Malattie vascolari delle gambe


Le malattie vascolari delle gambe sono abbastanza comuni. Hanno le loro specifiche, che sono associate alla lontananza degli arti inferiori dal cuore e alla necessità di sollevare il sangue dal basso verso l'alto. Le malattie vascolari delle gambe sono associate alla loro deformazione, espansione, blocco, restringimento, infiammazione. Il tipo di lesione dipende dalla struttura del muro: le vene sono soggette allo stiramento della parete e all'espansione del lume, l'atrofia muscolare e il restringimento del lume sono caratteristici delle arterie. In relazione a questi cambiamenti, i vasi non possono svolgere le loro funzioni normalmente, la circolazione sanguigna è compromessa, che è irta di gravi conseguenze, fino all'amputazione degli arti.

Le ragioni

Le malattie vascolari possono essere associate sia a carichi elevati sugli arti inferiori, ad esempio, negli atleti e nelle persone che trascorrono la maggior parte del tempo in piedi, sia con scarsa mobilità. Cattive abitudini e un'alimentazione squilibrata hanno un effetto negativo sui vasi sanguigni. Si verifica nello sviluppo di malattie ed ereditarietà.

Classificazione delle patologie vascolari

Questo gruppo include una serie di malattie che possono essere suddivise in due tipi:

  • Lesioni arteriose: aterosclerosi, endoarterite obliterante e altre.
  • Malattie delle vene: vene varicose, flebiti, tromboflebiti, trombosi.

Aterosclerosi dei vasi delle gambe

La malattia si sviluppa gradualmente e si manifesta, di regola, dopo 50 anni. Caratterizzato da un blocco parziale o completo delle arterie da parte delle placche di colesterolo.

Per ragioni, i medici includono:

  • Invecchiamento naturale del corpo.
  • Diabete.
  • Dieta scorretta: mangiare cibi ricchi di colesterolo.
  • Fumo.
  • Predisposizione genetica.
  • Sovrappeso, che porta ad un aumento dello stress sui vasi sanguigni.
  • Situazioni stressanti frequenti.

I sintomi della malattia sono causati da una ridotta circolazione sanguigna:

  • Arti pallidi e bluastri.
  • Intorpidimento alle gambe e gattonare.
  • Freddo agli arti inferiori sotto il ginocchio.
  • Dolore al polpaccio durante la deambulazione e successivamente a riposo.
  • Compromissione della memoria, vertigini.
  • Sviluppo di malattie cardiache.

La diagnosi viene effettuata sulla base della storia del paziente sul suo stile di vita, studi strumentali e di laboratorio. Il medico curante prescrive al paziente:

  • Coagulazione del sangue e test dei lipidi.
  • Ecografia.
  • Angiografia.
  • Capillarografia.

Con l'aterosclerosi, viene eseguito un trattamento complesso, inclusa l'aderenza alla dieta, ai farmaci, alla fisioterapia. Dai farmaci, di regola, vengono prescritti anticoagulanti che prevengono la formazione di coaguli di sangue. In caso di chiusura significativa del lume del vaso, può essere indicato un intervento chirurgico (bypass), durante il quale viene inserito uno shunt nell'arteria per espanderla e ripristinare il flusso sanguigno.

Endarterite obliterante

Questa è una delle malattie vascolari più complesse delle gambe. L'endarterite è caratterizzata da danni alle pareti delle arterie, che portano al loro restringimento (a volte completa chiusura) e ad una ridotta circolazione sanguigna negli arti inferiori. Di solito, con l'endarterite obliterante, i cambiamenti si verificano nei grandi vasi. Si nota che i fumatori soffrono più spesso. La malattia viene diagnosticata principalmente negli uomini di età compresa tra 20 e 40 anni, le donne praticamente non si ammalano.

Le cause dell'obliterazione dell'endarterite non sono esattamente stabilite.

Si presume che l'impulso per lo sviluppo della malattia possa essere:

  • Disturbi del sistema immunitario.
  • Reazioni allergiche.
  • Malattie del sangue.
  • Fumo.
  • Complicazioni dopo l'intervento chirurgico.
  • Malattie infettive.

I principali sintomi dell'endarterite:

  • Difficoltà a camminare e claudicatio intermittente.
  • Dolore intenso.
  • Affaticamento rapido a bassi carichi.
  • Formicolio e intorpidimento alle gambe.
  • Gonfiore degli arti inferiori.
  • Gambe blu.
  • Convulsioni.
  • Cambiamenti trofici nella pelle (secchezza, cessazione della crescita dei capelli, decolorazione).
  • Ulcere trofiche.

La malattia è considerata incurabile. Per alleviare la condizione, i pazienti devono attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Smetti completamente di fumare e bere alcolici.
  • Evita l'ipotermia e il grande sforzo fisico sulle gambe.
  • Prendi dei farmaci antinfiammatori e fluidificanti.

Nei casi più gravi, può essere prescritto un trattamento chirurgico: bypass delle arterie, rimozione dell'area interessata della nave.

Vene varicose delle gambe

Questa è una malattia molto comune delle vene degli arti inferiori, caratterizzata da una diminuzione dell'elasticità delle pareti venose e dell'insufficienza delle valvole, a seguito della quale il sangue ristagna nelle vene, i vasi si espandono, si allungano e formano nodi sporgenti sotto la pelle. La malattia colpisce spesso le donne. Le cause esatte delle vene varicose non sono chiare. I fattori provocatori includono:

  • Predisposizione ereditaria.
  • Difetti valvolari e debolezza delle pareti venose.
  • Carichi significativi sulle gambe.
  • Stile di vita sedentario.
  • Assunzione di contraccettivi ormonali.
  • Sovrappeso.

I sintomi si sviluppano gradualmente, da manifestazioni più lievi a più gravi:

  • Gonfiore e pesantezza alle gambe la sera.
  • L'aspetto delle vene dei ragni.
  • Dolore e crampi notturni ai polpacci.
  • Vene blu sporgenti sotto la pelle.
  • Prurito della pelle, sviluppo di eczema.
  • Cambiamenti trofici (pigmentazione, secchezza e desquamazione, pelle lucida, cessazione della crescita dei capelli).
  • Ulcere trofiche.

Le vene varicose delle gambe sono completamente incurabili, ma devono essere controllate, altrimenti potrebbero svilupparsi gravi complicazioni. Il trattamento della malattia delle vene delle gambe deve essere completo e durare tutta la vita. I metodi terapeutici includono:

  • Assunzione di farmaci e utilizzo di unguenti, gel, creme che riducono il dolore e alleviano il gonfiore. Questi sono venotonici, anticoagulanti, farmaci antinfiammatori non steroidei, antiossidanti (Detralex, Phlebodia, Thrombo-ACC, Curantil, Troxevasin, Troxerutin, Lioton gel, Ginkor-Fort e così via).
  • Indossare calze a compressione, che normalizzano il flusso sanguigno, previene il gonfiore, allevia la condizione.
  • Nutrizione equilibrata e normalizzazione del peso.
  • Rifiuto di bagni e saune, trattamenti solari e bagni caldi.
  • Educazione fisica con un'enfasi sui muscoli del polpaccio, che sono direttamente coinvolti nell'espulsione del sangue dagli arti inferiori.
  • Evitare di stare seduti o in piedi prolungati.
  • Sollevare le gambe sopra il livello del cuore quando possibile (4 volte al giorno per 10-15 minuti).

Flebite

Questa è un'infiammazione delle pareti delle vene con successiva interruzione del lavoro dei vasi sanguigni e deterioramento della circolazione sanguigna. Le ragioni principali per lo sviluppo della flebite sono le seguenti:

  • Vene varicose.
  • Malattie infettive.
  • Trauma.
  • La vena interessata si deforma, aumenta di dimensioni e diventa densa.
  • La pelle nel sito della nave colpita diventa rossa, la sua temperatura aumenta.
  • Il disagio appare nella gamba dolorante, può gonfiarsi.

La malattia può essere sia acuta che cronica. Con la flebite si sviluppa spesso la tromboflebite, cioè il loro blocco (parziale o completo) da parte di un trombo viene aggiunto all'infiammazione delle pareti delle vene.

Tromboflebite

Questa malattia è caratterizzata dall'infiammazione delle pareti delle vene con un aumento simultaneo della viscosità del sangue, la formazione di coaguli di sangue, il restringimento del lume dei vasi sanguigni e una ridotta circolazione sanguigna. I coaguli di sangue sono pericolosi per la vita perché possono staccarsi e entrare in qualsiasi parte del sistema circolatorio, compresa l'arteria polmonare. Spesso la tromboflebite degli arti inferiori si sviluppa con vene varicose, ma ci sono altre cause della patologia:

  • Malattie infettive.
  • Lesioni agli arti inferiori.
  • Aumento della coagulazione del sangue.
  • Cambiamenti nella composizione del sangue, ad esempio, a seguito dell'assunzione di determinati farmaci.
  • Gravidanza e parto.

