Cos'è l'aterosclerosi? Segni e cause dell'aterosclerosi vascolare


Le lesioni aterosclerotiche dei vasi sanguigni sono una diagnosi spiacevole che la maggior parte delle persone anziane deve affrontare. Nella medicina ufficiale, l'aterosclerosi arteriosa è chiamata la ragione principale per lo sviluppo di condizioni pericolose per la vita: ictus ischemico, infarto miocardico, insufficienza d'organo interno.

Ad oggi, non sono stati trovati metodi di trattamento dell'aterosclerosi vascolare che potrebbero eliminare definitivamente la malattia. I pazienti devono assumere una serie di farmaci speciali per il resto della loro vita. Ma anche questo non garantisce l'assenza del rischio di complicazioni mortali. Affinché il trattamento dell'aterosclerosi sia efficace, è necessario modificare il proprio stile di vita, seguire una dieta, sottoporsi sistematicamente a una diagnostica completa.

Cos'è l'aterosclerosi e può essere curata

La medicina ufficiale classifica l'aterosclerosi vascolare come una lesione complessa delle arterie grandi e medie con depositi costituiti da colesterolo. I lipidi formano le cosiddette placche, che impediscono il normale flusso sanguigno e, in determinate condizioni, esfoliano, bloccando il lume dei rami vascolari più piccoli. Con la progressione della malattia, i depositi di colesterolo si ispessiscono, diventano più rigidi a causa della presenza di cellule del tessuto connettivo e calcificazioni in esse. Diventa impossibile rimuoverli con metodi conservativi..

Negli ultimi decenni, la patologia è diventata dilagante:

  • la malattia viene diagnosticata in ogni terzo uomo sopra i 50 anni e in ogni quinto donna della stessa età;
  • nella metà dei pazienti, anche nonostante il trattamento tempestivo dell'aterosclerosi, si sviluppano gravi complicazioni che minacciano la vita;
  • la mortalità per aterosclerosi ha superato i tassi di cancro, lesioni e infezioni.

Tali statistiche sono dovute all'ignoranza delle persone su cosa sia l'aterosclerosi, come si manifesta e come proteggersi da questa pericolosa malattia. Inoltre, almeno il 15% dei pazienti che manifestano sintomi della malattia nega la necessità di diagnosticare e curare l'aterosclerosi, non segue le raccomandazioni del medico e rifiuta di assumere farmaci.

Contrariamente all'opinione di molti pazienti che sono sicuri che l'aterosclerosi colpisca i singoli vasi dei singoli organi (solo il cuore o solo il cervello), gli esperti considerano questa malattia sistemica. Le ragioni che causano i cambiamenti aterosclerotici sono molteplici, quindi non possono influenzare i singoli vasi: la patogenesi dell'aterosclerosi si basa su un cambiamento complesso nel metabolismo, nel metabolismo e nel funzionamento degli organi interni, a causa del quale si osservano cambiamenti patologici in tutte le arterie grandi e medie.

Sono necessari sforzi significativi per un trattamento efficace dell'aterosclerosi vascolare. I medici e il paziente dovranno lavorare sulla nutrizione, sullo stile di vita, riducendo contemporaneamente il livello di lipidi dannosi nel sangue con i farmaci. Allo stesso tempo, non si discute se sia possibile riprendersi dall'aterosclerosi una volta per tutte. Oggi questa malattia è considerata incurabile, richiedendo una terapia per tutta la vita e un monitoraggio costante dello stato del sistema circolatorio e del funzionamento degli organi interessati dalla patologia..

Quale medico cura l'aterosclerosi?

Se sospetti problemi con i vasi sanguigni, non scegliere quale specialista è meglio contattare. Per cominciare, si consiglia di consultare un terapista. Egli prescriverà un esame completo e, se vengono rilevati cambiamenti aterosclerotici, ti indirizzerà a uno specialista ristretto. Quali organi sono colpiti dalla malattia dipenderà da quale medico cura l'aterosclerosi in un singolo paziente. Di solito sono coinvolti diversi specialisti: un cardiologo, un neurologo, un chirurgo e altri medici di specializzazione ristretta..

Perché l'aterosclerosi è pericolosa - meccanismo di sviluppo

Lo sviluppo dei cambiamenti aterosclerotici è molto lento. In media, passano almeno 20-30 anni dall'insorgenza di cambiamenti patologici nei vasi alla comparsa di conseguenze negative dell'aterosclerosi. Il decorso lento fa aumentare i sintomi in modo impercettibile. E questo è il primo motivo per cui i cambiamenti aterosclerotici nei vasi sanguigni sono pericolosi. Un'esacerbazione della malattia o del suo manifesto è sempre improvvisa, a causa della quale il paziente potrebbe non ricevere un aiuto tempestivo - per fornirlo, i medici dovranno prima diagnosticare il colesterolo alto e l'aterosclerosi.


Per molto tempo, il paziente non nota i cambiamenti che si verificano con lui e i primi segni di aterosclerosi fino a quando non si verifica la prima catastrofe vascolare:

  • ischemia degli organi (cervello, cuore, reni e altri);
  • ictus emorragico o ischemico;
  • formazione e rottura di un aneurisma.

Per evitare che ciò accada, è importante conoscere i primi segni di aterosclerosi e capire cosa porta esattamente alla deposizione di colesterolo nelle arterie. Ciò consentirà di valutare i rischi e sospettare problemi vascolari prima che i cambiamenti diventino irreversibili o pericolosi per la vita..

I principali fattori nello sviluppo dell'aterosclerosi sono convenzionalmente divisi in due gruppi:

  1. Non dipende dalla persona, dal suo ambiente, dallo stile di vita. Secondo le statistiche, l'età è considerata il principale fattore predisponente alla comparsa di depositi di colesterolo. Più la persona è anziana, maggiore è il rischio di ammalarsi. In medicina, non sono noti casi in cui l'aterosclerosi è stata rilevata nei bambini, sebbene teoricamente e in pratica ci siano casi di rilevamento nelle grandi arterie negli adolescenti e nei bambini allo stadio iniziale della patologia. Hanno il secondo fattore irreparabile: la predisposizione ereditaria. In tali pazienti, le cause dell'aterosclerosi più spesso consistono in disturbi metabolici in cui il colesterolo viene prodotto nel corpo in quantità eccessive..
  2. Dipende dalla persona, dal suo ambiente e dal suo stile di vita. Prima di tutto, è una dieta povera, che contiene molti grassi animali. Fumo e alcol, attività fisica limitata complica la situazione con depositi di colesterolo. In presenza di questi fattori nell'aterosclerosi, le pareti dei vasi sanguigni vengono colpite per prime e il corpo cerca di ripristinarle formando un film grasso costituito da colesterolo.

Spesso, i segni di aterosclerosi compaiono sullo sfondo di altre malattie che sono parzialmente o completamente controllabili, ma non curate: con diabete mellito, dislipidemia (violazione dell'equilibrio lipidico e del metabolismo nel corpo), ipertensione, con intossicazione generale del corpo. Tali condizioni portano a danni alle pareti arteriose, prevengono la ripartizione e l'eliminazione dei grassi nocivi dal corpo..

Importante! L'aterosclerosi non si sviluppa in presenza di un fattore predisponente. Per la progressione della malattia a stadi diagnosticati pericolosi, è necessaria una combinazione di fattori rimovibili e irrecuperabili, controllati e non controllati in varie varianti..

Se la malattia non viene rilevata tempestivamente o il paziente per qualche motivo non riceve cure, è minacciato da condizioni pericolose come insufficienza vascolare degli organi interni, infarto o ictus acuto, rottura di un aneurisma.

Fasi di aterosclerosi

Per quanto riguarda gli stadi di sviluppo dell'aterosclerosi, la classificazione individua 3 stadi di progressione della malattia. Ciascuno di essi è caratterizzato da un diverso grado di danno arterioso. Più in dettaglio, lo sviluppo dell'aterosclerosi per fasi è descritto di seguito nella tabella:

Stadio della malattiaLocalizzazione di focolai patologiciCosa succede alla parete vascolare
Fase I - punto grassoGrandi arterie dove si diramano.Nella fase iniziale dell'aterosclerosi, c'è una reazione protettiva del corpo al microdanneggiamento delle pareti vascolari. Nel sito di tale danno si verificano edema locale e allentamento. Gli enzimi dissolvono i lipidi per un po 'di tempo, proteggendo l'integrità dell'intima (la superficie interna del vaso) e, poiché le funzioni protettive si esauriscono, si verifica un aumento della deposizione di lipidi e proteine. In una fase iniziale di sviluppo, l'aterosclerosi non si manifesta in alcun modo. Può essere rilevato solo quando si esamina l'area danneggiata dell'arteria al microscopio. Tali cambiamenti possono verificarsi anche nei bambini. L'ulteriore sviluppo dell'aterosclerosi procederà solo in presenza di fattori predisponenti e traumatici.
Stadio II - liposclerosiRamificazione di arterie grandi e piccole.L'aterosclerosi progressiva è accompagnata dalla formazione di fibre connettive nella macchia di grasso: si forma una placca aterosclerotica. È abbastanza morbido e non interferisce con il flusso sanguigno, ma in determinate condizioni può staccarsi e ostruire i vasi più piccoli. La parete dell'arteria sotto la placca, al contrario, diventa meno elastica e con i cambiamenti della pressione sanguigna può collassare, il che porta alla formazione di coaguli di sangue. In questa fase dell'aterosclerosi si osservano i primi sintomi allarmanti..
Stadio III - aterocalcinosiQualsiasi area di arterie grandi e medie.Con l'aterosclerosi di grado 3, la placca di colesterolo si compatta a causa dell'accumulo di sali di calcio ad essa. Diventa più duro e continua a crescere, il che fa sì che il lume delle arterie si restringa notevolmente. Il paziente presenta sintomi gravi associati a insufficiente afflusso di sangue agli organi e talvolta a parti del corpo (quando si verifica aterosclerosi periferica). Si verifica ischemia del cervello, miocardio, reni e intestino, il rischio di occlusione (blocco) aumenta in modo significativo. Nei pazienti che hanno subito questa condizione si osservano spesso aterosclerosi postinfartuale, cancrena degli arti, necrosi dei tessuti degli organi interni.

