Aterosclerosi BCA - che cos'è e come trattarla?


L'aterosclerosi è una malattia sistemica che può attaccare quasi tutti i gruppi di vasi. Se il quadro clinico è accompagnato da sintomi di disturbi cerebrali, possiamo parlare di uno dei tipi di patologia: l'aterosclerosi dei vasi brachiocefalici. Questa forma si distingue per alcune difficoltà nella terapia e un alto rischio di ictus e cambiamenti nelle funzioni del sistema nervoso centrale, che non possono essere eliminati dai metodi a disposizione della medicina moderna..

Cos'è?


La prima cosa che vale la pena menzionare quando si descrive l'aterosclerosi BCA è che si tratta di una malattia in cui sono colpiti i vasi del tronco brachiocefalico. Questi includono le arterie vertebrali e carotidi e le loro diramazioni, così come l'arteria succlavia. Questa forma di lesioni aterosclerotiche è considerata la più comune, poiché ci sono molti rami in questa parte del sistema circolatorio. Molto spesso formano depositi aterosclerotici, noti come placche..

Come risultato del graduale restringimento dei vasi del tronco brachiocefalico, il cervello è principalmente colpito. Man mano che la progressione progredisce, altri organi sono inclusi nel processo patologico, le cui funzioni sono parzialmente o completamente controllate dal sistema nervoso centrale. Gli esperti dividono l'aterosclerosi BCA in due gruppi:

  1. L'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche è un tipo che suggerisce i cambiamenti meno pronunciati. Questa patologia è accompagnata dalla formazione di depositi lipidici longitudinali senza un forte restringimento del lume vascolare. Con esso, nonostante ciò, il rendimento delle arterie è notevolmente ridotto.
  2. L'aterosclerosi stenosante BCA è un tipo più complesso, in cui i depositi nei vasi si trovano trasversalmente e hanno uno spessore più pronunciato. Sotto placche di questo tipo, si verificano più spesso processi degenerativi e distruttivi, a seguito dei quali le pareti vascolari si induriscono e si restringono. Il flusso sanguigno in questa forma di malattia è molto limitato. Spesso si verifica un blocco completo dei vasi sanguigni.

Inoltre, gli esperti classificano la malattia a seconda di quali navi hanno subito i cambiamenti più pronunciati..

Sintomi tipici

La comparsa dei principali segni iniziali di aterosclerosi dei vasi del tronco brachiocefalico è nella maggior parte dei casi ritardata, cioè il paziente può sospettare la presenza della malattia dopo molto tempo dall'inizio del processo patologico. Ciò è dovuto al fatto che un aumento della placca e, di conseguenza, una diminuzione del diametro delle arterie si verifica lentamente. In media, trascorrono almeno 5 anni dall'insorgenza della malattia alla sua manifestazione (una grave complicanza e la comparsa di sintomi sistematici).

Nella fase di sviluppo, l'aterosclerosi BCA è accompagnata da sintomi ambigui:

  • vertigini lievi, che aumentano con l'applicazione di sforzi psico-emotivi e fisici;
  • deterioramento della funzione cerebrale - c'è un'incapacità di concentrazione, una diminuzione delle prestazioni mentali complessive;
  • pulsazione dei vasi temporali, che può essere rilevata indipendentemente posizionando le dita sulla cavità temporale - il sintomo appare e si intensifica con lo stress fisico ed emotivo;
  • tinnito, che ricorda il suono delle auto che passano - un sintomo caratteristico dell'aterosclerosi del BCA extracranico.

Con la progressione dell'aterosclerosi non senotica delle arterie brachiocefaliche intracraniche, i pazienti lamentano un complesso deterioramento del benessere. Oltre ai sintomi sopra descritti, vi è una diminuzione della vista, dell'udito, una significativa compromissione della memoria, fino a includere i fallimenti. Questo quadro clinico è una conseguenza dell'insufficienza vascolare totale del sistema nervoso centrale..

Le manifestazioni di aterosclerosi avanzata delle sezioni extracraniche delle arterie brachiocefaliche con stenosi sembrano leggermente diverse. Questo tipo di malattia è accompagnato da intorpidimento dell'arto superiore destro, che può indebolirsi e peggiorare a seconda del grado di stress sul corpo. Inoltre, i pazienti lamentano forti mal di testa, i cui attacchi si verificano all'improvviso e raggiungono un picco in pochi minuti..

Se i sintomi vengono ignorati e il trattamento viene posticipato a una data successiva, l'aterosclerosi BCA può provocare un ictus, che in un terzo dei casi si conclude con la morte o una grave disabilità..

Con un danno profondo ai vasi del tronco brachiocefalico, si osservano cambiamenti significativi, che non lasciano dubbi sul fatto che il paziente abbia aterosclerosi. Oltre alla perdita di memoria, si osservano disturbi del linguaggio e cambiamenti nella personalità del paziente. In questa fase, diventa impossibile riportare una persona alla sua vecchia vita, poiché i cambiamenti diventano irreversibili..

Fattori di rischio

Come altri tipi di malattia, l'aterosclerosi BCA progredisce sullo sfondo di fattori predisponenti, a cui i medici si riferiscono:

  • fumo - questa cattiva abitudine porta a danni alle pareti vascolari, a seguito del quale si forma una "macchia" di colesterolo su di esse;
  • disturbi metabolici sullo sfondo del diabete mellito, disfunzioni epatiche - tali fenomeni portano ad un aumento della sintesi dei trigliceridi nel corpo e al loro rilascio nel sangue;
  • ipertensione: le fluttuazioni di pressione danneggiano le pareti dei vasi sanguigni e il corpo è costretto a sigillare il danno con placche di colesterolo;
  • mancato rispetto degli standard alimentari sani e uso di grandi quantità di lipidi nocivi;
  • ipodynamia.

Il fattore stress svolge anche un ruolo importante nello sviluppo delle patologie aterosclerotiche. È stato dimostrato che le persone che sono quotidianamente esposte a stress psico-emotivo hanno molte più probabilità di affrontare patologie vascolari, inclusa l'aterosclerosi.

Secondo le statistiche, l'aterosclerosi BCA si verifica più spesso negli anziani. Pertanto, dopo 55 anni, si consiglia di fare un test del colesterolo almeno una volta all'anno..

Diagnostica

Nessun medico oserà diagnosticare l'aterosclerosi BCA solo sulla base dei sintomi esistenti. Quando si contatta uno specialista, vengono considerati molti aspetti e le indicazioni principali sono la diagnostica di laboratorio e strumentale. Dopo aver raccolto l'anamnesi e chiarito i reclami, il medico indirizza il paziente ai seguenti esami:

  • ecografia duplex (scansione) per determinare la dimensione e la localizzazione delle placche, lo stato delle pareti vascolari, la presenza o l'assenza di stenosi;
  • L'ecografia dei vasi del collo determina i segni ecografici dell'aterosclerosi, stabilisce gli indicatori della velocità del flusso sanguigno, la localizzazione e la dimensione delle placche (lo studio può essere utilizzato al posto della scansione duplex);
  • La risonanza magnetica è il moderno gold standard per la diagnosi delle patologie vascolari, che consente di valutare non solo lo stato dei vasi BCA, le caratteristiche delle neoplasie sull'intima arteriosa, ma anche di valutare il grado di cambiamenti nel tessuto cerebrale.