La tromboflebite sviluppata con le vene varicose di solito colpisce la parte inferiore della coscia e il terzo superiore della parte inferiore della gamba. In questo caso, si notano i seguenti sintomi:

  • deterioramento generale della salute (malessere, febbre);
  • dolore nell'area della nave interessata, che aumenta con il movimento;
  • arrossamento e lucentezza della pelle nella proiezione della vena interessata;
  • gonfiore di una gamba dolorante e la sua notevole differenza rispetto a una sana in termini di dimensioni;
  • gli infiltrati sotto forma di guarnizioni simili a corde sono facilmente percepibili.

Il trattamento della tromboflebite prevede principalmente l'assunzione di farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue, seguita dall'inclusione di farmaci antinfiammatori. In presenza di un trombo, è indicato un intervento chirurgico, durante il quale viene eliminato il blocco della vena. Inoltre, è necessario indossare calze a compressione, l'uso di gel, massaggi, esercizi che migliorano la circolazione sanguigna nelle vene..

Trombosi

L'infiammazione delle vene profonde e la formazione di coaguli di sangue in esse si chiama trombosi. Un trombo si forma rapidamente e, se è attaccato in modo lasco alla parete venosa, in qualsiasi momento può staccarsi e spostarsi lungo il letto vascolare.

Le principali cause di trombosi sono le seguenti:

  • patologie vascolari congenite;
  • disturbi ormonali;
  • tumori;
  • lesioni con lesioni vascolari;
  • fratture;
  • interventi chirurgici;
  • paralisi delle gambe e paresi;
  • infezioni gravi;
  • peso in eccesso.

Inoltre, i fattori provocatori includono:

  • età avanzata;
  • attività fisica pesante;
  • stile di vita sedentario;
  • riposo a letto prolungato e immobilità;
  • cattive abitudini (bere alcolici, fumare).

I sintomi della malattia non sono sempre distinti. La trombosi può essere sospettata dai seguenti segni:

  • Scoppi, spasmi, dolori lancinanti la sera.
  • Intorpidimento e strisciamento degli stinchi.
  • Pesantezza alla gamba entro la fine della giornata.
  • Gonfiore e ingrossamento dell'arto colpito.
  • Assottigliamento della pelle di una gamba dolorante, pallore e cianosi.
  • Pelle lucida.
  • Aumento della temperatura (generale e locale).
  • Riempimento sanguigno delle vene superficiali e il loro modello pronunciato sotto la pelle.
  • La temperatura della gamba colpita è inferiore a quella del sano.

Il trattamento della trombosi può essere conservativo e operativo. Nel primo caso vengono prescritti farmaci dei seguenti gruppi:

  • antinfiammatorio;
  • anticoagulanti di azione diretta e indiretta;
  • enzimi con proprietà trombolitiche;
  • agenti che migliorano la microcircolazione e il flusso sanguigno.

Inoltre, viene mostrato un bendaggio elastico o indossare calze a compressione..

Infine

Le malattie vascolari delle gambe possono portare a cambiamenti irreversibili, deterioramento della qualità della vita, disabilità e persino morte. Pertanto, è importante trattarli all'inizio dello sviluppo. Meglio ancora, fare prevenzione: sbarazzarsi delle cattive abitudini, mangiare bene, mantenere un peso normale, fare esercizio fisico, evitare lo stress.

Quali sono le malattie dei vasi delle gambe

Le malattie dei vasi degli arti inferiori possono colpire a qualsiasi età. La loro varietà è molto ampia, sono caratterizzati da vari sintomi e hanno caratteristiche individuali di trattamento. Ogni malattia può portare a gravi complicazioni e conseguenze. Per evitare che ciò accada, è necessario familiarizzare con ciascuna delle possibili violazioni nel lavoro del sistema vascolare nel modo più dettagliato possibile. E la cosa principale è capire cosa fare se i vasi sulle gambe fanno male.

Sintomi di malattie vascolari delle gambe, foto e metodi di trattamento: tutti i più importanti sono raccolti in questo articolo.

Le principali malattie dei vasi delle gambe: sintomi e una breve descrizione

I sintomi della malattia venosa delle gambe possono comparire in una fase molto precoce. Se vengono rilevati in tempo e consultano immediatamente un flebologo, non solo puoi fermare la progressione della malattia, ma anche eliminarla completamente.

Allora, quali sono le malattie dei vasi delle gambe??

Aterosclerosi

L'aterosclerosi è una lesione sistemica delle arterie, che è accompagnata da depositi di colesterolo e placche che si attaccano alle pareti dei vasi sanguigni. Ciò porta a una malnutrizione degli organi di afflusso di sangue e un malfunzionamento generale del sistema circolatorio..

In definitiva, i depositi accumulati possono portare al completo blocco dei vasi sanguigni, che è spesso fatale.

Gli uomini sono più suscettibili all'aterosclerosi. Nelle donne, questa malattia appare molto meno spesso. Quali sono i motivi?

  • In cattiva alimentazione. L'elevato consumo di cibi grassi, fritti, affumicati, fast food, bevande alcoliche e gassate porta alla comparsa di placche di colesterolo.
  • Fatica. Emozioni negative, shock nervosi costanti e stress portano all'aterosclerosi.
  • Fumo. La nicotina e il catrame hanno un effetto estremamente negativo sul sistema vascolare.
  • Diabete. Una delle cause più significative di aterosclerosi.

Il sintomo più caratteristico dell'aterosclerosi è la zoppia. Quando cammina, il paziente avverte un forte dolore al muscolo gastrocnemio, alla coscia e all'articolazione dell'anca. Il dolore è temporaneo, si attenua gradualmente. Tuttavia, dopo un po 'ritorna di nuovo.

L'aterosclerosi ha una serie di altri sintomi:

  • crampi alle gambe durante la notte;
  • sensazione di intorpidimento ai piedi e alle dita dei piedi;
  • rapida affaticabilità delle gambe con camminata a breve termine;
  • pallore della pelle, possibilmente con una sfumatura bluastra.

Flebeurisma

A differenza dell'aterosclerosi, una malattia puramente maschile, le ragazze per lo più belle sono soggette alle vene varicose. Le gambe si stancano rapidamente, ci sono gonfiore, pesantezza e sensazioni dolorose, iniziano a comparire ragnatele vascolari di una tonalità viola. Alla fine dell'immagine si aggiungono vene rossastre o bluastre che risaltano brillantemente sulla superficie della pelle..

Nell'80% dei casi, le vene varicose compaiono durante la gravidanza o dopo il parto. L'interruzione ormonale conferisce un'impronta speciale al sistema vascolare. Inoltre, le vene varicose possono essere causate da una permanenza prolungata in una posizione statica (in piedi o seduti, specialmente in una posizione a gambe incrociate), scarpe lunghe con i tacchi.

Vene e vasi sulle gambe colpite da vene varicose, foto:

Blocco venoso profondo

Il blocco venoso profondo ha il termine medico flebotrombosi. Portare alla comparsa di patologia:

  • aumento della coagulazione del sangue;
  • violazione della struttura delle pareti delle navi;
  • flusso sanguigno lento.

La flebotrombosi ha una serie di sintomi caratteristici:

  • dolore alle gambe, sensazione di disagio, distensione e affaticamento rapido (passa rapidamente quando si è sdraiati e si sollevano le gambe sopra il livello della testa);
  • gonfiore delle gambe;
  • una gamba affetta da flebotrombosi si sente molto più fredda al tatto rispetto a una gamba sana.

Ostruzione vascolare

L'ostruzione vascolare è chiamata occlusione. In realtà, è un'embolia dei vasi periferici, il loro spasmo e disturbi circolatori estremamente acuti. Il pericolo di occlusione è l'alta probabilità di una completa perdita di sensibilità delle gambe e la cessazione della loro attività vitale..

Sintomi della malattia:

  • sensazioni dolorose alla gamba;
  • mancanza di pulsazioni nella gamba;
  • pallore di cattiva salute della pelle;
  • nelle fasi successive della malattia: completa mancanza di sensibilità della gamba, paralisi;
  • sulla gamba compare un caratteristico "disegno" marmoreo;
  • la gamba colpita diventa fredda.

Se l'assistenza medica non viene fornita in tempo, il risultato della malattia è la cancrena..

