Prevenzione e trattamento dell'ipertensione polmonare


Cos'è l'ipertensione polmonare e quale trattamento viene utilizzato per questa patologia?

Recentemente è stata prestata molta attenzione al problema della pressione arteriosa e alle relative complicanze. L'ipertensione polmonare (PH) è della massima preoccupazione per i medici.

I dati e le statistiche sanitarie più recenti mostrano la diffusione della patologia in pazienti con varie malattie croniche.

Caratteristiche della patologia
Il grado della malattia
Quanti vivonoLa prognosi senza trattamento non supera i 3 anni. La terapia rapida può liberare completamente una persona dalla patologia.

Che tipo di patologia

L'ipertensione polmonare è un aumento persistente e progressivo della pressione sanguigna nell'arteria polmonare che è pericolosa per la vita.

La pressione nelle arterie sale sopra la media:

  1. Più di 25 mm Hg. in uno stato di rilassamento e riposo;
  2. Più di 30 mm Hg. con carico attivo.

La patologia è espressa dalla presenza di ipertensione polmonare precapillare, che spesso porta alla formazione di insufficienza cardiaca ventricolare destra.

Esistono 2 tipi di LH: forma primaria e secondaria. La patologia può essere diagnosticata in qualsiasi persona, indipendentemente da razza, età, sesso. Ma il più delle volte diagnosticato nelle donne sopra i 35 anni.

Tabella: Classificazione clinica dell'ipertensione polmonare

Idiopatico (primario). Fattori di rischio: giovane età, sesso femminile, malattie concomitanti, uso di anoressizzanti, uso di olio di colza

Causato dall'assunzione di droghe e tossine

Concomitante con malattie del tessuto connettivo, virus dell'immunodeficienza umana, ipertensione portale, difetti cardiaci

Ipertensione arteriosa polmonare persistente del neonato

Malattia veno-occlusiva polmonare

• difetti valvolari

Ipertensione arteriosa polmonare
Ipertensione polmonare dovuta a patologia del cuore sinistro
Ipertensione con patologia respiratoria e / o ipossiemia• broncopneumopatia cronica ostruttiva

• malattia polmonare interstiziale

• altre patologie polmonari con disturbi misti restrittivi e ostruttivi

• sindrome da ipoventilazione alveolare

• ipertensione polmonare d'alta quota

• disturbi respiratori durante il sonno

Ipertensione polmonare tromboembolica cronica
Forme miste• malattie ematologiche

• altro

Metodi diagnostici


La diagnosi di patologia polmonare consiste in un esame completo e nell'istituzione di una diagnosi accurata. Identificazione del tipo, classe di malattia e valutazione delle capacità funzionali.

Tabella: Raccomandazioni per la ricerca

• Esame e raccolta di anamnesi

Approvazione del grado clinico

• test di funzionalità polmonare

• analisi della composizione gassosa del sangue arterioso

• scintigrafia polmonare per ventilazione e perfusione

Valutazione patologica

• tipo - esami del sangue, immunologia, test HIV,

esame ecografico (ecografia) degli organi interni

• capacità funzionale dei pazienti - prova del cammino di 6 minuti, prova da sforzo cardiopolmonare

Fase 1
Fase 2Conferma della diagnosi

• radiografia del torace

• parametri emodinamici:

Fase 3
Fase 4

La difficoltà nel condurre studi diagnostici della PH è l'assenza di sintomi clinici pronunciati. L'individuazione e la diagnosi intempestive portano a un decorso rapido e alla progressione della malattia.

Sintomi della malattia

Se l'ipertensione polmonare non viene diagnosticata, i sintomi di dispnea persistente dovrebbero essere la ragione per richiedere assistenza medica. Dovresti anche prestare attenzione agli attacchi acuti di tosse e affaticamento..

I principali segni e sintomi dell'ipertensione polmonare sono:

  • Mancanza di respiro con poco esercizio;
  • Debolezza generale, affaticamento, malessere;
  • Diminuzione dell'appetito;
  • Tosse ed emottisi;
  • Dolori compressivi e doloranti nella zona del torace;
  • Vertigini e svenimenti;
  • Gonfiore degli arti inferiori.

Tabella: Prognosi dell'ipertensione polmonare

Miglior previsioneFattori prognosticiPeggiore previsione
noSegni clinici di insufficienza cardiaca ventricolare destrac'è
LentoLa velocità di progressione dei sintomiPresto
noSincopec'è
I, IIFC (WHO)IV
500 m *Distanza nel test 6-MX300m
Consumo di picco di O2> 15

ml / min./kg

Stress test cardiopolmonarePicco di consumo di O2 2 cmParametri EchoCGPresenza di versamento pericardico

Escursione sistolica dell'anello della valvola tricuspide 2,5 l / min / m2

Parametri emodinamiciPressione atriale destra> 15 mmHg.

SONO DISPONIBILI CONTROINDICAZIONI Indice cardiaco
CONSULTAZIONE NECESSARIA DEL MEDICO ASSISTENTE

L'autore dell'articolo è Ivanova Svetlana Anatolyevna, terapista

Cos'è l'ipertensione polmonare: sintomi, trattamento e prognosi di vita

L'ipertensione polmonare (PH) è un aumento della pressione media nell'arteria polmonare fino a 25 mm Hg. Arte. e altro ancora.

Il risultato è un aumento della resistenza nel flusso sanguigno, malnutrizione del ventricolo destro del cuore e lo sviluppo di complicazioni formidabili da tutti gli organi e sistemi a causa di grave ipossia.

Nell'80% dei casi (dati della comunità europea di cardiologia) si verifica la morte.

Inoltre, le prospettive per un tale scenario sono caratterizzate da un numero di 3-10 anni, a volte meno con un decorso aggressivo del processo principale.

Il contingente di pazienti è costituito da giovani donne di età inferiore ai 40 anni. Secondo le statistiche, il rapporto tra il gentil sesso e gli uomini è caratterizzato da 4-5: 1. La mortalità tra la parte più forte dell'umanità, tuttavia, è significativamente più alta.

Un decorso a bassa sintomatologia, l'assenza di manifestazioni specifiche porta al fatto che la diagnosi viene fatta in una fase avanzata, quando è quasi impossibile aiutare. E a volte anche in base ai risultati dell'esame post mortem.

Non sono state sviluppate misure preventive specifiche, così come metodi di screening precoce.

La pressione normale media nell'arteria polmonare a riposo è di 14 ± 3 mm Hg e non supera i 20 mm Hg..Diagnosi: l'ipertensione polmonare viene effettuata quando l'indicatore è superiore a 25 mm Hg. a riposo secondo i dati di cateterizzazione del cuore destro.

Il meccanismo di sviluppo della malattia

La condizione patologica precede la stenosi o il restringimento del lume dei vasi sanguigni, inclusi piccoli rami e strutture medie che si estendono dall'arteria polmonare.

L'endotelio, cioè il rivestimento interno dei vasi, si ispessisce. È un meccanismo adattivo.

La pressione nell'arteria polmonare cresce progressivamente, rapidamente, aumenta il carico sul ventricolo destro, che porta alla sua ipertrofia (ispessimento).

