Cos'è questa analisi del coagulogramma del sangue, decodifica negli adulti e la norma nella tabella


Nel rapporto di oggi, viene considerato un coagulogramma: che tipo di analisi, norma, decodifica è. Per comodità, abbiamo inserito i dati nelle tabelle.

L'analisi del sangue coagulogico è una valutazione di laboratorio completa dello stato dell'emostasi. La funzione principale dell'emostasi è partecipare al processo di arresto del sanguinamento e utilizzo dei coaguli di sangue. L'analisi consente di diagnosticare malfunzionamenti nei meccanismi di coagulazione del sangue ed è anche richiesta prima di qualsiasi intervento chirurgico e quando si determinano le cause dell'aborto spontaneo.

Meccanismi di coagulazione del sangue

La violazione dell'integrità dei tessuti e dei vasi sanguigni attiva il lancio di una sequenza di reazioni biochimiche di fattori proteici che assicurano la coagulazione durante il sanguinamento. Il risultato finale è la formazione di un trombo dai filamenti di fibrina. Esistono 2 percorsi principali che portano alla coagulazione del sangue:

  • interno - per la sua implementazione, è richiesto il contatto diretto delle cellule del sangue e della membrana subendoteliale dei vasi sanguigni;
  • esterno - attivato dalla proteina antitrombina III, secreta da tessuti e vasi sanguigni danneggiati.

Ciascuno dei meccanismi individualmente è inefficace, tuttavia, formando una stretta relazione, alla fine contribuiscono a fermare il sanguinamento. La violazione dei meccanismi compensatori del sistema emostatico è uno dei motivi dello sviluppo di trombosi o sanguinamento, che rappresenta una minaccia per la vita e la salute umana. Ciò sottolinea l'importanza di una diagnosi tempestiva dello stato del sistema emostatico..

Coagulogramma: che cos'è questa analisi?

I pazienti spesso fanno la domanda: cos'è un coagulogramma del sangue, ad esempio, prima dell'intervento chirurgico o durante la gravidanza e perché è così importante prenderlo?

Un coagulogramma è un'analisi medica per valutare lo stato del sistema che avvia e arresta il meccanismo di coagulazione del sangue.

L'esame preoperatorio è obbligatorio a causa del possibile rischio di sanguinamento durante l'operazione. Se vengono rilevati guasti nel sistema emostatico, al paziente può essere negato l'intervento chirurgico se il rischio di sanguinamento è troppo elevato. Inoltre, l'incapacità di implementare uno dei meccanismi di coagulazione può essere la causa dell'aborto spontaneo..

L'efficacia della terapia per qualsiasi patologia a carico del sistema emostatico richiede uno stretto controllo e si concretizza mediante l'esame in oggetto. La dinamica positiva testimonia la correttezza della tattica scelta e un risultato favorevole. La mancanza di miglioramento richiede una correzione immediata del regime di trattamento da parte di uno specialista.

Cosa è incluso in un coagulogramma del sangue?

Parametri del coagulogramma: indice di protrombina (PTI), rapporto internazionale normalizzato (INR), proteina fibrinogena, antitrombina (AT III), tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT) e frammento proteico (D-dimero).

PTI e INR

Con l'aiuto di due parametri - PTI e INR, è possibile valutare il normale funzionamento della via esterna e generale per la coagulazione del sangue. In caso di diminuzione della concentrazione di fattori proteici nel siero dell'esame, si osserva una deviazione dei criteri considerati verso l'alto rispetto alla norma..

È stato stabilito che la protrombina è prodotta dalle cellule del fegato (epatociti) e per il suo normale funzionamento è necessaria la vitamina K. Nel caso della sua ipofunzione (carenza), si verifica un fallimento nella formazione di un coagulo di trombo. Questo fatto è alla base della terapia delle persone con una predisposizione alla trombosi e alle patologie CVS. L'essenza del trattamento è prescrivere farmaci che interferiscono con la normale sintesi della vitamina. Entrambi i criteri presi in considerazione vengono applicati per determinare il grado di efficacia di questa tattica..

Formula per il calcolo dell'indice di protrombina:

PTI std. - il tempo necessario per coagulare il plasma nel campione di controllo dopo l'aggiunta del fattore di coagulazione III.

Il coagulogramma INR viene calcolato utilizzando la seguente formula:

MIC (International Sensitivity Index) - coefficiente standard.

È noto che i valori in esame sono caratterizzati da correlazione inversa, cioè più alto è l'indice del tempo di protrombina, minore è l'INR. L'affermazione è valida anche per la relazione inversa.

Fibrinogeno

La sintesi proteica del fibrinogeno viene effettuata negli epatotociti. Sotto l'influenza di reazioni biochimiche ed enzimi di scissione, assume una forma attiva sotto forma di un monomero-fibrina, che fa parte di un trombo. La mancanza di proteine ​​può essere dovuta a due ragioni: mutazioni genetiche congenite e il suo eccessivo impoverimento per reazioni biochimiche. Questa condizione è caratterizzata da sanguinamento eccessivo e scarsa coagulazione del sangue..

Inoltre, in violazione dell'integrità dei tessuti a seguito di danni meccanici o processi infiammatori, la produzione di fibrinogeno è notevolmente aumentata. La misurazione della concentrazione proteica consente di diagnosticare patologie del sistema cardiovascolare (CVS) e del fegato, nonché valutare il rischio di possibili complicanze.

A III

AT III è uno dei fattori più importanti, i cui principali produttori sono gli epatociti e l'endotelio, che riveste la cavità interna dei vasi. La funzione principale è quella di sopprimere i processi di coagulazione inibendo il funzionamento della trombina. A causa del normale rapporto di queste due proteine, si ottiene la stabilità dell'emostasi. Una sintesi insufficiente di antitrombina porta ad un aumento dei processi di coagulazione e ad un livello critico di trombosi.

L'APTT in un coagulogramma è un criterio per valutare la normale implementazione del percorso interno. La sua durata è direttamente proporzionale alla concentrazione di chininogeno (un precursore dei polipeptidi) e a vari fattori di coagulazione delle proteine.

Il valore APTT viene stabilito misurando il tempo necessario per formare un vero e proprio coagulo di sangue quando i reagenti vengono aggiunti al campione di prova. La deviazione del criterio su un lato più grande dalla norma porta ad un aumento della frequenza di sanguinamento e ad uno più piccolo - a un'eccessiva formazione di coaguli di sangue. Inoltre, è consentito l'uso isolato di APTT per monitorare in modo affidabile l'efficacia dell'uso di farmaci anticoagulanti..

D-dimero

Normalmente, un trombo dovrebbe subire distruzione (distruzione) nel tempo. Misurando il valore del D-dimero, è possibile stabilire l'efficienza e la completezza di questo processo. In caso di dissoluzione incompleta del trombo, si nota un aumento del criterio. Inoltre, è consentito utilizzare un D-dimero per monitorare l'efficacia del trattamento anticoagulante..

La velocità e l'interpretazione del coagulogramma del sangue negli adulti nella tabella

Tutti gli indicatori del coagulogramma (che significa ogni criterio e decodifica) sono presentati nella tabella.