Inoltre, viene prescritto un esame del sangue per il colesterolo e l'elettrocardiografia. A differenza di altre patologie vascolari, i cambiamenti aterosclerotici in BCA non vengono diagnosticati mediante angiografia. Durante questa procedura, c'è il rischio di rottura della placca e blocco dei vasi sanguigni, che porta inevitabilmente a una catastrofe cerebrale..

Trattamento

Per il trattamento dell'aterosclerosi BCA, viene utilizzata una serie di misure per rallentare o arrestare completamente l'ulteriore progressione della malattia ed eliminare l'insufficienza cerebrovascolare acuta. La tattica della terapia dipenderà dal tipo di malattia e dal grado di danno vascolare.

Medicinali

La terapia conservativa dell'aterosclerosi delle arterie del tronco brachiocefalico viene utilizzata ovunque per qualsiasi tipo di malattia. È il metodo principale solo se la patologia viene rilevata nelle fasi iniziali e anche se viene diagnosticata una forma di patologia non senescente.

I gruppi di farmaci prescritti per questa diagnosi sono diversi:

  • agenti ipolipemizzanti (statine, fibrati, sequestranti degli acidi biliari), la cui azione è volta a ridurre il colesterolo nel sangue e arrestare la crescita delle placche;
  • farmaci antipiastrinici, la cui azione è volta a fluidificare il sangue, migliorare il flusso sanguigno e normalizzare la nutrizione dei tessuti cerebrali;
  • angioprotettori, la cui azione è volta a proteggere le pareti vascolari da ulteriori cambiamenti;
  • nootropici, la cui azione è finalizzata al ripristino e alla protezione del tessuto cerebrale.

Inoltre, vengono prescritti farmaci per indebolire i sintomi attuali, principalmente analgesici e bloccanti dei canali del calcio (nifedipina, amlodipina e loro analoghi). Inoltre, vengono prescritte vitamine: acido nicotinico e complessi vitaminico-minerali standard.

I pazienti dovranno assumere farmaci per l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche per tutta la vita. Anche una breve pausa può portare a un'improvvisa progressione della malattia..

Intervento chirurgico

L'intervento chirurgico, il più delle volte minimamente invasivo, viene utilizzato in qualsiasi fase dell'aterosclerosi stenosante delle arterie brachiocefaliche, nonché in una forma non stenosante in una fase avanzata (con un restringimento del lume vascolare del 50% o più).

Diverse tecniche vengono utilizzate per eliminare i disturbi del flusso sanguigno:

  1. Resezione aperta. È usato per le lesioni delle vene dei vasi situati sul collo, poiché per le manipolazioni è richiesto l'accesso aperto. Durante l'operazione, il medico rimuove parte della nave insieme alla placca, quindi sutura le estremità dell'arteria o installa una protesi tra di loro.
  2. Rimozione della placca aperta. Viene utilizzato negli stessi casi dell'operazione precedente, con l'unica differenza che la placca viene asportata con una parte del rivestimento interno del vaso, e le pareti esterne dell'arteria rimangono intatte. Successivamente, il medico esegue la plastica (restauro) della nave.
  3. Stenting. Un metodo poco traumatico che viene utilizzato per la sconfitta delle arterie profonde del tronco brachiocefalico. Il metodo è l'installazione di una rete o altra struttura nel lume del vaso, che spinge le pareti e aiuta a ripristinare il flusso sanguigno.


L'ultimo metodo si distingue per la massima efficienza e sicurezza. Ha i tassi più bassi di ricadute e complicazioni. Tra gli svantaggi si può distinguere solo l'alto costo dell'operazione..

Nutrizione e attività

Il ruolo principale nel trattamento dell'aterosclerosi BCA è svolto dalla dieta e dal mantenimento del corpo in buona forma. Si consiglia ai pazienti con tale diagnosi di limitare l'assunzione di grassi animali e di mangiare più alimenti che possono regolare i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue. Questi includono cibi ricchi di fibre e oli essenziali: erbe fresche, cereali, verdura e frutta, alghe.

Il fegato di pollame, le uova (preferibilmente senza tuorlo), il petto di pollo o di tacchino, il pesce di mare e di fiume aiuteranno a soddisfare il fabbisogno di proteine ​​e vitamine del corpo. Il menu dovrebbe essere basato su tutti i tipi di cavoli, carote, zucchine, vari cereali, bevande a base di latte acido.

Durante la terapia dell'aterosclerosi, è necessario smettere di fumare e bere alcolici. Ciò aiuterà le navi a recuperare in modo più efficiente..

È importante che i pazienti monitorino quotidianamente il proprio benessere, camminino di più all'aria aperta e facciano tutto il lavoro possibile: prendersi cura di se stessi, pulire la casa, fare esercizi. L'affaticamento con una tale diagnosi è inaccettabile, quindi i periodi di attività fisica dovrebbero essere alternati a un buon riposo. Il sonno diurno dovrebbe essere la norma per il paziente.

Prevenzione

Poiché le ragioni per cui si manifesta l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche sono sempre complesse, molti aspetti della vita devono essere rivisti per prevenire la malattia:

  • abbandonare le cattive abitudini il prima possibile;
  • muoversi di più e aderire a uno stile di vita sano;
  • escludere dal menu carne di maiale e strutto, manzo grasso;
  • evitare stress e ansia.

Inoltre si consiglia di donare il sangue per il colesterolo almeno una volta all'anno, a partire dai 35 anni, e in presenza di fattori predisponenti anche prima. Ciò aiuterà nel tempo a identificare l'ipocolitterinemia, che nella maggior parte dei casi porta alla comparsa di placche in grandi vasi. Se hai frequenti mal di testa e altri sintomi della malattia, dovresti immediatamente fissare un appuntamento con un terapista o un neurologo. Ciò contribuirà a guadagnare tempo e prevenire cambiamenti irreversibili..

Aterosclerosi BCA: che cos'è, cause, sintomi e trattamento

L'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche è una delle patologie vascolari più gravi (aterosclerosi BCA secondo ICD 10 - I70). Questo tipo di arteria fornisce ossigeno al cervello, quindi, se la circolazione sanguigna è compromessa, una persona può essere in serio pericolo. Una delle complicazioni più gravi di questa diagnosi è un massiccio ictus. È noto che questa condizione spesso porta alla morte o a una grave disabilità. Che cos'è - aterosclerosi BCA, quali sono i segni e il trattamento di questa malattia? Quali sono le cause della malattia, chi è a rischio? Tutto questo sarà discusso nel nostro articolo..

In quanto malfunzionamento del cervello, l'aterosclerosi dei vasi cerebrali ha un codice di classificazione secondo ICD 10, essendo una delle malattie croniche, difficili da trattare e che provocano ictus.

La sua essenza sta nella deposizione sulle pareti delle arterie che forniscono sangue al tessuto cerebrale, accumuli di grasso sotto forma di placche, che successivamente non solo crescono, ma vengono anche convertite in tessuto connettivo. Da questo, il lume tra le pareti dei vasi sanguigni diventa sempre più stretto e l'afflusso di sangue al cervello ne risente..

L'aterosclerosi cerebrale si verifica più spesso negli anziani, il suo codice ICD è 10: 167,2, rappresenta circa la metà delle malattie del sistema cardiovascolare.

Aterosclerosi BCA: che cos'è?

Le arterie brachiocefaliche sono un insieme di vasi che alimentano il cervello. Sono loro che formano il cosiddetto cerchio di Willis, che è responsabile della nutrizione uniforme di tutte le parti del cervello. La comparsa di qualsiasi restringimento del lume in qualsiasi area di questo cerchio può minacciare la carenza di ossigeno dell'intero cervello e, inoltre, il verificarsi di un ictus massiccio.

