Vasi brachiocefalici e loro patologie


Le arterie brachiocefaliche appartengono ai vasi più grandi e importanti del corpo, i principali. Sono responsabili dell'afflusso di sangue al collo e alla testa, quindi le loro patologie rappresentano un pericolo per la salute. Secondo le statistiche, sono i vasi brachiocefalici che subiscono cambiamenti aterosclerotici più spesso di altri..

Anatomia

BCA è costituito dal tronco branchiocefalico che si estende dall'aorta, dall'arteria carotide comune e da due arterie succlavia. La carotide generale, a sua volta, è divisa in interna ed esterna e succlavia - in vertebrati. Insieme formano un cerchio chiamato Willis. Questo cerchio garantisce una distribuzione uniforme del sangue in tutte le parti del cervello. Quando il flusso sanguigno è disturbato in qualsiasi area, l'afflusso di sangue è supportato da altre arterie.

Patologia

Le malattie delle arterie branchiocefaliche sono più spesso associate a scarsa pervietà vascolare e, di conseguenza, a ridotta circolazione cerebrale. L'ostruzione può essere causata da stenosi o occlusione causata da lesioni delle pareti vascolari, loro infiammazione o neoplasie, struttura anatomica errata dei vasi. Con l'ostruzione completa, si verifica un ictus o un infarto cerebrale.

I disturbi circolatori in BCA sono più spesso (nel 90% dei casi) associati alla formazione di placche aterosclerotiche (aterosclerosi). La patologia si sviluppa lentamente a causa del fatto che il colesterolo si deposita gradualmente. Di norma, la malattia viene diagnosticata nelle persone di età superiore ai 45 anni, mentre il processo di formazione della placca potrebbe iniziare già a 30 anni e anche prima..

Le ragioni principali per lo sviluppo di patologie BCA includono quanto segue:

  • Aterosclerosi di BCA (arterie carotidee, succlavia o vertebrali).
  • Ipertensione o ipotensione.
  • Vasculite (infiammazione vascolare).
  • Osteocondrosi del rachide cervicale.
  • Malattie croniche e malformazioni dell'aorta.
  • Angiopatia diabetica.
  • Patologie cardiache di natura grave.
  • Aneurisma.
  • Distonia vegeto-vascolare.
  • Malformazione vascolare (connessione anormale di arterie e vene).
  • Lesioni alla testa e al collo.

Aterosclerosi BCA

Come già accennato, l'aterosclerosi è il fattore più frequente nello sviluppo di patologie BCA, che possono essere associate a fumo prolungato, diabete mellito, ipertensione, vecchiaia, livelli elevati di colesterolo nel sangue e sovrappeso..

L'aterosclerosi del BCF è caratterizzata da una compromissione persistente della circolazione cerebrale di varia intensità e spesso porta a gravi conseguenze - ictus esteso. Con l'aterosclerosi grave, possono comparire i sintomi di TIA (attacco ischemico del transistor):

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • intorpidimento di metà del corpo;
  • perdita della vista;
  • difficoltà nel tentativo di esprimere un pensiero a parole.

Tutte queste manifestazioni nel TIA persistono solo per poche ore, mentre nell'ictus i sintomi persistono..

Esistono diversi tipi di aterosclerosi BCA:

  • Non stenotico: il lume è chiuso per meno del 50%. Le placche di colesterolo sono formazioni filiformi che si restringono ma non bloccano completamente il lume del vaso.
  • Stenosing: il lume è chiuso di oltre il 50%. La placca cresce lateralmente e può bloccare completamente l'arteria.
  • Diffuso: blocco simultaneo di vasi diversi.

La malattia può svilupparsi rapidamente o lentamente. La prognosi dipende dalla presenza di cattive abitudini, malattie concomitanti e dal trattamento scelto. Se non trattata, l'aterosclerosi non stenosante delle arterie brachiocefaliche extracraniche può trasformarsi in stenosante.

Sintomi di aterosclerosi BCA

La patologia ha manifestazioni specifiche per le quali si può immediatamente sospettarla. Tra loro:

  • Forte mal di testa quando si sposta la testa.
  • Debolezza generale, affaticamento, difficoltà di concentrazione, riduzione delle prestazioni.
  • Vertigini.
  • Perdita di coscienza a breve termine.
  • Tinnito.
  • Abbassamento della pressione sanguigna e svenimenti a breve termine.
  • Compromissione visiva: diminuzione dell'acuità e ripresa improvvisa, mosche e macchie davanti agli occhi.
  • Paresi transitoria.
  • Nausea.
  • Andatura traballante.
  • Formicolio, intorpidimento, prurito agli arti sul lato sinistro.
  • Disturbi della parola e delle funzioni motorie.

L'aterosclerosi iniziale dei vasi branchiocefalici presenta sintomi vaghi. I segni possono essere assenti o mal manifestati, quindi non prestano particolare attenzione a loro.

I segni emergenti dell'aterosclerosi sono solitamente divisi in gruppi:

  • sintomi iniziali;
  • condizioni acute (ictus, encefalopatia);
  • disturbi a sviluppo lento;
  • conseguenze di condizioni acute.

Diagnostica

Le seguenti procedure sono necessarie per esaminare i vasi brachiocefalici:

  • Esame da parte di un neurologo, durante il quale scopre se ci sono fattori provocatori, quali lamentele ci sono, per quanto tempo e con quale intensità è andato avanti il ​​processo patologico.
  • Esame dell'anamnesi.
  • Analisi del sangue.
  • Diagnostica strumentale: ecografia vascolare (ecografia Doppler), tomografia computerizzata, risonanza magnetica per immagini.

L'angiografia (radiografia con introduzione di un mezzo di contrasto nel vaso) non viene utilizzata nell'aterosclerosi BCA a causa della maggiore probabilità di distacco di trombi.

I metodi strumentali consentono di determinare:

  • velocità del flusso sanguigno;
  • la presenza di aterosclerosi;
  • luoghi di localizzazione di aree impraticabili;
  • la presenza di occlusioni, estensioni, stenosi;
  • la presenza di placche di colesterolo e coaguli di sangue, la loro forma e dimensione;
  • cambiamenti nei vasi sanguigni (protrusione, tortuosità, curve, anelli);
  • la condizione delle pareti dei vasi sanguigni (elasticità, compattezza);
  • la dimensione del lume della nave bloccata;
  • cambiamenti nelle pareti dei vasi sanguigni.

Trattamento

Il trattamento dell'aterosclerosi BCA può essere conservativo o chirurgico. Il compito del medico:

  • Riporta la circolazione sanguigna alla normalità.
  • Elimina o riduci i sintomi.
  • Prevenire la progressione della malattia.

Trattamento conservativo

La terapia consiste nell'assumere vitamine e farmaci che normalizzano la pressione sanguigna, abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, rinforzano i vasi sanguigni e fluidificano il sangue. I principali farmaci per l'aterosclerosi:

  • Aspirina. Allevia l'infiammazione, fluidifica il sangue e previene la formazione di coaguli di sangue. Normalizza la circolazione sanguigna nel cervello e previene gli ictus. Prescritto per ricovero costante con brevi interruzioni.
  • Statine. Riduce i livelli di colesterolo nel sangue, allevia l'infiammazione, promuove la fluidificazione del sangue, dilata i vasi sanguigni.
  • Vasodilatatori. Espandi il lume delle arterie, allevia lo spasmo. Accettato dai corsi.

