Sintomi, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del collo


L'aterosclerosi dei vasi del collo è una malattia piuttosto pericolosa, poiché il sangue entra nel cervello attraverso le arterie del rachide cervicale. Di conseguenza, se la circolazione sanguigna è disturbata, è in questa sezione che il cervello soffre prima di tutto. Il normale funzionamento di tutti i vasi sanguigni fornisce al cervello i nutrienti necessari che sono necessari per il funzionamento di tutti i meccanismi del corpo.

Il deterioramento del cervello e dei vasi sanguigni può portare a conseguenze irreversibili. Diamo un'occhiata a cos'è l'aterosclerosi dei vasi del collo, i sintomi e il trattamento.

Patogenesi e cause della malattia

Nell'aterosclerosi, il colesterolo si deposita all'interno dei vasi sanguigni, il che contribuisce alla formazione di placche aterosclerotiche. La placca riduce il lume vascolare, interferendo così con la normale circolazione sanguigna. Il pericolo può risiedere non solo in varie patologie sullo sfondo di una cattiva circolazione sanguigna, ma anche nella separazione e nel trasferimento delle placche nella regione del cervello.

L'aterosclerosi si verifica a causa di disturbi del metabolismo lipidico, il colesterolo si deposita in eccesso sulle pareti dei vasi sanguigni, ad esso sono attaccate varie particelle di sangue e sali minerali.

Di conseguenza, dai componenti di cui sopra si forma una placca aterosclerotica, che cresce gradualmente e provoca la distruzione del tessuto connettivo. Di conseguenza, c'è un deposito di calcio nella placca, che contribuisce all'ostruzione dei vasi sanguigni.

Poiché l'aterosclerosi dei vasi del collo interrompe il normale processo di circolazione sanguigna nel cervello, vi è una violazione di varie funzioni, come l'udito, la memoria, la vista e la parola. Questa patologia procede senza sintomi, quindi si sviluppa estremamente rapidamente e al momento del rilevamento è in uno stato di abbandono.

L'aterosclerosi delle arterie del collo si verifica per i seguenti motivi:

  • Eredità;
  • Stress prolungato;
  • Stress prolungato;
  • Sovrappeso e obesità;
  • Stile di vita sedentario;
  • Fumo;
  • Ipertensione;
  • Diabete;
  • Malattie del sistema cardiovascolare;
  • Varie patologie epatiche;
  • Disturbi nel normale funzionamento della ghiandola tiroidea;
  • Cattive abitudini alimentari: mangiare cibi ricchi di grassi e zuccheri.

Non solo questi motivi possono diventare decisivi nello sviluppo dell'aterosclerosi dei vasi del collo e delle arterie carotidi, è importante tenere conto delle caratteristiche del proprio corpo e visitare regolarmente un medico per un esame.

Sintomi e segni di aterosclerosi dei vasi del collo

Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, non si osservano sintomi. Solo quando il lume dei vasi inizia a diminuire in modo significativo a causa della crescita delle placche in essi, possono comparire i primi segni di aterosclerosi. Prima di tutto, i segni di aterosclerosi dei vasi della testa e del collo si manifestano nell'interruzione del cervello..

Consideriamo tutti i sintomi che accompagnano questa malattia:

  • Mal di testa persistente;
  • Perdita di resistenza;
  • Vertigini frequenti;
  • Sovraccarico e affaticamento rapidi;
  • Costante sensazione di debolezza;
  • Irritabilità eccessiva;
  • Letargia;
  • Deterioramento della vista e dell'udito;
  • Scarsa memoria;
  • Problemi con l'apparato vocale e la capacità di esprimere verbalmente i propri pensieri;
  • La comparsa di depressione e apatia;
  • Deterioramento della funzione di coordinamento del corpo;
  • Intorpidimento parziale o completo degli arti;
  • Mente offuscata;
  • Debolezza alle gambe;
  • Deterioramento della concentrazione;
  • Rumore nelle orecchie;
  • Ictus;
  • Dolore alle vertebre cervicali;
  • Disagio e tremori alle mani;
  • Rossore del viso e del collo;
  • Aumento del sospetto;
  • La comparsa di ansia costante;
  • Insonnia e altri disturbi del sonno;
  • Disturbi mentali ed emotivi.

Man mano che le placche crescono e crescono nell'aterosclerosi del rachide cervicale, i sintomi possono peggiorare.

Diagnostica e trattamento dell'aterosclerosi delle principali sezioni del collo

Per scegliere il trattamento più efficace, è necessario diagnosticare l'aterosclerosi dei vasi cervicali.

Per determinare la diagnosi, le sue caratteristiche e il grado di danno, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • Raccolta dell'anamnesi;
  • Analisi del sangue cliniche e biochimiche;
  • Ultrasuoni;
  • Angiografia;
  • Scansione duplex delle regioni cervicali e del cervello;
  • Tomografia.

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi cervicali è prescritto dal medico curante dopo aver ricevuto i risultati diagnostici.

Il medico può prescrivere i seguenti trattamenti per l'aterosclerosi dei vasi del collo:

  1. Una dieta appositamente formulata che esclude cibi ricchi di grassi e zuccheri, così come fast food;
  2. Massaggi e ginnastica curativa speciale;
  3. Assunzione di statine;
  4. Fibrati;
  5. Acido nicotinico e preparati contenenti acido nicotinico;
  6. Farmaci che promuovono la fluidificazione del sangue - Cardiomagnet, Ac e altri;
  7. Vitamine del gruppo A, C, B;
  8. Terapia antipertensiva;
  9. Hirudoterapia;
  10. Medicinali che aiutano a ridurre il colesterolo nel sangue - Cholestide, Ezetemib;
  11. Con un grado estremamente grave di aterosclerosi dei vasi del rachide cervicale, può essere prescritto un intervento chirurgico, come l'endoscopia e l'endoarteriectomia carotidea.

Non ci sono trattamenti standard per questa malattia. Le medicine e le misure terapeutiche sono prescritte solo dopo una diagnosi completa del corpo, tenendo conto di tutte le tue caratteristiche.

Il trattamento con rimedi popolari per l'aterosclerosi dei vasi del collo non può essere effettuato. Tuttavia, dopo aver consultato il medico, potrebbe prescriverti delle tisane e infusi che aiuteranno ad alleviare alcuni dei sintomi..

Ad esempio, mal di testa, migliora la vista, l'udito e la memoria. Si sconsiglia di eseguire questo trattamento da soli, poiché potrebbero esserci alcuni fattori in cui questa tecnica non può essere applicata.

Se soffri di allergie o hai uno stadio avanzato di aterosclerosi, i rimedi popolari possono solo aggravare la situazione. Ecco perché consulta il tuo medico e se non ci sono controindicazioni, ti prescriverà ulteriori rimedi popolari, consiglierà come prenderli e prepararli..

Segni e trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del collo

L'aterosclerosi dei vasi del collo altera la circolazione cerebrale, che può portare a conseguenze irreversibili per la vita di una persona: ischemia, ictus fatale.

Segni di aterosclerosi cervicale

La comparsa di condizioni così spiacevoli dovrebbe essere un segnale per contattare un medico:

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • oscuramento negli occhi, "mosche";
  • debolezza, affaticamento;
  • insonnia.

In questa fase, la mancanza di ossigeno nel collo influisce negativamente sulle complesse funzioni del cervello. I pazienti notano disturbi della memoria, della vista, dell'udito.

