Quanto è pericolosa una cisti cerebrale


Una cisti cerebrale è una diagnosi piuttosto pericolosa per una persona, dopo la cui istituzione è necessario seguire rigorosamente tutte le prescrizioni e le raccomandazioni del medico curante. Se la malattia è stata rilevata nelle prime fasi e il paziente segue tutte le istruzioni, nella maggior parte dei casi è possibile prevenire la manifestazione di complicazioni indesiderate. Un tumore cistico può essere localizzato ovunque nel cranio: è da questo che dipende in misura maggiore lo sviluppo delle caratteristiche patologiche e terapeutiche.

Cos'è?

Una cisti nel cervello è una formazione benigna volumetrica all'interno del cranio che sembra una cavità piena di liquido. Spesso ha un decorso subclinico latente, non accompagnato da un graduale aumento delle dimensioni. Fondamentalmente, il sospetto della comparsa di una cisti all'interno della testa sorge se una persona soffre di parossismi epilettici o ipertensione intracranica. Una delle caratteristiche di questa malattia del cervello è che una percentuale significativa di pazienti mostra sintomi corrispondenti al focus della formazione di cisti, il che significa che solo TC e RM sono sufficienti per la diagnosi, così come la neurosonografia per esaminare un neonato o un bambino già cresciuto..

Molti neurochirurghi moderni sostengono che con il giusto approccio al trattamento, l'accumulo locale di liquido nella sostanza intracerebrale o nelle membrane non rappresenta un pericolo eccessivo né per un paziente adulto né per un bambino..

Le piccole lesioni di solito hanno un decorso subclinico e vengono quindi rilevate del tutto per caso mediante neuroimaging della testa. Se la cisti ha volumi sufficientemente grandi, allora, a causa dello spazio intracranico limitato, può causare lo sviluppo di ipertensione intracranica, che successivamente si tradurrà in una forte compressione delle strutture cerebrali adiacenti..

Le dimensioni clinicamente significative di questa lesione benigna variano in modo significativo e dipendono dal luogo in cui si manifesta, nonché dalle capacità compensatorie della cisti. Ad esempio, in un bambino piccolo, le ossa craniche sono più malleabili, a causa delle quali il decorso latente della malattia per lungo tempo non è accompagnato da una grave ipertensione del liquido cerebrospinale..

L'educazione può essere diagnosticata in vari periodi della vita umana: dalla nascita alla vecchiaia. Una delle caratteristiche specifiche della malattia è che anche una cisti congenita nella testa di un paziente adulto si trova più spesso dopo aver raggiunto i 30-50 anni di età e non nell'infanzia.

Classificazione

Le cisti che si formano all'interno delle membrane del cervello sono suddivise in diversi tipi in base alla loro posizione:

  1. I seni aracnoidi sono seni pieni di liquido che sorgono tra due meningi adiacenti;
  2. Intracerebrale - tumori benigni, la cui posizione è lo spessore dei tessuti dell'emisfero sinistro o destro del cervello.

Inoltre, gli esperti classificano le cisti in base all'origine:

  • Congenito - una conseguenza di una significativa violazione dello sviluppo intrauterino del feto. Inoltre, una causa comune della malattia in questo caso può essere la morte della maggior parte del tessuto cerebrale a causa dell'asfissia intrapartum;
  • Acquisito: questo tipo di cisti si sviluppa, di regola, a causa di varie lesioni alla testa, gravi emorragie o processi infiammatori di diversa natura.

Un'altra classificazione si basa sulle caratteristiche dei tessuti da cui si è formata la cisti rilevata:

  1. Aracnoide - una cisti simile a una piccola formazione sferica, all'interno della quale si trova il liquido cerebrospinale. Va notato che le donne ne soffrono molto meno spesso degli uomini. Se il tumore non aumenta nel tempo, i medici non eseguono interventi chirurgici sul paziente: viene eseguita solo un'osservazione regolare per identificare possibili cambiamenti. Altrimenti, il metodo chirurgico per rimuovere la formazione non può essere trascurato..
  2. Cisti colloidale: è una formazione benigna, il cui sviluppo inizia anche con la formazione del sistema nervoso centrale (SNC). Di solito la malattia procede senza sintomi fino a raggiungere parametri critici. Successivamente, inizia un blocco del deflusso di liquidi, che passa attraverso il cervello e spesso si sviluppa l'idrocefalo. In tali condizioni, viene prescritta un'operazione urgente per rimuovere un tumore pericoloso..
  3. Una cisti dermoide è anche spesso chiamata dermoide - questa è un'anomalia nello sviluppo del cervello umano, in cui le cellule germinali destinate a formare i tessuti della parte frontale, temporale e di altre parti del lato frontale del viso continuano a rimanere tra il midollo spinale e il cervello. Solo la chirurgia aiuterà qui.
  4. L'epidermoide (epidermoide) è un tipo di cisti, una caratteristica della quale è la formazione di cellule germinali di cui una persona ha bisogno per lo sviluppo di pelle, unghie e capelli. È impossibile liberarsene con l'aiuto di farmaci, è necessario solo un modo chirurgico per eliminare questo plesso;
  5. Una cisti pineale è una ghiandola pineale che può essere di diverse dimensioni. Viene diagnosticato in circa l'1-4% dei pazienti. Un sintomo caratteristico della malattia è il verificarsi di un mal di testa piuttosto forte in caso di sollevamento degli occhi verso l'alto, ma nella maggior parte delle persone la cisti non causa disagio.

Cause di occorrenza

I fattori che influenzano l'aspetto di una cisti cerebrale congenita includono quasi tutti gli effetti avversi sul feto durante il periodo prenatale della gravidanza. Le cause più comuni dello sviluppo della malattia sono chiamate come segue:

  1. Penetrazione di varie infezioni intrauterine nel sangue del feto;
  2. Insufficienza placentare;
  3. Se una donna durante il periodo della gravidanza ha assunto farmaci che hanno un effetto teratogeno;
  4. Conflitto Rhesus;
  5. Ipossia fetale;
  6. Trauma durante il parto;
  7. Se lo sviluppo intrauterino del bambino si è verificato in condizioni di avvelenamento con droghe, nicotina o bevande alcoliche;
  8. Se alla futura mamma è stata diagnosticata una malattia cronica scompensata.

La cisti di tipo acquisito ha altre cause di sviluppo:

  1. Ricevere lesioni cerebrali traumatiche a qualsiasi età;
  2. Sferrare un colpo sufficientemente forte alla regione occipitale e parietale;
  3. Trasferimento di varie malattie di eziologia infiammatoria, che includono aracnoidite, encefalite, meningite e ascesso cerebrale;
  4. Una serie di disturbi acuti della circolazione sanguigna intracerebrale che si verificano dopo un attacco di ictus emorragico o ischemico, paralisi cerebrale del corpo, emorragia cerebrale subaracnoidea;
  5. Complicazione post-ictus;
  6. Ictus lacunare e infarto cerebrale;
  7. Ischemia subepidermica;
  8. Complicazione post-emorragica.

Spesso, un tumore acquisito è di origine parassitaria (con paragominosi, echinococcosi, teniasi cerebrale).

I medici distinguono un tipo di formazione di origine iatrogena. Il fattore che lo causa si chiama complicanze postoperatorie. Inoltre, nella testa possono verificarsi processi degenerativi o distrofici, provocando la sostituzione dei tessuti cerebrali con una cisti.

Inoltre, i medici identificano una serie di fattori che "costringono" una formazione cistica benigna a crescere costantemente, portando a gravi complicazioni:

  1. Varie neuroinfezioni;
  2. Tutti i tipi di lesioni alla testa di varia gravità;
  3. Il corso dei processi infiammatori all'interno del cranio, indipendentemente dalla loro natura;
  4. Lo sviluppo dell'idrocefalo;
  5. Disturbi vascolari, inclusi ictus e alterato deflusso venoso dalla cavità cranica.