PTI,%

INR

Fibrinogeno, g / l

AT III,%

APTT, sez

D-dimero, μg FEU / ml

EtàValori normaliMotivi dell'aumentoMotivi per il downgrade
QualunqueDa 70 a 125· Sindrome della coagulazione intravascolare disseminata (sindrome DIC);
· Trombosi;
Aumento dell'attività funzionale della proconvertina.
· Mancanza di fattori di coagulazione;
· Produzione di proteine ​​mutanti che non possono prendere parte a processi biochimici;
· Ipofunzione della vitamina K;
· Leucemia in fase acuta;
· Patologia del muscolo cardiaco;
· Malattie del fegato (epatite cronica, cirrosi, cancro);
· Violazioni nel lavoro dei dotti biliari;
· Tumore maligno del pancreas;
Assunzione di farmaci che prevengono la coagulazione.
Fino a 3 giorni1.1-1.37Simile a PTISimile a PTI
Fino a 1 mese1-1.4
Fino a 1 anno0.9-1.25
1-6 anni0,95-1,1
6-12 anni0,85-1,25
12-16 anni1-1.35
Più di 16 anni0,85-1,3
Qualunque1,75 - 3,6· Stadio acuto del processo infettivo;
· Violazioni nelle difese naturali del corpo;
· Patologia del cuore;
· Oncopatologia;
· Lesione maligna del tessuto linfatico;
· Nefropatia;
· Epatite virale cronica;
Violazione dell'integrità dei tessuti di eziologia poco chiara.
· Assenza congenita di proteina fibrinogena;
Sindrome DIC;
· Emofilia ereditaria;
· Malattie del fegato;
· Grave grado di oncopatologia maligna;
· Anemia;
· Infezione estesa del corpo con batteri;
· Mancanza di macro e microelementi a causa di disturbi nel processo di digestione;
Reazione alla trasfusione di sangue.
Fino a 3 giorni57-90· Violazioni nella produzione e deflusso della bile;
· Ipofunzione della vitamina K;
· Periodo delle mestruazioni;
· Assunzione di farmaci anticoagulanti;
Eccesso di contenuto cronico di globuline a causa di patologia epatica.
· Difetto ereditario;
Sindrome DIC;
· Formazione di coaguli di sangue nelle vene profonde;
· Malattie del fegato;
· Attacco di cuore;
· Lesioni infiammatorie dei tessuti intestinali;
· Tumore maligno;
Sepsi d'organo.
Fino a 1 mese60-85
Fino a 1 anno70-135
1-6 anni100-135
6-12 anni95-135
12-16 anni95-125
Più di 16 anni65-127
Qualunque20,8 - 37· Difetto ereditario;
· Basse concentrazioni di vitamina K;
· Mutazioni genetiche;
Sindrome DIC;
Insufficienza renale o epatica;
· Anemia;
Assunzione di farmaci anticoagulanti.
· Bleeding prima del campionamento del biomateriale;
Malattia oncologica.
Qualunque0 - 0,55· Trombosi;
Sindrome DIC;
· Infezione del corpo;
· Lesioni meccaniche;
· Gambero.
-

Importante: quando si selezionano valori di riferimento (normali), è necessario tenere conto dell'età del soggetto.

Caratteristiche:

Un rinvio per un esame del sangue per un coagulogramma può essere prescritto da un terapista, chirurgo, ginecologo o epatologo. Inoltre, in ogni caso, viene selezionato un certo insieme di criteri. Gli indicatori determinati del coagulogramma possono variare da due a un complesso completo, inclusi tutti e 6 i criteri. Gli indicatori dell'analisi estesa sono significativi per una valutazione completa e completa del funzionamento dei meccanismi che garantiscono la coagulazione del sangue.

Va notato che la decodifica dei coagulogrammi del sangue negli adulti deve essere eseguita rigorosamente da uno specialista. L'autointerpretazione allo scopo di scegliere un trattamento è inaccettabile, questo può portare a una complicazione della malattia e alla morte. Inoltre, l'analisi in questione non è sufficiente per fare una diagnosi definitiva. Dovrebbe essere utilizzato in combinazione con metodi di laboratorio e strumentali aggiuntivi..

Deviazione dalla norma

Va notato che una leggera deviazione dalla norma di decimi o centesimi di unità non ha significato diagnostico. Ciò è dovuto alle fluttuazioni quotidiane in tutte le letture di laboratorio di una persona, nonché alle caratteristiche individuali.

Deviazioni significative dai valori di riferimento acquisiscono valore diagnostico - di diverse unità o più. Un aumento di dieci volte del criterio indica uno stadio grave della patologia e richiede un trattamento immediato.

Coagulogramma durante la gravidanza

Durante la gravidanza, un'analisi dettagliata del coagulogramma è obbligatoria per tutte le donne. Questo fatto è spiegato dal fatto che la violazione dei meccanismi che assicurano la coagulazione del sangue può procedere a lungo senza segni clinici..

La frequenza standard dell'esame è una volta per trimestre, tuttavia, se una donna ha vene varicose, insufficienza renale o epatica o patologie autoimmuni croniche, allora la frequenza aumenta a discrezione del medico.

Valori normali per le donne in gravidanza

Quando si decodificano i risultati, è necessario prendere in considerazione la settimana esatta di gravidanza, poiché gli indicatori differiscono per ciascuno di essi..

AT III,%

APTT, sez

D-dimero, μg FEU / ml

Settimana della gravidanzaValori di riferimento
Come per le donne non gravide: da 70 a 125
13-200,55-1,15
20-300.49-1.14
30-350,55-1,2
35-420.15-1.15

Fibrinogeno, g / l

Fino a 132.0-4.3
13-203-5.4
20-303-5.68
30-353-5.5
35-423.1-5.8
42-3.5-6.55
13-2075-110
20-3070-115
30-3575-115
35-4270-117
Come per le donne non gravide: 20,8 - 37
Fino a 130-0,5
13-200.2-1.43
20-300.3-1.68
30-350.3-2.9
35-420.4-3.15

Chi ha bisogno di un coagulogramma?

Le principali indicazioni per un esame esteso per una persona:

  • sospetto di coagulazione intravascolare disseminata;
  • l'operazione;
  • epistassi frequenti o gengive sanguinanti;
  • ematomi di eziologia sconosciuta;
  • anemia cronica;
  • mestruazioni abbondanti e prolungate;
  • una forte diminuzione inspiegabile dell'acuità visiva;
  • trombosi;
  • una storia di parenti di disturbi dell'emostasi;
  • rilevamento di anticorpi lupus;
  • Malattie CVS con patologie concomitanti;
  • ritardo della crescita intrauterina;
  • aborti abituali (aborto spontaneo costante).

Emostasiogramma e coagulogramma: qual è la differenza?

Spesso le persone sono preoccupate per la domanda: quali sono le analisi del coagulogramma e dell'emostasiogramma e se ci sono differenze tra loro?

Un coagulogramma fa parte di un emostasiogramma, consente di valutare direttamente la corretta implementazione dei meccanismi di coagulazione. A sua volta, un emostasiogramma è una diagnosi estesa che tiene conto dell'intera composizione cellulare del sangue (eritrociti, neutrofili) e degli indicatori inclusi nell'emostasi (ematocrito, trombocrito).

Come fare il test per un coagulogramma?

I risultati più affidabili si ottengono con l'esatta implementazione della metodologia di analisi. E anche la preparazione corretta per un coagulogramma del sangue è importante..

La domanda più comune è se sia necessario fare un test per un coagulogramma a stomaco vuoto o no? Sì, il biomateriale dovrebbe essere assunto a stomaco vuoto. L'intervallo minimo dopo l'ultimo pasto dovrebbe essere di 12 ore. Il processo di digestione del cibo è un complesso processo multistadio, che coinvolge tutti i fluidi biologici di una persona. Il mancato rispetto di questa regola può portare a risultati falsi..

La preparazione per l'esame implica anche l'eliminazione dello stress fisico ed emotivo per una persona almeno 1 ora prima di prendere il materiale. Un forte stress cambia lo stato dei tessuti umani, così come la composizione biochimica dei fluidi. E prima di andare in sala di trattamento, si consiglia di sedersi in laboratorio per almeno 15 minuti in posizione libera e cercare di calmarsi il più possibile.

L'assunzione di farmaci anticoagulanti distorce notevolmente i risultati, fino alla completa inaffidabilità. Pertanto, come qualsiasi altro farmaco (compresi i contraccettivi orali), devono essere esclusi entro 3 giorni. In caso di impossibilità, avvisare il dipendente del laboratorio di tutti i farmaci assunti.

È vietato fumare per 30 minuti e bere alcolici in un giorno. Dovrebbe trascorrere almeno 1 mese dal momento della trasfusione di sangue, poiché questo può distorcere in modo significativo il valore di fibrinogeno e aPTT.

Cosa influenza il risultato?

In caso di danneggiamento al biomateriale anche di una delle seguenti condizioni, l'analisi deve essere annullata, il risultato è considerato non valido:

  • violazione del regime di temperatura di stoccaggio o prelievo di biomateriale;
  • emolisi: distruzione dei globuli rossi;
  • la presenza di inclusioni grasse nel siero;
  • il volume dei globuli rossi si discosta in modo critico dalla norma;
  • la presenza di molecole anticoagulanti nel biomateriale a seguito dell'assunzione di farmaci.

Il ricampionamento del biomateriale dovrebbe essere effettuato nel rispetto di tutte le regole.

Quanti giorni viene eseguito il coagulogramma?

