Aterosclerosi dei vasi del cuore: che cos'è, sintomi e trattamento


L'aterosclerosi dei vasi del cuore è una malattia cronica che si sviluppa quando le placche di colesterolo si formano sulle pareti delle arterie coronarie. I depositi impediscono al cuore di ricevere un adeguato apporto di sangue, che è indebolito. Se una placca aterosclerotica blocca completamente il lume del vaso, alcune delle cellule muoiono - si sviluppa un infarto del miocardio.

Il meccanismo di sviluppo della placca aterosclerotica

Ci sono 5 fasi:

  1. Dolipid. Si creano le condizioni per la formazione di una placca aterosclerotica: la parete vascolare è danneggiata. Ci sono cambiamenti nella composizione del sangue: aumenta la concentrazione di colesterolo cattivo. Termina quando gli enzimi del corpo non hanno più il tempo di liberare la parete arteriosa dalla "placca".
  2. Lipoidosi. Il secondo stadio dell'aterosclerosi è l'inizio della formazione di una placca ateromatosa. Il colesterolo, le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) iniziano ad aderire alla parete arteriosa, formando strisce di grasso, macchie. La placca è ancora così piccola da non ostruire il flusso sanguigno.
  3. Liposclerosi. Il focus della deposizione cresce con il tessuto connettivo. La dimensione della placca aterosclerotica aumenta.
  4. Ateromatosi. Inizia la distruzione dei depositi di grasso. Una massa densa è formata dai prodotti di decadimento, che deforma la parete dell'arteria. A questo punto, la placca di colesterolo raggiunge grandi dimensioni, interferisce con il normale afflusso di sangue al cuore. Spesso la superficie della lesione inizia a ulcerarsi, provocando la formazione di trombi..
  5. Aterocalcinosi. I sali di calcio si depositano nello spessore delle placche. In termini di densità, la formazione ricorda una pietra. Il rischio di coaguli di sangue è aumentato.

Cause, fattori di rischio

L'aterosclerosi è una malattia cronica che si sviluppa per diversi decenni. Quando si parla della causa della patologia, si usa solitamente il termine "malattia polietiologica". Ciò significa che diversi fattori sono responsabili dello sviluppo della malattia. L'effetto dannoso sulla parete arteriosa è esercitato da:

  • fumare;
  • ipertensione;
  • colesterolo alto, LDL;
  • diabete;
  • dipendenza da alcol.

Con l'aterosclerosi del cuore, ci sono fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare la malattia:

  • età. Molto spesso, le persone anziane e anziane soffrono di questa patologia;
  • pavimento. Gli uomini hanno un rischio maggiore di sviluppare una malattia coronarica, così come altre malattie associate all'aterosclerosi;
  • predisposizione ereditaria;
  • peso in eccesso;
  • stress grave regolare;
  • una dieta ricca di grassi saturi, povera di fibre.

Segni di aterosclerosi del cuore

I primi segni compaiono quando una placca aterosclerotica blocca una parte significativa del vaso. Di solito, all'inizio della malattia, il deterioramento del benessere si verifica dopo uno sforzo fisico, un sovraccarico emotivo. I sintomi dell'aterosclerosi dell'arteria coronaria possono includere:

  • Attacco di angina. Si sente come spremere, dolore nella parte centrale o sinistra del petto. L'attacco di solito scompare in pochi minuti. In alcune persone, il dolore può irradiarsi al collo, alla schiena, al braccio;
  • Dispnea. Può essere costante o svilupparsi dopo lo sforzo.

Nell'aterosclerosi del cuore, un blocco completo di una delle arterie cardiache porta all'infarto del miocardio. I suoi sintomi sono un dolore grave e prolungato al centro del torace, che si irradia alla spalla, alla mascella, al braccio. A volte è accompagnato da mancanza di respiro, sudorazione.

Metodi diagnostici moderni

La diagnosi inizia con un esame da parte di un medico. In presenza di fattori di rischio, sintomi, soffi cardiaci, il paziente viene inviato a un esame più approfondito. Può includere:

  • analisi del sangue biochimica con un profilo lipidico dettagliato. Questa analisi fornisce al medico informazioni sul funzionamento degli organi interni, nonché sul contenuto di colesterolo e sue frazioni;
  • elettrocardiogramma (ECG). La registrazione degli impulsi elettrici del cuore consente di valutare la conduttività del muscolo cardiaco. L'aterosclerosi del cuore interrompe la nutrizione del miocardio, che si riflette nell'elettrocardiogramma;
  • test di resistenza. All'inizio della malattia, i sintomi, così come i cambiamenti nell'attività cardiaca, vengono registrati solo dopo lo sforzo. Pertanto, la registrazione di un cardiogramma può essere combinata con la guida di una cyclette, il jogging su un tapis roulant o altre attività fisiche. Una variante dello stress test è la somministrazione di farmaci che simulano l'attività fisica;
  • un angiogramma è un metodo per ottenere un'immagine dei vasi del cuore. Al paziente viene iniettato per via endovenosa un colorante che rende le arterie ben visibili ai raggi X, MRI, TC;
  • ecocardiogramma (ecografia del cuore): consente di valutare le condizioni del muscolo cardiaco, delle valvole, delle camere. Gli ultrasuoni possono misurare la velocità del flusso sanguigno e altre caratteristiche. Per un esame così dettagliato, che si chiama ecografia Doppler, è necessario un sensore speciale..

Come rimuovere la placca nei vasi del cuore: caratteristiche del trattamento

Esistono diversi trattamenti per l'aterosclerosi. Nella scelta, il medico tiene conto delle caratteristiche individuali del paziente, della presenza di malattie concomitanti, del rischio di sviluppare un infarto miocardico.

Nella fase iniziale, per migliorare il proprio benessere, la maggior parte dei pazienti deve solo seguire una dieta, riconsiderare il proprio stile di vita. La terapia farmacologica per l'aterosclerosi è indicata per i pazienti con stadi più avanzati della malattia, nonché per le persone con controindicazioni alla chirurgia. Il trattamento chirurgico è necessario per le persone con malattie gravi.

Dieta

Una buona dieta combinata con abitudini sane può ridurre i livelli di trigliceridi del 50%. Non è difficile seguire una dieta del genere, perché contiene pochi divieti e dà spazio anche alla creatività culinaria. Principi di base di una corretta alimentazione:

  • Mangia spesso, ma a poco a poco. È ideale per suddividere il pasto giornaliero per colazione, pranzo, cena, tra i quali includere 2 spuntini.
  • Scegli grassi sani. I grassi saturi, che sono abbondanti nella carne rossa, nei grassi animali, nei latticini grassi, nella palma, negli oli di cocco, aumentano il colesterolo totale, LDL. Il loro contenuto non deve superare il 7% dell'apporto calorico giornaliero. Gli acidi grassi insaturi sani si trovano in noci, semi, avocado e oli vegetali. Dovrebbe esserci di più.
  • Elimina i grassi trans. Aumentano significativamente la concentrazione di colesterolo cattivo, riducono il contenuto di buono. I grassi trans sono ricchi di cibi fritti, cibi già pronti: dai biscotti agli spaghetti istantanei. Pertanto, leggere sempre l'etichetta prima di acquistare..
  • Mangia cibi ricchi di acidi grassi omega-3. Aumentano la concentrazione di HDL, riducono i trigliceridi e normalizzano la pressione sanguigna. Omega 3 è ricco di pesce grasso: aringhe, sgombri, salmone, sgombro. Gli acidi grassi Omega-3 possono essere ottenuti da alimenti vegetali: semi di lino, mandorle, noci. Inoltre, questi alimenti sono ricchi di proteine ​​complete..
  • Non dimenticare la fibra. I leader nel suo contenuto sono verdure, legumi, crusca, cereali. Entrambi i tipi di fibra hanno un effetto benefico sulla salute del sistema cardiovascolare. Ma le forme solubili di carboidrati hanno la capacità di abbassare i livelli di LDL..