Trombosi delle vene safene

Una malattia in cui si formano coaguli di sangue e coaguli di sangue nel lume delle vene safene. Le vene safene si trovano abbastanza vicino alla superficie della pelle, quindi la patologia ha manifestazioni pronunciate: infiammazione, arrossamento, gonfiore e dolore.

Quando si forma un coagulo di sangue nelle vene, si osservano sigilli e noduli. Inoltre, la malattia è accompagnata da un aumento della temperatura e da un cambiamento del colore della pelle nell'area problematica (diventa troppo pallido rispetto all'ombra generale della pelle della gamba).

Endarterite

Questa patologia è comunemente chiamata la malattia dei fumatori. Gli scienziati sono riusciti a dimostrare che sotto l'influenza della nicotina e del catrame contenuti nelle sigarette, i lumi vascolari si restringono e l'afflusso di sangue ai tessuti è significativamente interrotto..

La malattia vascolare "professionale" dei fumatori è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • dolore alle gambe quando si cammina, aggravato dall'accelerazione di un passo o quando si passa a una corsa;
  • gonfiore delle gambe;
  • sensazione di formicolio alle gambe;
  • la comparsa di stanchezza alle gambe anche con uno stress minimo;
  • zoppia non associata a possibili lesioni alle gambe;
  • il verificarsi di ulcere trofiche;
  • pallore malsano delle gambe;
  • completa perdita di sensibilità alle gambe.

Metodi di trattamento

I vasi sulle gambe possono far male? Possono se hai una delle malattie di cui sopra. Se i vasi sulle gambe fanno male, il trattamento deve essere eseguito da un flebologo.

È molto importante affidare la salute delle gambe a uno specialista esperto e non auto-medicare!

Ogni malattia vascolare richiede un approccio individuale al trattamento:

  1. Aterosclerosi. La malattia viene trattata con farmaci e ha ottimi risultati, ma solo se il trattamento viene avviato in tempo. È anche importante migliorare la terapia farmacologica con vitamine E, C, PP, acidi grassi insaturi. Se la malattia è iniziata, il problema viene eliminato chirurgicamente.
  2. Vene varicose. Nella fase iniziale, gel e creme (Troxevasin, Sophia), compresse di vene varicose (Phlebodia, Detralex) aiuteranno a far fronte al problema. Se la malattia progredisce, viene eseguita la scleroterapia: i vasi colpiti vengono "incollati" con l'aiuto di una sostanza sclerosante mediante iniezioni endovenose. In casi estremamente gravi, può essere necessaria l'asportazione chirurgica completa della vena.
  3. Blocco venoso profondo. Nella fase iniziale, puoi migliorare il tuo benessere con un set di farmaci di gel e compresse che migliorano il funzionamento delle vene. Se il trattamento delicato non aiuta, il problema viene eliminato chirurgicamente.
  4. Ostruzione dei vasi sanguigni. Con questa malattia, il paziente viene immediatamente ricoverato in ospedale. L'automedicazione a casa è categoricamente esclusa! Il paziente è in trattamento con farmaci aggressivi. Se la condizione peggiora, viene eseguita la trombectomia (rimuovendo la causa del blocco dei vasi sanguigni).
  5. Trombosi delle vene safene. Per eliminare i coaguli di sangue, è possibile utilizzare farmaci per diluire i coaguli. Se questa tecnica non aiuta, i coaguli di sangue vengono eliminati durante l'intervento chirurgico..
  6. Endarterite. La prima fase del trattamento è un potente insieme di farmaci (antibiotici, farmaci antispastici, vitamine, anticoagulanti), elettroforesi, diatermia. L'intervento chirurgico è richiesto solo nella fase necrotizzante della malattia.

Metodi di prevenzione e raccomandazioni generali

Come sapete, la malattia è più facile da prevenire che da curare. Al fine di proteggere la tua salute dalle malattie vascolari, puoi seguire semplici consigli per misure preventive:

  1. Una corretta alimentazione, più frutta e verdura, meno grassi e fritti.
  2. Attività sportive, almeno in quantità minime. Ad esempio fitness e esercizi a casa. È molto utile alla fine della giornata lavorativa sdraiarsi sul letto, sollevare le gambe sopra la testa e appoggiarle al muro. Ciò migliorerà la circolazione sanguigna, allevia la pesantezza e il gonfiore delle gambe e normalizza il deflusso di sangue.
  3. Doccia di contrasto - ha un effetto molto benefico sul sistema vascolare, aiuta a rafforzare vene e vasi sanguigni, a proteggere da possibili malattie.
  4. Evita di stare in piedi a lungo.
  5. Utilizzare mezzi internazionali per mantenere una funzione vascolare ottimale. Puoi anche consultare un flebologo sulla terapia farmacologica di supporto a scopo preventivo..

Conclusione

Apprendere in dettaglio le malattie dei vasi delle gambe, i sintomi e il loro trattamento - questo significa prepararsi in modo informativo a possibili problemi con il sistema vascolare. Ora c'è un'eccellente opportunità, se necessario, di non farsi prendere dal panico quando viene rilevata una malattia, ma di fornire con competenza un'ambulanza alle gambe.

Tipi e trattamento delle malattie vascolari delle gambe

I disturbi cardiovascolari includono un intero complesso di disturbi; le malattie dei vasi delle gambe possono essere distinte in una sezione separata.

Classificazione

Le malattie vascolari degli arti inferiori sono divise in due grandi gruppi:

  • Patologia arteriosa.
  • Lesioni di vene.

Malattie comuni

  1. L'aterosclerosi è una malattia delle arterie, che è accompagnata dalla formazione di placche ateromatose sulle loro pareti a causa del metabolismo alterato di lipidi e proteine. Successivamente si sviluppano sclerosi e calcificazioni deformando e restringendo il lume del vaso fino al suo blocco.
  2. L'ostruzione dei vasi delle gambe si verifica con alterazioni patologiche nelle loro pareti dovute a trombosi, embolia, spasmo, trauma o compressione dell'arteria.
  3. L'endarterite obliterante è caratterizzata da un danno allo strato interno delle grandi arterie, a seguito del quale il loro diametro diminuisce fino a completare l'ostruzione. In considerazione di ciò, l'afflusso di sangue alle gambe peggiora, si verificano disturbi trofici che finiscono in cancrena senza trattamento. Esposto a fumatori di uomini.
  4. La malattia di Buerger è una malattia immunoinfiammatoria sistemica di vasi di piccole e medie dimensioni che colpisce tutti gli strati delle pareti arteriose ed è accompagnata da tromboflebite delle vene superficiali.
  5. Con l'angiopatia delle gambe, principalmente a causa del diabete mellito, l'ipertensione, i vasi più piccoli delle gambe - i capillari - sono principalmente colpiti. La nutrizione muscolare è compromessa, seguita dalla loro atrofia.
  6. Vene varicose - ingrossamento delle vene superficiali delle gambe con concomitante insufficienza valvolare e riduzione del flusso sanguigno.
  7. La flebite è un'infiammazione delle pareti venose. Tromboflebite - patologia delle pareti delle vene, restringimento del loro lume con un aumento simultaneo della viscosità del sangue, formazione di coaguli di sangue e ridotta circolazione sanguigna.
  8. La trombosi delle vene profonde e superficiali delle gambe è caratterizzata dal blocco del lume da parte di un embolo.

Fattori provocatori

I vasi sanguigni delle gambe sono i più lontani dal cuore, il che contribuisce allo sviluppo di malattie vascolari degli arti inferiori.

  • Eccesso o mancanza di tono a causa di malattie del sistema nervoso.
  • Disturbi del metabolismo lipidico.
  • Squilibrio ormonale.
  • Intossicazione.
  • Infezione.
  • Reazione allergica.
  • Patologia del sistema di coagulazione del sangue.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo di malattie vascolari delle gambe:

  • Obesità.
  • Bassa attività fisica.
  • Cattive abitudini.
  • Eredità pesata.
  • Nutrizione impropria.
  • Attività eccessive sulle gambe o in piedi e seduti.
  • Età superiore ai 50 anni.
  • Fatica.

Sintomi generali

Qualsiasi malattia dei vasi delle gambe influisce negativamente sull'attività dell'intero corpo umano.

Il danno arterioso si manifesta in un deterioramento del flusso sanguigno e differisce in fasi:

  1. Violazione compensata. Può essere disturbato:
  • freddo dei piedi;
  • intorpidimento;
  • Pelle d'oca;
  • affaticamento delle gambe dopo lo sforzo.
  1. Insufficienza circolatoria transitoria che si verifica con lo sforzo fisico. Si manifesta con sintomi:
  • Claudicazione intermittente: la comparsa di disagio e aumento del dolore alle gambe durante la deambulazione, a seguito della quale il paziente deve fermarsi e riposare.
  • Pallore e secchezza della pelle, perdita di capelli nella parte inferiore della gamba.
  • Convulsioni.
  • Edema.
  • Decompensazione. Il dolore dà fastidio a riposo, non va via di notte.
  1. La comparsa di ulcere trofiche, alterazioni necrotiche, cancrena.