La capacità contrattile diminuisce, i fenomeni di arresto cordiaco aumentano. Si forma un processo patologico classico: cuore polmonare.

Procede diversamente per tutti, ma non sempre si ottiene un esito favorevole.

Fattori di rischio

L'ipertensione polmonare è un mistero sia per i pneumologi che per i cardiologi. La patogenesi non è stata stabilita. Possiamo solo parlare di fattori che aumentano il rischio di un processo che causa la malattia..

Assunzione di contraccettivi orali

Distrugge il normale equilibrio ormonale fino al midollo. I farmaci estro-progestinici provocano un calo artificiale del progesterone, che è parzialmente responsabile di un'adeguata inibizione dei processi proliferativi nel corpo (interrompe la divisione di alcune cellule), ed è questa sostanza che contribuisce alla regolazione stabile del tono vascolare nel gentil sesso.

Un aumento degli estrogeni provoca processi infiammatori, aggrava il decorso dell'ipertensione. Apparentemente, questo è esattamente ciò che è associato alla maggiore prevalenza nelle donne.

Aumento grave e prolungato della pressione sanguigna

I problemi polmonari possono essere una complicazione delle malattie cardiovascolari. Questo è un risultato naturale se non viene trattato o se viene somministrata la terapia sbagliata..

In parte la colpa è dei medici che non sono in grado di fare la diagnosi corretta e rispondere in tempo alla minaccia imminente.

Storia famigliare

Nella maggior parte dei casi non importa. Poiché le malattie da sole non vengono ereditate. Allo stesso tempo, altre generazioni dalle precedenti ricevono le caratteristiche del sistema circolatorio e immunitario.

La pressione sanguigna è osservata in quasi tutti i discendenti di una persona con ipertensione. È possibile prevenire lo sviluppo di malattie attraverso la prevenzione, ma poche persone prestano attenzione a questo problema.

Il potenziale per la formazione di patologie del sistema cardiovascolare è determinato dal numero di parenti malati e dal sesso: le donne sono suscettibili al massimo grado a causa delle caratteristiche genetiche.

L'ipertensione polmonare in una tale situazione diventa secondaria, si sviluppa a seguito di un aumento corrente a lungo termine della pressione sanguigna o di patologie autoimmuni.

Problemi con le difese del corpo

Malattie come l'artrite reumatoide, il lupus eritematoso sistemico, la tiroidite di Hashimoto e altre patologie autoimmuni influenzano la probabilità di sviluppare ipertensione polmonare.

Secondo le statistiche, i pazienti con le diagnosi descritte soffrono quasi tre volte più spesso delle persone relativamente sane. Una correlazione simile è stata notata già 20-30 anni fa.

Pertanto, l'ipertensione polmonare è idiopatica. È difficile, se non impossibile, determinare le ragioni specifiche dello sviluppo della condizione..

La ricerca specifica su questo tema è ancora in corso. La determinazione dell'eziologia, la patogenesi consentirà di sviluppare tattiche terapeutiche efficaci, misure per lo screening precoce e la prevenzione.

Nonostante tutto quanto sopra, la malattia è considerata rara e viene diagnosticata nel 7-13% delle situazioni cliniche, che non sono così tante.

I principali fattori di sviluppo della malattia nei pazienti

Anche le ragioni non sono completamente comprese. In parte riuscito a identificare alcune patologie che possono portare allo sviluppo di ipertensione polmonare secondaria.

  • Insufficienza cardiaca congestizia. Interruzione degli atri e dei ventricoli a causa di una cattiva alimentazione o di altri fattori. Spesso finisce con un infarto miocardico.

Ma uno non interferisce con l'altro. I disturbi circolatori acuti possono essere combinati con l'aumento dei sintomi dell'ipertensione polmonare.

  • Difetti cardiaci congeniti e acquisiti. Come risultato di un funzionamento improprio (ad esempio, con la stenosi della valvola aortica), il carico sulle arterie è distribuito in modo non uniforme. Spesso questo porta all'espansione patologica dell'endoteolo (rivestimento interno del vaso), ipertrofia.
  • Broncopneumopatia cronica ostruttiva. Un processo distruttivo che prima o poi visita i fumatori e i lavoratori delle industrie pericolose.

È determinato dalla massa dei sintomi, l'ipertensione polmonare è una conseguenza tardiva della malattia, la sua complicanza particolarmente formidabile, allo stesso tempo la più silenziosa e invisibile.

  • Trombosi cronica dell'arteria polmonare e dei suoi rami. Il blocco parziale del lume da parte di oggetti patologici colpisce: coaguli di sangue, bolle d'aria. Il primo è molto più comune.

Il processo deve essere trattato con urgenza, poiché un blocco parziale può diventare completo.

Quindi, disturbi circolatori, un cambiamento acuto nella natura dell'attività cardiaca e morte entro pochi minuti.

  • Ipoventilazione dei polmoni. Come risultato di un lungo corso di patologie dell'apparato respiratorio: dalla bronchite distruttiva all'asma e altri processi dello stesso tipo. La causa principale viene trattata.

La terapia etiotropica non dovrebbe danneggiare il sistema cardiovascolare. Spesso pneumologi e allergologi prescrivono i glucocorticoidi in modo sconsiderato, completamente indipendentemente dalle conseguenze.

E questi sono molto comuni. Compreso un aumento della pressione nell'arteria polmonare, aorta.

  • Miocardite. Patologia infiammatoria del cuore (strato muscolare medio dell'organo). Si presenta come una complicazione di malattie infettive, meno spesso come fenomeno primario. Provocato dalla flora piogenica.
  • Cirrosi epatica. Epatonecrosi acuta. In altre parole, un processo distruttivo che colpisce gli epatociti (cellule d'organo).

Il più delle volte si trova in alcolisti esperti. Meno spesso nei pazienti con epatite B, C, che soffrono di intossicazione da farmaci.

I polmoni non soffrono in primo luogo, questo è un sintomo di una malattia sviluppata, quando il processo distruttivo raggiunge il 40-50% del volume totale del fegato.

La forma compensata presenta rischi inferiori, sebbene non possa essere cancellata..

  • Infezione da HIV. A causa dello sviluppo dell'indebolimento del sistema immunitario a livelli critici, i pazienti con AIDS vengono osservati quasi senza eccezioni (ogni terzo soffre). Questo è un altro fattore nella morte prematura di pazienti con un profilo simile..

Classificazione clinica del processo patologico

L'ipertensione polmonare può essere suddivisa per diversi motivi. Entrambe le tipologie presentate di seguito sono riconosciute nella pratica medica..

