Norma del test del timolo e valore diagnostico


Un esame del sangue biochimico è uno studio completo che consente di identificare i disturbi funzionali di vari organi e sistemi. All'interno della sua struttura, viene eseguito anche un test del timolo per rilevare patologie epatiche. Non ha ancora perso il suo valore diagnostico, sebbene oggi vengano utilizzate più spesso tecniche moderne migliorate. Qual è lo studio, quali malattie causano una reazione positiva, come l'analisi viene presentata e decifrata - risposte a tutte le domande nell'articolo.

Test del timolo: cos'è e cosa mostra

Questo test ha diversi nomi: test di McLagan, timoloveral o torbidità del timolo. Le proteine ​​di vario tipo, responsabili della formazione della risposta immunitaria, delle caratteristiche osmotiche del sangue e di altri parametri, sono prodotte dalle cellule del fegato e del midollo osseo. Il rapporto tra albumina e globuline cambia quando gli epatociti sono danneggiati, così come la struttura delle proteine ​​che perdono la loro stabilità colloidale e precipitano.

Il test del timolo è la precipitazione di lipoproteine ​​e gamma globuline con una soluzione tampone di timolo.

Legandosi a vari tipi di globuline e lipoproteine ​​a bassa densità, il reagente provoca torbidità, il cui grado consente di giudicare la violazione della sintesi proteica negli epatociti. Il risultato è misurato in unità di McLagan o Shank-Hoaland (abbreviate rispettivamente come unità M e S-H).

Il test del timolo come metodo per valutare lo stato funzionale del fegato è stato proposto nel 1944. Oggi è usato abbastanza raramente, principalmente secondo le indicazioni nello sviluppo dei sintomi dell'epatite A in combinazione con altri test. Viene anche utilizzato in tossicologia ed epatologia per valutare le dinamiche positive del processo di recupero nel fegato dopo la malattia. Aiuta a differenziare vari tipi di ittero, poiché con la malattia di Botkin (tipo A) dà un risultato positivo in quasi il 100% dei casi, e sempre negativo con la meccanica.

Tasso di test del timolo negli uomini

La torbidità della soluzione quando si lega il reagente con la frazione di globulina può avere gravità diversa. Il valore specifico nelle unità McLaghan o S-H viene determinato utilizzando un dispositivo speciale, un elettrospettrofotometro. In un uomo sano, gli indicatori dovrebbero essere compresi tra 0 e 4. Tuttavia, alcuni laboratori fissano un limite superiore del valore di riferimento di 5 unità. M.

Tasso di test del timolo nelle donne nel sangue

In quanto tali, le differenze di genere non hanno alcun effetto sul risultato del test. Specifici ormoni maschili e femminili non hanno alcun effetto sul processo di sintesi proteica nelle cellule del fegato. Pertanto, per il gentil sesso, i valori normali del campione sono gli stessi degli uomini: 0-4, massimo 5 unità di torbidità.

Tuttavia, l'uso di contraccettivi (contraccettivi orali) in una giovane donna sana può avere qualche effetto sulla sintesi proteica. Sotto l'influenza di farmaci di questo tipo, il rapporto tra le proteine ​​plasmatiche cambia, il che porta ad un leggero aumento degli indicatori.

Tasso di test del timolo nei bambini

Anche l'età non influenza il rapporto tra i diversi tipi di globuline nel siero del sangue. Se non ci sono disturbi funzionali del fegato, le globuline e le lipoproteine ​​non reagiranno con una soluzione tampone di timolo e il risultato del test McLaghan sarà negativo. Pertanto, il test del timolo nei bambini normali ha gli stessi indicatori degli adulti e non supera 4 U / L.

Tuttavia, un bambino apparentemente sano può avere risultati migliori. Se non ci sono segni clinici della malattia e reclami soggettivi e l'analisi indica che i valori massimi consentiti sono stati superati, è necessario condurre un esame completo per l'epatite A.

Sintomi di epatite A.

Motivi per un aumento dei valori del test del timolo

Una diminuzione della frazione di albumina con un aumento simultaneo della quantità di globuline nel plasma sanguigno indica, prima di tutto, una violazione del fegato. Questo squilibrio è spiegato dal fatto che l'albumina è prodotta dagli epatociti. Ma i macrofagi dei tessuti sono responsabili della produzione di globuline. Sullo sfondo della disfunzione epatica e della disproteinemia, la frazione globulinica aumenta sempre.

