Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori: cause, trattamento, chirurgia, rimedi popolari, prognosi


L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è una malattia in cui il metabolismo dei lipidi è disturbato, le placche di colesterolo si formano sulle pareti delle arterie delle gambe, restringendo il loro lume. Le forme lievi della malattia sono asintomatiche, moderate e gravi si manifestano con un deterioramento delle condizioni della pelle, unghie, dolore, convulsioni, ulcere trofiche, fino a cancrena.

Fasi, gradi di patologia

La formazione delle placche di colesterolo è un processo a lungo termine che consiste in diverse fasi. A seconda della gravità delle violazioni, i medici distinguono 4 fasi:

  1. Asintomatico. Mentre la massa grassa è piccola, il restringimento del lume del vaso è insignificante. Il corpo riesce a compensare la limitata pervietà, a fornire una quantità sufficiente di sangue ai muscoli delle gambe. A causa del quale i sintomi sono assenti.
  2. Claudicazione intermittente moderata. Appare con grandi placche, che diventano una barriera meccanica al normale flusso sanguigno. Le fibre muscolari dell'arto iniziano a sperimentare una carenza di ossigeno e sostanze nutritive, che si manifesta clinicamente con il dolore durante lo sforzo fisico. Ci sono due gradi di gravità della claudicatio intermittente: 2a - la claudicatio si sviluppa camminando a una distanza compresa tra 200 ma 1 km; 2b - una persona inizia a zoppicare dopo aver camminato a meno di 200 m.
  3. Dolore a riposo. Il paziente avverte un dolore alle gambe persistente che viene aggravato dall'inclinazione all'indietro o dal sollevamento delle gambe. Il sollievo viene dalla posizione seduta o in piedi.
  4. Cancrena. È accompagnato da necrosi tissutale degli arti inferiori con blocco completo / quasi completo dell'arteria.
EnergiaDolore e debolezza alle gambe quando si camminaDisturbi trofici
Il primoCarichi pesanti, camminando per più di 1 kmEsternamente, le gambe ei piedi non cambiano
Il secondoDa 200-300 ma 1 kmPelle pallida, crescita dei capelli ridotta
TerzoDa 50 a 200-300 mIpotrofia, ulcere trofiche
Il quartoMeno di 50 me a riposoCancrena della punta o del piede

Le principali cause della malattia

Occorrono 30-40 anni per formare una placca di colesterolo maturo. Durante questo periodo, il corpo è esposto agli effetti dannosi di vari fattori che contribuiscono alla crescita dei depositi esistenti, alla formazione di nuovi rudimenti. Il ruolo più importante nello sviluppo dell'aterosclerosi delle gambe è svolto da:

  • fumo - ha una storia dell'80-90% dei pazienti;
  • diabete mellito: aumenta il rischio di aterosclerosi di 2-4 volte;
  • danno alle arterie correlato all'età - la maggior parte dei pazienti al momento della diagnosi della malattia ha più di 50 anni (uomini) / 60 anni (donne);
  • alti livelli di colesterolo cattivo;
  • ipertensione: aumenta le possibilità di sviluppare patologie di 2,5-4 volte;
  • eventuali malattie croniche accompagnate da un aumento della concentrazione di fattore CRP, fibrinogeno, alta viscosità del sangue, tendenza alla trombosi.

Le persone con aterosclerosi delle arterie periferiche sono più suscettibili a:

  • essere sovrappeso;
  • predisposizione genetica;
  • stile di vita sedentario;
  • uomini;
  • amanti dei cibi che contengono colesterolo in eccesso, grassi saturi, una dieta povera di fibre.

Sintomi tipici

Il quadro clinico dipende dal grado di stenosi. Esistono due forme principali che differiscono nell'aspetto..

Fase di stenosi

Si sviluppa quando la placca raggiunge una dimensione grande, sufficiente a restringere il lume dell'arteria. La patologia è caratteristica dell'aterosclerosi allo stadio 2-3 delle gambe. Nelle fasi iniziali, si manifesta con freddezza degli arti inferiori, sensazione di pelle d'oca, sensazione di bruciore.

Con la crescita della placca, compare la claudicazione intermittente, una condizione patologica che i pazienti descrivono come affaticamento rapido, dolore che si manifesta mentre si cammina. Un po 'di riposo porta sollievo. Un nutrimento insufficiente della pelle dei piedi la rende secca. Qualsiasi ferita guarisce male, i capelli cadono. Le unghie diventano malsane e opache.

Fase di obliterazione

Si manifesta con il blocco completo / quasi completo delle arterie (stadio 3-4). Un dolore tirante e bruciante disturba una persona anche durante il riposo. La condizione della pelle peggiora, diventa più sottile. Qualsiasi ferita non guarisce per molto tempo. Le complicazioni compaiono sotto forma di crepe, ulcere. Distanze superiori a 25-50 metri sono già accompagnate da un dolore insopportabile, motivo per cui il paziente raramente lascia l'appartamento.

Lo stadio terminale dell'obliterazione dell'aterosclerosi degli arti inferiori è caratterizzato dalla comparsa di ulcere trofiche non cicatrizzanti - aree aperte di infiammazione piene di contenuti grigio sporco. I piedi, le gambe si gonfiano notevolmente, iniziano a sviluppare necrosi dei tessuti - cancrena.

Metodi moderni di diagnosi e trattamento

Dopo aver esaminato i reclami del paziente, valutato l'aspetto della pelle delle gambe, delle unghie, sondando i grandi vasi, il medico stabilisce una diagnosi preliminare. Può essere confermato utilizzando test funzionali: semplici test che aiutano il chirurgo a esaminare lo stato del flusso sanguigno..

Un ulteriore esame strumentale è necessario per determinare la posizione, la quantità di depositi di colesterolo.

  • Ecografia Doppler: ecografia, il medico valuta la velocità del flusso sanguigno, le dimensioni, la localizzazione della placca aterosclerotica, le caratteristiche della sua struttura.
  • Angiografia: ottenere un'immagine chiara della rete vascolare utilizzando raggi X, risonanza magnetica o TC. Prevede l'introduzione preliminare di un colorante medicale che renda ben visibili i contorni di arterie, vene, capillari, formazioni lipidiche.

Dieta, caratteristiche nutrizionali

La dieta è una componente importante del regime di trattamento; per normalizzare il metabolismo dei grassi, i medici raccomandano:

  • Bere 1,5-2 litri di acqua al giorno. Altrimenti, il corpo inizia a salvarsi dalla disidratazione aumentando la sintesi del colesterolo..
  • Limita l'assunzione di grassi saturi. Aumentano il livello di colesterolo cattivo e contribuiscono alla formazione di placche aterosclerotiche. Il fabbisogno di lipidi del corpo è soddisfatto meglio dagli acidi grassi insaturi.
  • Elimina i grassi trans. Questi lipidi sono considerati la componente più aterogena della dieta..
  • Assicurati di avere abbastanza acidi grassi omega-3 nella tua dieta. Sono farmaci ipolipemizzanti naturali che riducono efficacemente la concentrazione di trigliceridi, lipoproteine ​​a bassa densità, aumentano il contenuto di colesterolo buono.
  • Mangia più cibi ricchi di fibre. La fibra alimentare contribuisce alla normale digestione, inibisce lo sviluppo dell'aterosclerosi.
  • Alcol - solo in dosi moderate. Piccole porzioni di bevande alcoliche hanno un effetto benefico sulla salute vascolare, aumentano la concentrazione di colesterolo buono, che impedisce la formazione di depositi lipidici. Tuttavia, dosi più elevate hanno l'effetto opposto. Il consumo giornaliero massimo consentito di alcol per le donne non deve superare i 14 g di alcol etilico, per gli uomini - 28 g.

