Cefalalgia del cervello: cos'è, perché si sviluppa e come si manifesta


PrincipaleCefalea ed emicraniaCefaleaCefalgia del cervello: cos'è, perché si sviluppa e come si manifesta

Il mal di testa è uno dei sintomi più comuni di molte malattie. La cefalea indica lo sviluppo di processi che causano malattie. In assenza di un trattamento tempestivo e adeguatamente fornito, ciò può portare allo sviluppo di gravi complicanze. Per prevenirli, è necessario avere un'idea delle cause della patologia, dei suoi tipi e sintomi, dei principali metodi di diagnosi, nonché della terapia e della prevenzione degli attacchi di sindrome del dolore.

Cefalalgia del cervello: che cos'è?

Il mal di testa o la cefalea possono svilupparsi come patologia indipendente, nonché come sintomo di un malfunzionamento o malattia fisiologica. A seconda dell'eziologia, possono manifestarsi in modi diversi, il che facilita notevolmente il processo di definizione di una diagnosi clinica. Vale la pena ricordare che con lo sviluppo del mal di testa, non si può sospettare immediatamente un danno alle strutture del cervello. È composto da cellule nervose che non contengono recettori del dolore.

Cause di cefalea

Il mal di testa è spesso il risultato di stanchezza cronica. Meno comunemente, si notano in patologie gravi. La cefalea può essere osservata in presenza di una serie di fattori, tra cui:

  • spasmo o espansione del lume dei vasi cerebrali;
  • intossicazione delle meningi con tossine e vari prodotti chimici;
  • aumento della pressione sanguigna o intracranica;
  • malattie del rachide cervicale;
  • malattie virali e batteriche con un caratteristico aumento della temperatura corporea;
  • malattie delle ossa del cranio, degli occhi, delle orecchie;
  • sovraccarico delle fibre muscolari;
  • disordini metabolici;
  • stress frequente, depressione, stress emotivo;
  • disidratazione;
  • calore e insolazione;
  • trauma cranico;
  • ictus;
  • anemia.

Tra i fattori provocatori, i più comuni sono aumento della pressione, nevralgia del trigemino, diabete mellito, insonnia, aumento della meteosensibilità. Inoltre, le cattive abitudini, compreso il fumo di tabacco e il consumo frequente di bevande alcoliche, possono portare a cefalea cerebrale..

Come si manifesta

Le manifestazioni cliniche della cefalea cerebrale dipendono dalla causa dello sviluppo. I principali sintomi di questa condizione sono:

  • la reazione acuta di una persona agli stimoli esterni;
  • nausea;
  • maggiore irritabilità e irritabilità;
  • pupille dilatate.

Inoltre, ci sono una serie di sintomi, in presenza dei quali vale la pena contattare uno specialista specializzato. Tra questi vale la pena evidenziare:

  • una forte comparsa di dolore, in cui ci sono nausea, vomito, disturbi psicoemotivi, cambiamenti di umore;
  • aumento del disagio quando si tossisce;
  • torcicollo;
  • un aumento della temperatura corporea superiore a 38 ° C;
  • perdita di parola, confusione;
  • la cefalea ha un carattere pulsante con irradiazione nella fronte e negli occhi;
  • possibile manifestazione unilaterale di patologia.

Classificazione

La cefalea cerebrale è divisa in diversi tipi, a seconda dell'eziologia dei disturbi. Tra i principali tipi di patologia, i medici condividono le seguenti forme di patologia:

  • vascolare;
  • vasomotore;
  • mal di testa da tensione;
  • liquorodinamica;
  • neurologico;
  • tossico infettivo.

Vascolare

Questo tipo di cefalea si osserva con spasmi costanti o dilatazione dei vasi cerebrali. I pazienti confrontano la forma vascolare della patologia con colpi di martello ritmici alla testa con localizzazione limitata. La sensazione di disagio è accompagnata da pulsazioni caratteristiche e spremitura sincrona. Questa forma di patologia è osservata con emicrania, superlavoro fisico, sovraccarico emotivo, distonia vascolare vegetativa.

Di conseguenza, c'è una violazione della fornitura di ossigeno ai tessuti cerebrali, che porta allo sviluppo dell'ipossia. I pazienti si lamentano di mal di testa pressanti e scoppianti, vertigini, annebbiamento della coscienza. La pelle del viso e del collo diventa pallida e c'è un rumore pulsante nelle orecchie.

Vasomotore

Il tipo vasomotorio della cefalea nella maggior parte dei casi è associato a uno sforzo muscolare eccessivo. La sindrome del dolore può essere di intensità da lieve a moderata. I pazienti avvertono una sensazione di oppressione alla testa, rigidità dei muscoli del collo, senso di oppressione al collo e compressione sulla fronte. Nella maggior parte dei casi, questi sintomi si notano contemporaneamente su entrambi i lati. Questo tipo di patologia è causata da stress, stati depressivi e nevrotici..

Mal di testa da tensione

Questo tipo di cefalea si osserva durante un grave stress fisico o emotivo. Il mal di testa è accompagnato da una sensazione di compressione del cranio. Possono anche pulsare ed emanare alle strutture vicine..

Liquorodinamica

Un cambiamento nella quantità di liquido cerebrospinale può contribuire allo sviluppo del dolore. Questo tipo di patologia si sviluppa in presenza di una serie di fattori, tra cui:

  • idrocefalo;
  • cisti;
  • neoplasie benigne e maligne;
  • fallimento del deflusso venoso;
  • violazione della struttura delle meningi.

Nevralgico

Questa forma di cefalea è una risposta delle strutture nervose infiammate all'azione di fattori irritanti. I pazienti lamentano forti dolori al taglio che hanno una localizzazione limitata. Inoltre, i pazienti hanno lombalgia alle orecchie, occhiaie e mascelle durante il movimento, la tosse, il masticare cibo o in una posizione statica..

Tossico infettivo

Le sensazioni spiacevoli in questo caso sono caratterizzate da intensità progressiva. All'inizio, i dolori sono localizzati in un punto, ma nel tempo vengono dati a tutte le parti della testa. Una forma di patologia infettiva-tossica si sviluppa con molti fattori, tra cui:

  • avvelenamento;
  • malattie infettive di eziologia virale o batterica.

Diagnostica

In presenza di cefalea cerebrale, prima di tutto, devi cercare l'aiuto di un terapista. Per cominciare, raccoglierà reclami, anamnesi e quindi procederà a un esame soggettivo. A conferma della diagnosi clinica, il medico può prescrivere metodiche diagnostiche strumentali e di laboratorio, tra le quali le più efficaci sono:

  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • analisi clinica delle urine;
  • misurazione di indicatori di polso, temperatura, pressione sanguigna;
  • Diagnostica a raggi X del rachide cervicale;
  • diagnostica ecografica;
  • imaging a risonanza magnetica e computerizzata;
  • elettrocardiografia;
  • encefalografia;
  • puntura lombare.

Inoltre, potrebbe essere necessario il consiglio di altri professionisti. Per questo, il paziente viene indirizzato per un appuntamento con un neurologo, chirurgo, oncologo, dentista, otorinolaringoiatra, ortopedico, oftalmologo, psicoterapeuta.

Trattamento

Le direzioni principali nel trattamento della cefalea sono l'eliminazione della malattia di base, che ha comportato la patologia, la stabilizzazione del tono vascolare e la terapia sintomatica. Il metodo principale per eliminare il mal di testa è l'uso di farmaci..

I farmaci più efficaci per la cefalea cerebrale sono farmaci che migliorano la circolazione sanguigna nel cervello. Tra loro ci sono Stugeron, Cinnarizin, Cavinton. Si consiglia inoltre di utilizzare farmaci che migliorano la conduzione degli impulsi nervosi attraverso le sinapsi. Questi includono Neuromidin, Milgamma, Proserin. Inoltre, è possibile utilizzare i farmaci nootropic Nootropil e Piracetam. Per eliminare le lesioni virali e batteriche, vengono prescritti antibiotici Ampicillina, Ceftriaxone, Azitromicina, Cefuroxima. Per combattere l'infiammazione vengono utilizzati corticosteroidi e farmaci antinfiammatori non steroidei. In caso di cefalea vengono utilizzati ibuprofene, ketoprofene, idrocortisone, prednisolone, desametasone.

