lasciare che la malattia faccia il suo corso.

Trattamento

Per normalizzare le condizioni del fondo, è necessario combattere la causa della patologia. Poiché l'angiosclerosi è causata dall'ipertensione, il paziente deve assumere quotidianamente farmaci antipertensivi (farmaci per abbassare la pressione sanguigna). Inoltre, è importante monitorare il peso corporeo, limitare il sale nel cibo e prevenire l'edema..

Insieme alla terapia principale, l'oftalmologo può prescrivere al paziente i seguenti medicinali:

  • gocce che riducono la pressione intraoculare;
  • preparati vitaminici rinforzanti locali (e complessi vitaminici e minerali in compresse per somministrazione orale);
  • fluidificanti del sangue;
  • angioprotettori (mezzi che proteggono le pareti dei vasi sanguigni dai danni);
  • colliri che aiutano ad accelerare i processi metabolici negli occhi.

Parallelamente all'angiosclerosi, i pazienti ipertesi spesso sviluppano aterosclerosi retinica. Questo è l'accumulo di depositi di colesterolo nei vasi sanguigni, che portano a interruzioni del loro funzionamento e diventano la causa del restringimento patologico del lume. L'aterosclerosi peggiora il decorso dell'ipertensione e aumenta il rischio di sviluppare altre complicanze della malattia. Si verifica a causa di un'alimentazione impropria, della predominanza di grassi animali nel cibo, bassa attività fisica e rapido aumento di peso. Questa condizione richiede un trattamento, poiché l'accumulo di depositi di grasso nei vasi dell'occhio può portare a una diminuzione della vista e alla distrofia delle membrane interne..

Il trattamento dell'aterosclerosi della retina consiste nel normalizzare la nutrizione, eseguire un regolare esercizio fisico e assumere farmaci speciali. Questi includono angioprotettori, vasodilatatori, farmaci anti-coagulo e farmaci per abbassare il colesterolo nel sangue. Di norma, molti di questi farmaci, i pazienti ipertesi bevono per tutta la vita, parallelamente all'assunzione di farmaci antipertensivi. È importante capire che senza la correzione dello stile di vita, nessun trattamento può fermare la progressione della malattia. Pertanto, normalizzare la nutrizione, perdere peso e controllare la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo sono gli obiettivi primari per mantenere il benessere e prevenire le complicanze..

Angiosclerosi retinica

L'angiosclerosi è una patologia vascolare, consistente nel restringimento del lume e nell'ispessimento delle pareti. Una tale immagine può essere trovata in qualsiasi parte del corpo, compreso il fondo. In questo caso, i medici formulano una diagnosi che suona come l'angiosclerosi retinica. Questa condizione non è una malattia indipendente, ma è una delle complicanze delle anomalie vascolari sistemiche. Sullo sfondo dei cambiamenti vascolari sclerotici, si verifica una degenerazione retinica irreversibile. Particolarmente pericolosa è una violazione che colpisce la parte centrale dello strato sensibile alla luce dell'occhio. In questo caso, il paziente è a rischio di distrofia del nervo ottico e completa cecità..

Le ragioni

Gli oftalmologi chiamano la causa principale dell'angiosclerosi retinica come angiopatia non trattata o non corretta degli organi visivi. In questa fase, il processo patologico è complicato da deformità strutturali della retina, ridotta conduzione degli impulsi lungo il nervo ottico, emorragie multiple nello spazio tra la retina e lo strato sottostante.

Poiché l'angiopatia dei vasi sanguigni retinici si sviluppa sullo sfondo di malattie sistemiche, lo stesso insieme di fattori provocatori è caratteristico dell'angiosclerosi:

  • ipertensione, in cui la pressione fa sì che le pareti dei vasi sanguigni si allunghino, si spezzino e diventino più dense;
  • aterosclerosi dei vasi della testa, in cui il lume delle arterie che alimentano la retina si restringe a causa dei depositi di colesterolo;
  • diabete mellito e altre malattie endocrine, in cui le pareti dei capillari si assottigliano, la microcircolazione rallenta e aumenta il rischio di formazione di trombi;
  • lesioni reumatiche delle pareti delle arterie e dei capillari;
  • anomalie vascolari sistemiche come la sindrome di Buerger-Raynaud, periarterite, periflebite e altri;
  • malattie del sistema ematopoietico, in cui aumenta l'adesione delle piastrine e piccoli vasi sono ostruiti da coaguli di sangue.