Fonti di nutrienti dannosi e benefici

Dannoso
Grassi saturi
  • cocco, palma, cacao, burro;
  • pelle di pollo;
  • strutto, pancetta o altri tipi di grasso animale;
  • carne rossa, principalmente maiale;
  • panna acida, panna;
  • alcuni tipi di formaggio;
  • ricotta fatta in casa.
Grassi trans
  • fast food (patatine fritte, crocchette, ciambelle, pasticcini, belyashi);
  • margarina;
  • prodotti da forno pronti;
  • semilavorati di pasticceria surgelata;
  • cracker;
  • popcorn al microonde.
Utile
Grassi insaturi
  • eventuali noci;
  • oli vegetali;
  • avocado;
  • semi di girasole, zucca, lino, sesamo;
  • pesce grasso (aringhe, sgombri, sarde, salmone, acciughe, sgombri, tonno);
  • tofu.
acidi grassi omega-3
  • semi di lino, chia;
  • pesce grasso;
  • olio di colza;
  • Noci.
Cellulosa
  • verdure;
  • verdure;
  • frutta;
  • legumi;
  • farina d'avena di grano saraceno, mais, miglio, porridge di cereali;
  • crusca.

Unguenti, compresse e farmaci

La prescrizione di farmaci aiuta a fermare la crescita delle placche esistenti, prevenirne la comparsa di nuove, migliorare il benessere generale del paziente e ripristinare il flusso sanguigno. La terapia farmacologica è sempre accompagnata dall'aderenza alla dieta, eliminando le cattive abitudini.

La terapia dell'aterosclerosi prevede la nomina di un complesso di farmaci per le gambe:

  • antispastici;
  • antifiammatori non steroidei;
  • anticoagulanti;
  • agenti ipolipemizzanti;
  • attivatori del metabolismo tissutale;
  • preparazioni locali.

Naturalmente, un paziente riceve raramente tutte le categorie di pillole, unguenti. Di solito il medico sceglie 3-6 farmaci che risolvono più efficacemente i problemi del paziente.

Antispastici

Gli antispastici sono farmaci che alleviano gli spasmi muscolari lisci. La nomina di antispastici aiuta le arterie ad aumentare il lume, rilassarsi e facilitare il flusso sanguigno attraverso di esse.

La papaverina, but-shpu non è raccomandata per essere prescritta a pazienti con aterosclerosi. Questi farmaci dilatano i vasi grandi, ma provocano la formazione di placche aterosclerotiche in quelli più piccoli. I cardiologi preferiscono farmaci contenenti pentossifillina (Trental, Vazonit) o ​​alprostadil (Vasaprostan). Entrambi i farmaci vengono somministrati per via endovenosa.

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)

L'esercizio fisico è un trattamento efficace per l'aterosclerosi, ma se una persona avverte un forte dolore alle gambe, sarà difficile per lui costringersi a fare esercizio. I FANS hanno un buon effetto analgesico e antinfiammatorio.

Le compresse di FANS sono prescritte per i pazienti con dolore intenso. L'eliminazione della sindrome del dolore favorisce il recupero, aiuta a tollerare più facilmente la malattia. I farmaci più popolari sono ibuprofene, ketorol, diclofenac.

Anticoagulanti

La complicanza più comune dell'aterosclerosi è la trombosi. Le aree ristrette sono luoghi ideali per i coaguli di sangue. Il flusso sanguigno qui è rallentato; le cellule del sangue spesso si accumulano vicino alla placca aterosclerotica. La superficie di formazione può ricoprirsi di ulcere, che sono un ulteriore fattore che aumenta il rischio di coaguli di sangue.

I farmaci moderni possono ridurre significativamente il rischio di formazione di coaguli di sangue. Il principio attivo anticoagulante più efficace è il clopidogrel, che è la base di Plavix, Trombostop, Zilt. Ai pazienti lievi vengono prescritti farmaci contenenti aspirina (Cardiomagnyl, Thrombotic ass). Ai singoli gruppi di pazienti viene mostrata la nomina di warfarin, pradax, clexane, fraxiparine.

Farmaci ipolipemizzanti

I farmaci ipolipemizzanti sono prescritti a persone con un alto rischio di aterosclerosi, disturbi del metabolismo lipidico, alti livelli di colesterolo cattivo, trigliceridi e una bassa concentrazione di colesterolo buono.

Il gruppo di farmaci più efficace sono i bloccanti della HMG-CoA reduttasi o le statine. Molto spesso nella pratica moderna vengono utilizzati farmaci, il cui principio attivo è rosuvastatina, atorvastatina, simvastatina. I farmaci di ultima generazione, oltre all'effetto ipolipemizzante, hanno la capacità di ridurre leggermente la dimensione delle placche di colesterolo.

I fibrati sono molto più deboli nell'abbassare i livelli di colesterolo, ma molto efficaci nell'abbassare le concentrazioni di trigliceridi. I farmaci sono prescritti a persone per aumentare l'effetto delle statine o come sostituto degli inibitori della HMG-CoA reduttasi per le persone che sono controindicate.

Esistono molti altri tipi di farmaci ipolipemizzanti: inibitori dell'assorbimento del colesterolo, sequestranti degli acidi grassi, acidi grassi omega-3. Tutti questi fondi sono usati per trattare l'aterosclerosi molto meno spesso statine, fibrati.

Attivatori del metabolismo dei tessuti

Con l'aterosclerosi, i farmaci in questo gruppo aiutano a ripristinare i tessuti danneggiati. I farmaci più popolari sono Actovegin, Solcoseryl. Entrambi i medicinali sono ottenuti da estratto di plasma di vacca. I medicinali contengono vitamine, minerali, ormoni dei tessuti.

Neovasculgen è il nuovo farmaco che stimola la sintesi tissutale del fattore di crescita endoteliale. Il farmaco stimola il movimento del sangue lungo le arterie laterali, fornendo così alle cellule delle gambe ossigeno, sostanze nutritive.

Preparazioni locali

Il trattamento di ferite, ulcere nell'aterosclerosi degli arti inferiori prevede l'uso di vari unguenti, lozioni, creme. Tutti hanno effetti diversi: alcuni aiutano a pulire la superficie della ferita dalle cellule morte, altri hanno un effetto antibatterico e altri promuovono la guarigione. Secondo il meccanismo d'azione, tutti i farmaci esterni sono suddivisi in:

  • Proteolitico. I loro componenti attivi purificano la ferita da pus, cellule morte, alleviano l'infiammazione e stimolano la rigenerazione. Un esempio lampante di farmaci proteolitici sono le salviette Proteox-TM. Sono impregnati di tripsina, mexidol, che si attivano quando il tovagliolo viene bagnato;
  • Unguenti eparina. Hanno effetti antitrombotici e antinfiammatori. Promuove il riassorbimento dei coaguli di sangue formati, previene la comparsa di nuovi;
  • Fleboprotettori. Allevia il dolore, prevengono lo sviluppo di infiammazioni e hanno un effetto antiossidante. Aiutano a sbarazzarsi di complicazioni: tromboflebite, insufficienza venosa. Disponibile sotto forma di gel, unguenti (Troxevasin), capsule (Ginkor Fort);
  • Antifiammatori non steroidei. Anestesia locale, ferma l'infiammazione. Il principio attivo più comune è il diclofenac..
  • Corticosteroidi. L'azione è molto simile al gruppo precedente. La differenza principale è un effetto molto più pronunciato. I corticosteroidi includono unguenti all'idrocortisone, prednisolone. I farmaci in questo gruppo vengono utilizzati solo come indicato da un medico. Se usati in modo errato, i corticosteroidi possono creare dipendenza, aggravare il processo;
  • Unguenti / creme contenenti ioni d'argento (Argosulfan, Dermazin). Eccellenti farmaci antibatterici che promuovono la guarigione di ulcere trofiche, ferite purulente. Proteggono la superficie della lesione dalla reinfezione, abbreviano il periodo di trattamento. I vantaggi dei farmaci contenenti ioni d'argento sono un ampio spettro d'azione, nessuna dipendenza;
  • Antibiotici locali, antisettici. Una soluzione di miramistina, clorexidina, unguento "Levomekol", "Levosin" viene utilizzata per distruggere l'infezione, rapida guarigione delle ferite.

