Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori: cause, diagnosi e trattamento


L'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori è una pericolosa patologia vascolare che si sviluppa principalmente nella vecchiaia. Nella fase iniziale, la malattia non si manifesta con sintomi caratteristici; nei casi avanzati, può essere necessaria l'amputazione degli arti per prevenire gravi complicazioni.

L'esame tempestivo ai primi segni di aterosclerosi arteriosa consentirà al medico di prescrivere al paziente un efficace corso di terapia conservativa.

Cos'è l'aterosclerosi arteriosa

Le arterie inalterate di qualsiasi parte del corpo hanno un tale lume che garantisce il libero movimento del sangue e, di conseguenza, la nutrizione dei tessuti.

Il restringimento aterosclerotico delle arterie principali delle estremità è una conseguenza dell'accumulo di grasso sulle pareti interne. Le placche che si formano vengono prima fissate nello spazio intercellulare, questa fase dello sviluppo della patologia è solitamente indicata con il termine "macchia di grasso".

I cambiamenti che si verificano in questa fase possono ancora essere fermati, ma tali placche vengono spesso scoperte per caso durante l'esame dei vasi sanguigni.

A poco a poco, le placche aterosclerotiche diventano più grandi e questo porta al fatto che il diametro dei vasi diventa più piccolo e, di conseguenza, l'afflusso di sangue fisiologico viene interrotto. La mancanza di ossigeno e sostanze nutritive provoca una diminuzione dell'elasticità dei vasi colpiti, la loro maggiore fragilità e cambiamenti nei tessuti vicini.

A poco a poco, il calcio si accumula all'interno della placca grassa, diventa duro. L'aterocalcinosi interrompe in modo significativo l'afflusso di sangue, con conseguente necrosi dei tessuti a causa dell'ipossia. Anche il potenziale distacco di un coagulo sanguigno dalle parti finali della placca, che può bloccare una grande arteria e provocare alterazioni irreversibili, è pericoloso..

L'aterosclerosi stenosante delle arterie degli arti inferiori è più comune tra i pazienti anziani sopra i 60 anni, ma la malattia è raramente diagnosticata nei giovani sotto i 40 anni. Gli uomini si ammalano quasi 8 volte più spesso delle donne e il fumo a lungo termine gioca un ruolo importante nel restringimento dei vasi sanguigni e nella deposizione di placca nelle arterie.

Cause della malattia

L'aterosclerosi stenosante delle arterie principali degli arti inferiori si verifica sotto l'influenza di una varietà di fattori che provocano la malattia.

La probabilità di sviluppare patologie aumenta nelle persone:

  1. Con una predisposizione ereditaria. Insieme ai geni, vengono trasmesse le caratteristiche del metabolismo dei lipidi nel corpo, lo sfondo ormonale, la struttura della struttura delle pareti arteriose, la specificità dell'immunità, che influenza il tasso di sviluppo dell'aterosclerosi.
  2. Con cattive abitudini. La nicotina delle sigarette è dotata di azione aterogena, ma in più il fumo porta al vasospasmo, e questo è ciò che ostacola il flusso sanguigno e fa rimanere il colesterolo cattivo nelle arterie. L'alcol in grandi quantità e le droghe non sono meno dannose per il corpo, ma cambiano anche molto rapidamente il normale funzionamento della parete vascolare. D'altra parte, il consumo di alcol di alta qualità nella quantità più piccola è considerato per prevenire la deposizione di placca all'interno dei vasi..
  3. Con malattie concomitanti. L'aterosclerosi degli arti inferiori è difficile nel diabete mellito; nei pazienti con tale diagnosi, le placche di colesterolo si formano molto rapidamente. Il gruppo a rischio comprende coloro che soffrono di ipertensione arteriosa e ipotiroidismo tiroideo da molto tempo..
  4. Obeso.
  5. Con attività fisica insufficiente. L'inattività fisica contribuisce al ristagno del sangue negli arti inferiori, cioè si creano le condizioni idonee per la deposizione del colesterolo.
  6. Con stress psico-emotivi persistenti o ricorrenti.
  7. Per processi infiammatori nelle grandi arterie.

Il rischio di aterosclerosi aumenta con l'età e più fattori provocatori agiscono sul corpo umano, maggiore è la probabilità di danni vascolari.

È stato notato che l'aterosclerosi delle arterie delle estremità inizia spesso a svilupparsi dopo un esteso congelamento, lesioni gravi, interventi chirurgici addominali.

Le principali manifestazioni della malattia

Con un'attenzione particolare alla tua salute, anche i sintomi iniziali di aterosclerosi delle estremità possono essere sospettati da soli.

Si consiglia di superare l'esame in breve tempo se vengono registrate le seguenti modifiche:

  • Prurito e ricorrenti gambe inquietanti. Spesso i pazienti determinano la somiglianza di questi sintomi con quelli che compaiono dopo una compressione prolungata dell'arto. Ma il disagio alle gambe con aterosclerosi si verifica senza motivi concomitanti..
  • Sensazione di freddo nell'arto colpito. Questo sintomo si osserva anche durante le stagioni più calde..
  • Pelle pallida.
  • Riduzione del grasso e dello strato muscolare su gambe, cosce, piedi. La degenerazione dei tessuti è associata a una mancanza di nutrienti e ossigeno.
  • Pelle desquamata, gambe screpolate, scolorimento delle unghie. Sullo sfondo dell'aterosclerosi, si sviluppano spesso malattie fungine.
  • Perdita di peli sulle gambe senza successiva ricrescita dei capelli. Questo cambiamento è anche associato a processi degenerativi della pelle..
  • Dolore. In primo luogo, le sensazioni dolorose compaiono durante l'esercizio, nella fase iniziale appare la "claudicatio intermittente". Nei casi avanzati, il dolore può essere a riposo.
  • L'aspetto di una colorazione bordeaux innaturale della pelle dei piedi e delle gambe. L'oscuramento indica la formazione di trombi ed è un presagio di necrosi.
  • Ulcere trofiche e non cicatrizzanti sulle gambe, più spesso si formano nell'area dei piedi.
  • Cancrena. La necrosi dei tessuti si verifica nell'ultimo stadio dell'aterosclerosi, la complicanza è più rapida nelle persone con diabete e una serie di altre patologie concomitanti.

Classificazione della patologia

Classificare la malattia in base ai cambiamenti nelle arterie e ai sintomi della malattia.

Ci sono 4 fasi della patologia:

  • La prima fase è preclinica. In questa fase, si verifica la lipoidosi: un cambiamento totale nel metabolismo dei grassi, che si manifesta con la comparsa di una macchia di grasso nelle arterie. Il dolore alle gambe si verifica solo dopo aver camminato per lunghe distanze o dopo un serio sforzo fisico con un'enfasi sugli arti inferiori. Dopo il riposo, il dolore scompare.
  • Nella seconda fase della patologia, il dolore agli arti appare dopo aver camminato per una distanza di 250-1000 metri.
  • Al terzo stadio l'ischemia raggiunge un valore critico. Il dolore agli arti si verifica dopo aver superato i 50-100 metri.
  • Il quarto stadio è lo stadio di ulcerazione e necrosi con possibile successiva cancrena. Una persona avverte forti dolori e disagio alle gambe anche di notte durante il riposo.

Diagnostica

Un medico esperto può sospettare danni alle arterie degli arti inferiori già dopo aver esaminato il paziente. Si presta attenzione alla colorazione della pelle, all'atrofia dei tessuti, alla pulsazione arteriosa.

Per una diagnosi accurata, nominare:

  • Angiografia. Questo è il metodo strumentale più accurato per studiare i cambiamenti nei vasi sanguigni. In primo luogo, viene iniettato un mezzo di contrasto nell'arteria della coscia e quindi viene eseguita una radiografia dell'arto. L'angiografia consente di determinare tutti i luoghi di vasocostrizione e la presenza di una rete arteriosa di bypass. Poiché questa procedura è invasiva, non viene eseguita con grave malattia renale e con intolleranza al mezzo di contrasto (iodio).
  • Ecografia Doppler: la tecnica consente di rilevare i punti di restringimento nel 95% dei casi.
  • Tomografia computerizzata.
  • Esami del sangue per determinare il contenuto di colesterolo cattivo e il tempo di coagulazione del sangue.