Sintomi della malattia

Una cisti cerebrale ha spesso i seguenti sintomi:

  1. Attacchi di mal di testa frequenti e prolungati;
  2. Vertigini regolari
  3. All'interno del cranio c'è una forte pulsazione negli emisferi sinistro e destro, che quasi sempre tormenta il paziente;
  4. La sensazione di pressione, oltre a scoppiare alla testa, interferisce con il vivere pienamente;
  5. Un notevole deterioramento della coordinazione dei movimenti di tutte le parti del corpo;
  6. Compromissione dell'udito e comparsa di rumori estranei nelle orecchie;
  7. Deterioramento della vista, che può essere manifestato dalla sfocatura degli oggetti e dalla loro biforcazione;
  8. L'inizio delle allucinazioni;
  9. Una significativa diminuzione del livello di sensibilità della superficie della pelle;
  10. Paralisi;
  11. Paresi degli arti superiori e inferiori;
  12. Lo sviluppo della sclerosi multipla;
  13. Pneumosclerosi basale;
  14. Aneurisma dei vasi sanguigni;
  15. Abbastanza frequenti crisi epilettiche;
  16. Grave tremore degli arti superiori e inferiori;
  17. Perdita di coscienza frequente;
  18. Attacchi di nausea, solitamente accompagnati da vomito;
  19. Mancanza di sonno adeguato.

Gli esperti dicono che se un tumore ha parametri clinicamente insignificanti, nella maggior parte dei casi uno qualsiasi dei molteplici segni della malattia è completamente assente. Tuttavia, quando la cavità raggiunge grandi volumi in un breve periodo di tempo, appare un quadro clinico caratteristico, le cui caratteristiche sono determinate dalla localizzazione del tumore, dalla forza di compressione dei tessuti circostanti e dal grado di deterioramento del deflusso del liquido cerebrale cerebrale.

Funzionalità diagnostiche

Oggi, i principali metodi di diagnosi e successiva prognosi di questa malattia sono la risonanza magnetica (imaging a risonanza magnetica) e la TC. Il tomogramma risultante mostra lo stato di tutti i componenti del cervello (ghiandola pineale, cervelletto, ghiandola pituitaria, gangli nervosi e altre parti). Con il suo aiuto, puoi vedere la posizione del fuoco della gliosi periventricolare e le tracce cicatriziali atrofiche all'interno del cervello senza aprire il cranio, valutarne la forma, le dimensioni e la crescita intracellulare.

Inoltre, questi metodi di esame consentono di fare una diagnosi differenziale di uno stato intermedio tra una cisti benigna e un tumore maligno. Dopo la somministrazione endovenosa di uno speciale agente di contrasto, il suo prodotto si accumula nei tessuti tumorali e la cisti non diventa contrastante.

Inoltre, l'endoscopia e l'ecografia Doppler dei vasi sanguigni vengono spesso eseguite per studiarne le condizioni, l'afflusso di sangue ai tessuti cerebrali e identificare la localizzazione dell'ischemia, in cui viene attivata la formazione di cisti..

Per chiarire la diagnosi, il medico può prescrivere al paziente un ECG ed Echo-KG, che vengono utilizzati per verificare i sintomi di insufficienza cardiaca, la presenza di insufficienza cardiaca, con conseguente deterioramento dell'afflusso di sangue a tutte le parti del cervello e la comparsa di zone ischemiche.

La misurazione costante della pressione sanguigna offre allo specialista l'opportunità di determinare la gravità del rischio di sviluppare un attacco di ictus, che può essere non solo la causa della cosiddetta "cisti post-ictus", ma anche pericolosa per la vita.

Succede che altri test siano prescritti ai pazienti:

  1. Esami del sangue per determinare con precisione la causa della malattia;
  2. Determinazione dei marker di infiammazione;
  3. Identificazione di vari processi autoimmuni che influenzano negativamente le condizioni generali del corpo;
  4. Studio del grado di coagulazione del sangue;
  5. Determinazione della concentrazione di colesterolo nel sangue;
  6. La presenza di infezioni nel corpo del paziente.

Trattamento

Se a una persona viene diagnosticata una cisti cerebrale, è necessario scegliere un trattamento che sarà più efficace e curerà completamente questa malattia, fermerà l'aumento delle dimensioni della cisti e prevenirà anche il verificarsi di eventuali complicazioni.

Il metodo di trattamento della malattia dipende dalla posizione della formazione e dalle sue dimensioni. Se i parametri della cisti corrispondono alle norme stabilite e non rappresentano un pericolo per la vita umana, allora, di regola, viene prescritta la terapia tradizionale: omeopatia con l'uso di farmaci selezionati individualmente, a cui il paziente non ha controindicazioni. Spesso vengono prescritti farmaci contenenti ferro. Questi farmaci aiutano a rafforzare i vasi sanguigni e migliorare l'afflusso di sangue..

Se la cisti aumenta gradualmente di dimensioni, esercitando una maggiore pressione sulle parti adiacenti del cervello, non dovresti aspettare fino a quando non si risolve da solo. Un caso simile, oltre a un notevole deterioramento del benessere del paziente, è un'indicazione per un intervento chirurgico e un'operazione mediante laser. Questa procedura consente di eliminare completamente la cavità piena di liquido..

Molte persone sono impegnate nel trattamento con rimedi popolari. Secondo i risultati di numerosi studi, i rimedi preparati sulla base di elecampane e bardana hanno un effetto positivo sul trattamento della malattia. Rallentano la crescita delle cisti, migliorano la circolazione sanguigna e normalizzano la pressione intracranica. Inoltre, i medici raccomandano spesso che una persona con una cisti nel cervello segua una dieta equilibrata..

Una cisti cerebrale è considerata una delle malattie più comuni. Anche tenendo conto che questa è una formazione benigna, può portare a gravi conseguenze. Pertanto, anche una piccola cisti richiede un monitoraggio costante. Per guarire e dimenticare questo problema, il paziente deve seguire rigorosamente tutte le prescrizioni del medico curante. In questo modo si può evitare l'intervento chirurgico e si può rinunciare solo ai farmaci e alla medicina tradizionale..

Cisti cerebrale

La cisti è una formazione cava patologica negli organi, caratterizzata dalla presenza di una membrana e di un fluido che riempie l'intera cavità.

Cos'è una cisti cerebrale. Tipi di cisti cerebrali

Una cisti cerebrale è una formazione vuota nelle strutture del cervello, piena di liquido cerebrospinale, caratterizzata da una diversa localizzazione. A seconda del tipo di tessuti che formano le cisti del cervello e della localizzazione delle formazioni stesse, si distinguono i seguenti tipi di cisti:

  • La cisti aracnoidea è una formazione cistica che è sorta tra gli strati delle membrane aracnoidee (aracnoidee) del cervello, riempite di liquido cerebrospinale. Si manifesta più spesso nei pazienti di sesso maschile (nei bambini e nei pazienti adolescenti). Se la pressione all'interno della cisti aracnoidea supera la pressione intracranica, allora in questo caso la cisti esercita un effetto di compressione sulla corteccia cerebrale, causando sintomi caratteristici. La cisti aracnoidea del cervello può essere congenita (formata a seguito di uno sviluppo embrionale alterato) e acquisita (formata a seguito di malattie infiammatorie e infettive);
  • Una cisti colloidale del cervello è una formazione cistica che si verifica nella fase di sviluppo embrionale durante la formazione del sistema nervoso centrale del feto. Una cisti colloidale può essere asintomatica per tutta la vita del paziente. Il rischio principale derivante da questo tipo di cisti cerebrale è una violazione del flusso del liquido cerebrospinale, che porta a conseguenze negative (idrocefalo, formazione di ernie cerebrali, morte);
  • La cisti dermoide / epidermoide del cervello è una formazione che appare nei primi giorni di formazione fetale, il che spiega la rilevazione delle fibre dei capelli e del grasso nei tessuti della cisti. Questo tipo di cisti cerebrali è caratterizzato da una rapida crescita e deve essere rimosso chirurgicamente per evitare lo sviluppo di gravi conseguenze;
  • La cisti pineale del cervello è una piccola formazione di volume nella ghiandola pineale (ghiandola pineale). In caso di diagnosi prematura della cisti pineale del cervello, le conseguenze possono essere una violazione dei processi metabolici, visione, coordinazione, encefalite, idrocefalo.

