Sanguinamento uterino


Dopo un lungo ritardo, le mestruazioni sono iniziate, ma sono molto abbondanti e non finiscono: un sanguinamento uterino anormale a partire dai 40 anni può essere il primo sintomo indicante la presenza di gravi problemi di salute delle donne. Le cause della patologia vengono rivelate durante l'esame: non è necessario ritardare una visita dal medico, in modo da non creare le condizioni per la formazione di malattie pericolose e potenzialmente letali.

Le mestruazioni pesanti e senza fine sono un motivo per visitare un medico.

Le principali opzioni per i disturbi mestruali

Le donne di età superiore ai 40 anni possono avere problemi con il ciclo. Esistono le seguenti varianti di situazioni spiacevoli:

  • irregolarità del ciclo (i periodi arrivano in modo imprevedibile e caotico);
  • episodi prolungati di assenza di mestruazioni (2-3 mesi), seguiti da sanguinamento uterino;
  • accorciamento del ciclo (sanguinamento dall'utero dopo 20-23 giorni);
  • ritardi regolari dei giorni critici con estensione del ciclo a 35-40 giorni;
  • sanguinamento abbondante o scarso dalla vagina nei giorni del ciclo previsto.

In ogni caso specifico, è importante capire in tempo che ci sono problemi, non cercare di ignorarli e visitare un medico in modo tempestivo. Il sanguinamento uterino anomalo è un periodo estremamente pronunciato in termini di abbondanza (un tampone completamente inzuppato che deve essere sostituito in 1-2 ore), della durata di 8 o più giorni.

Sanguinamento uterino anormale - perché si verifica

Nelle donne anziane, ci sono 2 gruppi principali di cause di grave sanguinamento dall'utero: strutturali e funzionali. Tra i fattori anatomici e strutturali, i seguenti sono i più significativi:

  • polipo del corpo dell'utero;
  • adenomiosi (malattia endometrioide);
  • fibromi uterini;
  • iperplasia nell'endometrio (crescita benigna della superficie interna dell'utero);
  • trasformazione maligna (cancro del corpo o della cervice).

La principale causa di sanguinamento è la malattia uterina

Le seguenti condizioni e malattie sono possibili da disturbi funzionali:

  • coagulopatia (cambiamenti nel sistema di coagulazione);
  • problemi con l'ovulazione (rottura delle ovaie come cisti funzionali);
  • infiammazione cronica nell'endometrio (endometrite);
  • conseguenze del danno all'utero (cambiamenti all'interno della cavità uterina dopo aborto, parto e procedure ginecologiche).

Il sanguinamento uterino anomalo non è mai irragionevole: in ogni paziente puoi sempre trovare il fattore principale che provoca sanguinamento abbondante e prolungato dalla vagina.

Tattiche terapeutiche

Il primo passo è fermare il sanguinamento uterino anormale. Vengono utilizzate due opzioni: chirurgica (curettage dell'utero) e conservativa (assunzione di pillole). In ogni caso, il medico selezionerà la terapia individualmente. I vantaggi della tecnica chirurgica includono:

  1. Risultato veloce ed efficace (l'emorragia si fermerà immediatamente dopo lo svuotamento dell'utero);
  2. La capacità di ottenere materiale per l'esame istologico (è possibile identificare o escludere rapidamente un tumore maligno).

Gli svantaggi del curettage della cavità uterina includono:

  1. Trauma meccanico all'organo;
  2. Incapacità di salvare una donna dalla malattia.

Con l'aiuto di compresse, è anche impossibile risolvere tutti i problemi (i metodi conservativi rimandano o escludono la chirurgia, ma non danno un effetto rapido e non consentono di escludere l'oncologia).

Dopo aver interrotto l'emorragia, il medico invierà un esame completo, inclusi i seguenti studi:

  • test di coagulazione del sangue;
  • analisi cliniche generali;
  • ecografia transvaginale;
  • isteroscopia.

Un compito importante della fase successiva del trattamento è prevenire il futuro sanguinamento uterino. A seconda della diagnosi, il medico prescriverà una terapia conservativa, un intervento chirurgico o una combinazione di diverse tecniche terapeutiche.

Un sanguinamento uterino anomalo può causare anemia grave (anemia associata a perdita di sangue) e indebolimento dell'immunità. I tentativi di automedicazione e l'uso di rimedi popolari sono inefficaci: non c'è bisogno di perdere tempo con opzioni terapeutiche senza senso: prima vai dal medico, minore sarà la perdita di sangue e più velocemente il medico diagnosticherà.

Sanguinamento uterino anormale

Il ginecologo è spesso sfidato a diagnosticare e trattare il sanguinamento uterino anormale (ABB). I reclami sul sanguinamento uterino anomalo (AMB) rappresentano più di un terzo di tutti i reclami presentati durante una visita a un ginecologo. Il fatto che metà delle indicazioni per l'isterectomia negli Stati Uniti siano sanguinamento uterino anormale (UBH) indica quanto grave possa essere il problema..

L'incapacità di rilevare qualsiasi patologia istologica nel 20% dei campioni rimossi durante l'isterectomia indica che condizioni ormonali o somatiche potenzialmente curabili possono causare tale sanguinamento.

Ogni ginecologo dovrebbe sforzarsi di trovare il trattamento più appropriato, conveniente e di successo per il sanguinamento uterino (UH). Una diagnosi accurata e un trattamento adeguato dipendono dalla conoscenza delle cause più probabili di sanguinamento uterino (UH). e i sintomi più comuni che li esprimono.

Sanguinamento uterino anomalo (AMB) è un termine generico usato per descrivere il sanguinamento uterino che va oltre i parametri delle normali mestruazioni nelle donne in età fertile. Il sanguinamento uterino anormale (AMB) non include il sanguinamento se la fonte è sotto l'utero (p. Es., Sanguinamento dalla vagina e dalla vulva).

In genere, il sanguinamento uterino anormale (AMB) si riferisce al sanguinamento originato dalla cervice o dal fondo, e poiché sono clinicamente difficili da distinguere, entrambe le opzioni devono essere considerate per il sanguinamento uterino. Il sanguinamento patologico può verificarsi anche durante l'infanzia e dopo la menopausa.

Ciò che si intende per mestruazioni normali è in qualche modo soggettivo e spesso differisce da donna a donna, e ancor di più da cultura a cultura. Nonostante ciò, le normali mestruazioni (eumenorrea) sono considerate sanguinamento uterino dopo cicli di ovulazione, che si verificano ogni 21-35 giorni, durano 3-7 giorni e non sono eccessive.