Intervallo di età diagnostica, quando la maggior parte dei pazienti presentava la corrispondente aterosclerosi ICD 10 dei vasi cerebrali, 40-50 anni.

Ad oggi, i medici distinguono due tipi di questa aterosclerosi. Che cos'è l'aterosclerosi non stenosante BCA? Sullo sfondo, le placche grasse si trovano longitudinalmente, senza ostruire completamente i vasi. Il secondo tipo è l'aterosclerosi stenosante BCA. Con esso, le placche si formano sotto forma di tubercoli, aumentano di dimensioni e sono in grado di bloccare completamente il lume della nave.

Naturalmente, il secondo tipo di malattia è il più pericoloso. In presenza di una tale deviazione, un trattamento prematuro porta inevitabilmente allo sviluppo di un ictus. L'aterosclerosi non stenotica delle parti extracraniche delle arterie brachicefaliche viene determinata se la placca copre meno della metà del lume interno. Questa malattia richiede un trattamento tempestivo insieme a cure mediche di emergenza. Per avere il tempo di consultare un medico in tempo, tutti dovrebbero avere un'idea dei primi sintomi di questa patologia..

Tutti dovrebbero sapere su questo: sintomi della malattia

Aterosclerosi BCA: che cos'è in termini di manifestazione? Sfortunatamente, nelle sue fasi iniziali, questa malattia non presenta sintomi vividi che possano indurre una persona a consultare immediatamente un medico. Di norma, i primi segni di aterosclerosi BCA possono iniziare con la comparsa di vertigini rari ea breve termine, attribuiti ad altri disturbi o banale superlavoro. Ma nel tempo, la testa inizia a girare sempre più spesso e una persona può manifestare i seguenti sintomi di aterosclerosi:

  • Perdita di concentrazione o sua diminuzione.
  • La memoria si deteriora.
  • Sensazione di stordimento.
  • Le dita diventano insensibili.
  • La comparsa di tinnito.
  • Picchi di pressione regolari.
  • Una condizione accompagnata da stanchezza cronica.

Il pericolo maggiore è il processo di stenosi nell'aterosclerosi BCA (restringimento delle arterie). Con lo sviluppo di questa forma di aterosclerosi, di solito si verificano i seguenti sintomi:

  • C'è una sensazione di dolore nella regione del cuore.
  • C'è una sensazione lancinante nelle mani.
  • Il ritmo cardiaco è disturbato.
  • La vista si deteriora.
  • Discorso deteriorante.
  • Si verifica nausea.
  • Appaiono le vertigini.

Cosa devi sapere sull'aterosclerosi dei vasi brachiocefalici?

La conoscenza dei sintomi, nonché dei metodi di terapia per l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche, è necessaria per ogni persona, e ciò è dovuto a diversi motivi, vale a dire:

  • Innanzitutto va notato che oggi l'aterosclerosi è generalmente una delle malattie più diffuse, che, di regola, i medici diagnosticano in ogni quinta persona sotto i trent'anni, e in ogni quarto su cinque persone in età pensionabile. L'aterosclerosi non stenotica di BCA extracranica viene diagnosticata sempre più spesso.
  • La malattia descritta è inclusa tra le prime tre in termini di prevalenza tra le altre malattie aterosclerotiche.
  • La gravità, così come il pericolo di conseguenze, è dovuta al fatto che con questa patologia vengono colpite le arterie che forniscono sangue al cervello umano. La natura acuta e cronica dell'incidente cerebrovascolare si forma molto rapidamente.

Quali pazienti appartengono al fattore di rischio?

Allora che cos'è - BCA aterosclerosi con processo di stenosi?

Si sviluppa principalmente tra le persone che hanno già più di quarant'anni. Al momento, i medici non possono nominare il motivo esatto della formazione di questa patologia, ma distinguono diversi fattori di rischio che contribuiscono alla formazione della malattia, vale a dire:

  • Fumo. Questa nota cattiva abitudine provoca un effetto negativo su tutto il corpo nel suo complesso, specialmente sui vasi. A causa del fumo, le pareti dei vasi sanguigni diventano estremamente fragili e, inoltre, possono verificarsi attacchi di ipertensione. I vasi si restringono a causa del fumo e con alcuni fattori può verificarsi l'aterosclerosi.
  • Colesterolo alto. È l'alto livello di colesterolo che funge da base per le placche aterosclerotiche. Il grasso dannoso rimane sulle pareti dei vasi sanguigni e, inoltre, sulle arterie, motivo per cui il lume si restringe gradualmente. Per questo motivo, la circolazione sanguigna è gravemente compromessa e aumenta il rischio di complicazioni pericolose..
  • Ipertensione. Con questa malattia compare spesso l'aterosclerosi, ma senza stenosi. Quindi la malattia progredisce, ci sono vari danni ai vasi, che portano alla loro eccessiva fragilità e alla perdita di elasticità.
  • Disturbi ormonali, anche sullo sfondo dell'assunzione di contraccettivi.
  • Stile di vita sedentario.
  • Eventuali patologie concomitanti.
  • Predisposizione genetica del corpo.

BCA aterosclerosi e pericolo

L'aterosclerosi delle parti extracraniche di BCA è considerata una malattia estremamente pericolosa che, senza un trattamento professionale, può causare la disabilità o la morte di una persona. Il blocco dei vasi sanguigni porta alla costante mancanza di ossigeno nel cervello. Questo successivamente porta allo sviluppo di un ictus. Il principale pericolo di patologia è la diagnosi tardiva. L'aterosclerosi BCA (secondo ICD 10 I70) è difficile.

Nonostante il fatto che oggi la medicina moderna sia in grado di offrire modi efficaci per la diagnosi precoce dell'aterosclerosi BCA, le persone non hanno fretta di vedere un medico quando compaiono i primi segni della malattia. Molto spesso, i pazienti si rivolgono a uno specialista solo quando la malattia sta già iniziando a progredire, riducendo significativamente la qualità della vita di una determinata persona..

Oggi, i medici dichiarano all'unanimità che se compaiono vertigini, è imperativo sottoporsi a un esame. Naturalmente, la testa può ruotare per una serie di motivi, ma una patologia rilevata tempestivamente è facilmente curabile senza alcun intervento chirurgico. Le persone che soffrono di picchi di pressione e altre anomalie nel funzionamento del sistema vascolare devono essere esaminate almeno una volta all'anno..

Diagnosi di aterosclerosi

In presenza di segni di aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche, a una persona viene solitamente prescritta una serie di diverse procedure diagnostiche, attraverso le quali i medici possono valutare lo stadio e, inoltre, la gravità della patologia esistente. Prima di tutto, a questo scopo, viene eseguito un esame ecografico delle arterie corrispondenti. Inoltre, ai pazienti viene prescritto un esame vascolare Doppler..

Tali metodi consentono di valutare il grado di restringimento del lume, la dimensione delle placche e la velocità del flusso sanguigno. Stabilire una valutazione di questi indicatori consente agli specialisti di selezionare il trattamento ottimale per ciascun paziente su base individuale.