Le malattie delle vene degli arti inferiori con insufficienza circolatoria cronica si sviluppano a causa del flusso sanguigno alterato al cuore. Le valvole del sistema venoso iniziano a chiudersi liberamente e viene creata una pressione eccessiva. L'espansione appare nel vaso, le pareti perdono elasticità.

  1. I sintomi compaiono come risultato di una camminata prolungata o quando si sta in piedi per molto tempo:
  • Le vene superficiali si espandono, compaiono le vene dei ragni.
  • Le gambe si gonfiano.
  • Compaiono dolori.
  • Crampi notturni.
  • Sensazione di pesantezza e pienezza.
  1. Le manifestazioni della malattia diventano permanenti:
  • Vasi contorti e sporgenti.
  • Ispessimento e oscuramento della pelle.
  • Intorpidimento, parestesia.
  • Gonfiore.
  • Dolore.
  • Lipodermatosclerosi.
  • La probabilità di sviluppare tromboflebite aumenta.
  1. Formazione di ulcere trofiche non cicatrizzanti a lungo termine.

Il blocco delle vene delle gambe è caratterizzato da un inizio improvviso e improvviso. I suoi segni:

  • appare un forte dolore,
  • gonfiore grave,
  • la temperatura corporea aumenta,
  • il colore della pelle dell'arto cambia.

L'infiammazione dei vasi delle gambe (flebite) è accompagnata da:

  • Dolore e iperemia lungo la vena.
  • Ipertermia.
  • Sintomi generali di intossicazione.

Diagnostica

Se sospetti una malattia vascolare delle gambe, dovresti consultare un medico che effettuerà un esame:

  1. Sondaggio.
  2. Ispezione.
  3. Palpazione.
  4. L'ABI viene misurato: la pressione sanguigna alla spalla e alla caviglia viene misurata contemporaneamente. Normalmente, il livello sulla gamba sarà leggermente più alto che sul braccio.
  5. La reovasografia aiuta a identificare le anomalie nell'emodinamica.
  6. Test funzionali.
  7. L'angiografia a raggi X consiste nell'introduzione simultanea di un mezzo di contrasto nel vaso e nello scatto di un'immagine.
  8. Ultrasuoni:
  • Ecografia Doppler: monitora la velocità del flusso sanguigno.
  • La scansione duplex determina lo stato del vaso studiato.
  1. La tomografia computerizzata consente di simulare un modello tridimensionale di vasi sanguigni.
  2. La risonanza magnetica consente di esaminare un paziente senza l'uso di radiazioni e agenti di contrasto.

Trattamento

Le tattiche di benessere per la patologia in esame dovrebbero essere complesse e consistere in diversi modi.

Metodo conservativo

La terapia per le malattie vascolari delle gambe è principalmente finalizzata a combattere la malattia di base. Tenuto:

  1. Correzione:
  • pressione sanguigna;
  • metabolismo dei lipidi;
  • disturbi ormonali;
  • glucosio nel sangue.
  1. Liquidazione:
  • intossicazione;
  • processo infettivo e infiammatorio;
  • reazioni allergiche.

Gli obiettivi principali del trattamento sono:

  • migliorare le proprietà reologiche del sangue;
  • ripristino delle pareti interessate dei vasi sanguigni e del loro tono.

Si applicano i seguenti gruppi:

  1. Angioprotettori: farmaci che normalizzano il processo metabolico nella parete vascolare, riducono la sua permeabilità, migliorano la microcircolazione.
    • Piridinolo carbammato.
    • Etamsilat.
  1. I protettori capillari sono usati per la tossicosi capillare infettiva, la retinopatia diabetica:
    • Rutina.
    • Vitamina C.
    • Doxium.
  1. Flebotonica - significa che aumenta il tono venoso, stimola il deflusso di sangue e linfa.
    • Detralex.
    • Tribenoside.
    • Phlebodia.
    • Aescusan.
    • Antistax.
    • Ginkor forte.
    1. I venotonici vengono utilizzati sia internamente che esternamente sotto forma di creme e gel.
    1. Agenti antitrombotici.
      • Agenti antipiastrinici.
      • Bloccanti del recettore ADP (ticlopedina, prasugrel, clopidogrel);
      • acido acetilsalicilico;
      • vitamina E;
      • bloccanti del recettore della glicoproteina.
      • Gli anticoagulanti sono diretti e indiretti..
      • eparine (fraxiparina, clexane, epatrombina, fragmina);
      • cumarine (warfarin, syncumar, dipaxin, dicumarin);
      • inibitori della trombina (apixaban, rivaroxaban, dabigatran).
      • I fibrinolitici combattono efficacemente i coaguli di sangue già formati (fibrinolisina, streptochinasi, urochinasi, alteplase, stafilocinasi).
    1. I FANS sono usati per alleviare l'infiammazione e il dolore:
      • Diclofenac.
      • Ibuprofene.
      • Ketanov.
    1. Lubrificanti:
      • Papaverina.
      • Tiefen.
      • Drotaverina.
    1. Glucocorticosteroidi:
      • Prednisolone.
      • Desametasone.
      • Idrocortisone.
    1. Antibiotici.
    2. Soluzioni antisettiche.
    3. Preparazioni per la rigenerazione.

    Metodo chirurgico

    Se il trattamento conservativo è inefficace, ricorrono alla chirurgia..

    1. Con malattie delle vene.
    • Scleroterapia: l'introduzione di una sostanza che incolla una sezione della nave, spegnendola così dal flusso sanguigno.
    • Flebectomia: rimozione di una vena.
    • Coagulazione laser intravascolare.
    • La trombectomia ripristina la pervietà.
    1. Con danno arterioso.
    • Simpatectomia lombare - resezione di una sezione della parte simpatica del sistema nervoso autonomo, a seguito della quale viene interrotto l'arco riflesso degli impulsi patologici e vengono rimossi i vasi periferici dello spasmo. Dopo l'operazione, si verifica rapidamente un miglioramento: la temperatura delle estremità aumenta, la pelle delle gambe assume un colore normale. I dolori scompaiono o si indeboliscono, i difetti ulcerosi guariscono.
    • Trombendarterectomia: utilizzata quando i vasi sono ostruiti. Un trombo, le placche aterosclerotiche vengono rimosse insieme al rivestimento interno del vaso.
    • Bypass: forma una sezione di bypass.
    • Protesi: eseguita utilizzando i nostri tessuti o materiali artificiali.
    • Stent: posizionamento di uno stent all'interno del vaso per espanderlo.
    1. Quando si sviluppa la cancrena, un arto viene amputato.

    Trattamento dei vasi delle gambe con rimedi popolari

    A casa, puoi usare molte delle ricette dell'arsenale della medicina alternativa.

    Prendi 1 cucchiaio di rami tritati di quercia, salice e castagno, versa 1 litro di acqua calda. Cuocere a bagnomaria per 30 minuti, portare a 1 litro. Preparare anche l'erba di San Giovanni, la camomilla, la successione e la cannella di palude. Mescolare le composizioni con l'aggiunta di 2 cucchiai di miele.

    Il medicinale è conservato in un luogo fresco. Riscaldati prima dell'uso. Assumere 50 ml 3 volte al giorno, aumentando gradualmente il dosaggio a 150 ml. Continua a prendere 21 giorni.

