È un aumento del livello di tossine azotate nel sangue


* d) uremia

Con il coma uremico, l'aria espirata ha un odore

* a) ammoniaca

Le scorie azotate lo sono

* c) creatinina, urea

Con insufficienza renale cronica, la dieta è limitata

* a) proteine

Con un sanguinamento polmonare massiccio, si sviluppa l'anemia

* d) post-emorragico (acuto)

Trattamento dell'anemia acuta post-emorragica

* a) trasfusioni di sangue, sostituti del plasma

Debolezza, svenimento, perversione del gusto e dell'olfatto si osservano con l'anemia

* d) carenza di ferro

Quando si tratta l'anemia da carenza di ferro, è necessario iniziare gli integratori di ferro

* a) all'interno

Dolore ai muscoli del polpaccio, gengive sanguinanti si verificano con l'ipovitaminosi

* c) C

L'anemia da carenza di vitamina B12 si sviluppa quando

* a) gastrite atrofica

d) carenza di fattori della coagulazione

Nell'anemia si osservano ittero, epatosplenomegalia, urine scure

* b) emolitico

La splenectomia viene eseguita per l'anemia

* b) emolitico

Causa dell'anemia aplastica

b) carenza di ferro nella dieta

c) carenza di vitamina B12

* d) l'effetto delle radiazioni ionizzanti

e) carenza di minerali

Nella leucemia linfocitica cronica si verifica un aumento

a) fegato, milza, cuore

* b) fegato, milza, linfonodi

c) milza, cuore, reni

d) milza, cuore, tiroide

e) linfonodi, cuore, fegato

Nel trattamento della leucemia utilizzato

* d) citostatici, glucocorticoidi

Causa dell'emofilia

b) l'effetto delle radiazioni ionizzanti

* d) disturbo cromosomico

Adozione del codice del lavoro della Repubblica del Kazakistan

a) 15 ottobre 1998

b) 22 giugno 2000

c) 7 aprile 1997

* d) 19 dicembre 2007

e) 19 dicembre 2000

Quanto tempo ci vuole per determinare il risultato del test di Mantoux

* b) dopo 72 ore

d) dopo 48 ore

Il gruppo di rischio per la tubercolosi tra la popolazione adulta comprende le seguenti categorie, tranne

* a) pazienti con diabete mellito

b) migranti, persone senza fissa dimora

c) dopo l'intervento chirurgico

e) pazienti con pielonefrite cronica

Deve essere eseguita la pulizia a umido corrente in una struttura per la tubercolosi

c) a discrezione della caposala

* d) tutti i giorni, 2 volte al giorno

Che cosa sono le pulsioni tubercolari

* b) tubercolosi delle articolazioni del ginocchio

c) tubercolosi delle articolazioni dell'anca

Chi ha ricevuto la tubercolina

* b) R. Koch

Qual è lo studio principale nella diagnosi della tubercolosi resistente

b) analisi dell'espettorato per VC

* c) test di sensibilità ai farmaci

e) cultura dell'espettorato in ufficio

Come viene somministrato il vaccino BCG

* a) per via sottocutanea

Dove viene condotta l'indagine sulla popolazione a rischio?

* c) nelle strutture di assistenza sanitaria di base

e) sul luogo di lavoro

I tipi di stupore sono 1. Isterico 2. Paranoico 3. Catatonico 4. Apatico 5. Depressivo

* c) 1,3,4,5

La sindrome astenica è un tipo di sindromi:

* d) nevrotico

L'insieme di misure volte a prevenire l'esacerbazione della malattia mentale è

a) prevenzione primaria

b) classificazione dei disturbi mentali

* c) prevenzione secondaria

Le varianti della sindrome affettiva includono 1. Depressione 2. Mania 3. Paranoico 4. Disforia 5. euforia

* a) 1,2,3,4

La demenza si manifesta come conseguenza di 1. Schizofrenia 2. Oligofrenia 3. Malattie vascolari del cervello 4. Danni organici al sistema nervoso centrale 5. Psicosi maniaco-depressiva

Fallimento renale cronico

L'insufficienza renale cronica (IRC) è un graduale deterioramento della funzione renale nel tempo. Nella letteratura moderna si incontra il termine "malattia renale cronica", che ha un significato leggermente più ampio e implica una diminuzione della funzione renale per tre mesi o più..

La funzione dei reni è quella di mantenere un normale equilibrio di liquidi e sali nel corpo, nonché di rimuovere i prodotti metabolici (rifiuti azotati) dal corpo, formando l'urina. Nell'insufficienza renale cronica, la pulizia del sangue non si verifica in modo sufficiente, il che nel tempo può portare a gravi complicazioni.

Nelle prime fasi dell'insufficienza renale cronica, non possono verificarsi sintomi. La malattia si riscontra spesso quando la funzione renale è significativamente compromessa.

È molto importante stabilire una diagnosi di insufficienza renale cronica il prima possibile al fine di iniziare tempestivamente il trattamento, che può rallentare il tasso di declino della funzione renale, poiché il danno renale a lungo termine è irreversibile. Senza trattamento, la funzione renale può essere gravemente compromessa, il che può richiedere l'emodialisi (purificazione del sangue artificiale con una macchina per il rene artificiale).

In alcuni casi, l'unico trattamento per un paziente con insufficienza renale cronica può essere solo il trapianto di rene..

Malattia renale cronica, IRC, CKD, rughe renali, nefrosclerosi, uremia.

Insufficienza renale cronica, malattia renale cronica, insufficienza renale cronica, malattia renale cronica, CRF, CKF, CKD, CRD, Uremia.

Segni e sintomi di insufficienza renale potrebbero non apparire per molto tempo. I sintomi possono essere variati e includono:

  • nausea, vomito, perdita di appetito;
  • minzione notturna frequente;
  • affaticamento, stanchezza rapida;
  • secchezza, pallore della pelle, prurito persistente;
  • pressione sanguigna alta (ipertensione);
  • spasmi muscolari, formicolio in diverse parti del caso, crampi;
  • sanguinamento dal tratto gastrointestinale, dalle gengive, dal naso;
  • perversione del gusto;
  • diminuzione della libido, amenorrea (assenza di mestruazioni);
  • gonfiore dei piedi, caviglie;
  • diminuzione dell'attività intellettuale.

Segni e sintomi di insufficienza renale cronica non sono specifici, il che significa che possono verificarsi anche in altre malattie.

Informazioni generali sulla malattia

L'insufficienza renale cronica è una condizione caratterizzata da un graduale deterioramento della funzione renale nell'arco di diversi mesi o anni.

La CRF è un importante problema medico. Milioni di persone in tutto il mondo soffrono di questa malattia e il numero di casi cresce costantemente ogni anno. Ci sono 300-500 pazienti con insufficienza renale cronica per milione di popolazione adulta.

I reni sono l'organo principale del sistema escretore umano. Normalmente, mantengono il rapporto tra acqua, sostanze attive nel corpo, regolano il volume e la composizione del plasma sanguigno. Inoltre, producono una serie di ormoni - molecole biologicamente attive.

La filtrazione del sangue nei reni viene effettuata dal funzionamento dei glomeruli renali. Ogni rene contiene un milione di glomeruli. Ogni glomerulo renale è un plesso di capillari, sotto forma di un glomerulo, circondato da una capsula. Passando attraverso i glomeruli, viene filtrata la parte liquida del sangue, dopodiché si forma l'urina primaria. I glomeruli normalmente passano solo la parte liquida del sangue - le proteine ​​e altre grandi molecole non passano attraverso i reni.

Inoltre, l'urina primaria entra nei tubuli renali - tubi sottili nei reni. Nei tubuli renali, la maggior parte di questo fluido viene riassorbita (un processo chiamato riassorbimento) e una piccola porzione sotto forma di urina entra nella pelvi renale e quindi nell'uretere e nella vescica. Quando una quantità sufficiente di urina si è accumulata nella vescica, viene escreta dal corpo durante la minzione.

Circa 150 litri di liquido passano attraverso i reni al giorno, di cui si formano 1,5-2 litri di urina. Ecco come vengono regolati la composizione e il volume del plasma.

Nell'insufficienza renale cronica, a causa di vari motivi, il tessuto renale viene sostituito con tessuto cicatriziale, la struttura dei reni cambia, l'area del tessuto sano si riduce, a seguito della quale il volume del sangue filtrato diminuisce gradualmente. In questo caso, i glomeruli e i tubuli rimanenti sono ipertrofizzati, migliorando la loro funzione per compensare questa condizione. La perdita del 75% del tessuto renale comporta solo una riduzione del 50% del volume di filtrazione del sangue.

Di conseguenza, il volume della filtrazione del sangue diminuisce, il rapporto tra acqua e sali (elettroliti) è disturbato nel corpo, che si manifesta con nausea, vomito, contrazioni muscolari, liquido si accumula nei tessuti, che si manifesta con edema, mancanza di respiro (a causa dell'accumulo di liquido nei polmoni). La densità dell'urina diminuisce, diventa più leggera, il paziente inizia a preoccuparsi della frequente minzione notturna.

Nel tempo, la concentrazione nel sangue di tossine azotate (urea e creatinina) - i principali prodotti finali del metabolismo delle proteine ​​- aumenta in modo significativo, il che serve solo come segno di deterioramento della funzione renale, ma non mostra alcun sintomo. Un aumento dell'urea porta a nausea, dolore addominale, mal di testa. Altri prodotti di scarto azotati portano a prurito persistente.

I sintomi della CRF non compaiono immediatamente a causa delle grandi capacità compensatorie dei reni. Anche con un grado moderato di insufficienza renale, i sintomi potrebbero non essere presenti.

