Un esame del sangue per gli anticorpi ai fosfolipidi


Un esame del sangue per gli anticorpi ai fosfolipidi (APL, IgG, IgM) è un criterio importante per la diagnosi della malattia autoimmune - APS (sindrome da antifosfolipidi), nonché per controllare le prestazioni (e il suo miglioramento, se necessario) di reni, fegato, cervello, ghiandole surrenali e cuore.

Cosa sono gli anticorpi anti-fosfolipidi (APL)?

Gli AFL sono anticorpi autoimmuni delle classi IgG e IgM. Dirigono la loro azione contro i fosfolipidi, che sono i componenti principali della membrana cellulare, cioè possiamo dire che tali anticorpi attaccano i tessuti e gli organi del proprio corpo. I fosfolipidi si dividono in neutri (fosfatidilcolina), positivamente (acido fosfatidilico e fosfatidilinositolo) e negativamente (cardiolipina e fosfatidilserina) caricati.

I principali anticorpi ai fosfolipidi rilevati durante questa analisi sono:

  • lupus anticoagulant - anticorpi fosfolipidi che in vitro (in utero) sono in grado di sopprimere la coagulazione (coagulazione del sangue), dipendente dai fosfolipidi, interagendo con la protrombinasi. Inizialmente, questi anticorpi sono stati rilevati in pazienti con lupus eritematoso sistemico, caratterizzato da un aumento della trombosi (formazione di trombi);
  • beta-2-GP-1 (beta-2-glicoproteina-1) APL dipendente dal cofattore - anticorpi che sopprimono l'attività anticoagulante della beta-2-glicoproteina-1, cioè la soppressione di questi anticorpi dipendenti dal cofattore porta allo sviluppo di trombosi nel corpo;
  • anticorpi contro la cardiolipina (fosfolipide caricato negativamente) - questi anticorpi sono l'antigene principale che conferma la presenza di una reazione positiva di Wasserman (analisi per la sifilide);
  • anticorpi contro una miscela di colesterolo, cardiolipina e fosfatidilcolina - provocano una reazione Wasserman falsa positiva.

Decifrare un esame del sangue per AFL

Il principale pericolo degli anticorpi ai fosfolipidi è che portano alla disfunzione dei vasi sanguigni, causano coaguli di sangue nei vasi e provocano vasocostrizione (vasculopatia).

A causa di una disfunzione dell'endotelio (tessuto dei vasi sanguigni) nel corpo, si verifica un guasto nel sistema di coagulazione del sangue, a seguito del quale il sistema anticoagulante inizia a prevalere e si sviluppa una maggiore formazione di trombi. Durante la gravidanza, questa condizione è particolarmente pericolosa, poiché vi è una violazione della circolazione sanguigna nella placenta e nel sistema circolatorio del feto, che può portare alla sua morte intrauterina. Inoltre, la presenza di APS (sindrome da antifosfolipidi) in una donna incinta può portare allo sviluppo di un ictus e, in un bambino, a lesioni cutanee (ulcere, livedo) e patologie neurologiche..

Un aumento del livello di anticorpi contro i fosfolipidi indica lo sviluppo della sindrome da antifosfolipidi nel corpo, cioè danni al cervello, cuore, ghiandole surrenali, fegato, reni e vasi cardiaci. Un titolo elevato di anticorpi fosfolipidi porta allo sviluppo di infarto miocardico, trombosi venosa e nelle donne in gravidanza - all'aborto spontaneo (specialmente nel secondo e terzo trimestre).

La sindrome da antifosfolipidi (APS) è divisa in due tipi: APS primaria e APS secondaria.

La APS primaria è caratterizzata dalle seguenti manifestazioni:

  • aborto spontaneo - il verificarsi in una donna di aborti spontanei ricorrenti (aborti spontanei) per motivi inspiegabili, specialmente durante il primo trimestre di gravidanza;
  • morte fetale intrauterina durante il secondo - terzo trimestre di gravidanza;
  • patologia della gravidanza sullo sfondo dello sviluppo della sindrome HELLP (caratterizzata da un aumento dell'attività degli enzimi epatici, emolisi e una diminuzione del numero di piastrine);
  • patologia vascolare, che è accompagnata da attacchi di cuore (cuore e altri organi interni), ictus, tromboflebite (trombosi venosa) e cancrena delle estremità.

L'APS secondario è caratterizzato dalle seguenti manifestazioni:

  • la comparsa di tumori e neoplasie maligni (cancerosi);
  • malattie autoimmuni, infiammatorie e infettive (lupus eritematoso sistemico, epatite virale C, infezione da HIV);
  • prendendo alcuni farmaci (farmaci psicotropi, contraccettivi orali).

Nelle persone sane, quando si esegue un esame del sangue per gli anticorpi contro i fosfolipidi, tali anticorpi vengono rilevati con una frequenza di 3-4 persone su cento (cioè 3-4%). Si trovano più spesso negli anziani..

Indicazioni per la nomina dell'analisi

Questo esame del sangue è prescritto per alcune indicazioni, ad esempio:

  • aborto spontaneo abituale, aborti spontanei, morte fetale intrauterina, preeclampsia;
  • la presenza di una reazione sierologica falsa positiva alla sifilide (reazione di Wasserman);
  • malattia vascolare ricorrente (trombosi, tromboembolia);
  • collagenosi - un gruppo di malattie sistemiche in cui il tessuto connettivo è danneggiato nel corpo, in particolare quelle in cui è presente collagene (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, periarterite nodosa, dermatomiosite, nonché artrite reumatoide e reumatismi);
  • trombocitopenia: una diminuzione del numero di piastrine nel sangue, che porta a una ridotta coagulazione del sangue e allo sviluppo di sanguinamento.

Preparazione per l'esecuzione dell'analisi per AFL

Il sangue per gli anticorpi ai fosfolipidi viene donato esclusivamente a stomaco vuoto e, dopo l'ultimo pasto, dovrebbero passare almeno 8 ore e, ancora meglio, 12 ore o più. Bere tè, succo di frutta, caffè non è permesso, puoi solo bere acqua.

Anticorpi ai fosfolipidi, totali

Gli anticorpi contro i fosfolipidi sono anticorpi autoimmuni che agiscono contro i fosfolipidi, il che porta alla distruzione delle membrane cellulari, dei tessuti e degli organi. Gli anticorpi ai fosfolipidi influenzano il funzionamento dei vasi sanguigni, determinando il loro restringimento e, di conseguenza, la formazione di trombi vascolari. L'analisi è ampiamente utilizzata per diagnosticare la sindrome da antifosfolipidi. Lo scopo dell'analisi può essere causato dalla presenza di una serie di indicazioni, in particolare, viene eseguita in pazienti con un test sierologico di Wasserman falso positivo (analisi per la sifilide), nonché in presenza di lesioni vascolari, come trombosi, tromboembolia, che sono ricorrenti. Viene anche utilizzato per diagnosticare le cause di aborti spontanei ricorrenti, aborti spontanei, preeclampsia e morte fetale intrauterina. Inoltre, lo studio può essere prescritto a pazienti con collagenosi, malattie sistemiche in cui è colpito il tessuto connettivo, trombocitopenia, disturbi della coagulazione del sangue a seguito di una forte diminuzione del numero di piastrine.

Questo tipo di anticorpi autoimmuni ha un effetto dannoso sui fosfolipidi. Di conseguenza, ciò porta alla distruzione di membrane, cellule e tessuti degli organi interni del corpo umano..