I tipi di cisti cerebrali colloidali, dermoidi (epidermoidi) e pineali si riferiscono a formazioni cerebrali (intracerebrali).

Cisti del cervello: sintomi dell'educazione

Quando viene rilevata una cisti cerebrale, i sintomi possono essere sia generali che specifici. Con una cisti cerebrale, i sintomi sono determinati dal fattore principale che ha causato la formazione della cavità. Un certo numero di sintomi, tuttavia, dipenderà dalle dinamiche di crescita e sviluppo della formazione cistica e dal suo effetto sulle strutture cerebrali..

I principali sintomi di una cisti cerebrale includono:

  • Una sensazione di pulsazioni alla testa, una sensazione di pienezza o pressione nella testa;
  • Mal di testa, frequenti capogiri senza causa;
  • Compromissione della coordinazione dei movimenti;
  • Problema uditivo;
  • Tinnito preservando l'udito;
  • Disabilità visiva (visione doppia di oggetti, immagini sfocate, macchie);
  • Allucinazioni;
  • Violazione della sensibilità cutanea, sviluppo di paralisi, paresi degli arti;
  • Crisi epilettiche;
  • Tremore di mani, piedi;
  • Perdita episodica di coscienza;
  • Disturbi del sonno;
  • Nausea, vomito (più comune nei bambini).

Va notato che il più delle volte lo sviluppo di una cisti cerebrale non ha sintomi vividi, la cisti stessa viene rilevata durante l'esame regolare del paziente.

Cisti del cervello: le ragioni per lo sviluppo dell'istruzione

Quando viene rilevata una cisti cerebrale, le cause del suo sviluppo sono lo scopo principale della diagnostica per determinare la tattica del trattamento. Quando si diagnostica una cisti cerebrale, i seguenti fattori possono essere le ragioni della sua formazione:

  • Disturbi dello sviluppo intrauterino, in cui una cisti cerebrale è un'anomalia congenita;
  • Disturbi degenerativi e distrofici nel cervello, in cui si verifica la sostituzione del tessuto cerebrale con formazione cistica;
  • Trauma cerebrale (inclusa la nascita);
  • Disturbi acuti della circolazione cerebrale.

Cisti cerebrale nei neonati: tipi di cisti, cause di sviluppo

Una cisti neonatale è una massa cava piena di liquido che sostituisce una parte persa del cervello. Tali formazioni possono essere singole e multiple, avere una localizzazione diversa..

Esistono tre tipi principali di cisti cerebrali nei neonati:

  • Le cisti del plesso coroideo sono una variante della norma, si presentano a un certo stadio dello sviluppo embrionale, regrediscono fino a scomparire completamente. Tali cisti non rappresentano un pericolo per la normale attività cerebrale del bambino. Molto più pericolose sono le cisti del plesso coroideo che si sono manifestate dopo la nascita di un bambino. Tali formazioni sono il risultato di infiammazioni e infezioni subite da una donna durante la gravidanza. Un fattore è il virus dell'herpes;
  • La cisti subependimale del cervello dei neonati si verifica a causa di una circolazione sanguigna insufficiente nel cervello e di un insufficiente apporto di ossigeno. Questa è una violazione più grave. Le dinamiche di sviluppo di tale educazione richiedono un monitoraggio costante;
  • La cisti aracnoidea del cervello nei neonati ha la stessa eziologia degli adulti. L'educazione si verifica sulle membrane del cervello, può aumentare significativamente di dimensioni, esercitando una pressione sulle strutture circostanti del cervello, il che può provocare convulsioni progressive, un aumento dei sintomi neurologici, un deterioramento delle condizioni generali del bambino.

Cisti cerebrale: trattamento, prognosi

Quando si diagnostica una cisti cerebrale, il trattamento viene selezionato in base alla causa principale della formazione. Le cisti cerebrali non dinamiche non richiedono trattamento. Se viene rilevata una cisti dinamica del cervello, il trattamento può essere:

  • Conservativo - trattamento farmacologico, la cui azione è volta ad eliminare la causa della formazione di cisti: farmaci che assorbono aderenze, ripristinano l'afflusso di sangue, farmaci antibatterici, antivirali, immunomodulatori per infezioni e malattie autoimmuni;
  • Radicale: rimozione chirurgica della cisti cerebrale. I metodi principali sono l'endoscopia, la craniotomia, lo shunt cistico (il rischio di infezione aumenta con la presenza a lungo termine dello shunt nella cavità cranica).

Cisti del cervello: conseguenze della malattia

In caso di diagnosi e trattamento prematuri di qualsiasi tipo di cisti cerebrale, le conseguenze possono essere di diversa natura:

  • Coordinazione alterata, funzione motoria;
  • Problemi di udito e vista;
  • L'idrocefalo (idropisia del cervello) è un accumulo eccessivo di liquido cerebrospinale nel sistema ventricolare del cervello, che è una conseguenza del suo difficile movimento dal luogo di secrezione al luogo di assorbimento;
  • L'encefalite è una classe di malattie caratterizzate da processi infiammatori del cervello di varia localizzazione ed eziologia;
  • Morte improvvisa di un paziente.

Cisti cerebrale del cervello: cause, sintomi, trattamento

Una cisti cerebrale del cervello è una formazione benigna che è localizzata all'interno del cervello, nel sito di neuroni precedentemente morti. Lo spazio vuoto formato come risultato della parte morta del cervello è pieno di liquido cerebrale sotto forma di una cisti. Molto spesso, la patologia si verifica a seguito di ictus, encefalite o craniotomia. Nonostante il fatto che una ciste abbia una struttura benigna, la sua presenza nella struttura cerebrale può essere molto pericolosa, quindi, ai primi sintomi sospetti, dovresti consultare immediatamente un medico.

Cosa sono le cisti? ↑

In totale, le cisti della testa possono essere di due tipi:

  • aracnoide;
  • cerebrale.

Nel primo caso, si forma una cisti aracnoidea sulla superficie del cervello. La causa più comune del suo aspetto sono i processi infiammatori nel rivestimento del cervello, nonché emorragie e traumi..

Le cisti cerebrali o intracerebrali, discusse nell'articolo di oggi, sono localizzate nello spessore del cervello, nel sito della necrosi neuronale, come se sostituissero il liquido cerebrale che è assente lì.

L'istruzione può crescere, questo è il suo principale pericolo, sebbene non sia una malattia oncologica, di per sé può spremere il cervello e causare molti disturbi diversi.

Di regola, entrambi i tipi di istruzione continuano a crescere nel caso in cui la causa che ha influenzato il loro verificarsi non venga eliminata. Nel caso di una cisti cerebrale, può continuare un processo infettivo o autoimmune. Ad esempio, si verificano il progresso di encefalite, sclerosi multipla o successivi micro-ictus con emorragia.

Sintomi della malattia ↑

I sintomi di una cisti alla testa potrebbero non essere pronunciati all'inizio, o meglio, potrebbero essere completamente assenti. Tutto dipende dalle dimensioni della formazione, più grande diventa la cisti, più stringe le strutture cerebrali e provoca vari sintomi.

A seconda della parte del cervello in cui si trova la cisti, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • mal di testa, di regola, non suscettibile di sollievo con l'aiuto di farmaci antidolorifici. Questo è uno dei primi e principali sintomi in qualsiasi localizzazione dell'educazione;
  • diminuzione dell'acuità visiva o dell'udito;
  • problemi con il sistema muscolo-scheletrico, in particolare con la coordinazione;
  • paresi o paralisi degli arti, per lo più unilaterali;
  • rumore nelle orecchie;
  • vomito che non dipende dall'assunzione di cibo e non porta sollievo;
  • convulsioni;
  • svenimento;
  • rigidità muscolare;
  • disturbi mentali, disturbi della memoria, diminuzione dell'intelligenza, demenza;
  • intorpidimento di alcune aree della pelle o, al contrario, lo sviluppo della sua maggiore sensibilità;
  • problemi con la parola;
  • violazione del riflesso della deglutizione;
  • insonnia, ecc..