L'insufficienza renale può svilupparsi dopo una serie di malattie che danneggiano i reni. Molto spesso ci portano:

  • diabete mellito di tipo 1 o 2;
  • pressione sanguigna alta (ipertensione arteriosa);
  • aterosclerosi: la deposizione di colesterolo nelle pareti delle arterie renali, che impedisce il normale flusso sanguigno in esse;
  • glomerulonefrite - un gruppo di malattie con cause diverse, comune alle quali è l'infiammazione a livello dei glomeruli renali;
  • urolitiasi: comparsa di calcoli renali;
  • pielonefrite cronica - infiammazione cronica del tessuto renale;
  • tubercolosi;
  • malattia del rene policistico - una malattia ereditaria manifestata dalla formazione di cavità nel tessuto renale (cisti);
  • blocco a lungo termine delle vie urinarie, che può verificarsi con adenoma o cancro alla prostata.

Negli ultimi anni, il termine "malattia renale cronica" è stato sempre più utilizzato al posto del termine "insufficienza renale cronica", che si riferisce a una diminuzione della funzione renale per tre mesi o più. La malattia renale cronica è classificata in cinque fasi in base al grado di disturbo della filtrazione glomerulare. I primi 2 stadi indicano una lieve compromissione renale. Il terzo, quarto e quinto stadio corrispondono direttamente all'insufficienza renale stessa. L'ultima fase è chiamata fase terminale (finale). Lo stadio finale dell'insufficienza renale cronica, quando la funzione renale è gravemente ridotta e il paziente ha molti disturbi, è chiamato uremia..

L'insufficienza renale cronica può portare allo sviluppo di una vasta gamma di complicazioni diverse:

  • Anemia. I reni producono normalmente l'ormone eritropoietina, che stimola la formazione dei globuli rossi (i principali globuli che trasportano l'ossigeno dai polmoni agli organi e ai tessuti) nel midollo osseo. Con una diminuzione dell'area del tessuto renale sano, la produzione di eritropoietina e globuli rossi diminuisce, si verifica anemia (una diminuzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina nel sangue), che si manifesta con debolezza e affaticamento.
  • La pericardite è l'accumulo di liquido nella membrana che circonda il cuore (pericardio). Questa condizione può minacciare le normali contrazioni del cuore e portare alla morte del paziente..
  • Encefalopatia. Il termine encefalopatia denota una condizione associata ad effetti tossici sul cervello dei rifiuti azotati. Nei casi più gravi, questo può portare al coma..
  • Ulcere gastrointestinali, che possono portare a sanguinamento spontaneo.
  • Danno osseo. Quasi tutti i pazienti con IRC hanno alterato il metabolismo del calcio e del fosforo, che porta all'ammorbidimento delle ossa e ad un aumentato rischio di fratture.
  • Insufficienza cardiaca o polmonare. La ritenzione di liquidi nel CRF può portare allo sviluppo o aggravare l'insufficienza cardiaca o polmonare, manifestata da mancanza di respiro ed edema.
  • Infarto miocardico, ictus. Il CRF accelera la progressione dell'aterosclerosi, una condizione in cui le placche di colesterolo si depositano nelle pareti delle arterie, che possono limitare il flusso sanguigno attraverso il vaso. Se ciò si verifica nelle arterie cardiache, si verifica un danno al muscolo cardiaco (infarto del miocardio), il blocco dei vasi cerebrali porta a un ictus - una violazione acuta della circolazione sanguigna nel cervello.
  • Un aumento del livello di potassio nel sangue (iperkaliemia) può portare ad aritmie, un ritmo cardiaco anormale che minaccia la vita del paziente.
  • Una risposta immunitaria ridotta rende il paziente più vulnerabile alle infezioni e ad altre malattie.
  • Sindrome delle gambe agitate. Una condizione associata a disagio alle gambe, che fa sì che una persona le muova costantemente.
  • Complicazioni della gravidanza pericolose per il feto e la madre.

Nella maggior parte dei casi, l'insufficienza renale cronica progredisce in modo costante e irreversibile fino alla fase terminale. La velocità di questa progressione varia da paziente a paziente. La malattia progredisce più rapidamente nelle persone con una velocità di filtrazione glomerulare molto bassa, nei giovani uomini e in coloro che espellono molte proteine ​​nelle urine.

Una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato possono prolungare significativamente la vita dei pazienti con insufficienza renale cronica.

Chi è a rischio?

  • Soffre di diabete.
  • Chi soffre di ipertensione - pressione alta.
  • Gli anziani.
  • Chiunque abbia una malattia renale cronica.
  • Individui con livelli di colesterolo alto.
  • Persone obese.
  • Fumatori.
  • Avere parenti con insufficienza renale cronica.

La diagnosi viene fatta sulla base di un aumento del livello di tossine azotate: creatinina e urea. È inoltre necessario un esame ecografico dei reni. Per chiarire lo stato del corpo e il grado di danno agli organi e ai sistemi corporei, viene eseguita una vasta gamma di test di laboratorio.

  • Urea e creatinina sierica. Si tratta di tossine azotate (prodotti di degradazione delle proteine) che possono essere escrete dall'organismo solo nelle urine. Un progressivo aumento della creatinina è il principale segno diagnostico dell'insufficienza renale cronica. I livelli di urea, a differenza della creatinina, non sempre corrispondono alla gravità dell'insufficienza renale. Recentemente, per una valutazione più accurata del grado di disfunzione renale, è stato utilizzato un indicatore speciale: la velocità di filtrazione glomerulare. È determinato da diverse formule, tenendo conto dell'altezza, del peso e del sesso del paziente..
  • Analisi del sangue generale.
    • Emoglobina ed eritrociti. Il livello di emoglobina ed eritrociti nell'insufficienza renale cronica è solitamente ridotto, caratterizzando lo sviluppo dell'anemia.
    • Ematocrito. L'ematocrito è una misura della viscosità del sangue ed è il rapporto tra il volume delle cellule del sangue e il volume totale del sangue. Con CRF, l'ematocrito è solitamente ridotto in modo significativo.
    • Piastrine. La conta delle piastrine (piastrine) è spesso bassa nell'IRC, il che riflette una maggiore tendenza al sanguinamento.
  • Analisi generale delle urine. L'esecuzione di un'analisi delle urine generale può aiutare a determinare la causa sottostante dell'insufficienza renale cronica..
    • Densità delle urine. L'insufficienza renale è caratterizzata da una significativa diminuzione della densità delle urine.
    • Eritrociti. Un aumento del livello dei globuli rossi nelle urine può indicare la glomerulonefrite come causa di IRC.
    • Leucociti. Un numero significativo di globuli bianchi nelle urine è un segno di un'infezione del tratto urinario.
    • Proteina. Più proteine ​​vengono escrete nelle urine con CRF, più velocemente la malattia progredisce..
    • Cilindri. Calchi di frammenti formati nel lume dei tubuli renali. I calchi cerosi sono una caratteristica comune dell'insufficienza renale cronica..
  • Glucosio nel sangue. Il diabete mellito è una causa comune di insufficienza renale cronica, ma anche senza di essa, con CRF c'è una tendenza ad un leggero aumento della glicemia.
  • Potassio sierico. I livelli di potassio possono essere bassi, ma sono più comuni nell'insufficienza renale cronica. Un aumento dei livelli di potassio è particolarmente pronunciato con un deterioramento critico della funzione renale. Un aumento significativo dei livelli di potassio può portare a disturbi del ritmo cardiaco.
  • Acido urico. L'aumento dei livelli di acido urico nel taglio riflette un aumento del rischio di calcoli renali.
  • Siero albumina. L'albumina è una proteina a basso peso molecolare. Il loro livello nel sangue può essere abbassato, poiché la proteina nel CRF viene spesso persa nelle urine.
  • Lipidogramma. Tutti i pazienti con insufficienza renale cronica devono assumere un profilo lipidico, poiché hanno un aumentato rischio di sviluppare complicanze cardiovascolari.
    • Trigliceridi. Nei pazienti con IRC, il livello di trigliceridi, un tipo di grasso presente nel sangue, è particolarmente comune..
    • Colesterolo. Il colesterolo totale può essere normale, ma spesso il colesterolo "buono" - il colesterolo delle lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) - è abbassato e il colesterolo "cattivo" - il colesterolo delle lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) è aumentato.
  • Calcio e fosforo sierici. L'insufficienza renale cronica è caratterizzata da una diminuzione del calcio sierico, mentre il fosforo è solitamente aumentato.
  • Fosfatasi alcalina. La fosfatasi alcalina è un enzima che si trova in grandi quantità nei dotti biliari e nel tessuto osseo. Nell'insufficienza renale cronica, il tessuto osseo viene distrutto, quindi la quantità di fosfatasi alcalina nel sangue aumenta a causa della sua frazione ossea.
  • Biopsia renale. In casi diagnosticamente difficili, può essere necessaria una biopsia renale: viene prelevato un piccolo pezzo di tessuto renale, che viene esaminato al microscopio, che consente di identificare i segni caratteristici dell'insufficienza renale cronica - sostituzione dei glomeruli dei reni con tessuto cicatriziale.

Altri metodi di ricerca

  • Esame ecografico (ecografia) dei reni. Con CRF, c'è una diminuzione dei reni (rughe) insieme ad un assottigliamento del loro strato esterno. Gli ultrasuoni possono essere utilizzati anche per rilevare tumori, calcoli o cisti renali..
  • Tomografia computerizzata (TC) e risonanza magnetica per immagini (MRI) dell'addome. Gli studi sono più sensibili degli ultrasuoni. Consentono di rilevare tumori, cisti e calcoli fino a 5 mm di dimensione.

Non esiste una cura per l'insufficienza renale cronica, ma puoi rallentarne o addirittura arrestarne la progressione. Il trattamento viene eseguito per alleviare i sintomi e prevenire complicazioni.

A tutti i pazienti con insufficienza renale cronica viene mostrato uno stretto controllo della pressione sanguigna; i pazienti con diabete devono mantenere i livelli di glucosio nel sangue entro il range normale. Di solito richiede la riduzione del colesterolo con le statine.

Si consiglia di limitare l'assunzione di sale e proteine, alimenti ricchi di potassio.

Per il trattamento dell'anemia, viene prescritto il farmaco eritropoietina, un analogo artificiale di un ormone che stimola la formazione di globuli rossi, a volte insieme a preparati di ferro. Raramente richiede la trasfusione di globuli rossi.