Inoltre, la comparsa di questi AT nel sangue provoca un restringimento del lume nei vasi sanguigni - in essi si formano coaguli di sangue, che sono pericolosi per la vita umana a qualsiasi età. Pertanto, questo tipo di analisi di laboratorio è indicativo per la diagnosi della sindrome da antifosfolipidi nei pazienti..

Anticorpi ai fosfolipidi: quando prelevare un campione di biomateriale?

Un esame del sangue per lo screening dell'APL IgG alla fosfatidilcolina viene eseguito in pazienti con:

  • un risultato falso positivo per la sifilide (test sierologico di Wasserman);
  • collagenosi;
  • aborto spontaneo - aborti spontanei, sbiadimento intrauterino, preeclampsia;
  • lesioni vascolari di natura ricorrente;
  • trombocitopenia - una malattia associata a una violazione del processo di coagulazione del sangue.

La decodifica dei risultati riepilogativi dell'analisi per gli anticorpi antifosfolipidi sarà pronta il giorno successivo alla donazione del sangue. Specificare il prezzo corrente della ricerca di laboratorio nel nostro centro tramite il numero di telefono indicato sul sito web.

NORME GENERALI PER LA PREPARAZIONE DEGLI ESAMI DEL SANGUE

Per la maggior parte degli studi, si consiglia di donare il sangue al mattino a stomaco vuoto, questo è particolarmente importante se viene effettuato il monitoraggio dinamico di un determinato indicatore. L'assunzione di cibo può influenzare direttamente sia la concentrazione dei parametri studiati che le proprietà fisiche del campione (aumento della torbidità - lipemia - dopo aver consumato un pasto grasso). Se necessario, puoi donare il sangue durante il giorno dopo un digiuno di 2-4 ore. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri di acqua naturale poco prima di prelevare il sangue, questo aiuterà a raccogliere il volume di sangue necessario per lo studio, ridurre la viscosità del sangue e ridurre la probabilità di coaguli nella provetta. È necessario escludere lo stress fisico ed emotivo, fumare 30 minuti prima dello studio. Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena.

Anticorpi antifosfolipidi IgM

Il test degli anticorpi antifosfolipidi viene utilizzato per riconoscere determinate proteine ​​legate ai fosfolipidi prodotte dall'organismo contro se stesso a seguito di una risposta autoimmune ai fosfolipidi. Gli anticorpi antifosfolipidi sono associati a trombocitopenia (bassa conta piastrinica nel sangue), minaccia di aborto spontaneo, parto prematuro e preeclampsia (tossicosi tardiva nelle donne in gravidanza). Livelli più elevati di questi anticorpi aumentano il rischio di formazione di coaguli di sangue (trombi), che possono portare a ictus e infarto..

Anticorpi ai fosfolipidi, IgM.

Anticorpi antifosfolipidi, APA, IgM.

Test immunologico (ELISA).

IU / ml (unità internazionale per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Evitare di prendere eparina e suoi analoghi 5 giorni prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

Un test degli anticorpi antifosfolipidi è necessario per rilevare specifiche proteine ​​legate ai fosfolipidi che il corpo forma contro se stesso a seguito di una reazione autoimmune ai fosfolipidi. I fosfolipidi - una parte integrante delle cellule del corpo - fanno parte delle membrane cellulari e delle piastrine. Sono, infatti, molecole di grasso che svolgono un ruolo chiave nella coagulazione del sangue, sebbene il meccanismo del loro effetto rimanga poco chiaro. Gli antifosfolipidi aumentano il rischio di disturbi della coagulazione del sangue e di coaguli di sangue nelle arterie e nelle vene, che possono causare ictus e attacchi di cuore.

Gli anticorpi antifosfolipidi sono anche associati allo sviluppo di trombocitopenia (basso numero di piastrine nel sangue), con il rischio di aborti ripetuti (soprattutto nel secondo e ultimo terzo di gravidanza), con parto prematuro e con tossicosi nelle ultime fasi della gravidanza (preeclampsia).

La presenza di questi anticorpi fa parte di un complesso di sintomi chiamato sindrome da antifosfolipidi (APS) o sindrome di Hughes-Stovin. Comprende anche trombosi, patologie ostetriche (aborti spontanei, aborti spontanei), trombocitopenia. La APS può essere associata ad altre malattie autoimmuni, in particolare il lupus eritematoso sistemico (APS secondaria), o svilupparsi senza patologie concomitanti (APS primaria).

Tuttavia, gli anticorpi antifosfolipidi compaiono spesso nel corpo in malattie autoimmuni come il lupus eritematoso sistemico, inoltre, possono essere osservati anche nell'infezione da HIV, in alcuni tipi di cancro e nell'assunzione di farmaci come fenotiazine e procainamide. A questo proposito, la determinazione degli anticorpi anticardiolipina è un'analisi aggiuntiva e la loro presenza di per sé non è un criterio diagnostico diretto per APS: la diagnosi di APS dovrebbe essere completa e includere diversi indicatori clinici..

A cosa serve la ricerca?

  • Per determinare le cause della microangiopatia trombotica, perdita fetale ricorrente nella tarda gravidanza, trombocitopenia e formazione prolungata di tromboplastine.

Quando è programmato lo studio?

  • Se si sospetta la sindrome da antifosfolipidi (più volte - due volte con un intervallo di almeno 6 settimane).
  • Con aborti ripetuti - come aggiunta al test per il tempo di formazione della tromboplastina.
  • Con ripetuti episodi di trombosi in giovane età.
  • Con trombocitopenia.
  • Per i sintomi della microangiopatia trombotica (dolore e gonfiore degli arti, mancanza di respiro e mal di testa).

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento: 0-10 UI / ml.

  • mancanza di anticorpi IgM specifici.

Contenuto di anticorpi da basso a moderato:

  • presenza di infezioni, farmaci, anticorpi compaiono con l'età - queste concentrazioni sono generalmente considerate trascurabili, ma devono essere attentamente valutate insieme ad altri sintomi e informazioni cliniche.

La concentrazione di anticorpi antifosfolipidi è superiore al livello medio, che viene mantenuto se rianalizzato dopo 8-10 settimane:

  • alto rischio di trombosi;
  • durante la gravidanza - un alto rischio di complicanze della gravidanza (la necessità di monitorare gli indicatori del sistema di emostasi);
  • con alcuni segni clinici - sindrome da antifosfolipidi.

Quando vengono rilevati anticorpi antifosfolipidi e viene fatta una diagnosi di sindrome da antifosfolipidi, vi è un aumento del rischio di angiopatia trombotica ricorrente, aborti ricorrenti e trombocitopenia. Tuttavia, gli indicatori di queste analisi non sono in grado di prevedere con precisione la probabilità di complicanze, il tipo e la gravità della malattia in un particolare paziente; alcuni pazienti sono inclini a varie forme di recidive della malattia, altri non presentano complicazioni. Esempi di questo sono pazienti asintomatici con diagnosi di anticorpi antifosfolipidi, che sono stati diagnosticati dopo un periodo prolungato di formazione di tromboplastina prodotta per un altro motivo (ad esempio, durante una visita medica prima dell'intervento chirurgico) e pazienti anziani asintomatici che sviluppano anticorpi antifosfolipidi.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Raramente, viene prescritto un test antifosfolipide per identificare la causa di una reazione positiva alla sifilide. I reagenti utilizzati per il test della sifilide contengono fosfolipidi, che possono causare falsi positivi nei pazienti con anticorpi antifosfolipidi.
  • Un po 'più spesso, l'aFL viene rilevato negli anziani..
  • La rilevazione di anticorpi antifosfolipidi (specialmente una singola dose) non sempre indica lo sviluppo della sindrome da antifosfolipidi.

