Conduzione atrioventricolare: che cos'è


Conduzione atrioventricolare: che cos'è

Conduttività nel cuore, suo rallentamento, violazione: cause, localizzazione, cosa è pericoloso

La conduttività del muscolo cardiaco è un concetto che riflette la conduzione dell'eccitazione lungo le sezioni del sistema di conduzione, che è rappresentato dal nodo senoatriale nell'atrio destro, che conduce le fibre nella parete atriale, nodo atrioventricolare tra atri e ventricoli e due gambe del fascio di His nello spessore dei ventricoli, che terminano in fibre di Purkinje. Un segnale elettrico nasce nelle cellule del nodo senoatriale e passa attraverso queste strutture in sequenza, portando all'eccitazione prima degli atri e poi dei ventricoli. Ciò favorisce un'efficace espulsione del sangue dal cuore all'aorta..
il lavoro del sistema di conduzione cardiaca, sono indicati i suoi componenti chiave

Normalmente, la frequenza cardiaca viene eseguita a una frequenza di 60-80 battiti al minuto. Un ritardo nella conduzione degli impulsi, che può verificarsi in qualsiasi parte del muscolo cardiaco, porta al fatto che il blocco cardiaco completo o parziale si sviluppa da una frequenza normale. Le ragioni di ciò possono essere sia abbastanza innocue che dovute a gravi malattie cardiache..

È necessario distinguere tra i concetti di "decelerazione" e "violazione" della conduttività. Ad esempio, se un paziente ha visto nel referto ECG una frase come "la conduzione atrioventricolare è rallentata", significa che ha episodi di blocco atrioventricolare di grado 1.

Il rallentamento della conduzione indica che il paziente ha un blocco di 1 grado, in linea di principio, non pericoloso al momento, ma con un'alta probabilità di progredire al blocco di 2 e 3 gradi, che può già rappresentare una minaccia per la salute e persino per la vita.

Se il protocollo ECG si occupa di disturbi della conduzione, significa che il paziente ha un blocco corrispondente di 2 o 3 gradi.

La violazione della conduzione del cuore può essere completa, quando l'impulso non viene condotto affatto attraverso l'una o l'altra parte del cuore, o parziale (incompleto), quando l'impulso viene condotto, ma con un ritardo. I blocchi completi sono molto più pericolosi di quelli incompleti.

Blocco senoatriale

Il blocco senoatriale (blocco SA) è caratterizzato da un rallentamento e da una periodica interruzione della propagazione degli impulsi individuali prodotti dal nodo SA agli atri. Il disturbo della conduzione è localizzato nella regione della giunzione CA, ad es. nella zona di confine tra il nodo CA e il miocardio atriale.

Esistono tre gradi di blocco CA, tuttavia, secondo l'ECG12, il blocco di II grado viene diagnosticato in modo affidabile

, che è caratterizzato da episodi intermittenti di completa cessazione della conduzione di uno o più impulsi sinusali consecutivi agli atri.

Segni dell'ECG di blocco SA di II grado

sono (Fig. 3.72):

1. ritmo sinusale, ma irregolare: cicli cardiaci periodicamente separati (onde P e complessi QRST).

2. Gli intervalli P - R estesi durante le pause (che bloccano l'impulso) hanno una durata uguale o leggermente inferiore a 2 intervalli P - R (meno spesso 3-4 intervalli P - R).

3. Dopo lunghe pause, l'intervallo P - P viene gradualmente ridotto.

4. Durante le lunghe pause, possono comparire complessi e ritmi che scivolano lentamente (Fig. 3.72, b).

Il blocco SA di III grado è caratterizzato dalla completa cessazione degli impulsi dal nodo SA agli atri. Questo grado di blocco è riconosciuto durante l'EPI; su un normale ECG12, viene registrato solo uno dei ritmi di sostituzione lenti.

Le cause più comuni del blocco CA sono:

  • danno organico agli atri (con infarto miocardico acuto, malattia coronarica cronica, miocardite, difetti cardiaci, ecc.);
  • intossicazione con farmaci digitalici, chinidina, sovradosaggio di beta-bloccanti, calcio antagonisti e altri farmaci;
  • grave vagotonia.

Blocco atriale (intra-atriale)

Il blocco atriale (intra-atriale) è una violazione della conduzione di un impulso elettrico attraverso il sistema di conduzione atriale.

Il meccanismo principale di questo tipo di disturbo della conduzione è il rallentamento o l'arresto della conduzione lungo il fascio di Bachmann (dal nodo SA al LA).

Esistono tre gradi di blocco atriale (intra-atriale):

  • Grado di blocco
    - rallentando la condotta;
  • II grado
    - blocco periodicamente alzantesi di conduzione di impulso a LP;
  • III grado (blocco completo)
    - completa cessazione della conduzione e disaccoppiamento dell'attivazione di entrambi gli atri (dissociazione atriale).

Le cause più comuni di blocco CA sono il danno atriale organico in varie malattie cardiache, nonché l'intossicazione da farmaci digitalici, chinidina, sovradosaggio di beta-bloccanti, calcio antagonisti e altri farmaci.

Segni ECG di blocco atriale:

Grado di blocco

1. Aumento costante (in ogni ciclo cardiaco) della durata dell'onda P nelle derivazioni degli arti (più di 0,11 s).

2. Clivaggio o dentellatura delle onde P (segno intermittente).

II grado di blocco

1. Un graduale aumento della durata e della scissione dell'onda P nelle derivazioni degli arti.

2. Scomparsa periodica della fase atriale sinistra dell'onda P nella derivazione V1.

III grado di blocco

Figura: 3.72. Blocco senoatriale incompleto (a) e complesso scivolante sullo sfondo del blocco senoatriale (b)
Figura: 3.73. Blocco atriale (intraatriale) di 1 ° grado. La scissione permanente dell'onda P è evidente
Figura: 3.74. Blocco atriale (intra-atriale) di II grado. La freccia indica il momento in cui si verifica il blocco massimo di conduzione (scissione dell'onda P II e scomparsa della seconda fase negativa dell'onda P V1)

Blocco atrioventricolare

Il blocco atrioventricolare (blocco AV) è una violazione della conduzione di un impulso elettrico dagli atri ai ventricoli.

Ci sono diversi motivi per il verificarsi di blocchi AV:

  • cardiopatie organiche: malattia coronarica cronica, cardiosclerosi, infarto miocardico acuto, miocardite, difetti cardiaci, cardiomiopatia;
  • intossicazione da digitale, farmaci chinidinici, sovradosaggio di beta-bloccanti, verapamil e altri farmaci antiaritmici;
  • grave vagotonia (per alcuni casi di blocco AV di 1 ° grado).
  • fibrosi idiopatica e calcificazione del sistema di conduzione cardiaca (malattia di Lenegra);
  • fibrosi e calcificazione del setto interventricolare (IVS), nonché anelli della valvola mitrale e aortica (malattia di Levy).

Se possibile, la diagnosi di blocco AV dovrebbe includere tre classificazioni:

1. Stabilità del blocco AV:

  • transitorio (transitorio);
  • intermittente (intermittente);
  • cronico (persistente).