Il volume totale della perdita di sangue durante il periodo delle normali mestruazioni non supera gli 80 ml, sebbene il volume esatto sia difficile da determinare clinicamente a causa dell'alto contenuto dello strato endometriale rifiutato nel flusso mestruale. Le normali mestruazioni non causano forti dolori e non richiedono al paziente di cambiare l'assorbente o il tampone più di una volta all'ora. Non ci sono coaguli visibili nel normale flusso mestruale. Di conseguenza, il sanguinamento uterino anormale (AMB) è qualsiasi sanguinamento uterino che va oltre i parametri di cui sopra..

I seguenti termini sono spesso usati per descrivere sanguinamento uterino anormale (AMB):.
• Dismenorrea - mestruazioni dolorose.
• Polimenorrea: mestruazioni frequenti a intervalli inferiori a 21 giorni.
• Menorragia - eccessivo sanguinamento mestruale: il volume di scarico è superiore a 80 ml, della durata di più di 7 giorni. Allo stesso tempo, rimangono cicli ovulatori regolari.
• Metrorragia - mestruazioni con intervalli irregolari tra di loro.
• Menometrorragia - mestruazioni con intervalli irregolari tra loro, eccesso di volume e / o durata.

• Oligomenorrea - mestruazioni che si verificano meno di 9 volte l'anno (cioè con un intervallo medio di oltre 40 giorni).
• Ipomenorrea - mestruazioni, insufficienti (scarse) in termini di volume delle secrezioni o della loro durata.
• Emorragia intermestruale - sanguinamento dall'utero tra periodi pronunciati.
• Amenorrea: assenza di mestruazioni per almeno 6 mesi o solo tre periodi mestruali all'anno.
• Sanguinamento uterino in postmenopausa - sanguinamento dall'utero 12 mesi dopo la fine del ciclo mestruale.

Questa classificazione del sanguinamento uterino anormale (AMB) può essere utile per stabilirne la causa e la diagnosi. Tuttavia, a causa delle differenze esistenti nelle manifestazioni di sanguinamento uterino anormale (AMB) e della frequente esistenza di diversi motivi, il quadro clinico dell'AMB da solo non è sufficiente per escludere una serie di malattie comuni..

Il sanguinamento uterino disfunzionale è un termine diagnostico obsoleto. Il sanguinamento uterino disfunzionale è il termine tradizionale usato per descrivere il sanguinamento uterino in eccesso quando non è stato possibile identificare la patologia dell'utero. Tuttavia, una comprensione più profonda del problema del sanguinamento uterino patologico e l'emergere di metodi diagnostici migliorati hanno reso questo termine obsoleto..

Nella maggior parte dei casi, il sanguinamento uterino, non associato alla patologia dell'utero, è associato ai seguenti motivi:
• anovulazione cronica (PCOS e condizioni correlate);
• uso di farmaci ormonali (es. Contraccettivi, terapia ormonale sostitutiva);
• disturbi dell'emostasi (ad esempio, malattia di von Willebrand).

In molti casi, che in passato sarebbero stati attribuiti a sanguinamento uterino disfunzionale, la medicina moderna, utilizzando nuovi metodi diagnostici, distingue i disturbi uterini e sistemici delle seguenti categorie:
• causare anovulazione (es. Ipotiroidismo);
• causato da anovulazione (in particolare, iperplasia o cancro);
• sanguinamento di accompagnamento durante l'anovulazione, ma può essere sia associato a sanguinamento uterino anormale (AMB), sia non associato ad esso (ad esempio, leiomioma).

Da un punto di vista clinico, il trattamento sarà sempre più efficace se sarà possibile determinare la causa del sanguinamento uterino (UH). Poiché il raggruppamento di diversi casi di sanguinamento uterino (UH) in un gruppo non ben definito non facilita i processi diagnostici e di trattamento, l'American Consensus Panel ha recentemente annunciato che il termine "sanguinamento uterino disfunzionale" non è più necessario per la medicina clinica..

Sanguinamento uterino anormale (AMB)

Sanguinamento uterino anormale (AMB)

È il sanguinamento che differisce dalle normali mestruazioni in termini di durata e volume della perdita di sangue e / o frequenza. Normalmente, la durata del ciclo mestruale varia da 24 a 38 giorni, la durata del sanguinamento mestruale è di 4-8 giorni e la perdita di sangue totale varia da 40 a 80 ml. Nell'età riproduttiva l'AMK è del 10-30%, in perimenopausa raggiunge il 50%.

Gli AMA sono una delle principali cause dell'anemia da carenza di ferro e riducono l'efficienza e la qualità della vita delle donne. L'AMK occupa il 2 ° posto tra i motivi di ricovero delle donne negli ospedali ginecologici, serve come indicazione per 2/3 delle isterectomie eseguite e dell'ablazione endometriale.

Le cause dell'AMK hanno caratteristiche legate all'età. Nelle ragazze giovani, gli AMC sono più spesso associati a disturbi ereditari del sistema emostatico e infezioni. Circa il 20% degli adolescenti e il 10% delle donne in età riproduttiva con mestruazioni abbondanti presenta disturbi del sangue (coagulopatie) come malattia di von Willebrand, trombocitopenia, leucemia raramente acuta e malattie del fegato.

In età riproduttiva, tra le cause di AMC, si possono distinguere disturbi organici dell'endo e del miometrio (mioma sottomucoso uterino, adenomiosi, polipi, iperplasia e cancro dell'endometrio), nonché patologie inorganiche (disturbi del sistema di coagulazione del sangue, dispositivi intrauterini, endometrite cronica, disfunzione ovulatoria, farmaci farmaci - alcuni antibiotici, antidepressivi, tamoxifene, corticosteroidi). In molti casi, la causa è endocrinopatie e stress neuropsichiatrico (p. Es., Sindrome dell'ovaio policistico, ipotiroidismo, iperprolattinemia, obesità, anoressia, perdita di peso improvvisa o allenamento sportivo estremo). Il sanguinamento da rottura durante l'assunzione di farmaci ormonali è più spesso osservato nelle donne che fumano, che è associato a una diminuzione dei livelli di steroidi nel sangue a causa di un aumento del loro metabolismo nel fegato.

In perimenopausa, l'AMC si manifesta sullo sfondo dell'anovulazione e di varie patologie organiche dell'utero. Con l'età, aumenta la probabilità di lesioni maligne dell'endo e del miometrio..