Trattamento operativo

L'aterosclerosi stenosante dei vasi degli arti inferiori è accompagnata da un notevole deterioramento della salute dei pazienti, è un'indicazione per l'intervento chirurgico. Esistono diverse tecniche operative utilizzate nella pratica moderna:

  • Lo stent è una procedura in cui il medico espande il lume con un palloncino in miniatura, che viene inserito attraverso una grande arteria. Nella prima fase, appiattisce la placca di colesterolo, quindi il medico fissa una piccola cornice (stent) nel sito della lesione, che impedirà il ripetersi della stenosi.
  • Angioplastica laser: rimozione dei depositi con un raggio laser diretto.
  • L'innesto di bypass è un'operazione più complessa, durante la quale il medico crea un percorso di "bypass" per il flusso sanguigno suturando una protesi vascolare sopra, sotto il sito di stenosi.
  • La simpaticectomia è la rimozione dei nervi simpatici. Se lo spasmo non può essere alleviato con i farmaci, la resezione delle fibre nervose può risolvere il problema. Questa operazione è indicata per persone gravemente malate che non sopravviveranno a un intervento chirurgico più ampio, così come per pazienti con lesioni multiple..
  • Amputazione - usata per la necrosi delle dita dei piedi, dei piedi, degli stinchi.

L'operazione non esclude la necessità di terapia conservativa, correzione nutrizionale e stile di vita. Al contrario, il successo della chirurgia dipende in gran parte dall'efficacia della terapia anti-ricaduta..

Fisioterapia

Migliora la microcircolazione dei tessuti, stimola la formazione di nuovi vasi. Usato come trattamenti ausiliari, compreso il recupero postoperatorio.

Opzioni comuni per la terapia fisica:

  • elettroterapia (correnti diadinamiche, terapia amplipulse, terapia decimetwave);
  • pressoterapia (baroterapia);
  • laser, terapia magnetica (pulsazioni, generale);
  • bagni solforici, radon.

Cambiamenti nello stile di vita, prevenzione delle malattie

I farmaci dovrebbero essere integrati con dieta, esercizio fisico, smettere di fumare, alcol.

È stato dimostrato che, oltre alla nutrizione razionale, è possibile arrestare la progressione della patologia, migliorare il benessere e potenziare l'efficacia dell'assunzione di farmaci:

  • Smettere di fumare;
  • muoversi di più - almeno 30 minuti di camminata / giorno, praticare sport 2-3 volte / settimana;
  • mantenere un peso sano (BMI inferiore a 25 kg / m 2);
  • imparare a rilassarsi, affrontare lo stress.

La fisioterapia è riconosciuta come un metodo più efficace per trattare l'aterosclerosi con lesioni delle arterie periferiche degli arti inferiori rispetto all'attività fisica incontrollata, soprattutto nelle prime fasi della malattia.

Le lezioni speciali di ginnastica consentono (2):

  • aumentare la distanza della camminata indolore;
  • migliorare la qualità della vita;
  • accelerare la guarigione dei difetti della pelle.

L'aterosclerosi può essere prevenuta seguendo le raccomandazioni dietetiche e i cambiamenti dello stile di vita. È inoltre necessario non iniziare malattie sistemiche (ipertensione arteriosa, diabete mellito, emicrania, apnea notturna), sottoporsi a visite mediche annuali, consultare un medico quando compaiono i primi sintomi.

Come trattamento di base, puoi usare rimedi popolari, che sono descritti in modo più dettagliato in questo articolo..

Prognosi medica

Per la maggior parte delle persone con aterosclerosi degli arti inferiori, la prognosi è buona. La terapia conservativa, la correzione dei fattori di rischio sono generalmente sufficienti per i pazienti lievi e moderati, i casi gravi richiedono un intervento chirurgico.

Nei pazienti con diabete mellito, ipertensione di grado 3, ipercolesterolemia grave, la malattia progredisce più complicata, spesso accompagnata da gravi complicanze: ictus, infarto miocardico, cancrena (3). Le donne più spesso degli uomini hanno bisogno di trasfusioni di sangue, hanno patologie cardiovascolari concomitanti e un aumentato rischio di embolia. Ma il genere non influenza in alcun modo i tassi di mortalità, la probabilità di cuore, attacchi cerebrali (1).

Trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori

La vita e la salute di una persona dipendono dal lavoro del sistema cardiovascolare e le malattie CVS, secondo l'OMS, sono al primo posto nella mortalità per ictus e infarto. Una delle cause più comuni di complicazioni pericolose è l'aterosclerosi. Anche la forma della malattia che colpisce gli arti inferiori è pericolosa con il rischio di sviluppare la cancrena. La diagnosi tempestiva della malattia e il rispetto di tutte le raccomandazioni del medico durante il trattamento sono la chiave per il recupero ed evitare spiacevoli conseguenze.

Cos'è l'aterosclerosi degli arti inferiori

L'aterosclerosi ha diverse forme, che differiscono per sintomi e area di danno. L'aterosclerosi degli arti inferiori colpisce i vasi e le arterie delle gambe e il tipo cronico della malattia è chiamato obliterazione. Viene diagnosticata in circa il 2,5% della popolazione mondiale, di cui oltre l'80% è cronica.

Nell'OA sono interessate solo le grandi arterie terminali, femorali, iliache o poplitea, responsabili del nutrimento dei tessuti delle gambe..

La malattia sistemica raramente porta all'amputazione o alla disabilità, ma la forma avanzata è fatale entro un anno dalla comparsa dei primi segni e in assenza di un trattamento adeguato. In termini di mortalità tra tutte le CVD, è al 3 ° posto.

Le cause della malattia

Numerose cause interne ed esterne portano alla cancellazione dell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, che non solo provocano la progressione della malattia, ma aumentano anche il rischio di complicanze. La combinazione di tre o più fattori aumenta significativamente il rischio di OA e la loro esclusione dalla vita riduce il livello della malattia.

I cardiologi dividono tutte le ragioni in due gruppi. Il primo è fattori mutevoli. Questi includono malattie, eccesso di peso, cattive abitudini. Il secondo - immutabile (eredità, età, sesso). Il rischio di sviluppare aterosclerosi aumenta con una storia familiare. Sotto l'influenza di questo fattore, la malattia inizia a svilupparsi in tenera età. Tra i pazienti sotto i 55 anni, predominano gli uomini. La percentuale di crescita dell'OA nelle donne aumenta dopo la menopausa con l'interruzione della produzione di estrogeni. Questo ormone influenza il metabolismo dei lipidi e inibisce l'aumento delle LDL.

La violazione del metabolismo dei grassi porta a:

  • Colesterolo totale alto e alte concentrazioni di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità;
  • Basso contenuto di HDL;
  • Ipertrigliceridemia.

Come risultato della dislipidemia, inizia l'infiammazione delle pareti vascolari e, con l'ipertensione arteriosa concomitante, il processo di sviluppo dell'aterosclerosi accelera in modo significativo. Il rischio di patologia vascolare nei pazienti ipertesi è quasi 4 volte superiore rispetto alle persone con pressione sanguigna normale. L'alta pressione danneggia l'endotelio e contemporaneamente aumenta la produzione di sostanze che portano alla vasocostrizione.

Il fumo attivo e passivo distrugge le pareti dei vasi sanguigni, attiva le piastrine e aumenta la viscosità del sangue, provocando un aumento del colesterolo nel sangue e dei livelli di HDL. I medici associano la minaccia di sviluppare la malattia al fumo prolungato con un aumento dei livelli di lipidi e lo sviluppo di ipertensione arteriosa..

L'obesità, soprattutto di tipo viscerale, e la presenza di sindrome metabolica portano non solo all'aterosclerosi, ma anche all'insorgenza di diabete mellito, ipertensione, insulino-resistenza e disturbi del metabolismo lipidico.