2. Livello di blocco topografico (Fig. 3.75):

  • prossimale (a livello degli atri o del nodo AV);
  • distale (il tronco del fascio dei Suoi o dei suoi rami); questo tipo di blocco è il prognostico più sfavorevole.

3. Il grado di blocco:

  • I grado di blocco AV (incompleto) -
    questo è un rallentamento della conduzione a qualsiasi livello del sistema di conduzione cardiaca;
  • Blocco AV di II grado (incompleto) -
    è un deterioramento graduale o improvviso della conduttività in qualsiasi parte del sistema di conduzione cardiaca con blocco completo periodico di uno (meno spesso 2-3) impulsi elettrici;
  • Blocco AV di III grado (completo)
    - cessazione completa della conduzione AV e funzionamento dei centri ectopici di II e III ordine.
Figura: 3.75. Diverse opzioni per la localizzazione dei blocchi AV. 1 - atriale prossimale, 2 - nodale prossimale, 3 - stelo distale e 4 - blocco AV distale a tre raggi

Se il grado di blocco AV è generalmente ben riconosciuto dai dati ECG12 e la loro stabilità si basa sui risultati del monitoraggio Holter ECG 24 ore su 24, allora per una verifica affidabile del livello di blocco, è necessario l'EPI intracardiaco, in particolare l'elettrografia a fascio His (vedi sotto). Di seguito sono riportati i segni dell'ECG del blocco AV di grado I - III.

Blocco AV di 1 ° grado. Con tutte le forme di blocco AV di I grado 1) viene mantenuto il ritmo sinusale corretto e 2) si verifica un aumento dell'intervallo P - Q (R) di oltre 0,20 s (più di 0,22 s - con bradicardia o più di 0,18 s - con tachicardia)... Forma prossimale nodale

rappresenta circa il 50% di tutti i casi di blocco AV di 1 ° grado. Due segni ECG caratterizzano questo tipo di blocco (Fig. 3.76):

1. Un aumento della durata dell'intervallo P - Q (R), principalmente a causa del segmento P - Q (R).

2. Durata normale delle onde P e dei complessi QRS.

Figura: 3.76. Blocco AV di 1 ° grado (forma nodulare)

Forma prossimale atriale (Fig. 3.77):

1. La durata dell'intervallo P - Q (R) è aumentata principalmente a causa della durata dell'onda P (più di 0,11 s).

2. L'onda P è spesso divisa.

3. La durata del segmento P - Q (R) non è superiore a 0,10 s.

4. Complessi QRS di forma e durata normali.

Figura: 3.77. Blocco AV di 1 ° grado (forma atriale)

Forma distale (tre raggi) di blocco (Fig. 3.78):

1. La durata dell'intervallo P - Q (R) viene aumentata.

2. La durata dell'onda P non supera 0,11 s.

3. I complessi QRS sono allargati (più di 0,12 s) e deformati come un blocco a due raggi nel sistema His.

Figura: 3.78. Blocco AV di 1 ° grado (distale, forma a tre raggi)

Blocco AV di 2 ° grado. Con tutte le forme di blocco AV di 2 ° grado: 1) il ritmo sinusale rimane, ma nella maggior parte dei casi non è corretto, e 2) la conduzione degli impulsi elettrici individuali dagli atri ai ventricoli è periodicamente completamente bloccata (non c'è complesso QRST dopo l'onda P).

Tipo I o Mobitz tipo I.

(più comune con
forma nodale
blocco). I blocchi AV di questo tipo sono caratterizzati da due segni ECG (Fig. 3.79):

1. Graduale, da un complesso all'altro, un aumento della durata dell'intervallo P - Q (R), che viene interrotto dal prolasso del complesso ventricolare QRST (mantenendo l'onda P sull'ECG).

2. Dopo la perdita del complesso QRST, viene nuovamente registrato un intervallo P - Q (R) normale o leggermente allungato. Quindi tutto si ripete (periodici di Samoilov-Wenckebach). Il rapporto tra onde P e complessi QRS registrati sull'ECG è solitamente 3: 2, 4: 3, ecc..

Figura: 3.79. Blocco AV II grado (tipo I Mobitz, 3: 2). La freccia indica il prolasso del complesso ventricolare

Il tipo II o il tipo II Mobitz è più comune nella forma distale

blocco. I segni dell'ECG di questo tipo di blocco sono i seguenti (Fig. 3.80):

1.Regolare (come 3: 2; 4: 3; 5: 4; 6: 5, ecc.) O perdita disordinata del complesso QRST (mantenendo l'onda P).

2. La presenza di un intervallo P - Q (R) permanente (normale o prolungato) senza il suo progressivo allungamento.

3. Qualche volta - espansione e deformazione del complesso QRS.

Figura: 3.80. Blocco AV di II grado (tipo II Mobitz) con presenza di intervallo P - Q normale (a) o aumentato (b) costante (R)

Il blocco AV di II grado di tipo 2: 1 è caratterizzato (Fig. 3.81):

1. Perdita di ogni secondo complesso QRST mantenendo il ritmo sinusale corretto.

2. Intervallo normale o esteso P - Q (R).

3. Con la forma distale di blocco, è possibile l'espansione e la deformazione del complesso QRS ventricolare (segno non permanente).

Figura: 3.81. Tipo di blocco AV di II tipo 2: 1

Blocco AV progressivo di grado II (Fig. 3.82):

1. Perdita di due o più complessi QRST ventricolari consecutivi mantenendo l'onda P atriale in posizione. La perdita può essere regolare (come il blocco AV 3: 1; 4: 1; 5: 1; 6: 1, ecc.) o disordinato.

2. La presenza di un intervallo costante (normale o prolungato) P - Q (R) (in quei complessi in cui l'onda P non è bloccata).

3. Espansione e deformazione del complesso QRS ventricolare (segno variabile).

4. In presenza di grave bradicardia, è possibile la comparsa di contrazioni e ritmi sostitutivi (scivolamento) (segno non permanente).

Figura: 3.82. Blocco AV progressivo di grado II, tipo 3: 1

Blocco atrioventricolare di III grado (completo). Tutte le forme di blocco AV di grado III persistono: 1) separazione completa dei ritmi atriali e ventricolari (dissociazione atrioventricolare) e 2) ritmo ventricolare regolare.

Nella forma prossimale

Blocco AV III grado ectopico
il pacemaker si trova nella giunzione AV sotto il sito di blocco. L'ECG mostra i seguenti segni (Fig. 3.83):
1. Completa separazione dei ritmi atriali e ventricolari (dissociazione atrioventricolare).

2. Gli intervalli Р - Р e R - R sono costanti, ma gli intervalli R - R sono maggiori di Р - Р.

3. Il numero di contrazioni ventricolari varia da 40 a 60 al minuto.

4. I complessi QRS ventricolari sono poco modificati (non dilatati, stretti).

Figura: 3.83. ECG per blocco AV prossimale di grado III

Con forma distale (trifascicolare)

Blocco AV di III grado, la fonte del ritmo ectopico dei ventricoli si trova in uno dei rami del ramo del fascio. I segni dell'ECG del blocco AV distale di grado III sono (Fig. 3.84):

1. Completa separazione dei ritmi atriali e ventricolari (dissociazione atrioventricolare).

2. Gli intervalli Р - Р e R - R sono costanti, ma gli intervalli R - R sono maggiori di Р - Р.

3. Il numero di contrazioni ventricolari non supera i 40-45 al minuto.

4. I complessi QRS ventricolari sono allargati e deformati.

Figura: 3.84. ECG per blocco AV di grado III distale

La sindrome di Frederick è una combinazione di blocco AV completo con fibrillazione atriale o flutter atriale. Con questa sindrome, c'è eccitazione e contrazione frequenti e irregolari e caotiche dei singoli gruppi di fibre muscolari degli atri. Tuttavia, la conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli è completamente interrotta. Questi ultimi sono stimolati regolarmente da un pacemaker situato nella giunzione AV o nel sistema di conduzione dei ventricoli.