Trattamento della malattia

Cos'è l'aterosclerosi BCA? Il trattamento, i sintomi, lo stile di vita con questa malattia dipendono dal grado di sviluppo della malattia. Ad esempio, nel caso in cui la malattia abbia appena iniziato a svilupparsi e, oltre a capogiri rari, una persona non abbia altre anomalie, il trattamento farmacologico è del tutto possibile. Tale terapia, di regola, si basa sulla vasodilatazione, nonché sulla prevenzione della formazione di placche di colesterolo..

In quelle situazioni in cui la patologia ha già iniziato a progredire e si osserva l'aterosclerosi stenosante delle arterie, quindi, molto probabilmente, a una persona verrà prescritto un trattamento chirurgico per liberare i lumi dei vasi. Tale operazione viene eseguita in diversi modi, dalla rimozione dell'area intasata all'installazione di un supporto in un'area problematica. Pertanto, le fasi principali nel trattamento dell'aterosclerosi BCA oggi sono:

  • Rifiuto totale di qualsiasi cattiva abitudine.
  • Astinenza rigorosa dal consumo di cibi grassi.
  • Ragionevole e regolare esercizio.
  • Combattere il sovrappeso e perdere peso.
  • Trattamento delle comorbidità.
  • Ridurre i livelli di colesterolo attraverso l'uso di farmaci.
  • Misure preventive contro i coaguli di sangue.
  • Uso di vasodilatatori.
  • Corso di vitamine.
  • Se necessario, è necessario un intervento chirurgico.

Trattamento dell'aterosclerosi con metodi alternativi

L'aterosclerosi dei vasi brachiocefalici deve essere trattata esclusivamente sotto la supervisione di un medico. L'automedicazione di questa patologia può portare alle conseguenze più irreversibili. I metodi tradizionali di medicina, a loro volta, possono offrire una serie di ricette efficaci, ma sono consigliabili solo come misura preventiva o per l'uso come parte di un trattamento completo. È semplicemente impossibile eliminare le forme avanzate di aterosclerosi BCA in assenza di farmaci. Quindi, diamo un'occhiata ai rimedi naturali più efficaci per l'aterosclerosi:

  • Spicchi d'aglio. Questo prodotto può essere consumato sia fresco che sotto forma di tutti i tipi di tinture. Un'ottima ricetta preventiva è una miscela di miele con limone e aglio. L'aglio rafforza molto bene i vasi sanguigni e rende le loro pareti elastiche e forti, e il miele e il limone, a loro volta, compensano la mancanza di vitamine, contribuendo al ripristino della parete vascolare. Ma la cosa più importante da ricordare sul trattamento dell'aglio è la regolarità del suo utilizzo..
  • Rosa canina. Questo prodotto deve essere consumato sotto forma di tintura alcolica o tè. Il rimedio naturale presentato è il più efficace nella prevenzione di questa malattia. Inoltre, con l'aiuto della rosa canina, è possibile effettuare la terapia per l'aterosclerosi primaria..

Erba medica secca. Quando si abbassa il colesterolo, questo prodotto ha mostrato la massima efficacia. L'erba viene solitamente prodotta sotto forma di tè o da essa vengono preparate speciali tinture alcoliche. Come parte del trattamento dell'erba medica, è necessario rispettare il dosaggio e il programma.

È importante notare che in presenza di aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche, il trattamento deve essere prescritto esclusivamente dal medico curante, anche se si tratta di metodi popolari..

Quali medici dovrebbero essere consultati?

Quando compaiono i primi segni di aterosclerosi, i pazienti di solito devono consultare un neurologo. Questo specialista farà una diagnosi differenziale e, se i sospetti saranno confermati, indirizzerà il paziente a un cardiologo specializzato nel trattamento delle patologie vascolari..

Un'ulteriore strategia di trattamento dipenderà direttamente dalla gravità dei sintomi della malattia e dai risultati degli studi strumentali e, inoltre, di laboratorio..

Metodi e tecniche di trattamento preventivo

Non c'è bisogno di menzionare ancora una volta che l'aterosclerosi dei vasi BCA è una malattia estremamente pericolosa che è meglio prevenire che curare in seguito. Questo tipo di patologia è più che comune oggi, e quindi i medici esortano i pazienti a prendere misure preventive migliori, che sono uno stile di vita sano insieme a una corretta alimentazione. Ma è importante tenere conto del fatto che la prevenzione non dovrebbe essere solo temporanea, ma far parte della vita di assolutamente ogni persona. Idealmente, la cultura di uno stile di vita sano dovrebbe essere instillata dai genitori fin dall'infanzia. Solo in questo caso sarà possibile salvarsi dalla formazione delle malattie più gravi e pericolose..

Ogni persona dovrebbe ricordare cos'è: l'aterosclerosi BCA, che nelle sue prime fasi può passare completamente asintomatica. Nel caso in cui una persona sia a rischio, allora dovrebbe assolutamente prendersi cura della sua salute. Le misure preventive e gli esami regolari dovrebbero diventare parte della vita di tutti i pazienti a rischio. Almeno una volta all'anno, tali pazienti sono tenuti a sottoporsi a visita medica, controllando il livello di zucchero e, inoltre, il colesterolo nel sangue. Se si verificano sintomi legati alla disfunzione vascolare, è necessario contattare assolutamente il medico..

Cause, sintomi e trattamento dell'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche

L'aterosclerosi è una malattia cronica del sistema cardiovascolare, che può essere osservata in quasi ogni persona. Secondo le statistiche dell'OMS, oltre il 50% dei decessi in Europa, Stati Uniti e Russia sono dovuti a complicazioni dell'aterosclerosi. La malattia è classificata in base alla forma, alla natura del decorso e alla sede delle lesioni vascolari. Una delle forme più comuni è l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche (BCA).

Cause di aterosclerosi

Cos'è l'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche È una patologia caratterizzata dalla sovrapposizione del lume del vaso da parte di una placca aterosclerotica di oltre il 50%. La malattia si sviluppa lentamente e spesso non presenta sintomi gravi nelle prime fasi.

Le arterie brachiocefaliche sono grandi vasi che forniscono sangue alla testa e al collo. Sono costituiti da:

  • il tronco brachiocefalico che si estende dall'aorta;
  • arteria carotide di soia, suddivisa in interna ed esterna;
  • arteria succlavia, che consiste nell'arteria succlavia sinistra e destra.

Il pericolo di aterosclerosi non stenosante non è solo nello sviluppo asintomatico, ma anche nelle complicanze. A causa di un grave disturbo del flusso sanguigno, si sviluppa l'ischemia dei tessuti e aumenta il rischio di ictus.

BC porta allo sviluppo di aterosclerosi non stenotica:

  • diabete;
  • ipertensione e ipotensione;
  • aumento dei livelli di colesterolo nel sangue;
  • fumo, alcolismo;
  • patologia aortica e infiammazione vascolare;
  • distonia vegetativa-vascolare;
  • osteocondrosi del collo;
  • aneurisma;
  • lesioni al collo e alla testa;
  • stile di vita sedentario;
  • peso in eccesso;
  • metabolismo alterato.

I medici distinguono 3 stadi dell'aterosclerosi non stenotica. Il primo è chiamato stadio del punto grasso. Sulle pareti dei vasi sanguigni inclini all'allentamento e all'edema, enzimi specifici dissolvono i lipidi. Con una diminuzione delle proprietà protettive del corpo nei luoghi di accumulo di enzimi, iniziano a formarsi depositi di proteine-lipidi. Nella seconda fase si verifica una rapida proliferazione dei depositi di grasso e la formazione della placca, costituita da tessuto connettivo e grasso. Il terzo stadio della malattia è l'aterocalcinosi. Che cos'è l'aterocalcinosi è il processo di deposizione di sali di calcio sulle placche con un rapido restringimento del lume del vaso. L'istruzione è caratterizzata da instabilità e incapacità di dissolversi sotto l'influenza di droghe.