Abitudini salutari

L'aterosclerosi dei vasi del cuore può essere superata con semplici cambiamenti nello stile di vita. I medici consigliano:

  • Smettere di fumare. Smettere completamente di fumare è una buona idea. In primo luogo, in questo modo è possibile aumentare il livello di HDL e, in secondo luogo, ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. I medici hanno ritenuto che dopo un anno in cui si sono liberati della cattiva abitudine, la probabilità di malattie cardiovascolari si dimezza. 15 anni dopo aver smesso di fumare, la prognosi sarà la stessa delle persone che non hanno mai fumato.
  • Perdere peso in eccesso. Anche una diminuzione del 5-10% del peso corporeo può ridurre significativamente i livelli di colesterolo;
  • Alcol solo in piccole quantità. Dosi moderate di alcol aumentano il colesterolo HDL, ma solo con moderazione. Per le donne, gli uomini sopra i 65 anni - non più di 14 g di alcol / giorno, per gli uomini sotto i 65 anni - fino a 28 g / giorno. 14 g di alcol equivalgono a 45 ml di vodka, 150 ml di vino al 12%, 360 ml di birra al 5%;
  • Sii fisicamente attivo. Solo 30 minuti di esercizio quotidiano sono sufficienti per abbassare notevolmente i livelli di colesterolo e aumentare i livelli di colesterolo HDL. Se non riesci a dedicare così tanto tempo alle attività, sostituiscile con una passeggiata o un lavoro in giardino..

Farmaci

Con una forma avanzata di aterosclerosi del cuore, solo una dieta, un'introduzione a uno stile di vita sano non è sufficiente. I farmaci moderni non possono curare completamente il paziente, ma l'uso di farmaci consente di mantenere la qualità della vita del paziente ad un livello elevato, oltre a ridurre il rischio di sviluppare infarto miocardico, ictus.

Il regime di trattamento viene redatto per ciascun paziente individualmente, tenendo conto delle sfumature del decorso della malattia, dei dati della storia medica. Può includere diverse classi di farmaci.

Farmaci ipolipemizzanti

I farmaci in questo gruppo riducono il livello di colesterolo totale, lipoproteine ​​molto basse e a bassa densità (VLDL, LDL), trigliceridi, aumentano il contenuto di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL). La modifica della concentrazione dei lipidi consente di arrestare la crescita delle placche di colesterolo, ridurne leggermente le dimensioni e anche migliorare le condizioni dei vasi sanguigni. Il regime di trattamento può includere una o più classi di farmaci ipolipemizzanti:

  • le statine sono i farmaci più potenti disponibili. Bloccano la sintesi del colesterolo. La concentrazione di grassi "cattivi" diminuisce, mentre aumenta la concentrazione di grassi "buoni". Le statine di ultima generazione - atorvastatina, rosuvastatina - hanno la massima potenza e il minor numero di effetti collaterali. Ai pazienti con colesterolo moderatamente alto può essere prescritta una simvastatina più semplice;
  • fibrati: prima della comparsa delle statine, erano considerati i farmaci più potenti per normalizzare i livelli di lipidi. Stimolano la ripartizione delle VLDL, le LDL leggermente inferiori e aumentano anche le HDL. Il fenofibrato è il trattamento più comunemente prescritto per i pazienti con aterosclerosi;
  • alte dosi di vitamina PP (acido nicotinico, vitamina B3). Abbassa efficacemente i trigliceridi, il colesterolo totale moderato, LDL, aumenta l'HDL. Tuttavia, i preparati di acido nicotinico sono usati raramente per trattare l'aterosclerosi vascolare. La ragione dell'impopolarità è l'elevata prevalenza di reazioni avverse. Circa l'80% dei pazienti avverte disagio durante l'assunzione di vitamina PP;
  • sequestranti degli acidi biliari (colestiramina, colestipolo) - legano gli acidi biliari che entrano nell'intestino. I complessi risultanti vengono escreti nelle feci. Questo costringe il corpo a sintetizzare nuovi acidi biliari, utilizzando il colesterolo come materia prima. Questo spiega la loro capacità di abbassare il colesterolo totale, LDL.
  • inibitori dell'assorbimento del colesterolo (ezetimibe). I farmaci in questo gruppo impediscono l'assorbimento del colesterolo alimentare. Il corpo deve abbattere il colesterolo LDL e rimuovere lo sterolo dai tessuti periferici. Questi cambiamenti portano alla normalizzazione del metabolismo dei grassi;
  • preparati di acidi grassi insaturi (Omacor, OmegaTrin). I prodotti contenenti acidi grassi omega-3 hanno un effetto benefico sullo spettro dei lipidi nel sangue. Sono molto miti. Sono prescritti per l'aterosclerosi lieve.

Anticoagulanti

Con l'aterosclerosi del cuore, aumenta il rischio di sviluppare coaguli di sangue. Al fine di prevenire la sovrapposizione delle arterie coronarie, al regime di trattamento vengono aggiunti farmaci che riducono la viscosità del sangue e impediscono anche alle cellule di aderire tra loro. Più spesso di altri, vengono prescritti farmaci aspirina, warfarin.

Medicinali antipertensivi

L'ipertensione e l'aterosclerosi del cuore sono quasi sempre inestricabilmente legate. L'influenza costante dell'ipertensione sulla parete del vaso rende l'arteria anelastica, fragile. Si danneggia facilmente e si forma una placca aterosclerotica nel sito della lesione. Per questo motivo, una diminuzione della pressione solo del 35-40% inibisce già lo sviluppo dell'aterosclerosi..

Per correggere gli indicatori di pressione, al paziente vengono prescritti amlodipina, bisoprololo, valsartan, lisinopril, nitroglicerina. Alcuni dei farmaci elencati hanno proprietà aggiuntive: riducono la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache. Riduce lo stress su un cuore indebolito..

Chirurgia

Si ricorre all'operazione quando vi è un rischio significativo di sovrapposizione del lume dei vasi coronarici, nonché l'incapacità di controllare i sintomi con i farmaci. Esistono diverse tecniche chirurgiche per il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi coronarici del cuore..

Angioplastica coronarica

Una procedura minimamente invasiva, un catetere viene inserito in una grande arteria con un palloncino sgonfio all'estremità. Sotto il controllo dell'attrezzatura, il medico lo sposta attraverso i vasi fino a raggiungere il sito di restringimento. Quindi viene eseguita una serie di gonfiaggio, sgonfiaggio del palloncino, che aiuta ad espandere il lume dell'arteria. La rimozione della placca aterosclerotica non viene eseguita.

La fissazione del risultato si ottiene installando uno stent: un telaio metallico in miniatura, che viene consegnato piegato sul sito di restringimento. Gli stent moderni possono contenere un rivestimento farmacologico per aiutare a mantenere il vaso dilatato. L'operazione viene eseguita in emergenza al momento del ricovero di pazienti con infarto miocardico.

Intervento chirurgico di bypass dell'arteria coronaria

La chirurgia coronarica non può sempre ripristinare adeguatamente il flusso sanguigno. La tecnica di bypass viene utilizzata per trattare i casi più gravi di aterosclerosi del cuore. Questa è un'operazione complessa, il cui scopo è creare un percorso alternativo per il flusso sanguigno bypassando l'area ristretta. Il chirurgo taglia una sezione della vena toracica, radiale o safena del paziente. Quindi, sopra, sotto il punto di restringimento, vengono praticate delle incisioni, a cui viene cucita la protesi vascolare.

La chirurgia di bypass richiede molto tempo: circa 3-4 ore, oltre a una riabilitazione a lungo termine. Per questo motivo, tale operazione è prescritta solo a persone gravemente malate..