La sindrome di Federico indica la presenza di gravi cardiopatie organiche, accompagnate da processi sclerotici, infiammatori o degenerativi nel miocardio (malattia coronarica cronica, infarto miocardico acuto, cardiomiopatia, miocardite).

I segni dell'ECG di questa sindrome sono (Fig. 3.85):

1. Assenza di onde P sull'ECG, al posto delle quali vengono registrate le onde di fibrillazione atriale (f) o flutter (F) degli atri.

2. Ritmo dei ventricoli di origine non sinusale (ectopico: nodulare o idioventricolare).

3. Gli intervalli R - R sono costanti (ritmo corretto).

4. Il numero di contrazioni ventricolari non supera i 40-60 al minuto.

Figura: 3.85. Sindrome di Frederick (combinazione di fibrillazione atriale e blocco AV completo)

Violazione della conduzione senoatriale

In un altro modo, si chiama blocco senoatriale. L'impulso elettrico che ha origine nel nodo del seno non può raggiungere completamente gli atri e la loro eccitazione avviene con un ritardo. Si trova spesso in persone sane e non richiede un trattamento attivo, ma può verificarsi anche in malattie organiche del tessuto cardiaco.

Le ragioni:

  • Distonia neurocircolatoria con un effetto predominante sul nodo del seno del nervo vago, che può rallentare il battito cardiaco,
  • Cuore ingrandito (ipertrofico) negli atleti,
  • Sovradosaggio di glicosidi cardiaci (strophanthin, korglikon, digossina) utilizzati nel trattamento di altri tipi di aritmie,
  • Vari difetti cardiaci,
  • Ischemia miocardica.

Sintomi:

  1. Con disturbi della conduzione parziale, i sintomi si verificano raramente,
  2. Con una violazione completa della conduzione, c'è una sensazione di interruzioni nel cuore, disagio al petto, vertigini causati da un deterioramento dell'afflusso di sangue al cervello a causa di rare contrazioni cardiache,
  3. Il polso diventa raro - meno di 50 al minuto.

ECG per blocco senoatriale - prolasso della contrazione atriale e ventricolare (complesso PQRS)

Decelerazione della conduzione intra-atriale

Il blocco intra-atriale non rappresenta una minaccia diretta per la vita, tuttavia, la sua presenza in un paziente può indicare che ha un alto rischio di fibrillazione atriale, che può portare a complicazioni pericolose.

fibrillazione atriale - una complicanza pericolosa della conduzione intra-atriale

Le ragioni:

Sintomi:

  1. Di norma, un rallentamento della conduzione intra-atriale non ha sintomi specifici e si manifesta solo su un ECG,
  2. I sintomi della malattia causale sono caratteristici: mancanza di respiro quando si cammina oa riposo, edema degli arti inferiori, scolorimento bluastro della pelle, dolore al petto, ecc..

Violazione della conduzione lungo il nodo atrioventricolare

Il blocco AV di 1 e 2 gradi significa che la conduzione dell'eccitazione ai ventricoli dagli atri è ritardata, ma gli impulsi raggiungono comunque i ventricoli. Il blocco completo di 3 gradi indica che non passa un singolo impulso ai ventricoli e si contraggono separatamente dagli atri. Questa è una condizione pericolosa poiché il 17% di tutte le morti cardiache improvvise è dovuto al blocco di grado 3.

Le ragioni:

    Di norma, il blocco atrioventricolare si sviluppa con difetti, cardiopatia ischemica, nel periodo acuto dell'infarto miocardico, con miocardite (danno miocardico infiammatorio), cardiosclerosi (sostituzione del muscolo cardiaco normale con tessuto cicatriziale a causa di infarto miocardico, miocardite),

Sintomi:

  1. Il blocco di 1 e 2 gradi potrebbe non essere sintomatico se c'è una leggera diminuzione della frequenza cardiaca (50-55 al minuto),
  2. Con un blocco di 3 gradi, oltre a una bradicardia significativa (meno di 40 al minuto), si sviluppano attacchi di Morgagni - Edems - Stokes (attacchi di MES): debolezza improvvisa, sudore freddo, stordimento e perdita di coscienza per alcuni secondi. Le convulsioni sono possibili a causa dell'esaurimento del flusso sanguigno nei vasi del cervello. Un attacco richiede un trattamento di emergenza, poiché può causare un arresto cardiaco completo e la morte.

L'ECG mostra il prolasso dei complessi ventricolari a una frequenza normale delle contrazioni atriali (il numero di onde P è maggiore del numero di complessi QRS)

