Dolore alla gamba


Il disagio e il dolore alle gambe possono avere diverse cause. Queste possono essere malattie gravi, come vene varicose degli arti inferiori, ulcere trofiche o malattie della colonna vertebrale, sistema nervoso. Il dolore alle gambe può verificarsi con malattie delle ossa e delle articolazioni, dei muscoli e dei tendini, dei linfonodi e dei vasi sanguigni. Spesso queste malattie sono associate l'una all'altra. Consideriamo alcuni sintomi principali.

La pesantezza alle gambe è più spesso associata a malattie vascolari

I problemi con gli arti inferiori derivano anche da una violazione del deflusso di sangue venoso e di conseguenza da un aumento della pressione nei vasi. La conseguente congestione venosa è la causa dell'irritazione delle terminazioni nervose e dello sviluppo del dolore. Molto spesso, tali dolori sono di natura "noiosa", c'è una pesantezza alle gambe. Pertanto, le vene varicose si sviluppano gradualmente. Visibile dall'esterno, interessa anche le grandi vene interne..

Il dolore al polpaccio quando si cammina si verifica più spesso quando le arterie sono bloccate o ristrette (aterosclerosi delle arterie). Si verifica quando si cammina e scompare dopo un breve riposo. A causa della compattazione delle pareti dei vasi sanguigni, una persona avverte un dolore costrittivo nei muscoli del polpaccio. Un sintomo caratteristico dell'aterosclerosi è la sensazione di piedi freddi, indipendentemente dalla stagione..

Se il dolore alle gambe aumenta con il movimento, un aumento del carico, ma allo stesso tempo il paziente può camminare e l'arresto non porta alla cessazione del dolore, allora ciò è molto probabilmente dovuto all'osteocondrosi lombosacrale con intrappolamento delle radici nervose.

Disturbi nel lavoro della colonna vertebrale, ad esempio nei dischi intervertebrali, portano alla comparsa dei cosiddetti dolori radianti, cioè irradianti alle gambe. La colonna vertebrale stessa potrebbe non ferire. Questo tipo di dolore include la sciatica (infiammazione del nervo sciatico). In questa malattia, il dolore dalla colonna vertebrale lungo il nervo sciatico viene trasmesso alle gambe.

Il dolore quando si cammina si verifica con malattie articolari

Con le malattie articolari, i dolori sembrano "torcere" le gambe. L'aggravamento di questa sindrome del dolore si osserva quando il tempo cambia. Negli stadi più gravi delle malattie articolari, il dolore può essere costante, a volte solo doloroso. Ciò è particolarmente vero per gli attacchi di dolore con la gotta..

I piedi piatti sono una delle cause del dolore alle gambe persistente.

Questa malattia si manifesta con una rapida stanchezza durante la deambulazione, una sensazione di "pesantezza di piombo" alle gambe. Il dolore più grave si verifica quando i muscoli delle gambe sono infiammati (miosite). Può verificarsi come complicanza di varie malattie, ad esempio l'influenza, a causa di attività fisica insolita (nei turisti, atleti alle prime armi) o lesioni ai muscoli delle gambe.

Con la miosite compaiono dolori doloranti nei muscoli delle gambe, aggravati dal movimento. Il dolore al piede e ai polpacci a riposo infastidisce una persona e nella posizione sdraiata, ma allo stesso tempo, se abbassi la gamba verso il basso, diminuisce o scompare. Inoltre, con la miosite, il paziente è costretto a smettere di camminare dopo un certo tempo. Inoltre, il piede in posizione orizzontale assume un colore pallido e quando abbassato diventa viola. Questa condizione si sviluppa con ischemia critica degli arti a causa di danni arteriosi..

Le principali malattie che portano all'ischemia critica sono l'aterosclerosi, la tromboangioite e l'endarterite (infiammazione delle arterie), il danno vascolare nel diabete mellito.

Il dolore a riposo, aumenta con il movimento: questo accade con l'infiammazione del nervo sciatico, la radicolite.

Se il dolore alle gambe è accompagnato da arrossamento e gonfiore, è pulsante, trasformandosi in una sensazione di bruciore sotto la pelle, con foche dolorose lungo le vene, questa può essere tromboflebite. Con la tromboflebite, il dolore è permanente, soprattutto per il dolore ai muscoli del polpaccio.

Un forte dolore alla parte inferiore della gamba a riposo con febbre e brividi, nonché un forte arrossamento della pelle, molto probabilmente parlano a favore dell'erisipela. Il dolore alle dita può essere associato a ischemia critica.

Spesso, il dolore si verifica alle articolazioni delle dita con poliartrite, gotta. Il dolore lungo la parte posteriore o laterale della gamba dal tallone al gluteo è caratteristico della sciatica, infiammazione del nervo sciatico (sciatica).

Il dolore a scoppio nella parte inferiore della gamba si verifica spesso con la trombosi venosa profonda ed è spesso accompagnato da edema denso. Il dolore ai muscoli della parte inferiore della gamba è caratteristico quando si piega il piede e quando si sentono i muscoli. C'è anche un forte dolore scoppiettante con edema linfatico (linfedema), specialmente negli stadi avanzati.

Se il dolore scoppiettante nella parte inferiore della gamba è accompagnato da una febbre alta, allora in questo caso è necessario escludere il flemmone - infiammazione purulenta. Anche i disturbi dei nervi periferici possono scatenare dolore alle gambe.

Con la nevralgia, il dolore è parossistico e si verifica lungo le fibre nervose. Negli intervalli tra gli attacchi, non c'è praticamente dolore e l'attacco doloroso stesso può durare da alcuni secondi a diversi minuti.