Oltre alle ragioni patologiche, l'angiosclerosi retinica può verificarsi sullo sfondo di processi fisiologici: tossicosi durante la gravidanza e cambiamenti legati all'età. Il ruolo delle cattive abitudini nello sviluppo della condizione è ottimo: secondo le statistiche, una tale diagnosi spesso accompagna l'alcolismo e la dipendenza dal tabacco.

Buono a sapersi! I medici definiscono la malattia da radiazioni la causa più rara di alterazioni sclerotiche nei capillari retinici..

Sintomi

Nella fase iniziale, l'angiosclerosi dei vasi retinici non si manifesta in alcun modo. I sintomi spiacevoli iniziano a disturbare il paziente solo con la progressione della malattia:

  • ottenere un'immagine sfocata, diminuzione dell'acuità visiva alla luce o al buio;
  • diminuzione del campo visivo, restringendolo a un piccolo punto o punto;
  • violazione della sensibilità dell'analizzatore visivo al colore, in cui una persona non distingue le sfumature;
  • interferenza nel campo visivo sotto forma di mosche, macchie nere;
  • una sensazione di dolore pulsante negli occhi;
  • emorragia spontanea nel bulbo oculare.

I segni elencati, di regola, indicano l'irreversibilità del processo patologico..

Con l'angiosclerosi retinica unilaterale, esiste la possibilità di una parziale compensazione dei problemi di vista aumentando la sensibilità dell'occhio sano. In questo caso, i sintomi elencati possono comparire in seguito e, al posto di essi, il paziente avrà segni di sovraccarico di un occhio sano: secchezza, mal di testa, nausea, sensazione di sabbia negli occhi. Ciò porta spesso al rapido sviluppo della cecità su un organo precedentemente sano, a causa del quale il paziente diventa disabilitato in pochi mesi..

Diagnostica

L'angiopatia può essere confermata da un classico esame visivo del fondo - oftalmoscopia. Durante lo studio, il medico fissa un cambiamento nel pattern vascolare: la comparsa di rami aggiuntivi o un'eccessiva tortuosità di arteriole e venule, espansione o restringimento del loro diametro testimonia a favore di questa patologia. Per confermare la diagnosi e identificare le cause dell'anomalia, vengono eseguite ulteriori procedure diagnostiche:

  • MRI del bulbo oculare e della testa, in grado di rilevare disturbi funzionali e trofici dei tessuti molli;
  • TC e raggi X dei vasi retinici con contrasto, con l'aiuto del quale è possibile visualizzare anche piccole violazioni della pervietà vascolare;
  • Ecografia Doppler ed ecografia retinica, che danno un'idea della velocità e della direzione del flusso sanguigno nei bulbi oculari.

Sulla base dei risultati ottenuti, viene sviluppata una tattica per il trattamento dell'angiosclerosi retinica.

Trattamento

I metodi con cui viene eliminata l'angiosclerosi retinica dipendono dal grado di cambiamenti nel microcircolo, dalla natura di tali processi e dalle ragioni che li hanno causati. In generale, lo schema di azione conservativa è progettato in modo tale da migliorare i processi metabolici, migliorare la nutrizione della retina e normalizzare la circolazione sanguigna nelle strutture del bulbo oculare. Per questo, vengono prescritti diversi gruppi di farmaci:

Medicinali per la vasodilatazione - "Pentossifillina", "Agapurin", "Vazonit" e loro analoghi. Gli agenti di questo gruppo sono adatti per il trattamento di angiopatie di qualsiasi origine. Impediscono la formazione di coaguli di sangue e proteggono le pareti dei vasi sanguigni da cambiamenti indesiderati.

Anticoagulanti - "Trombonet", "Aspirin Cardio" o "Ticlopidine". I farmaci in questo gruppo sono prescritti con un aumentato rischio di trombosi o con occlusione oculare che si è già verificata, così come per l'angiosclerosi nei pazienti ipertesi.

Stimolanti metabolici - farmaci orali "Neurobin", "Milgamma", "Mildronat", forme iniettabili di ribossina, acido nicotinico, "Cocarbossilasi", ATP e complessi vitaminico-minerali in compresse e iniezioni. Inoltre, il medico può prescrivere farmaci locali - gocce "Taufon" o "Emoxy-Optic".

Venotonics - "Phlebodia", "Vasoket", "Normoven" e loro analoghi. I farmaci in questo gruppo vengono prescritti se viene rilevata una congestione venosa durante la diagnosi. Sono usati come coadiuvanti nelle forme diabetiche di angiosclerosi retinica..

