Analisi del sangue PTI: decodifica, tariffa, prezzo e cosa significa


Non c'è niente di sbagliato in un test di coagulazione del sangue. Per alcune violazioni, è necessario condurre un esame del sangue per PTI. Lo studio viene eseguito prima dell'intervento chirurgico, del parto o durante la riabilitazione postoperatoria. Per studiare le malattie caratterizzate da disturbi della coagulazione del sangue, è necessario eseguire questa analisi.

PTI - cosa significa?

La coagulazione del sangue è la capacità del sangue di passare da una consistenza liquida a una densa. Il sangue deve essere liquido per svolgere una serie di funzioni nel corpo: trasportare sangue e sostanze nutritive a tessuti e organi, mantenere i regimi di temperatura del corpo e anche proteggere dalle infezioni. Quando i tessuti interni ed esterni sono danneggiati, si verifica sanguinamento, in questo momento si manifesta la funzione di coagulazione. Ciò fa sì che il sangue si ispessisca, il che porta alla creazione di un coagulo di sangue, che impedisce una grande perdita di sangue..

Lo sviluppo di coaguli di sangue e la transizione del sangue in una consistenza densa viene eseguita con la partecipazione di una proteina speciale chiamata protrombina. È un precursore della trombina, influenza direttamente la formazione di coaguli di sangue. La protrombina viene prodotta nei tessuti del fegato durante il lavoro attivo della vitamina K.Le proteine ​​sono considerate la seconda condizione per la coagulazione del sangue.

L'analisi del sangue biochimica per PTI (indice di protrombina) è uno dei principali fattori del coagulogramma. Il coagulogramma è uno studio del profilo, con l'aiuto di esso vengono determinati gli indicatori dello stato del sistema di coagulazione.

L'indice di protrombina viene mostrato come percentuale del tempo di coagulazione del plasma sanguigno del paziente rispetto al tempo di coagulazione del plasma di controllo.

Quando viene eseguita la ricerca

Esistono numerose malattie in cui è necessario prescrivere questo esame del sangue biochimico:

  • violazione del sistema di coagulazione;
  • vene varicose;
  • aterosclerosi;
  • funzionalità epatica compromessa;
  • screening della coagulazione;
  • disturbi dovuti alla mancanza di vitamina K;
  • alcune delle malattie autoimmuni;
  • sindrome da antifosfolipidi;
  • controllo della coagulazione durante il trattamento a lungo termine con anticoagulanti indiretti.

La protrombina è prodotta nel fegato. Studiando l'indice di protrombina, uno specialista può studiare le condizioni del tratto gastrointestinale del paziente.

Per ridurre al minimo le false deviazioni dai valori normali nell'analisi del sangue, è necessario prepararsi con cura per lo studio. L'analisi viene sempre eseguita a stomaco vuoto. In caso di impossibilità di adempimento assicurarsi che tra i pasti siano trascorse almeno 4 ore prima dell'analisi. Se il paziente sta assumendo farmaci che influenzano la coagulazione, il medico deve essere avvisato, che prescrive un rinvio per un esame del sangue..

Dove ottenere l'analisi e il prezzo

Come la maggior parte dei test semplici, questo test può essere eseguito nel primo laboratorio disponibile in un ospedale o in una clinica. I termini di esecuzione dipendono dall'istituto in cui farai il test. Nei laboratori privati, il risultato dell'analisi sarà pronto il giorno successivo e il costo sarà compreso tra 150 e 350 rubli.

Decodifica e indicatori normali

Di norma, il metodo Quick viene utilizzato per determinare l'indice di protrombina. Il tasso di PTI nello studio è compreso tra il 78% e il 142%.

Se l'indice di coagulazione differisce dalla norma, è opportuno parlare della possibile comparsa di alcune malattie nell'uomo.

Se il risultato è abbassato

Un indicatore PTI ridotto mostra una tendenza all'ipocoagulazione (sanguinamento) e può essere associato a patologie come:

  • La vitamina K è coinvolta nel lavoro dei fattori di coagulazione. La sua carenza si osserva in caso di disturbi intestinali, nonché disbatteriosi;
  • Malattia del fegato. La sintesi dei fattori di coagulazione è distorta. Può essere con insufficienza congenita di fattori;
  • Grave carenza acquisita o ereditaria nella produzione di fibrinogeno; forma grave di CID - sindrome - interruzione dell'emostasi, ad es. coagulazione e coagulazione;
  • Eparina eccessiva (anticoagulante acquisito)
  • Disturbi del metabolismo delle proteine ​​- amiloidosi; patologia renale - sindrome nefrosica;
  • Tipi di leucemia acuta e cronica;
  • Formazioni maligne nel pancreas e nella cistifellea;
  • Pancreatite cronica.

Un indicatore superiore alla norma si registra con l'uso di cumarine, acetoesamidi, antibiotici.

Se il risultato è aumentato

Secondo l'interpretazione, un aumento dell'indice di protrombina è una garanzia di coagulazione del sangue superiore alla norma, ad es. ipercoagulazione. Il processo è osservato con le seguenti malattie:

  • il primo stadio della trombosi: la creazione di coaguli di sangue nelle vene;
  • tumori cancerosi;
  • un aumento del volume degli eritrociti - policetamia;
  • carenza di fattori della coagulazione: congenita e acquisita.

Le persone che assumono barbiturici, contraccettivi orali, corticosteroidi o mercaprunina hanno un indice elevato; così come nelle donne nell'ultimo trimestre di gestazione.

Solo un medico specialista esperto è in grado di effettuare una trascrizione dettagliata dell'analisi. I diagnostici studiano gli esami del sangue che il paziente ha già superato, valutando le sue condizioni generali.

PTI nell'analisi del sangue

8 minuti Autore: Lyubov Dobretsova 1296

  • Emostasi e fattori di coagulazione
  • PTI nel coagulogramma
  • PTI o protrombina secondo Quick?
  • Ragioni per deviazioni dalla norma
  • Come si fa la ricerca?
  • Cosa influenza il risultato?
  • Video collegati

Lo stato del sangue in generale, e in particolare, le capacità funzionali del sistema emostatico e dei suoi singoli componenti, determina in gran parte il benessere generale e la salute umana. Una delle principali proprietà del sangue è la coagulabilità e la sua qualità dipende dalle sostanze prodotte dall'organismo, i cosiddetti fattori di coagulazione.

Per valutare le loro caratteristiche quantitative e funzionali, viene effettuato uno studio completo del sistema di emostasi: un coagulogramma. Questa diagnosi include molti indicatori, ognuno dei quali è responsabile di una determinata fase del processo di coagulazione, consente di identificare le violazioni presenti e sviluppare una strategia terapeutica appropriata..

Senza educazione medica, è abbastanza difficile capire i risultati di un coagulogramma e, ad esempio, un esame del sangue per PTI (indice di protrombina) per la maggior parte delle persone è generalmente uno studio sconosciuto. Pertanto, di seguito nell'articolo questa tecnica verrà descritta in dettaglio: quando ea chi è assegnata, indicatori normali e possibili deviazioni.

Emostasi e fattori di coagulazione

Come già accennato, il sistema emostatico è un meccanismo complesso costituito da molte sostanze e processi biologici sotto la loro influenza. Grazie a loro, lo stato liquido del sangue viene mantenuto, così come il sanguinamento viene prevenuto e fermato..

In poche parole, la funzione principale del sistema emostatico è quella di mantenere l'equilibrio tra i componenti plasmatici (coagulazione e fattori anticoagulanti). Gravi deviazioni nel lavoro dei meccanismi compensatori dell'emostasi possono manifestarsi sotto forma di ipocoagulazione (sanguinamento) o ipercoagulazione (trombosi), che rappresentano una minaccia per la salute e la vita umana..