In un policlinico statale, è possibile passare un'analisi con una serie minima di indicatori, di regola, questo è un coagulogramma di PTI e INR. Il termine di esecuzione non supera 1 giorno, escluso il giorno di prelievo del biomateriale.

Le cliniche private offrono sia una versione limitata dell'analisi (il prezzo parte da 200 rubli) sia una versione completa estesa (da 1500 rubli). Il termine è simile a quello dei laboratori governativi.

Quindi, per riassumere, va sottolineato che:

  • il rilevamento tempestivo dei disturbi dell'emostasi può ridurre significativamente il rischio di possibile sanguinamento o eccessiva coagulabilità, minacciando la formazione di un coagulo di sangue;
  • è importante prepararsi correttamente prima di inviare il biomateriale;
  • questi parametri di laboratorio non sono sufficienti per fare una diagnosi definitiva, perché una deviazione dalla norma può essere causata da una serie di condizioni patologiche. La definizione della diagnosi finale implica l'uso di ulteriori metodi diagnostici strumentali e di laboratorio.
  • Circa l'autore
  • Pubblicazioni recenti

Laureata specialista, nel 2014 si è laureata con lode in microbiologia presso la Federal State Budgetary Educational Institution of Higher Education Orenburg State University. Laureato in studi post-laurea presso l'Università agraria statale di Orenburg.

Nel 2015. presso l'Istituto di simbiosi cellulare e intracellulare del ramo degli Urali dell'Accademia delle scienze russa ha superato la formazione avanzata sul programma professionale aggiuntivo "Batteriologia".

Vincitore del concorso All-Russian per il miglior lavoro scientifico nella nomination "Biological Sciences" 2017.

Coagulogramma: test di coagulazione del sangue

Il sangue umano ha la capacità di coagulare quando lascia i vasi. È una difesa naturale contro l'emorragia in caso di lesioni. Che cos'è un coagulogramma è un esame del sangue che fornisce informazioni sullo stato del sistema di coagulazione. Ciò include lo studio delle piastrine, delle proteine, la determinazione del tempo di coagulazione. Per quanti giorni viene eseguito un esame del sangue per un coagulogramma dipende dal volume dello studio. Di solito il termine è di 1-3 giorni.

Emostasiogramma e coagulogramma: qual è la differenza

Un emostasiogramma e un coagulogramma sono lo stesso studio. Mostra lo stato del sistema di coagulazione. Il nome emostasiogramma deriva dal concetto di emostasi: mantenimento di uno stato stabile del sangue. Un test del coagulogramma del sangue viene utilizzato negli adulti e nei bambini.

Cos'è un'analisi del coagulogramma? Questo è uno studio che determina la quantità di sostanze responsabili della coagulazione del sangue. Se ci sono poche di queste sostanze, il sangue non coagula bene. Per lesioni lievi, può svilupparsi un sanguinamento grave. La scarsa coagulabilità è accompagnata da emofilia.

Se ci sono molte di queste sostanze responsabili della coagulazione del sangue, allora i coaguli di sangue si formano in una persona. Interferiscono con il normale flusso sanguigno, si verificano attacchi di cuore, ictus, tromboembolia dei vasi polmonari.

Esistono due tipi di coagulogramma. Durante l'esame iniziale viene prescritto un coagulogramma standard. Se vengono rilevate deviazioni, viene prescritto un coagulogramma esteso. L'esame standard include la determinazione del tempo di coagulazione, PTI, APTT e fibrinogeno. L'analisi estesa esamina tutti i fattori della coagulazione, D-dimeri, complessi monomerici solubili.

A chi e in quali circostanze può essere assegnato un coagulogramma

A cosa serve un coagulogramma del sangue? Tale esame del sangue è necessario per diagnosticare malattie accompagnate da una coagulazione del sangue aumentata o indebolita. Indicazioni per la prescrizione di un esame del sangue per un coagulogramma:

  • ferite che guariscono male con sanguinamento prolungato;
  • comparsa irragionevole di lividi sulla pelle;
  • controllo del trattamento anticoagulante;
  • uso a lungo termine di contraccettivi ormonali;
  • malattie croniche del cuore, del fegato, dei reni;
  • patologie autoimmuni.

Per le donne, viene prescritta un'analisi durante la pianificazione della gravidanza e durante essa. Il coagulogramma viene mostrato in preparazione per operazioni con un grande volume pianificato di perdita di sangue.

Come fare il test per un coagulogramma

È importante sapere come eseguire correttamente il coagulogramma. La diagnosi e il successivo trattamento dipendono dall'affidabilità dei risultati. Puoi eseguire un esame del sangue per un coagulogramma in qualsiasi momento, ma non puoi conservare un campione di sangue per più di 4 ore. Pertanto, è ottimale donare il sangue al mattino in modo che possa essere immediatamente esaminato in laboratorio..

Da dove viene il sangue? Per un esame del sangue per un coagulogramma, è necessario sangue venoso, o meglio, plasma. Questo è il fluido che rimane dopo la rimozione di globuli rossi, leucociti e piastrine. Dopo aver prelevato il sangue da una vena, viene raccolto in una provetta con un anticoagulante chimico - citrato di sodio. Questa sostanza mantiene inalterate le proteine ​​coagulanti. La quantità di sangue necessaria per l'analisi è di 5 ml. Vengono utilizzati tubi a vuoto speciali: vacutainer. Contengono già un conservante.

Come prepararsi adeguatamente per un test del coagulogramma del sangue

Come prepararsi adeguatamente per un prelievo di sangue viene solitamente spiegato da un medico o un infermiere. Il prelievo viene effettuato a stomaco vuoto, il paziente può mangiare per l'ultima volta entro e non oltre 8 ore prima dello studio. Lo stato di calma del soggetto è importante, quindi, prima di prelevare il sangue per un coagulogramma, ha bisogno di sedersi per qualche minuto.

Il giorno prima dell'esame, se possibile, dovresti evitare lo stress, uno sforzo fisico significativo. Non puoi fumare, bere alcolici. Il paziente deve informare il medico sui farmaci che sta assumendo. Se alcuni farmaci possono essere temporaneamente sospesi, ciò dovrebbe essere fatto. Puoi prendere un coagulogramma durante le mestruazioni, questo non influisce sul risultato. Se una donna ha le mestruazioni, può essere testata in qualsiasi giorno del ciclo..

Cosa influenza il risultato dell'analisi sul coagulogramma?

La mancata osservanza delle regole per la donazione o la conservazione del sangue può distorcere il risultato del test. Avere un effetto negativo sul risultato:

  • fatica;
  • attività fisica pesante;
  • fumare, bere alcolici;
  • mangiare immediatamente prima di fare il test;
  • mancanza di anticoagulante nella provetta;
  • stoccaggio a lungo termine del biomateriale.

Non è consigliabile eseguire un esame del sangue per un coagulogramma da un catetere venoso, che di solito si trova nei pazienti nelle unità di terapia intensiva. I cateteri possono contenere tracce di eparina, che fluidifica il sangue.

Quanti giorni viene eseguito il coagulogramma

La durata di un coagulogramma dipende dal volume dello studio. Un'analisi standard con la determinazione di 4-5 indicatori viene eseguita in qualsiasi clinica, il termine per un coagulogramma è un giorno. Analisi dettagliate vengono eseguite con reagenti speciali in grandi laboratori. Il risultato viene fornito in 2-3 giorni. La durata di conservazione standard dell'analisi è di 10 giorni.

Tabella delle norme del coagulogramma nei bambini e negli adulti

La tabella mostra i valori normali di tutti gli indicatori del coagulogramma nei bambini e negli adulti.

IndiceBambiniAdulti
Piastrine200-400x10 9 / l180-420х10 9 / l
D-dimerofino a 286 ng / mlfino a 286 ng / ml o fino a 0,25 mg / l
APTT25-36 secondi25,4-36,9 secondi
Antitrombina III70-125%80-125%
Tempo di coagulazione4-9 minuti5-10 minuti
Indice del tempo di protrombina92-100%92-100%
Proteina S50-120%Per gli uomini 75-145% Per le donne 55-125%
Proteina C70-120%70-140% o 2,82-5,65 mg / l
Fibrinogeno2-4 g / l200-400 mg% o 2-4 g / l
Tempo di trombina10-15 secondi14-20 secondi
Lupus anticoagulante31-44 secondi31-44 secondi
Tempo di ricalcificazione del plasma60-120 secondi60-120 secondi
Tempo di ricalcificazione plasma attivato50-70 secondi50-70 secondi

I tassi di coagulogramma nei bambini variano a seconda dell'età.

