Sintomi di sangue denso negli uomini


Tutti sanno che il sangue è una sostanza liquida che riempie i vasi del nostro corpo. Ma a volte puoi sentire una frase apparentemente strana come "sangue denso". Cosa significa? Qualche tempo fa nei paesi dello spazio post-sovietico era molto di moda "curare" l'ispessimento del sangue con l'aiuto di sanguisughe. Inoltre, tali pazienti spesso non capivano cosa fosse veramente il sangue denso, se una tale condizione fosse pericolosa e come trattarla adeguatamente. Molte idee sbagliate su questo problema sono comuni ai nostri tempi..

Cos'è il "sangue denso"

Quello che comunemente viene chiamato sangue denso in termini semplici è noto agli specialisti come una sindrome da alta viscosità del sangue o sindrome da ipercoagulabilità. Una condizione simile in medicina è considerata una deviazione dalla norma, che può essere facilitata da vari fattori. Ma per capire perfettamente cos'è la sindrome ipercoagulabile, è necessario avere un'idea della composizione del sangue.

Quindi, il sangue è costituito dai seguenti componenti:

  • parte cellulare (eritrociti, piastrine, leucociti);
  • parte non cellulare (plasma, è anche un composto liquido);
  • ioni di macro e microelementi, ormoni, enzimi e altre sostanze che il sangue trasporta attraverso il corpo.
  • Cos'è il "sangue denso"
  • Cause di "sangue denso"
  • Ciò che promuove l'ispessimento
  • Chi è a rischio
  • Perché l'ispessimento è pericoloso?
  • Come viene determinata la "densità" del sangue
  • Segni esterni di ispessimento
  • Come trattare
  • Prodotti per fluidificare il sangue

Ciascuno di questi componenti è vitale per l'uomo. Ma è altrettanto importante che tutti i componenti del sangue mantengano un certo equilibrio. E una caratteristica come la viscosità del sangue non è altro che il rapporto tra plasma e massa cellulare. Se questo equilibrio è disturbato, il sangue diventa troppo liquido o si addensa. Ad esempio, quando il corpo è privo di eritrociti (globuli rossi), si parla di anemia (in precedenza si usava il termine “anemia”). il sangue diventa innaturalmente liquido. L'effetto opposto si verifica quando ci sono troppi globuli rossi. Ma non solo questa è la causa dell'ispessimento del sangue.

Cause di "sangue denso"

Parlando nella lingua degli specialisti, l'ispessimento del sangue porta a un deterioramento delle sue proprietà reologiche. Cioè, il sangue scorre più lentamente e più difficile. Può diventare più spesso per una serie di motivi. Di norma, questa condizione è accompagnata da:

  • violazione dell'ematocrito;
  • aumento dell'emoglobina;
  • un aumento del numero di globuli rossi;
  • una diminuzione dell'elasticità degli eritrociti e della loro deformazione;
  • aggregazione (incollaggio) di eritrociti;
  • accelerazione della coagulazione del sangue (a causa di un aumento della quantità di fibrinogeno);
  • un aumento della quantità di paraproteine ​​(proteine ​​specifiche che compaiono nel plasma nel mieloma).

Cause comuni di coaguli di sangue:

  1. Coagulopatia. Questo è un gruppo di malattie in cui vi è una violazione della coagulazione del sangue. Questi includono autoimmuni, genetiche e coagulopatie di origine tossica..
  2. Malattia del fegato. Il fegato è coinvolto nella produzione di proteine ​​responsabili della coagulazione del sangue. E alcune malattie possono aumentare o diminuire la sintesi di queste sostanze, che influisce sulla viscosità del sangue.
  3. Malattie oncologiche. Le malattie del sangue maligne causano uno squilibrio tra il plasma e i costituenti cellulari del sangue.
  4. Disidratazione. Ci possono essere molte ragioni per la disidratazione. Il luogo più comune è l'assunzione di acqua insufficiente. Anche la diarrea, il vomito grave e prolungato, l'assunzione di diuretici e lo scarso assorbimento di acqua da parte del corpo portano alla disidratazione. Ma indipendentemente dal motivo, il risultato è sempre lo stesso: la sostanza nei vasi diventa più spessa.