A seconda della natura delle violazioni, si distinguono vari sintomi di AMK:

- sanguinamento uterino irregolare e prolungato (menometrorragia);

- mestruazioni eccessive (più di 80 ml) o prolungate (più di 8 giorni) a intervalli regolari di 24-38 giorni (menorragia (ipermenorrea);

- sanguinamento irregolare, intermestruale dall'utero, di solito (spesso non intenso) (metrorragia);

- mestruazioni frequenti a intervalli inferiori a 24 giorni (polimenorrea)

Diagnosi di sanguinamento uterino anormale

Esame da parte di un ginecologo-endocrinologo, valutazione dei reclami dei pazienti. Molte donne interpretano erroneamente la quantità di perdita di sangue durante le mestruazioni. Ad esempio, il 50% delle donne con normale perdita di sangue mestruale lamenta un aumento del sanguinamento. Al fine di chiarire la presenza di AMK, al paziente vengono poste le seguenti domande:

Un esame di laboratorio è necessario per la presenza di anemia, patologia dell'emostasi. L'ecografia transvaginale degli organi pelvici è considerata una procedura diagnostica di prima linea per valutare lo stato dell'endometrio. La sonoisterografia ha un alto valore diagnostico, viene eseguita con un contenuto informativo insufficiente dell'ecografia transvaginale per chiarire la patologia intrauterina focale. L'isteroscopia e la biopsia endometriale continuano ad essere considerate il "gold standard" per la diagnosi della patologia intrauterina, principalmente per escludere lesioni precancerose e cancro endometriale. Consigliato per sospetta patologia endometriale, presenza di fattori di rischio per cancro del corpo uterino (obesità, PCOS, diabete mellito, storia familiare di cancro al colon), in pazienti con AMC dopo 40 anni.

La risonanza magnetica è consigliata in presenza di più fibromi uterini per chiarire la topografia dei nodi prima della miomectomia programmata, embolizzazione delle arterie uterine, ablazione FUS, nonché se si sospetta adenomiosi o in caso di scarsa visualizzazione della cavità uterina per valutare lo stato dell'endometrio.

Metodi per il trattamento del sanguinamento uterino anormale

Trattamento AMK presso il Centro di Ostetricia, Ginecologia e Perinatologia. IN E. Kulakov del Ministero della Salute della Federazione Russa viene effettuato sulla base delle moderne linee guida cliniche internazionali e russe, nel cui sviluppo i ricercatori hanno preso parte attiva Dipartimento di Endocrinologia Ginecologica. I principi della terapia AMK perseguono 2 obiettivi principali: fermare l'emorragia e prevenirne il ripetersi. In ogni caso, quando si prescrive la terapia farmacologica, viene presa in considerazione non solo l'efficacia dei farmaci, ma anche i possibili effetti collaterali, l'età della donna, l'interesse per la gravidanza o la contraccezione. Per AMC non associato a patologia organica, vengono utilizzati metodi di trattamento non chirurgici.

Emorragia uterina: cause, sintomi, tipi, pronto soccorso e trattamento

Il sanguinamento uterino è uno scarico di sangue dalla vagina, caratterizzato da profusione e durata. Questa condizione patologica è pericolosa per la vita e la salute di una donna, è un segno di gravi malattie del sistema riproduttivo..

Per salvare il paziente, è importante fornirle immediatamente il primo soccorso, per scoprire la causa dell'emorragia.

Il sanguinamento naturale dalla vagina è chiamato mestruazione. Il sanguinamento mestruale è ciclico, ripetuto a intervalli regolari. Il periodo tra i periodi di solito dura 25-30 giorni.

Il sangue dalla vagina non dovrebbe essere rilasciato per più di 8 giorni, altrimenti possiamo parlare di patologia. La violazione del ciclo mestruale è un motivo per consultare immediatamente un ginecologo. Il medico scoprirà la causa del fenomeno patologico, aiuterà a sbarazzarsi della malattia in una fase precoce, fino a quando non sorgeranno complicazioni.

  1. Cause di sanguinamento uterino
  2. Sintomi di sanguinamento uterino
  3. Tipi di sanguinamento uterino
  4. Sanguinamento disfunzionale
  5. Emorragia organica
  6. Emorragia da rottura
  7. Sanguinamento dovuto alla gravidanza e al parto
  8. Primo soccorso di emergenza prima dell'arrivo dei medici
  9. Terapia farmacologica
  10. Trattamento con rimedi popolari
  11. Video collegati

Cause di sanguinamento uterino

La probabilità di sanguinamento uterino dipende dall'età del paziente. Nelle ragazze dai 12 ai 18 anni, l'abbondante scarico di sangue dalla vagina è una conseguenza dello squilibrio ormonale. E le interruzioni ormonali in giovane età si verificano a causa di:

  • lesioni fisiche o sofferenza emotiva;
  • deterioramento delle ghiandole endocrine;
  • malnutrizione, carenza di vitamine nel corpo;
  • gravidanza con complicazioni, parto difficile;
  • tubercolosi genitale;
  • disturbi della coagulazione del sangue;
  • passato gravi malattie infettive.

Nelle donne in età matura, il sanguinamento uterino è un evento raro, solitamente associato a disfunzione delle ovaie. In questo caso, i provocatori della condizione patologica sono:

  • stress, superlavoro, tensione nervosa, disturbi mentali;
  • fibromi uterini;
  • endometriosi;
  • endometrite avanzata;
  • polipi dell'utero;
  • oncologia dell'utero o della cervice;
  • formazioni tumorali nelle ovaie;
  • gravidanza ectopica, aborto spontaneo, aborto medico o strumentale;
  • malattie infettive degli organi riproduttivi;
  • cambiamento climatico, situazione ambientale sfavorevole nel luogo di residenza, condizioni di lavoro dannose;
  • prendendo farmaci che possono interrompere il lavoro sistemico dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria.

Il sanguinamento uterino è comune nelle donne in postmenopausa. Ciò è dovuto a una diminuzione della sintesi della gonadotropina da parte della ghiandola pituitaria..

Di conseguenza, il livello degli ormoni sessuali nel corpo femminile inizia a saltare, il ciclo mestruale si perde e la formazione dei follicoli nelle ovaie viene interrotta. Le cause comuni di sanguinamento dall'utero all'età di estinzione della funzione riproduttiva sono:

  • fibromi uterini;
  • endometriosi;
  • poliposi dell'utero;
  • tumori ovarici dipendenti dall'ormone.

Sintomi di sanguinamento uterino

I segni comuni di sanguinamento uterino anormale sono:

  • debolezza;
  • svenimento;
  • vertigini;
  • nausea;
  • sbiancamento della pelle;
  • tachicardia del cuore;
  • abbassando la pressione sanguigna.

I sintomi specifici del sanguinamento uterino sono:

  • flusso abbondante di sangue dalla vagina;
  • la presenza di coaguli nello scarico di sangue;
  • cambiare la guarnizione ogni 2 ore, anche più spesso;
  • la durata del sanguinamento è superiore a 8 giorni;
  • aumento del sanguinamento dopo il rapporto sessuale;
  • sanguinamento indolore con un'origine disfunzionale della patologia;
  • non coincidenza dell'inizio del sanguinamento con il periodo delle mestruazioni.

La durata delle mestruazioni normalmente non supera gli 8 giorni e il sanguinamento che dura più a lungo del normale è patologico. Il sanguinamento vaginale dovrebbe essere considerato malsano se il periodo tra loro è inferiore a 21 giorni..

