Cause, tipi e sintomi di emicrania con aura


Quando si parla di emicrania, la prima cosa che la maggior parte delle persone immagina è un mal di testa. Ogni persona - uomo e donna, bambino e adulto - può soffrire di questa malattia. Si ritiene che l'emicrania colpisca 1 donna su 3 e 1 uomo su 10. Le donne hanno maggiori probabilità di affrontare questa diagnosi, che è dovuta alle fluttuazioni ormonali. La malattia si manifesta nei bambini di 7-8 anni, ma viene diagnosticata più spesso all'età di 35-40 anni. Le persone sopra i 70 anni sono quasi immuni all'emicrania.

La persona media non vede la differenza tra un normale mal di testa e un attacco di emicrania, ma lo è. Soprattutto se c'è un'emicrania con aura (classica).

Cosa succede alla testa con l'emicrania?

La principale causa interna di un attacco è uno squilibrio della serotonina, il suo effetto sui vasi sanguigni. Riguarda l'interazione dei cambiamenti vascolari, nervosi e ormonali nel cervello. Se troppa serotonina e altre sostanze vengono rilasciate in un breve periodo di tempo, si verifica un'infiammazione sterile delle arterie cerebrali (senza infezione). Di conseguenza, l'onda del polso provoca forti dolori, vasodilatazione. Emicrania si sviluppa (codice malattia ICD-10: G43.0. - senza aura, G43.1. - con aura).

Il sequestro di solito si verifica in un lato della testa e si manifesta con dolore pulsante, tirante o lancinante. Quando questa condizione si verifica per più di 15 giorni al mese, si parla della forma cronica della malattia. È più comune all'età di 25-45 anni, nel 15% dei casi colpisce bambini e adolescenti.

Emicrania VS mal di testa

I sintomi dell'emicrania sono attacchi di mal di testa caratterizzati da un carattere pulsante e ad alta intensità e da manifestazioni solitamente unilaterali. Il dolore colpisce un luogo, la localizzazione può essere determinata (una persona può dire dove sente dolore). Rispetto alla normale cefalea, l'intensità del dolore è molto più forte, è accompagnata da altri sintomi (principalmente neurologici). L'attacco dura da 3-4 ore a diversi giorni.

Un comune mal di testa è causato da stress, sonno povero, cattiva alimentazione, rigidità del collo, varie malattie (problemi di pressione, tumori cerebrali, ecc.) Questa cefalea non è accompagnata da altri segni..

Tipi di emicrania

La malattia è divisa in 2 tipi principali.

Con aura

Un'aura di emicrania è un avvertimento di un attacco in avvicinamento. Si sviluppa entro 5-60 minuti, dopodiché si verifica il dolore. Durante questo periodo, la persona ha la capacità di fermare o limitare l'attacco principale..

L'aura con emicrania può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  • caos nei pensieri;
  • tinnito, problemi di udito;
  • disturbi visivi (luci lampeggianti, linee o punti nel campo visivo, macchie davanti agli occhi, visione offuscata, incapacità di mettere a fuoco);
  • tremore o formicolio alle gambe, alle braccia;
  • problemi con la parola;
  • spalle, collo, arti rigidi;
  • sensibilità agli odori;
  • incapacità di controllare il corpo;
  • coscienza alterata.

In un'emicrania con aura, i sintomi compaiono individualmente o più contemporaneamente. Ognuno di loro può durare fino a un'ora. Nel caso di 2-3 aure, questo stato può durare 2-3 ore. C'è anche un'aura senza mal di testa. Questa è una crisi tipica dell'insorgenza di segni di aura senza dolore successivo..

Senza aura

L'emicrania senza aura si verifica nell'80% dei malati. Il mal di testa in peggioramento unilaterale si verifica senza preavviso, senza compromissione sensoriale e visiva.

  • Cronico. La malattia dura più di 15 giorni al mese.
  • Mestruale. Le convulsioni sono associate al ciclo mestruale e quindi ai livelli ormonali.
  • Emiplegico. Debolezza temporanea su un lato del corpo.
  • Addominale. Gli attacchi sono associati ad attività intestinale irregolare. Manifestato da sintomi nella cavità addominale (la malattia si manifesta nei bambini di età inferiore ai 14 anni).
  • Retina. Dolore associato a disabilità visiva durante un attacco, fino alla cecità temporanea.

Le ragioni

Nonostante i progressi della medicina, le cause dell'emicrania non sono ancora note. Si pensa che la malattia sia mediata da un'attività cerebrale anormale che colpisce le connessioni di nervi, sostanze chimiche e vasi sanguigni nel cervello. Nei pazienti, c'è una diminuzione del flusso sanguigno al cervello, che porta all'espansione dei vasi sanguigni per fornire sangue al cervello. Insieme a questo processo, le sostanze che causano mal di testa e altri sintomi iniziano a essere rilasciate nel cervello e nel corpo..

Un prerequisito speciale per lo sviluppo dell'emicrania è il suddetto squilibrio di serotonina. È responsabile del rilascio di sostanze che restringono i vasi cerebrali e dilatano i vasi nel corpo. Uno squilibrio della serotonina aumenta la permeabilità vascolare, a causa della quale alcune sostanze entrano nei tessuti circostanti, causando dolore e altri sintomi caratteristici dell'emicrania.

Trigger

Le emicranie non iniziano solo. È spesso innescato da uno stimolo dell'ambiente. Una persona che sa a cosa è sensibile il suo corpo può evitare di provocare fattori.

I trigger includono:

  • La genetica è una predisposizione congenita. Se ci sono emicranie in famiglia, il rischio di malattia aumenta..
  • Cambiamenti ormonali. A causa delle fluttuazioni ormonali, le donne molto spesso soffrono di una malattia durante le mestruazioni..
  • Fattori emotivi. Un attacco può essere causato da: stress, shock, ansia, depressione, agitazione.
  • Trigger fisici: bassi livelli glicemici, mancanza di sonno, mancanza di riposo, affaticamento, tensione al collo e alle spalle.
  • Nutrizione: mancanza di liquidi, dieta malsana, alcol, caffeina, cioccolato, agrumi, timo, vari ingredienti alimentari (dolcificanti artificiali, glutammato monosodico, nitrati).
  • Farmaci: la testa può ferire dopo aver assunto sonniferi, contraccettivi, farmaci ormonali.
  • Ambiente: luce intensa o lampeggiante, suono forte, odori forti (profumo, tabacco), sbalzi di temperatura, correnti d'aria.