Sono possibili complicazioni più gravi:

  • dolori di cucitura con intorpidimento degli arti;
  • Difficoltà a parlare
  • perdita temporanea della vista;
  • perdita di orientamento nello spazio;
  • svenimento, accompagnato da pallore della pelle, sudorazione.

In questi casi, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza, sottoporsi a una visita medica approfondita..

Complicazioni dell'aterosclerosi cervicale

L'aterosclerosi delle arterie del collo nelle ultime fasi può peggiorare significativamente la qualità della vita del paziente, abbreviarne la durata.

Secondo le statistiche, la mortalità per complicanze dell'aterosclerosi è una delle più alte al mondo. Ogni 125 persone muoiono per questo motivo.

Parte della placca di colesterolo può staccarsi dalla parete aortica danneggiata, essere trasportata dal sangue alla regione del cervello, ostruire il vaso, provocando l'insorgenza di ictus ischemico.

Un'altra pericolosa patologia dell'aterosclerosi del collo è l'aneurisma dell'arteria carotide. Questa è un'espansione dell'aorta con un assottigliamento della sua parete. Possibile rottura di un'arteria, in cui una grande quantità di sangue entra nel cervello.

Diagnostica

Sfortunatamente, l'aterosclerosi dei vasi cervicali è una malattia molto insidiosa. Nelle fasi iniziali, è estremamente raro a causa della mancanza di sintomi chiari.

Per stabilire una diagnosi accurata, eseguire:

  • esame del paziente, analisi dei reclami, manifestazioni cliniche;
  • chimica del sangue;
  • scansione duplex;
  • Ultrasuoni;
  • angiografia;
  • tomografia.

Cause di patologia

L'aterosclerosi delle arterie cervicali di solito si verifica negli anziani. Dopo 55 anni, il 90% delle persone mostra segni di questa malattia. Contribuire allo sviluppo della malattia:

  • eredità;
  • stress prolungato;
  • peso in eccesso;
  • stile di vita sedentario;
  • fumare;
  • ipertensione;
  • diabete;
  • malattie del cuore, vasi sanguigni;
  • malattia del fegato;
  • malattie endocrine;
  • mangiare troppo, mangiare cibi grassi o zuccherini.

Caratteristiche del trattamento

Non esistono trattamenti standard per l'aterosclerosi cervicale. È necessario scegliere una tecnica dopo aver consultato un neurologo, cardiologo, chirurgo.

Un requisito comune per tutti i pazienti con aterosclerosi è la scelta obbligatoria di uno stile di vita sano, che includa alimentazione dietetica, attività fisica fattibile, assenza di stress, lavoro dolce, riposo.

Metodi chirurgici per rimuovere le placche di colesterolo

Applicabile in casi critici, quando viene diagnosticata una circolazione sanguigna insufficiente del rachide cervicale, c'è una minaccia di ictus. Ti consente di ripristinare rapidamente il normale flusso sanguigno all'arteria carotide. L'operazione viene eseguita anche per i processi tumorali, l'aneurisma.

Le indicazioni per un intervento chirurgico per patologia dell'arteria carotide sono:

  • Restringimento della nave di oltre il 70% anche in assenza di sintomi pericolosi.
  • Violazione della pervietà arteriosa di oltre il 50% in presenza di sintomi di ischemia cerebrale.
  • Stenosi inferiore al 50% con insorgenza di ictus o attacco ischemico.
  • Danni ad entrambe le arterie carotidi.
  • La combinazione di aterosclerosi delle arterie vertebrali, succlavia, carotidi.

Considerando che i pazienti sono per lo più anziani, con un sacco di malattie concomitanti, prima della nomina dell'intervento chirurgico, è necessario condurre una visita medica, tra cui: urina, coagulazione del sangue, complesso lipidico, HIV, epatite, sifilide; elettrocardiogramma, fluorografia, ecografia o ecografia duplex delle arterie, angiografia.

Esistono numerose controindicazioni per le quali l'operazione non è prescritta:

  • malattie del cuore, dei polmoni, dei reni;
  • coscienza alterata, coma;
  • ictus;
  • emorragia cerebrale con necrosi ischemica;
  • danno cerebrale irreversibile con completa ostruzione delle arterie carotidi.

Le seguenti operazioni sono le più utilizzate:

  • Endoarteriectomia carotidea: richiede l'incisione del tessuto in anestesia generale, impiantare un cerotto dal tessuto sintetico o del paziente. La placca di colesterolo viene rimossa dopo il suo distacco dalla parete del vaso.
  • Lo stent è il trattamento moderno più comune. Ha molti vantaggi: piccolo trauma chirurgico ai tessuti, possibilità di anestesia locale, un breve periodo di recupero. Richiede una formazione speciale del chirurgo. L'operazione è la più costosa. Uno stent viene posizionato nel vaso dilatato, un piccolo tubo come una molla che trattiene il lume della dimensione corretta.
  • Sostituzione dell'arteria - utilizzata per calcinare la parete dell'arteria, attorcigliamenti.

Gli interventi chirurgici vascolari sono complessi, costosi e comportano il rischio di complicanze.

Farmaci

Si ritiene che la terapia iniziata in tempo aiuti a fermare le manifestazioni di aterosclerosi, ad avviare il processo inverso di guarigione vascolare nell'80% dei casi. È obbligatorio passare al cibo dietetico, eseguire una terapia fisica fattibile.

Dopo aver consultato un neurologo e un cardiologo, viene prescritto un corso di trattamento per l'aterosclerosi, tenendo conto delle malattie concomitanti.

  • Acido nicotinico (vitamina PP): normalizza il metabolismo dei lipidi, abbassa i livelli di colesterolo, migliora la circolazione sanguigna. Usato per riprendersi da un ictus: migliora la memoria, aumenta l'attività mentale. Il metodo è controindicato nei pazienti con patologia dei reni, del fegato, del cuore.
  • Statine: regolano la formazione del colesterolo, bloccano la formazione di placche aterosclerotiche sulle pareti dei vasi sanguigni. Si consiglia di utilizzare farmaci di ultima generazione con atorvastatina o cerivastatina, al fine di evitare complicazioni.
  • Fibrati: distruggono il colesterolo in eccesso prevenendo la formazione di coaguli di sangue che ostruiscono le arterie. Consiglia l'uso di gemfibrozil, fenofibrato, ciprofibrato, che normalizzano i lipidi nel sangue, bloccano la formazione di placche di colesterolo sulle pareti dei vasi cerebrali.
  • Gli agenti antipiastrinici sono farmaci che impediscono alle piastrine di aderire tra loro per formare coaguli di sangue. Più efficace: eparina, pentossifillina, dipiridamolo.
  • I preparati vitaminici e minerali (vitamina C, B) sono necessari per normalizzare il metabolismo, il colesterolo. L'acido ascorbico aiuta a pulire, dilatare le arterie, abbassare i livelli di colesterolo. Le vitamine del gruppo B, a causa del contenuto di metionina e colina, rimuovono i depositi di grasso, prevengono lo sviluppo di aterosclerosi.

Il trattamento medico dell'aterosclerosi viene effettuato sotto la supervisione di un medico per lunghi corsi.

Metodi di prevenzione

L'uso a lungo termine di farmaci può portare allo sviluppo di complicazioni dal tratto gastrointestinale. Il fegato è particolarmente colpito da questo trattamento. Pertanto, nelle fasi iniziali dello sviluppo dell'aterosclerosi, è più sicuro usare piante medicinali.