Stimolanti del microcircolo - "Cavinton" e "Actovegin". I farmaci di questo gruppo sono insostituibili in presenza di processi ischemici e stagnanti, segni di distrofia retinica. Rafforzare e completare il loro effetto aiuterà i farmaci che riducono il grado di permeabilità delle pareti delle arterie e delle vene - "Dicinon", "Parmidin", rimedi naturali con estratto di ginkgo biloba.

Nonostante l'abbondanza di vari gruppi di farmaci, tutti forniscono sollievo a breve termine, ma non eliminano la causa della malattia. Pertanto, il trattamento dell'angiosclerosi retinica contiene sempre azioni volte a fermare la fonte primaria di problemi:

  • con il diabete mellito, viene prescritta una dieta a basso contenuto di carboidrati, farmaci ipoglicemizzanti o insulina, sostanze con acido lipoico e antiossidanti, nonché un'attività fisica moderata;
  • con un'origine ipertensiva della patologia, vengono prescritti farmaci antipertensivi, inoltre - statine e sedativi;
  • per patologie autoimmuni (reumatoidi) e traumatiche vengono prescritti glucocorticoidi, "Lidaza" e "Chimotripsina" sotto forma di iniezioni, elettroforesi e trattamento dei tessuti con farmaci "Biosed", "Gumisol", vitreo.

Per il ripristino accelerato del trofismo e della funzionalità della retina, viene prescritta la fisioterapia: agopuntura, impulso e esposizione del colore, magnetoterapia, pneumomassaggio e sessioni con il simulatore di occhiali Sidorenko. Per mantenere i vasi sanguigni in buona forma si consigliano lezioni di yoga, nuoto, corsi di massaggio sulla zona del collo.

Il trattamento chirurgico della sclerosi dei vasi del fondo non viene utilizzato a causa del loro piccolo diametro e della difficoltà di accesso ad essi. Le tecniche mininvasive vengono utilizzate solo per eliminare le complicanze dell'angiosclerosi: rottura e distacco della retina. Il metodo più efficace e minimamente traumatico per ripristinare la sua integrità è considerato la coagulazione laser. Inoltre, può essere eseguita la vitrectomia: rimozione del corpo vitreo e ricostruzione della retina, seguita da fissazione.

Prevenzione

Se un paziente è a rischio, cioè soffre di ipertensione, diabete mellito, patologie vascolari sistemiche, disturbi endocrini, necessita di un attento monitoraggio annuale da parte di un oftalmologo. Inoltre, è necessario occuparsi del trattamento delle principali malattie e del monitoraggio quotidiano dello stato di salute: misurazione della glicemia con un glucometro domestico, monitoraggio della pressione sanguigna, ecc..

Anche con malattie che limitano l'attività fisica, non dovresti cedere all'inazione. Maggiore è il movimento, minore è il rischio di sviluppare patologie e complicanze vascolari. Gli oftalmologi consigliano passeggiate giornaliere all'aria aperta, nuoto, passeggiate e sci di fondo. L'assunzione di complessi vitaminici e minerali e il rifiuto delle cattive abitudini aiuteranno a mantenere in buona forma il cuore ei vasi sanguigni..

Cause, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi della retina

L'aterosclerosi della retina causa spesso vertigini, perdita temporanea o permanente della vista e può essere irta di vari tipi di gravi complicazioni e conseguenze. Tuttavia, la fissazione tempestiva della diagnosi nella fase iniziale può avere una prognosi favorevole e un trattamento efficace..

Aterosclerosi della retina, che cos'è?

La membrana del tessuto sensibile situata nella parte posteriore interna dell'occhio è la retina. La sua funzione è convertire i segnali luminosi in segnali nervosi e servono già come segnale per il cervello.

È la base del tessuto nervoso che fornisce la visione. La sua struttura è composta da dieci strati, dove si trovano il tessuto cellulare, le cellule nervose e molte arterie del sangue, che forniscono i processi metabolici e il normale funzionamento della retina..

Numerosi studi sul fondo hanno confermato che l'aterosclerosi di questa parte dell'occhio in oftalmologia è il problema più comune associato alla patologia vascolare e causa di gravi problemi di menomazione visiva. Questa malattia si verifica sullo sfondo delle manifestazioni aterosclerotiche dei vasi cerebrali, ma può essere qualsiasi parte del corpo e del corpo umano..

