Aritmia: cause, sintomi, segni


Il nostro cuore, come un orologio, in uno stato normale, lavora con lo stesso ritmo, frequenza e regolarità, garantendo così la fornitura ininterrotta delle necessarie sostanze organiche, minerali e ossigeno a tutti i tessuti e organi. Ma in caso di qualche malfunzionamento nel lavoro del principale "driver" del corpo - stiamo parlando di aritmia.

Nella pratica medica sono stati registrati molti tipi di questo disturbo, pertanto vari sintomi di aritmia cardiaca suggeriscono un trattamento diverso. Ma parleremo del trattamento in un articolo a parte, e qui considereremo le cause, i sintomi, le differenze, le manifestazioni delle aritmie, al fine, come si suol dire, di conoscere il nemico di vista.

Segni, cause e fattori di rischio per la malattia

Quando il nostro cuore funziona normalmente, non ne sentiamo nemmeno la presenza nel nostro corpo, come se non esistesse. Ma non è sempre così.

In un corpo sano, il ritmo delle contrazioni cardiache è compreso tra 60 e 80 battiti al minuto. Inoltre, queste contrazioni si verificano nello stesso ritmo, ad es. con la stessa frequenza. Ma se i battiti cardiaci diventano più frequenti (con tachicardia), diventano meno frequenti (con bradicardia) o cadono fuori tempo (con extrasistole), che sono sintomi di aritmia, allora in questi casi il medico diagnostica la patologia.

Segni di aritmia sono il battito cardiaco o, al contrario, il suo battito cardiaco irregolare, se è "martellante", mentre uno stato di disagio può essere avvertito a causa del dolore nella zona del torace, così come svenimenti con lunghi intervalli tra i battiti.

La causa principale dell'aritmia è la patologia cardiaca, che indica un possibile difetto dell'organo principale, malattia ischemica, miocardite o cardiomiopatia. In alcuni casi, può precedere l'infarto miocardico e, a volte, esserne una conseguenza. Spesso è causato da una violazione dei processi metabolici, ad es. metabolismo nel corpo.

Ci sono così tante ragioni per le aritmie cardiache e sono tutte così diverse, a seconda di molti fattori, che è piuttosto difficile elencarle tutte. Pertanto, nominiamo quelli più significativi:

  • situazioni stressanti e depressione;
  • aumento dell'attività fisica;
  • metabolismo improprio;
  • alcolismo, consumo di bevande energetiche e fumo;
  • patologia cardiaca;
  • infezioni e malattie fungine;
  • menopausa;
  • patologia cerebrale.

Ma è proprio dall'individuazione esatta della causa dell'aritmia cardiaca che il trattamento porta risultati tangibili. Tuttavia, molti tipi di aritmie sono puramente sintomatiche e non richiedono alcun trattamento. Inoltre, sono sempre single.

Oltre alla patologia cardiaca, la causa delle aritmie cardiache è un disturbo del sistema nervoso o respiratorio del corpo, nonché delle malattie gastrointestinali. E spesso le nostre cattive abitudini agiscono come provocatori dell'aritmia. Casi più gravi di aritmia si verificano a causa di sovradosaggio e intossicazione da farmaci, che portano a shock anafilattico.

E con la forma più grave di fibrillazione atriale del cuore, i sintomi sotto forma di un aumento dei suoi battiti fino a 150 al minuto causano forti capogiri e carenza di ossigeno in una persona.

Le cause dell'aritmia sono abbastanza spesso la presenza nel cuore di tessuti cicatriziali o necrotici che impediscono il passaggio degli impulsi elettrici, così come l'assottigliamento o, al contrario, l'ispessimento delle pareti dei ventricoli del cuore, conducendo in modo errato questi impulsi.

Le cause delle aritmie dopo aver mangiato, e tale, è la pressione di uno stomaco pieno sul diaframma. Appare la respirazione rapida, costringendo il muscolo cardiaco a lavorare di più per fornire ossigeno di alta qualità ai tessuti del corpo. È necessario capire da soli che il processo di digestione del cibo consuma energia per il corpo. Pertanto, è necessario mangiare non in grandi porzioni, ma in modo frazionato, ma spesso. Cerca di non mangiare cibi fritti e salati e non cercare di sdraiarti per riposare subito dopo aver mangiato, ma abituati a camminare, ad esempio.

Questo tipo di aritmia è spesso sofferto dagli adolescenti che si stanno riprendendo dall'anoressia e dalle persone in sovrappeso..

Ci sono molte risposte alla domanda su cosa causa le aritmie cardiache. Così come, tuttavia, i sintomi, i principali dei quali sono mancanza di respiro, dolore cardiaco, abbassamento della pressione sanguigna, disturbi del ritmo dei battiti cardiaci. Se stai vivendo questo, dovresti stare attento, poiché questo è un segno di angina pectoris e aritmia cardiaca..

La manifestazione più pericolosa dell'aritmia è l'inizio della fibrillazione ventricolare, caratterizzata da una contrazione caotica delle singole fibre muscolari. Questa patologia può essere fatale..

Fattori di rischio per aritmia cardiaca

I fattori di rischio per la malattia sono:

  • predisposizione genetica congenita (sviluppo anormale del cuore, aritmie congenite);
  • patologia di origine endocrina (se la ghiandola tiroidea produce una maggiore quantità di ormoni (in questo caso si osserva tachicardia) o il suo contenuto ridotto (bradicardia), diabete mellito;
  • ipertensione (provoca lo sviluppo di ischemia, a seguito della quale le pareti del ventricolo si ispessiscono e questo cambia la natura degli impulsi condotti);
  • violazioni della formazione di elettroliti (eccesso o mancanza di elettroliti (Ca, Mg, Na, K);
  • l'uso di stimolanti psicofarmaci.

Pertanto, il trattamento dei sintomi dell'aritmia non porta a una cura permanente. Basta interrompere l'assunzione di farmaci antiaritmici, poiché la manifestazione della malattia riprende di nuovo. Un corretto trattamento consiste nell'eventuale eliminazione della patologia che ha causato la contrazione aritmica del cuore.

Caratteristiche dell'eziologia della malattia nelle donne e negli uomini

I sintomi delle aritmie cardiache nelle donne sono per molti versi simili a quelli negli uomini, tuttavia, ci sono alcune caratteristiche, tra cui:

  • segno dell'età della malattia: nelle donne, la malattia viene rilevata più spesso dopo i 50 anni di età;
  • alta sensibilità delle donne in relazione agli attacchi della malattia: si sentono immediatamente e spesso si fanno prendere dal panico per questo.

I segni di aritmia cardiaca nelle donne sono debolezza, sensazione di insufficienza cardiaca, eccitazione, dolore al petto. Inoltre, può manifestarsi come offuscamento degli occhi, che è percepito come normale. In caso di manifestazioni frequenti di tali segni, è urgente consultare un medico, poiché ciò può anche portare a svenimenti, ictus o infarto.

La principale causa di aritmie nelle donne a causa della loro maggiore emotività, rispetto agli uomini, è lo stress e la frequente tensione nervosa. Insieme a questo, c'è un effetto negativo sul sistema cardiovascolare di eccesso di peso, fumo, assunzione di vari stimolanti come la caffeina, nonché patologie cardiache. Recentemente, alle ragioni sopra esposte, è stato aggiunto anche il sovraccarico fisico, quando, a causa dell'irresponsabilità o dell'infantilismo della metà maschile dell'umanità, una donna deve assumersi l'onere insopportabile di mantenere una famiglia.