Nei casi in cui una cisti alla testa non causa i sintomi sopra descritti e non infastidisce in alcun modo una persona, il suo trattamento è limitato a regolari esami preventivi al fine di evitare la possibilità della sua crescita in futuro.

Motivi ↑

Un certo numero di malattie può provocare la formazione di cisti, includono:

  • meningite;
  • encefalite;
  • ictus;
  • sclerosi multipla;
  • palpitante alla testa;
  • infezioni parassitarie del cervello;
  • danno cerebrale;
  • aneurismi cerebrali e altre patologie.

Diagnostica ↑

È necessario un esame per identificare con precisione la causa della formazione della cisti, le sue dimensioni e la posizione esatta della cisti. Tra i principali metodi diagnostici vengono utilizzati:

  • Risonanza magnetica o TC del cervello. Questa procedura consente di identificare con precisione la presenza di una cisti, la sua posizione e le dimensioni. Lo studio sarà più informativo se viene eseguito con contrasto. Il paziente viene iniettato per via endovenosa con un contrasto che aiuta a distinguere una cisti da un tumore canceroso. Se il contrasto si accumula nella neoplasia, significa che c'è un tumore canceroso nella struttura del cervello. Se il contrasto non si accumula, allora è una cisti;
  • L'esame doppler dei vasi cerebrali rivela la presenza di vasi ristretti, le loro possibili rotture o aneurismi. Questo studio mostra anche il processo di circolazione sanguigna nel cervello. L'esame doppler è importante perché i problemi circolatori sono una delle cause più comuni di formazione di cisti;
    L'ECG consente di monitorare il lavoro del cuore, di identificare l'insufficienza cardiaca o una violazione del suo ritmo;
  • il monitoraggio della pressione sanguigna è un dispositivo speciale che registra i dati della pressione in momenti diversi durante la giornata. I dati della giornata vengono riassunti e il medico non può vedere picchi di pressione, che spesso causano ictus e cisti post-ictus;
  • un esame del sangue per la coagulazione, il colesterolo e la presenza di infezioni. Il colesterolo, o meglio il suo livello elevato, porta alla formazione di placche di colesterolo nei vasi, che successivamente ne provocano il blocco e l'emorragia cerebrale. L'aumento della coagulazione può causare la formazione di un coagulo di sangue in un vaso cerebrale e di nuovo portare a un ictus. Se c'è il sospetto di sclerosi multipla o neuroinfezione, viene eseguita un'analisi per rilevarli, in alcuni casi può essere necessaria anche la puntura lombare del liquido cerebrospinale.

Terapia ↑

I metodi di trattamento sono selezionati individualmente e dipendono dalla causa della formazione. Il paziente ha bisogno di aiuto di emergenza se, insieme alla cisti, viene diagnosticato quanto segue:

  • idrocefalo;
  • la rapida crescita dell'istruzione;
  • emorragia nel cervello;
  • compressione che porta alla necrosi dei tessuti intorno alla cisti.

In questi casi, è necessario un intervento chirurgico, che può essere di tre tipi:

  • manovra;
  • endoscopia;
  • craniotomia.

Il trattamento chirurgico aiuta ad evitare lo sviluppo di molte complicazioni e disturbi, se eseguito in modo tempestivo e corretto. Il problema del trattamento chirurgico è che non è sempre possibile eseguire l'operazione, ad esempio, a causa della scarsa accessibilità al sito di localizzazione della cisti, dell'età del paziente o della presenza di ulteriori malattie.

Quale delle opzioni è richiesta dipende da molti fattori ed è determinata dal medico su base individuale. Se la cisti non ha dinamiche di crescita e non rappresenta un pericolo per la vita umana, viene prescritto un trattamento farmacologico. Questo tipo di terapia dipende anche dalla causa della malattia, se si riscontrano aderenze ai pazienti vengono prescritti farmaci come la caripina o la longidasi. Se la causa è il colesterolo alto e la circolazione sanguigna ridotta, vengono prescritti farmaci per normalizzare questi processi.

I nootropi vengono prescritti in caso di mancanza di ossigeno e glucosio nel cervello. Tra questi: picamilon, pantogam, instenon. Gli antiossidanti rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e prevengono la distruzione della guaina mielinica dei nervi. Per le patologie autoimmuni e infettive vengono utilizzati farmaci antivirali, immunomodulanti e antibatterici. Tutti i fondi sono prescritti nei corsi, in media tre mesi.

Una cisti cerebrale o intracerebrale è una grave condizione patologica che richiede supervisione medica e trattamento appropriato. La scelta del metodo di trattamento dipende da come questa formazione influisce sulla vita del paziente, nonché se si osservano le sue dinamiche di crescita e la distruzione del tessuto cerebrale. In ogni caso, il paziente deve essere sistematicamente monitorato e seguire le raccomandazioni del medico.

Sintomi di una cisti nella testa di un adulto e metodi di diagnosi

Una cisti alla testa è un tumore benigno. Si forma dopo la penetrazione di parassiti, batteri e virus in quest'area del corpo umano. Una malattia con un grado significativo di pericolo, il suo trattamento è associato a indicatori quantitativi e qualitativi. Diversi tumori possono formarsi contemporaneamente su una parte del cervello. Quindi solo un'operazione urgente può salvare la vita di una persona..

Una cisti alla testa è un tumore benigno.

Cos'è una cisti nel cervello?

Una cisti è una bolla con una sostanza liquida. La dimensione di una cisti subependimale dipende dallo stile di vita, dalle comorbidità e dal tipo di tumore. Non ha una posizione precisa. È congenito (un neonato nasce con una patologia completamente formata) e acquisito.

Tumore: una bolla con una sostanza liquida.

Il tumore si forma sulla superficie, interessando la membrana che copre l'emisfero. Questa conchiglia è molto delicata e vulnerabile e si danneggia facilmente. La cisti viene solitamente rilevata per caso. Una piccola bolla non influisce sul corpo. La persona non è a conoscenza dell'esistenza del problema per mesi o addirittura anni. I segni di multicistosi cerebrale sono molto più comuni (si formano diversi tumori contemporaneamente).

Durante la diagnosi si distinguono i seguenti tipi di tumori:

  • Aracnoide. Situato direttamente sulla superficie. È una piccola bolla piena di una sostanza liquida, incollata tra le file incollate del guscio. Il tumore si forma dopo un colpo alla testa o un'emorragia. Se la pressione del fluido è maggiore della pressione intracranica, appare una sensazione di disagio.
  • Cerebrale. La vescica sostituisce il tessuto cerebrale morto. Il liquido riempie lo spazio vuoto, penetra in profondità nei tessuti. La mancanza di circolazione sanguigna intracranica provoca la crescita della cisti. La patologia si sviluppa estremamente rapidamente. Se non trattata, può portare alla perdita della vista..
Tumori aracnoidei e cerebrali.
  • Cisti del plesso coroideo del cervello. Un tumore non pericoloso che si dissolve da solo senza interferenze esterne. I rudimenti del tumore vengono posti durante la formazione del cervello. Praticamente non influisce sulla sua salute, si dissolve anche prima della nascita o pochi mesi dopo.
  • Cisti dermoide sulla testa. Trovato nei neonati.
L'echinococcosi e la ridotta escrezione di melatonina sono la causa del tumore pineale..
  • Subaracnoide. Educazione congenita. È accompagnato da convulsioni, pulsazioni all'interno del cranio e disturbi dell'andatura.
  • Cisti colloide del cervello.
  • Retrocerebellare. Ha segni e sintomi simili a quelli cerebrali.
  • Pineale. La causa è l'echinococcosi e un processo disturbato di escrezione di melatonina.
  • Pineale. Si verifica nella ghiandola pineale ed è un raro tipo di tumore. Un tumore in graduale aumento provoca un deterioramento della vista, instabilità dei movimenti. Il tumore causa idrocefalo ed encefalite.
  • Liquore. Il tumore si forma tra le membrane aderenti, un aumento delle sue dimensioni è accompagnato da nausea, vomito, cambiamento delle preferenze di gusto e convulsioni. Alcuni pazienti hanno disturbi mentali. Solo un adulto può rilevare una ciste.
  • Lacunare. Formato durante i cambiamenti legati all'età.
  • La cisti della vela intermedia del cervello.
  • Porencefalico. L'infezione diventa la causa della formazione.