In caso di violazione dell'integrità dei tessuti o dei vasi sanguigni, i fattori di coagulazione forniscono una cascata di reazioni biochimiche necessarie, con conseguente formazione di un coagulo di fibrina, cioè un trombo. Esistono due modi di coagulazione del sangue nel corpo: interno ed esterno, che a loro volta differiscono nei meccanismi di avvio dei processi di coagulazione.

La via interna viene eseguita a causa del contatto dei componenti del sangue con il collagene del subendotelio delle pareti vascolari. Questo processo coinvolge i fattori di coagulazione XII, XI, IX e VII.

La via esterna viene attivata dalla tromboplastina tissutale (fattore III), che viene rilasciata dalle pareti e dai tessuti vascolari danneggiati. Entrambi i meccanismi descritti sono strettamente correlati e durante la formazione di un fattore X attivo vengono implementati tramite percorsi comuni.

PTI nel coagulogramma

Durante il coagulogramma vengono determinate diverse caratteristiche particolarmente importanti dell'emostasi. Includono anche il PTI, che viene calcolato come il rapporto tra il PT standard (periodo di coagulazione del plasma di controllo dopo l'aggiunta di tromboplastina tissutale alla provetta) e il tempo di coagulazione del plasma del soggetto. Il risultato è espresso in percentuale.

Il tasso di analisi del sangue PTI per il coagulogramma è lo stesso per bambini e adulti ed è del 90-105%. Inoltre, l'indicatore è identico per entrambi i sessi e l'IPT negli uomini e nelle donne non gravide non è diverso..

Va notato che nelle donne che trasportano un bambino, i valori normali sono leggermente aumentati e il limite superiore è del 120%. Tali numeri non sono accettati per essere equiparati a deviazioni, ma si raccomanda comunque di tenerli sotto regolare controllo..

Pertanto, l'IPT consente di valutare il grado di attività della capacità di coagulazione dell'emostasi. Una diminuzione dei valori indica ipocoagulazione e, di conseguenza, la probabilità di sanguinamento e un aumento del coefficiente indica ipercoagulazione o aumento del rischio di formazione di trombi..

In altre parole, l'analisi per IPT come parte di un coagulogramma, insieme ad altri indicatori, offre l'opportunità di rilevare deviazioni nei percorsi esterni e generali. Le violazioni possono essere causate da una mancanza o un difetto di fibrinogeno (fattore I), protrombina (fattore II), nonché fattori V (proaccelerina), VII (proconvertina), X (fattore Stuart-Prower). Con una diminuzione del loro contenuto nel sangue, il PV aumenta in relazione ai valori di controllo.

PTI o protrombina secondo Quick?

Il precursore dell'analisi PBI è stato un primo studio sviluppato che prende il nome dal suo creatore. Nel 1935, A. Quik propose di stimare la protrombina in percentuale, ovvero di confrontare il PT del soggetto con i valori di calibrazione del PT del plasma di controllo.

La base per costruire un grafico di calibrazione è la dipendenza del tempo di protrombina dalla percentuale di fattori del complesso protrombinico nel siero del sangue. A tal proposito, la forma di emissione del PV è espressa in percentuale. Attualmente, questa forma ha subito miglioramenti e standardizzazione e, rispetto all'IPT, ha una maggiore sensibilità diagnostica alla mancanza di fattori plasmatici nell'intervallo degli indici bassi..

Va tenuto presente che tra i risultati dell'IPT e della protrombina secondo Quick, si osserverà una correlazione diretta solo nell'area dei valori di riferimento. Mentre l'attività del complesso protrombinico diminuisce, inizierà ad apparire una differenza crescente.

Sulla base di quanto sopra, alcuni laboratori non valutano l'IPT, poiché questo studio non consente di trarre conclusioni affidabili nell'area dei tassi bassi, spesso i più critici per la pratica clinica. Va aggiunto che è possibile determinare il contenuto di protrombina conducendo uno studio meno specifico..

Nel corso di un esame del sangue biochimico, che nella maggior parte dei casi è prescritto in primo luogo, oltre che generale, è possibile identificare deviazioni dalla norma non solo di proteine ​​totali, glucosio, bilirubina, colesterolo, urea e altri, ma anche di protrombina. Se viene rilevato un cambiamento nel suo contenuto, il medico capirà immediatamente quali esami devono essere assegnati al paziente in seguito.

Ragioni per deviazioni dalla norma

Le violazioni del funzionamento del sistema emostatico, di regola, si riflettono sempre nei risultati durante la decodifica di un coagulogramma, pertanto l'indice di protrombina avrà anche indicatori patologici. I cambiamenti in quasi tutti i casi sono dovuti a varie malattie e richiedono un'attenta diagnosi e la nomina di una terapia adeguata.

Si osserva una diminuzione del coefficiente PTI nel sangue (ipercoagulazione):

  • con una mancanza di vitamina K (la sua carenza è caratteristica delle malattie intestinali - colite, enterocolite, ecc.);
  • terapia con eparina o suoi analoghi, coagulanti indiretti (Warfarin, Sinkumar, Fenilin, ecc.);
  • malattie del fegato che portano a una ridotta produzione di fattori della coagulazione da parte delle cellule epatiche;
  • insufficienza congenita di fattori (II, V, VII);
  • carenza di fibrinogeno (fattore I): ereditaria o acquisita;
  • alcune leucemie (acute e croniche);
  • patologie del pancreas, compresa la natura oncologica;
  • varie deviazioni dell'emostasi;
  • sindrome da antifosfolipidi;
  • violazione del metabolismo delle proteine;
  • malattia emorragica del neonato;
  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • shock tossico;
  • Sindrome DIC.

Inoltre, un aumento del tasso di IPT può essere osservato con disfibrinogenemia (la produzione di una proteina difettosa che non è in grado di svolgere la sua funzione nella cascata delle reazioni), una mancanza del fattore X, che si manifesta, ad esempio, come porpora nell'amiloidosi.

Inoltre, l'ipercoagulazione è caratteristica del malassorbimento con un disturbo dell'assorbimento dei grassi (dovuto a diarrea cronica o celiachia), ostruzione dei dotti biliari, ittero ostruttivo e sindrome nefrosica (con eccessiva escrezione dei fattori V e VII nelle urine).

A sua volta, questo indicatore può essere aumentato (ipocoagulazione) con patologie come:

  • trombosi di varia localizzazione e gravità;
  • trombofilia ereditaria e acquisita - patologie ad alto rischio di trombosi;
  • Sindrome DIC nel cancro - leucemia (forme acute e croniche);
  • aumento dell'attività del fattore VII, policitemia;
  • nel terzo trimestre di gravidanza.

Data l'elevata probabilità di un aumento del PTI nel sangue nelle donne durante il periodo di gestazione, i medici prescrivono a colpo sicuro questa analisi almeno 2-4 volte. Se necessario, lo studio viene eseguito tutte le volte richieste dalle condizioni del paziente.

Perché a tassi del 160% e superiori, sono possibili distacco della placenta e conseguente aborto spontaneo, e un monitoraggio regolare consente ai medici di controllare chiaramente la situazione e fornire l'assistenza necessaria il prima possibile..

Inoltre, si osserva un aumento del PTI nei pazienti che sono stati a lungo esposti alla terapia con determinati farmaci, come:

  • acido acetilsalicilico, lassativi,
  • diuretici tiazidici, acido nicotinico, chinino, chinitidina;
  • barbiturici, corticosteroidi, antibiotici;
  • contraccettivi ormonali.