Ciò che promuove l'ispessimento

La sindrome di alta viscosità del sangue può manifestarsi come una malattia genetica ereditaria. Di regola, queste persone tendono a una formazione di trombi più attiva. Più spesso, la sindrome ipercoagulabile è secondaria, cioè si sviluppa sotto l'influenza di fattori esterni o interni.

  1. Invecchiamento. Con l'età, nella maggior parte delle persone, i vasi diventano più rigidi e calcificati, il che ostacola il movimento del sangue attraverso di essi. Al raggiungimento dei 50 anni, si consiglia di monitorare la reologia del sangue e, a tale scopo, vengono prescritti farmaci per mantenerne la fluidità..
  2. Sovrappeso. L'obesità è accompagnata da una violazione dei processi metabolici nel corpo, a causa della quale il sangue può diventare più viscoso e si osservano cambiamenti aterosclerotici nei vasi.
  3. Colesterolo alto. Le lipoproteine ​​aumentano sempre la proporzione della componente spessa.
  4. Fumo. La composizione del fumo di sigaretta contiene sostanze che aumentano il rischio di coaguli di sangue e influenzano la densità della sostanza nei vasi.
  5. Abuso di alcool. Le bevande alcoliche contribuiscono alla rapida e grave disidratazione del corpo. Gli scienziati hanno calcolato che il rapporto tra alcol consumato e liquido che ha rimosso dal corpo è 1: 4. Pertanto, se l'equilibrio idrico non viene ripristinato in tempo, la proporzione della parte liquida nei vasi diminuisce.
  6. Riposo a letto per molto tempo. Il postoperatorio, così come alcuni problemi di salute, possono costringere una persona a rimanere a letto. Nel tempo, l'inattività porta a una riduzione del flusso sanguigno e alla stasi del sangue, che alla fine ne provoca l'ispessimento.
  7. Grave ipotermia o ustioni. Influenze di temperatura estreme portano a grave stress, disidratazione del corpo, disfunzione dell'ematopoiesi, che aumenta anche il rischio di sindrome da ipercoagulabilità.
  8. Trapianto di organi, interventi chirurgici su vasi o loro lesioni, installazione di impianti (valvole, derivazioni dialitiche, cateteri venosi, ecc.). Qualsiasi impatto sul cuore o sulle pareti vascolari porta alla formazione di irregolarità e questo aumenta il rischio di aumento dei coaguli di sangue..
  9. Infiammazione. Qualsiasi processo infiammatorio, soprattutto se cronico, provoca un aumento del numero di leucociti, fibrinogeno, proteine ​​e colesterolo. Quando sono presenti molti di questi componenti, il sangue diventa viscoso..
  10. Inattività fisica. Gli esperti chiamano questo termine uno stile di vita sedentario. Le cause dell'ispessimento nelle persone sedentarie sono associate principalmente a una riduzione del flusso sanguigno nei vasi..
  11. Assunzione di contraccettivi ormonali. I farmaci a base di ormoni spesso portano ad una maggiore formazione di trombi, che modifica la densità della sostanza nei vasi.
  12. Gravidanza. Man mano che il feto matura, l'utero aumenta di dimensioni e schiaccia i vasi della piccola pelvi. Ciò porta alla stasi del sangue e alla formazione di coaguli di sangue eccessivi..
  13. Avvelenamento da tossine. Una scarsa ecologia, mangiare cibo contaminato da metalli pesanti, le radiazioni possono anche contribuire alla sindrome da iperviscosità..
  14. Microrganismi. La maggior parte delle malattie causate da virus, batteri, funghi e alcuni parassiti sono accompagnate da febbre e accumulo di sostanze tossiche nel corpo. E questo è un altro fattore che causa l'ispessimento del fluido nelle vene. In questo caso, il grado di ispessimento dipende dalla natura e dall'intensità dell'esposizione alla tossina o al parassita.
  15. Fatica. Durante lo stress, il corpo rilascia ormoni che causano la vasocostrizione, che rallenta la circolazione sanguigna. Se lo stress è cronico, il sangue tende ad addensarsi.

