Arresto cardiaco


Il blocco cardiaco è una patologia associata a una ridotta conduzione degli impulsi da parte del sistema cardiaco. Per comprendere il meccanismo di insorgenza di questa patologia, è necessario conoscere bene l'anatomia del cuore, nonché il suo sistema di impulsi, ma in parole semplici puoi chiamare il processo di blocco: una violazione della conduzione degli impulsi cardiaci in diverse parti del cuore. Spesso la malattia procede senza sintomi, quindi, solo con un ECG è possibile stabilire disturbi della conduzione degli impulsi.

Le ragioni

Gli impulsi elettrici generati in alcune parti del cuore fanno funzionare questo organo. In uno stato normale, l'impulso ha origine nel nodo del seno e quindi, lungo il sistema di vie, si diffonde a diverse parti dell'organo, compreso l'innervazione degli atri, che pompano sangue attraverso l'organo. Da lì, gli impulsi vengono immessi nei ventricoli cardiaci e quindi nel nodo atrioventricolare, da dove divergono su tutta la superficie dell'organo. La violazione del movimento di questi impulsi in una delle aree è chiamata blocco cardiaco.

Tali disturbi patologici possono comparire in varie malattie cardiache, ad esempio angina pectoris e miocardite, cardiosclerosi e infarto miocardico. Inoltre, la ragione per lo sviluppo del blocco cardiaco può essere un aumento del carico sul muscolo cardiaco a causa di una maggiore attività fisica. E lo sviluppo di questa patologia è spesso causato dall'assunzione incontrollata di alcuni farmaci, ad esempio gli antidolorifici. Anche l'ipertrofia ventricolare è una causa comune di blocco cardiaco. Distinguono anche un fattore ereditario nello sviluppo di questa patologia e, talvolta, anche nell'utero, il bambino sviluppa questo disturbo.

Nota che c'è un blocco cardiaco completo e incompleto. Dicono di incompleto quando il movimento degli impulsi lungo il sistema di conduzione non si ferma completamente, ma rallenta solo e vengono prodotti con minore intensità. Quando si verifica un blocco completo del cuore, uno dei nodi dell'impulso smette di funzionare e il nodo sottostante assume il carico su se stesso, quindi il cuore non smette di funzionare, perché la mancanza di conduzione è di natura compensatoria. È vero, tale lavoro compensativo logora il cuore e, senza ricevere cure, una persona potrebbe presto affrontare lo sviluppo di insufficienza cardiaca..

Altre cause di blocco cardiaco sono:

  • malattie infettive;
  • intossicazione del corpo;
  • overdose di droga.

È possibile comprendere appieno le cause della patologia solo dopo un esame completo del paziente..

Classificazione

Ad oggi, esiste una classificazione estesa di tale patologia come il blocco cardiaco. In particolare, la malattia è di diversi tipi a seconda della posizione della localizzazione:

  • sinoauricolare;
  • ventricolare;
  • blocco all'interno degli atri;
  • antrioventricolare;
  • blocco delle gambe di Hiss.

La patologia è anche classificata in base alla forza dello sviluppo e secondo questo criterio possono esserci tre gradi. Al primo grado, gli impulsi all'organo continuano a passare, ma con un ritardo. Nel secondo grado, gli impulsi si interrompono parzialmente e nel terzo grado una certa area del muscolo cardiaco cessa completamente di essere innervata.

Il tipo più pericoloso di blocco cardiaco è il blocco ventricolare completo, in cui il numero di impulsi al minuto è ridotto a 30 o meno, mentre in una persona sana questa cifra è 60-80. Se l'intervallo tra gli impulsi che sorgono nei ventricoli aumenta, la persona perde conoscenza, inizia ad avere convulsioni ed è del tutto possibile che in questo caso questa patologia causi la sua morte.

Inoltre, questa condizione patologica è permanente e transitoria, cioè, nel primo caso, il disturbo dell'impulso è irreversibile e nel secondo sorge o scompare e il cuore funziona normalmente. Entrambi i tipi di patologia sono chiaramente visibili sull'ECG, quindi è l'ECG il principale criterio diagnostico per il blocco cardiaco.

Sintomi

Per descrivere più accuratamente i sintomi di questa condizione patologica, è necessario considerare le sue varietà più comuni. Una patologia comune è il blocco del cuore destro. Molto spesso, questo fenomeno si verifica sullo sfondo di altre patologie cardiache, ad esempio ipertensione, difetti cardiaci e cardiosclerosi.

Di solito questo tipo si osserva negli uomini di età compresa tra 40 anni ei suoi sintomi sono caratterizzati da alcuni indicatori ECG, poiché non esiste una clinica di patologia.

Il blocco cardiaco del lato sinistro viene solitamente diagnosticato nelle persone anziane. In tutta onestà, va detto che questo tipo di blocco cardiaco è meno comune di altri. Il blocco della gamba sinistra si verifica nelle persone di età superiore ai 50 anni nel 9% di tutti i blocchi. Spesso la patologia è accompagnata da infarto miocardico, aggravando i segni della malattia sottostante. In particolare, i sintomi della patologia sono i seguenti:

  • reclami di dolore al petto;
  • sensazione di panico;
  • debolezza;
  • sudore freddo e viscido.

Con l'ECG diagnostico, vengono determinati i segni di infarto miocardico.

Il blocco ventricolare sinistro è una patologia grave che può portare alla morte. In questa malattia si distinguono tre gradi e, in base al tipo di corso, tali blocchi sono acuti, transitori e cronici. La clinica di una tale patologia come il blocco ventricolare sinistro del cuore può essere asintomatica, con il rilevamento della malattia solo con l'aiuto di un ECG, e possono anche svilupparsi segni specifici, ad esempio svenimento, sviluppo di insufficienza cardiaca e coronarica.

Altri tipi di blocco sono meno comuni, ma sono caratterizzati dalle stesse manifestazioni cliniche. È importante capire che questa malattia può aggravare il decorso della cardiopatia sottostante, fino allo sviluppo di insufficienza cardiaca e all'arresto dell'organo. Pertanto, i segni ei sintomi di questa malattia non possono essere ignorati, perché la salute e la vita di una persona dipendono da una visita tempestiva da un medico..

Diagnostica e trattamento

Come è stato detto più volte sopra, il principale valore diagnostico nel determinare questa malattia appartiene all'ECG. Tuttavia, un tale studio consente di vedere il blocco solo al momento della manipolazione e, poiché può arrivare, è necessario il monitoraggio Holter per determinarlo. Inoltre, l'ecocardiografia può confermare la diagnosi..

Il trattamento di questa patologia può essere di due tipi:

  • farmaco;
  • chirurgico.

Il trattamento medico prevede la nomina di farmaci antiaritmici a pazienti con questa malattia cardiaca (corrispondente al suo tipo di patologia e al suo grado). Con un blocco completo e gravi disturbi del ritmo, il trattamento prevede la somministrazione di dopamina a pazienti sotto controllo ECG. Invece della dopamina, il trattamento consente l'uso dell'adrenalina: la scelta del farmaco dipende dalla salute del paziente.