È interessante notare che nelle fasi iniziali i primi segni di aterosclerosi vengono ignorati, sebbene nelle fasi iniziali la malattia possa essere contenuta con successo assumendo una serie di farmaci. Nelle fasi 2 e 3 della malattia, il trattamento dell'aterosclerosi è più complicato. Richiede non solo la stabilizzazione dei livelli di colesterolo, ma anche il ripristino delle funzioni degli organi e dei sistemi interni..

Sintomi

Non ci sono sintomi specifici di aterosclerosi. Le manifestazioni cliniche della patologia sono sempre complesse e dipendono direttamente da quali organi hanno sofferto di insufficiente afflusso di sangue.

Con danni alle arterie cerebrali, si verificano i seguenti sintomi:

  • deterioramento della memoria a breve termine: il paziente ricorda cosa è successo in un lontano passato, ma dimentica gli eventi accaduti pochi minuti fa;
  • disturbi del sonno - il paziente ha problemi quando si addormenta, soffre di insonnia, si sveglia più volte durante la notte;
  • disturbi neurologici - sbalzi d'umore, esacerbazione dei tratti caratteriali, irritabilità combinata con mal di testa regolari che non possono essere alleviati dagli analgesici convenzionali.

Con l'aterosclerosi cerebrale, i sintomi aumentano gradualmente, motivo per cui non sono sempre percepiti come qualcosa di minaccioso. Nella fase finale, acquisiscono caratteristiche particolarmente acute: il paziente soffre di una costante sensazione di stanchezza, non può condurre lo stile di vita precedente e prendersi cura di se stesso a causa di disturbi della memoria persistenti. Perdita di interesse per la vita, appare l'apatia. La maggior parte delle persone con la malattia diventa depressa.

Con danni alle arterie coronarie, i sintomi possono assomigliare alle manifestazioni di malattie cardiache e polmonari, poiché sullo sfondo si verifica:

  • mancanza di respiro, mancanza di respiro;
  • debolezza generale e rapido affaticamento durante lo sforzo fisico;
  • dolore sordo al petto;
  • disturbi del ritmo cardiaco dovuti al tipo di angina pectoris.

Spesso, l'assunzione di farmaci cardiaci da banco (Validol, nitroglicerina, Corvalol) non porta sollievo a questi sintomi.

La lesione sintomatica dell'aorta addominale ricorda i processi tumorali negli organi della cavità addominale e della piccola pelvi. In questo caso, i pazienti lamentano le seguenti sensazioni spiacevoli:

  • dolore addominale parossistico di localizzazione poco chiara, che non è associato all'assunzione di cibo e alle feci;
  • gonfiore che non è associato al consumo di cibi ricchi di fibre;
  • tensione frequente della parete addominale anteriore.

Come nel caso di danni ad altri vasi, i farmaci standard (antispastici, analgesici, enterosorbenti, antischiuma e altri) non hanno l'effetto desiderato.

L'aterosclerosi delle arterie renali è anche accompagnata da sintomi aspecifici. Quando questo gruppo di vasi è danneggiato, i pazienti soffrono di ipertensione arteriosa grave. In questo contesto, si osservano dolori alla schiena sordi, che persistono durante l'attività ea riposo.

Con danni alle arterie degli arti inferiori, i pazienti lamentano dolore e pesantezza alle gambe, che nella fase iniziale della malattia si placano a riposo. Insieme a questo, la qualità della pelle cambia: diventa pallida e secca nell'area sotto il restringimento del vaso. Se l'aterosclerosi non viene trattata, si formano ulcere trofiche e aree di necrosi sull'arto più vicino al piede, che possono poi trasformarsi in cancrena. Una sintomatologia simile si osserva con danni alle arterie delle mani..

È quasi impossibile differenziare la malattia da sola a causa della non specificità dei sintomi. Inoltre, anche gli specialisti ristretti non possono sempre sospettare immediatamente questa patologia, poiché nella pratica clinica solo un gruppo di arterie è estremamente raramente colpito: una combinazione di sintomi può essere estremamente atipica e inaspettata, il che complicherà la diagnosi.

Trattamento dell'aterosclerosi vascolare

Il trattamento per l'aterosclerosi vascolare ha lo scopo di ripristinare e stimolare il metabolismo (principalmente proteine ​​e lipidi), ridurre la sintesi del colesterolo nell'organismo e limitarne l'assunzione con il cibo. La dinamica positiva si osserva solo durante la terapia nelle fasi iniziali della malattia, mentre i depositi lipidici nelle arterie non contengono tessuto connettivo e calcificazioni. Con le forme avanzate della malattia, la terapia complessa può solo garantire l'assenza di ulteriori progressi.

Farmaco

La direzione principale della terapia è l'assunzione di farmaci di diversi gruppi. Le statine svolgono il ruolo principale nell'aterosclerosi. Questo gruppo di farmaci è progettato per abbassare i livelli di colesterolo nel corpo riducendo la sintesi dei lipidi nel fegato e riducendo il loro assorbimento nel tratto digestivo. I sequestranti e i fibrati degli acidi biliari, così come i derivati ​​dell'acido nicotinico, hanno proprietà simili..

Oltre ai farmaci elencati, ai pazienti con alterazioni aterosclerotiche vengono prescritti fondi aggiuntivi:

  • preparati contenenti Omega-3: migliorano il metabolismo dei lipidi, riducono l'infiammazione nelle pareti delle arterie, riducono in una certa misura la viscosità del sangue;
  • farmaci che migliorano la circolazione sanguigna negli organi e nei tessuti, compresi quelli a base di erbe medicinali;
  • farmaci per stabilizzare la pressione sanguigna;
  • sedativi e nootropici, compresi quelli a base di ingredienti vegetali.

I farmaci vengono selezionati individualmente, tenendo conto dei risultati diagnostici e della presenza di malattie concomitanti.

Dieta


La terapia farmacologica deve essere accompagnata dall'aderenza a una dieta rigorosa priva di colesterolo, poiché il trattamento dell'aterosclerosi vascolare con i soli farmaci non è efficace: senza limitare l'assunzione di lipidi con il cibo, non possono avere un effetto pronunciato sul corpo.

Escludi dal menu del paziente:

  • prodotti animali ad alto contenuto di grassi, tra cui carne, strutto, latte, panna acida e panna, burro;
  • grassi vegetali e animali solidi;
  • dolci, pasticcini, torte al cioccolato e alla crema, gelati;
  • bevande alcoliche e a basso contenuto di alcol;
  • caffè e tè forti.

La base della dieta dovrebbe essere verdura e frutta ricca di fibre, cereali (avena, grano saraceno, riso), carne bianca (petto di pollo e tacchino), frutti di mare e pesce di mare, yogurt naturale magro o kefir, albumi o uova di quaglia, latte scremato. Pane e pasticceria possono essere consumati se fatti con farina integrale.

Oltre a una serie di determinati alimenti, il modo di cucinare gioca un ruolo speciale. Il modo preferito di cucinare è bollire, cuocere a vapore, cuocere nella pergamena e stufare nel suo stesso succo. I pasti devono essere frazionari: il volume di una porzione non deve superare i 200 ml e il numero di pasti deve variare da 5 a 7 volte al giorno.

Intervento chirurgico

Se c'è un alto rischio di arterie ostruite e lo sviluppo di un infarto o ictus, il trattamento dell'aterosclerosi continua utilizzando metodi chirurgici. Esistono 4 metodi efficaci per ripristinare il flusso sanguigno:

  • endoarteriectomia: un'operazione aperta sulle arterie, durante la quale viene rimossa la placca di colesterolo insieme a parte del rivestimento interno della nave;
  • dilatazione endovascolare delle arterie - espansione del lume mediante cateteri a palloncino;
  • stent endovascolare - espansione del lume delle arterie mediante un cilindro a spirale o in rete (stent);
  • innesto di bypass dell'arteria coronaria: creazione di un nuovo flusso sanguigno bypassando l'area danneggiata dell'arteria.

Un intervento chirurgico di successo non significa che il paziente si sia completamente sbarazzato del problema. Dopo l'intervento chirurgico, dovrà assumere farmaci e dieta..

Come identificare l'aterosclerosi - metodi diagnostici


Per la medicina moderna, la diagnosi di aterosclerosi non sembra essere un compito difficile, soprattutto se il paziente ha vividi segni clinici della malattia. I risultati iniziali si basano sull'interrogatorio orale del paziente e sull'esame generale. A favore della malattia è evidenziato da:

  • gonfiore dei tessuti molli;
  • cambiamenti trofici nella pelle degli arti;
  • basso peso;
  • la presenza di wen sul corpo;
  • cambiamento nella pulsazione arteriosa;
  • pressione sanguigna alta o instabile.