Chi è a rischio

Uno qualsiasi dei suddetti fattori può causare coaguli di sangue. Ma anche le persone che soffrono di tali malattie rientrano nel gruppo ad alto rischio:

  • epatite;
  • cirrosi epatica;
  • pancreatite;
  • tossicoinfezione alimentare;
  • vene varicose;
  • ipossia;
  • infarto miocardico;
  • trombofilia;
  • fibrillazione atriale;
  • insufficienza cardiaca;
  • ictus;
  • diabete;
  • sindrome da anticorpi antifosfolipidi;
  • distrofia amiloide;
  • leucemia;
  • mieloma;
  • cancro al midollo osseo;
  • policitemia;
  • disfunzione surrenale.

Lo sviluppo della sindrome ipercoagulabile è facilitato dall'uso a lungo termine di diuretici, farmaci antinfiammatori non steroidei e farmaci contenenti estrogeni o fitoestrogeni..

Perché l'ispessimento è pericoloso?

La viscosità del sangue aumenta spesso nelle donne in gravidanza. In questo caso, questo processo svolge un ruolo naturale nella protezione da possibili sanguinamenti e aborti spontanei. Inoltre, il fluido nei vasi delle donne diventa più denso immediatamente prima del parto. È così che la natura protegge la futura mamma da una grave perdita di sangue. Ma un eccessivo ispessimento durante la gravidanza può essere pericoloso sia per una donna (contribuisce a trombosi, trombofilia, vene varicose, leucemia) sia per il feto (il letto vascolare è danneggiato).

Per quanto riguarda i neonati, il loro sangue è molto più denso di quello degli adulti. Ma questo non dovrebbe disturbarti. Il bambino ha bisogno di tempo per ricostruire e vivere in un nuovo ambiente. Nelle prime ore dopo la nascita, l'emoglobina nel corpo del bambino può raggiungere i 200 g / l. Ma nei primi giorni di vita, questi numeri inizieranno a diminuire. Quasi la metà dell'emoglobina verrà distrutta il primo giorno e la densità del sangue nel bambino diminuirà.

Diverso è il discorso per gli adulti, il cui sangue è diventato denso per vari motivi. Non dovrebbero aspettarsi che i numeri si riprendano da soli. Questa condizione può essere pericolosa per la salute..

Spesso, l'ispessimento è accompagnato da una maggiore formazione di coaguli di sangue, che possono ostruire i vasi sanguigni, impedendo il normale flusso sanguigno. Se un coagulo di sangue ostruisce un vaso nel cuore o nel cervello, può verificarsi un infarto o un ictus, probabilmente fatale.

Se la sostanza è diventata viscosa, ma il numero di piastrine è diminuito, questa condizione porta a una ridotta circolazione sanguigna nel corpo e aumenta il rischio di sanguinamento. In alcuni casi, la sindrome ipercoagulabile sullo sfondo di un numero ridotto di piastrine è un sintomo del cancro..

Se l'aumento della viscosità non viene trattata, questa condizione può provocare coma iperosmolare e sanguinamento intracerebrale, che ha un alto rischio di morte..

Come viene determinata la "densità" del sangue

Per misurare l'ispessimento, gli esperti usano un dispositivo: un viscosimetro. Misura la velocità di movimento della sostanza nei vasi e quindi confronta questo indicatore con la velocità di movimento dell'acqua distillata. Per la misurazione, sangue e acqua vengono prelevati in quantità uguali alla stessa temperatura.

È considerato normale se il sangue scorre 4-5 volte più lentamente dell'acqua e la sua densità relativa (a seconda del numero di eritrociti) rimane compresa tra 1.050-1.064 g / cm3. Questo valore determina la quantità di sali, proteine ​​ed elementi formati nel plasma..

L'ematocrito (il volume dei globuli rossi in 1 litro di sangue) varia a seconda del sesso e dell'età. Per le donne, il 37-47% è considerato la norma, per gli uomini - 40-54%, per i neonati - circa il 20% in più rispetto agli adulti e il 10% in più rispetto ai bambini più grandi.