Analisi per gli anticorpi ai fosfolipidi

Cosa sono gli anticorpi contro i fosfolipidi (APL), analisi

Fosfolipidi della membrana cellulare

Anticorpi ai fosfolipidi (APL): la risposta immunitaria del corpo diretta contro i componenti delle proprie cellule. La ragione per la comparsa di tali anticorpi risiede molto spesso nelle malattie infettive e nell'uso di determinati farmaci. Un attacco autoimmune inibisce le funzioni cellulari, provoca la formazione di coaguli di sangue, interrompe il corso della gravidanza, influisce negativamente sui vasi sanguigni e interrompe l'equilibrio naturale in tutto il corpo.

I fosfolipidi sono sostanze organiche che compongono le membrane di tutte le cellule del corpo umano. Supportano la flessibilità delle membrane cellulari, proteggono la cellula dalle influenze esterne, facilitano il trasporto dei nutrienti in tutto il corpo e partecipano al processo di coagulazione del sangue. La determinazione delle violazioni dei componenti fosfolipidici dovute all'interazione con AFL consente ai test di determinare il livello di IgM e IgG.

Le APL contribuiscono allo sviluppo di varie malattie, a seconda di quale organo è danneggiato a causa del loro effetto. Le APL danneggiano la parete vascolare modificando la sua carica elettrica. In questo caso i fattori di coagulazione del sangue, senza incontrare resistenza, "si attaccano" ai vasi. Pertanto, il processo di formazione del trombo inizia nei vasi di diverse posizioni del corpo. La distruzione dei fosfolipidi da parte degli autoanticorpi è accompagnata da un complesso di sintomi che costituiscono la sindrome da antifosfolipidi (APS) nel suo complesso.

Indicazioni per lo studio

Malattia cardiaca sconosciuta - indicazione per l'analisi

L'analisi per il livello di AFL viene effettuata nel caso di rilevamento di coaguli di sangue, nonché in caso di eziologia poco chiara di alcune malattie o situazioni cliniche. Nella pratica medica, ci sono tre categorie di pazienti per i quali è necessario uno studio per l'AFL:

  1. donne con patologia ostetrica,
  2. pazienti con trombosi poco chiara,
  3. giovani con cardiopatia idiopatica.

Blocco dei rami dell'arteria polmonare: il motivo del test

L'analisi è prescritta per le seguenti manifestazioni:

  • Aborto spontaneo, gravidanza congelata, sviluppo fetale ritardato, parto prematuro, gestosi tardiva, nati morti, insufficienza placentare, inefficacia della fecondazione in vitro.
  • Trombosi di vene e arterie, cancrena degli arti, ulcere alle gambe.
  • Disfunzione delle valvole cardiache, ictus, attacchi ischemici, infarto.
  • Neoplasie maligne.
  • Emicrania, ipertensione endocranica.
  • Malattie sistemiche del tessuto connettivo.
  • Ischemia cerebrale (trombosi delle arterie intracerebrali).
  • Distacco della retina (trombosi dell'arteria retinica).
  • Insufficienza renale (trombosi dell'arteria renale).
  • Blocco dell'arteria polmonare o dei suoi rami con coaguli di sangue.
  • Lesione della pelle.
  • Malattie autoimmuni.
  • Diminuzione della conta piastrinica.

Preparazione per l'analisi

I farmaci dovrebbero essere cancellati

Per un risultato affidabile, è necessario aderire alle raccomandazioni prima di prendere il sangue.

  1. Astenersi dal mangiare, bere, fumare 12 ore prima del test.
  2. Il giorno del test, non dovresti bere tè o caffè, puoi bere acqua normale.
  3. Tutti gli altri esami (ecografia, radiografia) devono essere eseguiti dopo aver prelevato un campione di sangue.
  4. I risultati dell'analisi per l'AFL sono influenzati dai farmaci - contraccettivi ormonali, psicotropi, farmaci antiaritmici, pertanto è necessario escluderne l'assunzione 5 giorni prima dell'analisi.
  5. Dona il sangue per la diagnosi al mattino..

Come si fa la ricerca

La determinazione degli anticorpi viene eseguita secondo l'algoritmo

Le APL includono una serie di autoanticorpi, ma non tutte le immunoglobuline vengono valutate nello studio. Indicatori richiesti nell'analisi per AFL: anticorpi anti-cardiolipina IgM, nonché IgG - lupus anticoagulant.

Gli anticorpi contro la cardiolipina vengono determinati utilizzando un test immunoassorbente legato all'enzima per l'APL dipendente dalla β-2-glicoproteina 1. Una striscia di 8 tubi viene rivestita con cardiolipina e viene aggiunta la b-2-glicoproteina. Se l'APL è presente nel campione di sangue, l'IgM si lega agli antigeni nella fase solida. Per rilevarli, viene introdotto un enzima che colora le coppie antigene-anticorpo. La concentrazione di anticorpi contro la cardiolipina è determinata dall'intensità del colore.

Viene condotto anche uno studio sulle IgG, ma oltre a valutare il legame, vengono presi in considerazione i seguenti parametri:

  • Determinazione della fase di coagulazione del sangue dipendente dai fosfolipidi, tenendo conto del tempo di tromboplastina e caolino, nonché del tempo di coagulazione utilizzando veleno di vipera diluito secondo il test di Russell.
  • Possibilità di correggere tempi di test diagnostici prolungati aggiungendo normale plasma privo di piastrine.
  • Valutazione del cambiamento nel tempo dei test diagnostici quando si mescola un campione di sangue con una massa in eccesso di fosfolipidi.

Tasso e deviazioni

L'infezione da streptococco può alterare il risultato

Valori di riferimento per livelli normali di AFL:

  • IgM: 0-10 MPL-U-ml;
  • IgG: 0-10 GPL-U-ml.

Il risultato del test viene valutato insieme agli indicatori di ulteriori studi di laboratorio e strumentali. La presenza solo di un livello elevato di IgM o IgG non è sufficiente per una diagnosi.

Malattie in cui aumenta il livello di AFL:

  • infezioni causate da batteri stafilococco e streptococco;
  • tubercolosi;
  • rosolia;
  • micoplasmosi;
  • La malattia di Filatov;
  • herpes;
  • morbillo.

I risultati del test sono influenzati dall'eparina

  • Eparina,
  • Penicillina,
  • Chinidina,
  • Fenotiazina,
  • Hydralazine,
  • Procainamide,
  • Analoghi sintetici di estrogeni e progesterone.

Decodificare il risultato della ricerca

Interpretazione corretta - diagnosi corretta

Test positivo. Un livello AFL elevato viene interpretato:

  • rischio di coaguli di sangue;
  • il rischio di complicazioni durante la gravidanza;
  • API (in presenza di altri indicatori di supporto);
  • patologia del sistema vascolare;
  • malattie sistemiche (lupus eritematoso);
  • AIDS;
  • sifilide;
  • malaria.

Un test negativo significa che il livello di APL non è stato aumentato, ma se ci sono sintomi evidenti, il test viene ripetuto.

Anticorpi contro fosfolipidi e sindrome da antifosfolipidi (APS)

Cosa sono i fosfolipidi?