Di solito è necessario prescrivere la vitamina D per migliorare il metabolismo osseo, così come i sali di calcio, che legano i fosfati in eccesso nel sangue.

La maggior parte dei pazienti di solito riceve anche diuretici.

La dose di farmaci escreti attraverso i reni nelle urine richiede una correzione nell'insufficienza renale cronica.

Con una marcata diminuzione della funzione renale, viene eseguita l'emodialisi - filtrazione meccanica del sangue del paziente utilizzando un apparato "rene artificiale".

  • Perdita di peso.
  • Normalizzazione dei livelli di colesterolo nel sangue.
  • Smettere di fumare.
  • Follow-up e stretta osservanza delle prescrizioni per diabete, ipertensione o malattie renali.

Test consigliati

  • Analisi del sangue generale
  • Analisi generale delle urine con microscopia a sedimenti
  • Siero di creatinina
  • Siero di latte urea
  • Indicatori biochimici - lipidogramma
  • Ferro nel siero
  • Capacità legante il ferro del siero di latte
  • Ferritina
  • Fosfatasi alcalina totale
  • Test di Rehberg (clearance della creatinina endogena)
  • Potassio, sodio, cloro nel siero
  • Calcio sierico
  • Fosforo sierico
  • Eritropoietina
  • Ormone paratiroideo, intatto
  • Vitamina D, 25-idrossi (calciferolo)

Letteratura

  • Corey Foster, Neville F. Mistry, Parvin F. Peddi, Shivak Sharma, The Washington Manual of Medical Therapeuticts (33 ° ed.). Lippincott Williams e Wilkins Philadelphia, 2010.
  • Dan L. Longo, Dennis L. Kasper, J. Larry Jameson, Anthony S. Fauci, Principi di medicina interna di Harrison (18 ° ed.). New York: McGraw-Hill Medical Publishing Division, 2011.
  • Linee guida di pratica clinica K / DOQI per la malattia renale cronica: valutazione, classificazione e stratificazione. Am J Kidney Dis 39 (suppl 1), 2000.
  • Meyer TW et al: Uremia. N Engl J Med 357: 1316, 2007.

Cosa sono le scorie e come rimuoverle? Quanta acqua da bere e perché il grasso fa bene?

Il corpo accumula davvero tossine e come rimuoverle e le fluttuazioni dello zucchero nel sangue non sono associate al cibo? Un nutrizionista, allergologo, immunologo, uno degli autori del metodo per selezionare un sistema nutrizionale individuale basato su un esame del sangue, il dottor Anatoly Volkov racconta le regole della nutrizione.

Passione per la dieta

Ci sono poche persone che seguono rigorosamente una dieta, perché qualsiasi dieta è una sorta di organizzazione della vita, e per la maggioranza è piuttosto problematico organizzare la propria vita. Le persone, quindi, hanno bisogno di una pianificazione esterna e di una chiara formalizzazione del processo. Succede che il motivo per rivolgersi a una dieta sia, ad esempio, il motivo "invernale": "Non mi vesto in costume da bagno!" Una parte dell'umanità cerca diete su Internet, ma in realtà ha bisogno dell'aiuto di uno psicologo o anche di uno psichiatra. Un altro è alla ricerca di una pillola che li renda sani e felici. Ma anche chi è pronto ad aderire a un sistema rigido non sempre si rende conto di cosa seguirà. Un uomo in primavera dice: "Ho bisogno di perdere peso e non sono interessato alle conseguenze", si siede su una dieta cheto e perde peso velocemente. Ma nel tempo, torna di nuovo al suo peso precedente, aggiunge solo pillole per l'ipertensione. Non conosco metodi che non influenzerebbero il corpo.

A proposito di zucchero

Gli sbalzi di zucchero nel sangue non sono direttamente correlati al cibo. Tutte le fluttuazioni dello zucchero sono solo la metà per cento: abbiamo un ppm di carboidrati nel sangue. Se 6 grammi di zucchero compaiono in un litro di sangue, allora moriremo di ipercoma e mangeremo molto di più! Si scopre che la morte dovrebbe venire semplicemente da un cucchiaio di zucchero. Se l'intero volume sanguigno rappresenta solo cinque grammi di zucchero, non può esserci alcuna carenza. Ma manca l'acqua. E poi una persona ha bisogno di zucchero extra per "tirare" l'acqua nel flusso sanguigno. È da qui che viene la voglia di dolci: è solo un sintomo di sete e nient'altro. Le persone che iniziano a bere acqua normalmente smettono di mangiare dolci.

Sì, dopo il glucosio, lo zucchero nel sangue non sale come dopo il grano, e questo nonostante il cibo non sia arrivato da nessuna parte tranne lo stomaco e sarà digerito per diverse ore. Lo stomaco è l'ambiente esterno: è un tubo separato dal corpo da una barriera e ha un'entrata e un'uscita. È che se metti del cibo in tasca, è successo qualcosa, sei pieno? Ovviamente no. E lo zucchero nel sangue è già cambiato. Otteniamo energia per il corpo dall'acqua e dal grasso. Non c'è energia diretta nello zucchero!

I benefici della masticazione

Abbiamo sensori nella bocca che trasmettono segnali al cervello. Mentre mastichiamo, valuta di cosa è fatto il cibo e definisce i compiti: cosa deve essere gettato nel sangue. Se la miscela di prodotti è tale che il compito non può essere risolto, l'intero processo risulta privo di significato. Il dottor Fletcher, 200 anni fa, guarì miracolosamente molte cose semplicemente masticando per molto tempo. E se la tua cistifellea ha un nodo, allora ha particolarmente paura del fast food e la maggior parte delle persone mangia come aspirapolvere. Il corpo spesso non ha nemmeno il tempo di capire cosa hai ingoiato e, dopotutto, il compito della digestione è digerire e rimuovere i rifiuti, e questo non può essere un processo senza controllo.

A proposito di scorie

Il corpo vive continuamente e come risultato di questo processo si ottengono rifiuti che devono essere messi da qualche parte - in modo che vengano espulsi attraverso il sistema linfatico nelle vene e ulteriormente nel flusso sanguigno. Tutti i prodotti del sistema immunitario e le reazioni di stress, così come quelle cellule che sono scadute, sono proteine. Circa 150 grammi di tali proteine ​​non necessarie vengono gettati nello stomaco al giorno e vengono escreti con il cibo. Se mangiamo, convenzionalmente, carboidrati e grassi, la proteina viene buttata via e se mangiamo proteine, si accumula ancora di più, si annida nel corpo. Pertanto, il cibo proteico è sempre un sovraccarico..

Le persone grasse erano chiamate grasse per qualche motivo, ma una persona, convenzionalmente, con il 50% di peso in eccesso (invece di 80 kg ne pesa 120) avrebbe quindi una galleggiabilità assolutamente positiva, il che significa che sporgerebbe come un galleggiante nell'acqua e non affogherebbe mai. Allora cosa c'è? Sicuramente non grasso! Queste sono scorie: immondizia, prodotti di scarto, proteine, che non vengono escrete a causa del sovraccarico. Rimane all'interno, viene depositato, immagazzinato e necessita comunque di manutenzione. L'eccesso di peso è una violazione della funzione di escrezione.

Sulla dieta cheto

Un fattore positivo nella dieta cheto è la presenza di grassi in essa. E il grasso è una materia prima universale per tutto. Il 75% del sistema nervoso, del midollo osseo, degli occhi e dei polmoni è grasso. Né il fegato, né la tiroide, né il pancreas possono lavorare senza grasso. È il grasso sulla superficie dei polmoni che ci consente di non morire di congelamento nel congelamento di -10 ° C e il rigetto dei grassi porta al fatto che i polmoni iniziano a far male. La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è oggi una delle quattro cause di morte. I grassi stessi danno alcuni risultati positivi nella dieta cheto. E il fatto che ti costringa a prendere energia solo dai grassi, non dai carboidrati è pazzesco. Niente brucia nel corpo, quindi il termine "brucia i grassi" non è affatto un termine medico. Nella migliore delle ipotesi, un istruttore di fitness, ma non un medico. La dieta cheto è pericolosa perché blocca la pulizia a causa dell'eccesso di proteine ​​nella dieta..

Secondo la dieta cheto, la dieta dovrebbe essere al 70% di grassi e al 30% di proteine. Ora immagina di mangiare un chilo di cibo al giorno: hai mangiato 700 grammi di grassi? Morirai in 15 minuti da una cistifellea rotta! Mostrami un uomo che mangia così tanto.

Il grasso è una fonte di carboidrati e un'ulteriore fonte di acqua. E anche - un'ulteriore fonte di carbonati, cioè, appunto, la soda, che attiva il flusso sanguigno venoso, la nostra intera "fogna". Il grasso è l'unico elemento che non influisce sulla struttura del sangue; lì è libero. La quantità di zucchero influisce, ma il grasso no. È versatile e puoi ricavarne tutto.

Sul vegetarianismo

Se la tua dieta vegetariana ha abbastanza grassi, nessun problema. Ma non stiamo parlando di grassi vegetali, non sono categoricamente una risorsa sufficiente per la vita: tutti questi oli esistono esattamente prima della digestione. Non una sola persona sa cosa succede con loro, perché non c'è modo di scoprire cosa ha ricevuto il corpo da loro e per cosa ha usato. Anche nella patria del vegetarianismo - in India, dove la temperatura dell'aria è quasi sempre uguale alla temperatura corporea, mangiano una miriade di burro. Lo aggiungono dappertutto, ma non vengono utilizzate così tante verdure..

A proposito di cibo separato

C'è molto dietro la frase nutrizione separata, dai progetti più elementari a quelli folli. Perché hai bisogno di mangiare separatamente, se tutto viene digerito allo stesso modo nell'intestino e se non è stato digerito, è comunque uscito in strada? Ma il corpo ha bisogno di sapere cosa hai mangiato per rimuoverlo. Ad esempio, ultimamente non voglio mangiare la mia carne preferita, ma perché? Perché ora questo è un processo senza senso, in base al quale nulla può essere gettato fuori dal corpo per purificarsi. L'apporto di cibo nel nostro intestino, lungo sei metri, è enorme, per un paio di settimane buone. L'intestino è un nastro trasportatore costituito da sezioni, ognuna delle quali svolge funzioni diverse e riceve risorse diverse.