Inoltre, si consiglia al paziente di aderire a una certa dieta, cambiare stile di vita, impegnarsi in esercizi di fisioterapia, evitare lo stress o imparare ad affrontarli, nonché monitorare costantemente il livello di colesterolo nel sangue, monitorare la pressione sanguigna e mantenerla normale..

I seguenti alimenti dovrebbero essere presenti nella dieta:

  • Carne magra (pollo, vitello, tacchino).
  • Verdi.
  • Frutta e verdura.
  • Frutti di mare.
  • Latticini a basso contenuto di grassi.

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico è indicato se il rischio di ictus è elevato. Vengono praticati diversi tipi di trattamento chirurgico:

  • Aperto: rimozione dell'area interessata con cuciture o protesi. L'operazione è abbastanza difficile da trasferire, potrebbe avere complicazioni.
  • Endovascolare: l'introduzione di uno stent nel lume della nave. Durante questa operazione, la sezione del vaso non viene rimossa. La placca viene distrutta con un palloncino speciale e il lume del vaso viene rilasciato. Lo stent è un metodo moderno, poco traumatico ed efficace, ma ha un costo elevato.
  • L'endoarteriectomia è un'operazione a cielo aperto, in cui l'area bloccata non viene rimossa, ma viene praticata un'incisione nel vaso, la placca viene rimossa e viene ripristinata l'integrità della parete.

Metodi tradizionali

I rimedi popolari possono essere utilizzati in aggiunta al trattamento principale e solo con il consenso del medico curante. Con l'aiuto di tinture e decotti di erbe medicinali, puoi abbassare la pressione sanguigna e i livelli di colesterolo nel sangue.

Prevenzione

La base per la prevenzione dell'aterosclerosi BCA è uno stile di vita sano:

  • nutrizione appropriata;
  • attività fisica moderata per aiutare a mantenere le arterie in buona forma;
  • rifiuto di bere e fumare.

Conclusione

In caso di danni alle arterie branchiocefaliche, è richiesto un trattamento obbligatorio. Le patologie BCA possono portare a gravi conseguenze, invalidità e morte, poiché questi vasi forniscono sangue al cervello. La loro insidiosità sta nel fatto che nelle prime fasi dello sviluppo non ci sono sintomi pronunciati..

Scansione duplex delle arterie brachiocefaliche: che cos'è e come è utile per l'ecografia dei vasi della testa e del collo?

La scansione ecografica duplex delle arterie brachiocefaliche o abbreviato USDS BCA è un moderno metodo a ultrasuoni per diagnosticare i vasi della testa e del collo, inclusi la carotide e i vertebrati, che forniscono sangue al cervello e le arterie succlavia.

Prima di tutto, la persona a cui è assegnato questo studio potrebbe avere una domanda: quali sono le arterie brachiocefaliche e dove si trovano.

I vasi brachiocefalici sono le arterie e le vene più grandi responsabili del flusso di sangue ai tessuti della testa, del cervello e degli arti superiori. Sono anche chiamati tronco.

Informazione Generale

Le arterie brachiocefaliche comprendono la carotide, la succlavia, la colonna vertebrale e la loro giunzione, che forma il tronco brachiocefalico. I vasi elencati e alcuni altri vicino alla base del cervello formano un cerchio di Willis, che è responsabile della distribuzione del flusso sanguigno in tutte le parti del cervello..

Se una patologia si è formata in uno dei vasi, può portare all'interruzione del lavoro del resto, che alla fine è irto di ictus.

Che cos'è: scansione duplex delle arterie brachiocefaliche e qual è la base della tecnica?

L'apparato per l'esame BCA si basa sui principi dell'ecolocalizzazione. Il piano di lavoro emette e poi raccoglie impulsi ultrasonici. Le informazioni vengono convertite in un segnale digitale. Pertanto, l'immagine appare sul monitor.

Il metodo si basa sulla combinazione dei vantaggi della modalità B - interpretazione visiva dello stato dei vasi sanguigni e dei tessuti adiacenti e Doppleroscopia - le proprietà qualitative e quantitative del flusso sanguigno. Lo spettro Doppler può essere integrato con la mappatura dei colori.

Cosa mostra UZDS BCA?

Innanzitutto, l'esame duplex della testa è prescritto per quei pazienti che hanno sospetti di processi aterosclerotici, aneurismi e deformità e altre patologie, ed è finalizzato all'identificazione di disturbi artero-venosi funzionali e strutturali. Durante l'esame, uno specialista può riconoscere la presenza di placche, coaguli di sangue, ispessimento o riduzione delle pareti vascolari, violazione della normale integrità anatomica delle pareti, vedere la tortuosità, i tessuti circostanti, la velocità del flusso sanguigno.

UZDS BCA mostra:

  • lume vascolare;
  • coaguli di sangue, placche, distacchi;
  • stenosi, espansione del muro;
  • rotture, aneurismi, deformità.

Con l'aiuto di UZDS BCA, puoi diagnosticare:

  • patologia vascolare;
  • ipoplasia vascolare;
  • violazione del tono della parete in VSD;
  • aterosclerosi;
  • aneurismi arteriosi;
  • fistole tra vasi;
  • angiopatia;
  • trombosi;
  • lesione vascolare;
  • vene varicose.
I vasi cerebrali sono un sistema complesso in grado di autoregolarsi e mantenere il flusso sanguigno cerebrale. Solo una diagnostica completa, che include scansione ecografica, TC, risonanza magnetica, consente di scegliere il trattamento in modo accurato e tempestivo e quindi valutarne l'efficacia.

L'ecografia aiuta a valutare l'anatomia dei vasi del collo e della testa, a determinare le caratteristiche del flusso sanguigno, a valutare le condizioni delle pareti e del lume. Quindi è possibile diagnosticare tempestivamente placche aterosclerotiche, coaguli di sangue, tortuosità delle arterie e la loro stratificazione..

Quali sono le differenze rispetto a USDG?

L'esame ecografico misura principalmente la permeabilità dei vasi sanguigni, rispondendo al movimento dei globuli rossi nel sangue. L'immagine sullo schermo è unidimensionale, a seconda dello stato di pervietà, si può giudicare la presenza o l'assenza di vasocostrizione, aterosclerosi e altre cause di stenosi. L'esame è solitamente più economico dell'ecografia.

La scansione duplex dei vasi della testa e del collo, insieme all'imaging Doppler convenzionale, visualizza i vasi in modalità B, mostra la localizzazione delle placche aterosclerotiche e delle masse trombotiche sulle pareti interne delle vene, le loro caratteristiche morfologiche e l'entità del processo. L'immagine è bidimensionale, in combinazione con il CFM (mappatura color Doppler) - colore.

Tali capacità dell'ecografia sono il suo indiscutibile vantaggio, perché il metodo non solo fa risparmiare tempo nella diagnosi della malattia, ma fornisce anche un quadro più ampio dei cambiamenti nei vasi. Tuttavia, tale ricerca è di conseguenza più costosa.