Un estratto che caratterizza la conduzione atrioventricolare

Dolgorukov, uno dei più accesi sostenitori dell'offensiva, è appena rientrato dal consiglio, stanco, sfinito, ma vivace e fiero della sua vittoria. Il principe Andrey presentò l'ufficiale che proteggeva, ma il principe Dolgorukov, stringendogli la mano educatamente e con fermezza, non disse nulla a Boris e, ovviamente incapace di trattenersi dall'esprimere quei pensieri che più di tutti lo occupavano in quel momento, si rivolse al principe Andrey in francese. - Bene, mia cara, che battaglia abbiamo resistito! Dio concede solo che ciò che ne sarà una conseguenza sarà ugualmente vittorioso. Tuttavia, mia cara, "disse frammentariamente e animatamente," devo ammettere la mia colpa agli austriaci, e specialmente a Weyrother. Che precisione, che dettaglio, che conoscenza del territorio, che lungimiranza di tutte le possibilità, tutte le condizioni, tutti i più piccoli dettagli! No, mia cara, è impossibile inventare deliberatamente qualcosa di più vantaggioso delle condizioni in cui ci troviamo. Unire la chiarezza austriaca al coraggio russo: cosa vuoi di più? - Quindi l'offensiva è finalmente decisa? - ha detto Bolkonsky. «E sai, mia cara, mi sembra che Buonaparte abbia decisamente perso il latino. Sai che oggi è stata ricevuta una sua lettera all'imperatore. - Dolgorukov sorrise in modo significativo. - Ecco come! Cosa sta scrivendo? Ha chiesto Bolkonsky. - Cosa può scrivere? Tradiridira, ecc., Tutto solo per guadagnare tempo. Ti dico che è nelle nostre mani; È giusto! Ma qual è la cosa più divertente ", ha detto, ridendo improvvisamente bonariamente," è che non sono riusciti a capire come rivolgersi a lui con una risposta? Se non il console, ovviamente non l'imperatore, allora il generale Buonaparte, come mi sembrava. "Ma c'è una differenza tra non riconoscere l'imperatore e chiamare il generale Buonaparte", ha detto Bolkonsky. "Questo è solo il punto", disse velocemente Dolgorukov, ridendo e interrompendo. - Sai Bilibin, è una persona molto intelligente, ha suggerito rivolgendosi: "all'usurpatore e nemico del genere umano". Dolgorukov rise allegramente. - Non piu? - ha osservato Bolkonsky. - Ma lo stesso Bilibin ha trovato un titolo serio dell'indirizzo. E una persona spiritosa e intelligente. - Come? "Al capo del governo francese, au chef du gouverienement francais", ha detto seriamente e con piacere il principe Dolgorukov. - Non va bene? "Bene, ma non gli piacerà molto", ha osservato Bolkonsky. - Oh, e molto! Mio fratello lo conosce: ha cenato con lui più di una volta, con l'attuale imperatore, a Parigi e mi ha detto che non aveva mai visto un diplomatico più raffinato e furbo: sai, una combinazione di destrezza francese e recitazione italiana? Conosci i suoi aneddoti con il conte Markov? Solo il conte Markov sapeva come trattarlo. Conosci la storia del velo? È adorabile! E il loquace Dolgorukov, rivolgendosi ora a Boris, ora al principe Andrey, raccontò come Bonaparte, volendo mettere alla prova Markov, il nostro inviato, gli fece cadere di proposito il fazzoletto davanti a lui e si fermò, guardandolo, probabilmente aspettandosi un servizio da Markov e come Markov immediatamente Lasciò cadere il fazzoletto accanto a sé e sollevò il suo, senza sollevare quello di Bonaparte. - Incantatore, [Affascinante,] - disse Bolkonsky, - ma è quello che, principe, sono venuto da te come petizioni per questo giovane. Vedi cosa?... Ma il principe Andrea non fece in tempo a finire, quando entrò nella stanza l'aiutante, che chiamò il principe Dolgorukov all'imperatore. - Oh che peccato! - disse Dolgorukov, alzandosi in fretta e stringendo la mano al principe Andrey e Boris. - Sai, sono molto felice di fare tutto ciò che dipende da me, sia per te che per questo adorabile giovane. Strinse ancora una volta la mano di Boris con un'espressione di bonaria, sincera e vivace frivolezza. - Ma vedi... fino a un'altra volta! Boris era preoccupato per la vicinanza al potere superiore, in cui si sentiva in quel momento. Si riconosceva qui a contatto con quelle sorgenti che guidavano tutti quei tremendi movimenti delle masse, di cui nel suo reggimento si sentiva una parte piccola, sottomessa e insignificante. Uscirono nel corridoio dopo il principe Dolgorukov e incontrarono un uomo basso in abiti civili che usciva (dalla porta della stanza del sovrano in cui era entrato Dolgorukov), con un viso intelligente e una linea affilata della mascella protesa in avanti, che, senza rovinarlo, gli conferiva una vivacità speciale e intraprendenza di espressione. Quest'uomo basso annuì come al suo Dolgoruky e iniziò a fissare con uno sguardo freddo il principe Andrey, camminando dritto verso di lui e apparentemente aspettandosi che il principe Andrey si inchinasse a lui o gli desse un modo. Il principe Andrea non ha fatto né l'uno né l'altro; la rabbia fu espressa sul suo volto e il giovane, voltandosi dall'altra parte, camminò lungo il lato del corridoio. - Chi è? Chiese Boris. - Questa è una delle persone più meravigliose, ma per me più spiacevoli. Questo è il ministro degli Affari esteri, il principe Adam Czartorizhsky. “Queste sono le persone”, disse Bolkonsky con un sospiro, che non riuscì a reprimere mentre lasciavano il palazzo, “queste sono le persone che decidono il destino dei popoli. Il giorno successivo, le truppe partirono per una campagna e Boris non ebbe il tempo di visitare né Bolkonsky né Dolgorukov fino alla battaglia di Austerlitz, e rimase per un po 'nel reggimento Izmailovsky. All'alba del 16, lo squadrone di Denissov, in cui prestava servizio Nikolai Rostov, e che era nel distaccamento del principe Bagration, passò dal pernottamento al lavoro, come si diceva, e, dopo essere passato a circa un miglio dietro le altre colonne, fu fermato sulla strada maestra. Rostov vide come passarono i cosacchi, il 1 ° e il 2 ° squadrone di ussari, battaglioni di fanteria con artiglieria e passarono i generali Bagration e Dolgorukov con i loro aiutanti. Tutta la paura che lui, come prima, aveva provato prima del caso; tutta la lotta interiore attraverso la quale ha vinto questa paura; tutti i suoi sogni su come si sarebbe distinto come ussaro in questa faccenda erano vani. Il loro squadrone fu lasciato in riserva e Nikolai Rostov trascorse quella giornata annoiato e triste. Alle 9 del mattino, udì gli spari davanti a lui, grida di evviva, vide i feriti riportati indietro (non erano molti) e, infine, vide come in mezzo a cento cosacchi guidavano un intero distaccamento di cavalieri francesi. Ovviamente era finita, ed era ovviamente piccola, ma felice. I soldati e gli ufficiali di ritorno raccontarono della brillante vittoria, della cattura della città di Vischau e della cattura di un'intera squadriglia francese. La giornata era limpida, soleggiata, dopo una forte gelata notturna, e l'allegro splendore della giornata autunnale coincideva con la notizia della vittoria, che era trasmessa non solo dalle storie di coloro che vi partecipavano, ma anche dall'espressione gioiosa sui volti di soldati, ufficiali, generali e aiutanti che cavalcavano lì e da lì oltre Rostov... Tanto più doloroso il cuore di Nicola, che aveva sofferto inutilmente tutta la paura che aveva preceduto la battaglia, e che aveva trascorso questa allegra giornata inattivo.

Disturbo della conduzione intraventricolare

Questo tipo include blocchi di branca completi o incompleti. Se c'è una violazione della conduzione ventricolare lungo la gamba destra del fascio di His, allora la contrazione del ventricolo destro soffre, se a sinistra, quindi, rispettivamente, a sinistra.

Le ragioni:

  • Il blocco incompleto della gamba destra può verificarsi in persone sane,
  • Nei bambini, una finestra ovale aperta nel cuore può portare a un disturbo locale della conduzione intraventricolare.,
  • Il blocco completo di una qualsiasi delle gambe indica una malattia cardiaca, ad esempio ipertrofia (proliferazione e ispessimento) del miocardio con difetti valvolari, malattia coronarica, infarto miocardico acuto, ipertrofia miocardica nelle malattie broncopolmonari (bronchite ostruttiva, asma bronchiale, bronchiectasie), miocardite, postinfocardite cardiosclerosi, cardiomiopatia.

tipi di blocco intraventricolare - disturbi della conduzione lungo le gambe del fascio di His

Sintomi:

  1. Il disturbo della conduzione parziale può non manifestarsi clinicamente,
  2. Il blocco completo è caratterizzato da sintomi come polso raro, dolore toracico, perdita di coscienza,
  3. Se un paziente ha improvvisamente forti dolori pressanti dietro lo sterno, grave debolezza, sudore freddo, una sensazione di vertigini, un polso raro e l'ECG rivela un blocco sinistro completo, molto probabilmente, si sviluppa un infarto miocardico acuto, "mascherato" sull'ECG per il blocco. È in relazione all'impossibilità di determinare un attacco di cuore su un singolo ECG con tali reclami che è necessario il ricovero urgente.