Poiché è impossibile diagnosticare l'aterosclerosi solo sulla base di reclami e anamnesi, viene eseguito un esame completo, che include:

  • esami del sangue per lipoproteine ​​a bassa densità, trigliceridi e colesterolo;
  • angiografia dei vasi sanguigni;
  • Ultrasuoni (USDG) dei vasi dei reni, delle arterie carotidi e coronarie, dei vasi degli arti inferiori e dell'aorta.

Inoltre, la diagnosi di aterosclerosi può includere l'esame mediante RM e TC. Con l'aiuto di questi metodi di esame, viene diagnosticato un danno d'organo dovuto all'ischemia tissutale. Non meno importante è la reovasografia degli arti inferiori, che consente di rivelare una diminuzione della velocità del flusso sanguigno in essi. Questo tipo di diagnosi è utile nell'insorgenza della malattia, poiché può essere difficile rilevare l'aterosclerosi con metodi precedentemente suonati in questa fase di progressione..

Complicazioni di aterosclerosi


Con la malattia, l'aterosclerosi e la dislipidemia, i pazienti sono minacciati da molte complicazioni, perché quasi tutti gli organi e i sistemi soffrono di una circolazione sanguigna insufficiente. Possono essere suddivisi condizionatamente in 3 gruppi:

Insufficienza vascolare dovuta a nutrizione insufficiente e scambio di gas nei tessuti degli organi interni: tali complicanze dell'aterosclerosi possono essere rappresentate da alterazioni distrofiche e necrotiche, che inevitabilmente influenzano la funzionalità di organi e sistemi. Con danni al cervello, la conseguenza di tali processi può essere demenza progressiva, perdita della vista, udito, memoria e disabilità profonda. Con danni ai vasi del cuore, i pazienti sviluppano una malattia ischemica, che porta anche a una profonda disabilità. La sconfitta delle arterie che alimentano gli organi interni (reni, intestino, fegato) si verifica con insufficienza multiorgano o necrosi d'organo. L'aterosclerosi sulle gambe è complicata dalla cancrena.

Distacco delle placche di colesterolo o formazione di coaguli di sangue con conseguente blocco dei vasi sanguigni: tali complicanze dell'aterosclerosi si presentano rapidamente e sono catastrofiche (non senza ragione in medicina ci sono i termini "catastrofe cerebrale" e "catastrofe cardiaca"). Come risultato di tali processi, si sviluppano infarto miocardico e ictus ischemico acuto. Il risultato è la paralisi e la perdita di molte funzioni familiari. Più del 70% muore nel primo anno dopo il distacco della placca.

L'assottigliamento della parete del vaso con la sua successiva sporgenza verso l'esterno è lo sviluppo di un aneurisma: questa complicanza può svilupparsi a lungo e rimanere inosservata. Sotto stress, stress fisico ed emotivo, che sono spesso accompagnati da picchi di pressione sanguigna, la parete arteriosa può scoppiare. Un aneurisma rotto porta a profuse emorragie interne e nell'80% dei casi è fatale.

L'unico modo per evitare tali pericolose conseguenze della malattia è consultare un medico se compaiono sintomi che possono indicare aterosclerosi vascolare. Dopo la diagnosi, è importante seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico, condurre uno stile di vita sano e assumere farmaci prescritti da uno specialista. Soggetto a tali condizioni, il paziente può vivere fino a una vecchiaia matura e mantenere la qualità della vita a un livello elevato..

Cause, sintomi, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi

Cos'è l'aterosclerosi?

L'aterosclerosi è una malattia cronica dei vasi sanguigni in cui il colesterolo "cattivo" e altro colesterolo LDL si depositano sulla loro parete interna sotto forma di placche e placche, e le pareti stesse diventano più dense e perdono elasticità. I vasi diventano gradualmente duri a causa della deposizione di grassi e calce sulle pareti, perdono la loro elasticità e, di conseguenza, si restringono, il che riduce l'accesso del sangue agli organi. Alla fine, la nave potrebbe chiudersi completamente. E quando questo è accompagnato da una violazione della coagulazione del sangue, allora c'è una tendenza alla trombosi e si verifica un danno ischemico agli organi..

L'aterosclerosi è considerata una delle malattie più pericolose che portano alla morte. L'aterosclerosi è riconosciuta, molto spesso quando compaiono già problemi con l'afflusso di sangue al cuore, agli arti e al cervello, cioè la malattia viene diagnosticata nelle ultime fasi. L'aterosclerosi è una delle principali cause dello sviluppo di malattie cardiovascolari: cardiopatia ischemica e infarto del miocardio.

La percentuale di persone con aterosclerosi aumenta a seconda della loro età, cioè questa malattia è tipica degli anziani. Pertanto, i medici la chiamano malattia senile, ma ogni anno diventa più giovane, il che è associato allo stile di vita moderno..

Sintomi di aterosclerosi

L'aterosclerosi è una malattia sistemica, quindi di solito colpisce tutti i principali vasi sanguigni del corpo. Ne consegue che anche le manifestazioni sono molteplici. Di regola, il cuore, il cervello, gli arti (il più delle volte quelli inferiori) sono colpiti. La sintomatologia è specifica, ma è lungi dall'essere sempre manifestata abbastanza chiaramente per diagnosticare in modo univoco l'aterosclerosi.

I sintomi dipendono da quale organo soffre in misura maggiore di una mancanza di circolazione sanguigna. In qualsiasi forma di aterosclerosi, ci sono due periodi sintomatici. Nel periodo preclinico, il processo è appena iniziato, quindi non ci sono manifestazioni specifiche. Problemi significativi con l'afflusso di sangue e il funzionamento degli organi iniziano quando il lume dell'arteria è chiuso di più di 1/2.

Un cuore

Il dolore al cuore si manifesta con una frequenza del 75%. L'aterosclerosi colpisce i vasi coronarici e riduce il flusso di ossigeno e sostanze nutritive al miocardio. Il cuore è uno degli organi più sensibili ai cambiamenti nell'intensità della nutrizione. Secondo questo indicatore, è inferiore solo al cervello. Tuttavia, i sintomi si sviluppano immediatamente, è importante interpretare correttamente i sentimenti del paziente.

La violazione del normale afflusso di sangue al cuore si manifesta con l'angina pectoris.

I sintomi cardiaci si verificano in modo intermittente e includono:

Dolore al torace. Pressante, opaco, dolorante o bruciore (che è caratteristico del processo ischemico). Sensazioni dolorose si irradiano alla scapola, all'avambraccio sinistro, alla mano o alle dita (lungo l'intera lunghezza del sistema circolatorio);

Sensazione di pressione sul petto (come se un carico pesante fosse posto sul petto);

Sensazioni dolorose durante la respirazione (sia in inspirazione che espirazione);

L'angina pectoris, come sindrome caratteristica dell'aterosclerosi, si manifesta in parossismi. Le convulsioni sono accompagnate da instabilità della pressione sanguigna.

Un po 'meno spesso, con l'aterosclerosi dei vasi coronarici, compaiono i seguenti sintomi:

Dolore alla mascella inferiore, all'orecchio, al collo sul lato sinistro (irradiazione, ma nella direzione opposta);

Mal di schiena;

Sensazione di debolezza agli arti;

Sensazione di freddo, aumento della sudorazione e brividi ("pelle d'oca");

Tachicardia o bradicardia (violazione del ritmo cardiaco);

Confusione della coscienza fino alla sua completa perdita per un breve periodo di tempo.

L'intensità e la frequenza dei sintomi dipendono direttamente dal grado di tensione nel corpo (stress, eccesso di cibo, abuso di sostanze, ecc.).

Film educativi Eureka (Eureka) - aterosclerosi (malattie cardiache):

Arti superiori e inferiori

Sensazione di freddo (freddo) alle mani o ai piedi;

Sentire che la “pelle d'oca” scorre lungo le braccia o le gambe, come dopo una lunga permanenza nella stessa posizione scomoda (“fluente”);

Pallore della pelle: la pelle assume un colore pallido mortale e il modello vascolare è chiaramente visibile (pelle marmorizzata).

Nelle fasi successive dell'aterosclerosi dei vasi delle estremità, si verificano manifestazioni più gravi:

Degenerazione dei tessuti che ricevono una quantità insufficiente di sostanze necessarie (assottigliamento dello strato di grasso, perdita di capelli irreversibile);

Dolore agli arti. In caso di lesioni delle arterie delle gambe si osserva la cosiddetta "claudicatio intermittente". I dolori sono localizzati nelle cosce, nei glutei e nei polpacci e sono di natura parossistica, a seguito dei quali il paziente inizia a zoppicare;

Formazione di ferite sulle gambe (ulcere trofiche associate a una mancanza di nutrizione dei tessuti);

Rossore delle dita delle mani o dei piedi, sviluppo di edema persistente;

Cervello

È più suscettibile alla malnutrizione, ma i sintomi primari non sono esclusivi dell'aterosclerosi. Quindi, si osservano problemi con la circolazione cerebrale nell'osteocondrosi, insufficienza vertebro-basilare, ecc..

I sintomi compaiono gradualmente, in modo incrementale:

Cefalalgia (o mal di testa non specificato). Copre l'intera testa senza la possibilità di determinare la posizione esatta. Ha un carattere esplosivo o schiacciante;

Problemi di sonno. Una persona soffre di insonnia, o viceversa, tende costantemente a dormire. Durante il sonno si verificano spesso gravi o incubi (dovuti all'attività cerebrale e cambiamenti diffusi dovuti alla mancanza di circolazione sanguigna);

Deterioramento del carattere di una persona (cambiamenti nella personalità);

Nervosismo, alta eccitabilità, aumento dell'ansia;

Letargia e stanchezza;

Violazioni delle funzioni di base del corpo: respirazione, parola, alimentazione. Una persona può parlare indistintamente, spesso soffoca con il cibo, ecc.;

Compromissione della coordinazione dei movimenti, problemi con il movimento indipendente e l'orientamento nello spazio (a causa di danni al cervelletto).