Sintomi della malattia

Nella fase iniziale di questa malattia, il sintomo principale sono vertigini e mal di testa. Sono causati da una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive fornite al cervello. L'aterosclerosi non stenotica con progressione si manifesta con i seguenti sintomi:

  • rumore, ronzio nelle orecchie;
  • un forte aumento della pressione sanguigna;
  • intorpidimento degli arti superiori o inferiori;
  • compromissione della memoria;
  • l'aspetto delle mosche davanti agli occhi;
  • violazione dell'acuità visiva;
  • concentrazione ridotta.

Sintomi e segni più forti di aterosclerosi non stenotica della BC compaiono già nelle fasi successive, quando è necessario un trattamento chirurgico per salvare vite umane. Questi segni includono:

  • perdita di coscienza a breve termine;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • disturbo del linguaggio;
  • paresi transitoria.

Per l'aterosclerosi di tutte le parti del BC, è caratteristica una violazione persistente della circolazione cerebrale, che porta allo sviluppo di un ictus esteso..

Diagnostica

Ai primi segni di aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche extracraniche, consultare un medico. Il ritardo può provocare lo sviluppo di complicazioni e la morte. Alla prima visita, il medico individua i reclami e identifica i fattori di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi, nonché l'intensità e la frequenza dei sintomi. Inoltre, la presenza di malattie croniche concomitanti (insufficienza renale, ipertensione, ipotensione, diabete mellito, ecc.).

La diagnostica dell'aterosclerosi comprende analisi di laboratorio e strumentali. Dopo un esame fisico, il paziente viene inviato per un esame del sangue che determina il livello di trigliceridi, colesterolo, glucosio, lipoproteine, proteina c-reattiva ed emoglobina glicosilata. Quindi vengono assegnati metodi diagnostici strumentali che consentono:

  • stabilire la presenza di aterosclerosi non stenotica del BC;
  • determinare lo stadio di sviluppo della malattia;
  • stabilire la localizzazione delle placche aterosclerotiche e dei coaguli di sangue, la loro forma e dimensione;
  • determinare la velocità del flusso sanguigno;
  • stabilire i siti di stenosi dell'aterosclerosi delle parti extracraniche delle arterie brachiocefaliche;
  • identificare la dimensione del restringimento del lume del vaso sanguigno interessato;
  • stabilire il tipo di deformità congenita o acquisita dell'arteria;
  • determinare il tipo di patologia vascolare (flessione, spessore della parete, ecc.);
  • valutare i cambiamenti nello stato delle pareti arteriose, la loro elasticità e fragilità.

Come metodi strumentali si utilizzano ecografia Doppler, risonanza magnetica o computerizzata, scansione vascolare triplex, angiografia, reencefalografia..

Trattamento dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche extracraniche viene trattata sotto la supervisione di un neurologo. Con un trattamento tempestivo, la terapia farmacologica viene prescritta con aggiustamenti obbligatori dello stile di vita.

Tutti i farmaci vengono prescritti in base alle condizioni del paziente e ai risultati dei test. L'automedicazione e l'auto-prescrizione di farmaci sono inaccettabili.

Per la stenosi, i medici prescrivono farmaci antipiastrinici. Sono necessari per mantenere l'integrità della placca ed evitare rotture e trombosi. L'aspirina e le tienopiridine sono comunemente usate come farmaci antipiastrinici. I medicinali del gruppo delle statine riducono efficacemente il livello di lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue. Chi ha familiarità con l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche nota la rapida azione dei farmaci e un piccolo elenco di effetti collaterali. La terapia con statine, a seconda dell'età, può essere ad alta intensità, moderata o bassa intensità e prevede il monitoraggio costante dei livelli di lipoproteine ​​a bassa densità.

Durante la malattia devono essere assunti anche ACE inibitori, bloccanti del recettore dell'angiotensina II e tiazolidinedioni. Hanno effetti antinfiammatori, possono ridurre il rischio di progressione dell'aterosclerosi e regolare anche il glucosio ei lipidi nel sangue. I farmaci in questo gruppo vengono presi per tutta la vita con una diagnosi confermata di aterosclerosi.

I farmaci di nuova generazione includono inibitori del PCSK9. Si distinguono per la velocità di purificazione del plasma sanguigno dal colesterolo. Inoltre, i medici prescrivono farmaci con acido folico. Aiutano a normalizzare i livelli di omocisteina nel sangue. Nell'aterosclerosi, l'eccesso di omocisteina è normale. L'enzima provoca danni alle pareti interne dei vasi sanguigni con l'ulteriore formazione di nuove placche.

I vasodilatatori sono prescritti per alleviare gli spasmi e dilatare le arterie. In presenza di ipertensione, si consiglia di utilizzare farmaci per abbassare la pressione sanguigna e alleviare lo stress sui vasi sanguigni..

Dopo un ictus, aminalon migliora il metabolismo del tessuto cerebrale e stimola il recupero di molti processi. Il farmaco deve essere assunto rigorosamente sotto controllo medico.

Chirurgia

Quando vedi un medico nelle prime fasi della malattia, la terapia farmacologica è il principale metodo di trattamento. L'intervento chirurgico è necessario quando la forma non stenosante diventa stenosante e chiude il lume delle arterie di oltre il 50%. Durante l'operazione, i medici rimuovono l'area interessata, seguita dalla sutura della nave.

Lo stent viene solitamente utilizzato come trattamento chirurgico. L'essenza dell'operazione è posizionare uno stent con un palloncino nella nave interessata. Lo stent viene inserito attraverso un catetere. Una volta raggiunta la placca, il palloncino si gonfia, distruggendo il blocco del colesterolo e ripristinando il normale afflusso di sangue al cervello.

Il metodo endoarteriectomia viene utilizzato sulle arterie carotidi. Si tratta di un intervento chirurgico a cielo aperto in cui una placca aterosclerotica viene rimossa attraverso un'incisione nella parete di un vaso sanguigno..

Complicazioni di aterosclerosi

Nell'aterosclerosi della BC, un attacco ischemico transitorio (tia) si verifica spesso quando un vaso è bloccato da un piccolo trombo. La malnutrizione dei tessuti cerebrali con tia è accompagnata da forti capogiri e mal di testa, disturbi nel processo di pensiero. Se l'embolo si risolve, i sintomi scompaiono da soli dopo alcune ore.

Quando una placca blocca un grande vaso o non risolve l'embolo, si verifica un ictus. Può essere determinato dai seguenti sintomi:

  • perdita di conoscenza;
  • forte dolore alla testa, oscuramento degli occhi;
  • sonnolenza o estrema agitazione;
  • nausea e vomito.

Con lo sviluppo di un ictus, ai primi sintomi si aggiungono debolezza alle braccia e alle gambe, perdita parziale della vista e dell'udito, disturbi del linguaggio e intorpidimento degli arti. Il trattamento deve essere urgente.

Con la patologia delle arterie vertebrali, il lavoro delle parti posteriori del cervello viene interrotto, il che porta a una ridotta coordinazione dei movimenti e alla perdita della vista o dell'udito.