  • trattamenti con acqua e fanghi;
  • ginnastica medica;
  • agopuntura;
  • terapia magnetica.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della cefalea, si raccomanda di seguire una serie di regole mirate ai fattori eziologici della patologia. Questi includono:

  • mantenere uno stile di vita attivo;
  • dieta bilanciata;
  • evitare situazioni stressanti e sforzi fisici pesanti;
  • trascorrere il tempo libero all'aria aperta;
  • sonno completo;
  • trattamento tempestivo delle patologie concomitanti;
  • rifiuto delle cattive abitudini.

In caso di mal di testa, consultare immediatamente uno specialista esperto. Una diagnosi tempestiva consente di prescrivere le tattiche di trattamento più efficaci, che impediranno la progressione della patologia e preserveranno la salute del paziente.

Sindrome cefalica (cefalea): che cos'è, cause, sintomi e trattamento

La sindrome cefalica (Cefalalgia) è un forte mal di testa a lungo termine e regolare. Questa grave disfunzione cerebrale si verifica sia negli adulti che nei bambini..

L'inizio del dolore è causato da un eccessivo affaticamento e dalla mancanza di sonno, quindi i sintomi della cefalea possono scomparire dopo che una persona ha un buon riposo e sonno. Tuttavia, non sono esclusi altri motivi che provocano la comparsa di dolore insopportabile..

La sindrome cefalica (codice ICD-10 - R51) può diventare uno dei sintomi gravi di un'altra malattia cronica.

Secondo le statistiche, circa il 72% delle persone in tutto il mondo si trova ad affrontare vari tipi di mal di testa. La maggior parte non va da specialisti e cerca di affrontare il dolore da sola. Ma con la sindrome del dolore prolungata e intensa, è necessario consultare un medico..

Per maggiori informazioni su cos'è, come si manifesta e come trattare la cefalea, leggi più avanti nell'articolo.

  1. Cause della sindrome cefalica
  2. Fattori provocatori per lo sviluppo della sindrome
  3. Sintomi di cefalea
  4. Fanno entrare nell'esercito con la cefalea?
  5. Classificazione
  6. Diagnosi di cefalea
  7. Trattamento della sindrome cefalica
  8. Trattamento farmacologico
  9. Chirurgia
  10. Trattamenti domiciliari complementari
  11. Cibo
  12. Rimedi popolari
  13. Prevenzione
  14. Previsione
  15. Video collegati

Cause della sindrome cefalica

Motivi completamente diversi possono portare alla comparsa della sindrome cefalica, che non può essere stabilita indipendentemente. Le ragioni sono le seguenti:

  • processi infiammatori di strutture del sistema nervoso centrale suscettibili al dolore;
  • irritazione delle membrane del cervello a causa di aumento della pressione del liquido cerebrospinale, intossicazione, encefalite, ecc.;
  • spasmi o dilatazione dei vasi sanguigni della pia madre dovuti alla presenza di formazioni simili a tumori e infiammazione cronica del cervello;
  • malattie infiammatorie degli organi interni;
  • sindrome vestibolo-atattica - un complesso di disturbi del sistema vascolare.

Il mal di testa può essere dovuto ad altre patologie indipendenti, come l'emicrania o il dolore a grappolo.

Fattori provocatori per lo sviluppo della sindrome

Oltre alle cause di un attacco doloroso, ci sono alcuni fattori provocatori. Questi includono:

  • frequenti sconvolgimenti emotivi - stress, depressione, disturbi nevrotici, ecc..
  • stile di vita sfavorevole;
  • eredità;
  • fumare, bere alcolici;
  • mancanza di sonno e stanchezza;
  • trauma cranico;
  • mancanza di passeggiate all'aria aperta.

Inoltre, il lavoro prolungato al computer e uno stile di vita sedentario influenzano in modo significativo l'aspetto del mal di testa, che non può essere sempre alleviato con l'aiuto di analgesici..

Sintomi di cefalea

I sintomi della cefalea possono variare da persona a persona. Tutto dipende completamente dalle ragioni che hanno causato il dolore. Ad esempio, con la cefalea a grappolo, la sindrome cefalica persistente compare ogni giorno alla stessa ora. L'attacco di dolore è relativamente di breve durata, ma il dolore è intenso. A volte è possibile la remissione (indebolimento).

Il dolore che si verifica sullo sfondo di una funzione vascolare compromessa può essere accompagnato dai seguenti sintomi:

  • mancanza o diminuzione dell'appetito;
  • elevata suscettibilità alla luce intensa e ai suoni;
  • irritabilità;
  • nausea;
  • bavaglio.

I segni della sindrome da emicrania cefalica includono:

  • dolore lancinante improvviso;
  • sudorazione eccessiva;
  • vertigini;
  • violazione della stabilità e del coordinamento dei movimenti;
  • diffusione del dolore alla regione temporale e agli occhi;
  • fotofobia (paura della luce intensa).

In caso di cefalea liquorodinamica compaiono i seguenti sintomi:

  • mal di testa grave e scoppiettante;
  • il vomito è possibile;
  • convulsioni;
  • perdita di conoscenza.

Per quanto riguarda l'origine infettiva del dolore, ciò è dovuto alla presenza di un'eccessiva concentrazione di tossine nel corpo. La quantità aumenta a causa del fatto che il sistema immunitario sta combattendo attivamente l'infezione. I processi metabolici nel cervello vengono interrotti, il che porta alla comparsa di dolore, che è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • dolori muscolari;
  • malessere generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • un brusco cambiamento negli indicatori della pressione sanguigna;
  • arrossamento della pelle e comparsa di vene varicose sul viso (teleangectasia);
  • pesantezza delle palpebre;
  • mente confusa.

La persona avverte dolori doloranti, prolungati e sprementi che spesso si diffondono alla clavicola e al collo.

Fanno entrare nell'esercito con la cefalea?

Secondo la legislazione, nel decreto della Federazione Russa n. 123-1, il mal di testa (sindrome cefalica ts) è considerato una malattia neurologica, alla conferma della quale una persona soggetta al servizio militare è riconosciuta come idoneità limitata.

I coscritti in tempo di pace con una diagnosi di cefalea non vengono arruolati nell'esercito. In caso di legge marziale, il giovane sarà mandato in servizio non combattente in battaglioni medici, per lavori economici generali.

Classificazione

La cefalea ha una sua classificazione. Esistono 5 tipi di sindrome cefalica:

  • vascolare - si verifica a causa dell'allungamento dei vasi sanguigni dovuto alla pulsazione del sangue oa causa del loro sovraffollamento. Il dolore è sincrono e pulsante. Questo tipo di dolore si manifesta spesso durante gli attacchi di emicrania insieme all'ipotensione, con grave stress fisico o psico-emotivo. La tensione dei vasi porta alla carenza di ossigeno e all'ischemia dei tessuti;
  • vasomotorio: il dolore può essere intenso, compressivo, monotono e bilaterale, concentrandosi nella regione frontale-parietale-occipitale. Il dolore non è pulsante e può diffondersi gradualmente in tutta la testa. L'evento è dovuto a un'eccessiva tensione nei muscoli del cingolo scapolare e della testa. Ciò accade a causa del fatto che i vasi sanguigni non ricevono l'ossigeno necessario, di conseguenza, sono possibili ischemia cerebrale e ipossia. La causa della cefalea vasomotoria è la depressione e lo stress prolungati;
  • liquorodinamica - si verifica a causa dell'elevata pressione intracranica. I dolori sono profondi e scoppiettanti. Il dolore diventa intenso quando si starnutisce, si allunga, si gira bruscamente la testa, ecc.;
  • infettivo e tossico: quando i patogeni entrano nel corpo, il sistema immunitario viene attivato per neutralizzare gli antigeni. Il risultato è la proliferazione di componenti tossiche che migrano in tutto il corpo ed entrano nel cervello. Di conseguenza, il metabolismo viene interrotto, il che porta al dolore;
  • astenico-cefalico - dolori ricorrenti e taglienti. Le cause includono il normale tocco della testa, la deglutizione, la tosse, ecc..

Diagnosi di cefalea

Le persone che soffrono periodicamente di mal di testa raramente vedono un medico. Se il dolore può essere alleviato con antidolorifici e non si ripresentano, non è necessaria la consultazione con un medico.

Se il dolore è intenso e non scompare per molto tempo, accompagnato da svenimenti, convulsioni e altre condizioni gravi, questo è il motivo principale per contattare un istituto medico.