La diagnosi e il grado di lesioni aterosclerotiche sono esposti solo dopo aver valutato tutti i dati dell'esame. Il trattamento è selezionato in base alle patologie identificate.

Trattamento

Se il paziente è fortunato e la patologia viene stabilita nella fase iniziale dello sviluppo, quindi per prevenire ulteriori cambiamenti e neutralizzare le violazioni esistenti, potrebbe essere necessario solo escludere l'influenza di fattori provocatori sul corpo.

  • Prima di tutto smetti di fumare;
  • Mangia in modo che il minor numero possibile di grassi animali, che sono una fonte di colesterolo cattivo, entrino nell'organismo;
  • Perdere peso se si hanno chili in più;
  • Non permettere che la pressione sanguigna superi i 140 mm Hg. st;
  • Aumenta l'attività fisica. Per i vasi delle gambe sono utili camminare, andare in bicicletta, nuotare, a casa puoi farlo su una cyclette;
  • Tratta le malattie croniche. Se hai il diabete, devi mantenere costantemente i normali livelli di glucosio nel sangue..

Il trattamento dell'aterosclerosi stenosante delle arterie degli arti inferiori nella seconda e nelle successive fasi della patologia è suddiviso in conservativo, minimamente invasivo e chirurgico.

Principi di trattamento conservativo

I metodi di terapia conservativi includono l'assunzione di farmaci e la fisioterapia. I corsi di assunzione di farmaci appositamente selezionati in base ai cambiamenti rivelati sono progettati per 1,5-2 mesi, devono essere ripetuti fino a 4 volte l'anno.

Dei farmaci, vengono utilizzati principalmente:

  • Disaggreganti, cioè agenti che impediscono la formazione di coaguli di sangue. L'agente antipiastrinico più famoso è l'aspirina.
  • Farmaci che migliorano le proprietà di scorrimento del sangue. Questi sono reopoliglucina (somministrata per via endovenosa in un ospedale) e pentossifillina.
  • Antispastici. Questi farmaci agiscono per ridurre la vasocostrizione, che migliora il flusso sanguigno..
  • Gli anticoagulanti sono prescritti nella fase di scompenso.

Viene mostrata la nomina di statine per la normalizzazione del colesterolo nel sangue. Nell'aterosclerosi vengono spesso utilizzati preparati enzimatici, poiché la malattia nella maggior parte dei casi è accompagnata da cambiamenti nel lavoro del pancreas.

Alcuni farmaci devono essere bevuti una volta, altri vengono usati periodicamente, in alcuni casi i farmaci devono essere presi per tutta la vita. Le caratteristiche della selezione di un regime di trattamento dipendono dallo stadio della patologia e dai disturbi correlati.

Metodi di trattamento minimamente invasivi

Metodi innovativi per il trattamento di pazienti con aterosclerosi degli arti inferiori: dilatazione del palloncino, angioplastica, stenting delle arterie colpite. Queste procedure minimamente invasive ripristinano il flusso sanguigno senza interventi chirurgici estesi.

Vengono eseguiti utilizzando attrezzature speciali, il periodo di riabilitazione richiede poco tempo e il paziente può riprendersi a casa.

Chirurgia

Non sempre possono essere applicate tecniche minimamente invasive. Se le sezioni bloccate dei vasi sono lunghe, è necessario un intervento chirurgico per ripristinare la circolazione sanguigna. Al paziente viene offerto uno dei tipi di intervento chirurgico:

  • Protesi della sezione alterata del vaso con materiale sintetico.
  • Bypass surgery - la creazione di un canale artificiale che consentirà al sangue di circolare attraverso il percorso circonferenziale secondo necessità.
  • Trombendarterectomia: rimozione delle placche aterosclerotiche nei vasi.

Nei casi in cui viene diagnosticata la cancrena e non ci sono condizioni per il ripristino della circolazione sanguigna, è necessaria l'amputazione degli arti. Questa operazione è prescritta per salvare la vita del paziente..

Usando metodi popolari

Le ricette della medicina tradizionale sono inutili per l'aterosclerosi a meno che non vengano utilizzati farmaci prescritti. Ma vari decotti di erbe, bagni speciali, tinture aiutano a migliorare le condizioni dei vasi sanguigni e la composizione del sangue e migliorano la resistenza generale del corpo.

  • Decotti di ippocastano, luppolo ordinario. Queste erbe migliorano la circolazione sanguigna.
  • Bagni di ortica. Il loro utilizzo migliora la microcircolazione e aiuta a ridurre il disagio nell'aterosclerosi.
  • Pozione all'aglio. 10 spicchi d'aglio devono essere sbucciati, schiacciati e riempiti con un bicchiere di olio vegetale non raffinato. La miscela deve essere infusa per un giorno, dopo di che può essere trattata. Per il trattamento, un cucchiaino di olio all'aglio viene mescolato con un cucchiaio di succo di limone appena spremuto, bevono il farmaco tre volte al giorno.

Assicurati di seguire la tua dieta. Si consiglia di mangiare più frutta e verdura; per l'aterosclerosi, sono utili pompelmo, melone, viburno, noci, formaggio e pesce grasso. Va sempre ricordato che l'uso di burro, carne grassa, salsicce, paté, frattaglie, muffin, maionese di lardo con aterosclerosi va quasi completamente eliminato.

Il rispetto della dieta non solo ripristinerà l'elasticità dei vasi sanguigni, ma avrà anche un effetto positivo sullo stato dell'intero organismo. Bisogna bere di più, è utile utilizzare acqua pura, composte, the verde o the al limone, decotti di alcuni rimedi erboristici.

Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori: cause, trattamento, chirurgia, rimedi popolari, prognosi

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è una malattia in cui il metabolismo dei lipidi è disturbato, le placche di colesterolo si formano sulle pareti delle arterie delle gambe, restringendo il loro lume. Le forme lievi della malattia sono asintomatiche, moderate e gravi si manifestano con un deterioramento delle condizioni della pelle, unghie, dolore, convulsioni, ulcere trofiche, fino a cancrena.

Fasi, gradi di patologia

La formazione delle placche di colesterolo è un processo a lungo termine che consiste in diverse fasi. A seconda della gravità delle violazioni, i medici distinguono 4 fasi:

  1. Asintomatico. Mentre la massa grassa è piccola, il restringimento del lume del vaso è insignificante. Il corpo riesce a compensare la limitata pervietà, a fornire una quantità sufficiente di sangue ai muscoli delle gambe. A causa del quale i sintomi sono assenti.
  2. Claudicazione intermittente moderata. Appare con grandi placche, che diventano una barriera meccanica al normale flusso sanguigno. Le fibre muscolari dell'arto iniziano a sperimentare una carenza di ossigeno e sostanze nutritive, che si manifesta clinicamente con il dolore durante lo sforzo fisico. Ci sono due gradi di gravità della claudicatio intermittente: 2a - la claudicatio si sviluppa camminando a una distanza compresa tra 200 ma 1 km; 2b - una persona inizia a zoppicare dopo aver camminato a meno di 200 m.
  3. Dolore a riposo. Il paziente avverte un dolore alle gambe persistente che viene aggravato dall'inclinazione all'indietro o dal sollevamento delle gambe. Il sollievo viene dalla posizione seduta o in piedi.
  4. Cancrena. È accompagnato da necrosi tissutale degli arti inferiori con blocco completo / quasi completo dell'arteria.
EnergiaDolore e debolezza alle gambe quando si camminaDisturbi trofici
Il primoCarichi pesanti, camminando per più di 1 kmEsternamente, le gambe ei piedi non cambiano
Il secondoDa 200-300 ma 1 kmPelle pallida, crescita dei capelli ridotta
TerzoDa 50 a 200-300 mIpotrofia, ulcere trofiche
Il quartoMeno di 50 me a riposoCancrena della punta o del piede

Le principali cause della malattia

Occorrono 30-40 anni per formare una placca di colesterolo maturo. Durante questo periodo, il corpo è esposto agli effetti dannosi di vari fattori che contribuiscono alla crescita dei depositi esistenti, alla formazione di nuovi rudimenti. Il ruolo più importante nello sviluppo dell'aterosclerosi delle gambe è svolto da:

  • fumo - ha una storia dell'80-90% dei pazienti;
  • diabete mellito: aumenta il rischio di aterosclerosi di 2-4 volte;
  • danno alle arterie correlato all'età - la maggior parte dei pazienti al momento della diagnosi della malattia ha più di 50 anni (uomini) / 60 anni (donne);
  • alti livelli di colesterolo cattivo;
  • ipertensione: aumenta le possibilità di sviluppare patologie di 2,5-4 volte;
  • eventuali malattie croniche accompagnate da un aumento della concentrazione di fattore CRP, fibrinogeno, alta viscosità del sangue, tendenza alla trombosi.