Il principio dei dottori "Narana": il corpo è un tutto unico

Medici della clinica "Naran": non eliminiamo i singoli sintomi della malattia, ma identifichiamo le vere cause del dolore alle articolazioni delle gambe e lo eliminiamo. Per fare questo, prima di tutto, è necessario scoprire la causa della malattia, perché qualsiasi sintomo doloroso significa che uno o anche tre dosha (principi di vita) sono diventati squilibrati nel corpo: "vento" (sistema nervoso), "bile" (sistema digerente) e " muco "(sistemi endocrino e linfatico).

Ciò porta all'inquinamento del sangue, al rallentamento del suo flusso, alla ridotta circolazione del qi e dell'energia sanguigna, alla trasmissione degli impulsi nervosi, all'obesità e ad altre spiacevoli conseguenze che provocano l'emergere di malattie croniche complesse.

Il dolore alle gambe può essere foriero di disturbi più gravi, quindi ti consigliamo di non mettere la tua assistenza sanitaria nel dimenticatoio!

  • Sessione di trattamento complessa

Un insieme di procedure a costo fisso. Ideale per il trattamento di qualsiasi malattia.

Completa perfettamente i trattamenti e ti cura dall'interno.

Qualsiasi sessione di trattamento complesso inizia con esso..

Migliora la circolazione sanguigna e la circolazione sanguigna

Influenza i punti biologicamente attivi, attivando il processo di guarigione.

Cause di dolore doloroso e dolori alle gambe quando si è sdraiati la sera

Il dolore alle gambe appare per vari motivi, sia gli uomini che le donne ne soffrono. È possibile sbarazzarsi della malattia solo quando il fattore che ha provocato il malessere è stabilito in modo affidabile.

Cause di dolore alle gambe

Il dolore agli arti inferiori è causato da fattori sia esterni che interni.

Cause fisiologiche

Spesso la sera, le gambe fanno male ("ronzio") a causa di:

  • affaticamento fisico del corpo dovuto a camminare, correre o stare in piedi prolungati;
  • presenza a lungo termine del corpo in una posizione scomoda, seduta frequente durante il giorno;
  • forte allenamento fisico, distribuzione irregolare del carico sugli arti;
  • trasportare pesi.

Se un sintomo simile si manifesta e non è stata identificata alcuna patologia latente o palese, in questo caso una persona ha solo bisogno di riposare e rilassarsi. Utile per fare un pediluvio caldo rilassante con l'aggiunta di oli essenziali.

Cause patologiche

Se le gambe fanno costantemente male, la fonte di sensazioni spiacevoli può essere associata a malattie degli organi interni e dei loro sistemi. Per sbarazzarsi della malattia, è necessario agire sulla causa principale che ha causato il malessere.

Insufficienza venosa

Se le gambe fanno male di notte, la causa potrebbe essere l'insufficienza venosa, una patologia che si verifica a causa del malfunzionamento delle valvole venose. Di conseguenza, il normale movimento del sangue attraverso i vasi viene interrotto, ristagna, si verificano vene varicose.

I dolori notturni alle gambe associati a patologia vascolare sono caratterizzati da:

  • sensazione di pienezza e pesantezza;
  • dolore;
  • la formazione di una rete sanguigna visibile sotto la pelle.

A seconda delle navi colpite, viene emessa una carenza:

  1. cronico - associato a traumi alle vene superficiali;
  2. valvolare - copre i vasi perforanti che uniscono le vene superiori e profonde;
  3. acuto - a causa del lavoro anormale dei vasi sanguigni localizzati in profondità.

I forti dolori alle gambe sono più comunemente preoccupati per:

  • donne incinte;
  • anziani;
  • adolescenti;
  • donne che assumono contraccettivi ormonali.

L'insufficienza venosa può causare trombosi e blocco vascolare. Il danno alle grandi arterie o all'aorta può causare la morte del paziente.

Aterosclerosi vascolare

Una malattia in cui c'è un restringimento del lume all'interno delle arterie. Porta al fatto che i tessuti degli arti inferiori cessano di essere saturi di ossigeno, inizia l'ischemia, i muscoli iniziano a morire gradualmente. La fame di ossigeno e la morte cellulare portano a un deterioramento delle condizioni del paziente. Se una persona non riceve assistenza in modo tempestivo, in futuro potrebbe essere necessaria l'amputazione dell'arto malato..

I sintomi della malattia, manifestati a seconda del grado del suo sviluppo:

  1. una sensazione di formicolio e intorpidimento, pelle pallida, aumento della sudorazione dei piedi (una condizione causata da una diminuzione del lume vascolare);
  2. difficoltà di movimento, comparsa di dolore alle gambe e zoppia;
  3. il verificarsi di dolore a riposo (preoccupazioni notturne);
  4. la comparsa di ulcere trofiche e zone morte sui piedi.

L'ischemia degli arti inferiori influisce negativamente sul corpo e può portare alla comparsa di complicazioni di vario genere (cancrena, sepsi, insufficienza renale e multiorgano, intossicazione, paralisi muscolare e gonfiore).

Danni ai nervi

Il pizzicamento del nervo sciatico, una grande fibra innervante che si estende lungo l'intero arto dalla colonna lombare alla suola, porta al verificarsi di sensazioni di dolore frequenti ma a breve termine nella regione degli arti inferiori e fornisce la sensibilità di tutte le fibre muscolari che si trovano qui.

Il dolore neurologico alle gambe si verifica quando:

  • ernia intervertebrale;
  • malattie della colonna vertebrale, caratterizzate dalla compressione dei dischi intervertebrali (osteocondrosi);
  • gravidanza (l'utero in aumento inizia a premere sulla colonna vertebrale e provoca la compressione delle terminazioni nervose);
  • ha subito lesioni, malattie oncologiche, tumori.