A seconda del grado di restrizione, della gravità del processo, esistono diverse classi:

  • Primo. È caratterizzato da cambiamenti minimi negli organi e nei sistemi. L'ipertensione polmonare di 1 ° grado è il momento più favorevole per il trattamento, ma è incredibilmente difficile identificare la patologia. È necessario guardare in modo specifico, a causa dell'assenza di sintomi, non è immediatamente possibile sospettare il problema.
  • Secondo. I cambiamenti sono già più pronunciati. C'è un ispessimento del cuore, ma insignificante. L'attività fisica diminuisce leggermente, i sintomi sono minimi. In questa fase, è ancora possibile invertire il processo senza conseguenze speciali per il corpo del paziente, ma in un ospedale è già necessario un trattamento complesso.
  • Terzo. I sintomi sono abbastanza evidenti. Ma è ancora non specifico, il che non consente la consegna e la verifica tempestive della diagnosi. Un professionista competente sarà in grado di sospettare che qualcosa non andasse a occhio, basta condurre ricerche specializzate.
  • Il quarto. Stadio estremo e terminale. Il quadro clinico è ovvio, ma anche in una situazione del genere non ci sono sintomi caratteristici. Il processo può essere facilmente confuso con l'ipertensione classica. La diagnosi viene fatta proprio in questo momento, e un po 'più spesso già durante l'autopsia.

La classificazione generalmente accettata, tuttavia, non fornisce risposte sulla provenienza del processo. Questa domanda è risolta dalla seconda tipologia, a seconda dell'eziologia..

  • Fattore ereditario. Il dibattito sull'impatto di un simile momento è in corso da più di un anno e continuerà lo stesso importo. Apparentemente, la predisposizione genetica è di grande importanza.
  • Eziologia idiopatica. Questa diagnosi viene fatta quando è impossibile capire la situazione. Cioè, la clinica è ovvia, le ragioni non sono chiare.
  • Forma associata. È caratterizzato da una natura secondaria. Si sviluppa a seguito della formazione dell'uno o dell'altro processo patologico che causa la malattia.
  • Persistente. Appare nei neonati, ma anche i fattori di formazione non sono compresi. Possibile connessione tra il periodo perinatale e il problema.
  • Farmaco o tossico. Come risultato dell'uso a lungo termine di corticosteroidi, tonici e altri farmaci complessi con effetti collaterali devastanti.

Altri possibili gruppi di farmaci: antidepressivi e normotimici, antipsicotici, soprattutto di vecchia generazione, tipici, ibuprofene e antinfiammatori di origine non steroidea, antibiotici e, già citati all'inizio del materiale, contraccettivi orali.

Anche l'assunzione di sostanze psicoattive influisce. Farmaci come la cocaina e l'anfetamina colpiscono duramente i polmoni, il cuore e i vasi sanguigni..

Anche un'accoglienza di breve durata si fa sentire con conseguenze negative di questo tipo.

L'ipertensione polmonare si forma come risposta a un processo patologico; è rara come malattia primaria. La percentuale esatta non è nota.

Sintomi, generali e dipendenti dallo stadio

Tra le manifestazioni tipiche di tutte le fasi del processo patologico:

  • Mancanza di respiro senza una ragione apparente. I polmoni non possono funzionare normalmente a causa della cattiva circolazione.
  • L'ipossia e il metabolismo cellulare alterato portano all'inibizione della sintesi di ATP. Quindi, debolezza muscolare, incapacità di muoversi normalmente, stanchezza rapida e altre manifestazioni dello stesso tipo..
  • Tosse. Persistente, senza catarro, improduttivo e secco. Accompagna sempre l'ipertensione polmonare.
  • Raucedine, incapacità di controllare la voce.
  • Tachicardia dovuta all'interruzione del normale apporto di sangue e sostanze nutritive al cuore.
  • Svenimento.
  • Ischemia delle strutture cerebrali e, di conseguenza, vertigini, cefalea, nausea, vomito. Fino ai fenomeni di ictus.
  • Gonfiore degli arti inferiori.
  • Dolore nell'ipocondrio destro. Possono essere primari, a seguito di danno epatico o secondari, a seguito del coinvolgimento dell'organo nel processo patologico.

L'assenza di manifestazioni specifiche porta all'impossibilità di una diagnosi tempestiva. D'altra parte, si forma un quadro clinico pronunciato quando la pressione nella nave aumenta di 2 volte rispetto ai valori normali..

  • Fase 1. L'attività fisica non cambia. I carichi intensi portano a vertigini, cefalea, mancanza di respiro, fenomeni di ipossia tissutale di natura minore.
  • Fase 2. Lieve diminuzione dell'attività fisica. Il paziente può ancora impegnarsi nelle attività quotidiane di routine. Ma con alcune limitazioni. Il risultato è mancanza di respiro, palpitazioni, problemi muscolari.
  • Fase 3. Una significativa diminuzione della forza. Impossibile, inclusa un'attività minima.
  • Fase 4. I sintomi compaiono anche a completo riposo..

L'ipertensione polmonare moderata è il momento migliore per iniziare la terapia. Le conseguenze catastrofiche non sono ancora arrivate ei segnali sono abbastanza pronunciati.

È ancora meglio eseguire un trattamento specifico sul nascere della condizione. I sintomi dell'ipertensione polmonare si sviluppano dai polmoni, dai vasi sanguigni, dal cuore.

Diagnostica

I pazienti con sospetta ipertensione polmonare vengono esaminati da un pneumologo e un cardiologo in tandem. Lo schema delle misure diagnostiche si presenta così:

  • Intervista al paziente. Di solito, la prima lamentela che le persone fanno è una pronunciata mancanza di respiro, un fastidio toracico pressante.
  • Prendendo l'anamnesi. L'ereditarietà gioca un ruolo importante, come già accennato..
  • Esplorazione di dati visivi. Nei pazienti con ipertensione polmonare, c'è una deformazione delle falangi distali delle dita e delle unghie secondo un tipo specifico.
  • Ascoltando il suono del respiro. Determina l'attenuazione dei toni, la loro divisione.
  • Elettrocardiografia. Valutare le condizioni generali del cuore e l'intensità del suo lavoro. Viene eseguito al primo momento. Ti permette di notare deviazioni minime.
  • Ecocardiografia. Viene rivelata l'ipertrofia ventricolare destra.
  • Tomografia, principalmente tomografia computerizzata. Le arterie polmonari si ingrandiscono e si dilatano, il che è specifico per la condizione in questione. Vengono rilevati cambiamenti dal cuore.
  • Radiografia dei polmoni. Non abbastanza informativo, ma più accessibile.
  • Cateterismo arterioso. Condotto con cautela, consente di misurare rapidamente la pressione all'interno della struttura anatomica.
  • Angiopolmonografia.
  • La valutazione dell'indicatore del tonometro è di routine (utilizzando un dispositivo domestico).
  • Infine, potrebbe essere necessario un monitoraggio quotidiano.

Lo schema diagnostico è approssimativamente il seguente. La priorità può essere modificata a discrezione dei massimi esperti.

Trattamento farmacologico

Viene eseguita come misura primaria. Farmaci prescritti dei seguenti gruppi farmaceutici:

  • Vasodilatatori. Normalizza lo strato muscolare. Ma dovrebbero essere usati con cautela, poiché esiste un alto rischio di forte stenosi con aggravamento della condizione. Dosaggi e nomi sono selezionati da un team di medici.
  • Diuretici Consente di "guidare" il fluido in eccesso e normalizzare la pressione sanguigna.
  • Inalazione di ossigeno per compensare la mancanza di sostanza durante la respirazione naturale.
  • Statine. Ti permettono di combattere l'eventuale processo aterosclerotico. Nella maggior parte dei casi, è lì, il che aggrava la situazione già difficile del paziente..
  • Anticoagulanti. Normalizza le proprietà reologiche del sangue. Sono usati con cautela a causa della possibilità di emorragie interne letali..

