Ipertensione primaria e secondaria: trattamento e prevenzione


Un forte aumento della pressione sanguigna è pericolosamente fatale. L'ipertensione primaria è la più pericolosa, poiché procede impercettibilmente. L'ipertensione secondaria può causare ictus o infarto.

L'ipertensione arteriosa è divisa in primaria e secondaria. Nel 90% dei casi, l'ipertensione si verifica direttamente, che è accompagnata da un aumento sistematico della pressione sanguigna. Il motivo della deviazione della pressione sanguigna dalla norma è difficile da stabilire.

Si distinguono i fattori che influenzano lo sviluppo della malattia. Correggendoli, riportano la pressione sanguigna alla normalità.

Nel 10% dei casi, l'ipertensione è un sintomo di altre malattie che influenzano la circolazione sanguigna e la funzione cardiaca. La normalizzazione della pressione sanguigna in questo caso dipende dal successo del trattamento della malattia sottostante..

Forme della malattia

Una forma di ipertensioneDescrizione e sintomi
Ipertensione arteriosa primariaI grado - 140-159 / 90-99 mm Hg. Arte. Pressione sanguigna spasmodica. Si alza e torna rapidamente alla normalità senza conseguenze. Le crisi ipertensive si verificano raramente, gli organi bersaglio non sono interessati.

II grado - 160-179 / 100-109 mm Hg. Arte. I salti della pressione sanguigna sono talvolta sostituiti da periodi di declino. Più spesso si verificano attacchi improvvisi e prolungati, gli organi bersaglio sono colpiti.

III grado - 180/110 mm Hg. Arte. e più in alto. Le complicazioni si presentano sotto forma di aterosclerosi, malattie cardiache. Gli organi bersaglio (reni, cervello, occhi, cuore) sono gravemente colpiti.

Ipertensione secondariaA seconda della malattia di base, può esserci ipertensione renale, endocrina, emodinamica e neurogena. Farmaci o interventi chirurgici prendono di mira l'organo interessato piuttosto che abbassare la pressione.

Si sviluppa come un segno di danno renale, che è sempre accompagnato da una violazione dell'afflusso di sangue. Con malattie renali (gromerulonefrite, pielonefrite, calcoli, tumori, prolasso), il sodio si accumula nelle cellule. Mantiene il liquido in eccesso nelle pareti dei vasi sanguigni, restringendoli. Si verificano spasmi e ipertensione.

Rileva i disturbi delle ghiandole endocrine. Compresi tireotossicosi, feocromocitoma, ipertiroidismo, iperaldosteronismo primario (sindrome di Conn). Con una diminuzione dell'attività delle ghiandole sessuali, aumenta anche la pressione. L'aumento del flusso di ormoni nel flusso sanguigno provoca il restringimento delle arterie e provoca lo sviluppo della malattia.

Rintracciabile nell'aterosclerosi, coartazione dell'aorta. La pressione alta è causata dalla placca o dalla differenza tra l'afflusso di sangue alla parte inferiore e superiore del corpo.

Si osserva con danni o infiammazioni del midollo spinale e del cervello. Ad esempio, tumori, traumi, poliomielite bulbare, encefalite. I vasi sono compressi e la pressione aumenta.

Cause di ipertensione primaria

L'ipertensione primaria (essenziale) si sviluppa a seguito di anomalie toniche arteriose, che portano ad un aumento della pressione sanguigna. Il tono vascolare è influenzato da varie circostanze esterne..

Prima di tutto, è stress cronico! Porta all'ipertensione, che si manifesta con ansia, mal di testa, attacchi di panico. Il sistema nervoso reagisce allo stimolo con una maggiore produzione di ormoni dello stress, che entrano nel flusso sanguigno e hanno un effetto vasocostrittore.

L'eccitazione viene trasmessa al muscolo cardiaco, la frequenza cardiaca aumenta. Con un sovraccarico emotivo prolungato e frequente, il corpo si abitua a nuove condizioni e accetta l'ipertensione come normale.

La condizione è complicata da una predisposizione genetica alla patologia. I medici spesso dicono che l'ipertensione è ereditaria. Altri fattori di rischio includono mancanza di attività fisica, caratteristiche lavorative, dieta malsana, abuso di alcol e sale, fumo, dipendenza meteorologica e cambiamenti legati all'età..

Di conseguenza, il trattamento dell'ipertensione primaria si basa sulla lotta contro i disturbi mentali e sui cambiamenti dello stile di vita. L'assunzione di farmaci che abbassano la pressione sanguigna nella fase iniziale dello sviluppo della malattia non è raccomandata. L'eccezione sono i suoi frequenti salti e la crisi ipertensiva..

Le cause dell'ipertensione secondaria

L'ipertensione secondaria (sintomatica) è causata da malattie degli organi coinvolti nella circolazione sanguigna.

La malattia renale è inevitabilmente accompagnata da un aumento della pressione sanguigna. Questo perché i reni sono gli organi più vascolarizzati. Partecipano all'emopoiesi e producono renina, che restringe i vasi sanguigni.

Le malattie del sistema endocrino portano ad un aumento della pressione sanguigna a causa di un'interruzione nella produzione di ormoni. I disturbi delle ghiandole endocrine (ghiandola pituitaria, tiroide, ghiandole surrenali, ghiandole sessuali) provocano un aumento del rilascio di ormoni nel sangue, che aumenta notevolmente la pressione sanguigna. Si forma la malattia ipertensiva, complicata da crisi ipertensive.

Danni al cervello e tumori possono causare ipertensione secondaria. Ciò è facilitato dalla pressione intracranica e dai disturbi del sistema nervoso..

Tra le malattie cardiovascolari spicca la cardiopatia congenita - la coartazione dell'aorta. La pressione nelle arterie della metà superiore del corpo aumenta e nelle arterie della metà inferiore diminuisce. La differenza si riscontra misurandola su braccia e gambe o dopo un ECG.

La patologia arteriosa secondaria può essere causata dall'uso di farmaci. Alcune gocce del comune raffreddore, farmaci antinfiammatori e contraccettivi stimolano il rilascio di ormoni e hanno un effetto collaterale di aumentare la pressione sanguigna.

Il trattamento dell'ipertensione secondaria inizia con la somministrazione di un farmaco. Se il farmaco non è abbastanza buono per normalizzare la pressione sanguigna, il medico può aggiungere un secondo farmaco al regime di trattamento. Nella stragrande maggioranza dei casi, l'assunzione di farmaci per i pazienti ipertesi diventa una raccomandazione per tutta la vita..

Pronto soccorso per alta pressione

La progressione della malattia aumenta la probabilità di una crisi ipertensiva. Un brusco salto di pressione ha conseguenze pericolose per il cervello e il cuore e può minacciare la vita umana. In alcuni casi, l'assistenza medica deve essere fornita entro pochi minuti. È meglio chiamare un'ambulanza piuttosto che aspettare che i sintomi scompaiano..