Durante le mestruazioni, 80-120 ml di sangue escono al giorno, con sanguinamento uterino, il volume sanguigno giornaliero è superiore a 120 ml.

Tipi di sanguinamento uterino

Il sanguinamento dall'utero, a seconda dell'età dei pazienti, è diviso in cinque tipi.

  1. Durante l'infanzia. Nella prima settimana di vita, una neonata può sperimentare un lieve sanguinamento dalla vagina. Questo non è un fenomeno patologico, il bambino non ha bisogno di intervento medico. Il sanguinamento infantile è causato da un brusco cambiamento nel background ormonale nella ragazza che è nata, scompaiono da soli.
  2. Prima della pubertà. Durante questo periodo, il sanguinamento vaginale nelle ragazze è raro. La causa della condizione patologica è molto spesso un tumore ovarico dipendente dall'ormone, a causa del quale la ghiandola sessuale sintetizza troppi ormoni. Di conseguenza, la ragazza ha una falsa maturazione del sistema riproduttivo..
  3. Durante la pubertà. Il sanguinamento uterino durante la pubertà tra i 12 ei 18 anni di età è chiamato giovanile.
  4. Durante il periodo riproduttivo. Il sanguinamento dall'utero osservato tra i 18 ei 45 anni è organico, disfunzionale, rivoluzionario e causato anche dalla gravidanza e dal parto.
  5. Nel periodo climaterico. Durante il periodo di estinzione della funzione riproduttiva, il sanguinamento dalla vagina è più spesso associato a patologie dei genitali o con una diminuzione della sintesi degli ormoni.

Sanguinamento disfunzionale

Questo tipo di sanguinamento uterino, osservato durante il periodo riproduttivo, è il più comune. La condizione patologica viene diagnosticata sia nelle ragazze che nelle donne anziane durante la menopausa. La causa della secrezione sanguigna disfunzionale è un fallimento della sintesi degli ormoni sessuali da parte delle ghiandole endocrine.

Il sistema endocrino, che comprende la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, le ovaie e le ghiandole surrenali, controlla la produzione di ormoni sessuali. Se il lavoro di questo sistema complesso fallisce, il ciclo mestruale viene interrotto, la durata e l'abbondanza delle mestruazioni cambia, aumenta la probabilità di infertilità e aborto spontaneo. Pertanto, per qualsiasi cambiamento nel ciclo mestruale, dovresti contattare immediatamente il tuo ginecologo.

Il sanguinamento uterino disfunzionale è ovulatorio e anovulatorio. Il sanguinamento ovulatorio si manifesta con un cambiamento nella durata e nell'abbondanza del flusso sanguigno durante le mestruazioni. Il sanguinamento anovulatorio si verifica più spesso, a causa della mancanza di ovulazione dovuta a una violazione della sintesi degli ormoni sessuali.

Emorragia organica

Tale sanguinamento è causato o da gravi patologie degli organi riproduttivi, o da malattie del sangue, o da gravi disturbi degli organi interni..

Emorragia da rottura

Tale sanguinamento uterino è anche chiamato iatrogeno. Vengono diagnosticati dopo aver superato il dosaggio e il corso dell'assunzione di determinati farmaci, l'uso frequente di contraccettivi ormonali, nonché dopo l'intervento chirurgico per installare la bobina e dopo altre procedure chirurgiche sugli organi del sistema riproduttivo.

Quando si assumono farmaci ormonali, di solito c'è uno scarso sanguinamento, il che significa che il corpo si sta adattando agli ormoni sintetici. In questa situazione, si consiglia di consultare un medico per modificare il dosaggio del farmaco.

Nella maggior parte dei casi, con emorragia da rottura, i ginecologi consigliano ai pazienti di aumentare il dosaggio dell'agente ormonale per un certo tempo. Se dopo questa misura la quantità di sangue rilasciato non diminuisce, ma aumenta, è necessaria una visita medica urgente. In questo caso, la causa della condizione patologica può essere una grave malattia del sistema riproduttivo..

Se il sanguinamento uterino si verifica dopo l'installazione della spirale, molto probabilmente il dispositivo contraccettivo ha danneggiato le pareti dell'utero. In questa situazione, dovresti rimuovere immediatamente la spirale e attendere la guarigione delle pareti uterine..

Sanguinamento dovuto alla gravidanza e al parto

Nei primi mesi di gravidanza, il sanguinamento dall'utero è un segno di una minaccia di aborto spontaneo o di un feto ectopico. Con queste condizioni patologiche, si nota un forte dolore nell'addome inferiore..

Una donna incinta che ha iniziato il sanguinamento uterino dovrebbe consultare immediatamente un medico.

Quando inizia un aborto spontaneo, il feto può essere salvato se il trattamento corretto viene avviato in tempo. Nelle ultime fasi dell'aborto, la gravidanza dovrà dire addio, in questo caso è prescritto il raschiamento.

In una gravidanza ectopica, il feto si sviluppa nella tuba di Falloppio o nella cervice. Le mestruazioni sono ritardate, si notano alcuni sintomi della gravidanza, ma l'embrione non si trova nell'utero. Quando l'embrione raggiunge un certo stadio di sviluppo, si verifica il sanguinamento. In questa situazione, una donna ha bisogno di cure mediche urgenti..

Nel terzo trimestre di gravidanza, il sanguinamento uterino è fatale sia per la madre che per il bambino che si sviluppa nell'utero..

Le cause della condizione patologica nel tardo periodo di gestazione sono previa o distacco della placenta, rottura delle pareti uterine. In questi casi, la donna ha urgente bisogno di assistenza medica, di solito viene eseguito un taglio cesareo. I pazienti che hanno un alto rischio delle patologie di cui sopra dovrebbero essere tenuti.

Il sanguinamento uterino può verificarsi anche durante il parto. In questo caso, le seguenti condizioni patologiche possono essere le sue cause:

  • placenta previa;
  • disturbo della coagulazione del sangue;
  • bassa contrattilità dell'utero;
  • distacco della placenta;
  • placenta bloccata nell'utero.

Se il sanguinamento dall'utero si verifica pochi giorni dopo il parto, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Una giovane madre avrà bisogno di un ricovero d'urgenza.

Primo soccorso di emergenza prima dell'arrivo dei medici

Il sanguinamento vaginale eccessivo deve essere interrotto o almeno ridotto prima dell'arrivo dei medici. È una questione di vita e di morte di una donna. Nella maggior parte dei casi, con un pronto soccorso competente, l'emorragia si interrompe, ma nel 15% dei casi il processo patologico termina fatalmente.

Ogni donna dovrebbe sapere come aiutare se stessa prima dell'arrivo dei medici, cosa può e non può essere fatto.