Se viene rilevato un tumore, si consiglia di sottoporsi a un esame completo. I pazienti con una cisti sull'orlo vengono osservati fino alla risoluzione della neoplasia.

Le ragioni

La probabilità che si formi una cisti della testa di un adulto dipende da:

Ottenere un trauma cranico aumenta il rischio di una neoplasia.

  • sviluppo fetale;
  • ammalarsi di ferite alla testa;
  • penetrazione di infezioni parassitarie;
  • secchezza del tessuto cerebrale;
  • aterosclerosi;
  • corretta circolazione sanguigna.

L'encefalite e la meningite sono le cause dello sviluppo del tumore. La sua crescita graduale si basa su:

  • infiammazione prolungata del cervello;
  • un aumento della pressione sanguigna;
  • concussione;
  • violazione del flusso sanguigno;
  • sopravvissuto a un ictus;
  • unirsi alla malattia di altre patologie.
La probabilità di sviluppare un tumore aumenta dopo essere sopravvissuti a un ictus.

Se la patologia si è sviluppata in un neonato, la causa di questo fenomeno viene ricercata in:

  1. Trauma alla nascita. La donna in travaglio deve ricevere assistenza medica professionale. Il rischio di sviluppare un'emorragia intracranica in un bambino che è passato attraverso il canale del parto nella posizione sbagliata o si è ferito per l'incompetenza del personale ostetrico è sempre molto alto. Anche un piccolo colpo può causare gravi patologie..
  2. Infezione fetale. La penetrazione di batteri e virus pericolosi nel corpo influisce negativamente sulla salute della donna incinta e del feto. Le conseguenze sono difficili da prevedere.

Molte persone sono a rischio di sviluppare un processo infiammatorio nel cervello. Idealmente, anche se una persona non ha colpito da nessuna parte e non si è ammalata di nulla di grave, almeno una volta ogni 5-10 anni deve sottoporsi a un esame appropriato.

Sintomi

L'intensità del processo tumorale e l'attività della sua manifestazione sono associate alla dimensione della cisti. Il tumore in crescita preme sul cervello e questo porta a:

Quando il tumore cresce, compaiono mal di testa.

  • deficit visivo;
  • perdita dell'udito graduale;
  • mal di testa (l'uso di farmaci antidolorifici convenzionali è inutile);
  • insonnia;
  • rigidità nei movimenti;
  • paralisi (il nome della parte paralizzata del corpo non può essere determinato in anticipo, tutto dipende da quale parte del cervello sarà interessata);
  • sovraccarico del tessuto muscolare;
  • sindromi convulsive;
  • perdita di conoscenza;
  • disturbi del sistema nervoso.

La pelle diventa meno sensibile, le orecchie sono rumorose, le tempie pulsano. A volte i pazienti:

  • nauseabondo;
  • si scopre (dopo il vomito, la condizione peggiora solo).
A volte i pazienti si sentono male e si presentano (dopo il vomito, la condizione peggiora solo).

Gli arti possono fare movimenti incontrollati, il che fa zoppicare una persona. La testa è fortemente compressa ed è impossibile liberarsi della pressione senza preparazioni speciali.

Il quadro clinico della malattia dipende dalla posizione del tumore. Quindi, una cisti intrasellare che comprime il cervelletto provoca uno squilibrio, influisce sull'andatura (diventa incerta). Il paziente smette di controllare i gesti, la sua calligrafia cambia al di là del riconoscimento. La compressione delle aree del cervello responsabili del movimento e della deglutizione porta a problemi con la masticazione e la deglutizione del cibo, pronunciando alcune parole.

Se la dimensione della cisti sul cervello non cambia (la dimensione rimane per un anno o più), allora questo è un buon segno. Non è necessario trattare una tale neoplasia..

Per la prevenzione, il paziente deve visitare uno specialista più volte all'anno ed essere esaminato.

Diagnostica

Una diagnosi accurata viene stabilita sulla base di uno o più degli studi presentati:

Diagnostica ecografica Doppler.

  • Doppler. Lo scopo della diagnostica è identificare le aree del cervello che non ricevono la quantità di sangue di cui hanno bisogno..
  • ECG. La diagnostica della regione cardiaca elimina qualsiasi rischio da questo lato.
  • Analisi del sangue per il colesterolo e la coagulazione. Una grande quantità di colesterolo e un alto tasso di coagulazione del sangue provocano un'ostruzione vascolare.
La misurazione della pressione sanguigna è necessaria per escludere lo sviluppo di una cisti a causa di un ictus.
  • Misurazione della pressione sanguigna. È necessario escludere lo sviluppo di una cisti a causa di un ictus.
  • Analisi del sangue per malattie autoimmuni e infettive. La diagnostica viene eseguita quando si sospetta aracnoidite, neuroinfezione, sclerosi multipla.

Alcuni studi (MRI, ECG) vengono eseguiti ripetutamente. Ciò consente di monitorare la velocità con cui il tumore cresce di dimensioni. Durante la diagnosi viene spesso rilevata anche una pseudocisti del cervello.

Perché una cisti cerebrale è pericolosa??

Una cisti cerebrale lasciata senza un'adeguata assistenza medica causa:

  • paralisi degli arti (è difficile per una persona camminare, guidare un'auto, fare esercizio fisico, fare qualcosa in casa);
  • deterioramento della vista e dell'udito (i cambiamenti negativi si verificano gradualmente);
  • idrocefalo ed ernia cerebrale;
  • porencefalia;
  • encefalite.
Deterioramento della vista e dell'udito (i cambiamenti negativi si verificano gradualmente).

Una cisti troppo cresciuta porta alla disabilità e alla morte del paziente.

Trattamento

Il trattamento delle cisti nella parte frontale del cervello si basa sull'uso di farmaci in grado di far fronte alle cause della malattia. Dopo la scomparsa del loro tumore si dissolve.

Quindi, per rimuovere il colesterolo in eccesso, riportare la pressione sanguigna alla normalità e ridurre il flusso di sangue coagulato, utilizzare:

  • antiossidanti;
  • farmaci nootropici.
Durante l'endoscopia, il tumore viene rimosso attraverso forature speciali.

Se il trattamento tradizionale non ha successo, viene prescritta un'operazione. Il medico può consigliare:

  1. Trapanazione. Un metodo di trattamento traumatico. Il cranio viene aperto, il tumore viene rimosso.
  2. Bypass. Un tubo speciale viene inserito nel foro praticato nel cranio. Con il suo aiuto il liquido in eccesso viene pompato.
  3. Endoscopia. La cisti viene rimossa attraverso forature speciali.

Molti pazienti praticano il trattamento delle cisti cerebrali con rimedi popolari. A tale scopo, usano decotti, infusi e lozioni di erbe medicinali. I rimedi popolari non possono fungere da sostituto a tutti gli effetti per la terapia principale. Infusi e decotti sono complementari ai trattamenti tradizionali. La cicuta, il sambuco nero, il sedano, la peonia e la violetta vengono usati più spesso.