Prima che arrivi il medico, dovresti:

  • Ripristina la respirazione uniforme, prendi una comoda posizione sdraiata o seduta.
  • Piedi caldi con una piastra elettrica o muscoli del polpaccio con cerotti alla senape.
  • Prendi i farmaci preselezionati dal tuo medico in caso di crisi.
  • Non mangiare, puoi bere acqua.
  • Prendi la nitroglicerina sotto la lingua se si verifica dolore al petto.

Trattamento dell'ipertensione e prevenzione dell'ipertensione

La natura cronica dell'ipertensione arteriosa non consente di parlare della cura della malattia. L'obiettivo della terapia è evitare complicazioni e prolungare il periodo senza esacerbazioni. Un trattamento efficace richiede misurazioni regolari della pressione sanguigna e il rispetto degli ordini del medico.

Opzioni di trattamento per forme da lievi a moderate:

  1. Trattamento senza farmaci. Per ridurre la pressione, è sufficiente creare condizioni favorevoli, senza le quali anche i farmaci saranno inutili. Meglio ridurre lo stress, mangiare bene e smettere di fumare. Sarebbe bello ridurre il consumo di sale da cucina e l'esercizio. Queste attività sono obbligatorie in qualsiasi fase della terapia e sono seguite per la prevenzione. Inoltre, si consiglia di assumere vitamine A, gruppi B, C, P, K..
  2. Monoterapia. Pratica in assenza di risultati significativi da un approccio non farmacologico, ma non lo sostituisce. Un farmaco adatto viene selezionato individualmente, tenendo conto delle caratteristiche della diagnosi e delle malattie concomitanti. La ricezione inizia con la dose più bassa e non si interrompe indipendentemente dal miglioramento della condizione. Solo un medico può cancellarlo..
  3. Una combinazione di farmaci. In assenza dell'effetto della monoterapia, la prescrizione di basse dosi di diversi farmaci è riconosciuta come la migliore rispetto a dosi aumentate di un farmaco.
  4. Fitoterapia. Quando l'assunzione di pillole non è possibile, vengono utilizzati preparati a base di erbe risparmiatori. Più spesso con una misura aggiuntiva di regolazione della pressione senza complicazioni.

È importante controllare la pressione sanguigna durante il giorno! Visita il tuo medico una volta al mese e applica le raccomandazioni per la prevenzione. Non dimenticare che il fumo e l'alcol possono causare una crisi ipertensiva nel momento più inopportuno. E un'ambulanza potrebbe semplicemente non avere il tempo di salvare la vita di una persona.

CI SONO CONTROINDICAZIONI
CONSULTAZIONE NECESSARIA DEL MEDICO ASSISTENTE

L'autore dell'articolo è Ivanova Svetlana Anatolyevna, terapista

Ipertensione essenziale

L'ipertensione arteriosa essenziale è un aumento della pressione sanguigna sistolica al momento della contrazione del cuore e dell'eiezione di sangue fino a 140 mm Hg. Arte. e al di sopra di questo segno e / o pressione diastolica al momento del rilassamento del muscolo cardiaco fino al segno di 90 mm Hg. Arte. e più in alto.

All'ospedale Yusupov viene diagnosticata e curata l'ipertensione essenziale. L'esperienza di medici altamente qualificati e moderne apparecchiature mediche consentono di diagnosticare la malattia in una fase precoce del suo sviluppo e prevenire le complicanze.

I medici dell'ospedale Yusupov esortano a prestare attenzione alla tua salute.

Sintomi

In medicina, si distinguono i seguenti concetti:

  • ipertensione arteriosa essenziale (ipertensione primaria essenziale);
  • malattia ipertensiva con danni al cuore e ai reni;
  • ipertensione secondaria: endocrina, renovascolare, non specificata, ecc..

La vera ipertensione (forma essenziale) occupa una posizione di primo piano tra tutti i casi di ipertensione. La frequenza di occorrenza è del 90%.

Nell'infanzia (fino a 10 anni), un livello di pressione superiore a 110/70 mm Hg è considerato pericoloso. Art., Dopo 10 anni - 120/80 mm Hg. La diagnosi è confermata in caso di misurazioni ripetute della pressione sanguigna entro quattro settimane almeno due volte in giorni diversi.

Nella maggior parte dei casi, la malattia colpisce persone di età compresa tra i 30 ei 45 anni..

Di norma, la patologia si sviluppa in modo asintomatico, viene rilevata per caso durante un esame di routine da uno specialista. Oppure il paziente va dal medico quando compaiono varie complicazioni..

I sintomi della malattia sotto forma di mal di testa nella regione parietale e nella parte posteriore della testa, acufene, vertigini non possono essere attribuiti a quelli specifici, poiché questo tipo di disturbo è spesso osservato nelle persone con pressione sanguigna normale.

Con lo sviluppo dell'ipertensione arteriosa essenziale, il mal di testa diventa intenso e prolungato, poiché è accompagnato da edema cerebrale. Con il danno cardiaco, l'ipertensione essenziale ha sintomi sotto forma di:

  • gonfiore degli arti inferiori;
  • dolore ischemico sotto forma di attacchi di angina. In questo caso, il rischio di aritmia aumenta di cinque volte e la probabilità di infarto miocardico triplica..

Con danni ai reni, si osserva una minzione frequente e abbondante durante la notte. I sintomi dell'ipertensione essenziale con lesioni cerebrali si manifestano sotto forma di aumento della fatica, debolezza, vertigini, disturbi della memoria.

Norme di pressione sanguigna

Secondo gli standard generalmente accettati, la pressione sanguigna ottimale è 120/80 mm Hg. Arte. Gli indicatori entro limiti non superiori a 135/85 mm Hg sono considerati normali. Arte. Il livello di soglia confina con 139/89 mm Hg. st.

I gradi di ipertensione essenziale sono identici a quelli dell'ipertensione sintomatica:

  • primo grado: la pressione "superiore" è compresa tra 140 e 155 mm Hg. Art., Inferiore - 90-99 mm Hg. Art.;
  • secondo grado: 160-179 mm Hg. Arte. pressione sistolica e 100-109 mm Hg. Arte. diastolica;
  • terzo grado: uguale o maggiore di 180/110 mm Hg. st.

L'ipertensione può portare a un gran numero di complicazioni, interruzione del normale funzionamento degli organi interni: reni, cuore, cervello, fondo, vasi sanguigni. Il paziente ha debolezza alle braccia e alle gambe, la coordinazione dei movimenti, la memoria, la vista è compromessa, il livello di intelligenza diminuisce. Tutto ciò può portare a un ictus..