Le persone con aterosclerosi delle arterie periferiche sono più suscettibili a:

  • essere sovrappeso;
  • predisposizione genetica;
  • stile di vita sedentario;
  • uomini;
  • amanti dei cibi che contengono colesterolo in eccesso, grassi saturi, una dieta povera di fibre.

Sintomi tipici

Il quadro clinico dipende dal grado di stenosi. Esistono due forme principali che differiscono nell'aspetto..

Fase di stenosi

Si sviluppa quando la placca raggiunge una dimensione grande, sufficiente a restringere il lume dell'arteria. La patologia è caratteristica dell'aterosclerosi allo stadio 2-3 delle gambe. Nelle fasi iniziali, si manifesta con freddezza degli arti inferiori, sensazione di pelle d'oca, sensazione di bruciore.

Con la crescita della placca, compare la claudicazione intermittente, una condizione patologica che i pazienti descrivono come affaticamento rapido, dolore che si manifesta mentre si cammina. Un po 'di riposo porta sollievo. Un nutrimento insufficiente della pelle dei piedi la rende secca. Qualsiasi ferita guarisce male, i capelli cadono. Le unghie diventano malsane e opache.

Fase di obliterazione

Si manifesta con il blocco completo / quasi completo delle arterie (stadio 3-4). Un dolore tirante e bruciante disturba una persona anche durante il riposo. La condizione della pelle peggiora, diventa più sottile. Qualsiasi ferita non guarisce per molto tempo. Le complicazioni compaiono sotto forma di crepe, ulcere. Distanze superiori a 25-50 metri sono già accompagnate da un dolore insopportabile, motivo per cui il paziente raramente lascia l'appartamento.

Lo stadio terminale dell'obliterazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori è caratterizzato dalla comparsa di ulcere trofiche non cicatrizzanti - aree aperte di infiammazione piene di contenuti grigio sporco. I piedi, le gambe si gonfiano notevolmente, iniziano a sviluppare necrosi dei tessuti - cancrena.

Metodi moderni di diagnosi e trattamento

Dopo aver esaminato i reclami del paziente, valutato l'aspetto della pelle delle gambe, delle unghie, sondando i grandi vasi, il medico stabilisce una diagnosi preliminare. Può essere confermato utilizzando test funzionali: semplici test che aiutano il chirurgo a esaminare lo stato del flusso sanguigno..

Un ulteriore esame strumentale è necessario per determinare la posizione, la quantità di depositi di colesterolo.

  • Ecografia Doppler: ecografia, il medico valuta la velocità del flusso sanguigno, le dimensioni, la localizzazione della placca aterosclerotica, le caratteristiche della sua struttura.
  • Angiografia: ottenere un'immagine chiara della rete vascolare utilizzando raggi X, risonanza magnetica o TC. Prevede l'introduzione preliminare di un colorante medicale che renda ben visibili i contorni di arterie, vene, capillari, formazioni lipidiche.

Dieta, caratteristiche nutrizionali

La dieta è una componente importante del regime di trattamento; per normalizzare il metabolismo dei grassi, i medici raccomandano:

  • Bere 1,5-2 litri di acqua al giorno. Altrimenti, il corpo inizia a salvarsi dalla disidratazione aumentando la sintesi del colesterolo..
  • Limita l'assunzione di grassi saturi. Aumentano il livello di colesterolo cattivo e contribuiscono alla formazione di placche aterosclerotiche. Il fabbisogno di lipidi del corpo è soddisfatto meglio dagli acidi grassi insaturi.
  • Elimina i grassi trans. Questi lipidi sono considerati la componente più aterogena della dieta..
  • Assicurati di avere abbastanza acidi grassi omega-3 nella tua dieta. Sono farmaci ipolipemizzanti naturali che riducono efficacemente la concentrazione di trigliceridi, lipoproteine ​​a bassa densità, aumentano il contenuto di colesterolo buono.
  • Mangia più cibi ricchi di fibre. La fibra alimentare contribuisce alla normale digestione, inibisce lo sviluppo dell'aterosclerosi.
  • Alcol - solo in dosi moderate. Piccole porzioni di bevande alcoliche hanno un effetto benefico sulla salute vascolare, aumentano la concentrazione di colesterolo buono, che impedisce la formazione di depositi lipidici. Tuttavia, dosi più elevate hanno l'effetto opposto. Il consumo giornaliero massimo consentito di alcol per le donne non deve superare i 14 g di alcol etilico, per gli uomini - 28 g.

Fonti di nutrienti dannosi e benefici

Dannoso
Grassi saturi
  • cocco, palma, cacao, burro;
  • pelle di pollo;
  • strutto, pancetta o altri tipi di grasso animale;
  • carne rossa, principalmente maiale;
  • panna acida, panna;
  • alcuni tipi di formaggio;
  • ricotta fatta in casa.
Grassi trans
  • fast food (patatine fritte, crocchette, ciambelle, pasticcini, belyashi);
  • margarina;
  • prodotti da forno pronti;
  • semilavorati di pasticceria surgelata;
  • cracker;
  • popcorn al microonde.
Utile
Grassi insaturi
  • eventuali noci;
  • oli vegetali;
  • avocado;
  • semi di girasole, zucca, lino, sesamo;
  • pesce grasso (aringhe, sgombri, sarde, salmone, acciughe, sgombri, tonno);
  • tofu.
acidi grassi omega-3
  • semi di lino, chia;
  • pesce grasso;
  • olio di colza;
  • Noci.
Cellulosa
  • verdure;
  • verdure;
  • frutta;
  • legumi;
  • farina d'avena di grano saraceno, mais, miglio, porridge di cereali;
  • crusca.

Unguenti, compresse e farmaci

La prescrizione di farmaci aiuta a fermare la crescita delle placche esistenti, prevenirne la comparsa di nuove, migliorare il benessere generale del paziente e ripristinare il flusso sanguigno. La terapia farmacologica è sempre accompagnata dall'aderenza alla dieta, eliminando le cattive abitudini.

La terapia dell'aterosclerosi prevede la nomina di un complesso di farmaci per le gambe:

  • antispastici;
  • antifiammatori non steroidei;
  • anticoagulanti;
  • agenti ipolipemizzanti;
  • attivatori del metabolismo tissutale;
  • preparazioni locali.

Naturalmente, un paziente riceve raramente tutte le categorie di pillole, unguenti. Di solito il medico sceglie 3-6 farmaci che risolvono più efficacemente i problemi del paziente.

Antispastici

Gli antispastici sono farmaci che alleviano gli spasmi muscolari lisci. La nomina di antispastici aiuta le arterie ad aumentare il lume, rilassarsi e facilitare il flusso sanguigno attraverso di esse.

La papaverina, but-shpu non è raccomandata per essere prescritta a pazienti con aterosclerosi. Questi farmaci dilatano i vasi grandi, ma provocano la formazione di placche aterosclerotiche in quelli più piccoli. I cardiologi preferiscono farmaci contenenti pentossifillina (Trental, Vazonit) o ​​alprostadil (Vasaprostan). Entrambi i farmaci vengono somministrati per via endovenosa.

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

L'esercizio fisico è un trattamento efficace per l'aterosclerosi, ma se una persona avverte un forte dolore alle gambe, sarà difficile per lui costringersi a fare esercizio. I FANS hanno un buon effetto analgesico e antinfiammatorio.

Le compresse di FANS sono prescritte per i pazienti con dolore intenso. L'eliminazione della sindrome del dolore favorisce il recupero, aiuta a tollerare più facilmente la malattia. I farmaci più popolari sono ibuprofene, ketorol, diclofenac.