Cause di aterosclerosi

Le ragioni dello sviluppo dell'aterosclerosi sono l'ipertensione, il fumo, il diabete mellito e i livelli elevati di colesterolo nel sangue. Ma la causa principale dell'aterosclerosi è una violazione del metabolismo del colesterolo. La formazione dell'aterosclerosi è un processo naturale che inizia intorno ai 10-15 anni di età. Può rallentare con l'età e può accelerare..

Esistono i seguenti fattori di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi:

Pavimento. Gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare aterosclerosi rispetto alle donne. I primi segni di questa patologia possono comparire dall'età di 45 anni, o anche prima, nelle donne - dall'età di 55 anni. Forse ciò è dovuto alla partecipazione più attiva degli estrogeni nel metabolismo del colesterolo e delle lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità;

Età. Questo è un fattore di rischio naturale. Con l'età, le manifestazioni aterosclerotiche peggiorano;

Eredità. Naturalmente, questo è uno dei motivi della comparsa dell'aterosclerosi. L'aterosclerosi è una malattia multi-causa. Pertanto, il livello dei livelli ormonali, la dislipoproteinemia ereditaria (violazione del profilo lipidico del plasma), l'attività del sistema immunitario svolgono un ruolo importante nell'accelerare o rallentare lo sviluppo dell'aterosclerosi;

Cattive abitudini. Il fumo è veleno per il corpo. Questa abitudine è un altro motivo per lo sviluppo dell'aterosclerosi. Se vuoi avere vasi sanguigni sani, smetti di fumare! Per quanto riguarda l'alcol, qui c'è una relazione interessante: l'uso di piccole dosi di alcol - circa 50 g di vodka, 100 g di vino o 0,5 litri di birra ogni giorno sono un'ottima prevenzione dell'aterosclerosi. È vero, la stessa dose contribuisce anche allo sviluppo della cirrosi epatica. Quindi trattiamo una cosa e paralizziamo l'altra. Ma grandi dosi di alcol accelerano lo sviluppo dell'aterosclerosi;

Peso in eccesso. Questo fattore aumenta la probabilità di aterosclerosi. L'obesità può portare al diabete mellito e questa patologia è una via diretta all'aterosclerosi;

Nutrizione impropria. Il cibo spazzatura grasso è un importante fattore di rischio. Mangiare è un processo fisiologico molto importante nella nostra vita. La nostra ulteriore salute dipenderà dall'utilità degli alimenti che mangiamo. Pochi sanno che nessuna dieta diversa da diete sane ed equilibrate è approvata dal Consiglio mondiale per l'igiene alimentare. Devi mangiare in modo razionale e adeguato alle tue esigenze e ai costi energetici.

L'aspettativa di vita media dei giapponesi è di 90 anni e dei russi di circa 60 anni. Perché c'è una tale differenza? La risposta è semplice: guarda cosa mangiano i giapponesi e gli altri popoli orientali. Il loro menu comprende una varietà di cereali, verdure, erbe, fagioli e pesce fresco. Ogni giorno, il mercato di Tokyo è pieno di frutti di mare, che contengono preziosi acidi grassi. Perché curare una malattia se è più facile prevenirla? Inizia a mangiare fin dalla tenera età, così puoi ringraziarti per questo in età avanzata..

Video: formazione della placca aterosclerotica

Tipi di aterosclerosi

Aterosclerosi dei vasi del cuore (arterie coronarie). Promuove lo sviluppo di cardiopatia ischemica, angina pectoris e infarto;

Forma aortica. L'aorta è la più grande arteria del corpo. La sconfitta della sua aterosclerosi colpisce in modo significativo tutti gli organi e sistemi;

Aterosclerosi dei vasi renali. La mancanza di circolazione sanguigna porta a una compromissione della funzione renale e a una grave ipertensione arteriosa;

Aterosclerosi dei vasi che forniscono afflusso di sangue al cervello;

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori e superiori.

Le forme possono manifestarsi, ma più spesso lo fanno in modo sistemico.

Colesterolo e aterosclerosi

Il colesterolo è un composto chimico speciale che è un alcol grasso in natura. È stato dimostrato il ruolo del colesterolo nella sintesi delle strutture cellulari e degli organelli (il colesterolo, come sapete, è coinvolto nella formazione delle membrane cellulari). Tuttavia, un aumento del livello di una sostanza nel sangue aumenta direttamente il rischio di sviluppare patologie aterosclerotiche e altre malattie del sistema cardiovascolare, poiché indica l'inizio di violazioni del metabolismo dei lipidi e delle lipoproteine ​​nel corpo.

È possibile prevenire lo sviluppo di questa formidabile malattia solo rinunciando alle cattive abitudini e mantenendo costantemente la concentrazione di alcol grasso nel sangue allo stesso livello normale. Tuttavia, il colesterolo è aterogenico solo in eccesso..

Il suo contenuto normale è necessario non solo per lo svolgimento della funzione strutturale, ma anche:

Per una normale digestione. Con la partecipazione di alcol grasso nel fegato, vengono sintetizzati i succhi digestivi, necessari per l'elaborazione di composti contenenti grassi;

Per la sintesi stabile di ormoni sessuali e ormoni pancreatici.

Il colesterolo entra nel flusso sanguigno in diversi modi:

Sintetizzato dal fegato. Il fegato produce più colesterolo. Di solito, la sua produzione più attiva è associata a una carenza del composto e all'incapacità di reintegrarlo con il colesterolo dal cibo. In caso di funzionalità epatica compromessa, sono anche possibili interruzioni e problemi con la regolazione del livello della sostanza nel sangue;

Viene fornito con il cibo. Questo colesterolo non supera il 25%. Il colesterolo si trova negli alimenti che contengono grassi animali. La sua concentrazione più alta si osserva in tuorli d'uovo, frattaglie (cervello, fegato, reni), gamberetti, margarina, pancetta. Il colesterolo in esse contenuto entra nel sangue allo stato libero e solo successivamente viene trasferito dai chilomicroni al fegato, dove, a seconda delle caratteristiche funzionali dell'organismo e della dieta abituale, si trasforma in complessi lipoproteici di due tipi: "buoni" (o HDL) e "cattivi" (LDL). I primi purificano le pareti dei vasi sanguigni dagli strati di grasso e i secondi li formano.

Oltre al fatto che il colesterolo viene attivamente sintetizzato e utilizzato dall'organismo, viene anche rimosso attivamente da esso. La maggior parte del composto viene rilasciato naturalmente attraverso il tratto digestivo. Una quantità leggermente inferiore viene escreta morendo (desquamando) degli strati superiori della pelle e delle mucose intestinali.

Un aumento del livello di colesterolo nel sangue aumenta proporzionalmente il rischio di sviluppare aterosclerosi: questa frase può essere spesso ascoltata, ma è davvero così? Ricerca dalla rivista "Neurology". La norma del colesterolo nel sangue è ancora lontana dall'essere una garanzia e non un'assicurazione contro la formazione di patologie per altri motivi..

L'aterosclerosi è direttamente correlata alla presenza di malattie concomitanti (ipertensione, obesità, forma neuroendocrina della sindrome ipotalamica, diabete mellito, dipendenza da sostanze psicoattive, ecc.). Agiscono come fattori di rischio uguali per lo sviluppo della malattia..

In un modo o nell'altro, ma il colesterolo gioca uno dei ruoli chiave nello sviluppo dell'aterosclerosi. Per ridurre il rischio, è necessario aderire a una dieta ipocolesterolemizzante e mantenere la concentrazione della sostanza approssimativamente allo stesso livello normale..

Aterosclerosi e diabete mellito

Il colesterolo è attivamente coinvolto nella sintesi dei succhi digestivi e degli ormoni pancreatici e, nonostante non sia la causa del diabete, influenza ancora in modo significativo il decorso della malattia.

Il diabete mellito è considerato un fattore di rischio aumentato per lo sviluppo dell'aterosclerosi vascolare (la probabilità di sviluppo aumenta di oltre la metà). Inoltre, l'aterosclerosi vascolare aumenta la gravità del diabete. In presenza di diabete mellito, l'incidenza dell'aterosclerosi è stabilita su confini uguali sia negli uomini che nelle donne (sebbene gli uomini senza diabete abbiano maggiori probabilità di ammalarsi).

Il diabete mellito, a sua volta, complica seriamente il decorso dell'aterosclerosi:

L'aterosclerosi può formarsi in giovane età se si soffre di diabete. Sebbene di solito la malattia si sviluppi dopo 45-50 anni;

La probabilità di aneurismi è alta;

Le navi non sono solo intasate, ma diventano anche estremamente fragili, il che aumenta la probabilità di ictus;

Il processo diventa sistemico, interessando il cuore, il cervello e gli arti in modo altrettanto duro..

L'aterosclerosi inizia sia nel diabete di tipo 1 che in quello di tipo 2. Il diabete è associato a una digestione compromessa e al metabolismo dei lipidi, che provoca un arresto del normale metabolismo. Le pareti dei vasi sanguigni acquisiscono una permeabilità eccessivamente aumentata per le frazioni grasse, e quindi molto più "colesterolo cattivo" penetra nel flusso sanguigno. Forma depositi di grasso sulle pareti delle grandi arterie, chiudendo gradualmente i lumi dell'autostrada.