Patologia sulla testa - non si applica alle formazioni maligne. La vescica piena di liquido confina con il cervello o si trova all'interno dei suoi tessuti. La presenza di un elemento estraneo è indicata da mal di testa, compressione del cranio, nausea, vomito, convulsioni. Le cisti sono innescate da lesioni alla testa, infezioni, blocchi vascolari, emorragie e ictus. La malattia è in pericolo di vita. I pazienti devono essere monitorati da uno specialista.

Cisti cerebrale. Cisti cerebrale. Cisti aracnoidea

Malattie del sistema nervoso, incl. neuroinfezioni, cisti cerebrali e aracnoiditi sono le specialità della nostra clinica. Chiariremo il motivo della formazione di una cisti nel tuo caso, condurremo un esame per neuroinfezione e il trattamento necessario di una cisti cerebrale, ecc. Saremo lieti di aiutarvi.

Una cisti cerebrale è una conseguenza di una malattia

Esistono due tipi principali di cisti:

1. Una cisti aracnoidea è una bolla di liquido accumulata tra gli strati attaccati delle meningi. Tali cisti rimangono dopo l'infiammazione del rivestimento del cervello, l'emorragia o la lesione. La cisti aracnoidea del cervello non è un'espressione eccessiva del tutto corretta, poiché il nome "aracnoide" deriva dal nome della membrana aracnoidea del cervello (arachna - ragno). Se la pressione del fluido nella cisti aracnoidea è superiore alla pressione intracranica totale, può comprimere la corteccia cerebrale e causare sintomi spiacevoli.

Scansione MRI del cervello. Il cervello è grigio, il fluido è nero. 1 - normale spazio fluido a fessura tra i lobi temporali e parietali del cervello. 2 - cisti aracnoidea del cervello, un accumulo di liquido è visibile nella sostanza del cervello.

2. La cisti cerebrale o intracerebrale (corpo calloso, nuclei subcorticali, emisferi, cervelletto, tronco encefalico, ecc.) È un accumulo di liquido nel sito di una parte morta del cervello. Pertanto, il fluido sostituisce il volume perso del midollo. È necessario chiarire la causa della morte e prevenire ulteriori danni cerebrali. Le cause comuni delle cisti sono insufficienza circolatoria cerebrale, ictus, trauma, infiammazione (encefalite), chirurgia cranica.

Scansione MRI del cervello. 1 - cavità fluide normali (ventricoli cerebrali). 2 - Cisti fluida intracerebrale nel sito della parte morta del cervello.

La cisti aracnoidea del cervello si trova sempre sulla superficie del cervello, nell'area delle membrane. Cisti intracerebrale cerebrale - nello spessore della sostanza cerebrale.

Crescono le cisti cerebrali??

Una cisti cerebrale non è un cancro. La dimensione della cisti è facile da controllare con la RM o la TC. Se la dimensione della cisti è diventata più grande nel tempo, significa che qualche fattore dannoso continua ad agire sul cervello. In questo caso, cerchiamo e trattiamo le cause delle cisti..

Le ragioni principali per la crescita di una cisti aracnoidea nel cervello:

  • La pressione del fluido aumenta nella cisti;
  • L'infiammazione delle meningi continua (aracnoidite, l'azione dell'infezione);
  • Commozione cerebrale in un paziente con una cisti preesistente.

Le ragioni principali per la crescita di una cisti intracerebrale (e / o la comparsa di nuove cisti):

  • La violazione della circolazione cerebrale continua, compaiono nuovi focolai di micro-colpi;
  • Continua un processo infettivo o autoimmune di distruzione della sostanza cerebrale (sclerosi multipla, encefalomielite multipla, neuroinfezione).

Le ragioni per la comparsa o la crescita delle cisti cerebrali possono solitamente essere determinate in base ai risultati delle scansioni MRI, degli esami del sangue e degli studi sul flusso sanguigno attraverso i vasi del cervello. Il trattamento si basa sui risultati della ricerca.

Sintomi di una cisti cerebrale

I sintomi sono determinati dal disturbo sottostante che causa la comparsa della cisti. Pertanto, sono diversi e non specifici..

Sono possibili uno o più dei seguenti sintomi:

  • Mal di testa;
  • Una sensazione di pienezza o pressione alla testa;
  • Sensazione di pulsazioni alla testa;
  • Rumore nell'orecchio con udito intatto;
  • Compromissione dell'udito (perdita dell'udito neurosensoriale);
  • Disturbi visivi (visione doppia, macchie davanti agli occhi, ecc.);
  • Epilessia sintomatica;
  • Paresi (paralisi parziale) del braccio o / o della gamba, permanente o transitoria;
  • Episodi di perdita di coscienza;
  • Squilibrio;
  • Intorpidimento in qualsiasi parte del corpo, persistente o transitorio.

Se una cisti cerebrale è una traccia di una malattia a lungo termine, potrebbe esserci una completa assenza di sintomi.

Esame e diagnosi

Una risonanza magnetica o TC fornirà informazioni inequivocabili sulla presenza, le dimensioni e la posizione di una cisti. Uno studio con somministrazione endovenosa di contrasto aiuta a distinguere una cisti da un tumore: il tumore accumula contrasto, ma la cisti no. Puoi eseguire uno studio del genere presso la Clinica dell'Accademia delle scienze.

Scansione MRI del cervello.
1. Cisti dopo emorragia cerebrale
2. Cisti cerebellari dopo ictus ischemico (blocco delle arterie cerebrali)
3. Aracnoidite cistico-adesiva

Al fine di evitare la crescita e la comparsa di nuove cisti, dobbiamo comprendere e trattare chiaramente la causa principale del loro verificarsi. Pertanto, ti esaminiamo attentamente per disturbi circolatori, infezioni, malattie autoimmuni..

L'esame doppler dei vasi della testa e del collo (DUS) aiuterà a rilevare il restringimento dei vasi che forniscono al cervello il sangue arterioso. La mancanza di afflusso di sangue può portare alla morte focale del midollo e alla comparsa di cisti.

Studi sul cuore (ECG, Echo-KG). Il cervello può non essere adeguatamente rifornito di sangue a causa di disturbi del ritmo o insufficienza cardiaca.

Analisi del sangue per la coagulazione e il colesterolo. Un aumento della concentrazione di colesterolo nel sangue e una maggiore coagulabilità sono le principali cause di blocco dei vasi sanguigni nel cervello con la successiva formazione di cisti. Questo problema è facilmente risolvibile con l'aiuto di farmaci moderni..

Monitoraggio della pressione sanguigna. Gli aumenti episodici della pressione sanguigna sono una causa comune di ictus e cisti post-ictus. Un monitor è un piccolo dispositivo che è costantemente con te per 1 giorno e registra la tua pressione sanguigna su una scheda di memoria. Quindi i dati vengono letti da un computer e fornisce al medico un quadro completo della pressione giornaliera.

Eseguiamo esami del sangue per infezioni e malattie autoimmuni del sistema nervoso in caso di sospetto di neuroinfezione, aracnoidite, sclerosi multipla.

Cisti cerebrale: trattamento presso la Clinica Echinacea

La prima cosa che faremo è scoprire se la tua cisti ha bisogno di cure, se la tua cattiva salute è associata ad essa. Più della metà di tutte le cisti non ha bisogno di cure. Il trattamento è necessario se la cisti causa sintomi, ingrandimento o se c'è il rischio che si sviluppino nuove cisti. Il trattamento di una cisti cerebrale viene effettuato per la malattia sottostante che ha causato la sua formazione.

Riassorbimento delle aderenze delle meningi con cisti aracnoidee - in modo più dettagliato nella pagina del nostro sito web sull'aracnoidite. A tale scopo, utilizziamo due potenti farmaci assorbibili: Karipain (Karipazim) o Longidaza.