Le cause della malattia

Nonostante tutti i progressi moderni nel campo della medicina, le cause dell'ipertensione primaria non sono state ancora stabilite. Ci sono solo una serie di fattori che aumentano il rischio di sviluppare questo tipo di malattia. Tra loro:

  • midollo spinale e lesioni cerebrali, a seguito delle quali il tono vascolare nella periferia viene disturbato;
  • shock nervosi, stress regolare. In questo caso, si osserva un persistente focus di eccitazione nella corteccia cerebrale, uno spasmo prolungato provoca un aumento della resistenza periferica, i vasi perdono elasticità;
  • fattore ereditario;
  • sovrappeso: molte persone con chili in più attribuiscono la propria obesità a disturbi nel funzionamento delle ghiandole endocrine, si scrivono nelle liste dei “malati” e non vogliono cambiare nulla nel loro stile di vita. In effetti, potrebbero non esserci disturbi endocrini. L'eccesso di peso si ottiene a causa di una dieta e di una dieta scorrette, nonché di un eccesso di cibo regolare. Con un simile sviluppo di eventi, una dieta ben scelta può salvare i pazienti sia da chili di troppo che da ipertensione;
  • stile di vita sedentario;
  • consumo eccessivo di molti dei tuoi caffè preferiti. Allo stesso tempo, il livello di caffeina nel sangue aumenta, il che impedisce ai vasi di rilassarsi e di espandersi normalmente. Dovresti sempre ricordare: "ciò che è buono con moderazione";
  • eccessiva assunzione di sale. Mantiene l'umidità nel corpo e aumenta la pressione sanguigna. È noto che i giapponesi consumano il doppio del sale degli europei e l'ipertensione essenziale è molto comune tra la popolazione giapponese;
  • un aumento della pressione sanguigna può essere causato dall'uso prolungato di glucocorticosteroidi, contraccettivi ormonali e alcuni altri farmaci, in particolare, gocce di vasocostrittore dal comune raffreddore;
  • l'abuso di alcol e il fumo provocano disturbi nella normale regolazione del tono vascolare.

Cambiamenti patologici nel corpo con una malattia

Nella fase iniziale della malattia, tutti i processi patologici che si verificano nel corpo sono reversibili. Con lo sviluppo dell'ipertensione, si verifica una patologia organica irreversibile.

Queste modifiche includono:

  • violazione del tono delle vene e delle arterie nel bulbo oculare;
  • ipertrofia ventricolare sinistra;
  • deposizione nei vasi del cuore e in altre arterie di placche aterosclerotiche;
  • distrofia miocardica in combinazione con espansione del cuore ai limiti dell'insufficienza;
  • la formazione di microaneurismi nei tessuti del cervello, che portano al verificarsi di un ictus;
  • il processo di filtrazione difficile delle urine a causa del restringimento del lume nei vasi dei reni.

Il grado di sviluppo dei processi patologici dipende direttamente dallo stadio dell'ipertensione essenziale.

Diagnostica

I tipi di diagnosi di ipertensione essenziale sono i seguenti:

  • analisi dei reclami dei pazienti. Il medico specifica quanto tempo fa il paziente ha avuto problemi di pressione sanguigna, quali misure ha preso, se è andato in ospedale per il trattamento. È anche importante chiarire che tipo di pressione sul paziente sta funzionando. Il corpo di ogni persona è individuale, quindi gli indicatori di pressione in alcuni casi in una persona sono superiori o inferiori agli standard accettati, mentre non portano alcuna patologia;
  • analisi dello stile di vita: uno specialista conduce necessariamente ricerche sulla dieta del paziente, l'attività fisica, l'esposizione a fattori di produzione dannosi, ecc.;
  • viene effettuata un'analisi della presenza di ipertensione essenziale nei parenti del paziente;
  • durante l'esame, il medico rivela un soffio al cuore, respiro sibilante nei polmoni, segni di aumento della massa e delle dimensioni del ventricolo sinistro del cuore, insufficienza della funzione contrattile del ventricolo sinistro, perdita di elasticità e indurimento delle pareti arteriose;
  • analisi del sangue generale. Consente di identificare i segni dello sviluppo dell'infiammazione nel corpo. Questo fatto è evidenziato dall'aumento del contenuto nel sangue del livello dei leucociti;
  • chimica del sangue. I suoi risultati consentono di valutare lo stato del metabolismo di lipidi, proteine, carboidrati e minerali. Dal livello di oligoelementi nel sangue, è possibile valutare il lavoro di molti sistemi e organi;
  • analisi delle urine: viene determinata una bassa densità delle urine, che indica una funzione renale compromessa;
  • ECG (elettrocardiografia): rivela un aumento delle dimensioni del ventricolo sinistro del cuore, nonché il grado del suo "sovraccarico";
  • EchoCG (ecocardiografia): consente di valutare le dimensioni del cuore, le condizioni delle valvole, la presenza di violazioni della funzione contrattile del cuore;
  • ABPM (monitoraggio quotidiano della pressione sanguigna): l'esame viene effettuato utilizzando un apposito dispositivo. È fissato alla cintura del paziente e collegato a un bracciale posto sopra la spalla mediante un tubo flessibile sottile. A intervalli regolari, il dispositivo pompa aria nel bracciale e misura la pressione sanguigna. Tutti i risultati della ricerca vengono archiviati nella memoria del dispositivo. Tali misure consentono di determinare con precisione le variazioni di pressione durante il giorno e valutare l'efficacia del trattamento;
  • Esame a raggi X degli organi del torace: rivela patologie nei polmoni, espansione della cavità ventricolare sinistra, cambiamenti causati dalla compattazione delle pareti dei vasi sanguigni e una serie di altre complicazioni;
  • esame ecografico dei reni: consente di tracciare i processi patologici causati dalla malattia;
  • esame del fondo con un oftalmoscopio. Il metodo consente di identificare i cambiamenti nei vasi sanguigni che sono una conseguenza dell'ipertensione.

Nella nostra clinica viene eseguita qualsiasi tipo di diagnosi. L'esperienza dei medici e delle moderne apparecchiature mediche consente di diagnosticare la malattia in una fase iniziale del suo sviluppo e prevenire le complicazioni.

Trattamento

Il medico sceglie le tattiche di trattamento dopo aver valutato le condizioni del paziente e lo stadio di sviluppo della patologia. Nelle fasi iniziali, ai pazienti viene prescritta una terapia non farmacologica, il che significa:

  • una dieta speciale mirata a limitare l'assunzione di sale e cibi ricchi di grassi animali;
  • abbandonare le cattive abitudini, in particolare il fumo e l'abuso di bevande alcoliche;
  • sbarazzarsi dello stress. In questo caso, lezioni di yoga, auto-training, sessioni con uno psicoterapeuta aiutano bene;
  • i pazienti con diagnosi di ipertensione essenziale non devono lavorare in condizioni di forte rumore e vibrazioni;
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo: allenamenti intensi estenuanti su tapis roulant dovrebbero essere sostituiti da mezz'ora di cammino.