Caratteristiche della diagnosi di aterosclerosi

Il segno iniziale di aterosclerosi, che uno studio ecografico può mostrare, non è nemmeno una placca, ma un ispessimento della parete dell'arteria carotide solo di una frazione di millimetro. Con la scansione duplex, questo indicatore è ben definito. Viene anche chiamato lo spessore del complesso intima-media (la cosiddetta CMM). La CMM viene presa in considerazione per valutare l'efficacia del trattamento.

Un aumento dell'IMM maggiore di 1 mm è spesso associato a fattori di rischio quali: fumo, ipertensione arteriosa, diabete, aumento del colesterolo, ecc..

Con il progredire della malattia, iniziano a formarsi placche. Di solito sono localizzati nel cosiddetto. biforcazione carotidea - questo è il luogo in cui l'arteria carotide comune è divisa in interna ed esterna. La presenza di placca in questo segmento è un grave fattore di rischio per ictus e infarto miocardico. Pertanto, è molto importante identificare tempestivamente i cambiamenti aterosclerotici nelle prime fasi..

La scansione duplex rivela il luogo di dislocazione della placca, nonché la sua forma, dimensione, struttura e grado di stenosi (restringimento del lume). Quando il lume è già completamente chiuso, si tratta di un'occlusione.

Durante lo studio del BCA viene spesso rilevata la tortuosità delle arterie a causa del loro allungamento. Le arterie si allungano a causa dell'aterosclerosi e dell'ipertensione. La tortuosità delle arterie vertebrali di solito si verifica a causa di difetti nel rachide cervicale. Se la tortuosità porta al bloccaggio del lume, ciò può causare un flusso sanguigno cerebrale alterato..

La scansione a ultrasuoni viene utilizzata anche per esaminare pazienti con lesioni vascolari traumatiche: dissezione della parete o simili. Il sintomo principale di questa malattia è un forte mal di testa che non può essere alleviato con antidolorifici convenzionali..

Vantaggi del metodo

I vantaggi di UZDS BCA includono:

  1. alto contenuto informativo;
  2. l'efficienza dello studio;
  3. sicurezza e possibilità di detenzione ripetuta;
  4. indolore della procedura.
La scansione ecografica di BCA è più informativa dell'USG convenzionale dei vasi brachiocefalici.

Durante lo studio, sul monitor si forma un'immagine, simile a un ultrasuono convenzionale, ma sullo sfondo è chiaramente visibile un vaso, in cui si forma il flusso sanguigno. A causa dei vantaggi dell'ecografia, BCA è considerato il gold standard per la diagnosi delle patologie. L'ecografia vascolare tempestiva può salvare vite umane e prevenire possibili disabilità.

Scopri di più sullo studio e su come viene eseguita una scansione duplex dei vasi della testa nel video:

Indicazioni per

I vasi della regione brachiocefalica comprendono intracranici (intracranici, che alimentano direttamente il cervello e i tessuti circostanti) ed extracranici (extracranici, che catturano i tessuti del collo, del viso, dell'occipite, ecc.) Nella rete di afflusso di sangue. La scansione fronte-retro valuta sia il primo che il secondo gruppo.

Le indicazioni per l'assegnazione di una scansione BCA duplex sono:

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • compromissione della coordinazione del movimento;
  • problemi di pressione;
  • svenimento;
  • alti livelli di colesterolo;
  • violazione della sensibilità (intorpidimento) degli arti;
  • deterioramento della vista;
  • mosche lampeggianti negli occhi;
  • compromissione della memoria e diminuzione della concentrazione;
  • esame preoperatorio.

Le indicazioni dirette per lo studio sono le seguenti patologie:

  • aterosclerosi;
  • VSD;
  • ipertensione;
  • patologia cardiaca;
  • lesioni al collo;
  • compressione di arterie e vene e altre lesioni vascolari;
  • vasculite;
  • malattie del sangue;
  • ha subito un ictus o un attacco di cuore.
Un altro studio importante è la scansione duplex in pazienti di età superiore ai 40 anni, con una storia di ictus - accidente cerebrovascolare acuto - e TIA - attacchi ischemici transitori, con ipertensione arteriosa, diabete mellito, lipidi ematici elevati, peso corporeo elevato e chirurgia miocardica programmata.

Controindicazioni

L'uso del dispositivo è assolutamente innocuo e non ha alcun effetto sul corpo umano. Non ci sono restrizioni sull'uso di questa tecnica moderna e per qualsiasi fascia di età di pazienti.

In alcuni casi, le placche aterosclerotiche calcificate possono ostruire il fascio di ultrasuoni trasmesso e interferire con la diagnosi..

Non dimenticare che la professionalità del medico e una buona attrezzatura giocano uno dei ruoli chiave nella decodifica dei risultati della scansione duplex, quindi se l'organizzazione medica non ha professionisti in quest'area o dispositivi adeguati, è meglio che fare con altri metodi diagnostici.

Preparazione per la procedura

La preparazione prima dello studio consiste nell'esclusione dal menu di cibi e piatti che possono influenzare il tono e il riempimento dei vasi sanguigni, il che distorcerà i risultati dello studio.

Il giorno dello studio, non dovresti bere tè, caffè, bevande energetiche, coca-cola, alcol, non dovresti essere zelante con piatti eccessivamente piccanti e salati. È impossibile trovarsi in stanze soffocanti o fumose direttamente di fronte all'UZDS BCA, poiché ciò può anche modificare il riempimento di sangue dei vasi.

È meglio astenersi dall'assumere vitamine e nootropi il giorno prima dello studio. Assicurati di consultare uno specialista se stai assumendo farmaci che influenzano il lavoro del sistema cardiovascolare..

Com'è?

Il paziente giace supino su un divano vicino all'apparecchio, il medico gli mette un rullo sotto il collo. La testa dovrebbe essere girata lontano dall'apparecchio. Il medico lubrifica la superficie della pelle con un gel che facilita il passaggio del segnale ultrasonoro.

Usando il sensore, il medico esaminerà segmento per segmento nel collo, osservando la variazione del segnale sul monitor. Può premere leggermente il sensore sui vasi o chiedere di sospendere la respirazione per un breve periodo.

Quando vengono rilevati cambiamenti patologici, viene eseguito un esame più approfondito di tutte le navi che si estendono da questi rami.

È possibile eseguire test funzionali: valutazione dei cambiamenti negli indicatori con una posizione orizzontale e verticale del corpo: sia sdraiati, sia seduti, sia in piedi.

Nessun disagio si verifica durante lo studio: la procedura non sembra diversa dalla solita ecografia, familiare a tutti. Lo studio dura 20-30 minuti.

Video utile su come viene eseguita la scansione duplex transcranica dei vasi cerebrali (attraverso l'osso cranico):

Decodifica dei risultati della ricerca

Lo scanner registrerà gli indicatori necessari, il medico li inserirà nel protocollo di scansione. Decodificando lo spettro Doppler, i cartogrammi del movimento sanguigno non impiegheranno più di 10 minuti, dopodiché riceverai i risultati.

Il risultato della scansione è un foglio stampato con un elenco dei vasi esaminati e una descrizione delle loro dimensioni e condizioni. La decodifica consente di determinare se i vasi corrispondono alla norma anatomica, se esiste una patologia, ecc. In base alla decodifica, il medico curante, se necessario, prescrive il trattamento.