    1. Per abbassare il colesterolo nel sangue.
    • Sbucciare 50 g di aglio, schiacciare o grattugiare, aggiungere 1 cucchiaio. vodka, agitare e mettere in un luogo buio per una settimana. Agitare di tanto in tanto. Sciogliere 10 gocce in 1 cucchiaio. acqua, bere 3 p. in un giorno.
    • Prendi 1 cucchiaino di radici di dente di leone tritate secche prima dei pasti per 6 mesi.
    1. Per eliminare l'edema.
    • La garza viene imbevuta di aceto di mele, quindi la coscia viene avvolta attorno ad essa. Metti la pellicola trasparente sopra per mezz'ora, sdraiati con le gambe sollevate. Aiuta anche a guarire le vene dei ragni.
    • Quando ti fanno male le gambe, prendi una foglia di bardana, madre e matrigna o cavolo bianco, impasta, applica sul punto dolente, avvolgila con un panno morbido sopra, lasciala durante la notte.
    1. Per il trattamento delle vene varicose.
    • Tritate finemente i fiori di Kalanchoe e di acacia, metteteli in cima in un barattolo di vetro, versateci sopra la vodka, lasciate agire per 2 settimane. Strofina i piedi 2 r. al giorno 3 mesi.
    • Dopo la pulizia, macinare 6 pezzi di ippocastano essiccato in polvere, aggiungere un bicchiere di olio vegetale, scaldare per un'ora a bagnomaria. Dopo il raffreddamento, filtrare e utilizzare per strofinare.
    • 1 cucchiaio. mescolare il miele con 1 cucchiaio. sale. Applicare sui punti dolenti sotto una benda, prima per 2 ore, quindi aumentare gradualmente il tempo, portando fino a quando l'impacco non viene lasciato durante la notte.
    • 30 g di badyagi versare 1 cucchiaio. acqua calda, cuocere per 10 minuti a fuoco lento. Nel brodo risultante, inumidire una garza, avvolgere una gamba con essa.
    1. Agente antinfiammatorio.
    • Tè allo zenzero.
    • Lozioni allo zenzero grattugiato con miele.
    • Diluire la polvere di argilla blu con acqua e applicare sulla zona interessata, coprendo con un panno umido. Risciacquare dopo 30 minuti.
    • 100 g di foglie fresche di barbabietola versare 1 litro di acqua bollente durante la notte, filtrare, prendere mezzo bicchiere a fine pasto.

    Le ricette della medicina tradizionale devono essere utilizzate in combinazione con la terapia principale e solo dopo aver consultato un medico.

    Dieta

    Una corretta alimentazione gioca un ruolo importante nel trattamento delle malattie vascolari.

    Con le vene varicose, devi mangiare cibi che:

    1. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni.
    • Bioflavonoidi per sostenere il tono venoso (ciliegie, ciliegie).
    • Vitamina E che mantiene l'elasticità (noci, legumi, banane, pomodori, prezzemolo, manzo, ricotta).
    • Rame (presente nei frutti di mare).
    1. Elimina il gonfiore.
    • Alimenti diuretici (anguria, cetriolo, sedano, mele verdi).
    1. Riduce la viscosità del sangue.
    • Vitamina C (rosa canina, ribes nero, peperone, kiwi, olivello spinoso).
    1. Normalizza la funzione intestinale.
    • Fibra vegetale.

    Con l'aterosclerosi, è necessario escludere:

    • Carni grasse.
    • Brodo ricco.
    • Burro.
    • Cibi grassi e fritti.
    • Salsicce.
    • Dolci.
    • Maionese.
    • Bevande alcoliche.
    • Caffè forte.
    • Bibita.

    Utile per l'uso:

    • Cellulosa.
    • Oli vegetali.
    • Piatti bolliti e al forno.
    • Salmone.
    • Latticini a basso contenuto di grassi.
    • Noccioline.
    • Cereali.
    • Tisane.

    Con il diabete mellito, è indicata una dieta speciale.

    Misure preventive

    Al fine di evitare problemi con i vasi delle gambe, nonché per ridurre il rischio di complicazioni con una malattia già esistente, è necessario seguire le regole:

    • Rifiutare dalle cattive abitudini.
    • Conduci uno stile di vita sano e attivo.
    • Mangia correttamente.
    • Evita lo stress sulle gambe.
    • Utilizzare biancheria intima compressiva preventiva o terapeutica (gambaletti, calze, collant).
    • Curare la malattia in modo tempestivo e corretto.

    Le malattie vascolari delle gambe sono una patologia comune e causano molti disagi ai pazienti. Quando compaiono i primi sintomi, è importante non posticipare una visita a uno specialista, non ignorare il suo appuntamento, condurre uno stile di vita sano per prevenire possibili complicazioni della malattia.

    Malattie vascolari degli arti inferiori

    Aterosclerosi dei vasi delle gambe

    La malattia si sviluppa gradualmente e si manifesta, di regola, dopo 50 anni. Caratterizzato da un blocco parziale o completo delle arterie da parte delle placche di colesterolo.

    Per ragioni, i medici includono:

    • Invecchiamento naturale del corpo.
    • Diabete.
    • Dieta scorretta: mangiare cibi ricchi di colesterolo.
    • Fumo.
    • Predisposizione genetica.
    • Sovrappeso, che porta ad un aumento dello stress sui vasi sanguigni.
    • Situazioni stressanti frequenti.

    Nella fase iniziale, l'aterosclerosi non si manifesta in alcun modo, e spesso lo scoprono per caso durante la visita medica

    I sintomi della malattia sono causati da una ridotta circolazione sanguigna:

    • Arti pallidi e bluastri.
    • Intorpidimento alle gambe e gattonare.
    • Freddo agli arti inferiori sotto il ginocchio.
    • Dolore al polpaccio durante la deambulazione e successivamente a riposo.
    • Compromissione della memoria, vertigini.
    • Sviluppo di malattie cardiache.

    La diagnosi viene effettuata sulla base della storia del paziente sul suo stile di vita, studi strumentali e di laboratorio. Il medico curante prescrive al paziente:

    • Coagulazione del sangue e test dei lipidi.
    • Ecografia.
    • Angiografia.
    • Capillarografia.

    Con l'aterosclerosi, viene eseguito un trattamento complesso, inclusa l'aderenza alla dieta, ai farmaci, alla fisioterapia. Dai farmaci, di regola, vengono prescritti anticoagulanti che prevengono la formazione di coaguli di sangue. In caso di chiusura significativa del lume del vaso, può essere indicato un intervento chirurgico (bypass), durante il quale viene inserito uno shunt nell'arteria per espanderla e ripristinare il flusso sanguigno.

    Sintomi e trattamento dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe

    A differenza della precedente malattia nell'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, un ostacolo al flusso sanguigno è creato dai depositi sulla parete interna dei vasi sanguigni - prima colesterolo, poi intarsiato con calce.

    Le ragioni della violazione risiedono non solo nel fumo di tabacco e nell'alcolismo nella sua forma cronica, non solo nella dipendenza dalla caffeina sotto forma di caffè e tè forte, ma anche in:

    • abitudini alimentari - nell'abuso di alimenti ricchi di grassi di facile e rapida digeribilità, che portano a un disturbo del metabolismo del colesterolo;
    • lavoro associato a frequente ipotermia delle gambe, in particolare dei piedi.

    Un ruolo altrettanto importante è svolto dalla presenza di ipertensione arteriosa nel paziente: ipertensione e diabete mellito.

    Oltre al restringimento del lume e alla perdita di elasticità, si sviluppa l'incapacità della parete arteriosa di contrarsi a causa dell'atrofia irreversibile dello strato muscolare.

    Tutto insieme questo porta all'emergere e alla crescita di sentimenti nelle gambe:

    • freddo sotto le ginocchia con qualsiasi tempo e in qualsiasi ambiente;
    • intorpidimento e "formica che striscia";
    • dolore alle gambe, prima quando si cammina e poi a riposo.

    C'è un cambiamento sia nell'aspetto che nella struttura della pelle: inizialmente pallida e fredda, perde gradualmente i peli che crescono su di essa e il volume muscolare - il diametro delle gambe diminuisce, quindi la pelle diventa fredda-iperemica ed edematosa.

    Il processo termina con l'oscuramento della pelle delle dita dei piedi, la comparsa di ferite trofiche, prima sui piedi, poi sulle gambe. Oppure cancrena con amputazione di una parte dell'arto.

    Diagnostica e trattamento

    Nella diagnosi di aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori, tutto è importante. Da un'approfondita "indagine" sullo stile di vita del paziente e determinazione delle caratteristiche del polso mediante l'applicazione di un dito nei punti classici per un'estremità ai metodi strumentali e di laboratorio di studio dei suoi vasi.

    Implementato utilizzando metodi:

    Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori comprende entrambe le misure per il trattamento della malattia in generale e volte a combattere le sue manifestazioni puramente private - con complessi lipidico-calcio. Anche la prevenzione della trombosi e il ripristino del flusso sanguigno nelle viscere di queste aree sono inclusi nel compito delle azioni mediche..

    Ma senza una soluzione radicale al problema della dieta e dello stile di vita, le misure terapeutiche daranno un effetto debole e di breve durata. Pertanto, la partecipazione a un programma di riabilitazione nutrizionista è obbligatoria.

    I nostri lettori consigliano!

    Per il trattamento e la prevenzione delle vene varicose e delle emorroidi, i nostri lettori utilizzano il metodo espresso per la prima volta da Malysheva. Dopo averlo esaminato attentamente, abbiamo deciso di proporlo alla tua attenzione. L'opinione dei medici. "

    Dopo un esame approfondito, al paziente viene assegnato un corso obbligatorio di ammissione a casa:

    • Atorvastatina o Atoris. prevenire la deposizione di colesterolo sulle pareti arteriose;
    • Aspirina o Cardiomagnyl - anticoagulanti.