Anticoagulanti

La complicanza più comune dell'aterosclerosi è la trombosi. Le aree ristrette sono luoghi ideali per i coaguli di sangue. Il flusso sanguigno qui è rallentato; le cellule del sangue spesso si accumulano vicino alla placca aterosclerotica. La superficie di formazione può ricoprirsi di ulcere, che sono un ulteriore fattore che aumenta il rischio di coaguli di sangue.

I farmaci moderni possono ridurre significativamente il rischio di formazione di coaguli di sangue. Il principio attivo anticoagulante più efficace è il clopidogrel, che è la base di Plavix, Trombostop, Zilt. Ai pazienti lievi vengono prescritti farmaci contenenti aspirina (Cardiomagnyl, Thrombotic ass). Ai singoli gruppi di pazienti viene mostrata la nomina di warfarin, pradax, clexane, fraxiparine.

Farmaci ipolipemizzanti

I farmaci ipolipemizzanti sono prescritti a persone con un alto rischio di aterosclerosi, disturbi del metabolismo lipidico, alti livelli di colesterolo cattivo, trigliceridi e una bassa concentrazione di colesterolo buono.

Il gruppo di farmaci più efficace sono i bloccanti della HMG-CoA reduttasi o le statine. Molto spesso nella pratica moderna vengono utilizzati farmaci, il cui principio attivo è rosuvastatina, atorvastatina, simvastatina. I farmaci di ultima generazione, oltre all'effetto ipolipemizzante, hanno la capacità di ridurre leggermente la dimensione delle placche di colesterolo.

I fibrati sono molto più deboli nell'abbassare i livelli di colesterolo, ma molto efficaci nell'abbassare le concentrazioni di trigliceridi. I farmaci sono prescritti a persone per aumentare l'effetto delle statine o come sostituto degli inibitori della HMG-CoA reduttasi per le persone che sono controindicate.

Esistono molti altri tipi di farmaci ipolipemizzanti: inibitori dell'assorbimento del colesterolo, sequestranti degli acidi grassi, acidi grassi omega-3. Tutti questi fondi sono usati per trattare l'aterosclerosi molto meno spesso statine, fibrati.

Attivatori del metabolismo dei tessuti

Con l'aterosclerosi, i farmaci in questo gruppo aiutano a ripristinare i tessuti danneggiati. I farmaci più popolari sono Actovegin, Solcoseryl. Entrambi i medicinali sono ottenuti da estratto di plasma di vacca. I medicinali contengono vitamine, minerali, ormoni dei tessuti.

Neovasculgen è il nuovo farmaco che stimola la sintesi tissutale del fattore di crescita endoteliale. Il farmaco stimola il movimento del sangue lungo le arterie laterali, fornendo così alle cellule delle gambe ossigeno, sostanze nutritive.

Preparazioni locali

Il trattamento di ferite, ulcere nell'aterosclerosi degli arti inferiori prevede l'uso di vari unguenti, lozioni, creme. Tutti hanno effetti diversi: alcuni aiutano a pulire la superficie della ferita dalle cellule morte, altri hanno un effetto antibatterico e altri promuovono la guarigione. Secondo il meccanismo d'azione, tutti i farmaci esterni sono suddivisi in:

  • Proteolitico. I loro componenti attivi purificano la ferita da pus, cellule morte, alleviano l'infiammazione e stimolano la rigenerazione. Un esempio lampante di farmaci proteolitici sono le salviette Proteox-TM. Sono impregnati di tripsina, mexidol, che si attivano quando il tovagliolo viene bagnato;
  • Unguenti eparina. Hanno effetti antitrombotici e antinfiammatori. Promuove il riassorbimento dei coaguli di sangue formati, previene la comparsa di nuovi;
  • Fleboprotettori. Allevia il dolore, prevengono lo sviluppo di infiammazioni e hanno un effetto antiossidante. Aiutano a sbarazzarsi di complicazioni: tromboflebite, insufficienza venosa. Disponibile sotto forma di gel, unguenti (Troxevasin), capsule (Ginkor Fort);
  • Antifiammatori non steroidei. Anestesia locale, ferma l'infiammazione. Il principio attivo più comune è il diclofenac..
  • Corticosteroidi. L'azione è molto simile al gruppo precedente. La differenza principale è un effetto molto più pronunciato. I corticosteroidi includono unguenti all'idrocortisone, prednisolone. I farmaci in questo gruppo vengono utilizzati solo come indicato da un medico. Se usati in modo errato, i corticosteroidi possono creare dipendenza, aggravare il processo;
  • Unguenti / creme contenenti ioni d'argento (Argosulfan, Dermazin). Eccellenti farmaci antibatterici che promuovono la guarigione di ulcere trofiche, ferite purulente. Proteggono la superficie della lesione dalla reinfezione, abbreviano il periodo di trattamento. I vantaggi dei farmaci contenenti ioni d'argento sono un ampio spettro d'azione, nessuna dipendenza;
  • Antibiotici locali, antisettici. Una soluzione di miramistina, clorexidina, unguento "Levomekol", "Levosin" viene utilizzata per distruggere l'infezione, rapida guarigione delle ferite.

Trattamento operativo

L'aterosclerosi stenosante dei vasi degli arti inferiori è accompagnata da un notevole deterioramento della salute dei pazienti, è un'indicazione per l'intervento chirurgico. Esistono diverse tecniche operative utilizzate nella pratica moderna:

  • Lo stent è una procedura in cui il medico espande il lume con un palloncino in miniatura, che viene inserito attraverso una grande arteria. Nella prima fase, appiattisce la placca di colesterolo, quindi il medico fissa una piccola cornice (stent) nel sito della lesione, che impedirà il ripetersi della stenosi.
  • Angioplastica laser: rimozione dei depositi con un raggio laser diretto.
  • L'innesto di bypass è un'operazione più complessa, durante la quale il medico crea un percorso di "bypass" per il flusso sanguigno suturando una protesi vascolare sopra, sotto il sito di stenosi.
  • La simpaticectomia è la rimozione dei nervi simpatici. Se lo spasmo non può essere alleviato con i farmaci, la resezione delle fibre nervose può risolvere il problema. Questa operazione è indicata per persone gravemente malate che non sopravviveranno a un intervento chirurgico più ampio, così come per pazienti con lesioni multiple..
  • Amputazione - usata per la necrosi delle dita dei piedi, dei piedi, degli stinchi.

L'operazione non esclude la necessità di terapia conservativa, correzione nutrizionale e stile di vita. Al contrario, il successo della chirurgia dipende in gran parte dall'efficacia della terapia anti-ricaduta..

Fisioterapia

Migliora la microcircolazione dei tessuti, stimola la formazione di nuovi vasi. Usato come trattamenti ausiliari, compreso il recupero postoperatorio.

Opzioni comuni per la terapia fisica:

  • elettroterapia (correnti diadinamiche, terapia amplipulse, terapia decimetwave);
  • pressoterapia (baroterapia);
  • laser, terapia magnetica (pulsazioni, generale);
  • bagni solforici, radon.

Cambiamenti nello stile di vita, prevenzione delle malattie

I farmaci dovrebbero essere integrati con dieta, esercizio fisico, smettere di fumare, alcol.

È stato dimostrato che, oltre alla nutrizione razionale, è possibile arrestare la progressione della patologia, migliorare il benessere e potenziare l'efficacia dell'assunzione di farmaci:

  • Smettere di fumare;
  • muoversi di più - almeno 30 minuti di camminata / giorno, praticare sport 2-3 volte / settimana;
  • mantenere un peso sano (BMI inferiore a 25 kg / m 2);
  • imparare a rilassarsi, affrontare lo stress.

La fisioterapia è riconosciuta come un metodo più efficace per trattare l'aterosclerosi con lesioni delle arterie periferiche degli arti inferiori rispetto all'attività fisica incontrollata, soprattutto nelle prime fasi della malattia.

Le lezioni speciali di ginnastica consentono (2):

  • aumentare la distanza della camminata indolore;
  • migliorare la qualità della vita;
  • accelerare la guarigione dei difetti della pelle.

L'aterosclerosi può essere prevenuta seguendo le raccomandazioni dietetiche e i cambiamenti dello stile di vita. È inoltre necessario non iniziare malattie sistemiche (ipertensione arteriosa, diabete mellito, emicrania, apnea notturna), sottoporsi a visite mediche annuali, consultare un medico quando compaiono i primi sintomi.