Nel tempo, lo strato di grasso viene incapsulato dal tessuto connettivo e cristallizza sotto l'influenza dei depositi di calcio. Tutta questa struttura diventa "pietrosa" e il lume dell'arteria si chiude ancora di più. La nave diventa fragile e perde la sua funzione conduttrice. Il risultato è una ridotta circolazione sanguigna nell'area interessata, aumento dell'ischemia, rottura della nave e necrosi dei tessuti.

I pazienti con diabete mellito hanno 4 volte più probabilità di soffrire contemporaneamente di malattie del sistema cardiovascolare, come ipertensione, cardiopatia ischemica e angina pectoris. Inoltre, con l'aterosclerosi nei diabetici, la probabilità di un rapido sviluppo della necrosi (cancrena) degli arti inferiori aumenta di quasi sette volte. Questi fattori devono essere considerati durante il trattamento.

Perché l'aterosclerosi è pericolosa? Fasi di sviluppo

Secondo le statistiche, l'aterosclerosi è la malattia più comune del sistema cardiovascolare e la principale causa di morte per la stragrande maggioranza dei pazienti in tutto il mondo. L'aterosclerosi è variabile e, nonostante il fatto che l'essenza della malattia sia la vasocostrizione o il blocco, colpisce in modo significativo l'intero corpo. La mancanza di circolazione sanguigna colpisce il cuore, il cervello, gli organi addominali, gli arti inferiori e superiori (raramente). I disturbi del flusso sanguigno nelle arterie colpiscono i vasi sanguigni più piccoli, causando ischemia secondaria.

L'aterosclerosi è una malattia polietiologica. Fino alla fine, le ragioni specifiche sono sconosciute, ma è noto che il meccanismo si basa su una violazione del metabolismo dei lipidi. Questa disfunzione è un fattore scatenante per l'inizio di una malattia pericolosa..

Ci sono diverse fasi nello sviluppo della patologia:

Lo stadio di formazione di macchie di grasso (o macchie lipidiche). In questa fase non si osservano sintomi specifici e il paziente non è a conoscenza della presenza di aterosclerosi. L'essenza dello stadio consiste in cambiamenti diffusi nelle pareti delle arterie (le molecole dei complessi lipoproteici penetrano nella struttura della parete arteriosa e formano uno strato sottile). Esternamente, questi cambiamenti sembrano strisce bruno-giallastre lungo la lunghezza dell'area interessata della nave. Non l'intero tessuto del flusso sanguigno è interessato, ma solo i singoli segmenti. Il processo si sta sviluppando abbastanza rapidamente. È accelerato da patologie cardiovascolari già esistenti, diabete mellito e obesità;

Lo stadio di formazione dello strato lipidico. Il tessuto sotto la striscia lipidica si infiamma. Il corpo sta quindi cercando di combattere il presunto colpevole. Si forma un focus a lungo termine di infiammazione cronica. L'infiammazione costante porta alla decomposizione dello strato lipidico e alla crescita dei tessuti. Di conseguenza, l'accumulo di grasso viene incapsulato e sale al di sopra della parete arteriosa;

Fase di sviluppo delle complicanze. Questa è l'ultima fase nella formazione dell'aterosclerosi. In questa fase, si sviluppano complicazioni ei sintomi sono più pronunciati. Ci sono due complicazioni principali: rottura dei depositi di grasso incapsulati (placche), che comporta il rilascio di grandi quantità di sangue e formazione di trombi. I coaguli di sangue insieme ai prodotti a base di placca rimangono bloccati nel lume del vaso, ostruendolo infine. In una situazione del genere, è possibile lo sviluppo di un ictus. Se i coaguli di sangue bloccano le grandi arterie che forniscono il nutrimento necessario agli arti, è più probabile che si verifichino necrosi dei tessuti e cancrena..

I tempi e la velocità di sviluppo dell'aterosclerosi sono difficili da prevedere. Possiamo parlare di anni o di pochi mesi. Tutto dipende dalle caratteristiche del metabolismo, dal tasso metabolico, dalla presenza di una predisposizione all'aterosclerosi e da malattie che aumentano il rischio del suo sviluppo e molti altri fattori.

Diagnosi di aterosclerosi

È relativamente facile diagnosticare l'aterosclerosi avanzata. Una questione completamente diversa è chiarire la localizzazione del processo e determinare con precisione il focus della lesione. Ciò richiede molto lavoro. Solo un medico esperto può gestire un compito così difficile..

Le misure diagnostiche includono:

Esame iniziale del paziente mediante speciali test funzionali;

Analisi di laboratorio e studi strumentali. Grazie a loro, è possibile stabilire il fatto stesso della presenza della malattia, determinare lo stadio e la localizzazione del processo, valutare le condizioni generali del corpo del paziente.

Prendendo l'anamnesi

L'analisi iniziale delle condizioni del paziente inizia con il colloquio per reclami ed ereditarietà.

In primo luogo, con questa patologia, ci saranno almeno tre sintomi specifici nell'anamnesi, inoltre, con un alto grado di probabilità, ci saranno segni (e forse una diagnosi confermata) di una malattia provocatrice dell'aterosclerosi.

Precedente infarto miocardico o ictus;

Angina pectoris, cardiopatia ischemica;

Tale diagnostica non fornisce un quadro completo, tuttavia, consente in termini generali di determinare lo stato del corpo e redigere un piano di misure diagnostiche.

Inoltre, è importante stabilire la presenza di fattori di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi: diabete mellito, ipertensione, uso di sostanze psicoattive, obesità..

Ispezione iniziale

Oltre ai test funzionali volti a valutare l'afflusso di sangue agli arti, un medico esperto presta molta attenzione ai seguenti fattori:

Scomparsa dei peli sulle gambe o sulle braccia;

Un'improvvisa diminuzione del peso corporeo del paziente;

Soffi cardiaci, aumento della pressione sanguigna, disturbi del ritmo cardiaco;

Iperfunzione del sudore e delle ghiandole sebacee;

Sviluppo continuo di edema in assenza di malattia renale.

Metodi di laboratorio e strumentali

Donazione di sangue venoso per valutare indicatori quali coefficiente di aterogenicità, colesterolo totale;

Esame radiografico e angiografia. I raggi X consentono di valutare le condizioni dell'aorta, poiché le placche sono chiaramente visibili sulle immagini. L'angiografia consiste nell'introduzione di uno speciale agente di contrasto nel flusso sanguigno e nell'ulteriore monitoraggio del flusso sanguigno;

Ultrasuoni. Consente di valutare la velocità del flusso sanguigno in una parte particolare dell'arteria. Grazie a questo metodo, è possibile identificare la minima deviazione e determinare il grado di afflusso di sangue insufficiente.

Esistono altri metodi diagnostici. I metodi specifici sono determinati dal medico, in base al quadro clinico.

Metodi di trattamento moderni

Di norma, nell'80% dei casi, la terapia farmacologica è sufficiente per eliminare la causa dell'aterosclerosi e le sue conseguenze dannose. Il trattamento con farmaci speciali è combinato con la nomina di una dieta e una modalità ottimale di attività fisica.

Tra i farmaci per l'aterosclerosi, si possono distinguere farmaci di diversi gruppi:

Statine. Le statine più popolari sono ancora utilizzate oggi. La loro azione è quella di inibire la produzione di colesterolo nel fegato. Parallelamente alle statine, ai pazienti con aterosclerosi vengono prescritti farmaci per mantenere l'attività del cuore e degli organi digestivi (poiché le statine hanno l'effetto più negativo su di loro). Allo stato attuale dello sviluppo della medicina, rispettabili scienziati e professionisti mettono in dubbio non solo l'efficacia delle statine, ma anche il ruolo stesso del colesterolo nello sviluppo dell'aterosclerosi, considerando il pericolo di questa sostanza irragionevolmente sovrastimato. Maggiori informazioni su statine e fibrati;

Sequestranti LCD. Inibisce in modo significativo la funzione della sintesi degli acidi biliari da parte del fegato. A questo proposito, il corpo deve spendere attivamente il colesterolo per garantire una digestione normale e stabile. Con l'uso prolungato, sono possibili disturbi dell'apparato digerente. Sono prescritti nella fase iniziale della malattia o per la prevenzione della patologia;

Fibrati. Distruggi le strutture adipose neutre - trigliceridi. Sono abbastanza efficaci nella lotta contro l'aterosclerosi, ma sono categoricamente controindicati per le persone con problemi al fegato;

Preparazioni di acido nicotinico. Nonostante non combattano il colesterolo, hanno un effetto vasodilatatore e antispasmodico. Sono usati in combinazione con altri farmaci e costituiscono una parte importante della terapia farmacologica. Tuttavia, per i diabetici e le persone con malattie del fegato e della cistifellea, la nicotina è controindicata. Sono stati sostituiti da vasodilatatori specializzati separati e farmaci antispastici.

La terapia conservativa include anche la fisioterapia. Questo metodo è indicato per le persone con aterosclerosi delle estremità..

Chirurgia

Nella moderna pratica medica sono stati sviluppati tre metodi principali di trattamento chirurgico dell'aterosclerosi..

Bypass. L'essenza della chirurgia di bypass è quella di suturare il vaso interessato a uno sano, grazie al quale si forma una nuova linea sanguigna e l'afflusso di sangue ai tessuti viene gradualmente ripristinato;

Protesi vascolari. I materiali moderni consentono di sostituire completamente la nave interessata e ripristinare le funzioni di afflusso di sangue.