I segni di aritmia cardiaca negli uomini sono identici a quelli nelle donne. Ma il verificarsi di un attacco di cuore negli uomini viene rilevato dalle statistiche mediche molto più spesso che nelle donne e i casi di fibrillazione atriale nella metà maschile dell'umanità vengono diagnosticati molto più spesso.

I sintomi dell'aritmia negli uomini non differiscono dalle manifestazioni femminili della malattia e sono espressi in costante debolezza, mancanza di respiro, dolore al petto, vertigini, svenimento.

Le cause principali delle aritmie cardiache negli uomini sono stili di vita malsani, che si esprimono in fast food squilibrato (ad esempio, negli uomini single), spuntini frequenti, consumo eccessivo di alcol e fumo. Questi fattori includono anche una brusca transizione da un allenamento sportivo frequente con un grande sforzo fisico sul corpo a uno stile di vita calmo e più spesso inattivo. Un cambiamento così brusco delle condizioni impedisce al cuore di ristrutturarsi a un ritmo completamente opposto e malfunzionamenti.

Succede che le violazioni del normale ritmo cardiaco e la presenza di altri sintomi patologici non richiedono un trattamento per le aritmie cardiache. Possono apparire anche in una persona sana e avere un carattere completamente benigno. Inoltre, tali aritmie non si riflettono sulla qualità della vita..

Ma anche gli insuccessi della frequenza cardiaca che non influiscono sulla qualità della circolazione sanguigna sono difficili per alcune persone e possono influenzare non solo un cambio di lavoro, ma anche lo stile e il modo di vivere..

Aritmia del cuore

L'aritmia è un disturbo nel lavoro del cuore, che si manifesta come interruzioni nella sequenza e nel ritmo delle contrazioni di diverse parti del cuore.

Poiché il cuore è un motore interno di una persona, che funziona continuamente, è proprio l'aritmia del cuore che è una delle malattie più comuni di questo organo. L'aritmia si verifica in persone di tutte le età, ha molte cause ed è suddivisa in diversi tipi. In casi estremamente rari, si verifica da solo. Fondamentalmente, la fonte dell'aritmia sono altri disturbi più o meno gravi nel lavoro di vari sistemi corporei, incluso il sistema cardiovascolare..

All'inizio un aumento del numero di battiti cardiaci e la loro frequenza possono non essere molto disturbanti, tuttavia, nel tempo e con l'età, l'aritmia può causare altre malattie e, in generale, influire negativamente sul benessere di una persona..

Motivi di sviluppo

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo di aritmie cardiache. Sono extracardiaci (non cardiaci), cardiaci e idiopatici..

Fattori cardiaci

  • Miocardite di natura infettiva e non infettiva;
  • Interventi chirurgici e manipolazioni diagnostiche sul cuore.
  • Insufficienza cardiaca;
  • Cardiopatia ischemica (malattia coronarica);
  • Ipertensione arteriosa;
  • Difetti cardiaci congeniti e acquisiti;
  • Cambiamenti sclerodegenerativi legati all'età nel miocardio e nel sistema di conduzione cardiaca (sostituzione delle cellule muscolari del muscolo cardiaco con tessuto fibroso).

Fattori extracardiaci

  • Surriscaldamento o ipotermia del corpo;
  • Disfunzione del sistema nervoso autonomo;
  • PMS (sindrome premestruale);
  • Morsi di insetto;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • Attività fisica eccessiva;
  • Situazioni stressanti;
  • Intossicazione da farmaci (disturbi del ritmo cardiaco causati da diuretici, glicosidi cardiaci, farmaci antiaritmici e psicotropi, adrenomimetici indiretti);
  • Avvelenamento da nicotina o alcol;
  • Intossicazione da caffeina;
  • Patologie endocrine (ipertiroidismo);
  • Lesioni organiche e funzionali del sistema nervoso centrale;
  • Squilibrio elettrolitico (diarrea, vomito, disidratazione);
  • Feocromocitoma (tumore della ghiandola surrenale);
  • Lesioni elettriche e meccaniche;
  • Fattori genetici (cardiomiopatia ereditaria).

Classificazione e tipi di aritmia

In medicina si distinguono diversi tipi di aritmie - ognuna differisce per sintomi e decorso, quindi è necessario diagnosticare non solo l'aritmia, ma anche il suo tipo specifico - la scelta della terapia terapeutica dipenderà dai risultati.

Tipi di aritmie:

  1. Tachicardia sinusale. La frequenza cardiaca della persona aumenta e supera i 90 battiti al minuto.
  2. Tachicardia parossistica. In questo caso, il cuore funziona normalmente, senza anomalie patologiche, ma il cuore batte molto spesso - da 140 a 240 battiti al minuto. Una caratteristica distintiva della tachicardia parossistica è che l'attacco inizia sempre all'improvviso e termina allo stesso modo.
  3. Bradicardia sinusale. L'aritmia di questo tipo si manifesta con una diminuzione della frequenza cardiaca - in un paziente questo indicatore può essere inferiore a 55 battiti al minuto.
  4. Aritmia sinusale. Il più delle volte diagnosticato durante l'infanzia e l'adolescenza, è caratterizzato da un'anormale alternanza di battiti cardiaci. Con questo tipo di violazione in questione, non è richiesto alcun trattamento specifico, le condizioni del paziente non vengono disturbate ed è possibile ripristinare rapidamente il normale ritmo del battito cardiaco semplicemente trattenendo il respiro per alcuni secondi.
  5. Aritmia tremolante. I medici caratterizzano questo tipo di aritmia come un battito cardiaco al petto: il cuore inizia a contrarsi più velocemente (fino a 150 battiti al minuto), poi ancora più velocemente (fino a 300 battiti al minuto), gli atri non si contraggono completamente ei ventricoli lo fanno in modo irregolare.

Nota: il flutter e la fibrillazione dei ventricoli è considerata la manifestazione più pericolosa per la vita dell'aritmia. Ciò di solito si verifica sullo sfondo di patologie cardiache, scosse elettriche, assunzione di determinati farmaci.

  1. Arresto cardiaco. Questo vale anche per il tipo di aritmia, una condizione in cui la fornitura di impulsi a tutte le parti del miocardio si interrompe. Il polso scompare, la frequenza cardiaca si riduce catastroficamente, il paziente può svenire, il blocco cardiaco può anche provocare una sindrome convulsiva.

Nota: se un paziente sviluppa un blocco trasversale completo, questo spesso diventa una provocazione di insufficienza cardiaca, che può portare alla morte improvvisa.

Sintomi di aritmia

L'aritmia ei suoi sintomi non sempre compaiono. Una persona può vivere con calma e non sentire un ritmo cardiaco irregolare e un medico durante una visita medica può facilmente rilevarlo e prescrivere un trattamento anche prima che compaiano improvvisamente i sintomi di aritmia cardiaca.

Più spesso, tuttavia, si manifestano disturbi del ritmo, che influenzano il cambiamento nello stato di una persona. Come si manifesta l'aritmia cardiaca? Per capire se ci sono problemi cardiaci, dovresti prestare attenzione ai seguenti segni della malattia quando una persona:

  1. Sente palpitazioni e interruzioni del ritmo;
  2. Sembra che il cuore stia battendo troppo velocemente
  3. sente che il suo cuore batte troppo lentamente;
  4. ha dolore al petto;
  5. soffre di mancanza di respiro;
  6. Ha le vertigini
  7. perde conoscenza o è in uno stato di svenimento.