Sul digiuno

Quando muori di fame, il corpo inizia a usare se stesso come cibo. In effetti, il normale cibo senza proteine ​​ha esattamente lo stesso effetto del digiuno, ma solo se mangi cibi adatti al tuo sistema immunitario. Quello che faccio io stesso: ho ogni tre giorni completamente privo di proteine. Il digiuno è appropriato solo in casi estremi, ad esempio nel trattamento del cancro. Quanto tempo può vivere il corpo senza cibo? Fino a 45 giorni. Ci sono pazienti che vengono purificati in questo modo in oncologia. Questo è un metodo piuttosto estremo quando non ci sono altre opzioni. Tale digiuno prolungato è un indicatore dell'effettivo approvvigionamento di cibo nel corpo, proteine, che si muove continuamente nel corpo in un cerchio e funziona tutto il tempo..

Mangiare intuitivo

Una persona mangia ciò che vuole? Nessun problema, le persone dovrebbero mangiare in questo modo. E cosa fa il corpo quando ha problemi e ha bisogno di supporto, cosa cercherà? Stampella. Se la tua cistifellea non funziona bene, risolverà il problema con l'aiuto di prodotti familiari. Ad esempio, salvarsi con cioccolato o caffè è coleretico. Se una persona beveva vodka, cosa richiede il corpo? Brodo coleretico forte, perché il fegato era carico. Il sangue di una persona è sovraccarico di proteine, è un diabetico - cosa mangerà? Pane bianco con burro, perché la maggior parte degli scarti proteici viene gettata sotto il pane bianco.

A proposito di vitamine

Ora tutti vanno pazzi per queste vitamine. Innanzitutto, non funzionano sui tablet. Inoltre, la vitamina sintetizzata può essere velenosa. Le vitamine sono necessarie per stimolare i processi interni del corpo dopo malattie, condizioni gravi, lesioni, ferite nella parte anteriore. Nella vita ordinaria, non sono necessari. Molte persone assumono vitamine per mantenere il loro livello nel corpo, concentrandosi sulle norme accettate. Ma, ad esempio, circa il 70% delle persone ha una vitamina D ridotta, allora perché è la norma fatta per i restanti trenta?

A proposito di acqua

Per compensare la perdita di liquidi, una persona deve bere, in media, cinque litri di acqua al giorno. Bene, guarda tu stesso: 2 litri al giorno espellono i reni, viene consumata ancora più acqua. polmoni. Abbiamo un punto di rugiada durante l'espirazione, espiriamo aria ad alta umidità e se l'aria nella stanza è secca, allora prendiamo umidità nel nostro corpo, anche circa due litri al giorno. Inoltre la pelle e l'intestino. Se non c'è abbastanza acqua, allora non c'è sete: nella mancanza di liquidi nel corpo, il compito principale è preservare ciò che è. Ma se i reni funzionano normalmente e bevi abbastanza acqua, allora la sete sarà e questo è normale. È meglio non bere acqua fredda: lo stomaco la scalderà e impiegherà una certa quantità di energia e tempo su di essa. Meglio bere acqua uguale alla temperatura corporea o leggermente più calda. Anche la composizione dell'acqua è importante: non dovrebbe provenire da un filtro e non bollita, ma con alti carbonati - 300-400 mg per litro.

Se guardi nell'urna dopo la cremazione, diventerà chiaro che siamo costituiti principalmente da acqua, tutto il resto è di 50 grammi, quindi cosa pesiamo quando siamo sulla bilancia? acqua.

Scorie azotate

Sprechi nel corpo, che cos'è. Cosa sono le "scorie" e le "tossine" in medicina?

I termini sonori amati dai venditori di integratori alimentari e dagli amanti delle "procedure miracolose" come l'idrocolonoterapia sono in realtà un grandioso inganno della popolazione..

  • Leggi di più →

Le tossine nel corpo sono quelle. Rifiuti nel corpo

I rappresentanti della medicina alternativa propongono di utilizzare la pulizia dalle "tossine" o detox (disintossicazione inglese) per il trattamento di varie malattie. I sostenitori della teoria delle tossine offrono vari metodi di tale pulizia, inclusi quelli potenzialmente pericolosi per la salute: digiuno, clisteri, idroterapia del colon..

  • Leggi di più →

Cosa sono queste scorie. Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

  • Leggi di più →

Cosa sono le tossine e le tossine nel corpo umano. Rifiuti nel corpo

I rappresentanti della medicina alternativa propongono di utilizzare la pulizia dalle "tossine" o detox (disintossicazione inglese) per il trattamento di varie malattie. I fautori della teoria delle tossine offrono vari metodi di tale pulizia, inclusi quelli potenzialmente pericolosi per la salute: digiuno, clisteri, idrocolonoterapia.

  • Leggi di più →

Scorie, cosa sono le tossine. Rifiuti nel corpo

I rappresentanti della medicina alternativa propongono di utilizzare la pulizia dalle "tossine" o detox (disintossicazione inglese) per il trattamento di varie malattie. I fautori della teoria delle tossine offrono vari metodi di tale pulizia, inclusi quelli potenzialmente pericolosi per la salute: digiuno, clisteri, idrocolonoterapia.

  • Leggi di più →

Scorie nel corpo che. Cosa sono le scorie e le tossine?

Le scorie sono sostanze che si accumulano nel corpo umano nel corso della vita: si tratta di calcoli fecali e di bilirubina, sali e ossidi di metalli pesanti, bile vecchia e muco. Il corpo umano è un meccanismo autosufficiente che ha tutto ciò di cui ha bisogno per far fronte ai prodotti di decomposizione delle sostanze: fegato, reni, ghiandole sudoripare. Ma se la quantità di tossine prevale sulle capacità dei sistemi escretori, si verifica il loro accumulo e, di conseguenza, un deterioramento del benessere. Le tossine sono sostanze tossiche e velenose che provengono dall'esterno o si formano all'interno del corpo. Ora che l'industria alimentare si è fusa con l'industria chimica, la quantità di tossine negli alimenti è aumentata notevolmente.

  • Leggi di più →

Scorie nel corpo umano. Cosa sono le scorie e le tossine?

Le scorie sono sostanze che si accumulano nel corpo umano nel corso della vita: si tratta di calcoli fecali e di bilirubina, sali e ossidi di metalli pesanti, bile vecchia e muco. Il corpo umano è un meccanismo autosufficiente che ha tutto ciò di cui ha bisogno per far fronte ai prodotti di decomposizione delle sostanze: fegato, reni, ghiandole sudoripare. Ma se la quantità di tossine prevale sulle capacità dei sistemi escretori, si verifica il loro accumulo e, di conseguenza, un deterioramento del benessere. Le tossine sono sostanze tossiche e velenose che provengono dall'esterno o si formano all'interno del corpo. Ora che l'industria alimentare si è fusa con l'industria chimica, la quantità di tossine negli alimenti è aumentata notevolmente.

  • Leggi di più →

Le tossine e le scorie lo sono. Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

  • Leggi di più →

Le scorie e le tossine lo sono. Cosa sono le scorie e le tossine?

Le scorie sono sostanze che si accumulano nel corpo umano nel corso della vita: si tratta di calcoli fecali e di bilirubina, sali e ossidi di metalli pesanti, bile vecchia e muco. Il corpo umano è un meccanismo autosufficiente che ha tutto ciò di cui ha bisogno per far fronte ai prodotti di decadimento delle sostanze: fegato, reni, ghiandole sudoripare. Ma se la quantità di tossine prevale sulle capacità dei sistemi escretori, si verifica il loro accumulo e, di conseguenza, un deterioramento del benessere. Le tossine sono sostanze tossiche e velenose che provengono dall'esterno o si formano all'interno del corpo. Ora che l'industria alimentare si è fusa con l'industria chimica, la quantità di tossine negli alimenti è aumentata notevolmente.

  • Leggi di più →

Tossine e scorie. Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

  • Leggi di più →

Scorie e tossine. Rifiuti nel corpo

I rappresentanti della medicina alternativa propongono di utilizzare la pulizia dalle "tossine" o detox (disintossicazione inglese) per il trattamento di varie malattie. I fautori della teoria delle tossine offrono vari metodi di tale pulizia, inclusi quelli potenzialmente pericolosi per la salute: digiuno, clisteri, idrocolonoterapia.

  • Leggi di più →

Da quali tossine nel corpo. Cosa sono le scorie e le tossine?

Le scorie sono sostanze che si accumulano nel corpo umano nel corso della vita: si tratta di calcoli fecali e di bilirubina, sali e ossidi di metalli pesanti, bile vecchia e muco. Il corpo umano è un meccanismo autosufficiente che ha tutto ciò di cui ha bisogno per far fronte ai prodotti di decomposizione delle sostanze: fegato, reni, ghiandole sudoripare. Ma se la quantità di tossine prevale sulle capacità dei sistemi escretori, si verifica il loro accumulo e, di conseguenza, un deterioramento del benessere. Le tossine sono sostanze tossiche e velenose che provengono dall'esterno o si formano all'interno del corpo. Ora che l'industria alimentare si è fusa con l'industria chimica, la quantità di tossine negli alimenti è aumentata notevolmente.

  • Leggi di più →

Rifiuti e tossine nel corpo. Metodi per rimuovere le tossine e le tossine dal corpo

La medicina ufficiale può offrire una serie di strumenti, procedure, farmaci che saranno necessari in caso di grave intossicazione, disfunzione degli organi. Tra loro ci sono:

Strumentale: clistere, idrocolonoterapia. Procedure: plasmaferesi, emodialisi. Preparazioni farmacologiche - lassativi, enterosorbenti.

Hanno tutti vantaggi ed effetti collaterali..

Non dedicheremo molto tempo e attenzione a questo, lo faranno gli operatori sanitari..