Se stiamo parlando di un processo infettivo o autoimmune, è necessario trovare ed eliminare i focolai cronici di infiammazione nel corpo. Il trattamento con soli antibiotici è praticamente inutile. Se si verifica aracnoidite, allora c'è una lacuna nella difesa immunitaria e prima di tutto, lo scudo immunitario del corpo dovrebbe essere ripristinato e l'aggressività autoimmune dovrebbe essere ridotta. Tutti i nostri neurologi sono specializzati in immunologia. Sulla base dei risultati di un esame del sangue per lo stato immunitario e le infezioni, ti offriremo un corso coerente e sicuro di trattamento anti-infettivo e immunomodulatore..

Il trattamento dei disturbi circolatori cerebrali comporta l'adempimento di tre condizioni: una diminuzione della coagulabilità, una diminuzione della concentrazione di colesterolo nel sangue e la normalizzazione della pressione sanguigna. Allo stesso tempo, vengono utilizzati Nootropics (migliora l'apporto delle cellule cerebrali con ossigeno e glucosio) e Antiossidanti (aumenta la resistenza delle cellule cerebrali all'aumento della pressione intracranica).

Nella nostra clinica puoi contattare qualsiasi neurologo. Assicurati di portare con te tutti i documenti medici a tua disposizione, anche, a prima vista, non relativi al cervello.

Cisti cerebrale (cisti cerebrale)

Una cisti del cervello è una formazione intracranica volumetrica, che è una cavità piena di liquido. Spesso ha un decorso subclinico latente senza un aumento delle dimensioni. Si manifesta principalmente con sintomi di ipertensione intracranica e parossismi epilettici. Possibili sintomi focali corrispondenti alla posizione della cisti. Viene diagnosticato dai risultati della risonanza magnetica e della TC del cervello, nei neonati - mediante neurosonografia. Il trattamento viene effettuato con la crescita progressiva della cisti e lo sviluppo di complicanze, consiste nella rimozione chirurgica o nell'aspirazione della cisti.

ICD-10

  • Classificazione delle cisti cerebrali
  • Cause di una cisti cerebrale
  • Sintomi della cisti cerebrale
  • Complicazioni
  • Alcuni tipi di cisti cerebrali
  • Diagnostica
  • Trattamento delle cisti cerebrali
  • Previsione
  • Prevenzione
  • Prezzi del trattamento

Informazione Generale

Una cisti cerebrale è un accumulo locale di liquido nelle membrane o sostanza del cervello. Una cisti di piccolo volume, di regola, ha un decorso subclinico, viene rilevata per caso durante un esame di neuroimaging del cervello. Una grande cisti a causa dello spazio intracranico limitato (intracranico) porta a ipertensione intracranica e compressione delle strutture cerebrali circostanti. La dimensione clinicamente significativa delle cisti varia notevolmente a seconda della loro posizione e delle capacità compensatorie. Quindi, nei bambini piccoli, a causa della compliance delle ossa del cranio, si osserva spesso un lungo decorso latente di cisti senza segni di ipertensione cerebrale pronunciata..

Una cisti cerebrale può essere trovata in diversi periodi di età, dal neonato alla vecchiaia. Va notato che le cisti congenite compaiono più spesso nella mezza età (di solito 30-50 anni) che durante l'infanzia. Secondo la pratica generalmente accettata in neurologia clinica, le tattiche di gestione dell'aspettativa osservazionale vengono utilizzate per le cisti congelate oa progressione lenta di piccolo volume..

Classificazione delle cisti cerebrali

A seconda della posizione, viene isolata una cisti aracnoidea e intracerebrale (cerebrale). Il primo è localizzato nelle meningi e si forma a causa dell'accumulo di liquido cerebrospinale nei luoghi della loro duplicazione congenita o aderenze formate a seguito di vari processi infiammatori. Il secondo si trova nelle strutture interne del cervello e si forma sul sito del tessuto cerebrale che è morto a seguito di vari processi patologici. Anche la cisti pineale, la cisti del plesso coroideo, le cisti colloide e dermoide sono isolate separatamente..

Tutte le cisti cerebrali in base alla loro genesi sono classificate in congenite e acquisite. Le cisti dermoide e colloide del cervello sono esclusivamente congenite. In accordo con l'eziologia, tra cisti acquisite, post-traumatiche, post-infettive, echinococciche, post-ictus.

Cause di una cisti cerebrale

I fattori che provocano la formazione di una cisti cerebrale congenita sono eventuali effetti negativi sul feto nel periodo prenatale. Questi includono insufficienza fetoplacentare, infezioni intrauterine, assunzione di farmaci con effetto teratogeno da parte di una donna incinta, conflitto rhesus, ipossia fetale. Cisti congenite e altre anomalie nello sviluppo del cervello possono verificarsi se lo sviluppo del feto si verifica in condizioni di intossicazione intrauterina con tossicodipendenza, alcolismo, dipendenza da nicotina della futura mamma, nonché se ha malattie croniche scompensate.

Una cisti acquisita si forma a seguito di trauma cranico, trauma alla nascita di un neonato, malattie infiammatorie (meningite, aracnoidite, ascesso cerebrale, encefalite), accidenti cerebrovascolari acuti (ictus ischemico ed emorragico, emorragia subaracnoidea). Può avere un'eziologia parassitaria, ad esempio, con echinococcosi, forma cerebrale di teniasi, paragonimiasi.La cisti di origine iatrogena può formarsi come complicanza di operazioni sul cervello. In alcuni casi, vari processi distrofici e degenerativi nel cervello sono anche accompagnati dalla sostituzione dei tessuti cerebrali con una cisti.

Un gruppo separato è costituito da fattori che possono provocare un aumento delle dimensioni di una formazione cistica intracranica esistente. Tali fattori scatenanti possono essere lesioni alla testa, neuroinfezioni, processi intracranici infiammatori, disturbi vascolari (ictus, ostruzione del deflusso venoso dalla cavità cranica), idrocefalo.

Sintomi della cisti cerebrale

La manifestazione più tipica di una cisti cerebrale con sintomi di ipertensione endocranica. I pazienti lamentano cefalea quasi costante, sensazione di nausea non associata al cibo, sensazione di pressione sui bulbi oculari e riduzione delle prestazioni. Possono verificarsi disturbi del sonno, rumore o sensazione di pulsazioni alla testa, disturbi visivi (calo dell'acuità visiva, visione doppia, restringimento dei campi visivi, comparsa di fotopsie o allucinazioni visive), lieve perdita dell'udito, atassia (vertigini, instabilità, discordanza dei movimenti), tremore superficiale, svenimento. Con alta ipertensione intracranica, si verificano ripetuti vomiti.

In un certo numero di casi, una cisti cerebrale fa il suo debutto con un parossismo epilettico di nuova insorgenza, seguito da ripetute crisi epilettiche. I parossismi possono essere di natura primaria generalizzata, avere la forma di assenze o epilessia Jacksoniana focale. I sintomi focali sono osservati molto meno spesso delle manifestazioni cerebrali generali. In accordo con la localizzazione della formazione cistica, include emi- e monoparesi, disturbi sensoriali, atassia cerebellare, sintomi staminali (disturbi oculomotori, disturbi della deglutizione, disartria, ecc.).

Complicazioni

Una complicazione di una cisti può essere la sua rottura, l'idrocefalo occlusivo, la compressione del cervello, la rottura di una nave con emorragia nella cisti, la formazione di un focolaio epilettogeno persistente. Nei bambini, le cisti accompagnate da grave ipertensione endocranica o episindroma possono causare ritardo mentale con formazione di oligofrenia.

Alcuni tipi di cisti cerebrali

La cisti aracnoidea è più spesso di natura congenita o post-traumatica. Situato nelle meningi sulla superficie del cervello. Pieno di liquido cerebrospinale. Secondo alcuni rapporti, fino al 4% della popolazione ha cisti aracnoidee del cervello. Tuttavia, le manifestazioni cliniche si osservano solo nel caso di un grande accumulo di liquido nella cisti, che può essere associato alla produzione di liquido cerebrospinale da parte delle cellule che rivestono la cavità cistica. Un forte aumento delle dimensioni della cisti minaccia la sua rottura, portando alla morte.