Trapianto di cuore

In alcuni pazienti, lo stato del proprio cuore è così grave che non ha senso intervenire su di esso. Ma se si tratta di un giovane, i cui altri organi sono in buone condizioni, potrebbe essere consigliato un trapianto di cuore da donatore. La procedura richiede le più alte qualifiche di medici, attrezzature moderne, investimenti finanziari significativi, nonché la disponibilità di un donatore adatto. Pertanto, può essere prodotto raramente..

Rimedi popolari

L'aterosclerosi del cuore nelle fasi iniziali può essere rallentata con l'aiuto di metodi alternativi di trattamento. Per fare ciò, è necessario utilizzare il potere delle sostanze biologicamente attive contenute in varie erbe e alimenti. Le seguenti ricette aiuteranno a ridurre i livelli di colesterolo, a riordinare i vasi:

  • Aglio. Un ortaggio popolare fa bene a chiunque abbia il colesterolo alto. Abbassa la pressione sanguigna, il livello di colesterolo cattivo e rallenta lo sviluppo dell'aterosclerosi. L'aglio può essere consumato pronto, crudo o trasformato in olio. Per fare questo, sbucciare, passare una testa d'aglio attraverso una pressa. Versare sopra 0,5 litri di olio d'oliva. Utilizzare per condire insalate, contorni.
  • Semi di lino. Sono ricchi di acidi grassi omega-3, che hanno la capacità di ridurre il rischio di malattie cardiache. Deve essere preso schiacciato. Metti una manciata di semi in un macinacaffè, macina. Può essere aggiunto a insalate, cosparso di contorni o stufati di verdure.
  • Frutto di biancospino. Usato per trattare le malattie cardiovascolari sin dall'epoca romana. Per preparare l'infuso, versare 2 cucchiai. l. bacche con un bicchiere di acqua bollente. Bere 100 ml 3 volte al giorno.
  • Astragalo. La pianta dal bel nome ha proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, supporta il sistema immunitario e riduce il rischio di malattie cardiache. Per preparare l'infuso, mettere 15 g di erbe in un thermos, versare 300 ml di acqua bollente. Insistere per 2 ore. Bere 100 ml prima di colazione, pranzo e cena.
  • Propoli. Ha un'azione molto versatile. Per il trattamento, utilizzare una tintura acquosa o alcolica di propoli. Assumere 7 gocce mezz'ora prima dei pasti per 3 mesi. La tintura alcolica viene diluita con acqua prima dell'uso..

Altre ricette possono essere trovate guardando il video.

Possibili complicazioni, prevenzione

La complicanza più pericolosa dell'aterosclerosi cardiaca è l'infarto del miocardio. Inoltre, con una circolazione regolare insufficiente, il muscolo cardiaco si indebolisce. Non può far fronte al carico esistente, si sviluppa insufficienza cardiaca.

Prima inizi a mangiare bene, abbandoni le cattive abitudini, acquisisci quelle sane, si svilupperà l'aterosclerosi successiva. Ma soprattutto, uno stile di vita sano aiuta a ridurre la probabilità di sviluppare un infarto, un ictus e altre malattie..

Un posto importante nella prevenzione dell'aterosclerosi è occupato dagli esami del sangue di routine. Si consiglia di iniziare a monitorare i livelli di trigliceridi dall'infanzia. La prima analisi dovrebbe essere fatta al bambino all'età di 9-11 anni, poi all'età di 17-21 anni. Gli adulti devono essere testati ogni 4-6 anni.

Placche di colesterolo nei vasi del cuore

Le placche di colesterolo nei vasi del cuore si formano come risultato dello sviluppo di processi aterosclerotici. Le placche di colesterolo sul cuore possono essere diagnosticate mediante esame ecografico (ecografia) del torace o dell'arteria carotide: come dimostra la pratica, le placche aterosclerotiche si accumulano alla stessa velocità in tutti i vasi sanguigni - e se ce ne sono molte nell'arteria carotide, allora, con un'altissima probabilità, ci saranno molto nel cuore.

Un cardiogramma non mostrerà la presenza di placche di colesterolo nel cuore, né un esame del sangue biochimico (anche per le frazioni), che rivela il fatto del colesterolo alto (alto) in generale, mostrerà (per maggiori dettagli: come determinare il colesterolo in un esame del sangue). Le placche di colesterolo possono anche essere rilevate con la scansione duplex dei vasi del collo e degli arti (ma non del cuore): questo è un metodo indiretto, come l'esame ecografico dell'IMT dell'arteria carotide, che si basa sul presupposto che l'aterosclerosi si sviluppi simultaneamente in tutte le vene e le arterie del corpo (vedere anche : diagnosi del colesterolo nei vasi del cuore).

Le placche di colesterolo nei vasi del cuore sono depositi aterosclerotici sulle superfici interne dei vasi coronarici (che forniscono il muscolo cardiaco). In un modo o nell'altro, qui si formano placche aterosclerotiche a causa della malnutrizione e di uno stile di vita sedentario (ad eccezione dei casi di predisposizione ereditaria). Pertanto, prima di tutto, al paziente viene prescritto lo sport come trattamento contro l'aterosclerosi e vengono selezionati prodotti che dissolvono le placche di colesterolo nei vasi. Il grasso mangiato viene scomposto dall'enzima lipasi nell'intestino tenue in lipolisi (acidi grassi) e glicerolo. Questi ultimi vengono assorbiti dal sangue e trasportati al fegato, dove vengono convertiti in triacilgliceridi, che vengono restituiti al sangue come lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL). Dalla VLDL si forma l'LDL (colesterolo LDL), che rimane la principale forma di trasporto del colesterolo nei vasi: trasporta il colesterolo "cattivo" nel sangue e forma placche di colesterolo.

Le placche di colesterolo si formano in tenera età e si accumulano gradualmente nel corso della vita. A seconda dello stile di vita, questo può richiedere una quantità di tempo diversa: da diversi anni a decenni. Ad esempio, l'alcol aumenta il colesterolo se consumato in grandi quantità..

Come rimuovere le placche di colesterolo dal cuore?

Non esistono metodi efficaci di trattamento conservativo (non invasivo) delle placche di colesterolo nei vasi cardiaci. Esistono solo alcune possibilità per rallentare e prevenire la formazione di nuovi depositi aterosclerotici, anche assumendo farmaci per la placca. La medicina moderna considera la teoria principale della formazione delle placche di colesterolo nei vasi del cuore e del corpo nel suo complesso "traumatica". Man mano che i danni alle pareti dei vasi sanguigni si accumulano (ad esempio, a causa dell'ipertensione), i macrofagi usano sempre più colesterolo come "cerotti".

LDL, accumulandosi nei macrofagi, forma cellule "schiumose", principalmente nelle aree di flusso sanguigno turbolento (alle pieghe dei vasi sanguigni). Le cellule "schiumose" non sono ancora placche nel senso letterale del termine, ma lo spettro lipidico (esame del sangue biochimico) mostrerà già ipercolesterolemia (aumento del colesterolo totale nel sangue). Le cellule "schiumose" si accumulano sulle superfici interne dei vasi sotto forma di macchie e strisce, mentre possono ancora essere rimosse. La formazione di tessuto connettivo tra questi depositi è già l'inizio dell'aterosclerosi (in questa fase non ci sono ancora nemmeno i sintomi delle placche di colesterolo). Il tessuto connettivo è chiamato placca fibrosa. Quando si forma, parlano di aterosclerosi del secondo stadio..

Man mano che la placca aterosclerotica cresce, entra nel lume del vaso, restringendo il flusso sanguigno. Nel tempo, il tessuto fibroso si ispessirà. Se questo processo continua nei vasi del cuore e non vengono prese misure per sciogliere le placche di colesterolo, nel tempo un riempimento di grasso pastoso della placca può entrare nel flusso sanguigno (rottura del rivestimento della placca). Le masse ateromatose rilasciate entrano in contatto con il plasma sanguigno e reagiscono con esso, può formarsi un coagulo di sangue. Se ciò si verifica nei vasi coronarici del cuore, il rischio di infarto aumenta notevolmente (vedi anche: una placca di colesterolo può staccarsi su base nervosa).