Angioplastica. L'essenza del metodo consiste nell'introduzione di un catetere specializzato attraverso l'arteria femorale, che, sotto il controllo della telecamera, viene avanzato lungo il flusso sanguigno da un endoscopista nell'area interessata. Successivamente, vengono eseguite le manipolazioni necessarie per pulire o espandere la nave..

Pertanto, l'aterosclerosi è una malattia estremamente controversa e complessa, che, tuttavia, richiede la massima attenzione, poiché può portare a conseguenze pericolose per la vita e per la salute. La sintomatologia della malattia è piuttosto pronunciata e, con il giusto livello di formazione, il medico stabilirà facilmente una diagnosi, determinerà la localizzazione del processo e prescriverà un trattamento competente ed efficace. Un ampio arsenale di strumenti e metodi per diagnosticare l'aterosclerosi anche nelle prime fasi aiuta il medico in questo. Lo specialista stabilirà egli stesso una strategia specifica di esame, in base alla loro adeguatezza e al grado di fiducia nella diagnosi..

Il trattamento dell'aterosclerosi allo stadio attuale di sviluppo della medicina non presenta grandi difficoltà. Nella stragrande maggioranza dei casi, è possibile fare con "poco sangue". Se i metodi di trattamento conservativi non forniscono la corretta efficacia, ricorrono all'intervento chirurgico.

Una diagnosi corretta e competente in combinazione con un trattamento efficace è la chiave per un esito favorevole.

Prevenzione dell'aterosclerosi

Prima di tutto, si tratta di smettere di fumare, regolazione del peso, alcune restrizioni sul cibo, aumento dell'attività fisica:

Per mantenere il corpo e prevenire l'aterosclerosi, dovresti mangiare cibi a basso contenuto di sale e colesterolo. Mangia cereali, verdure, ad esempio: carote, melanzane, porri, aglio, pesce bollito, yogurt, olio di girasole e, ovviamente, bacche e frutti. Mangia grandi quantità di piante di fiori rosso-rossi, ad esempio biancospino, cenere di montagna, fragole, viburno, tanaceto, ecc.;

La regolazione del peso corporeo nell'aterosclerosi è una misura necessaria, poiché l'obesità causa complicazioni vascolari ed è caratterizzata da un metabolismo lipidico alterato. Per dimagrire sono consigliate diete ipocaloriche con un contenuto di grassi ottimale e attività fisica;

L'attività fisica dovrebbe essere aumentata tenendo conto della salute generale e dell'età. Puoi iniziare con il tipo di attività fisica più sicura ed economica: camminare. Le lezioni dovrebbero essere almeno tre o quattro volte a settimana per 35-40 minuti.

Conversazione con Vyacheslav Artashesovich Isaev - Presidente dell'Associazione BAA, Accademico dell'Accademia Russa di Scienze Naturali, Dottore in Scienze Biologiche, Professore. Argomento del programma: problemi di invecchiamento. Cos'è l'aterosclerosi e quando inizia? Modi per prevenire l'aterosclerosi:

La medicina di erbe come metodo di trattamento, secondo i medici, può essere efficace nell'aterosclerosi. Le erbe medicinali sono spesso utilizzate come agenti ausiliari per migliorare l'effetto dei preparati farmaceutici, nonché come metodo principale per trattare una malattia. È considerato un'idea sbagliata di molti pazienti.

L'aterosclerosi degli arti inferiori è un gruppo di processi patologici che interessano i principali vasi sanguigni degli arti inferiori e rappresenta una progressiva violazione dell'afflusso di sangue ai tessuti a causa del restringimento (stenosi) o del blocco (occlusione) delle arterie. Il termine "obliterazione" di.

L'aterosclerosi dell'aorta del cuore è una malattia cronica che colpisce questa arteria elastica. È caratterizzato dalla formazione di uno o più focolai di depositi lipidici, chiamati placche ateromatose, sul rivestimento interno dell'aorta cardiaca. Come.

L'aterosclerosi dei vasi cerebrali è una lesione sistemica progressivamente progressiva dei vasi situati nell'organo corrispondente. In medicina, puoi trovare altre definizioni di questa malattia, ad esempio, aterosclerosi cerebrale o lesioni aterosclerotiche dei vasi cerebrali, ma l'essenza rimane invariata.

Nella mente della maggioranza si è radicata l'opinione che la dieta sia un'occupazione spiacevole e perfino dolorosa, poiché costringe ad abbandonare la maggior parte dei prodotti “gustosi” per il bene di quelli “sani”. Tuttavia, l'elenco degli alimenti di cui è consentito l'uso nell'aterosclerosi è piuttosto ampio. La regola principale della nutrizione nel processo aterosclerotico.

La malattia è associata a disturbi del metabolismo lipidico. Un tale fallimento provoca l'accumulo del cosiddetto colesterolo "cattivo" nel sangue. Di conseguenza, si formano "placche di colesterolo". Sono loro che, depositati sulle pareti dei vasi sanguigni, portano il pericolo principale. Nel sito di formazione della placca, la nave diventa fragile, la sua.

Molti, se non tutti, almeno una volta nella vita hanno notato vivide manifestazioni di sintomi spiacevoli che caratterizzano l'inizio di cambiamenti organici nel cervello: mal di testa irragionevoli, ronzio e tinnito, problemi di memoria, fotopsie (falsa sensazione di luce negli occhi), ecc. i sintomi parlano di ischemia cerebrale o, più semplicemente, di una violazione della circolazione cerebrale.

Sintomi, diagnosi e trattamento dell'aterosclerosi vascolare

L'aterosclerosi è una malattia che colpisce i vasi sanguigni e le arterie. È accompagnato dalla deposizione di placche di colesterolo che bloccano il lume del vaso. Il pericolo della malattia non è solo nella ridotta circolazione sanguigna, ma anche nelle complicazioni che si sviluppano in questo contesto, nonché in un lungo sviluppo asintomatico. Diagnosi, sintomi e trattamento dipendono dal tipo di aterosclerosi, dal grado di malattia vascolare e dall'età del paziente.

Teorie sull'aspetto della malattia

Esistono diverse teorie per lo sviluppo dell'aterosclerosi, ma tutte soddisfano due regole di base:

  • la violazione primaria che porta alla malattia è una violazione del metabolismo dei lipidi e la violazione dell'integrità della parete del vaso è già secondaria;
  • il danno al tessuto cellulare, connettivo e ad altre strutture della parete del vaso è l'anello principale nella patogenesi dell'aterosclerosi.

La teoria del colesterolo, sviluppata dal Dr. Anichnokov, suggerisce che lo sviluppo della malattia è causato da un eccesso di grasso e colesterolo. In futuro, il medico ha presentato un'altra teoria combinata dello sviluppo della malattia. In esso, il colesterolo è già considerato come un fattore che provoca cambiamenti vascolari aterosclerotici. Secondo la teoria combinata dell'aterosclerosi, la malattia si sviluppa a causa di:

  • disregolazione dei lipidi e del loro metabolismo;
  • fattori alimentari;
  • effetti emodinamici e altri effetti meccanici sui vasi sanguigni;
  • cambiamenti vascolari primari legati all'età e altri.

Le disposizioni principali della teoria combinata hanno costituito la base della teoria dell'infiltrazione combinata. Dice che la malattia si sta sviluppando incl. a causa della maggiore concentrazione di lipidi nel sangue. La teoria endoteliale esamina la presenza di aterosclerosi a causa del danno alle cellule endoteliali. Violazione del metabolismo lipidico in esso solo come condizione che contribuisce all'aterogenesi. La teoria monoclina dello sviluppo della malattia considera una placca aterosclerotica come un tumore benigno che appare come risultato dell'esposizione a virus e mutageni. La teoria della membrana è vicina al monoclino. Secondo lei, la polimerizzazione delle cellule muscolari lisce si verifica a causa dell'eccessiva assunzione di colesterolo..

La teoria autoimmune ha iniziato a svilupparsi rapidamente negli ultimi decenni. Le disposizioni della teoria affermano che il processo patologico è provocato da complessi autoimmuni, che includono le lipoproteine ​​come antigene.

Fattori di rischio

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo dell'aterosclerosi. Il più comune di questi è la dislipedimia o livelli elevati di colesterolo totale nel sangue. L'ipertensione arteriosa può anche causare lo sviluppo di aterosclerosi attraverso meccanismi associati all'angiotensina II. Questa sostanza stimola le cellule endoteliali, i macrofagi e le pareti muscolari lisce vascolari a formare mediatori pro-aoenici. Il diabete mellito è classificato come fattore di rischio in quanto porta alla formazione di prodotti della glicolisi che aumentano la sintesi di citochine pro-infiammatorie nelle cellule endoteliali. Inoltre, nel diabete mellito, la quantità di lipoproteine ​​a bassa densità aumenta, il che aumenta la suscettibilità al danno aspecifico e all'ossidazione endoteliale. L'insufficienza renale cronica provoca lo sviluppo dell'aterosclerosi in diverse direzioni, incl. a causa di una maggiore resistenza all'insulina, diminuzione dei livelli di apoliproteina A-I e aumento dei livelli di proteina C-reattiva.

Oltre alle malattie, anche fattori come la malnutrizione, uno stile di vita sedentario, il fumo e l'abuso di alcol, i traumi, lo stress frequente e un clima psicologico negativo portano all'aterosclerosi. A seconda del tipo di malattia, anche l'ipotermia, l'aumento dello stress fisico o emotivo, le cattive condizioni ambientali, la mancanza cronica di vitamina D possono essere la causa..