Durante la gravidanza, gli attacchi spesso si attenuano, meno spesso una donna incinta ha la prima emicrania nella sua vita; sebbene non influisca sul feto, lo stato psicologico della donna può complicare la situazione.

Sintomi

Sono i sintomi di accompagnamento che distinguono l'emicrania dalla cefalea comune. Includono i seguenti sintomi:

  • Mal di testa localizzato (sentito su un lato o in un punto della testa), pulsante. Il dolore si verifica spesso negli occhi, dietro l'occhio, nelle tempie.
  • Aumento del dolore con l'attività fisica.
  • Nausea.
  • Vertigini.
  • Diarrea o costipazione.
  • Pelle pallida, sudorazione.
  • Foto e fonofobia: eccessiva sensibilità alla luce e al suono.
  • Visione divisa o offuscata, diverse percezioni visive.

Fasi di un attacco

L'attacco della malattia procede in 4 fasi.

Fase 1 - prodromo

Succede spesso, ma non sempre. Poche ore prima di un attacco si verificano irritazione, ansia, ridotta concentrazione, affaticamento.

Fase 2: aura

Questa fase interessa circa 1/5 delle persone che soffrono di emicrania. Le manifestazioni visive più comuni (lampi davanti agli occhi, blackout). Questi sintomi sono talvolta associati a formicolio agli arti, disturbi del linguaggio a breve termine.

Fase 3: mal di testa

Il dolore si sviluppa dopo le 2 fasi precedenti, ma può verificarsi senza di esse. Molto spesso, le sensazioni di dolore colpiscono metà della testa intorno alle tempie e alle orecchie.

Fase 4 - postindrome

Sollievo dal dolore associato a stanchezza, spossatezza.

Cos'è l'aura?

L'aura emicranica è un complesso di sintomi neurologici che precedono o accompagnano la fase dolorosa. A volte appaiono in isolamento.

L'aura è caratterizzata da una serie di criteri:

  • Si sviluppa entro 5-20 minuti, dura meno di 60 minuti.
  • A volte visiva, sensoriale, motoria.
  • È accompagnato da scotoma da scintillazione, che si verifica in circa il 64% dei pazienti. Lo scotoma inizia come un punto nebuloso dal centro del campo visivo, accompagnato da una luce brillante, vari motivi che si diffondono perifericamente, riempiendo la maggior parte del campo visivo.
  • Associato a manifestazioni neurologiche (formicolio, paralisi degli arti, labbra).

Qual è il pericolo di emicrania?

Gli studi hanno dimostrato che l'emicrania riduce l'attività quotidiana di una persona, la qualità della vita, influisce sull'attività lavorativa (assenza dal lavoro) e può portare alla depressione. Il pericolo della malattia risiede anche in un aumento del rischio di ictus ischemico o emorragico (emorragia cerebrale).

La connessione tra ictus ed emicrania è stata scoperta dagli scienziati dell'Università della California, che hanno seguito 13.000 pazienti per 25 anni. Hanno scoperto che chi soffre di emicrania soffre di ictus in giovane età..

Un ictus in giovane età significa che la disabilità, la perdita di produttività si verificherà molto prima del solito, quindi influenzerà la maggior parte della vita di una persona..

In età avanzata, con un'emicrania con aura, le conseguenze si intensificano. Gli studi hanno dimostrato che la malattia è pericolosa aumentando il rischio di ictus embolico cardiovascolare. Questo è un tipo di ictus ischemico causato da un coagulo che si forma nel cuore e viaggia al cervello dopo essere stato strappato..

Inoltre, l'emicrania ha un rischio 2 volte maggiore di ictus trombotico..

Una delle complicazioni della malattia è lo stato di emicrania, che a volte è motivo di rinvio o esenzione dal servizio militare.

Diagnostica

Nell'ambito dell'anamnesi, il medico chiede di descrivere il dolore, il suo decorso, la durata e la possibile comparsa di precursori di un attacco. Per confermare la diagnosi, il medico consiglierà ulteriori esami:

  • puntura lombare;
  • CT;
  • Risonanza magnetica;
  • Ultrasuoni;
  • EEG;
  • analisi del sangue.

Prima di iniziare a curare l'emicrania, è importante escludere altre possibili malattie che causano mal di testa (gonfiore, ictus, struttura cerebrale anormale, ecc.). La scelta del trattamento dipende da diversi fattori, tra cui:

  • età;
  • la frequenza degli attacchi di dolore;
  • tipo di emicrania;
  • il decorso della malattia (intensità del dolore, sua durata, ecc.);
  • segni di accompagnamento (nausea, vertigini, vomito, ecc.).

Trattamento

Le emicranie non sono curabili. Nonostante i progressi della medicina, non esiste una terapia efficace per la malattia. Il trattamento per l'emicrania con aura mira ad alleviare i sintomi.

Droghe

Un medico può prescrivere o raccomandare farmaci per alleviare il mal di testa. I prodotti più comunemente usati sono l'acido acetilsalicilico (aspirina).

Poiché l'emicrania causa uno squilibrio della serotonina, a volte vengono prescritti farmaci (pillole o iniezioni) per regolare i livelli di serotonina. Gli antidepressivi possono essere prescritti anche se si sospetta che lo stress o la depressione possano causare l'emicrania..

Gli antiemetici (antiemetici) possono aiutare a fermare la nausea o il vomito.

Se la malattia è dovuta a uno squilibrio ormonale, vengono prescritti farmaci per equalizzare i livelli ormonali a una dose appropriata.

Si consiglia di tenere un diario per determinare il fattore scatenante della malattia. Registra cibo, bevande, farmaci che prendi, ecc. Questi dati aiuteranno a identificare la causa dell'attacco..

Chirurgia

All'estero l'emicrania viene curata con piccoli interventi chirurgici. Il chirurgo inserisce elettrodi sotto la pelle per stimolare nervi specifici.

Un'altra procedura è applicare il botox.

Entrambi questi interventi sono considerati sperimentali. Sebbene siano solo nella fase di ricerca, la loro efficacia non è stata chiaramente dimostrata..

Psicoterapia

Questo metodo viene utilizzato per le forme persistenti di emicrania. Nell'ambito della terapia, vengono considerati molti aspetti che influenzano la malattia:

  • fatica;
  • depressione;
  • le mestruazioni;
  • consumo di alcool;
  • fumare;
  • deficit di sonno, ecc..

A volte basta un cambiamento mirato dello stile di vita, un trattamento specifico delle condizioni depressive, l'omeopatia, la psicoterapia, la fisioterapia.