Il trattamento conservativo dell'ipertensione polmonare è efficace negli stadi 1-2, quando la malattia non è ancora passata allo stadio terminale. I nomi specifici dei farmaci vengono selezionati dai medici curanti che guidano il paziente.

È necessario scegliere il dosaggio e la combinazione corretti, è meglio farlo in condizioni stazionarie (pneumologia o cardiologia).

Chirurgia

Mostrato con l'inefficacia dei metodi conservativi. Consiste nel trapianto di polmone e cuore. Al momento, nelle condizioni della realtà russa e delle realtà dei paesi della CSI, è quasi impossibile aspettare in coda per un'operazione del genere.

Anche in altri stati, tutto non è roseo, il che è dovuto a una legislazione medica imperfetta e, di conseguenza, a un piccolo numero di potenziali donatori..

Come misura chirurgica per il tromboembolismo, viene prescritta la tromboendarterectomia polmonare (un'operazione per rimuovere un coagulo di sangue dai rami iniziali dell'arteria polmonare).

Il metodo consente di rimuovere il carico dal ventricolo destro, ma è fattibile solo fino a quando il coagulo di sangue inizia a degenerare nel tessuto connettivo.

Previsione

La forma primaria di ipertensione polmonare è sfavorevole, anche troppo. I pazienti vivono non più di 1-2 anni.

Secondario procede più facilmente, soprattutto con una risposta favorevole alla terapia. C'è una possibilità di compensazione e buona sopravvivenza.

Con un processo corrente a lungo termine con una pressione persistentemente alta nell'arteria polmonare, il paziente muore entro 5 anni.

Infine

L'ipertensione polmonare è una complicanza pericolosa di molte malattie. Richiede un approccio serio e l'assistenza di un intero gruppo di specialisti.

È impossibile esitare con la diagnostica, ogni giorno conta. Se l'esordio è ritardato, la morte è quasi garantita a breve termine.

Ipertensione polmonare

L'ipertensione polmonare è una condizione patologica che può rappresentare un pericolo per la vita del paziente. Con lo sviluppo della malattia, c'è una graduale chiusura del lume dei vasi dei polmoni, a seguito della quale la pressione aumenta e il funzionamento del ventricolo destro e dell'atrio viene interrotto. Nell'ospedale Yusupov viene eseguita la diagnostica e il trattamento di pazienti con ipertensione polmonare. I cardiologi dell'ospedale Yusupov utilizzano metodi moderni di studi strumentali e di laboratorio per rilevare l'ipertensione nella fase iniziale. La diagnosi tempestiva dell'ipertensione polmonare aumenta la probabilità di un esito favorevole del trattamento.

Gli esperti attribuiscono l'ipertensione polmonare a una delle malattie più comuni del sistema cardiovascolare. Le donne di età compresa tra i 30 ei 40 anni hanno maggiori probabilità di ammalarsi rispetto agli uomini. Un paziente con ipertensione polmonare potrebbe non consultare un medico nelle fasi iniziali del processo patologico, poiché il quadro clinico è piuttosto sfocato. Questa malattia è caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna nell'arteria polmonare a riposo di 25 mm Hg. Art., E con sforzo fisico - di 50 mm Hg. Arte. e.

L'ipertensione polmonare, se non trattata, porta all'insufficienza ventricolare destra, che può essere fatale. Se rilevi segni di ipertensione polmonare, contatta immediatamente l'ospedale Yusupov.

I medici identificano diversi tipi principali di ipertensione polmonare:

Primaria: una malattia di origine sconosciuta, che può essere congenita o acquisita. La malattia si chiama "ipertensione polmonare idiopatica". È caratterizzato da cambiamenti nell'arteria polmonare e allargamento del ventricolo destro. L'ipertensione polmonare primaria è la causa della disabilità del paziente e, se non trattata, è fatale;

Secondario - si sviluppa come complicazione di altre malattie: difetti cardiaci congeniti e acquisiti, infezione da HIV, malattie del tessuto connettivo, asma bronchiale, patologia dell'apparato respiratorio. La malattia può svilupparsi a causa del blocco dei vasi sanguigni nei vasi sanguigni. In questo caso viene diagnosticata l'ipertensione polmonare cronica..

Il grado di ipertensione polmonare per pressione

I medici dell'ospedale Yusupov usano l'ecocardiografia o il cateterismo cardiaco per determinare la gravità della malattia. Esistono tre gradi di gravità dell'ipertensione polmonare:

Aumento della pressione nell'arteria polmonare di 25-45 mm Hg. Arte. Indica il I grado della malattia;

Aumento della pressione di 45-65 mm Hg. Arte. - ipertensione polmonare II grado;

Aumento della pressione di oltre 65 mm Hg. Arte. - ipertensione polmonare III grado.

Anche la sindrome da ipertensione polmonare è classificata in base al quadro clinico osservato. Allo stesso tempo, si distinguono 4 classi:

Classe I: non si osserva alcuna diminuzione dell'attività fisica nei pazienti. L'esercizio abituale non causa mancanza di respiro, vertigini, debolezza e dolore;

Classe II: i pazienti sperimentano una diminuzione dell'attività fisica. Sotto stress normale, il paziente avverte vertigini, mancanza di respiro, dolore al petto, debolezza. A riposo, questi sintomi scompaiono;

Classe III: l'attività fisica dei pazienti è significativamente ridotta. Con un leggero carico compaiono i sintomi caratteristici di questa malattia;

Classe IV: significativa diminuzione dell'attività. L'ipertensione polmonare di grado 4 è caratterizzata da sintomi gravi sia a riposo che con uno sforzo fisico minimo.

Sintomi

L'ipertensione polmonare non ha sintomi pronunciati, quindi il trattamento inizia nelle fasi successive della malattia. All'inizio della malattia si possono riscontrare i seguenti sintomi:

La comparsa di una leggera mancanza di respiro a riposo o con poca attività fisica;

Voce rauca o tosse secca;

Perdita di peso senza motivo apparente;

Battito cardiaco accelerato, con il decorso della malattia nel collo del paziente, si nota chiaramente la pulsazione della vena giugulare;

Umore depresso e costante sensazione di stanchezza e debolezza;

Svenimenti e vertigini, che sono il risultato dell'ipossia - una mancanza di ossigeno.

Nelle fasi successive, l'ipertensione polmonare si manifesta con i seguenti sintomi:

Violazione del ritmo cardiaco - aritmia;

Sintomi di ischemia miocardica e attacchi di angina pectoris, in cui il paziente è colto da una sensazione di paura, compare il sudore freddo e il dolore appare dietro lo sterno;

Emottisi e striature di sangue nell'espettorato.

Nella fase terminale, si verifica la morte dei tessuti, che si verifica a causa della formazione di coaguli di sangue nelle arteriole. Le crisi ipertensive nei pazienti si manifestano di notte. L'insufficienza cardiaca acuta o il blocco di un'arteria polmonare da parte di un coagulo di sangue possono essere una delle principali cause di morte.