Rimedi popolari, omeopatici

I preparati curativi di diverse piante hanno un effetto speciale, che ha un effetto complesso sul corpo:

  • La raccolta di erbe di fiori di immortelle, foglie di betulla, erba di San Giovanni, spago, menta (1 cucchiaio da dessert ciascuno) di frutti di biancospino (4 cucchiai da dessert) viene posta in un thermos, versata con un litro di acqua bollente, insistita per 2 ore. Prendi mezzo bicchiere tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti.
  • La raccolta di menta, aneto, fragole, salvia, motherwort, rosa canina, equiseto (1 cucchiaio da dessert ciascuno) viene versata con un litro di acqua bollente. Resistere per due ore, bere 1/3 di tazza 3-4 volte al giorno 20 minuti prima dei pasti.

L'uso di medicinali omeopatici dà buoni risultati..

  • Esculus compositum. Normalizza la circolazione sanguigna, la pressione. Consigliato per un uso a lungo termine in aterosclerosi, vene varicose, distonia. Ha un effetto vasodilatatore; migliora le proprietà reologiche del sangue.
  • Cardio-ICA - ha un effetto calmante e antistress. Ha un effetto cardiotonico.

Caratteristiche di potenza

Una dieta per l'aterosclerosi dei vasi del collo è un prerequisito per il recupero. L'esclusione di grassi animali, abbondanza di fibre, cibi ricchi di vitamine, sali minerali, acidi grassi insaturi aiuteranno a combattere i depositi di colesterolo.

Il colesterolo nocivo è prodotto dal fegato e dall'intestino tenue. I cibi grassi contribuiscono a questo.

Pertanto, rimuoviamo senza pietà dal menu:

  • Grasso;
  • lombo;
  • frattaglie;
  • carne grassa;
  • latticini con un'alta percentuale di grassi;
  • cibo fritto e piccante;
  • prodotti di cioccolato;
  • alcol;
  • bevande gassate;
  • ridurre il sale, lo zucchero al minimo.

Cambiamo i ricchi brodi di carne per zuppe di verdure o di latte. Di cereali, diamo la preferenza al grano saraceno, farina d'avena.

Ciò contribuirà a ridurre le calorie alle 2.500 calorie consigliate..

È possibile migliorare il metabolismo senza farmaci se si diversifica la dieta con piatti a base di verdure da cavoli, pomodori, cetrioli, carote, patate con buccia, sedano, spinaci.

L'uso di prugne, banane, kiwi, albicocche secche, ciliegie, mele, ribes, pompelmo satureranno il corpo con vitamine (C, B2, B6, PP) e sali minerali (iodio, magnesio, manganese, cobalto). Queste sostanze distruggono il colesterolo, impediscono la conversione dei carboidrati in grassi.

L'uso di prodotti coleretici: oli vegetali, miele, ravanelli, barbabietole e altri alimenti ricchi di fibre aiuteranno a rimuovere il colesterolo in eccesso dal corpo.

Le uova sono necessarie all'organismo per la colina che riduce il colesterolo. Mangiare 3-4 uova a settimana sarà ottimale.

Pesce, legumi dovrebbero diventare i principali fornitori di proteine.

La ricotta a basso contenuto di grassi, il kefir è preferibile dai latticini.

Sono necessari oli vegetali (oliva, mais, semi di lino, sesamo), ma non più di 1-2 cucchiai / giorno.

Sarà utile trascorrere giorni di digiuno su kefir o verdure.

Non mangiare cibi freddi, poiché ciò altera l'assorbimento degli alimenti..

L'aterosclerosi dei vasi del rachide cervicale richiede la preparazione di un menu individuale, è meglio contattare un nutrizionista che elaborerà una dieta tenendo conto di tutte le malattie concomitanti.

Attività fisica

La circolazione sanguigna nel collo è direttamente correlata al lavoro dei muscoli. L'esercizio fisico con uno sforzo moderato allena il sistema cardiovascolare, aiuta a ripristinare la circolazione sanguigna nella colonna cervicale. Nella vecchiaia, vengono prescritte passeggiate quotidiane, esercizi terapeutici.

Si consiglia alle persone di mezza età di camminare a un ritmo sostenuto di 2-5 km / giorno, andare in bicicletta (fino a 15 km) o sciare (5-10 km). Si consigliano lavori domestici non faticosi, pesca e caccia.

Vengono mostrati semplici esercizi fisici senza appesantire, esercizi di respirazione.

Sono vietati movimenti improvvisi, piegarsi, trattenere il respiro, sollevare pesi.

Quando si lavora sedentari, seduti per molte ore al computer o alla TV, si consigliano i seguenti semplici esercizi in posizione seduta per migliorare la circolazione sanguigna nella colonna cervicale:

  1. Il palmo della mano destra poggia sulla fronte. Allo stesso tempo, incliniamo lentamente la testa verso il basso fino a quando il mento non si appoggia sulla clavicola. La mano sembra interferire con l'esercizio. Cioè, l'esercizio viene eseguito con i pesi. Rafforza i muscoli nella parte anteriore del collo.
  2. Con il palmo della mano destra ci poggiamo sulla tempia destra. Incliniamo la nostra testa il più possibile a destra. I muscoli laterali vengono allenati.
  3. Il palmo della mano sinistra poggia sulla tempia sinistra. Incliniamo la testa il più possibile a sinistra.
  4. Disegniamo il mento, proviamo a spostare la testa indietro. Questo allunga i muscoli della schiena del collo..

Il numero di ripetizioni individualmente in base al benessere.

Aterosclerosi dei vasi cervicali: sintomi e trattamento

Il cervello contiene i centri di controllo per tutti i sistemi del corpo. Conduce il lavoro di ogni organo e di ogni cellula. Il suo normale funzionamento dipende da un adeguato apporto di sangue, fornito dai tronchi arteriosi che si estendono dall'arco aortico. Con una malattia come l'aterosclerosi dei vasi del collo, questi vasi sono colpiti dalle placche di colesterolo..

Oggi parleremo di questa patologia: quanto è pericolosa, perché può insorgere e quali sono i suoi principali sintomi clinici.

Descrizione generale della malattia

L'aterosclerosi delle grandi arterie del collo è una malattia dei vasi situati a livello del rachide cervicale.

Il meccanismo della malattia vascolare del rachide cervicale è tipico, così come l'aterosclerosi di qualsiasi altra localizzazione. A causa del colesterolo a lungo termine e persistentemente alto nel sangue, si infiltra nelle pareti dei vasi sanguigni. Si sviluppa un processo infiammatorio limitato locale, a seguito del quale le cellule della schiuma si accumulano nel fuoco.

Per la loro struttura, le cellule schiumose sono macrofagi che non possono fagocitare il colesterolo in eccesso. Il loro numero cresce in modo esponenziale, in questo punto della parete del vaso si sviluppa un processo sclerotico. C'è una stenosi del vaso, i tubercoli del colesterolo sporgono nel lume, su cui si bloccano micro-coaguli, grandi cellule e molecole. È così che si formano le placche aterosclerotiche..

Con l'età, compaiono molti fattori scatenanti per lo sviluppo di questa patologia. Una diminuzione dell'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni, ipertensione, malattie di fondo e cattive abitudini: tutto ciò accelera e aggrava il processo aterosclerotico. Con più della metà della stenosi della nave colpita, la malattia può acquisire una forma occlusiva. La circolazione sanguigna è compromessa e il rischio di gravi complicanze aumenta a causa della bassa perfusione delle cellule cerebrali.