La comparsa di alterazioni vascolari aterosclerotiche è anche influenzata dal sesso, dall'eredità e dall'età. I medici chiamano questi fattori immutabili. Il resto appartiene alla categoria dei parzialmente sfoderabili o sfoderabili, perchè se lo si desidera, una persona è in grado di cambiarli.

Classificazione dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi secondo ICD 10 (Classificazione internazionale delle malattie della 10a revisione) ha un codice I70 e include 5 diagnosi chiarificatrici. Questi includono l'aterosclerosi:

  • aorta;
  • arteria renale;
  • arterie degli arti;
  • altre arterie;
  • generalizzato e non specificato.

La diagnosi comprende anche: arteriolosclerosi, arteriosclerosi, malattia vascolare aterosclerotica.

Il codice separato ha:

  • aterosclerosi cerebrale (I67.2);
  • aterosclerosi coronarica (I25.1);
  • aterosclerosi polmonare (I27.0);
  • aterosclerosi mesenterica (K55.1).

Oltre a quella principale, ci sono molte altre classificazioni dell'aterosclerosi. Il primo classifica la malattia in base al tipo di placca. Le placche aterosclerotiche possono essere instabili e stabili. La stabilità dipende dalla struttura della placca, dalla sua configurazione e dimensione. Le placche instabili sono ricche di lipidi e le placche stabili sono ricche di collagene.

A seconda della localizzazione del processo infiammatorio, si distinguono diverse forme cliniche e morfologiche della malattia:

  • aterosclerosi delle arterie coronarie o cardiopatia ischemica, forma cardiaca;
  • aterosclerosi dell'aorta;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni del cervello o malattie cerebrovascolari, forma cerebrale;
  • aterosclerosi dei reni o forma renale;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni intestinali;
  • aterosclerosi dei vasi sanguigni degli arti inferiori.

A seconda dei segni morfologici, patogenetici ed eziologici, si distinguono:

  • arteriosclerosi metabolica o aterosclerosi;
  • ialinosi;
  • arteriolosclerosi infiammatoria;
  • arteriosclerosi allergica;
  • arteriosclerosi tossica;
  • calcificazione primaria.

Secondo le statistiche, l'aterosclerosi del cervello e dei vasi cardiaci è la forma più comune e diventa la causa di infarto, ictus e morte in oltre il 45% dei pazienti.

Sintomi

La malattia si manifesta a seconda dello stadio, del grado e della localizzazione delle lesioni vascolari. Nelle fasi iniziali dello sviluppo, il cambiamento nei vasi sanguigni è ancora insignificante, quindi le persone di solito attribuiscono i primi sintomi alla stanchezza e al superlavoro. Oltre ai segni generali della malattia, come mal di testa, aumento della stanchezza, vertigini, ogni tipo di aterosclerosi presenta anche sintomi specifici..

Manifestazione di aterosclerosi aortica

I segni di aterosclerosi aortica dipendono dal sito di vasocostrizione. Di solito, la patologia si manifesta sotto forma di dolore pressante o bruciante dietro lo sterno, che si irradia a entrambe le braccia, alla schiena, al collo e persino alla parte superiore dell'addome. Con lo stress emotivo o fisico, il dolore aumenta. Se l'arco aortico è interessato, si verifica uno svenimento.

L'aterosclerosi dell'aorta addominale si manifesta con freddezza e intorpidimento delle gambe, claudicatio intermittente, interruzione del tratto digestivo. Nelle fasi successive, le ulcere si sviluppano sugli arti inferiori e, con la malattia avanzata, la cancrena. L'aterosclerosi dell'aorta addominale e toracica può provocare lo sviluppo di un aneurisma.

Segni di aterosclerosi dei vasi mesenterici

L'aterosclerosi dei vasi mesenterici colpisce le pareti dei vasi della cavità addominale e causa la sindrome dell'ischemia mesenterica cronica. Il sintomo principale della malattia è il dolore, che:

  • appare 20 minuti dopo aver mangiato;
  • dura fino a 2 ore;
  • si abbassa senza assumere farmaci;
  • dà spesso all'ipocondrio destro;
  • quando si limita la quantità di assunzione di cibo, diminuisce.

Meno comunemente, la malattia è accompagnata da vomito. Un altro sintomo importante è la disfunzione intestinale. La progressiva perdita di peso parla anche della presenza della malattia..

Sintomi di malattia dell'arteria renale

I sintomi dell'aterosclerosi dipendono dal grado di occlusione o blocco dei vasi sanguigni, dalla sua natura (unilaterale o bilaterale), dalla durata dell'ischemia renale. La sconfitta di un'arteria spesso e richiede molto tempo senza sintomi gravi. L'occlusione completa è accompagnata da:

  • dolore doloroso costante nella parte bassa della schiena;
  • mal di stomaco;
  • condizione febbrile.

La forma cronica di stenosi può causare ipertensione arteriosa ed è pericolosa perché non risponde al trattamento con terapia antipertensiva combinata.

Segni di danni ai vasi cerebrali

Si manifesta l'aterosclerosi delle arterie e dei vasi sanguigni del cervello:

  • disturbi del sonno, ansia e problemi ad alzarsi la mattina;
  • mal di testa gravi e frequenti;
  • cambiamento nell'andatura e ridotta coordinazione dei movimenti;
  • disabilità visiva, fotopsie, tinnito;
  • irritabilità, pianto, apatia, depressione;
  • problemi di memoria;
  • asimmetria del viso.

I primi sintomi compaiono quando l'afflusso di sangue alle cellule cerebrali diminuisce del 15% o più. L'intensità dei sintomi aumenta con lo sviluppo della patologia.

Sintomi di aterosclerosi dell'arteria coronaria

L'aterosclerosi delle arterie coronarie o la sclerosi coronarica si manifesta con attacchi di dolore toracico che si verificano dopo uno sforzo emotivo e fisico, oltre a bruciore, disagio al petto e all'esofago.

Meno comunemente, l'aterosclerosi si sviluppa senza sintomi. Questa forma è la più pericolosa perché porta allo sviluppo di infarto miocardico e morte, anche con una buona salute generale.

Segni di lesioni vascolari degli arti inferiori

Lo sviluppo dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe procede a lungo senza sintomi pronunciati. Il primo segnale allarmante è il dolore alle gambe dopo una lunga camminata. I principali segni di patologia includono:

  • limitazione della mobilità dell'arto colpito;
  • dolore muscolare (nelle fasi successive, anche a riposo);
  • claudicatio intermittente;
  • intorpidimento;
  • cambiamento nella forma delle unghie;
  • scolorimento della pelle della gamba colpita;
  • diminuzione della massa muscolare nella coscia e nella parte inferiore della gamba.

Nelle fasi successive, si osserva la comparsa di ulcere trofiche e cancrena. Lo stadio iniziale della malattia di solito colpisce solo un arto, ma nel tempo il processo diventa simmetrico.

Fasi di aterosclerosi

La malattia si sviluppa lentamente e dal momento in cui iniziano a formarsi le macchie lipidiche fino alla calcificazione, possono essere necessari diversi decenni. Meno spesso, l'aterosclerosi si sviluppa rapidamente e questa forma è la più pericolosa.

Il primo stadio è la formazione di macchie lipidiche. Le molecole di colesterolo passano dal flusso sanguigno sotto l'endotelio. Sullo strato successivo della parete del vaso (intima) si accumula il colesterolo, che inizia chimicamente a legarsi con le molecole della sostanza intermedia. Le macchie lipidiche possono verificarsi in persone di età diverse e anche nei bambini piccoli. Nella seconda fase, si verifica un accumulo più attivo di lipidi sulle pareti dei vasi sanguigni. Macrofagi e linfociti iniziano a spostarsi verso le macchie lipidiche, il che porta a una graduale proliferazione della placca.

Il terzo stadio dello sviluppo della malattia è caratterizzato da processi complessi: le cellule iniziano a secernere sostanze biologicamente attive che attraggono sempre più lipidi alla placca. L'esposizione a composti chimici provoca anche la divisione attiva delle cellule muscolari lisce e la proliferazione del tessuto connettivo. L'ultima fase dell'aterosclerosi è la calcificazione o la fibrosi. Il danno si verifica sulla superficie della placca, che provoca la formazione di piccoli coaguli di sangue. Le piastrine iniziano a secernere sostanze che attivano la produzione di cellule del tessuto connettivo. Il processo è accompagnato dall'accumulo di sali di calcio, che non solo chiudono rapidamente il lume del vaso, ma portano anche alla graduale crescita della placca nella parete vascolare. Potrebbe finire con un'emorragia.

Metodi di diagnosi delle malattie

I metodi diagnostici differiscono per le diverse categorie di pazienti. Nei pazienti con gravi sintomi di ischemia, l'entità e la posizione dell'occlusione vascolare vengono identificate utilizzando metodi diagnostici invasivi e non invasivi. I fattori di rischio di malattia aiutano a identificare:

  • storia medica e esame fisico completo;
  • studi sul profilo lipidico;
  • studi sulla concentrazione di glucosio nel sangue.

Se solo un letto vascolare è danneggiato, tutte le sue sezioni vengono necessariamente esaminate.