Cosa puoi fare da solo per rimuovere le tossine?

Queste raccomandazioni non richiedono l'aiuto di cliniche specializzate..

  • Leggi di più →

Da quali tossine nel corpo. Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

  • Leggi di più →

Cosa sono le tossine e le tossine nel corpo. Cosa sono le "scorie" e le "tossine" in medicina?

I termini sonori amati dai venditori di integratori alimentari e dagli amanti delle "procedure miracolose" come l'idrocolonoterapia sono in realtà un grandioso inganno della popolazione..

  • Leggi di più →

Cosa sono le scorie e le tossine nel corpo umano. Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

Ragazzi, mettiamo il nostro cuore e la nostra anima in Bright Side. Grazie per questo,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca.
Unisciti a noi su Facebook e VKontakte

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

  • Leggi di più →

Sprechi nel corpo, che cos'è. Rifiuti nel corpo

I rappresentanti della medicina alternativa propongono di utilizzare la pulizia dalle "tossine" o detox (disintossicazione inglese) per il trattamento di varie malattie. I fautori della teoria delle tossine offrono vari metodi di tale pulizia, inclusi quelli potenzialmente pericolosi per la salute: digiuno, clisteri, idrocolonoterapia.

Scorie azotate

È un aumento del livello di tossine azotate nel sangue

* d) uremia

Con il coma uremico, l'aria espirata ha un odore

* a) ammoniaca

Le scorie azotate lo sono

* c) creatinina, urea

Con insufficienza renale cronica, la dieta è limitata

* a) proteine

Con un sanguinamento polmonare massiccio, si sviluppa l'anemia

* d) post-emorragico (acuto)

Trattamento dell'anemia acuta post-emorragica

* a) trasfusioni di sangue, sostituti del plasma

Debolezza, svenimento, perversione del gusto e dell'olfatto si osservano con l'anemia

* d) carenza di ferro

Quando si tratta l'anemia da carenza di ferro, è necessario iniziare gli integratori di ferro

* a) all'interno

Dolore ai muscoli del polpaccio, gengive sanguinanti si verificano con l'ipovitaminosi

* c) C

L'anemia da carenza di vitamina B12 si sviluppa quando

* a) gastrite atrofica

d) carenza di fattori della coagulazione

Nell'anemia si osservano ittero, epatosplenomegalia, urine scure

* b) emolitico

La splenectomia viene eseguita per l'anemia

* b) emolitico

Causa dell'anemia aplastica

b) carenza di ferro nella dieta

c) carenza di vitamina B12

* d) l'effetto delle radiazioni ionizzanti

e) carenza di minerali

Nella leucemia linfocitica cronica si verifica un aumento

a) fegato, milza, cuore

* b) fegato, milza, linfonodi

c) milza, cuore, reni

d) milza, cuore, tiroide

e) linfonodi, cuore, fegato

Nel trattamento della leucemia utilizzato

* d) citostatici, glucocorticoidi

Causa dell'emofilia

b) l'effetto delle radiazioni ionizzanti

* d) disturbo cromosomico

Adozione del codice del lavoro della Repubblica del Kazakistan

a) 15 ottobre 1998

b) 22 giugno 2000

c) 7 aprile 1997

* d) 19 dicembre 2007

e) 19 dicembre 2000

Quanto tempo ci vuole per determinare il risultato del test di Mantoux

* b) dopo 72 ore

d) dopo 48 ore

Il gruppo di rischio per la tubercolosi tra la popolazione adulta comprende le seguenti categorie, tranne

* a) pazienti con diabete mellito

b) migranti, persone senza fissa dimora

c) dopo l'intervento chirurgico

e) pazienti con pielonefrite cronica

Deve essere eseguita la pulizia a umido corrente in una struttura per la tubercolosi

c) a discrezione della caposala

* d) tutti i giorni, 2 volte al giorno

Che cosa sono le pulsioni tubercolari

* b) tubercolosi delle articolazioni del ginocchio

c) tubercolosi delle articolazioni dell'anca

Chi ha ricevuto la tubercolina

* b) R. Koch

Qual è lo studio principale nella diagnosi della tubercolosi resistente

b) analisi dell'espettorato per VC

* c) test di sensibilità ai farmaci

e) cultura dell'espettorato in ufficio

Come viene somministrato il vaccino BCG

* a) per via sottocutanea

Dove viene condotta l'indagine sulla popolazione a rischio?

* c) nelle strutture di assistenza sanitaria di base

e) sul luogo di lavoro

I tipi di stupore sono 1. Isterico 2. Paranoico 3. Catatonico 4. Apatico 5. Depressivo

* c) 1,3,4,5

La sindrome astenica è un tipo di sindromi:

* d) nevrotico

L'insieme di misure volte a prevenire l'esacerbazione della malattia mentale è

a) prevenzione primaria

b) classificazione dei disturbi mentali

* c) prevenzione secondaria

Le varianti della sindrome affettiva includono 1. Depressione 2. Mania 3. Paranoico 4. Disforia 5. euforia

* a) 1,2,3,4

La demenza si manifesta come conseguenza di 1. Schizofrenia 2. Oligofrenia 3. Malattie vascolari del cervello 4. Danni organici al sistema nervoso centrale 5. Psicosi maniaco-depressiva

Uremia azotemica

Uremia azotemica (dalle parole greche urina - urina e haima - sangue - sangue di urina) - insufficienza renale cronica che si verifica nella fase finale di molte malattie renali croniche a seguito di insufficienza totale (generale) della funzione renale ed è caratterizzata da auto-avvelenamento del corpo dai prodotti della sua attività vitale.

Eziologia e patogenesi

L'uremia azotemica è la complicanza più grave delle malattie renali croniche che terminano con la nefrosclerosi: glomerulonefrite cronica, pielonefrite, amiloidosi e malattia del rene policistico, loro lesioni nella vasculite sistemica e arteriolo-nefrosclerosi, ecc..

La patogenesi dell'uremia azotemica non è ben compresa. È stato stabilito che con l'uremia nel sangue del paziente si accumulano i prodotti della scomposizione delle proteine: scorie azotate, urea, creatinina, acido urico. Aumenta il contenuto di indican, fenolo e altri composti aromatici, che si formano nell'intestino durante la putrefazione ed entrano nel flusso sanguigno attraverso la parete intestinale. Nelle persone sane, queste sostanze vengono escrete dal sangue dai reni. Inoltre, con l'uremia azotemica, a causa della compromissione di tutte le funzioni renali, si verificano complesse violazioni della composizione minerale e dell'equilibrio acido-base nel corpo del paziente..

Vari composti di zolfo, fosforo, magnesio e altre sostanze si accumulano. A causa dell'accumulo di prodotti acidi e di una violazione della formazione di ammoniaca da parte dei reni, si sviluppa l'acidosi. Il normale funzionamento degli organi e dei sistemi corporei è interrotto. L'uremia è accompagnata da gravi danni al fegato e disturbi metabolici.

Nello sviluppo dell'insufficienza renale cronica, è necessario distinguere due periodi: il primo è latente (rilevato solo con l'aiuto di uno studio speciale sulla funzione renale) e il secondo periodo, manifestato da un certo quadro clinico di uremia cronica, descritto di seguito.

Le prime fasi dell'insufficienza renale vengono rilevate determinando l'entità e il ritmo giornaliero della filtrazione glomerulare, la clearance dell'urea, gli elettroliti, l'escrezione di ammoniaca e altri indicatori.

Per identificare il periodo di latenza, è importante studiare la funzione escretoria dei reni e, prima di tutto, la loro capacità di concentrazione. La funzione di concentrazione è giudicata dalla densità relativa dell'urina (test di Zimnitsky). Allo stesso tempo, la densità relativa delle urine non supera 1.016-1.018, si nota ipo e isostenuria.

I test di liquidazione rivelano una violazione della funzione di filtrazione e riassorbimento dei reni. Determinando il livello di azoto residuo e le sue frazioni nel sangue, vengono rilevate le fasi successive dell'insufficienza renale cronica. Anche un leggero aumento di questo livello indica una violazione della funzione di espulsione dell'azoto dei reni. Con una forte compromissione della funzione renale e lo sviluppo di uremia azotemica, l'azoto residuo nel sangue può raggiungere 500 mg o più, l'urea - 800-1000 mg, la creatinina - 35 mg. L'azotemia nella malattia renale cronica cresce relativamente lentamente.

Attualmente non esiste una classificazione generalmente accettata dell'insufficienza renale cronica. A.P. Peleshchuk et al (1974) suggeriscono di distinguere tre stadi, a seconda del livello di azotemia e dello stato di filtrazione glomerulare:

• iniziale, con un leggero aumento del contenuto di azoto residuo (fino a 60 mg) e creatinina (fino a 1,5-3,0 mg) nel sangue e una moderata diminuzione della filtrazione glomerulare;

• (A e B) - grave, con azotemia più significativa e disturbi elettrolitici;

• terminale, manifestato da un quadro clinico vivido di uremia.

Clinicamente, l'insufficienza renale cronica si manifesta sotto forma di disturbi dispeptici, neurologici e trofici. L'appetito dei pazienti diminuisce, c'è avversione al cibo, sete, secchezza delle fauci, nausea, spesso vomito.

I pazienti sono spesso preoccupati per il prurito. La pelle è di colore giallo pallido (anemia e ritenzione di urocromo nel sangue), con tracce di graffi. Lingua secca, ricoperta. Dalla bocca si avverte un odore sgradevole di ammoniaca. Si sviluppano stomatite, gengivite, enterocolite, si osserva spesso diarrea. Questi sintomi sono spiegati dal rilascio compensatorio di sostanze azotate accumulate nel sangue attraverso il tratto gastrointestinale..

I fenomeni neurologici nell'uremia sono caratterizzati da adynamia, letargia e apatia del paziente. I pazienti possono essere irrequieti o quasi dimenticati. Può svilupparsi un coma (coma uremico). Possono verificarsi convulsioni di eccitazione, in cui si osservano crampi tonici dei muscoli gastrocnemio, contrazioni fibrillari. Disturbi del ritmo respiratorio (respirazione Kussmaul) si verificano a causa dell'acidosi.