Le cause della malattia

Le cause dell'ipertensione polmonare sono diverse. Perché si verifica l'ipertensione polmonare idiopatica, gli scienziati non hanno ancora stabilito. La probabilità di svilupparlo è alta nelle persone con malattie autoimmuni che assumono contraccettivi orali, hanno parenti stretti con la malattia. L'ipertensione polmonare secondaria si verifica a causa di complicanze di malattie vascolari, polmoni, difetti cardiaci.

Il progressivo restringimento delle arteriole e dei capillari legati al sistema arterioso polmonare precede lo sviluppo della malattia. Nelle fasi successive delle lesioni arteriose, può verificarsi la distruzione infiammatoria della parete del vaso. A causa di questi cambiamenti nei vasi, si verifica un progressivo aumento della pressione o ipertensione arteriosa polmonare.

L'ipertensione polmonare è strettamente correlata ai disturbi del sistema cardiovascolare e dei polmoni:

Broncopneumopatia cronica ostruttiva;

Ventilazione insufficiente dei polmoni;

Interruzione della respirazione durante il sonno (apnea);

Anomalie nello sviluppo del sistema respiratorio;

Difetti cardiaci sia congeniti che acquisiti (stenosi della valvola mitrale, mancata chiusura del setto tra i ventricoli, patologia ventricolare sinistra);

Cardiopatia ischemica;

Infiammazione del miocardio - miocardite;

Insufficienza cardiaca cronica.

I fattori di rischio per lo sviluppo dell'ipertensione polmonare comprendono l'ereditarietà aggravata, l'uso di sostanze stupefacenti, alcuni farmaci (fenfluramina, Aminorex, dexfenfluramina) e farmaci chemioterapici. L'ipertensione polmonare viene spesso diagnosticata in pazienti con malattie autoimmuni. Gravi aumenti della pressione arteriosa polmonare possono essere innescati da anemia emolitica, sarcoidosi e danno alla tiroide.

Diagnostica

La pressione normale nell'arteria polmonare a riposo è di circa 15 mm Hg. Arte. Se supera i 25 mm Hg. Art., Allora questa è già una patologia. Più di 65 mm Hg. Arte. considerato il grado più grave di ipertensione polmonare.

Nell'ospedale Yusupov, la pressione viene misurata utilizzando una sonda. Viene praticata una puntura nella vena giugulare e viene inserita una sonda, il catetere attaccato raggiunge l'arteria stessa. Questa è una manipolazione molto difficile, ma oggi è considerata il modo migliore per diagnosticare l'ipertensione polmonare. La ricerca nell'ospedale Yusupov è svolta da un cardiologo altamente qualificato. Egli prescrive studi che valutano le condizioni dei polmoni e del cuore, stabiliscono la causa dell'ipertensione:

Registrazione di un elettrocardiogramma: consente di identificare l'ipertrofia del ventricolo destro e dell'atrio;

Tomografia computerizzata: fornisce informazioni sulle arterie ingrandite e sulla presenza di malattie concomitanti;

Ecocardiografia: viene eseguita per determinare la velocità del flusso sanguigno ed esaminare le cavità del cuore e dei vasi sanguigni;

Radiografia del torace - necessaria per stabilire le dimensioni del cuore e confermare la diagnosi;

Angiopolmonografia: un metodo in cui viene iniettato un mezzo di contrasto per stabilire un pattern vascolare nel sistema arterioso dei polmoni.

L'ipertensione polmonare nei neonati è estremamente rara. La stragrande maggioranza di queste diagnosi viene effettuata nei primi giorni di vita di un bambino. Questo riduce il numero di morti..

Trattamento

Gli standard per il trattamento dell'ipertensione polmonare suggeriscono una combinazione di una terapia adeguata con farmaci, l'attuazione di raccomandazioni per la riduzione dei sintomi e metodi chirurgici. I trattamenti non farmacologici per la sindrome da ipertensione polmonare comportano il mantenimento dell'equilibrio del sale marino, un esercizio moderato e l'ossigenoterapia. I medici dell'ospedale Yusupov raccomandano ai pazienti con diagnosi di ipertensione polmonare di osservare le seguenti restrizioni:

Ridurre l'assunzione di liquidi - non più di 1,5 litri al giorno. Riduci anche l'assunzione di sale;

Escludere salite ad un'altezza (non più di 1000 metri);

Evita svenimenti, mancanza di respiro e dolore al petto, che si ottengono con l'aiuto di un'attività fisica dosata.

Per il trattamento dell'ipertensione polmonare vengono utilizzati farmaci, la cui azione è volta a ripristinare la funzione dei sistemi respiratorio e cardiovascolare. Quando si utilizza il metodo farmacologico, gli specialisti riescono a ridurre il carico sul cuore, dilatare i vasi sanguigni e ridurre la pressione.

Nell'ospedale Yusupov, i cardiologi prescrivono i seguenti farmaci farmacologici a pazienti con ipertensione polmonare:

Calcio antagonisti. Cambiano la frequenza cardiaca, rilassano i muscoli dei bronchi, riducono lo spasmo dei vasi del piccolo cerchio, riducono l'aggregazione piastrinica, aumentano la stabilità del muscolo cardiaco;

Diuretici Rimuovere l'acqua in eccesso dal corpo, ridurre la pressione sanguigna;

ACE inibitori. Espandere i vasi sanguigni, ridurre il carico sul cuore, abbassare la pressione;

Agenti antipiastrinici. Riduce la capacità di adesione di eritrociti e piastrine. Impedisce loro di attaccarsi al rivestimento interno dei vasi sanguigni;

Anticoagulanti diretti. Questi farmaci prevengono la formazione di fibrina (una sostanza nel sangue che costituisce la base di un coagulo di sangue) e prevengono anche la comparsa di coaguli di sangue (trombi);

Anticoagulanti indiretti. I farmaci appartenenti a questo gruppo influenzano la coagulazione del sangue e riducono anche la coagulazione del sangue;

Antagonisti del recettore dell'endotelina;

Broncodilatatori. Questi farmaci migliorano la ventilazione polmonare;

Ossido nitrico NO sotto forma di inalazione - per vasodilatazione;

Antibiotici - se c'è un'infezione broncopolmonare;

Prostaglandine. Potenti vasodilatatori che hanno una serie di effetti aggiuntivi, come prevenire l'adesione di piastrine e globuli rossi, rallentare la formazione del tessuto connettivo e ridurre i danni alle cellule endoteliali.

L'ipertensione polmonare grave negli adulti richiede trattamenti chirurgici:

Tromboendarterectomia: rimozione di coaguli di sangue dai vasi;

Saptostomia atriale: creazione di un'apertura tra gli atri per ridurre la pressione;

Trapianto di un complesso di polmone e cuore o solo polmone - viene utilizzato nelle ultime fasi dello sviluppo della malattia e in presenza di altre malattie.

Per interrompere la progressione e prevenire le complicazioni della malattia, contattare tempestivamente gli specialisti dell'ospedale Yusupov..

Previsione

La prognosi di vita e di guarigione nell'ipertensione polmonare dipende dalla forma e dallo stadio della malattia, dalla tempestività e dall'adeguatezza della terapia. Quando si utilizzano metodi di trattamento moderni, il tasso di mortalità dei pazienti con una forma cronica della malattia è del 10%. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni per i pazienti con ipertensione polmonare primaria varia dal 20 al 35%.