La decodifica viene eseguita confrontando gli indicatori:

  1. la natura del flusso sanguigno;
  2. le sue velocità: sistolica (max) e diastolica (min);
  3. spessore del muro;
  4. l'indice pulsatorio (il cosiddetto PI) è il rapporto tra la differenza tra la velocità massima e minima e la media (somma della velocità massima e due minuti diviso 3);
  5. l'indice resistivo (cosiddetto RI) è il rapporto tra la differenza tra la velocità massima e minima e quella minima;
  6. rapporto sistolico-diastolico: velocità max diviso per min.
Sulla base degli ultimi 3 indici, viene valutata la pervietà della nave.

Il flusso sanguigno viene valutato nelle arterie carotidi esterne e interne, comuni (ECA e ICA, CCA), sovra-blocco (NBA), principali (OA), vertebrali (PA) e nei suoi segmenti, ciascuno dei quali ha le proprie designazioni, ad esempio Vo, V1, V3 ecc. Anche nelle arterie cerebrali anteriori, posteriori, medie (PMA, PCA, MCA), succlavia (PCA), comunicanti anteriori e posteriori (PSA, PCA).

Indicatori normali

I diversi vasi della zona brachiocefalica hanno le loro norme individuali basate sui risultati della scansione duplex. Per l'arteria carotide comune, il diametro di 4-7 mm è considerato normale, la velocità del flusso sanguigno sistolico è 50-105 cm / sec, la velocità diastolica è 9-36 cm / sec e l'indice di resistenza del vaso è 0,6-0,9.

Per i rami dell'arteria carotide comune sono accettabili i seguenti valori:

  • diametro del ramo interno - 3-6,5 mm; ramo esterno - 3-6 mm;
  • velocità del flusso sanguigno sistolico del ramo interno - 33-100 cm / sec; ramo esterno - 35-105 cm / sec;
  • velocità del flusso sanguigno diastolico del ramo interno - 9-35 cm / sec; ramo esterno - 6-25 cm / sec;
  • indice di resistenza dei rami interno ed esterno - 0,5-0,9.

Parametri normali delle arterie vertebrali:

  • diametro - 2-4,5 mm;
  • velocità del flusso sanguigno sistolico - 20-60 cm / sec;
  • velocità del flusso sanguigno diastolico - 5-25 cm / sec;
  • indice di resistenza - 0,5-0,8.

Quanto è conveniente?

Tale diagnostica richiede l'uso di costose attrezzature specializzate e personale medico appositamente addestrato, pertanto i prezzi per la ricerca non si distinguono per la loro liberalità..

Nelle grandi città della Federazione Russa, il costo medio di un duplex va da 2000 a 5000 rubli. Nelle aree più remote dalla capitale, puoi eseguire la procedura per 800-1500 rubli. All'estero, è possibile sottoporsi a scansione duplex a colori delle arterie principali della testa e dei vasi del collo per $ 500-600 e oltre.

Riassumiamo. UZDS BCA - un tipo speciale di diagnostica ecografica dei vasi sanguigni che fornisce nutrimento al cervello, ad altri organi della testa, al collo, alla cintura degli arti superiori.

Si tratta di uno studio economico, sicuro, dettagliato e informativo, che in dieci minuti può mostrare lo stato dei vasi e identificare la causa di alcuni sintomi spiacevoli. L'esame annuale consentirà al 90% di prevedere lo sviluppo dell'ictus cerebrale.

Arterie brachiocefaliche (BCA): ruolo, anatomia, patologia e metodi della sua diagnosi

© Autore: A. Olesya Valerievna, Ph.D., medico praticante, insegnante di un'università di medicina, in particolare per SosudInfo.ru (sugli autori)

Le arterie brachiocefaliche (BCA) sono grandi tronchi vascolari che forniscono sangue a uno degli organi umani più importanti: il cervello. Poiché la maggior parte del sangue scorre al cervello e ai tessuti della testa proprio attraverso questi vasi, la loro sconfitta causa non solo sintomi spiacevoli, ma è molto pericolosa a causa di gravi complicazioni.

Il principale processo patologico che si svolge sulle pareti delle arterie brachiocefaliche è considerato l'aterosclerosi, che è così comune tra le persone moderne. Il restringimento dell'arteria da parte della placca porta inevitabilmente all'ostruzione del flusso sanguigno e in questo caso il cervello ne risentirà.

Una varietà di metodi diagnostici viene utilizzata per studiare le arterie brachiocefaliche e la presenza di patologia può essere determinata non solo attraverso procedure costose, ma anche mediante ultrasuoni convenzionali: un modo economico, conveniente e sicuro.

Anatomia delle arterie brachiocefaliche

I vasi brachiocefalici sono rappresentati:

  • Il tronco brachiocefalico e i suoi rami;
  • Arteria succlavia sinistra;
  • Arteria carotide comune sinistra (CCA).

Tutti questi vasi provengono dall'arco aortico. Il tronco brachiocefalico è un vaso corto lungo fino a cinque centimetri, che all'incrocio della clavicola con lo sterno a destra dà due grandi rami: la succlavia destra e la CCA destra. L'ACC sinistro è diretto verso l'alto dall'aorta all'articolazione sternoclavicolare sinistra.

Le arterie carotidi comuni hanno una larghezza del lume di circa 6-8 mm, ma non inferiore a 4 mm. Dopo aver raggiunto il bordo superiore della cartilagine tiroidea, si diramano nelle arterie carotidi interne ed esterne destra e sinistra. La biforcazione può anche essere localizzata a livello dell'osso ioide o all'angolo della mandibola. Fino a questo punto, il CCA va con un tronco, "non inviando" alcun ramo arterioso ai tessuti.

L'arteria carotide esterna (ECA) quasi immediatamente dopo la sua origine in generale dà nove vasi arteriosi che forniscono sangue ai tessuti molli e alle strutture della testa.

L'arteria carotide interna (ICA) entra nella cavità cranica e lì, nella parte a forma di cuneo sopra, partecipa alla formazione del cerchio di Willis e emette grandi arterie cerebrali - il cervello anteriore e medio.

Il primo ramo dell'ICA è l'orbitale, che fornisce agli occhi sangue e anastomosi con i vasi - i rami dell'ECA. Il flusso sanguigno avviene lungo queste vie di comunicazione quando l'ICA è danneggiato..

L'arteria succlavia sinistra ha origine dall'arco aortico e lascia la cavità toracica a livello del terzo medio della clavicola, quindi entrambe le arterie succlavia corrono parallele a questo osso e vanno alla regione ascellare, dove iniziano i vasi che riforniscono gli arti superiori. Il diametro delle arterie succlavia raggiunge i 9 mm.

Rami arteriosi importanti, a partire dalla succlavia, sono i vertebrati che entrano nella cavità cranica e, unendosi, formano l'arteria principale (basilare), che emana le arterie cerebrali posteriori entrando nel cerchio di Willis.

Pertanto, salendo ed entrando nel cranio, i flussi di sangue dall'ICA, dall'ECA e dalle arterie succlavia sono collegati a una grande anastomosi: il cerchio di Willis, che reindirizza il sangue in condizioni di ridotta pervietà dell'uno o dell'altro sistema arterioso.