Aumento della pressione nelle arterie, disturbi metabolici, malfunzionamento del cuore, tutto ciò può causare cambiamenti nelle pareti dei vasi sanguigni, il loro restringimento e, di conseguenza, una diminuzione del flusso sanguigno.

Una delle patologie più gravi e comuni è il distacco di retina. È causato dalla malnutrizione. Una tale complicanza richiede un intervento chirurgico immediato, poiché può minacciare la perdita della vista..

Cause di aterosclerosi dei vasi oculari

Tra le cause più comuni dell'insorgenza della malattia, si osservano cambiamenti patologici nella forma:

  1. Ipertensione arteriosa;
  2. Aterosclerosi generalizzata.

Con l'ipertensione, le pareti vascolari di tutto il corpo sono principalmente colpite..

Gli oftalmologi sono tra i primi a rilevare l'ipertensione modificando la rete vascolare sanguigna dell'occhio, poiché uno dei posti disponibili per riconoscere questi cambiamenti è il fondo oculare.

Trovando angiospasmo o aterosclerosi nei vasi della membrana neurale dell'occhio, confermano l'ipertensione con fermezza..

La causa dell'ipertensione e di altre malattie associate a una violazione del sistema vascolare è il colesterolo plasmatico alto per un lungo periodo. Le cause dell'aterosclerosi retinica sono i depositi di grasso nei vasi, che interferiscono con la normale circolazione sanguigna.

Ciò può verificarsi per diversi motivi:

  • A causa di disturbi del sonno, costante superlavoro o stress;
  • Mancanza di attività fisica e, di regola, diminuzione dei processi metabolici nel corpo;
  • Il motivo potrebbe essere l'eccesso di peso, l'accumulo di grasso e disturbi metabolici;
  • Fumo e alcol, che provocano gli spasmi vascolari e le loro lesioni;
  • Cibo improprio, che contribuisce alla formazione di placche vascolari dovute al colesterolo "cattivo" in grandi quantità.

Nelle lesioni aterosclerotiche, si formano placche che interferiscono con la normale circolazione sanguigna e l'ossigeno smette di fluire sufficientemente. E questo è un percorso diretto che porta alla formazione di coaguli di sangue, scarsa coagulazione e grave patologia del sistema vascolare. Come risultato di queste manifestazioni negative, la parte inferiore dell'occhio, i suoi rami del gambo e la vena centrale diventano facilmente vulnerabili..

A volte la malattia non viene rilevata per anni, poiché i sintomi della malattia sono spesso concomitanti. La clinica è spesso espressa da spasmi nel sistema circolatorio dell'occhio, blocco delle arterie sottili e loro rottura. Pertanto, spesso, la malattia può essere indicata solo durante il periodo di crisi, con un forte calo della vista e la formazione di edema.

L'angiopatia aterosclerotica della retina procede allo stesso modo del danno ad altri organi, l'unica differenza è nella sua formazione microscopica, poiché le reti arteriose e venose nel fondo sono molto più piccole che altrove.

Con questa malattia dei capillari oculari, possono verificarsi complicazioni sotto forma di:

  • Danno ischemico al nervo ottico, spesso derivante da una violazione del flusso sanguigno nel bulbo oculare;
  • La presenza di trombosi nella vena principale del fondo;
  • Gonfiore o nervo ottico;
  • Pericoli di emorragia vitreale.

Tali manifestazioni negative sono irte di un notevole deterioramento della vista o perdita della vista. La malattia è più spesso colpita da persone in età avanzata, ma sta costantemente diventando più giovane e tra le generazioni più giovani i casi di tale disturbo sono diventati più frequenti..

Sintomi della malattia

Tenendo presente che le cause della malattia sono di natura sistemica, l'aterosclerosi si osserva solitamente in entrambi gli occhi. In una fase iniziale, i sintomi sono difficili da identificare. Se identifichi un disturbo in una fase iniziale, puoi interromperlo rapidamente e rapidamente. Per fare ciò, dovresti capire ed essere in grado di distinguere tra le sue caratteristiche principali..

I suoi sintomi sono molto simili ai principali sintomi associati alle lesioni aterosclerotiche:

  • Vertigini e frequenti mal di testa;
  • Dolore e dolore alla cavità oculare;
  • Deterioramento della vista;
  • Cattiva salute generale e affaticamento degli occhi;
  • In una fase successiva, c'è visione doppia, appannamento, perdita di campi dalla vista.