Aumenta il rischio di anomalie:

  • ipotermia della schiena;
  • tubercolosi della regione lombare;
  • fuoco di Sant'Antonio;
  • diabete;
  • sclerosi multipla;
  • processi infiammatori che coinvolgono gli organi pelvici;
  • lesioni, colpi alla colonna lombare.

I segni caratteristici del danno al nervo sciatico sono:

  1. Sindrome del dolore acuto: inizia nella parte posteriore, quindi scende fino al tallone. Localizzato nella parte posteriore della coscia e nella parte inferiore della gamba. Sente dolore a tutta la gamba quando si cammina, peggiora quando si starnutisce o si tossisce.
  2. Limitazione delle capacità motorie.
  3. Cambiamento nella fisiologia dell'andatura.
  4. Convulsioni.

Malattie della colonna vertebrale

Il dolore da tiro è spesso un sintomo di una malattia della colonna vertebrale: l'osteocondrosi. Il sintomo si avverte nella coscia e nella parte inferiore della gamba, si irradia all'articolazione del ginocchio e non si manifesta sempre nella parte bassa della schiena. Per stabilire in modo affidabile la causa della malattia, è necessario eseguire una diagnosi corretta e completa.

Malattie delle articolazioni

Il dolore costante alle gambe si verifica quando sono colpite le grandi articolazioni. Possono soffrire solo gli arti destro o sinistro, o entrambi allo stesso tempo. Le articolazioni più a rischio sono:

  • anca: il dolore è localizzato nella coscia;
  • ginocchio: copre l'area del ginocchio;
  • caviglia: si avverte tremore e debolezza al piede.

Il dolore lancinante è un segno di artrite reumatoide che colpisce le piccole articolazioni.

Quando si feriscono legamenti o tendini si avvertono malessere e indolenzimento.

In caso di lesione, al paziente viene mostrato il passaggio della risonanza magnetica o dei raggi X delle aree malate.

Danno osseo

L'osteomielite è una malattia associata alla distruzione del midollo osseo. Il processo infiammatorio, provocato da malattie infettive, procede all'interno del tessuto osseo e porta al fatto che tutti gli elementi dell'osso sono interessati (il più delle volte il più grande - il femore - l'osso è colpito).

La malattia si manifesta in diverse forme in base alle condizioni della sua origine:

  • post traumatico;
  • armi da fuoco;
  • postoperatorio;
  • contatto.

A giudicare dall'intensità della manifestazione, distinguono il decorso acuto e cronico della malattia.

I segni caratteristici della patologia sono:

  1. improvviso dolore acuto nella zona delle gambe, allo stesso tempo le ossa fanno male e si torcono;
  2. la formazione di una fistola passante nell'osso;
  3. la comparsa di secrezione purulenta dal foro formato o l'aspetto di un ascesso all'interno dell'osso.

Con una complicazione della malattia, si verifica la deformazione delle ossa e delle articolazioni, la formazione di tumori maligni.

Spesso l'anomalia si manifesta a causa della lesione del sistema muscolo-scheletrico. In caso di rilevamento prematuro e assenza di un trattamento mirato a tutti gli effetti, la malattia può provocare un esito fatale..

Patologia muscolare

La miosite, o infiammazione delle fibre muscolari, si verifica a causa di un'infezione. La malattia può colpire varie parti del corpo. I principali sintomi della malattia sono dolore doloroso alle gambe (alle dita dei piedi), debolezza muscolare, comparsa di gonfiore nella zona interessata.

Il paziente può essere disturbato da febbre, malessere generale, mal di testa. Alla palpazione della zona interessata, si avverte la presenza di tenute dure di tessuto estraneo sotto la pelle.

La malattia si manifesta in forme acute e croniche. Il primo si verifica durante un'attività fisica prolungata. Il secondo è caratterizzato da manifestazioni periodiche di dolore moderato. Spesso, il disagio è localizzato nei muscoli del polpaccio..

Malattie sistemiche del tessuto connettivo

Associato a dolori articolari causati da fattori ereditari. L'anomalia è caratterizzata dall'autodistruzione del tessuto cartilagineo dovuta alla presenza di anticorpi attivi nel corpo umano. La malattia procede in periodi, ci sono fasi di remissione ed esacerbazione.

Piedi piatti

La malattia è causata dalla formazione di archi irregolari del piede (protrusioni ossee), a seguito delle quali si appiattiscono e si deformano. Se in una persona sana la suola ha alti e bassi anatomici, allora in un paziente che soffre di piedi piatti, non lo fanno.

La patologia è congenita, associata a uno sviluppo intrauterino anormale del feto e acquisita, che si manifesta nel processo della vita del paziente.

I principali segni della malattia sono:

  1. usura attiva della scarpa dall'interno della suola;
  2. rapido affaticamento delle gambe quando si cammina;
  3. sensazione di stanchezza, dolore ai piedi alla fine della giornata;
  4. sensazioni dolorose;
  5. deformazione delle ossa.

I piedi piatti spesso si sviluppano:

  • nelle donne che preferiscono le scarpe col tacco alto;
  • nelle persone con stili di vita inattivi, sovrappeso e obesità;
  • per i lavoratori la cui attività professionale è associata al trasporto di pesi, distribuzione impropria dell'attività fisica.

L'appiattimento delle arcate porta alla rottura del normale assorbimento degli urti del tronco durante la deambulazione. In considerazione di ciò, il corpo subisce shock quando si muove, gli organi interni soffrono. Con un grave sviluppo della malattia, una persona può perdere la capacità di camminare normalmente e diventare disabile.

Trauma

Il dolore acuto accompagna fratture, lussazioni, distorsioni, quando il piccolo o la tibia è ferito. In caso di infortunio al ginocchio, la gamba colpita fa male davanti e sotto, sotto la rotula, si gonfia, si avverte una mobilità anormale della rotula.