Il trattamento farmacologico prevede l'assunzione dei seguenti farmaci:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Questo gruppo include un numero enorme di farmaci che abbassano la pressione sanguigna in diversi modi allo stesso tempo;
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina 2. I farmaci dilatano i vasi sanguigni, abbassando così la pressione sanguigna;
  • beta-bloccanti: questo tipo di farmaco allevia il dolore al cuore, rallenta il battito cardiaco e dilata i vasi sanguigni;
  • bloccanti dei canali del calcio: rallentano la penetrazione del calcio nei tessuti dei vasi sanguigni e del cuore, rallentano il battito cardiaco, dilatano i vasi sanguigni;
  • diuretici: inibiscono l'assorbimento del sodio nei reni, eliminandolo con le urine. Questo gruppo di farmaci include quelli che trattengono il potassio nel corpo. Tuttavia, hanno un debole effetto diuretico;
  • farmaci ad azione centrale volti a ridurre l'attività del sistema nervoso. Include anche farmaci che abbassano il colesterolo nel corpo..

Complicazioni

Le complicanze più comuni dell'ipertensione essenziale includono:

  • la crisi ipertensiva è un forte aumento della pressione sanguigna, manifestato da forti mal di testa, tinnito, un velo davanti agli occhi;
  • sviluppo del "cuore ipertensivo": le pareti dell'organo si ispessiscono gradualmente e la sua capacità contrattile diminuisce. Questo può portare a infarto miocardico, disturbi del ritmo cardiaco, morte cardiaca improvvisa, insufficienza cardiaca;
  • lesioni del sistema nervoso centrale: si osservano vertigini, disturbi della memoria e coordinazione dei movimenti. Se la circolazione cerebrale è compromessa, può verificarsi un ictus;
  • danno renale: c'è un aumento della produzione di urina o una maggiore voglia di urinare durante la notte;
  • danni agli occhi: emorragia, restringimento dei vasi oculari, perdita della vista.

La sindrome da ipertensione essenziale negli adulti porta ad un forte aumento della pressione sanguigna e una diminuzione delle funzioni di vari organi.

Prevenzione

Le misure di prevenzione delle malattie includono:

  • stile di vita corretto;
  • rinunciare a cattive abitudini - fumo e abuso di alcol;
  • aderenza alla corretta dieta e dieta. Dovresti mangiare più cibi contenenti fibre e ridurre al minimo i cibi grassi, piccanti e fritti;
  • attività fisica. In questo caso non parliamo del fatto che ogni persona deve sfinirsi con l'attività fisica quotidiana in palestra. Per mantenere il corpo nella norma, è sufficiente fare passeggiate all'aria aperta a ritmo moderato ogni giorno per trenta minuti;
  • sottoporsi regolarmente a visite mediche preventive, durante le quali la pressione sanguigna del paziente viene misurata senza fallo.

Per evitare complicazioni, è necessario cercare prontamente aiuto presso l'ospedale Yusupov, dove diagnosticheranno e cureranno la patologia.

La qualità dei servizi forniti in ospedale è a livello europeo. Tutte le procedure diagnostiche e terapeutiche vengono eseguite utilizzando le più moderne attrezzature mediche. Le camere sono dotate del massimo comfort per i pazienti.

Non rimandare la visita dal medico e per qualsiasi manifestazione di aumento della pressione intracranica, chiedere aiuto a medici altamente qualificati presso l'ospedale Yusupov. Chiama per telefono e il medico coordinatore risponderà a tutte le tue domande.

Ipertensione primaria (essenziale): che cos'è, quali sono le cause e il meccanismo di sviluppo della patologia, come trattare la malattia?

L'ipertensione primaria è una patologia accompagnata da indicatori di pressione sanguigna stabilmente elevati, sullo sfondo dell'assenza di violazioni da parte dell'apparato renale o di altri organi e sistemi interni. La malattia si sviluppa a seguito di una diminuzione del tono vascolare e dei disturbi cardiaci. L'ipertensione primaria o essenziale è caratterizzata da un decorso grave ed è difficile da applicare per la correzione terapeutica.

Cos'è l'ipertensione primaria e come differisce da quella secondaria

L'ipertensione arteriosa primaria differisce dalla forma sintomatica secondaria della malattia per l'assenza di altre patologie concomitanti, malfunzionamenti dei sistemi endocrino e urinario.

È accompagnato da pressione alta, palpitazioni cardiache, ritmi cardiaci anormali.

L'uso di farmaci antipertensivi non ha praticamente alcun effetto. Per questo motivo, il trattamento dell'ipertensione primaria viene effettuato esclusivamente su base individuale in ambito ospedaliero..

L'ipertensione primaria è irta dello sviluppo di complicazioni mortali, come ictus, disfunzione renale, demenza, infarto.

Le persone nella fascia di età dai 40 anni in su sono più suscettibili alla malattia. La patologia si manifesta con un aumento della pressione sanguigna sistolica e diastolica allo stesso tempo.

Classificazione della malattia

L'ipertensione arteriosa primaria è classificata dagli operatori sanitari in base a diversi criteri chiave..

Codice ICD-10

Secondo la classificazione internazionale consolidata delle malattie, l'ipertensione arteriosa primaria è elencata con il numero di codice 110. Il codice da 110 a 115 include varie forme di ipertensione, inclusa quella secondaria. Il n. 110, secondo ICD, significa circa il 90% delle patologie, con un concomitante aumento degli indicatori della pressione sanguigna.

Gravità

Terapisti e cardiologi distinguono 3 principali gradi di gravità del processo patologico, con la forma primaria di ipertensione:

  • Lieve: diagnosticato con valori di pressione sanguigna compresi tra 140 e 90 mm Hg. fino a 160 per 100 mm Hg, senza danni concomitanti a organi e sistemi interni;
  • Medio - caratterizzato da un aumento della pressione sanguigna fino a 180-110 mm Hg. Arte. In questa fase, gli organi interni sono interessati, ma le loro funzioni principali rimangono;
  • Grave: diagnosticato a segni di pressione sanguigna da 180 a 110 mm Hg. e ancora, con danni concomitanti, interruzione dell'attività degli organi e dei sistemi interni.

Separatamente, si distingue una forma isolata di ipertensione primaria, accompagnata da valori elevati della pressione sistolica superiore fino a 140 con diastole, che rientra nella norma consentita - fino a 90 mm Hg. st.