A causa di una violazione dell'afflusso di sangue al centro respiratorio, può comparire la respirazione di Cheyne-Stokes. Ci sono segni di insufficienza circolatoria. Nella fase finale dell'uremia azotemica, si sviluppa un'endocardite terminale, che prefigura una morte imminente. I pazienti hanno la tendenza a sviluppare bronchite e polmonite. Con l'uremia, si nota una forte diminuzione della vista fino alla cecità. Alcuni pazienti hanno la perdita dell'udito. Con un aumento dell'azotemia, aumenta il prurito della pelle, che diventa doloroso. Poco prima della morte, le tossine azotate ("urea sudore") si depositano sulla pelle del viso, sulle ali del naso e sulla fronte. L'uremia è caratterizzata da gravi emorragie, spesso nasali. Le pupille dei pazienti sono ristrette, reagiscono male alla luce.

L'analisi delle urine rivela ipoisostenuria e poliuria, il sedimento urinario è scarso a causa della poliuria. Il coma uremico è lo stadio finale dell'auto-avvelenamento. Crampi tonici compaiono nei muscoli del polpaccio, piccoli crampi clonici, contrazioni dei tendini, muscoli del viso e degli arti. Meno comunemente, si verificano grandi convulsioni. I riflessi tendinei sono aumentati. Si notano oliguria o anuria. Il contenuto di urea nel sangue è superiore a 30 mmol / l, la creatinina è superiore a 1000 μmol / l, il sodio è superiore a 330 mosm / l. Filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / min. L'osmolarità delle urine è inferiore a 500 mosm / l. Caratterizzato da acidosi metabolica.

Diagnosi e diagnosi differenziale

Il riconoscimento dell'insufficienza renale cronica in presenza di indicazioni nella storia di glomerulonefrite, pielonefrite, amiloidosi, ecc. Ei corrispondenti dati clinici e di laboratorio non causa difficoltà. L'eccezione sono quei casi in cui è la prima manifestazione di glomerulonefrite latente, pielonefrite o insorgenza di collagenosi.

L'insufficienza renale cronica deve essere differenziata dalle sindromi renali extrarenali: azotemia ipocloremica, sindromi epatorenali e pancreatorenali, sindrome renale extrarenale in varie malattie.

L'azotemia ipocloremica si verifica con grandi perdite di cloruri (vomito frequente, diarrea, abuso di diuretici, ecc.). Allo stesso tempo, c'è un aumento del contenuto di azoto residuo nel sangue, una diminuzione del livello di cloruri, alcalosi e lievi cambiamenti nelle urine. Quest'ultimo può aumentare quando si verifica l'oligoanuria.

Le sindromi epatorenali e pancreatorenali sono alterazioni renali nelle lesioni gravi del fegato e del pancreas. Sono caratterizzati da un aumento del contenuto di azoto residuo nel sangue con un contenuto normale o basso di urea, un rapporto creatinina / urea relativamente alto, insieme a sintomi di malattia renale, danno epatico o pancreas. Per la sindrome renale extrarenale in varie malattie (sepsi, polmonite, ecc.), Sono tipici i seguenti: un aumento del contenuto di azoto residuo (a seguito di un aumento della disgregazione proteica - azotemia catabolica), nonché squilibrio elettrolitico, acidosi.

L'insufficienza renale di solito progredisce e porta alla morte del paziente. La progressione può essere lenta o più veloce. Le condizioni del paziente sono aggravate da infezioni intercorrenti (polmonite, influenza, ecc.), Esacerbazione di infezione focale cronica, parto, intervento chirurgico, sviluppo di insufficienza circolatoria, sanguinamento. La morte può derivare da intossicazione, insufficienza circolatoria, sanguinamento gastrointestinale, ictus o infezione intercorrente. La prognosi è più favorevole nella fase iniziale e molto scarsa nell'insufficienza renale allo stadio terminale.

Di grande importanza nell'insufficienza renale cronica dovrebbe essere data alla terapia nutrizionale. Nella sua prima fase, un'alimentazione razionalmente organizzata può contribuire a una correzione relativamente a lungo termine delle disfunzioni renali e, di conseguenza, al prolungamento della capacità lavorativa dei pazienti. Anche nella seconda fase dell'insufficienza renale cronica, è possibile ottenere un miglioramento delle condizioni del paziente attraverso una terapia dietetica razionale.

Requisiti dietetici di base:

• limitare la quantità di proteine ​​insieme a una quantità sufficiente di aminoacidi essenziali;

• elevato apporto calorico (dovuto a grassi e carboidrati - 2000–2500 calorie), che previene la disgregazione delle proteine ​​del corpo;

• una quantità sufficiente di frutta, verdura, succhi per correggere i disturbi dell'elettrolito dell'acqua;

• buona cucina per migliorare l'appetito. Nella fase I dell'insufficienza renale cronica, è consentita una quantità fisiologica di proteine ​​(90-100 g) con 1-2 giorni di digiuno a settimana (ipercalorico, ipoproteico).

In presenza di ipertensione, la quantità di sale nel cibo è limitata a 3-4 g al giorno, e talvolta meno. Se il contenuto di urea e creatina nel sangue non si normalizza e la pressione sanguigna non diminuisce, la quantità di proteine ​​è limitata a 1 g per 1 kg di peso del paziente al giorno.

Nella fase II, la quantità di proteine ​​non deve superare 1 g per 1 kg di peso del paziente al giorno con 2-3 giorni di digiuno a settimana. Negli stadi II B e III dell'insufficienza renale cronica, il paziente deve seguire una dieta ipoproteica e ipercalorica. La terapia farmacologica per l'insufficienza renale cronica ha le sue caratteristiche.

L'uso di antibiotici nefrotossici e ototossici è controindicato: streptomicina, neomicina, micerina, polimixina, ecc..

A partire dallo stadio II B, gli antibiotici della serie delle tetracicline sono controindicati. Nella fase III, la dose degli antibiotici somministrati dovrebbe essere dimezzata e gli intervalli tra le loro somministrazioni dovrebbero essere aumentati. Con una minacciosa iperkaliemia (oligoanuria), la penicillina cristallina non deve essere somministrata a causa del suo alto contenuto di potassio. A partire dallo stadio II B, la dose di glicosidi cardiaci deve essere ridotta di 2-4 volte. Già nella fase II, l'uso sistematico di morfina, codeina, salicilati, derivati ​​pirazolonici è controindicato. Nella fase terminale, con una diminuzione della filtrazione glomerulare inferiore a 10 ml / min, la dose di tutti i farmaci prescritti non deve superare 1 / 3-1 / 4 della terapia terapeutica generalmente accettata.

Ai pazienti vengono prescritti ormoni anabolizzanti (nerabol, methandrostenolone, methandrostenedione, ecc.) Per ridurre la degradazione e aumentare la sintesi proteica. Vengono utilizzati 1 compressa 2-3 volte al giorno per 15-20 giorni sotto il controllo della pressione sanguigna (può aumentare il suo livello), del bilancio idrico (può portare a ritenzione di liquidi nel corpo), condizioni di funzionalità epatica (può avere un effetto tossico sul fegato ).

I pazienti necessitano di una terapia alcalinizzante: iniezioni endovenose di una soluzione di bicarbonato di sodio all'1,5–2% o di una soluzione di lattato di sodio al 10%, nonché soluzioni di mannitolo e mannitolo. Per ridurre l'ipocalcemia e ridurre l'ipermagnesiemia, viene prescritta la somministrazione sottocutanea, intramuscolare o endovenosa di una soluzione al 10% di gluconato di calcio.

Si raccomanda la nomina di farmaci antipertensivi: dibazolo, papaverina, no-spa, platifillina, eufillina, preparati di rauwolfia, ipotiazide, inderale, obzidan, guanetidina, droghe. I pazienti sono controindicati per la nomina di solfato di magnesio (ipermagnesiemia). Nel 30-50% dei casi è necessario ricorrere a diuretici: aldactone, veroshpiron, furosemide, hypothiazide. I diuretici al mercurio sono rigorosamente controindicati. Per combattere l'anemia vengono prescritti preparati di ferro e cobalto.

Per il sanguinamento, i preparati di calcio e le vitamine K vengono utilizzati in combinazione con l'acido aminocaproico. Uso razionale delle vitamine D2 (per combattere l'ipocalcemia), C, B1, B12, K, PP (per ridurre i fenomeni di diatesi emorragica).

Nelle fasi II e III vengono prescritti glicosidi cardiaci (quelli che non hanno proprietà cumulative pronunciate): isolanide, strophanthin, korglikon, ecc. - a metà della dose terapeutica. In caso di malattie intercorrenti, vengono prescritti antibiotici. A partire dalla fase II, lavare sistematicamente lo stomaco e l'intestino con una soluzione di bicarbonato di sodio al 2-3%. Questo promuove la pulizia extrarenale del corpo dai prodotti del metabolismo delle proteine. Gli agenti di disintossicazione generale (gemodez, ecc.) Sono ampiamente utilizzati. In caso di coma uremico, è indicata la somministrazione endovenosa di soluzione di glucosio al 40% (40 ml) e soluzione di glucosio al 5% (500 ml), soluzione di bicarbonato di sodio al 4% (200 ml).

Viene eseguita una lavanda gastrica intensiva con una soluzione di bicarbonato di sodio al 2-4%. Fai un clistere a sifone. Quando eccitato - clistere con idrato di cloralio di sodio al 3% (50 ml). Il rimedio più efficace è la dialisi extracorporea peritoneale. Con vomito persistente, 1 ml di una soluzione allo 0,1% di atropina viene iniettato per via sottocutanea. Con l'iperkaliemia, è indicata la somministrazione endovenosa di una soluzione al 10% di gluconato di calcio (fino a 50 ml al giorno).