Per quanto riguarda gli indicatori di viscosità direttamente da laboratorio, la norma va da 4 a 5,5. Questo parametro dipende direttamente dal numero di eritrociti nel plasma: più ce ne sono, più forte è la viscosità.

Oltre al viscosimetro, l'immunoelettroforesi viene utilizzata anche per diagnosticare i coaguli di sangue (determina quali proteine ​​sono nel plasma) e la ricerca immunochimica (calcola la quantità di proteine).

Segni esterni di ispessimento

Gli indicatori più accurati di questa condizione possono essere determinati esclusivamente mediante analisi di laboratorio. Tuttavia, ci sono molti segni che indirettamente possono indicare che il fluido nei vasi scorre più lentamente..

Le persone con elevata viscosità del sangue possono manifestare i seguenti sintomi:

  • mal di testa doloranti;
  • stordimento;
  • vertigini con perdita di coordinazione;
  • affaticabilità veloce;
  • sonnolenza;
  • nei punti di taglio, il sangue scorre in modo innaturalmente lento;
  • debolezza muscolare;
  • pesantezza e dolore alle gambe;
  • sensazione di "pelle d'oca", intorpidimento, bruciore, formicolio alle gambe e alle braccia (parestesia);
  • rumore nelle orecchie;
  • ipersensibilità alle basse temperature;
  • pelle secca;
  • cianosi (cianosi) di alcune aree della pelle, delle mucose della bocca e delle palpebre;
  • aumento dell'ansia;
  • disordini del sonno;
  • tendenza a stati depressivi;
  • stipsi.

Spesso, la sindrome iperviscosa si verifica in parallelo con stanchezza cronica, candidosi o sindrome dell'intestino irritabile.

Come trattare

Se compaiono segni che indicano un possibile ispessimento, è necessario consultare un medico. In questi casi, si consiglia al paziente di eseguire prima un test di laboratorio, dopodiché, se necessario, consultare un ematologo, un endocrinologo, un epatologo o un altro specialista di profilo stretto. Solo dopo aver scoperto le cause della malattia, al paziente viene prescritto un programma di trattamento per fluidificare il sangue.

Prodotti per fluidificare il sangue

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

La medicina tradizionale utilizza solitamente eparina o aspirina. Ma è noto da tempo che l'acido acetilsalicilico non porta solo benefici al corpo, ma anche danni. Soprattutto dall'aspirina "arriva" lo stomaco: dopo un lungo ciclo di trattamento, può iniziare la gastrite o anche le ulcere possono aprirsi. Pertanto, i fitoterapisti e la medicina tradizionale consigliano di utilizzare fonti naturali di aspirina per liquefare il fluido nei vasi. Ad esempio, un decotto di foglie di ribes nero e lamponi.

Se un test di laboratorio indica la coagulazione del sangue, dovresti riconsiderare la tua dieta. Prima di tutto, queste persone dovrebbero limitare l'assunzione di cibi ricchi di vitamina K: spinaci, lattuga e altre verdure. Ma il pesce di mare azzurro, al contrario, è utile da mangiare il più spesso possibile. L'olio di pesce e gli acidi omega-3 in esso contenuti contribuiscono al riassorbimento di coaguli di sangue e placche sclerotiche, il che rende più liquida la sostanza nei vasi.

Inoltre, con la sindrome ipercoagulabile, è utile mangiare cibi con iodio, in particolare alghe. Questo minerale aiuta anche a ridurre la viscosità, ma oltre a questo rafforza anche i vasi sanguigni. Una taurina molto sana che si trova nel pesce di mare, nei frutti di mare, nelle noci e nelle mandorle. Diluisce il fluido nei vasi e normalizza la sua pressione.

Altri cibi utili:

  • aglio;
  • peperone;
  • peperoncino;
  • pomodori;
  • melone;
  • pompelmo;
  • arancia;
  • ciliegie;
  • ciliegia;
  • grano germogliato;
  • Ginkgo biloba;
  • trifoglio dolce;
  • radice di gelso;
  • vino rosso secco;
  • cannella;
  • Zenzero.