    Inoltre, si consiglia vivamente di eseguire infusioni endovenose di Actovegin, Trental, cicli di trattamento con acido nicotinico, se necessario, eparina, almeno due volte all'anno..

    Metodi di trattamento chirurgico dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori:

    • endaterectomia: pulizia della parete arteriosa dal restringimento delle placche sclerotiche;
    • stenting - espansione forzata delle aree di restringimento con l'installazione di un telaio di stent artificiale;
    • smistamento: creazione di un percorso rotatorio per il flusso sanguigno;
    • sostituzione di un sito arterioso con una protesi.

    Metodi diagnostici e concetto di trattamento

    Come con qualsiasi patologia vascolare, se ce n'è una sugli arti inferiori, i metodi di ricerca sono applicabili utilizzando:

    Il trattamento terapeutico dei vasi degli arti inferiori è mirato a:

    • ripristino delle proprietà reologiche del sangue - riducendo la sua viscosità utilizzando antiaggreganti: Aspirina, Eparina, Hirudin e altri mezzi spesso ignorati;
    • ripristino del danno alla parete vascolare utilizzando vari angioprotettori da acido ascorbico e Troxevasin a FANS e glucocorticoidi;
    • aumentare il tono vascolare ad uno stato di alta qualità della circolazione sanguigna nell'arto, adeguato alle esigenze delle sue strutture, sia con metodi di elettrofisiologia (fisioterapia, massaggio, terapia fisica) che con effetti psicoterapeutici.

    Se necessario, il ripristino della circolazione sanguigna in questa parte del corpo si ottiene con un intervento chirurgico obbligatorio.

    Patologia venosa

    Si possono distinguere le seguenti malattie comuni delle vene degli arti inferiori:

    • Vene varicose;
    • Tromboflebite;
    • Blocco delle vene.

    Con alcune patologie, le vene superficiali degli arti inferiori sono colpite, con altre - profonde.

    Questa malattia è caratterizzata da una diminuzione dell'elasticità, della flessibilità delle vene, del loro allungamento e deformazione. Ciò è dovuto a un malfunzionamento delle valvole vascolari, la cui funzione principale è quella di garantire il corretto flusso sanguigno. A causa di questo fallimento, le vene traboccano di sangue, quindi si espandono gradualmente..

    I sintomi delle vene varicose sono:

    • pesantezza agli arti inferiori;
    • fatica;
    • ingrossamento delle vene safene;
    • rigonfiamento;
    • È un dolore sordo;
    • convulsioni, che si vedono più spesso di notte.

    Le donne sono particolarmente inclini alle malattie. Le vene varicose provocano molte complicazioni pericolose.

    Tromboflebite

    Si manifesta come conseguenza delle vene varicose. In questa malattia si combinano trombosi vascolare e infiammazione della parete venosa..

    • iperemia della pelle delle gambe;
    • dolore acuto alla palpazione;
    • alta temperatura;
    • debolezza generale.

    La tromboflebite è una malattia pericolosa che si verifica negli anziani.

    Blocco delle vene

    Fondamentalmente, con questa patologia, le vene profonde sono colpite. Le lacune sono ostruite da un coagulo di sangue, la cui formazione provoca uno stile di vita improprio.

    I segni di vene ostruite sono:

    • gonfiore degli arti inferiori;
    • sensazione di aumento della temperatura della pelle nella zona danneggiata;
    • sensazioni dolorose.

    Tutte le malattie vascolari elencate sono pericolose, perché possono provocare gravi conseguenze

    Pertanto, è importante sapere quali segni è necessario prestare attenzione per andare da uno specialista in tempo. Dopotutto, è più facile trattare la malattia nelle fasi iniziali rispetto a quando la patologia comporta molte altre condizioni spiacevoli

    Pensi ancora che sia impossibile CURARE COMPLETAMENTE?

    Soffri da molto tempo di continui mal di testa, emicranie, grave mancanza di respiro al minimo sforzo e più tutta questa pronunciata IPERTENSIONE? Ora rispondi alla domanda: ti va bene? TUTTI QUESTI SINTOMI possono essere tollerati? E quanto tempo hai già "sprecato" in un trattamento inefficace?

    Sapevi che tutti questi sintomi indicano un AUMENTO del livello di COLESTEROLO nel tuo corpo? Ma tutto ciò che serve è riportare il colesterolo alla normalità. Dopotutto, è più corretto trattare non i sintomi della malattia, ma la malattia stessa! Essere d'accordo?

    Ecco perché abbiamo deciso di pubblicare un'intervista esclusiva con il capo dell'Istituto di Cardiologia del Ministero della Salute della Russia - Akchurin Renat Suleimanovich, in cui ha rivelato il segreto del TRATTAMENTO del colesterolo alto. Leggi l'articolo >>>

    Sintomi e trattamento delle malattie vascolari degli arti inferiori

    La circolazione sanguigna nel corpo viene effettuata come segue: il sangue viene risucchiato nel cuore e quindi viene spinto attraverso il corpo attraverso i vasi sanguigni. La forza del battito cardiaco è tale che si diffonde alla periferia senza perdite.

    I vasi e il cuore formano un sistema chiuso in cui viene mantenuta una certa pressione. Il suo ottimo è regolato dall'influenza del sistema nervoso, che reagisce alle emozioni che sorgono in una persona..

    Alla periferia, non ci sono arterie o vene: ci sono capillari con una parete così sottile e un lume così piccolo che i globuli rossi letteralmente vi penetrano. Al momento del contatto della superficie degli eritrociti con la parete dei capillari, avviene uno scambio: gli eritrociti vengono "scaricati" dall'ossigeno e dalle sostanze per la nutrizione dei tessuti, e "caricati" di sostanze tossiche trasportate dal sangue agli organi dei sistemi di depurazione.

    Su entrambi i lati della rete di capillari, non solo cambia il lume dei vasi - più vicino al cuore, più ampio, ma compaiono anche segni che dividono gli organi sanguigni in due tipi: nella parete delle arterie - "rinforzo" muscolare, nelle pareti delle vene - valvole per impedire il flusso sanguigno giù.

    La funzione principale dei vasi è quella di trasportare il sangue: attraverso le arterie agli organi, attraverso le vene nelle cavità cardiache.

    In accordo con la struttura della parete vascolare, le malattie da essa sperimentate saranno diverse: per le arterie - atrofia delle strutture muscolari e crescita eccessiva del lume, per le vene - allungamento in larghezza con le conseguenti conseguenze.

    Trattamento alternativo

    I rimedi popolari e le ricette per il trattamento delle malattie vascolari degli arti inferiori sono numerosi e vari, hanno diversi gradi di efficacia, ma il loro utilizzo richiede un accordo obbligatorio con un flebologo, un angiologo o un chirurgo. In ogni situazione, non possono svolgere un ruolo di primo piano, ma sono applicabili solo come mezzo ausiliario.

    Dalle vene varicose

    Per preparare il tè all'ortica, versare un pizzico di erbe essiccate con un bicchiere di acqua bollente, lasciare agire per un'ora; bere l'infuso durante la giornata, suddiviso in 3 dosi; corso - sei mesi, con una pausa di 2 settimane alla fine di ogni mese.

    L'impacco all'aglio richiede aglio in una buccia bianca, che, dopo averla sbucciata e tagliata, viene mescolata con il doppio del volume del burro. La composizione finita viene applicata alle aree problematiche delle vene durante la notte.

    Per l'infuso di miele e aglio, è necessario mescolare 350 g di miele e 250 g di aglio tritato tritato e infondere la composizione per 2 settimane, prenderlo con cucchiai tre volte al giorno - uno 40 minuti prima dei pasti per uno o due mesi.

    Dall'aterosclerosi delle arterie delle gambe

    Aglio nella quantità di 50 g, sbucciato e schiacciato in un mortaio fino alla pappa, riempito con 1 bicchiere di vodka, conservato per 1 settimana in un luogo buio (non in frigorifero), agitando metodicamente. Prendi 10 gocce della composizione diluite con acqua tre volte al giorno. Dopo una pausa di due mesi, il corso viene ripetuto.

    Per sbarazzarsi del colesterolo in eccesso si utilizzano radici di tarassaco che, dopo l'essiccazione e il trito, vengono consumate, assumendo 1 cucchiaino prima di ogni pasto per sei mesi.

    La flebite e la tromboflebite sono pericolose malattie venose delle gambe

    A volte la parete venosa non è solo allungata, ma effettivamente infiammata. portando allo sviluppo della flebite.