Prima di tutto, un neurologo esegue un esame completo. Successivamente, se necessario, può essere richiesta la consultazione di tali specialisti:

  • oftalmologo: il medico controlla il fondo ipertensivo per identificare i cambiamenti patologici;
  • ecografo: l'ecografia è necessaria per confermare o confutare la presenza di altre malattie degli organi interni;
  • endocrinologo: il medico sarà in grado di identificare disturbi ormonali e altre malattie croniche.

Oltre alla consultazione con specialisti, esistono metodi diagnostici, grazie ai quali vengono rilevate violazioni dirette delle funzioni cerebrali. Questi includono:

  • studi tomografici: questi metodi consentono di esaminare completamente il cervello per identificare vari fenomeni patologici. Vengono rilevati tumori, gliosi, lesioni interne, encefalopatia, alterato afflusso di sangue ed emorragie;
  • encefalografia cerebrale: un metodo diagnostico che consente di stabilire il dinamismo dei neuroni;
  • Ecografia Doppler: un metodo che esamina i vasi sanguigni e il flusso sanguigno nel cervello;
  • analisi del sangue: lo studio conferma o esclude malattie infettive.

Ogni metodo diagnostico viene assegnato individualmente a seconda delle cause e della natura del dolore.

Trattamento della sindrome cefalica

Prima di iniziare la selezione delle tattiche di trattamento per la sindrome cefalagica, viene scoperta la causa principale del mal di testa e viene stabilita la diagnosi corretta. Se la causa è un'interruzione nel funzionamento degli organi visivi e degli organi ENT, vengono prescritte procedure e farmaci per eliminare la patologia.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento della cefalea comporta l'assunzione di vari farmaci..

Trattamento farmacologico

Molto spesso, il trattamento della sindrome cefalagica viene effettuato con l'aiuto di farmaci di vari gruppi. Il farmaco è prescritto solo dal medico curante e deve essere rigorosamente osservato. I farmaci includono:

  • analgesici - Spazmalgon, Analgin, Ibuklin, Baralgetas, Tempalgin, Brustan, Guvadal, Trigan;
  • sedativi - Valeriana, Passiflora, Dormiplant, Menovalen, Sedasen, Persen, Trivalumen;
  • farmaci per migliorare il funzionamento degli organi visivi e degli organi ENT sono prescritti se il paziente presenta violazioni: Golubitox, Complesso luteina, Reoptic, Okovit, Taurin, Seretid Discus, Rinomistin, Allertek, Fenistil, Fitonosol;
  • farmaci antibatterici e diuretici sono prescritti per il trattamento di ascessi e malattie infettive - Diacarb, Furosemide, Hypothiazid, Veroshpiron, Indacrinone, Amiloride, Nitroxolin, Amoxon, Apo-Doxy, Cefazolin, Vibramycin, Gentina.

Se il paziente presenta disturbi dopo il corso prescritto di terapia farmacologica, è necessario annullare o sostituire farmaci non idonei.

Chirurgia

Il trattamento della sindrome cefalalgica ricorrendo all'intervento chirurgico è necessario in caso di inefficacia del trattamento conservativo. Il trattamento chirurgico prevede una puntura lombare. Le indicazioni urgenti sono:

  • malattie infettive del sistema nervoso centrale (meningite, aracnoidite, encefalite, poliomielite, ecc.);
  • emorragia intracranica (subaracnoidea, intraventricolare, irritazione dei centri autonomici).

Con l'aiuto della puntura lombare, drenaggio del liquido cerebrospinale (liquido cerebrospinale), riduzione della pressione e somministrazione endolombare di farmaci.

Trattamenti domiciliari complementari

Come metodi aggiuntivi per il trattamento della cefalea, puoi usare alcuni rimedi popolari, tecniche speciali per eliminare o alleviare il mal di testa, aderire a una corretta alimentazione e stile di vita.

Cibo

Per qualsiasi mal di testa, la terapia dietetica è utile. Grazie a una dieta opportunamente selezionata, puoi sbarazzarti del dolore. È importante rifiutare:

  • bevande altamente gassate;
  • tipi di formaggio a pasta molle;
  • crauti;
  • salsicce affumicate crude e piccole salsicce;
  • date;
  • spinaci;
  • bevande alcoliche;
  • caffeina;
  • prodotti a base di segale e farina di frumento;
  • aceto.

È necessario consumare razionalmente liquido. Mangia frutta fresca, verdura, agrumi, carne magra (pollo, tacchino, coniglio), brodi di carne, uova di gallina, cereali, bevi succhi appena spremuti. Non lasciarti trasportare dal cioccolato, la sua tariffa giornaliera non dovrebbe essere superiore a 15 grammi.

Rimedi popolari

È possibile curare la sindrome cefalica con l'aiuto di alcune erbe officinali utilizzandole per tisane, decotti, impacchi.

A casa puoi fare:

  • impacchi di cavolo. Applicare una foglia di cavolo fresca sulla regione temporale della testa;
  • infuso di trifoglio. 1 cucchiaio versare 500 ml di acqua bollente, lasciare in infusione per 1 ora. Prendi mezzo bicchiere 3 volte al giorno;
  • un impacco di foglie di lillà. Deve essere applicato alle regioni frontale e temporale;
  • succo di patate crude. Bere mezzo bicchiere di succo appena spremuto 2 volte al giorno;
  • infuso di origano e alghe. Versare la raccolta con due litri di acqua bollente, lasciare in infusione 1 ora. Prendi solo mezzo bicchiere per gli attacchi di dolore;
  • Il tè verde fortemente preparato è utile;
  • infuso di melissa. Versare 3 cucchiai con acqua calda, lasciare agire per 40 minuti. Prendi 3 misurini 5 volte al giorno.

Utili anche i bagni curativi con l'aggiunta di decotti di erbe medicinali, può essere valeriana, camomilla, salvia, melissa, ecc..

Prevenzione

La prevenzione della cefalea consiste solo nel mantenere uno stile di vita sano e attivo, rinunciare alle cattive abitudini, evitare situazioni stressanti, esame tempestivo e trattamento delle malattie secondarie.

Previsione

La prognosi della sindrome cefalica è favorevole. Con un trattamento adeguato ed efficace, una persona non ha complicazioni.

Sindrome cefalica (cefalea): che cos'è, cause, sintomi e trattamento

L'inizio del dolore è causato da un eccessivo affaticamento e dalla mancanza di sonno, quindi i sintomi della cefalea possono scomparire dopo che una persona ha un buon riposo e sonno. Tuttavia, non sono esclusi altri motivi che provocano la comparsa di dolore insopportabile..

La sindrome cefalica (codice ICD-10 - R51) può diventare uno dei sintomi gravi di un'altra malattia cronica.

Secondo le statistiche, circa il 72% delle persone in tutto il mondo si trova ad affrontare vari tipi di mal di testa. La maggior parte non va da specialisti e cerca di affrontare il dolore da sola. Ma con la sindrome del dolore prolungata e intensa, è necessario consultare un medico..

Per maggiori informazioni su cos'è, come si manifesta e come trattare la cefalea, leggi più avanti nell'articolo.

Cause della sindrome cefalica

Motivi completamente diversi possono portare alla comparsa della sindrome cefalica, che non può essere stabilita indipendentemente. Le ragioni sono le seguenti:

  • processi infiammatori di strutture del sistema nervoso centrale suscettibili al dolore;
  • irritazione delle membrane del cervello a causa di aumento della pressione del liquido cerebrospinale, intossicazione, encefalite, ecc.;
  • spasmi o dilatazione dei vasi sanguigni della pia madre dovuti alla presenza di formazioni simili a tumori e infiammazione cronica del cervello;
  • malattie infiammatorie degli organi interni;
  • sindrome vestibolo-atattica - un complesso di disturbi del sistema vascolare.

Il mal di testa può essere dovuto ad altre patologie indipendenti, come l'emicrania o il dolore a grappolo.

Fattori provocatori per lo sviluppo della sindrome

Oltre alle cause di un attacco doloroso, ci sono alcuni fattori provocatori. Questi includono:

  • frequenti sconvolgimenti emotivi - stress, depressione, disturbi nevrotici, ecc..
  • stile di vita sfavorevole;
  • eredità;
  • fumare, bere alcolici;
  • mancanza di sonno e stanchezza;
  • trauma cranico;
  • mancanza di passeggiate all'aria aperta.