La forma stenosante dell'aterosclerosi BC è spesso osservata contemporaneamente all'aterosclerosi non stenosante o stenosante degli arti inferiori e dell'aorta. In questo caso, alle complicanze si aggiunge aneurisma o cancrena. La progressione dell'aterosclerosi aterosclerotica non stenotica delle regioni extracraniche può provocare cancrena degli arti superiori.

Prevenzione delle malattie

Nell'aterosclerosi, le misure preventive sono volte ad eliminare i fattori di rischio, arrestare lo sviluppo delle placche di colesterolo e ripristinare la normale circolazione sanguigna. I medici dividono tutta la prevenzione in primaria e secondaria.

La prevenzione primaria viene eseguita nella fase iniziale dell'aterosclerosi o con una tendenza alla malattia. Ciò include il controllo regolare della glicemia, del colesterolo e dei trigliceridi, l'aumento dell'attività fisica, la normalizzazione della nutrizione e l'eliminazione dello stress. Dovrebbero essere evitati l'affaticamento emotivo, le lesioni alla testa e al collo e il lavoro la sera e la notte. Dovresti anche smettere di fumare e ridurre al minimo il consumo di alcol. Secondario ha lo scopo di ridurre la manifestazione di una malattia esistente e le sue complicanze. Viene effettuato con l'uso della terapia farmacologica, nonché con la revisione obbligatoria della dieta e l'aumento dell'attività fisica..

La nutrizione è importante nel trattamento dell'aterosclerosi, perché la maggior parte del colesterolo entra nel corpo attraverso il cibo. I medici consigliano:

  • rinunciare ai grassi trans e una grande quantità di grassi animali;
  • introdurre più frutta, verdura, noci, erbe fresche nella dieta;
  • consumare latticini a basso contenuto di grassi;
  • utilizzare varietà a basso contenuto di grassi di pollame, pesce, carne;
  • rifiutare cibo in scatola, salsicce, cibi salati, nonché dolci e confetteria;
  • controllare l'assunzione di sale e zucchero;
  • controllare il contenuto calorico giornaliero del cibo;
  • inserire 5-6 pasti al giorno;
  • prendi vitamine extra.

L'esercizio è necessario anche per ridurre il peso e migliorare la circolazione sanguigna. Ai pazienti vengono mostrati nuoto, lunghe passeggiate all'aria aperta, ciclismo, equitazione medicinale, yoga. L'introduzione di carichi ammissibili è una buona prevenzione di ictus, patologie dei vasi cardiaci, ipertensione, diabete mellito.

È anche necessario organizzare la corretta modalità di lavoro e riposo. Ciò significa una diminuzione dei livelli di stress, una notte di sonno completa (almeno 8 ore), una normalizzazione del clima psicologico al lavoro ea casa..

L'aterosclerosi colpisce spesso le arterie brachiocefaliche. La malattia è pericolosa perché si sviluppa a lungo senza sintomi pronunciati e le persone attribuiscono le sue prime manifestazioni alla stanchezza. La diagnosi e il trattamento prematuri possono provocare lo sviluppo di complicanze come ictus, cancrena, aneurisma aortico. Le cause e il trattamento della malattia sono correlati: in primo luogo, i medici eliminano i fattori di rischio e quindi la lesione vascolare aterosclerotica stessa. La prevenzione delle malattie è un prerequisito in presenza di diversi fattori di rischio e comprende il monitoraggio costante della nutrizione, una maggiore attività fisica, evitare attività associate a un aumento dello stress emotivo e un esame regolare da parte di un medico.

Aterosclerosi di BCA (arterie brachiocefaliche): sviluppo, sintomi, diagnosi, trattamento, prognosi

© Autore: A. Olesya Valerievna, Ph.D., medico praticante, insegnante di un'università di medicina, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

L'aterosclerosi delle BCA (arterie brachiocefaliche) è una delle localizzazioni più frequenti del processo aterosclerotico, che viene rilevata principalmente nelle persone anziane e senili e porta a disturbi emodinamici nel cervello.

depositi aterosclerotici nelle arterie brachiocefaliche

Le lesioni vascolari da placche aterosclerotiche sono diffuse tra la popolazione mondiale. Questa malattia insidiosa inizia a poco a poco, anche in età adulta, quando una persona conduce uno stile di vita attivo, lavora sodo e non presta abbastanza attenzione alla sua salute a causa della mancanza di tempo libero, mentre il benessere e la mancanza di pensieri sull'imminente vecchiaia con le sue conseguenze.

Nel frattempo, i primi segni di aterosclerosi possono essere rilevati già all'età di 40-45 anni, più spesso negli uomini. Le donne durante questo periodo sono protette dall'aterosclerosi dagli ormoni sessuali, ma con l'inizio della menopausa e una diminuzione delle loro concentrazioni, aumenta il rischio di patologia e, all'età di 65-70 anni, l'incidenza dell'aterosclerosi, comprese le arterie brachiocefaliche, diventa approssimativamente la stessa in entrambi i sessi.

L'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche è di particolare importanza a causa di una violazione dell'afflusso di sangue al cervello e del rischio di una condizione pericolosa - ictus, sebbene la manifestazione cronica di patologia sotto forma di demenza causi anche molti problemi e prima o poi porti alla morte del paziente.

Le arterie brachiocefaliche comprendono il tronco brachiocefalico, la succlavia sinistra e le arterie carotidi comuni. Questi grandi tronchi provengono direttamente dall'aorta, si diramano in vasi di diametro inferiore, partecipando alla formazione del cerchio arterioso (Willis ') del cervello, che fornisce sangue al tessuto nervoso.

Dalle arterie succlavia iniziano i vertebrati, che nella regione della base del cervello si fondono nella basilare, una grande arteria, che dà origine alle fonti di afflusso di sangue alla parte posteriore del grande cervello e del cervelletto (cerebrale posteriore). La patologia delle arterie vertebrali è nota a molti, molto spesso è la loro asimmetria o restringimento locale, che sono di natura congenita, e l'aterosclerosi acquisita durante la vita aggrava in larga misura la mancanza di flusso sanguigno e contribuisce all'ischemia cerebrale.

La struttura di BCA e le arterie cerebrali che si nutrono da loro

Per non perdere il momento di insorgenza della malattia, le persone del gruppo a rischio devono monitorare attentamente il proprio benessere e visitare regolarmente un medico, sottoporsi a studi appropriati e assumere farmaci prescritti da uno specialista. Una diagnosi e un trattamento tempestivi possono rallentare la progressione dell'aterosclerosi e prevenire complicazioni, la più pericolosa delle quali è l'ictus.

Prerequisiti emodinamici per aterosclerosi BCA e fattori di rischio

L'aterosclerosi dei vasi brachiocefalici si sviluppa in persone predisposte ad essa sotto l'influenza di fattori sfavorevoli esterni, stile di vita, eredità. Conducono a lui:

  • Predisposizione genetica - con aterosclerosi di qualsiasi localizzazione in parenti stretti, il rischio di patologia aumenta in modo significativo;
  • Fumo, abuso di alcol - contribuiscono a vasospasmo, disturbi metabolici, ipertensione;
  • Caratteristiche nutrizionali con predominanza di grassi animali, fritti, carni affumicate, cene tardive, abbandono di fibre, frutti di mare, verdure fresche e frutta;
  • L'inattività fisica è uno dei più importanti fattori predisponenti che portano a disturbi emodinamici sistemici, fluttuazioni della pressione sanguigna, cambiamenti nel metabolismo dei lipidi e dei carboidrati;
  • Patologia concomitante sotto forma di ipertensione arteriosa, che provoca danni allo strato interno delle pareti arteriose;
  • Anomalie congenite della ramificazione vascolare, loro stenosi, tortuosità nelle sezioni extra e intracraniche;
  • Sesso maschile (nelle donne, gli estrogeni svolgono un ruolo protettivo);
  • Età anziana;
  • Obesità generale: l'eccesso di peso avvia cambiamenti metabolici, ipertensione, aterosclerosi non solo di BCA, ma anche di altri grandi tronchi arteriosi.