Se la patologia si è sviluppata sullo sfondo dell'infarto miocardico, il trattamento prevede necessariamente l'introduzione di antagonisti dell'adenosina.

Con un blocco completo e in caso di complicanze come edema polmonare, insufficienza cardiaca e altre condizioni pericolose per la vita, è indicata la stimolazione cardiaca, consistente nell'installazione di conduttori del ritmo artificiale che normalizzano la conduzione degli impulsi. Le conseguenze di questa patologia possono essere molto diverse: dalla lieve debolezza alla morte. Tutto dipende dal tipo, dal grado di patologia e dallo stato del corpo del paziente (se ha altre gravi malattie cardiache).

Arresto cardiaco

Informazione Generale

In parole semplici, il blocco cardiaco è una violazione della conduzione degli impulsi nervosi lungo i percorsi.

Il sistema di conduzione cardiaca è rappresentato da diverse strutture:

  • Seno o nodo senoauricolare. È un pacemaker, è in esso che vengono generati gli impulsi che determinano la frequenza cardiaca. Situato nell'atrio destro.
  • Nodo atrioventricolare. Trasmette gli impulsi dal pacemaker alle strutture sottostanti.
  • Bundle di His. Gli impulsi passano lungo le gambe di questo fascio al ventricolo destro e sinistro attraverso le strutture più piccole: le fibre di Purkinje.

Patogenesi

Il lavoro del sistema di conduzione cardiaca dipende da diversi fattori:

  • Rifornimento di sangue miocardico. Con l'ischemia, si verifica uno spostamento dell'equilibrio acido-base, che provoca un rallentamento della conduzione neuromuscolare.
  • Lo stato del sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Il mediatore simpatico Norepinefrina accelera la conduzione degli impulsi, mentre il mediatore parasimpatico Acetilcolina.
  • Ipo e iperkaliemia.
  • Sfondo ormonale.

Sotto l'influenza di fattori che modificano l'intensità del sistema di conduzione cardiaca e con lo sviluppo di condizioni patologiche, si sviluppano vari disturbi, chiamati blocchi cardiaci.

Classificazione

I Blocco senoauricolare (senoatriale, CA). Viene registrato un rallentamento o una completa cessazione della conduzione di un impulso elettrico che va dal nodo del seno attraverso la connessione senoatriale. Clinicamente, è quasi asintomatico, si possono notare vertigini, sensazioni di interruzioni nel lavoro del cuore, svenimenti.

II Blocco atriale (intra-atriale). Si manifesta in una violazione della conduzione degli impulsi lungo i percorsi nell'atrio. È asintomatico. Sull'ECG vengono registrati la divisione e un aumento della durata dell'onda P (più di 0,11 s). Non viene eseguita alcuna terapia specifica.

III Blocco atrioventricolare, atrioventricolare. È caratterizzato da un rallentamento o dalla cessazione degli impulsi dagli atri ai ventricoli.

Gradi di blocco cardiaco:

  • 1 grado. Clinicamente non si manifesta in alcun modo, è caratterizzato da un rallentamento della conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli, che viene registrato sull'ECG come estensione dell'intervallo PQ per più di 0,2 secondi.
  • 2 ° grado. È diviso in 2 tipologie. I pazienti possono avvertire pause nel lavoro del cuore sotto forma di oscuramento degli occhi, vertigini. Con la perdita di diversi complessi ventricolari consecutivi, i sintomi clinici aumentano. Mobitz I o blocco prossimale. L'ECG mostra un graduale aumento dell'intervallo PQ con periodi di Samoilov-Wenckebach (perdita del complesso ventricolare). Il complesso QRS stesso non viene modificato. Mobitz II o blocco distale. Sull'ECG, i complessi QRS cadono in modo casuale o regolare, l'intervallo PQ non viene allungato.
  • Grado 3 (blocco cardiaco completo). Gli impulsi ventricolari non vengono eseguiti. Tuttavia, nei ventricoli stessi, si forma un focus eterotopico del ritmo idioventricolare.

Il blocco AV di 1 grado non richiede un trattamento aspecifico, ma si consiglia di sottoporsi a esami periodici. Con il blocco AV II-Mobitz I, l'atropina viene somministrata per via sottocutanea o endovenosa, 0,6 mg 2-3 volte al giorno. Con blocco AV completo e blocco AV II-Mobitz II, è indicato l'impianto di un pacemaker.

IV Blocco dei rami del fascio His (Blocco intraventricolare). Possono essere interessati uno, due o tre rami, che corrispondono alle forme mono, bi e trifascicolari. Clinicamente, il blocco del suo fascio non si manifesta in alcun modo.

  • Blocco intraventricolare del ramo destro del fascio. Blocco di branca destro completo - Complesso QRS per più di 0,12 secondi, Blocco di branca del fascio destro incompleto - meno di 0,12 secondi. Le conseguenze sono minori. Il blocco incompleto non si manifesta in modo sintomatico.
  • Blocco di branca sinistro. Il blocco di branca sinistro completo è caratterizzato da un allargamento del QRS per più di 0,12 secondi e il blocco di branca sinistro incompleto è inferiore a 0,12 secondi. Il blocco incompleto o parziale non si manifesta sintomaticamente.

Blocco locale dei rami terminali (locale, arborizzazione, perifocale, aspecifico, focale). Questo sottotipo è spesso causato da una lesione acuta chiamata infarto miocardico. Il blocco focale è caratterizzato dalla presenza di un "blocco di danno" acuto, rappresentato da cardiomiociti necrotici. La necrosi interferisce con il passaggio dell'impulso lungo i percorsi.

Le ragioni

Tutte le cause dei blocchi cardiaci sono suddivise in diversi gruppi a seconda del meccanismo principale del loro sviluppo..

Funzionale. Tali blocchi sono causati da una disregolazione e possono essere attivati ​​da:

  • disturbi neuroendocrini;
  • interruzioni vegetative;
  • sovraccarico psico-emotivo;
  • interruzioni disadattive.

Il blocco può essere causato in modo riflessivo quando:

Tossico. I blocchi si formano dopo l'avvelenamento con sali di metalli pesanti, sostanze narcotiche, bevande alcoliche, nonché in caso di sovradosaggio di medicinali (glicosidi cardiaci, antibiotici, diuretici). Questo gruppo comprende anche l'intossicazione endogena, che si sviluppa con lesioni infettive e malattie oncologiche..

Cambiamenti dell'elettrolito.

Cambiamenti nei livelli ormonali durante la gravidanza, con ipotiroidismo, tireotossicosi, durante la pubertà e durante la menopausa.

Disturbi congeniti nella struttura delle vie cardiache e nella conduzione degli impulsi (calcificazione idiopatica, preeccitazione ventricolare, sindrome del QT corto e breve).