Inoltre, il lavoro prolungato al computer e uno stile di vita sedentario influenzano in modo significativo l'aspetto del mal di testa, che non può essere sempre alleviato con l'aiuto di analgesici..

Forte mal di testa

Le sensazioni di un forte mal di testa possono variare. Molte persone chiedono la cefalea: che cos'è.

Quindi, ci sono cinque tipi di sensazioni spiacevoli che impediscono a una persona di vivere normalmente con la cefalea:

  1. Un dolore sufficientemente forte e pulsante è chiamato emicrania. Molto spesso, il disagio è localizzato in un'area..
  2. Ha un carattere grave e pulsante: ipertensione. La sua posizione è nella parte posteriore della testa..
  3. Con frequenti esplosioni emotive, situazioni stressanti, si osserva dolore prolungato. La persona avverte una sorta di cerchio che comprime gradualmente la testa del paziente. È anche cefalea.
  4. Durante le malattie virali o con le infezioni, il dolore diventa locale. Area di localizzazione: arcate sopracciliari, fronte e area delle tempie.
  5. Quando si muove, una persona soffre di forti dolori. Questo vale per la diagnosi di osteocondrosi. Le sensazioni di dolore sono localizzate nelle tempie, nella parte posteriore della testa.

I segni cefalgici possono indicare lo sviluppo di malattie piuttosto pericolose. Non dovresti aspettare ulteriori sintomi di cefalea; dovresti immediatamente cercare aiuto da uno specialista. Dopo tutte le procedure diagnostiche della cefalea, è possibile visualizzare il quadro clinico completo del paziente, prescrivere un corso efficace di terapia.

Sintomi di cefalea

I sintomi della cefalea possono variare da persona a persona. Tutto dipende completamente dalle ragioni che hanno causato il dolore. Ad esempio, con la cefalea a grappolo, la sindrome cefalica persistente compare ogni giorno alla stessa ora. L'attacco di dolore è relativamente di breve durata, ma il dolore è intenso. A volte è possibile la remissione (indebolimento).

Il dolore che si verifica sullo sfondo di una funzione vascolare compromessa può essere accompagnato dai seguenti sintomi:

  • mancanza o diminuzione dell'appetito;
  • elevata suscettibilità alla luce intensa e ai suoni;
  • irritabilità;
  • nausea;
  • bavaglio.

Prevenzione

Le misure preventive sono le seguenti:

  • normalizzare il regime: deve essere assegnato un numero ottimale di ore di riposo al giorno;
  • mangiare correttamente;
  • non abusare di bevande alcoliche, medicinali;
  • limitare te stesso dallo stress e dalla tensione nervosa;
  • condurre uno stile di vita moderatamente attivo;
  • organizzare un posto letto corretto dal punto di vista medico.

È necessario sistematicamente sottoporsi a una visita medica completa. L'automedicazione è fortemente sconsigliata.

Classificazione

La cefalea ha una sua classificazione. Esistono 5 tipi di sindrome cefalica:

  • vascolare - si verifica a causa dell'allungamento dei vasi sanguigni dovuto alla pulsazione del sangue oa causa del loro sovraffollamento. Il dolore è sincrono e pulsante. Questo tipo di dolore si manifesta spesso durante gli attacchi di emicrania insieme all'ipotensione, con grave stress fisico o psico-emotivo. La tensione dei vasi porta alla carenza di ossigeno e all'ischemia dei tessuti;
  • vasomotorio: il dolore può essere intenso, compressivo, monotono e bilaterale, concentrandosi nella regione frontale-parietale-occipitale. Il dolore non è pulsante e può diffondersi gradualmente in tutta la testa. L'evento è dovuto a un'eccessiva tensione nei muscoli del cingolo scapolare e della testa. Ciò accade a causa del fatto che i vasi sanguigni non ricevono l'ossigeno necessario, di conseguenza, sono possibili ischemia cerebrale e ipossia. La causa della cefalea vasomotoria è la depressione e lo stress prolungati;
  • liquorodinamica - si verifica a causa dell'elevata pressione intracranica. I dolori sono profondi e scoppiettanti. Il dolore diventa intenso quando si starnutisce, si allunga, si gira bruscamente la testa, ecc.;
  • infettivo e tossico: quando i patogeni entrano nel corpo, il sistema immunitario viene attivato per neutralizzare gli antigeni. Il risultato è la proliferazione di componenti tossiche che migrano in tutto il corpo ed entrano nel cervello. Di conseguenza, il metabolismo viene interrotto, il che porta al dolore;
  • astenico-cefalico - dolori ricorrenti e taglienti. Le cause includono il normale tocco della testa, la deglutizione, la tosse, ecc..

Eziologia e patogenesi

Nella maggior parte dei casi, la cefalea è di origine vascolare, cioè è causata da dilatazione (ingrossamento o espansione) o spasmo delle arterie intracraniche ed extracraniche (stiamo parlando di diverse varianti di emicrania, di malattie cerebrovascolari e mal di testa, che è un sintomo e conseguenza dell'ipertensione arteriosa).

Grave mal di testa si sviluppa durante l'irritazione delle meningi, accompagnata da meningite ed emorragia subaracnoidea. È impossibile non dire del cambiamento della viscosità del sangue, della spremitura o, al contrario, della tensione dei muscoli della testa, dell'irritazione del nervo trigemino o occipitale. Tutti questi fattori possono causare cefalee lievi / gravi, a breve / lungo termine. A sua volta, la cefalea, provocata da estesi processi intracranici, è spesso accompagnata da vomito e senza sensazione di nausea.

Inoltre, il mal di testa può essere una componente importante della sindrome post-commozione cerebrale. Il mal di testa è uno dei principali sintomi di tutte le malattie infettive che si verificano con la febbre alta. Sia il mal di testa locale che quello diffuso possono comparire con varie malattie degli occhi o dei seni paranasali.

Un gruppo separato comprende le cefalalgie, che sono causate da malattie tossiche sistemiche e disturbi metabolici.

Ma, tuttavia, i mal di testa più comuni di natura psicogena. Quindi, un mal di testa prolungato che non va via per diversi anni, il più delle volte indica uno stato depressivo latente..

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai mal di testa da tensione che appaiono come risultato di un sovraccarico emotivo, mentre i recettori percettivi in ​​questo caso sono i muscoli del cuoio capelluto.

Un tipo di cefalea molto raro, e quindi difficile da differenziare, è la cefalea, che si manifesta sullo sfondo di una rapida contrazione dei dotti nasali, che è causata da una rinite allergica.

È anche importante che un meccanismo "secondario" possa successivamente unirsi al meccanismo guida della formazione e dello sviluppo della cefalea: ad esempio, al dolore vascolare osservato con l'emicrania può unirsi un mal di testa della cosiddetta tensione muscolare. In questi casi, è estremamente importante determinare correttamente la causa principale e il meccanismo principale della cefalea per iniziare il trattamento in modo tempestivo, a seguito del quale il mal di testa secondario diminuirà o addirittura scomparirà del tutto..

Diagnosi di cefalea

Le persone che soffrono periodicamente di mal di testa raramente vedono un medico. Se il dolore può essere alleviato con antidolorifici e non si ripresentano, non è necessaria la consultazione con un medico.

Se il dolore è intenso e non scompare per molto tempo, accompagnato da svenimenti, convulsioni e altre condizioni gravi, questo è il motivo principale per contattare un istituto medico.

Prima di tutto, un neurologo esegue un esame completo. Successivamente, se necessario, può essere richiesta la consultazione di tali specialisti:

  • oftalmologo: il medico controlla il fondo ipertensivo per identificare i cambiamenti patologici;
  • ecografo: l'ecografia è necessaria per confermare o confutare la presenza di altre malattie degli organi interni;
  • endocrinologo: il medico sarà in grado di identificare disturbi ormonali e altre malattie croniche.

Oltre alla consultazione con specialisti, esistono metodi diagnostici, grazie ai quali vengono rilevate violazioni dirette delle funzioni cerebrali. Questi includono:

  • studi tomografici: questi metodi consentono di esaminare completamente il cervello per identificare vari fenomeni patologici. Vengono rilevati tumori, gliosi, lesioni interne, encefalopatia, alterato afflusso di sangue ed emorragie;
  • encefalografia cerebrale: un metodo diagnostico che consente di stabilire il dinamismo dei neuroni;
  • Ecografia Doppler: un metodo che esamina i vasi sanguigni e il flusso sanguigno nel cervello;
  • analisi del sangue: lo studio conferma o esclude malattie infettive.