Ma accade che anche segni così gravi di una condizione malsana non siano necessariamente una manifestazione di gravi problemi cardiaci. Spesso le persone, anche quando avvertono aritmia, non hanno alcuna malattia. Al contrario, una certa persona che non ha alcuna manifestazione di aritmia cardiaca soffre effettivamente di una forma grave della malattia e il fattore che l'ha causata è sconosciuta..

Perché l'aritmia cardiaca è pericolosa??

Come risultato di un lavoro irregolare, la contrazione degli atri viene sostituita dalla loro contrazione irregolare. Questa è la forma più comune e pericolosa, che può provocare tromboembolia e ictus (il ristagno nel flusso sanguigno contribuisce alla formazione di trombi e un coagulo di sangue impedisce all'ossigeno di entrare nel cervello).

A causa della carenza di ossigeno, un paziente con aritmia può svenire, cadere, urtare o ferirsi. Uno stadio avanzato della malattia può portare allo sviluppo di insufficienza cardiaca, un attacco di angina pectoris o, in generale, edema polmonare, quando è necessario un ricovero urgente per salvare la vita.

Aritmia nei bambini e negli adolescenti

Le aritmie del ritmo cardiaco nei bambini possono verificarsi a qualsiasi età. Nella maggior parte dei casi, è una manifestazione benigna e spesso appare e scompare spontaneamente. Tuttavia, è molto importante distinguere i cambiamenti benigni da quelli potenzialmente pericolosi per la vita..
Quelli benigni sono asintomatici, l'emodinamica del paziente è stabile e non diventa pericolosa per la vita. Non richiede cure, il bambino può svolgere la normale attività fisica con ulteriore supervisione da parte di specialisti.

I sintomi dei disturbi del ritmo dipendono dall'età e dal grado di maturità del bambino. I bambini più grandi possono lamentarsi di vertigini e in un bambino di età pari o inferiore a 3 anni la malattia si manifesta con pallore della pelle, irritabilità e mancanza di interesse per il cibo.

Le forme lievi sono:

  • bradicardia sinusale;
  • extrasistoli sopraventricolari;
  • ventricolare idiopatica.

Particolare attenzione è riservata alla diagnosi della storia personale e familiare, dell'età e della tipologia del paziente.

La tachicardia sinusale è generalmente ben tollerata, scompare dopo che la causa è stata eliminata e non richiede una terapia speciale. È causato da infezioni, eccessivo tono vago, ipertiroidismo, livelli elevati di potassio e calcio, febbre, ipossia, malattia del nodo senoatriale e uso di alcuni farmaci.

Un altro tipo è la malattia del nodo del seno, che può verificarsi dopo l'intervento chirurgico per difetti cardiaci congeniti. Nei pazienti senza insufficienza cardiaca, può svilupparsi durante infiammazioni, disturbi metabolici o endocrini. Si verifica spesso negli adolescenti con anoressia che inducono vomito artificiale dopo aver mangiato. È caratterizzato da un'elevata variabilità dei sintomi e richiede un trattamento appropriato. I bambini con bradicardia sintomatica necessitano dell'impianto di un pacemaker.

Un'altra causa di disfunzione cardiaca sono le aritmie sopraventricolari o sopraventricolari che derivano dalla fibrillazione atriale. È una condizione benigna che può verificarsi nei bambini con e senza patologie..

Durante la gravidanza

La prognosi della gravidanza e del parto imminente dipende da come il cuore della donna reagisce agli eventi attesi. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che la gravidanza stessa, essendo una condizione insolita, può causare disturbi del ritmo e dare aritmia. Ad esempio, la comparsa di extrasistole o tachicardia parossistica durante la gravidanza, di regola, non indica un danno miocardico organico e si verifica in circa il 19-20% delle donne in gravidanza. E se aggiungi la tossicosi tardiva a tutto questo, non dovrai aspettare un'altra dal cuore, le aritmie si intensificheranno.

Questo tipo di aritmia, come il blocco atrioventricolare completo o incompleto, non rappresenta un pericolo particolare per la salute della donna. Inoltre, la gravidanza contribuisce ad un aumento del ritmo ventricolare, pertanto, le misure vengono prese solo nei casi di un calo del polso a 35 e inferiori a battiti al minuto (assistenza ostetrica - imposizione di pinze ostetriche).

Ma con la patologia cardiaca organica, le donne vengono trattate con maggiore attenzione, poiché la comparsa di fibrillazione atriale in una tale situazione è una controindicazione al mantenimento della gravidanza. Inoltre, anche la scelta del metodo di consegna prima del termine richiede un'attenzione particolare. Sembra così parsimonioso, in altri casi, un taglio cesareo in tali pazienti può minacciare di tromboembolia nel sistema arterioso polmonare (EP).

Naturalmente, nessuno può vietare la gravidanza a nessuno, quindi le donne con patologia cardiaca corrono consapevolmente dei rischi, spinte da un caro desiderio: diventare madre. Ma se si è già verificata una gravidanza, le prescrizioni e le raccomandazioni del medico devono essere seguite rigorosamente: osservare il regime di lavoro e di riposo, assumere i farmaci necessari ed essere ricoverati, se necessario, sotto la supervisione dei medici. Il parto in queste donne, di regola, avviene in una clinica specializzata, dove una donna può ricevere cure mediche di emergenza in qualsiasi momento (tenendo conto della patologia cardiaca) in caso di circostanze impreviste..

Diagnostica

La prima diagnosi di disturbi del ritmo cardiaco è rappresentata dalle loro manifestazioni cliniche. I sintomi delle aritmie non sono simili alle manifestazioni di altre malattie; se si verificano, è necessario eseguire un elettrocardiogramma. Ma la diagnosi può essere confermata registrando il cardiogramma solo se l'aritmia è permanente o persistente. In caso di sospetto di aritmia parossistica, viene registrato un elettrocardiogramma 24 ore su 24. Questo metodo diagnostico è chiamato monitoraggio Holter. Consiste nella registrazione continua della frequenza cardiaca tramite sensori collegati a un dispositivo compatto. A volte nella modalità giornaliera non è possibile correggere la violazione.

Se nessun monitoraggio ECG o Holter non registra la malattia, viene eseguita una diagnosi più complessa di aritmia, in cui vengono determinati i fattori che ne causano l'insorgenza. Ciò consente di determinare il meccanismo del suo verificarsi. Questi studi includono la stimolazione cardiaca transesofagea. Il metodo viene utilizzato quando si sospetta la sindrome del seno malato, per chiarire la diagnosi e prescrivere il trattamento profilattico corretto, se si sospetta la sindrome WPW, l'insufficienza coronarica latente, se è impossibile diagnosticare la malattia coronarica con altri metodi. Lo studio consiste nell'imporre un ritmo attraverso un elettrodo specializzato, che viene inserito come una sonda convenzionale e fissato nell'esofago.

Inoltre, viene eseguito un tilt test per rilevare le aritmie. Ti permette di identificare la causa dello svenimento. Durante il test, il paziente viene portato da una posizione orizzontale a una verticale con intensità variabile. Il test provoca uno stato di svenimento e il monitoraggio della frequenza cardiaca e del livello di pressione sanguigna durante l'esame consente di determinare la causa della perdita di coscienza.