Come affrontare un attacco

È possibile adottare una serie di misure per ridurre al minimo le manifestazioni di un attacco, in particolare le seguenti:

  • impacchi freddi;
  • resta nell'oscurità e nel silenzio;
  • dormire;
  • antidolorifico;
  • idratazione del corpo.

Prevenzione

La prevenzione dell'emicrania è ancora un problema terapeutico. Il farmaco ideale dovrebbe prevenire completamente gli attacchi della malattia. I farmaci oggi disponibili soddisfano questo compito di circa il 50%..

Come evitare un attacco di emicrania con aura:

  • Riduci al minimo l'impatto dei trigger.
  • Regola il ciclo del sonno (dormi di qualità sufficiente, vai a letto e alzati allo stesso tempo).
  • Mangia bene: mangia regolarmente, segui un regime alimentare, smetti di bere alcolici e sigarette.
  • Evita o impara ad affrontare le situazioni stressanti.
  • Limita i farmaci (dopo aver consultato il medico).

Puoi provare i rimedi casalinghi per l'emicrania. La medicina tradizionale consiglia, in particolare, i seguenti tè ed erbe:

  • Tanaceto fanciulla. La pianta allevia cefalea, vertigini, infiammazioni, difficoltà respiratorie.
  • Menta. L'erba contiene sostanze che alleviano il mal di testa, la nausea.
  • Corteccia di salice. Gli estratti di corteccia di salice sono utilizzati nella produzione di aspirina.
  • Zenzero. Allevia i problemi neurologici.
  • Valeriana. Allevia i disturbi del sonno.
  • Semi di coriandolo. Nell'Ayurveda i semi freschi vengono versati con acqua calda e i vapori vengono inalati. Ma puoi anche mangiare alcuni semi proprio così..
  • Lavanda (aromaterapia). Aiuta con l'insonnia, allevia lo stress.
  • Rosmarino (olio). Utile per i disturbi nervosi.
  • Mirtillo (tè, tintura, estratto). Sopprime il mal di testa, lenisce lo stomaco nelle malattie addominali.

Le emicranie stesse non muoiono, ma teorie fuorvianti spesso portano alla mancanza di un trattamento adeguato ed efficace per la malattia. Senza una terapia adeguata, non solo la qualità della vita di una persona diminuisce gradualmente, ma sorge una minaccia per la sua vita. La malattia può portare a ictus, aneurisma, coma o persino alla morte.

Sintomi di emicrania con aura e trattamenti efficaci

Un intenso mal di testa con molti altri segni che influenzano la vita quotidiana di una persona è un'emicrania. Nonostante il grave disagio, è chiamata malattia benigna, poiché non minaccia quasi mai la vita, non è una causa diretta di morte. Tuttavia, secondo le nuove scoperte, questa affermazione non si applica alle persone che soffrono di emicrania con aura. Cos'è? Come si manifesta la malattia? Quali sono le opzioni terapeutiche? A proposito di questo di seguito.

Cos'è l'emicrania con aura?

La classificazione convenzionale divide la malattia in 2 forme principali: con aura (classica) e senza aura (semplice). L'aura è presente in 1 emicrania su 5 e, simile alla forma semplice della malattia, è caratterizzata da dolore su un lato della testa (meno spesso bilaterale). Di solito la condizione è accompagnata da nausea, vomito, una persona sente il bisogno di essere in una stanza buia e tranquilla.

Ma cos'è un'emicrania con aura? L'aura è un sintomo neurologico che compare prima dell'inizio del mal di testa, la maggior parte delle persone ne ha paura alla prima manifestazione. Le forme dell'aura sono le seguenti:

  • visivo;
  • sensoriale;
  • il motore;
  • discorso;
  • cognitivo.

Prevenzione

Non esiste una profilassi specifica per prevenire lo sviluppo dell'emicrania. Tutti i fondi mirano a normalizzare la vita del paziente, eliminando l'impatto dei fattori provocatori su di lui.

Una corretta alimentazione è un mezzo di prevenzione discutibile, poiché non ci sono dati sull'effetto di determinati alimenti sulla salute del paziente (sebbene ci siano casi isolati in cui alcune persone hanno sperimentato un aumento del dolore dopo aver assunto determinati pasti).

I farmaci profilattici usati direttamente per alleviare l'emicrania senza aura sono i più efficaci. Con un regime profilattico ben progettato, è possibile "posticipare" lo sviluppo della ricaduta per un tempo considerevole e consentire al paziente di dimenticare a lungo i sintomi di disturbo.

Cause di emicrania

La malattia si riferisce a malattie croniche come diabete, disturbi cardiaci, ipertensione. Nell'emicrania con aura, le cause sono anomalie e cambiamenti chimici nel cervello, che sono anomalie congenite del SNC. Questo non è solo un mal di testa, ma una sindrome fisica complessa che colpisce la vista, il pensiero, le funzioni di alcuni organi..

Le cause (fattori scatenanti) dell'emicrania sono solitamente osservate dalla persona stessa dopo diversi attacchi. I fattori e gli alimenti più comuni che scatenano l'emicrania includono:

  • alcol;
  • formaggi;
  • pesce;
  • cioccolato;
  • caffeina;
  • pasti grassi;
  • agrumi;
  • luce forte;
  • odori;
  • cambiamenti climatici;
  • viaggi;
  • fumare;
  • sport;
  • contraccettivi;
  • orgasmo.

Importante! La fame è la causa. Pertanto, dovresti mangiare regolarmente, non saltare la colazione e gli spuntini. Allo stesso modo, l'assunzione di liquidi inadeguata e la disidratazione possono anche scatenare attacchi di emicrania con o senza aura..

Segni di emicrania con aura

L'aura emicranica è rappresentata da sintomi neurologici che compaiono all'inizio dell'attacco, prima dello sviluppo del dolore. Di solito si verifica in 5-20 minuti, si allontana entro 1 ora. In casi eccezionali, l'aura non ferma il dolore. Nell'emicrania con aura, i sintomi sono suddivisi in 4 fasi.

Prodromo

Precursori di un attacco immediato. La maggior parte dei pazienti lo sente per diverse ore (a volte anche giorni) prima di un attacco di emicrania. I prodromi spesso si manifestano in una varietà di modi:

  • cambiamenti di umore;
  • fatica;
  • ansia senza causa;
  • irritabilità;
  • disturbi del gusto;
  • mancanza di appetito o fame grave.

La sensibilità alla luce, agli odori, al rumore è spesso presente.

A proposito, il CMV (infezione da citomegalovirus) ha manifestazioni simili, che dovrebbero essere prese in considerazione nel corso della diagnosi differenziale.