Nel sito della rottura del pneumatico, il processo di aterocalcinosi (lo stadio finale dell'aterosclerosi) si verifica di conseguenza: la deposizione di sali di calcio con il sigillo del muro. La parete calcificata diventa fragile e perde la sua elasticità. Fino al raggiungimento del secondo o terzo stadio dell'aterosclerosi, si dovrebbe tentare di sciogliere le placche di colesterolo nei vasi del cuore. Possono essere sciolti assumendo speciali agenti medicinali o biologicamente attivi a base di acidi omega-3 (non puoi però fare affidamento sull'elevata efficienza di questo metodo: in questo modo puoi rimuovere solo il 10-15% dei depositi in 1-1,5 anni di terapia continua).

Dieta con placche di colesterolo nei vasi del cuore

Una dieta con placche di colesterolo nei vasi del cuore o di altri organi, compreso il cervello, comporta il rigetto di cibi grassi (carni grasse, cibi pronti, cibi istantanei, ecc.), Un aumento della proporzione di alimenti vegetali (la fibra aiuta a ridurre i livelli di colesterolo in sangue), frutti di mare (soprattutto pesce d'acqua fredda, ad alto contenuto di acidi omega-3).

Anche nella dieta che ha un livello elevato di colesterolo nel sangue e viene diagnosticata una placca aterosclerotica non c'è spazio per i latticini grassi: panna acida, panna, latte grasso e kefir, yogurt, ecc. I tuorli d'uovo possono essere consumati non più di 1 - 2 a settimana (di più: le uova aumentano il colesterolo). Dovresti evitare non solo cibi grassi, ma anche cibi con un alto contenuto di colesterolo proprio (non influisce molto sul livello totale di colesterolo nel sangue - del 20-30%, ma in situazioni critiche questo è già molto).

Come rimuovere le placche di colesterolo nei vasi del cuore con rimedi popolari

I rimedi popolari non sono un metodo efficace per trattare l'aterosclerosi di secondo e terzo grado (nelle fasi di formazione di placche fibrose e aterocalcinosi). Inoltre, i rimedi popolari non possono essere efficaci anche perché non esiste una metodologia per valutarne l'efficacia. Gli esperti non riconoscono il potere curativo della maggior parte dei metodi proposti di trattamento alternativo per le placche di colesterolo, ma non negano l'effetto placebo e l'aiuto indiretto (se il paziente inizia a seguire la dieta e lo stile di vita in generale).

I rimedi popolari per le placche di colesterolo nei vasi del cuore sono a base di vitamina C (l'assoluta inutilità è stata dimostrata contro i depositi aterosclerotici in qualsiasi fase, tuttavia, i benefici sono riconosciuti come la prevenzione dei processi infiammatori nei vasi, che è parte integrante della prevenzione del colesterolo con il cibo, lo sport), gli oli essenziali (allo stesso modo), olio di pesce e olio di semi di lino (c'è un effetto, ma a lungo termine e piccolo).

Trattamento invasivo delle placche di colesterolo nei vasi cardiaci

Non esistono nemmeno metodi chirurgici per rimuovere (eliminare) le placche di colesterolo massicce. Ma è possibile dilatare i vasi sanguigni a livelli normali di flusso sanguigno. Questo può essere fatto dal punto di vista medico, utilizzando farmaci vasodilatatori e persino pompando la pressione sanguigna (quando l'afflusso di sangue ai tessuti e agli organi viene ripristinato a causa dell'aumento dell'afflusso di sangue). Tuttavia, la maggiore pressione agisce sui vasi come un ariete, portando a nuove e nuove crepe e danni, che vengono immediatamente ricoperti di placche di nuova formazione..

Il trattamento delle conseguenze delle placche di colesterolo sui vasi del cuore può essere effettuato solo mediante innesto di bypass coronarico. Negli arti - con lo stent. La rimozione fisica della placca può essere eseguita anche se la dimensione della placca di colesterolo è abbastanza grande e se da sola interferisce con il normale flusso sanguigno. In questo caso, il vaso sanguigno viene tagliato longitudinalmente, la placca viene rimossa chirurgicamente e al suo posto viene posizionato un cerotto speciale..

Sintomi delle placche di colesterolo nel cuore

I sintomi clinici delle placche di colesterolo nei vasi del cuore e in altri organi umani compaiono solo quando il flusso sanguigno è già stato interrotto (con l'accumulo di un gran numero di depositi aterosclerotici e, spesso, anche con la formazione di coaguli di sangue su di essi, che non si sono ancora staccati). I sintomi dell'accumulo di placca nei vasi coronarici del cuore sono attacchi di angina, manifestazioni di infarto miocardico e dispnea cardiaca..

Per non dover trattare le placche di colesterolo sul cuore e andare in chirurgia, è necessario aderire a uno stile di vita sano: mangiare cibi vegetali (alimenti che abbassano il colesterolo nel corpo), carni magre e pollame, frutti di mare, muoversi di più (altro: esercizi terapeutici per l'aterosclerosi dei vasi sanguigni) ) e, a partire dai 20 anni, donare il sangue per analisi biochimiche ogni 5-7 anni al fine di determinare il livello di colesterolo.

Esercizio per l'aterosclerosi dei vasi del cuore

L'attività fisica nell'aterosclerosi dell'aorta del cuore, anche dopo un infarto, con ischemia e angina pectoris diagnosticata, fa parte del programma di riabilitazione dei pazienti. L'esercizio per l'aterosclerosi dei vasi del cuore è benefico per la salute, che è stato confermato nel corso di uno studio scientifico su 118 pazienti con angioplastica coronarica o stenting.

In un follow-up di sei mesi, il gruppo di formazione obbligatoria ogni tre settimane ha mostrato meno problemi cardiaci, meno riammissioni e meno progressione della malattia cardiaca. Questo studio è stato seguito dall'osservazione di 19mila pazienti dopo un infarto nel programma di riabilitazione cardiaca (che include l'attività fisica). Le persone si sentivano meglio ed erano a minor rischio di avere un altro attacco di cuore.

Lo sport e l'attività fisica nell'aterosclerosi dell'aorta e dei vasi cardiaci (vasi coronarici) dovrebbero iniziare con la fisioterapia e sotto la supervisione di un cardiologo. La fisioterapia per l'aterosclerosi dei vasi cardiaci può aumentare il livello di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) - colesterolo "buono" - del 5% (vedi anche: come ottenere il colesterolo ad alta densità), mentre un esercizio più intenso (come la corsa) porta per aumentarlo ancora di più. Inoltre, ogni aumento della concentrazione di HDL del 2,5-3% riduce il rischio di malattia coronarica (CHD) del 3%.

L'esercizio e lo sport nell'aterosclerosi aortica riducono il livello di colesterolo "cattivo" (lipoproteine ​​a bassa densità, LDL) e trigliceridi. I trigliceridi, insieme alle LDL ossidate, formano spesso placche di colesterolo (aterosclerotiche), che ostruiscono l'aorta e i vasi coronarici del cuore.

L'esercizio fisico e l'esercizio fisico nell'aterosclerosi aortica completano bene la dieta e l'uso di droghe (statine). Con l'aterosclerosi aortica avanzata, l'esercizio fisico può ridurre l'infiammazione, che è una delle ragioni (insieme ai livelli elevati di colesterolo nel sangue) della crescita eccessiva delle arterie coronarie con placche di colesterolo (aterosclerotiche).

E sebbene non ci sia ancora una ricerca scientifica completa sugli effetti sulla salute dell'educazione fisica nell'aterosclerosi aortica, non c'è dubbio che l'esercizio regolare riduce l'infiammazione nel corpo..