Il risultato di uno stile di vita sedentario è la comparsa di un eccesso di peso, un aumento dei livelli di lipidi e lo sviluppo di CVD. Con una bassa attività fisica, i sistemi renina-angiotensina-aldosterone e simpatico-surrenali vengono attivati ​​e catecolamine e sostanze simili vengono rilasciate nel sangue. Influiscono negativamente sul sistema cardiovascolare, sviluppano reazioni spastiche, diminuiscono il metabolismo e aumentano la pressione sanguigna..

Un altro motivo per la comparsa di OA è il diabete mellito o diabete con carboidrati alterati di 1 e 2 gradi. Nelle donne, questa malattia aumenta il rischio di formazione di depositi aterosclerotici di 5-7 volte, negli uomini di 3-4 volte. Nei diabetici, il danno alle pareti dei vasi sanguigni può essere il risultato di un'esposizione diretta o dell'influenza di prodotti metabolici che portano alla produzione di citochine antinfiammatorie. Nel diabete di tipo 1, l'insulina riduce l'attività delle lipasi lipoproteiche e aumenta la produzione di trigliceridi. Nel diabete di tipo 2, c'è un aumento della sintesi di LDL e VLDL.

La rapida progressione della malattia è facilitata anche da:

  • Insufficienza renale;
  • Disturbo della coagulazione del sangue;
  • Sensibilità dei tessuti all'insulina o alla leptina, glicemia postprandiale, presenza di grasso viscerale nel corpo, ecc..

I fattori importanti che influenzano l'insorgenza e lo sviluppo della malattia includono dieta malsana, stress frequente, scarsa ecologia, depressione.

Sintomi della malattia

Il grado di espressione dell'OA dipende dall'età della persona, dalla presenza di malattie di terzi, dallo stato fisico ed emotivo. Di solito l'aterosclerosi obliterante non si manifesta per molto tempo ei suoi primi segni sono:

  • Trombosi acuta o embolia;
  • Intorpidimento delle dita dei piedi o dell'intero piede;
  • Sensazione di freddo ai piedi e alle gambe;

Dolore ai muscoli della parte inferiore della gamba durante le lunghe passeggiate, che scompare rapidamente dopo un breve riposo.

La principale manifestazione della malattia è la claudicazione intermittente dei piedi, chiamata anche sindrome da ischemia periferica. A seconda del grado di sviluppo della patologia, si manifesta:

  • Quando si passa più di 1 km;
  • Quando si passa una distanza da 100 a 250 m;
  • Quando si passa una distanza da 25 a 100 m;
  • Quando salite le scale.

Può essere rilevato dall'assenza di un polso o dalla sua diminuzione alle caviglie, bassa temperatura delle estremità e soffio sistolico sulle arterie principali delle gambe. Si manifesta l'aterosclerosi obliterante e il dolore, che di solito è associato a stanchezza o scarpe scomode nelle fasi iniziali. Con lo sviluppo dell'AO, le sensazioni di dolore iniziano a manifestarsi anche a riposo e diventano permanenti. Gli antidolorifici sono spesso impotenti nel sopprimere il dolore: si verifica l'occlusione completa dei vasi sanguigni.

Un altro compagno dell'aterosclerosi è la sindrome di Leriche, che si manifesta quando la regione aorto-iliaca è affetta da dolore ai fianchi, ai glutei e nella regione lombare. Negli uomini, questa sindrome diventa una causa comune di impotenza. L'ischemia tissutale nell'aterosclerosi obliterante può essere riconosciuta da un cambiamento nel colore della pelle delle estremità: diventa pallida e quando si sviluppa l'OA diventa blu-viola. Accompagnato da un cambiamento di colore, esaurimento del tessuto sottocutaneo, perdita di capelli e aumento dello strato dell'epidermide, un cambiamento nella forma e nella struttura delle unghie.

L'ultimo e più pericoloso sintomo della malattia è la cancrena. Si manifesta nella comparsa di ulcere trofiche incurabili sulla parte inferiore della gamba e sui piedi.

Fasi di aterosclerosi

L'aterosclerosi obliterante è associata a danni sistemici alle pareti dei vasi arteriosi a causa di una violazione del metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi. È accompagnato da un cambiamento nel rapporto tra proteine, fosfolipidi, colesterolo sullo sfondo di una maggiore produzione di beta-lipoproteine. Lo sviluppo della malattia è diviso in 3 fasi..

Nella prima fase della patologia, le sostanze grasse iniziano ad accumularsi nel sito di microdamage delle pareti vascolari, formando macchie. L'allentamento e il gonfiore delle pareti dei vasi si verifica con la produzione simultanea di enzimi per sciogliere i lipidi e mantenere l'integrità della parete. Quando i meccanismi di difesa sul lato interno sono esauriti, si formano composti di proteine, lipidi e colesterolo.

Il secondo stadio è caratterizzato dalla crescita del tessuto connettivo nel sito di deposizione dei lipidi e dalla graduale formazione di placche ateromatose. In questa fase, sono ancora liquidi e possono essere sciolti. Il pericolo di questo stadio è che la superficie sciolta si rompa facilmente ei suoi frammenti possono ostruire il lume vascolare. Il vaso perde la sua elasticità e può rompersi, portando alla formazione di un coagulo di sangue.

Il terzo stadio è accompagnato dalla compattazione della placca e dalla deposizione di sali di calcio in essa. La placca passa in uno stato stabile e cresce, chiudendo il lume della nave. Ciò porta all'interruzione e alla cessazione dell'afflusso di sangue e comporta un pericolo per lo sviluppo di cancrena, necrosi, infarto.

Esistono anche diversi meccanismi per lo sviluppo dell'aterosclerosi obliterante. La prima opzione include 3 moduli. In acuto, c'è un rapido blocco dell'arteria e il rapido sviluppo di patologie trofiche. I pazienti necessitano di un ricovero urgente, che nella maggior parte dei casi porta all'amputazione degli arti. In quasi la metà dei pazienti, la malattia si sviluppa in modo subacuto e si manifesta in esacerbazioni stagionali. Se viene diagnosticata questa forma di aterosclerosi degli arti inferiori, il trattamento può avvenire sia in clinica che stazionaria. L'aterosclerosi obliterante cronica si verifica nel 42% dei pazienti. Mantengono la pervietà vascolare, una rete collaterale sviluppata e i disturbi trofici compaiono in ritardo. Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori della forma cronica viene effettuato solo su base ambulatoriale.

La localizzazione del processo occlusivo e stenotico dell'OA è suddivisa in aorto-iliaca, femorale-popliteo, multilivello e popliteo-femorale.

Diagnostica aterosclerosi obliterante

L'esame di un paziente con sospetta OA inizia con la registrazione dei reclami, l'analisi dell'anamnesi e l'identificazione delle cattive abitudini.

Gli obiettivi principali della diagnostica dell'aterosclerosi sono:

  • Conferma di patologia vascolare;
  • Rivelare l'esatta localizzazione della lesione;
  • Stabilire il grado e la prevalenza del restringimento del lume del vaso;
  • Determinazione del grado di ischemia degli organi interni;
  • Identificazione delle placche di colesterolo con rischio di rottura.

Durante le misure diagnostiche, è necessario identificare tutti i fattori di rischio per chiarire la loro influenza sullo sviluppo della malattia. Durante un esame fisico, è necessario misurare la pressione e la circonferenza della vita. Se supera 88 cm nelle donne e 102 cm negli uomini, ciò indica la presenza di sindrome metabolica.

La fase successiva è la palpazione e l'auscultazione dei vasi delle gambe. Con la normale posizione delle arterie, l'assenza di un polso nella regione poplitea indica una lesione del segmento femoro-popliteo e la sua scomparsa sull'arteria femorale indica un blocco dei vasi delle arterie iliache.