Quando un arto è contuso, sulla sua superficie anteriore o posteriore compaiono ematomi e contusioni, può verificarsi la rottura dei tessuti molli.

Ipodynamia

Uno dei motivi più comuni per cui fa male alle gambe è il ristagno di sangue nei vasi dell'arto a causa di una diminuzione del tono muscolare. La patologia è provocata dalla bassa mobilità, a seguito della quale i muscoli cessano di ricevere sostanze nutritive e ossigeno, si verifica l'ischemia dei tessuti. Dolori muscolari, gambe intorpidite.

  1. debolezza generale e letargia dei muscoli;
  2. sonnolenza (insonnia);
  3. sbalzi d'umore, irritabilità, stato mentale instabile;
  4. perdita di appetito;
  5. diminuzione delle prestazioni e apatia.

A livello fisiologico, il metabolismo è disturbato, la sintesi proteica diminuisce, si osservano cambiamenti distrofici nell'osso e nel tessuto muscolare.

Primo soccorso

Per alleviare il benessere del paziente e ridurre dolore, gonfiore, manifestazioni convulsive alle gambe, si consiglia:

  • ridurre l'attività fisica lentamente, gradualmente;
  • applicare un impacco freddo con ghiaccio: aiuta a rimuovere l'acqua in eccesso dal corpo;
  • se ferito, sollevare l'arto per alcuni minuti;
  • se il dolore ritorna un paio d'ore dopo l'infortunio all'arto, puoi mettere una piastra elettrica sul punto dolente o fare un bagno caldo;
  • massaggiare la zona interessata;
  • in caso di crampi agli arti, si consiglia di stare con i piedi su una superficie fresca, pungere il muscolo spasmodico con un oggetto appuntito; si possono allungare le gambe stando sdraiati e appoggiare il piede sulla testiera;
  • preparare un pediluvio a contrasto;
  • strofinare l'olio di abete sui punti dolenti.

Se il dolore si manifesta regolarmente e si intensifica, è imperativo consultare un medico specialista..

Quale medico contattare?

Per scoprire perché ti fanno male le gambe, dovresti prima visitare un terapista. Il medico prescriverà i test necessari, identificherà il problema esistente. A seconda dei risultati dell'esame, potrebbe essere necessario consultare un chirurgo vascolare (flebologo), traumatologo ortopedico, dermatologo, reumatologo, neurologo.

Diagnostica

Per stabilire la fonte della patologia, al paziente viene mostrato il passaggio:

  1. esame ecografico di articolazioni, fibre muscolari, vasi sanguigni;
  2. Raggi X degli arti inferiori;
  3. TC e risonanza magnetica;
  4. elettromiografia.

Questi metodi consentono di vedere e valutare le condizioni di tutte le parti strutturali degli arti inferiori, determinare la posizione della patologia, la gravità della lesione.

Trattare il dolore alle gambe

I metodi per eliminare il dolore dipendono dalla patologia identificata. Solo il medico curante dovrebbe determinare la tattica del trattamento e prescrivere farmaci..

Farmaco

La selezione dei farmaci è determinata dalla natura e dalla posizione del dolore. Quindi, per alleviare rapidamente la sindrome del dolore acuto nei muscoli e nelle articolazioni delle gambe, prescrivono:

  • analgesici (chetonal, ibuprofene);
  • condroprotettori che ripristinano il tessuto cartilagineo (Condroitina, Artra, Structum, Dona, Teraflex);
  • medicinali antinfiammatori (Fastum, Voltaren-gel).

Se una persona ha dolori alle gambe o altri sintomi vividi di un'anomalia vascolare, allora in questo caso è indicato assumere farmaci che migliorano la circolazione sanguigna:

  • Ginkor Forte;
  • Detralex;
  • Trental.

Se vuoi abbassare il livello di colesterolo nel sangue, allora prescrivi:

  1. Helestyramine;
  2. Lovastatina;
  3. acido nicotinico;
  4. unguento a base di Sophora officinalis.

Con la miosite, è necessario assumere antidolorifici e farmaci che prevengono l'infiammazione delle ossa e dei muscoli (Dolex, Apizatron, Fanigan). Se c'è un'infezione nel corpo, vengono aggiunti antibiotici.

Esercizi

L'attività fisica aiuta ad alleviare le tensioni muscolari, normalizza i muscoli e l'intero sistema muscolo-scheletrico, previene l'ipodynamia e l'atrofia delle fibre muscolari.

Per sbarazzarsi di spiacevoli sensazioni dolorose alle gambe, si consiglia di eseguire le seguenti tecniche:

  • da seduti allungate le gambe davanti a voi, coprite la suola con entrambe le mani e tiratela verso il basso, quindi riportatela nella posizione originale;
  • afferra il piede con le dita e gira a destra;
  • sedersi su una sedia, far rotolare una palla sul pavimento a piedi nudi.

Per la prevenzione dei piedi piatti, è utile camminare a piedi nudi su superfici irregolari, sabbia, ciottoli, erba. Un tappetino da massaggio può essere utilizzato per lo stesso scopo..

Si consiglia l'esercizio quotidiano. Con un lavoro sedentario prolungato, è necessario fare periodicamente ginnastica, fare piacevoli passeggiate.

Massaggio

I movimenti del massaggio hanno un effetto benefico sui muscoli degli arti:

  • alleviare lo stress;
  • migliorare la salute e l'umore;
  • stimolare la circolazione sanguigna;
  • allevia l'infiammazione;
  • prevenire la formazione di ristagni di liquidi nei tessuti.

Il massaggio inizia con colpi leggeri, quindi include applausi, pizzicotti, sfregamenti. Durante la procedura, è necessario assicurarsi che non sorgano sensazioni dolorose. Se compaiono, la manipolazione deve essere interrotta immediatamente..