Meccanico. Si verificano dopo manipolazioni mediche e diagnostiche sul cuore, dopo un trauma.

Cause idiopatiche di blocco cardiaco.

Sintomi di blocco cardiaco

I principali segni che indicano una violazione della conduzione cardiaca:

  • una sensazione di interruzioni nel lavoro del cuore;
  • sensazione di "dissolvenza", arresto cardiaco;
  • condizioni di svenimento ricorrenti;
  • battito cardiaco lento;
  • pallore e cianosi della pelle;
  • attacchi di dolore al petto.

Sintomi del blocco cardiaco completo

Clinicamente si manifesta in un aumento della gravità dell'insufficienza cardiaca durante l'attività fisica, che è associata a una bassa frequenza cardiaca. Il blocco cardiaco incompleto durante la transizione al completamento è caratterizzato da:

  • perdita di conoscenza;
  • grave mancanza di respiro;
  • incapacità di determinare il polso;
  • convulsioni;
  • mancanza di suoni cardiaci;
  • minzione involontaria, defecazione.

L'attacco può terminare in 1-2 minuti con la comparsa di un ritmo idioventricolare. Se il blocco dura 3-4 minuti, si verifica la morte del paziente.

Diagnostica, ECG per blocco cardiaco

Blocco SA

L'ECG registra la perdita dei singoli complessi cardiaci (QRS e onde P), mentre la pausa tra due onde R-R adiacenti è raddoppiata rispetto al solito intervallo. In caso di manifestazioni cliniche, l'atropina viene iniettata per via sottocutanea o endovenosa a 0,6-2,0 mg 2-3 volte al giorno. È possibile utilizzare Isoprenaline 2,5-5,0 mg fino a 3-4 volte al giorno.

Blocco AV completo

  • alternanza uniforme di complessi atriali;
  • Le onde P non hanno nulla a che fare con i complessi QRS;
  • Le onde P possono sovrapporsi al QRS ventricolare;
  • il ritmo dei ventricoli è corretto.

Blocco di branca destro ECG

  • i complessi QRS sono a forma di M sotto forma di RsR nelle derivazioni V1 e V2;
  • c'è una depressione del segmento ST nelle derivazioni del torace destro;
  • L'onda T è bifase o negativa;
  • l'onda S è allargata e dentellata nelle derivazioni I, aVL, V5 e V6;
  • asse elettrico deviato a destra (variabile).

Blocco di branca sinistro

  • I complessi QRS sono presentati sotto forma di RsR, o all'onda R, l'apice è espanso e diviso. Blocco intraventricolare sinistro completo - QRS maggiore di 0,12 s.
  • È presente una depressione del segmento ST nelle derivazioni del torace sinistro.
  • Onda T negativa o bifase.
  • I complessi ventricolari sono allargati, deformati e presentati come rS, QS nelle derivazioni V1, V2, III e aVF.
  • Deviazione dell'asse elettrico a sinistra.

Come trattare il blocco cardiaco?

La medicina offre due direzioni nel trattamento del blocco cardiaco:

  • sintomatico;
  • terapia della malattia sottostante che ha provocato disturbi del ritmo.
  • evitando la caffeina;
  • correzione dello schema di assunzione di farmaci che influenzano i percorsi;
  • eliminazione delle influenze stressanti e psico-emotive.

Arresto cardiaco

Blocco cardiaco - disturbi della conduzione degli impulsi nervosi lungo il sistema di conduzione del cuore.

Il sistema di conduzione del cuore è rappresentato da una combinazione di diverse strutture:

  • nodo senoauricolare o sinusale (pacemaker), in cui vengono generati gli impulsi nervosi che determinano la frequenza cardiaca;
  • nodo atrioventricolare, che trasmette gli impulsi dal pacemaker situato nell'atrio destro alle strutture sottostanti;
  • un fascio di His, lungo le cui gambe gli impulsi nervosi si propagano nei tessuti dei ventricoli destro e sinistro attraverso le strutture più piccole che sono a diretto contatto con il miocardio contrattile - fibre di Purkinje.

Il funzionamento del sistema di conduzione cardiaca dipende da diversi fattori:

  • l'attività dei collegamenti simpatico e parasimpatico del sistema nervoso periferico (il mediatore parasimpatico acetilcolina rallenta la velocità di conduzione dell'impulso e la norepinefrina simpatica accelera);
  • il grado di riempimento del sangue miocardico (con ischemia, si sviluppa uno spostamento dell'equilibrio acido-base, che porta a un rallentamento della conduzione);
  • background ormonale;
  • ipo o iperkaliemia (accelera o rallenta la velocità di conduzione dell'impulso, rispettivamente).

Quando compaiono condizioni patologiche o cambiamenti nei fattori che influenzano l'intensità del lavoro del sistema di conduzione cardiaca, si sviluppano tutti i tipi di disturbi, designati come blocchi.

A lungo termine, un pacemaker portatile è un metodo salvavita.

Cause e fattori di rischio

Secondo il meccanismo principale, tutte le cause dei blocchi cardiaci sono suddivise in diversi gruppi:

  • causato da disregolazione (funzionale). Possono manifestarsi con stress psicoemotivo, disturbi del sistema nervoso autonomo, disturbi neuroendocrini, interruzioni del disadattamento o essere associati a influenze riflesse (gastrite, ulcera peptica o calcoli biliari, colica renale, pancreatite, ernia intervertebrale, embolia nel sistema dell'arteria polmonare, cavità toracica, trauma craniocerebrale, processi neoplastici nel cervello, ecc.);
  • organico, associato a danni al muscolo cardiaco sullo sfondo di cardiopatia ischemica, ipertensione, insufficienza cardiaca, difetti valvolari congeniti o acquisiti, miocardite, pericardite, distrofia miocardica;
  • tossico, che si verifica sullo sfondo di avvelenamento con sali di metalli pesanti, alcol, sostanze stupefacenti, nicotina, con un sovradosaggio di alcuni farmaci (simpaticomimetici, glicosidi cardiaci, diuretici, la maggior parte dei farmaci psicotropi, alcuni farmaci antiaritmici e antibiotici), a seguito di intossicazione endogena in caso di cancro, infettivo processi, uremia;
  • turni elettrolitici;
  • disturbi ormonali (periodi puberali, premenopausali e menopausali, tireotossicosi, ipotiroidismo, gravidanza);
  • patologie congenite della struttura del sistema conduttivo (calcificazione idiopatica) e conduzione degli impulsi nervosi (sindromi del QT lungo e breve, preeccitazione ventricolare);
  • meccanico - danno durante procedure diagnostiche o terapeutiche sul cuore, trauma;
  • idiopatico (eziologia inspiegabile).

Forme della malattia

La violazione della conduzione di un impulso nervoso attraverso il sistema può verificarsi in qualsiasi parte di esso: tra il nodo del seno e il miocardio atriale, all'interno degli atri, tra gli atri ei ventricoli, nonché nel fascio di His (comprese le gambe e le fibre di Purkinje).