Disturbo aspecifico della conduzione intraventricolare

- questo sta bloccando l'impulso nelle parti più distanti del muscolo cardiaco - nelle fibre di Purkinje. Le ragioni sono le stesse malattie dei blocchi del fascio di His, i segni sull'ECG sono minimi e i sintomi clinici non si presentano.

L'ECG mostra complessi ventricolari deformati

Quindi, nella maggior parte dei casi, la diagnosi di "violazione della conduzione intraventricolare" in persone relativamente sane è una variante della norma ed è dovuta al blocco incompleto del ramo destro del fascio..

Come determinare visivamente il blocco del fascio sinistro e destro del suo fascio su un nastro ECG

Cosa guardare sul cardiogramma

Per molti anni, lottando senza successo con l'IPERTENSIONE?

Responsabile dell'Istituto: “Rimarrai stupito di quanto sia facile curare l'ipertensione assumendo ogni giorno...

Una caratteristica completa di questa patologia può essere presentata su un elettrocardiogramma (ECG). Sul nastro ECG risultante, i risultati vengono registrati su diversi grafici corrispondenti a tre derivazioni standard degli arti (I, II, III), tre derivazioni degli arti potenziate (aVL, aVR, aVF) e sei derivazioni toraciche (da V1 a V6).

Indicatori normali

Un elettrocardiogramma, che indica l'assenza di cambiamenti patologici nel cuore, include necessariamente la presenza di onde P, T, complessi QRS ventricolari e tutti gli intervalli e segmenti sotto forma di fusione dolcemente l'uno nell'altro e formati da una linea continua di deviazioni dalla linea isoelettrica.

Inoltre, gli elementi elencati devono soddisfare determinati parametri, che il medico calcola autonomamente in secondi e millimetri con un righello speciale e valuta anche visivamente. I parametri di un normale ECG includono:

  1. Ritmo corretto (in qualsiasi derivazione, qualsiasi intervallo RR è uguale o differisce di non più del 10% dalla media aritmetica di tutti gli intervalli RR adiacenti).
  2. La frequenza cardiaca è compresa tra 60 e 90 battiti al minuto.
  3. Il nodo senoatriale funziona come il principale driver della frequenza cardiaca (ci sono onde P positive nelle derivazioni II e III - sopra le isoline - onde P, situate di fronte a tutti i complessi QRS).
  4. Nessuna decelerazione o accelerazione della conduzione delle fibre muscolari (l'ampiezza dell'onda P è inferiore a 0,10 secondi, l'intervallo PQ è compreso tra 0,120 e 0,20 secondi, il complesso QRS è compreso tra 0,080 e 0,120 secondi).
  5. L'asse elettrico del cuore è compreso tra +30 e +60 gradi.
  6. Parametri normali dell'onda P atriale (durata fino a 0,10 secondi; altezza fino a 2,5 mm; necessariamente positivo nelle derivazioni I, II, aVF, V2-V6; sempre negativo - al di sotto dell'isolina - nella derivazione aVR; a forma di cupola, senza dentellatura e biforcazione in due spicchi).
  7. Parametri normali del complesso QRS (durata totale 0,080-0,120 secondi; la durata dell'onda Q è inferiore o uguale a 0,030 secondi e l'ampiezza è un quarto dell'altezza dell'onda R).
  8. Parametri normali del segmento RS-T (il segmento deve essere posizionato sul contorno neutro, senza frastagliature).
  9. Parametri normali dell'onda T (devono essere sempre positivi nelle derivazioni I, II, aVF, V2-V6, non dentati, senza biforcazione; sempre negativi nelle derivazioni aVR).
  10. L'intervallo QT è sull'isoline, dritto.

Patologia del lato destro

Questa variante della lesione della conduzione di un impulso lungo il fascio di His è molto più comune. I segni di un ECG che caratterizzano un blocco completo del ramo destro del fascio includono:

  • Aumento della durata del complesso QRS di oltre 0,120 secondi.
  • La presenza di un'onda S continua deformata nelle derivazioni V4-V6.
  • La presenza di una divisione in tre fasi (simile alla lettera "M") QRS nelle derivazioni V1-V3.

Parlando dei segni di blocco incompleto del blocco di branca destro, vale la pena notare l'assenza di un complesso QRS patologicamente lungo sull'ECG (la sua lunghezza è normale o è al limite superiore della norma nell'intervallo da 0,090 a 0,110 secondi), ma la presenza di tre fasi nella valutazione visiva della forma dei complessi ventricolari.

Lato sinistro

La gamba sinistra nella sua struttura ha rami anteriori e posteriori, che si nutrono di sangue da vari vasi arteriosi. Di norma, una violazione del passaggio di un impulso in questa sezione non è accompagnata da una forte espansione dei complessi QRS, come nel caso di danno alla gamba destra, ma fornisce un'immagine vivida della deviazione dell'asse cardiaco elettrico sul piano frontale.

I segni visivi del blocco completo (che interessa entrambi i rami) della gamba sinistra sull'ECG includono:

  • Potrebbe esserci un allungamento del complesso ventricolare superiore a 0,120 secondi.
  • La presenza di onde S continue e profonde nelle derivazioni V4-V6.
  • La presenza di onde R lunghe e deformate in derivazione I, aVL e V5-V6.
  • Assenza di Q sui grafici I, V5-V6.

Il blocco del ramo anteriore della gamba sinistra del Suo si presenta così:

  • Una pronunciata deviazione dell'asse cardiaco sul lato sinistro (da -30 a -90 gradi).
  • Complesso ventricolare di durata normale.
  • Piccole onde R combinate con onde S profonde in II, III e aVF.
  • Piccole onde Q in I e aVL.

Perché dai da mangiare alle farmacie, se l'ipertensione, come il fuoco, ha paura del solito...

Tabakov ha scoperto un rimedio unico per l'ipertensione! Per ridurre la pressione preservando i vasi, aggiungere a...

Il blocco del ramo posteriore della gamba sinistra dei suoi sguardi:

  • Una pronunciata deviazione dell'asse cardiaco sul lato destro (da +120 a +180 gradi).
  • Complesso ventricolare di durata normale.
  • Piccole onde Q combinate con onde R di ampiezza elevata in II, III e aVF.
  • Piccole onde R in I e aVL.

Per ulteriori informazioni sulla determinazione del blocco di branca destro o sinistro sui risultati dell'ECG, vedere il video:

Stabilire la diagnosi

Nella moderna cardiologia, il blocco delle gambe di His non è un'unità nosologica indipendente, ma caratterizza il sintomo elettrocardiografico della malattia passato nell'ICD (Classificazione internazionale delle malattie).

Se l'ECG rivela i segni di cui sopra che sono adatti per la descrizione di un blocco della gamba, il medico deve identificare la causa principale di questo disturbo del ritmo e fare una diagnosi in conformità con le raccomandazioni dello stato e considera il blocco stesso una manifestazione della malattia.