I fosfolipidi sono un componente universale delle membrane cellulari dei globuli, dei vasi sanguigni e del tessuto nervoso. I fosfolipidi delle membrane cellulari svolgono un ruolo importante nell'avvio dei processi di coagulazione del sangue.

Cosa sono gli anticorpi contro i fosfolipidi?

A volte il sistema immunitario del corpo produce anticorpi contro alcuni dei suoi stessi fosfolipidi (aggressività autoimmune). L'interazione degli autoanticorpi con i fosfolipidi porta alla disfunzione cellulare. Gli anticorpi ai fosfolipidi delle cellule della superficie vascolare portano alla vasocostrizione, sconvolgono l'equilibrio tra i sistemi di coagulazione e anticoagulanti verso la formazione di coaguli di sangue.

Cos'è AFS?

La malattia, che si basa sulla formazione nel corpo di un alto titolo (quantità) di autoanticorpi che interagiscono con i fosfolipidi, è chiamata sindrome da antifosfolipidi (APS).

Chi ha gli anticorpi contro i fosfolipidi??

Un certo livello di autoanticorpi contro i fosfolipidi è presente nel sangue di tutte le persone. La malattia è proprio l'aumento del livello di anticorpi.

L'APS è una malattia permanente o una condizione temporanea del corpo?

Distinguere tra API primaria e secondaria. Il primario è una reazione temporanea dell'organismo a qualche fenomeno, senza patologie autoimmuni, il secondario è caratterizzato da un costante aumento del livello di anticorpi ai fosfolipidi a seguito di malattie autoimmuni.

Perché l'APS è pericoloso per le donne non gravide?

I vasi del cuore, del cervello, dei reni, del fegato e delle ghiandole surrenali sono interessati. Il rischio di sviluppare trombosi venosa, aumenta l'infarto del miocardio. L'APS può essere accompagnato da una ridotta circolazione cerebrale con lo sviluppo di ictus, patologia neurologica, lesioni cutanee.

APS e gravidanza. Perché la sindrome è pericolosa per le future mamme?

Durante la gravidanza sullo sfondo di APS, aumenta il rischio di morte fetale, aborto spontaneo, distacco della placenta, malnutrizione fetale e ipossia, patologie intrauterine.

Quanto è comune l'APS?

Negli Stati Uniti, il tasso di rilevamento degli autoanticorpi contro i fosfolipidi nella popolazione è del 5%. Se si trova nel sangue di donne in gravidanza, quindi senza trattamento, il 95% ha un aborto spontaneo e / o una morte fetale. Nel nostro paese, la frequenza di rilevamento degli anticorpi contro la cardiolipina (uno dei fosfolipidi) nei pazienti con aborto spontaneo ricorrente è del 27,5-31%

Quando non è troppo tardi per essere testato per APS?

Gli studi hanno dimostrato che per qualsiasi genesi di aborto spontaneo, un aspetto patogenetico importante è l'insufficienza placentare. E, se espressa clinicamente, qualsiasi opzione di trattamento è inutile. I disturbi del flusso sanguigno uteroplacentare dovrebbero essere rilevati nelle fasi iniziali. È necessario trattare l'insufficienza placentare dal primo trimestre di gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che nel processo di violazione della coagulazione del sangue, una certa sostanza (fibrina) si deposita sulle pareti dei vasi della placenta. La terapia interromperà il processo di deposizione, ma non rimuoverà dai vasi ciò che è già stato depositato, cioè non riporterà i vasi alla normalità.

Come sapere se ho un'API?

Supera un test di laboratorio per gli anticorpi ai fosfolipidi. Attualmente, tre metodi vengono utilizzati per l'esame di laboratorio di un paziente con sospetta sindrome da anticorpi antifosfolipidi. I risultati positivi di almeno uno di essi sono sufficienti per confermare la diagnosi. In primo luogo, il titolo degli anticorpi IgG contro i fosfolipidi può essere aumentato. In secondo luogo, un test del lupus anticoagulante può essere positivo. In terzo luogo, a causa dell'inattivazione dei fosfolipidi nel siero del sangue, il tempo di tromboplastina parziale attivata (parametro APTT nell'emostasiogramma) può essere allungato..

Cosa sono gli anticorpi contro i fosfolipidi??

I principali bersagli degli anticorpi sono cardiolipina, fosfatidilserina, fosfatidiletanolamina, fosfatidilglicerolo, fosfatidilinositolo, fosfatidilcolina, acido fosfatidilico e glicoproteine ​​correlate - 2-glicoproteina-1, annessina V, protragina e fattori di coagulazione II proteina anticoagulante (PAP-1).

E tutto questo deve essere arreso?!

Per la diagnosi differenziale della sindrome da antifosfolipidi, è necessario rilevare gli anticorpi contro la cardiolipina e gli anticorpi contro la fosfatidilserina.

Quanto è accurata l'analisi per gli anticorpi ai fosfolipidi?

Possono esserci differenze significative di laboratorio nella rilevazione degli anticorpi antifosfolipidi. È connesso con:

  • fluttuazioni temporali individuali nel titolo degli anticorpi antifosfolipidi nel sangue dei pazienti;
  • una reazione positiva transitoria dovuta alla presenza di infezioni virali e di altro tipo al momento del prelievo di sangue;
  • imprecisioni nel prelievo di sangue per la ricerca e la preparazione di plasma povero di piastrine;
  • standardizzazione insufficiente dei test di laboratorio per determinare gli anticorpi antifosfolipidi.

Se vengono rilevati anticorpi contro i fosfolipidi, l'APS è inevitabile?

La determinazione degli anticorpi antifosfolipidi in un paziente non sempre indica lo sviluppo della sindrome da antifosfolipidi.

L'APS ha manifestazioni cliniche??

Manifestazioni cliniche di un aumento del livello di anticorpi contro i fosfolipidi:

  • patologia ostetrica con sviluppo di APS (aborto spontaneo ricorrente, gravidanza non sviluppata, morte fetale intrauterina, sviluppo di preeclampsia ed eclampsia, ritardo della crescita intrauterina, parto pretermine);
  • disturbi ematologici (trombocitopenia - piastrine nell'area del limite inferiore della norma);
  • malattie polmonari (embolia polmonare, ipertensione polmonare trombotica, emorragia polmonare);
  • malattie cardiovascolari (infarto miocardico, danno alle valvole cardiache, ridotta contrattilità miocardica, trombosi intra-atriale, ipertensione arteriosa);
  • malattie del sistema nervoso (ictus, accidente cerebrovascolare, sindrome convulsiva, disturbi mentali, mal di testa simile all'emicrania);
  • malattia del fegato (infarto del fegato, epatomegalia, aumento della concentrazione di enzimi epatici, iperplasia rigenerativa nodulare);
  • anomalie vascolari (livedo mesh, necrosi cutanea degli arti inferiori distali, emorragie nel letto subungueale, noduli cutanei);
  • malattie degli arti (trombosi venosa profonda, tromboflebite, cancrena);
  • malattia renale (trombosi dell'arteria renale, infarto renale, microtrombosi intraglomerulare con conseguente sviluppo di insufficienza renale cronica).

Perché aumenta il livello di antifosfolipidi??

  • Malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, reumatismi).
  • Malattie oncologiche (soprattutto malattie linfoproliferative).
  • Malattie infettive (tubercolosi, infezioni da stafilococco, streptococco, morbillo, mononucleosi, rosolia, micoplasma, infezioni da herpes).
  • Gli effetti di alcuni farmaci (antiaritmici, psicotropi, contraccettivi ormonali, novocainaimide, chinidina) e sostanze tossiche.
  • Reazioni allergiche.