A seconda del livello al quale si è verificato il disturbo della conduzione, i blocchi cardiaci sono i seguenti:

  • senoauricolare (il blocco del polso si trova tra il nodo del seno e il miocardio atriale);
  • atriale (blocco del fascio di Bachmann);
  • atrioventricolare (incapacità totale o parziale dell'impulso di diffondersi dai tessuti dell'atrio ai ventricoli);
  • Il suo blocco del fascio (intraventricolare).

Il blocco può essere incompleto, quando il passaggio di un impulso nervoso è difficile o lento e completo. Nel caso di un blocco completo, l'attività delle parti superiore e inferiore del cuore è dissociata a causa della cessazione della propagazione traslazionale dell'eccitazione dagli atri ai ventricoli.

In base al grado di stabilità dei disturbi della conduzione, si distinguono due forme:

  • costante;
  • intermittente (transitorio), in cui i tipi completi e incompleti sono spesso combinati.

Il grado di blocco senoauricolare:

  1. Rallentando la formazione degli impulsi nel nodo del seno o rallentando la loro conduzione agli atri.
  2. Conduzione parziale degli impulsi dal nodo del seno, che porta alla perdita delle contrazioni degli atri e dei ventricoli (tipi I e II).
  3. Mancanza di eccitazione sia degli atri che dei ventricoli.

Attualmente, viene diagnosticato solo l'II grado, poiché i gradi rimanenti non sono diagnosticati in modo affidabile.

Con il trattamento tempestivo della malattia sottostante e il monitoraggio sistematico delle condizioni del paziente, la prognosi per il grado di blocco I è favorevole.

I gradi di blocco atrioventricolare (blocco AV):

  1. Decelerazione della conduzione atrioventricolare.
  2. Contrazione dei ventricoli sotto l'influenza di impulsi individuali, poiché alcuni impulsi cadono.
  3. Blocco trasversale completo, separazione dell'attività degli atri e dei ventricoli.

Esistono tipi Mobitz-I e Mobitz-II di II grado di blocco atrioventricolare:

  • Mobitz-I (blocco AV di 2 ° grado con periodi di Wenckebach-Samoilov) - allungamento graduale dell'intervallo PQ fino a quando l'onda del polso scompare completamente;
  • Mobitz-II - intervallo PQ costante, mentre non tutti gli impulsi raggiungono i ventricoli, in alcuni casi viene eseguito ogni secondo impulso, in altri - ogni terzo, ecc. Prognosticamente sfavorevole, spesso presagio di blocco trasversale completo.

Sintomi

I principali sintomi dei disturbi della conduzione cardiaca:

  • polso aritmico;
  • una sensazione di sbiadimento dell'attività cardiaca, interruzioni nel lavoro del cuore;
  • attacchi di dolore al petto o nella parte sinistra del petto;
  • episodi di svenimento;
  • pallore, colorazione cianotica della pelle;
  • battito cardiaco lento (nei casi gravi - fino a 20 battiti / min).

Il blocco atrioventricolare completo si manifesta con i sintomi caratteristici:

  • pallore improvviso che si trasforma in cianosi;
  • perdita di conoscenza;
  • mancanza di polso;
  • incapacità di determinare la pressione sanguigna durante un attacco;
  • convulsioni;
  • possibile minzione involontaria, defecazione.

La prognosi dei blocchi completi è individuale, a seconda della gravità della patologia concomitante, della natura della lesione del sistema di conduzione.

L'attacco del blocco AV completo di solito termina in 1-2 minuti; se il ritmo non viene ripristinato entro 3-4 minuti, la morte è possibile.

Diagnostica

Metodi per diagnosticare il blocco cardiaco:

  • ricerca fisica;
  • ECG;
  • monitoraggio ECG giornaliero;
  • esame ECG transesofageo.

Trattamento

Il trattamento dei disturbi della conduzione viene effettuato in due direzioni (eliminazione della malattia sottostante che ha causato disturbi del ritmo e trattamento sintomatico):

  • metodi non farmacologici (riduzione del consumo di nicotina, caffeina, eliminazione di influenze psicoemotive stressanti, correzione dell'assunzione di farmaci che possono provocare un'interruzione nel funzionamento del sistema di conduzione);
  • farmaci antiaritmici;
  • antiossidanti, antiossidanti;
  • farmaci metabolici;
  • agenti antipiastrinici;
  • statine (ipolipemizzanti);
  • farmaci antipertensivi, cardiotonici, farmaci antianginosi (su richiesta).

Con l'inefficacia della terapia farmacologica, il trattamento chirurgico è indicato con l'installazione di un pacemaker artificiale (pacemaker).

Possibili complicazioni e conseguenze

Le complicanze del blocco cardiaco possono essere:

  • progressione dei disturbi della conduzione;
  • insufficienza cardiaca;
  • disturbi del ritmo potenzialmente letali;
  • arresto cardiaco, morte cardiaca improvvisa;
  • complicanze tromboemboliche;
  • ictus ischemico;
  • infarto miocardico.

La violazione della conduzione di un impulso nervoso attraverso il sistema (blocco cardiaco) può verificarsi in qualsiasi parte di esso: tra il nodo del seno e il miocardio atriale, all'interno degli atri, tra gli atri ei ventricoli e anche nel fascio di His (comprese le gambe e le fibre di Purkinje).

Previsione

Con il trattamento tempestivo della malattia sottostante e il monitoraggio sistematico delle condizioni del paziente, la prognosi per il grado di blocco I è favorevole.

La prognosi dei blocchi completi è individuale, a seconda della gravità della patologia concomitante, della natura della lesione del sistema di conduzione.

A lungo termine, un pacemaker portatile è un metodo salvavita.

Cos'è il blocco cardiaco e come trattarlo?

Il cuore è l'organo più importante della vita umana. Le malattie del sistema cardiovascolare sono considerate le più pericolose. In questo articolo, parleremo del blocco cardiaco in parole semplici..

Un cuore umano sano batte da 60 a 100 volte al minuto. Un battito cardiaco è una contrazione dei muscoli cardiaci, che fa circolare il sangue in tutto il corpo..

Ogni contrazione del muscolo cardiaco è controllata da segnali elettrici che viaggiano dagli atri, o camere superiori del cuore, ai ventricoli o alle camere inferiori..

Anche il cambiamento degli impulsi che durano solo una frazione di secondo può causare un blocco cardiaco.

Progettato da Freepik

A volte questa condizione rende difficile pompare il sangue attraverso il sistema circolatorio, quindi i muscoli e gli organi, incluso il cervello, non ricevono abbastanza ossigeno per funzionare correttamente.

Tipi di blocco cardiaco

Esistono tre tipi di blocco cardiaco.