Una donna malata, mentre aspetta i medici a casa, dovrebbe fare quanto segue:

  • sdraiati sulla schiena, rimuovi il cuscino da sotto la testa;
  • metti un rullo alto fatto di asciugamani o coperte sotto gli stinchi;
  • Mettere una bottiglia di acqua fredda o una piastra termica piena di ghiaccio sullo stomaco
  • bere acqua naturale fredda.

Con il sanguinamento uterino, è severamente vietato:

  • essere in una posizione eretta e seduta;
  • sdraiati con le gambe premute contro lo stomaco;
  • fare un bagno caldo;
  • fare le pulizie;
  • metti una piastra elettrica sullo stomaco;
  • bere bevande calde;
  • prendere qualsiasi farmaco.

Terapia farmacologica

Il trattamento delle malattie che hanno causato sanguinamento dall'utero viene effettuato in condizioni stazionarie. Inoltre, il medico prescrive farmaci per il paziente per aiutare a fermare l'emorragia..

I farmaci emostatici vengono assunti solo su raccomandazione di un medico specialista, è severamente vietato assumere farmaci a propria discrezione.

Di seguito è riportato un elenco dei medicinali più comunemente usati per fermare l'emorragia.

  • Etamsilat. Questo farmaco stimola la sintesi della tromboplastina, modifica la permeabilità dei vasi sanguigni. La coagulazione del sangue aumenta, di conseguenza, il sanguinamento diminuisce. Il farmaco è inteso per iniezione intramuscolare.
  • Ossitocina. Un farmaco ormonale spesso utilizzato durante il travaglio per migliorare la contrattilità uterina. Come risultato della contrazione dei muscoli uterini, il sanguinamento si interrompe. Il farmaco ossitocina è prescritto per la somministrazione endovenosa con l'aggiunta di glucosio, ha un ampio elenco di controindicazioni.
  • Acido aminocaproico. Questo farmaco impedisce ai coaguli di sangue di dissolversi sotto l'influenza di determinati fattori, riducendo così il sanguinamento. Il medicinale viene assunto per via orale o somministrato per via endovenosa. Il trattamento del sanguinamento uterino con acido aminocaproico viene effettuato sotto stretto controllo medico.
  • Vikasol. Il farmaco è basato sulla vitamina K. Con una carenza di questa vitamina nel corpo, la coagulazione del sangue peggiora. Il farmaco viene prescritto a pazienti che hanno una tendenza al sanguinamento uterino. Tuttavia, la vitamina K inizia ad agire solo 10-12 ore dopo che è entrata nel corpo, quindi non è appropriato usare il farmaco per fermare il sangue in casi di emergenza..
  • Gluconato di calcio. Il farmaco è prescritto per la carenza di calcio nel corpo. La carenza aumenta la permeabilità delle pareti vascolari, altera la coagulazione del sangue. Anche questo farmaco non è adatto per l'uso di emergenza, ma viene utilizzato per rafforzare i vasi sanguigni in pazienti inclini a sanguinamento..

Trattamento con rimedi popolari

Per fermare e prevenire il sanguinamento uterino, puoi usare decotti e infusi di piante medicinali. I seguenti sono i rimedi popolari più popolari ed efficaci per fermare il sangue.

  • Infuso di achillea. Devi prendere 2 cucchiaini di materiali vegetali essiccati, versare un bicchiere di acqua bollente. La soluzione viene infusa per circa un'ora, quindi filtrata. L'infuso va assunto in un quarto di bicchiere 4 volte al giorno prima dei pasti..
  • Decotto di ortica. Prendi un cucchiaio di foglie di ortica essiccate, versa un bicchiere di acqua bollente. La soluzione viene fatta bollire a fuoco basso per 10 minuti, quindi filtrata. Il brodo finito viene preso in un cucchiaio 3 volte al giorno prima dei pasti..
  • Infuso di borsa da pastore. Viene preso un cucchiaio di materiale vegetale essiccato, versato in un bicchiere di acqua bollente. Il contenitore con la soluzione viene avvolto in un asciugamano caldo, lasciato in infusione per un'ora. L'infuso finito viene filtrato, preso in un cucchiaio 3 volte al giorno prima dei pasti.

Va ricordato che i rimedi popolari non possono essere un sostituto completo dei medicinali, sono usati solo come aggiunta alla terapia principale.

Prima di utilizzare i rimedi erboristici, assicurati di consultare un medico specialista per escludere intolleranza alla pianta medicinale e altre controindicazioni.

Emorragia uterina disfunzionale: sintomi e trattamento

Il sanguinamento uterino disfunzionale è un tipo di irregolarità mestruale associata a un malfunzionamento della funzione ormonale delle ovaie. Possono verificarsi a qualsiasi età a causa di tumori benigni e maligni o endometriosi. Questo tipo di sanguinamento è funzionale. Ciò significa che dopo aver eliminato la causa, le ovaie ei livelli ormonali vengono ripristinati..

Tipi di sanguinamento uterino disfunzionale

Esistono alcune differenze nel meccanismo di sanguinamento a seconda del ciclo e del periodo di vita. Pertanto, nella pratica medica, si distingue una tale classificazione del sanguinamento uterino disfunzionale..

A seconda che si sia verificata o meno l'ovulazione:

  • Sanguinamento ovulatorio - quando c'è un rilascio di uova dal follicolo, cioè l'ovulazione.
  • Sanguinamento anovulatorio - nessuna ovulazione.

Per il momento dell'apparizione, si dividono in:

  • Ciclici: quelli che si verificano durante le mestruazioni successive, ma differiscono per la quantità di sangue perso e la durata del sanguinamento.
  • Aciclico: compaiono in qualsiasi periodo del ciclo mestruale e possono durare per l'intero ciclo, quindi apparire per diversi giorni, interrompendosi, quindi la scarica ricomincia.

Dall'età del paziente:

  • Giovanile: il sanguinamento si verifica prima dell'inizio delle mestruazioni nell'adolescenza. A seconda della quantità di estrogeni, si può procedere per 3 tipi: con concentrazione bassa, normale e alta dell'ormone.
  • Età riproduttiva: sanguinamento durante il periodo in cui una donna è in grado di dare alla luce un bambino.
  • Menopausa - prima e durante l'inizio della menopausa.

Cosa succede con il sanguinamento uterino disfunzionale

Il meccanismo di sviluppo di questa condizione a qualsiasi età si basa su una violazione del controllo e della sintesi degli ormoni gonadotropici nell'ipotalamo. Questi ormoni riducono o aumentano la produzione di ormoni sessuali. L'ipotalamo è una struttura del cervello responsabile di molte funzioni, inclusa la regolazione della ghiandola pituitaria. Quest'ultima è la ghiandola principale che controlla l'attività di tutte le altre ghiandole del corpo, comprese le ovaie. Di conseguenza, la loro funzione viene interrotta, il che si manifesta con un aumento del livello di estrogeni..