Se il paziente sta già assumendo farmaci speciali per la malattia, i prodotti sopra menzionati devono essere usati con estrema cautela..

Il sangue denso può causare vari disturbi nel corpo, molti dei quali fatali. Pertanto, ai primi sintomi allarmanti, dovresti consultare un medico ed essere esaminato.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: terapista, nefrologo.

Esperienza totale: 18 anni.

Luogo di lavoro: Novorossiysk, centro medico "Nefros".

Istruzione: 1994-2000 Stavropol State Medical Academy.

Formazione:

  1. 2014 - Corsi di aggiornamento a tempo pieno "Terapia" sulla base dell'Istituto statale per l'educazione professionale superiore "Kuban State Medical University".
  2. 2014 - Corsi di aggiornamento a tempo pieno di "Nefrologia" presso l'Istituto statale per l'educazione del bilancio di istruzione professionale superiore "Stavropol State Medical University".

Il sangue denso è un fenomeno molto pericoloso. Il rischio di trombosi aumenta, aumenta la probabilità di vene varicose. Il lavoro dei vasi sanguigni è difficile, i coaguli di sangue possono bloccare piccoli vasi, rallentare l'apporto di ossigeno a vari organi e aumentare il rischio di ictus. Pertanto, vale la pena includere nella dieta alimenti che contribuiscono alla fluidificazione del sangue. E non dimenticare il regime del bere. Di solito compro Stalmas water zinco selenio. Ricostituire la carenza di liquidi e saturare il corpo con i microelementi necessari.

Perché il sangue denso è pericoloso, le cause e il trattamento di uomini, donne e bambini

Il sangue denso non è salutare per molte ragioni. Il sangue è il fluido più importante del corpo. Fornisce il trasporto dei nutrienti e dell'ossigeno, la regolazione del lavoro degli organi interni, partecipa ai processi di rigenerazione dei tessuti, mantiene la termoregolazione e la costanza degli ambienti interni del corpo.

Affinché il sangue possa svolgere pienamente tutte le sue funzioni, deve essere allo stato liquido. La fluidità del sangue è mantenuta dal lavoro del sistema anticoagulante del sangue e per prevenire la perdita di sangue, c'è un sistema di coagulazione del sangue (emostatico). L'interruzione del lavoro di questi due sistemi è accompagnata da un cambiamento nella viscosità del sangue e dalla formazione di microtrombi o da una tendenza al sanguinamento.

Indice di viscosità del sangue

Va notato che la viscosità del sangue è assicurata dalla regolazione automatica dei livelli di volume del sangue (la quantità di sangue nel corpo è normalmente mantenuta a un livello costante), così come il rapporto tra la quantità di plasma e gli elementi formati.

Normalmente, la viscosità del sangue è cinque volte quella dell'acqua. Un aumento del numero di corpuscoli o una diminuzione del volume della parte liquida del sangue (con disidratazione o febbre) aumenta la densità del sangue e peggiora notevolmente i suoi parametri emodinamici.

Il sangue denso aumenta il carico sul cuore e passa attraverso i vasi peggio, porta a danni ai reni, interrompe la saturazione di organi e tessuti con l'ossigeno e aumenta anche il rischio di sviluppare coaguli di sangue, ictus, infarti, ecc. Va notato che il sangue denso è una delle principali cause di scompenso circolatorio nei pazienti con malattia polmonare cronica (cuore polmonare cronico).

Un aumento della viscosità del sangue è accompagnato da disturbi significativi della microcircolazione nei polmoni, un aumento della LAS (resistenza arteriosa polmonare), nonché una massiccia formazione di coaguli di sangue e aumenta il rischio di disturbi tromboembolici.

Cos'è il sangue denso

Il sangue denso è sangue con una maggiore viscosità associata ad un aumento del numero di corpuscoli o ad una diminuzione della percentuale di plasma.