Un blocco di primo grado include lievi irregolarità nel ritmo cardiaco. Questo è il tipo meno grave di blocco cardiaco e di solito non richiede trattamento..

Il blocco di secondo grado si verifica quando alcuni segnali elettrici non raggiungono il cuore, provocando un battito cardiaco intermittente. Iniziano le vertigini. In questo stato, i ventricoli potrebbero non contrarsi, poiché l'impulso atriale non li raggiunge. Il paziente potrebbe aver bisogno di un pacemaker.

Un terzo grado, o blocco cardiaco completo, è quando i segnali elettrici non viaggiano tra le camere superiore e inferiore del cuore. Tipico per le persone con malattie cardiache preesistenti. Senza un pacemaker, il rischio di infarto è molto più alto.

Trattamento del blocco cardiaco

I pazienti con blocco cardiaco di secondo o terzo grado possono richiedere un pacemaker.

Se una persona con blocco del ramo sinistro ha un attacco di cuore, può essere somministrata una terapia di riperfusione per ripristinare il flusso sanguigno attraverso le arterie bloccate.

Questo può essere fatto utilizzando l'enzima streptochinasi per sciogliere i coaguli di sangue e aumentare il flusso sanguigno al cuore. Tuttavia, i farmaci anti-coagulazione aumentano il rischio di sanguinamento..

Cos'è il blocco cardiaco, qual è il suo grado, i metodi di trattamento

Data di pubblicazione dell'articolo: 18.08.2018

Data di aggiornamento dell'articolo: 1.03.2019

Blocco cardiaco - interruzioni nel ritmo delle contrazioni che si verificano a causa di problemi con il passaggio degli impulsi nervosi attraverso il sistema di conduzione del cuore.

Un impulso elettrico viene creato nel nodo del seno, si diffonde agli atri, quindi ai ventricoli attraverso il nodo atrioventricolare. Questo è il sistema di conduzione del muscolo cardiaco..

Motivi di sviluppo

L'eziologia dello sviluppo della patologia include malattie cardiache congenite e acquisite, assunzione di farmaci, ereditarietà.

Un elenco di malattie che possono causare lo sviluppo del blocco:

  • attacco di cuore;
  • metastasi;
  • tumori;
  • fibrosi;
  • Malattia di Lev-Lenegra;
  • malattia coronarica;
  • miocardite;
  • cardiomiopatia;
  • cardiosclerosi;
  • aterosclerosi;
  • diabete;
  • distonia vegetativa-vascolare (VVD);
  • vasculite;
  • Malattie autoimmuni;
  • danno al nodo atrioventricolare;
  • ipertensione;
  • difetti cardiaci;
  • disturbi endocrini;
  • problemi con il tratto gastrointestinale (ad esempio, con vomito);
  • disturbi respiratori (es. apnea);
  • intossicazione da farmaci.

E ci sono anche altri fattori che possono provocare disfunzioni della conduzione: mancanza di oligoelementi che colpiscono il cuore, sforzo fisico eccessivo, stress frequente, assunzione di stupefacenti.

Possibili varietà

Esistono diverse classificazioni del blocco cardiaco:

ClassificazioneTipi
Per localizzazioneSinoatriale (fallimenti durante la transizione dell'impulso dal nodo del seno all'atrio)
Atriale (disfunzione atriale)
Atrioventricolare (ostruzione o anomalie a livello del nodo atrioventricolare)
Il suo blocco di branca
Al momento dell'esistenzaCostante
Intermittente o transitorio (passaggi con attacchi)
Per gravità1 ° grado (la passabilità non è violata, ma viene eseguita con un ritardo)
2 ° grado (gli impulsi passano, ma solo parzialmente, questo significa che alcuni impulsi non raggiungono sezioni del sistema di conduzione)
3 ° grado (blocco cardiaco completo, cioè gli impulsi non vengono eseguiti completamente, il che provoca un calo della frequenza cardiaca)
Per manifestazioniAsintomatico (il più delle volte, si osserva con danni al fascio di His. E anche i blocchi di primo e secondo grado vengono rilevati solo dopo un ECG)
Con la manifestazione dei sintomi (con il terzo grado di pervietà dell'impulso, i sintomi appaiono luminosi)
Dall'effetto sulla saluteFisiologico (la patologia di primo grado si verifica ed è considerata la norma in una certa cerchia di persone, ad esempio negli atleti o nei bambini / adolescenti con anomalie cardiache minori)
Patologico (caratterizzato da un danno al sistema di conduzione a un certo livello, che porta a un deterioramento delle condizioni del paziente)

Gradi e loro sintomi

In totale, si distinguono tre gradi, uno dei quali è diviso in tre tipi: 1 °, 2 ° (si distinguono 3 opzioni: mobitz 1, mobitz 2, blocco di alto grado) e 3 °.

1 ° grado

Con il primo grado di gravità del cardioblocco, il passaggio dell'impulso attraverso il sistema di conduzione non viene disturbato, ma viene eseguito con un ritardo (con senoatriale - l'impulso rallenta quando passa dal nodo del seno agli atri, con atriale - i fallimenti si verificano nell'atrio destro o sinistro, con atrioventricolare - sul nodo atrioventricolare).

I sintomi non vengono osservati, la malattia non si manifesta in alcun modo e viene spesso scoperta per caso durante una procedura ECG pianificata.

2 ° grado, 1 ° tipo

È caratterizzato da un progressivo deterioramento della conducibilità, arrivando alla completa cessazione dell'arrivo degli impulsi nelle sezioni del sistema conduttivo e successivo ripristino.

Nel primo tipo, i sintomi possono essere assenti o manifestarsi come un leggero, raro aumento o diminuzione della frequenza cardiaca.

2 ° grado, 2 ° tipo

Il secondo tipo è caratterizzato da un'improvvisa cessazione della pervietà in sezioni del sistema di conduzione. Il blocco dell'impulso provoca delle pause tra quegli impulsi che dal nodo del seno arrivano ai ventricoli e alle gambe del fascio di His e ai rami terminali. Dopo una pausa, la conduzione migliora, ma non ritorna completamente alla normalità e continua a essere rallentata.

Il secondo grado del secondo tipo è espresso dai seguenti sintomi:

  • violazioni nella frequenza delle contrazioni miocardiche;
  • sensazione di affondare il cuore;
  • aritmia (può essere espressa da tachicardia - aumento della frequenza cardiaca o bradicardia, bradiaritmia - diminuzione);
  • sensazione di debolezza nel corpo;
  • rapida insorgenza di stanchezza;
  • vertigini e mal di testa;
  • problemi di vista (comparsa di cerchi davanti agli occhi o mosche);
  • svenimento o oscuramento davanti agli occhi;
  • raramente dolore al petto.

2 ° grado, blocco di alto grado

Una specie speciale e piuttosto rara è di alta qualità. In questo caso, su quattro impulsi formati nel nodo del seno, solo uno passa attraverso il nodo atrioventricolare (c'è anche un periodo di un impulso trasmesso per cinque / sei formati).