L'aterosclerosi stenosante delle arterie degli arti inferiori della forma obliterante viene rilevata da un esame del sangue:

  • Dal livello di colesterolo totale;
  • Dalla quantità di LDL a una velocità di 3 mmol / l;
  • Dal livello di HDL a una velocità di 1 mmol / l;
  • Dal livello di trigliceridi;
  • Dal livello di proteina c-reattiva a una velocità di 2 g / l;
  • Per la rilevazione dell'omocisteina nei giovani;
  • Apolipoproteina A1;
  • Apolipoproteina B.

Se il diabete mellito è stato diagnosticato in precedenza, vengono inoltre determinati i livelli di emoglobina glicosilata e di glucosio nel sangue.

Test e campioni

Il test del fenomeno del ginocchio Panchenko viene eseguito da una posizione seduta. Il paziente mette la gamba ferita su quella sana e se dopo un po 'c'è dolore ai muscoli del polpaccio o intorpidimento del piede, una sensazione di strisciamento, viene diagnosticata l'OA. Il test Goldflam viene eseguito su un lettino. Al paziente viene chiesto di sollevare le gambe e piegare e raddrizzare il ginocchio più volte. Con una circolazione ridotta, le gambe si stancano dopo 10-20 ripetizioni. Allo stesso tempo, il colore della pelle cambia e, in caso di grave patologia del flusso sanguigno negli arti inferiori, il pallore del piede si verifica dopo pochi secondi.

Per calcolare l'indice spalla-caviglia, viene utilizzato il rapporto tra il livello di pressione sanguigna sulla spalla e sulla caviglia. Se il suo valore è inferiore a 0,4, viene diagnosticata una forma grave di aterosclerosi. Con indicatori da 0,41 a 0,7 - gravità moderata, da 0,71 a 0,9 - moderata e da 0,91 a 1,3 - un leggero deterioramento dell'elasticità vascolare. L'ABI normale è superiore a 1,31. Quando si esegue il test Sitenko-Shamova, il terzo superiore della coscia viene fissato con una benda elastica in modo che l'arteria venga schiacciata. Dopo alcuni minuti, il laccio emostatico si allenta e il tempo viene registrato. Se non c'è patologia, l'arto acquisisce un colore normale in 10-15 secondi. L'identificazione del sintomo dell'ischemia plantare si verifica quando i piedi impallidiscono quando le gambe vengono sollevate con un angolo di 45 °. La velocità di cambiamento del colore della pelle dipende dal grado di danno all'arto e nella fase grave varia da 4 a 7 secondi.

Diagnostica strumentale

Vengono prescritti metodi di diagnostica strumentale per chiarire la diagnosi, chiarire lo stato dei vasi sanguigni e determinare il grado di danno a organi e tessuti.

Il metodo della reografia consiste nel registrare i cambiamenti nella resistenza elettrica dei tessuti muscolari con i cambiamenti nel polso. Ciò è spiegato dalla differenza nel riempimento dei vasi sanguigni durante la contrazione e il rilassamento del muscolo cardiaco. Utilizzando il programma è possibile determinare la presenza di occlusione, stenosi o tromboebolismo. Viene prescritta anche l'angiografia. È una combinazione di radiografia con l'introduzione di un mezzo di contrasto nel vaso in anestesia locale. Un mezzo di contrasto a base di iodio viene iniettato attraverso un catetere. Le immagini mostrano i punti di restringimento ed espansione del vaso, la presenza di coaguli di sangue, la velocità del flusso sanguigno e lo stato della parete vascolare..

Anche l'aterosclerosi dei vasi delle gambe viene rilevata utilizzando la scansione duplex, basata sulla capacità delle onde ultrasoniche di essere riflesse dai tessuti del corpo. Quando lo si esegue, il dopplegrafy e la scansione dei vasi sanguigni vengono utilizzati in modalità simultanea o sequenziale. Dipende dalle capacità del dispositivo. La procedura consente di studiare la struttura dei vasi sanguigni, la velocità e il volume del flusso sanguigno. Utilizzando il metodo diagnostico a ultrasuoni duplex, si ottiene un'immagine bidimensionale delle pareti dei vasi con i luoghi di formazione delle placche, i loro componenti e le condizioni.

L'oscillografia è un metodo per registrare le variazioni di pressione con speciali bracciali pneumatici o sensori elettronici. Quindi il medico valuta l'ampiezza delle oscillazioni e stabilisce il luogo della patologia. Questo metodo diagnostico viene solitamente utilizzato per la mediosclerosi. Il metodo di misura transcutanea della pressione parziale dell'ossigeno consiste nel posizionare dei sensori sul corpo del paziente, che registrano le variazioni di pressione ad una profondità di 100 micron. Il metodo consente di stabilire il livello di ischemia critica e aiuta a prevedere la guarigione delle ulcere trofiche.

La risonanza magnetica è il mezzo più accurato per diagnosticare una malattia ed è nuova. Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori dopo l'esame con un tomografo consente di regolare il dosaggio dei farmaci, scegliere il corso appropriato di fisioterapia e prevenire i disturbi circolatori nei piccoli vasi. È sicuro per tutti i pazienti perché non ha radiazioni ionizzanti. I nuovi metodi diagnostici includono l'angioscopia, che consiste nell'esaminare la superficie interna della parete vascolare utilizzando uno speciale endoscopio. La termografia consente di stabilire l'instabilità delle placche di colesterolo e il grado di rischio di rottura.

Trattamento dell'aterosclerosi

Il Ministero della Salute della Federazione Russa ha approvato lo standard per il trattamento dell'aterosclerosi, che prescrive la raccolta di anamnesi, test di laboratorio, diagnostica strumentale ed esame, il corso di trattamento raccomandato e farmaci. Il documento afferma quale medico cura l'aterosclerosi vascolare:

  • Se i vasi cerebrali sono colpiti, è necessario consultare un neurologo;
  • Se viene diagnosticata una patologia cardiaca - a un cardiologo;
  • Quale medico tratta l'aterosclerosi degli arti inferiori - un angiologo (che dovrebbe essere contattato anche in caso di lesioni vascolari delle mani)
  • I pazienti con stadio 1 di aterosclerosi delle gambe e con denunce di dolore alle gambe si rivolgono a un terapista, che, dopo aver prescritto i test, determina la necessità di coinvolgere specialisti ristretti;
  • Se necessario, coinvolgere anche un endocrinologo, flebologo, neurochirurgo o chirurgo, psicologo, nutrizionista.

I medici distinguono 2 modi principali per trattare l'aterosclerosi: terapia farmacologica o tradizionale e chirurgia. Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori viene effettuato su base individuale in base ai risultati di esami, test e analisi. Di solito, ai pazienti vengono prescritti diversi gruppi di farmaci. Il trattamento medico dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori prevede l'uso di statine, progettate per bloccare il grasso nelle cellule del fegato. Sono prescritti per i pazienti e per la prevenzione della malattia per le persone ad alto rischio: pazienti ipertesi, coloro a cui è stata diagnosticata una malattia coronarica o hanno avuto un infarto. Poiché le statine hanno una serie di effetti collaterali, vengono utilizzate con cautela nei pazienti con diabete e gotta. Quando si assumono farmaci in questa categoria di pazienti, il rischio di sviluppare miopatia aumenta di 2 volte.

Un altro grande gruppo di farmaci sono i fibrati. Sono consigliati per ridurre la produzione attiva di grassi da parte dell'organismo. I medicinali agiscono sugli enzimi epatici responsabili della sintesi degli acidi grassi. Le fibrine sono utilizzate per prevenire le malattie del sistema cardiovascolare nei diabetici e in coloro che hanno subito un ictus o un infarto. Mancanza di farmaci nel provocare la formazione di calcoli nella cistifellea e nel fegato con un uso prolungato.

Anche l'aterosclerosi delle gambe viene trattata con farmaci a base di acido nicotinico. Sono destinati a:

  • Ridurre i livelli di colesterolo nel sangue;
  • Espansione del lume dell'arteria affetta da aterosclerosi;
  • Normalizzazione della pressione sanguigna;
  • Sciogliere i coaguli di sangue.