Come trattamento di base, puoi usare rimedi popolari, che sono descritti in modo più dettagliato in questo articolo..

Prognosi medica

Per la maggior parte delle persone con aterosclerosi degli arti inferiori, la prognosi è buona. La terapia conservativa, la correzione dei fattori di rischio sono generalmente sufficienti per i pazienti lievi e moderati, i casi gravi richiedono un intervento chirurgico.

Nei pazienti con diabete mellito, ipertensione di grado 3, ipercolesterolemia grave, la malattia progredisce più complicata, spesso accompagnata da gravi complicanze: ictus, infarto miocardico, cancrena (3). Le donne più spesso degli uomini hanno bisogno di trasfusioni di sangue, hanno patologie cardiovascolari concomitanti e un aumentato rischio di embolia. Ma il genere non influenza in alcun modo i tassi di mortalità, la probabilità di cuore, attacchi cerebrali (1).

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori: sintomi e trattamento

L'aterosclerosi può colpire tutti i grandi vasi del corpo umano, compresi quelli situati negli arti inferiori. Con questo tipo, i patologi colpiscono prima i vasi della cavità addominale, quindi i depositi di colesterolo si diffondono alle arterie tibiali, femorali e poplitea. Lo sviluppo dell'aterosclerosi degli arti inferiori avviene lentamente: dall'insorgenza dei cambiamenti alla comparsa dei sintomi primari, ci vogliono almeno 10-15 anni. La specificità delle lesioni aterosclerotiche delle arterie delle gambe non consente di diagnosticare questa malattia solo sulla base dei reclami dei pazienti. Inoltre, una visita da un medico nella maggior parte dei casi si verifica con cambiamenti irreversibili che non sono praticamente suscettibili di trattamento conservativo..

Caratteristiche della malattia. Le ragioni

Per la formazione di placche aterosclerotiche nei vasi, è necessaria una combinazione di due processi: distruzione localizzata della superficie interna della parete arteriosa (intima) e aumento del contenuto di lipidi pesanti nel sangue. Il verificarsi di lesioni sull'intima provoca una naturale reazione di difesa, durante la quale si forma un "cerotto" di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) nel sito della lesione.

Se ciò accade sullo sfondo di un aumento del livello di LDL nel corpo, la formazione della placca non si ferma. Si espande e blocca la maggior parte del lume dell'arteria. L'intero processo richiede diversi anni, quindi, nella maggior parte dei casi, l'aterosclerosi degli arti inferiori viene diagnosticata in età avanzata.

Tra le principali cause di aterosclerosi degli arti inferiori, flebologi e cardiologi nominano almeno dieci fattori che influenzano lo stato della parete vascolare e il livello delle lipoproteine ​​nel sangue. Questi includono:

  • disturbi sistemici endocrini e metabolici che influenzano il tono dei vasi sanguigni, la loro resistenza alla distruzione - diabete mellito, disfunzione delle gonadi e della tiroide, ipertensione;
  • cattive abitudini che portano a frequenti fluttuazioni nel tono delle pareti vascolari: fumo, alcolismo;
  • assunzione di grassi animali solidi dal cibo in quantità che superano il fabbisogno dell'organismo;
  • disfunzione epatica, in cui sintetizza una maggiore quantità di colesterolo;
  • obesità, che porta ad un indebolimento del tono vascolare e interruzione dei livelli ormonali, che può anche portare ad un aumento dei livelli di colesterolo.

Gli esperti notano che le manifestazioni di aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori nelle donne sono molto meno comuni che negli uomini. Ciò è dovuto alle specificità del corpo femminile, poiché gli estrogeni inibiscono l'attività delle lipoproteine ​​a bassa densità.

I medici non escludono l'influenza di fattori indipendenti da una persona sullo sviluppo dell'aterosclerosi delle gambe: caratteristiche genetiche, patologie congenite e altre caratteristiche del corpo. Tuttavia, la maggiore influenza è esercitata dai cambiamenti legati all'età: il periodo di insorgenza dei sintomi di aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori e il trattamento della malattia cade sempre sulla vecchiaia..

Sintomi e fasi della malattia


Nella versione classica, la sintomatologia dell'aterosclerosi degli arti inferiori è di natura crescente: aumenta con il passaggio della malattia da uno stadio all'altro. Se all'inizio del processo patologico il paziente praticamente non avverte cambiamenti, nella fase finale è preoccupato per tutta una serie di sintomi dolorosi.

Quali sono i sintomi dell'aterosclerosi con vari gradi di danno alle arterie delle gambe con complicanze aterosclerotiche:

  1. Fase preclinica. Non ci sono segni allarmanti nell'aterosclerosi degli arti inferiori in questa fase dello sviluppo della malattia. I cambiamenti patologici possono essere rilevati solo durante un esame strumentale dei vasi di questa parte del corpo e in un esame del sangue di laboratorio, che indica una violazione del metabolismo dei lipidi.
  2. Il secondo stadio, che in medicina è chiamato aterosclerosi non stenotica delle arterie degli arti inferiori. Il lume dei vasi è ristretto, ma non critico. Il disagio sotto forma di dolore acuto o rottura alle gambe si verifica dopo una lunga camminata per una distanza di circa un chilometro. Dopo un breve riposo, i dolori scompaiono. Ci possono essere anche pallore e intorpidimento dei piedi con aumento dello stress sulle gambe, crampi notturni.
  3. L'ischemia o il terzo stadio è caratterizzato da sintomi gravi quando il dolore appare dopo aver attraversato brevi distanze (50-100 m). Spesso, la malattia assume caratteristiche più minacciose se le arterie delle gambe sono stenotiche, cioè sono notevolmente ristrette in una piccola area. Questa forma della malattia è accompagnata da pallore delle gambe durante l'esercizio, maggiore sensibilità al freddo, cambiamenti nella pelle: diventa secca, squamosa, pallida.
  4. Il quarto stadio dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori è accompagnato dai segni allarmanti più pronunciati. Il dolore persiste costantemente, intensificandosi al minimo sforzo fisico. L'andatura del paziente diventa strascicata. Si verificano anche cambiamenti esterni: la pelle e le unghie si assottigliano, diventano fragili e squamose, ulcere trofiche e zone di necrosi (pelle annerita) compaiono sulla caviglia e sul piede. La causa di tale deterioramento è la stenosi delle arterie delle gambe con blocco completo dei vasi sanguigni da placche aterosclerotiche..

Se il trattamento dell'aterosclerosi stenosante delle arterie degli arti inferiori negli stadi 3 e 4 non viene utilizzato, c'è un'alta probabilità di sviluppare cancrena con successiva amputazione delle gambe..

Poiché la malattia tende ad aumentare gradualmente i sintomi, i pazienti rimandano la visita dal medico fino a quando diventa difficile per loro muoversi anche all'interno della propria casa. Questo perché la maggior parte dei pazienti è sicura che il dolore alle gambe sia il risultato dell'usura naturale del sistema muscolo-scheletrico e non un segno di un grave problema ai vasi sanguigni..

Per differenziare in modo indipendente la malattia, è sufficiente prestare attenzione alla seguente caratteristica: con l'aterosclerosi, il dolore proviene da muscoli privi di ossigeno e sostanze nutritive. L'insufficienza vascolare può anche essere determinata da un indebolimento del polso sotto il ginocchio. O non si sente affatto o si sente troppo debole.

Come controllare i vasi delle gambe per l'aterosclerosi? Diagnostica

Diversi metodi vengono utilizzati per diagnosticare l'aterosclerosi delle gambe, tra cui la presa dell'anamnesi, studi di laboratorio sui fluidi biologici (sangue) e studi strumentali. Alla prima visita dal medico, è importante trovare quante più informazioni possibili sulle condizioni del paziente: età, dieta approssimativa, ora di insorgenza di sintomi spiacevoli, malattie concomitanti. Dopo aver redatto l'anamnesi, il medico indirizza il paziente a un esame completo, che include:

  • Diagnostica MRI delle arterie utilizzando una soluzione di contrasto - RM-angiografia;
  • esame delle arterie delle gambe su un tomografo multispirale (MSCT) con una soluzione di contrasto;
  • Ecografia o scansione duplex delle arterie;
  • misurazione della pressione e del polso nelle arterie periferiche utilizzando apparecchiature speciali.