I seguenti fattori influenzano la previsione complessiva:

Il grado di ipertensione polmonare per pressione - con una diminuzione della pressione nell'arteria polmonare, la prognosi sarà favorevole, con un aumento della pressione di oltre 50 mm Hg. Arte. - sfavorevole. Un paziente con diagnosi di ipertensione polmonare secondaria può avere maggiori probabilità di avere una prognosi favorevole;

Un aumento dei sintomi della malattia o una diminuzione della loro gravità;

Miglioramento o deterioramento delle condizioni del paziente con trattamento terapeutico.

Quando l'ipertensione polmonare si sviluppa nei neonati, la prognosi dipende da quanto tempo il medico identifica il problema. Nella maggior parte dei casi, sono necessari fino a tre giorni per fare una diagnosi, dopodiché i medici iniziano a eseguire una serie di misure terapeutiche.

Azioni preventive

La prevenzione della sindrome da ipertensione polmonare viene eseguita in modo completo e include le seguenti misure:

Smettere di fumare e altre cattive abitudini;

Identificazione tempestiva del problema e sviluppo del piano di trattamento;

Monitoraggio regolare dei pazienti con diagnosi broncopolmonare confermata;

Eliminazione di situazioni stressanti;

Controllo dell'attività fisica e dello stress.

L'ospedale Yusupov esegue la diagnostica e il trattamento efficace dei pazienti con ipertensione polmonare, che migliora la qualità e aumenta l'aspettativa di vita. Chiama l'ospedale Yusupov e prendi un appuntamento. Un contact center specializzato risponderà a tutte le tue domande.

Ipertensione polmonare: cause, sintomi, trattamento e prognosi

Cos'è l'ipertensione polmonare

L'ipertensione polmonare (PH) è un gruppo di malattie caratterizzate da uno stato patologico dell'apparato respiratorio del corpo causato da un aumento della pressione nell'arteria polmonare. La malattia ha un'eziologia e una patogenesi complesse, che complica notevolmente la diagnosi e il trattamento tempestivi..

L'arteria polmonare è il vaso accoppiato più grande e più importante della circolazione polmonare, che fornisce il trasporto del sangue venoso ai polmoni. Il corretto funzionamento del sistema respiratorio dipende dalle sue condizioni..

Normalmente, la pressione media nell'arteria polmonare non dovrebbe essere superiore a 25 mm Hg. Arte. Sotto l'influenza di vari fattori (attività fisica, età, assunzione di determinati farmaci), questi valori possono variare leggermente, sia verso l'alto che verso il basso. Questo aumento o diminuzione fisiologico non rappresenta una minaccia per la salute. Ma se la pressione media supera i 25 mm Hg. colonna a riposo, allora questo è un segno di ipertensione polmonare.

La malattia colpisce principalmente le donne. L'ipertensione polmonare viene diagnosticata anche nei bambini a causa della presenza di difetti cardiaci.

La malattia è rara. La sua forma idiopatica è registrata in 5-6 casi per 1 milione di abitanti.

Codice ICD-10

L'ipertensione polmonare è nell'ICD-10 nel gruppo con il codice I27, sotto il quale sono indicate forme di insufficienza cardiaca polmonare che non sono indicate in altre classi.

L'ipertensione polmonare primaria è codificata I27.0 ed è caratterizzata dall'insorgenza della malattia senza una chiara eziologia.

Varie forme di ipertensione polmonare secondaria che si verificano come conseguenza di altre malattie sono designate dal codice I27.2.

Classificazione della patologia

Nella pratica medica si distinguono i seguenti tipi di ipertensione polmonare:

  • Ipertensione polmonare primaria. È raro ed è causato da un fattore ereditario associato a mutazioni a livello genico. Separatamente, si distingue la forma idiopatica dell'ipertensione polmonare primaria, le cui ragioni non possono essere determinate.
  • Ipertensione polmonare secondaria. Questa forma della malattia si sviluppa sullo sfondo di una diversa patologia o sotto l'influenza di cause esterne negative. La malattia si sviluppa spesso a causa di difetti cardiaci congeniti, malattie del tessuto connettivo, infettive (HIV), parassitarie (schistosomiasi) e sistemiche (ad esempio, con anemia emolitica). L'ipertensione polmonare può svilupparsi anche durante l'assunzione di farmaci (antibiotici). Esistono dati che collegano l'insorgenza di patologie al contatto con composti chimici aggressivi, in particolare con l'amianto.
  • Ipertensione polmonare tromboembolica. La causa della sua comparsa è un trombo, che nel processo del suo movimento attraverso il flusso sanguigno ostruisce il lume dell'arteria polmonare. Questa forma della malattia ha un decorso rapido con lo sviluppo di insufficienza respiratoria acuta e collasso ortostatico..
  • Ipertensione polmonare mista. L'insorgenza di questa forma della malattia è associata a una storia di altre malattie (insufficienza renale, patologie oncologiche, vasculite, ecc.). La relazione causale tra loro e il livello di pressione nell'arteria polmonare non è completamente determinata..

Cause e fattori di rischio

Le ragioni per lo sviluppo dell'ipertensione polmonare primaria non sono note con certezza. C'è una teoria secondo cui la sua comparsa può essere correlata a processi genetici e autoimmuni..

Sono stati segnalati anche casi in cui l'ipertensione polmonare si è manifestata in membri della stessa famiglia in presenza di difetti cardiaci discendenti, che indica un ruolo significativo del fattore ereditario..

La patogenesi della malattia è dovuta al progressivo restringimento del lume nel letto dell'arteria polmonare, nonché dei vasi polmonari e della circolazione polmonare in generale. Ciò non è dovuto a cambiamenti aterosclerotici, tipici dei pazienti con ipertensione arteriosa, ma all'ispessimento patologico delle pareti delle vene e dei capillari, che porta a una perdita di elasticità..

La conseguenza di questi processi è un aumento della pressione sanguigna nell'arteria polmonare e nella rete vascolare dei polmoni. Come risultato di questa patologia, si osservano fenomeni di ipossia generale e carenza nutrizionale dei tessuti..

Nei casi gravi di ipertensione polmonare, sono possibili processi infiammatori che coinvolgono lo strato di rivestimento interno dei vasi sanguigni, l'endotelio. Questo fattore aumenta il rischio di trombosi polmonare e altre complicanze..

Fattori di rischio per lo sviluppo dell'ipertensione polmonare:

  • femmina;
  • età da 20 a 40 anni;
  • malattie infettive (HIV, epatite);
  • ipertensione portale;
  • assunzione di farmaci (contraccettivi orali, antidepressivi);
  • malattie cardiache;
  • condizioni associate all'ipertensione arteriosa.

Esistono studi separati che dimostrano un alto rischio di sviluppare ipertensione polmonare con l'uso frequente di olio di colza, ma la relazione causale tra questo non è del tutto chiara..

Sintomi di patologia, classi di malattia

L'ipertensione arteriosa polmonare, ad eccezione della sua forma tromboembolica, ha uno sviluppo lento. I sintomi clinici aumentano gradualmente e si manifestano male. Forse la loro totale assenza.