I medicinali con acido nicotinico sono vietati per malattie renali e insufficienza renale, ulcere e duodeniti.

I sequestrati degli acidi biliari sono progettati per isolare gli acidi grassi nell'intestino tenue. I farmaci agiscono sugli acidi grassi sintetizzati dal fegato e formati sotto l'influenza di microrganismi. E la loro azione si basa sulla capacità delle resine a scambio ionico di assorbire i composti grassi. Per una terapia di successo, vengono prescritti anche i seguenti:

  • Farmaci vasodilatatori per la regolazione della pressione sanguigna;
  • Miorilassanti ad azione centrale per regolare il lavoro degli impulsi nervosi;
  • Vitamine del gruppo B per migliorare il metabolismo e rafforzare il sistema immunitario, prevenendo la formazione di placche aterosclerotiche;
  • Angioprotettori per ridurre il rischio di coaguli di sangue;
  • Agenti antipiastrinici per migliorare la microcircolazione dei fluidi biologici;
  • Anticoagulanti per ridurre la coagulazione del sangue.

In condizioni stazionarie, alcuni dei farmaci vengono somministrati ai pazienti utilizzando contagocce endovenose e iniezioni intramuscolari. L'auto-cambiamento del dosaggio, del tipo di farmaco o del suo tipo è inaccettabile e può provocare un forte deterioramento delle condizioni e lo sviluppo di complicazioni pericolose.

Metodi chirurgici

L'intervento chirurgico per l'aterosclerosi vascolare viene utilizzato in caso di malattia grave, quando il trattamento farmacologico non porta più cambiamenti positivi o la vita del paziente è in pericolo.

L'angioplastica transluminale percutanea è prescritta per aumentare il lume vascolare. L'essenza dell'operazione è l'introduzione di un catetere speciale con un palloncino nell'arteria. Quando il palloncino ha preso il suo posto, viene fornita aria al suo interno, che espande il palloncino e il lume del vaso. Se non è stato possibile eliminare l'occlusione, viene inserito uno stent aggiuntivo. Quindi l'operazione si chiama "stenting". Lo stent può essere a rilascio di farmaco, permanente o temporaneo. Il feedback dopo l'operazione è positivo: è indolore e il miglioramento del benessere arriva rapidamente.

La chirurgia di bypass consiste nell'impiantare un innesto bypassando l'area interessata. Di solito, una piccola parte della vena del paziente viene utilizzata come stent. L'innesto vascolare è simile al bypass, ma insieme all'innesto viene utilizzata una protesi. Con la cancrena, l'amputazione dell'arto colpito è necessaria per salvare la vita del paziente.

Un nuovo approccio al trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori è la terapia laser. Ti consente di distruggere le formazioni di colesterolo con uno speciale sensore che viene inserito nella nave. I resti di placca si depositano sul sensore e vengono rimossi dalla nave con esso. Un'altra opzione per il trattamento laser dell'aterosclerosi degli arti inferiori è quella di utilizzare un dispositivo che irradia le cellule del sangue con un raggio focalizzato. Ciò porta a un miglioramento del flusso sanguigno, livelli più bassi di glucosio, colesterolo, trigliceridi e una diminuzione dei cambiamenti ischemici nei tessuti..

L'uso della medicina tradizionale

L'ateroscerosi non può essere curata solo con la medicina tradizionale. Tuttavia, mostrano efficacia nella prevenzione di trombosi, aterosclerosi e ipertensione se somministrati in aggiunta alla terapia farmacologica. I rimedi popolari hanno poche controindicazioni, ma non sono combinati con tutti i farmaci. Pertanto, il loro utilizzo deve essere concordato solo con il medico..

Ricette più popolari per il trattamento dell'OA:

  1. Macinare con un frullatore o tritare 5 limoni e altrettante teste d'aglio, mescolare con kg di miele. Assumere una volta al giorno per cucchiai. Corso - 1 mese;
  2. Passare 50 g di aglio attraverso una pressa, versare 0,2 l di vodka. Resistere a 7-9 giorni. Assumere tre volte al giorno, 7-10 gocce, diluite in un cucchiaio di latte o acqua;
  3. 200 g di bacche di biancospino versano 0,2 litri di alcol. Resistere a 3 settimane. Filtra e prendi per cucchiaino. 30 minuti prima della colazione;
  4. 25 g di foglie e fiori di convolvolo vengono versati con 0,1 l di alcol. Resisti una settimana. Filtrare e assumere per due settimane due volte al giorno per 1/2 cucchiaino;
  5. Il succo di ippocastano allevia il gonfiore e rinforza le pareti delle arterie. Lo bevono due volte al giorno, 25 gocce per bicchiere d'acqua;
  6. Prima di colazione si bevono 100 ml di succo di cetriolo. Corso - 3 settimane;
  7. St.l. i semi di aneto tritati vengono versati con un bicchiere di acqua calda. Resistere a circa 20 minuti e dividere l'intero volume in 4 dosi.
  8. La raccolta medicinale di trifoglio rosso, trifoglio dolce e radice di bardana viene cotta a fuoco basso per circa 2 minuti, dopodiché la ciotola viene avvolta in un asciugamano caldo. Resistere all'infusione per 20-30 minuti, quindi filtrare. Bere 1/3 di tazza tre volte al giorno. Il corso è progettato per un mese, dopo di che fanno una pausa di 2 mesi.

Terapia complementare

Insieme ai farmaci, ai pazienti viene spesso prescritto un corso di massaggio, esercizi terapeutici, fisioterapia, l'uso di oli essenziali, fango terapeutico o argilla per manifestazioni di necrosi.

Il massaggio aiuta ad aumentare il tono dei tessuti, migliorare il movimento dei fluidi biologici e rafforzare il corsetto muscolare. Durante le sedute vengono utilizzate tecniche di sfregamento di varia intensità, carezze e pizzicature. Con l'aterosclerosi, sono consentiti molti dei tipi esistenti di pratiche di massaggio.

Gli esercizi terapeutici sono selezionati in base all'età, al peso, allo stadio della malattia e ai processi cronici di terze parti del paziente. Il complesso consiste in esercizi volti a migliorare il lavoro della circolazione sanguigna, eliminare la congestione, rafforzare i muscoli. È necessario eseguire la ginnastica quotidiana in assenza di forti dolori.

Una terapia aggiuntiva efficace è l'irudoterapia, gli impacchi per il corpo, i bagni terapeutici.

Come evitare di ammalarsi

Un ruolo importante nella prevenzione dell'aterosclerosi è una dieta sana ed equilibrata. Al momento della diagnosi viene prescritta anche una dieta speciale, essenziale per l'adesione permanente. È necessario escludere dalla dieta cibi grassi, spezie piccanti, carni affumicate e salsicce, tutto salato. L'uso di dolci e pasta dovrebbe essere limitato. I latticini sono essenziali durante la dieta, ma sono ammessi solo pochi grassi.

Una corretta alimentazione significa:

  • Controllo del contenuto calorico delle porzioni;
  • Limitare l'uso di grassi animali;
  • Introduzione alla dieta di alimenti ricchi di fibre vegetali e fibre. Questi sono cereali, frutta, verdura;
  • Uso obbligatorio di pesce magro e frutti di mare;
  • Esclusione dal menù di ricchi brodi, gelatine, strutto.

Il rispetto di una dieta ipocalorica è necessario non solo per pulire i vasi sanguigni, ma anche per ridurre e mantenere un peso normale. Un'altra parte della prevenzione è smettere di fumare e smettere di grandi dosi di alcol. I medici raccomandano di evitare l'ipotermia delle gambe per evitare il vasospasmo, oltre a rinunciare a scarpe scomode e strette, tacchi alti e uso frequente di scarpe da ginnastica.

Un'adeguata attività fisica è necessaria anche per i pazienti e le persone a rischio. Saranno utili lunghe passeggiate all'aria aperta, nuoto, acquagym, yoga, ciclismo piacevole, ippoterapia, acquagym.