Per chiarire la diagnosi degli arti inferiori, la diagnosi può includere test fisici, durante i quali il medico può valutare il lavoro delle arterie durante l'esercizio. In questo caso, il medico può registrare il cambiamento nella forza della pulsazione sopra e sotto l'articolazione del ginocchio, il grado di scolorimento della pelle dei piedi, nonché la durata dello stress, dopo di che affaticamento e dolore compaiono nelle parti inferiori delle gambe. Questi dati aiutano a valutare oggettivamente le condizioni del paziente e chiariscono il grado di alterazioni vascolari.

Metodi di trattamento

I pazienti con qualsiasi stadio della malattia sono interessati all'unica domanda: è possibile guarire per sempre dall'aterosclerosi degli arti inferiori o dovranno affrontare sintomi spiacevoli per tutta la vita? Gli esperti dicono che la terapia di questa malattia significa solo una diminuzione dei sintomi e un rallentamento della progressione della malattia a causa della normalizzazione del metabolismo dei lipidi..

Se il paziente non sa quale medico sta curando l'aterosclerosi, può presentare reclamo a un terapista. Dopo l'esame e la diagnosi, la storia medica verrà trasferita al chirurgo vascolare o al neurologo.

Terapia conservativa - farmaci

Il trattamento più comune per l'aterosclerosi degli arti inferiori è conservativo. È con lui che inizia la lotta contro i depositi di colesterolo. I metodi conservativi sono utilizzati in tutte le fasi:

  • nella fase iniziale - rallentare la progressione della patologia;
  • nella fase ischemica - per eliminare i sintomi e rallentare i progressi, nonché per prepararsi all'intervento chirurgico;
  • nella fase finale - per alleviare i sintomi e ripristinare il trofismo dei tessuti.

Per il trattamento dell'aterosclerosi vascolare, i farmaci vengono selezionati in base ai cambiamenti esistenti e al quadro clinico:

  • con forte dolore e diminuzione della resistenza fisica durante la deambulazione, vengono prescritti derivati ​​purinici, che hanno proprietà antipiastriniche, vasodilatatrici e angioprotettive - "Pentossifillina", "Trental", "Cilostazolo" e loro analoghi;
  • con il frequente verificarsi di spasmi muscolari, crampi notturni, vengono prescritti antispastici - "No-Shpa", "Drotaverin" in compresse o iniezioni;
  • con pronunciati cambiamenti trofici, comprese le ulcere, i medici raccomandano l'uso di preparati topici per migliorare la nutrizione dei tessuti ("Zincteral" e suoi analoghi), nonché unguenti contenenti antibiotici e analgesici - "Levomekol", "Dimexid", "Oflokain" e altri.

Inoltre, gli esperti prescrivono una serie di farmaci, la cui azione è volta a ridurre il rischio di trombosi e migliorare il flusso sanguigno: farmaci antitrombotici (aspirina, aspirina-cardio, tromboass), anticoagulanti (warfarin, eparina in forma orale ed esterna), complessi vitaminici e minerali.

Per regolare il metabolismo dei lipidi e normalizzare i livelli di colesterolo nel sangue, vengono prescritti farmaci con effetto ipolipemizzante:

  • sequestranti degli acidi biliari - farmaci che regolano l'attività degli enzimi digestivi che aiutano a rallentare la sintesi del colesterolo da parte delle cellule del fegato ("Colisteramina", "Colestipolo" e altri);
  • statine per ridurre l'assorbimento del colesterolo dal cibo e sciogliere la placca sulle pareti dei vasi sanguigni ("Atorvastatina", "Fluvastatina" e altri);
  • fibrati - farmaci che regolano il metabolismo dei lipidi ("Clofibrato" e suoi analoghi).

Quasi tutti questi farmaci sono incompatibili con l'alcol! Pertanto, durante l'assunzione, non è consigliabile utilizzare tinture alcoliche, soprattutto se sono destinate alla somministrazione orale..

Chirurgia

Poiché non è sempre possibile trattare l'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori nelle fasi avanzate con metodi conservativi, per i pazienti con malattia progressiva vengono utilizzati metodi chirurgici e minimamente invasivi. Le operazioni endoscopiche poco traumatiche più comunemente utilizzate:

  • angioplastica con palloncino, durante la quale un dispositivo a forma di palloncino viene inserito nel lume del vaso e gonfiato;
  • installazione di uno stent nel lume dell'arteria - una molla tubolare che mantiene la nave in uno stato espanso;
  • microprotesi delle arterie colpite con parti dei vasi create artificialmente;
  • endoarteriectomia, che è la rimozione della parte interessata del vaso, seguita dalla sutura dei suoi bordi.

Lo stenting e l'angioplastica con palloncino vengono eseguiti in anestesia generale o locale, a seconda delle condizioni del paziente. Le manipolazioni vengono eseguite sotto il controllo di attrezzature speciali e videocamere miniaturizzate, che vengono inserite nell'arteria dell'arto inferiore attraverso una puntura e avanzano alle lesioni dell'aterosclerosi.

Lo smistamento delle navi degli arti inferiori non è meno popolare. Il metodo viene utilizzato per la stenosi del vaso con aterosclerosi avanzata. Rappresenta la creazione di un canale artificiale bypassando la parte più ristretta del vaso. Quando viene eseguito un intervento chirurgico di bypass, l'operazione viene eseguita in anestesia generale utilizzando attrezzature speciali.

Metodi innovativi come il trattamento laser per l'aterosclerosi degli arti inferiori sono utilizzati in diverse versioni:

  • nella fase iniziale, viene eseguita la coagulazione laser delle vene degli arti inferiori, in cui si formano tasche e coaguli di sangue, complicando il decorso dell'aterosclerosi;
  • con la formazione di ulcere trofiche, il laser viene utilizzato per rimuovere i tessuti necrotici, nonché per stimolare la rigenerazione;
  • quando un'area di necrosi appare sui piedi e sulle dita dei piedi, la terapia laser viene utilizzata per ripristinare la circolazione sanguigna, l'escissione del tessuto morto.

In casi particolarmente gravi, quando la necrosi tissutale nell'aterosclerosi degli arti inferiori è complicata dalla cancrena, viene eseguita l'amputazione della gamba. Questo metodo viene utilizzato solo nelle fasi finali della malattia, quando altri metodi non sono efficaci..

Prevenzione

Il ruolo della prevenzione nell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non è meno significativo del trattamento tempestivo e complesso con farmaci. Con il suo aiuto, è possibile frenare la progressione della malattia e prevenire complicazioni. Le misure preventive obbligatorie includono i seguenti punti:

  1. Cambiamento della dieta. Poiché l'aterosclerosi nella maggior parte dei casi si sviluppa sullo sfondo di disturbi del metabolismo lipidico e un eccesso di lipoproteine ​​ad alta densità, si consiglia di escludere dal menu cibi ricchi di grassi solidi. Questi includono carni grasse, strutto, burro e margarina, varie salse a base di maionese. Anche il consumo di salsicce, frattaglie, paté dovrebbe essere ridotto. Il menu dovrebbe essere dominato da carni e pesce dietetici, verdure fresche e bollite, frutta e bacche, pane integrale e cereali. Saranno utili anche prodotti a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi..
  2. Rifiuto delle cattive abitudini. Il fumo e l'alcolismo gettano le basi per la formazione di depositi di colesterolo, influenzano negativamente lo stato dei vasi sanguigni e dei processi metabolici. Pertanto, dovrebbero essere abbandonati in primo luogo..
  3. Attività moderata. Nonostante il disagio alle gambe, il movimento dovrebbe diventare una parte obbligatoria della vita del paziente. Per non provocare ipossia tissutale acuta, è necessario farlo in dosi e quando appare la stanchezza, riposare. Particolarmente utili per l'aterosclerosi sono le sessioni in piscina.
  4. Trattamento di malattie concomitanti che si verificano spesso negli anziani: diabete, ipertensione e altri. Queste patologie hanno un effetto estremamente negativo sui vasi degli arti inferiori e possono complicare ulteriormente il decorso dell'aterosclerosi. La terapia complessa e il rispetto di tutte le raccomandazioni del medico curante aiuteranno a prevenire complicazioni potenzialmente letali.