Decifrare gli indicatori del coagulogramma

Solo un medico può decifrare il coagulogramma del sangue. Valuta tutti i componenti dello studio, tiene conto dei reclami del paziente, dei dati dell'esame. Solo allora viene fatta la diagnosi. Sulla base di alcuni indicatori del coagulogramma, la diagnosi non viene fatta. Quando si decodificano gli indicatori, viene presa in considerazione la correttezza dell'analisi.

Questo indicatore del coagulogramma rappresenta il tempo di tromboplastina parziale attivata. A volte è chiamato tempo parziale ed è crittografato come APTT. Valuta il lavoro del fattore di coagulazione del sangue X. Viene utilizzato per valutare la velocità di formazione dell'enzima protrombinasi.

Livello di fibrinogeno

Proteine, il primo fattore del sistema di coagulazione. In un coagulogramma, il fibrinogeno mostra il processo di formazione della fibrina. Formata nel fegato. L'aumento del fibrinogeno è un fattore nello sviluppo di trombosi e malattie cardiache. Anche una proteina della fase acuta del processo infiammatorio.

Protrombina

Questo è il fattore II della coagulazione. Forma la trombina, una proteina che causa la formazione di coaguli di sangue. La protrombina viene sintetizzata nel fegato sotto l'azione della vitamina K..

Protrombina B secondo Quick

Questo indicatore determina l'attività della formazione della protrombina. Il plasma del paziente viene confrontato con il plasma di controllo di una persona sana. Viene anche determinato il PTI: indice di protrombina. Questa è la percentuale del tempo impiegato dal plasma sano per piegarsi al tempo nel soggetto..

INR è il rapporto tra il tempo di protrombina del paziente e il tempo di protrombina medio. Utilizzato per monitorare il trattamento anticoagulante. Lo screening INR viene eseguito ogni tre mesi di terapia.

Tempo di coagulazione secondo Lee-White

La determinazione della durata del sanguinamento consente di valutare lo stato del collegamento vascolare-piastrinico dell'emostasi. Viene praticata una piccola incisione sul lobo dell'orecchio con uno scarificatore. Quindi misurano la durata del sanguinamento e determinano dopo quanto tempo il sangue inizierà a coagularsi.

Il tempo di coagulazione di Lee-White è il tempo necessario alla formazione di un coagulo di sangue in una provetta di vetro senza conservanti..

Tempo di trombina

L'indicatore principale del coagulogramma, che mostra il lavoro del sistema di coagulazione. Stimola i coaguli di sangue convertendo il fibrinogeno in fibrina.

Indicatori enzimatici della coagulazione

Ci sono tredici fattori di coagulazione in totale. Sono indicati da numeri romani:

  • I - fibrinogeno;
  • II - protrombina;
  • III - tromboplastina tissutale;
  • IV - calcio;
  • V - fattore labile;
  • VI - si presume che non esista;
  • VII - proconvertino;
  • VIII - fattore antiemofilico;
  • IX - il fattore Natale;
  • X è il fattore Stewart;
  • XI - precursore della tromboplastina plasmatica;
  • XII - Fattore Hageman;
  • XIII - fattore stabilizzante della fibrina.

I fattori inattivi sono enzimi. Quando inizia il processo di coagulazione, diventano attivi e si trasformano in enzimi. Il risultato del lavoro di tutti gli enzimi è la formazione di fibrina. Questa è una proteina che rafforza il coagulo di sangue e ne impedisce la distruzione..

Tempo e tempo di attivazione della ricalcificazione del plasma

Questo è il tempo necessario perché il plasma piastrinico si pieghi. Il tempo attivato è il tempo della coagulazione del plasma quando viene aggiunto cloruro di calcio. L'analisi riflette le fasi principali della coagulazione del sangue.

Lupus anticoagulante

Questi sono anticorpi formati contro i grassi e i complessi grasso-proteina. In vitro, sono in grado di allungare l'APTT e il tempo di protrombina. Influenzare il lavoro della proteina C, aumentare il rischio di trombosi.

D-dimeri

Queste sono proteine ​​che si formano durante la degradazione della fibrina. La loro identificazione indica la presenza di coaguli di sangue nel corpo. L'analisi non è specifica, determina solo se c'è un trombo o meno. È impossibile giudicare la localizzazione di un coagulo di sangue da questo fattore..

Complessi fibrina-monomerici solubili

Le RFMK sono particelle di coaguli di sangue che vengono rilasciate nel sangue quando vengono distrutte. Formato con una maggiore formazione di trombi.

Piastrine

Le piastrine sono cellule del sangue da cui si formano i coaguli di sangue. Le piastrine sono prodotte dal midollo osseo rosso. All'interno del midollo osseo ci sono megacariociti - cellule enormi. Le piastrine piccole - piastrine - sono costantemente separate da esse. Un megacariocita può produrre fino a 4000 piastrine.

Se il muro di un vaso sanguigno è danneggiato, un flusso di piastrine si precipita in questo luogo. Si attaccano l'uno all'altro e alla parete vascolare. Questo forma un coagulo di sangue che chiude la ferita e previene il sanguinamento. La conta piastrinica viene solitamente determinata in un esame del sangue generale..

Proteina C

Proteina che sopprime il lavoro del sistema di coagulazione. Previene l'aumento dei coaguli di sangue. Formato nel fegato dalla vitamina K..

Proteina S

È una proteina che potenzia l'effetto della proteina C.Formata nel fegato sotto l'azione della vitamina K. Sopprime il lavoro dei fattori di coagulazione, previene la formazione di coaguli di sangue.

Antitrombina III

È una proteina che previene la coagulazione del sangue ed è in una forma attiva. Mantiene il normale flusso sanguigno attraverso i vasi, previene la formazione di coaguli di sangue in essi.

Ragioni per tassi alti e bassi di coagulogramma

Se tutti gli indicatori del coagulogramma sono normali, ciò indica il pieno funzionamento del sistema di coagulazione. Le deviazioni dalla norma su o giù sono segni di varie malattie.

Tabella delle deviazioni degli indici dei coagulogrammi

IndiceSuperiore al normaleAl di sotto della norma
PiastrineLa condizione è chiamata trombocitosi e si sviluppa quando:
malattie maligne del midollo osseo;
sanguinamento;
malattie infettive;
processo infiammatorio cronico;
anemia da carenza di ferro cronica;
milza rimossa.
La condizione è chiamata trombocitopenia e si sviluppa quando:
anemia aplastica;
Anemia da carenza di vitamina B12;
leucemia acuta;
trattamento con citostatici, preparati di interferone;
cancro avanzato;
porpora trombocitopenica.
D-dimeroÈ osservato in trombosi e tromboembolia dell'arteria polmonare, vene varicose, infarti, ictus. Dopo un intervento chirurgico o un infortunio si verifica un aumento temporaneo. Normalmente osservato durante l'intero periodo di gravidanza.L'assenza indica che non ci sono coaguli di sangue nel corpo.
Tempo di coagulazionemancanza di fattori di coagulazione;
malattie ereditarie;
malattia del fegato;
trattamento con eparina.
la conseguenza del sanguinamento durante le operazioni, il parto;
Sindrome DIC;
come effetto collaterale di alcuni contraccettivi.
APTTLa condizione si chiama ipocoagulazione, si verifica durante: il trattamento con eparina;
carenza di fibrina congenita;
carenza di fibrina acquisita - con cirrosi epatica;
emofilia;
mancanza di vitamina K;
trasfusione di sangue.
Ipercoagulazione, si verifica con coagulazione intravascolare disseminata o campionamento errato.
Antitrombina IIItrattamento anticoagulante;
epatite e pancreatite acute;
mancanza di vitamina K;
infiammazione nel corpo.
carenza congenita;
III trimestre di gravidanza;
malattia trombotica;
Sindrome DIC;
cirrosi epatica;
uso a lungo termine di farmaci contraccettivi.
Protrombinamalattia trombotica;
trattamento con barbiturici, antistaminici;
prendere contraccettivi;
tumore maligno.
mancanza ereditaria di fattori di coagulazione;
mancanza di vitamina K;
Sindrome DIC;
cirrosi epatica.
Proteina SNon visibileinfiammazione acuta;
difetto congenito nella formazione delle proteine;
prendendo anticoagulanti;
gravidanza.
Proteina CNon visibilecarenza congenita;
cirrosi epatica;
Sindrome DIC;
prendendo anticoagulanti.
Tempo di trombinamancanza di fibrinogeno;
Sindrome DIC;
trattamento con eparina, urochinasi e streptochinasi;
epatite e cirrosi epatica.
Raramente accade nella prima fase di DIC.
Fibrinogenoinfiammazione acuta;
alcune malattie infettive;
gravidanza;
infarto e ictus;
ipotiroidismo;
malattie oncologiche;
assunzione di ormoni, controllo delle nascite.
epatite, cirrosi epatica;
Sindrome DIC;
condizione congenita;
mancanza di acido ascorbico, vitamina B12;
avvelenamento con veleni di serpente;
leucemia mieloide.
Lupus anticoagulanteTrattamento con eparinaL'assenza indica l'assenza di coaguli di sangue