Lo studio elettrofisiologico intracardico (invasivo) è considerato lo studio più informativo delle proprietà elettrofisiologiche del cuore e del sistema di conduzione. Tale diagnosi di aritmia viene utilizzata per chiarire la localizzazione del blocco atrioventricolare, la natura della tachicardia e altre anomalie. Questo studio rimane molto importante nella scelta del trattamento chirurgico e dei pacemaker impiantabili. In alcuni casi, l'esame elettrofisiologico intracardiaco viene utilizzato per alleviare le aritmie gravi.

L'esame viene eseguito solo in laboratori appositamente attrezzati, poiché questo metodo è piuttosto rischioso. Per questo, la vena principale della spalla, o la vena femorale, viene perforata. Sotto il controllo dei raggi X, gli elettrodi del catetere vengono inseriti nelle parti giuste del cuore e viene eseguito uno studio.

Primo soccorso

Gli attacchi di aritmia possono verificarsi da soli e iniziare improvvisamente. L'attacco finisce altrettanto imprevedibilmente. Se il paziente ha un primo attacco, chiamare immediatamente un'ambulanza. Spesso, gli inservienti viaggiano lentamente, quindi vale la pena preoccuparsi della salute della vittima. Fai questo:

  • calmare il paziente, sopprimere le manifestazioni di panico;
  • creare condizioni di riposo per il paziente - metterlo su una sedia comoda;
  • prova a cambiare la posizione del corpo della vittima;
  • a volte è necessario indurre un riflesso del vomito - fallo con due dita, irritando la laringe.

L'ulteriore dipende dai professionisti medici. Il cardiologo prescriverà farmaci per le aritmie cardiache in seguito - quando il paziente viene "pompato" e viene fatta una diagnosi preliminare.

Vedendo i sintomi dell'aritmia, prova a interrompere qualsiasi attività fisica.

L'uso di sedativi è accettabile:

  • motherwort;
  • valeriana;
  • corvalol;
  • valocordin (entro 40-50 gocce);
  • Elenium.

Come trattare?

Il trattamento delle aritmie cardiache può differire a seconda della complessità e del tipo di aritmia cardiaca, se l'aritmia è causata da fattori esterni, che si tratti di fumare, bere grandi quantità di caffè, alcol, bevande energetiche, superlavoro, stress frequente, eccesso di cibo frequente, è necessario escludere o ridurne l'uso, cambia il tuo stile di vita.

Nel caso di tipi più complessi di aritmie, è necessario un trattamento medico corretto o addirittura, in alcuni casi, un intervento chirurgico. Ma non dimenticare che non dovresti auto-medicare in ogni caso, poiché può solo peggiorare le tue condizioni.!

Trattamento con farmaci

Questo metodo di trattamento prevede la nomina e la somministrazione di farmaci antiaritmici, di cui esistono 4 classi:

Farmaci antiaritmici

  • Verapamil, digossina, adenosina - prescritti per eliminare le aritmie atriali.
  • Disopiramide, lidocaina, Miksletin - necessario per aritmie ventricolari.
  • Propafenone, Amiodarone, Flecainide - usati per aritmie atriali e ventricolari.

Il farmaco più comunemente usato ed efficace è l'amiodarone (Cordarone). È utilizzato in quasi tutti i tipi di aritmie. È il farmaco di scelta per le aritmie con infarto miocardico e insufficienza cardiaca. L'attività antiaritmica compare 10 minuti dopo la somministrazione endovenosa.

Spesso, dopo due settimane dall'inizio dell'aritmia, Cordaron viene assunto per via orale, riducendo gradualmente la dose a un livello di mantenimento, continuando a prendere e oltre.

Controindicazioni al suo utilizzo: polso inferiore a 50 battiti al minuto (bradicardia), asma bronchiale, blocco cardiaco (blocco AV atrioventricolare), malattie della tiroide e gravidanza.

Beta-bloccanti

Questo gruppo di farmaci è caratterizzato da un effetto antiaritmico e ipotensivo (abbassamento della pressione sanguigna). I beta-bloccanti riducono la frequenza cardiaca per prevenire l'insufficienza cardiaca.

Il loro utilizzo è controindicato in caso di malattie respiratorie croniche e asma bronchiale, in quanto possono provocare un attacco di soffocamento.

Questi farmaci includono:

  • Atenololo;
  • Metoprololo;
  • Propranololo;
  • Bisoprololo;
  • Sotalol;
  • Betaxolol;
  • Nebivalolo;
  • Labetalol;
  • Carvedilolo;
  • Pindolol;
  • Celiprolol.

Farmaci metabolici

Ciò include farmaci che aiutano a migliorare la funzione metabolica, nonché la nutrizione del miocardio e lo proteggono dagli effetti dell'ischemia..

Questi includono:

  • ATP (acido adenosina trifosforico);
  • Panangin, Potassium normmin, Kalipoz, Asparkam - preparati di potassio e magnesio;
  • Cocarbossilasi;
  • Riboxin;
  • Thiotriazoline;
  • Mexicor;
  • Mildronate;
  • Preductal MR.

Glicosidi cardiaci

Si tratta di farmaci che aumentano la contrattilità del muscolo cardiaco e normalizzano la circolazione sanguigna, riducendo lo stress sul cuore.

I glicosidi includono:

  • Digossina;
  • Korglikon;
  • Digitossina;
  • Strofantin.

Operazione

Se il trattamento farmacologico non è efficace, a seconda del tipo di malattia potrebbero essere offerti i seguenti interventi chirurgici:

  1. Ablazione transcatetere con radiofrequenza - per fibrillazione atriale, fibrillazione ventricolare. Durante questa procedura, il chirurgo rileverà focolai patologici nel cuore, che sono la causa della malattia, utilizzando uno speciale sensore sul catetere, che viene inserito attraverso una grande vena o arteria del braccio o della gamba sotto controllo fluoroscopico, quindi utilizza un elettrodo "terapeutico" per agire sul patologico focolare e distruggerlo. Questa procedura viene eseguita in anestesia locale più sedazione per aiutarti a calmarti e rilassarti..
  2. Ablazione del nodo atrioventricolare e installazione di un pacemaker - per la fibrillazione atriale. Questa procedura è simile all'ablazione transcatetere a radiofrequenza, cioè è esattamente la stessa, solo durante questa procedura il nodo atrioventricolare viene distrutto. Quando il nodo atrioventricolare viene distrutto, si forma un blocco, che viene eliminato con l'aiuto di un pacemaker.
  3. Cardioversione - per il trattamento della fibrillazione atriale. Questa procedura viene eseguita in anestesia generale, quindi non sentirai nulla. Durante questa procedura, il chirurgo applica una scarica elettrica controllata al cuore utilizzando un defibrillatore. Ciò contribuirà a riportare la frequenza cardiaca alla normalità..
  4. Pacemaker artificiale - con sindrome da disfunzione del nodo del seno o blocco cardiaco. Durante questa operazione, un pacemaker (un piccolo dispositivo che genera impulsi elettrici) viene impiantato sotto la pelle, di solito nella zona superiore del torace. Gli impulsi elettrici generati dal pacemaker viaggiano verso il cuore, provocando così il battito del cuore a una certa frequenza. Questa operazione viene solitamente eseguita in anestesia locale..
  5. Impianto di un defibrillatore cardioverter - per tachicardia ventricolare e fibrillazione ventricolare. Durante questa procedura, il chirurgo impianta un defibrillatore cardioverter sotto la pelle nella zona della parte superiore del torace, questo dispositivo è simile a un pacemaker, ma a differenza di esso, il defibrillatore cardioverter monitora la frequenza cardiaca e se c'è qualche malfunzionamento produce una piccola scossa elettrica che normalizza la frequenza cardiaca. Di solito questo dispositivo viene installato in anestesia locale..