In contrasto con la variante anatomica del circolo di Willis, che è importante per la nutrizione del cervello, i BCA hanno una struttura abbastanza costante. Pertanto, le anomalie ramificate delle arterie brachiocefaliche vengono diagnosticate raramente. Tra loro:

  1. La completa assenza del tronco brachiocefalico, quando il CCA e le arterie succlavia iniziano direttamente dall'aorta, simili agli analoghi vasi di sinistra;
  2. L'inizio dell'arteria vertebrale sinistra dall'aorta, la destra - non dalla succlavia, ma dall'ACC;
  3. Asimmetria del lume delle arterie vertebrali - spesso quella sinistra è più grande, il loro diametro minimo è di 2 mm, il diametro massimo è di 5,5 mm.

Video: anatomia delle arterie brachiocefaliche

Aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche (BCA) - la loro principale patologia

L'aterosclerosi è considerata uno dei processi patologici più frequenti che si verificano nelle arterie che alimentano il cervello e gli arti. La vasocostrizione influisce inevitabilmente sul lavoro del cervello, che manca di afflusso di sangue arterioso e ipossia.

L'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche si sviluppa per gli stessi motivi di una lesione simile dell'aorta, delle arterie del cuore, dei reni e delle estremità. È predisposto alla maturità e alla vecchiaia, sovrappeso, mancanza di attività fisica, alimentazione malsana, cattive abitudini, disturbi del metabolismo dei grassi.

I prerequisiti per l'aspetto della placca sono danni allo strato interno delle pareti arteriose, che si verificano a seguito del flusso sanguigno attivo, dell'elevata pressione intravascolare e del flusso sanguigno turbolento nei siti di ramificazione vascolare. Una placca in crescita può passare inosservata per molto tempo, perché il lume delle arterie è piuttosto ampio, ma la progressione dell'aterosclerosi prima o poi porta a una ridotta erogazione di sangue al cervello.

L'aterosclerosi BCA può essere:

  • Stenosante;
  • Non stenotico.

Si dice che l'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche si verifichi quando la placca cresce prevalentemente lungo la lunghezza dell'arteria, senza causare il suo restringimento significativo. È chiaro che il flusso sanguigno sarà ancora compromesso, ma di solito non si verifica un blocco completo. Man mano che una placca così piatta cresce, il sistema circolatorio del cervello viene ricostruito in nuove condizioni: i collaterali vengono attivati, il sangue viene reindirizzato lungo i componenti del cerchio di Willis e il cervello riceve la quantità di nutrimento di cui ha bisogno.

Anche l'aterosclerosi è considerata non stenotica, quando la placca non copre metà del lume dell'arteria. Con la progressione della malattia, una lesione non stenosante può diventare stenosante: la placca in crescita coprirà metà o anche più del diametro del vaso.

La situazione dell'aterosclerosi stenosante delle arterie brachiocefaliche sembra essere molto più grave. In questo caso, una placca aterosclerotica sporge nel lume del vaso e porta a una grave stenosi e la sua rottura o danno alla copertura esterna minaccia di trombosi locale e completa ostruzione dell'arteria.

fasi di sviluppo della stenosi completa dell'arteria

Sullo sfondo dell'aterosclerosi stenosante BCA, anche il flusso sanguigno viene riorganizzato e la sua funzionalità dipende dalla struttura del cerchio di Willis. Considerando che la classica ramificazione delle arterie della base del cervello si verifica molto meno spesso di vari tipi di variazioni, allora la maggior parte dei pazienti con aterosclerosi sperimenta una mancanza di circolazione collaterale, e quindi il rischio di conseguenze avverse (ictus, ad esempio) aumenta in modo significativo.

Le zone preferite per la formazione delle placche aterosclerotiche sono quelle parti dei vasi dove si dividono o cambiano la direzione del loro corso, il che porta a turbolenze del flusso sanguigno e danni all'intima, e la localizzazione più frequente dell'aterosclerosi BCA è la zona di divisione dell'arteria carotide comune in rami esterni ed interni.

A causa del danno alle arterie brachiocefaliche, il flusso sanguigno nel cervello soffre, quest'ultimo sperimenta ischemia (encefalopatia discircolatoria) o necrosi (ictus). Il meccanismo di sviluppo di queste complicanze è associato a ragioni emodinamiche, quando si verifica un'occlusione parziale o completa dell'arteria, così come con l'embolia, quando le particelle della placca carotidea diventano emboli, microtrombi dalle zone di lesione aterosclerotica.

I prerequisiti emodinamici e, infatti, l'aterosclerosi sono molto più comuni nelle parti extracraniche del BCA, mentre il blocco dei segmenti intracranici delle arterie è solitamente causato dal tromboembolismo dai tronchi sottostanti più grandi..

Il rischio di ictus sullo sfondo dell'aterosclerosi BCA aumenta significativamente con la formazione di trombi, la presenza di una placca allentata con emorragia nel suo spessore o ulcerazione della superficie, nonché con grave stenosi arteriosa (70-80% o più).

Oltre all'aterosclerosi, sono possibili altri processi patologici nel sistema delle arterie brachiocefaliche, che portano al loro restringimento e al flusso sanguigno alterato. Quindi, i nodi, la formazione di cappi, che di solito vengono eliminati dalla chirurgia, sono indicati come frequenti cambiamenti nei vasi sanguigni. Si trovano anche aneurismi di queste arterie, ma relativamente rari.

Video: Informazioni sulla stenosi dell'arteria carotide - Programma di vita sana

Un po 'di sintomi e trattamento

I sintomi di danno alle arterie brachiocefaliche sono associati, prima di tutto, a una ridotta pervietà dei vasi arteriosi. Il cervello soffre di una mancanza di nutrizione, che si traduce in numerosi reclami da parte dei pazienti:

  1. Vertigini;
  2. Mal di testa;
  3. Debolezza, rapida affaticabilità, diminuzione delle prestazioni mentali;
  4. Lampeggiante "mosche" davanti agli occhi, una sensazione di velo;
  5. Vertigini.

Se l'afflusso di sangue agli arti superiori è disturbato, tra i reclami ci saranno intorpidimento, sensibilità ridotta, debolezza nelle mani. Spesso, una violazione del flusso sanguigno attraverso le arterie carotidi è accompagnata da disturbi emotivi, nevrosi, attacchi di panico, depressione, insonnia.

Gli specialisti con una diagnosi consolidata di stenosi da aterosclerosi o anomalie congenite prescrivono innanzitutto una terapia conservativa: dieta, regime corretto, attività fisica sufficiente, controllo della pressione sanguigna, farmaci vascolari, vitamine, agenti neuroprotettivi.

Se il trattamento farmacologico è inefficace, è possibile un intervento chirurgico. Nel caso di un cambiamento locale nella parete del vaso, il chirurgo può rimuovere questa sezione dell'arteria, placca aterosclerotica da solo o con un frammento della parete vascolare, eseguire un intervento di chirurgia plastica, installare uno stent.