La complicanza più formidabile è l'ictus cerebrale ischemico.

Sintomi e fasi di sviluppo

Simile all'aterosclerosi di qualsiasi altra localizzazione, nella fase iniziale delle lesioni aterosclerotiche delle arterie carotidi, le manifestazioni cliniche sono quasi sempre assenti. Solo nella fase di sviluppo della malattia possono comparire i primi segni di aterosclerosi dei vasi della testa e del collo. Prima di tutto, includono:

  • Vertigini a breve termine.
  • Grave cefalea, che molto spesso è mascherata da dolori meteorologici o segni di VSD.
  • Sindrome astenica, perdita di forza, sia a riposo che durante l'attività fisica.
  • Complicazioni dagli occhi: una diminuzione dell'acuità visiva.
  • Insonnia.

Cause di patologia

Il principale collegamento patogenetico dell'aterosclerosi dei vasi cervicali è il colesterolo alto. Ci sono una serie di ragioni principali per il suo aumento, così come i gruppi a rischio, le persone dalle quali sono particolarmente suscettibili allo squilibrio lipidico. Considera questi fattori sfavorevoli:

  • Una dieta squilibrata con un eccesso di grassi animali, cibi ricchi di grassi, snack troppo salati, piccanti e fritti.
  • Cattive abitudini: fumo e abuso di bevande alcoliche.
  • Inattività fisica: uno stile di vita sedentario, prevalentemente sedentario con poca attività fisica.
  • Iperfunzione della parte secretoria del fegato, a causa della quale viene sintetizzato nel flusso sanguigno troppo colesterolo di origine endogena.
  • Peso in eccesso.
  • Gravi infezioni virali o batteriche.
  • Malattie concomitanti - ipertensione arteriosa, diabete mellito.

Metodi diagnostici

Nelle prime fasi di sviluppo dell'aterosclerosi delle arterie del collo, il medico raccoglie l'anamnesi, chiede al paziente i suoi reclami. Fondamentalmente, l'indagine dovrebbe includere informazioni su malattie ereditarie, episodi ipertensivi e farmaci assunti. Tuttavia, i principali metodi diagnostici per stabilire una diagnosi sono di laboratorio e strumentali.

  • Lipidogramma. L'analisi principale per la diagnosi precoce di questa malattia vascolare - in base ai suoi risultati, viene determinato quanto sia aggressiva la patologia e quali tattiche dovrebbero essere usate per trattarla. Trigliceridi elevati, colesterolo totale e soprattutto la sua frazione a bassa densità sono criteri diagnostici importanti per l'aterosclerosi..
  • Ultrasuoni dei vasi del collo con dopplerografia.
  • La risonanza magnetica con mezzo di contrasto è una variante dell'angiografia. Questo studio consente di visualizzare le caratteristiche del flusso sanguigno - per identificare placche e altri ostacoli.

Trattamento dell'aterosclerosi cervicale

La terapia dell'aterosclerosi dei vasi della regione del collo dovrebbe essere complessa e sfaccettata, come nell'aterosclerosi di qualsiasi altra localizzazione. È impossibile superare la malattia con i soli farmaci. Oltre a loro, si dovrebbe prestare la dovuta attenzione alla correzione della dieta, dello stile di vita, aumentare il volume dell'attività fisica, escludere l'ipodynamia e, se lo si desidera, utilizzare ricette per la medicina alternativa.

Dieta e stile di vita

Studi a lungo termine mostrano che in più della metà dei casi di diagnosi precoce di aterosclerosi, quando i vasi non hanno ancora sofferto, ma il colesterolo è già al di sopra del normale, la patologia può essere superata solo con la dieta e l'attività fisica. In qualsiasi fase della malattia, questi sono i principali fattori per il successo del trattamento. Il loro obiettivo principale è ripristinare l'omeostasi e fermare i disturbi metabolici..

Nella nutrizione, la chiave è limitare i cibi fritti, snack troppo salati, piccanti e affumicati. La preferenza dovrebbe essere data a metodi di cottura più utili: bollito, al forno, al vapore. Dal menu del giorno, vale la pena escludere cibi ricchi di grassi di origine animale. Aumenta la proporzione di frutta e verdura fresca - tutte le varietà di cavoli, mele, aglio, limone.

Lo stile di vita non dovrebbe essere sedentario, ma mobile con una moderata attività fisica. Si consiglia di eseguire esercizi di fisioterapia ogni giorno al mattino per 20-25 minuti. Sarà utile anche una camminata regolare dosata..

Farmaco

Si raccomanda di trattare l'aterosclerosi dei vasi cervicali con un approccio conservativo nelle forme non occlusive, cioè con meno della metà della stenosi del lume. Allo stesso modo, i medici prescrivono farmaci se ci sono indicazioni pronunciate per un intervento chirurgico o se è impossibile eseguire un trattamento chirurgico in un determinato momento. I principali farmaci utilizzati per questa patologia:

  • Agenti antipiastrinici - ticlopidina, prasugrel, clopidogrel - farmaci la cui azione principale è quella di ridurre la viscosità del sangue, facilitare il flusso sanguigno e prevenire la formazione di coaguli di sangue nei vasi stenotici.
  • Preparazioni del gruppo statine. Il collegamento principale nel trattamento patogenetico. Questi farmaci possono ridurre il livello di colesterolo cattivo di quasi un terzo..
  • Antipertensivi - β-bloccanti, inibitori dell'enzima di conversione angiotensiva, diuretici. Utilizzato per controllare la pressione sanguigna.

Intervento chirurgico

Spesso l'operazione è raccomandata per i pazienti con uno stadio avanzato della malattia o con il suo decorso aggressivo, quando acquisisce una forma stenosante ei vasi colpiti si restringono di oltre il 50%. Il compito principale di questo tipo di lotta contro l'aterosclerosi è la prevenzione di gravi complicanze cerebrali dovute a possibile ischemia. Le opzioni chirurgiche includono endoarteriectomia carotidea, intervento chirurgico di bypass dei vasi carotidi e angioplastica delle pareti arteriose..

etnoscienza

La medicina alternativa nella diagnosi dell'aterosclerosi dei vasi del collo viene utilizzata, prima di tutto, nelle fasi iniziali per la prevenzione delle complicanze. Le ricette culinarie più popolari sono i decotti e gli infusi a base di succo di biancospino, nonché gli snack a base di aglio fresco. Tuttavia, va ricordato che i rimedi popolari non dovrebbero essere abusati e solo uno specialista del trattamento competente può raccomandarli..

Prevenzione

Le complicanze gravi dell'aterosclerosi cervicale (come l'ictus) sono molto più facili da prevenire che da curare. Pertanto, è molto importante per una terapia efficace riconoscere la malattia il prima possibile. Le principali misure preventive sono il rifiuto delle abitudini negative: fumo, abuso di alcol, una dieta equilibrata, uno stile di vita attivo, esami regolari e consultazioni di specialisti specializzati - terapista, cardiologo ed endocrinologo.

L'aterosclerosi dei vasi del collo è una malattia grave che, in assenza di un trattamento adeguato, si sviluppa rapidamente e porta a complicazioni molto formidabili e pericolose per la vita. Se lo sviluppo della malattia non può ancora essere evitato, ai primi sintomi caratteristici, dovresti consultare un medico e iniziare a prendere un trattamento complesso.