Placche di colesterolo nei vasi del cuore

Come rimuovere le placche di colesterolo dal cuore

Non esistono metodi efficaci di trattamento conservativo (non invasivo) delle placche di colesterolo nei vasi cardiaci. Esistono solo alcune possibilità per rallentare e prevenire la formazione di nuovi depositi aterosclerotici, anche assumendo farmaci per la placca. La medicina moderna considera la teoria principale della formazione delle placche di colesterolo nei vasi del cuore e del corpo nel suo complesso "traumatica". Man mano che i danni alle pareti dei vasi sanguigni si accumulano (ad esempio, a causa dell'ipertensione), i macrofagi usano sempre più colesterolo come "cerotti".

LDL, accumulandosi nei macrofagi, forma cellule "schiumose", principalmente nelle aree di flusso sanguigno turbolento (alle pieghe dei vasi sanguigni). Le cellule "schiumose" non sono ancora placche nel senso letterale del termine, ma lo spettro lipidico (esame del sangue biochimico) mostrerà già ipercolesterolemia (aumento del colesterolo totale nel sangue). Le cellule "schiumose" si accumulano sulle superfici interne dei vasi sotto forma di macchie e strisce, mentre possono ancora essere rimosse. La formazione di tessuto connettivo tra questi depositi è già l'inizio dell'aterosclerosi (in questa fase non ci sono ancora nemmeno i sintomi delle placche di colesterolo). Il tessuto connettivo è chiamato placca fibrosa. Quando si forma, parlano di aterosclerosi del secondo stadio..

Man mano che la placca aterosclerotica cresce, entra nel lume del vaso, restringendo il flusso sanguigno. Nel tempo, il tessuto fibroso si ispessirà. Se questo processo continua nei vasi del cuore e non vengono prese misure per sciogliere le placche di colesterolo, nel tempo un riempimento di grasso pastoso della placca può entrare nel flusso sanguigno (rottura del rivestimento della placca). Le masse ateromatose rilasciate entrano in contatto con il plasma sanguigno e reagiscono con esso, può formarsi un coagulo di sangue. Se ciò si verifica nei vasi coronarici del cuore, il rischio di infarto aumenta notevolmente (vedi anche: una placca di colesterolo può staccarsi su base nervosa).

Nel sito della rottura del pneumatico, il processo di aterocalcinosi (lo stadio finale dell'aterosclerosi) si verifica di conseguenza: la deposizione di sali di calcio con il sigillo del muro. La parete calcificata diventa fragile e perde la sua elasticità. Fino al raggiungimento del secondo o terzo stadio dell'aterosclerosi, si dovrebbe tentare di sciogliere le placche di colesterolo nei vasi del cuore. Possono essere sciolti assumendo speciali agenti medicinali o biologicamente attivi a base di acidi omega-3 (non puoi però fare affidamento sull'elevata efficienza di questo metodo: in questo modo puoi rimuovere solo il 10-15% dei depositi in 1-1,5 anni di terapia continua).

Dieta con placche di colesterolo nei vasi del cuore

Una dieta con placche di colesterolo nei vasi del cuore o di altri organi, compreso il cervello, comporta il rigetto di cibi grassi (carni grasse, cibi pronti, cibi istantanei, ecc.), Un aumento della proporzione di alimenti vegetali (la fibra aiuta a ridurre i livelli di colesterolo in sangue), frutti di mare (soprattutto pesce d'acqua fredda, ad alto contenuto di acidi omega-3).

Anche nella dieta che ha un livello elevato di colesterolo nel sangue e viene diagnosticata una placca aterosclerotica non c'è spazio per i latticini grassi: panna acida, panna, latte grasso e kefir, yogurt, ecc. I tuorli d'uovo possono essere consumati non più di 1 - 2 a settimana (di più: le uova aumentano il colesterolo). Dovresti evitare non solo cibi grassi, ma anche cibi con un alto contenuto di colesterolo proprio (non influisce molto sul livello totale di colesterolo nel sangue - del 20-30%, ma in situazioni critiche questo è già molto).

Come rimuovere le placche di colesterolo nei vasi del cuore con rimedi popolari

I rimedi popolari non sono un metodo efficace per trattare l'aterosclerosi di secondo e terzo grado (nelle fasi di formazione di placche fibrose e aterocalcinosi). Inoltre, i rimedi popolari non possono essere efficaci anche perché non esiste una metodologia per valutarne l'efficacia. Gli esperti non riconoscono il potere curativo della maggior parte dei metodi proposti di trattamento alternativo per le placche di colesterolo, ma non negano l'effetto placebo e l'aiuto indiretto (se il paziente inizia a seguire la dieta e lo stile di vita in generale).

I rimedi popolari per le placche di colesterolo nei vasi del cuore sono a base di vitamina C (l'assoluta inutilità è stata dimostrata contro i depositi aterosclerotici in qualsiasi fase, tuttavia, i benefici sono riconosciuti come prevenzione dei processi infiammatori nei vasi, che è parte integrante dello sport), oli essenziali (similmente), olio di pesce e olio di lino (c'è un effetto, ma a lungo termine e piccolo).

Perché si verificano le placche di colesterolo

Sebbene la causa principale dell'aterosclerosi sia ancora oggetto di controversia tra gli scienziati, una serie di fattori influenzano lo sviluppo e la formazione di placche aterosclerotiche nel cuore e nei vasi sanguigni. Questi includono:

  • cibo con una quantità eccessiva di cibo saturo di grassi - carne grassa e strutto, frattaglie, uova, latte e latticini;
  • stile di vita sedentario, inattività fisica;
  • stress frequenti e situazioni traumatiche;
  • malattie ormonali, comprese patologie tiroidee croniche e diabete mellito;
  • ipertensione arteriosa;
  • fumo e abuso di alcol;
  • età avanzata;
  • predisposizione ereditaria.

Prima di soffermarsi su ciascuno di questi motivi, vale la pena menzionare le funzioni del colesterolo. Questo alcol grasso non è solo una sostanza "nociva" che è alla base delle placche aterosclerotiche nel cuore e nei vasi sanguigni, ma anche un partecipante attivo in molti processi biochimici nel corpo. Colesterolo:

  • è l'elemento strutturale principale delle pareti cellulari;
  • fornisce al corpo una scorta di energia sufficiente per mantenere la vita in condizioni avverse;
  • partecipa ai processi di digestione, essendo uno dei componenti della bile;
  • è una sostanza precursore degli ormoni surrenali: glucocorticoidi, mineralcorticoidi, ormoni sessuali.

Pertanto, in concentrazione normale (a seconda dell'età, differisce, ma varia da circa 3 a 6 mmol / l), il colesterolo è necessario per il corpo e svolge molte funzioni. Solo nei casi in cui la sostanza inizia ad apparire nel sangue in eccesso, si deposita sulla parete vascolare e porta alla comparsa di una placca aterosclerotica.

