Diagnosi e trattamento del rigurgito aortico


Il rigurgito aortico è un disturbo emodinamico che comporta la chiusura incompleta della valvola aortica, con conseguente flusso innaturale di sangue dall'aorta al ventricolo sinistro durante il rilassamento del cuore (fase diastolica). Il rigurgito sulla valvola aortica non è una malattia indipendente, ma una disfunzione funzionale dell'apparato valvolare, che si verifica a seguito di altre malattie e condizioni patologiche.

Le ragioni

Il rigurgito aortico può essere causato dai seguenti fattori:

  • Endocardite infettiva;
  • Malattie reumatiche;
  • Cambiamenti aterosclerotici;
  • Cardiosclerosi sullo sfondo dell'infarto miocardico;
  • Malattie autoimmuni (febbre reumatica acuta, lupus, artrite reumatoide, ecc.);
  • Anomalie congenite (una valvola aortica con due anziché tre lembi o un grave difetto nel setto interventricolare);
  • Lesioni della valvola sifilitica;
  • Lesione al torace (a causa della rottura delle fibre muscolari);
  • Danni alla valvola aortica con mixoma del cuore.

Emodinamica

Cosa succede all'interno del corpo con un flusso sanguigno errato e cosa comporta??

  1. Il sangue al momento della diastole del cuore in un certo volume (a seconda del grado di rigurgito) rifluisce nel ventricolo sinistro (LV). Quindi, c'è contemporaneamente sangue che scorre dall'atrio sinistro e sangue restituito, ad es. il volume sanguigno totale aumenta.
  2. Come risultato di tali cambiamenti, c'è una maggiore pressione sulle pareti del VS, che richiede ulteriormente più forza per spingere il sangue nella sistole.
  3. Si sviluppano espansione (a causa del grande volume di sangue) e ipertrofia ventricolare sinistra (risposta compensatoria).
  4. In futuro, può portare a una relativa insufficienza della valvola mitrale (valvola bicuspide tra l'atrio sinistro e il ventricolo con lo stesso nome) e il sovraccarico dell'atrio sinistro.

Classificazione per grado

A seconda della lunghezza del flusso rigurgitante, è consuetudine distinguere tre gradi di rigurgito aortico:

  • rigurgito aortico di 1 ° grado (insignificante o chiamato anche rigurgito valvolare) - caratterizzato da una lunghezza del flusso fino a 5 mm dalle cuspidi della valvola aortica;
  • rigurgito aortico di 2 ° grado (medio) - il flusso raggiunge 5-10 mm, raggiunge le cuspidi della valvola mitrale;
  • rigurgito aortico grado 3 (pronunciato) - un getto con una lunghezza superiore a 10 mm.

Inoltre, è consuetudine distinguere 4 gradi di rigurgito aortico in base alla quantità di sangue rigettato nel LV:

  1. 1 grado - rigurgito minimo, non supera il 15% del volume sanguigno totale;
  2. 2 gradi: la quantità di sangue rigurgitato è del 15-30%;
  3. 3 gradi: la quantità di sangue rigurgitato è del 30-50%;
  4. 4 gradi: più della metà del volume totale ritorna al ventricolo sinistro.

Sintomi

La presentazione clinica varierà a seconda che sia presente un rigurgito aortico acuto o un processo cronico.

Rigurgito acuto

Lesioni al torace, dissezione dell'aorta ascendente o endocardite infettiva possono causare un flusso di sangue inverso acuto. Questa situazione comporta un forte aumento dell'EDV (volume telediastolico) nella cavità LV e RV. La funzione contrattile del cuore, ad es. la gittata cardiaca diminuisce drasticamente, perché le reazioni compensatorie non possono sorgere e formarsi in un periodo di tempo così breve.

I sintomi saranno i seguenti:

  • Pallore acuto della pelle;
  • Grande debolezza;
  • Calo di pressione;
  • Dispnea.

Oltre ai segni di insufficienza cardiaca, si sviluppa la congestione nei polmoni e si sviluppa l'edema, che è caratterizzato dalle seguenti manifestazioni:

  • Respirazione faticosa e rumorosa;
  • Tosse con espettorazione schiumosa, sono possibili striature di sangue;
  • Cianosi delle labbra;
  • Suoni del cuore sordo;
  • Nei polmoni si sentono rantoli umidi in tutti i campi.

Rigurgito aortico cronico

In questo caso, per molto tempo (più di 10 anni), questa patologia non si fa sentire, poiché tutti i meccanismi si verificano gradualmente. Il corpo è in grado di compensare i cambiamenti esistenti nell'emodinamica del sangue per un lungo periodo.

Quando i meccanismi di adattamento non riescono a far fronte, compaiono i seguenti reclami:

  • Mancanza di respiro quando si cammina;
  • Dolore al petto dietro lo sterno (simile all'angina).

Inoltre, si osserveranno tali sintomi oggettivi:

  • Pallore della pelle;
  • Scuotendo la testa che corrisponde al pulsare;
  • Auscultazione: il tono II sopra la regione aortica sarà migliorato, può emettere un suono di applauso;
  • Pressione arteriosa sistolica alta e diastolica bassa, ad es. alta pressione del polso;
  • Rafforzare l'impulso apicale sul VS;
  • Protrusione del torace a sinistra per ipertrofia del ventricolo sinistro e retrazione del torace nello sterno;
  • Pulsazione arteriosa visibile:
    • arterie carotidi, o "danza carotidea";
    • pulsazione dei capillari sull'unghia (sintomo di Quincke);
    • pulsazione dell'ugola o sintomo di Muller;
    • pulsazione del fegato;
    • pulsazione della milza (sintomo di Gerhard);
  • Si può osservare un altro fenomeno: il soffio di Flint prima della sistole, che si sente nella regione del III spazio intercostale a sinistra dello sterno.

Diagnostica

Una diagnosi preliminare può essere sospettata sulla base dei reclami dei pazienti e di un esame obiettivo.

Per confermare la presenza di rigurgito sulla valvola aortica, vengono eseguiti i seguenti metodi di ricerca:

  1. ECG. Sul cardiogramma si osserveranno segni aspecifici: iperfunzione ventricolare sinistra (deviazione dell'EOS a sinistra e aumento di Z.R in altezza, che si osserva nelle derivazioni toraciche sinistre) e possibili alterazioni ischemiche del miocardio (depressione ST o inversione Z.T).
  2. Esame radiografico del torace. In questo caso, verrà visualizzata una dimensione maggiore del cuore, che sembra uno "stivale" o una "papera". Possono essere rilevati anche depositi di calcio sui lembi della valvola e dell'aorta ascendente, aneurisma dell'aorta ascendente e allargamento del LA (atrio sinistro).
  3. ECHO-KG, o ecografia del cuore. Questo metodo di esame è il più rivelatore, soprattutto con l'uso del Doppler.

Quindi, in base ai risultati dell'ecocardiografia, è possibile ottenere i seguenti dati:

  • La larghezza della radice aortica;
  • Ipertrofia del ventricolo sinistro;
  • Volume telediastolico del volume ventricolare;
  • La presenza di pericardite;
  • La presenza di un aneurisma aortico;
  • La quantità di analisi del sangue nel LV, ecc..