La sintomatologia assomiglia al secondo tipo del 2 ° grado. Bradicardia pronunciata.

3 ° grado

È caratterizzato da una completa cessazione dell'emissione di un impulso elettrico (nel caso di blocco senoatriale) o dalla cessazione della conduzione tra il nodo del seno e l'atrio destro (atriale) o attraverso il nodo atrioventricolare (atrioventricolare o trasverso).

I sintomi sono simili in corso al secondo tipo del 2 ° grado, ma hanno anche caratteristiche proprie:

  • la frequenza delle contrazioni miocardiche diminuisce;
  • ci sono dolori nel cuore;
  • ci sono gonfiore, mancanza di respiro;
  • l'attività fisica è difficile (o per niente).

In caso di violazioni della conduzione intraventricolare, la classificazione per gradi non viene applicata. In questo caso, la classificazione topica è rilevante, distinguendo il decorso della patologia dal danno agli elementi del fascio di His.

Disturbi della conduzione unilaterale:

LocalizzazioneArticoli interessati
Blocco ventricolare sinistro
  • monotrave (ostruzione attraverso i rami anteriore o posteriore della gamba sinistra);
  • due raggi (ostruzione dell'intera gamba sinistra).
Ventricolo destroDisturbi della pervietà della gamba destra (PNPG).

Disturbi della conduzione bilaterale:

Tipo di bloccoArticoli interessati
Due raggiUna combinazione di disturbi nella gamba destra e nel ramo anteriore o posteriore della gamba sinistra
Tre raggiCombinazione di disturbi della gamba destra, rami anteriore e posteriore della gamba sinistra

Blocco aspecifico dei rami terminali (focale) - di solito i pazienti hanno sintomi della causa della malattia che ha causato il blocco dei fasci di His. La patologia di questo tipo di sintomatologia specifica (ad eccezione dell'alto grado) non ha.

Metodi diagnostici

La diagnostica inizia con la presa dell'anamnesi, l'ascolto dei toni, l'identificazione delle malattie concomitanti e lo studio della possibile influenza dell'ereditarietà.

Se si sospetta un blocco, il paziente viene inviato per un ECG (elettrocardiografia): questo è il metodo principale per diagnosticare questa malattia. La procedura viene eseguita per registrare i campi elettrici generati durante il lavoro del cuore. Le condizioni del paziente vengono valutate secondo un grafico su cui sono segnati i denti, che riflette i vari processi che avvengono nel cuore. Ci sono sei onde in totale (P, Q, R, S, T, U) e le loro derivate (PQ, QRS, ST).

Con il blocco, il grafico mostra le deviazioni dalla norma nelle onde P e Q e le loro derivate.

Diversi tipi di patologia appaiono sul cardiogramma in modi diversi:

  • senoatriale non si riflette nel grafico ECG. Indirettamente, la patologia è indicata da un aumento dell'intervallo RR (designazione della frequenza cardiaca) due volte rispetto alla precedente e dall'assenza di un'onda P (designazione della contrazione atriale) al momento della pausa;
  • Il 1 ° grado di blocco atrioventricolare è espresso da un cambiamento nell'intervallo PQ (designazione di un impulso elettrico quando passa attraverso il nodo atrioventricolare). Un aumento è considerato una deviazione dalla norma. 2 ° grado - l'assenza di un'onda Q sul grafico (denota una contrazione ventricolare) e un derivato QRS (una valutazione dell'uniformità delle contrazioni ventricolari). Potrebbe esserci un aumento dell'intervallo PQ. 3 ° grado: c'è una notevole differenza nelle frequenze tra l'onda P e il complesso QRS.
  • blocco delle gambe e dei rami del fascio di His - il derivato QRS si espande quando l'onda P è normale.

Nei tipi transitori di patologia, l'ECG non può sempre correggere le deviazioni dalla norma, pertanto vengono utilizzati ulteriori metodi di diagnosi:

MetodoDescrizione
Monitoraggio della frequenza cardiaca 24 ore su 24 (Holter)I sensori della macchina ECG sono installati sul torace del paziente e le misurazioni durano per tutto il giorno.

Questo metodo aiuta a chiarire la gravità della patologia, la natura della sua comparsa e i fattori che l'hanno influenzata.

Esame elettrofisiologico del cuore (EPI)Attraverso l'esofago - prima della procedura, viene eseguito un elettrocardiogramma e viene misurata la pressione (vengono eseguiti per capire che l'EFI non ha provocato un disturbo cardiaco). Inoltre, una sonda con un elettrodo all'estremità viene inserita attraverso il naso o la bocca (attraverso la bocca la procedura viene eseguita molto meno spesso). L'elettrodo emette impulsi luminosi per stimolare il miocardio. Durante la stimolazione, un elettrogramma viene rimosso e dopo aver rimosso la sonda, viene analizzato.
Intracardico: prima della procedura, è necessario eseguire le letture dell'ECG (cardiogramma) e del tonometro. Al paziente vengono somministrati anestetici e analgesici. Successivamente, la vena viene perforata e un catetere con cinque elettrodi all'estremità viene inserito attraverso di essa e passato alla bocca del paziente. Dopo la stimolazione, i dati ottenuti vengono analizzati.

Entrambi i tipi di ricerca vengono eseguiti quando il normale ECG non fornisce una risposta affidabile e non ci consente di stabilire con precisione la natura delle violazioni..

Esame ecografico (ecocardiografia)Ecocardiografia attraverso il torace - eseguita allo stesso modo degli ultrasuoni. Il paziente si sdraia sul lettino, espone la parte superiore del busto e il sensore viene installato sul torace.
EchoCG attraverso l'esofago: la procedura viene eseguita in caso di difficoltà nella diagnosi del primo metodo.

Entrambi i tipi di ecocardiografia vengono utilizzati per identificare le cause del blocco direttamente correlate al lavoro del cuore.

Metodo di trattamento

Il blocco periodico e cronico viene trattato in base alla gravità del suo decorso:

  • il blocco incompleto di primo grado e di secondo grado del primo tipo sono asintomatici e richiedono solo l'osservazione e gli esami di routine. È possibile identificarlo nei casi di ECG programmati, ma anche in questo caso la persona viene osservata solo da un medico per prevenire il peggioramento del decorso. Per patologie causate da altre malattie cardiache, può essere installato un pacemaker.
  • al 2 ° grado del secondo tipo, viene eseguita una stimolazione costante con un pacemaker esterno. Se la causa non è l'ereditarietà, ma le malattie acquisite, i farmaci, i farmaci sono serviti come fattori nello sviluppo della patologia, nelle prime fasi può essere curata se il problema originale viene interrotto. Se si sospetta la possibilità del passaggio della patologia allo stadio di blocco completo, viene installato un pacemaker permanente.
  • La terapia di 3 ° grado ha lo scopo di alleviare la condizione e si riduce a prevenire l'arresto cardiaco, pertanto è sempre installato un pacemaker. Il sollievo completo in questa fase è impossibile..