Scansione duplex, ecografia delle arterie brachiocefaliche e altri metodi di esame

L'aterosclerosi dei vasi del collo, la ramificazione anormale delle arterie brachiocefaliche può essere asintomatica per lungo tempo, pertanto gli esami non vengono eseguiti o le modifiche vengono rilevate come reperto accidentale in relazione alla ricerca di un'altra patologia. Ai pazienti che hanno disturbi associati all'ostruzione del flusso sanguigno nel cervello vengono solitamente prescritti studi di BCA, la cui lesione può causare cambiamenti ischemici nel tessuto nervoso..

I principali metodi per diagnosticare le lesioni vascolari sono:

  • Esame ecografico (scansione duplex a colori);
  • Angiografia RM;
  • MSCT con contrasto;
  • Angiografia con contrasto a raggi X..

Ecografia doppler duplex scanning (DUS)

Uno degli studi più accessibili può essere considerato l'ecografia Doppler, che non richiede grandi costi di materiale, è sicura e, allo stesso tempo, è abbastanza istruttiva. Per mezzo di un esame ecografico, uno specialista può stabilire non solo le caratteristiche dell'anatomia, i cambiamenti strutturali nelle pareti delle arterie brachiocefaliche, ma anche determinare i parametri del flusso sanguigno utilizzando la mappatura dei colori duplex.

L'esame ecografico dei vasi del collo è indicato per i pazienti che presentano alcuni sintomi di alterato afflusso di sangue al cervello:

  1. Mal di testa, vertigini;
  2. Sensazione di rumore nelle orecchie o nella testa;
  3. Visione o udito alterati;
  4. Diminuzione della memoria, dell'attenzione, delle prestazioni intellettuali;
  5. Insonnia;
  6. Sintomi di disturbi del linguaggio;
  7. Intorpidimento degli arti, debolezza in essi;
  8. Pulsazione delle arterie cervicali.

Per i pazienti a rischio di lesioni cerebrali vascolari, si consiglia inoltre di eseguire un'ecografia al fine di diagnosticare precocemente i cambiamenti e prevenire gravi complicanze (ictus). Il gruppo di rischio comprende persone:

  • Con aterosclerosi diagnosticata di altra localizzazione (vasi delle gambe, aorta, arterie coronarie, ecc.);
  • Soffre di diabete mellito e altri disturbi metabolici;
  • Persone sopra i 40 anni;
  • Pazienti con osteocondrosi cervicale;
  • Pazienti che hanno avuto un ictus o un infarto miocardico.

L'ecografia dei vasi della testa e del collo non richiede alcuna preparazione specifica, tuttavia lo specialista consiglierà di rinunciare a tè forte, caffè e, naturalmente, alcol il giorno dello studio. Non fumare almeno due ore prima della procedura: ciò può causare vasospasmo e portare a una conclusione errata sulla condizione delle arterie.

Con USDG delle arterie brachiocefaliche, il soggetto giace sulla schiena, il collo viene liberato da indumenti e gioielli, la testa viene girata sul lato opposto ai vasi esaminati. Il sensore viene elaborato con un gel speciale e spostato lungo la parte anteriore del collo dal bordo della mascella inferiore alla clavicola. Lo studio dura circa 15-20 minuti. Il vantaggio principale dell'ecografia è la sua innocuità e, quindi, è possibile esaminare l'assenza di controindicazioni, ovvero bambini, donne incinte e anziani con una serie di gravi malattie concomitanti..

Utilizzando la modalità ecografica standard, il medico valuta la larghezza del lume dei vasi, la presenza di stenosi in essi, la natura della ramificazione. L'aggiunta del metodo con mappatura color Doppler fornisce informazioni sulle caratteristiche e sulla direzione del flusso sanguigno.

Se si sospetta la patologia delle arterie brachiocefaliche e dei loro rami, è consigliabile iniziare la diagnostica con lo studio delle sezioni periferiche: le arterie carotidi comuni, le loro zone di biforcazione, poiché è in questo luogo che si trovano più spesso le placche aterosclerotiche, che causano ischemia cerebrale cronica. Se nelle parti inferiori dell'ecografia con l'ecografia Doppler non si trova nulla e ci sono sintomi di alterato flusso sanguigno cerebrale, è possibile eseguire un esame ecografico transcranico, determinando lo stato dei vasi situati nella cavità cranica.

Video: anatomia ecografica dei vasi del collo

Angiografia RM

L'angiografia a risonanza magnetica delle arterie brachiocefaliche viene eseguita con o senza mezzo di contrasto. Questo è uno dei metodi più informativi per determinare i cambiamenti strutturali delle pareti vascolari, il loro spessore, la larghezza del lume delle arterie e le peculiarità della loro ramificazione. Dopo aver determinato la localizzazione, il grado di aterosclerosi, la gravità della stenosi dell'arteria in base ai dati dell'angiografia RM, il chirurgo determina il tipo e il volume del trattamento chirurgico (stent, endoarteriectomia, ecc.).

I vantaggi dell'angiografia RM sono l'elevato contenuto di informazioni, la possibilità di più esami durante l'intero periodo di trattamento e la sicurezza. Nello studio, uno specialista valuta in tempo reale sia l'anatomia dei vasi che la natura del flusso sanguigno. L'apparecchiatura consente di ottenere un'immagine tridimensionale di varie parti del flusso sanguigno, studiare separatamente la natura della circolazione sanguigna arteriosa e venosa nel cervello. Tra gli svantaggi, il principale è il costo elevato, oltre al fatto che l'attrezzatura necessaria non è disponibile in tutte le cliniche..

Le indicazioni per l'angiografia RM sono simili a quelle per l'ecografia (vertigini, patologia della vista e dell'udito, sospetto di attacchi ischemici transitori o microstrutture, osteocondrosi, ecc.). Utilizzando l'angiografia RM, lo specialista determina la presenza di aneurismi, placche, dissezioni delle pareti arteriose, aree di stenosi.

L'angiografia RM può essere eseguita sia per gli adulti che per i bambini. Dura circa mezz'ora, durante la quale il paziente deve sdraiarsi immobile sulla schiena. Se il soggetto non può rimanere immobile a causa dell'età o di malattie concomitanti, la procedura viene eseguita in condizioni di sonno farmacologico sotto la supervisione di un anestesista.

A differenza della scansione duplex delle arterie brachiocefaliche, l'angiografia RM presenta una serie di controindicazioni, tra cui:

  • Pacemaker impiantato;
  • Strutture metalliche, protesi, campo magnetico conduttivo;
  • Obesità estrema;
  • Paura degli spazi ristretti;
  • Malattia mentale.

Tomografia computerizzata multispirale (MSCT)

Un metodo abbastanza comune per diagnosticare i vasi del collo è la tomografia computerizzata multispirale, un metodo a raggi X per esaminare le arterie con contrasto. A differenza dell'angiografia standard, MSCT consente di ottenere più sezioni di vasi e costruire immagini tridimensionali dell'area in esame sulla base di esse..

Viene inserito un catetere endovenoso per iniettare il mezzo di contrasto. Le informazioni ricevute indicano lo stato delle pareti dei vasi sanguigni, la presenza o l'assenza di difetti, il restringimento, il decorso anormale. È impossibile determinare la natura del flusso sanguigno con MSCT.