Il massaggio non è prescritto in presenza di malattie della pelle, ferite, ustioni, congelamento, trombosi, vene varicose, infiammazioni, disturbi della coagulazione del sangue.

Fisioterapia

I metodi di fisioterapia sono i più efficaci, influenzano il corpo in modo delicato e puntuale, hanno un piccolo numero di effetti collaterali.

Se ti fanno male le gambe, ti viene prescritto:

  • magnetoterapia - trattamento con un campo magnetico;
  • elettroforesi: l'introduzione di un farmaco attraverso l'uso di una corrente elettrica;
  • terapia laser: esposizione all'area interessata con un raggio laser.

La fisioterapia non è prescritta in presenza di malattie oncologiche, patologie polmonari e cardiovascolari, malattie renali ed epatiche, lesioni cutanee, infezioni acute.

Non è consentito effettuare tali sessioni di trattamento per donne incinte e per persone con disturbi mentali.

Rimedi popolari

Per sbarazzarsi del forte dolore alle gambe che spesso si verifica di notte, si consiglia di utilizzare le seguenti ricette:

  1. Comprime con miele. La sostanza viene utilizzata per lubrificare l'arto malato, applicare una benda e indossarla durante il giorno. Sono trattati in modo simile ogni giorno fino a quando non arriva il sollievo..
  2. Bagni di contrasto con fiori di tiglio e sale (alleviano pesantezza e stanchezza ai piedi).
  3. Tintura di bardana. Le foglie della pianta vengono passate attraverso un tritacarne, mescolate con vodka o alcol in proporzioni uguali, insistono, quindi vengono trattate le ginocchia doloranti.
  4. Lozioni di woodlice. Una manciata di erba fresca viene versata in un bicchiere di acqua bollente, infusa. Nella composizione risultante, il tessuto viene inumidito, applicato alle articolazioni doloranti.

Si consiglia di utilizzare metodi non convenzionali solo come aggiunta al trattamento principale. Affinché le ricette popolari siano efficaci e non aggravino la situazione, devi prima consultare un medico.

Metodi chirurgici

In una fase iniziale delle vene varicose e delle malattie articolari, vengono utilizzati metodi di trattamento minimamente invasivi:

  • Artroscopia: l'introduzione di un dispositivo speciale con una telecamera nella cavità articolare, con l'aiuto del quale il medico esegue un esame visivo dell'area interessata, rimuove le parti ferite dell'articolazione, i topi articolari, ecc..
  • Scleroterapia - trattamento delle vene varicose influenzate dall'uso di sclerosante - una sostanza sotto l'influenza della quale le vene patologiche si attaccano e gradualmente si rimuovono.
  • Coagulazione laser: influenza sulle aree malate con un raggio laser.
  • Cryoflebextraction: esposizione al freddo su navi ferite.

Il trattamento minimamente invasivo fornisce:

  1. lesioni minime ai tessuti del corpo: tutte le manipolazioni vengono eseguite attraverso una piccola incisione (puntura) o senza violare l'integrità della pelle;
  2. operazione rapida e indolore: l'intera procedura richiede dai 15 ai 30 minuti;
  3. nessun rischio di ricaduta.

Se le tattiche di trattamento scelte non aiutano e il dolore alle gambe non scompare, così come nelle fasi gravi dello sviluppo della malattia, ricorrono alla rimozione chirurgica delle vene.

L'intervento è prescritto in caso di grave frattura dell'arto con presenza di più frammenti ossei (parti dell'osso sono realizzate a mano), rotture di legamenti o fibre nervose.

Complicazioni di malattie accompagnate da dolore alle gambe

Il dolore alle gambe causato da cause patologiche richiede un'attenzione immediata. In caso di cure mediche premature, si può osservare quanto segue:

  • sepsi (avvelenamento del sangue dovuto a infezione);
  • la comparsa di ulcere trofiche;
  • cancrena;
  • perdita di sensibilità e attività motoria.

Una malattia trascurata è irta di disabilità o addirittura di morte per il paziente..

Prevenzione del dolore alle gambe

La prevenzione del dolore agli arti inferiori include:

  1. prevenzione di lesioni, piedi piatti, malattie somatiche, eccesso di peso;
  2. distribuzione uniforme del carico;
  3. evitare lo stress e la tensione nervosa;
  4. mantenere uno stile di vita sano: eliminare le cattive abitudini, osservare una corretta alimentazione;
  5. mantenere uno stile di vita attivo;
  6. rilevazione e trattamento tempestivi di patologie latenti;
  7. indossare abbigliamento e calzature di alta qualità realizzati con materiali naturali;
  8. aderenza al sonno e al riposo (dovresti dormire almeno 8 ore al giorno).

Affinché le gambe non facciano male e la persona abbia un aspetto e si senta in buona salute, è necessario monitorare i propri sentimenti e, quando compaiono i primi segnali di allarme, cercare un aiuto qualificato da un medico. Ti dirà in dettaglio per quali malattie ti fanno male le gambe, stabilirà un motivo specifico, prescriverà un trattamento.

Non dovresti impegnarti nell'auto-guarigione, poiché ciò può peggiorare le condizioni fisiche e portare a conseguenze disastrose..

Dolore alle gambe - 14 possibili cause

Il dolore alle gambe è spesso un sintomo di gravi condizioni mediche che devono essere trattate nelle prime fasi dello sviluppo, quindi non ignorare le gambe se si sentono a disagio o doloranti ogni notte.

Non prenderemo in considerazione la solita stanchezza che si accumula nelle gambe la sera e scompare senza lasciare traccia al mattino. Concentriamoci su problemi più seri.