Questa fase ha più di una forma. La più comune è l'aura visiva, tipica di varie formazioni tremolanti (professionalmente chiamate scotomi da scintillazione o fosfeni). Le manifestazioni lampeggianti sono molto diverse, ma in un paziente vengono ripetute stereotipicamente ad ogni attacco. Di solito, in un certo punto del campo visivo, appare un punto luminoso, che cresce, risplende, lampeggia e si muove. A volte sono presenti scotomi colorati a zigzag, a volte solo linee.

La durata di queste manifestazioni varia, di solito circa 20 minuti. Questi sintomi possono essere accompagnati da una temporanea violazione del pensiero, difficoltà nella scelta delle parole, problemi con la parola.

Un altro tipo di aura visiva sono gli scotomi semplici, caratterizzati dall'arresto di parte del campo visivo. Ciò significa che una persona non vede parte del testo o dell'immagine, che viene sostituita da una macchia vuota o scura di dimensioni diverse..

Meno spesso, questo tipo di aura si manifesta con la scomparsa del 50% del campo visivo, in casi eccezionali si verifica cecità bilaterale temporanea.

L'aura visiva, la cecità temporanea, dà alle persone una grande ansia. Ma le figure tremolanti, altri disturbi visivi che si verificano prima della fase del dolore, scompaiono dopo poco tempo senza ulteriori conseguenze.

L'aura sensoriale prima dell'emicrania è meno comune. Si manifesta come parestesia nelle mani e nella bocca, inclusa la lingua. I sintomi possono interessare l'intera metà del corpo. Dopo la ritirata (dopo circa 20 minuti), compare un mal di testa sul lato opposto a quello insensibile. L'aura sensoriale è un evento raro (a volte si verifica solo una volta nella vita), a volte si alterna con attacchi di emicrania oculare.

Diagnostica

Quando si effettua una diagnosi, la patologia è differenziata dall'ipertensione o ipotensione cerebrale, arteriosa, tumori intracerebrali e altre malattie che sono accompagnate da sensazioni dolorose alla testa. Il medico determina lo stato neurologico, esamina la storia ei risultati dell'esame diagnostico. L'esame strumentale include metodi:

  1. Elettroencefalografia.
  2. VEP (potenziali evocati visivi). Indagine sui percorsi visivi dalla retina alla corteccia associativa, dove vengono elaborate le informazioni visive.
  3. Esame del fondo.
  4. Risonanza magnetica per immagini, tomografia computerizzata.

Un elettroencefalogramma mostra lo stato di maggiore eccitabilità dei neuroni nella corteccia nella regione occipitale. Nel 30% dei pazienti si osserva disfunzione visiva nei periodi tra gli attacchi cefalici. Le violazioni si manifestano con una maggiore sensibilità alla luce intensa, il verificarsi di vari disturbi visivi (senza dolore alla testa) in risposta all'esposizione alla luce.

Differenze tra un attacco di emicrania con un'aura e altri mal di testa

La principale differenza tra l'emicrania con e senza aura è la presenza di percezioni visive all'inizio dell'attacco..

A volte si verificano attacchi di emicrania "senza testa", in cui una persona ha solo sintomi visivi senza successiva cefalea, cioè c'è solo un'aura, senza mal di testa.

Le differenze includono anche:

  • l'intensità del dolore;
  • frequenza degli attacchi;
  • parestesia (principalmente degli arti);
  • sintomi vegetativi.

Sintomi

Con l'emicrania, anche in una forma semplice, si osservano i seguenti segni della malattia:

  • mal di testa parossistici che possono essere ripetuti e durare da alcune ore a diversi giorni;
  • le sensazioni di dolore hanno una chiara localizzazione sia a sinistra che a destra;
  • il dolore è palpitante e pronunciato;
  • qualsiasi attività fisica lo migliora solo;
  • il paziente reagisce duramente ai rumori e alla luce intensa, il suo umore si deteriora e appare una reazione acuta agli odori;
  • spesso il paziente è tormentato dalla nausea, trasformandosi in vomito.

Importante! Se l'attacco dura più di 72 ore, il paziente ha bisogno di un ricovero urgente, poiché la malattia è passata
stato di emicrania e può essere fatale.

Metodi di trattamento

Gli attacchi di emicrania (senza trattamento) sono generalmente di intensità da moderata a grave, quindi la terapia è sempre raccomandata. La base per un corretto trattamento dell'emicrania è una storia completa. Per la terapia acuta, vengono utilizzati farmaci per l'emicrania ad azione rapida per alleviare l'attacco il prima possibile.

Per l'emicrania con aura, il trattamento può essere convenzionale o stratificato.

Con il metodo convenzionale, la terapia inizia con analgesici semplici non combinati, FANS con somministrazione orale. A poco a poco, il trattamento si sposta sulla via parenterale (iniezioni, supposte, infusione di analgesici, antiflogistici, ecc.). Solo il terzo passaggio (se il passaggio 2 è inefficace) consiste nell'utilizzare agenti antiemicranici specifici (agonisti 5-HT1B-D selettivi e non selettivi - triptani, diidroergotamine).

Importante! La procedura convenzionale è considerata inefficace, economicamente svantaggiosa e non etica per i pazienti con emicrania grave.

Potrebbero essere necessari diversi mesi affinché il trattamento sia efficace. Molti pazienti si rivolgono ad altri medici, guaritori, curano l'emicrania da soli, usando vari analgesici, ergotamine, ecc. Questo trattamento può essere più costoso dei triptani..

Ciò che provoca un attacco?

Le sostanze irritanti che provocano un attacco di emicrania sono individuali per ogni paziente. A volte capitava tra donne che camminavano in una pineta, dove l'aria era saturata di eteri resinosi e ozono. Quando un paziente ha avuto più di un attacco, ma diversi, conosce già le possibili cause del suo verificarsi e cerca di evitarle (puoi conoscere le cause comuni dell'emicrania qui).
La prevenzione comportamentale è il modo migliore per alleviare la gravità della malattia. A volte, per prevenire il mal di testa, una persona cambia il proprio stile di vita, abbandonando un ristorante o una pasticceria, incapace di fare i conti con gli aromi fragranti intorno.

Emicrania con aura durante la gravidanza

Le donne che hanno sofferto di emicrania (con o senza aura) prima della gravidanza hanno maggiori probabilità di migliorare durante il trasporto di un bambino. Gli studi hanno confermato che fino al 70% delle malattie durante la gravidanza si arresta completamente. Il dolore può tornare dopo il parto. Questo di solito è dovuto a un forte stress o alla ripresa delle mestruazioni. Ma tali situazioni sono individuali, non necessariamente rilevanti per tutte le donne..