Le controindicazioni alla procedura sono gravi reazioni allergiche al contrasto, insufficienza renale cronica, asma bronchiale e alcune altre condizioni. Le indicazioni includono sospetto di aterosclerosi BCA, tortuosità, aneurisma, malformazioni congenite dei vasi del collo.

Angiografia con contrasto a raggi X.

Anche l'angiografia con contrasto a raggi X può essere utilizzata come metodo diagnostico, ma stanno cercando di usarla sempre meno. Ciò è dovuto alla necessità di iniettare un mezzo di contrasto, che è irto di reazioni allergiche e aggravamento di disturbi vascolari, trombosi ed embolia, e il metodo stesso richiede l'esposizione alle radiazioni. Se è possibile condurre USG e angiografia RM, lo studio con mezzo di contrasto a raggi X perde in qualche modo la sua rilevanza, ma viene comunque eseguito quando si pianifica l'opzione di trattamento chirurgico della patologia BCA.

Cause, sintomi e trattamento dell'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche

L'aterosclerosi è una malattia cronica del sistema cardiovascolare, che può essere osservata in quasi ogni persona. Secondo le statistiche dell'OMS, oltre il 50% dei decessi in Europa, Stati Uniti e Russia sono dovuti a complicazioni dell'aterosclerosi. La malattia è classificata in base alla forma, alla natura del decorso e alla sede delle lesioni vascolari. Una delle forme più comuni è l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche (BCA).

Cause di aterosclerosi

Cos'è l'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche È una patologia caratterizzata dalla sovrapposizione del lume del vaso da parte di una placca aterosclerotica di oltre il 50%. La malattia si sviluppa lentamente e spesso non presenta sintomi gravi nelle prime fasi.

Le arterie brachiocefaliche sono grandi vasi che forniscono sangue alla testa e al collo. Sono costituiti da:

  • il tronco brachiocefalico che si estende dall'aorta;
  • arteria carotide di soia, suddivisa in interna ed esterna;
  • arteria succlavia, che consiste nell'arteria succlavia sinistra e destra.

Il pericolo di aterosclerosi non stenosante non è solo nello sviluppo asintomatico, ma anche nelle complicanze. A causa di un grave disturbo del flusso sanguigno, si sviluppa l'ischemia dei tessuti e aumenta il rischio di ictus.

BC porta allo sviluppo di aterosclerosi non stenotica:

  • diabete;
  • ipertensione e ipotensione;
  • aumento dei livelli di colesterolo nel sangue;
  • fumo, alcolismo;
  • patologia aortica e infiammazione vascolare;
  • distonia vegetativa-vascolare;
  • osteocondrosi del collo;
  • aneurisma;
  • lesioni al collo e alla testa;
  • stile di vita sedentario;
  • peso in eccesso;
  • metabolismo alterato.

I medici distinguono 3 stadi dell'aterosclerosi non stenotica. Il primo è chiamato stadio del punto grasso. Sulle pareti dei vasi sanguigni inclini all'allentamento e all'edema, enzimi specifici dissolvono i lipidi. Con una diminuzione delle proprietà protettive del corpo nei luoghi di accumulo di enzimi, iniziano a formarsi depositi di proteine-lipidi. Nella seconda fase si verifica una rapida proliferazione dei depositi di grasso e la formazione della placca, costituita da tessuto connettivo e grasso. Il terzo stadio della malattia è l'aterocalcinosi. Che cos'è l'aterocalcinosi è il processo di deposizione di sali di calcio sulle placche con un rapido restringimento del lume del vaso. L'istruzione è caratterizzata da instabilità e incapacità di dissolversi sotto l'influenza di droghe.

Sintomi della malattia

Nella fase iniziale di questa malattia, il sintomo principale sono vertigini e mal di testa. Sono causati da una mancanza di ossigeno e sostanze nutritive fornite al cervello. L'aterosclerosi non stenotica con progressione si manifesta con i seguenti sintomi:

  • rumore, ronzio nelle orecchie;
  • un forte aumento della pressione sanguigna;
  • intorpidimento degli arti superiori o inferiori;
  • compromissione della memoria;
  • l'aspetto delle mosche davanti agli occhi;
  • violazione dell'acuità visiva;
  • concentrazione ridotta.

Sintomi e segni più forti di aterosclerosi non stenotica della BC compaiono già nelle fasi successive, quando è necessario un trattamento chirurgico per salvare vite umane. Questi segni includono:

  • perdita di coscienza a breve termine;
  • compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • disturbo del linguaggio;
  • paresi transitoria.

Per l'aterosclerosi di tutte le parti del BC, è caratteristica una violazione persistente della circolazione cerebrale, che porta allo sviluppo di un ictus esteso..

Diagnostica

Ai primi segni di aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche extracraniche, consultare un medico. Il ritardo può provocare lo sviluppo di complicazioni e la morte. Alla prima visita, il medico individua i reclami e identifica i fattori di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi, nonché l'intensità e la frequenza dei sintomi. Inoltre, la presenza di malattie croniche concomitanti (insufficienza renale, ipertensione, ipotensione, diabete mellito, ecc.).

La diagnostica dell'aterosclerosi comprende analisi di laboratorio e strumentali. Dopo un esame fisico, il paziente viene inviato per un esame del sangue che determina il livello di trigliceridi, colesterolo, glucosio, lipoproteine, proteina c-reattiva ed emoglobina glicosilata. Quindi vengono assegnati metodi diagnostici strumentali che consentono:

  • stabilire la presenza di aterosclerosi non stenotica del BC;
  • determinare lo stadio di sviluppo della malattia;
  • stabilire la localizzazione delle placche aterosclerotiche e dei coaguli di sangue, la loro forma e dimensione;
  • determinare la velocità del flusso sanguigno;
  • stabilire i siti di stenosi dell'aterosclerosi delle parti extracraniche delle arterie brachiocefaliche;
  • identificare la dimensione del restringimento del lume del vaso sanguigno interessato;
  • stabilire il tipo di deformità congenita o acquisita dell'arteria;
  • determinare il tipo di patologia vascolare (flessione, spessore della parete, ecc.);
  • valutare i cambiamenti nello stato delle pareti arteriose, la loro elasticità e fragilità.

Come metodi strumentali si utilizzano ecografia Doppler, risonanza magnetica o computerizzata, scansione vascolare triplex, angiografia, reencefalografia..

Trattamento dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi non stenotica delle arterie brachiocefaliche extracraniche viene trattata sotto la supervisione di un neurologo. Con un trattamento tempestivo, la terapia farmacologica viene prescritta con aggiustamenti obbligatori dello stile di vita.

Tutti i farmaci vengono prescritti in base alle condizioni del paziente e ai risultati dei test. L'automedicazione e l'auto-prescrizione di farmaci sono inaccettabili.

Per la stenosi, i medici prescrivono farmaci antipiastrinici. Sono necessari per mantenere l'integrità della placca ed evitare rotture e trombosi. L'aspirina e le tienopiridine sono comunemente usate come farmaci antipiastrinici. I medicinali del gruppo delle statine riducono efficacemente il livello di lipoproteine ​​a bassa densità nel sangue. Chi ha familiarità con l'aterosclerosi delle arterie brachiocefaliche nota la rapida azione dei farmaci e un piccolo elenco di effetti collaterali. La terapia con statine, a seconda dell'età, può essere ad alta intensità, moderata o bassa intensità e prevede il monitoraggio costante dei livelli di lipoproteine ​​a bassa densità.