Se sia possibile curare l'aterosclerosi degli arti inferiori dipende dalla tempestività della visita dal medico e dal rispetto di tutte le prescrizioni.

Nelle prime fasi della malattia, è sufficiente solo regolare la dieta, eliminare lo stress e fare sport. Nelle fasi successive, è necessaria una terapia costante e nelle fasi avanzate aumenta il rischio di operazioni di emergenza. I sintomi e il trattamento della malattia dipendono anche dal grado della malattia, dai processi cronici esterni e dall'età del paziente. Quando si segue il corso di trattamento scelto, la prognosi è favorevole, la malattia può essere ridotta a manifestazioni minime. Se si ignorano le raccomandazioni dei medici, la morte si verifica entro il primo anno dalla diagnosi di alterazioni del tessuto trofico.

Aterosclerosi dei vasi delle gambe: trattamento, sintomi, rimedi popolari

L'aterosclerosi obliterante dei vasi delle gambe è una patologia in cui si formano placche ateromatose sulle pareti delle arterie degli arti inferiori. Con il progredire della malattia, i depositi aterosclerotici aumentano di dimensioni, il che porta all'ostruzione (blocco) dei vasi sanguigni e al flusso sanguigno alterato nelle gambe.

Nei casi avanzati della malattia, l'afflusso di sangue a una o entrambe le gambe è completamente interrotto, il che richiede un trattamento radicale.

L'aterosclerosi dei vasi delle gambe è considerata una patologia abbastanza comune, ma molto grave tra le altre malattie del letto vascolare degli arti inferiori:

  • La percentuale più alta (5-7) di pazienti viene rilevata tra le persone con più di 60 anni,
  • Nella fascia di età 50-60 anni, la patologia è del 2-3%,
  • Tra i quaranta ei cinquant'anni - 1%.
  • Si noti che questa malattia si verifica 8 volte più spesso negli uomini che nelle donne..

Cause e meccanismo di sviluppo

Sono stati identificati tre principali fattori eziologici di aterosclerosi dei vasi delle gambe:

  1. livello di colesterolo alto nel sangue (aumento del colesterolo totale, lipoproteine), che è stato osservato per molti anni;
  2. predisposizione genetica - la malattia ha avuto luogo in famiglia;
  3. metabolismo disturbato, principalmente grassi.

Fattori predisponenti

I prerequisiti per l'insorgenza della malattia includono:

  • fumo - provoca uno spasmo delle arterie, che interferisce con il flusso sanguigno;
  • dipendenza da alcol - interrompe il metabolismo, in particolare i grassi, nel fegato;
  • consumo eccessivo di grassi animali;
  • obesità;
  • disturbi ormonali: diabete mellito (provoca l'insorgenza di aterosclerosi dei vasi delle gambe, anche nell'adolescenza) squilibrio degli ormoni sessuali, ipotiroidismo;
  • ipertensione arteriosa;
  • stress regolare (favorisce il rilascio di adrenalina, che provoca spasmi alle arterie);
  • età (il rischio di sviluppare la malattia aumenta dopo i 40 anni);
  • appartenente alla razza negroide;
  • ipotermia regolare delle gambe;
  • arterite degli arti inferiori;
  • ipodynamia.

Meccanismo di sviluppo

La patogenesi della malattia consiste in diverse fasi:

In questa fase - lipoidosi, i grassi si depositano sulle pareti vascolari sotto forma di macchie e strisce, che rallentano in qualche modo il flusso sanguigno e portano a danni microvascolari.

Si chiama liposclerosi. Il tessuto connettivo giovane inizia a crescere nei depositi di grasso. Queste placche ateromatose sono composte da fibre di tessuto adiposo e connettivo. Sono ancora liquidi e possono dissolversi con una terapia adeguata. Le pareti dei vasi cambiano: nella posizione della placca, il muro diventa fragile, si incrina, con ulteriore formazione di microulcere. Questo porta alla formazione di coaguli di sangue.

Lo stadio dell'aterocalcinosi, in cui le placche diventano più dense, iniziano a depositarsi sali di calcio. Con una crescita stabile e graduale delle placche, il lume delle arterie si deforma, restringendosi gradualmente. Questi cambiamenti causano una crescente compromissione cronica dell'afflusso di sangue alla gamba. Se il vaso è bloccato da un coagulo di sangue o da una placca distaccata, si sviluppa la necrosi degli arti inferiori (cancrena).

Manifestazioni cliniche

L'aterosclerosi dei vasi delle gambe si manifesta con una triade di sintomi caratteristici, la cui gravità dipende dallo stadio della patologia:

Dolore alle gambe e altre sensazioni

Il dolore è solitamente localizzato nei muscoli del polpaccio. Questa posizione del dolore è spiegata dalla distribuzione dell'attività fisica, la cui parte massima cade sulle gambe. Inoltre, i muscoli del polpaccio hanno un numero minimo di arterie, che, se una nave viene ostruita, provoca dolore in esse..

In una fase iniziale dello sviluppo della patologia, il dolore si verifica solo in caso di carico significativo (corsa o lunga camminata). Inoltre, i pazienti sono preoccupati per altre sensazioni: freddo, freddo o intorpidimento dei piedi, crampi notturni. Nei casi avanzati, i pazienti lamentano forti dolori ai vasi delle gambe, che si estendono fino ai piedi. Tali dolori sono permanenti, si verificano a riposo, non possono essere fermati dagli analgesici.

Più le arterie sono ostruite, più intenso è il dolore e più spesso si verifica. I pazienti sono costretti a smettere di camminare, ad aspettare che il dolore si attenui. Man mano che la malattia si sviluppa e progredisce, il dolore inizia a disturbare ea riposo, soprattutto quando si è sdraiati. Tali dolori notturni interferiscono con il sonno e per ridurli, il paziente è costretto a sdraiarsi con le gambe fuori dal letto..

Claudicatio intermittente

Questo segno clinico è un criterio obbligatorio per la malattia. Può essere utilizzato per giudicare il grado di disfunzione dei muscoli delle gambe. I pazienti lamentano una significativa debolezza alle gambe, che è accompagnata da dolore durante la deambulazione (le distanze sono diverse: da 1000 a 20 metri). Dopo aver superato una certa distanza, il paziente necessita di una sosta e di un breve riposo. Dopo che la persona continua a camminare di nuovo fino a quando appare un nuovo attacco di debolezza. Questo fenomeno è chiamato claudicatio intermittente..

Disturbi trofici

Appaiono come risultato di una violazione della struttura dei muscoli della pelle delle gambe, che è causata da una ridotta circolazione sanguigna in essi.

  • La pelle delle gambe diventa pallida, fredda al tatto.
  • I capelli iniziano a cadere.
  • I muscoli del polpaccio e della coscia si assottigliano, perdono volume e massa (atrofia muscolare).
  • Le ulcerazioni si verificano sulla pelle, nel tessuto sottocutaneo, nella fascia muscolare, che si trasformano in ulcere trofiche non cicatrizzanti a lungo termine.
  • A causa di una violazione del trofismo (nutrizione) e della carenza di ossigeno dei tessuti, può svilupparsi la cancrena delle dita dei piedi.
  • Si verificano malattie fungine delle dita dei piedi e delle unghie.
  • Sensazione di "gambe aliene" - movimenti incontrollabili, perdita di controllo nelle ginocchia, caviglia.
  • È possibile la comparsa di cianosi della pelle e quindi necrosi delle dita dei piedi e successivamente dei piedi, della parte inferiore della gamba, della coscia.

Fasi della malattia

La malattia procede in 4 fasi:

  • il primo - dolore, debolezza degli arti inferiori si osservano con uno sforzo fisico significativo;
  • il secondo - la sindrome del dolore si verifica quando si supera una distanza di 200-1000 metri;
  • il terzo - il dolore inizia a disturbare dopo 50-200 metri di cammino;
  • quarto: l'incapacità di superare brevi distanze (meno di 50 metri), si verifica la cancrena delle dita o dei piedi.