L'aterosclerosi di BCA a livello extracranico per lungo tempo può procedere subclinicamente a causa del grande diametro dei lumi vascolari, ma prima o poi si fa sentire da segni di ischemia cerebrale, complicanze tromboemboliche e infarti del tessuto nervoso.

Le cause emodinamiche di danno aterosclerotico a BCA sono considerate un flusso sanguigno veloce in quest'area del sistema circolatorio, ramificazione multipla dei vasi sanguigni, anche ad angolo acuto, che crea flussi turbolenti e vortici di sangue, che sotto alta pressione "colpisce" la parete del vaso, danneggia il suo strato interno e crea le condizioni per la fissazione delle lipoproteine ​​che galleggiano nel sangue lì.

A livello extracranico, il sito dello sviluppo delle placche sono più spesso le zone di ramificazione delle arterie carotidi comuni in rami interni ed esterni, ma anche il tronco brachiocefalico stesso, le arterie carotide, vertebrali e basilari non si tengono da parte. Più il paziente è anziano e più fattori avversi agiscono su di lui, maggiore è il volume e la prevalenza del danno vascolare.

L'aterosclerosi delle parti extracraniche delle arterie brachiocefaliche è di per sé pericolosa, provocando una diminuzione del flusso di nutrienti e ossigeno al cervello e le sue complicanze. In particolare, il distacco di una placca o parte di essa, masse trombotiche o ateromatose è irto di embolia, che causa il blocco di rami più piccoli - vertebrati, basilari, cerebrali.

I segmenti intracranici sono più spesso coinvolti dalla via embolica, tuttavia, il loro danno aterosclerotico indipendente non è affatto raro, specialmente negli anziani. Possibile lesione combinata delle arterie extracraniche e intracraniche, che ha una prognosi molto grave.

Con un restringimento incompleto dell'arteria, un buon sviluppo del circolo arterioso del cervello, l'aterosclerosi può essere compensata, i sintomi sono scarsi o assenti, tuttavia, è noto che la struttura del cerchio di Willis è estremamente variabile e non tutti lo hanno chiuso e trasportano un numero sufficiente di vasi. Le caratteristiche anatomiche del sistema vascolare del cervello possono predisporre alla manifestazione precoce del processo aterosclerotico, decorso grave e un rischio molto elevato di catastrofe vascolare sotto forma di infarto o emorragia.

A seconda del volume della lesione, ci sono:

  1. BCA aterosclerosi non stenotica;
  2. Processo aterosclerotico stenosante.

È chiaro che la qualità della vita, la natura del trattamento e la prognosi saranno influenzati da quanto si restringe l'arteria. Più la placca sporge nel lume, meno sangue è in grado di passare ulteriormente al cervello e il rischio di rottura di tale placca è molte volte superiore rispetto alla sua posizione superficiale e "piatta".

Se il deposito di grasso sembra una striscia o una macchia, aumenta lungo il vaso, il flusso sanguigno ne risentirà in misura minore. Naturalmente, il volume del fluido che passa attraverso questa zona diminuirà gradualmente, ma è improbabile che si verifichi una sovrapposizione completa della linea vascolare. Tale lesione è chiamata aterosclerosi non stenotica..

Inoltre, l'ipossia in progressivo aumento dà la possibilità ad altre parti del sistema circolatorio del cervello di adattarsi alle mutevoli condizioni, per includere soluzioni alternative, comprese quelle lungo il Ring of Willis. Le arterie svolgeranno strenuamente la loro funzione, ma il cervello riceverà comunque la nutrizione di cui ha veramente bisogno.

Si parla di aterosclerosi non stenotica quando la placca non copre più della metà del diametro dell'arteria o "si diffonde" lungo la sua intima, tuttavia, con tale conclusione, non si può perdere la vigilanza: l'aterosclerosi non stenotica di BCA può entrare in uno stadio più profondo e causare il blocco.

L'aterosclerosi stenosante di BCA è una forma molto più grave della malattia in cui almeno la metà del diametro dell'arteria è occupata da una placca sporgente. In questa condizione, c'è una forte ostruzione della pervietà del vaso, mentre è molto più probabile la rottura o la trombosi.

Il flusso sanguigno collaterale con stenosi BCA sarà parzialmente regolato, ma non sarà sufficiente a causa della mancanza di tempo, del rapido sviluppo di conseguenze negative e della probabile struttura anormale del circolo arterioso del cervello.

L'aterosclerosi stenosante di BCA può progredire rapidamente e il blocco totale del vaso è un fenomeno molto pericoloso, in cui potrebbe non riguardare più il recupero, ma salvare la vita del paziente.

Pertanto, per i pazienti, l'aterosclerosi delle parti extracraniche delle arterie brachiocefaliche e il danno ai loro rami intracranici sono altrettanto importanti, tuttavia, il grado di restringimento gioca un ruolo decisivo, determinando le caratteristiche dei sintomi e la probabilità di complicanze pericolose per la vita..

Sintomi di lesioni aterosclerotiche dei vasi brachiocefalici

Quando BCA è affetto da aterosclerosi, ci sono due possibili scenari per lo sviluppo di eventi:

  • Ipossia cronica in continuo aumento, encefalopatia discircolatoria sottostante o ischemia cerebrale cronica;
  • Occlusione acuta del lume con completa cessazione del flusso sanguigno e formazione di un focolaio di necrosi.

I sintomi più comuni nei pazienti che soffrono di cambiamenti di BCA sono segni di carenza di ossigeno nel cervello:

  1. Vertigini;
  2. Mal di testa;
  3. "Mosche" davanti agli occhi, una sensazione di velo;
  4. Stanchezza, sensazione di stanchezza;
  5. Insonnia;
  6. Vertigini ed episodi di perdita di coscienza;
  7. Diminuzione delle capacità intellettuali, memoria, difficoltà di concentrazione;
  8. Cambiamenti comportamentali, gravi disturbi mentali.

I segni della malattia sono assenti per molto tempo o sono espressi nella misura in cui è più facile associarli a superlavoro, duro lavoro, esperienze emotive. Nella fase iniziale, la placca non restringe in modo significativo il lume e può anche avere una disposizione planare, i collaterali forniscono l'afflusso di sangue al cervello, quindi le manifestazioni sono incoerenti, scarse e non specifiche.

Uno dei primi e più frequenti segni di aterosclerosi dei vasi brachiocefalici è il capogiro. Aumenta con brusche virate della testa, quando i vasi non hanno il tempo di reindirizzare il sangue, aggirando l'area interessata. Gli attacchi di vertigini possono essere accompagnati da una ridotta coordinazione di movimenti, cadute e lesioni, quindi i pazienti devono stare molto attenti.

Man mano che la quantità di placca aumenta e il grado di occlusione del lume dell'arteria aumenta, i sintomi aumentano. Il paziente inizia a preoccuparsi di mal di testa persistenti difficili da trattare con analgesici, associati ad una crescente ischemia cerebrale, che il corpo non è più in grado di eliminare da solo. Con le fluttuazioni della pressione sanguigna, specialmente in caso di diminuzione o ipotensione costante, la gravità dell'ischemia peggiorerà.