Ulteriori ricerche

Come sapete, non solo il metodo ECG, nonostante i suoi numerosi vantaggi, aiuta a identificare e chiarire la diagnosi in un paziente cardiopatico. Il medico può includere i seguenti tipi di ricerca nel piano di visita del paziente:

  • Installazione Holter per il monitoraggio quotidiano della frequenza cardiaca per rilevare la frequenza dell'aritmia, il grado della sua gravità.
  • EchoCG (ecocardiografia), che è una tecnica per rilevare i cambiamenti organici nei tessuti del cuore, le dimensioni delle sue camere, la funzione di contrattilità, la forza di espulsione del sangue.
  • TEEKG (elettrocardiografia transesofagea) in caso di inefficacia del consueto studio ECG.
  • MSCT - metodo di tomografia computerizzata multistrato.
  • Risonanza magnetica del cuore.

Trattamento

La terapia di questo tipo di disturbi del ritmo cardiaco inizia con un cambiamento nello stile di vita del paziente. Dovresti esporti a meno stress, impegnarti in un'attività fisica limitata, rilassarti di più all'aria aperta, rinunciare a tutte le intossicazioni abituali, aderire ai principi di una corretta alimentazione.

Il trattamento medico del blocco dei rami del fascio dipende interamente dalla cardiopatia organica, che è stata la ragione dello sviluppo dei disturbi del ritmo. Possono essere utilizzati i seguenti farmaci:

  1. Farmaci antipertensivi per la terapia sistematica e il controllo della pressione alta (ACE inibitori - lisinopril, ramipril, enalapril; bloccanti cardioselettivi dei recettori adrenergici - bisoprololo, atenololo, propranololo; antagonisti del recettore dell'angiotensinogeno - valsartan, losartan losartan; losartan).
  2. Agenti antipiastrinici per prevenire lo sviluppo di coaguli di sangue (Plavix, Clopidex, Plugril, Thrombotic ACC).
  3. Terapia antianginosa mirata alla cardiopatia ischemica (nitroglicerina, monocinque, isoket).
  4. Statine (simvastatina, atorvastatina, rosuvastatina) ipolipemizzanti e che prevengono lo sviluppo di placche aterosclerotiche.
  5. Diuretici (lasix, diuver).

Atrovent, berodual, baclazon, spiriva, berotek, foradil possono essere usati per malattie polmonari che hanno causato malattie cardiache polmonari e blocco delle gambe.

Oltre al trattamento farmacologico, viene utilizzata anche un'installazione chirurgica di un pacemaker, ma viene eseguita in assenza di un effetto positivo dei farmaci farmacologici.

Un blocco di branca, essendo un grave segno ECG di patologia cardiaca, richiede un'attenta osservazione del paziente da parte del medico curante e un atteggiamento non meno attento da parte del paziente stesso.

I disturbi del ritmo cardiaco sono spesso la causa della morte, questo è il motivo della necessità di rivolgersi immediatamente a un medico se ci si trova a sentire un'interruzione del battito cardiaco o palpitazioni cardiache.

Sindrome di Wolff-Parkinson-White (SVC - sindrome)

La conduzione dell'eccitazione attraverso il cuore può essere non solo rallentata, ma anche accelerata. Ciò è dovuto al funzionamento di percorsi aggiuntivi per l'impulso, con questa patologia dei fasci di Kent attraverso la connessione atrioventricolare. Di conseguenza, l'eccitazione viene trasmessa ai ventricoli molto più velocemente del normale, provocando la loro contrazione più frequente e, inoltre, gli impulsi si muovono nella direzione opposta agli atri, provocando tachicardia sopraventricolare.

Sull'ECG, la freccia indica un segno caratteristico della sindrome SVC - un'onda "delta" all'inizio del complesso ventricolare

La sindrome SVC è una malattia congenita, poiché normalmente percorsi aggiuntivi nel feto si chiudono dopo 20 settimane di gravidanza. Nel caso della sindrome SVC, rimangono funzionali. Una predisposizione genetica, fattori negativi che interessano il feto (radiazioni, uso di droghe, alcol, droghe tossiche da parte di una donna incinta) possono influenzare l'insorgenza di questa patologia.

La sindrome può manifestarsi sia nell'infanzia che nell'età adulta, oppure potrebbe non apparire affatto, e quindi viene diagnosticata solo dall'ECG. Sono caratteristici i segni di tachicardia sinusale o fibrillazione atriale: aumento della frequenza cardiaca di oltre 200 al minuto, dolore toracico, mancanza di respiro, sensazione di mancanza d'aria. In casi molto rari, è possibile sviluppare aritmia pericolosa per la vita - fibrillazione ventricolare.

Sindrome da intervallo PQ breve

È una sorta di sindrome da SVC, solo i fasci di James tra gli atri e la parte inferiore del nodo atrioventricolare agiscono come vie di conduzione anormali. È anche una caratteristica congenita. Se viene diagnosticato solo dall'ECG, senza essere accompagnato da sintomi, allora parlano del fenomeno di un PQ abbreviato e, se accompagnato da segni di tachicardia, della sindrome di un PQ abbreviato. Differenze tra le sindromi SVC e PQ nei segni dell'ECG.

Quale medico devo contattare per diagnosticare i disturbi della conduzione?

Se il paziente ha riscontrato sintomi simili, deve contattare un cardiologo, o meglio un aritmologo per un ulteriore esame e una decisione sulla necessità del trattamento.

Il medico prescriverà ulteriori metodi di ricerca:

  • Monitoraggio ECG Holter per una diagnosi più accurata dei disturbi della conduzione in diversi momenti della giornata,
  • Campioni ECG da sforzo - tapis roulant - test, ergometria della bicicletta. Camminare su un tapis roulant o pedalare su una bicicletta stabile con elettrodi ECG applicati aiuterà a identificare più accuratamente la connessione tra disturbi della conduzione e carico,
  • L'ecografia del cuore (ecocardiografia) visualizza le strutture anatomiche del cuore, rileva le malattie cardiache e consente anche di valutare la funzione della contrattilità miocardica.

Importante! Se noti sintomi di disturbi della conduzione o se sono stati rilevati su un ECG, dovresti consultare un medico il prima possibile per escludere malattie cardiache pericolose che richiedono un trattamento attivo.

È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza se si osservano i seguenti segni:

  1. Impulso raro inferiore a 45-50 al minuto o polso rapido superiore a 120 al minuto,
  2. Perdita di coscienza, sensazione di testa vuota,
  3. Angoscia,
  4. Sudore freddo, debolezza,
  5. Grave mancanza di respiro.

Diagnostica

II. METODI, APPROCCI E PROCEDURE DI DIAGNOSTICA E TRATTAMENTO

Elenco delle misure diagnostiche di base e aggiuntive

Esami diagnostici di base (obbligatori) condotti a livello ambulatoriale: • ECG; • Monitoraggio ECG Holter; • Ecocardiografia.