A causa del lento flusso sanguigno nel sistema capillare dell'occhio, si verifica carenza di ossigeno, la struttura è disturbata e diventa contorta, questo è visto nella diagnosi della malattia.

Ci sono altri motivi che contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi retinica, questi sono disturbi concomitanti e varie lesioni, tra cui:

  • Malattie della colonna vertebrale toracica e cervicale;
  • Operazioni sul cervello e sul midollo spinale;
  • Lesione vascolare estesa di natura sclerotica;
  • Disturbi del sistema endocrino;
  • Varie lesioni e interruzioni nel flusso sanguigno;
  • Patologia cardiaca.

Diagnosi della malattia

Prima di tutto, vengono studiati il ​​quadro generale della malattia, i suoi sintomi. Questo problema viene affrontato da un oftalmologo. Conduce esami di base e, superando gli esami del sangue, determina la presenza di contenuto di colesterolo. Raccoglie quindi informazioni sulle complicanze subite, sulla predisposizione genetica e sulle manifestazioni croniche.

Per determinare lo stadio della malattia, uno specialista esegue un'oftalmoscopia del fondo e l'angiografia a fluorescenza del sistema vascolare. Con l'aiuto di farmaci, come tropicamina, atrofina, le pupille si dilatano, questo consente un esame di alta qualità, ma la vista può deteriorarsi per un po 'e la sensibilità alla luce degli occhi aumenterà.

L'oftalmoscopia o fundoscopia è un esame che consente di penetrare nella parte posteriore dell'occhio e rilevare varie patologie della retina, arterie sanguigne, testa del nervo ottico, coroide.

Inoltre, viene effettuato un sondaggio da:

  • Visometria: determinazione della vista nell'area interessata dall'aterosclerosi, lo stato dell'intero fondo;
  • Perimetria del computer - Rilievo periferico;
  • Diagnostica elettrofisiologica: scoprire come le cellule sono in grado di sopravvivere;
  • Tonometria - misurazioni della pressione oculare;
  • MRI, CTM, ultrasuoni.

Con l'ausilio di numerose metodiche diagnostiche, attraverso un esame serio, si possono identificare le seguenti patologie:

  1. La presenza di restringimento del lume nelle arterie sanguigne, lo spessore delle loro pareti;
  2. Cambiamenti nelle intersezioni artero-venose;
  3. La tortuosità della struttura del vaso;
  4. Emorragie, coaguli di sangue ed edema del nervo ottico;
  5. Posizione delle modifiche.

Trattamento

Nel trattamento dell'aterosclerosi della retina, il problema della malattia viene risolto in generale, con la partecipazione di un oftalmologo e altri specialisti: un neurologo, un cardiologo e un terapista. La direzione principale del trattamento dovrebbe essere l'assottigliamento del flusso sanguigno, aumentando l'elasticità delle pareti dei capillari, con una diminuzione obbligatoria dei livelli di colesterolo..

La natura della patologia può essere diversa, ma la cosa principale nel trattamento di successo è un approccio integrato.

  • Medicinali volti a migliorare l'afflusso di sangue a tutte le parti strutturali dell'occhio. Qui il trattamento è previsto con corsi quali: Mildronato, Vasonite, Solcoseryl, Arbiflex. A causa della plasticità degli eritrociti acquisiti sotto l'influenza di farmaci, si muovono rapidamente lungo i capillari ristretti. I farmaci dovrebbero essere selezionati su base personale, tenendo conto delle caratteristiche dell'organismo di ciascun paziente, malattie croniche e concomitanti. Spesso, il farmaco viene assunto con il metodo del collirio. Con la terapia farmacologica convenzionale vengono prescritti: angioprotettori, agenti per vasodilatazione, agenti antipiastrinici e agenti anti-sclerotici.
  • Assunzione di complessi vitaminici essenziali per mantenere la salute.
  • Una dieta basata sul divieto di utilizzo di alimenti con un alto livello di calorie e carboidrati, restrizione di sale. Con la stretta aderenza alla dieta corretta, l'efficacia del trattamento aumenta più volte.
  • Attività fisica che promuove il flusso di energia nel tessuto muscolare e accelera i processi metabolici, rimuovendo tossine e sali dal corpo.
  • Abbandonare le cattive abitudini, sotto forma di alcol e fumo.
  • Tecniche di fisioterapia come laser, magnetoterapia o agopuntura.
  • Anche la riduzione dello stress sugli organi oculari è una parte importante del trattamento. Vale la pena per tutta la durata del periodo terapeutico smettere di stare seduti alla TV, al computer e limitare la lettura di libri.
  • Rimedi popolari che aiutano a migliorare l'effetto del recupero. Ci sono molte ricette e raccomandazioni basate su molti anni di esperienza e casi di successo e una cura rapida per una malattia..