Aterosclerosi dei vasi del collo

La stenosi (o occlusione) delle arterie carotidi si riferisce al graduale restringimento del lume di questi grandi vasi, attraverso il quale il sangue ossigenato viene consegnato dal cuore al cervello. Di solito, questa condizione provoca l'aterosclerosi dei vasi del collo, una malattia sistemica, il cui substrato principale è la formazione di una placca ateromatosa sulla parete interna dell'arteria. L'obiettivo del trattamento per questa patologia è ridurre la probabilità di un ictus, che si ottiene controllando le dimensioni della placca o la sua completa rimozione chirurgica.Prima di sapere come si cura l'aterosclerosi dei vasi del collo, i sintomi che si verificano con la stenosi dell'arteria carotide, vale la pena capire il meccanismo di insorgenza ischemia (insufficiente apporto di sangue) del cervello.

Com'è l'afflusso di sangue al cervello

Il sangue viene consegnato al cervello attraverso due arterie: la carotide e la vertebrale (più precisamente, quattro, ognuna con la propria coppia). L'arteria carotide (carotide) comune ha origine dall'arco aortico nel torace e attraversa il collo fino alla testa. A livello della laringe, è diviso nelle arterie carotidi interne ed esterne. Il primo fornisce sangue al cervello, il secondo fornisce i tessuti del collo, del viso, del cuoio capelluto. Nell'area della biforcazione (luogo di divisione), si formano più spesso placche aterosclerotiche.

Cos'è la stenosi

L'aterosclerosi dei vasi cervicali, come manifestazione locale di disturbi sistemici del metabolismo del colesterolo, è la causa principale della stenosi carotidea. In uno stato normale, questi vasi sono simili a un "tubo flessibile", hanno pareti lisce e sono elastici. Con l'età, a causa dell'ipertensione e dei danni alle pareti, si possono accumulare grasso, colesterolo, calcio e fibre del tessuto connettivo e si formano placche aterosclerotiche.

A poco a poco, la quantità di questi depositi aumenta, il che porta a una perdita di elasticità (la capacità di restringersi ed espandersi), restringimento del lume (la dimensione del diametro interno dell'arteria diminuisce) e, di conseguenza, viene creato un ostacolo al normale flusso sanguigno. Dopo aver raggiunto determinati valori critici (di solito più del 50%), la stenosi porta all'ischemia degli organi, una condizione in cui il volume di sangue introdotto diventa insufficiente per il normale funzionamento del cervello, compaiono i sintomi della malattia.

Sintomi dello sviluppo della patologia

Nella maggior parte delle persone a cui è stata diagnosticata l'aterosclerosi dei vasi del collo, i sintomi della malattia sono assenti fino a quando il lume dell'arteria non si riduce della metà. Un'altra opzione per la comparsa dei sintomi è la formazione di un coagulo di sangue (trombo) o il distacco di un pezzo di placca, che porta al blocco di un vaso più piccolo nel cervello da parte loro.

Come suggerisce il nome, in questa condizione, l'afflusso di sangue a una certa parte del cervello si interrompe temporaneamente e quindi viene ripristinato, non c'è danno persistente ai tessuti organici. Sintomi acuti:

  • debolezza,
  • intorpidimento a un braccio o una gamba,
  • discorso difficile,
  • asimmetria del viso,
  • problemi di vista,
  • paralisi di un lato del corpo,

Di solito durano pochi minuti, quindi si risolvono completamente e la persona torna alla vita normale..

PNMK non dovrebbe essere ignorato; questa condizione è un avvertimento che la successiva ischemia (quantità insufficiente di sangue) può provocare danni irreversibili al cervello.

Cause di aterosclerosi

L'aterosclerosi è una malattia sistemica che è la principale causa di restringimento del lume delle arterie carotidi, colpisce non solo questi vasi sanguigni. Di solito, la deposizione di colesterolo può essere rilevata all'età di 20-30 anni, ma i suoi sintomi di solito compaiono dopo i 40 anni.

Fattori che contribuiscono alla comparsa dell'aterosclerosi:

  • ipertensione;
  • diabete;
  • fumare;
  • livelli elevati di colesterolo (vale a dire colesterolo "cattivo") o lipoproteine ​​a bassa densità (LDL);
  • obesità;
  • coronaropatia;
  • una storia familiare di stenosi;
  • età avanzata;
  • aneurisma e displasia fibromuscolare dell'arteria carotide (raramente portano a stenosi).

Nelle persone che soffrono di malattie cardiache, l'aterosclerosi dei vasi del collo è abbastanza comune. Le arterie carotidi, di regola, sono colpite diversi anni dopo rispetto a quanto si osserva nei vasi del cuore.

Diagnosi di stenosi delle arterie carotidi

La fase iniziale non è diversa dal processo diagnostico per qualsiasi malattia del sistema cardiovascolare. Il medico chiederà al paziente i sintomi in dettaglio, quindi chiederà:

  • quali problemi di salute aveva il paziente;
  • quali farmaci ha preso prima;
  • se i suoi parenti stretti hanno questa patologia.

L'aterosclerosi dei vasi cervicali viene spesso rilevata da:

  • Esame ecografico Doppler. Uno studio non invasivo che aiuta a valutare il flusso sanguigno nei vasi, il grado di stenosi (cioè 100%, 80%, 70%, ecc.).
  • CTA (tomografia computerizzata con angiografia). Esame radiografico non invasivo, che consente di ottenere un'immagine chiara dei vasi sanguigni, delle strutture anatomiche del cervello e di valutare la natura del flusso sanguigno. Per questo, un agente di contrasto viene iniettato nel flusso sanguigno. La combinazione di due tecniche di imaging medico (TC e angiografia) consente ai medici di determinare la localizzazione (posizione) del restringimento arterioso e di specificarne le caratteristiche (grado di stenosi, lunghezza).
  • Angiografia a risonanza magnetica (MRA). È in qualche modo simile al metodo di ricerca precedente. Il contrasto del letto vascolare viene anche utilizzato introducendo preparazioni speciali. Solo a differenza della tomografia computerizzata con angiografia, per ottenere immagini, non vengono utilizzati i raggi X, ma l'effetto di risonanza magnetica.
  • Angiografia del cervello. Metodo minimamente invasivo di imaging a raggi X dei vasi sanguigni. Il contrasto viene iniettato attraverso un catetere in un'arteria all'inguine.

Metodo di trattamento

L'obiettivo del trattamento è prevenire un ictus cerebrale. Quale opzione di trattamento per l'aterosclerosi dell'arteria carotide viene scelta dal medico dipende in gran parte dal grado di restringimento:

  • ci sono segni di una minaccia di ischemia persistente (insufficiente apporto di sangue) ai tessuti cerebrali;
  • se ci sono sintomi simili all'ictus o meno (ci sono situazioni in cui non ci sono segni clinici di stenosi e le lesioni aterosclerotiche delle arterie sono confermate da studi strumentali, in questa situazione viene fatta una diagnosi - aterosclerosi non stenotica dei vasi del collo).

Farmaci

La terapia farmacologica viene solitamente utilizzata quando non ci sono sintomi o quando la contrazione del lume del vaso non supera il 50% (basso grado di stenosi). Inoltre, la terapia conservativa viene utilizzata in una situazione in cui ci sono indicazioni per l'intervento chirurgico, ma il paziente rifiuta l'operazione. Vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • Disaggreganti (aspirina, ticlopidina, clopidogrel) - farmaci che fluidificano e prevengono la coagulazione del sangue nelle arterie ristrette.
  • Statine per abbassare il colesterolo: riducono la probabilità di formazione di placche ateromatose. Sono in grado di ridurre il livello di colesterolo "cattivo" nel sangue in media del 25-30%. Ma per ottenere questo effetto è necessaria una dieta povera di grassi e colesterolo..
  • I farmaci antipertensivi (diuretici, ACE inibitori, beta bloccanti, calcio-antagonisti, ecc.) Sono in grado di controllare e regolare la pressione sanguigna. L'ipertensione essenziale è la causa principale dell'ictus, questa patologia può essere aggravata sullo sfondo dell'aterosclerosi.