D'altra parte, le donne che non hanno mai sofferto di emicrania possono sperimentare forti mal di testa, soprattutto nelle prime settimane di gravidanza. Dopo circa 3 mesi, i problemi potrebbero regredire.

Per quanto riguarda i farmaci, la maggior parte di essi è tabù durante la gravidanza. Ma ci sono diversi farmaci che possono essere presi, ma sempre dopo aver consultato un medico. Il medicinale approvato più comunemente è il paracetamolo, ma in quantità limitate e non per tutte le donne in gravidanza.

Si raccomanda di evitare convulsioni. Le seguenti misure aiuteranno in questo:

  • riduzione delle situazioni stressanti;
  • un sacco di riposo;
  • pasti equilibrati regolari;
  • rispetto del regime di consumo di alcol.

Importante! Puoi provare il potere naturale delle erbe lenitive: eucalipto, camomilla, rosa, menta, melissa.

Sintomi della malattia

La principale manifestazione clinica dell'emicrania è il forte mal di testa. Tuttavia, a seconda della forma della patologia, si possono osservare segni abbastanza diversi di cefalea..

Il meccanismo di sviluppo degli attacchi di mal di testa

La patologia classica consiste in diverse fasi che si sostituiscono a vicenda.

Corso di emicrania - tabella

FaseDescrizioneClinica caratteristica
Prodromico (o iniziale)Il suo aspetto si osserva diversi giorni o ore prima dell'inizio dell'attacco. A volte può essere completamente assente.
  • improvvisi cambiamenti di umore (aumento dell'irritabilità, tristezza, euforia inspiegabile);
  • paura dei suoni, immunità alla luce;
  • deficit visivo;
  • dolore al collo;
  • possono comparire disturbi del tratto digerente (o diarrea o costipazione), nausea;
  • aumento della minzione;
  • rafforzamento dell'attività intellettuale;
  • letargia, stanchezza.
AuraI disturbi neurologici modificano la fase iniziale. Possono terminare circa 60 minuti prima dell'inizio dell'attacco. Durante questo intervallo, le condizioni del paziente migliorano leggermente. Ma a volte i sintomi dell'aura si trasformano immediatamente in un forte mal di testa..Di solito si sviluppano sintomi visivi. Altri messaggeri possono unirsi alla patologia in seguito..
Doloroso (attacco di emicrania)La fase dura 4 ore - 3 giorni. In media, la durata di un mal di testa è di circa 1 giorno.
  • il dolore è concentrato nell'area della fronte, della tempia, a volte della cavità oculare, dell'occipite;
  • il disagio aumenta gradualmente, copre metà della testa;
  • le sensazioni si intensificano con qualsiasi movimento;
  • c'è la sensazione di "rompere" la testa;
  • odori, suoni, luce irritanti;
  • disagio al collo, alle spalle;
  • nausea, vomito che non porta sollievo;
  • aumento dell'appetito (la preferenza è data ai cibi ricchi di amido);
  • disturbi del sistema autonomo (sensazione di mancanza di respiro, aumento della frequenza cardiaca, febbre, pallore o arrossamento, brividi, sudorazione eccessiva).
Fase di risoluzioneL'attacco può terminare da solo o dopo aver assunto farmaci appropriati.C'è un sonno profondo.
RecuperoLa fase finale che si verifica dopo il risveglio.
  • aumento della minzione;
  • aumento dell'appetito;
  • poliuria (aumento del volume delle urine);
  • grave letargia, debolezza;
  • a volte compare l'euforia.

Il picco più alto di dolore si verifica durante la fase di attacco di emicrania

Sintomi di emicrania

La patologia si distingue per molte forme e un'ampia varietà di manifestazioni. Inoltre, la cefalea in ciascun paziente può procedere in modo diverso. Tuttavia, i medici identificano le forme più comuni e conducono a loro manifestazioni cliniche caratteristiche..

Segni di patologia - tavolo

Tipo di emicraniaSintomi
Semplice (patologia senza aura)
  • il mal di testa è localizzato in una parte della testa;
  • il disagio è pulsante;
  • intensità del dolore - media;
  • la patologia si intensifica durante il movimento;
  • fotofobia (paura della luce);
  • la presenza di nausea, in alcuni casi è possibile vomitare;
  • fonofobia (immunità al suono).
Oftalmoplegico (o oculare)
  • la paralisi muscolare appare nella zona degli occhi;
  • una palpebra cade;
  • la pupilla dell'altro occhio è dilatata;
  • si verifica strabismo;
  • doppia visione possibile.
Emicrania basilare
  • compromissione della vista (visione doppia, può comparire cecità temporanea);
  • vertigini, ronzio sgradevole nelle orecchie;
  • emiparesi (indebolimento muscolare in metà del corpo);
  • compromissione della coordinazione del movimento;
  • discorso confuso e incomprensibile;
  • vomito;
  • il mal di testa si manifesta principalmente nella parte posteriore della testa e si diffonde a tutta la metà della testa;
  • una condizione vicina allo svenimento;
  • localizzazione, l'intensità delle sensazioni cambia costantemente.
Emicrania cervicale
  • disagio unilaterale;
  • vertigini;
  • nausea;
  • fotofobia;
  • dolore di alta intensità, ma può essere tollerato;
  • il disagio è localizzato nella parte inferiore dell'occipite, tempio;
  • il dolore si irradia alla spalla, a volte al braccio, al collo;
  • gonfiore delle palpebre, visione offuscata;
  • lacrimazione, gli occhi diventano rossi;
  • eccitazione generale;
  • c'è fastidio alla gola.
Addominale
  • il dolore parossistico diffuso appare nell'addome;
  • il disagio è concentrato nell'ombelico;
  • durata di un attacco - 40 minuti - 3 giorni.

Con l'emicrania basilare, può verificarsi la paresi di metà del corpo, si osserva una condizione vicina allo svenimento

Emicrania con aura

L'emicrania con aura è una cefalea primaria parossistica, prima della comparsa della quale si osservano disturbi visivi, disturbi della sfera sensibile o della parola. È diverso da una semplice emicrania che si manifesta in 10-60 minuti. al mal di testa e alla scomparsa prima della sua comparsa punti luminosi, fulmini, macchie scure o chiare negli occhi, distorsione della percezione visiva, rallentamento o difficoltà nel parlare, formicolio o intorpidimento degli arti, allucinazioni uditive o olfattive, paresi. La diagnosi di emicrania con aura si basa su esami neurologici e oftalmologici, EEG, risonanza magnetica e TC del cervello. Il trattamento include la prevenzione e il controllo delle convulsioni.