Il sintomo principale dell'ipertensione polmonare è la mancanza di respiro, che è inizialmente presente solo durante uno sforzo fisico intenso, ma man mano che il processo patologico progredisce, inizia a verificarsi a riposo. Nelle ultime fasi della malattia, la gravità della mancanza di respiro è così forte che il paziente non è in grado di eseguire da solo le azioni domestiche di base.

Una differenza caratteristica tra mancanza di respiro nell'ipertensione polmonare da un sintomo simile nello scompenso cardiaco associato alla formazione di difetti cardiaci è che non scompare quando la posizione del corpo del paziente cambia.

Oltre alla mancanza di respiro, i segni caratteristici della malattia sono:

  • tosse secca;
  • ingrossamento del fegato e suo dolore;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • dolore al petto;
  • aumento della fatica e debolezza costante;
  • raucedine (non osservata in tutti i pazienti).

L'ipertensione polmonare è una malattia caratterizzata da un graduale aumento dei sintomi patologici che interrompono il lavoro del cuore. A seconda della sua gravità, è consuetudine distinguere 4 classi (stadi) della malattia.

  1. Classe I. Ipertensione 1 grado - la forma iniziale della malattia. Il paziente non avverte cambiamenti patologici. L'attività fisica è facilmente tollerata, l'attività fisica non ne risente.
  2. Classe II. Nella fase 2, l'attività fisica viene trasferita come al solito, tuttavia, con la loro alta intensità, il paziente nota la comparsa di grave mancanza di respiro e aumento della fatica. La gravità dei cambiamenti morfologici nei vasi sanguigni e negli organi interni è insignificante.
  3. III classe. In 3 fasi, la normale attività fisica è scarsamente tollerata. La maggior parte dei sintomi sopra elencati sono associati a un'attività moderata. L'ECG mostra un'ipertrofia ventricolare destra.
  4. Classe IV. La manifestazione dei sintomi caratteristici si osserva in assenza di stress. Si rileva l'impossibilità di svolgere attività quotidiane. Il paziente ha bisogno di cure costanti. Nella fase 4, i sintomi dell'insufficienza cardiaca si uniscono.

Complicazioni dell'ipertensione polmonare

L'ipertensione polmonare associata ad un aumento della pressione nell'arteria polmonare è accompagnata da gravi complicazioni del sistema cardiovascolare. Nel processo di sviluppo dei processi patologici associati all'ipertensione arteriosa polmonare, si verifica l'ipertrofia del ventricolo destro del muscolo cardiaco. Ciò è dovuto all'aumento del carico su questa camera, a seguito del quale la sua contrattilità si deteriora, il che porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca..

L'ipertensione di 1 grado è caratterizzata dal fatto che i pazienti possono avere disturbi nel lavoro del cuore, espressi in tachicardia cardiaca e fibrillazione atriale.

Quando le pareti vascolari cambiano, si formano coaguli di sangue nelle vene - trombi. Restringono il lume dei vasi, il che porta ad un aumento della gravità dei sintomi. Un coagulo di sangue strappato può bloccare il flusso sanguigno, portando all'embolia polmonare, che, in assenza di cure mediche tempestive, termina con la morte..

Se c'è una storia di ipertensione arteriosa, l'ipertensione polmonare aumenta la frequenza e la gravità delle crisi, che sono irte dello sviluppo di un infarto o ictus.

Una grave complicanza della malattia è la morte, che si verifica a causa di insufficienza respiratoria o come conseguenza di disturbi nel lavoro del cuore.

Diagnostica

La diagnosi di ipertensione polmonare inizia con l'anamnesi. Chiarisce la natura e la durata dei sintomi, la presenza di malattie croniche, lo stile di vita dei pazienti e i fattori di rischio associati.

L'esame diretto rivela i seguenti segni caratteristici:

  • cianosi della pelle;
  • fegato ingrossato;
  • gonfiore delle vene del collo;
  • cambiamenti nel cuore e nei polmoni ascoltandoli con un fonendoscopio.

Il ruolo principale nella diagnosi dell'ipertensione polmonare appartiene ai metodi strumentali.

Cateterismo dell'arteria polmonare. Questo metodo misura la pressione nell'arteria polmonare. L'essenza dello studio è che dopo la puntura della vena, un catetere viene inserito nel suo lume, a cui è collegato un dispositivo per la misurazione della pressione sanguigna. Il metodo è informativo per identificare eventuali forme di disturbi emodinamici. Ed è incluso nello standard di ricerca per la sospetta ipertensione polmonare. La cateterizzazione non è indicata per tutti i pazienti; in presenza di scompenso cardiaco o tachiaritmia, la possibilità della sua attuazione viene valutata previa consultazione di un cardiologo.

ECG. Con l'aiuto dell'elettrocardiografia, vengono rilevate patologie associate a violazioni dell'attività elettrica del cuore. Inoltre, questo metodo consente di valutare la struttura morfologica del miocardio. I segni indiretti di ipertensione polmonare all'ECG sono la dilatazione del ventricolo destro del cuore e lo spostamento dell'EOS a destra.

Ultrasuoni del cuore. L'ecografia consente di valutare la struttura del muscolo cardiaco, le dimensioni e la struttura delle sue camere, lo stato delle valvole e dei vasi coronarici. I cambiamenti associati all'ispessimento delle pareti degli atri e del ventricolo destro indicano indirettamente ipertensione polmonare.

Spirometria. Tale test consente di valutare le seguenti caratteristiche funzionali del sistema broncopolmonare:

  • capacità vitale dei polmoni;
  • capacità polmonare totale;
  • volume espiratorio;
  • pervietà delle vie aeree;
  • tasso espiratorio;
  • frequenza respiratoria.

Le deviazioni degli indicatori sopra dalla norma indicano patologie della funzione della respirazione esterna.

Angiopolmonografia. La tecnica consiste nell'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi dei polmoni al fine di condurre un esame radiografico per identificare patologie della struttura morfologica dell'arteria polmonare. L'angiopolmonografia viene eseguita quando altri metodi diagnostici non possono determinare con certezza la presenza di cambiamenti. Ciò è dovuto all'alto rischio di complicazioni durante la procedura..

Tomografia computerizzata (TC). Con l'aiuto della TC, è possibile ottenere la visualizzazione dell'immagine degli organi del torace in varie proiezioni. Ciò consente di valutare la struttura morfologica del cuore, dei polmoni e dei vasi sanguigni..

I metodi diagnostici di cui sopra sono i più informativi, tuttavia, la presenza di ipertensione polmonare primaria può essere determinata solo sulla base della totalità dei risultati della ricerca ottenuti..

La classe di malattia viene determinata utilizzando un "test di sei minuti". Di conseguenza, viene valutata la tolleranza del corpo all'attività fisica.

Trattamento dell'ipertensione polmonare

Il trattamento dei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare consiste nell'eliminazione dei sintomi e nell'arresto dello sviluppo di processi patologici. Per questi scopi vengono utilizzati vari metodi di terapia..