Ulteriori informazioni sui motivi

  1. Inesattezze dietetiche. È noto che fino all'85% del colesterolo si forma nelle cellule del fegato. Questo tipo di sostanza è chiamata endogena. Il restante 15% arriva con il cibo (colesterolo esogeno). Se è praticamente impossibile influenzare la produzione di alcol grasso nel fegato, allora con un aumento del consumo con il cibo, il colesterolo può essere assorbito nella rete capillare dell'intestino tenue e circolare attivamente nel sangue. L'apporto giornaliero di colesterolo per un adulto è di 300 mg, con diagnosi di placche aterosclerotiche, si consiglia di dimezzare questa cifra.
  2. Inattività fisica. Lavoro sedentario, scarsa attività fisica portano inevitabilmente ad un rallentamento del metabolismo e, di conseguenza, ad una diminuzione del consumo energetico da parte dell'organismo. In questo caso anche errori minimi nella dieta possono portare alla deposizione di riserve di grasso e ad un aumento dei livelli di colesterolo nel sangue..
  3. Stress frequente. Il livello di ansia di una persona moderna è molto più alto rispetto a pochi secoli fa. In risposta a situazioni avverse, le ghiandole surrenali producono l'ormone cortisolo, chiamato anche "ormone dello stress". Il livello di cortisolo nelle analisi biochimiche di un abitante metropolitano può essere superato di 5-10 volte. Poiché il precursore di questo ormone è il colesterolo endogeno, aumenta anche la sua produzione e il livello nel sangue aumenta gradualmente..
  4. Malattie endocrine. Con il diabete mellito e le malattie della tiroide, c'è una violazione di tutti i tipi di metabolismo, incluso il grasso. Inoltre, i vasi con patologia endocrina diventano fragili e soggetti a danni, che è anche un fattore predisponente per la comparsa di placche di colesterolo nel cuore e nei vasi sanguigni..
  5. Ipertensione arteriosa La presenza costante delle arterie in tono patologico rende le loro pareti più flaccide e la superficie interna è ricoperta da numerose microfratture. Questi fattori contribuiscono alla deposizione di colesterolo sulla superficie dei vasi del cuore e di altri organi e alla comparsa di placche aterosclerotiche..
  6. Fumo e abuso di alcol. Le cattive abitudini influenzano anche la struttura della parete vascolare e le placche aterosclerotiche si depositano facilmente sulle arterie danneggiate..
  7. Età. Più la persona è anziana, più lento è il suo metabolismo e più alto è il livello di colesterolo. Pertanto, è particolarmente importante monitorare gli indicatori di laboratorio del metabolismo dei grassi nella vecchiaia. Nonostante il fatto che il colesterolo superiore a 6 mmol / l all'età di oltre 60 anni sia considerato normale (la norma di questa sostanza negli anziani raggiunge 7,3 mmol / l), è necessario monitorare la dieta e cercare di mantenere il rapporto tra lipoproteine ​​ad alta densità "utili" e "nocive »Lipoproteine ​​a bassa densità al giusto livello.

Metodi per pulire i vasi sanguigni dalla placca

La ragione principale per lo sviluppo dell'aterosclerosi è il colesterolo, che può accumularsi e ostruire il sistema vascolare. Di conseguenza, si verifica la carenza di ossigeno delle cellule cerebrali, che porta all'interruzione delle loro funzioni..

La pulizia dei vasi sanguigni dalle placche di colesterolo avviene utilizzando diversi metodi:

  • cambiamento dello stile di vita;
  • dieta anti-sclerotica;
  • farmaci;
  • Intervento chirurgico.

Stile di vita sano: tutto è in testa

È possibile eliminare le placche di colesterolo nei vasi sanguigni se vengono seguite tutte le raccomandazioni e le regole di uno stile di vita sano, il che impedisce un'ulteriore crescita della placca. Consigliato:

  • lunghe passeggiate all'aria aperta;
  • eliminazione di situazioni stressanti, superlavoro;
  • fare uno sport attivo: corsa, nuoto, camminata, aerobica, danza;
  • smettere di fumare e alcol;
  • normalizzazione della pressione sanguigna;
  • controllo dei livelli di colesterolo nel sangue.

Puoi anche ricorrere a cure termali, dove vengono prescritti cocktail e bagni di ossigeno.

Regole nutrizionali

Un ruolo significativo nel processo di trattamento appartiene a una dieta corretta ed equilibrata. La dieta quotidiana del paziente dovrebbe consistere in:

  • carne dietetica (pollo, coniglio);
  • frutti di mare;
  • latticini con una bassa percentuale di grassi;
  • porridge;
  • verdura e frutta;
  • uova;
  • succhi appena spremuti, bevande alla frutta, composte, tè.

Pane di segale, prodotti a base di farina di crusca sono consigliati per i prodotti da forno. Si consiglia di rinunciare a pasta, torte, dolci, soda, cibi grassi. Le persone in sovrappeso devono monitorare l'apporto calorico totale, che dovrebbe essere entro 2800 calorie al giorno..

Assunzione di farmaci

Dopo aver effettuato le necessarie ricerche mediche, uno specialista prescrive un complesso di farmaci per pulire i vasi sanguigni del cervello dalle placche:

  • fibrati: normalizzano i livelli di trigliceridi;
  • statine: arrestano la crescita delle placche e abbassano il colesterolo;
  • derivati ​​della niacina, secrezioni di acidi grassi - normalizzano i livelli di colesterolo e trigliceridi;
  • agenti antipiastrinici - prevengono la comparsa di coaguli di sangue, migliorano la fluidità del flusso sanguigno;
  • vitamine: rafforzano il sistema immunitario;
  • farmaci antipertensivi: ridurre il rischio di sviluppare una crisi ipertensiva;
  • vasodilatatori: migliorano la circolazione sanguigna e la nutrizione delle cellule cerebrali.

Intervento chirurgico

I trattamenti chirurgici vengono utilizzati quando c'è un alto rischio di bloccare le arterie principali. Esistono diversi modi per rimuovere la placca con un intervento chirurgico:

  1. Rimozione endoscopica degli accumuli di colesterolo. Viene praticata un'incisione nell'arteria in cui vengono inseriti l'endoscopio e lo stent. Contiene un farmaco, la cui azione è finalizzata alla distruzione delle formazioni di colesterolo. L'endoscopio viene guidato nell'area problematica in cui è posizionato lo stent.
  2. Endarteriectomia. Viene praticata un'incisione cutanea sull'area problematica. In questa parte del corpo, il flusso sanguigno si interrompe e la placca risultante viene rimossa tagliandola. Dopo la fine della manipolazione, i vasi e la pelle vengono suturati.

Per ottenere l'effetto massimo ea lungo termine del trattamento, viene utilizzato l'uso complesso di tutti i metodi di terapia.

Pulizia dei vasi sanguigni del cervello da placche di colesterolo e coaguli di sangue:

Diluire il sangue se è già presente la placca

La pulizia dei vasi sanguigni dalle placche di colesterolo già esistenti è impensabile senza migliorare le proprietà reologiche del sangue. In precedenza, per liquefare, l'aspirina veniva prescritta senza eccezioni. Ma l'elenco delle sue controindicazioni è molto più dell'elenco delle indicazioni. Il farmaco ha un potente effetto ulcerogenico: se assunto in modo errato, porta alla formazione di un'ulcera gastrica o duodenale. I medici moderni usano farmaci combinati con acido acetilsalicilico, che non influenzano più il tratto digestivo..

Tra i rimedi popolari, l'olio di pesce (omega-3), l'infuso di trifoglio dolce alle erbe, il decotto di cenere di montagna, rosa canina, ortica, biancospino, tanaceto e corteccia di salice bianco sono popolari tra i medici. Tra le tante erbe medicinali, gli sciroppi già pronti sono venduti nelle farmacie. Fanno anche parte degli integratori alimentari.

Ma il principale diluente del sangue era e sarà acqua pura non gassata. La sua mancanza nel corpo si riflette immediatamente nella densità del sangue. Non puoi portarti alla sete: è un sintomo della già insorgenza di disidratazione di 1 ° grado. Il meccanismo cellulare di molte reazioni chimiche avviene in un mezzo liquido. Se le cellule non hanno abbastanza acqua, la tirano fuori dal sangue. Il sangue si ispessisce, aumentando a volte il rischio di trombosi. Pertanto, è necessario bere acqua. Il dosaggio ideale è di 30 ml per 1 kg di peso corporeo al giorno.

Affinché l'acqua sia benefica e non transiti nell'intestino, va bevuta più sorsi alla volta, e non in un sorso e in bicchieri pieni. Dovresti smettere di bere 30 minuti prima dei pasti e 3 ore prima di coricarti. Non è consigliabile consumare acqua entro 2 ore dopo un pasto, altrimenti diluirà il succo gastrico e rallenterà la digestione.