Endarterite - infiammazione del rivestimento interno delle arterie

Sintomi Dopo i primi 50-100 passi, c'è dolore acuto e intorpidimento alle gambe. Se riposi, i sintomi scompaiono, ma dopo aver ripreso a camminare ritornano dopo 20-30 passi. Il dolore al piede e al polpaccio può essere anche se la persona è sdraiata, ma se la gamba viene abbassata, il dolore scompare.

Cosa fare. Smetti di fumare (la nicotina favorisce l'ischemia vascolare) e contatta un chirurgo vascolare. Sarà necessario fare un esame completo: risonanza magnetica, angiografia, ecografia vascolare, esami del sangue. In caso di forte dolore improvviso, chiamare un'ambulanza, questo potrebbe essere un segno di blocco di una grande arteria. La malattia viene trattata con metodi conservativi e chirurgici..

Aterosclerosi delle arterie

Sintomi Dolore e crampi ai muscoli del polpaccio, che peggiorano quando si cammina, si corre, si salgono le scale e possono anche disturbarti di notte. I piedi sono freddi in inverno e in estate. Mancanza di pulsazioni chiare sull'alluce. Negli uomini: la scomparsa dei peli sulle dita dei piedi e problemi di potenza.

Cosa fare. Smetti di fumare e assicurati di visitare un chirurgo vascolare. Supera la diagnostica appropriata. Un trattamento tempestivo ti salverà dalla cancrena e dall'amputazione.

Artrosi, artrite

Sintomi Dolore acuto "torcente" alle articolazioni quando si cammina o si sta in piedi per molto tempo. In questo caso, le articolazioni sono deformate. Il dolore aumenta con il cambiamento del tempo, c'è gonfiore doloroso e arrossamento delle articolazioni.

Cosa fare. Visita un reumatologo il prima possibile, prendi i raggi X delle articolazioni e fai un esame del sangue clinico completo. Il trattamento è solo completo: assunzione di farmaci appropriati, fisioterapia, dieta, terapia fisica, massaggi.

Malattie genito-urinarie

Sintomi Dolore ai fianchi.

Cosa fare. Ultrasuoni degli organi pelvici.

Tromboflebite

Sintomi Il dolore costantemente pulsante si trasforma spesso in una sensazione di bruciore ai muscoli del polpaccio. Rossore e gonfiore, noduli dolorosi lungo le vene.

Cosa fare. Vai immediatamente da un chirurgo vascolare. Eseguire un'angiografia per valutare le condizioni delle vene durante l'intera continuazione, per determinare il grado della loro scoria, per identificare la minaccia di una rottura del trombo. Supera un esame del sangue per fattori infiammatori non specifici. La maggior parte dei pazienti può essere curata in regime ambulatoriale sotto controllo medico.

Conseguenza delle fratture

Sintomi Dolore doloroso quando si cammina sul sito della frattura.

Cosa fare. Rafforza i muscoli corrispondenti con esercizi speciali, grazie ai quali il tessuto osseo sarà più denso e il carico sulle ossa diminuirà durante le attività quotidiane. Indossare dispositivi ortopedici speciali - ortesi. Non interferiscono con il movimento degli arti, mantengono i muscoli in buona forma, ma allo stesso tempo assumono parte del carico.

Sperone calcaneare

Sintomi Dolore acuto e improvviso al tallone, di solito mentre si cammina o si corre.

Cosa fare. Questo è solo il caso in cui il tempo è uno dei migliori guaritori. È utile perdere peso - per ridurre il carico sui piedi. Sottoponiti a una radiografia per confermare la diagnosi di uno sperone calcaneare. Per il trattamento vengono utilizzati farmaci antinfiammatori, massaggi speciali, terapia laser, solette ortopediche e linguette per il tallone.

Diabete

Sintomi Le gambe sviluppano crampi (soprattutto di notte), gonfiore, debolezza e dolore, la pelle delle gambe diventa secca, compaiono desquamazione e prurito. Spesso le gambe "diventano insensibili" in loro c'è una sensazione di gattonare, formicolio.

Cosa fare. Dona il sangue per l'analisi e poi agisci sulla base del risultato del test.

Osteoporosi

Sintomi Crampi alle gambe e forti dolori ai polpacci sono chiari segni di carenza di calcio. Il problema è più tipico per le donne dopo i 40 anni..

Cosa fare. Sottoponiti a un test che misuri la densità ossea e agli esami del sangue appropriati. Se viene rilevata una carenza di calcio, il medico prescriverà una dieta appropriata e farmaci speciali.

Mialgia

Sintomi Il dolore ai muscoli delle cosce è spasmi, tiri o tagli. Può aumentare con il sovraccarico fisico, specialmente con tempo umido o freddo..

Cosa fare. Consulta un neurologo. Per il trattamento vengono utilizzati farmaci antinfiammatori, unguenti e gel per alleviare il dolore..

Gotta

Sintomi Dolore palpitante acuto all'alluce, indipendentemente dal carico. Il dito si gonfia e diventa rosso, caldo e sensibile.

Cosa fare. Per fare una diagnosi sono sufficienti un esame da un reumatologo e un esame del sangue da una vena. La gotta viene trattata con farmaci antinfiammatori non steroidei e farmaci che inibiscono la produzione di acido urico. Nella fase iniziale della malattia e per la prevenzione, è necessario limitare l'uso di: alcol, piatti di carne e pesce, brodi ricchi, snack caldi, condimenti, funghi, legumi, pomodori, spinaci, caffè, cacao, cioccolato.

Flebeurisma

Sintomi Disegnare spiacevoli dolori alle gambe, peggio verso la fine della giornata. Le gambe "ronzano" in modo che tu voglia sdraiarti e lanciarle più in alto.

Cosa fare. Indossare calze a compressione: allevia il dolore e rallenta lo sviluppo della malattia per un po '. Assicurati di andare da un chirurgo vascolare con sintomi allarmanti e fai un'ecografia delle vene. Ulteriori trattamenti saranno prescritti da un medico. Nelle prime fasi, la malattia può essere trattata con successo in modo conservativo: mediante scleroterapia iniettiva, esercizi speciali.