Metodi chirurgici

Il trattamento chirurgico, di regola, è raccomandato per i pazienti con grado di stenosi da moderato ad alto, nonché per coloro che hanno subito uno o più PITC (accidente cerebrovascolare transitorio). L'obiettivo principale della chirurgia è prevenire l'ictus, che si ottiene rimuovendo le placche e aumentando il lume del vaso cervicale affetto dall'aterosclerosi, che migliora il flusso sanguigno al cervello. Tipi di operazioni:

  • L'endoarteriectomia carotidea è un'operazione per rimuovere le placche aterosclerotiche. L'incisione cutanea viene praticata sul collo nell'area della proiezione dell'arteria carotide. Viene bloccato con morsetti temporanei sopra e sotto la zona di stenosi. In questo caso, il sangue scorre al cervello attraverso un'arteria, che si trova sull'altro lato. Il chirurgo nasconde la nave nell'area bloccata, dopodiché pulisce l'interno della sua parete dai depositi ateromatosi. L'incisione nell'arteria viene chiusa con piccole suture.
  • L'angioplastica carotidea / stenting è un'operazione endovascolare che consente di espandere il lume del vaso. Viene eseguito sotto la supervisione di uno studio angiografico. In primo luogo, un catetere flessibile viene introdotto nel sito della placca nell'arteria carotide. Per fare questo, viene iniettato nell'arteria femorale. Bypassando il cuore, si avvicina al sito richiesto. Quindi, utilizzando il primo catetere come guida, viene introdotto il secondo diametro minore con un palloncino gonfiabile in punta. Il palloncino deve essere installato attraverso la stenosi, dopo di che viene gonfiato, il che porta all'espansione del lume del vaso, alla compressione della placca. La procedura si completa con l'installazione di uno stent autoespandibile che "mantiene l'arteria in uno stato dilatato".
  • La chirurgia di bypass dell'arteria carotide è una procedura chirurgica che prevede un'anastomosi di bypass. Con questo, il flusso sanguigno viene ripristinato. Va bypassando la sezione bloccata della nave. Per questo, le estremità del vaso di innesto (di solito viene utilizzata una parte della vena safena dell'estremità inferiore) vengono cucite nelle pareti dell'arteria carotide sopra e sotto la stenosi. Ciò consente di reindirizzare (bypassando la costrizione) del flusso sanguigno attraverso l'innesto. L'operazione è indicata con completa occlusione (blocco) del vaso.

Prevenzione della stenosi delle arterie carotidi

In genere, i medici, a seconda dei fattori di rischio presenti nel paziente, gli chiedono di:

  • smettere di fumare;
  • stabilire la nutrizione per l'aterosclerosi dei vasi del collo;
  • limitare il consumo di alcol;
  • monitorare la glicemia (se ha il diabete);
  • monitorare regolarmente il contenuto di colesterolo nel sangue;
  • assumere farmaci per patologie concomitanti (ipertensione e altri).

Cause, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del collo

La funzione principale delle arterie carotidi del collo è fornire sangue al cervello e fornirgli sostanze nutritive e ossigeno. Il corretto funzionamento del cervello, del sistema nervoso e degli organi sensoriali dipende dal normale funzionamento dei vasi sanguigni. Quando una persona conduce uno stile di vita sbagliato, superlavoro, mancanza di sonno ed è costantemente sotto stress, aumenta il rischio di malattie gravi. E il primo di questi è l'aterosclerosi delle arterie del rachide cervicale..

Cos'è l'aterosclerosi

L'aterosclerosi è una lesione cronica dei vasi sanguigni di tipo muscolo-elastico ed elastico, che si verifica sullo sfondo di un metabolismo proteico e lipidico compromesso. La malattia è accompagnata dalla deposizione di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni e delle frazioni lipoproteiche.

La malattia inizia a svilupparsi quando viene violata l'integrità della parete interna della nave. Quando il metabolismo dei lipidi è compromesso, il colesterolo dannoso si forma da lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità, che iniziano a depositarsi nel sito del danno. Ciò porta alla comparsa di foche gialle sulla parete del vaso..

Nella fase iniziale dell'aterosclerosi dei vasi del collo, è possibile un trattamento non farmacologico: per ripristinare l'integrità dei vasi, è sufficiente seguire la dieta, fare sport e abbandonare le cattive abitudini.

Nella seconda fase, le placche aterosclerotiche si formano dai tessuti connettivi, che riempiono gradualmente il lume dell'arteria. Quando si verifica una rottura, si verifica un blocco completo della nave, che porta a un attacco di cuore. Se la placca continua ad addensarsi, si sviluppa l'ischemia cardiaca. Nell'ultimo stadio della malattia, la placca viene compattata da depositi salini di composti minerali, che aumenta la fragilità della nave. Le placche aterosclerotiche possono restringere parzialmente il lume, nonché portare all'occlusione o al blocco completo.

La malattia è divisa in 2 tipi. In caso di aterosclerosi non stenotica dei vasi del collo, le placche crescono lungo la parete vascolare. Con la stenosi, la crescita avviene all'interno.

Cause di aterosclerosi

L'aterosclerosi può causare disturbi al cervello e portare a disabilità. La malattia si sviluppa a causa di un metabolismo dei grassi improprio e le cause comuni di aterosclerosi dei vasi del collo includono:

  • Eredità;
  • Stress, depressione;
  • Peso in eccesso;
  • Mancanza di attività fisica, ipodynamia;
  • Ipertensione 2 e 3 gradi;
  • Diabete;
  • Malattie epatiche croniche e CVS;
  • Interruzione della ghiandola tiroidea;
  • Violazione del regime di riposo;
  • Cattive abitudini;
  • Età.

Un altro fattore importante è il genere. Negli uomini, la malattia si verifica più spesso e prima che nelle donne. Ciò è spiegato dal fatto che le donne di solito conducono uno stile di vita più mobile, rispondono più velocemente alle emozioni, monitorano l'alimentazione e hanno un'aspettativa di vita più lunga..

Sintomi dello sviluppo della patologia

La fase iniziale dell'aterosclerosi dei vasi del collo non ha sintomi pronunciati o specifici ed è spesso confusa con affaticamento, superlavoro, carenza di vitamine. In questa fase, la malattia può essere rilevata solo dai risultati di un esame del sangue generale, se nei titoli appare un aumento del contenuto di colesterolo.

Con la progressione dell'aterosclerosi del collo, compaiono sintomi come:

  • Vertigini;
  • Forte dolore al collo;
  • Mal di testa;
  • Debolezza;
  • Distrazione;
  • Insonnia.