Frequenza di esecuzione di ECHO-KG:

  1. Quindi, se a un paziente viene diagnosticato il 1 ° grado di rigurgito aortico, è preoccupato per la domanda su cosa sia. In questo caso, l'iniezione locale di sangue nella cavità del ventricolo sinistro è molto piccola e ciò non influisce sulla qualità della sua vita. Se il decorso della malattia non presenta sintomi e le dimensioni del ventricolo sinistro e la sua funzione rientrano nell'intervallo normale, è necessario eseguire un'ecografia del cuore una volta all'anno.
  2. Se ci sono manifestazioni cliniche e / o cambiamenti oggettivi del ventricolo sinistro (la dimensione telediastolica è 60-70 mm) - 2 volte l'anno.
  3. EDV del ventricolo sinistro più di 70 mm - un'indicazione per l'invio per la consultazione a un cardiochirurgo.

Se le informazioni ricevute durante l'ecografia del cuore con l'ecografia Doppler non sono sufficienti, puoi ricorrere a:

  • risonanza magnetica;
  • angiografia con radionuclidi;
  • cateterismo cardiaco.

Trattamento

La terapia del rigurgito aortico ha due obiettivi principali:

  1. Prevenire lo sviluppo di complicanze: insufficienza cardiaca e morte del paziente.
  2. Migliora la qualità della sua vita.

Trattamento conservativo

Il trattamento farmacologico ha lo scopo di abbassare la SBP (pressione sanguigna sistolica) e ridurre la quantità di sangue che scorre indietro.

I farmaci che sono efficaci in questo caso sono vasodilatatori di diversi gruppi:

- bloccanti dei canali del calcio (nifecard);

I farmaci sono indicati nei seguenti casi:

  1. Ci sono controindicazioni per il trattamento chirurgico o la riluttanza del paziente a ricorrere al trattamento chirurgico - i farmaci sono prescritti per molto tempo.
  2. Gravi manifestazioni di insufficienza cardiaca o rigurgito grave prima dell'intervento chirurgico - prescritto in un breve corso.
  3. Gravi manifestazioni cliniche, dilatazione del ventricolo sinistro, ma EF è normale - prescritto per rallentare la progressione.

Indicazioni per la chirurgia:

  1. Pazienti con una frazione di eiezione inferiore al 55%, rapporto di eiezione ventricolare sinistro superiore a 55 mm, frazione di eiezione VS superiore a 75 mm, anche senza manifestazioni visibili.
  2. Sintomi gravi (i segni compaiono quotidianamente con l'esercizio o con uno speciale test da sforzo).
  3. Marcata espansione della cavità LV anche con frazione di eiezione normale.
  4. Pianificazione di altri interventi chirurgici al cuore e vascolari.

Previsione

La prognosi è determinata in base al grado di rigurgito sviluppato e alla forma.

Quindi, in caso di una forma acuta di rigurgito nell'aorta, c'è un'alta probabilità di morte del paziente.

Per il decorso cronico, la prognosi è più favorevole: il 75% vive per più di 5 anni e più della metà di tutti i pazienti vive per più di 10 anni. Tuttavia, se si è sviluppata una complicanza come l'angina pectoris, la morte del paziente avviene dopo 4 anni e con segni di insufficienza cardiaca, questo periodo è completamente ridotto a 2 anni.

Rigurgito aortico

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Codice ICD-10
  • Le ragioni
  • Sintomi
  • Diagnostica
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Come esaminare?
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Previsione

Il rigurgito aortico è la mancata chiusura della valvola aortica, con conseguente flusso dall'aorta al ventricolo sinistro durante la diastole. Le cause includono degenerazione valvolare idiopatica, febbre reumatica acuta, endocardite, degenerazione mixomatosa, valvola aortica bicuspide congenita, aortite sifilitica e disturbi del tessuto connettivo o patologia reumatologica.

I sintomi includono dispnea da sforzo, ortopnea, dispnea parossistica notturna, palpitazioni e dolore toracico. All'esame è possibile rilevare un'onda di polso diffusa e un soffio olodiastolico. La diagnosi si basa sull'esame obiettivo e sull'ecocardiografia. Il trattamento prevede la sostituzione della valvola aortica e (in alcuni casi) farmaci vasodilatatori.

Codice ICD-10

Cause di rigurgito aortico

Il rigurgito aortico (AR) può essere acuto o cronico. Le cause primarie del rigurgito aortico acuto sono l'endocardite infettiva e la dissezione aortica ascendente.

Il rigurgito aortico cronico lieve negli adulti è più spesso causato da una valvola aortica bicuspide o fenestrata (2% degli uomini e 1% delle donne), specialmente se è presente ipertensione diastolica grave (PA> 110 mmHg).

Il rigurgito aortico cronico da moderato a grave negli adulti è più spesso causato da degenerazione idiopatica delle valvole aortiche o della radice aortica, febbre reumatica, endocardite infettiva, degenerazione mixomatosa o trauma.

Nei bambini, la causa più comune è un difetto del setto ventricolare con prolasso della valvola aortica. A volte il rigurgito aortico è causato da spondiloartropatia sieronegativa (spondilite anchilosante, artrite reattiva, artrite psoriasica), RA, LES, artrite associata a colite ulcerosa, aortite sifilitica, osteogenesi imperfetta, aneurisma della stenosi aortica toracica, stenosi aortica Takenosi rottura del seno di Valsalva, acromegalia e arterite temporale (a cellule giganti). Rigurgito aortico dovuto a degenerazione mixomatosa può svilupparsi in pazienti con sindrome di Marfan o sindrome di Ehlers-Danlos.

Nel rigurgito aortico cronico, il volume ventricolare sinistro e il volume dell'ictus ventricolare sinistro aumentano gradualmente quando il ventricolo sinistro riceve il sangue dal rigurgito aortico nella diastole, oltre al sangue dalle vene polmonari e dall'atrio sinistro. L'ipertrofia ventricolare sinistra compensa l'aumento del suo volume nel corso di diversi anni, ma alla fine si sviluppa uno scompenso. Questi cambiamenti possono portare allo sviluppo di aritmie, insufficienza cardiaca (HF) o shock cardiogeno..

Sintomi di rigurgito aortico

Il rigurgito aortico acuto causa sintomi di insufficienza cardiaca e shock cardiogeno. Il rigurgito aortico cronico è solitamente asintomatico per molti anni; dispnea progressiva da sforzo, ortopnea, dispnea parossistica notturna e palpitazioni si sviluppano impercettibilmente. I sintomi dell'insufficienza cardiaca sono scarsamente correlati con indicatori oggettivi della funzione ventricolare sinistra. Il dolore toracico (angina pectoris) si verifica in circa il 5% dei pazienti senza una malattia coronarica sottostante, più spesso di notte. Possono comparire segni di endocardite (p. Es., Febbre, anemia, perdita di peso, embolia localizzata) perché una valvola aortica anormale è predisposta al danno batterico.

I sintomi variano con la gravità del rigurgito aortico. Con il progredire delle malattie croniche, la pressione sanguigna sistolica aumenta con una diminuzione della pressione sanguigna diastolica, che porta ad un aumento della pressione del polso. Nel tempo, l'impulso del ventricolo sinistro può intensificarsi, espandersi, aumentare di ampiezza, spostarsi verso il basso e lateralmente, con una retrazione sistolica della regione parasternale anteriore sinistra, che crea un movimento "oscillante" della metà sinistra del torace.