Cause di esacerbazioni

Le esacerbazioni si verificano sullo sfondo di grave stress, disturbi metabolici, aumento di peso improvviso o fame.

L'aterosclerosi è una malattia cronica sistemica e qualsiasi grave stress sul corpo può portare a una forte esacerbazione e al deterioramento generale.

Questo può essere un passaggio a un'altra zona climatica, un cambiamento nella dieta, un cambiamento nei modelli di sonno, uno shock nervoso, l'inizio della menopausa, un inizio improvviso e improvviso di esercizio o uno stile di vita sano..

In alcuni casi, lo sviluppo della malattia sale dalle regioni cervicali. L'aterosclerosi è una malattia sistemica e colpisce l'intero corpo, tutte le vene e le arterie. Le placche di colesterolo nei vasi del cervello per lungo tempo possono essere invisibili e apparire durante un'esacerbazione della malattia.

Sintomi della comparsa di placche nel cervello

Qualsiasi violazione dell'afflusso di sangue al cervello dà origine a reazioni comportamentali. Cambiamenti improvvisi della personalità, stanchezza costante, mal di testa e acufene sono più spesso indicativi di problemi..

Con danni più gravi, le lesioni del sistema nervoso centrale diventano evidenti agli altri, si tratta di tremore alle braccia e alle gambe, ridotta coordinazione dei movimenti, imbarazzo, interruzione dell'apparato vestibolare.

Molte persone percepiscono erroneamente le manifestazioni caratteristiche della malattia come proprietà personali speciali e non prestano molta attenzione ai sintomi dell'aterosclerosi..

I principali sintomi delle placche di colesterolo nei vasi del cervello sono i seguenti:

  • Mal di testa gravi e prolungati. Un mal di testa è sempre un sintomo allarmante, che indica problemi con i vasi sanguigni. Non puoi tollerare il mal di testa, devi consultare un medico per la diagnosi e il trattamento.
  • Sonnolenza, affaticamento, disturbi del sonno, difficoltà con un'intensa attività mentale, disturbi della memoria, tinnito. No, non è solo stanchezza. Se vengono rilevati almeno due dei sintomi elencati, contattare immediatamente un neurologo e insistere per una risonanza magnetica del cervello. Questa è una procedura costosa, ma è l'unica in grado di diagnosticare con precisione i problemi. Le placche di colesterolo nei vasi del cervello sono chiaramente visibili durante la diagnosi. Comprendere la posizione esatta e le dimensioni delle placche nella testa consentirà ai medici di scegliere il trattamento giusto.
  • Cambiamenti emotivi. Irritabilità aumentata, perdita di controllo sulle emozioni, pianto, tensione nervosa. La pubblicità consiglia in questo caso di bere la valeriana in diverse modifiche e mangiare vitamine. In questo modo, corri il rischio di innescare lo sviluppo dell'aterosclerosi. Con i cambiamenti nei vasi sanguigni, la comparsa di placche nei vasi del cervello, sono necessarie lesioni vascolari, non sedativi per il sistema nervoso, ma potenti farmaci vasodilatatori e fluidificanti del sangue. Nelle fasi iniziali della formazione della placca, sono ancora morbide e possono essere lavate via dal flusso sanguigno quando viene ripristinata. In presenza di placche grandi e dense, quando vengono strappate, formano un coagulo di sangue. I farmaci dovrebbero essere decisi da un medico qualificato. Le vitamine e gli integratori minerali possono causare danni irreparabili e contribuire all'indurimento dei depositi aterosclerotici, alla calcificazione.
  • I sintomi più evidenti della placca nei vasi cerebrali possono essere visti sulle superfici interne ed esterne delle palpebre. La presenza di strisce giallastre e giallastre sotto la pelle sottile o sulla superficie della mucosa - questi sono depositi di lipidi. La loro presenza sulle palpebre è un sintomo di placche aterosclerotiche nel cervello. Se noti tali cambiamenti, consulta immediatamente il medico. Questo non è un problema estetico come i pori ostruiti e la formazione di grasso sottocutaneo. Quando le placche vengono rimosse sulle palpebre, presto si formeranno di nuovo. I disturbi metabolici e lipidici richiedono un trattamento sistemico.

Quali segni possono indicare la comparsa di placche

I sintomi della formazione di cambiamenti aterosclerotici nei vasi possono non apparire per molto tempo, perché la diminuzione del lume dovuta all'accumulo è un processo piuttosto lento e prolungato.

I segni di danno possono essere diversi, a seconda della localizzazione delle aree problematiche, delle dimensioni dei depositi e di altri fattori.

Le escrescenze potrebbero non collassare per molto tempo e rimanere in un posto, aumentando gradualmente solo fino a una certa dimensione. In questo caso, potrebbero non esserci segni di danno vascolare..

Se la placca cresce instancabilmente, riducendo il grado di flusso sanguigno negli organi e nei tessuti, si può osservare un tale segno della malattia come dolore (specialmente dopo uno sforzo fisico, con un'accelerazione della circolazione sanguigna).

Un'altra variante della sintomatologia si osserva quando la crescita si decompone ei suoi elementi migrano lungo la rete vascolare. Un coagulo di sangue si forma nel sito della placca distrutta, che aumenta la probabilità di ostruzione del lume vascolare. Questa condizione può provocare la comparsa di un infarto o ictus (con blocco dei vasi coronarici e cerebrali).

Assolutamente tutti i sintomi del danno aterosclerotico consistono in segni di disturbi circolatori e nutrizione di alcuni organi e sistemi del corpo.

Successivamente, considereremo il probabile quadro clinico delle lesioni aterosclerotiche, a seconda della localizzazione della violazione del lume vascolare.

Placche aterosclerotiche dell'arteria carotide sono spesso asintomatici, il che, ovviamente, può causare una serie di complicazioni. Ma, ascoltando più attentamente il tuo corpo, puoi notare alcuni segni di aterosclerosi.

Ad esempio, possono verificarsi periodicamente attacchi ischemici, che si manifestano:

  • grave debolezza generale;
  • intorpidimento;
  • sensazione di "strisciamento" in un arto superiore o inferiore, o nella metà sinistra o destra del corpo;
  • confusione di parola;
  • intorpidimento di un arto;
  • visione offuscata in un occhio.

I segni elencati sono già considerati un motivo serio per richiedere cure mediche..

Placche aterosclerotiche nell'aorta può dare sintomi diversi a seconda di quale delle regioni aortiche si trovano in - nel torace o nell'addome.

quando localizzazione del torace possono verificarsi forti sensazioni dolorose che durano per diverse ore o giorni. Il dolore appare dietro lo sterno, o nella zona del cuore, a volte si irradia a uno degli arti, alla zona delle spalle, al collo, alla scapola. Tale dolore, a differenza del dolore al cuore, non può essere eliminato assumendo nitroglicerina. Nel corso del tempo possono comparire mancanza di respiro, insufficienza cardiaca e aumento della pressione sanguigna superiore. Si sviluppano segni di ischemia cerebrale:

  • disturbi della coscienza;
  • sbiancamento del viso;
  • mal di testa;
  • compromissione della memoria;
  • aumento della fatica;
  • crampi muscolari quando si muove la testa.

quando danno all'aorta addominale compaiono disturbi degli organi addominali:

  • dolore irragionevole all'ombelico (può essere accompagnato da flatulenza e movimenti intestinali difficili);
  • perdita di appetito e, di conseguenza, peso;
  • impotenza, infertilità;
  • claudicatio intermittente;
  • intorpidimento degli arti inferiori, sensazione di freddo ai piedi;
  • la comparsa di ulcere, gonfiore e arrossamento delle gambe.

Placche aterosclerotiche nei vasi degli arti inferiori all'inizio, inoltre, non danno sintomi pronunciati. Solo con disturbi circolatori può esserci dolore durante la deambulazione, zoppia, che è spiegata dalla mancanza di ossigeno e sostanze nutritive nei muscoli. Successivamente, si sviluppano disturbi trofici:

  • perdita di capelli sulle gambe;
  • sbiancamento della pelle;
  • problemi alle unghie;
  • atrofia muscolare;
  • ulcere trofiche.