È impossibile valutare in modo indipendente i risultati del coagulogramma. Tutti gli indicatori nell'aggregato vengono valutati dal medico e determinano la diagnosi, tenendo conto dei reclami e delle manifestazioni cliniche della malattia. Va ricordato che gli indicatori del coagulogramma cambiano a seconda della correttezza della preparazione e della consegna dell'analisi. Quasi tutti gli indicatori del cambiamento del coagulogramma nelle donne in gravidanza..

Coagulogramma

Un coagulogramma (sin. Hemostasiogram) è uno studio speciale che mostra quanto bene o male avvenga la coagulazione del principale fluido biologico del corpo umano. In effetti, tale analisi indica il momento esatto della coagulazione del sangue. Tale test è importante per determinare lo stato della salute umana e determina la violazione della coagulazione del sangue.

Un tale studio del sangue mostra vari fattori del sistema ematopoietico, che possono differire dalla norma su o giù. In ogni caso le ragioni saranno diverse, ma hanno quasi sempre una base patologica..

Le deviazioni dai valori normali non hanno le loro manifestazioni cliniche, motivo per cui una persona non può scoprire in modo indipendente di avere un processo di coagulazione del sangue interrotto. I sintomi includono solo segni di una malattia provocatoria.

Un test di coagulazione del sangue prevede lo studio di materiale biologico prelevato da una vena. Il processo di assunzione del fluido stesso non richiede molto tempo e la decodifica dei risultati, in cui è impegnato l'ematologo, richiede solo pochi giorni.

Vale anche la pena notare che il paziente deve prepararsi in anticipo affinché il medico riceva le informazioni più accurate. Ci sono poche misure preparatorie che richiede un coagulogramma e sono tutte semplici.

L'essenza e le indicazioni del coagulogramma

Un coagulogramma del sangue è un'analisi specifica che mostra il momento della sua coagulazione. Di per sé, un tale processo indica la possibilità di proteggere il corpo umano dalle emorragie..

La coagulazione avviene grazie alle speciali cellule del fluido biologico principale, chiamate piastrine. Sono questi elementi sagomati che corrono verso la ferita e formano un coagulo di sangue. Tuttavia, in alcune situazioni, possono comportarsi in modo ostile, in particolare, formano inutilmente coaguli di sangue. Questo disturbo è chiamato trombosi..

Tale analisi occupa un posto importante nel determinare lo stato di una persona. Gli indicatori del coagulogramma consentono di prevedere:

  • il risultato della chirurgia;
  • la capacità di fermare il sanguinamento;
  • fine del lavoro.

Il sistema di coagulazione del sangue o emostasi è influenzato dai sistemi nervoso ed endocrino. Affinché il sangue possa svolgere pienamente tutte le sue funzioni necessarie, deve avere una normale fluidità, che è anche chiamata proprietà reologiche..

Il coagulogramma può normalmente essere diminuito o aumentato:

  • nel primo caso, i medici parlano di ipocoagulazione, che può causare un'estesa perdita di sangue che minaccia la vita umana;
  • nella seconda situazione si sviluppa l'ipercoagulazione, contro la quale si verifica la formazione di coaguli di sangue, bloccando i lumi dei vasi vitali. Di conseguenza, una persona può sviluppare un infarto o un ictus..

I componenti principali dell'emostasi sono:

  • piastrine;
  • cellule endoteliali contenute nella parete vascolare;
  • fattori plasmatici.

Una caratteristica dei componenti della coagulazione è che quasi tutti si formano nel fegato, così come con la partecipazione della vitamina K.Un processo simile è anche controllato da sistemi fibrinolitici e anticoagulanti, la cui funzione principale è quella di prevenire la formazione spontanea di trombi.

Tutti gli indicatori che compongono il coagulogramma sono approssimativi. Per una valutazione completa dell'emostasi, è necessario studiare tutti i fattori della coagulazione. Ce ne sono circa 30, ma romperli è un problema.

Un esame del sangue per un coagulogramma ha le seguenti indicazioni:

  • valutazione dello stato generale del sistema emostatico: ciò significa che tale studio di laboratorio deve essere eseguito a scopo preventivo;
  • esame programmato prima dell'intervento medico;
  • inizio spontaneo del travaglio nelle donne o taglio cesareo;
  • grave decorso della gestosi durante il trasporto di un bambino;
  • controllo del trattamento in cui sono stati prescritti anticoagulanti (ad esempio, "Aspirina", "Trental" o "Warfarin") o farmaci contenenti eparina;
  • diagnosi di malattie emorragiche, comprese emofilia, trombocitopatia, trombocitopenia e malattia di von Willebrand;
  • malattie epatiche croniche come cirrosi o epatite;
  • identificazione della coagulazione intravascolare disseminata;
  • Vene varicose;
  • l'uso di contraccettivi orali, steroidi anabolizzanti o glucocorticosteroidi;
  • il corso dei processi infiammatori acuti;
  • diagnosi di varie trombosi, vale a dire tromboembolia dell'arteria polmonare, vasi delle gambe, intestino o ictus ischemico.

Indicatori e norme del coagulogramma

Un test di coagulazione del sangue può essere eseguito utilizzando varie tecniche (ad esempio, Lee-White, Mas-Magro). Normalmente, la velocità di coagulazione del sangue approssimativa può variare da 5-10 a 8-12 minuti. La durata del sanguinamento varia a seconda della tecnica scelta:

  • Duke - 2-4 minuti;
  • secondo Ivy - non più di 8 minuti;
  • su Shitikova - non più di 4 minuti.

La valutazione della conformità dei risultati dovrebbe essere effettuata sia per ciascun fattore separatamente che per la loro combinazione, e confrontata con gli standard generalmente accettati. Pertanto, il coagulogramma ha la seguente norma:

Un coagulogramma è un test di coagulazione del sangue che avvisa di patologie nascoste ed evidenti

Un coagulogramma è uno studio dettagliato complesso volto a determinare i principali fattori del sangue che caratterizzano la sua capacità di coagulare. La coagulazione del sangue è una delle funzioni di base che garantisce il normale funzionamento del corpo e una deviazione dai normali parametri di diversi parametri minaccia sia un aumento del sanguinamento o una rapida coagulazione del sangue in coaguli densi. Valutando esaurientemente i dati del coagulogramma, un medico competente diagnosticherà e prescriverà il trattamento in tempo, prevenendo lo sviluppo di ictus, infarto, patologie renale-epatiche e complicazioni pericolose durante la gravidanza.

Coagulogramma: che cos'è questo esame del sangue

Un coagulogramma è uno speciale esame del sangue di laboratorio che monitora il funzionamento dell'emostasi, un biosistema complesso volto a mantenere il flusso sanguigno, mantenere i processi di arresto del sanguinamento e sciogliere tempestivamente i coaguli densi (trombi). Maggiori informazioni sull'emostasi.

In altre parole, un'analisi che esamina il lavoro dell'emostasi è chiamata emostasiogramma..

Per mantenere le funzioni di base, il sangue deve essere:

  • abbastanza liquido da trasportare ossigeno e sostanze nutritive attraverso i vasi ai tessuti e agli organi, rimuovere i prodotti di decomposizione e le tossine, sostenere il sistema immunitario e la termoregolazione;
  • avere un certo grado di viscosità per chiudere gli spazi vuoti in vasi grandi e piccoli in caso di lesioni.

Se la coagulazione del sangue scende a valori critici, in caso di sanguinamento, ciò porta a una massiccia perdita di sangue e alla morte del corpo..