Nelle fasi successive del rigurgito aortico, la palpazione può rivelare tremori sistolici all'apice del cuore e sopra le arterie carotidi; è causata da un volume sistolico elevato e da una bassa pressione diastolica aortica.

I sintomi auscultatori includono un tono cardiaco normale e un tono cardiaco non diviso, forte, appuntito o scoppiettante II dovuto alla maggiore resistenza dell'aorta elastica. Il soffio del rigurgito aortico è luminoso, ad alta frequenza, diastolico, in dissolvenza, inizia subito dopo la componente aortica S. Si sente più forte nel terzo o quarto spazio intercostale a sinistra dello sterno. Il rumore si sente meglio di tutti con uno stetoscopio con un diaframma quando il paziente si piega in avanti trattenendo il respiro mentre espira. È potenziato da prove che aumentano il postcarico (p. Es., Squat, stretta di mano isometrica). Se il rigurgito aortico è piccolo, il soffio può verificarsi solo all'inizio della diastole. Se la pressione diastolica ventricolare sinistra è molto alta, il soffio si accorcia quando la pressione aortica e la pressione diastolica ventricolare sinistra si equalizzano all'inizio della diastole.

Altri reperti auscultatori anomali includono soffio di eiezione e soffio da flusso rigurgitante, un clic di eiezione subito dopo S e soffio di espulsione aortica. Un soffio diastolico udibile sotto l'ascella o al centro della metà sinistra del torace (soffio di Cole-Cecil) è causato dalla fusione di un soffio aortico con un III tono cardiaco (S3), che si verifica a causa del riempimento simultaneo del ventricolo sinistro dall'atrio sinistro e dall'aorta. Il soffio diastolico medio-tardivo udito all'apice (soffio di Austin Flint) può essere dovuto al rapido flusso di rigurgito nel ventricolo sinistro, che fa vibrare il lembo mitrale al picco del flusso atriale; questo soffio è simile al soffio diastolico della stenosi mitralica.

Altri sintomi sono rari e di sensibilità e specificità bassa (o sconosciuta). Segni visibili di malattia includono scuotimento della testa (segno di Musset) e pulsazioni dei capillari dell'unghia (segno di Quincke, meglio definito con una leggera pressione) o ugola (segno di Mueller). La palpazione può rivelare un polso teso con un rapido aumento e diminuzione ("battito", "colpo d'ariete" o polso collettoide) e pulsazione delle arterie carotidi (sintomo di Corrigen), arterie retiniche (sintomo di Becker), fegato (sintomo di Rosenbach) o milza (sintomo di Gerhard ). I cambiamenti della pressione arteriosa includono un aumento della pressione sistolica nelle gambe (sotto il ginocchio) di> 60 mmHg. Arte. rispetto alla pressione sulla spalla (sintomo di Hill) e un calo della pressione diastolica superiore a 15 mm Hg. Arte. alzando la mano (sintomo di Main). I sintomi auscultatori includono un forte soffio che si sente nell'area della pulsazione femorale (un colpo di pistola o il sintomo di Traube), un tono sistolico femorale e un soffio diastolico prossimale alla compressione arteriosa (soffio di Durozier).

Diagnosi di rigurgito aortico

Una diagnosi presuntiva viene effettuata sulla base dell'anamnesi, dell'esame obiettivo e dell'ecocardiografia. L'ecocardiografia Doppler è il metodo di scelta per rilevare e quantificare l'entità del flusso di rigurgito. L'ecocardiografia bidimensionale aiuta a determinare la dimensione della radice aortica, nonché le caratteristiche anatomiche e il funzionamento del ventricolo sinistro. Anche il volume end-sistolico ventricolare sinistro> 60 ml / m 2, il diametro end-sistolico ventricolare sinistro> 50 mm e la LVEF 55 mm ("regola 55") o il diametro telediastolico> 75 mm richiedono un trattamento chirurgico; l'assunzione di farmaci è al secondo posto per questo gruppo di pazienti. Ulteriori criteri chirurgici includono una diminuzione dell'EF 4.0 e un indice cardiaco di 2.

I pazienti che non soddisfano questi criteri sono soggetti a un attento esame fisico, ecocardiografia e possibilmente angiochina radioisotopica durante l'esercizio ea riposo per determinare la contrattilità del ventricolo sinistro ogni 6-12 mesi.

È indicata la prevenzione dell'endocardite con antibiotici prima di procedure che possono portare a batteriemia.

Previsione

Sullo sfondo del trattamento, il tasso di sopravvivenza a 10 anni nei pazienti con rigurgito aortico da lieve a moderato è dell'80-95%. Con la sostituzione tempestiva della valvola (prima dello sviluppo dell'insufficienza cardiaca e tenendo conto dei criteri descritti di seguito), la prognosi a lungo termine nei pazienti con rigurgito aortico da moderato a grave non è male. Tuttavia, con grave rigurgito aortico e insufficienza cardiaca, la prognosi è molto peggiore..

Rigurgito della valvola aortica

Il rigurgito aortico viene scambiato per il nome della malattia. Alcuni cercano persino di trovare un analogo nell'ICD a causa di lesioni delle valvole aortiche di diversa natura. Il rigurgito è un fenomeno fisico causato dal ritorno del flusso di fluido. Quando viene applicato all'aorta, il flusso inverso di sangue nel ventricolo sinistro. Questo è il significato dato al termine nella diagnostica funzionale..

Se i medici esperti in precedenza potevano indicare questo processo solo da un punto di vista soggettivo (come risultato dell'auscultazione e determinazione del rumore caratteristico nell'aorta), quindi con l'introduzione dell'esame ecografico del cuore in pratica, è diventato possibile vedere il movimento del sangue nella direzione opposta. E il metodo dell'ecografia Doppler ha permesso di valutare il grado di ritorno e collegare questa caratteristica diagnostica alla risoluzione del problema della scelta di un metodo di trattamento.

Prevalenza

La registrazione dei pazienti con rigurgito aortico viene effettuata solo nelle sale di diagnostica funzionale. Pertanto, la prevalenza può essere valutata in relazione al numero di persone esaminate con il metodo Doppler e non alla popolazione totale..

Diversi gradi e segni di flusso sanguigno inverso attraverso l'apertura aortica si riscontrano nell'8,5% delle donne esaminate e nel 13% degli uomini. Tra tutti i difetti cardiaci negli adulti, il rigurgito aortico cronico viene rilevato in ogni decimo paziente. Più comune negli uomini anziani.

Quali strutture anatomiche sono coinvolte nella formazione del rigurgito

La struttura delle quattro camere del cuore normalmente fornisce il riempimento dei ventricoli (il sangue scorre dagli atri) e il rilascio attivo nell'aorta dal ventricolo sinistro, nell'arteria polmonare da destra. Il sistema di valvole tra le cavità, i vasi principali forma una barriera naturale al flusso di ritorno.

La fisiologia delle valvole, la loro struttura, i fasci muscolari per la tensione reagiscono alla pressione sanguigna, obbediscono agli impulsi nervosi che governano le funzioni del cuore. Eventuali disturbi nella struttura e nella struttura contribuiscono alla chiusura incompleta delle valvole. Il sangue torna indietro attraverso il buco.

Esistono 4 tipi di valvole nel cuore tra:

  • atri e ventricoli a sinistra ea destra;
  • ventricolo sinistro e aorta;
  • ventricolo destro e arteria polmonare.