Un esame del sangue per la biochimica: cosa mostra, la norma e la decodifica

Tra i tanti metodi di ricerca ematologica, spicca un esame del sangue biochimico. Questa analisi fornisce le informazioni più dettagliate sullo stato della salute umana. Per coloro che sono interessati a ciò che mostra un esame del sangue biochimico da una vena, offriamo questo articolo..

Cosa può mostrare un esame del sangue biochimico?

Lo sviluppo della biochimica è stata una conseguenza del rapido progresso della chimica organica. La differenza tra queste discipline sta nell'ampiezza della copertura dell'oggetto della ricerca: la biochimica non è interessata a tutta la materia organica, ma solo a quelle relative alla vita. La biochimica studia i processi chimici che avvengono nelle cellule degli esseri viventi, quindi i suoi metodi di conoscenza degli esseri viventi sono ampiamente richiesti nella medicina clinica. Il materiale principale per i metodi di ricerca biochimica in medicina è il sangue. La sezione di biochimica dedicata all'ematologia si chiama "biochimica del sangue".

Il sangue non è un liquido normale, ma un tessuto vivente, costituito da un mezzo liquido (plasma) e una sospensione di varie cellule: linfociti, eritrociti, piastrine. Il sangue circola in tutto il corpo, trasporta sostanze nutritive utili ai tessuti e agli organi e da essi - prodotti trasformati, prodotti di scarto, ormoni ed enzimi. Tutte queste sostanze, il loro livello qualitativo e quantitativo, ha senso nella diagnosi di varie patologie.

Possibili indicazioni per un esame del sangue biochimico

Un esame del sangue biochimico è sempre prescritto quando si sospetta una patologia nel lavoro degli organi del corpo umano.

Questo tipo di analisi appartiene alle forme ausiliarie di diagnosi: raramente viene eseguita immediatamente senza una ricerca preliminare con metodi clinici convenzionali..

È necessario un esame del sangue biochimico per chiarire i parametri dei precedenti metodi di ricerca, i cui valori numerici hanno destato sospetti dal medico curante. Ad esempio, un paziente ha un alto livello di zucchero - è necessario scoprire cosa ha causato esattamente la norma superata di glucosio nel sangue - un disturbo nel lavoro del pancreas e di altri organi del sistema endocrino, patologia epatica o disturbi ereditari. Se, insieme allo zucchero alto, c'è uno squilibrio nel contenuto di potassio e sodio nel sangue, è possibile l'avvelenamento da monossido di carbonio e se la norma delle β-globuline viene superata con glucosio alto, diabete mellito.

Un esame del sangue biochimico consente di effettuare specificità nella diagnosi dello stato dei sistemi cardiovascolare, genito-urinario, endocrino e muscolo-scheletrico e del tratto gastrointestinale. Questo metodo di ricerca consente spesso di rilevare malattie oncologiche nelle prime fasi del loro sviluppo..

Preparazione per un esame del sangue biochimico

Il sangue viene prelevato da una vena da un operatore sanitario. Il volume del sangue è di 5-10 ml. Il prelievo di sangue avviene principalmente al mattino a stomaco vuoto. Affinché il quadro clinico sia il più chiaro possibile, senza distorsioni, è necessario osservare le seguenti regole:

  • Un giorno prima dell'inizio della procedura, seguire una dieta, escludendo cibi grassi, alcol, caffè, tè forte, dolci dalla dieta (è possibile il tè leggermente zuccherato). È consigliabile che il cibo sia bollito, non fritto o affumicato.
  • È necessario astenersi da forti sforzi fisici, anche nei casi in cui "l'atleta" e "devono aderire al regime di allenamento". Dallo stesso punto di vista, è impossibile prelevare campioni di sangue da un paziente se è entrato in laboratorio in stato di agitazione, dopo l'esercizio fisico (corsa, lunghe scale di salita). È necessario dare alla persona il tempo di riprendere fiato, riprendersi, calmarsi e solo dopo iniziare la procedura.
  • È necessario escludere il fumo - almeno 1-1,5 ore prima dell'inizio della procedura, e ancora meglio - 24 ore.
  • Non puoi prelevare sangue da una persona che è stata in una sauna o in un bagno, proviene dalla calura estiva, ha una temperatura elevata.
  • È necessario interrompere l'assunzione di farmaci 1-2 giorni prima dell'inizio della procedura.

Un esame del sangue biochimico non ha parametri chiaramente definiti. Ad esempio, in un laboratorio la colonna è indicata come "bilirubina indiretta", mentre in un altro non lo è. Ma nel terzo laboratorio si indicano le colonne "potassio" e "sodio", che non si trovano nel primo e nel secondo laboratorio.

Pertanto, per evitare confusione nei risultati delle analisi, è necessario visitare lo stesso laboratorio..

Decifrare i risultati della biochimica del sangue

Per comprendere i risultati di un esame del sangue biochimico, è necessario capire cosa significa questo o quel parametro e quali sono i suoi valori. Di seguito è riportata una tabella con gli intervalli di norme per ciascun parametro, tenendo conto del sesso del paziente. Inoltre, attiriamo la vostra attenzione su quali patologie sono indicate da valori diminuiti o aumentati per ciascuno dei parametri..

Proteine ​​totali

Le proteine ​​sono composti biochimici ad alto peso molecolare. Sono anche chiamati polipeptidi o proteine. La struttura di una tipica proteina è costituita da α-amminoacidi legati da peptidi. Molecole polipeptidiche più complesse possono contenere metalli, lipidi, vitamine. Il sangue contiene da 160 a 180 diversi composti proteici, di cui il test clinico del sangue mostra solo l'emoglobina, e quello biochimico mostra tutte le principali frazioni proteiche: albumina, globuline (α, β e γ) e fibrinogeno.

La proteina totale è una misura che riflette la somma di tutte le frazioni proteiche nel sangue. Questo valore può essere utilizzato per giudicare se il paziente soffre di carenza proteica (ipoproteinemia) o eccesso di proteine ​​(iperproteinemia).

La carenza di proteine ​​può essere causata da motivi come:

  • dieta poco equilibrata, in cui ci sono pochi alimenti contenenti proteine;
  • malattia del sistema genito-urinario (la minzione frequente rimuove molti polipeptidi dal corpo);
  • tumori come cirrosi epatica, cancro alla vescica, cancro alla prostata;
  • epatite (il fegato è una fabbrica di proteine, qualsiasi malattia del fegato porta a una diminuzione dei polipeptidi nel corpo);
  • perdita di sangue (anche il sangue dal naso può causare una diminuzione delle proteine ​​nel corpo);
  • gravidanza (la proteina è un materiale da costruzione da cui il corpo della madre forma il feto);
  • malattia da ustioni (maggiore è l'area delle ustioni, più proteine ​​il corpo spende per la loro guarigione).

Un eccesso di proteine ​​è generalmente innocuo. Molto spesso, l'iperproteinemia riflette solo il fatto che il paziente sta mangiando bene e la sua dieta è ricca di proteine. Ma non sempre, a volte un aumento di questo indicatore sarà la prova del mieloma, la presenza di un processo infiammatorio all'interno del corpo (le globuline sono coinvolte nella risposta immunitaria e quindi, in presenza di infiammazione, il loro numero aumenta).

Decodifica dei valori associati alle frazioni proteiche nella tabella:

Scorie ematiche (prodotti del metabolismo dell'azoto)

Molti hanno sentito parlare dell'esistenza di "tossine nel sangue", ma non tutti hanno un'idea di cosa siano. Le scorie sono i prodotti del metabolismo dell'azoto risultante dalle reazioni biochimiche della scomposizione delle proteine ​​nel sangue umano: creatinina, urea. Puoi anche trovare nomi come creatina, acido urico, ammoniaca, azoto residuo..

Le scorie sono sostanze altamente tossiche, se ce ne sono molte nei tessuti del corpo, ciò influenzerà inevitabilmente la salute generale del paziente. Una quantità eccessiva di loro è la prova di una patologia che si sviluppa nel corpo..

La tabella mostra un elenco di possibili patologie associate a un cambiamento del livello di tossine nel sangue:

Il glucosio o altro "zucchero" è una sostanza che svolge un ruolo essenziale nel fornire energia al corpo umano. Nel processo di glicolisi, il glucosio si scompone e "energia" viene rilasciata sotto forma di due molecole di acido piruvico (piruvato), due molecole di adenosina trifosfato (ATP) e due molecole di nicotinamide adenina dinucleotide (NADH).

Il corpo umano riceve energia non solo dal glucosio, ma anche da polipeptidi e grassi. Per quanto riguarda il livello di apporto energetico all'organismo, si può fare un'analogia con un'auto, dove il glucosio svolge il ruolo della benzina e le proteine ​​e gli acidi grassi svolgono il ruolo di olio ed elettrolita.

Due condizioni sono associate al livello di glucosio nel sangue: carenza - ipoglicemia ed eccesso - iperglicemia. La prima condizione può essere un segno di fame prolungata, patologie epatiche e disturbi della corteccia surrenale. La seconda condizione è un segno di diabete di tipo 1 o 2.

Una rappresentazione visiva del valore del glucosio per l'organismo è data dal video sotto questo paragrafo, in cui si può anche conoscere la regolazione dell'insulina della glicemia e la differenza tra il diabete di tipo 1 e 2:

Bilirubina e sue frazioni

Le proteine ​​complesse contengono metalli: ferro, rame, zinco. Quando decadono, queste proteine ​​lasciano la bilirubina ei suoi derivati ​​(bilirubina diretta e indiretta). Come avviene questo? L'eritrocita - una cellula del sangue - contiene una proteina complessa - l'emoglobina, che include il ferro.

Terminando il suo ciclo di esistenza nella milza, l'emoglobina eritrocitaria si scompone in "eme" e "globina". Il prodotto dell'ulteriore degradazione dell '"eme" sarà la bilirubina indiretta. È una sostanza tossica attiva che può causare danni significativi al corpo, in particolare alle cellule nervose. Fortunatamente, ciò non accade in condizioni normali, poiché la bilirubina indiretta attiva viene elaborata dal tessuto epatico e diventa bilirubina diretta passiva. La bilirubina diretta entra nella bile, si trasforma in urobilinogeno e viene escreta dal corpo umano attraverso gli organi del sistema genito-urinario e l'intestino.