Ogni metodo diagnostico viene assegnato individualmente a seconda delle cause e della natura del dolore.

Emicrania

Questo tipo di mal di testa ha un periodo preliminare durante il quale si osservano i seguenti sintomi:

  • fatica,
  • stato depressivo,
  • deficit visivo,
  • vari problemi neurologici manifestati da "scintille negli occhi", perdita della visione laterale.

Il dolore localizzato su un lato della testa ha i seguenti sintomi:

  • carattere pulsante,
  • sviluppo graduale seguito da rafforzamento,
  • convulsioni ripetitive che si ripresentano ogni pochi giorni o settimane.

Tali dolori durano per diverse ore, ma non più di due giorni. Questo tipo di cefalea può essere causato dall'uso di alcol o di determinati alimenti, come il cioccolato. Spesso, l'ipertensione con emicrania è scatenata da stress, tensione mentale e fisica, lunghi viaggi nei trasporti, cambiamenti climatici, schemi di sonno impropri, assunzione di determinati farmaci, luce intensa e rumori forti.

Trattamento della sindrome cefalica

Prima di iniziare la selezione delle tattiche di trattamento per la sindrome cefalagica, viene scoperta la causa principale del mal di testa e viene stabilita la diagnosi corretta. Se la causa è un'interruzione nel funzionamento degli organi visivi e degli organi ENT, vengono prescritte procedure e farmaci per eliminare la patologia.

Nella maggior parte dei casi, il trattamento della cefalea comporta l'assunzione di vari farmaci..

Trattamento farmacologico

Molto spesso, il trattamento della sindrome cefalagica viene effettuato con l'aiuto di farmaci di vari gruppi. Il farmaco è prescritto solo dal medico curante e deve essere rigorosamente osservato. I farmaci includono:

  • analgesici - Spazmalgon, Analgin, Ibuklin, Baralgetas, Tempalgin, Brustan, Guvadal, Trigan;
  • sedativi - Valeriana, Passiflora, Dormiplant, Menovalen, Sedasen, Persen, Trivalumen;
  • farmaci per migliorare il funzionamento degli organi visivi e degli organi ENT sono prescritti se il paziente presenta violazioni: Golubitox, Complesso luteina, Reoptic, Okovit, Taurin, Seretid Discus, Rinomistin, Allertek, Fenistil, Fitonosol;
  • farmaci antibatterici e diuretici sono prescritti per il trattamento di ascessi e malattie infettive - Diacarb, Furosemide, Hypothiazid, Veroshpiron, Indacrinone, Amiloride, Nitroxolin, Amoxon, Apo-Doxy, Cefazolin, Vibramycin, Gentina.

Se il paziente presenta disturbi dopo il corso prescritto di terapia farmacologica, è necessario annullare o sostituire farmaci non idonei.

Chirurgia

Il trattamento della sindrome cefalalgica ricorrendo all'intervento chirurgico è necessario in caso di inefficacia del trattamento conservativo. Il trattamento chirurgico prevede una puntura lombare. Le indicazioni urgenti sono:

  • malattie infettive del sistema nervoso centrale (meningite, aracnoidite, encefalite, poliomielite, ecc.);
  • emorragia intracranica (subaracnoidea, intraventricolare, irritazione dei centri autonomici).

Caratteristiche della patologia nei bambini

Ogni bambino può sviluppare la cefalea. Di solito è provocato dai seguenti motivi:

  1. Raffreddori e patologie infettive.
  2. Grave sovraeccitazione o affaticamento.
  3. Allergia al cibo.
  1. Temperatura elevata.
  2. Fame.

Questo può essere utile: cosa dicono il mal di testa e la febbre?

Qualunque cosa abbia causato la cefalea in un bambino, è impossibile ritardare l'esame. Ma anche l'automedicazione in questo caso è vietata, poiché puoi solo danneggiare il bambino.

Terapia della malattia

I farmaci sono usati per eliminare il decorso acuto della malattia. Per un risultato duraturo, la sindrome cefalica deve essere fermata con metodi aggiuntivi. Pertanto, i medici raccomandano di normalizzare la nutrizione e il regime quotidiano, inclusa un'attività fisica moderata e l'uso della medicina tradizionale sicura. Dai farmaci sono prescritti:

  • Antidolorifici. Necessario per alleviare attacchi acuti. Usa farmaci piuttosto potenti per trattare la sindrome: "Pentalgin", "Solpadein", "Panadol". I preparati Analgin non devono essere assunti con broncospasmo e sanguinamento.
  • Farmaci per la pressione. A bassa pressione e sindrome cefalica vascolare, viene prescritto un estratto di Eleuterococco, "Pantokrin". Se la pressione alta è preoccupata, è necessario alleviare gli spasmi con l'aiuto di "Kurantil" o "No-shpy".
  • Preparativi per VSD. Se il trattamento della cefalea richiede l'eliminazione del VSD, prima devi provare a camminare per strada e fare una doccia di contrasto. Se le azioni non hanno aiutato, usa "Furosemide", "Euphyllin", "Caffeine".
  • Emicrania, cefalea tensiva. Per eliminare la prima malattia, prendi "Paracetamol" e se il dolore appare da tensione, usa analgesici.
  • Elimina lo stress. I miorilassanti sono anche usati per combattere lo stress: Milagin, Dillacin, Clindamycin.

GB con un raffreddore

Una causa comune di cefalea è l'infiammazione dei seni paranasali..

  • la comparsa della sindrome del dolore durante o dopo una grave ipotermia,
  • la presenza di una rinite rinofaringea profonda,
  • localizzazione in un punto del viso o della testa,
  • un rapido aumento dell'intensità del dolore, che raggiunge il suo apice al mattino, a causa del muco, che non ha avuto il tempo di drenare completamente,
  • intensificazione di un attacco quando si tossisce, starnutisce e con movimenti improvvisi della testa.

Inoltre, la sindrome del dolore con sinusite aumenta con il consumo di alcol, con forti sbalzi di temperatura.

Cefalalgia

Tutti i contenuti di iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Tieni presente che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono link cliccabili a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Codice ICD-10
  • Le ragioni
  • Sintomi
  • Dove ti fa male?
  • Le forme
  • Cosa deve essere esaminato?
  • Come esaminare?
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Trattamento aggiuntivo
  • Prevenzione
  • Previsione

Probabilmente, non esiste una malattia del genere che infastidirebbe l'umanità tanto quanto la cefalea o il mal di testa.

Oggi nessuno è sorpreso da questa patologia, che preoccupava anche i bambini piccoli..

Codice ICD-10

Cause di cefalea

La maggior parte delle persone è piuttosto frivola riguardo ai momenti di dolore che "afferra" la testa, senza considerarli come una malattia. Dopotutto, basta prendere una pillola e andrà tutto bene. Ma non dimenticare che spesso la cefalea è solo una conseguenza di un'altra malattia e una visita prematura da un medico può minacciare non solo la perdita di tempo prezioso per le cure, ma anche, spesso, la vita. Anche un lieve mal di testa suggerisce che si è verificato un malfunzionamento nel corpo e non sarebbe male stabilirne la causa.

Le cause della cefalea sono molto diverse:

  • Ipertensione (pressione sanguigna alta).
  • Nevralgia del trigemino.
  • Forte tensione degli organi visivi.
  • Ceppo nervoso causato da stress psico-emotivo.
  • Diabete.
  • Malattie cardiache.
  • Osteocondrosi cervicale.
  • Arterite della regione temporale (danno alle arterie grandi e medie di tutto il corpo).
  • Alta pressione intracranica.
  • Varie malattie degli organi interni.
  • Mancanza di sonno.
  • Disturbo da tensione muscolare.
  • Sensibilità climatica.
  • Carico instabile.
  • Cambiamenti drammatici nella cultura del cibo.
  • Il mancato rilassamento accumula stanchezza sia muscolare che intellettuale, che contribuisce allo sviluppo della cefalea.
  • Aneurismi cerebrali: aumento locale delle dimensioni di un vaso sanguigno.
  • Meningite (infiammazione del rivestimento del cervello e del midollo spinale).
  • Ferita alla testa.
  • E molte altre ragioni.