Trattamento con rimedi popolari

I pasti utili includono:

  1. Succhi di frutta e verdura fresca, in particolare prezzemolo;
  2. Infuso di semi di aneto;
  3. Tè con bacche di sorbo rosso e fogliame di ribes nero.

Tisane di erbe e piante medicinali:

Ricetta numero 1

  • Camomilla-100 g;
  • Erba di San Giovanni - 100 g;
  • Immortelle-100g.

Infuso con mezzo litro di acqua calda e bevuto tutto il giorno.

Ricetta numero 2

  • Rizoma di valeriana - 20 g;
  • Melissa-20 g.

In un bicchiere di acqua bollente calda. Bere 20 giorni in piccole porzioni prima dei pasti.

Va notato che la consultazione con uno specialista sull'uso di qualsiasi rimedio popolare è obbligatoria, poiché potrebbero esserci controindicazioni ed effetti collaterali.

Come prevenzione della malattia, tali rimedi sono usati con successo come: frutti di aronia, succo di ribes rosso, olio d'oliva bevuto a stomaco vuoto. Tutti questi rimedi naturali contribuiscono a grandi risultati.

Cosa temere

I pazienti che soffrono di livelli di colesterolo alto dovrebbero monitorare i suoi indicatori, ridurli nel tempo e farlo per tutta la vita..

Dovresti assumere costantemente farmaci che contribuiscono al normale mantenimento dell'attività vitale del sistema circolatorio oculare, farmaci anti-sclerotici e vitamine, poiché lo stadio avanzato della malattia può portare a conseguenze disastrose, come:

  • Glaucoma;
  • Infarto oculare;
  • Atrofia nervosa;
  • Trombosi;
  • Emoftalmosi ricorrente;
  • Perdita della vista;
  • Cecità irreversibile.

Regola la tua dieta, fai attività fisica praticabile, prendi rimedi omeopatici e vitamine, controlla il tuo livello di colesterolo, abbandona le cattive abitudini una volta per tutte e controlla periodicamente i tuoi occhi. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento correttamente selezionato, i tuoi occhi rimarranno a lungo uno specchio della tua anima!

Angiosclerosi retinica


Qualsiasi deviazione nel lavoro degli occhi è irta di pericolo, perché un disturbo può portare alla cecità. Per ridurre al minimo il rischio di sviluppare tali complicazioni, è necessario monitorare attentamente la salute dell'apparato visivo e, al minimo sospetto di malfunzionamento, consultare un medico. L'angiosclerosi retinica è un cambiamento nelle pareti dei vasi sanguigni. In assenza di una terapia competente, la patologia progredisce rapidamente e può provocare una completa perdita della vista.

Cos'è l'angiosclerosi retinica?

Secondo luminari scientifici e operatori sanitari, questo concetto nasconde l'ispessimento e l'ispessimento delle pareti dei vasi che ricoprono il fondo. Molto spesso, lo sviluppo della patologia provoca l'accumulo di placche aterosclerotiche.

La retina dell'occhio è il tessuto situato nella parte posteriore del bulbo oculare. La sua funzione principale è convertire i segnali luminosi in impulsi nervosi, che vengono poi trasmessi al cervello per l'elaborazione. L'angiosclerosi dei vasi retinici interrompe il processo di afflusso di sangue alla membrana e inizia ad apparire il gonfiore, che provoca problemi di vista.

In medicina l'anomalia è meglio conosciuta con il termine "retinopatia", poiché il risultato dei processi distruttivi che avvengono nel fondo è la patologia della retina. L'angiosclerosi, a sua volta, è solo una delle fasi della progressione della malattia. Il suo pericolo sta nel fatto che è in grado di causare una serie di gravi complicazioni:

  • Emartro nella retina o nell'umore vitreo;
  • Coaguli di sangue in un'arteria o vena principale
  • Danno ischemico alle terminazioni nervose dell'organo della vista;
  • Gonfiore della retina.
Le conseguenze negative dell'anomalia possono portare alla cecità.

Cause dell'angiosclerosi retinica

Molti fattori possono provocare lo sviluppo della malattia, ma molto spesso due patologie agiscono da "istigatori", di cui parleremo più dettagliatamente in seguito..