L'eccessiva densità e l'aumento della coagulabilità (ipercoagulabilità), al contrario, porta alla formazione di coaguli di sangue che possono bloccare i vasi più importanti (polmonari, coronarici, cerebrali) e portare a tromboembolia, infarto e ictus.

L'analisi per un emostasiogramma è di grande importanza, poiché un sistema di emostasi correttamente funzionante previene sia la perdita di sangue pericolosa per la vita sia la formazione spontanea di trombi e il blocco del letto vascolare da coaguli di sangue.

Lo studio è considerato difficile, poiché per comprendere il lavoro del sistema di coagulazione del sangue, il medico deve essere in grado di valutare ogni parametro separatamente e analizzare tutti gli indicatori in modo aggregato.

Il coagulogramma contiene un gran numero di parametri, ognuno dei quali riflette una funzione specifica dell'emostasi.

Esistono due tipi di emostasiogramma:

  • semplice (base, indicativo, screening, standard);
  • esteso (espanso).

Lo studio di base identifica o esclude il fatto di una violazione nel funzionamento del sistema di coagulazione del sangue. L'analisi aiuta a navigare in quale collegamento viene determinata la deviazione dalla norma, quindi - se si sospetta lo sviluppo della malattia, viene assegnata un'analisi estesa.

Il coagulogramma standard include: protrombina in% secondo Quick o PTI, INR, fibrinogeno, APTT, TB.
Un'analisi dettagliata prevede uno studio esteso, durante il quale viene determinato non solo il fatto dei cambiamenti qualitativi, ma anche indicatori quantitativi.

Viene eseguita un'analisi completa del coagulogramma tenendo conto di molti fattori della coagulazione, le deviazioni di ciascuno dei quali dai valori normali portano a seri problemi. In caso contrario, lo studio è considerato indicativo.

L'emostasiogramma espanso, oltre agli indicatori del coagulogramma di base, include TB - Tempo di trombina, Antitrombina III, D-dimero.
Oltre a questi, vengono eseguiti diversi tipi di coagulogrammi standard, inclusi alcuni indicatori necessari per valutare l'emostasi in condizioni note (prima dell'intervento chirurgico, durante la gravidanza, terapia anticoagulante).

A chi e in quali circostanze può essere assegnato

Al paziente viene assegnato un emostasiogramma per i seguenti test diagnostici, malattie, condizioni:

  • idea generale del funzionamento del sistema emostatico;
  • deviazioni dai normali indicatori di coagulazione del sangue;
  • operazioni pianificate e di emergenza (per evitare il rischio di massicce perdite di sangue o, al contrario, formazione attiva di trombi);
  • disturbi vascolari degli arti inferiori (trombosi venosa profonda, vene varicose), organi pelvici, intestino, embolia polmonare;
  • patologie emorragiche (emofilia, febbre emorragica, trombocitopatia, trombocitopenia, malattia di von Willebrand, frequenti epistassi, emorragie sottocutanee);
  • ictus, fibrillazione atriale, infarto, cardiopatia ischemica;
  • gravidanza, parto, taglio cesareo;
  • tossicosi grave;
  • sospetto di coagulazione intravascolare disseminata (coagulazione intravascolare disseminata);
  • diagnosi delle cause di aborto spontaneo;
  • controllo del trattamento con anticoagulanti fluidificanti del sangue (Warfarin, Dabigatran, Trental, Eparina, Clexan, Fraxiparin, farmaci a base di aspirina);
  • l'assunzione di eventuali pillole contraccettive (analisi una volta ogni 3 mesi), poiché le sostanze che compongono i contraccettivi orali possono causare trombosi acuta nelle giovani donne, che spesso portano a condizioni gravi;
  • malattia epatica cronica, compresa la cirrosi; valutazione della funzione di sintesi dei complessi proteici - fattori di coagulazione del sangue;
  • patologie sistemiche autoimmuni (lupus eritematoso, artrite reumatoide, sclerodermia);
  • assunzione di farmaci ormonali, steroidi anabolizzanti;
  • irudoterapia (trattamento con sanguisughe) per prevenire le emorragie (sanguinamento, emorragia sottocutanea).

Come prepararsi adeguatamente per l'analisi

Il costo di un test di coagulazione errato: emorragia o occlusione dei vasi sanguigni pericolosa per la vita da parte di coaguli di sangue con insufficiente afflusso di sangue a organi importanti.

Affinché lo studio sia affidabile, sono necessarie misure elementari, che includono le seguenti regole di preparazione:

  • non nutrire i bambini fino a 12 mesi di età nell'intervallo di 30-40 minuti prima del prelievo di sangue;
  • i bambini di età compresa tra 1 e 5 anni non si nutrono nell'intervallo 2-3 ore prima dello studio;
  • per adulti e giovani pazienti di età superiore a 5 anni, smettere di mangiare 12 ore prima dell'analisi;
  • escludere l'attività fisica e lo stress psicologico 30 minuti prima della donazione del sangue;
  • escludere il fumo di tabacco 30 minuti prima dello studio;
  • avvisare il medico dell'assunzione di anticoagulanti.

Dove posso donare il sangue per la coagulazione? Fascia di prezzo medio

L'emostasiogramma viene eseguito da medici di laboratorio qualificati in un policlinico, centro medico, laboratori, che dispongono delle attrezzature necessarie, reagenti.

Il costo dell'esame è determinato dal tipo di coagulogramma (di base o dettagliato), dal numero di parametri determinati e varia da 350 a 3000 rubli. Le pazienti in attesa della nascita di un bambino sono sottoposte a visita gratuita se in possesso di polizza assicurativa medica obbligatoria, in quanto lo studio appartiene alla categoria degli obbligatori durante la gravidanza.

Come sta andando l'analisi

Il sangue per un hemostasiogram viene prelevato da una vena. Il sito di prelievo del sangue viene disinfettato con un antisettico e la pelle viene perforata utilizzando una siringa o un sistema a vuoto. Non sono consentite lesioni della vena e dei tessuti circostanti al fine di prevenire l'inaffidabilità dei risultati dovuta alla possibile penetrazione di frammenti di tromboplastina da tessuti danneggiati nel biomateriale per la ricerca.

Allo stesso scopo, 2 provette vengono riempite di sangue, l'ultima delle quali viene inviata per l'analisi.

Quanto tempo ci vuole: quanto tempo aspettare per i risultati

I risultati del coagulogramma si ottengono generalmente dopo 1 o 2 giorni. Il tempo di prontezza dell'analisi è correlato al volume dei fattori determinati, al carico di lavoro del laboratorio, alle specifiche del servizio di corriere.

Indicatori e norme di analisi negli adulti e nei bambini

Dato che il processo di emostasi viene valutato in diversi sistemi di unità e diversi metodi, gli indici del coagulogramma in diversi laboratori possono differire.

Non è pratico e persino pericoloso analizzare da soli il coagulogramma, poiché uno specialista, quando decodifica gli indicatori, tiene conto di molti fattori sconosciuti al paziente e della loro combinazione. A volte piccole deviazioni in determinati indicatori sono pericolose e allo stesso tempo deviazioni in altri potrebbero non indicare una malattia grave..

Indicatori di decodifica: cosa è responsabile e cosa significa

Grazie alla valutazione dei parametri ottenuti nell'emostasiogramma, il medico è in grado di stabilire la causa delle deviazioni dalla norma e capire se si sono verificate per patologia nel sistema di coagulazione o per altre malattie che mostrano indicatori simili nel coagulogramma, cioè per effettuare una diagnosi differenziata.

Il tempo di tromboplastina parziale (parziale) attivata è uno dei parametri più importanti dell'emostasi (altre abbreviazioni sono APTT, ARTT). Indica il tempo necessario per la formazione di un coagulo di sangue dopo che determinati reagenti sono stati introdotti nel plasma sanguigno. I valori di questo indicatore sono direttamente correlati ai cambiamenti in altri indicatori dell'emostasiogramma..

Possibili patologie con deviazione di APTT

IngrandimentoDiminuire
  • basso contenuto di vitamina K, fattori di coagulazione, fibrinogeno;
  • assunzione di anticoagulanti, streptochinasi;
  • malattia del fegato, glomerulonefrite;
  • trasfusione di sangue volumetrica (trasfusione di sangue);
  • la presenza di un lupus anticoagulante;
  • emofilia, sindrome da antifosfolipidi, lupus eritematoso sistemico;
  • malattia di von Willebrand;
  • processo maligno attivo;
  • perdita di sangue acuta.