Sintomi di cefalea

A seconda dell'eziologia del dolore, i sintomi della cefalea sono abbastanza simili e allo stesso tempo possono variare. Ad esempio, si manifestano i sintomi del dolore alla testa a grappolo:

  • abbassamento e gonfiore delle palpebre;
  • reazione acuta a manifestazioni sane e luminose;
  • secrezione dagli occhi e dal naso;
  • sudore sulla fronte;
  • nausea e vomito;
  • irritabilità, agitazione, irrequietezza;
  • pupille dilatate.

In questo caso, si avverte un forte dolore dietro o sopra uno degli occhi..

Sintomi di cefalea, che dovrebbero essere allertati e consultare immediatamente uno specialista:

  • Il dolore acuto e improvviso che si accumula è spesso accompagnato da nausea e vomito. Cambiamenti dell'umore, disturbi mentali. Tutto ciò può indicare una malattia come l'ictus emorragico (chiamato anche "emorragia cerebrale").
  • Se il dolore si intensifica durante la tosse o altri sforzi, è possibile un edema cerebrale.
  • Dolore improvviso, molto grave, che non hai mai provato prima - rottura dell'aneurisma.
  • Il dolore dopo la lesione può essere un sintomo di emorragia cerebrale.
  • L'alta temperatura, la tensione nel tessuto muscolare dell'occipite insieme a cefalea, possono spesso indicare lo sviluppo di meningite.
  • Mal di testa cronico intenso nelle persone sopra i 50 anni.
  • Cefalalgia, accompagnata da confusione di coscienza, amnesia, ridotta coordinazione del movimento e dell'apparato vocale, disturbi dell'apparato visivo, intorpidimento e "pelle d'oca" che si avvertono agli arti, possono indicare un piccolo ictus cerebrale.
  • Pulsazioni dolorose nella regione frontale e nella zona degli occhi, arrossamento di questi ultimi, la comparsa di anelli contrastanti attorno alla sorgente luminosa possono indicare una forma acuta di glaucoma.
  • Dolore unilaterale osservato: questo sintomo può indicare un'arterite temporale. Di conseguenza: cecità o ictus.
  • Un improvviso dolore lancinante nell'area dei bulbi oculari può indicare un'emorragia nel seno di una delle vene del cervello.

Dove ti fa male?

Le forme

Le patologie che stiamo considerando, accomunate da un sintomo comune, hanno una loro nicchia nella Classificazione Internazionale delle Malattie della 10a revisione. Cefalalgia, e in effetti, qualsiasi dolore che si manifesti nella zona della testa, appartiene al gruppo VI - Malattie del sistema nervoso e ha la designazione in codice G00-G99. E al sottogruppo "Disturbi episodici e parossistici" - (G40-G47). La laurea più piccola si suddivide in categorie:

  • Emicrania (cifratura codificata - G43).
  • G44 - il codice di un gruppo di malattie unite da un nome - Altri sintomi di cefalea, ad eccezione di dolore facciale di genesi atipica (G50.1), cefalea NOS (R51), nevralgia del trigemino (G50.0):
    • Sindrome di mal di testa "istamina". È designato dal codice G44.0.
    • Cefalea vascolare, non classificata altrove. Il codice che denota questa categoria di patologia è G44.1.
    • Cefalea da tensione. Il codice medico per questa malattia è G44.2.
    • Cefalea post-traumatica cronica. Codice malattia - G44.3.
    • Cefalea indotta da farmaci, non classificata altrove. Questa patologia ha un codice - G44.4.
    • Un'altra sindrome specifica del mal di testa. Il codice che denota questa categoria di patologia è G44.8.

Sindrome da cefalea

Oggi, la sindrome della cefalea è uno dei sintomi più comuni di una vasta gamma di malattie. La localizzazione del mal di testa e l'eziologia della sua origine danno la classificazione della cefalea..

Di norma, questa patologia è direttamente collegata al sistema arterioso della circolazione sistemica, che coinvolge il cuoio capelluto e i tessuti cerebrali. Molto spesso, le cause della sindrome da cefalea sono direttamente correlate a spasmi o dilatazione delle arterie, aumento della pressione idrostatica in esse. Le malattie di eziologia psicogena sono la causa più comune di mal di testa di lunga durata..

Cefalalgia vascolare

Il tipo di dolore vascolare è una delle manifestazioni più comuni, la cui causa è una forte espansione o restringimento delle arterie sanguigne.

Tutto il nostro corpo è pieno di una rete di recettori del dolore che, se irritati, trasmettono segnali di dolore..

La cefalea vascolare più comune è il dolore che si verifica a causa dell'espansione dei vasi cerebrali a causa del passaggio attraverso di essi di una maggiore quantità di sangue per la norma, che è caratteristica delle arterie, ma non è assolutamente caratteristica dei vasi. I dolori hanno una caratteristica pulsante. Il paziente ha l'impressione che i martelli bussino all'interno del cranio.

Tali indicatori di dolore si trovano solitamente nelle persone che soffrono di distonia vegetativa, nonché ipertensione (il paziente soffre di ipertensione persistente) o ipotensione (al contrario, bassa pressione sanguigna).

C'è anche mal di testa venoso, la cui eziologia è associata alla combinazione di segni come bassa tensione del tessuto muscolare delle pareti del canale e aumento del volume sanguigno. Ciò è dovuto al fatto che la velocità e il volume del sangue venoso, che dovrebbe "uscire" dal cranio, cadono.

La causa della cefalea vascolare può essere sia malattie interne di varia genesi, sia la solita situazione quotidiana: attività fisica prolungata quando si lavora con la testa china; colletto della camicia stretto o cravatta e altri.

Cefalalgia vasomotoria

Sulla base delle osservazioni cliniche si può affermare che la percentuale di casi di cefalea, denominata a grappolo o di tipo vasomotorio, oltre che di emicrania, è piuttosto elevata..

I sintomi che manifestano la cefalea vasomotoria differiscono dalla stessa emicrania in quanto il dolore si fa sentire su tutta la testa - viene "preso in una morsa". In questo caso, l'intensità delle sensazioni può essere definita debole o media. Il dolore è sordo e tirante. A volte una persona ha la nausea, ma non arriva al vomito.

Le principali cause della cefalea vasomotoria sono:

  • Nicotina.
  • Eccessiva tensione muscolare nella zona delle spalle e del collo.
  • Mancanza di riposo.
  • Fatica.
  • Ipodynamia.
  • Abuso di droghe.
  • Altro.

Cefalalgia da tensione

La tensione muscolare, che provoca dolore (tensione cefalea), è forse la patologia più fastidiosa, che può durare mezz'ora o una settimana, e che è passata a un decorso cronico, praticamente non scompare.

Secondo i risultati del monitoraggio, la causa della cefalea tensiva è la contrazione prolungata dei muscoli del complesso collo-viso-spalle. Gli spasmi muscolari bloccano parzialmente o completamente il flusso sanguigno, che porta alla "fame di ossigeno" del cervello e, di conseguenza, all'accumulo di tossine, che provocano dolore.

I sintomi di questa patologia sono dolore sordo e uniforme, che si concentra nella regione della parte occipitale della testa. A poco a poco, si diffonde all'intero cranio (c'è la sensazione di un cerchio o di un berretto stretto). Ci sono momenti in cui al paziente sembra che non solo la testa stessa, ma anche il collo, le spalle, la pelle faccia male.

Nella maggior parte dei casi, il dolore scompare da solo e solo nel decorso cronico della malattia è richiesto un intervento medico.

VSD con cefalea

Distonia vegeto-vascolare: questa frase è sempre più ascoltata sia dalle labbra dei medici che nelle pubblicità in TV. La causa della CVD con cefalea può essere:

  • Situazione stressante.
  • Eredità.
  • Influenza o raffreddore.
  • Malattie croniche di varia genesi.
  • Lesioni traumatiche al cervello e alla colonna vertebrale.
  • Gravidanza.
  • Disturbi del flusso sanguigno congestizio (p. Es., Dopo il sonno).
  • Climax.
  • Superlavoro.
  • Consumo di alcol e droghe.