  • Cause di emicrania con aura
  • Clinica per l'emicrania con aura
  • Tipi di aura emicranica
  • Diagnosi di emicrania con aura
  • Trattamento dell'emicrania con aura
    • Aspetti non farmacologici del trattamento dell'emicrania con aura
  • Prezzi del trattamento

Informazione Generale

L'emicrania con aura è una delle forme di cefalea primaria (mal di testa), cioè si manifesta in modo completamente autonomo e non come uno dei sintomi di qualsiasi malattia. Secondo gli esperti nel campo della neurologia clinica, l'emicrania si verifica nel 18% delle donne e nel 6% degli uomini. Circa un quarto dei casi di emicrania sono emicranie con aura. L'aura si manifesta in 10-60 minuti. prima di un attacco di emicrania, cefalea, disturbi visivi, sensoriali e del linguaggio temporanei, alterazioni del gusto, dell'olfatto o della percezione uditiva. Di regola, un'aura di emicrania dura non più di 60 minuti. A volte non porta a mal di testa..

Tra i casi classici di emicrania con aura, si possono osservare attacchi di emicrania con una cosiddetta aura allungata. Si parla di aura allungata quando almeno uno dei suoi sintomi dura più di 60 minuti, ma i dati dell'esame neurologico e dei metodi di neuroimaging non rivelano alcuna patologia. Se l'aura emicranica dura più di 7 giorni, è altamente probabile che si sviluppi una complicanza come l'infarto emicranico, la cui presenza è confermata mediante metodi di neuroimaging.

Cause di emicrania con aura

Secondo i concetti moderni, l'emicrania si basa su una maggiore eccitabilità dei recettori cerebrali del dolore. La comparsa di un'aura è dovuta a un cambiamento nell'attività biochimica e bioelettrica dei neuroni in una certa parte del cervello. Pertanto, si presume che l'aura visiva più comune sorga a causa dell'ipereccitazione dei neuroni nell'area della corteccia occipitale responsabile del "trattamento" delle informazioni visive.

L'emicrania con aura è una malattia polietiologica. Tra le ragioni del suo aspetto, prima di tutto vengono chiamate situazioni stressanti e stress mentale. Poiché il livello di stress in una data situazione è individuale per persone diverse e dipende dalla loro reazione soggettiva, si può sostenere che il verificarsi di emicrania con aura è in gran parte dovuto al multiplo atteggiamento scorretto di una persona nei confronti delle circostanze prevalenti. È significativo che le persone che riescono a mantenere un atteggiamento benevolo in varie situazioni della vita abbiano molte meno probabilità di soffrire di emicrania rispetto a quelle che hanno difficoltà ad astenersi dal malcontento, dalla rabbia e dall'irritabilità..

Per provocare un'emicrania con aura sono in grado di: mancanza di sonno, cambiamenti del tempo, luce troppo intensa, tremolio del monitor, rumore, odore pungente, attività sessuale eccessiva, ecc. Nelle donne i fattori scatenanti sono: l'inizio delle mestruazioni, l'assunzione di contraccettivi orali o la terapia ormonale per la menopausa. L'emicrania con aura può essere osservata in pazienti con nevrosi depressiva, sindrome da stanchezza cronica, nevrosi ipocondriaca, insonnia e altri disturbi del sonno.

Il verificarsi di un attacco di emicrania con aura è stato notato quando sono stati consumati determinati alimenti. Molto spesso, questi "provocatori" sono cibi contenenti tiramina: banane, formaggio, noci, agrumi, caviale di pesce e vino rosso. Tuttavia, la reazione dei pazienti ai diversi prodotti è molto individuale. A questo proposito, i neurologi suggeriscono che il verificarsi regolare di un attacco dopo aver consumato un determinato prodotto non è associato al prodotto stesso, ma al fatto che una volta che il suo consumo è coinciso con l'inizio di un attacco di emicrania e il cervello ha "riparato" questo.

Clinica per l'emicrania con aura

La natura di un attacco di cefalea in un'emicrania con aura non è diversa da una normale emicrania. Un mal di testa pulsante o pressante di solito colpisce solo metà della testa, accompagnato da nausea, vertigini lievi, aumento della percezione dei suoni e stimoli luminosi. L'emicrania con aura, come una semplice emicrania, può avere un prodromo sotto forma di cambiamenti di umore, sonnolenza o aumento dell'eccitabilità, sbadigli frequenti, debolezza generale, ecc. La differenza principale è la presenza di un'aura. In questo caso, quest'ultimo non deve essere confuso con i sintomi prodromici che compaiono diverse ore (a volte 1-2 giorni) prima di un attacco di emicrania..

Di solito, la malattia è caratterizzata dalla comparsa e dalla crescita della cefalea entro la prima ora dalla scomparsa dei fenomeni dell'aura emicranica. In alcuni casi, i sintomi dell'aura compaiono di nuovo durante il periodo del mal di testa e talvolta persistono anche dopo che si è fermato. Un attacco di cefalea può durare da 4 ore a diversi giorni. Dopo di ciò, il paziente avverte debolezza e debolezza. In altri casi, si addormenta e si sveglia completamente sano, il che è più comune nei bambini.

Tipi di aura emicranica

Molto spesso, i pazienti hanno un'aura visiva. Nella versione classica, inizia con una macchia irregolare e scintillante che può essere di colore bianco, cangiante o dorato. Questo punto o scotoma si trova omolateralmente in entrambi gli occhi, cioè in entrambe le metà destra o sinistra del campo visivo. Espandendosi gradualmente, il punto può riempire completamente metà del campo visivo in ciascun occhio. Quindi la vista viene ripristinata e si verifica un tipico attacco di cefalea..

Nell'infanzia, l'emicrania con un'aura di natura visiva è spesso espressa sotto forma di "sindrome di Alice", quando le dimensioni, la forma ei contorni degli oggetti sono distorti visivamente e compaiono allucinazioni visive. L'aura visiva (oftalmica) include anche fenomeni come macchie nere e punti scintillanti davanti agli occhi, visione offuscata, "nebbia" e "lampi" negli occhi. In rari casi, c'è un'aura retinica, che si esprime nella comparsa di uno scotoma centrale con successiva cecità transitoria.