Nelle fasi successive, un ulteriore segno di lesione dei vasi delle gambe è la scomparsa della pulsazione nei punti in cui le arterie sono vicine (sulle cosce, sotto il ginocchio, dietro la parte interna della caviglia).

Placche aterosclerotiche nella testa (danni ai vasi del cervello) si manifestano, prima di tutto, da disturbi mentali.

Domande dai lettori

Bere o non bere

Dopo l'angioplastica, il medico prescriveva sempre un "crestor" per prevenire un attacco cardiaco ricorrente. Il mio colesterolo nel sangue è 4,6, ma il medico mi ha detto di continuare a bere, poiché le placche potrebbero tornare.

Il prezzo di queste pillole riduce notevolmente il mio budget, dato che oltre a questo prendo anche pressione e frequenza cardiaca e clopidogrel, che è semplicemente necessario. Seguo una dieta ipocolesterolemizzante e vorrei sbarazzarmi almeno di qualcosa. Perché non posso semplicemente smettere di assumere le statine??

Come risparmiare sulla salute

Crestor è davvero un farmaco molto costoso, ma non dovresti rifiutarti di prendere statine, è più logico in una situazione del genere consultare un medico sulla sostituzione del farmaco. Il colesterolo di 4,6 è una cifra perfettamente accettabile dopo un infarto, ma i valori delle lipoproteine ​​a bassa densità sono sconosciuti.

Se il medico curante insiste sul trattamento con statine, i risultati del test non rientrano nella norma

Nei primi mesi dopo l'infarto miocardico, è importante monitorare i livelli di colesterolo poiché la placca può accumularsi anche sulla superficie dello stent..

Lavoro a rischio

Durante la visita medica è stato rilevato un livello elevato di colesterolo (7,5 mmol / L). Non sono ancora andato a una conclusione, ma temo che potrei essere rimosso dal lavoro, è possibile? E se è così, come puoi abbassare il colesterolo in breve tempo per ripetere i test? Grazie in anticipo.

Cavolo o denaro

Un alto livello di colesterolo (colesterolo) non è ancora servito come motivo per il licenziamento, il più delle volte durante gli esami di routine, il livello di colesterolo totale viene controllato, senza ulteriori studi per le lipoproteine. La malattia dell'ipercoleremia non è motivo nemmeno per essere sospesi dal lavoro o costretti ad andare in malattia.

Un altro problema è che un livello così alto può provocare seri problemi di salute. Per il trattamento della malattia, puoi contattare un terapista, ma non dovresti ripetere i test prima di un mese dopo. Gli indicatori durante questo periodo, né con l'osservanza della dieta vegetariana più rigorosa, né con l'assunzione di farmaci, non diminuiranno.

Fino a quando non viene eseguita un'accurata diagnosi di laboratorio, è meglio attenersi semplicemente a una dieta..

Avere paura o no

Da un anno soffro di attacchi di angina pectoris, dopo che il cardiologo CAG mi ha prescritto delle statine e descritto dettagliatamente la dieta. Dopo lo stile di vita "selvaggio" di un mangiatore di carne, è difficile per me rinunciare ai grassi animali, ed è necessario??

Intervento in un mese, può succedere davvero qualcosa in questo periodo, può una placca di colesterolo crescere in un mese e bloccare tutto? Generale 6.1; LDL 4.2.

Ho una famiglia numerosa e nessuno cucinerà per me separatamente, ho davvero bisogno di morire di fame per essere all'altezza dell'operazione, soprattutto perché prendo ancora le pillole. Aiutami a capire.

Come ha colpito il tuono

Sfortunatamente, è impossibile prevedere quando la stenosi vascolare provocherà un infarto. L'IM può essere colta di sorpresa sia domani che tra un anno, ma la prevenzione, proprio come il trattamento, è necessaria in questo momento.

A giudicare dagli esami di laboratorio, è necessario assumere i farmaci esattamente nello stesso modo in cui seguire una dieta; inoltre, questa continuerà dopo l'operazione. Una dieta ipocolesterolemizzante non esclude il consumo di carne, ma lascia che sia filetto al vapore, bollito o in umido.

È facile diversificare il menu, iniziare a cucinare da soli, tutta la famiglia sarà deliziata e sarai in grado di controllare la tua dieta.

Perché non ho bisogno di pillole

2 anni fa, ha iniziato a prendere statine su raccomandazione di un neurologo, oggi il cardiologo ha detto che l'assunzione di questi farmaci non è più necessaria, poiché l'analisi LDL è 1,7.

Molti conoscenti dopo i 40 anni assumono costantemente farmaci per l'ipocolesterolo, anche senza la supervisione di un medico, senza guardare indietro al livello di colesterolo nel sangue, e ancor di più nelle LDL. Dovrei prendere pillole o attenermi al mio stile di vita dimenticandomi delle lipoproteine?

Il dottore ha sempre ragione

Con risultati di test così eccellenti, l'assunzione di farmaci per l'ipocolesterolo non è davvero necessaria, ma è necessario venire al controllo in 1-2 mesi per assicurarsi che i valori non siano cambiati. Nonostante il fatto che il livello di LDL sia abbastanza buono, non dimenticare la dieta.

La questione dell'aumento del colesterolo non è legata all'età del paziente, quindi non ha molto senso guardare gli amici.

Concetto

Inizialmente, considera cos'è questa aterosclerosi del sistema vascolare? La definizione di aterosclerosi è letteralmente tradotta dal greco come "pappa", "indurimento". Sulla base di questi concetti, si può giudicare la causa dell'aterosclerosi vascolare. Nella capacità di "farinata" è dannoso il colesterolo in eccesso, così come eventuali grassi di origine prevalentemente animale. Ma non solo i grassi animali sono i colpevoli della sclerosi vascolare. Alcuni oli vegetali, quelli che subiscono il processo di ibridazione, i cosiddetti grassi trans, non sono meno pericolosi per il corpo umano..

Placche aterosclerotiche, comprese quelle formate dal consumo frequente di palma e olio di cocco o prodotti in cui sono presenti.

Da tutto quanto sopra, ne consegue che le cause dell'aterosclerosi sono espresse nella violazione del metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi. Di conseguenza, il colesterolo e altre lipoproteine ​​si accumulano nel lume vascolare, formando placche aterosclerotiche. La manifestazione della malattia dell'aterosclerosi si esprime nella proliferazione di tessuto estraneo, un processo chiamato sclerosi vascolare.

Questo porta ad un graduale restringimento del lume del flusso sanguigno, che comporta il pericolo della sua completa sovrapposizione (ostruzione).

C'è un'altra patologia, espressa dalla sclerosi vascolare, indicata in medicina come arteriosclerosi. La malattia è al secondo posto in termini di prevalenza tra la sclerosi vascolare. L'arteriosclerosi, scoperta per la prima volta da Menckeberg, è caratterizzata dall'accumulo nel rivestimento centrale delle arterie, non colesterolo, ma sali di calcio. Tale arteriosclerosi ha nomi identici: calcificazione arteriosa, calcificazione arteriosa, calcificazione mediale delle arterie e altre definizioni..

L'aterosclerosi delle arterie e l'arteriosclerosi differiscono non solo da una sostanza di intasamento vascolare. Ma anche una caratteristica dei depositi: le placche aterosclerotiche crescono nella cavità della nave e portano al suo blocco. Considerando che i sali di calcio, depositati nel mezzo (il mezzo è il guscio medio del vaso), ne comportano l'allungamento, si verifica una sorta di protrusione dell'arteria (aneurismi).


Articolo Successivo
Pressione umana. Norma per età, peso, frequenza cardiaca: tabella. Come aumentare, abbassare la pressione sanguigna