Livello di fibrinogeno (Fib)

Il fibrinogeno (fattore I) è una proteina speciale prodotta dalle cellule del fegato. Nel sito della rottura dei vasi, si trasforma in filamenti insolubili di fibrina, che stabilizzano la massa di un trombo che intasa la nave e rimane fissa fino alla guarigione della ferita.

Probabili condizioni e malattie con variazioni dei livelli di fibrinogeno

ElevatoRidotto
  • fase postoperatoria;
  • gravidanza;
  • Assunzione di pillole anticoncezionali;
  • processi infiammatori a lungo termine;
  • aterosclerosi, fumo;
  • attacco di cuore;
  • lesioni con danni ai vasi sanguigni, ustioni;
  • reumatismi, nefrosi;
  • processi maligni;
  • bambini sotto i 6 mesi;
  • l'uso di trombolitici (agenti per la distruzione dei coaguli di sangue), anticoagulanti e agenti antipiastrinici;
  • cuore, insufficienza epatica;
  • avvelenamento, compresi i veleni;
  • gestosi nelle donne in gravidanza, sindrome da coagulazione intravascolare disseminata;
  • complicazioni dopo il parto;
  • mononucleosi;
  • sviluppo aggressivo di tumori, leucemia acuta;
  • carenza di fibrinogeno.

Protrombina (fattore F II)

Si riferisce ai fattori di coagulazione di base ed è una frazione inattiva di una proteina che, sotto l'azione della vitamina K, si trasforma in trombina attiva, la quale partecipa anche alla formazione di un coagulo che arresta l'emorragia.

Se c'è una deviazione dei fattori I - II dalla norma, ciò minaccia lo sviluppo di sanguinamento e trombosi spontanea senza danni e con la formazione di coaguli di sangue patologici che possono rompere la parete di una vena o arteria e bloccare il flusso sanguigno.

Per comprendere i cambiamenti nei processi di emostasi, determinati dalla concentrazione di protrombina, vengono utilizzati i test di coagulazione:

  • PTI (indice di protrombina). Questo è il rapporto, espresso in percentuale, tra il tempo individuale richiesto per la coagulazione del sangue in un paziente e il tempo di coagulazione del plasma di controllo. Il valore normale è del 97-107%. Un indicatore basso indica un flusso sanguigno eccessivo, malattie del fegato, carenza di vitamina K, assunzione di diuretici, anticoagulanti. Uno spostamento patologico verso l'alto (spesso con l'uso di pillole contraccettive) indica un pericoloso ispessimento del sangue e la minaccia di formazione di trombi.
  • PO (rapporto di protrombina) è l'inverso del parametro PTI;
  • INR (rapporto internazionale normalizzato). Mostra il tasso di formazione di trombi come percentuale. Un caso tipico che richiede una valutazione INR è il paziente che riceve Warfarin, Warfarex, Finilin, Syncumar.
  • PT o tempo di protrombina (PT, PT, RECOMBIPL-PT). Determina l'intervallo (in secondi) necessario affinché la protrombina si trasformi in trombina attiva.

Possibili patologie in caso di deviazione PTV

AllungamentoGrasso solido vegetale o animale per cucinare
  • mancanza di vitamina K, fibrinogeno, fattori di coagulazione;
  • prendendo anticoagulanti;
  • diatesi emorragica (nei neonati e nei bambini piccoli);
  • spasmo delle vie biliari;
  • disturbo dell'assorbimento intestinale dei lipidi;
  • Sindrome di Zollinger-Ellison $
  • gravidanza;
  • deviazioni nell'ematocrito (volume degli eritrociti);
  • aumento dell'antitrombina III.

Protrombina in% secondo Quick

Questo è uno dei metodi più significativi e sensibili per la determinazione della protrombina, se confrontato con il profilo di PTI e PTV. L'indice Quick si ottiene confrontando in percentuale l'attività dei fattori di coagulazione plasmatica del paziente con la norma stabilita.

Tempo di coagulazione secondo Lee-White

Il parametro riflette il tasso di adesione delle piastrine in un coagulo, indicando una maggiore attività di emostasi e il rischio di trombosi (con un valore ridotto), o un aumento della probabilità di sanguinamento se il tempo è aumentato.

Tempo di trombina (TT, TV)

L'indicatore esprime la velocità di conversione del fibrinogeno in fibre di fibrina, che fissano il coagulo piastrinico nel sito della lesione.

Possibili condizioni anomale quando la TV devia dalla norma

AllungamentoGrasso solido vegetale o animale per cucinare
  • basso contenuto di fibrinogeno;
  • mieloma multiplo;
  • patologie epatiche;
  • urea nel sangue alta (uremia);
  • presenza di D-dimeri nel plasma
  • 1 stadio della sindrome DIC nelle donne in gravidanza;
  • somministrazione di eparina.

Indicatori enzimatici della coagulazione

Riflette il livello di attività degli enzimi II, V, VII, VIII, IX, X, XI, XII, i cui valori non sono associati a ragioni fisiologiche e una deviazione dalla norma indica sempre lo sviluppo di patologie.

Tempo e tempo di attivazione della ricalcificazione plasmatica (GRP e AVR, rispettivamente)

Entrambi gli studi determinano l'attività complessiva dell'emostasi e la velocità di formazione di un coagulo di fibrina e differiscono solo nel modo in cui viene eseguita l'analisi..

Con AVR ridotto, GRP, c'è il pericolo di trombosi. Livelli elevati segnalano la minaccia di sanguinamento anche con lesioni minori come ustioni, shock, trombocitopenia (bassa conta piastrinica), terapia con anticoagulanti.

Lupus anticoagulante

Un complesso proteico, il cui livello è determinato nelle patologie autoimmuni, poiché normalmente non c'è l'enzima lupus nel sangue. La sua rilevazione nel sangue indica un alto rischio di sindrome da antifosfolipidi (APS), che può causare insufficienza placentare e gravidanza prematura.

D-dimeri

Elementi proteici della fibrina rimasti dopo la distruzione dei coaguli di sangue. Il loro numero aumentato indica coaguli di sangue troppo intensi e la possibilità di condizioni quali: infezioni e infiammazioni, insufficienza renale-epatica, infarto, trombosi, sepsi, grandi ematomi, tumori maligni.

A volte si osserva un aumento dei dimeri dopo le operazioni, nella vecchiaia, sullo sfondo dell'uso del plasminogeno.

Complessi fibrina-monomerici solubili (RFMK)

Una maggiore concentrazione di questi composti proteici molecolari (prodotti di transizione tra fibrinogeno e fibrina) avverte di una possibile trombosi.

Piastrine

Le cellule di base che supportano i processi emostatici sono normalmente 150.000-400.000 μl. Quando la quantità diminuisce, viene diagnosticata la trombocitopenia.

Proteina C

Proteina in grado di ridurre l'attività dei processi di coagulazione, prevenendo la formazione di grossi coaguli.

Antitrombina-III

La proteina, che è un anticoagulante fisiologico che è costantemente presente nel plasma e più attivamente (del 75-80%) inibisce l'attività della trombina, prevenendo l'eccessivo ispessimento del sangue e la formazione di trombi.

Probabili patologie con deviazioni dell'antitrombina 3 dalla norma

AumentoDiminuire
  • carenza di vitamina K;
  • le mestruazioni;
  • l'adozione di steroidi anabolizzanti, agenti per fluidificare e migliorare la coagulazione del sangue;
  • colestasi, pancreatite o epatite acuta;
  • trapianto renale;
  • alti livelli di bilirubina;
  • carenza congenita di antitrombina 3;
  • 26-40 settimane di gravidanza;
  • l'uso di farmaci contraccettivi;
  • patologie epatiche (insufficienza, cirrosi);
  • trapianto di fegato;
  • trombosi, infarto, embolia polmonare;
  • uso incontrollato ad alte dosi di eparina;
  • prendendo L-asparaginasi per la gestosi.
gravi processi infiammatori acuti oa lungo termine, infezioni

Proteina S

Proteine, senza le quali né l'antitrombina né la proteina C. Il livello può solo diminuire, che è determinato con carenza congenita di proteina S, malattia del fegato, assunzione di warfarin e altri anticoagulanti.
norme di analisi negli adulti e nei bambini

Valori normali dei parametri dell'emostasiogramma

La maggior parte dei parametri dell'emostasi differisce solo leggermente tra pazienti adulti e giovani. Una differenza notevole è tipica per i bambini dopo il parto fino a 2 mesi di età.