Patologia del fegato

Pertanto, un test del timolo positivo indica, prima di tutto, le seguenti patologie epatiche:

  • Epatite di origine virale o infettiva. Questo test consente di rilevare l'epatite A anche nella fase di replicazione virale, quando altri studi danno un risultato negativo e non sono presenti sintomi clinici.
  • Cirrosi.
  • Danni al parenchima epatico causati dall'alcol.
  • Effetti tossici sull'organo di sali di metalli pesanti, composti tossici e alcuni farmaci.
  • Neoplasie, comprese quelle maligne.
  • Epatosi grassa: questo è il nome della degenerazione degli epatociti a causa del grasso accumulato in essi.
  • Disturbi funzionali innescati dall'uso di contraccettivi orali e altri farmaci contenenti ormoni.

L'ittero ostruttivo, con tutta la combinazione e la gravità dei sintomi clinici, dà un risultato negativo del test.

Altre malattie

Oltre alle patologie epatiche, il test del timolo ha valori aumentati in caso di patologie come:

  • Malattie autoimmuni sistemiche (LES, artrite reumatoide e altre).
  • Patologie renali accompagnate da albuminuria (glomerulo- e pielonefrite, amiloidosi).
  • Processi tumorali di varia localizzazione, sia maligni che benigni, nonché mieloma.
  • Alcune malattie dell'apparato digerente (enterite accompagnata da diarrea intensa, pancreatite),
  • Endocardite settica (con varietà reumatoide, il test è negativo).
  • Condizioni patologiche del corpo causate da infezioni virali, malaria.

Succede anche che il test del timolo sia aumentato in una persona perfettamente sana. Se il risultato è positivo sullo sfondo di una completa assenza di segni clinici di patologia, allora c'è una non conformità con la dieta. Queste persone, di regola, sono dipendenti da cibi grassi. E il loro livello di colesterolo nel sangue è sempre alto.

Il test del timolo è superiore al normale negli uomini e nelle donne in questo caso serve come avvertimento. Nel tempo, questa condizione si trasformerà in una forma patologica e si svilupperanno lesioni vascolari aterosclerotiche. Fino a quando la situazione non diventa critica, la dieta deve essere rivista, riducendo la percentuale di grassi in essa contenuti..

Inoltre, il test del timolo è aumentato nei pazienti che assumono farmaci androgeni, estrogeni, steroidi, insulina, eritromicina, tetraciclina, cloramfenicolo.

Indicazioni ai fini dell'analisi

Il test del timolo viene solitamente prescritto nei seguenti casi:

  • Sospetto di epatite A - la base è sintomi caratteristici sotto forma di fenomeni catarrali, temperatura febbrile, intossicazione generale.
  • La probabilità di malattie autoimmuni - sono accompagnate da artralgia prolungata, lesioni cutanee, febbre, aumento della VES nell'analisi del sangue.
  • Studio completo delle condizioni del fegato: il test del timolo viene eseguito insieme ai test per fosfatasi alcalina, transaminasi e bilirubina.
  • Diagnosi differenziale di ittero ostruttivo e parenchimale. Nel primo caso, il risultato è generalmente negativo..

Questa analisi controlla anche il risultato del trattamento e il processo di recupero degli epatociti..

Come prepararsi e fare il test

Il test del timolo viene eseguito rigorosamente nella prima metà della giornata; il sangue venoso viene prelevato per la ricerca. Viene posto in una provetta senza l'aggiunta di un anticoagulante e inviato al laboratorio. Lì, viene eseguita una reazione di precipitazione con 0,1 g di plasma e tampone Veronal e soluzione di timolo per un'ora. Se il risultato non è urgentemente necessario, puoi ottenerlo il giorno successivo.

Non è richiesta alcuna preparazione speciale per il prelievo di un campione di sangue. I requisiti sono abbastanza standard e consistono nell'astenersi dal cibo il giorno della prova al mattino. L'ultimo pasto dovrebbe essere la cena della sera prima. Non è desiderabile mangiare cibi grassi durante i pasti, poiché il colesterolo in eccesso nel sangue influisce sul risultato del test.

Test del timolo: l'essenza dell'analisi, la norma e le deviazioni, le ragioni per aumentate

© Autore: Z. Nelli Vladimirovna, dottore in diagnostica di laboratorio, Istituto di ricerca di transfusiologia e biotecnologia medica, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Il test del timolo (test timolovale, test di torbidità del timolo, test di McLagan) non è uno dei metodi biochimici più popolari per le analisi del sangue, tuttavia, non viene scartato quando si rilevano determinate malattie ed è ancora utilizzato nella diagnostica clinica di laboratorio.