Durante la prima fase del ciclo mestruale, questo ormone aumenta le dimensioni del rivestimento dell'utero in preparazione per l'impianto di un uovo. Poiché ci sono molti estrogeni, l'endometrio aumenta eccessivamente a causa dell'esposizione prolungata. Di conseguenza, il sistema vascolare non può fornire abbastanza sangue per questi tessuti troppo cresciuti. Di conseguenza, i tessuti non ricevono la quantità necessaria di sostanze per l'attività vitale e la morte dell'utero si verifica con il verificarsi di sanguinamento. L'intensità dell'emorragia è determinata anche dalla funzione di coagulazione del sangue, dalla contrattilità uterina e dalla quantità di sostanze vasocostrittori nell'endometrio..

Che cosa causa il sanguinamento uterino disfunzionale

Tale sanguinamento uterino si verifica più spesso all'inizio o alla fine del periodo fertile, poiché il corpo femminile è più sensibile ai fattori avversi durante i cambiamenti legati all'età. Il verificarsi di uno o un altro tipo di sanguinamento uterino può essere innescato da tali fattori:

  • Stress cronico, stanchezza fisica o mentale.
  • Stress ormonale in caso di aborto.
  • Intossicazione con prodotti tossici di batteri o virus in caso di infezione.
  • Alimentazione inadeguata (consumo eccessivo di cibi grassi, piccanti, fritti, alcol, caffè, ipovitaminosi e malnutrizione).
  • Processi infiammatori acuti e cronici degli organi genitali (salpingite, ooforite, cervicite).
  • Malattia del fegato, dei reni e delle ghiandole endocrine (epatite, nefrite, ipotiroidismo).

Poiché il cervello, le ovaie e l'utero prendono parte alla gestione del ciclo mestruale, un fallimento a uno qualsiasi di questi livelli può causare cambiamenti nella regolazione degli ormoni sessuali, che porteranno a un'interruzione del background ormonale e un cambiamento nel livello degli ormoni sessuali femminili.

Le condizioni del sangue, in cui la sua funzione di coagulazione è ridotta, sullo sfondo di disturbi ormonali, possono intensificarsi e provocare sanguinamento uterino disfunzionale. Queste patologie comprendono malattie del fegato, dei reni, un basso numero di piastrine, vitamina K, fibrinogeno, cioè tutti gli organi e le sostanze coinvolte in questa funzione..

Le condizioni in cui la funzione di contrazione dell'utero è indebolita e i processi di rigenerazione della mucosa sono compromessi, ad esempio, con sottosviluppo dell'utero, cicatrici postoperatorie, endometrite - contribuiscono anche allo sviluppo del sanguinamento. Ciò è dovuto al fatto che l'incapacità dell'utero di contrarsi non consente ai vasi di restringersi e interrompere il flusso sanguigno. Sullo sfondo dell'infiammazione cronica dell'utero, si osserva la distrofia delle fibre muscolari dell'organo, che può servire da impulso per il verificarsi di sanguinamento uterino.

Il sanguinamento anovulatorio si verifica a causa della disregolazione a livello dell'ipotalamo, della ghiandola pituitaria o delle ovaie. Ovulatorio - a seguito di un malfunzionamento dell'utero sotto forma di deterioramento della circolazione sanguigna, del metabolismo e della coagulazione del sangue. Il sanguinamento uterino giovanile (quelli che compaiono prima dei 18 anni) si verifica a causa dell'immaturità legata all'età della catena di regolazione ipotalamo-ipofisi-ovarica e dell'utero. Ciò riduce la sensibilità agli effetti degli ormoni e la capacità di controllarli adeguatamente dal cervello. Di conseguenza, il ritmo ciclico del rilascio di ormoni gonadotropici dell'ipotalamo nel sangue viene interrotto..

Il quadro clinico del sanguinamento uterino disfunzionale

I sintomi che sono caratteristici del sanguinamento uterino disfunzionale a tutti i periodi di età sono i seguenti: un ritardo delle mestruazioni di 1,5 mesi o più (fino a 6 mesi) con l'ulteriore sviluppo di sanguinamento, che dura più di 10 giorni. La gravità dei sintomi è determinata dal grado di anemia (anemia), che si verifica a causa della perdita di sangue.

A seconda delle caratteristiche cliniche del sanguinamento uterino, ci sono:

  • Ipermenorrea: il sanguinamento dura più di 7 giorni, con un volume di oltre 80 ml di sangue sullo sfondo di un ritmo mestruale preservato. Spesso si verifica anemia da carenza di ferro di gravità da moderata a grave, che si manifesta con pallore della pelle, rapido affaticamento, debolezza e respiro corto.
  • La promenorrea è il sanguinamento dall'utero che si verifica con un ciclo mestruale regolare ma breve (meno di 21 giorni).
  • Metrorragia - qui il sanguinamento è aciclico, spesso si verifica dopo un ritardo delle mestruazioni e talvolta c'è un aumento del sanguinamento dopo le mestruazioni minori.

Sanguinamento giovanile

Una caratteristica è la formazione di coaguli di sangue e lo sviluppo di anemia, che si manifesta con una diminuzione dell'emoglobina nel sangue. Queste emorragie sono acute, intense e prolungate (fino a diversi mesi). Come indicato nella classificazione, tale sanguinamento dipende dai livelli ormonali e può verificarsi a concentrazioni basse, normali e alte di estrogeni..

Il tipo ipoestrogenico (con bassi livelli di estrogeni) è più comune negli adolescenti. In questo caso, il follicolo (il luogo in cui si sviluppa l'uovo) è immaturo, il che rende impossibile l'uscita dell'uovo. Di conseguenza, l'ipotalamo stimola costantemente le ovaie con ormoni gonadotropici, ma a piccole dosi. E questo non basta per la maturazione dell'uovo. Ma come sappiamo, gli estrogeni aumentano lo spessore dell'endometrio, che porta alla sua eccessiva proliferazione e in futuro e al verificarsi di sanguinamento. Di solito, i pazienti allo stesso tempo hanno un fisico fragile, sono in ritardo nella pubertà, l'utero non corrisponde alle dimensioni della norma di età e le ovaie sono leggermente ingrandite di volume.

Esternamente, le ragazze con un sanguinamento di tipo iperestrogenico (aumento degli estrogeni) sembrano sviluppate fisicamente, ma sono in ritardo sul piano psicologico sotto forma di discrepanza nelle azioni e nei giudizi con l'età di un adolescente. L'utero è molto più grande del normale e le ovaie sono ingrandite asimmetricamente. Molto probabile che sviluppi sanguinamento a 11-12 e 17-18 anni.

Il tipo normoestrogenico si manifesta con lo sviluppo armonioso dei segni esterni (altezza, peso), ma l'utero ha una norma di età inferiore. Questo tipo è più comunemente visto tra i 13 ei 16 anni di età..