Come si fa la ricerca?

La diagnostica del sangue per il coagulogramma e, di conseguenza, per il PTI e tutti gli altri indicatori inclusi nell'elenco, può essere superata in quasi tutti i laboratori, sia cliniche pubbliche che private. Il modulo di studio contiene spesso una tabella dei valori di riferimento di tutti i coefficienti, in modo che il paziente possa vedere da solo le deviazioni.

Il tempo per eseguire l'analisi e la decodifica dei materiali di ricerca è di un giorno lavorativo, ovvero il risultato è pronto il giorno lavorativo successivo. Il metodo di determinazione è la coagulometria ottica e cromogenica. Si consiglia di donare il sangue per questo studio a stomaco vuoto ed è ottimale farlo al mattino..

Quando si campiona il biomateriale in altri momenti della giornata, è necessario astenersi dal mangiare per almeno 6 ore. Inoltre, in caso di assunzione di farmaci che influiscono sulla coagulazione, che per motivi oggettivi non possono essere rifiutati prima dell'esame, deve essere avvertita l'infermiera prima del prelievo di sangue.

Cosa influenza il risultato?

I materiali di ricerca possono essere influenzati da molti fattori diversi, tra cui:

  • la presenza di un coagulante del lupus nel sangue (blocca direttamente i fattori di coagulazione);
  • trasfusione di sangue di donatori per l'ultimo mese o dei suoi componenti (può distorcere i livelli di APTT e fibrinogeno);
  • ematocrito bruscamente ridotto o aumentato.

Fattori che possono ridurre il coefficiente PTI:

  • l'uso di cibi grassi, alcol;
  • assunzione di farmaci - aspirina (a dosi elevate), steroidi anabolizzanti, antibiotici, paracetamolo, allopurinolo, eparina, glucagone, warfarin, vitamina A, kanamicina, clofibrato, diuretici, inibitori MAO, indometacina, corticotropina, levotiroxina, acido mefenaminovina metildopa, nortriptilina, propiltiouracile, acido nalidixico, neomicina, streptomicina, sulfonamidi, reserpina, tolbutamide, tamoxifene, tetracicline, chinidina, chinina, cloralio idrato, fenilbutazone, cloramfenicolo, colestiramina.

Fattori che aumentano il tasso PTI:

  • assunzione eccessiva di vitamina K dal cibo (presente in maiale, fegato di manzo, broccoli, cavoli, verdure a foglia verde, rape, ceci, soia);
  • vomito e diarrea (a causa di disidratazione e aumento della viscosità del sangue);
  • assunzione di farmaci - antiacidi, antistaminici, vicasol (un analogo della vitamina K), acido ascorbico, barbiturici, digitale, diuretici, griseofulvina, colchicina, corticosteroidi, caffeina, xantine, contraccettivi orali, rifampicina, fenobargidina, chlobarbidum.

Tutte queste caratteristiche dell'analisi devono essere rilevate in anticipo nell'ambulatorio del medico dopo la nomina dell'esame. Ciò contribuirà a ottenere i risultati più affidabili, che ti eviteranno di ripetere la procedura e forniranno al medico le informazioni necessarie per sviluppare una strategia terapeutica..

Indice di protrombina Analisi (PTI)

Cos'è l'indice di protrombina

L'indicatore PTI aiuta a valutare l'efficacia del sistema emostatico

L'indice di protrombina (PTI) è un test per lo studio del sistema emostatico. Consente di determinare anomalie nel meccanismo di coagulazione del sangue e serve anche come diagnosi ausiliaria di varie malattie. Come altri test di protrombina utilizzati nella diagnosi della coagulazione, viene determinato riproducendo la via esterna della coagulazione in condizioni di laboratorio, quando il fattore tissutale è coinvolto nel processo..

Per calcolare l'indice, è necessario conoscere il risultato del tempo di protrombina (PTT). Questo test determina i tempi di formazione del coagulo quando il fattore tissutale (tromboplastina) e il cloruro di calcio vengono aggiunti al campione di sangue. L'indicatore ottenuto viene confrontato con il risultato PTT del plasma di controllo, che è un insieme di campioni di sangue da donatori sani.

  • PTI = PTT del donatore / PTT del paziente * 100%.

Norme

Analisi eseguita in un laboratorio

I valori guida sono del 90-110%, ma possono differire da laboratorio a laboratorio. È necessario controllare il risultato con gli indicatori di riferimento sul modulo di analisi. Pertanto, non è consigliabile confrontare il tasso dello stesso paziente ottenuto in diversi laboratori..

Normalmente, il meccanismo dell'emostasi protegge in modo affidabile il sistema circolatorio da emorragie e aumento della formazione di trombi, cioè previene la perdita di sangue in caso di danni ai vasi creando ostacoli - trombi, e quindi li dissolve in modo che il sangue rimanga sempre allo stato liquido. Una diminuzione o un aumento del tempo naturale per la creazione di un coagulo indica la presenza nel corpo di alcuni fattori negativi che richiedono l'identificazione obbligatoria.

Ragioni per il livello abbassato

Un certo numero di farmaci riduce i livelli di IPT

Un basso livello di IPT riflette una maggiore tendenza al sanguinamento, poiché aumenta il tempo necessario per la coagulazione del sangue.

Le ragioni sono dovute ai seguenti fattori:

  • Malattie congenite caratterizzate da una carenza di uno dei fattori della coagulazione.
  • Mancanza di vitamina K, da cui dipendono i fattori di coagulazione II, VII, IX e X..
  • Malattia del fegato. Provoca una violazione della sintesi di fattori dipendenti dalla vitamina K..
  • Malattia renale cronica. Sono accompagnati dall'inibizione dei fattori II, IX, X, XI, XII.
  • Il ricevimento di anticoagulanti diretti riduce l'attività della trombina, gli anticoagulanti indiretti interrompono la formazione di protrombina.
  • L'assunzione di fibrinolitici provoca la degradazione del fibrinogeno, nonché dei fattori V e VII.
  • Le malattie del cancro influenzano negativamente i fattori V, VIII, IX.

Ragioni per il livello aumentato

La ragione per la crescita del PTI è la formazione di trombi nei vasi delle estremità

Un valore di indice elevato indica un aumento della trombosi.

  • Trombosi. Formazione di coaguli, più comunemente negli arti inferiori.
  • Tromboembolia. Coaguli di sangue che vagano nel flusso sanguigno.
  • Sindrome DIC. Aumento della formazione di trombina, che provoca la formazione di molti microgruppi.
  • L'assunzione di farmaci ormonali innesca il meccanismo di aumento della coagulazione del sangue.
  • Tumori del cancro accompagnati da trombosi venosa.
  • Conseguenze della chirurgia.
  • Gravidanza.

Caratteristiche dello studio nelle donne

Il livello di PTI può dipendere dalla fase del ciclo mestruale.

La tariffa per le donne è la stessa di uomini e bambini. Ma il risultato dell'analisi è influenzato dalla fase del ciclo mestruale. Si consiglia di esaminare un esame del sangue per il PTI nella seconda metà del ciclo, cioè a partire da 15-20 giorni dopo il primo giorno delle mestruazioni.

La differenza non solo nei risultati, ma anche nelle norme stabilite per le donne, si riferisce al periodo di gravidanza..

PTI durante la gravidanza

Durante la gravidanza, i cambiamenti influenzano il sistema di coagulazione.