Durante la malattia devono essere assunti anche ACE inibitori, bloccanti del recettore dell'angiotensina II e tiazolidinedioni. Hanno effetti antinfiammatori, possono ridurre il rischio di progressione dell'aterosclerosi e regolare anche il glucosio ei lipidi nel sangue. I farmaci in questo gruppo vengono presi per tutta la vita con una diagnosi confermata di aterosclerosi.

I farmaci di nuova generazione includono inibitori del PCSK9. Si distinguono per la velocità di purificazione del plasma sanguigno dal colesterolo. Inoltre, i medici prescrivono farmaci con acido folico. Aiutano a normalizzare i livelli di omocisteina nel sangue. Nell'aterosclerosi, l'eccesso di omocisteina è normale. L'enzima provoca danni alle pareti interne dei vasi sanguigni con l'ulteriore formazione di nuove placche.

I vasodilatatori sono prescritti per alleviare gli spasmi e dilatare le arterie. In presenza di ipertensione, si consiglia di utilizzare farmaci per abbassare la pressione sanguigna e alleviare lo stress sui vasi sanguigni..

Dopo un ictus, aminalon migliora il metabolismo del tessuto cerebrale e stimola il recupero di molti processi. Il farmaco deve essere assunto rigorosamente sotto controllo medico.

Chirurgia

Quando vedi un medico nelle prime fasi della malattia, la terapia farmacologica è il principale metodo di trattamento. L'intervento chirurgico è necessario quando la forma non stenosante diventa stenosante e chiude il lume delle arterie di oltre il 50%. Durante l'operazione, i medici rimuovono l'area interessata, seguita dalla sutura della nave.

Lo stent viene solitamente utilizzato come trattamento chirurgico. L'essenza dell'operazione è posizionare uno stent con un palloncino nella nave interessata. Lo stent viene inserito attraverso un catetere. Una volta raggiunta la placca, il palloncino si gonfia, distruggendo il blocco del colesterolo e ripristinando il normale afflusso di sangue al cervello.

Il metodo endoarteriectomia viene utilizzato sulle arterie carotidi. Si tratta di un intervento chirurgico a cielo aperto in cui una placca aterosclerotica viene rimossa attraverso un'incisione nella parete di un vaso sanguigno..

Complicazioni di aterosclerosi

Nell'aterosclerosi della BC, un attacco ischemico transitorio (tia) si verifica spesso quando un vaso è bloccato da un piccolo trombo. La malnutrizione dei tessuti cerebrali con tia è accompagnata da forti capogiri e mal di testa, disturbi nel processo di pensiero. Se l'embolo si risolve, i sintomi scompaiono da soli dopo alcune ore.

Quando una placca blocca un grande vaso o non risolve l'embolo, si verifica un ictus. Può essere determinato dai seguenti sintomi:

  • perdita di conoscenza;
  • forte dolore alla testa, oscuramento degli occhi;
  • sonnolenza o estrema agitazione;
  • nausea e vomito.

Con lo sviluppo di un ictus, ai primi sintomi si aggiungono debolezza alle braccia e alle gambe, perdita parziale della vista e dell'udito, disturbi del linguaggio e intorpidimento degli arti. Il trattamento deve essere urgente.

Con la patologia delle arterie vertebrali, il lavoro delle parti posteriori del cervello viene interrotto, il che porta a una ridotta coordinazione dei movimenti e alla perdita della vista o dell'udito.

La forma stenosante dell'aterosclerosi BC è spesso osservata contemporaneamente all'aterosclerosi non stenosante o stenosante degli arti inferiori e dell'aorta. In questo caso, alle complicanze si aggiunge aneurisma o cancrena. La progressione dell'aterosclerosi aterosclerotica non stenotica delle regioni extracraniche può provocare cancrena degli arti superiori.

Prevenzione delle malattie

Nell'aterosclerosi, le misure preventive sono volte ad eliminare i fattori di rischio, arrestare lo sviluppo delle placche di colesterolo e ripristinare la normale circolazione sanguigna. I medici dividono tutta la prevenzione in primaria e secondaria.

La prevenzione primaria viene eseguita nella fase iniziale dell'aterosclerosi o con una tendenza alla malattia. Ciò include il controllo regolare della glicemia, del colesterolo e dei trigliceridi, l'aumento dell'attività fisica, la normalizzazione della nutrizione e l'eliminazione dello stress. Dovrebbero essere evitati l'affaticamento emotivo, le lesioni alla testa e al collo e il lavoro la sera e la notte. Dovresti anche smettere di fumare e ridurre al minimo il consumo di alcol. Secondario ha lo scopo di ridurre la manifestazione di una malattia esistente e le sue complicanze. Viene effettuato con l'uso della terapia farmacologica, nonché con la revisione obbligatoria della dieta e l'aumento dell'attività fisica..

La nutrizione è importante nel trattamento dell'aterosclerosi, perché la maggior parte del colesterolo entra nel corpo attraverso il cibo. I medici consigliano:

  • rinunciare ai grassi trans e una grande quantità di grassi animali;
  • introdurre più frutta, verdura, noci, erbe fresche nella dieta;
  • consumare latticini a basso contenuto di grassi;
  • utilizzare varietà a basso contenuto di grassi di pollame, pesce, carne;
  • rifiutare cibo in scatola, salsicce, cibi salati, nonché dolci e confetteria;
  • controllare l'assunzione di sale e zucchero;
  • controllare il contenuto calorico giornaliero del cibo;
  • inserire 5-6 pasti al giorno;
  • prendi vitamine extra.

L'esercizio è necessario anche per ridurre il peso e migliorare la circolazione sanguigna. Ai pazienti vengono mostrati nuoto, lunghe passeggiate all'aria aperta, ciclismo, equitazione medicinale, yoga. L'introduzione di carichi ammissibili è una buona prevenzione di ictus, patologie dei vasi cardiaci, ipertensione, diabete mellito.

È anche necessario organizzare la corretta modalità di lavoro e riposo. Ciò significa una diminuzione dei livelli di stress, una notte di sonno completa (almeno 8 ore), una normalizzazione del clima psicologico al lavoro ea casa..

L'aterosclerosi colpisce spesso le arterie brachiocefaliche. La malattia è pericolosa perché si sviluppa a lungo senza sintomi pronunciati e le persone attribuiscono le sue prime manifestazioni alla stanchezza. La diagnosi e il trattamento prematuri possono provocare lo sviluppo di complicanze come ictus, cancrena, aneurisma aortico. Le cause e il trattamento della malattia sono correlati: in primo luogo, i medici eliminano i fattori di rischio e quindi la lesione vascolare aterosclerotica stessa. La prevenzione delle malattie è un prerequisito in presenza di diversi fattori di rischio e comprende il monitoraggio costante della nutrizione, una maggiore attività fisica, evitare attività associate a un aumento dello stress emotivo e un esame regolare da parte di un medico.


Articolo Successivo
Salti e cali bruschi della pressione sanguigna