Sanguinamento uterino disfunzionale dell'età riproduttiva

Normalmente, i livelli di estrogeni dovrebbero diminuire prima dell'ovulazione. E poiché si è verificato un guasto ormonale, il follicolo (il luogo in cui matura l'uovo) viene costantemente stimolato dall'ipotalamo, che porta alla proliferazione dell'endometrio, al suo successivo distacco e sanguinamento. Tali follicoli persistono per 7-8 giorni e dopo 8-16 giorni si verifica il loro sviluppo inverso, a seguito del quale il livello di estrogeni diminuisce, l'endometrio esfolia e inizia il sanguinamento. Ma a differenza del sanguinamento giovanile, qui sono più intensi a causa della pronunciata ipertrofia della mucosa uterina. La lamentela più comune e la ragione principale per cercare assistenza medica è l'infertilità..

Sanguinamento durante la menopausa

All'età di 40-55 anni, questa malattia è la causa più comune di ospedalizzazione. A causa dei cambiamenti legati all'età nell'ipotalamo e nella ghiandola pituitaria, la secrezione di ormoni diventa caotica. Ciò si manifesta con un aumento degli estrogeni, una mancanza di ovulazione, una violazione dello scarico delle mestruazioni sotto forma di un accorciamento del ciclo, sanguinamento abbondante, intermestruale e prolungato. Tutto ciò serve come base per il verificarsi dell'anemia..

Disfunzionale "ritiro" uterino o sanguinamento "sfondante" di estrogeni e progesterone

In caso di "astinenza" di estrogeni, che si osserva con la rimozione bilaterale delle ovaie, danni a un follicolo maturo (trauma addominale, esposizione a radiazioni durante la radioterapia) o interruzione improvvisa di farmaci estrogeni, ci sono scarse, di solito spotting sanguinamento nel mezzo del ciclo mestruale.

Quando si verifica una svolta, i livelli di estrogeni aumentano eccessivamente, causando sanguinamento pesante e prolungato.

Con la "cancellazione" del progesterone, si osservano gli stessi cambiamenti nell'utero, come alla fine del ciclo mestruale. La scarica sanguinante appare a condizione che vi sia stato un aumento dell'endometrio e con una diminuzione del progesterone, inizia il suo distacco e sanguinamento.

Nel caso di una "svolta" del progesterone (durante l'assunzione di contraccettivi), si verifica un aumento sia del progesterone che degli estrogeni. Ciò porta ad un indebolimento dei contatti intercellulari nell'endometrio, alterata circolazione sanguigna e regolazione del tono vascolare, con conseguente sanguinamento nella seconda metà del ciclo.

Diagnosi di sanguinamento uterino disfunzionale

Come accennato in precedenza, il sanguinamento uterino disfunzionale si verifica senza patologie organiche, ma sullo sfondo di interruzioni ormonali. Pertanto, la diagnosi si basa sull'esclusione di tutte le malattie che possono causare sanguinamento. Questa si chiama diagnosi differenziale, che viene eseguita con le seguenti condizioni:

  • Gravidanza ectopica (cervicale, tubarica, ovarica) e aborto spontaneo.
  • Malattie del sangue (cancro del sangue, anemie aplastiche, disturbi emorragici congeniti e acquisiti), che possono portare a sanguinamento ovunque, incluso nell'utero.
  • Polipi della cervice e del corpo dell'utero, endometrio.
  • Neoplasie benigne (fibromi uterini, endometriosi).
  • Malattie oncologiche maligne (cancro cervicale, adenocarcinoma endometriale).
  • Infiammazione degli organi pelvici (cistite, salpingite, endometrite).
  • Tumori ovarici che producono estrogeni.
  • Malattie sistemiche (malattie del fegato, della tiroide, insufficienza renale cronica).

Inoltre, per la diagnostica, utilizzare:

  • Emocromo completo, che può mostrare segni di infiammazione e anemia.
  • Diagnostica ecografica degli organi pelvici, dove è possibile visualizzare polipi, processi infiammatori, tumori di dimensioni relativamente piccole, per valutare lo spessore dell'endometrio.
  • Visita ginecologica mediante speculum vaginale, che può valutare anche lo stato dei genitali, identificare la proliferazione della mucosa uterina e le neoplasie benigne (fibromi, polipi).
  • Determinazione del sesso e degli ormoni gonadotropici mediante esame del sangue o test speciali. Per escludere malattie della tiroide, viene valutata la concentrazione dei suoi ormoni.

Per rilevare i disturbi della coagulazione del sangue, viene utilizzata un'analisi biochimica sotto forma di un coagulogramma, sul quale è possibile determinare dove si trova il difetto nel sistema di coagulazione del sangue.

Se si sospetta l'endometriosi, viene utilizzata la biopsia dell'area patologicamente alterata dell'endometrio e se si sospetta un cancro cervicale, l'esame citologico di uno striscio dal canale cervicale.

Molte ragazze con sanguinamento uterino giovanile hanno cisti nella ghiandola mammaria (malattia fibrocistica del seno), quindi l'esame del seno in tali pazienti è obbligatorio..

Trattamento del sanguinamento uterino disfunzionale

La scelta delle tattiche per il trattamento del sanguinamento uterino disfunzionale viene effettuata dopo che è stata trovata la causa della malattia. Quindi, scegliere un trattamento conservativo o chirurgico, a seconda delle indicazioni.

Ma prima, in caso di forti emorragie, devi prima interromperlo, cioè eseguire l'emostasi. Viene eseguito somministrando acido aminocaproico per aumentare la coagulazione del sangue e farmaci antinfiammatori per ridurre la quantità di perdita di sangue dall'utero.

In caso di inefficacia dei farmaci precedenti, lo sviluppo e la progressione dell'anemia o il verificarsi di sanguinamento uterino ripetuto dopo il trattamento, viene utilizzata l'emostasi ormonale. Per questo, vengono prescritti farmaci contraccettivi che contengono ormoni sessuali femminili (estrogeni, progesterone). Fermano efficacemente il sanguinamento e stabilizzano le cellule nel rivestimento dell'utero. Tuttavia, 3-4 giorni dopo l'ultima assunzione di progesterone, compaiono le mestruazioni, che sono associate al meccanismo del ciclo mestruale..

Trattamento conservativo del sanguinamento uterino disfunzionale

La prima cosa che si fa in assenza di gravi emorragie è la pace, l'eliminazione dei fattori irritanti, il superlavoro fisico o mentale non consentito, la vitamina e la psicoterapia. Tutto ciò contribuisce allo scarico del sistema nervoso centrale, che di conseguenza normalizza il lavoro dell'ipotalamo e il rilascio ciclico degli ormoni gonadotropici.