Come sbarazzarsi degli anticorpi contro i fosfolipidi prima della gravidanza?

  • Curare tutti i processi infettivi rilevati, ripetere i test antifosfolipidi dopo tre settimane.
  • Se non sono scomparsi, iniettare l'immunoglobulina. A volte vale la pena normalizzare i parametri immunologici prima della gravidanza usando la plasmaferesi. Dopo 3-4 sedute di plasmaferesi con un prelievo di circa 800 ml di plasma, gli anticorpi antifosfolipidi scompaiono per più di 3 mesi, poiché gli anticorpi antifosfolipidi hanno un peso molecolare piuttosto elevato e si accumulano molto lentamente. Tuttavia, la procedura ha una serie di caratteristiche che mettono in dubbio la sua efficacia..

Quando viene diagnosticata l'APS?

Condizioni per la diagnosi della sindrome da antifosfolipidi: - la presenza di almeno un segno clinico (sintomi) e di un laboratorio (analisi per la sindrome da antifosfolipidi); - i test antifosfolipidi devono essere positivi almeno 2 volte entro 3 mesi.

Diagnosi della sindrome da antifosfolipidi: perché sono necessari due test con una pausa così lunga?

Nelle malattie infettive e infiammatorie acute (batteriche o virali) si osserva un aumento uniforme a breve termine del contenuto di tutti gli anticorpi embriotropi. Quando la malattia si attenua (dopo 1-3 settimane), i livelli di anticorpi generalmente tornano alla normalità. Tali cambiamenti a breve termine nella produzione di tali anticorpi, di regola, non influenzano lo sviluppo del feto. Un aumento prolungato del contenuto di anticorpi embriotropi è spesso un segno di malattie e sindromi autoimmuni esistenti o in via di sviluppo (in particolare, sindrome da antifosfolipidi). Un aumento persistente (più di 1,5-2 mesi) del contenuto sierico di tutti o di alcuni anticorpi embriotropi può portare a infertilità, anomalie nello sviluppo della gravidanza e influenzare negativamente la formazione del feto. Dopo malattie infettive acute si osserva una diminuzione a breve termine del contenuto di tutti gli anticorpi embriotropi. Dopo 2-3 settimane. le letture degli anticorpi di solito tornano a valori normali. Tali cambiamenti a breve termine nella produzione di tali anticorpi, di regola, non influenzano lo sviluppo del feto. Una diminuzione prolungata della produzione di tutti gli anticorpi embriotropi è un segno di una diminuzione generale dell'attività del sistema immunitario (condizioni immunosoppressive). Questo è più spesso causato da infezioni virali croniche e intossicazione cronica. Una prolungata diminuzione della produzione di anticorpi embriotropi è spesso accompagnata da aborto spontaneo.

Se gli anticorpi contro i fosfolipidi non erano elevati prima della gravidanza, l'APS può svilupparsi durante la gravidanza?

Può. Il principale (ma non l'unico) fattore di rischio noto in questo caso sono le infezioni. Durante la gravidanza, i cambiamenti dell'immunità e le infezioni dormienti possono peggiorare. La formazione di anticorpi antifosfolipidi fa parte della patogenesi del processo infettivo durante la gravidanza. Gli anticorpi prodotti sullo sfondo dell'infezione portano allo sviluppo di complicanze della gravidanza e richiedono una terapia adeguata. Con la sindrome da antifosfolipidi che si verifica sullo sfondo di micoplasma e infezione mista, si sviluppano le complicanze più gravi, spesso irreversibili, della gravidanza.

Sindrome da antifosfolipidi e gravidanza: come viene trattata la APS?

Terapia per donne in gravidanza con APS: aspirina a basso dosaggio (solitamente una compressa di Thrombo-Assa al giorno), iniezioni di eparina (a volte fraxiparina), infusione endovenosa di una soluzione di immunoglobulina umana normale (IVIg). L'aspirina viene solitamente assunta durante il ciclo di pianificazione..

Qual è la prognosi per la prossima gravidanza, soggetta a terapia?

Molto positivo, poiché gli anticoagulanti diretti (eparina e derivati) non consentono la coagulazione del sangue in nessuna circostanza.

Cosa fare dopo il parto?

La terapia con anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici deve essere continuata dopo il parto poiché il potenziale trombofilico aumenta il più possibile verso la fine della gravidanza, il che significa che è possibile un'embolia polmonare massiccia dopo il parto riuscito..

Quando viene prescritto un esame del sangue per gli anticorpi ai fosfolipidi??

Nessuna cellula del corpo umano può esistere senza fosfolipidi. Questi componenti sono la base delle membrane cellulari. Ma a volte, a causa di alcuni disturbi funzionali nel corpo umano, si verifica un guasto. E come risultato di ciò, iniziano a essere prodotti anticorpi contro i fosfolipidi IgG e IgM. Tali sostanze aggressive attaccano le cellule sane, che è la ragione dello sviluppo di una malattia molto pericolosa: la sindrome da antifosfolipidi (APS).

Come risultato di un aumento della quantità di anticorpi, il processo di coagulazione del sangue viene interrotto. Gravi cambiamenti patologici si verificano nel sistema vascolare. C'è un restringimento dei lumi dei vasi sanguigni e, di conseguenza, la circolazione sanguigna peggiora.

I coaguli si formano nel flusso sanguigno, portando a coaguli di sangue. L'APS si manifesta con lo sviluppo di infarti e ictus nei giovani sullo sfondo della trombosi. Nelle donne che trasportano un bambino, si verificano aborti spontanei o congelamento fetale. In cui:

  • Gli anticorpi contro i fosfolipidi IgG indicano forme croniche di malattie nel corpo umano.
  • Gli Abs ai fosfolipidi IgM indicano una forma acuta della malattia.
  1. Cos'è questa analisi
  2. Quando è pianificata un'analisi
  3. Preparazione per l'analisi
  4. Come viene eseguita l'analisi
  5. Indicatori accettabili
  6. Deviazione dei risultati dalla norma
  7. Quadro clinico

Cos'è questa analisi

È impossibile capire in modo indipendente che il corpo umano produce anticorpi contro i fosfolipidi. Il malessere e i problemi di salute sono solitamente attribuiti a un'infezione virale o alla disfunzione di determinati organi e sistemi. A questo proposito, per determinare la quantità di anticorpi, è imperativo fare un esame del sangue in un laboratorio specializzato..

Consigli! Se il medico consiglia di donare il sangue per gli anticorpi al fine di chiarire la diagnosi, non dovresti mai rifiutare.

Sulla base di un esame del sangue per gli anticorpi contro i fosfolipidi (classi IgG e IgM), gli specialisti ricevono un indicatore importante che consente loro di diagnosticare tempestivamente una grave malattia autoimmune. Grazie a ciò, è possibile prescrivere il trattamento corretto in modo tempestivo ed escludere gravi complicazioni..

Nel processo di esame del plasma sanguigno, il medico determina la presenza di anticorpi contro i seguenti tipi di fosfolipidi:

  • Carica negativa: fosfatidilserina, cardiolipina.
  • Carica positivamente - fosfatidilinositolo e acido fosfatidilico.
  • Neutro - fosfatidilcolina.