Cambiamenti vascolari retinici nell'ipertensione arteriosa

Un aumento della pressione sanguigna influisce principalmente negativamente sullo stato del sistema vascolare. Il fondo dell'occhio è uno dei pochi luoghi in cui possono essere considerati processi e cambiamenti distruttivi. Per questo motivo, sono gli oftalmologi più spesso i primi a rilevare l'ipertensione, rivelando lo sviluppo dell'angiosclerosi in un paziente..

Inizialmente, una persona con problemi di pressione sanguigna sviluppa angiopatia. La patologia provoca un cambiamento nei vasi situati nell'apparato visivo. Diventano sinuosi e perdono elasticità. L'angiosclerosi sta sostituendo la "sorellina". È caratterizzato da un ispessimento irregolare delle pareti dei vasi sanguigni e dal restringimento degli spazi tra loro..

Il risultato di processi distruttivi è la formazione di un "filo d'argento" sulla rete, poiché le arterie acquisiscono un'insolita tinta argento.

In alcuni casi, i depositi di lipidi si accumulano e hanno un colore dorato. I medici lo chiamano un sintomo di "filo di rame".

Le vene all'intersezione con le arterie sono piegate e nascoste in profondità nella retina. Con l'ipertensione aumenta il rischio di emartro perché le pareti vascolari sono indebolite.
Torna al sommario

Cambiamenti retinici nell'aterosclerosi generalizzata

L'aggravamento dei problemi di pressione sanguigna provoca il blocco del 100% del sistema vascolare e la progressione dell'angioretinopatia con emorragia e deformazione delle strutture retiniche.

Se la lesione raggiunge la macula e i processi distruttivi influenzano i nervi ottici, il paziente può diventare completamente cieco..

Oltre a questi due "colpevoli" dello sviluppo dell'angiosclerosi, possono causare la progressione della malattia:

  • Aumento dei livelli di zucchero nel sangue;
  • Trauma cranico;
  • Osteocondrosi;
  • Malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • Avere cattive abitudini.

L'angiosclerosi non si sviluppa mai come patologia indipendente. Se hai un disturbo simile, prima di iniziare il trattamento, è importante identificare la causa principale del suo aspetto..

Fasi di sviluppo della retinopatia ipertensiva

Ci sono quattro fasi principali nella progressione dell'anomalia:

  • Angiopatia. Tutti i cambiamenti che si verificano in questa fase sono reversibili. C'è un'espansione delle vene e un restringimento del lume tra di loro;
  • Angiosclerosi. I vasi perdono la loro elasticità, le pareti delle arterie hanno spessori diversi su tutta la loro lunghezza;
  • Angioretinopatia. La retina si gonfia, in alcuni punti compaiono opacità. Viene diagnosticato il restringimento dei campi visivi, l'acutezza degli occhi diminuisce. Ci sono emorragie focali nella retina, a forma di fiamme;
  • Neuroretinopatia. Nell'ultima fase della progressione della malattia, il nervo ottico si gonfia. Sulla macula appare un asterisco o un'immagine a forma di mezzaluna.
Il pericolo principale della retinopatia è che progredisce a un ritmo rapido e può raggiungere lo stadio finale in soli dodici mesi. Con lo sviluppo della neuroretinopatia, la malattia non può essere fermata, nella maggior parte dei casi c'è una completa perdita della vista.

Sintomi

I seguenti segnali dovrebbero causare allarme:

  • Macchie scure e mosche davanti agli occhi;
  • Dolore e dolore all'apparato visivo;
  • Una "borsa" pende sull'occhio.

Se non inizi la terapia in questa fase, la malattia progredirà e i sintomi come:

  • Restringimento dei campi visivi;
  • Acuità oculare cadente;
  • Costrizione o dilatazione della pupilla.

Poiché l'ipertensione arteriosa influisce negativamente su tutti gli organi e sistemi interni, possono comparire i seguenti sintomi:

  • Emicrania;
  • Rumore nelle orecchie;
  • Problemi di sonno;
  • Sanguinamento frequente dal naso;
  • Irritabilità aumentata;
  • Compromissione della memoria.

Al minimo sospetto dello sviluppo dell'angiosclerosi, consultare immediatamente un medico.
Torna al sommario

Diagnostica

L'oftalmologo effettua la diagnosi finale sulla base dei seguenti esami:

  • Oftalmoscopia del fondo;
  • Angiografia in fluorescenza dei vasi retinici.