Di conseguenza, a seconda della localizzazione della lesione, sono possibili rigurgito mitralico, ritorno attraverso la valvola tricuspide e inferiorità delle valvole nell'arteria polmonare..

Il rigurgito aortico sembra essere un caso particolare di malfunzionamento dell'apparato valvolare..

Il meccanismo del rigurgito nella salute e nella malattia

I cardiologi distinguono un rigurgito fisiologico minore che è possibile in condizioni normali. Ad esempio, il 70% degli adulti alti ha una chiusura incompleta della valvola tricuspide, di cui la persona non è a conoscenza. Sugli ultrasuoni, vengono determinati flussi vorticosi insignificanti quando le valvole sono completamente chiuse. Non influisce sulla circolazione generale..

La patologia si verifica nei processi infiammatori:

La formazione di cicatrici dopo un infarto acuto, sullo sfondo della cardiosclerosi nell'area che si avvicina alle cuspidi e ai fili della valvola, porta a una rottura del meccanismo di tensione richiesto, cambia la forma delle cuspidi. Pertanto, non si chiudono completamente..

Nel processo patologico, il diametro dell'uscita, che dovrebbe sovrapporsi, gioca un ruolo altrettanto significativo. Un significativo ingrandimento con dilatazione ventricolare sinistra o ipertrofia impedisce una stretta connessione dei lembi della valvola aortica.

Principali cause valvolari di rigurgito aortico

Le cause del danno alle valvole aortiche, il diametro dell'apertura tra il ventricolo sinistro e l'aorta iniziale sono:

  • infiammazione reumatica localizzata lungo la linea di chiusura della valvola - l'infiltrazione del tessuto nella fase iniziale porta al restringimento delle valvole, forma un foro al centro per il passaggio del sangue nella sistole nella cavità ventricolare sinistra;
  • sepsi batterica con danno all'endocardio e all'arco aortico;
  • endocardite verrucosa e ulcerosa in forme gravi di infezione (febbre tifoide, influenza, morbillo, scarlattina), polmonite, intossicazione da cancro (mixoma) - le valvole sono completamente distrutte;
  • malformazioni congenite (la formazione di due valvole invece di tre) con il coinvolgimento dell'aorta, un grande difetto del setto interventricolare;
  • processi autoimmuni specifici nell'aorta ascendente nella sifilide cronica, spondilite anchilosante, artrite reumatoide;
  • ipertensione, aterosclerosi - il processo di sigillatura dei volantini con la deposizione di sali di calcio, espansione dell'anello dovuta alla dilatazione dell'aorta;
  • conseguenze dell'infarto miocardico;
  • cardiomiopatia;
  • lesione al torace con rottura dei muscoli che contraggono i volantini.

Le ragioni includono complicazioni del trattamento delle malattie cardiache mediante ablazione con radiofrequenza del catetere, nonché casi di distruzione di una protesi valvolare biologica..

Cause associate a danni all'aorta

L'area dell'arco aortico più vicina al cuore è chiamata radice aortica. È la sua struttura che influisce sulla "salute delle valvole" e sulla larghezza dell'anello del cancello dal ventricolo sinistro. Le lesioni alla radice includono:

  • cambiamenti legati all'età o degenerativi che causano dilatazione;
  • necrosi cistica dello strato intermedio dell'aorta nella sindrome di Marfan;
  • stratificazione della parete dell'aneurisma;
  • infiammazione (aortite) con sifilide, artrite psoriasica, spondilite anchilosante, colite ulcerosa;
  • arterite a cellule giganti;
  • ipertensione maligna.

Tra le ragioni, è stato riscontrato un effetto negativo dei farmaci usati per ridurre l'appetito nell'obesità.

Conseguenze del rigurgito aortico

Il ritorno del sangue al ventricolo sinistro porta inevitabilmente alla sua espansione e aumento di volume. Possibile allargamento dell'anello mitrale e ulteriore allargamento dell'atrio sinistro.

Nel punto di contatto del flusso sanguigno sull'endocardio, si formano "tasche". Maggiore è il grado di rigurgito, più velocemente si sviluppa il sovraccarico del ventricolo sinistro..

Gli studi hanno dimostrato l'importanza della frequenza cardiaca:

  • la bradicardia aumenta il volume del flusso di ritorno e favorisce lo scompenso;
  • la tachicardia riduce il rigurgito e induce un maggiore adattamento.

Forme di rigurgito aortico

È consuetudine distinguere tra rigurgito aortico acuto e cronico.

Caratteristiche della forma acuta

Le cause tipiche del rigurgito aortico acuto sono:

  • trauma;
  • dissezione dell'aneurisma;
  • endocardite infettiva.

Il volume di sangue che scorre nel ventricolo sinistro durante la fase diastolica aumenta improvvisamente. I meccanismi di adattamento non hanno tempo per svilupparsi. Il carico sul cuore sinistro, la debolezza del miocardio aumenta bruscamente. Non viene espulso abbastanza sangue nell'aorta per supportare la circolazione generale.

Caratteristiche del rigurgito aortico cronico

Una caratteristica distintiva della forma cronica è il tempo sufficiente per la piena attivazione dei meccanismi compensatori e l'adattamento del ventricolo sinistro. Ciò causa un periodo di compensazione per i disturbi circolatori. L'ipertrofia miocardica aiuta a compensare la ridotta produzione.

Quando le riserve di energia di riserva sono esaurite, lo stadio di scompenso inizia con una grave insufficienza cardiaca.

Manifestazioni cliniche

Nella forma acuta di rigurgito aortico, il paziente mostra improvvisamente segni di shock cardiogeno:

  • grave debolezza;
  • pallore della pelle;
  • ipotensione grave;
  • dispnea.

Con edema polmonare:

  • il paziente soffoca;
  • il respiro è rumoroso e rauco;
  • quando si tossisce, l'espettorato schiumoso viene rilasciato con una miscela di sangue;
  • viso, labbra, arti sono cianotici;
  • i suoni del cuore sono bruscamente attutiti;
  • nei polmoni si sente una massa di respiro sibilante umido.

Nel rigurgito aortico cronico è possibile un periodo asintomatico prolungato. I sintomi compaiono solo con lo sviluppo di ischemia miocardica e grave scompenso cardiaco. Il paziente osserva:

  • mancanza di respiro durante lo sforzo;
  • battiti cardiaci forti;
  • extrasistoli;
  • attacchi di angina pectoris durante la notte;
  • possibile clinica "asma cardiaco".

All'esame, il medico nota:

  • scuotendo la testa al ritmo del battito cardiaco;
  • un tipico impulso sull'arteria radiale è un forte shock dell'onda e diminuisce immediatamente;
  • tremore alla palpazione del torace nella zona della base del cuore;
  • espansione del bordo sinistro del cuore;
  • arterie carotidi pulsanti;
  • soffio diastolico nell'aorta, sul bordo sinistro dello sterno nel terzo e quarto spazio intercostale, meglio udibile in posizione seduta con una leggera curva in avanti, battendo il primo tono.