Quando è pianificata un'analisi

Un esame del sangue è prescritto per:

  • patologie ostetriche, che si manifestano con aborto spontaneo costante, parto prematuro, ritardo dello sviluppo o morte fetale nella tarda gravidanza.
  • disturbi ematologici associati alla diagnosi di trombocitopenia.
  • malattie del sistema polmonare, vale a dire: tromboembolia dell'arteria polmonare, ipertensione polmonare trombotica, nonché emorragia polmonare.
  • patologie cardiovascolari, come infarto miocardico, danni alle valvole cardiache, malfunzionamento dei ritmi del muscolo cardiaco o ipertensione arteriosa.
  • patologie del sistema nervoso associate a disturbi circolatori, che sono caratterizzati da mal di testa, vari disturbi mentali e sindrome convulsiva, nonché ictus.
  • lo sviluppo di malattie del fegato, in particolare con infarto epatico, epatomegalia e aumento della concentrazione di enzimi epatici.
  • lo sviluppo di malattie renali, come infarto renale o insufficienza renale cronica.
  • varie patologie vascolari e sanguinamento di origine sconosciuta.
  • trombosi, tromboflebite e cancrena di eziologia inspiegabile.
  • lupus eritematoso sistemico.

Tali malattie possono provocare la produzione di anticorpi nel sangue:

  • Malattie oncologiche.
  • Tubercolosi.
  • Infezioni da stafilococco e streptococco.
  • Infezione erpetica.
  • Morbillo.
  • Rosolia.
  • Mononucleosi.
  • micoplasma.
  • Reazioni allergiche.

Alcuni tipi di farmaci antiaritmici e psicotropi possono contribuire alla produzione di anticorpi nel corpo. Anche i contraccettivi ormonali, la novocainaimide e la chinidina sono pericolosi. Varie sostanze tossiche differiscono anche nell'azione provocante..

Preparazione per l'analisi

La chiave per l'affidabilità delle informazioni ricevute è la corretta preparazione per la donazione del sangue. Le regole principali sono le seguenti:

  • Il prelievo di sangue venoso viene effettuato al mattino a stomaco vuoto.
  • Si consiglia di seguire una dieta per un paio di giorni prima di donare il sangue. La dieta dovrebbe includere solo piatti bolliti non grassi. È necessario rinunciare al caffè, alle bevande gassate e alcoliche.
  • Non è possibile donare il sangue per l'analisi se a una persona viene prescritto un trattamento per malattie con farmaci speciali.
  • Non è consigliabile eseguire il prelievo di sangue per determinare il livello di anticorpi dopo una sessione di fisioterapia.

Come viene eseguita l'analisi

Se durante lo studio iniziale del plasma sanguigno vengono rilevati anticorpi IgG e IgM contro i fosfolipidi, è necessaria una seconda analisi per confermare la diagnosi dopo 8-12 settimane. I risultati degli anticorpi possono essere ottenuti un giorno dopo il prelievo di sangue..

È necessario un esame del sangue ripetuto a causa del fatto che nelle malattie infettive e infiammatorie acute di natura batterica o virale, c'è sempre un forte aumento degli anticorpi nel sangue. Di regola, l'infezione può essere superata entro 1-3 settimane. Ma se ciò non accade, nel sangue verrà nuovamente trovato un gran numero di anticorpi. E questo è già molto probabilmente un segno dello sviluppo di APS..

Indicatori accettabili

Normalmente, gli anticorpi ai fosfolipidi nel plasma sanguigno sono praticamente assenti o sono contenuti in una quantità minima che non ha valore diagnostico. Escludere la presenza di sindrome da antifosfolipidi, indicatori fino a 10 unità / ml.

Con una maggiore quantità di anticorpi, si verificano cambiamenti in altri parametri importanti nel siero del sangue. Questo viene rivelato quando si esegue un esame del sangue generale, i cui risultati riflettono:

  • Aumento della VES.
  • Diminuzione della conta piastrinica.
  • Aumento del numero di globuli bianchi.

Sullo sfondo della presenza di anticorpi nell'analisi del sangue biochimica, verrà anche visualizzato:

  • Livelli aumentati di gamma globuline.
  • In caso di insufficienza renale, aumento dei livelli di urea e creatinina.
  • Con lo sviluppo di patologie epatiche - un aumento del livello di ALT e AST, fosfatasi alcalina, bilirubina.
  • APTT aumentato in un test di coagulazione del sangue.

Deviazione dei risultati dalla norma

Gli anticorpi sierici da bassi a moderati il ​​più delle volte indicano farmaci. La patologia viene presa in considerazione se la concentrazione di anticorpi antifosfolipidi viene mantenuta a un livello elevato per lungo tempo, il che è confermato da analisi ripetute. L'APS viene diagnosticato sullo sfondo di manifestazioni cliniche specifiche, se viene confermata la presenza di anticorpi nel siero del sangue. Questa è una malattia molto pericolosa che non è stata ancora completamente studiata..

Durante la gravidanza, la malattia avverte di alti rischi di complicanze durante la gravidanza. Una conseguenza pericolosa della sindrome da antifosfolipidi è la trombosi placentare.

In questo contesto, sorgono varie patologie ginecologiche. Una tale diagnosi, fatta durante il periodo di gravidanza, è particolarmente pericolosa. Indica che una donna può sperimentare un aborto spontaneo in qualsiasi momento, ma, molto spesso, la perdita fetale si verifica nel II e III trimestre..

Le donne a cui è stata diagnosticata la APS sono a rischio di infertilità e, anche se riescono a rimanere incinte, c'è un alto rischio di morte fetale intrauterina o parto prematuro. La manifestazione clinica di un aumento degli anticorpi è costituita da aborti spontanei costanti..

Quadro clinico

Con APS, le manifestazioni cliniche possono essere diverse e il quadro generale dipende dai seguenti fattori:

  • La dimensione delle navi danneggiate.
  • Velocità di occlusione vascolare.
  • Scopo funzionale delle navi.
  • Posizioni delle navi.

Sulle superfici della pelle con APS, si possono osservare i seguenti cambiamenti:

  • Rete vascolare su mani e piedi.
  • Eruzione cutanea punteggiata.
  • Presenza di ematomi sottocutanei.
  • Lesioni ulcerative non cicatrizzanti a lungo termine delle superfici cutanee.
  • Noduli sottocutanei.

Un aumento degli anticorpi avverte sempre del possibile sviluppo di trombosi. In questo caso, il danno può colpire qualsiasi nave, ma la più comune è la trombosi venosa. I coaguli di sangue, il più delle volte, sono localizzati nelle vene profonde degli arti inferiori, ma a volte tali patologie colpiscono le vene epatiche, portale o superficiali.

Sullo sfondo del danno ai vasi dei polmoni, si sviluppa spesso l'ipertensione polmonare. La trombosi della vena principale delle ghiandole surrenali con l'ulteriore insorgenza di emorragie e infarto contribuisce all'insorgenza di insufficienza surrenalica.

I trombi arteriosi che insorgono nell'AFL sono i più pericolosi per i vasi cerebrali. Questo porta, molto spesso, al verificarsi di un ictus. Inoltre, una patologia così pericolosa colpisce molto spesso le persone in giovane età, senza fattori predisponenti.

La prognosi per APS è ambigua. Il successo del trattamento dipende da molti fattori. Prima di tutto, è importante donare tempestivamente il sangue per la ricerca al fine di determinare il livello di anticorpi. Solo sulla base dei risultati degli esami del sangue e delle manifestazioni cliniche può essere prescritto il trattamento corretto da parte di un reumatologo. Ma allo stesso tempo, va tenuto presente che sarà sicuramente necessaria la consultazione di molti specialisti, poiché questa malattia colpisce molti organi.