    I sintomi di questa malattia dei vasi degli arti inferiori saranno come locali:

    • più o meno dolore;
    • iperemia e aumento della temperatura cutanea sul sito di infiammazione venosa.

    E generale nella forma

    • brividi;
    • aumento della temperatura;
    • debolezza e vari gradi di malessere sotto forma di mal di testa;
    • nausea e simili.

    La stessa vena colpita appare come una striscia rossa tesa e densa - un filo doloroso, "allungato" sotto la pelle lungo l'arto, la tensione della pelle durante i movimenti delle gambe aggrava nettamente il dolore.

    In caso di infiammazione della vena profonda dell'arto, l'immagine locale sarà opaca, sotto forma di gonfiore non nitido, dolore profondo focale, la pelle stessa sarà priva di segni di compattazione e acquisirà una tinta bianco latte.

    La flebite non deve essere del carattere più affilato, spesso diventa cronica, procedendo meno violentemente. A causa del danno obbligatorio all'endotelio con flebite, il rischio di sviluppare tromboflebite è alto..

    Quindi i segni di blocco delle vene si sovrappongono all'immagine della flebite. Può essere completo o parziale. Ma è sempre fisicamente palpabile sotto forma di un malessere che accompagna la condizione subfebrile.

    Il blocco locale si manifesta con i seguenti sintomi:

    • dolore lungo la vena. aumentando con i movimenti degli arti;
    • gonfiore delle gambe. evidente se confrontato con una gamba sana;
    • la presenza di foche-infiltrati simili a cordoni significativamente dolorosi, chiaramente palpabili nelle vene varicose safene;
    • la pelle sopra le lesioni è marcatamente iperemica, con una sfumatura di cianosi, lucentezza oleosa, edematosa e dolorosa, calda al tatto.

    Un forte gonfiore dell'arto dovrebbe suggerire una tromboflebite venosa profonda acuta.

    Con questa malattia, la temperatura corporea sale improvvisamente a 39-39,5 ° C, con brividi, mal di testa, vertigini e palpitazioni, grado inadeguato di aumento della temperatura. Il dolore agli arti è sia indipendente che aggravato dalla tosse.

    Oltre all'edema acuto dell'arto, si richiama l'attenzione sull'aspetto della pelle caratteristico della malattia. È bruscamente tesa, pallida, con uno schema cianotico marmorizzato e - fredda

    L'inizio del dolore "dietro le quinte" causato dalla palpazione della regione interna calcaneare-caviglia è caratteristico quanto il dolore quando la mano stringe il muscolo del polpaccio e quando il piede è piegato all'indietro..

    Sul lato affetto c'è un indebolimento del polso fino alla completa scomparsa e un aumento dei linfonodi regionali con il loro dolore non acuto. La malattia è raramente curata, spesso diventando cronica.

    Simile alle vene varicose, lo sviluppo di flebite e tromboflebite è possibile negli organi interni, causando disfunzioni delle loro funzioni, portando a disturbi circolatori in tutto il corpo.

    La flebite degli arti superiori può essere sia di natura infettiva-tossica che essere il risultato di manipolazioni mediche con le vene..

    I sintomi delle malattie vascolari delle gambe riconoscono la malattia vascolare degli arti inferiori

    I sintomi della malattia vascolare delle gambe sono una serie di segni comuni che indicano un flusso sanguigno alterato nelle arterie degli arti inferiori. La comparsa di tali sintomi è un motivo per sottoporsi a un esame dei vasi delle estremità al fine di identificare la causa e le caratteristiche del decorso della malattia.

    I sintomi delle malattie vascolari delle gambe sono molteplici. Alcune persone con malattia arteriosa periferica hanno sintomi lievi o assenti e altre avvertono un forte dolore alle gambe quando camminano (claudicatio intermittente). Un numero di segni indica violazioni del funzionamento del sistema vascolare. Sintomi comuni: dolore localizzato alle gambe (parte inferiore della gamba, piede, zona poplitea, muscoli del polpaccio), pesantezza muscolare e bruciore, freddo e intorpidimento. Sono osservati nell'aterosclerosi, nella tromboangioite obliterante degli arti inferiori e in altri disturbi.

    I principali sintomi

    I sintomi della malattia vascolare degli arti inferiori includono:

    • Crampi dolorosi all'anca, dolore muscolare alla coscia o alla parte inferiore della gamba dopo l'attività fisica, camminare o salire le scale (claudicatio intermittente).
    • Intorpidimento o debolezza alla gamba.
    • Freddezza della gamba o del piede rispetto all'altra gamba.
    • Ferite sulle dita dei piedi che non guariranno. Con occlusione vascolare - ulcere trofiche.
    • Scolorimento dei piedi.
    • Perdita o crescita lenta dei peli delle gambe.
    • Crescita ritardata delle unghie dei piedi.
    • Pelle lucida sulle gambe.
    • La mancanza di polso o il polso debole sulle gambe sono segni di malattia vascolare.
    • Disfunzione erettile negli uomini.

    A proposito di claudicatio intermittente

    La claudicazione intermittente (o malattia arteriosa periferica) è una lesione dei vasi sanguigni che riforniscono le gambe, solitamente causata dalla progressione dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe. ecco perché compare un gruppo di sintomi dolorosi, che sono chiamati claudicatio intermittente. Con un trattamento adeguato, si formano nuovi vasi (collaterali), fornendo sangue intorno alle arterie colpite.

    La claudicatio intermittente si presenta con sintomi che includono dolore muscolare o crampi alle gambe o alle braccia che si verificano con lo sforzo, ma si risolvono dopo pochi minuti di riposo. La localizzazione del dolore dipende dalla localizzazione dei vasi ristretti. Il dolore ai muscoli del polpaccio è tipico.

    La gravità dei sintomi della claudicatio intermittente può variare notevolmente, da un lieve disagio a un dolore debilitante - tutto dipende dal grado di ischemia degli arti inferiori. Grave claudicatio intermittente: un problema serio con la deambulazione o altre attività fisiche.

    Cosa fare?

    Avendo sentito i sintomi caratteristici delle malattie vascolari delle gambe, è necessario consultare un medico presso una clinica vascolare specializzata..

    I segni elencati sono anche caratterizzati da aterosclerosi delle arterie periferiche e endoarterite obliterante. e il processo infiammatorio dei vasi sanguigni. Per curare una malattia, stabilisci la causa principale della sua comparsa. Per questo, viene effettuato un esame completo delle navi. Per determinare la natura della malattia, saranno necessarie procedure diagnostiche: angiografia. Ecografia, TC. Sulla base dei dati ottenuti, il medico farà una diagnosi finale. Solo dopo inizia il trattamento dei vasi delle gambe, sui cui metodi leggi la prossima pubblicazione.

    Tromboflebite

    Questa malattia è caratterizzata dall'infiammazione delle pareti delle vene con un aumento simultaneo della viscosità del sangue, la formazione di coaguli di sangue, il restringimento del lume dei vasi sanguigni e una ridotta circolazione sanguigna. I coaguli di sangue sono pericolosi per la vita perché possono staccarsi e entrare in qualsiasi parte del sistema circolatorio, compresa l'arteria polmonare. Spesso la tromboflebite degli arti inferiori si sviluppa con vene varicose, ma ci sono altre cause della patologia:

    • Malattie infettive.
    • Lesioni agli arti inferiori.
    • Aumento della coagulazione del sangue.
    • Cambiamenti nella composizione del sangue, ad esempio, a seguito dell'assunzione di determinati farmaci.
    • Gravidanza e parto.

    La tromboflebite sviluppata con le vene varicose di solito colpisce la parte inferiore della coscia e il terzo superiore della parte inferiore della gamba. In questo caso, si notano i seguenti sintomi:

    • deterioramento generale della salute (malessere, febbre);
    • dolore nell'area della nave interessata, che aumenta con il movimento;
    • arrossamento e lucentezza della pelle nella proiezione della vena interessata;
    • gonfiore di una gamba dolorante e la sua notevole differenza rispetto a una sana in termini di dimensioni;
    • gli infiltrati sotto forma di guarnizioni simili a corde sono facilmente percepibili.

    Il trattamento della tromboflebite prevede principalmente l'assunzione di farmaci per fluidificare il sangue per prevenire la formazione di coaguli di sangue, seguita dall'inclusione di farmaci antinfiammatori. In presenza di un trombo, è indicato un intervento chirurgico, durante il quale viene eliminato il blocco della vena. Inoltre, è necessario indossare calze a compressione, l'uso di gel, massaggi, esercizi che migliorano la circolazione sanguigna nelle vene..