Raccomandazioni generali

La presenza di ipertensione polmonare presuppone la correzione dello stile di vita del paziente. Tali misure includono:

  • eseguire esercizi di terapia fisica quotidiana che aiutano a migliorare il tono dei vasi sanguigni, ma non richiedono una maggiore attività respiratoria;
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
  • prevenzione delle malattie infettive e infiammatorie dell'apparato respiratorio (bronchite, polmonite) e, se si verificano, trattamento tempestivo;
  • prevenzione dell'anemia, che consiste nell'assunzione di farmaci speciali (Sorbifer);
  • rifiuto dei metodi contraccettivi ormonali;
  • smettere di fumare e consumo eccessivo di bevande alcoliche.

Terapia farmacologica

  • Farmaci vasodilatatori (ad esempio: nifedipina, cardilopina). È ampiamente usato nel trattamento della PH. Riducono il tono delle pareti vascolari, aiutando a rilassarle e a ridurre la pressione generale nelle vene e nelle arterie. Di conseguenza, il diametro dei vasi aumenta e il flusso sanguigno migliora..
  • Prostaglandine (ad esempio: Treprostinil). Medicinali che aiutano ad alleviare lo spasmo vascolare. L'assunzione di prostaglandine serve a prevenire la formazione di coaguli di sangue. Efficace per tutti i tipi di LH.
  • Glicosidi cardiaci (digossina, strofantina, Korglikon). Quando vengono assunti, il vasospasmo diminuisce, il flusso sanguigno al muscolo cardiaco aumenta e aumenta la tolleranza del sistema vascolare a fattori esterni sfavorevoli. Con l'ipertensione polmonare, sono usati per prevenire e trattare i danni cardiaci.
  • Anticoagulanti (Aspirina, Eliquis). Previene lo sviluppo di trombosi e dissolve anche i coaguli di sangue esistenti.
  • Diuretici (Furosemide). I farmaci diuretici consentono il drenaggio del fluido in eccesso dal corpo, riducendo il volume del sangue circolante. Ciò riduce al minimo il carico sul sistema cardiovascolare e aiuta a ridurre la pressione nella circolazione sanguigna e polmonare.
  • Antagonisti del recettore dell'endotelina (Bosentan, Tracleer). Il processo patologico nei vasi nei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare è causato dalla crescita della superficie del rivestimento interno dei vasi - l'endotelio. L'assunzione di farmaci di questo gruppo rallenta significativamente lo sviluppo della malattia..
  • Ossigenoterapia. Viene utilizzato principalmente in pazienti con insufficienza respiratoria e difetti cardiaci. Come risultato della procedura, il sangue è saturo di ossigeno, che garantisce la normale nutrizione dei tessuti del corpo.
  • Monossido di azoto. L'inalazione di ossido nitrico ha un effetto positivo sui vasi dei polmoni. Il flusso sanguigno migliora, la resistenza delle loro pareti diminuisce. Elimina la mancanza di respiro e il dolore e aumenta anche la tolleranza all'esercizio.

Dieta

Le regole nutrizionali per l'ipertensione polmonare suggeriscono una restrizione nella dieta di sale e grassi animali. Approvato per l'uso:

  • verdure;
  • frutta;
  • Latticini;
  • alimenti a base di carne a basso contenuto di grassi (manzo, pollame);
  • pesce magro;
  • noci, frutta secca.

Il consumo frequente di caffè e tè forte dovrebbe essere evitato.

È importante seguire il regime di bere per evitare l'edema. Il volume di liquido consumato dovrebbe essere di circa 2 litri di acqua al giorno.

Metodi chirurgici

  • Trapianto di cuore o polmone-cuore. Questa operazione ad alta tecnologia viene utilizzata quando i metodi di terapia standard sono esauriti. Il trapianto di cuore e polmone è un problema significativo a causa della carenza di donatori, nonché dei possibili problemi associati al loro rigetto da parte del corpo del ricevente. I pazienti post-trapianto con questo vivono in media circa dieci o quindici anni.
  • Trombendarterectomia. Questo intervento chirurgico prevede la rimozione meccanica di un coagulo di sangue nel letto dell'arteria polmonare. Si riferisce a un tipo di intervento chirurgico minimamente invasivo.

Metodi di medicina tradizionale

Importante! I metodi della medicina tradizionale non possono essere considerati un metodo di trattamento autosufficiente, il loro utilizzo è possibile solo in combinazione con la terapia principale in accordo con il medico.

  • Infuso di frutti di sorbo. Un cucchiaino di bacche di sorbo deve essere preparato con un bicchiere di acqua bollente e lasciato in infusione per un'ora. Filtrare il prodotto risultante e utilizzare mezzo bicchiere 3 volte al giorno. La durata dell'ammissione è di un mese. Lo strumento aiuta ad eliminare la gravità dei sintomi della malattia (eliminazione della mancanza di respiro, dolore al petto).
  • Tintura di infiorescenze di calendula. 50 grammi di infiorescenze essiccate devono essere versati con 150 grammi di alcol e infusi per una settimana in un luogo asciutto e freddo senza accesso alla luce solare. È necessario prendere il rimedio 25 gocce tre volte al giorno per un mese.

Prevenzione

Non esistono metodi di prevenzione specifici.

Le misure preventive generali hanno lo scopo di eliminare i fattori di rischio e migliorare la salute del corpo:

  • trattamento tempestivo delle malattie infettive;
  • eliminazione degli effetti sul corpo di uno sforzo fisico intenso;
  • attività fisica moderata;
  • eliminazione delle cattive abitudini (alcol, fumo);
  • assumere farmaci per prevenire la formazione di coaguli di sangue;
  • trattamento delle malattie cardiache.

Se l'ipertensione polmonare è già stata diagnosticata, la prevenzione mira a ridurre la probabilità di sviluppare possibili complicanze. Con l'ipertensione polmonare primaria, è necessario assumere tutti i farmaci prescritti dal medico e seguire pienamente le sue raccomandazioni. Un'attività fisica moderata contribuisce a mantenere uno stile di vita attivo.

Previsione per la vita

Quanto tempo puoi vivere con questa malattia? La prognosi dipende dalla negligenza dei processi patologici nei vasi. Quando la PH viene diagnosticata in fasi avanzate, la sopravvivenza del paziente a 5 anni è bassa.

Inoltre, la prognosi dell'esito della malattia è influenzata dalla risposta del corpo al trattamento. Se la pressione nell'arteria polmonare inizia a diminuire o rimane allo stesso livello, con la terapia di mantenimento il paziente può vivere fino a 10 anni. Quando sale a 50 mm Hg. Arte e soprattutto, la malattia entra nella fase di scompenso, quando il normale funzionamento del corpo è impossibile anche nelle condizioni di un'adeguata terapia farmacologica.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni in questa fase della malattia non è superiore al 10%.

L'ipertensione arteriosa polmonare è una malattia pericolosa con una prognosi molto grave per la vita. Nonostante sia piuttosto raro, essendo, nella maggior parte dei casi, una conseguenza di altre malattie, una cura completa è impossibile. I metodi di trattamento esistenti mirano ad eliminare i sintomi avversi e rallentare lo sviluppo di processi patologici, non possono essere completamente eliminati.


Articolo Successivo
Farmaci emostatici efficaci per il sanguinamento uterino