Aiuta a decifrare. analisi per gli anticorpi ai fosfolipidi.

+Anticorpi Ig G 2.60

Anticorpi Ig M 2.05

È in qualche modo correlato al lupus anticoagulante? o no?

Lupo. aumentato - 1,43

  • Analisi / Esami
  • # Allergologo / Immunologo
  • #Gastroenterologo
  • #Ginecologo
  • # Dermatologo / Tricologo
  • #Cardiologo
  • #Mammologo
  • #Neurologo
  • # Nefrologo / Urologo
  • #Oncologo
  • #Ortopedico / Traumatologo

Commenti degli utenti

questa analisi è chiamata per difetti dell'emostasi, si tratta di test che mostrano la presenza di un'affinità per coaguli di sangue, afs, ecc..

Sono stato esaminato per la causa dell'aborto spontaneo

Ho esaminato che tipo di analisi per gli anticorpi al DNA, non c'è solo il lupus, ma anche l'artrite reumatoide.

sì, hai una serie enorme di analisi. e il risultato, a quanto ho capito, non è ancora? Perché sei stato mandato per tutte queste analisi? cosa preoccupato?

Finora spendo solo soldi per test e farmaci, appuntamenti dal medico, ecc... ma nessuno dei medici può davvero spiegare.

le mie articolazioni mi fanno male sin dall'undicesimo anno di scuola, quando le ho raffreddate con successo... e c'era anembryonia, una specie di falsa gravidanza... ora penso anche a questi VA, ma un medico che conosco mi ha detto che questi VA non sono affatto indicativi, possono essere indicatori di malattie, o potrebbe non esserlo

e qual è la tua temperatura? In qualche modo non le prestavo affatto attenzione... anche se c'è stato un periodo in cui era circa 37-37,5, hanno iniettato tutti i tipi di antibiotici, niente ha aiutato, poi in qualche modo è tornato alla normalità.

Il nuoto ha aiutato una delle mie amiche a mantenere la temperatura costante (anche lei ha resistito per molto tempo), anche se è impossibile con la temperatura, dicono, ma poiché nulla ha aiutato, ha deciso di nuotare semplicemente in piscina per rafforzare il corpo, per un mese o due e la temperatura era sparita.

Ho avuto l'endometrite dopo la stasi, molto probabilmente da un intervento chirurgico. ma non seguo affatto la temperatura finché non sento che è brutta, non cerco nemmeno di misurarla.

Anticorpi ai fosfolipidi (spettro - 8 anticorpi)

Anticorpi ai fosfolipidi

I fosfolipidi sono composti complessi che svolgono un ruolo significativo nel corpo umano. La costruzione delle membrane cellulari è impossibile senza fosfolipidi. I fosfolipidi sono direttamente coinvolti nel complesso processo di coagulazione del sangue, trasporto dei grassi e regolano la formazione del tessuto connettivo. Nessuna cellula del corpo umano può esistere senza fosfolipidi.

Ci sono situazioni in cui il corpo inizia a produrre anticorpi contro i fosfolipidi. Questi sono anticorpi autoimmuni IgG e IgM. Come sapete, l'IgG è responsabile dei processi cronici nel corpo e l'IgM indica un decorso acuto della malattia.

La sindrome da antifosfolipidi (APS) è la produzione di anticorpi contro il proprio corpo, in particolare contro i fosfolipidi. In questo caso, il rivestimento interno dei vasi è danneggiato, il normale funzionamento del sistema di coagulazione e anticoagulante viene interrotto. Questi cambiamenti portano a un restringimento del lume dei vasi sanguigni, alla formazione di coaguli in essi, all'interruzione della normale circolazione sanguigna negli organi e nei tessuti. Manifestato da sindrome da antifosfolipidi, infarti e ictus, distacco di placenta nelle donne in gravidanza, aborti spontanei e morte fetale intrauterina.

Un'analisi per gli anticorpi ai fosfolipidi consente di rilevare lo sviluppo della sindrome da antifosfolipidi nel tempo, che aiuta a prendere misure ed evitare gravi complicazioni a cui questa patologia può portare.

Il medico analizza lo spettro di 8 anticorpi (IgG e IgM) ai seguenti tipi di fosfolipidi: fosfatidilserina, fosfatidilcolina, cardiolipina, fosfatidiletanolamina.

Quando è necessario donare il sangue per gli anticorpi ai fosfolipidi?

Preparazione per l'analisi e la sua condotta

Non è richiesta una preparazione speciale per l'analisi degli anticorpi ai fosfolipidi. Devi venire in laboratorio al mattino a stomaco vuoto. Bere è sconsigliato, l'unica eccezione è l'acqua.

Per l'analisi, viene prelevato sangue venoso (dalla vena cubitale). Per lo studio è necessario il siero, che viene sottoposto a ricerca utilizzando un dosaggio immunoenzimatico.

Risultati della ricerca

Gli indicatori non superiori a 10 unità / ml sono considerati normali..

Se i valori superano i valori consentiti, consultare immediatamente un medico per un esame più completo. Soprattutto se è prevista una gravidanza. La vita del bambino dipende da questi indicatori.!

Cos'è la sindrome da antifosfolipidi (APS) e come si manifesta?

La sindrome da antifosfolipidi (APS) è una patologia autoimmune accompagnata dalla formazione di autoanticorpi contro le proteine ​​leganti i fosfolipidi. Clinicamente, la malattia si manifesta con trombosi ricorrente, aborto spontaneo, asfissia reticolare (livedo reticolare).

Un leggero aumento dei livelli di anticorpi contro i fosfolipidi può essere registrato in circa il 2-4% delle persone sane. Allo stesso tempo, un leggero aumento del livello di anticorpi non è accompagnato dallo sviluppo del quadro clinico dell'APS..

La sindrome da antifosfolipidi si verifica più spesso nelle donne tra i 20 ei 40 anni di età. Meno spesso, la APS viene registrata negli uomini (5 volte meno spesso che nelle donne). Inoltre, la malattia può colpire i neonati..

Codice della sindrome da antifosfolipidi secondo ICD 10 - D68.8 (gruppo - altra trombofilia).

Cos'è la sindrome da antifosfolipidi (APS)

La diagnosi di APS è un complesso di disturbi associati a reazioni autoimmuni alle strutture fosfolipidiche contenute nelle membrane cellulari..

Le cause esatte della sindrome sono sconosciute. Un aumento transitorio dei livelli di anticorpi può essere osservato sullo sfondo di malattie infettive (epatite, HIV, mononucleosi, malaria).

La predisposizione genetica è stata osservata nei portatori di antigeni HLA DR4, DR7, DRw53, così come nei parenti di persone con APS.

Inoltre, si possono osservare titoli elevati di anticorpi contro i fosfolipidi sullo sfondo di artrite reumatoide, malattia di Sjogren, periarterite nodosa, porpora trombocitopenica.

Si nota anche la presenza di una connessione tra APS e SLE (lupus eritematoso sistemico). Circa il 5-10% dei pazienti con sindrome da antifosfolipidi primari sviluppa SLE entro 10 anni. Allo stesso tempo, l'APS si sviluppa nel 3-50% dei pazienti con LES entro 10 anni..

Patogenesi dello sviluppo della sindrome da antifosfolipidi

In termini di struttura e grado di immunogenicità, i fosfolipidi si suddividono in:

  • "Neutro" - questo gruppo include fosfatidilcolina, fosfatidiletanolammina;
  • "Carica negativa": un gruppo di cardiolipina, fosfatidilserina, fosfatidilinositolo.