Ulteriori esami diagnostici eseguiti in regime ambulatoriale: In caso di sospetto di patologia cerebrale organica o in condizioni di sincope di origine sconosciuta:

• analisi generale delle urine; • microreazione di precipitazione con antigene anti-lipidico; • analisi del sangue biochimica (ALT, AST, proteine ​​totali, bilirubina, creatinina, urea, glucosio); • coagulogramma; • ELISA per l'HIV; • ELISA per marcatori di epatite virale B, C; • gruppo sanguigno, fattore Rh; • radiografia del torace normale; • FGDS; • ulteriori consultazioni di specialisti specializzati in presenza di patologie concomitanti (endocrinologo, pneumologo); • consultazione di un dentista, otorinolaringoiatra per escludere focolai di infezione cronica.

L'elenco minimo degli esami da eseguire quando si fa riferimento a un ricovero programmato: • esame del sangue generale (6 parametri); • analisi generale delle urine; • microreazione di precipitazione con antigene anti-lipidico; • analisi del sangue biochimica (ALT, AST, proteine ​​totali, bilirubina, creatinina, urea, glucosio); • coagulogramma; • ELISA per l'HIV; • ELISA per i marcatori di epatite virale B, C; • gruppo sanguigno, fattore Rh; • radiografia del torace normale; • FGDS; • ulteriori consultazioni di specialisti specializzati in presenza di patologie concomitanti (endocrinologo, pneumologo); • consultazione di un dentista, otorinolaringoiatra per escludere focolai di infezione cronica.

Esami diagnostici di base (obbligatori) eseguiti a livello stazionario: • ECG; • Monitoraggio ECG Holter; • Ecocardiografia.

Ulteriori esami diagnostici eseguiti a livello stazionario: • massaggio del seno carotideo; • test con attività fisica; • test farmacologici con isoproterenolo, propronololo, atropina; • EPI (eseguita in pazienti con sintomi clinici in cui la causa dei sintomi non è chiara; in pazienti con blocco di branca asintomatico, se è prevista una farmacoterapia che può causare blocco AV);

In caso di sospetto di patologia cerebrale organica o sincope di origine sconosciuta: • Radiografia del cranio e della colonna cervicale; • esame del fondo e dei campi visivi; • EEG; • EEG 12/24 ore (con sospetto di genesi epilettica di parossismi); • ecoencefaloscopia (con sospetto di processi cerebrali volumetrici e ipertensione intracranica); • tomografia computerizzata (con sospetto di processi cerebrali volumetrici e ipertensione intracranica); • Ecografia Doppler (con sospetto di patologia di vasi extra e intracranici);

Misure diagnostiche eseguite nella fase di pronto soccorso di emergenza: • misurazione della pressione sanguigna; • ECG.

Criteri diagnostici

Reclami e anamnesi - i sintomi principali • Perdita di coscienza • Vertigini • Mal di testa • Debolezza generale • Stabilire la presenza di malattie predisponenti allo sviluppo del blocco AV

Esame obiettivo • Pallore della pelle • Sudorazione • Polso raro • Auscultazione - bradicardia, battito cardiaco di varia intensità, soffio sistolico sopra lo sterno o tra l'apice del cuore e il bordo sinistro dello sterno • Ipotensione

Test di laboratorio: non effettuati.

Studi ECG strumentali e monitoraggio ECG giornaliero (criteri principali):

Con blocco AV: • Pause del ritmo per più di 2,5 secondi (intervallo R-R) • Segni di dissociazione AV (assenza di conduzione di tutte le onde P ai ventricoli, che porta alla completa dissociazione tra onde P e complessi QRS)

Con SSS: • Pause del ritmo per più di 2,5 secondi (intervallo P-P) • Aumento dell'intervallo P-P di 2 o più volte rispetto al normale intervallo P-P • Bradicardia sinusale • Nessun aumento della frequenza cardiaca durante stress emotivo / fisico (insufficienza cronotropica della P-P)

EchoCG: • Ipocinesi, acinesia, discinesia delle pareti del ventricolo sinistro • Cambiamenti nell'anatomia delle pareti e delle cavità del cuore, il loro rapporto, la struttura dell'apparato valvolare, la funzione sistolica e diastolica del ventricolo sinistro

EFI (criteri aggiuntivi):

Trattamento dei disturbi della conduzione

Il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un medico locale in un policlinico o nel dipartimento di cardiologia (aritmologia). La terapia dovrebbe iniziare eliminando la causa che ha provocato il disturbo della conduzione. Se non viene rilevata alcuna malattia cardiaca, vengono prescritte vitamine e farmaci che migliorano la nutrizione del muscolo cardiaco, ad esempio preduttale, ATP, ecc..

Con una violazione completa della conduzione, che causa una grave bradicardia, viene deciso il problema dell'installazione di un pacemaker artificiale.

Con la sindrome SVC e un PQ ridotto con sintomi gravi di tachiaritmie, è possibile l'ablazione con radiofrequenza (RFA). Questa è la distruzione di fasci di conduzione aggiuntivi introducendo apparecchiature attraverso le arterie nella cavità cardiaca.

Con conduzione cardiaca parzialmente compromessa, la prognosi è favorevole. Se si sviluppa un blocco completo di qualsiasi parte del muscolo cardiaco, la prognosi è sfavorevole, poiché ciò può portare a complicazioni - arresto cardiaco e morte improvvisa, fibrillazione ventricolare e complicanze tromboemboliche come embolia polmonare e ictus ischemico.

Violazione (rallentamento) della conduzione intra-atriale

Dall'articolo imparerai a conoscere il rallentamento della conduzione intra-atriale: cos'è, quali sono i tipi di disturbi, perché si verificano. Il rallentamento si manifesta sempre come sintomi. In quali casi e come trattare una tale patologia.

Autore dell'articolo: Yachnaya Alina, chirurgo oncologo, istruzione medica superiore nella specialità "Medicina generale".

La decelerazione della conduzione intra-atriale è lo stadio iniziale di una diminuzione della funzione del nodo del seno (SS), che normalmente è la fonte dell'impulso elettrico necessario per la contrazione del muscolo cardiaco. Pertanto, la decelerazione è indicata come disturbi nelle fibre nervose conduttive del miocardio dal gruppo della "disfunzione del nodo del seno".

Nella patologia, sotto l'influenza di fattori causali, c'è una diminuzione della frequenza di insorgenza di un impulso elettrico dall'U.S., che si manifesta come una diminuzione del numero di contrazioni miocardiche (bradiaritmia o bradicardia). A seconda del grado di disturbo, appare un rallentamento della conduzione, fino alla sua completa assenza o blocco sullo sfondo dell'arresto della funzione del nodo.

Tali cambiamenti nell'attività contrattile del muscolo cardiaco portano a una diminuzione della quantità di sangue espulso e un flusso sanguigno insufficiente in tutti gli organi interni, che si manifesta con i sintomi clinici della patologia.

Il deterioramento della salute non è in tutti i casi: un moderato rallentamento non influisce sulla funzione del cuore, è una caratteristica fisiologica nelle persone che si dedicano professionalmente allo sport e in alcuni bambini prima che raggiungano la pubertà. Queste forme di variazione della frequenza cardiaca non richiedono alcun intervento medico..

Il pericolo è rappresentato da forme estreme di interruzione del sistema di controllo, in particolare dal suo completo arresto. Con questa variante della malattia, i pazienti hanno sintomi di patologia che li limitano in tutti gli ambiti della vita e possono causare arresto cardiaco. In questo caso, la patologia richiede un trattamento appropriato..