Durante la gravidanza, il valore del PTI aumenta gradualmente con l'aumentare della coagulazione del sangue. Ciò accade perché il sistema emostatico protegge il corpo della donna da possibili emorragie e si prepara anche per il parto imminente. Durante il parto, una donna perde una grande quantità di sangue. E se non fosse per una maggiore coagulazione, la perdita diventerebbe critica. Pertanto, il tasso di PTI durante la gravidanza è solitamente superiore al 100%..

In alcuni casi, il PTI aumenta notevolmente, se altri indicatori mostrano lo stesso risultato, possono essere prescritti fluidificanti del sangue. Particolare attenzione agli indicatori del coagulogramma viene prestata se ci sono stati aborti spontanei, gravidanze mancate e altre anomalie nel periodo passato. L'aumento del tono dell'utero è anche un indicatore per uno studio non programmato del livello di PTI..

Indicazioni

La malattia del fegato può essere un'indicazione per l'analisi

Il PTI viene determinato durante gli esami di routine durante la gravidanza, prima dell'intervento chirurgico e nel periodo postoperatorio. Tutti i test di protrombina hanno un indicatore importante durante il monitoraggio della terapia della trombosi o del sanguinamento.

Come test ausiliario se si sospettano le seguenti patologie:

  • violazioni nel fegato (epatite, cirrosi);
  • mancanza di vitamina K (disbiosi, ittero ostruttivo);
  • trombosi di varie sedi (vasi cerebrali, vene profonde, vene renali);
  • complicazione della trombosi (tromboembolia);
  • malattie del sistema circolatorio;
  • condizioni preinfarto, così come dopo un ictus, infarto;
  • forte sanguinamento, compreso sanguinamento mestruale.

Regole di analisi

Un prerequisito è la preparazione per il test

L'analisi per PTI deve essere superata, seguendo le regole:

  • Il periodo di fame deve essere di almeno 12 ore.
  • Puoi bere solo acqua il giorno dello studio, escluse eventuali altre bevande.
  • Elimina l'alcol un giorno prima dell'analisi, fumando - almeno un'ora.
  • Limita lo stress fisico e psico-emotivo, soprattutto mezz'ora prima della procedura.
  • Non utilizzare farmaci e, se i farmaci sono stati assunti nei giorni precedenti, fornirne un elenco al medico.
  • Il prelievo di sangue viene eseguito al mattino.

Interpretazione dei risultati

Il motivo deve essere stabilito il prima possibile

Un PTI elevato è un indicatore di un tempo accelerato per la formazione di un coagulo di sangue. Questo fenomeno porta a condizioni pericolose caratterizzate dalla formazione di coaguli di sangue anche quando non si sono verificati danni all'integrità dei vasi. Un trombo che blocca il vaso di 3/4 impedisce il movimento del flusso sanguigno al tessuto, il che porta a una carenza di ossigeno dell'organo. Con coaguli di dimensioni maggiori, inizia la morte cellulare. Pertanto, è importante stabilire la causa dell'aumento dell'IPT il prima possibile e iniziare il trattamento..

Un PTI basso significa che il coagulo che si sovrappone al sito di danno al vaso si forma troppo lentamente. Questa patologia può portare ad un alto rischio di sanguinamento, anche con lievi violazioni dell'integrità della nave. Con una bassa capacità di coagulazione, può iniziare un'emorragia involontaria, che aggrava ulteriormente la situazione. L'identificazione tempestiva dei fattori che hanno causato un basso PTI consente di prescrivere la terapia ed eliminare i rischi.

In quali casi è necessario eseguire regolarmente l'analisi

Particolare attenzione è rivolta al PTI durante la gravidanza

Un'analisi per l'indicatore PTI, deve essere eseguita regolarmente nei casi in cui è necessario monitorare il meccanismo di coagulazione del sangue.

  • Dopo aver subito un ictus, infarto, con malattie vascolari.
  • Quando si assumono contraccettivi ormonali.
  • Durante la terapia anticoagulante a lungo termine.
  • Durante il periodo di gravidanza.
  • Con patologie epatiche.

Indice di protrombina (PTI) - che cos'è e come calcolarlo (formula). Perché il PTI aumenta o diminuisce?

Uno degli indicatori di un coagulogramma è il PTI o complesso protrombinico, la cui essenza è un'analisi del tempo durante il quale il plasma si coagula nel sangue umano.

Successivamente, gli indicatori ottenuti vengono sostituiti nella formula ed esprimono la percentuale.

Gli indicatori normali di PTI mostrano dal 78 al 142% secondo il metodo Quick, o dal 95 al 105% se indagati con altri metodi.

La determinazione del livello di PTI è una moltiplicazione del tempo di protrombina (PT) di ciascun paziente individualmente, per il 100% PT del normale indice di coagulazione del plasma. Il tempo di protrombina è il periodo dal momento in cui la tromboplastina e le cellule di calcio vengono aggiunte al sangue fino al momento in cui si forma un trombo.

PTI mostra l'attività della coagulazione del sangue. Un calo degli indicatori indica una scarsa coagulazione, questo porta a emorragie. Un aumento dei suoi segni indica la tendenza del sistema circolatorio a formare coaguli di sangue, che è irto di malattie gravi o addirittura di morte..

Cos'è la protrombina stessa?

La protrombina è una proteina speciale che si trova nel sangue e si forma nel fegato sotto l'influenza della vitamina K..

In caso di quantità insufficiente di vitamina K, i valori di protrombina diminuiscono.

La protrombina è il genitore della trombina, che influenza i coaguli di sangue. Questa proteina influenza direttamente l'aumento o la diminuzione della coagulazione del sangue.

Per indagare sulla PTI, è necessario osservare la velocità di coagulazione del plasma, per ogni persona in modo personale, poiché l'indicatore dipende dalla persona. Il rapporto di tempo tra questi due valori sarà l'indice di protrombina.

Se il PTI viene esaminato con il metodo Quick, il funzionamento della protrombina viene rilevato secondo il programma. Questo grafico fornisce una maggiore accuratezza, poiché è costruito sulla base dei segni dei risultati degli studi di coagulazione del plasma in diluizioni di diverse concentrazioni.

I risultati dell'analisi rapida vengono visualizzati come un grafico

Il PTI consiste sempre nell'analisi di un coagulogramma, che è uno studio completo del sangue per la coagulazione.

Qual è lo scopo della donazione del sangue per lo studio di questa proteina?

Traendo conclusioni dai risultati di tale analisi, un medico qualificato può determinare:

  • Possibile infarto o condizione pre-ictus,
  • La comparsa di coaguli di sangue, con vene varicose,
  • Un organismo specifico ha bisogno di vitamina K.,
  • Ci sono anomalie nel fegato,
  • Qual è lo stato dei livelli ematici responsabili della coagulazione,

Questa analisi è particolarmente necessaria in caso di intervento chirurgico imminente. Poiché i medici devono tenere conto di tali caratteristiche e conoscere il tempo di recupero dagli infortuni.

Le letture pti indicano un disturbo della coagulazione del sangue, che porta a sanguinamento o alla formazione di coaguli di sangue. Gli ultimi due fattori possono portare a gravi complicazioni..

Quando viene prescritto un esame del sangue PTI?

Ci sono molti fattori, in presenza dei quali il medico può inviarti per un esame IPT.

Tra i quali:

  • Malattie autoimmuni,
  • Anomalie epatiche croniche,
  • Rilevazione del tromboembolismo,
  • Con l'epatite,
  • Quando le cellule del fegato muoiono (cirrosi),
  • Malattie oncologiche,
  • In caso di un'operazione imminente,
  • In caso di vene varicose,
  • Quando si verificano anomalie della coagulazione,
  • Verifica dell'efficacia della terapia,
  • In post-infarto o dopo un ictus,
  • e altre patologie.