Per ridurre il rischio di complicanze nell'aterosclerosi delle gambe, un'attenta igiene delle gambe, l'aderenza a cure speciali durante il taglio delle unghie aiuterà. È importante ricordare che anche una piccola ferita può diventare una fonte di infezione. I tessuti privi di ossigeno e sostanze nutritive non possono resistere completamente ai microrganismi patogeni, quindi è importante aiutarlo:

  • lavati accuratamente i piedi almeno 2 volte al giorno;
  • trattare gli spazi tra le dita con antisettici;
  • taglia le unghie dei piedi con uno strumento sterile;
  • trattare i piedi dopo la pedicure con soluzioni antisettiche.

Inoltre, dovresti scegliere scarpe leggere e larghe in modo che mentre cammini non sfreghi i piedi ed eviti anche lesioni minori agli arti inferiori.

Complicazioni

La complicanza più comune della malattia è l'occlusione (blocco, trombosi) dei vasi delle gambe. Questa condizione è irta di conseguenze ancora più pericolose: cancrena, embolia polmonare. Nel primo caso, il paziente è minacciato di amputazione della gamba dolorante. In caso di embolia polmonare, esiste la possibilità di morte improvvisa a causa di edema polmonare. Pertanto, è importante riconoscere i segni del blocco completo nel tempo:

  • intenso dolore alla gamba sullo sfondo del suo pallore atipico (la gamba sembra fatta di cera);
  • mancanza di polso nella gamba;
  • paralisi, incapacità di controllare l'arto inferiore, di appoggiarsi ad esso;
  • perdita di sensibilità nella gamba sotto il trombo.

Quando compaiono tali sintomi, è necessario consegnare urgentemente il paziente alla clinica più vicina, assicurandosi che l'arto inferiore sia a riposo. L'occlusione può essere eliminata con due metodi: conservativo (mediante l'introduzione di agenti antipiastrinici per via endovenosa, fibrinolitici e trombolitici) o chirurgica (endoarteriectomia, trombectomia e altri metodi).

Se la cancrena si sviluppa a causa di occlusione acuta o aterosclerosi stenosante lenta, il medico nella maggior parte dei casi decide di amputare l'arto colpito per prevenire la sepsi (la cosiddetta avvelenamento del sangue con veleni necrotici).
n
Quasi tutte le complicazioni elencate sono le conseguenze del mancato trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori o dell'ignoranza delle raccomandazioni del medico curante. Per prevenire il loro verificarsi, è sufficiente seguire una dieta e assumere farmaci prescritti da uno specialista, nonché sottoporsi periodicamente a un esame, che aiuterà a identificare i processi predisponenti alle complicazioni ed eliminarli nel tempo.

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori: sintomi, diagnosi e trattamento

Nelle persone sane, il lume dei vasi rimane pulito, quindi il sangue scorre senza ostacoli ai tessuti, fornendo loro ossigeno. I muscoli ricevono abbastanza nutrienti per funzionare correttamente. Con l'aterosclerosi, il colesterolo si deposita sulle pareti dei vasi sanguigni, che di per sé restringe il lume e provoca l'infiammazione della parete, che provoca la formazione di coaguli di sangue.

Nel tempo, la quantità di colesterolo si accumula e si forma una placca di colesterolo. A volte può staccarsi, insieme al flusso sanguigno, entrare in vasi più piccoli, ostruendone il lume. Nel tempo la placca si indurisce a causa del deposito di sali di calcio e può causare il completo blocco dei vasi sanguigni (occlusione).

Di solito, l'aterosclerosi delle gambe si sviluppa lentamente. Il lume dei vasi si chiude gradualmente, quindi all'inizio i sintomi possono essere lievi. Tuttavia, poiché il loro lume si restringe, i tessuti sono sempre meno forniti di ossigeno e sostanze nutritive. I sintomi crescono e diventano più pronunciati. Se l'aterosclerosi si sviluppa piuttosto lentamente, i piccoli vasi hanno il tempo di crescere nei tessuti circostanti, che assumono la funzione dell'arteria interessata. Se si sviluppa più velocemente di quanto le navi abbiano il tempo di crescere, non possono compensare il danno a un buon livello.

Ci sono diverse fasi nello sviluppo dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Diversi ricercatori li dividono in modi diversi. Considera una delle classificazioni più dettagliate di A.V. Pokrovsky:

  1. Fase 1 - preclinica. Si verifica quando si verifica una violazione del metabolismo lipidico nel corpo. In questa fase, non ci sono ancora sintomi pronunciati. Il dolore alle gambe si verifica solo dopo che una persona ha camminato a lungo.
  2. Fase 2a: compaiono già segni di aterosclerosi. Le gambe iniziano a far male dopo aver camminato per brevi distanze, da duecento a mille metri. Appare un sintomo della cosiddetta claudicatio intermittente: una persona spesso si ferma a causa del dolore per riposare, tuttavia, non appena continua a muoversi, le sue gambe iniziano di nuovo a fargli male.
  3. Fase 2b: i dolori alle gambe compaiono a distanze molto brevi, una persona non può camminare per più di duecento metri senza fermarsi.
  4. Fase 3: in questa fase il dolore appare a distanze molto ridotte e talvolta anche a riposo.
  5. Fase 4: il dolore alle gambe è permanente, si sviluppano ulcere trofiche e necrosi dei tessuti.

A seconda di dove si verifica esattamente il restringimento del lume, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è suddivisa nei seguenti tipi:

  • Occlusione di alto livello: sono interessati i grandi vasi delle gambe, come l'aorta, le arterie iliache, le arterie femorali;
  • Occlusione di medio livello: le arterie poplitea sono interessate, così come i vasi sanguigni delle gambe;
  • Occlusione di basso livello: questo tipo di aterosclerosi colpisce una delle arterie della parte inferiore della gamba o del piede.

Cause e fattori predisponenti

La causa principale dell'aterosclerosi è una violazione del metabolismo dei lipidi, un aumento dei livelli di colesterolo nel sangue e danni alle pareti dei vasi sanguigni..

Ci sono molti fattori che innescano l'insorgenza di questa malattia:

  • L'ereditarietà gioca un ruolo importante nell'insorgenza dell'aterosclerosi. Le persone che hanno parenti stretti con questa malattia sono più suscettibili ad essa rispetto a coloro che hanno una buona eredità..
  • Gli uomini si ammalano più spesso delle donne.
  • Il rischio di aterosclerosi aumenta con l'età.
  • L'aterosclerosi dei vasi delle gambe colpisce spesso i fumatori, poiché la nicotina contenuta nelle sigarette provoca vasocostrizione e colpisce anche le loro pareti interne, provocando infiammazione. Nella zona infiammata, il colesterolo si deposita più velocemente.
  • Anche il sovrappeso può provocare questa malattia..
  • Dieta impropria, quando una persona mangia molto grasso, fritto, salato. Gli alimenti che contengono una quantità eccessiva di colesterolo provocano un aumento del sangue;
  • Malattia ipertonica.
  • Diabete.
  • Uno stile di vita sedentario, in cui il corpo non riceve sufficiente attività fisica. Le pareti dei vasi sanguigni si indeboliscono e non possono resistere alla malattia.
  • Stress frequente.
  • L'uso di bevande alcoliche, il caffè aumenta il rischio di sviluppare la malattia.

Sintomi

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori può essere sintomatica già all'inizio della malattia, quindi è importante conoscere i sintomi principali e prestarvi attenzione nel tempo.

Il sintomo principale e più eclatante dell'aterosclerosi è il dolore. Poiché il movimento è un'attività fisica per le gambe, i muscoli richiedono più ossigeno e sostanze nutritive per affrontarlo. Il flusso sanguigno attraverso il lume ristretto dei vasi è ostacolato, il che significa che i muscoli non ricevono abbastanza ossigeno. La comparsa del dolore e la sua intensità dipendono dallo stadio della malattia, da quanto si restringe il lume. Con lo sviluppo della malattia, il dolore appare anche a riposo, a volte di notte. I pazienti appendono la gamba interessata dal letto, migliorando così il flusso sanguigno verso il basso e alleviando il dolore.