Diagnostica

È difficile diagnosticare la patologia in una fase iniziale. L'appello principale di un paziente può essere rivolto a un medico di diverse specialità (chirurgo o chirurgo vascolare, neurologo, terapista, angiologo). Il medico raccoglie accuratamente i reclami del paziente, esamina l'anamnesi della vita (identificazione dei fattori di rischio) e della malattia, conduce un esame fisico. L'esame obiettivo rivela:

  • polso debole sui vasi delle gambe o sua assenza;
  • auscultazione delle arterie - definizione di soffio sistolico;
  • bassa pressione sanguigna nei vasi delle gambe;
  • pallore e cianosi della pelle dei piedi, delle gambe, delle dita blu sotto le unghie.

Come controllare da soli i vasi delle gambe per l'aterosclerosi? Per fare ciò, è necessario condurre un semplice test. Il paziente ha bisogno di sdraiarsi su una superficie dura e sollevare le gambe, senza piegare le ginocchia, con un angolo di 45 gradi. Se l'esercizio provoca pallore e debolezza alle gambe, ciò indica la presenza di aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Più avanzata è la malattia, più velocemente compaiono i segni elencati..

Ricerca di laboratorio

Se sospetti una patologia vascolare, il medico prescriverà i seguenti test:

  • analisi del sangue generale (esclusione di anemia, processo infiammatorio);
  • analisi del sangue biochimica (determinazione degli enzimi epatici, colesterolo, bilirubina, omocisteina, trigliceridi, proteine ​​totali, LDL, HDL, acidi grassi, glucosio - identificazione dei disordini metabolici);
  • coagulogramma (piastrine, protrombina, indice di protrombina, tempo di coagulazione, tempo di sanguinamento - determinazione della tendenza alla formazione di trombi);
  • analisi generale delle urine (densità, sedimenti, elementi sagomati - valutazione della funzionalità renale).

La ricerca di laboratorio e lo studio delle analisi aiutano a calcolare il coefficiente di aterogenicità, in base al quale si giudica l'incuria della malattia.

Metodi strumentali

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe dipende dai dati ottenuti dai metodi di ricerca strumentale. Applicare:

  • ecografia duplex dei vasi sanguigni: le arterie sono visualizzate in rosso, le vene in blu;
  • angiografia: l'introduzione del contrasto nel flusso sanguigno e l'ottenimento di raggi X;
  • Angiografia RM e TC;
  • termografia.

Trattamento

Come trattare l'arteriosclerosi delle gambe? Le tattiche terapeutiche dipendono dalla gravità delle manifestazioni cliniche, dallo stadio della malattia, dalla presenza di patologia somatica cronica, complicanze.

Raccomandazioni generali

Dieta

Dovresti evitare o limitare l'assunzione di grassi animali. Gli alimenti contenenti colesterolo in grandi quantità includono: latticini ricchi di grassi, uova, strutto, carni grasse, pollame, frattaglie, caviale. Non è consigliabile utilizzare pasticcini, prodotti da forno, maionese, margarine, burro, salsicce. La dieta dovrebbe includere verdure fresche e cotte, frutta, bacche. Si consiglia inoltre di consumare cereali, noci, semi, pesce di mare di varietà grasse (aringhe, sgombri, salmone), oli vegetali.

Rifiuto delle cattive abitudini

Un paziente fumatore deve rinunciare all'abitudine o almeno ridurre il numero di sigarette fumate, altrimenti anche farmaci efficaci non rallenteranno l'ulteriore progressione della malattia. L'alcol colpisce il fegato, quindi il suo ulteriore utilizzo non farà che aggravare il processo.

Combatti contro l'ipodynamia

Si raccomanda un esercizio moderato (nuoto, ciclismo, camminata).

Copiando con stress

Lo stress dovrebbe essere evitato quando possibile. Vengono incoraggiate tutte le tecniche di rilassamento: aromaterapia, meditazione, musica.

Igiene dei piedi

È importante rinunciare a scarpe strette e schiaccianti realizzate con materiali innaturali e scarpe con i tacchi. Le scarpe dovrebbero essere larghe e comode. È necessario evitare lievi lesioni alle gambe, trattare tempestivamente tagli, crepe, calli, lavare i piedi ogni sera, evitare l'ipotermia delle gambe.

Correzione di malattie comuni

Si raccomanda di normalizzare il peso, l'aderenza alle misure terapeutiche in presenza di patologia somatica cronica.

Terapia conservativa

Nel trattamento farmacologico della patologia vengono utilizzati farmaci di determinati gruppi:

  • agenti che riducono l'aggregazione piastrinica (adesione): aspirina, cardiomagnil, atercard, soluzioni colloidali per infusioni endovenose: reopolyglucin, destrano 40, poliglucina;
  • farmaci che migliorano la reologia del sangue: pentossifillina, courantil, tirofiban;
  • agenti che migliorano il trofismo tissutale, con effetto rigenerante: cilostazolo, zincteral, acido nicotinico;
  • antispastici e vasodilatatori: drotaverina, papaverina, vazonite, agapurina;
  • vitamine: gruppo B, acido ascorbico, vitamina PP - rinforzano la parete vascolare, prevengono la deposizione di grasso e calcio nei vasi;
  • anticoagulanti (in caso di complicanze tromboemboliche): eparina, warfarin;
  • unguenti antibatterici (con formazione di ulcere trofiche): levomekol, oflokain;
  • fibrati (riducono il contenuto di lipoproteine, colesterolo): gemfibrozil, clofibrato, fenofibrato;
  • trombolitici (con formazione di coaguli di sangue): streptochinasi, urochinasi;
  • statine (riducono la sintesi del colesterolo): atoris, pravastatina, simvastatina;
  • farmaci che legano e rimuovono gli acidi biliari dal tubo intestinale: colesteramina, colestipolo.

Vengono inoltre prescritti corsi di fisioterapia: elettroforesi con farmaci, ossigenazione iperbarica, magnetoterapia, darsonvalutazione, UHF. La balneoterapia ha un effetto positivo: assunzione di conifere, radon, perle, bagni di idrogeno solforato, ozono terapia.

Chirurgia

Nella metà dei casi di aterosclerosi dei vasi delle gambe, viene eseguito un trattamento chirurgico. I metodi operativi includono:

  • endoarteriectomia: escissione di una sezione di un'arteria con depositi aterosclerotici;
  • smistamento: uno shunt (protesi) è installato al posto dell'area interessata dell'arteria;
  • simpatectomia lombare - escissione dei nodi nervosi che causano spasmi delle arterie;
  • angioplastica con palloncino: un palloncino viene inserito nell'arteria, che espande il suo lume;
  • stenting: un distanziatore tubolare viene posizionato nell'arteria interessata, prevenendo il restringimento del lume.
  • amputazione della gamba - eseguita se si sviluppa la cancrena.

Metodi tradizionali

Il trattamento con metodi alternativi della malattia può essere effettuato solo con il permesso di un medico parallelamente alla terapia farmacologica. È importante ricordare che è impossibile sbarazzarsi dell'aterosclerosi, tutte le misure terapeutiche riducono solo il tasso di progressione della malattia, prevengono lo sviluppo di complicanze (cancrena, ulcere trofiche).

  • tintura di propoli: normalizza il metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi;
  • tintura di biancospino con tintura di propoli - dilata i vasi sanguigni, ripristina il metabolismo dei grassi;
  • infuso di timo - allevia gli spasmi, ha proprietà antinfiammatorie e lenitive;
  • tintura di aglio - dilata i vasi sanguigni, previene la formazione di placche ateromatose;
  • tè al prezzemolo - "pulisce" in modo eccellente i vasi sanguigni (dissolve le placche);
  • un decotto di radici di rafano - impedisce la formazione di depositi sulle pareti delle arterie;
  • tintura di rosa canina - previene la formazione di placche, dilata i vasi sanguigni.

Articolo Successivo
Ictus emorragico: sintomi, diagnosi, trattamento e intervento chirurgico