È imperativo che il PTI debba essere monitorato regolarmente per chi ha impianti di valvole cardiache, perché in questi casi il suo livello è aumentato, il che aumenta il rischio di coaguli di sangue. E anche con patologie cardiovascolari. Un coagulogramma (incluso PTI) aiuterà a controllare tutti questi processi.

Indicatori normali di PTI

I valori di questa proteina sono annotati in percentuale. Le tariffe variano a seconda del metodo di determinazione. Secondo Quick, i livelli normali vanno dal 78 al 142 percento, mentre secondo altri studi, dal 95 al 105 percento.

L'ambiguità degli indicatori è associata alla diversa sensibilità dei reagenti, in laboratori di diverso tipo, vengono utilizzati diversi. Il PTI è considerato già un indicatore obsoleto e quasi non utilizzato nella medicina moderna. È stato sostituito dall'INR (International Normalised Ratio).

Già nel 1983, il Ministero della Salute ha introdotto questo valore per ottenere gli stessi risultati PT da laboratori diversi con reagenti diversi. L'INR non è influenzato dalle condizioni create dal laboratorio, il tasso di INR mostra da 0,82-1,18 per la categoria di persone adulte e da 2 a 3 per la terapia anticoagulante.

Norma per le donne

Pertanto, non ci sono differenze nei risultati dei livelli tra donne e uomini. Le norme sono standard per entrambi i sessi.

Tasso di PTI durante la gravidanza

Con maggiore attenzione, si dovrebbe dedicare tempo all'analisi del coagulogramma, e in particolare alla PTI durante la gestazione. Tutte le future mamme devono sottoporsi a questa procedura. Il rischio di sanguinamento o progressione della trombosi durante il parto è determinato sulla base di questa analisi. Quando le letture PTI sono inferiori all'80%, è bassa - di conseguenza, vengono prescritti coagulanti in modo da non perdere molto sangue durante il parto. Se la percentuale di concentrazione è 100, la terapia è diretta nella direzione opposta..

Non lesinare sulle analisi: questo aiuterà a salvare la vita di te e del tuo bambino non ancora nato. Decifrare l'analisi da un medico qualificato è questione di cinque minuti. E questo accelererà notevolmente il processo di trattamento..

Cosa influenza i bassi tassi dell'indice di protrombina?

Le anomalie non sono buoni segni e possono indicare la presenza di varie patologie.

Il suo livello è ridotto forse per i seguenti motivi:

  • Bassa presenza di vitamina K nel corpo, che influisce sulla coagulazione del sangue,
  • In caso di cancro al pancreas,
  • Patologia pancreatica,
  • Patologia cronica della coagulazione del sangue,
  • Trattamento con anticoagulanti indiretti,
  • Quando si verifica un disturbo del metabolismo delle proteine,
  • Sovrasaturazione di eparina,
  • In caso di leucemia acuta,
  • e altre patologie.

Da ciò che cresce PTI?

Alcuni fattori contribuiscono all'ipercoagulabilità: un indicatore PTI che è significativamente più alto della norma.

Questi includono:

  • Anomalie congenite della coagulazione,
  • Eritrociti in eccesso,
  • Ultimi mesi di gravidanza,
  • Con trombosi,
  • Tumori del cancro,
  • Con l'uso prolungato di contraccettivi ormonali, barbiturici, corticosteroidi.

Formula per il calcolo del PTI

L'indice di protrombina ha una propria formula di calcolo:

Livelli normali e formula INR

L'INR (International Normalized Ratio) ci fornisce il tasso di coagulazione. I voti della norma differiscono, essendo in diretta dipendenza dalle caratteristiche (Tabella 1):

Tabella 1

SituazioneIndicatori della norma
Per il normale corso delle procedure chirurgiche0,85-1,25
In presenza di fibrillazione atriale cronica, tromboembolia dell'arteria polmonare e assunzione di "Warfarin"2.0-3.0
Dopo l'impianto della valvola aortica e della valvola mitrale, rispettivamente2.5-3.0, 2.5-3.5
Con patologie delle valvole cardiache e in caso di prevenzione del tromboembolismo2.0-3.0
Dopo l'intervento chirurgico, con trombosi dei vasi sanguigni e delle vene2.0-3.0
Con patologie vascolari o condizioni di infarto3.0-4.5

Per una persona media che non fa uso di droghe, il punteggio normale non può superare 1,25.

Formula di calcolo INR

Per calcolare l'INR, esiste anche una formula:

Come passare il coagulogramma corretto?

Prendendo un coagulogramma, come qualsiasi altra analisi, per ottenere un risultato assolutamente accurato, ci sono raccomandazioni:

  • Vieni all'analisi esclusivamente a stomaco vuoto, interrompendo l'assunzione di cibo almeno 8 ore prima dello studio,
  • Se vogliono bere, possono usare solo acqua potabile pulita senza gas. Prima della consegna, è necessario bere 200-250 ml di acqua (1 bicchiere),
  • Non più tardi di un giorno, non fumare sigarette o abbandonare questa abitudine entro e non oltre 2 ore,
  • Non preoccuparti prima di donare il sangue. La coagulabilità può aumentare, da condizioni stressanti ed esperienze,
  • Quando si utilizzano farmaci, è necessario informare il proprio medico.

Conclusione

La terapia di alcune patologie e malattie richiederà un risultato della coagulazione del sangue di PTI. Possono determinare una possibile emorragia o la formazione di coaguli di sangue e prevenire molte malattie spiacevoli. Ecco perché l'analisi del coagulogramma, che include il PTI, viene utilizzata sia in terapia che in chirurgia..

I medici di tutto il mondo hanno cambiato il livello di PTI in INR, il suo valore è stabile e non dipende da alcun fattore come il PTI. Il monitoraggio degli indicatori di questo indice ti aiuterà a proteggerti in anticipo da possibili coaguli di sangue nei vasi o emorragie.

Se vengono rilevati sintomi o se vengono rilevati direttamente indicatori che si discostano dalla norma, in una direzione o nell'altra, consultare un medico. In questo caso, il trattamento non può essere posticipato, poiché la PTI non è una malattia separata e il suo aumento della conta ematica indica solo varie patologie e malattie..

Tassi di analisi del sangue per PTI

Per alcune malattie e condizioni, il medico prescrive un esame del sangue per PTI per il paziente. Di solito, questo esame del sangue è necessario prima degli interventi chirurgici, del parto, nel periodo postoperatorio, per alcune malattie associate alla patologia della coagulazione del sangue. Che cos'è un tale studio: un esame del sangue biochimico per PTI?

Analisi del sangue per PTI

La coagulazione del sangue è chiamata la sua capacità di trasformarsi da uno stato liquido in un coagulo. Lo stato liquido del sangue è necessario per lo svolgimento delle sue principali funzioni nell'organismo: trasportare ossigeno e sostanze nutritive a organi e tessuti, regolare la temperatura corporea e proteggere dalle infezioni. Ma in caso di lesioni ai tessuti interni o di copertura del corpo, inizia il sanguinamento. In questo momento, appare una proprietà molto importante del sangue: la coagulabilità. A causa della coagulazione, il sangue diventa più denso e forma un coagulo di sangue, che previene la perdita di sangue.

L'ispessimento del sangue e la formazione di coaguli di sangue si verificano con l'aiuto di una speciale proteina del sangue: la protrombina. La protrombina è un precursore della trombina che ha un effetto diretto sui coaguli di sangue. Viene prodotto nel fegato con la partecipazione della vitamina K. La protrombina è chiamata il secondo fattore di coagulazione del sangue.