Metodi diagnostici

I segni indiretti di rigurgito aortico sono annotati su:

  1. radiografia del torace: il contorno sinistro dell'ombra del cuore è espanso lateralmente e verso il basso, l'espansione dell'arco aortico sembra un aneurisma, chiari segni di un allargamento dell'atrio sinistro, è possibile rilevare calcificazioni nell'arco aortico;
  2. elettrocardiogramma: viene rilevato un sovraccarico del cuore sinistro.

Metodo ecocardiografico

Nella diagnosi del rigurgito, l'ecocardiografia funge da metodo obiettivo principale, consente di determinare la causa, il grado di rigurgito, la sufficienza delle riserve compensatorie, i disturbi circolatori anche nella fase asintomatica della malattia con disturbi minimi. È raccomandato per i pazienti nella fase iniziale ogni anno, quando i sintomi clinici compaiono due volte l'anno..

I calcoli tengono conto della superficie del corpo del paziente, a causa della mancanza di una pronunciata espansione della camera ventricolare nelle persone con stentati.

La modalità più comunemente utilizzata è la scansione color Doppler. I sensori sono installati in modo tale da misurare l'area del flusso sanguigno alle cuspidi aortiche, nella parte iniziale dell'aorta e confrontarla con l'ampiezza del passaggio. Nei casi più gravi, supera il 60% del diametro dell'anello.

Nella pratica dei cardiologi, la suddivisione del flusso di ritorno in 4 gradi viene utilizzata in relazione alla sua lunghezza alle dimensioni e alle formazioni interne del ventricolo sinistro:

  • 1 - non va oltre il bordo della metà della lunghezza della cuspide anteriore in corrispondenza della valvola mitrale;
  • 2 - raggiunge o supera la fascia;
  • 3 - la dimensione del flusso si avvicina alla metà della lunghezza del ventricolo;
  • 4 - il getto tocca la parte superiore.

Se non ci sono informazioni sufficienti con l'ecografia Doppler, vengono eseguite le seguenti operazioni:

  • risonanza magnetica;
  • angiografia con radionuclidi;
  • cateterismo cardiaco.

Metodi di trattamento

Il trattamento del rigurgito aortico dipende completamente dalla malattia sottostante e dalla completezza dell'eliminazione delle cause.

La terapia farmacologica utilizza farmaci che possono abbassare la pressione sanguigna sistolica e diminuire il flusso di ritorno.

Viene utilizzato un gruppo di vasodilatatori (nifedipina, idralazina, ACE inibitori). Non sono indicati per pazienti asintomatici con rigurgito da lieve a moderato..

Chi è indicato per il trattamento chirurgico?

L'unica forma di intervento chirurgico è la sostituzione della valvola aortica. L'operazione viene mostrata quando:

  • rigurgito grave con funzione ventricolare sinistra compromessa;
  • se il decorso è asintomatico, con funzione ventricolare conservata, ma marcata espansione (dilatazione).

Previsione

La prognosi per la vita di un paziente dipende dalla malattia sottostante, dal grado di rigurgito e dalla forma. Un tasso di mortalità precoce è tipico dello sviluppo acuto della patologia. Nella forma cronica, il 75% dei pazienti vive più di 5 anni e la metà - 10 o più a lungo.

In assenza di un intervento chirurgico tempestivo, lo sviluppo dell'insufficienza cardiaca si nota nei prossimi 2 anni.

Il trattamento di un quadro clinico moderato è accompagnato da risultati positivi nel 90% dei pazienti. Ciò conferma l'importanza di esaminare e monitorare i pazienti con rigurgito aortico..

Rigurgito

Informazione Generale

Il rigurgito è inteso come il flusso inverso di sangue da una camera del cuore all'altra. Il termine è ampiamente utilizzato in cardiologia, medicina interna, pediatria e diagnostica funzionale. Il rigurgito non è una malattia indipendente ed è sempre accompagnato da una patologia sottostante. Il flusso inverso di liquido nella camera originale può essere causato da vari fattori provocatori. Con la contrazione del muscolo cardiaco, c'è un ritorno patologico del sangue. Il termine è usato per descrivere i disturbi in tutte e 4 le camere del cuore. In base al volume di sangue che ritorna, determina il grado di deviazione.

Patogenesi

Il cuore è un organo muscolare e cavo composto da 4 camere: 2 atri e 2 ventricoli. Il cuore destro e il sinistro sono separati da un setto. Il sangue entra nei ventricoli dagli atri e quindi viene espulso attraverso i vasi: dalle sezioni di destra - nell'arteria polmonare e nella circolazione polmonare, dalle sezioni di sinistra - nell'aorta e nella circolazione sistemica.

La struttura del cuore comprende 4 valvole che determinano il flusso sanguigno. Nella metà destra del cuore tra il ventricolo e l'atrio c'è una valvola tricuspide, nella metà sinistra - una valvola mitrale. Sui vasi che escono dai ventricoli, c'è una valvola arteriosa polmonare e una valvola aortica.

Normalmente, le alette delle valvole regolano la direzione del flusso sanguigno, si chiudono e impediscono il flusso inverso. Quando la forma delle valvole, la loro struttura, elasticità, mobilità cambia, la completa chiusura dell'anello valvolare viene disturbata, parte del sangue viene rigettata indietro, rigurgita.

Rigurgito mitralico

Il rigurgito mitralico deriva da un guasto valvolare funzionale. Quando il ventricolo si contrae, parte del sangue rifluisce nell'atrio sinistro. Allo stesso tempo, il sangue scorre lì attraverso le vene polmonari. Tutto ciò porta al trabocco dell'atrio e allo stiramento delle sue pareti. Durante la contrazione successiva, il ventricolo espelle un volume maggiore di sangue e quindi sovraccarica il resto della cavità cardiaca. Inizialmente, l'organo muscolare reagisce al sovraccarico con l'ipertrofia, quindi con atrofia e stiramento - dilatazione. Per compensare la perdita di pressione, i vasi sono costretti a restringersi, aumentando così la resistenza periferica al flusso sanguigno. Ma questo meccanismo non fa che aggravare la situazione, poiché il rigurgito si intensifica e l'insufficienza ventricolare destra progredisce. Nelle fasi iniziali, il paziente non può presentare alcun reclamo e non sentire alcun cambiamento nel suo corpo a causa del meccanismo compensatorio, vale a dire un cambiamento nella configurazione del cuore, la sua forma.

Il rigurgito della valvola mitrale può svilupparsi a causa della deposizione di calcio e colesterolo nelle arterie coronarie, a causa di disfunzione delle valvole, malattie cardiache, processi autoimmuni, cambiamenti nel metabolismo, ischemia di alcune parti del corpo. Il rigurgito mitralico si manifesta in modi diversi a seconda del grado. Un rigurgito mitralico minimo può non manifestarsi clinicamente.

Che cos'è il rigurgito mitralico di grado 1? La diagnosi viene stabilita se il flusso inverso di sangue nell'atrio sinistro si estende fino a 2 cm.Si dicono circa 2 gradi se il flusso sanguigno patologico nella direzione opposta raggiunge quasi la metà dell'atrio sinistro. Il grado 3 è caratterizzato dalla fusione oltre la metà dell'atrio sinistro. Al grado 4, il flusso del sangue di ritorno raggiunge l'appendice atriale sinistra e può persino entrare nella vena polmonare.