Il rischio maggiore per la vita del paziente è rappresentato da blocchi rapidamente progressivi e blocchi di alto grado. Con questo corso si osservano insufficienza cardiaca e disturbi del flusso sanguigno.

Il trattamento viene eseguito chirurgicamente e sempre urgentemente:

  • il paziente è stimolato da un pacemaker cardiaco esterno;
  • viene eseguita un'operazione per installare un pacemaker.

I seguenti farmaci vengono utilizzati durante l'operazione:

  • Atropina.
  • Dopamina.
  • Adrenalina.
  • Teofillina.

Durante il trattamento, viene utilizzata la terapia farmacologica (se la patologia è stata provocata da intossicazione, l'assunzione di farmaci che hanno influito su questa deve essere interrotta):

  • beta adrenostimolanti;
  • m-anticolinergici;
  • simpaticomimetici (al momento, i fondi non vengono utilizzati, poiché sono pericolosi con un gran numero di effetti collaterali).

Inoltre, per il trattamento, è importante una certa nutrizione del paziente. Gli alimenti vengono aggiunti alla dieta, che includono oligoelementi che influenzano il lavoro del cuore.

  • frutta secca (soprattutto albicocche secche - contiene potassio e magnesio);
  • frutti e bacche (banane, avocado, ribes - contengono calcio, sodio, ferro, potassio e magnesio);
  • verdure (cetrioli, spinaci - vitamine del gruppo B, calcio, ferro, magnesio, potassio);
  • miele;
  • frutti di mare.

La fornitura di cure di emergenza viene eseguita solo da specialisti. Se sospetti un blocco o l'inizio di un attacco, devi dare alla persona una posizione orizzontale e chiamare un'ambulanza. Vale la pena somministrare farmaci con cautela se non sono prescritti da un medico allo scopo di trattare questa patologia. Il paziente può morire per l'assunzione di farmaci inappropriati.

Perché questa patologia è pericolosa??

Il blocco cardiaco nelle fasi iniziali potrebbe non comportare alcuna conseguenza per il corpo, ma i casi di blocco completo possono minacciare:

  • insufficienza cardiaca;
  • disturbi della circolazione cerebrale;
  • ischemia e infarto;
  • shock aritmogeno;
  • disabilità;
  • patologie degli organi interni;
  • risultato letale.

Previsione

In parte, il blocco cardiaco è curabile, in particolare alcuni dei suoi tipi, ma per molti aspetti un esito positivo è predeterminato dalle ragioni che hanno provocato la patologia e dai fattori che hanno influenzato il suo ulteriore sviluppo.

La prognosi più sfavorevole per il terzo grado di gravità del decorso della malattia: c'è un'alta probabilità di acquisire disabilità e morte. Le possibilità di vita sono aumentate dalla chirurgia e dall'installazione di un pacemaker, che aiuta a migliorare le condizioni del paziente.

La prevenzione è il trattamento tempestivo di malattie che possono svilupparsi in un blocco o causarlo, controlli di routine del cuore e contattare i medici al primo sospetto di un deterioramento.

Sintomi del blocco cardiaco, trattamenti e rilevamento delle malattie

Il blocco cardiaco è una violazione della conduzione degli impulsi elettrici in uno dei suoi dipartimenti. La malattia può essere indipendente o agire come complicanza in altre patologie del sistema cardiovascolare. Per una malattia da blocco cardiaco, i sintomi, nonché i metodi di trattamento e diagnosi per ogni singolo tipo o stadio intrapreso saranno individuali. Per una comprensione dettagliata del principio dell'esistenza della patologia, è necessario avere un'idea di come avviene il movimento degli impulsi elettrici nelle parti del cuore.

Come viene eseguita la conduzione degli impulsi elettrici

Gli impulsi elettrici compaiono nella parte superiore dell'atrio destro: il luogo della loro origine è chiamato nodo del seno. Attraverso di essa, ogni nuovo impulso elettrico emergente viene trasmesso al resto dell'atrio. Quindi, attraverso il nodo atrioventricolare che collega atri e ventricoli (nella letteratura medica può essere indicato come AB), l'impulso si diffonde alla sezione ventricolare, una volta in cui si dirama a tutte le sue sezioni. Blocco cardiaco: violazione del processo descritto in una delle fasi della sua condotta.

Classificazione della malattia

A seconda dell'area in cui la conduzione dell'impulso elettrico è stata disturbata, il blocco cardiaco può essere suddiviso nelle seguenti tipologie:

  • atriale;
  • intra-atriale;
  • atrioventricolare;
  • ventricolare.

Per queste patologie, gli esperti considerano 3 gradi della loro manifestazione..

  1. Il grado della malattia è caratterizzato da una lenta conduzione degli impulsi elettrici. È facilmente diagnosticabile utilizzando un ECG e non richiede sempre un trattamento speciale, ma è pericoloso con il rischio che la malattia entri in uno stadio più profondo..
  2. Nella fase successiva, alcuni impulsi si interrompono in una parte della conduzione. I pazienti con blocco cardiaco di II grado avvertono periodicamente capogiri, dolore toracico, affaticamento rapido, ma a volte possono non manifestarsi sintomaticamente. La natura del trattamento per la cardiopatia di grado II varia a seconda del luogo in cui si manifesta. Di solito non è sufficiente un elettrocardiogramma per rilevarlo e confermarlo; in caso di sospetto di questa diagnosi, il cardiologo può indirizzare il paziente per gli esami di laboratorio.
  3. Se l'impulso elettrico in una o nell'altra sezione non passa affatto, i medici diagnosticano un blocco cardiaco di III grado. Per la sua rilevazione, oltre all'ECG e agli studi di laboratorio, saranno necessari anche quelli strumentali. I pazienti a cui viene diagnosticata di solito perdono completamente la capacità di lavorare, si sentono costantemente deboli e sonnolenti, spesso avvertono una sensazione di dolore al petto, hanno una notevole diminuzione della frequenza cardiaca. In alcuni casi, la malattia in questa forma è irta di morte improvvisa..

Il trattamento per il blocco cardiaco varia a seconda del grado e del tipo.

Blocco atriale

Il blocco atriale è causato da una violazione della conduzione degli impulsi elettrici nell'area atriale. La forma permanente della malattia è spesso confusa con la bradicardia - una diminuzione della frequenza cardiaca, poiché il quadro clinico di entrambe le patologie è simile.

Il motivo della comparsa del blocco atriale può essere l'assunzione errata di alcuni farmaci antiaritmici, nonché di farmaci utilizzati per abbassare la pressione sanguigna e trattare l'insufficienza cardiaca (in questo caso, è necessaria una consultazione obbligatoria con un cardiologo per annullare / sostituire i farmaci o per selezionare adeguatamente il loro dosaggio).