Un esame del sangue biochimico per PTI (indice di protrombina) è uno degli indicatori principali di un coagulogramma. Un coagulogramma è uno studio speciale che determina indicatori che riflettono lo stato del sistema di coagulazione del sangue.

L'indice di protrombina è la percentuale del tempo di coagulazione del plasma del paziente rispetto a quella del plasma di controllo.

Indicazioni per l'analisi

Le indicazioni per la nomina di un esame del sangue biochimico per PTI sono le seguenti malattie e condizioni:

  • malattie del sistema di coagulazione del sangue, comprese le vene varicose;
  • aterosclerosi vascolare;
  • alcune malattie autoimmuni;
  • malattia del fegato;
  • test di screening del sistema di coagulazione del sangue;
  • condizioni che sono accompagnate da una mancanza di vitamina K;
  • sindrome da antifosfolipidi;
  • controllo della coagulazione del sangue durante la terapia prolungata con anticoagulanti indiretti.

A causa del fatto che la protrombina viene prodotta nel fegato, utilizzando l'indice di protrombina, il medico può valutare lo stato di questo organo e dell'apparato digerente umano.

Preparazione per l'analisi

Il sangue deve essere prelevato a stomaco vuoto. Se questa condizione non può essere soddisfatta, è importante che siano trascorse almeno 4-6 ore dall'ultimo pasto. Se il paziente sta assumendo farmaci che influenzano la coagulazione del sangue, deve informare il medico che prescrive un rinvio per l'analisi..

Analisi di decodifica

Molto spesso, il metodo Quick viene utilizzato per determinare l'indice di protrombina. Il tasso di PTI nell'analisi del sangue è del 78-142%.

Le deviazioni dalla norma di questo indicatore di coagulazione del sangue indicano la possibilità di sviluppo di alcune malattie e condizioni di una persona.

Valore ridotto

La diminuzione del PTI indica una tendenza al sanguinamento (ipocoagulazione) e si osserva nelle seguenti patologie:

  • carenza di vitamina K, necessaria per la produzione di fattori di coagulazione del sangue; questa condizione si verifica con malattie intestinali, disbiosi;
  • malattie del fegato in cui la sintesi dei fattori di coagulazione del sangue è compromessa;
  • carenza congenita di alcuni fattori della coagulazione del sangue;
  • pronunciata mancanza ereditaria o acquisita di fibrinogeno nel sangue;
  • sindrome della coagulazione intravascolare disseminata acuta - una violazione del sistema di emostasi (coagulazione e coagulazione del sangue);
  • eccesso nel sangue di eparina (anticoagulante endogeno);
  • amiloidosi: una violazione del metabolismo delle proteine;
  • sindrome nefrosica - patologia renale;
  • cancro della cistifellea, pancreas;
  • pancreatite cronica;
  • leucemia acuta e cronica.

Al di sotto della norma, il PTI nell'analisi del sangue si verifica quando si assumono determinati farmaci, ad esempio antibiotici, acetossamide, cumarine.

Valore aumentato

Un aumento dell'indice di protrombina indica un alto grado di coagulazione del sangue (ipercoagulabilità) e può essere un sintomo dello sviluppo delle seguenti malattie:

  • carenza congenita o acquisita di fattori di coagulazione del sangue;
  • policitemia: aumento del numero di globuli rossi nel sangue;
  • le fasi iniziali dello sviluppo della trombosi - la formazione di coaguli di sangue all'interno delle vene profonde;
  • neoplasie maligne;

Si osserva un aumento dell'indice di protrombina nell'ultimo trimestre di gravidanza, quando si assumono determinati farmaci (corticosteroidi, barbiturici, contraccettivi orali, mercaptopurina).

Una trascrizione competente di un esame del sangue per PTI può essere eseguita solo da un medico esperto. Allo stesso tempo, terrà conto dei risultati di altri esami del paziente, delle sue condizioni generali.

PTI. La norma nelle donne per età, un tavolo, cos'è, come prendere

INR e PTI sono indicatori importanti del sistema emostatico nelle donne e negli uomini. Le loro norme differiscono in base all'età. Questi dati possono essere trovati nelle tabelle. Il valore di questi indicatori è difficile da sopravvalutare..

Sono necessari per la diagnosi di condizioni accompagnate da una tendenza alla trombosi. Svolgono un ruolo importante nell'uso costante di anticoagulanti da parte di persone con disturbi del ritmo, così come durante la gravidanza..

Informazioni generali sulla protrombina

Il sistema di coagulazione ed i fattori ad esso antagonisti sono sempre in uno stato di equilibrio dinamico. Cioè, il secondo dovrebbe rispondere amichevolmente ai cambiamenti in un sistema. Questa è una legge biologica che mantiene la stabilità del corpo in condizioni in continua evoluzione..

Il sistema di coagulazione del sangue è una raccolta di enzimi. Queste sono strutture proteiche per la maggior parte. Tutti sono coinvolti in sequenza in una catena di reazioni chimiche, avviando e attivando quelle successive. Uno dei principali fattori di coagulazione è la protrombina. Questa proteina è altrimenti chiamata fattore 2 o FII.

È sintetizzato, come molte altre proteine, nelle cellule del fegato. Il processo procede con l'aiuto della vitamina K. La protrombina contiene circa 18 residui di amminoacidi, ma appartiene a proteine ​​miste - glicoproteine.

Il ruolo della protrombina è fondamentale nel processo di coagulazione. Agisce come attivatore della principale proteina che forma il "tappo": il fibrinogeno. Questo precursore inattivo viene convertito dalla protrombina in una trombina funzionante. Quindi, viene avviata l'arresto dell'emorragia..

L'indice di protrombina è uno degli indicatori più importanti dell'emostasi, che è incluso negli standard di esame in quasi tutti i ricoveri. Come l'INR, consente di valutare la cosiddetta via della coagulazione esterna, che viene implementata quando l'integrità della parete vascolare è compromessa..

PTI, la norma nelle donne per età (la tabella indica chiaramente le sue dinamiche per tutta la vita) è determinata come segue. Per il calcolo, è necessario determinare il tempo durante il quale il plasma del paziente si coagula.

Il secondo indicatore è il tempo di coagulazione del plasma nella provetta di controllo. Il rapporto tra il secondo indicatore e il primo sotto forma di quoziente (diviso l'uno per l'altro) mostrerà il valore dell'indice.

L'International Normalized Ratio è calcolato al contrario. Il dividendo è il tempo di protrombina del paziente, determinato dall'analisi.

Il divisore è il tempo durante il quale il plasma di controllo si coagula. Questo numero viene moltiplicato per un indice speciale chiamato MIR. Altrimenti, sono indicati come l'indice di sensibilità internazionale. Questo è un valore costante per alcuni sistemi reattivi..

Caratteristiche distintive dell'analisi femminile

Come negli uomini, le norme di PTI e INR nella metà femminile della popolazione dipendono dall'età. Ma c'è un punto importante. La determinazione di questi indicatori nella prima fase del ciclo mestruale può distorcere significativamente i risultati dello studio..

È per questo motivo che si consiglia di eseguire l'analisi da 14-20 giorni dopo il primo giorno di inizio delle mestruazioni. La seconda caratteristica è il cambiamento delle norme durante la gravidanza, poiché questa condizione si riflette in modo molto significativo nel sistema di emostasi.

Quando è pianificata un'analisi?