La stenosi vascolare mentre si sviluppa peggiora la circolazione sanguigna nel cervello, che porta a disturbi della memoria e rapido affaticamento, diminuzione dell'acuità visiva e dell'udito. Nelle fasi successive, i segni di aterosclerosi dei vasi della testa e del collo si intensificano e appaiono come:

  • Cecità improvvisa in un occhio;
  • Intorpidimento e formicolio alle braccia e alle gambe, che è accompagnato dalla perdita del controllo motorio;
  • Perdita di conoscenza;
  • Problemi con la parola, formazione di frasi e difficoltà nell'esprimere pensieri;
  • Difficoltà a trovare cose familiari;
  • Perdita di orientamento nello spazio;
  • Diminuzione dell'efficienza e incapacità di concentrarsi su qualcosa per molto tempo;
  • Disturbi della memoria a breve e lungo termine.

La malattia porta a una serie di complicazioni. L'aterosclerosi delle grandi arterie provoca vasocostrizione graduale, stenosi polmonare, infarto e ictus.

Se i vasi del cervello sono ristretti o bloccati, si sviluppa un ictus ischemico e se si verifica un'emorragia a causa di una nave rotta, allora emorragica.

Diagnosi di stenosi delle arterie carotidi

Durante un esame generale, il medico determina i seguenti segni fisiologici della malattia:

  • Aumento della pelosità del padiglione auricolare;
  • Patologia delle unghie delle dita dei piedi;
  • Un gran numero di wen;
  • Gonfiore;
  • La perdita di capelli;
  • Perdita di peso improvvisa e grave senza dieta o esercizio fisico.

Dopo l'esame, vengono ascoltati soffi sistolici e suoni cardiaci, viene eseguita la palpazione degli organi interni. Quando si raccoglie l'anamnesi, viene determinata la presenza di obesità, ipertensione e ipertensione, il diabete. Lo stile di vita del paziente, le condizioni di lavoro, l'alimentazione giocano un ruolo importante. Questi fattori contribuiscono allo sviluppo dell'aterosclerosi e delle complicanze vascolari.

La diagnosi di laboratorio della stenosi delle arterie carotidi inizia con un'analisi generale e biochimica del sangue e delle urine. Una grande quantità di omocisteina nel sangue porta a danni alle pareti interne dei vasi sanguigni e l'inizio della deposizione di colesterolo. Il valore normale di questo indicatore:

  • Per gli uomini - 5-15 μmol / l;
  • Per le donne - fino a 12 μmol / l.

I trigliceridi sono grassi insolubili che vengono trasportati nel sangue da lipoproteine ​​a bassissima densità. Il superamento del valore normale (1,7 mmol / l) indica un alto rischio di aterosclerosi. Il coefficiente di aterogenicità viene utilizzato per giudicare lo sviluppo dell'aterosclerosi complicata dall'ischemia cardiaca. Viene calcolato come la differenza tra i livelli di colesterolo totale e HDL, diviso per il livello di lipoproteine ​​ad alta densità. La sua norma è 1,98-2,51. Maggiore è il valore del coefficiente, maggiore è il rischio di morte per malattia.

Se il livello di colesterolo viene superato, viene prescritta un'analisi aggiuntiva per l'apoliproteina. La sua norma è 1,08-2,25 g / l per le donne e 1,04-2,03 g / l per gli uomini. Gli indicatori ridotti indicano una mancanza di colesterolo buono e il rischio di sviluppare aterosclerosi delle arterie cervicali..

Indicatori normali delle lipoproteine:

  • LDL - 2,1-4,7 mmol / l;
  • VLDL - 0,2-0,5 mmol / l.
  • Per il colesterolo totale, che comprende tutte le frazioni lipoproteiche, la norma è fissata a 3,5-5,2 mmol / L.

Quando si analizza l'urina, viene determinato il livello di lattato deidrogenasi, che caratterizza i processi del metabolismo del glucosio. Se l'indicatore viene superato (la norma è 120-246 U / L), ciò indica lo sviluppo di ischemia aggiuntiva e il rischio di infarto miocardico.

Diagnostica strumentale

Dopo i test di laboratorio, vengono assegnate ulteriori diagnostiche strumentali. Dipende dai sintomi della malattia e dall'età del paziente, dalla presenza di malattie croniche di terze parti.

L'angiografia o la radiografia con contrasto viene eseguita quando un mezzo di contrasto viene introdotto nei vasi attraverso il catetere e seguito da una scansione a raggi X. Il metodo consente di valutare le condizioni dei vasi sanguigni piccoli e grandi, la presenza di foche aterosclerotiche. È vietata la procedura per allergia allo iodio, disturbi mentali acuti, insufficienza cardiaca, renale o epatica, gravidanza e allattamento. Dopo l'angiografia, il primo pasto dovrebbe essere in 8-10 ore.

Con l'aiuto della CTA (angiografia tomografica computerizzata), vengono esaminati i vasi del cervello e del collo. Questo metodo ti consente non solo di scoprire le loro condizioni, ma anche di determinare la velocità del flusso sanguigno. A causa della minore radiazione, i tomografi hanno solo poche controindicazioni. Questi includono:

  • Claustrofobia;
  • Aritmia;
  • Peso del paziente: alcuni modelli sono progettati per un peso fino a 100 kg.

L'ecografia viene utilizzata per esaminare le arterie del cuore e delle arterie carotidi. Il metodo si basa sullo studio dei vasi sanguigni mediante onde ultrasoniche. Quando attraversano aree di diversa densità, l'onda e il suo riflesso cambiano. Il sensore registra queste modifiche e il processore le converte in un'immagine sul monitor. L'ecografia è un metodo diagnostico semplice ed economico che non ha controindicazioni o restrizioni per la conduzione.

Un altro metodo diagnostico è la dopplerometria. Si tratta di una combinazione di ultrasuoni con funzione Doppler, che consente di valutare la pervietà delle arterie, la velocità del flusso sanguigno attraverso i vasi e misurare il grado di stenosi del lume vascolare.

La risonanza magnetica è uno dei metodi diagnostici moderni e più avanzati che consentono di esaminare i processi che si verificano nel corpo. Il paziente viene posto in una capsula dotata di magneti. Con l'aiuto di un software speciale, le condizioni dei vasi sanguigni e delle arterie si riflettono sullo schermo in tempo reale.

Metodi di trattamento dell'aterosclerosi

Dopo aver eseguito le procedure diagnostiche, il paziente può essere ulteriormente indirizzato per la consultazione a un cardiologo se viene rilevata una malattia cardiaca o a un neurologo se viene rilevata la patologia dei vasi cerebrali. La determinazione del quadro clinico esatto è necessaria per la nomina di un metodo completo per il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del collo.

Di solito viene prescritta la terapia farmacologica. L'intervento chirurgico viene utilizzato solo nei casi in cui la vita del paziente è in pericolo. Il metodo complesso prevede, insieme all'assunzione di farmaci, un cambiamento dello stile di vita, l'aderenza a una dieta, la regolazione del regime diurno e, se necessario, un cambio di lavoro.

Terapia farmacologica

La terapia tradizionale non dà risultati immediati e, a seconda del grado della malattia, i farmaci vengono assunti a cicli o continuamente per molti anni. I farmaci hanno una serie di effetti collaterali e compatibilità, quindi devono essere presi rigorosamente come indicato da un medico. L'automedicazione può provocare un'esacerbazione della malattia, un infarto, lo sviluppo di complicazioni irreversibili.

Per il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del rachide cervicale vengono utilizzati diversi gruppi di farmaci. Innanzitutto sono le statine. Il loro ruolo è bloccare gli enzimi responsabili della produzione di colesterolo da parte delle cellule del fegato. L'uso di statine riduce il deposito di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, abbassa il contenuto di lipidi nelle placche e previene lo sviluppo di trombosi. Le statine vengono prescritte ai pazienti anche dopo aver subito un ictus e un infarto miocardico.