Fasi dell'ipertensione primaria

Secondo un'altra classificazione, si distinguono le seguenti 3 fasi principali dell'ipertensione arteriosa primaria:

  1. Il primo stadio dell'ipertensione procede senza sintomi concomitanti, non influisce sugli organi e sui sistemi interni;
  2. Il secondo stadio dell'ipertensione si manifesta con l'ispessimento del muscolo cardiaco e cambiamenti patologici nelle arterie. Gli organi interni sono interessati, ma allo stesso tempo viene preservata la loro funzionalità, per cui i sintomi caratteristici in questa fase sono solitamente assenti;
  3. Il terzo stadio dell'ipertensione - accompagnato da danni al cervello, apparato renale, cuore, alterazioni patologiche vascolari.

Una classificazione competente dell'ipertensione primaria, tenendo conto dei segni clinici di accompagnamento, offre ai medici l'opportunità di fare una diagnosi accurata del paziente, per sviluppare il corso terapeutico più efficace che eviti conseguenze avverse.

Le forme

A seconda della gravità del processo patologico, l'ipertensione primaria è suddivisa in 2 forme principali:

  • Benigno: procede in modo abbastanza lieve e viene diagnosticato con indicatori della pressione sanguigna da circa 140 a 110 mm Hg. Avviene sia ipodinamico (caratterizzato da un aumento simultaneo della pressione superiore e inferiore), sia isolato (manifestato da un aumento dell'indicatore sistolico o diastolico). I sintomi della malattia sono scarsamente espressi, quindi molti pazienti potrebbero non indovinare nemmeno il loro problema per molto tempo.
  • Maligno - accompagnato da un forte aumento della pressione sanguigna, fino a livelli di 180-190 di 110-120 mm Hg. e altro ancora. Con questa forma di ipertensione, le condizioni della persona peggiorano in modo significativo, i sintomi caratteristici si manifestano nel modo più chiaro possibile.

Nel caso di una forma maligna di ipertensione arteriosa primaria, il paziente necessita di cure mediche di emergenza volte a stabilizzare la pressione sanguigna. Successivamente, la terapia complessa viene eseguita sotto controllo medico obbligatorio..

Eziologia e patogenesi dell'ipertensione primaria

La patogenesi dell'ipertensione arteriosa primaria e il meccanismo di sviluppo della malattia sono dovuti a una serie di fattori predisponenti che interrompono il funzionamento di alcuni sistemi responsabili della regolazione della pressione sanguigna. Di conseguenza, gli indicatori della pressione sanguigna diventano stabilmente elevati..

I medici specialisti identificano i principali fattori di rischio e le cause dell'ipertensione arteriosa primaria, che può essere sia congenita (genetica) che acquisita..

Ipodynamia

La mancanza di attività fisica e uno stile di vita sedentario portano a una violazione del tono vascolare e dei processi di afflusso di sangue cerebrale. I cambiamenti patologici nei vasi sanguigni e nel cuore si formano gradualmente..

Secondo le statistiche, è l'ipodynamia nel 70% dei casi clinici che causa l'ipertensione primaria.

Nella zona ad alto rischio sono presenti malati allettati, disabili, persone con ridotta funzionalità motoria, anziani.

Vecchiaia

Il più delle volte l'ipertensione primaria sintomatica viene diagnosticata in pazienti di età superiore a 60 anni..

I medici lo spiegano con una violazione della regolazione del tono vascolare, che comporta lo sviluppo di stenosi cronica, cambiamenti naturali nella natura ormonale ed endocrina..

Questi fattori chiave portano a un aumento costante degli indicatori della pressione sanguigna, che a volte può raggiungere livelli critici..

Particolarmente suscettibile alla patologia del gentil sesso, durante l'inizio della menopausa.

Negli uomini più anziani, l'ipertensione si manifesta in una forma più lieve ed è più facile rispondere alla correzione terapeutica utilizzando farmaci ormonali con un maggiore contenuto di androgeni nella composizione.

Diabete

Il diabete mellito aumenta notevolmente il rischio di sviluppare ipertensione arteriosa primaria. Questa patologia endocrina, soprattutto in forma cronica, colpisce le strutture del sistema cardiovascolare, il che comporta un aumento sostenuto della pressione sanguigna.

La formazione di vasi con alterazioni patologiche, in assenza di misure tempestive adottate, spesso porta a conseguenze pericolose come la perdita della vista, cancrena.

Disturbo del metabolismo dei lipidi

L'aterosclerosi con concomitante compromissione del metabolismo lipidico porta a un restringimento stabile del lume vascolare. Di conseguenza, il grado di carico sul cuore aumenta, il polso accelera, si sviluppa aritmia.

Violazione dell'attività cardiaca e porta ad un aumento della pressione sanguigna. Sintomi e gravità dell'ipertensione primaria, che aumentano con il progredire dell'aterosclerosi.

Fumo

La dipendenza dalla nicotina ha un effetto estremamente negativo sull'emodinamica. Con una lunga esperienza di fumo, c'è un rallentamento dei processi di flusso sanguigno. Le strutture del tessuto connettivo liquido si ispessiscono gradualmente e per il loro pompaggio è necessario un aumento dell'attività cardiaca, che porta ad un aumento stabile della pressione sanguigna.

Secondo le statistiche, le persone che fumano un pacchetto di sigarette al giorno sviluppano ipertensione primaria nel 60% dei casi. Quando si fumano 2 confezioni di prodotti del tabacco durante il giorno, la probabilità di ipertensione arteriosa è del 100%!

Abuso di alcool

Nella forma cronica di alcolismo, anche un completo rifiuto dell'alcol può portare a conseguenze pericolose, fino alla morte del paziente, a seguito di gravi manifestazioni di sintomi di astinenza.

Obesità

L'eccesso di peso corporeo aumenta il carico sui vasi sanguigni e sul cuore, causando lo sviluppo di ipertensione primaria. I medici sottolineano che l'obesità non si verifica solo a causa della malnutrizione e dell'eccesso di cibo. Il principale fattore provocante è lo squilibrio ormonale. Pertanto, i pazienti richiedono assistenza qualificata, come un endocrinologo e un nutrizionista..

Stress, sovraccarico fisico

In situazioni di stress, eccessivo sforzo fisico, si ha una maggiore produzione di ormoni corticosteroidi e catecolamine, che provocano un aumento della pressione sanguigna.

Predisposizione genetica

Una storia di ipertensione primaria in parenti stretti aumenta significativamente il rischio di sviluppare questa malattia. Inoltre, l'ipertensione, provocata da un fattore ereditario, di regola, si verifica nei discendenti più pronunciati e difficili..

Malattie infettive con malattie cardiache

Patologie cardiologiche come miocardite, endocardite sono spesso accompagnate dallo sviluppo concomitante di ipertensione primaria.