La cisti pineale (cisti pineale) è una formazione cistica della ghiandola pineale. Alcuni dati indicano che fino al 10% delle persone ha piccole cisti pineali asintomatiche. Le cisti con un diametro superiore a 1 cm sono molto meno comuni e possono mostrare sintomi clinici. Quando raggiunge una dimensione significativa, la cisti pineale è in grado di bloccare l'ingresso dell'acquedotto del cervello e bloccare la circolazione del liquido cerebrospinale, provocando l'idrocefalo occlusivo.

La cisti colloide costituisce circa il 15-20% delle formazioni intraventricolari. Nella maggior parte dei casi, si trova nella regione anteriore del terzo ventricolo, sopra il foro di Monroe; in alcuni casi - nell'IV ventricolo e nell'area del setto trasparente. Il riempimento di una cisti colloidale è altamente viscoso. La base delle manifestazioni cliniche sono i sintomi dell'idrocefalo con crescita parossistica della cefalea in alcune posizioni della testa. Possibili disturbi comportamentali, perdita di memoria. Sono stati segnalati casi di debolezza degli arti.

La cisti del plesso coroideo si forma quando lo spazio tra i singoli vasi del plesso è pieno di liquido cerebrospinale. Viene diagnosticato in età diverse. Raramente si manifesta clinicamente, in alcuni casi può dare sintomi di ipertensione endocranica o epilessia. Spesso, le cisti del plesso vascolare vengono rilevate secondo l'ecografia ostetrica alla 20a settimana di gravidanza, quindi si risolvono da sole e intorno alla 28a settimana di sviluppo intrauterino non vengono più rilevate dagli ultrasuoni.

Una cisti dermoide (epidermoide) è un'anomalia dello sviluppo embrionale in cui le cellule che danno origine alla pelle e le sue appendici (capelli, unghie) rimangono all'interno del cervello. Il contenuto della cisti, insieme al fluido, è rappresentato da elementi dell'ectoderma (follicoli piliferi, ghiandole sebacee, ecc.). Differisce in un rapido aumento delle dimensioni che si verifica dopo la nascita e quindi deve essere rimosso.

Diagnostica

I sintomi clinici ei dati sullo stato neurologico consentono al neurologo di sospettare la presenza di una massa intracranica. Per controllare l'udito e la vista, il paziente viene indirizzato a un consulto con un otorinolaringoiatra e un oftalmologo; Vengono eseguite audiometria, visiometria, perimetria e oftalmoscopia, su cui si notano dischi ottici congestizi con idrocefalo grave. L'aumento della pressione intracranica può essere diagnosticato utilizzando l'eco-encefalografia. La presenza di parossismi epilettici è un'indicazione per l'elettroencefalografia. Tuttavia, sulla base solo dei dati clinici, è impossibile verificare una cisti da un ematoma, ascesso o tumore al cervello. Pertanto, se si sospetta una grande massa cerebrale, è necessario utilizzare metodi diagnostici di neuroimaging..

L'utilizzo degli ultrasuoni ci permette di identificare alcune cisti congenite anche durante lo sviluppo intrauterino, dopo la nascita di un bambino e prima della chiusura della sua grande fontanella, la diagnosi è possibile tramite neurosonografia. In futuro, la cisti può essere visualizzata utilizzando la TC o la risonanza magnetica del cervello. Per differenziare una formazione cistica da un tumore al cervello, questi studi vengono eseguiti con contrasto, poiché, a differenza di un tumore, una cisti non accumula un mezzo di contrasto. Per una migliore visualizzazione della cavità cistica, è possibile introdurre contrasto in essa mediante puntura della cisti. A differenza della risonanza magnetica, la TC del cervello consente di giudicare la viscosità del contenuto della cisti dalla densità della sua immagine, che viene presa in considerazione durante la pianificazione del trattamento chirurgico. Di fondamentale importanza è non solo l'istituzione della diagnosi, ma anche il monitoraggio continuo della formazione cistica per valutare le variazioni del suo volume nel tempo. In caso di genesi post-ictus, le cisti ricorrono inoltre a esami vascolari: scansione duplex, ecografia, TC o RM di vasi cerebrali.

Trattamento delle cisti cerebrali

La terapia conservativa è inefficace. Il trattamento è possibile solo chirurgicamente. Tuttavia, la maggior parte delle cisti non ha bisogno di un trattamento attivo perché sono piccole e non progrediscono di dimensioni. Il follow-up regolare viene effettuato in relazione a loro utilizzando il controllo MRI o TC. Le cisti sono soggette a trattamento neurochirurgico, manifestando clinicamente sintomi di idrocefalo, aumentando progressivamente di dimensioni, complicate da rottura, sanguinamento e compressione del cervello. La scelta del metodo di funzionamento e dell'approccio chirurgico viene effettuata in consultazione con un neurochirurgo.

In caso di una condizione grave di un paziente con un disturbo della coscienza (stupore, coma), il drenaggio ventricolare esterno è urgentemente indicato per ridurre la pressione intracranica e la compressione del cervello. In caso di complicazioni sotto forma di rottura di una cisti o emorragia, nonché con eziologia parassitaria di una cisti, l'intervento chirurgico viene eseguito con l'obiettivo di escissione radicale della formazione cistica; l'accesso chirurgico è la craniotomia.

In altri casi, l'operazione è pianificata ed eseguita principalmente con il metodo endoscopico. Il vantaggio di quest'ultimo è un trauma basso e un periodo di recupero più breve. Per la sua implementazione, è necessario solo un foro di fresatura nel cranio, attraverso il quale viene aspirato il contenuto della cisti. Al fine di prevenire l'accumulo ripetuto di liquido nella cavità cistica, vengono praticati numerosi fori che lo collegano agli spazi del liquido cerebrospinale o viene eseguito uno shunt cistoperitoneale. Quest'ultimo prevede l'impianto di uno speciale shunt attraverso il quale il fluido della cisti entra nella cavità addominale.

Nel periodo postoperatorio viene eseguita una complessa terapia riabilitativa, alla quale, se necessario, prendono parte un neuropsicologo, un medico di terapia fisica, un massaggiatore, un riflessologo. La componente farmacologica comprende agenti di riassorbimento, farmaci che migliorano l'afflusso di sangue e il metabolismo cerebrale, decongestionanti e farmaci sintomatici. Parallelamente, al fine di ripristinare la forza muscolare e la funzione sensoriale, adattare il paziente all'attività fisica, vengono eseguiti fisioterapia, terapia fisica, massaggi, riflessologia.

Previsione

Una cisti cerebrale congelata clinicamente insignificante nella maggior parte dei casi mantiene il suo stato non progressivo e non infastidisce in alcun modo il paziente per tutta la vita. Il trattamento chirurgico tempestivo e adeguatamente eseguito delle cisti clinicamente significative determina il loro esito relativamente favorevole. Possibile sindrome da liquido cerebrospinale-ipertensiva moderatamente pronunciata. In caso di formazione di un deficit neurologico focale, può avere un carattere residuo persistente e persistere dopo il trattamento. Le crisi epilettiche spesso scompaiono dopo la rimozione della cisti, ma poi spesso si ripresentano, a causa della formazione di aderenze e altri cambiamenti nell'area operata del cervello. Inoltre, l'epilessia secondaria è caratterizzata dalla resistenza alla terapia anticonvulsivante..

Prevenzione

Poiché la cisti cerebrale acquisita è spesso una delle opzioni per risolvere i processi intracranici infettivi, vascolari, infiammatori e post-traumatici, la sua prevenzione è il trattamento tempestivo e corretto di queste malattie con l'uso della terapia neuroprotettiva e riassorbente. Per quanto riguarda le cisti congenite, la prevenzione è la protezione della donna incinta e del feto dall'influenza di vari fattori dannosi, la corretta gestione della gravidanza e del parto.


Articolo Successivo
Endoarteriectomia carotidea: rimozione delle placche di colesterolo sull'arteria carotide, indicazioni, tecnica, recupero, prognosi