Il prossimo gruppo di farmaci sono i fibrati. Sono necessari per ridurre la quantità di grasso e attivare le lipasi lipoproteiche. I farmaci promuovono il processo intensivo di ossidazione dei lipidi, migliorano la nutrizione delle pareti dei vasi sanguigni e riducono la gravità dei processi interni infiammatori.

I farmaci del gruppo degli ipolipidi hanno lo scopo di aumentare la quantità di proteine ​​e abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, a bilanciare le proporzioni di LDL e HDL. L'acido nicotinico appartiene a un gruppo di farmaci, ma è la vitamina B3. Il consumo quotidiano porta a una diminuzione graduale del colesterolo e del colesterolo LDL, un aumento delle HDL e una migliore capacità di dissoluzione dei coaguli di sangue.

Se il paziente ha intolleranza alle statine, vengono prescritti farmaci del gruppo dei sequestranti degli acidi biliari. Legano gli acidi biliari, che stimolano l'assorbimento dei grassi nel tratto digestivo. Il risultato è una diminuzione dei livelli di colesterolo nel sangue e la normalizzazione dei livelli di lipidi. Per fluidificare il sangue, vengono prescritti farmaci del gruppo di agenti antipiastrinici.

Insieme ai farmaci, ai pazienti vengono prescritti complessi antiossidanti e vitaminico-minerali, farmaci ormonali e vasodilatatori, biostimolanti.

Metodi chirurgici

La necessità di un'operazione è determinata dai risultati della diagnostica e delle analisi di un cardiologo, neurologo, chirurgo e neurochirurgo. I trattamenti chirurgici per l'aterosclerosi sono prescritti per i pazienti con un alto grado di stenosi vascolare. La terapia farmacologica tradizionale in questa fase della malattia non darà più effetti positivi.

Lo stent carotideo è progettato per allargare il diametro dei vasi sanguigni. Un catetere elastico viene inserito nell'arteria interessata, che viene erogato al sito di lesione vascolare dal catetere principale con un palloncino speciale. L'aria viene fornita al palloncino, con conseguente espansione del lume e diminuzione della placca aterosclerotica.

L'endarteriectomia è la pulizia delle pareti dei vasi attraverso incisioni. Un altro tipo di trattamento chirurgico è la chirurgia di bypass. Si tratta di un impianto di uno shunt nel vaso danneggiato, attraverso il quale il sangue circola nell'area danneggiata. Di solito una parte di una vena o una nave artificiale agisce come un'anastomosi.

Metodi di trattamento non convenzionali

L'uso della medicina tradizionale deve essere concordato con il medico: non tutti sono abbinati a farmaci e possono provocare la comparsa di spiacevoli effetti collaterali. Di solito i rimedi popolari sono prescritti nella fase iniziale dell'aterosclerosi dei vasi cervicali e in aggiunta alla terapia farmacologica.

Secondo la prescrizione del medico, è possibile eseguire il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi del collo con le sanguisughe. L'irudoterapia comprende da 7 a 12 sessioni, la cui frequenza è selezionata individualmente. Posiziona le sanguisughe dietro le orecchie. Le sostanze biologiche attive contenute nella loro saliva abbassano i livelli di colesterolo, ripristinano la struttura capillare e migliorano la circolazione dei fluidi biologici.

Dei semplici metodi popolari, si consiglia l'olio di mais non raffinato. Assunzione giornaliera di 1 cucchiaio. migliorare la condizione e l'elasticità dei vasi sanguigni. Prima di colazione, puoi prendere una miscela di mais o olio d'oliva con miele e succo di limone fresco. Tutti i componenti sono presi in proporzioni uguali e un adulto ha bisogno solo di 1 cucchiaio..

Per l'aterosclerosi e come prevenirla, è utile il succo di patate fresco mescolato con succo di carota o sedano. Un'altra ricetta efficace: 2 teste di aglio e limone mescolate in una ciotola del frullatore con un bicchiere di acqua calda. Insistere sulla purea risultante per 3-4 giorni e assumere 40 ml prima di colazione.

Prevenzione della stenosi delle arterie carotidi

La principale misura preventiva è mantenere uno stile di vita sano. L'organizzazione di una dieta sana nell'aterosclerosi vascolare è necessaria per il successo del trattamento, la prevenzione delle complicanze e la lenta perdita di peso. La dieta è volta a limitare ed escludere cibi che aumentano il colesterolo nel sangue..

Sono vietati carni e pesce grassi, formaggi, latticini, carni affumicate e fast food, cibo in scatola. Vale la pena limitare prodotti da forno e dolci, prodotti di farina di frumento. Il cibo fritto deve essere sostituito con cibo cotto a vapore o nel forno.

I cereali, in particolare il grano saraceno, il bulgur e il riso selvatico, sono utili nell'aterosclerosi delle arterie del collo. È meglio rifiutare il normale riso bianco. Ed è consigliabile includere più verdure, frutta, erbe fresche nella dieta quotidiana. I brodi possono essere cucinati da carne magra di tacchino o vitello, verdure, pesce. Le zuppe ricche possono essere mangiate non più di 2 volte al mese. Devi anche mangiare più frutti di mare, frutta secca, noci, miele e semi. La crusca di segale ei prodotti a base di segale, mandorle, farina di riso sono utili per l'aterosclerosi.

La prevenzione e il trattamento della malattia comportano il rispetto del metabolismo del sale marino. Significa rifiuto del cibo salato: l'assunzione giornaliera massima di sale è di 5 g. L'acqua deve essere bevuta fino a 2,5 litri. Questo volume non include tè, succhi, bevande a base di latte, infusi e decotti. Solo l'acqua pulita aiuta a fluidificare il sangue e rimuovere le tossine e le tossine dal corpo.

Anche abbandonare le cattive abitudini è una parte importante della prevenzione delle malattie. Il fumo stimola lo sviluppo di malattie vascolari, aumenta la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, provoca la deposizione attiva di cellule di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni e abbassa i livelli di ossigeno nel sangue. Nei diabetici, con lesioni vascolari, 2 minuti dopo una sigaretta fumata, c'è una diminuzione del 20% del flusso sanguigno e lo sviluppo di attacchi di angina.

Per prevenire lo sviluppo della malattia, è necessario aumentare l'attività fisica quotidiana. Utili lunghe passeggiate all'aria aperta, nuoto, sci, esercizi di fisioterapia, yoga, vari tipi di aerobica e danza aerobica, equitazione e ciclismo..

Di solito, l'aterosclerosi si sviluppa sullo sfondo di fattori come cattiva alimentazione e stress frequente, eccesso di peso, ipertensione o diabete mellito. I sintomi della malattia nelle prime fasi sono lievi, possono essere confusi con il superlavoro. La diagnosi e il trattamento dell'aterosclerosi dipendono dallo stadio della malattia, dalla forza dei sintomi, dall'età, dal peso e dalle caratteristiche individuali. Durante la diagnosi utilizzano metodi di ricerca strumentali e di laboratorio. Se la malattia non è in una fase avanzata, viene prescritta la terapia farmacologica. Una situazione difficile che minaccia la vita del paziente richiede un intervento chirurgico. Oltre ai farmaci, vengono prescritti dieta e terapia fisica per migliorare la circolazione, ridurre il peso e aumentare la resistenza del corpo.


Articolo Successivo
Infarto polmonare: sintomi, cause, complicanze