PTI, la norma nelle donne per età (esiste la tabella per la possibilità di confrontare i risultati della ricerca con essa) viene confrontata con i dati effettivi ottenuti a seguito dell'esame prescritto.

Il metodo per determinare PTI e INR in combinazione con lo studio del tempo tromboplastico parziale attivato, nonché la concentrazione di fibrinogeno nel sangue, è un metodo di screening per rilevare i disturbi dell'emostasi. Eppure, ci sono situazioni in cui i valori di questi coefficienti consentono di diagnosticare altre patologie..

Considerando che la protrombina, come altri fattori della coagulazione, è sintetizzata nel fegato, è chiaro che il suo contenuto nel flusso sanguigno sarà determinato dalle riserve funzionali dell'organo. In altre parole, se esiste una patologia, questa si rifletterà invariabilmente a livello di PTI e INR.

Se si sospetta una cirrosi epatica, è necessario un esame del sangue per determinare l'indice di protrombina e il rapporto normalizzato internazionale. Inoltre, questi indici possono essere presi in considerazione per valutare lo stadio della malattia quando c'è compensazione o scompenso dell'organo. Non solo con cirrosi, IPT e cambio di INR.

Questo fenomeno può essere rilevato nell'epatite come parte della sindrome citolitica (morte cellulare massiva a causa di un processo infiammatorio aggressivo).

La prossima indicazione importante per l'analisi è il prossimo intervento chirurgico. Per il chirurgo operante, e ancor di più per l'anestesista, che deciderà il tipo di antidolorifico, i parametri di coagulazione del sangue saranno estremamente importanti.

Pertanto, oltre all'INR e al PTI, sono prescritti i seguenti studi:

  • APTT;
  • fibrinogeno nel sangue;
  • PV;
  • tempo di coagulazione.

Pertanto, i medici hanno una completa comprensione dello stato del sistema di coagulazione / antiocagulazione per essere vigili e preparati a ciò che può accadere durante il trattamento chirurgico..

Nell'elenco delle indicazioni per lo studio di IPT e INR rientrano anche le patologie vascolari associate alla formazione di coaguli di sangue in vari segmenti del letto arterioso o venoso.

Questo può essere la trombosi delle vene, dell'arteria polmonare (malattia pericolosa per la vita - EP), nonché delle arterie cerebrali con la formazione di un ictus e dei vasi cardiaci con lo sviluppo di un infarto. IPT e INR in queste condizioni sono importanti per il controllo dinamico dello stato del sistema emostatico..

Le violazioni del ritmo dell'attività cardiaca sono considerate separatamente. Questa non è solo fibrillazione atriale, ma anche extrasistoli di alto grado, tachicardie parossistiche. Tutte queste sindromi sono situazioni trombogeniche..

Prima e dopo il ripristino del ritmo, è necessario determinare i parametri descritti del sistema di coagulazione. Con una forma costante di fibrillazione atriale, quando vengono prescritti Warfarin e suoi analoghi, è imperativo determinare l'indicatore INR a intervalli regolari.

Il sanguinamento abbondante si verifica nella pratica di un chirurgo, ginecologo, medico ORL. Dopo di loro, è imperativo controllare il sistema di emostasi per la presenza di patologia. INR e PTI sono inclusi nelle analisi richieste.

Spesso, con malattie come ittero o disbiosi intestinale, si riscontrano manifestazioni di carenza di vitamina K. Come sapete, è lui il cofattore nella sintesi della protrombina. Pertanto, la carenza di vitamina K influenzerà i valori di PTI..

Con una carenza clinicamente pronunciata di acido ascorbico, è anche indicativo condurre un esame del sangue per l'indice di protrombina e il rapporto normalizzato internazionale.

Preparazione e consegna delle analisi

PTI e INR sono determinati e confrontati con la norma negli uomini e nelle donne per età con i dati nella tabella. Una formazione organizzata correttamente consente di ottenere il risultato più accurato. Questa è la chiave per uno studio di successo. Particolare attenzione è rivolta all'assunzione di cibo e all'assunzione di farmaci.

Regole per eseguire un esame del sangue per PTI

  • L'ultimo pasto deve essere assunto entro e non oltre 12 ore prima dell'analisi pianificata.
  • L'attenzione è rivolta alla composizione qualitativa degli alimenti: prodotti meno grassi, preferenza per il grano duro, bevande leggere.
  • I pazienti che assumono warfarin devono tenere a mente le proprie raccomandazioni dietetiche in modo che l'INR non sia troppo alto o basso.
  • Tutti i farmaci che il paziente assume devono essere prescritti separatamente, indicando la dose, il numero di compresse, la frequenza e il tempo di somministrazione, nonché la durata approssimativa del loro utilizzo..
  • La maggior parte dei laboratori raccoglie il sangue nelle prime ore del mattino, la donazione in un secondo momento può distorcere i risultati per motivi fisiologici.
  • Non è consigliabile fumare prima della procedura e almeno una settimana prima dei test, è necessario astenersi completamente dal bere bevande alcoliche.

L'implementazione di queste regole: le raccomandazioni ti consentiranno di determinare con precisione gli indicatori necessari del sistema di coagulazione del sangue.

Decodificare i risultati

La valutazione viene eseguita in condizioni di laboratorio. Per cominciare, l'intervallo di tempo è determinato in secondi. Inoltre, gli indici vengono calcolati automaticamente: INR e PTI. L'International Normalized Ratio non ha un'unità di misura, di solito è un numero intero maggiore di 0. Allo stesso tempo, l'indice di protrombina è espresso in percentuale. Contrariamente alle leggi dell'aritmetica, questo indicatore può essere superiore al 100%.

I seguenti fattori influenzano il tasso in ogni caso specifico:

  • pavimento;
  • età;
  • crescita e carnagione;
  • caratteristiche nutrizionali;
  • prendere farmaci;
  • gravidanza e allattamento per le donne.

L'indice ottenuto durante lo studio, come l'INR, viene confrontato con la norma condizionale.

La norma nelle donne per età

PTI, la norma nelle donne per età (la tabella fornisce un confronto visivo), differisce dalla norma negli uomini. Diverse categorie di età tra il gentil sesso hanno anche caratteristiche presentate nella tabella.

Periodo di etàTasso PTI, percentuale (%)Tasso dell'indicatore INR
0-1 mese70-120%0,8-1,28
1 anno50-100%0,8-1,28
Età prescolare70-140%0,8-1,28
Prepuberale60-140%0,8-1,28
Pubertà60-150%0,8-1,28
Donne adulte70-140%0,8-1,28
Il coagulogramma mostra che il livello di PTI è normale

Il rapporto internazionale normalizzato è meno variabile. Dipende dall'uso di anticoagulanti, dalla gravidanza e da alcune abitudini alimentari.

Per i medici, ci sono anche una serie di situazioni cliniche che spesso influenzano i risultati dello studio per IPT e INR. Cambiamento dell'ematocrito, per esempio. Questa è la percentuale di elementi formati dal sangue rispetto al volume totale. MNR e PTI possono cambiare a un valore dell'indicatore sovrastimato e diminuito.

Dovresti anche prestare attenzione alla possibilità di una malattia come il lupus eritematoso sistemico o la sindrome da antifosfolipidi. Quando viene rilevato un lupus anticoagulante, l'INR, il PTI e altri valori del coagulogramma cambiano, di regola.

Deviazioni di PTI dalla norma nell'analisi del sangue

Il PTI è la norma nelle donne per età (la tabella non è molto informativa), o altrimenti - l'indice di protrombina e il rapporto normalizzato sono inversamente proporzionali. Se uno di questi è aumentato, dovresti pensare che il secondo sia ridotto e viceversa..