Potenziali conseguenze e complicazioni

In assenza di una terapia adeguata, l'ipertensione arteriosa primaria in una forma trascurata può provocare lo sviluppo delle seguenti conseguenze e complicazioni indesiderabili:

  • Distacco della retina;
  • Ictus;
  • Disfunzione dell'apparato renale;
  • Emorragia vitreale degli organi visivi;
  • Malattia ischemica;
  • Attacco di cuore;
  • Insufficienza cardiaca congestizia.

Soprattutto con l'ipertensione primaria, sono colpiti gli organi visivi, il cuore, il cervello, i vasi sanguigni. La maggior parte delle complicazioni sono potenzialmente pericolose per la vita. Alta probabilità di cadere in stato di shock, arresto cardiaco improvviso e morte.

Sintomi

L'ipertensione primaria si manifesta con una serie di segni clinici caratteristici che è necessario conoscere per iniziare a combattere la patologia in modo tempestivo.

Segni caratteristici

I medici identificano i seguenti sintomi principali dell'ipertensione primaria:

  • Violazione della funzione vocale;
  • Nausea;
  • Attacchi di vomito che non provocano sollievo;
  • Vertigini;
  • Dispnea;
  • Deficit visivo;
  • Paresi;
  • Paralisi parziale;
  • Deterioramento della funzione uditiva, sensazione di tinnito costante;
  • Parestesia;
  • Sparare sensazioni dolorose localizzate nella parte posteriore della testa;
  • Muscoli facciali indeboliti.

Se vengono rilevati almeno alcuni dei suddetti sintomi, è necessario contattare uno specialista il prima possibile e iniziare il trattamento per l'ipertensione primaria!

Sintomi che richiedono una chiamata in ambulanza

È necessaria assistenza medica di emergenza per i pazienti con ipertensione primaria, quando compaiono i seguenti sintomi allarmanti:

  • Disturbo del ritmo cardiaco;
  • Paralisi;
  • Forti mal di testa;
  • Condizioni di svenimento;
  • Distorsione facciale;
  • Problemi con la funzione vocale;
  • Aumento degli indicatori della pressione sanguigna fino a 180 mm Hg. di 110 mm Hg. e altro ancora, indicando lo sviluppo di una crisi ipertensiva.

Con un tale quadro clinico, è necessario chiamare urgentemente il paziente "Emergenza"!

Tecniche diagnostiche

Se sospetti lo sviluppo di ipertensione primaria, dovresti consultare un cardiologo. Dopo aver studiato la storia della malattia, i sintomi attuali, lo stile di vita e le caratteristiche della dieta del paziente, l'analisi, l'anamnesi raccolta, lo specialista prescrive i seguenti tipi di test diagnostici:

  • Misurazione degli indicatori di pressione sanguigna, alternativamente su due mani del paziente;
  • Encefalografia;
  • Ecografia Doppler, che consente di monitorare i processi del flusso sanguigno localizzati nel cervello e nel rachide cervicale;
  • Ecocardiografia;
  • Misurazione della frequenza cardiaca, studio della frequenza cardiaca;
  • Angiografia vascolare;
  • Elettrocardiografia;
  • Monitoraggio giornaliero della pressione sanguigna, utilizzando un tonometro automatico, che consente a uno specialista di valutare le dinamiche e il cambiamento degli indicatori di pressione sanguigna durante il giorno.

Un esame completo consente di fornire al paziente una diagnosi accurata, di determinare lo stadio, la gravità ei fattori dello sviluppo dell'ipertensione primaria in un particolare caso clinico. Sulla base delle informazioni ricevute, il medico sviluppa il regime di trattamento individuale più efficace per la patologia.

Terapie

Il trattamento dell'ipertensione primaria deve essere completo. Terapia competente e comprende l'assunzione di farmaci, correzione dello stile di vita, terapia dietetica, procedure di fisioterapia.

Farmaci

Per combattere l'ipertensione primaria, ai pazienti vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • Alfa bloccanti (Tropafen, Tamsulosin) - stabilizzano la pressione sanguigna, migliorando il flusso sanguigno e la circolazione;
  • Diuretici (farmaco Furosemide, Diacarb, Lasix) - eliminano il gonfiore. Fenomeni stagnanti, ridurre la pressione in crisi ipertensiva;
  • Beta-bloccanti (Betaloc, Labetalol) - aiutano a ridurre il grado di stress sul cuore;
  • Antagonisti dei canali del calcio (Isradipina, Lacidipina) - combattono contro l'angospasmo, promuovono il rilassamento delle pareti arteriose. Sono prescritti per lo sviluppo di malattie ischemiche concomitanti;
  • ACE-bloccanti (Ramipril, Trandolapril, Enam compresse) - riducono il rischio di sviluppare complicanze concomitanti.

Tutti i medicinali sono prescritti dal medico individualmente. Inoltre, il dosaggio e la durata del corso terapeutico sono determinati individualmente..

Trattamento non farmacologico

Un ruolo importante nella lotta contro l'ipertensione primaria è svolto da metodi di trattamento non farmacologico come:

  • Terapia dietetica;
  • Corsi di yoga, auto-training;
  • Hirudoterapia (trattamento con sanguisughe);
  • Procedure fisioterapiche (elettrosleep, elettroforesi, magnetoterapia, laser terapia, darsonval, aromaterapia);
  • Digitopressione;
  • Fitoterapia;
  • Condurre attività psicoterapeutiche.

È importante abbandonare le cattive abitudini, mangiare bene, dare al corpo un'attività fisica regolare e fattibile.

Particolare attenzione è riservata alla dieta per l'ipertensione. Si consiglia ai pazienti di ridurre la quantità di sale, cibi grassi, tè e caffè. Il menu dovrebbe essere basato su frutta e verdura fresca.

Un buon effetto è dato dal massaggio, facendo bagni medicinali (conifere, radon, anidride carbonica, cloruro di sodio).

Previsione per la vita

In caso di decorso benigno, la prognosi medica generale per l'ipertensione primaria è favorevole..

Nella forma maligna della malattia, i tassi di mortalità sono di circa il 30-40%.

L'ipertensione primaria è una malattia grave accompagnata da un aumento sostenuto della pressione sanguigna e dallo sviluppo di complicanze concomitanti. Pertanto, è importante ai primi segni caratteristici di questa patologia cercare un aiuto professionale!

Ipertensione arteriosa primaria: fasi, diagnosi, trattamento, prevenzione

L'ipertensione arteriosa primaria è una malattia direttamente correlata al sistema cardiaco e vascolare. Quando si manifesta? Poi quando la pressione sanguigna nelle arterie aumenta regolarmente. Per normalizzarlo, al paziente vengono prescritti farmaci speciali che lo faciliteranno..