Inoltre, è spesso osservato nei pazienti con diabete mellito con iperglicemia - un aumento del livello di glucosio nel sangue. In alcuni casi, questa malattia è causata da un tumore al cervello o da processi infiammatori che si verificano in esso. Ancora meno spesso, il blocco atriale si verifica a causa della cardiomegalia congenita: un allargamento del cuore a una dimensione significativamente superiore alla norma, difetti delle valvole mitrale e aortica e malattie della tiroide. Lei stessa può anche essere congenita o genetica..

La fase iniziale del blocco atriale non è considerata una patologia grave: alle persone che ne sono affette di solito si consiglia di limitarsi a metodi generali per mantenere la salute. Al II e III grado della malattia, il cardiologo può prescrivere i farmaci bellataminici, belloid, efedrina o atropina. Con una diminuzione della frequenza cardiaca a 40 battiti / min e una frequente perdita di coscienza, al paziente viene "impiantato" un impianto, responsabile della generazione degli impulsi che determinano la frequenza cardiaca.

Blocco intra-atriale

Il blocco intra-atriale è un'assenza ritardata o completa di un impulso elettrico dall'atrio destro a quello sinistro. È causato da cardiopatia ischemica e altre patologie del sistema cardiovascolare. È raro e ne soffrono principalmente pazienti di età superiore a 80 anni, ma ci sono casi di blocco intra-atriale nei pazienti di mezza età.

Non è suscettibile di trattamento, ma con un trattamento adeguato delle malattie che hanno causato il suo verificarsi, può essere completamente sradicato dal corpo o si può ottenere il decorso più favorevole della malattia. L'eccezione è il blocco intra-atriale completo: di solito si verifica diverse ore prima della morte in pazienti con gravi disturbi cardiaci, tuttavia, nella pratica medica, è possibile trovare anche casi di cura completa della patologia in un paziente.

Blocco atrioventricolare

Il blocco atrioventricolare (AV) o atrioventricolare è una cessazione ritardata o completa di un impulso elettrico nello stesso punto del suo passaggio. I pazienti che hanno avuto infarto miocardico, in molti casi, hanno questa malattia nelle loro cartelle cliniche. Le cause del blocco atrioventricolare possono anche essere un indebolimento del muscolo cardiaco, cardiopatia congenita, malattia coronarica e cardiopatia reumatoide, pregressa difterite o altre infezioni. Il blocco atrioventricolare si trova talvolta nei neonati e in alcuni casi è ereditario.

Il blocco atrioventricolare di I grado può manifestarsi come un normale fenomeno fisiologico nelle persone che sono attivamente coinvolte nello sport (soprattutto negli atleti), così come negli anni giovani e adolescenti. Sali di potassio, glicosidi cardiaci, cordarone e altri farmaci possono avere effetti collaterali, accompagnati da questa violazione.

I pazienti con blocco AV di I grado, che si è verificato a causa di infarto miocardico, e allo stesso tempo che necessitano di assumere farmaci che alterano la conduzione cardiaca, devono inserire un elettrodo endocardico nel ventricolo. Per prevenire il passaggio della malattia a uno stadio più profondo, alle persone con una storia di miocardite può essere prescritto prednisolone o un altro farmaco del gruppo glucocorticoide. Tutti gli altri portatori di questa patologia non necessitano di un trattamento speciale..

A II grado di blocco atrioventricolare, i pazienti possono sentire una frequenza cardiaca lenta. È possibile un arresto cardiaco a breve termine, in cui il paziente lamenta vertigini e oscuramento degli occhi. Il medico può raccomandare l'installazione di un pacemaker (o un elettrodo endocardico nel ventricolo) per prevenire la progressione della malattia al grado III, ma ciò non è sempre necessario.

Sintomi del blocco cardiaco atrioventricolare di III grado: debolezza e affaticamento, vertigini, perdita di coscienza a breve termine, in cui il paziente a volte ha minzione o defecazione involontaria. La pressione sanguigna in questa condizione supera i valori normali..

Se la forma completa della malattia appare a causa della fibrillazione atriale, il paziente avrà solo rara insufficienza cardiaca e ipertensione senza altri sintomi. Il III grado di blocco atrioventricolare è la base per l'installazione di un pacemaker, ad eccezione della natura congenita della malattia e del periodo di gravidanza. In alcune situazioni, un pacemaker può essere installato nelle donne in gravidanza (ad esempio, in caso di disturbi emodinamici).

Blocco ventricolare

La violazione della conduzione di un impulso elettrico nella sezione ventricolare significa che il paziente ha un tipo corrispondente di blocco cardiaco. La causa del suo verificarsi può essere:

  • difetti cardiaci congeniti;
  • ipertensione;
  • lesioni patologiche del muscolo cardiaco;
  • malattia coronarica;
  • sovradosaggio di glicosidi cardiaci.

Il blocco ventricolare, indipendentemente dal suo stadio, non richiede una terapia speciale. Per prevenire lo sviluppo del blocco ventricolare e la sua eliminazione, è necessario fare ogni sforzo per curare la malattia che ha causato la sua comparsa.

Questa forma di patologia, a seconda del sito esatto di localizzazione, può essere integrata da un atrioventricolare, compreso il suo stadio completo. Questo processo richiede solitamente circa 10 anni..

Suggerimenti per la prevenzione delle malattie

  1. In nessuna circostanza dovresti auto-medicare le malattie cardiovascolari..
  2. Andando a fare sport, non è assolutamente consigliabile assumere immediatamente un volume maggiore di carichi. Vale anche la regola opposta: per gli atleti che hanno già abituato il muscolo cardiaco a carichi pesanti, è molto pericoloso interrompere bruscamente l'allenamento..
  3. Indipendentemente dallo stato di salute, è necessario attenersi ai principi di una corretta alimentazione, si consiglia di ridurre al minimo l'uso di cibi eccessivamente salati, piccanti e grassi, soprattutto per le persone con più di 40 anni.
  4. I pazienti che hanno già un blocco cardiaco devono informare prontamente il cardiologo di eventuali cambiamenti nel benessere e di eventi avversi durante l'assunzione dei farmaci prescritti.
  5. La pressione sanguigna deve essere controllata regolarmente e se le sue letture divergono dal normale per molto tempo, dovresti consultare un medico per una prescrizione di terapia che possa mantenerla. La pressione di lavoro è un mito. La mancanza di malessere con la pressione alta non significa che questo o quel numero sul tonometro sia in realtà una "norma individuale" per una determinata persona.
  6. Una completa cessazione dell'alcool e del fumo è un'eccellente misura preventiva. Se non puoi abbandonare le cattive abitudini da solo, non aver paura di chiedere aiuto ai medici.

La prevenzione rigorosa può essere un trattamento a tutti gli effetti per le prime fasi della malattia: è meglio limitarsi a un dubbio piacere piuttosto che osservare complicazioni inutili.


Articolo Successivo
Ecocardiografia transesofagea