Queste tecniche richiedono l'assunzione di farmaci per dilatare la pupilla (ad esempio, atropina o Tropicamide). Per qualche tempo, l'acuità visiva del paziente diminuisce drasticamente e si osserva una maggiore fotosensibilità. Il fenomeno spiacevole passerà al termine dell'effetto del farmaco.

La ricerca aiuta a rilevare una serie di deviazioni:

  • Restringimento degli spazi tra le navi;
  • Violazione nei punti in cui si intersecano vene e arterie;
  • Emartro nella retina;
  • Aumento della tortuosità delle arteriole;
  • Gonfiore del nervo ottico.
Il compito principale dell'oftalmoscopia è esaminare e analizzare attentamente le condizioni del fondo e delle sue strutture.

Esistono tre tipi di procedura:

  • Modo diretto. L'analisi viene eseguita mediante ispezione visiva dell'occhio alla luce di un oftalmoscopio;
  • Tecnica indiretta. Oltre alla luce del dispositivo, l'optometrista utilizza una lente d'ingrandimento;
  • Utilizzando una lampada a fessura. Viene utilizzato al posto di un oftalmoscopio.

L'esame non richiede più di quindici minuti.

Durante l'angiografia in fluorescenza, un farmaco unico, la fluoresceina, viene iniettato in una vena. Si muove lungo il sistema vascolare della retina, mentre il medico ne analizza le condizioni attraverso la telecamera..

Trattamento dell'angiosclerosi retinica

Il primo passo è eliminare il "colpevole" dell'anomalia: l'ipertensione arteriosa. Altrimenti, non ci sarà alcun effetto della terapia. Il medico seleziona i farmaci antipertensivi, prescrive anche la durata e il dosaggio del farmaco.

Dopo che la pressione si è stabilizzata, l'oftalmologo redige un ciclo di trattamento per normalizzare la circolazione sanguigna nella retina. Il medico può prescrivere i seguenti farmaci:

  • Fluidificanti del sangue;
  • Gocce per stabilizzare la pressione intraoculare;
  • Medicinali per rafforzare le pareti del sistema vascolare;
  • Gocce per attivare il metabolismo nella retina;
  • Complesso di vitamine per somministrazione orale;
  • Preparati fortificati per l'instillazione nell'organo della vista.

Se la terapia farmacologica non porta i risultati attesi, il paziente viene indirizzato alla coagulazione laser. L'ossigenazione iperbarica è altamente efficace. Le strutture dell'apparato visivo sono migliorate sotto l'influenza dell'alta pressione dal lato dell'ossigeno.

La tecnica più impopolare per eliminare l'angiosclerosi, che i medici lasciano come ultima risorsa, è la chirurgia..
Torna al sommario

Prevenzione delle malattie

Nella maggior parte dei casi, la patologia è una conseguenza dell'ipertensione progressiva. Pertanto, la parte principale delle misure preventive è finalizzata a stabilizzare la pressione sanguigna. Per questo, è importante identificare ed eliminare tempestivamente le malattie che causano la progressione dell'ipertensione:

  • Anomalie nel sistema endocrino;
  • Anomalie del sistema nervoso;
  • Disturbi nel lavoro del cuore e dei vasi sanguigni;
  • Malattia del sistema urinario.

Con sintomi pronunciati di ipertensione, la prevenzione dello sviluppo di problemi con i vasi sanguigni consiste nel ridurre al minimo i picchi di pressione arbitrari. Alcune procedure di fisioterapia aiuteranno in questo:

  • Agopuntura;
  • Hydrokinesis;
  • Applicazione del collare galvanico;
  • Fare un bagno con l'aggiunta di iodio e bromo;
  • Immersione nel sonno elettrico durante la somministrazione dei farmaci.
È importante per le persone che soffrono di pressione alta mantenere uno stile di vita sano. Elimina i cibi piccanti e grassi dalla dieta.

Conclusione

L'angiosclerosi retinica è il secondo stadio della retinopatia. In questa fase, i processi distruttivi possono essere interrotti, i sintomi sono reversibili. Rivolgersi immediatamente a un medico se compaiono segni di malattia. Con il progredire della malattia, le possibilità di salvare la vista si stanno rapidamente avvicinando allo zero..

Scopri di più sulle malattie della retina nel video.


Articolo Successivo
Gengive sanguinanti: cosa puoi fare a casa?