Le manifestazioni della distonia vegetativa-vascolare sono piuttosto diverse, poiché il sistema nervoso autonomo cattura quasi tutti gli organi del corpo umano (e la respirazione, il lavoro del sistema genito-urinario, il cuore e altri). I sintomi di un IVD con cefalea possono essere:

  • Svenimento.
  • Nausea.
  • Vertigini.
  • Ansia e panico.
  • Picchi di pressione.
  • Gonfiore.
  • Brividi e sbalzi di temperatura da 35 a 38 ° C.
  • Sudorazione.
  • Altro.

La natura del dolore è noiosa e schiacciante, meno spesso si ha la sensazione che la testa stia semplicemente esplodendo dall'interno. Con l'alta pressione, oltre al mal di testa, si avverte anche dolore al cuore. In caso di "calo" di pressione sorgono problemi respiratori, fino allo svenimento.

Cefalalgia angiodistonica

Studi clinici dimostrano che la causa della cefalea, in termini percentuali, è molto spesso l'ipertensione (a volte le cifre del tonometro mostrano: sistolica - 200-270 mm Hg, diastolica - 100-120 mm Hg). I medici chiamano questo tipo di patologia - cefalea angiodistonica. In questo caso, il meccanismo del dolore si riduce a una maggiore deformazione delle vene rispetto a uno stato di salute, allo stesso tempo i vasi cerebrali, al contrario, si restringono. Tali deviazioni sono piuttosto pericolose per la salute umana. Ignorarli può portare il paziente a un attacco di cuore, alla rottura dei vasi sanguigni nella retina, nonché all'effusione di sangue nel cervello o a un ictus..

Oltre all'ipertensione, la cefalea angiodistonica può svilupparsi a causa dell'eclampsia (una manifestazione di tossicosi tardiva durante la gravidanza), nonché di neoplasie maligne o benigne nelle ghiandole surrenali e un sovradosaggio di alcuni farmaci.

Già al mattino il paziente avverte un dolore lancinante piuttosto intenso, differenziato nell'occipite, nella parte temporo-frontale del cranio o che ricopre l'intera testa. Dopo un po 'di tempo, la cefalea può indebolirsi o scomparire completamente, ma riprendere con rinnovato vigore dopo i carichi attivi.

I principali sintomi di questa categoria di cefalea includono:

  • Nausea che si trasforma in vomito.
  • Cambiamento di coscienza.
  • Gonfiore dei tessuti molli del viso.

Cefalalgia nei bambini

Un bambino è un ometto e, come ogni altro, può periodicamente avere mal di testa. Tali manifestazioni sono provocate da vari motivi..

La cefalea nei bambini può essere causata da:

  • Raffreddori e malattie infettive.
  • Stanchezza e agitazione estrema.
  • Reazione allergica al cibo.
  • Fame.
  • Calore.
  • Altro.

Per una qualsiasi di queste manifestazioni o in caso di reclamo di un bambino sul dolore, è necessario contattare immediatamente il pediatra locale, che, dopo aver esaminato il bambino, diagnosticherà e prescriverà un trattamento adeguato.

Cefalalgia cronica

Mal di testa costante: sembrerebbe che non sia possibile resistere. Ma la cefalea cronica, oggi, si verifica in quasi una persona su due che si lamenta di questa patologia. Per la maggior parte, deriva da cefalea da tensione o emicrania..

È impossibile dire in modo inequivocabile quale sia l'impulso per la sua manifestazione, ma molti medici concordano sul fatto che la causa della cefalea cronica è lo stress, le condizioni depressive e l'interruzione ormonale. Il consumo eccessivo di vari medicinali può portare a tali conseguenze..

Il dolore è pressante, l'attacco dura, se non prendi la medicina, non più di quattro ore. Ma il dolore rotolante può ripetersi.

È necessario cercare di prevenire la comparsa di cefalea in una manifestazione cronica, vale la pena, il prima possibile, consultare uno specialista, sottoporsi a un esame per stabilire la vera causa della patologia, solo dopo è possibile iniziare il trattamento.

Cefalalgia persistente

È abbastanza raro, ma ci sono casi in cui il mal di testa non scompare per molto tempo, anche dopo aver assunto analgesici. Il dolore è forte, costante, accompagnato da tutti i tipi di complicazioni. Questa è una cefalea persistente, che richiede un esame completo urgente. I metodi diagnostici in una tale clinica includono:

  • Elettroencefalografia (rileva l'attività elettrica del cervello).
  • Monitoraggio costante della pressione sanguigna.
  • Diagnostica del fondo e misurazione della pressione.
  • Tomografia della testa.
  • Se necessario, viene prescritta una puntura lombare (raccolta di liquido cerebrospinale).

Il trattamento per una tale patologia dovrebbe scadere da una causa stabilita..

Cefalalgia di origine sconosciuta

Dolore nella zona della testa: tali reclami vengono spesso ascoltati dai medici nella loro pratica. Non è sempre possibile affermare immediatamente e in modo univoco la causa del suo verificarsi: spasmi vascolari, infezioni e raffreddori, stress e influenza dei cambiamenti climatici, neoplasie anatomiche, lesioni cerebrali traumatiche e molto altro. Tutto questo può essere lo stimolo per un sintomo doloroso. La cefalea poco chiara non è la diagnosi migliore.

La cefalea può essere classificata per:

Frequenti mal di testa L'eziologia di questo sintomo, per la maggior parte, ha una patologia vascolare. Tali malattie includono:

  • Ipertensione.
  • Aterosclerosi dei vasi cerebrali.
  • Emicrania.
  • Glaucoma.
  • Malattie dentali.
  • Osteocondrosi (violazione dei processi metabolici nei dischi della colonna vertebrale).
  • Arterite temporale (infiammazione articolare).

Patologia, procedendo con nausea, trasformandosi in spasmi di vomito. Le ragioni di questa manifestazione possono essere:

  • Neoplasia organica della ghiandola surrenale.
  • Alta pressione intracranica.
  • Ipertensione.
  • Organici del cervello.
  • Ictus (emorragia cerebrale).

Dolore convulsivo:

  • Feocromocitoma (tumore ormonale attivo della ghiandola surrenale).
  • Emicrania.
  • Crisi ipertensiva (un brusco salto della pressione sanguigna).

Dolori notturni e mattutini. Questa sintomatologia è tipica dell'elevata pressione intracranica..

Mal di testa unilaterale: questo può essere un sintomo di un'emicrania.

Cefalalgia, nelle complicanze di accompagnamento di cui c'è una perdita della vista, la comparsa di fotofobia. Queste deviazioni possono comparire con emicrania o ipertensione..

Gravi attacchi di dolore unilaterale ricorrente. Questo sintomo può essere un indicatore dell'infiammazione del nervo trigemino..

Cefalalgia persistente

Dolore persistente e prolungato (cefalea persistente). Una tale manifestazione può essere un sintomo di molte malattie e la principale manifestazione di uno stato depressivo in un paziente. Ma prima di dare raccomandazioni specifiche, dovresti comunque chiedere il parere di un medico e stabilire la causa della patologia, poiché molte altre malattie si collegano alla depressione. Ad esempio, la cefalea persistente si verifica anche in caso di un processo infiammatorio che si verifica nel rivestimento del cervello (meningite).

Cefalalgia venosa

A seguito di alterazioni della distonia vegetativa-vascolare o della vasculite infettiva-allergica, si indebolisce la tensione delle pareti dei canali venosi, il che porta ad un eccesso di volumi sanguigni che devono passare attraverso i canali venosi. Sotto la pressione del fluido, le vene intracraniche si allungano, provocando il dolore che la persona prova. Ecco come appare il quadro clinico di questa patologia..

Il paziente avverte una sorda tensione esplosiva, localizzata nella parte occipitale del cranio. La sintomatologia della cefalea venosa diventa più grave se una persona lavora con la testa abbassata per un lungo periodo, così come con lo sforzo fisico. Il motivo dell'aumento del dolore può anche essere una cravatta strettamente legata o un colletto della camicia troppo stretto..

Caratterizza l'ipotensione prolungata delle vene oltre ad un aumento delle vene del fondo oculare, edema del rinofaringe e dei tessuti molli del viso, soprattutto al mattino.