La presenza di bilirubina indiretta nel sangue al di sopra dei valori normali indicherà patologie epatiche, ad esempio epatite o cirrosi. La bilirubina è un pigmento, è in grado di colorare l'ambiente in cui cade in un certo colore. In particolare, l'urobilinogeno colora di giallo le urine, così come la stercobilina (un'altra delle frazioni di bilirubina) e le feci marroni. Il caratteristico colore della pelle itterico nell'epatite è causato da un eccesso di bilirubina nel sangue.

Ulteriori informazioni sulla bilirubina in questo video:

Lipidi e colesterolo

In questa parte dell'articolo, apprenderemo il ruolo svolto dai derivati ​​del metabolismo lipidico e dal colesterolo. I grassi, come le proteine ​​e il glucosio, sono carburante energetico. Oltre a fornire energia all'organismo, i grassi svolgono un ruolo importante nella sintesi di ormoni, bile e vitamina D. L'effetto dell'osmosi - la permeabilità selettiva della membrana cellulare - dipende direttamente dal metabolismo dei lipidi. I grassi sono un materiale da costruzione coinvolto nella creazione delle membrane cellulari. Anche il colesterolo è grasso. Esistono tre tipi di grassi: fosfolipidi, colesterolo e grassi neutri - trigliceridi.

Nel corpo umano, i grassi non sono in forma pura, ma sotto forma di composti biochimici: chilomicroni (composti al 90% da trigliceridi), lipoproteine ​​ad alta e bassa densità (HDL e LDL). L'HDL è composto per il 50% da polipeptidi, per il 30% da fosfolipidi e per il 20% da colesterolo. Composizione LDL: 50% di colesterolo, 20% di polipeptidi, 20% di fosfolipidi e 10% di trigliceridi.

Dalla tabella puoi scoprire di cosa parlano i livelli alti o bassi di trigliceridi e colesterolo totale:

Gli enzimi sono sostanze biologicamente attive, la cui capacità principale è quella di accelerare le reazioni biochimiche nel corpo umano. Nonostante tutto il loro piccolo contenuto nel corpo, svolgono un ruolo enorme e importante..

  • Fosfatasi alcalina. È ampiamente distribuito nel corpo umano. Per gli studi clinici, il suo contenuto nelle cellule del fegato e nel tessuto osseo è importante. Un eccesso di questo enzima può indicare l'inizio di processi oncologici nel corpo umano, osteoporosi, epatite tossica.
  • Γ-glutamiltransferasi. Questa sostanza si trova nelle cellule del fegato e del pancreas, il suo eccesso indica più spesso la dipendenza del paziente dall'alcol.
  • Creatina chinasi. L'enzima partecipa all'approvvigionamento energetico delle cellule del cuore e dei muscoli scheletrici, nonché delle cellule del cervello. Uno squilibrio nel contenuto di questa sostanza nel sangue indicherà patologie in questi tessuti del corpo..
  • α-amilasi. L'enzima è necessario per la scomposizione dei carboidrati in frazioni semplici. Un eccesso di enzima significa un problema con il pancreas. Una carenza indicherà la morte cellulare nel pancreas.

Elettroliti

Gli elettroliti sono sostanze che svolgono il ruolo di regolatori delle reazioni metaboliche. Gli elettroliti più importanti sono il potassio e il sodio. Un esame del sangue per la biochimica consente anche di scoprire il contenuto di un elettrolita come il cloro nel sangue..

  • Cloro. Una parte importante della regolazione dell'equilibrio acido-base nel corpo.
  • Potassio. Regolatore intracellulare. Il superamento del suo livello è un segnale inequivocabile di funzionalità renale compromessa.
  • Sodio. Regola il lavoro del tessuto nervoso e muscolare, degli enzimi alimentari, della pressione sanguigna, del bilancio idrico.

Tossine, scorie e altri 4 "inquinanti" del corpo, che di fatto non esistono

L'ultima tendenza è quella di purificare e curare il corpo in modi sofisticati. I sostenitori della medicina alternativa stanno cercando 101 motivi per tagliare tutto. Oltre al sedano fresco, ovviamente, cadde sotto l'amnistia. Il "mondo interiore" di una persona ha bisogno di tale purificazione? Scopriamolo ora.

Noi di Bright Side abbiamo deciso di scoprire quanto siano pericolose le “sostanze nocive” presenti nell'organismo. L'assenza di sarcasmo non è garantita.

Cosa scrivono sui siti tematici? Le tossine sono rifiuti che si accumulano nel corpo. Molto spesso a causa di un'alimentazione impropria. La scoria (sì, anche qui alziamo gli occhi al cielo) minaccia quasi tutti gli organi e sistemi. Arriverà persino ai canali nervosi. Alle persone viene offerto il digiuno e un clistere.

Infatti. Gli autori delle storie dell'orrore citano l'Organizzazione mondiale della sanità. Ad esempio, elencando le fasi della scoria. Ma non c'è niente di simile sul sito ufficiale dell'OMS. Fallì anche l'assalto ad autorevoli fonti scientifiche..

Conclusione. La paura delle scorie è un altro colpo alla sanità mentale. I prodotti finali del metabolismo sono chiamati scorie, ma sono già escreti. Ad esempio, attraverso i reni, le ghiandole sudoripare, i polmoni.

Perché le tecniche di "rimozione delle scorie" sono pericolose??

  • Affrontare la mitica minaccia: un argomento per ansia e compulsioni ossessive.
  • Digiuno e diete dure: un crash test che non tutti i corpi possono tollerare normalmente.
  • Portato via lavando l'intestino, puoi distruggere la sua microflora. Ci sono anche conseguenze più gravi: infezione e lesione dell'intestino e delle mucose. Il potere curativo dei clisteri è stato a lungo negato dagli scienziati.

Con cosa ci stanno spaventando? Le tossine sono fedeli compagni delle scorie. Uno sguardo al bancone con salsiccia - ed è ora di purificare il corpo. Una persona ha 2 opzioni: un programma di disintossicazione o prenotare un posto in un cimitero.

Infatti. Le tossine possono effettivamente apparire nel corpo - veleni di origine biologica. Ma solo in alcuni casi. Ad esempio, a causa di malattie infettive, disturbi metabolici, maratone alcoliche. Non è necessario nutrirsi costantemente con liquame di verdure crude. L'organismo, lavorando come di consueto, farà fronte da solo agli "scarti di produzione".

I miti popolari dicono che una causa comune di disagio articolare sono i depositi di sale. Devi salvarti con integratori alimentari, lozioni, programmi di disintossicazione e cadere in coma alla vista del cibo salato.

In effetti, le persone combinano erroneamente molte malattie con il concetto di "deposizione di sale". Ad esempio, artrite, artrosi, gotta, ecc. Un medico dovrebbe approfondire una serie di sintomi simili e fare una diagnosi. Sì, questo suggerimento può essere hashtag #CaptainObviousness. È importante capire: la lotta non autorizzata con i "sali" danneggia il bilancio e distoglie dal vero problema.

I miti sul peso normale convincono: S e M dominano la gamma di taglie. Le rughe sul corpo sono considerate una ragione per l'auto-tortura.

Il tessuto adiposo, infatti, è un importante organo endocrino. Colpisce il sistema immunitario, l'emopoiesi e gli ormoni. Certo, un eccesso di tessuto adiposo è pericoloso. Ma neanche il principio “less is more” funziona. Devi lottare per l'equilibrio, non per le ossa sporgenti.

5. Parassiti

Trame spaventose: una persona è letteralmente imbottita di parassiti. Vogliono masticare un organo succoso e fare un'abbuffata sfrenata nelle loro budella. Una pillola magica o un metodo popolare fermeranno i parassiti. Più sofisticata è la manipolazione, migliore è il risultato. I "vermi" (come si dice nei forum tematici) devono essere preventivamente ogni sei mesi.

Grain of Truth: i parassiti non aspettano davvero un invito speciale. Ignorando le regole di igiene, puoi trasformare il tuo corpo in un ostello per ospiti voraci. Ma questo fatto non giustifica i fanatici "vermi". Ed ecco perché:

  • I segni dei parassiti descritti dai ciarlatani sono familiari alla maggior parte delle persone. Ad esempio, la stanchezza è un argomento vantaggioso per tutti per una persona sospetta..
  • Pesce crudo, carne non fresca, terra nera come condimento: il tuo menu è così? In caso contrario, è meglio che lasci i ranghi degli ipocondriaci..
  • Qualsiasi verme che si rispetti ignorerà i rimedi popolari. I farmaci da farmacia devono essere scelti correttamente: i parassiti amano un approccio individuale. I farmaci antielmintici hanno controindicazioni, quindi non possono essere assunti senza autorizzazione "per ogni evenienza".

La lotta contro i parassiti prevede il seguente schema: incontro con un medico - visita - formulazione di una diagnosi - seguendo le raccomandazioni.

Cosa suggeriscono di pulire? Il fegato, i reni e la cistifellea sono vere e proprie cave. Questa è l'opinione degli aderenti alla medicina alternativa. Si consiglia agli infelici "portatori di pietre" di bere olio vegetale a stomaco vuoto (a dosi di cavallo!), Aceto, succhi acidi e farmaci dubbi: per il trattamento e la prevenzione.

Gli scienziati hanno scoperto che sotto l'influenza di enzimi digestivi, una miscela di olio e succo si trasforma in formazioni specifiche. Una persona li prende per pietre: sono così simili.

Perché avere paura? Ci sono davvero delle pietre in questi organi. Questa è solo la loro identificazione ed eliminazione deve essere controllata dal medico. Ad esempio, i calcoli di grandi dimensioni possono bloccare il deflusso della bile e rimanere bloccati in aree ristrette dell'intestino tenue. Se questo accade a casa, dovrai raccogliere la parola "eternità" dalle lettere o, a, n, g.


Articolo Successivo
Proteine ​​della fase acuta dell'infiammazione [fase acuta]