Rigurgito aortico

In caso di guasto della valvola aortica, parte del sangue ritorna durante la diastole al ventricolo sinistro. Un ampio circolo di circolazione sanguigna ne soffre, poiché vi entra un volume di sangue inferiore. Il primo meccanismo compensatorio è l'ipertrofia, le pareti del ventricolo si ispessiscono.

L'aumento della massa muscolare richiede più nutrizione e apporto di ossigeno. Le arterie coronarie non possono far fronte a questo compito e i tessuti iniziano a morire di fame, si sviluppa l'ipossia. A poco a poco, lo strato muscolare viene sostituito dal tessuto connettivo, che non è in grado di svolgere tutte le funzioni di un organo muscolare. La cardiosclerosi si sviluppa, l'insufficienza cardiaca progredisce.

Con l'espansione dell'anello aortico, anche la valvola si allarga, il che alla fine porta al fatto che i lembi della valvola aortica non possono chiudere e chiudere completamente la valvola. C'è un flusso inverso di flusso sanguigno nel ventricolo, quando è troppo pieno, le pareti si allungano e molto sangue inizia a fluire nella cavità e poco nell'aorta. Compensativo, il cuore inizia a contrarsi più spesso, tutto ciò porta a carenza di ossigeno e ipossia, ristagno di sangue in vasi di grosso calibro.

Il rigurgito aortico è classificato in gradi:

  • 1 grado: il flusso sanguigno inverso non va oltre i confini del tratto di efflusso del ventricolo sinistro;
  • 2 gradi: il flusso sanguigno raggiunge la cuspide anteriore della valvola mitrale;
  • 3 gradi: il flusso raggiunge i confini dei muscoli papillari;
  • Grado 4: raggiunge la parete del ventricolo sinistro.

Rigurgito tricuspide

L'insufficienza della valvola tricuspide è spesso di natura secondaria ed è associata a cambiamenti patologici nel cuore sinistro. Il meccanismo di sviluppo è associato ad un aumento della pressione nella circolazione polmonare, che crea un ostacolo per un sufficiente rilascio di sangue nell'arteria polmonare dal ventricolo destro. Il rigurgito può derivare da un guasto della valvola tricuspide primaria. Si verifica con un aumento della pressione nella circolazione polmonare.

Il rigurgito tricuspide può portare alla devastazione del cuore destro e al ristagno del sistema venoso della circolazione sistemica. Esternamente, si manifesta con gonfiore delle vene cervicali, scolorimento blu della pelle. Può svilupparsi fibrillazione atriale, il fegato può aumentare di dimensioni. È anche classificato per gradi:

  • Rigurgito della valvola tricuspide, grado 1. Il rigurgito tricuspidale di grado 1 è un flusso sanguigno insignificante che non si manifesta clinicamente e non influisce sul benessere generale del paziente.
  • Il rigurgito della valvola tricuspide di grado 2 è caratterizzato da un flusso di sangue a 2 cm o meno dalla valvola stessa.
  • Per il grado 3, la fusione è caratteristica di più di 2 cm dalla valvola tricuspide.
  • Al grado 4, il flusso sanguigno si estende su una lunga distanza.

Rigurgito polmonare

In caso di chiusura inadeguata delle valvole polmonari durante la diastole, il sangue ritorna parzialmente al ventricolo destro. All'inizio, solo il ventricolo è sovraccarico a causa dell'eccessivo flusso sanguigno, quindi il carico aumenta nell'atrio destro. I segni di insufficienza cardiaca aumentano gradualmente, si forma una congestione venosa.

Rigurgito dell'arteria polmonare o rigurgito polmonare si osserva con endocardite, aterosclerosi, sifilide e forse congenita. Molto spesso, le malattie del sistema polmonare vengono registrate contemporaneamente. Il reflusso sanguigno si verifica a causa della chiusura incompleta della valvola nell'arteria della circolazione polmonare.

Il rigurgito polmonare è classificato per gradi:

  • Rigurgito polmonare 1 grado. Non si manifesta clinicamente; durante l'esame, viene rilevato un piccolo flusso inverso di sangue. Il rigurgito di grado 1 non richiede un trattamento specifico.
  • Il rigurgito polmonare di 2 ° grado è caratterizzato da un reflusso di sangue fino a 2 cm dalla valvola.
  • Per il grado 3, è caratteristico un cast di 2 cm o più.
  • Al grado 4, c'è un significativo reflusso di sangue.

Classificazione

Classificazione dei rigurgiti a seconda della posizione:

  • mitrale;
  • aortico;
  • tricypid;
  • polmonare.

Classificazione dei rigurgiti per gradi:

  • Io laureato. Per diversi anni, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. A causa del flusso costante di sangue, la cavità del cuore aumenta, il che porta ad un aumento della pressione sanguigna. All'auscultazione, si può sentire un soffio nel cuore e durante l'ecografia del cuore vengono diagnosticati la divergenza dei lembi delle valvole e il flusso sanguigno alterato.
  • II grado. Il volume del flusso sanguigno di ritorno aumenta, c'è ristagno di sangue nella circolazione polmonare.
  • III grado. È caratteristico un pronunciato flusso inverso, il flusso dal quale può raggiungere la parete posteriore dell'atrio. La pressione nell'arteria polmonare aumenta, il cuore destro è sovraccarico.
  • I cambiamenti riguardano un ampio circolo di circolazione sanguigna. I pazienti lamentano grave mancanza di respiro, dolore toracico, gonfiore, disturbi del ritmo, pelle blu.

La gravità dello stadio è valutata dalla potenza del getto che ritorna nella cavità cardiaca:

  • il flusso non va oltre i confini del lembo valvolare anteriore, che collega il ventricolo sinistro e l'atrio;
  • il getto raggiunge il bordo dell'anta della valvola o lo attraversa;
  • il flusso raggiunge la metà del ventricolo;
  • il getto tocca la parte superiore.

Le ragioni

La disfunzione valvolare e il rigurgito possono svilupparsi a seguito di infiammazione, trauma, alterazioni degenerative e anomalie strutturali. L'insufficienza congenita si verifica a causa di malformazioni intrauterine e può essere dovuta a ereditarietà.

Cause che possono portare a rigurgito:

  • endocardite infettiva;
  • malattia autoimmune sistemica;
  • endocardite infettiva;
  • trauma toracico;
  • calcificazione;
  • prolasso valvolare;
  • infarto del miocardio con danno ai muscoli papillari.

Sintomi

Con il rigurgito mitralico nella fase di sottocompensazione, i pazienti lamentano una sensazione di battito cardiaco accelerato, mancanza di respiro durante l'attività fisica, tosse, dolori al petto di carattere pressante, affaticamento eccessivo. Con l'aumento dell'insufficienza cardiaca, si uniscono acrocianosi, gonfiore, disturbi del ritmo, epatomegalia (un aumento delle dimensioni del fegato).

Nel rigurgito aortico, il sintomo clinico caratteristico è l'angina pectoris, che si sviluppa a causa di una ridotta circolazione coronarica. I pazienti lamentano pressione sanguigna bassa, affaticamento eccessivo, mancanza di respiro. Con il progredire della malattia, è possibile registrare la sincope..

Il rigurgito tricuspidale può manifestarsi con cianosi della pelle, disturbi del ritmo come fibrillazione atriale, edema, epatomegalia, gonfiore delle vene cervicali.