Rimedi popolari

Per il trattamento delle aritmie del cuore, oltre ai farmaci, esistono molti metodi non convenzionali. Le modalità di trattamento sono le seguenti:

  • Infuso di fiori di calendula. Occorrono solo 2 cucchiaini delle materie prime specificate, che vengono versati con 400-500 ml di acqua bollente e infusi in un contenitore sigillato per 60 minuti. Questo farmaco viene assunto 4 cucchiai 4 volte al giorno in qualsiasi momento opportuno..
  • Tintura di fiordaliso. Versare 200-250 ml di acqua bollente su 2 cucchiaini di fiori di fiordaliso blu e lasciare agire per 60 minuti. Quindi l'infuso viene filtrato e assunto ¼ di tazza tre volte al giorno 15 minuti prima dei pasti.
  • Infuso di radice di valeriana. Un cucchiaio della fonte viene riempito con acqua calda (anche la temperatura ambiente è adatta) in una quantità di 200-250 ml e infuso per 10-12 ore. Quindi il prodotto viene filtrato e utilizzato in un cucchiaio da dessert 4 volte al giorno..
  • Infuso di asparagi. Dovrai acquistare giovani germogli di asparagi medicinali (non ha nulla a che fare con il cibo), tritarli e versare 1 tazza di acqua bollente. Il rimedio viene infuso per 2 ore, 2 cucchiai vengono presi 4 volte al giorno in qualsiasi momento opportuno. Si consiglia di assumere questo rimedio entro 3-4 settimane e agisce come un sedativo, necessario per sbarazzarsi della tachicardia..
  • Tintura di lombalgia. Avrai bisogno di 2 cucchiaini di erba lombalgia aperta: vengono versati in 300 ml di acqua fredda e infusi per almeno 12 ore in un contenitore sigillato. Quindi l'infuso viene filtrato e assunto in 1/3 di tazza 2 volte al giorno 30 minuti prima dei pasti.

Inoltre, nella medicina popolare, ci sono diversi rimedi non abbastanza comuni per il trattamento delle aritmie. Credere nella loro efficacia o meno è una questione puramente volontaria, ma puoi provare. Questi includono:

  • Semi di rosa canina. È necessario "estrarre" i semi dai cinorrodi e pulirli completamente, ma tieni presente che non puoi lavare i semi! Dovresti ottenere 1 cucchiaino di questa materia prima, che versiamo in 200 ml di acqua bollente. Insistiamo il prodotto in un contenitore sigillato per almeno 2 ore, quindi filtriamo e aggiungiamo un cucchiaino di miele. Questo rimedio va assunto ¼ di bicchiere 3 volte al giorno prima dei pasti. La durata di tale trattamento è di 30 giorni, quindi è necessario fare una pausa per 10-15 giorni e ripetere il corso.
  • Insalata deliziosa e sana. Prendi la radice di sedano e grattugia su una grattugia media (non puoi tritarla troppo), aggiungi foglie di prezzemolo tritate finemente, aneto e panna acida. Questa deliziosa insalata va consumata la sera, 15 minuti prima di cena.
  • Cipolla e mela. Devi prendere 1 cipolla di media grandezza, sbucciarla e tritarla con un coltello. Quindi viene presa una mela di varietà agrodolce e anche schiacciata (insieme alla buccia). I due componenti vengono miscelati e un tale rimedio viene utilizzato 1 cucchiaino 2 volte al giorno lontano dai pasti. La durata di tale trattamento è di 30 giorni..

Se hai una storia di malattie dei reni o del sistema urinario, dovresti assolutamente consultare il tuo medico sull'opportunità di tale trattamento..

Dieta

Con l'aiuto di una corretta alimentazione, l'aritmia cardiaca non può essere curata, ma è possibile minimizzare le conseguenze e ridurre i rischi di insorgenza. L'attenzione principale dovrebbe essere prestata all'equilibrio e alla fornitura del muscolo cardiaco con tutti gli oligoelementi necessari. Una nutrizione impropria può diventare uno stimolo per interrompere il funzionamento del sistema endocrino, importanti organi vitali iniziano a funzionare fuori equilibrio.

Quali alimenti sono ammessi per l'aritmia:

  • Grano saraceno, crusca, cetriolo, spinaci, avocado, noci, piselli, fagioli, lievito: sono ricchi di magnesio;
  • Banane, prezzemolo, uvetta, albicocche secche, cavoli, patate: contengono potassio;
  • Mare e latticini, pesce, barbabietole, mais, carciofi, cavoli, semi sono le principali fonti di calcio.

Oltre a quanto sopra, pur seguendo una dieta terapeutica per le aritmie, si consiglia di mangiare alghe brune, e aggiungere cime di barbabietola e carota ad insalate e zuppe. È anche consentito mangiare carne, ma solo varietà a basso contenuto di grassi..

Cosa escludere dalla dieta?

Il cibo dietetico terapeutico per le aritmie esclude completamente i seguenti alimenti:

  • Marinate, cibo in scatola, carni affumicate;
  • Sottaceti;
  • Carni grasse e salse;
  • Piatti piccanti.

Oltre ai prodotti, è importante conoscere le caratteristiche nutrizionali delle aritmie, perché l'esito finale del trattamento dipende dalla loro compliance.

Particolare attenzione nella dieta di un paziente con fibrillazione atriale deve essere posta alla quantità e alla qualità del liquido bevuto. Ci sono diverse regole in questa materia che devono essere seguite:

  • non puoi bere bevande contenenti caffeina - caffè, tè forte, bevande energetiche contenenti estratto di guaranà;
  • la quantità di liquido bevuto al giorno deve essere ridotta a 1,5 litri per ridurre il carico sul cuore;
  • è utile bere tisane di menta, melissa, tiglio e camomilla. Tè verde delicato, acqua minerale da tavola senza gas saranno utili.

Affinché la dieta porti il ​​massimo sollievo al paziente, è necessario aggiungere allo stile di vita una semplice educazione fisica con esercizi delicati, che svilupperà il muscolo cardiaco. È importante bere almeno 1,5 litri di acqua non bollita e non gassata durante il giorno e talvolta anche effettuare giorni di digiuno, durante i quali è consentito bere brodo di rosa canina o acqua senza gas.

Abbiamo scoperto che tipo di malattia è, come sbarazzarsi adeguatamente dei sintomi dell'aritmia. un adulto. Monitora le condizioni del tuo cuore, ascoltalo e se provi disagio, consulta un medico.

Esercizio fisico

In assenza di patologie miocardiche congenite, gli esercizi di respirazione possono essere utilizzati per stabilizzare la frequenza cardiaca. Questo metodo di terapia intensiva non richiede l'assunzione di pillole, ma in pratica non è meno efficace della terapia conservativa..