Una reazione aspecifica basata sull'interazione con il timolo nel tampone veronale di singole proteine ​​plasmatiche (gamma globuline e beta globuline associate a lipidi - lipoproteine ​​a bassa densità), e la torbidità della soluzione, non fornisce una risposta chiara in relazione a determinate malattie, ma spesso aiuta in modo significativo combinato con altri test e, in alcuni casi, anche prima di loro. Ciò si verifica nelle prime fasi della malattia (l'epatite A nei bambini, ad esempio), quando altri test di laboratorio sono ancora entro i limiti normali. Inoltre, presenta altri vantaggi che non consentono ai medici diagnostici di laboratorio di consegnare questa analisi all'oblio..

I vantaggi del test del timolo

Di solito, un test del timolo viene utilizzato in aggiunta alla bilirubina e agli enzimi (transaminasi - ALT, AST, fosfatasi alcalina) in caso di sospetto di danno a un organo caratterizzato da una varietà di reazioni biochimiche che si verificano in esso. Naturalmente, stiamo parlando del fegato, il cui normale funzionamento dipende in gran parte dall'attuazione dei processi vitali di base in tutte le cellule di un organismo vivente. E ciò che è interessante: questi indicatori potrebbero non rispondere ancora particolarmente ai cambiamenti patologici e quindi non superare o superare leggermente i livelli dei valori normali, e il test del timolo sarà chiaramente "insinuato".

Oltre a rilevare anomalie epatiche, il test del timolo, la cui norma va da 0 a 4 U S-H, in altri casi aiuta nella diagnosi di condizioni patologiche del cuore, del tratto gastrointestinale, dei reni e di altri organi.

I principali vantaggi del test del timolo sono che:

  • Non richiede tempi e costi di materiale particolari, l'uso di apparecchiature complesse (i reagenti vengono preparati su un agitatore magnetico in una cappa aspirante);
  • Si distingue per la semplicità di esecuzione (il risultato viene letto mediante un elettrospettrofotometro, disponibile in qualsiasi laboratorio);
  • Consente di iniziare il trattamento nelle prime fasi della malattia e, quindi, aiuta a evitare complicazioni indesiderate causate da un processo infiammatorio prolungato;
  • Può essere utilizzato come un buon indicatore dell'efficacia delle misure terapeutiche volte a ripristinare le capacità funzionali del tessuto epatico.

Ecco perché, nonostante l'ampia varietà di nuovi test di laboratorio, in alcuni casi, il test di foschia del timolo rimane tra i principali test che rivelano condizioni patologiche del fegato..

Violazione nel rapporto delle proteine ​​- la base del test del timolo

In caso di danno al parenchima epatico, una diminuzione della frazione di albumina contribuisce ad una più facile deposizione della frazione di globulina. I cambiamenti nelle proprietà fisico-chimiche delle proteine ​​del plasma sanguigno in varie malattie del fegato sono alla base delle reazioni sedimentarie diagnostiche, ad esempio il test del timolo e il test di Veltman.

Il test del timolo, avendo una sensibilità abbastanza elevata, dà un risultato positivo (fino al 100%) nell'epatite acuta, ma il suo valore speciale sta nel fatto che viene rilevata una reazione positiva anche nel periodo pre-itterico, nonché nelle forme anitteriche della malattia (ad esempio, nei casi di epatite C, che si caratterizza per un debutto facile).

Pertanto, le principali caratteristiche del test in esame possono essere presentate come segue:

  • I valori del test del timolo sono espressi in termini di foschia del timolo Shank-Hoaland (AU S-H) o unità MacLagan (AU M);
  • I valori normali dei risultati del test del timolo sono compresi tra 0 e 4 U S-H (alcuni laboratori danno la norma fino a 5 U S-H);
  • La norma degli indicatori del test del timolo nelle donne e negli uomini non differisce: in un corpo sano, l'albumina, essendo in concentrazioni normali, garantisce la stabilità delle globuline, quindi l'indicatore studiato, indipendentemente dal sesso, non supererà il limite normale.

Nel frattempo, nelle donne, giovani e sane, ma che utilizzano contraccettivi orali, il test del timolo può ancora essere aumentato. Questo perché questi farmaci influenzano le capacità funzionali del fegato, a seguito della violazione della quale cambia il rapporto tra le proteine ​​del siero e, quindi, i valori di questo test di coagulazione aumentano.

Nei bambini, i valori degli indicatori normali sono anche nell'intervallo 0-4 U S-H, tuttavia, con l'epatite A, che più spesso viene "raccolta" da scolari e adolescenti più giovani, il test del timolo è aumentato già nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, quando sono assenti anche i minimi segni di ittero.