La cefalea venosa può anche manifestarsi come risultato di fallimenti emorroidi. In questo caso, il sangue diventa "più spesso", si perde l'elasticità degli eritrociti, che contribuisce alla crescita dell'attività coagulante del plasma. C'è una violazione della microcircolazione sanguigna e, di conseguenza, una diminuzione del tasso di trasporto di ossigeno e la sua mancanza, accumulo di tossine, che causano dolore sordo di varia intensità. Una pesantezza, squilli e rumori appaiono nella testa, la persona diventa assonnata e letargica.

Cefalalgia a grappolo

Prevalentemente la cefalea a grappolo si verifica negli uomini (cinque casi su sei).

La patologia è accompagnata dai seguenti segni:

  • Le sensazioni di dolore colpiscono solo una metà del cranio.
  • Il dolore è incredibilmente intenso.
  • Si osserva arrossamento dell'occhio della metà della testa interessata.
  • La pupilla è costretta.
  • La mucosa del canale nasale dal lato dell'occhio infiammato si gonfia.
  • La palpebra è leggermente abbassata.

Nella maggior parte dei casi diagnosticati di cefalea a grappolo (fino al 90%), la manifestazione della malattia era la seguente. Il dolore si accumulava periodicamente per 4-6 settimane, con una frequenza da uno a tre attacchi al giorno. La durata degli attacchi stessi variava da mezz'ora a due ore. Dopodiché, da sei mesi a un anno, la malattia non si è manifestata in alcun modo. La qualificazione dell'età di questa patologia è visibile anche da 20 a 60-65 anni, in futuro, la cefalea a grappolo, di regola, non si manifesta più.

Le ragioni inequivocabili che provocano questa malattia non sono state stabilite, ma i medici la associano al fumo, a situazioni stressanti, al mangiare "in movimento", all'assunzione di determinati farmaci. L'impulso al dolore può essere il caldo o, al contrario, un vento freddo, un brusco cambiamento della zona climatica, esami stressanti e molti altri motivi.

Un altro segno di questo tipo di cefalea è la stagionalità delle sue manifestazioni. Gli attacchi di mal di testa possono essere "legati" a un momento specifico della giornata (la maggior parte di ciò è dovuto al fatto che l'attività ormonale è diversa durante il giorno), oppure, spesso, gli attacchi iniziano a infastidire in un determinato periodo dell'anno (primavera, autunno). Se la frequenza della comparsa delle sensazioni di dolore aumenta, è possibile che la storia della persona abbia interruzioni nei processi metabolici.

Ma la cosa più importante è che la cefalea a grappolo sempre al suo centro ha cambiamenti vascolari a fascio, ma allo stesso tempo non porta cambiamenti patologici e non porta a ictus e varie malattie vascolari.

Cefalalgia orgasmica

Inizialmente, il sesso mira a realizzare le capacità riproduttive di una persona, ma non ci porta soddisfazione psico-emotiva e fisiologica? Lui, come la normale corsa, è un ottimo test non solo per la salute fisica di una persona, ma anche per le sue caratteristiche psicologiche. Se una persona soffre di cefalea, che si manifesta sotto stress significativo, può avvertire mal di testa durante o dopo il rapporto. Sono questi sintomi che sono combinati sotto il nome - cefalea orgasmica e riflette il periodo stesso dell'inizio del dolore, ma non la sua causa.

I medici nominano alcuni aspetti che provocano i sintomi previsti.

  • Compatibilità fisiologica dei partner.
  • Il loro stato psico-emotivo al momento del coito e dopo il suo completamento.
  • Il livello di capacità dei partner di sopportare l'attività fisica.
  • La presenza o l'assenza di patologia del sistema cardiovascolare.
  • Comfort psicologico di una coppia.
  • Condizioni ambientali per il rapporto.
  • Età biologica.

La cefalea orgasmica può manifestarsi come un occasionale (non tutti gli atti sessuali), a un certo stadio dell'eccitazione sessuale, e può accompagnare ogni coito. In base alla fisiologia del processo, è possibile tracciare il meccanismo di insorgenza del mal di testa (qui è opportuno concentrarsi sulla cefalea del liquido vascolare, cerebrospinale e sulla patologia della tensione muscolare).

Durante il contatto sessuale:

  • Si osserva un aumento della pressione sanguigna; in una persona sana, la lettura sistolica può raggiungere i 200 mm. rt. st.
  • I muscoli striati entrano in tensione.
  • La frequenza delle contrazioni del muscolo cardiaco e dell'attività respiratoria aumenta.
  • C'è un afflusso di sangue attivo ai genitali.
  • Il lavoro delle ghiandole di secrezione è attivato.
  • Aumento dell'afflusso di sangue alle ghiandole mammarie.

Cefalalgia da emicrania

Emicrania è una parola così misteriosa, una malattia che, fino a poco tempo fa, “solo gli aristocratici erano malati”. L'emicrania è una categoria speciale di dolore molto grave che colpisce metà del cranio o è localizzata in un punto specifico. La cefalea emicranica si verifica anche nei bambini piccoli. Il monitoraggio clinico mostra che più spesso le donne soffrono di questa patologia, ma dopo i 55-60 anni, l'emicrania di solito cessa di disturbare.

La cefalea emicranica è attribuita a un'origine vascolare: espansione periodica e restringimento dei vasi cerebrali. Anche il sistema vegetativo-vascolare, che controlla la pressione intracranica, gioca un ruolo importante in questo. Il "provocatore" immediato del dolore in questo caso sono i recettori nervosi del cervello.

Resta inconfutabile che questa patologia sia una malattia acquisita ed ereditaria..

Sintomi dell'emicrania, cefalea:

  • La natura improvvisa degli attacchi.
  • Possono comparire vertigini e paura della luce.
  • Dolore pulsante.
  • Località della sua manifestazione: metà del cranio, tempio, occhi.
  • Cambiamenti nel gusto e nella vista.
  • Nausea che si trasforma in vomito.
  • La sudorazione aumenta.
  • Intorpidimento degli arti.
  • Crampi muscolari.

Cefalalgia di genesi mista

Il mal di testa dello stesso tipo ("nella sua forma pura") non è sempre osservato, ci sono spesso casi in cui, ad esempio, si verificano spasmi vascolari con tensione muscolare. Tali opzioni sono indicate come una patologia chiamata cefalea mista. I sintomi della maggior parte delle malattie sono solo, spesso, un mal di testa di genesi mista.

Ad esempio, con la meningite, il mal di testa è associato a:

  • Edema del rivestimento del midollo.
  • Patologia della permeabilità vascolare.
  • Alta pressione intracranica.
  • Difficoltà nel deflusso del sangue venoso.
  • Ingrandimento delle arterie meningee.

Nell'elenco sopra, sono visibili i sintomi della cefalea liquorodinamica e vasomotoria e della patologia da stress. Anche il trattamento in questo caso è necessario complesso.

Cefalalgia post-traumatica

Spesso la causa del mal di testa è una lesione ricevuta al lavoro oa casa.

La cefalea post-traumatica, in termini di sintomi, è simile all'emicrania, ma differisce negli attacchi di dolore più gravi ed è trattata molto male. I casi sono particolarmente pericolosi quando c'è una storia di un ematoma situato negli strati profondi del cervello (sotto il suo guscio duro).

Sintomi della cefalea post-traumatica:

  • Possibili convulsioni e svenimenti.
  • Nausea che si trasforma in vomito.
  • Maggiore sensibilità ai suoni e alla luce intensa.
  • Stato di shock.
  • Amnesia (perdita di memoria).
  • Insonnia.
  • Abbassamento della pressione sanguigna.
  • Possibili disturbi nel funzionamento dell'apparato vocale, problemi respiratori.
  • Palpitazioni.
  • Diminuzione della concentrazione di attenzione.
  • Appare la dipendenza meteorologica.

Molti sintomi compaiono in base alla profondità della lesione e alla posizione della lesione. I sintomi dolorosi di questa genesi possono durare fino a otto settimane. Al mattino si osservano attacchi particolarmente forti (quando si è seduti e in piedi, quando il paziente si trova, il dolore si attenua).

Cefalalgia da istamina

Non molto tempo fa, i medici hanno subito un'altra categoria di patologia: la cefalea da istamina. Ma oggi questa terminologia è considerata errata. Poiché non esiste alcuna conferma dell'effetto dell'istamina sui sintomi del dolore. Non alleviare gli attacchi di cefalea e antistaminici.


Articolo Successivo
Livelli elevati di creatinina nel sangue