Non tutti i pazienti comprendono appieno come trattare le aritmie cardiache con l'aiuto di esercizi di respirazione, pertanto, il complesso disponibile a casa è presentato di seguito:

  1. Come riscaldamento, fai respiri rapidi e intermittenti e, dopo 30 secondi, un'espirazione lunga e profonda.
  2. Stringere i pugni e fare 6 respiri, congelare per 15-20 secondi, quindi fare un respiro profondo, aprendo i pugni.
  3. Durante l'inspirazione, inclinati in avanti con le braccia tese davanti a te e durante l'espirazione, torna alla posizione di partenza.
  4. Per il trattamento, solleva i grappoli sopra la testa, fai un respiro profondo e mettiti in punta di piedi, mentre espiri, rilassati il ​​più possibile, abbassa le mani sui glutei.
  5. I medici chiamano esercizi di fisioterapia, rappresentati da nuoto, ciclismo, danza e jogging classico, un'ottima prevenzione delle aritmie cardiache..

Dove andare con l'aritmia?

I disturbi del ritmo cardiaco vengono trattati da un cardiologo o, più precisamente, da un aritmologo. Per diagnosticare i disturbi del ritmo cardiaco, è necessario l'aiuto di un medico diagnostico funzionale qualificato, perché solo lui può determinare correttamente il tipo di disturbo del ritmo cardiaco con l'aiuto di studi speciali: monitoraggio ECG giornaliero, PEEPI e altri.

A molti pazienti viene mostrata la consultazione di un endocrinologo (ad esempio, con diabete mellito o ipertiroidismo), un ginecologo (con un decorso patologico della menopausa). Il trattamento della malattia di base porta spesso a sbarazzarsi delle aritmie. In alcuni casi, i pazienti vengono consultati da un cardiochirurgo per l'installazione di un pacemaker o un'operazione di ablazione con radiofrequenza..

Prevenzione

Per prevenire le aritmie, gli esperti raccomandano di aderire alle seguenti regole e raccomandazioni:

  • monitorare la propria salute, curare eventuali malattie (infettive, ipertensione, patologia tiroidea, disturbi cardiovascolari).
  • mangiare bene (cibi meno dolci, fritti e grassi, più frutta, verdura, erbe); attività fisica moderata (ad esempio, camminare all'aria aperta ogni giorno e fare esercizi mattutini);
  • osservare la routine quotidiana (il sonno sano è un elemento molto importante per la salute);
  • abbandonare le cattive abitudini (bere alcolici, fumare, assumere bevande energetiche e droghe);
  • controllare il peso corporeo, prevenire l'obesità (se è già consentito, quindi provare a perdere peso correttamente);
  • con diabete mellito, controllare lo zucchero nel sangue e con ipertensione, pressione sanguigna;
  • evitare lo stress (gioire, amare, sorridere, ecc.).

La comparsa di alcune aritmie cardiache (fibrillazione atriale, flutter atriale, tachicardia ventricolare) può essere accompagnata da sintomi di insufficienza cardiaca acuta (un forte calo della pressione sanguigna, edema polmonare), insufficienza cardiaca cronica (debolezza generale, rapido affaticamento, mancanza di respiro, edema degli arti inferiori), altre aritmie (blocco AV completo, fibrillazione ventricolare) può portare ad arresto cardiaco e morte clinica.

Le aritmie sono il più delle volte una complicazione di una malattia. Tuttavia, essendo apparsi, sono in grado di aggravare drammaticamente il suo decorso clinico. Non tutte le aritmie sono ugualmente pericolose e significative per la prognosi della malattia e per la vita del paziente:

Aritmia

Informazione Generale

I disturbi più comuni nel lavoro del sistema cardiovascolare sono le aritmie. Sorgono come risultato di molti altri disturbi nel corpo. Le interruzioni nel ritmo del cuore, e questo è proprio ciò che viene chiamato aritmia, sono spesso osservate in persone completamente sane, mentre sono praticamente impercettibili, ma, tuttavia, portano ad alcune complicazioni.

Varietà e sintomi di aritmie

Oggi, la medicina distingue diverse dozzine di aritmie, tutte accompagnate da quasi le stesse manifestazioni. Ma quasi sempre i sintomi dell'aritmia sono una diminuzione o un aumento del ritmo delle contrazioni cardiache, la loro irregolarità. Esistono diversi gruppi di aritmie, a seconda dei disturbi del cuore. Questi sono disturbi dell'automatismo, disturbi dell'eccitabilità, della conduzione e di un gruppo misto.

I disturbi del ritmo possono essere di due tipi: diminuzione - bradicardia e aumento - tachicardia. Nel primo caso sono presenti sintomi di aritmia come debolezza generale, vertigini, mancanza di respiro, oscuramento degli occhi, affaticamento rapido, uno stato vicino alla perdita di coscienza o perdita di coscienza a breve termine. Con la tachicardia si avvertono palpitazioni, mancanza di respiro, debolezza generale e affaticamento. Alcuni tipi di tachicardia portano alla morte clinica, pertanto, è necessario essere estremamente attenti quando compaiono tali sintomi..

La tachicardia sinusale è un aumento della frequenza cardiaca da 90 a 150-180 battiti al minuto. È causato da un aumento dell'aumento dell'automatismo del nodo del seno, in cui gli impulsi si verificano con una frequenza maggiore. Nelle persone sane, questo è spesso associato ad attività fisica, stress emotivo, assunzione di determinati farmaci, caffeina, alcol e nicotina. Un aumento temporaneo di anemia, febbre, ipotensione arteriosa e altre malattie è considerato normale. In caso di aumento persistente della frequenza cardiaca superiore a 100 battiti al minuto, indipendentemente dallo stato di veglia e riposo per tre mesi, è considerata una malattia. Durante la diagnosi di un ECG, si osserva solo un aumento del ritmo e non ci sono altre deviazioni.

Molto spesso, la malattia si verifica nelle giovani donne. Si ritiene che la malattia sia facilitata da un aumento del tono del sistema nervoso simpatico. Il trattamento dell'aritmia in questo caso è principalmente finalizzato all'eliminazione della causa della tachicardia. Se è associato a distonia neurocircolare, vengono prescritti sedativi, beta-bloccanti. In caso di insufficienza cardiaca, vengono utilizzati glicosidi cardiaci.

La bradicardia sinusale è una diminuzione della frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti al minuto. Per sua natura, una tale diminuzione non è una patologia, si trova spesso in persone sane, specialmente fisicamente ben addestrate. Ma se compaiono sintomi di aritmia come vertigini, mancanza di respiro, oscuramento degli occhi, la perdita di coscienza è considerata una malattia.

Il verificarsi di bradicardia può essere associato a infarto miocardico, aumento della pressione intracranica, ipotiroidismo, malattie virali. Il motivo principale è considerato la sconfitta primaria del nodo del seno a causa dell'aumento del tono del sistema nervoso parasimpatico. Il trattamento delle aritmie in questo caso viene effettuato con farmaci, viene eseguita la nomina di atropina, isoprotenolo e la stimolazione. In assenza di manifestazioni cliniche, un rallentamento della frequenza cardiaca non richiede trattamento.