L'emicrania con aura può essere caratterizzata da disturbi sensoriali transitori che precedono il mal di testa. Il più tipico per un'aura sensibile è l'insorgenza di formicolio e / o intorpidimento (ipestesia) alla punta delle dita di una mano, con la diffusione di questo fenomeno a tutto il braccio, metà della testa e del collo e, in alcuni casi, all'intera metà del corpo. Fenomeni come ronzio nelle orecchie, suoni o odori insoliti possono agire come un'aura..

Alcuni pazienti hanno un'aura sotto forma di disturbi temporanei del linguaggio: afasia, pronuncia lenta di una frase, conversazione confusa, selezione di parole difficile. Meno comune è l'aura sotto forma di disturbi del movimento causati da debolezza muscolare transitoria nel braccio e nella gamba di metà del corpo.

Diagnosi di emicrania con aura

I pazienti con attacchi di emicrania con aura vengono consultati da un neurologo. Il suo compito diagnostico principale è quello di escludere patologie organiche (tumore intracerebrale, cisti, encefalite) e vascolari (TIA, encefalopatia discircolatoria, ictus ischemico) del cervello, che possono causare sintomi simili all'aura emicranica. A tale scopo viene eseguito un esame neurologico, risonanza magnetica o TC del cervello; appuntamento con un oculista con definizione dei campi visivi e oftalmoscopia.

Un punto importante nella diagnosi dell'emicrania con aura è l'elettroencefalografia (EEG), che consente di ottenere dati sull'attività funzionale e sulle caratteristiche individuali del ritmo bioelettrico del cervello del paziente. I risultati dell'EEG vengono ulteriormente utilizzati nella selezione dei farmaci per la terapia farmacologica..

Trattamento dell'emicrania con aura

La terapia farmacologica ha 2 direzioni: fermare un attacco e prevenirne il verificarsi in futuro. Viene selezionato individualmente, tenendo conto della gravità delle convulsioni e dei dati EEG.

I FANS (naprossene, ibuprofene, diclofenac) o analgesici combinati vengono solitamente utilizzati per alleviare l'attacco. Per le crisi con alta intensità di cefalea, vengono prescritti farmaci del gruppo dei triptani: zolmitriptan, naratriptan, eletriptan, sumatriptan. Se tali attacchi sono accompagnati da vomito ripetuto, vengono utilizzati anche antiemetici (metoclopramide), clorpromazina o domperidone. La terapia di un attacco di emicrania è tanto più efficace quanto prima è stato assunto il farmaco di sospensione. I pazienti con emicrania con aura possono prevenire completamente l'insorgenza di un attacco assumendo un tale farmaco ai primi sintomi dell'aura..

Il trattamento mirato a prevenire le convulsioni è solitamente indicato quando si verificano 2 o più volte al mese. Questa è una terapia a lungo termine che a volte richiede diversi mesi. Può essere a base di antidepressivi (venlafaxina, duloxetina, milnacipran), anticonvulsivanti (valproato, topiramato) o farmaci psicotropi. In genere, il trattamento profilattico per l'emicrania con aura viene effettuato con un farmaco accuratamente selezionato. La terapia combinata viene utilizzata solo in casi difficili.

La ricerca di trattamenti più efficaci per l'emicrania è in corso. In Europa sono in corso studi sull'utilizzo di un antagonista del recettore CGRP, che previene l'espansione dei vasi cerebrali durante un attacco di emicrania. Scienziati americani stanno studiando la possibilità di utilizzare la stimolazione magnetica transcranica (TMS) per interrompere le crisi. Aerosol clinicamente testato per l'emicrania, la cui efficacia e velocità sono paragonabili alla somministrazione endovenosa.

Aspetti non farmacologici del trattamento dell'emicrania con aura

La terapia per l'emicrania non riguarda solo l'assunzione di farmaci. Altrettanto importante è l'atteggiamento del paziente nei confronti della sua malattia e gli sforzi che compie per affrontarla. In sostanza, il paziente ha bisogno di ricostruire il suo stile di vita. Dovresti evitare di bere tè, caffè, cola, limonata, ecc., Poiché sovraccaricano il sistema nervoso. È utile bere tisane, composte, uzvar e solo acqua. Se si verifica un attacco di emicrania in risposta all'uso di un determinato prodotto, è meglio escluderlo dalla dieta..

Insieme all'introduzione di una routine quotidiana fattibile, un buon sonno e una corretta alimentazione, il paziente deve capire esattamente quali situazioni, quali azioni e relazioni provocano un altro attacco di emicrania con o senza aura. Quando possibile, devi evitare situazioni scatenanti e, ancora meglio, cambiare il tuo atteggiamento nei loro confronti. I pazienti che non cercano di comprendere le cause della loro malattia e possibili modi non farmacologici per prevenire un altro attacco corrono il rischio di ricevere un trattamento a lungo termine con dosi aumentate di farmaci senza l'effetto desiderato.

Cos'è un'aura di emicrania?

L'aura emicranica provoca sintomi sensoriali che possono comparire prima o durante il mal di testa. I sintomi di solito assumono la forma di disturbi o sensazioni visive e fisiche. A volte un'aura emicranica può comparire senza mal di testa.

Un'aura emicranica di solito dura meno di un'ora ei sintomi comuni includono visione a tunnel, visione stellare e sensazioni di formicolio alle mani o ai piedi. Sebbene l'emicrania e l'emicrania con aura possano essere debilitanti, questi mal di testa non sono pericolosi e le persone di solito possono gestire i loro sintomi con rimedi medici e casalinghi..

Cos'è un'aura emicranica?

Le emicranie si presentano con sintomi come forte mal di testa pulsante, sensibilità alla luce, al suono e all'olfatto e nausea. Di coloro che soffrono di emicrania, il 25-30% presenta ulteriori sintomi dell'aura. Alcune persone descrivono l'aura emicranica come un "segnale di avvertimento" poiché i suoi sintomi spesso si trasformano in un mal di testa.

I sintomi di un'aura emicranica di solito compaiono entro 5-20 minuti e durano fino a un'ora. Senza trattamento, l'emicrania può durare da 4 ore a 3 giorni.

L'aura può assumere una delle tre forme principali: menomazione visiva, sensazioni fisiche, difficoltà di linguaggio.

Aure visive

Alcuni esempi di cambiamenti visivi associati a un'aura emicranica includono vedere quanto segue:

  • punti ciechi chiamati scotomi
  • macchia di colore
  • Luce flash
  • stelle o scintille di luce
  • linea a zig-zag
  • visione a tunnel

Spesso iniziano al centro del campo visivo di una persona. Le persone possono anche sperimentare una temporanea perdita della vista o cecità durante un episodio di emicrania.