Poiché l'aterosclerosi delle arterie delle gambe è più comune nella vecchiaia, quando varie malattie delle articolazioni sono caratteristiche delle persone, è necessario essere in grado di distinguere il dolore articolare dal dolore nell'aterosclerosi. Con l'artrosi e altre malattie delle articolazioni, il dolore di solito appare all'inizio del movimento e poi scompare o diminuisce. I pazienti dicono che hanno bisogno di "disperdersi". Con l'aterosclerosi, il dolore aumenta con l'aumentare del carico. Questo è importante da sapere per una corretta diagnosi, poiché vengono utilizzati metodi completamente diversi per il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori rispetto al trattamento delle malattie articolari.

Oltre al dolore, l'aterosclerosi è caratterizzata da una serie di altri sintomi:

  • Intorpidimento dei piedi, sensazione di freddo in essi;
  • Oggettivamente, la temperatura dell'arto inferiore colpito è inferiore a quella dell'arto sano. Il piede è fresco al tatto;
  • La pelle è pallida, negli stadi successivi può diventare cianotica;
  • I pazienti notano una sensazione inquietante sulla pelle, come se qualcuno ci stesse strisciando sopra;
  • Gli stinchi diminuiscono di volume;
  • Sull'arto colpito i capelli cadono e non crescono bene;
  • Le dita dei piedi si gonfiano, con lo sviluppo della malattia iniziano a diventare blu;
  • Nelle fasi successive, sulla pelle compaiono ferite e ulcere trofiche;
  • La lamina ungueale diventa sottile e fragile;
  • La malattia termina con la morte dell'arto.

Diagnostica

Per prescrivere il corretto trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, la sua diagnosi è importante. Per questo, vengono eseguite le seguenti procedure diagnostiche:

  1. Prendendo l'anamnesi. Al paziente viene chiesto l'insorgenza della malattia, i principi dell'inizio del dolore e altri sintomi;
  2. Ispezione visuale. Qui puoi notare cambiamenti nel colore, volume degli arti, notare l'assenza di peli sulla parte inferiore della gamba, una lamina ungueale sottile - segni caratteristici di una cattiva nutrizione dei tessuti;
  3. Un importante criterio diagnostico è l'assenza di polso nelle arterie poplitea o femorale. Dipende dalla localizzazione della vasocostrizione;
  4. Chimica del sangue;
  5. Test di coagulazione del sangue;
  6. Ecografia Doppler dei vasi degli arti inferiori: consente non solo di rivelare l'aterosclerosi, ma anche di suggerire approssimativamente dove si trova esattamente il restringimento del lume;
  7. Angioscansione ad ultrasuoni: è più informativo rispetto al metodo precedente e consente non solo di rilevare la localizzazione della patologia, ma anche di determinare il grado di restringimento e la sua lunghezza;
  8. Reovasografia;
  9. Angiografia con contrasto a raggi X..

Trattamento

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori dipende dallo stadio della malattia, dalla localizzazione del processo patologico, dal grado di restringimento del lume. È necessario iniziare il trattamento il prima possibile, quindi è così importante diagnosticare la malattia in tempo.

Il trattamento comprende un corretto stile di vita da parte del paziente, la terapia farmacologica, la fisioterapia, nonché la chirurgia. Una persona che soffre di aterosclerosi dovrebbe abbandonare le cattive abitudini, stabilire una corretta alimentazione, muoversi di più e trattare adeguatamente le malattie che provocano l'aterosclerosi.

Il trattamento farmacologico dell'aterosclerosi degli arti inferiori include la nomina dei seguenti farmaci:

  1. Agenti antipiastrinici, il più famoso dei quali è l'aspirina: aiutano a fluidificare il sangue e prevengono i coaguli di sangue;
  2. Anticoagulanti (eparina, warfarin) - prevengono la coagulazione del sangue all'interno dei vasi e la formazione di coaguli di sangue;
  3. Gli antispastici e gli analgesici sono progettati per alleviare la sindrome del dolore, che è molto importante nell'aterosclerosi. A volte, soprattutto nelle ultime fasi, il dolore può essere così intenso da poter essere alleviato anche con analgesici narcotici;
  4. Vasodilatatori;
  5. Le statine sono farmaci che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, poiché la sua deposizione sulle pareti dei vasi sanguigni è un fattore importante nello sviluppo dell'aterosclerosi.

Se necessario e malattie concomitanti, vengono prescritti altri gruppi di farmaci, ad esempio abbassando la pressione sanguigna nell'ipertensione, abbassando i livelli di zucchero nel diabete, ecc..

La fisioterapia gioca un ruolo importante nel trattamento dell'aterosclerosi. Questo potrebbe essere:

  • elettroforesi;
  • UHF;
  • massaggio degli arti inferiori;
  • ossigenazione iperbarica;
  • magnetoterapia;
  • bagni vari: idrogeno solforato, radon, conifere, perla.

L'angioplastica con palloncino dovrebbe essere individuata separatamente, poiché non è un'operazione chirurgica in senso pieno. Per la sua implementazione non è necessaria l'anestesia generale, viene utilizzata solo l'anestesia locale. Un sottile catetere con un palloncino speciale all'estremità viene inserito nel lume del vaso. Nel sito del restringimento della nave, il palloncino viene gonfiato, aumentando il lume.

Di solito, l'angioplastica viene utilizzata nei casi in cui la terapia farmacologica non ha mostrato il risultato desiderato. Con questo metodo di trattamento, le complicanze sono estremamente rare, di solito il paziente lascerà presto l'ospedale e tornerà alla vita normale. Sfortunatamente, l'angioplastica è possibile solo nei casi in cui il vaso si restringe su una breve distanza. Se le arterie sono colpite in molti punti o l'aterosclerosi si verifica in piccoli vasi, l'angioplastica non è possibile.

La crioplastica è una forma separata di angioplastica con palloncino. Con questo metodo di trattamento, il lume della nave viene espanso con l'aiuto di protossido di azoto liquido. Contattando la placca aterosclerotica attraverso le pareti del palloncino, il refrigerante la distrugge.

Le indicazioni per il trattamento chirurgico dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori sono i sintomi e la diagnosi di lesioni multiple del letto vascolare o restringimento del vaso su una lunga lunghezza, quando l'angioplastica è impossibile. Tipi di trattamento chirurgico:

  1. Bypass. Per questo, vengono utilizzate le vene del paziente o speciali protesi sintetiche. Le estremità dello shunt sono cucite nel vaso sopra e sotto il sito di restringimento, dirigendo così il flusso sanguigno intorno all'area interessata.
  2. Stening. Uno speciale distanziatore viene inserito nel vaso interessato, che mantiene il lume al livello richiesto.
  3. Endarteriectomia. In questo caso, il chirurgo rimuove la parete interna interessata del vaso insieme alla placca.
  4. Tromboectomia. Viene rimosso solo il trombo che blocca il lume del vaso.
  5. Protesi. La nave interessata viene sostituita con una vena o una protesi sintetica.
  6. Amputazione degli arti. La sua implementazione è necessaria nella quarta fase dell'aterosclerosi, quando la cancrena è già iniziata.

Prevenzione

La prevenzione dell'aterosclerosi consiste principalmente nel mantenere uno stile di vita corretto:

  • è necessario smettere completamente di fumare, poiché anche una diminuzione del numero di sigarette fumate non è sufficiente per prevenire lo sviluppo della malattia;
  • ridurre il consumo di caffè, bevande contenenti caffeina, alcol;
  • se possibile, sbarazzarsi del peso in eccesso;
  • organizzare una corretta alimentazione, ridurre il consumo di cibi contenenti molto colesterolo;
  • camminare molto, dare al corpo sufficiente attività fisica;
  • è importante scegliere le scarpe giuste, non dovrebbe essere stretto;
  • evitare stress emotivo prolungato, stress;
  • monitorare la pressione sanguigna;
  • curare malattie come l'ipertensione, il diabete mellito nel tempo;
  • sottoporsi regolarmente a visite mediche, monitorare il proprio benessere. Se compaiono sintomi di aterosclerosi, consultare immediatamente un medico;
  • eseguire tutti gli appuntamenti medici.

Articolo Successivo
Infarto miocardico - sintomi e trattamento