Tabella degli indicatori normali del coagulogramma

Parametro e / o sua abbreviazioneLa norma negli adultiNei bambini
Tempo di sanguinamento3-10 minuti
Tempo di coagulazione (Lee-White)In silicone 12 - 15, in vetro 5 - 7 minuti4-9 minuti
Tempo di protrombina, secondi15 - 17, 11 - 14 o 9 - 12 con reagenti diversineonati prematuri 14-19, a tempo pieno 13-17 secondi; bambini di età superiore a 1 anno dai 13 ai 16 anni
Protrombina in% secondo Duke70-120%78 - 142%
Consumo di protrombina75-125%lo stesso intervallo di valori
PTI0.7 - 1.3in percentuale 70-100
Tempo di ricalcificazione della GRP plasmatica, secondi60-12090 - 120
Tempo di trombina, secondi11 - 17.8
Piastrine150-400 g / l150-350 g / l
Tempo di ricalcificazione ATS attivato, secondi50 - 70
APTT in secondi (APTT, APTT)23 - 35 o 31 - 45 con reagenti diversi
INR, INR0,8 - 1,2lo stesso intervallo di valori
Concentrazione di fibrinogeno FIB, RECOMBIPL-FIB, FIB.CLAUSS2-5 g / l5,9 - 11,7 μmol / l
RFMK3,36 - 4,0 mg / 100 ml1,25 - 4 g / l.
Fibrinogeno2,75 - 3,65 g / l5,9-11,7 μmol / l, per neonati 1,25 - 3,1 g / l
Lupus anticoagulanteassente
D-dimeriinferiore a 0,79 mg / l
33,5 - 727,5 ng / ml
Proteina C70-140% o 2,82 - 5,65 mg / l
Proteina S67-140 U / ml
antitrombina III70-125%neonati 40-80%
fino a un anno 45 - 80%
fino a 10 anni 65-130%
sotto i 16 anni 80-120%
attività dei fattori II e V.60-150%
attività del fattore VII65 - 135%
attività del fattore VIII, IX e IX50-200%
fattore X X60-130%
fattore XI65 - 135%
fattore XII65-150%

Quando si analizza un coagulogramma, è necessario tenere presente che i valori di riferimento, i metodi e le unità di misura nei singoli laboratori possono differire..

Coagulogramma durante la gravidanza

Durante il periodo di attesa per il bambino, il corpo sperimenta carichi elevati e cambiamenti significativi negli indicatori di emostasi, che sono determinati dallo sviluppo della circolazione sanguigna uteroplacentare in una donna incinta.

Durante questo periodo, il corpo cerca di difendersi dal possibile sviluppo di distacco della placenta, sanguinamento uterino e formazione di coaguli di sangue intravascolare. Il coagulogramma aiuta a identificare tempestivamente la minaccia di aborto spontaneo, sanguinamento, effetti negativi sulla funzione del cervello e di altri organi del feto.

Con una gestosi grave, può svilupparsi una complicanza pericolosa per la vita: sindrome della coagulazione intravascolare disseminata, che si manifesta per la prima volta nella comparsa di molti piccoli coaguli di sangue, alterazione del flusso sanguigno tra la madre e il feto e quindi - nel fallimento dei meccanismi di coagulazione del sangue (acoagulazione). Una tale condizione patologica porta allo stadio 1 a insufficienza placentare, ipossia fetale, ad un'alta probabilità di intasamento delle arterie di organi importanti e successivamente al rischio di sanguinamento massiccio e morte della donna incinta e del feto..

Pertanto, una donna, in attesa di un bambino, una volta al trimestre (e in caso di complicazioni - e più spesso), deve sottoporsi a un emostasiogramma.

Indicatori di emostasi nelle donne in gravidanza

Indicatore / trimestre123
Fibrinogeno, g / l2.921 - 3.123.04 - 3.454.41 - 5.11
Tempo di trombina, sec10.6 - 13.410.4 - 13.210.2 - 12.8
Protrombina78 - 142%
APTT, sez17 - 24
D-dimerofino a 1,1 mg / lo inferiore a 500 ng / mlfino a 2,1 mg / lo inferiore a 900 ng / lfino a 2,81 mg / lo inferiore a 1500 ng / ml
AVR, sec60,2 - 72,556,6 - 67,748.3 - 55.2
Piastrine, * 109 / l302 - 316274 - 297241 - 262
Indice di protrombina,%85,3 - 90,291,1 - 100,3105,7 - 110,5
RFMK, ED77-12985-13591 - 139
Antitrombina III, g / l0.2210.1750,154, ma non inferiore al 75-65%
Fibrinogeno, g / l2.5 - 5.22.9 - 5.53.8 - 6.2

Importante! Tutti gli standard specificati sono indicativi, non unificati. Solo un ostetrico-ginecologo può eseguire una decodifica competente di un coagulogramma. Si sconsiglia vivamente di utilizzare informazioni provenienti da Internet e consigli dai forum su Internet.

Decifrare un emostasiogramma durante la gravidanza

Normalmente, nei primi tre mesi, i parametri di coagulazione del sangue possono essere ridotti, ma entro la fine della gravidanza, al contrario, aumentano, poiché c'è preparazione per la perdita di sangue durante il parto.

Probabili condizioni anormali quando gli indici di emostasi si discostano dalla norma

IndiceDeviazioni dalla norma e possibili patologie
AumentoDeclino
APTTla possibilità di sanguinamento a causa della presenza di 2-3 stadi della sindrome DIC1 stadio della sindrome DIC, con aumento della coagulazione del sangue;
tromboembolia, trombosi
Tempo di protrombina e INR2-3 stadi della sindrome DICsindrome da coagulazione intravascolare disseminata primaria; le ultime settimane prima del parto
Protrombinarischio di distacco della placentameno del 70% secondo Duke - 1 fase della sindrome DIC
Tempo di trombinapiù di 26 secondi - 2 - 3 stadi della sindrome DICmeno di 10-11 secondi - 1 fase della sindrome DIC
Antitrombina IIIRischio di interruzione della gravidanza, epatite acuta, sanguinamentodiminuzione del 50% della norma - distacco della placenta, insufficienza placentare, attacchi di cuore degli organi interni
D-dimeroforte crescita - grave gestosi,
malattie renali, diabete mellito, trombosi, oncologia
osservato molto raramente e non ha valore diagnostico
FibrinogenoDIC fase 1, infezione acuta, polmonite, oncologia, ictusinferiore a 3 g / l - tossicosi grave, patologia epatica, sindrome DIC, carenza acuta di B12 e C;
leucemia mieloide cronica
Lupus anticoagulanteL'aspetto indica la probabilità di gestosi, preeclampsia, trombosi, aborto spontaneo, infarto e distacco della placenta
RFMKUn aumento di oltre 4 volte rispetto alla norma (15 mg / l) minaccia il distacco della placenta, lo sviluppo di DIC

Se nell'emostasiogramma 1 o 2 indicatori hanno valori che si discostano dalla norma, ciò non significa che il paziente sia immediatamente minacciato da una grave complicanza. Di norma, questo indica solo l'adattamento dei meccanismi di emostasi, che funziona nella modalità richiesta al momento per una donna incinta.

Patologie davvero minacciose si riflettono nel coagulogramma da una deviazione significativa dalla norma in molti indicatori

L'emostasiogramma corretto e puntuale è la chiave per il trattamento efficace delle malattie acquisite e congenite nelle fasi di sviluppo e nelle fasi iniziali, la prevenzione del sanguinamento o, al contrario, la formazione di coaguli di sangue anomali. Un'analisi per la coagulazione del sangue nelle donne che trasportano un bambino consentirà al medico di prevenire il distacco della placenta, il sottosviluppo fetale dovuto a trombosi vascolare, aborto spontaneo, sviluppo di preeclampsia, coagulazione intravascolare disseminata, sanguinamento pericoloso e morte. Ma a causa della complessità dello studio, è inaccettabile trarre conclusioni indipendenti sulla presenza o l'assenza di patologie. Solo uno specialista qualificato è in grado di condurre un'analisi accurata e fare una previsione corretta.


Articolo Successivo
Cos'è l'angiografia