L'aritmia sinusale è un ritmo del battito cardiaco in cui si alternano periodi di aumento e diminuzione. Le aritmie respiratorie sono più comuni, in cui la frequenza aumenta con l'inspirazione e diminuisce con l'espirazione. La malattia è causata dall'aspetto irregolare dell'impulso, che è associato a fluttuazioni del tono del nervo vago, nonché a cambiamenti nella circolazione sanguigna del cuore durante la respirazione. Spesso si presenta come una malattia concomitante con distonia neurocircolatoria e varie malattie infettive.

Durante la diagnosi sull'ECG, si notano solo l'accorciamento e l'allungamento periodici degli intervalli R-R, la cui frequenza è associata alle fasi della respirazione. Tutti gli altri indicatori sono normali poiché il passaggio dell'impulso nel sistema cablato non è disturbato.

La sindrome del seno malato è causata da un indebolimento o arresto del nodo del seno. Può verificarsi a causa di ischemia della regione del nodo, cardiosclerosi, miocardite, cardiomiopatia, danno miocardico infiltrativo. In alcuni casi, la sindrome può essere una caratteristica congenita del sistema di conduzione..

Nel caso in cui il nodo del seno smetta di funzionare, viene attivata la funzione protettiva del sistema di conduzione e il nodo atrioventricolare dà impulsi. Con questo lavoro del sistema di conduzione, la frequenza cardiaca rallenta, ma il nodo del seno diventa inoperativo molto raramente, più spesso funziona con lunghe interruzioni. Durante l'attivazione del nodo principale, il nodo AV non smette di dare impulsi e si verifica un aumento significativo della frequenza cardiaca. Una caratteristica della malattia è l'arresto cardiaco a breve termine, che non è accompagnato da sensazioni spiacevoli in molti pazienti; il blocco senoauricolare, che ha gli stessi sintomi, è una delle forme di questa sindrome. Con questo lavoro del cuore, possono comparire segni di insufficiente afflusso di sangue al cervello, insufficienza cardiaca.

In questa malattia, la bradicardia sinusale è spesso associata a parossismi di aritmie tachisistoliche ed ectopiche. Quando il nodo atrioventricolare sta funzionando può comparire un'aritmia tremolante. In alcuni casi, i pazienti non hanno bisogno di cure. L'elettrocardiostimolazione viene eseguita solo con segni di una violazione dell'afflusso di sangue agli organi importanti per la vita. I pazienti sono farmaci controindicati usati per la tachicardia e la bradicardia, poiché con frequenti cambiamenti nel ritmo, possono migliorare i componenti della sindrome. Il trattamento principale è finalizzato all'eliminazione delle cause della malattia.

Violazioni di eccitabilità. Uno dei tipi più comuni di aritmie è l'extrasistole. Questa è una contrazione prematura del cuore quando un impulso si verifica al di fuori del nodo del seno. Le extrasistoli, o contrazioni premature, possono verificarsi sia nelle persone malate che in quelle sane. La norma è la presenza di un massimo di 200 extrasistoli ventricolari e 200 ventricolari al giorno. Molto spesso si verifica sotto l'influenza di stress, superlavoro, uso di caffeina, alcol e tabacco. In effetti, tali abbreviazioni sono perfettamente sicure. Ma nei pazienti con danno cardiaco organico, possono portare a complicazioni..

L'extrasistole può essere considerata come una sindrome nei polmoni, forme focali di miocardite. Distinguere tra extrasistoli atriali, atrioventricolari, ventricolari, a seconda degli impulsi che causano le contrazioni. Possono esserci diverse fonti di impulso o una, quindi si distinguono extrasistoli monotopici e politopici. Per frequenza, i singoli extrasistoli fino a 5 al minuto sono divisi, multipli - più di 5 al minuto, accoppiati e di gruppo. Il trattamento dell'extrasistole con lesioni organiche del cuore non viene effettuato con farmaci antiaritmici, poiché dopo averli interrotti, la sindrome ritorna. Allo stesso tempo, è stato notato un aumento quasi triplo della mortalità. I beta-bloccanti causano anche complicazioni potenzialmente letali se trattati e non funzionano. Il trattamento dovrebbe essere finalizzato all'eliminazione della malattia che ha causato l'extrasistole.

La tachicardia parossistica è un attacco acuto di battito cardiaco accelerato con una frequenza del ritmo da 130 a 200 battiti al minuto. Gli attacchi possono durare da pochi secondi a diversi giorni. Una malattia si verifica a causa della comparsa di un centro di eccitazione, che può essere una qualsiasi delle sezioni del sistema di conduzione, le sue cellule generano impulsi ad alta frequenza.

Distinguere tra tachicardia parossistica atriale e ventricolare, a seconda della posizione del fuoco che genera gli impulsi. La tachicardia parossistica atriale si verifica a causa della carenza di ossigeno transitoria del cuore, disturbi endocrini e disturbi della quantità di elettroliti nel sangue. La fonte degli impulsi è il nodo atrioventricolare. I sintomi dell'aritmia in questo caso sono frequenti palpitazioni, disagio al petto, che può trasformarsi in mancanza di respiro e dolore al cuore. In alcuni casi, un attacco può essere causato da un malfunzionamento del sistema nervoso autonomo. Allo stesso tempo, c'è un aumento della pressione sanguigna, brividi, una sensazione di mancanza d'aria, un nodo alla gola, minzione abbondante e frequente dopo un attacco. Su un normale cardiogramma, tali attacchi sono quasi invisibili, a causa della loro breve durata.

La tachicardia ventricolare parossistica si verifica a causa di forme acute e croniche di cardiopatia ischemica, cardiomiopatia un po 'meno frequente, malattie cardiache, malattie infiammatorie del muscolo cardiaco. Nel 2% dei pazienti, si verifica da un sovradosaggio o da un'assunzione prolungata di glicosidi cardiaci. Gli impulsi hanno origine nei ventricoli o nel setto interventricolare. La malattia può essere pericolosa, poiché si trasforma in fibrillazione ventricolare. In questo caso, non l'intero muscolo ventricolare si contrae, ma solo le singole fibre con un ritmo irregolare. Con questo ritmo, il cuore non può svolgere la sua funzione, poiché non ci sono fasi di sistole e diastole.

Il trattamento della tachicardia parossistica della forma ventricolare viene effettuato con lipocaina. Prescrivendolo per via intramuscolare e endovenosa, nel caso in cui l'effetto non venga raggiunto, viene sostituito con novocainamide, rhythmylene, cordaron. Se si verifica un attacco per la prima volta, viene selezionato un farmaco aritmico per il paziente sotto il controllo del monitoraggio Holter. Nella forma atriale, il trattamento dipende dalla malattia che ha causato l'aritmia.

Disturbi della conduzione. L'aumento della conduzione degli impulsi è chiamato sindrome di Wolff-Parkinson-White o sindrome WPW. È caratterizzato dall'insorgenza improvvisa di tachicardia dovuta alla presenza di vie aggiuntive nei muscoli cardiaci. Molto spesso, la sindrome è una malattia cardiaca congenita. Con gli attacchi, la pressione sanguigna del paziente diminuisce drasticamente, compaiono vertigini, debolezza ed è possibile la perdita di coscienza.

Il trattamento per la sindrome WPW viene effettuato utilizzando la fluoroschirurgia endovascolare. Con l'aiuto di attrezzature speciali, vengono distrutti percorsi aggiuntivi, il che porta a un completo recupero del paziente. Il ricovero dopo un tale intervento è piuttosto breve, solo 3 giorni. Ma il trattamento dipende dalla qualità delle attrezzature e dalla professionalità del personale, esistono poche istituzioni del genere.