L'aterosclerosi con stenosi causa gravi sintomi di carenza di ossigeno nel cervello, in cui prima o poi compaiono segni di demenza incipiente. I pazienti soffrono di dimenticanza, diventano irritabili, inclini alla depressione, perdono l'appetito e la motivazione per l'azione diretta, compaiono disordine, incoerenza di pensieri e giudizi.

Lo stadio avanzato dell'aterosclerosi BCA con danno ai rami che trasportano il sangue al cervello è caratterizzato da tutti i segni di demenza vascolare, che possono essere rintracciati nelle persone anziane e senili. Il paziente diventa inadeguato, non si orienta nello spazio e in se stesso, la parola è incoerente e priva di significato, e nella fase terminale non è più capace di movimento e self-service, richiede osservazione e cura costanti.

I sintomi descritti si riferiscono ad aterosclerosi cronica progressiva con stenosi, ma senza accidenti vascolari. La situazione è diversa quando l'arteria è completamente bloccata. Se una placca chiude il suo lume o diventa una fonte di complicanze emboliche con l'ostruzione di rami più piccoli, allora ci saranno segni di un ictus:

  • Paresi e paralisi;
  • Disturbi della sensibilità;
  • Disturbi della parola, dell'udito, della vista;
  • Disturbi degli organi pelvici;
  • Coma.

Questa è solo una frazione dei possibili disturbi neurologici che derivano da un ictus. Va notato che l'aterosclerosi delle arterie cerebrali basilari e posteriori causa quasi sempre gravi ictus a valle a causa del grande calibro delle arterie e dell'insufficiente capacità di riserva del flusso sanguigno nelle parti posteriori del cervello..

L'aterosclerosi dei rami extracranici del BCA può causare sintomi di flusso sanguigno insufficiente negli arti superiori. Allo stesso tempo, i pazienti lamentano una sensazione di intorpidimento, debolezza, sensazioni di gattonare e diminuzione della sensibilità nelle mani..

Diagnostica

La diagnosi di aterosclerosi BCA non può essere fatta solo sulla base dei sintomi e dei reclami del paziente, sebbene siano attentamente determinati dal medico. Sono importanti anche le informazioni sull'ereditarietà e sui casi familiari della malattia. La patologia non ha segni esterni, ma in alcuni casi si può notare la pulsazione dei vasi cervicali, indicando indirettamente una possibile aterosclerosi.

I metodi affidabili per diagnosticare la patologia BCA saranno:

  1. Esame ecografico Doppler;
  2. Angiografia RM;
  3. Angiografia a raggi X con contrasto o MSCT con contrasto.

Il modo più economico per rilevare un processo aterosclerotico in BCA può essere considerato come l'ecografia con un doppler, in cui il medico può determinare la posizione, la dimensione della placca, il grado di stenosi del vaso e vari parametri del flusso sanguigno in condizioni di patologia.

I segni ecografici di aterosclerosi nelle arterie brachiocefaliche saranno la rilevazione di un difetto locale che limita il flusso sanguigno, una diminuzione del diametro interno del vaso e una diminuzione della velocità del flusso sanguigno. Questa procedura è particolarmente indicata per pazienti con aterosclerosi di altre localizzazioni, anziani, pazienti con diabete mellito e altri disturbi metabolici..

I segni ecografici di una fase iniziale dell'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche sono scarsi, tuttavia, anche in questa fase della malattia, è possibile rilevare la patologia, che consente di sviluppare tempestivamente tattiche di trattamento e prevenzione delle complicanze.

Con l'angiografia a raggi X con contrasto e l'angiografia RM, è possibile stabilire la posizione esatta della formazione della placca non solo nei segmenti extracranici delle arterie, ma anche nei vasi intracranici. Lo studio può integrare la risonanza magnetica del cervello, mostrando il grado dei suoi cambiamenti ischemici.

Trattamento dell'aterosclerosi BCA

Il trattamento dell'aterosclerosi BCA segue i principi generali della gestione dei pazienti con lesioni aterosclerotiche di qualsiasi altro vaso. Può essere medico o chirurgico..

Quando si sviluppa un piano di gestione del paziente, il medico consiglierà sicuramente di cambiare stile di vita e alimentazione. Queste misure possono rallentare significativamente la progressione della patologia e prevenirne le complicanze..

Un'adeguata attività fisica, normalizzazione del peso, esclusione di cattive abitudini è la prima cosa che deve fare un paziente con segni di aterosclerosi BCA.

La dieta è il secondo passo importante, senza il quale non c'è possibilità di un esito favorevole. I cibi fritti e grassi sono esclusi dalla dieta, la preferenza è data a cereali, verdura, frutta, carne magra e pesce, meglio - al vapore, bolliti o in umido.

Il trattamento farmacologico include:

  • Farmaci che normalizzano il metabolismo dei grassi e abbassano il colesterolo nel sangue - lovastatina, simvastatina, atorvastatina, ecc.;
  • Anti-piastrine e anticoagulanti: aspirina, warfarin, clopidogrel.

Le statine, che abbassano il colesterolo nel sangue, sono raccomandate per quasi tutte le persone già nella fase iniziale dell'aterosclerosi, tuttavia hanno controindicazioni e possono causare una serie di effetti collaterali, quindi il loro uso indipendente è inaccettabile.

L'aspirina è uno dei farmaci più comunemente prescritti per la patologia vascolare e cardiaca. È ben tollerato, economico e altamente efficace nella prevenzione delle complicanze trombotiche. Nell'aterosclerosi, è prescritto in una dose di 100 o 300 mg, che è considerata sicura, ma le persone con gastrite e ulcere dovrebbero essere estremamente attente, perché anche una piccola dose di aspirina può causare complicazioni.

Secondo le indicazioni, possono essere prescritti nootropi (piracetam), vasodilatatori (actovegin), sedativi, antidepressivi. Si raccomandano anche vitamine e antiossidanti.

Il trattamento chirurgico è prescritto nei casi di grave aterosclerosi occlusiva del BCA extracranico. Possibile:

  1. Endoarteriectomia radicale con rimozione della sezione dell'arteria interessata (spesso sull'arteria carotide);
  2. Stenting - l'installazione di un tubo cavo che ripristina la pervietà della nave, è considerata uno dei metodi più moderni e minimamente traumatici di trattamento chirurgico;
  3. Bypass chirurgico, quando il flusso sanguigno è fornito da un bypass creato artificialmente.

È preferibile che i pazienti di età relativamente giovane vengano sottoposti a stent, ma il costo dell'operazione è elevato, il che non consente di metterlo in funzione. Più conveniente è l'endoarteriectomia aperta, in cui il chirurgo rimuove l'area interessata, sutura un vaso o installa una protesi con una lesione di grandi dimensioni.

stent mininvasivo dell'arteria carotide

Pertanto, l'aterosclerosi BCA è una patologia molto grave che richiede un'osservazione dinamica con controllo ecografico periodico, determinazione dello spettro lipidico nel sangue e consultazioni di un neurologo. Solo la diagnosi precoce e l'attuazione di tutte le prescrizioni del medico possono aiutare a rallentare la sua progressione ed evitare le conseguenze più pericolose..


Articolo Successivo
Esercizi di respirazione per ossigenare il sangue