Vari metodi di imaging delle placche aterosclerotiche vengono utilizzati per:

  • valutazione della morfologia e delle caratteristiche della lesione (angiografia TC, angiografia RM, ecografia);
  • rilevamento di temperatura elevata in depositi aterosclerotici con infiammazione attiva (termografia, angioscopia);
  • identificazione di placche ricche di lipidi (elastografia).

Inoltre, vengono utilizzati anche tomografia ottica strato per strato, risonanza magnetica e immunoscintigrafia, imaging PET..

Gli esami del sangue di laboratorio e l'analisi dei lipidi sono obbligatori. Un profilo lipidico espanso includerà il colesterolo totale, ad es. colesterolo di tutte le lipoproteine ​​del sangue. Comprende anche dati su:

  • lipoproteine ​​a bassa densità;
  • apoliproteine ​​B;
  • lipoproteine ​​ad alta densità;
  • apoliproteine ​​A1;
  • trigliceridi;
  • proteina C-reattiva.

Gli studi di laboratorio includono anche la determinazione del polimorfismo del gene della sintasi endoteliale e del gene per i fattori di coagulazione V e II.

A seconda del tipo di malattia, vengono prescritti metodi diagnostici specifici. Se si sospetta una lesione dei vasi degli arti inferiori, vengono prescritti campioni e test per identificare il grado di vasocostrizione. La scansione duplex a colori dei vasi sanguigni e l'ecografia intravascolare sono spesso prescritte per sospetta aterosclerosi dei vasi del cervello e del cuore, nonché per determinare lo stato della parete aortica. La tomografia computerizzata a spirale viene utilizzata per studiare le condizioni delle arterie coronarie e la reografia viene utilizzata per monitorare il flusso sanguigno in vari organi..

Trattamento dell'aterosclerosi

Il trattamento è sempre selezionato individualmente in base all'età del paziente, alle condizioni generali, alla presenza di malattie di terze parti, al grado di lesioni vascolari. Il trattamento di solito consiste in:

  • cambiamenti nello stile di vita;
  • terapia farmacologica;
  • medicina tradizionale.

Nei casi difficili che minacciano la vita del paziente, vengono utilizzati metodi chirurgici di emergenza. L'aterosclerosi negli anziani viene quasi sempre trattata solo con farmaci e raccomandazioni per cambiamenti nella dieta e possibile attività fisica..

Cambiamento dello stile di vita

Il paziente non dovrebbe solo cambiare la dieta, ma anche abbandonare le cattive abitudini, aumentare l'attività fisica.

La dieta per l'aterosclerosi prevede:

  • ridurre o eliminare i grassi animali dalla dieta;
  • eliminazione dei grassi trans;
  • mangiare molta frutta, frutti di mare, verdura;
  • mangiare più fibre vegetali;
  • rifiuto di una grande quantità di spezie, sale.

Con l'obesità e il sovrappeso, devi anche controllare la quantità di calorie consumate. La presenza di diabete mellito o ipertensione richiede il monitoraggio dell'equilibrio del sale marino. La dieta per problemi cardiaci e renali dovrebbe essere concordata con un nutrizionista per determinare la quantità accettabile di acqua, sale, zucchero.

L'aumento dell'attività fisica riduce la probabilità di sviluppare complicazioni come infarto, ictus, diabete mellito. Lunghe passeggiate, esercizi aerobici, acquagym o nuoto, ciclismo, yoga hanno dimostrato di ridurre il peso e migliorare le condizioni dei vasi sanguigni..

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica comprende farmaci antipiastrinici come l'aspirina e farmaci del gruppo delle teinopiridine. Le statine saranno prescritte a pazienti che presentano uno dei seguenti:

  • malattie cardiovascolari sintomatiche;
  • età da 40 a 75 anni con alterato metabolismo lipidico e diabete mellito;
  • età dai 40 ai 75 anni con presenza di diversi fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari aterosclerotiche.

La terapia con statine si riferisce ad alta intensità, ma non viene utilizzata come terapia ipolipemizzante.

Insieme alle statine, vengono prescritti:

  • ACE inibitori;
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina;
  • sequestranti degli acidi biliari;
  • fibrati;
  • prodotti a base di trigliceridi omega-3;
  • inibitori della proproteina convertasi, ecc..

Gli ACE-inibitori aiutano a prevenire l'effetto dell'angiotensina che porta alla disfunzione endoteliale e ai successivi processi infiammatori. Gli inibitori di PCSK9 appartengono a una nuova generazione di farmaci ipolipemizzanti e sono anticorpi monoclonali che riducono le lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue fino al 70%. I farmaci del gruppo tiazolidinedione aiutano a controllare il lavoro dei geni pro-infiammatori, ma devono essere assunti sotto stretto controllo. L'uso a lungo termine provoca complicazioni coronariche.

Per la prevenzione e il trattamento dell'iperomocisteinemia, puoi assumere acido folico e preparati di acido nicotinico. Le vitamine B12 e B6 hanno anche un effetto positivo sull'abbassamento dei livelli di omocisteina, migliorano la nutrizione dei tessuti e aiutano a migliorare il funzionamento del sistema circolatorio..

Fibrati o derivati ​​dell'acido fibrico accelerano l'utilizzo dei grassi attivando la lipoproteina lipasi. Come risultato dell'assunzione di farmaci, non solo aumenta il tasso di ossidazione dei lipidi, ma anche il metabolismo del glucosio. I fibrati migliorano la nutrizione vascolare e prevengono la rottura della placca aterosclerotica.

Le formulazioni di trigliceridi Omega-3 hanno diversi effetti:

  • antinfiammatorio;
  • ipolipemizzante;
  • immunomodulante;
  • antipiastrinica;
  • anticoagulante.

Sono utilizzati attivamente sia nella terapia tradizionale che per la profilassi quando il colesterolo totale è elevato. L'uso regolare aiuta a ridurre il rischio di sviluppare complicanze dell'aterosclerosi come infarto e ictus.

Tutti i farmaci per l'aterosclerosi devono essere assunti continuamente e nel dosaggio prescritto dal medico..

Prevenzione delle malattie

La prevenzione primaria dell'aterosclerosi inizia con l'identificazione dei fattori dei disturbi del metabolismo lipidico e del rischio di sviluppare la malattia nel paziente. I mezzi di prevenzione primaria includono:

  • aumento dell'attività fisica;
  • aderenza a una corretta alimentazione;
  • smettere di fumare, bere alcolici;
  • trattamento della dislipidemia;
  • controllo del livello di pressione;
  • sbarazzarsi del peso in eccesso;
  • trattamento del diabete e dell'ipertensione (se presente).

È necessario escludere dalla dieta cibi contenenti una grande quantità di grassi animali, spezie, sale, conservanti. Più frutta e verdura fresca (almeno 400 g al giorno), frutti di mare, noci, pesce, miele, cereali vengono introdotti nel menu del giorno. Questi alimenti supportano la regolazione naturale dei livelli di zucchero nel sangue e di colesterolo, la perdita di peso e il benessere generale..

La prevenzione secondaria dell'aterosclerosi include l'uso di farmaci e cambiamenti dello stile di vita volti a ridurre il rischio di complicanze, ricadute e sviluppo di malattie con malattie cardiovascolari esistenti. Con diabete mellito, aneurisma aortico, aterosclerosi carotidea sintomatica, ecc. In termini di rischio equivalente, il rispetto delle condizioni di prevenzione secondaria è obbligatorio, da allora il rischio di sviluppare complicanze aumenta al 75%.

Complicazioni della malattia

Il principale pericolo di aterosclerosi sono le sue complicanze. A causa del ridotto apporto di sangue, i tessuti del corpo iniziano a ricevere meno ossigeno e sostanze nutritive, il che porta allo sviluppo di ischemia. L'ischemia prolungata provoca la morte cellulare e l'insufficienza d'organo.

Le complicanze più comuni della malattia includono:

  • cardiopatia ischemica;
  • infarto del miocardio (si verifica con danni alle arterie coronarie nel 95% dei casi);
  • attacco ischemico transitorio;
  • insufficienza mesenterica secondaria;
  • trombosi mesenterica;
  • aneurisma aortico;
  • cancrena intestinale;
  • fallimento renale cronico.

Un insufficiente apporto di sangue al cervello provoca lo sviluppo di:

  • deviazioni mentali (disturbi della memoria, disorientamento nel tempo e nello spazio, diminuzione dell'intelligenza, disturbi emotivi, ecc.);
  • infarto cerebrale;
  • ictus emorragico.

Le conseguenze di un ictus non sono solo disturbi mentali irreversibili, ma anche disabilità. L'aterosclerosi degli arti inferiori può portare a cancrena e perdita della gamba colpita.

L'aterosclerosi si riferisce a malattie croniche del sistema cardiovascolare, che è caratterizzato dalla deposizione di placche di colesterolo sulle pareti interne dei vasi sanguigni. Lo sviluppo della malattia può portare al blocco completo del lume del vaso e allo sviluppo di ischemia tissutale. Ci sono molte ragioni per la comparsa dell'aterosclerosi: è eredità, dieta scorretta, traumi e stress frequente. Se si sospetta aterosclerosi, vengono prescritti studi di laboratorio e strumentali per identificare il tipo di lesione, la dimensione e la natura delle placche e la tendenza a sviluppare complicanze. Il paziente può essere inoltre inviato per la consultazione con specialisti ristretti (oftalmologo, neurologo, cardiologo, ecc.) Dopo l'esame. Il trattamento della malattia è sempre complesso e consiste in cambiamenti nello stile di vita, terapia farmacologica e dieta costante..


Articolo Successivo
Ricerca sulla pressione sanguigna