Quando i risultati migliorano

In varie malattie del fegato, si richiama sempre l'attenzione su una diminuzione della frazione di albumina, che è associata a una violazione della loro sintesi, e un aumento delle frazioni di gamma e beta globuline. Questo perché l'albumina viene sintetizzata direttamente nelle cellule del fegato e il parenchima interessato non è in grado di fornire livelli normali di albumina. L'aumento simultaneo delle frazioni globuliniche (con una diminuzione della concentrazione di albumina) è spiegato dal fatto che altri componenti sono i principali responsabili della produzione di queste proteine ​​- cellule che fanno parte del sistema dei macrofagi dei tessuti.

I motivi principali che causano un aumento del test del timolo sono le malattie del fegato, accompagnate da danni al suo parenchima:

  1. Epatite infettiva e virale;
  2. Neoplasie localizzate nel fegato;
  3. La sconfitta del parenchima epatico da parte dell'alcol e, soprattutto, dei suoi surrogati;
  4. Effetti tossici di vari veleni, metalli pesanti e alcuni farmaci;
  5. Cirrosi epatica;
  6. Degenerazione grassa del tessuto epatico (epatosi grassa) - accumulo di grasso negli epatociti (cellule del fegato);
  7. Disturbi funzionali dovuti all'uso a lungo termine di contraccettivi orali e altri farmaci ormonali.

Tuttavia, per quanto riguarda il fegato, va notato che l'ittero ostruttivo, sebbene spaventoso con le sue manifestazioni esterne, di per sé non espande i confini dell'opacità del timolo. Questo test sarà aumentato solo se il tessuto epatico è coinvolto nel processo patologico e nello sviluppo dell'epatite parenchimale.

Altre cause di aumento del test del timolo:

  • Grave malattia renale (amiloidosi, pielo- o glomerulonefrite), in cui una grande quantità di proteine ​​viene costantemente escreta nelle urine;
  • Malattie del tratto gastrointestinale (pancreatite, enterite con grave diarrea);
  • Processi tumorali di natura benigna e maligna di varia localizzazione;
  • Condizioni patologiche causate da un'infezione virale;
  • Disproteinemia ereditaria (violazione del rapporto tra le proteine ​​del siero);
  • Mieloma;
  • Malattie sistemiche (LES - lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, dermatomiosite);
  • Endocardite settica (con reumatismi, il campione non è aumentato, rimane entro il range normale);
  • Malaria.

Il test del timolo può essere aumentato in assenza della malattia, ad esempio se una persona è eccessivamente dipendente da cibi grassi. Anche in questo caso il benessere non durerà indefinitamente. Sorgerà un altro problema: colesterolo alto, un cambiamento nello spettro lipidico... Le lipoproteine ​​a bassa densità accumulate nel sangue inizieranno a depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni, formando placche aterosclerotiche, che a loro volta inizieranno un processo patologico come l'aterosclerosi. Cioè, un test del timolo costantemente aumentato e l'assenza di manifestazioni cliniche della malattia segnalano che un'urgente necessità di cambiare la dieta.

Cercando di decifrare te stesso

Decifrare l'analisi è semplice e accessibile anche al paziente stesso: tutto ciò che devi sapere è che il laboratorio porta 4 o 5 U S-H oltre il limite superiore della norma. E la gamma di malattie accompagnate da una maggiore degradazione del timolo non è così ampia.

Quando si decodifica l'analisi, non si dovrebbe giudicare in modo indipendente il rapporto quantitativo delle proteine. Possiamo solo presumere che per qualche motivo venga sintetizzata meno albumina. Per scoprire questi indicatori in termini digitali, dovrebbero essere effettuati altri studi: determinare la concentrazione di proteine ​​totali e albumina, isolare le frazioni proteiche mediante elettroforesi, calcolare il coefficiente albumina-globulina... E se il medico lo ritiene necessario, queste reazioni saranno consegnate e il lettore deve solo capire che sulla base di un'analisi aspecifica, la diagnosi non viene stabilita. Nell'organismo tutti i processi biochimici sono interconnessi, come in laboratorio: un test prevede la conduzione parallela di altri studi.

E l'ultima cosa: affinché la decodifica non causi difficoltà e preoccupazioni, è necessario (come sempre) prepararsi adeguatamente allo studio. E tutto è semplice come sempre: il sangue viene prelevato da una vena a stomaco vuoto, i cibi grassi sono esclusi durante la cena del giorno prima.


Articolo Successivo
Pressione sanguigna e pulsazioni