Inoltre, per fermare il sanguinamento, vengono utilizzati i suddetti farmaci (acido aminocaproico, ossitocina) e fitopreparati (estratto di ortica, viburno, pepe d'acqua). L'ossitocina viene utilizzata durante il sanguinamento e per 3 giorni dopo averlo interrotto, per contrarre i muscoli dell'endometrio, che alla fine restringe i vasi sanguigni e arresta il sanguinamento. I preparati di calcio sono prescritti per rafforzare i vasi sanguigni e una migliore coagulazione del sangue.

In caso di anemia, i preparati di ferro sono prescritti sotto forma di compresse, vitamine del gruppo B, C e, in caso di anemia grave, viene trasfuso plasma sanguigno appena congelato o massa di eritrociti, che contiene emoglobina.

Terapia ormonale

I metodi ormonali sono utilizzati per fermare il sanguinamento abbondante, regolare e normalizzare il ciclo mestruale, prevenire lo sviluppo di sanguinamento ricorrente e stimolare l'ovulazione.

  • Gli estrogeni vengono utilizzati quando l'anemia si è sviluppata e progredisce o il sanguinamento deve essere fermato rapidamente in qualsiasi momento del ciclo dell'adolescenza o del periodo riproduttivo del sanguinamento. Tuttavia, qui vengono utilizzate grandi dosi di ormone, che possono interrompere l'ovulazione e, in caso di interruzione improvvisa del farmaco, causare un nuovo sanguinamento (sanguinamento uterino disfunzionale da astinenza da estrogeni).
  • Il progesterone viene utilizzato in caso di sanguinamento a breve termine, assenza di anemia e necessità di fermare rapidamente il sangue. Dopo aver usato il farmaco, l'emorragia si interrompe per 3-5 giorni e poi si sviluppa di nuovo entro 8-9 giorni. Ciò è dovuto al meccanismo del ciclo mestruale: all'inizio, l'endometrio aumenta (il sangue si ferma), quindi esfolia, che è accompagnato dal rilascio di sangue. Lo svantaggio è l'effetto lento, di conseguenza, non può essere utilizzato per l'anemia e il sanguinamento pesante.
  • Possono anche prescrivere ormoni sessuali maschili (androgeni), che sono in grado di ridurre gli estrogeni nel sangue, restringere i vasi dell'utero e aumentare la sua contrazione, il che rende possibile fermare il sanguinamento. Sono indicati per sanguinamento uterino sullo sfondo di un aumento degli estrogeni che si è verificato prima o durante la menopausa, o in presenza di controindicazioni ai farmaci estrogeni (malattie del seno, patologie oncologiche, fibromi uterini).

Lo svantaggio di questo metodo è la possibilità di utilizzare androgeni solo nelle donne sopra i 45 anni, il rischio di caratteristiche sessuali maschili (aumento della crescita dei peli sul viso, addome, torace, ingrossamento della voce, comparsa di tessuto adiposo principalmente sull'addome).

  • Con sanguinamento anovulatorio, vengono utilizzati preparati combinati di ormoni sessuali (estrogeni, progesteroni, androgeni).
  • Dopo che l'emorragia si è interrotta, è necessario normalizzare il ciclo mestruale assumendo preparati di ormoni sessuali femminili in determinati giorni del ciclo, su cui il medico prescrive. Ma questo viene fatto se si tratta di un adolescente o di una donna che sta ancora pianificando di partorire. Nelle donne che non partoriranno o all'età di oltre 45 anni, viene mostrata la stimolazione dell'inizio della menopausa, dove l'endometrio sarà in uno stato stabile.

Trattamento chirurgico del sanguinamento uterino disfunzionale

Questo metodo si basa sull'uso del raschiamento terapeutico delle mucose troppo cresciute del corpo e della cervice. Nelle ragazze, tale trattamento viene eseguito raramente, solo se:

  • Forte sanguinamento con grave anemia, che è pericolosa per la vita (emoglobina inferiore a 70 a una velocità di 120-140 g / l).
  • In caso di inefficacia dell'emostasi ormonale.
  • L'esame ginecologico e l'esame ecografico hanno rivelato polipi dell'endometrio e del canale cervicale dell'utero.

Per evitare la rottura dell'imene della ragazza, vengono scheggiati con una soluzione speciale. La raschiatura dopo la procedura deve essere sottoposta a esame istologico per rilevare endometriosi, fibromi sottomucosi o malattie precancerose del corpo e della cervice.

Con sanguinamento uterino disfunzionale nelle donne in età fertile, il curettage viene eseguito sotto il controllo di un isteroscopio. Si tratta di uno strumento dotato di un sistema ottico, che permette non solo di rimuovere completamente l'endometrio ipertrofico, ma anche di identificare patologie concomitanti (polipi, fibromi, endometriosi).

Il metodo più estremo di trattamento chirurgico, specialmente nell'età riproduttiva, è l'isterectomia, cioè la rimozione dell'utero. Viene effettuato solo in caso di controindicazioni all'uso di ormoni e alla contemporanea presenza di endometriosi estesa o fibromi uterini.

In caso di sanguinamento da menopausa, il sangue viene fermato solo raschiando il rivestimento uterino sotto il controllo dell'isteroscopia. Dopo è necessario indurre la menostasi, cioè la menopausa per sopprimere la funzione delle ovaie, al fine di stabilizzare la mucosa uterina. Per questo, i preparati di progesterone vengono utilizzati per 6 mesi..

Prevenzione e prognosi del sanguinamento uterino disfunzionale

Per prevenire lo sviluppo o la progressione del sanguinamento uterino disfunzionale, prima di tutto, devi prenderti cura con attenzione della tua salute, vale a dire:

  • Monitorare il ciclo mestruale, il suo ritmo, il volume di sanguinamento e altri sintomi che accompagnano le mestruazioni (dolore eccessivo, nausea, irritabilità e ridotta capacità di lavorare).
  • In caso di rilevamento di anomalie patologiche, si consiglia di chiedere consiglio a un ginecologo.
  • È necessario cercare di eliminare i fattori di stress, l'eccessivo stress mentale e fisico, mangiare molta verdura e frutta, bere circa 1,5-2 litri di acqua al giorno, limitare l'uso di dolci, cibi grassi, fritti e piccanti, che avranno un effetto positivo sui livelli ormonali.

Se noti sintomi di sanguinamento uterino disfunzionale o altre anomalie nel ciclo mestruale, non auto-medicare. Solo un medico con l'ausilio di esami, metodi di ricerca di laboratorio e strumentali, nonché sulla base della sua esperienza, può fare la diagnosi corretta. La prognosi con un trattamento adeguato e tempestivo è generalmente buona.

Attenzione! Questo articolo è pubblicato solo a scopo informativo e in nessun caso è materiale scientifico o consiglio medico e non può sostituire un consulto di persona con un medico professionista. Consultare medici qualificati per diagnosi, diagnosi e prescrizione di trattamenti!


Articolo Successivo
Qual è il nome del plasma sanguigno senza fibriogeno?