Tipi di pressione sanguigna

Quindi, in ordine. La pressione è suddivisa nei seguenti tipi:

  1. La pressione sistolica viene misurata come una lettura superiore e misura il livello di pressione sanguigna quando il cuore inizia a contrarsi ed espellere il sangue. L'indicatore dipenderà principalmente dalla forza della contrazione cardiaca..
  2. La pressione diastolica è riconosciuta dal numero più basso e consente di determinare la pressione sanguigna durante il rilassamento del muscolo cardiaco.

Va notato che anche nella norma, tali indicatori possono cambiare. Questo può essere influenzato dall'età, dallo stato emotivo generale e persino dal sesso di una persona. Mentre la persona dorme, la pressione diminuisce. Nel caso in cui sia stressato o stanco per uno sforzo fisico intenso, al contrario, inizia a crescere. Si può parlare di ipertensione arteriosa quando l'indicatore raggiunge 140/90. E questo è già molto grave.

Quali sintomi accompagnano l'ipertensione arteriosa primaria??

Un punto importante. L'ipertensione arteriosa primaria è spesso accompagnata dai seguenti sintomi:

  1. Capogiri periodici, sensazione di pesantezza alla testa e pressione sulle orbite.
  2. Può verificarsi dolore alla parte posteriore della testa o alle tempie.
  3. Il bagliore può apparire davanti agli occhi.
  4. Una persona malata soffre di acufene durante gli attacchi di ipertensione arteriosa.
  5. La pelle del viso diventa rossa.
  6. Dopo il sonno, c'è gonfiore delle palpebre, delle dita.
  7. Può verificarsi vomito.
  8. Il sudore inizia ad apparire attivamente.
  9. Compaiono i brividi, la persona diventa irritabile.

Motivi per cui può comparire l'ipertensione

Ce ne possono essere molti. Le cause dell'ipertensione sono in realtà varie. Consideriamo i principali:

  1. Inizialmente, va notato che il più delle volte gli uomini che hanno compiuto 35 anni e le donne che sono già sopravvissute alla menopausa sono colpiti.
  2. Con l'età, la pressione inizia ad aumentare. Di norma, il conto alla rovescia inizia, come detto sopra, dopo 35 anni.
  3. Può verificarsi ipertensione arteriosa primaria nei bambini. Ciò è dovuto all'eredità del bambino. Ad esempio, se qualcuno di parenti stretti ha già sofferto di una tale malattia e il bambino potrebbe avere malattie gravi.
  4. Grave stress e stress emotivo provocano il rilascio di adrenalina. Il cuore inizia a battere più velocemente e il sangue pompa in grandi volumi, aumentando così la pressione. Quando il corpo è costantemente sottoposto a tali test, l'ipertensione diventa cronica..
  5. Amare e bere troppo alcol aumenta anche la pressione sanguigna..
  6. Non dovresti mangiare molto sale perché è un'altra causa della malattia. Il sodio alimentare provoca lo spasmo delle arterie, che consente di trattenere il fluido nel corpo.
  7. L'ipertensione arteriosa primaria può verificarsi a causa dell'eccesso di peso. La fisiopatologia in questo caso è rivelata più chiaramente. Dopotutto, una persona diventa inattiva, inizia a mangiare molto cibo contenente colesterolo.
  8. L'inattività fisica è considerata una delle cause più diffuse di ipertensione. Una persona sedentaria aumenta il rischio di sviluppare la malattia del 50%. Il cuore, non abituato allo stress, alla minima azione fisica, cessa di affrontarli. In questo contesto, inizia un metabolismo rallentato nel corpo, il sistema nervoso si indebolisce e il corpo umano nel suo insieme non è in grado di resistere a fattori esterni.

Grado di ipertensione

Il quadro clinico generale può dipendere dallo stadio in cui si trova la malattia e dal suo tipo. Vale la pena notare che la malattia non passa senza lasciare traccia per gli organi interni, quindi, prima di tutto, viene valutato il livello del loro danno. Considera tutti gli stadi dell'ipertensione arteriosa primaria. Ce ne sono tre:

  1. Nella prima fase, non ci sono cambiamenti nei muscoli e negli organi. Questo grado non è troppo pericoloso, poiché la pressione può aumentare periodicamente e gli indicatori modificati non sono troppo diversi dalla norma. E la persona stessa può solo provare un leggero malessere.
  2. La seconda fase è considerata moderata. Durante questo periodo, alcuni organi possono essere colpiti. Una volta diagnosticata, il medico sarà in grado di vedere la presenza di placche aterosclerotiche. Durante l'aumento della pressione, il ventricolo sinistro del cuore aumenta, può verificarsi insufficienza renale e la retina dell'occhio si restringe. Di norma, la seconda fase inizia quando gli indicatori raggiungono 179/109.
  3. La terza fase è considerata la più difficile. Quando si verifica questa fase, si dovrebbe parlare di un decorso grave della malattia, in cui l'afflusso di sangue agli organi viene interrotto, inizia a svilupparsi un infarto e può verificarsi un ictus. La pressione supera 180/110. Allo stesso tempo, rimane stabile a lungo..

Tipi di ipertensione

È molto difficile nominare i motivi esatti per cui può verificarsi questa malattia. Ma nella maggior parte dei casi, è l'ipertensione arteriosa primaria che si verifica. Molti scienziati credono ancora che l'ereditarietà diventi la causa principale. Considera le principali forme di questa malattia:

  1. La forma iperadrenergica può essere meno comune. Ma, nella maggior parte dei casi, i giovani ne sono ammalati. Il rilascio di una grande quantità di adrenalina porta al fatto che la pressione inizia a salire. La carnagione di una persona può cambiare, diventa rossa o pallida, ha una sensazione di ansia e inizia a congelarsi. In questo caso, la pressione dovrebbe essere normalizzata il prima possibile. Altrimenti, si verifica una crisi ipertensiva. Questa ipertensione arteriosa primaria si manifesta negli adolescenti.
  2. La forma di iporenina è inerente alle persone di età avanzata. In questo caso, si osserva un alto livello di aldosterone nel corpo. Questo ormone intrappola il sodio nel corpo. Il paziente consuma molti liquidi, va un po 'in bagno e praticamente non suda. Di conseguenza, appare il gonfiore..
  3. La forma iperrenica progredisce molto rapidamente. Nella maggior parte dei casi, sono i giovani a soffrirne. Questa forma è molto difficile. La pressione salta da 230 a 130, la testa inizia a girare, compaiono nausea e vomito.

Qualunque sia la forma di ipertensione arteriosa primaria, deve essere trattata immediatamente. Altrimenti, le conseguenze possono essere più che deplorevoli..

Qual è l'essenza dell'ipertensione arteriosa essenziale?