La ragione principale per un aumento della viscosità del sangue è un aumento del numero di globuli rossi - eritrocitosi. Inoltre, il sangue denso può essere causato da un aumento del numero di piastrine o da un aumento delle loro proprietà di adesione o di aggregazione, aumento del livello di fibrinogeno, aumento della coagulazione del sangue, ecc..

La normale viscosità del sangue garantisce la costanza del flusso sanguigno attraverso i vasi. La viscosità del sangue determina il grado di attrito interno del sangue che si verifica a causa del fatto che diversi strati di sangue si muovono a velocità diverse, così come il grado di attrito del sangue contro le pareti dei vasi sanguigni.

Viscosità del sangue - normale

La viscosità del plasma e la viscosità del sangue intero (plasma + corpuscoli) vengono confrontate con la viscosità dell'acqua.

Perché il sangue denso è pericoloso per la salute

Con un aumento patologico della viscosità del sangue, c'è una "resistenza" al flusso sanguigno. A causa del passaggio difficile e lento del sangue attraverso i vasi, aumenta il carico sul cuore, che è costretto a lavorare in una modalità potenziata, e la microcircolazione e l'afflusso di sangue agli organi e ai tessuti vengono interrotti.

A causa del lento movimento del sangue denso attraverso i vasi, si creano condizioni favorevoli per lo sviluppo di coaguli di sangue e una maggiore coagulazione del sangue.

Una diminuzione del contenuto di colesterolo "buono" nel sangue e un aumento della quantità di lipidi e trigliceridi "cattivi", aumenta significativamente la viscosità del sangue, la sua tendenza a formare coaguli di sangue, ed è anche accompagnato dalla comparsa di placche aterosclerotiche nei vasi.

Con il progredire dell'aterosclerosi, i depositi di colesterolo non solo restringono il lume vascolare, ma portano anche all'infiammazione dell'intima vascolare e ad una significativa diminuzione delle proprietà elastiche dei vasi sanguigni..

La rigidità dei vasi sanguigni e la loro incapacità di allungarsi normalmente dal flusso sanguigno aumentano anche lo stress sul cuore. Formato, il cosiddetto circolo vizioso di ridotta circolazione sanguigna. Il sangue denso contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi e l'aterosclerosi contribuisce a un ulteriore aumento della viscosità del sangue.

Una diminuzione della gittata cardiaca nell'insufficienza cardiaca porta alla progressione dei disturbi del microcircolo e all'ischemia di organi e tessuti. Inoltre, la formazione di coaguli di sangue aumenta e il rischio di sviluppare un infarto, ictus, tromboembolia, ischemia degli arti inferiori, ecc..

Leggi anche sull'argomento

L'ispessimento del sangue, la formazione di microtrombi e l'ischemia sullo sfondo dell'insufficienza cardiaca contribuiscono alla formazione dell'insufficienza renale cronica.

Sangue spesso - cause

Per rispondere alla domanda sul perché il sangue di una persona si addensa, è necessario considerare ciò che influenza la sua viscosità. Le ragioni principali dell'aumento della densità e della viscosità del sangue sono:

  • violazione della capacità di deformazione degli eritrociti;
  • eritrocitosi;
  • un aumento del numero di cellule piastriniche;
  • maggiore aggregazione e adesione delle piastrine;
  • un aumento del numero di piastrine;
  • diminuzione del volume plasmatico;
  • un aumento della quantità di trigliceridi e colesterolo "cattivo";
  • aumento della quantità di fibrinogeno.

Un adeguato flusso sanguigno nella microvascolarizzazione è possibile solo perché gli eritrociti normali sono in grado di deformarsi in modo significativo e quindi passano tranquillamente attraverso il lume del vaso, che è molto più piccolo del loro diametro.

Gli studi hanno dimostrato che senza la capacità degli eritrociti di cambiare forma, con un aumento dell'ematocrito di oltre il 65% (l'ematocrito normale nelle donne è dal 36 al 42% e negli uomini dal quaranta al 48%), il flusso sanguigno nei vasi si fermerebbe completamente. Tuttavia, a causa della capacità delle cellule eritrocitarie di cambiare forma, il flusso sanguigno è possibile anche con una densità sanguigna massima con un ematocrito del novantacinque o addirittura del cento percento.