Osteocondrosi lombosacrale

Sintomi Dolore acuto alle gambe, aggravato dall'aumento del carico e dai movimenti improvvisi. Riposare in posizione supina non fornisce un sollievo tangibile. Il dolore di solito si diffonde lungo la parte posteriore e laterale della gamba dal tallone ai glutei.

Cosa fare. Consulta un neurologo o un vertebrologo. Se si è formata un'ernia del disco, può essere rilevata con una risonanza magnetica. Dopo aver analizzato i dati e l'osservazione, il medico sceglierà quale metodo trattare il paziente: conservativo o chirurgico.

Piedi piatti

Sintomi Dolore doloroso ai piedi e alle gambe, che aumenta la sera. Stanchezza quando si cammina.

Cosa fare. Non iniziare la malattia, ma consultare un ortopedico. Se possibile, evita di indossare scarpe con tacchi alti e dita strette. Eseguire esercizi speciali per i piedi la sera e indossare supporti per il collo del piede.

Articoli aggiuntivi con informazioni utili

Le articolazioni delle gambe sono sottoposte a stress costante, il che, in condizioni esterne sfavorevoli, può portare a sensazioni dolorose. Per ripristinare i giunti, è necessario utilizzare misure complesse ed è molto buono se l'acqua minerale è inclusa in questo complesso di misure. Leggi di più.

Spesso le gambe infastidiscono una persona a causa di sensazioni dolorose nei muscoli e nelle articolazioni. Le ragioni di questa condizione possono essere diverse, ma per la maggior parte di esse puoi migliorare il tuo benessere con l'aiuto del massaggio o dell'automassaggio dei piedi. Leggi di più.

Gambe ferite: cause, diagnosi, trattamento

Persone di età diverse spesso si lamentano di dolore alle gambe. Ciò è dovuto al fatto che molte malattie e condizioni possono diventare la causa della sindrome. Alcuni di loro causano gravi danni alla salute e, senza un trattamento tempestivo, sono pericolosi per la vita. Per evitare lo sviluppo di complicanze in caso di dolore alle gambe, è necessario consultare un medico per un consiglio. L'autotrattamento è inaccettabile in questo caso..

  • 1. Cause di dolore alle gambe
    • 1.1. Insufficienza venosa
    • 1.2. Malattia arteriosa
    • 1.3. Polineuropatia
    • 1.4. Osteocondrosi
    • 1.5. Patologia articolare
    • 1.6. Dolore alle gambe nei bambini e nei giovani adulti

    A seconda dell'età della persona, sono più probabili alcune cause di dolore alle gambe. Gli anziani hanno maggiori probabilità di soffrire di malattie degenerative di vari sistemi corporei. Le cause più comuni di dolore alle gambe sono:

    • insufficienza venosa;
    • insufficienza arteriosa;
    • danno ai nervi periferici (polineuropatia);
    • osteocondrosi;
    • malattie articolari.

    Molto spesso, l'insufficienza venosa cronica è una conseguenza delle vene varicose. In questo caso, ci sono lamentele di dolore alle gambe, che di solito compaiono la sera dopo una lunga permanenza in posizione eretta. Molti pazienti riferiscono di avere le gambe molto gonfie alla fine della giornata e hanno difficoltà a mettersi le scarpe..

    Facilita lo stato di essere in posizione sdraiata con gli arti sollevati sopra il livello del corpo. All'esame, di solito è possibile determinare le vene varicose sotto la pelle e con l'esistenza a lungo termine della patologia - pigmentazione e persino ulcere trofiche.

    La sindrome del dolore acuto può essere associata allo sviluppo di tromboflebite. Questa malattia a volte si verifica spontaneamente, ma più spesso compare nei pazienti allettati nel periodo postoperatorio (ad esempio, dopo la rimozione dell'utero e altri interventi). Questa condizione richiede un trattamento urgente, poiché può essere complicata dall'embolia polmonare, che è fatale.

    L'insufficienza arteriosa cronica si sviluppa spesso a causa della cancellazione dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Di solito questa condizione è combinata con ipertensione scarsamente controllata, ipercolesterolemia e lunga storia di fumo. Un'altra possibile causa di insufficienza arteriosa è l'endaarterite obliterante, una malattia autoimmune. Con questi disturbi, il dolore si verifica durante l'attività fisica (anche con la normale camminata), poiché il flusso sanguigno attraverso i vasi ristretti in questo momento è inadeguato.

    Il quadro clinico è caratterizzato dallo sviluppo di claudicatio intermittente. Ciò significa che dopo una certa quantità di attività fisica (individuale in ogni caso), si verifica il dolore, per il sollievo di cui una persona ha bisogno di fermarsi e riposare un po '. Dopo la compensazione della carenza di ossigeno, le sensazioni si attenuano, il paziente può continuare a muoversi. La pelle appare pallida (meno spesso rosso porpora a causa dell'espansione dei vasi sottocutanei in risposta all'ipossia), fredda al tatto, la pulsazione nelle arterie delle gambe è ridotta.

    Le patologie che causano dolori atroci alle gambe includono la polineuropatia. Questa interruzione dei nervi periferici si manifesta in diversi modi:

    • polineuropatia metabolica (diabetica, uremica, ecc.);
    • tossico (alcolico);
    • alimentare (carenza di vitamina B1);
    • ereditaria (polineuropatia di Charcot-Marie-Tooth, ecc.);
    • autoimmune (polineuropatia Hyena-Barré);
    • tossico infettivo (danno ai nervi periferici nella difterite).