Tutto è estremamente semplice. Un indicatore di ipertensione arteriosa essenziale primaria è la pressione prolungata e sostenuta. Il suo pericolo sta nel fatto che tutte le funzioni del sistema corporeo vengono interrotte, influenzando il tono dei vasi sanguigni. È per questo che il paziente può sperimentare uno spasmo delle arterie. Se la pressione alta di questo tipo non viene trattata, di conseguenza, il paziente può sperimentare la sclerosi delle arteriole e l'ipertensione stessa diventerà più persistente. Gli organi umani ei loro tessuti non saranno in grado di ricevere la nutrizione necessaria, il che porterà naturalmente a problemi al cuore e ai vasi sanguigni.

Labile ipertensione

Un punto importante. L'eziologia dell'ipertensione arteriosa primaria può essere suddivisa in due tipi. Entrambi sono ipertensione. Primario e secondario. Tra l'ipertensione primaria, ce n'è un altro tipo. Speciale. Questa è l'ipertensione arteriosa labile. È difficile definirla una malattia. Molto probabilmente, è corretto parlare del confine quando si verificano piccoli picchi di pressione. Ma se non presti loro abbastanza attenzione, potrebbero trasformarsi in patologie croniche. Spesso queste gare si svolgono da sole. Le persone con ipertensione labile sono considerate abbastanza sane. Tuttavia, devi stare attento alla tua salute e monitorare tutti i cambiamenti di pressione..

Come diagnosticare la pressione alta

Tutta la diagnostica può essere suddivisa in tre metodi principali. Consideriamo ciascuno di essi:

  1. Prima di tutto, vale la pena misurare la pressione sanguigna, per questo viene utilizzato un tonometro. La pressione superiore non deve superare 140-120 e quella inferiore deve essere 80-90. Durante la misurazione, è importante tenere conto dello stato emotivo, per alcune persone con problemi al sistema nervoso, con piccoli scoppi emotivi, la pressione aumenta. In questo caso, la persona dovrà calmarsi e misurare nuovamente la pressione..
  2. Il prossimo metodo diagnostico dovrebbe essere un esame medico e un esame completo del paziente. Il medico sarà in grado di raccogliere anamnesi, scoprire se una persona ha malattie croniche, analizzare tutti i fattori che possono riguardare il rischio della sua salute, stabilire l'ereditarietà e la sua relazione con l'ipertensione. L'esame del medico include anche un esame fisico. Ti consente di determinare il livello dei soffi cardiaci e dei cambiamenti nei suoi toni, questo viene fatto usando un fonendoscopio. Inoltre, può essere prescritto un esame del sangue biochimico, che aiuterà a escludere l'aterosclerosi.
  3. Se una persona ha anche ipertensione arteriosa primaria, la diagnosi non sarà completa a meno che non venga eseguito un elettrocardiogramma. Questo metodo è semplicemente insostituibile, poiché è con l'aiuto di esso che è possibile determinare i disturbi nel lavoro del cuore. Inoltre, uno specialista può prescrivere un'ecografia del cuore, nel qual caso è possibile ottenere informazioni complete sui difetti del cuore e sulle condizioni delle valvole.

Naturalmente, questi non sono tutti metodi diagnostici, ma sono considerati i più comuni, più informativi e accurati. Permettendoti di avere un quadro completo della malattia.

Come trattare?

La prevenzione primaria dell'ipertensione arteriosa è prescritta a tutti i pazienti o anche a coloro che hanno il minimo sospetto della malattia. Tutto ciò consente di aumentare l'effetto della terapia farmacologica. Vale la pena considerare inizialmente attentamente il tuo stile di vita. Ad esempio, una persona che soffre di ipertensione dovrebbe rinunciare alle dipendenze:

1. Smetti di fumare, poiché ha un effetto molto negativo sui vasi sanguigni.

2. Non bere bevande alcoliche. Se è difficile rifiutare completamente, ridurre significativamente il loro dosaggio. C'è una certa dose, che è ancora accettabile, ma solo un medico può dirti di più su questo..

3. Non mangiare cibi troppo salati e piccanti. Il sale è difficile da rimuovere dal corpo a pressione elevata. Quindi, il paziente ha un grande gonfiore.

4. Con la pressione alta, è necessario utilizzare farmaci contenenti magnesio e calcio. La maggior parte degli elementi si accumula nel corpo e solo allora porta sollievo.

Una persona può soddisfare tutte le condizioni di cui sopra da sola. Lo specialista, a sua volta, consiglierà i seguenti passaggi nel trattamento dell'ipertensione:

  1. Se il paziente è in sovrappeso, dovrà normalizzarlo e ciò richiederà una dieta.
  2. È necessario rafforzare costantemente i muscoli e per questo è necessario eseguire esercizi fisici speciali.
  3. Se esiste il rischio di complicazioni al cuore o ai vasi sanguigni, viene prescritta la terapia farmacologica. Attualmente, solo sei gruppi di farmaci vengono utilizzati per regolare la pressione. Nel caso in cui il paziente abbia ipertensione arteriosa primaria, il trattamento sarà efficace con beta-bloccanti e diuretici tiazidici.

Prevenzione

Come ogni malattia, l'ipertensione arteriosa è più facile da prevenire che da curare, quindi i medici consigliano di pensare alla propria salute sin dalla giovane età. Ad esempio, se ci sono parenti in famiglia che soffrono di ipertensione, ci sono tutte le possibilità di "guadagnare" questa malattia per eredità.

Viene praticata la prevenzione primaria e secondaria dell'ipertensione arteriosa. Qual e il punto? La prevenzione di base ha lo scopo di eliminare i fattori che possono influenzare il rischio di complicanze della malattia. Per fare questo, devi solo cambiare il tuo ritmo di vita, fare sport, monitorare la tua dieta e stare all'aperto più spesso. Il cuore si abituerà gradualmente a tali carichi, la circolazione sanguigna migliorerà e gli organi interni saranno in grado di ricevere la nutrizione necessaria. Anche il metabolismo migliorerà. La prevenzione primaria dell'ipertensione include anche il controllo emotivo. Cioè, una persona deve evitare lo stress, essere meno nervosa e imparare a reagire in modo scettico ad alcuni problemi..

La prevenzione secondaria prevede l'uso di determinati farmaci. Se la pressione aumenta, dovrebbe essere normalizzata nel tempo. Per questo, i medici raccomandano di tenere a casa i farmaci per la pressione sanguigna. Dovrebbe essere misurato periodicamente con un tonometro. È importante ricordare che l'ipertensione arteriosa primaria può essere asintomatica. Le persone che hanno raggiunto l'età di 45 anni dovrebbero sottoporsi ogni anno a esami preventivi da un cardiologo e terapista.


Articolo Successivo
Cosa fare se le dita della mano destra sono insensibili