I principali anticorpi che entrano in reazioni patologiche con fosfolipidi "neutri" e "caricati negativamente" includono:

  • lupus anticoagulanti;
  • anticorpi alla cardiolipina;
  • antifosfolipidi dipendenti dalla beta2-glicoproteina-1-cofattore.

Quando gli anticorpi interagiscono con i fosfolipidi che fanno parte delle membrane cellulari delle cellule endoteliali vascolari, delle cellule piastriniche, dei neutrofili, ecc., Si sviluppano disturbi dell'emostasi, manifestati da un aumento della coagulazione del sangue e dallo sviluppo di più trombi.

Sintomi della sindrome da antifosfolipidi

I principali segni della sindrome da antifosfolipidi includono:

  • trombosi capillare multipla, venosa e arteriosa (le manifestazioni più tipiche della APS sono le trombosi venose ricorrenti che colpiscono le vene profonde della gamba, la vena porta epatica, le vene retiniche);
  • episodi ripetuti di EP (embolia polmonare);
  • Sindrome di Budd-Chiari;
  • insufficienza surrenalica;
  • ictus ischemico, attacchi ischemici transitori;
  • Danni al sistema nervoso centrale (attacchi ricorrenti di emicrania, demenza progressiva, perdita dell'udito neurosensoriale, ecc.);
  • danno al sistema cardiovascolare (infarto miocardico, cardiomiopatia ischemica, ipertensione arteriosa);
  • insufficienza renale acuta;
  • trombosi dei vasi mesenterici;
  • infarto della milza;
  • livedo reticolare (l'asfissia reticolare è uno dei sintomi più indicativi della APS).

Nelle donne in gravidanza, la sindrome da antifosfolipidi porta ad aborto spontaneo, sviluppo di insufficienza placentare, grave preeclampsia (preeclampsia ed eclampsia), morte fetale intrauterina, parto prematuro.

Test per il sintomo antifosfolipidico

La diagnostica APS ha lo scopo di identificare i criteri clinici e di laboratorio per la malattia.

Per la diagnosi di laboratorio di APS, i test vengono utilizzati per rilevare gli anticorpi specifici per la sindrome da antifosfolipidi (anticorpi antifosfolipidi):

  • lupus anticoagulant;
  • anticorpi alla cardiolipina;
  • anticorpi contro la B2-glicoproteina di classe IgG e IgM.

È inoltre necessario eseguire:

  • un esame del sangue generale (viene rilevata trombocitopenia - una diminuzione del livello delle piastrine);
  • coagulogrammi (APTT, TV, PTV, PV, INR).

Per la diagnosi di APS, è richiesto almeno 1 criterio clinico e 1 di laboratorio per la sindrome da antifosfolipidi.

Allo stesso tempo, la diagnosi non può essere fatta se:

  • i criteri di laboratorio o clinici sono registrati in un paziente di età inferiore a 12 settimane;
  • sono trascorsi più di 5 anni dalla comparsa dei criteri.

È anche importante escludere altri tipi di coagulopatie che portano ad un aumento della formazione di trombi..

Quali sono i criteri clinici per la sindrome da antifosfolipidi??

Criteri clinici per la sindrome da antifosfolipidi:

  • Trombosi vascolare. È necessario che il paziente abbia uno o più episodi di trombosi vascolare arteriosa, venosa o capillare di qualsiasi localizzazione (ad eccezione della trombosi della vena safena, che non è un criterio diagnostico per APS). In questo caso, la trombosi dovrebbe essere confermata oggettivamente utilizzando studi Doppler (ad eccezione della trombosi superficiale). Inoltre, quando si esegue la conferma istopatologica della trombosi, non dovrebbero esserci segni significativi di infiammazione dell'endotelio vascolare..
  • Patologie della gravidanza:
  • 1 o più casi di morte intrauterina di un feto in via di sviluppo normale dopo 10 settimane di gestazione (in questo caso, è necessaria una conferma ecografica documentata che il feto si stava sviluppando normalmente).
  • 1 o più casi di parto prematuro (feto normale prima della 34a settimana di gestazione) sullo sfondo di una pronunciata preeclampsia di gravidanza (preeclampsia, eclampsia, grave insufficienza placentare).
  • 3 o più aborti spontanei prima della 10a settimana di gestazione (a condizione che non vi siano anomalie nello sviluppo del feto, difetti anatomici dell'utero, patologie e disturbi ormonali, anomalie cromosomiche nel padre o nella madre del bambino).

Quali sono i criteri del laboratorio diagnostico?

I criteri di laboratorio per il rilevamento dell'API includono:

  1. Rilevazione di anticorpi anti-cardiolipina (aKL) IgG e / o IgM-isotipi nel siero del sangue. In questo caso, i titoli delle immunoglobuline dovrebbero essere medi o alti. I titoli aumentati devono essere rilevati almeno 2 volte negli ultimi due mesi (test immunoenzimatico - ELISA viene utilizzato per rilevare le immunoglobuline).
  2. Determinazione del lupus anticoagulante (lupus anticoagulant) nel plasma del paziente. Allo stesso tempo, l'antigene del lupus dovrebbe essere determinato in 2 o più test e l'intervallo tra gli studi dovrebbe essere di almeno 12 settimane.

Oltre agli studi di screening (APTT (tempo di tromboplastina parziale attivata), PT (tempo di protrombina), tempo di coagulazione del caolino), è necessario eseguire quanto segue:

  • test di coagulazione di conferma;
  • determinazione della TB (tempo di trombina) per escludere gli effetti dell'eparina nel campione di prova.
  1. La presenza di anticorpi contro gli isotipi IgG o IgM della beta-2-glicoproteina (B2-GPI) nel siero del sangue. In questo caso, i titoli anticorpali dovrebbero essere medi o alti e anche essere determinati almeno 2 volte con un intervallo tra i test di oltre 12 settimane. Il metodo ELISA viene utilizzato per determinare gli anticorpi contro la beta-2-glicoproteina.

Sindrome antifosfolipidica: raccomandazioni e trattamento

L'obiettivo principale nel trattamento della APS è la prevenzione delle complicanze tromboemboliche e delle recidive di trombosi. L'APS deve essere trattato da un reumatologo e da un ematologo.

Si consiglia ai pazienti con sindrome da antifosfolipidi di evitare lesioni, abbandonare sport pericolosi e traumatici, evitare lunghi viaggi aerei, smettere di fumare e abuso di alcol..

Le donne con sindrome da antifosfolipidi devono interrompere l'assunzione di contraccettivi orali.

Il trattamento e la prevenzione della APS con anticoagulanti indiretti (warfarin) e diretti (eparina), nonché agenti antipiastrinici (aspirina) vengono effettuati sotto il controllo di laboratorio dei parametri dell'emostasi.

Secondo le indicazioni, possono essere eseguite plasmaferesi, trasfusione di preparati di plasma fresco congelato, prescrizione di glucocorticoidi, immunoglobuline.

Prognosi per la sindrome da antifosfolipidi

Con l'inizio tempestivo del trattamento e la prevenzione competente della trombosi ricorrente, la prognosi è favorevole.

Una prognosi sfavorevole è più spesso osservata nei pazienti con APS sullo sfondo di LES, trombocitopenia, ipertensione arteriosa persistente, nonché in persone in cui i titoli degli anticorpi contro la cardiolipina aumentano rapidamente.


Articolo Successivo
Infarto miocardico: che cos'è, sintomi e trattamento