Nel rigurgito polmonare, tutti i sintomi clinici sono associati a disturbi emodinamici nella circolazione sistemica. I pazienti lamentano gonfiore, mancanza di respiro, acrocianosi, ingrossamento del fegato, disturbi del ritmo.

Analisi e diagnostica

La diagnosi di rigurgito comprende la raccolta dell'anamnesi, i dati dell'esame obiettivo e strumentale, che consente di valutare visivamente la struttura del cuore, il movimento del sangue attraverso le cavità e i vasi.

L'esame e l'auscultazione consentono di valutare la localizzazione e la natura dei soffi cardiaci. Il rigurgito aortico è caratterizzato da un soffio diastolico a destra nel secondo ipocondrio, con un'insufficienza della valvola polmonare, si sente un soffio simile a sinistra dello sterno. In caso di insufficienza della valvola tricuspide, si sente un soffio caratteristico alla base del processo xifoideo. Con il rigurgito mitralico, c'è un soffio sistolico all'apice del cuore.

Metodi di esame di base:

  • ECG;
  • Ecografia cardiaca con doppler;
  • chimica del sangue;
  • analisi del sangue generale;
  • stress test funzionali;
  • Grafia R degli organi del torace;
  • Monitoraggio ECG Holter.

Trattamento e prevenzione

Il regime di trattamento e la prognosi dipendono dalla causa che ha portato all'insufficienza valvolare, dal grado di rigurgito, dalla presenza di patologie concomitanti e dall'età del paziente..

La prevenzione della progressione della disfunzione valvolare comprende una serie di misure volte ad eliminare le cause principali: sollievo del processo infiammatorio, normalizzazione dei processi metabolici, trattamento dei disturbi vascolari.

Con un cambiamento grossolano nella struttura dell'anello valvolare e dei volantini, la loro forma, con sclerosi dei muscoli papillari, ricorrono al trattamento chirurgico: correzione, sostituzione di plastica o valvola.

All'inizio impercettibile, ma poi rigurgito aortico estremamente pericoloso per la vita

In caso di chiusura insufficiente delle cuspidi della valvola aortica, parte del sangue in ingresso ritorna al ventricolo sinistro (VS). Questo fenomeno si chiama rigurgito. Si verifica con insufficienza aortica dovuta a patologia congenita o malattie pregresse. È accompagnato da difficoltà respiratorie, dolori cardiaci, palpitazioni. Il trattamento richiede un intervento chirurgico con impianto di protesi valvolare aortica.

Cos'è il rigurgito aortico

Nelle persone sane, durante il periodo di rilassamento dei ventricoli e di riempimento con sangue, le valvole aortiche sono ben chiuse in modo che l'intero volume della gittata cardiaca si sposti ulteriormente lungo la rete arteriosa..

Il VS viene riempito non solo dall'atrio, ma anche dal ritorno del sangue dall'aorta. Questo rendimento può arrivare fino al 73% della versione originale.

La cavità ventricolare sinistra sotto pressione eccessiva sulle pareti inizia ad espandersi, le fibre muscolari si allungano in lunghezza. Inizialmente, la forza delle contrazioni aumenta per compensare. Con una buona condizione del muscolo cardiaco, è possibile mantenere per un po 'di tempo la normale circolazione sanguigna. Quando la riserva di forza è esaurita, si verifica l'ipertrofia delle cellule miocardiche e quindi il loro esaurimento (distrofia).

La cavità del ventricolo sinistro allargata allunga l'anello mitrale e i muscoli papillari che fissano i lembi. Di conseguenza, anche la valvola atrioventricolare smette di chiudersi. Parte del sangue durante il periodo di contrazione ritorna nell'atrio sinistro, che inizia a subire un sovraccarico. Gli stessi processi si verificano in esso come nel ventricolo:

  1. Funzione avanzata.
  2. Ipertrofia dello strato muscolare.
  3. Espansione della cavità con distrofia miocardica.

L'atrio sinistro non può fornire un flusso sanguigno sufficiente dai polmoni e le manifestazioni di ipertensione aumentano in essi. Ciò complica il rilascio di sangue dal ventricolo destro nell'arteria polmonare, portando all'ipertrofia del miocardio del cuore destro e all'insufficienza ventricolare destra..

Si consiglia di leggere l'articolo sulla cardiopatia aortica. Da esso imparerai la prevalenza della malattia e le ragioni del suo sviluppo, i sintomi, i metodi diagnostici e il trattamento..

E qui c'è di più sull'insufficienza della valvola cardiaca.

Le principali cause di rigurgito aortico

La chiusura insufficiente dei lembi valvolari può verificarsi nelle malattie congenite:

  • una o due foglie invece di tre, come è normale;
  • malattie del tessuto connettivo (sindromi di Marfan e Danlos);
  • fibrosi cistica sistemica;
  • prolasso valvolare con difetto del setto ventricolare;
  • perdita di massa ossea;
  • aneurisma dovuto alla morte delle meningi (sindrome da ectasia aortoannulare).

La maggior parte dei difetti acquisiti accompagnati da rigurgito aortico sono associati a reumatismi. Con questa malattia, le valvole diventano più spesse, deformate e quindi rugose. Ciò impedisce loro di chiudere completamente il foro. Con l'endocardite batterica (tifo, scarlattina, difterite), la valvola cambia la sua struttura a causa dell'erosione, perforazione delle valvole semilunari.

I difetti della valvola aortica possono essere causati da:

  • processo aterosclerotico;
  • infezione sifilitica;
  • artrite reumatoide;
  • Arterite di Takayasu;
  • endocardite da lupus;
  • deformità traumatica;
  • complicazioni di influenza o morbillo, polmonite;
  • un tumore al cuore (mixoma).
Il mixoma del cuore è uno dei motivi per lo sviluppo del difetto della valvola aortica

L'espansione dell'annulus fibrosus nell'aorta si verifica con ipertensione, aneurisma dei seni Valsalva, espansione aneurismatica, spondilite anchilosante. Sono noti casi di effetto negativo sullo stato della valvola di farmaci per la riduzione del peso corporeo (Minifage, Fen-phon).

Gradi e forme di danno

Il decorso del rigurgito aortico può essere acuto con trauma, crisi ipertensiva, dissezione dell'aneurisma o grave infiammazione della valvola. In queste condizioni, il volume del sangue restituito nel VS aumenta improvvisamente. Non ha il tempo di adattarsi a un tale sovraccarico e molto meno sangue entra nell'aorta di quanto sia necessario per l'attività vitale del corpo. Questo è accompagnato dallo sviluppo di shock cardiogeno, edema polmonare.

La forma cronica è caratterizzata dalla progressione graduale dei segni clinici. A seconda dello stadio dei disturbi circolatori, sono state identificate cinque fasi successive della formazione del difetto aortico:

Segni di sconfitta

Nelle prime fasi, il rigurgito aortico non si manifesta, questo continua fino a quando il VS non affronta completamente il carico elevato. In futuro, i segni clinici aumentano:

  • c'è una pulsazione dei vasi cervicali;
  • c'è una sensazione di scossa nella zona del cuore;
  • c'è un battito cardiaco rapido e forte.