Sensazioni fisiche dell'aura

In alcune persone, l'aura si manifesta come sensazioni fisiche come formicolio, intorpidimento e vertigini. Queste sensazioni possono iniziare su un lato del corpo prima di diffondersi lentamente in altre aree..

Le sensazioni fisiche dell'aura possono includere:

  • intorpidimento o formicolio alle mani o ai piedi
  • vertigini
  • debolezza muscolare su un lato

Aura della parola

Durante un attacco di emicrania, alcune persone hanno difficoltà a parlare. Non riescono a trovare le parole giuste, discorso confuso.

Altri segni

Insieme ad altre sensazioni, l'aura emicranica può causare:

  • la memoria cambia
  • sensazione di paura
  • paralisi parziale o svenimento

Tipi di emicrania con aura

Le emicranie con aura sono abbastanza comuni e una persona con emicrania può avvertire un'aura. Tuttavia, alcuni sottotipi di emicrania sono particolarmente associati all'aura. Precedentemente denominato emicrania con aura come emicrania classica, emicrania focale, emicrania afasica ed emicrania complicata.

Altri rari tipi di emicrania che innescano un'aura includono:

Emicrania emiplegica

Questo è un raro tipo di emicrania che coinvolge debolezza temporanea o paralisi su un lato del corpo. Altri sintomi includono formicolio e intorpidimento. La debolezza di solito scompare entro 24 ore, ma può durare diversi giorni.

I ricercatori non conoscono la vera prevalenza dell'emicrania emiplegica. Tuttavia, alcune ricerche suggeriscono che si verifica in circa 1 persona su 10.000..

Emicrania basilare

L'emicrania basilare è rara. I ricercatori danesi hanno concluso che l'emicrania si verifica in circa il 10% delle persone che soffrono di emicrania con aura.

I sintomi più comuni sono:

  • vertigini
  • biascicamento
  • tinnito
  • visione doppia chiamata diplopia

Emicrania retinica

L'emicrania retinica è un altro raro sottotipo di emicrania con aura. Questa emicrania colpisce la vista in un solo occhio e può portare a cecità temporanea o luci tremolanti in quell'occhio. Circa 1 persona su 200 che soffre di emicrania soffre di emicrania retinica.

Cause e fattori di rischio

Gli operatori sanitari non comprendono appieno la causa esatta dell'emicrania. L'emicrania aura può verificarsi quando un'onda di attività elettrica viaggia attraverso la corteccia visiva, che elabora i segnali visivi.

I trigger per l'emicrania con aura includono:

  • consumo di alcol, soprattutto vino
  • assunzione di caffeina
  • esposizione a luce intensa o forte sole
  • alimenti e integratori alimentari come formaggi stagionati, alimenti trasformati e glutammato monosodico
  • fluttuazioni ormonali nelle donne (dovute a gravidanza, mestruazioni o contraccettivi orali)
  • attività fisica intensa o sforzo eccessivo
  • mancanza di sonno o sonno eccessivo
  • farmaci come contraccettivi orali o vasodilatatori
  • fatica
  • odori forti come fumo, profumo o benzina
  • cambiamento del tempo o della pressione barometrica

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare emicranie, comprese le emicranie con aura, includono:

  1. Sesso: le donne hanno da due a tre volte più probabilità degli uomini di soffrire di emicrania, colpendo 1 donna su 5.
  2. Età: la condizione è più comune tra i 18 ei 44 anni.
  3. Storia familiare di emicrania: circa il 90% delle persone con emicrania ha una storia familiare della condizione.

Trattamento

I trattamenti per l'emicrania con aura sono simili ad altri tipi di emicrania. Il trattamento dipende dalla frequenza e dalla gravità dei sintomi della persona. Alcuni trattamenti:

Uso di medicinali

I seguenti farmaci possono aiutare con l'emicrania con aura:

  • antidolorifici antinfiammatori come l'aspirina o l'ibuprofene
  • farmaci per alleviare l'emicrania, come l'emicrania Excedrin
  • farmaci a base di codeina o altri oppioidi
  • diidroergotamine mediante spray nasale o iniezione
  • triptani come sumatriptan (Imitrex, Tosimra) o Rizatriptan (Maxalt), che bloccano i segnali di dolore dal cervello
  • le persone con emicrania frequente e grave possono beneficiare di farmaci preventivi.

Questi includono:

  • amitriptilina, che è un antidepressivo triciclico, o altri antidepressivi
  • anticonvulsivanti
  • farmaci per la pressione sanguigna come beta bloccanti o calcio-antagonisti
  • iniezioni di botox

Dispositivi medici

Alcuni dispositivi medici possono ridurre il dolore emicranico stimolando il cervello. Questi includono:

Stimolazione magnetica transcranica a impulso singolo

Questi dispositivi utilizzano impulsi di energia magnetica. Si posizionano sulla testa per qualche istante per vedere i risultati. Alcuni studi dimostrano che questi dispositivi riducono la gravità o la frequenza degli episodi di emicrania.

Nel 2014 la Food and Drug Administration ha approvato il dispositivo Cefaly per la prevenzione dell'emicrania. Le persone possono indossarlo sulla testa per 20 minuti al giorno. Le prime ricerche mostrano che il dispositivo può aiutare a curare l'emicrania in alcune persone.

Rimedi casalinghi

I rimedi casalinghi sono usati per trattare l'emicrania:

Sdraiati in una stanza tranquilla, fresca e buia.

Metti un impacco fresco o un impacco di ghiaccio sulla fronte o sulla nuca.

Cambiamenti nello stile di vita che possono aiutare a prevenire gli episodi di emicrania:

  • praticare tecniche di riduzione dello stress tra cui yoga, esercizi di respirazione profonda ed esercizi di rilassamento muscolare
  • mantieni i tuoi schemi di sonno
  • una dieta equilibrata a basso contenuto di alimenti trasformati e integratori alimentari
  • bere molta acqua e limitare o evitare l'assunzione di caffeina e alcol
  • utilizzare farmaci preventivi

Per episodi di emicrania gravi o ricorrenti, le procedure mediche sono più efficaci.

Quando vedere un dottore

È necessario consultare un medico per i seguenti sintomi:

  • mal di testa improvviso che dura più di un'ora
  • il dolore si verifica in un occhio

In questi casi, il medico dovrebbe eseguire dei test per escludere condizioni più gravi, come un ictus o una rottura della retina..

Ti invitiamo ad iscriverti al nostro canale in Yandex Zen


Articolo Successivo
Quali metodi possono essere utilizzati per sciogliere e rimuovere le placche di colesterolo nei vasi sanguigni