I disturbi nelle fibre nervose conduttive del miocardio causati da cause reversibili possono essere completamente curati a condizione che siano completamente corretti. Le cause cardiogene sono generalmente irreversibili e non possono essere curate. Ma eseguire una terapia o un intervento chirurgico può salvare il paziente dalle manifestazioni della malattia e preservare la qualità della vita..

Cardiologi, terapisti, aritmologi e chirurghi vascolari si occupano del problema dei disturbi della conduzione nel tessuto cardiaco..

La violazione dell'impulso elettrico di eccitazione appare solo quando meno del 10% delle cellule funzionanti rimane nell'US.

L'articolo discute la diminuzione della sua funzione di natura secondaria, sotto l'influenza di influenze reversibili ed esterne. La riduzione primaria è chiamata sindrome del seno malato ed è descritta separatamente..

(predominanza dell'azione della parte parasimpatica del sistema nervoso autonomo)

Aumento della pressione intracranica del CSF sullo sfondo di malattie infettive e infiammatorie del cervello, trombosi dei seni cranici, tumori, ecc..

Sanguinamento nello spazio subaracnoideo (subaracnoideo) a causa di ictus, lesioni traumatiche

Malattie (infiammatorie, tumori) nel terzo superiore dell'esofago, laringe

Sindrome del seno carotideo: aumento dell'attività del ganglio, manifestato da svenimenti improvvisi

Infarto miocardico del diaframma (inferiore)

Apnea notturna - completa cessazione della respirazione durante il sonno notturno a causa di un sistema parasimpatico iperattivo

Sincope vasovagale: perdita di coscienza sullo sfondo di una pronunciata vasodilatazione e rallentamento del battito cardiaco

Il riflesso di Bezold-Jarisch è una forte espansione del lume delle piccole arteriole sullo sfondo dell'irritazione dei recettori nel ventricolo sinistro con un grande volume di sangue (chirurgia, gravidanza, tumori con compressione della vena cava inferiore, ecc.). Si verifica una triade caratteristica di sintomi: una pronunciata diminuzione della pressione, arresto respiratorio, rallentamento del cuore

Spasmo delle arterie cardiache

Lesione aterosclerotica con diminuzione del flusso sanguigno

Endocardite (malattia del rivestimento interno del cuore)

Diagnostica

La diagnosi dei disturbi della conduzione cardiaca può essere effettuata sulla base di:

  • analisi dei reclami (per una sensazione di "interruzioni" nel lavoro del cuore, mancanza di respiro, debolezza, mancanza di respiro, panico) e anamnesi della malattia (quando sono comparsi i sintomi, qual è la ragione del loro aspetto, quale trattamento è stato effettuato e la sua efficacia, come i sintomi della malattia sono cambiati nel tempo );
  • analisi della storia della vita (malattie e operazioni passate, cattive abitudini, stile di vita, livello di lavoro e di vita) e dell'ereditarietà (presenza di malattie cardiache nei parenti stretti);
  • esame generale, palpazione del polso, auscultazione (ascolto) del cuore (il medico può rilevare un cambiamento nel ritmo e nella frequenza delle contrazioni cardiache, percussioni (battiti) del cuore (il medico può rivelare un cambiamento nei confini del cuore causato dalla sua malattia, che è la causa del blocco);
  • indicatori di analisi generale e biochimica di sangue e urine, analisi dello stato ormonale (livello ormonale) - possono rivelare cause extracardiache (non associate a malattie cardiache) di blocco;
  • dati dell'elettrocardiografia (ECG): consente di identificare i cambiamenti caratteristici di ciascun tipo di blocco;
  • indicatori del monitoraggio ECG giornaliero (monitoraggio Holter) - una procedura diagnostica, che consiste nel paziente che indossa un dispositivo ECG portatile durante il giorno. Allo stesso tempo, viene tenuto un diario in cui vengono registrate tutte le azioni del paziente (alzarsi, mangiare, attività fisica, ansia emotiva, deterioramento del benessere, andare a letto, svegliarsi la notte). Vengono controllati i dati dell'ECG e del diario, quindi vengono rilevati disturbi della conduzione cardiaca intermittente (associati ad attività fisica, assunzione di cibo, stress o blocchi notturni);
  • i risultati del massaggio del seno carotideo (l'area dell'arteria carotide, dove ci sono gruppi di cellule nervose che possono cambiare la frequenza cardiaca) - dai cambiamenti nell'ECG, puoi distinguere tra alcuni tipi di blocchi, determinare il vero blocco;
  • dati di ricerca elettrofisiologica (stimolazione del cuore con piccoli impulsi elettrici con registrazione simultanea di un ECG) - transesofageo (l'elettrodo viene alimentato attraverso l'esofago, solo gli atri possono essere stimolati) o invasivo (l'elettrodo viene alimentato nella cavità cardiaca introducendo un apposito catetere attraverso un grande vaso sanguigno) - viene utilizzato nei casi in cui I risultati dell'ECG non forniscono informazioni univoche sul tipo di aritmia, nonché per valutare lo stato del sistema di conduzione cardiaca;
  • dati ecocardiografici - EchoCG (esame ecografico del cuore) - consente di identificare le cause cardiache del blocco (malattia cardiaca che porta a una conduzione cardiaca compromessa);
  • i risultati degli stress test - registrazione di un ECG durante e dopo l'attività fisica (squat, camminata su un tapis roulant o esercizio su una cyclette) - consentono di identificare un blocco che si verifica durante l'attività fisica, di determinare la risposta del cuore allo stress, di escludere l'ischemia miocardica (insufficiente apporto di sangue e privazione di ossigeno del cuore) muscoli);
  • test ortostatico (tilt test). Questo metodo consente di escludere la diagnosi di "sincope vasovagale" (un episodio di perdita di coscienza associato a una forte vasodilatazione e rallentamento delle contrazioni cardiache), che può causare una pausa nel lavoro del cuore. L'essenza della procedura è che su un letto speciale, il paziente viene trasferito in una posizione con un angolo di 60 gradi. Il test viene eseguito entro 30 minuti. A questo punto, vengono registrati gli indicatori dell'elettrocardiogramma, la pressione sanguigna viene misurata manualmente o automaticamente;
  • test farmacologici (test che utilizzano medicinali). Sono utilizzati per la diagnosi differenziale (la differenza tra malattie simili) tra veri disturbi della conduzione e disturbi del sistema nervoso autonomo (sistema nervoso autonomo, che regola l'attività degli organi interni). Allo stesso tempo, vengono introdotte alcune sostanze che neutralizzano l'influenza del sistema nervoso autonomo sul sistema di conduzione del cuore. Registrato in questo contesto, la frequenza cardiaca corrisponde alla frequenza naturale del nodo del seno. La formula calcola il valore normale della frequenza del ritmo cardiaco;
  • dati della risonanza magnetica (MRI) - viene eseguito quando l'ecocardiografia non è informativa, nonché per identificare malattie di altri organi che possono causare il blocco;
  • indicatori di un monitor ECG impiantabile (stabilito con svenimento, presumibilmente aritmogeno (causato da aritmia)).

Articolo Successivo
Pressione da 130 a 90: cosa significa e cosa fare con un valore inferiore aumentato