A causa di ciò, con una diminuzione della plasticità degli eritrociti (anemia falciforme), si osserva un forte aumento della viscosità del sangue anche a basso ematocrito. Inoltre, la viscosità del sangue aumenta con i processi infiammatori, accompagnata da un aumento della VES (velocità di sedimentazione degli eritrociti).

Oltre agli eritrociti, il numero di piastrine influisce in modo significativo sulla densità del sangue. Con una maggiore produzione di piastrine, così come la loro maggiore tendenza all'aggregazione e all'adesione, non solo si verifica l'ispessimento del sangue, ma inizia anche la formazione attiva di trombi nei vasi di piccole e medie dimensioni.

Quando l'equilibrio lipidico è disturbato da un aumento dei trigliceridi e del colesterolo "cattivo", aumenta la viscosità del sangue, aumenta la tendenza a formare coaguli di sangue e si sviluppa l'aterosclerosi..

Le lesioni vascolari aterosclerotiche sono accompagnate da un rallentamento del flusso sanguigno e dalla formazione di un flusso sanguigno "vorticoso". Ciò porta all'aggregazione degli eritrociti, alla produzione attiva di induttori dell'aggregazione piastrinica e all'adesione di giovani cellule granulocitiche alle pareti dei vasi venosi. Si sviluppa una lesione infiammatoria delle vene e si formano trombi venosi.

Perché il sangue è denso

L'ispessimento del sangue può verificarsi sullo sfondo di:

  • mieloma multiplo;
  • leucemia;
  • eritrocitosi;
  • malattia da radiazioni;
  • eritremia;
  • pancitopenia;
  • trombocitosi;
  • iperglicemia;
  • ipossia;
  • febbre;
  • Macroglobulinemia di Waldenstrom;
  • coagulopatie ereditarie, accompagnate da un aumento della viscosità del sangue;
  • collagenosi;
  • Malattie autoimmuni;
  • aumentare il livello di fibrinogeno;
  • iperlipidemia e aterosclerosi;
  • vasculite;
  • malaria;
  • ipovitaminosi;
  • invasioni elmintiche;
  • produzione in eccesso di immunoglobuline;
  • malattie infettive e infiammatorie;
  • stress prolungato e insonnia;
  • lesioni estese da ustioni;
  • disidratazione (diarrea, vomito);
  • assunzione di liquidi insufficiente;
  • neoplasie maligne e loro metastasi attive;
  • diabete mellito;
  • sindrome metabolica;
  • ipertensione arteriosa;
  • insufficienza cardiaca;
  • cardiopatia polmonare cronica;
  • acidosi metabolica;
  • alcolismo;
  • fumo a lungo termine;
  • anemia falciforme;
  • ipossia prolungata, avvelenamento da monossido di carbonio, vivere in aree ecologicamente sfavorevoli;
  • gravi malattie del fegato (cirrosi, epatite);
  • carenza di estrogeni o sovrapproduzione di androgeni;
  • sindrome dell'ovaio policistico nelle donne;
  • gravi reazioni allergiche.

Tuttavia, un significativo ispessimento del sangue può causare trombosi dei vasi placentari, violazioni del flusso sanguigno placentare, ipossia fetale, ritardo della crescita intrauterina, congelamento della gravidanza, aborti spontanei e aborti spontanei ricorrenti, distacco della placenta, parto prematuro, ecc..

Sangue spesso in un figlio di ragioni

Le cause dell'ispessimento del sangue nei bambini non differiscono dalle cause principali negli adulti. Eppure, i bambini hanno spesso sangue denso sullo sfondo di malattie parassitarie e disidratazione (vomito e diarrea sullo sfondo di infezioni intestinali).

Durante le prime settimane dopo il parto, i test tornano alla normalità da soli.

In rari casi, l'aumento della viscosità del sangue può essere associato a difetti cardiaci congeniti, malformazioni polmonari, ipossia e asfissia, iperglicemia, ipotiroidismo congenito.


Articolo Successivo
Alfa amilasi: normale, nel sangue, nelle urine, aumentata, diminuita