    L'infiammazione delle vene profonde e la formazione di coaguli di sangue in esse si chiama trombosi. Un trombo si forma rapidamente e, se è attaccato in modo lasco alla parete venosa, in qualsiasi momento può staccarsi e spostarsi lungo il letto vascolare.

    Le principali cause di trombosi sono le seguenti:

    Per saperne di più: aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori e farmaci per il trattamento

    • patologie vascolari congenite;
    • disturbi ormonali;
    • tumori;
    • lesioni con lesioni vascolari;
    • fratture;
    • interventi chirurgici;
    • paralisi delle gambe e paresi;
    • infezioni gravi;
    • peso in eccesso.

    Inoltre, i fattori provocatori includono:

    • età avanzata;
    • attività fisica pesante;
    • stile di vita sedentario;
    • riposo a letto prolungato e immobilità;
    • cattive abitudini (bere alcolici, fumare).

    I sintomi della malattia non sono sempre distinti. La trombosi può essere sospettata dai seguenti segni:

    • Scoppi, spasmi, dolori lancinanti la sera.
    • Intorpidimento e strisciamento degli stinchi.
    • Pesantezza alla gamba entro la fine della giornata.
    • Gonfiore e ingrossamento dell'arto colpito.
    • Assottigliamento della pelle di una gamba dolorante, pallore e cianosi.
    • Pelle lucida.
    • Aumento della temperatura (generale e locale).
    • Riempimento sanguigno delle vene superficiali e il loro modello pronunciato sotto la pelle.
    • La temperatura della gamba colpita è inferiore a quella del sano.

    Il trattamento della trombosi può essere conservativo e operativo. Nel primo caso vengono prescritti farmaci dei seguenti gruppi:

    • antinfiammatorio;
    • anticoagulanti di azione diretta e indiretta;
    • enzimi con proprietà trombolitiche;
    • agenti che migliorano la microcircolazione e il flusso sanguigno.

    Inoltre, viene mostrato un bendaggio elastico o indossare calze a compressione..

    Il trattamento chirurgico è prescritto per una grave infiammazione, un trombo fluttuante e un alto rischio di separazione del trombo con il successivo sviluppo di embolia polmonare. L'intervento più comune è la trombectomia, durante la quale viene rimosso un coagulo di sangue e viene ripristinato il flusso sanguigno..

    Malattie vascolari delle gambe e metodi del loro trattamento

    Di regola, la malattia vascolare delle gambe si verifica nel 2-3% della popolazione e dopo 50 anni in 5,7 persone su 100. Non è solo molto. Questo è un grosso problema sociale, perché una parte significativa dei malati sono persone in età lavorativa. È anche preoccupante che il numero di pazienti sia in costante aumento.

    Gambe doloranti. provocano molta sofferenza, a volte disabilitando la capacità di lavorare, rendono la vita insopportabile! Una varietà di malattie vascolari delle gambe oggigiorno supera le persone non solo gli anziani.

    L'essenza della malattia è in violazione del normale flusso sanguigno attraverso le arterie che alimentano i vasi delle gambe. Molto probabilmente, ciò è dovuto al fatto che c'è un restringimento dei vasi delle gambe o il loro blocco completo. L'apporto limitato di ossigeno ai tessuti spesso porta a varie complicazioni. Diventa più difficile muoversi, compaiono dolori lancinanti alle gambe. Nelle fasi critiche dell'ischemia, i tessuti muoiono, il che può minacciare la cancrena e l'amputazione.

    Malattie dei vasi delle gambe

    • Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Manifestato da dolore ai muscoli del polpaccio quando si cammina, claudicatio intermittente.
    • L'endarterite è una malattia vascolare cronica delle gambe, che colpisce principalmente le arterie delle gambe. I vasi si restringono gradualmente, fino al completo intasamento del loro lume con la necrosi dei tessuti privi di afflusso sanguigno. Sintomi: crampi, affaticamento delle gambe, poi claudicatio intermittente e dolore lancinante.
    • L'aterosclerosi obliterante dei vasi delle gambe è una malattia che si manifesta quando le pareti dei vasi arteriosi sono ispessite, a causa di depositi di colesterolo e lipidi, che a loro volta formano placche aterosclerotiche. causando un graduale restringimento del lume dell'arteria e portando alla sua assoluta sovrapposizione. I segni caratteristici sono aumento del dolore quando si salgono le scale, si corre, si cammina velocemente.
    • L'ostruzione acuta delle arterie delle estremità si verifica a causa dell'ipercoagulazione, dei cambiamenti nella parete arteriosa a seguito di un processo aterosclerotico o infiammatorio, nonché della patologia del flusso sanguigno. È accompagnato da spasmo arterioso sulla gamba dolorante e sana.
    • Le vene varicose sono una malattia in cui le vene perdono la loro elasticità, si dilatano e si allungano. Sintomi: presenza di vene dilatate, crampi notturni, sensazione di pesantezza alle gambe, iperpigmentazione della pelle nella zona della caviglia interna. Sono probabili complicazioni di sanguinamento o tromboflebite acuta.
    • La trombosi venosa acuta è la formazione di un coagulo di sangue in una vena associato a ipercoagulazione, trauma alla parete venosa o infiammazione, alterato deflusso di sangue. Sintomi: gonfiore dell'arto in rapido aumento, ipertermia locale, dolore e cianosi, che si verifica nei casi gravi ed è accompagnata da spasmo arterioso acuto.
    • La trombosi del sistema venoso superficiale è una malattia dei vasi delle gambe, che insorge sullo sfondo delle vene varicose, a cui spesso si unisce l'infezione. Il paziente lamenta arrossamento acuto, dolore alla gamba, infiltrazione lungo la vena trombizzata.

    Come curare l'infiammazione dei vasi delle gambe

    • Esercizi per drenare il sangue.
    • Una combinazione obbligatoria di allenamento dei vasi sanguigni e riscaldamento con bendaggio con bende elastiche degli arti inferiori.
    • Come agente trofico anti-infiammatorio, anti-infettivo, applicare impacchi con vodka.
    • Indicato bere abbondante con le erbe.

    Durante il corso di raffreddori acuti con complicazioni nei vasi delle gambe, è importante tenere conto del fatto che anche se il paziente è guarito e si sente meglio, non sta bene. Ciò è evidenziato da problemi con i vasi delle gambe, sotto forma di piccolo edema, arrossamento delle gambe, a volte contrazioni dei muscoli delle gambe, piccoli crampi ai polpacci, dolore tollerabile lungo le vene

    Ti consigliamo inoltre di leggere:

    • Blocco dei vasi sanguigni sulle gambe e modi per pulirli
    • Ecografia Doppler dei vasi degli arti inferiori
    • Bypassare l'innesto e la scansione duplex come metodi di trattamento delle navi degli arti inferiori
    • Esercizi per rafforzare i vasi sanguigni nelle gambe

    Questo indica davvero gravi processi patologici che hanno iniziato a verificarsi nei vasi degli arti inferiori. E con qualsiasi nuovo raffreddore, questi fenomeni si intensificheranno, perché si attivano focolai infettivi cronici, di conseguenza, insieme al raffreddore, è necessario trattare gli arti inferiori. È necessario interrompere i processi negativi alle loro prime manifestazioni, è anche necessario controllare i vasi delle gambe con uno specialista e, soprattutto, essere trattati fino al completo recupero.

    Flebeurisma

    Con le vene varicose, per una combinazione di ragioni, le pareti delle vene degli arti inferiori vengono stirate in modo non uniforme, provocando la comparsa di una tipica tortuosità dei loro canali e la formazione di "perle".

    Ma la patologia non si limita a un difetto estetico: le vene varicose complicano seriamente l'apporto di sangue ai tessuti degli arti inferiori, così come la circolazione sanguigna nel corpo nel suo insieme, portando ad un aumento dell'insufficienza venosa.

    E con il passaggio a ogni fase successiva, i sintomi della malattia aumenteranno: da un leggero "gonfiore" iniziale delle vene safene delle gambe al ristagno quasi completo di sangue in esse, da piccoli gonfiori e sensazioni spiacevoli della pelle a una completa perdita di sensibilità delle singole aree cutanee, da lieve iperemia alla completa distruzione pelle in questa parte del corpo con formazione di ulcere trofiche non cicatrizzanti.

    La malattia non è limitata alle vene varicose esterne: si sviluppa parallelamente negli organi pelvici. nelle aree dell'esofago. nelle vene del sistema testa-collo.

    Le vene varicose possono svilupparsi sulle mani da un duro lavoro costante, ma qui non è così pronunciato e pericoloso come sulle gambe.


Articolo Successivo
Aumento della VES nel sangue di un bambino