    Le più comuni sono le polineuropatie metaboliche, specialmente nel diabete mellito. Il quadro clinico è caratterizzato da vari sintomi: dolore alle gambe a riposo (riduce i polpacci), soprattutto di notte, sensazione di freddo, formicolio, brividi striscianti, può verificarsi disagio quando si tocca leggermente la pelle. Le gambe con polineuropatia sono calde, la pulsazione nelle arterie degli arti inferiori è preservata. Caratterizzato da una diminuzione di tutti i tipi di sensibilità sotto le ginocchia, sia davanti che dietro, e da fenomeni atrofici nei muscoli del piede.

    Per un'introduzione più dettagliata all'argomento, leggi questo articolo: Cos'è la polineuropatia

    Il dolore alle gambe può verificarsi a causa dell'osteocondrosi della colonna vertebrale lombare e sacrale. In questo caso, le sensazioni di tiro si diffondono dalla parte posteriore della coscia al lato antero-laterale della parte inferiore della gamba e alla parte posteriore del piede.

    Quando si cerca di inclinare il tronco in avanti si verifica un aumento del dolore. Il riflesso del tendine di Achille cade, c'è una diminuzione della sensibilità della pelle.

    Numerose malattie articolari possono causare dolore alle gambe. Il disturbo più comune è l'artrosi deformante. In questo caso sorgono sensazioni spiacevoli quando ci si muove, soprattutto all'inizio (ad esempio, alzandosi da una sedia). Molti pazienti lamentano dolori doloranti costanti ("gambe doloranti") quando il tempo cambia. Con l'esistenza a lungo termine della malattia, si verifica la deformazione. Le articolazioni delle gambe di grandi dimensioni (ginocchio, anca) sono le più colpite.

    Con un aumento del contenuto di acido urico nel sangue, si sviluppa la gotta, che si verifica con un'alternanza di attacchi acuti e periodi di remissione. La prima articolazione metatarso-falangea del piede è spesso interessata.

    Esiste anche una malattia autoimmune come l'artrite reumatoide, che attacca principalmente le piccole articolazioni del piede e della mano. La sindrome in questo caso si verifica dopo un lungo riposo (al mattino) ed è caratterizzata da rigidità delle articolazioni. Dopo aver fatto la ginnastica, il dolore scompare gradualmente. Con l'esistenza a lungo termine della malattia, si verificano deformità tipiche..

    La patologia cronica in età precoce è molto meno comune, ma la possibilità di cause caratteristiche degli anziani non può essere completamente esclusa.

    Molto spesso, nei bambini e nei giovani, il dolore alle gambe è di natura funzionale temporanea. Ad esempio, si verificano dopo carichi estremi (con squat ripetuti e / o di corsa lunga).

    Nelle donne, il dolore alle gambe è spesso associato a un cambiamento delle dimensioni dell'utero e una violazione della relazione anatomica tra i plessi nervosi pelvici durante la gravidanza e durante le mestruazioni..

    L'osteomielite, un'infezione purulenta che colpisce tutti gli strati dell'osso, compreso il midollo osseo, può essere una grave causa di disagio in un bambino. Provoca dolore intenso che limita il movimento, grave intossicazione e febbre..

    È impossibile diagnosticare da soli senza ulteriori esami, anche con un quadro clinico evidente. Per scoprire la causa della sindrome del dolore, è necessario consultare un medico..

    Con le vene varicose degli arti inferiori, è necessario consultare un chirurgo o un flebologo. Inoltre, viene eseguita l'ecografia Doppler (USDG) dei vasi delle gambe. Venotonics (Detralex, Phlebodia, ecc.) Sono prescritti per l'uso a lungo termine o si raccomanda un trattamento chirurgico.

    Con lo sviluppo dell'insufficienza arteriosa, è necessario consultare un chirurgo vascolare ed eseguire un'ecografia dei vasi delle gambe. A seconda del grado di stenosi, può essere raccomandato un trattamento conservativo (agenti antipiastrinici, anticoagulanti, preparati a base di prostaglandine) o chirurgico.

    Un neurologo dovrebbe essere consultato per polineuropatia e osteocondrosi. Nel primo caso, a volte viene eseguita l'elettromiografia, nel secondo - MRI della colonna vertebrale. La terapia per la polineuropatia è costituita da farmaci metabolici (vitamine del gruppo B, acido tiottico), per ridurre il dolore, vengono prescritti antidepressivi (amitriptilina, duloxetina), anticonvulsivanti (Gabapentit, pregabalin) o farmaci potenti (tramadolo). È importante anche la compensazione della malattia sottostante (diabete mellito, insufficienza renale cronica). Con l'osteocondrosi della colonna vertebrale, viene eseguito un trattamento complesso, inclusa la terapia conservativa (farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), glucocorticosteroidi, vitamine del gruppo B), massaggi, ginnastica. Nei casi più gravi, è necessario un intervento chirurgico.

    Un reumatologo si occupa di patologie articolari. È obbligatorio un esame radiografico delle aree interessate, viene determinato il livello di fattore reumatoide e acido urico nel sangue. Con la sindrome del dolore grave in qualsiasi patologia articolare, vengono prescritti i FANS. La terapia specifica per l'artrite reumatoide comprende glucocorticosteroidi, citostatici e altri farmaci. Con l'artrosi deformante vengono prescritti condroprotettori (Don, Struktum, ecc.), In casi avanzati vengono eseguite protesi articolari. Per la gotta, il trattamento è con allopurinolo.

    L'osteomielite è una patologia chirurgica. Se sospetti questa malattia, è obbligatorio un esame a raggi X dell'arto colpito. Richiede terapia antibatterica e disintossicante, intervento chirurgico con rimozione di un focolaio purulento nell'osso.


    Articolo Successivo
    Il tasso di neutrofili segmentati nel sangue e le ragioni della sua violazione
Condivisione con amici e colleghi