Ciò corrisponde ad un aumento del rilascio di sangue nei vasi arteriosi e ad un aumento della differenza tra pressione sistolica e diastolica. Quando il volume di sangue restituito al ventricolo supera le sue capacità compensatorie, si notano sintomi di nutrizione insufficiente del cervello e del cuore:

  • vertigini,
  • rumore nella testa,
  • mal di testa,
  • diminuzione della vista,
  • svenimento quando ci si alza dal letto,
  • attacchi di angina,
  • grave debolezza,
  • sudorazione,
  • aumento della respirazione,
  • accelerazione della frequenza cardiaca,
  • interruzioni del ritmo.

Se il sovraccarico si diffonde al ventricolo destro, aumentano l'edema alle gambe, un ingrossamento del fegato e la dispnea. In caso di insufficienza acuta, si forma edema polmonare, la pressione sanguigna scende bruscamente. Se il trattamento chirurgico necessario non viene eseguito, le conseguenze sono spesso fatali.

Guarda il video sull'insufficienza della valvola aortica:

Metodi diagnostici

Durante l'esame del paziente, vengono rivelati i segni tipici del rigurgito aortico:

  • pelle pallida;
  • cianosi delle dita, punta del naso e delle labbra;
  • "Carotidi danzanti" - una notevole pulsazione delle arterie carotidi;
  • testa che annuisce al battito del polso;
  • dilatazione e costrizione ritmica delle pupille;
  • tremore del palato molle e dell'ugola;
  • quando si misura la pressione - diastolica bassa, alta sistolica e polso;
  • spinta all'apice visibile;
  • alla palpazione del processo xifoideo, si avverte la pulsazione aortica;
  • soffio in diminuzione durante la diastole, toni biforcuti deboli, doppi soffi.

Per la conferma strumentale della diagnosi, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • elettrocardiografia - miocardio ventricolare sinistro ipertrofico, nelle fasi successive e nelle sezioni destre;
  • fonocardiografia: soffi cardiaci in base alla fase del processo;
  • Ultrasuoni del cuore: un difetto nella chiusura delle valvole, un aumento delle dimensioni delle camere cardiache, la quantità di sangue che ritorna al ventricolo sinistro;
  • radiografia: la cavità del ventricolo sinistro è ingrandita, l'ombra aortica, l'apice viene spostato verso il basso e verso sinistra, la stasi venosa è evidente nel tessuto polmonare;
  • aortografia - rigurgito attraverso una valvola aperta nella fase diastolica;
  • il suono del cuore aiuta a determinare il volume di espulsione e ritorno del sangue, pressione nelle cavità;
  • MRI, MSCT sono prescritti per la diagnosi preoperatoria e il follow-up dopo l'intervento chirurgico o nella fase di compensazione.

Trattamento in bambini e adulti

Le possibilità di terapia farmacologica sono limitate dalla preparazione preoperatoria o dall'uso sintomatico di farmaci in caso di controindicazioni all'intervento chirurgico (gravi malattie concomitanti, oncologia).

Vengono utilizzati i seguenti gruppi di medicinali:

  • antibiotici per reumatismi, endocardite (Unazin, Augmentin);
  • bloccanti dei canali del calcio (Corinfar, Zanidip);
  • bloccanti dell'enzima di conversione dell'angiotensina (Prenesa, Moeks);
  • antagonisti dell'angiotensina (Valsar, Candesar);
  • recettori beta (coronale, nebivololo).

È indicato nella forma acuta, così come nel caso di cronica, se il volume diastolico nel VS non è superiore a 300 ml e la gittata cardiaca non è inferiore al 55% della norma. Per la sostituzione vengono utilizzati modelli meccanici e biologici. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'operazione avviene attraverso un accesso aperto al torace.

Effetti

Se un paziente ha rigurgito aortico, ma non ci sono gravi disturbi emodinamici, l'aspettativa di vita può raggiungere i 10 anni. Nella fase di scompenso, c'è insufficienza circolatoria cardiaca e coronarica, quindi, raramente qualcuno può sopravvivere senza intervento chirurgico per più di 2 anni.

Una sostituzione della valvola aumenta notevolmente la probabilità di prolungarne la durata. Il decorso e la prognosi del difetto sono anche influenzati dalla gravità della malattia, contro la quale è sorto.

Consigliamo di leggere l'articolo sulla cardiopatia mitralica. Da esso imparerai i difetti congeniti e acquisiti, le cause della patologia, visitando un medico, diagnostica e trattamento, prognosi per i pazienti.

E qui c'è di più sulle malattie cardiache combinate.

Il rigurgito aortico è il movimento inverso del sangue attraverso i lembi della valvola aortica durante la diastole ventricolare sinistra. È causato dalla deformazione della valvola stessa o dallo stiramento dell'anello fibroso a cui è attaccato.

La patologia è congenita e acquisita. Per molto tempo, il difetto scorre in modo asintomatico, poiché il miocardio LV compensa l'aumento del volume di espulsione aumentando la forza delle contrazioni. Quando lo strato muscolare si indebolisce, l'insufficienza circolatoria si manifesta e aumenta con pericolose conseguenze. Il trattamento richiede un intervento chirurgico di sostituzione della valvola.

La cardiopatia aortica rivelata può essere di diversi tipi: congenita, combinata, acquisita, combinata, con una predominanza di stenosi, aperta, aterosclerotica. A volte viene effettuato un trattamento farmacologico, in altri casi solo la chirurgia salverà.

Non è facile identificare il prolasso della valvola mitrale del cuore, i suoi sintomi nella fase iniziale sono impliciti. Se si scopre che un adolescente ha un prolasso della valvola mitrale con rigurgito, quale sarà il trattamento? È possibile entrare nell'esercito e praticare sport?

La fibrosi delle valvole cardiache si sviluppa dopo malattie infettive, reumatismi. Può colpire la valvola aortica e mitrale. La diagnostica inizia con un esame del sangue, test delle urine, ECG. Il trattamento non è sempre richiesto.

A causa della deformazione, del disturbo, può verificarsi un rigurgito della valvola mitrale, che porta ulteriormente ad ispessimento dei lembi, disfunzione e insufficienza. Possono esserci diversi gradi di progressione della patologia.

A causa di difetti alla nascita o dopo una malattia, può verificarsi rigurgito tricuspidale. Le ragioni possono essere nell'endocardite reumatica, nella polmonite e in altre malattie. Rilevato in un bambino, incl. neonato, adulti. Può essere di 4 gradi e anche una combinazione: polmonare, valvolare, polmonare, prolasso con rigurgito.

L'insufficienza della valvola cardiaca si verifica in età diverse. Ha diversi gradi, a partire da 1, oltre a segni specifici. I difetti cardiaci possono essere insufficienza della valvola mitrale o aortica.

Una patologia così formidabile come l'aterosclerosi dell'aorta e delle valvole, si manifesta principalmente nella vecchiaia. Sotto l'influenza di determinati motivi, i volantini delle valvole aortiche e mitraliche sono danneggiati, il che in futuro porterà a gravi conseguenze.

La cardiopatia combinata non è così comune. Può essere mitrale, aortico, reumatico e combinato. Il trattamento è lungo e complicato. Meglio che i pazienti a rischio facciano la profilassi.

Se viene rilevata una cardiopatia mitralica (stenosi), può essere di diversi tipi: reumatico, combinato, acquisito, combinato. In ogni caso, l'insufficienza della valvola mitrale è curabile, spesso chirurgicamente.


Articolo Successivo
Cosa è incluso nella procedura di analisi del sangue biochimica per il prelievo di sangue e la decodifica dei risultati