Perché l'indice potrebbe essere declassato

Un PTI ridotto significa che l'INR sarà aumentato. La situazione nel suo insieme suggerisce che c'è una tendenza al sanguinamento. Cioè, uno stato di ipercoagulabilità. In questa situazione, la più probabile carenza di fattori coinvolti nella via della coagulazione esterna.

Una condizione in cui non ci sono sufficienti 2, 5 e 7 fattori di emostasi, solitamente congeniti. Ma più spesso questa situazione si verifica a causa di una carenza di vitamina K.Dopotutto, è con la sua partecipazione che avviene la sintesi di queste proteine..

Esistono condizioni cliniche accompagnate da un contenuto ridotto di soli 10 fattori. Uno dei motivi è l'amiloidosi. Nell'analisi, questo influenzerà il PTI (diminuirà) e l'INR (questo indicatore sarà più alto della norma).

Le malattie del fegato colpiscono l'intero sistema di coagulazione. Pertanto, con cirrosi, epatite ad alto grado di attività e danno alcolico all'organo, l'INR e il PTI cambiano, poiché la produzione di proteine, in linea di principio, e fattori di coagulazione in particolare, diminuisce. Più spesso puoi identificare la mancanza di 1 fattore.

Questa condizione è chiamata ipofibrinogenemia. Normalmente, dovrebbero esserci 4 g / l di fibrinogeno nel sangue venoso. Si verifica anche disfibrinogenemia. La proteina viene prodotta, ma non può svolgere la sua funzione. Ciò è dovuto al fatto che è difettoso a causa di una violazione della sequenza dei residui di amminoacidi nella struttura primaria..

Tra le condizioni in cui cambia la composizione proteica del sangue, la malattia renale occupa una posizione di rilievo. Ciò è particolarmente vero per le situazioni che coinvolgono la sindrome nefrosica. La sua essenza è la perdita di proteine ​​attraverso un filtro glomerulare guasto. Ci sono meno proteine ​​nel sangue.

Non solo la sua quantità sta cambiando, ma anche la sua composizione qualitativa. Infatti, attraverso i pori alterati, il 5 ° e il 7 ° fattore dell'emostasi vengono rimossi più velocemente. Ciò si riflette nell'INR (sta crescendo) e nel PTI (l'indicatore è ridotto). La sindrome nefrosica è confermata da un'analisi generale delle urine, del sangue, del profilo lipidico. Per un ulteriore esame, vengono prescritti l'ecografia dei reni, l'analisi spettrale delle proteine ​​del sangue.

Tra le altre malattie somatiche, in cui il PTi può diminuire e l'INR aumentare, può esserci uno scompenso cardiaco. Clinicamente, questo è un aumento della mancanza di respiro, edema e una diminuzione della tolleranza all'esercizio nel volume normale.

A volte la leucemia acuta con un debutto brillante si riflette nei dati del coagulogramma. Un altro gruppo di patologie sono le malattie della zona epatobiliare-pancreatoduodenale. Ciò include malattie del pancreas (pancreatite, adenoma, neoplasia maligna), fegato, duodeno, cistifellea.

Ci sono altri fattori che contribuiscono ai cambiamenti descritti nell'indice di protrombina e nel rapporto normalizzato internazionale. Questo può essere l'uso di cibi grassi, alcol.

C'è anche un intero elenco di farmaci che abbassano l'IPT e aumentano l'INR:

  • FANS (indometacina);
  • corticosteroidi;
  • anabolizzanti (retabolil);
  • uricozostatici (allopurinolo);
  • antibiotici (tetraciclina e rappresentanti di questo gruppo, kanamicina, acido nalidixico);
  • L-tiroxina;
  • antidepressivi del gruppo degli inibitori della ricaptazione delle MAO;
  • farmaci antiparkinsoniani.

Un posto speciale è occupato dai fondi che agiscono sui singoli collegamenti dell'emostasi. Questo è warfarin ed eparina.

Livelli elevati di protrombina

Molti fattori possono aumentare l'IPT e la quantità di protrombina in generale. Tra questi, il cibo non è il meno importante. Un consumo eccessivo di alimenti ricchi di vitamina K aumenterà sicuramente l'IPT e abbasserà l'INR.

Questi includono:

  • cavolo;
  • tè verde;
  • rapa e ravanello;
  • fegato di maiale e manzo;
  • uva spina;
  • foglie verde chiaro;
  • soia;
  • broccoli.

Lo spettro delle malattie, accompagnato dai cambiamenti descritti nel coagulogramma, non è ampio. Prima di tutto, è l'eritrocitosi o la policitemia. Stiamo parlando di un aumento del contenuto di globuli rossi nel sangue. Ciò include anche la trombosi venosa. Una situazione più formidabile è la sindrome DIC, che complica il parto, operazioni difficili, accompagnate da perdita di sangue.

Un altro importante gruppo di cause è la disidratazione. Questa condizione è causata dalla perdita di liquidi dal corpo. È accompagnato da vomito, frequenti feci molli. La condizione è pericolosa per i bambini.

Tra i farmaci che aumentano il PTI, gli analoghi della vitamina K sono al primo posto, Vikasol, che viene utilizzato per fermare il sanguinamento. Gli stessi cambiamenti nel coagulogramma causeranno diuretici.

Per le donne, l'assunzione di contraccettivi orali è più comune come possibile causa. Antiacidi, antistaminici e glicosidi cardiaci possono ridurre l'INR e aumentare la protrombina.

Indice di protrombina in una donna durante la gravidanza

Durante questo periodo, tutti i sistemi e gli organi del corpo della madre vengono ricostruiti. Pertanto, la gravidanza influisce sui parametri dell'emostasi. C'è una chiara tendenza alla trombofilia, cioè i fattori di coagulazione sono leggermente superiori agli anticoagulanti..

Dopotutto, il corpo deve essere pronto per il parto. E loro, come sai, sono spesso complicati da un'enorme emorragia. Lo stato ipercoagulabile mira a prevenire queste situazioni.

Le norme del coagulogramma differiscono per questi motivi. Il PTI deve superare il 100%. A tassi inferiori, è necessario cercare la causa e correggerla adeguatamente..

In quali casi è necessario eseguire regolarmente l'analisi?

Il monitoraggio dell'INR è necessario nel caso di assunzione di warfarin, fenilina e altri rappresentanti di questo gruppo di anticoagulanti. Il tasso INR quando si prendono questi fondi è compreso tra 2,0 e 3,5. Deve essere mantenuto per mantenere adeguatamente un equilibrio tra i sistemi di coagulazione e anticoagulante..

Quando l'INR supera 3,5, si dovrebbe pensare all'ipocoagulazione e al pericolo di sanguinamento. Quando l'INR scende al di sotto del livello raccomandato, la dose deve essere aumentata. All'inizio, la frequenza dello studio dovrebbe essere di circa una volta alla settimana. Ma quando i valori INR target vengono raggiunti, l'analisi può essere eseguita una volta al mese..

Il PTI è necessario per l'osservazione quando si utilizza l'eparina. Questo viene fatto in condizioni stazionarie.

INR e PTI sono necessari per lo screening dei disturbi nel sistema emostatico, nonché per il controllo dinamico durante l'assunzione di warfarin ed eparina. Il tasso nelle donne è diverso da quello degli uomini, inoltre, ci sono peculiarità nelle donne in gravidanza. All'interno di questo gruppo ci sono differenze di età. Per facilità di valutazione, ci sono tabelle.


Articolo Successivo
Decodificare un esame del sangue generale