Il blocco sinoauricolare è una violazione della conduzione degli impulsi dal nodo del seno agli atri, in cui si verifica una pausa cardiaca. La malattia è rara, si verifica a causa di un aumento del tono del nervo vago o di un danno alla regione senoauricolare degli atri. Può essere osservato in pazienti con cambiamenti organici nel miocardio atriale, ma a volte si trova in persone sane. Ci sono tre gradi di malattia. Il primo grado è un rallentamento nella transizione dell'impulso dal nodo agli atri, il secondo blocca alcuni impulsi e il terzo grado è il blocco completo degli impulsi.

Le cause del blocco senoauricolare possono essere malattie come l'aterosclerosi dell'arteria coronaria destra, alterazioni infiammatorie e sclerotiche nell'atrio destro, miocardite. Con queste deviazioni possono verificarsi cause dirette del blocco, quando l'impulso non viene prodotto nel nodo del seno, o la sua forza è insufficiente a depolarizzare gli atri, l'impulso viene bloccato.

I sintomi dell'aritmia si manifestano con il blocco di secondo grado, queste sono sensazioni di interruzioni nel lavoro del cuore, una sensazione di mancanza d'aria, debolezza, vertigini. Con il terzo grado di blocco o quando si verificano più ritmi consecutivi, si verifica un ritmo sostitutivo.

Il blocco sinoauricolare è una delle forme pericolose di debolezza del nodo del seno. Può portare a ischemia cerebrale con sindrome di Morgagnier-Eden-Stokes. In presenza di bradicardia persistente, viene prescritta un'iniezione di atropina per via sottocutanea, cordiamina, efedrina, izadrina, novodrina, ormoni steroidei.

Il blocco intra-atriale è una violazione del passaggio di un impulso attraverso l'atrio, si presenta per gli stessi motivi del senoauricolare. Si distinguono anche tre gradi: il primo è caratterizzato da un rallentamento della conduzione, il secondo è dal blocco periodico della conduzione degli impulsi nell'atrio sinistro, il terzo è caratterizzato dal blocco completo dell'impulso e dalla dissociazione atriale.

Il blocco atrioventricolare è una violazione della conduzione del nodo atrioventricolare, in cui viene ritardato l'impulso dagli atri ai ventricoli. Ci sono tre gradi di blocco, dividendo il secondo grado in due sottotipi. Il blocco AV artificiale è considerato separatamente. In primo grado, il passaggio dell'impulso rallenta, come in altri blocchi di primo grado. Nel secondo grado, la conduzione dell'impulso viene rallentata con un blocco parziale, caratterizzato da una perdita della frequenza cardiaca. Il blocco AV del tipo Mobitz I si osserva negli atleti, quando assumono glicosidi cardiaci, bloccanti adrenergici, calcio antagonisti, clonidina, Propafenone, con reumatismi, con miocardite. Il blocco AV del tipo Mobitz II viene osservato sullo sfondo di un danno cardiaco organico. I sintomi dell'aritmia sono caratterizzati da attacchi di Morgagnier-Adams-Stokes e dagli stessi sintomi della bradicardia sinusale. Nel terzo grado si verifica un blocco completo degli impulsi, in cui atri e ventricoli si contraggono indipendentemente l'uno dall'altro.

L'unico trattamento per le aritmie con blocco atrioventricolare è chirurgico. Viene impiantato un pacemaker permanente, che ripristina il normale ritmo delle contrazioni cardiache. Le indicazioni per la chirurgia sono manifestazioni di bradicardia: mancanza di respiro, vertigini, svenimenti e pause nel lavoro del cuore o una frequenza cardiaca inferiore a 40 battiti al minuto.

Un blocco di branca è una violazione della conduzione degli impulsi sopraventricolari lungo una o entrambe le gambe, localizzata sia nelle gambe che nei loro rami. Con il blocco completo o parziale di una delle gambe, un impulso di eccitazione colpisce entrambi i ventricoli attraverso la gamba intatta. In questo caso, si osserva una biforcazione dei suoni cardiaci. Il blocco completo di entrambe le gambe porta al blocco cardiaco.

La malattia è causata da processi fibrotici associati alla sclerosi coronarica, miocardite limitata, che a sua volta è associata a infezione focale. Il blocco della gamba sinistra si trova nei difetti aortici e nell'ipertensione arteriosa e a destra nella cardiopatia congenita e mitralica.

Gruppo misto di aritmie. Questo gruppo di aritmie comprende aritmie che hanno sintomi e manifestazioni cliniche di altri disturbi..

La forma più comune di aritmia sopraventricolare è la fibrillazione atriale. Più spesso, una tale violazione è chiamata fibrillazione atriale. È caratteristica la contrazione caotica degli atri con una frequenza di 400-600 al minuto, senza coordinamento con i ventricoli. Poiché il nodo AV è in grado di trasmettere solo 140-200 impulsi al minuto, si verifica una contrazione irregolare dei ventricoli, simile allo sfarfallio. Il nodo del seno perde la sua capacità di controllare la frequenza e la tempistica degli impulsi.

La violazione aumenta il rischio di coaguli di sangue, che a loro volta possono essere la causa dell'ictus. Il passaggio dalla forma parossistica dell'aritmia a una forma permanente porta allo sviluppo di insufficienza cardiaca. La fibrillazione atriale si manifesta con un forte aumento della frequenza cardiaca, una sensazione di interruzioni nel cuore, debolezza generale, mancanza di aria, dolori al petto e una sensazione di panico di paura. Gli attacchi possono scomparire da soli senza farmaci e in pochi secondi o minuti, ma spesso possono durare abbastanza a lungo e richiedere cure mediche.

Il disturbo si sviluppa con cambiamenti elettrici e strutturali negli atri, che spesso si verificano con l'età. Lo sviluppo di aritmie è provocato da cardiopatia organica, chirurgia a cuore aperto, malattie della tiroide, ipertensione arteriosa e abuso di alcol.

Il disturbo può essere convulsivo o permanente. Le crisi sono controllate con farmaci o controllo elettrico del ritmo. Con una forma costante della malattia, è necessaria una terapia costante. Oltre alla terapia farmacologica, viene utilizzato anche un trattamento radicale. Consiste nell'isolamento a radiofrequenza delle vene polmonari. L'efficacia di questo metodo è del 50-70%, ma data la sua complessità e il costo elevato, le operazioni sono estremamente rare. Può essere eseguito anche un blocco atrioventricolare artificiale di terzo grado, dopodiché viene impiantato un pacemaker permanente. Questo metodo non elimina la violazione stessa, ma la rende impercettibile per una persona..

Cause di aritmie

Le cause delle aritmie sono molto diverse, ma tutte possono essere suddivise in due grandi gruppi: disturbi del sistema di conduzione cardiaca e malattie primarie che contribuiscono alla comparsa delle aritmie. Pertanto, considereremo le cause delle aritmie nel contesto di questi gruppi di fattori..

Violazioni del sistema di conduzione del cuore. Un ritmo cardiaco normale garantisce una corretta circolazione del sangue nel corpo, consentendo così a tutti gli organi e sistemi di funzionare correttamente. Questo ritmo è fornito dal sistema di conduzione cardiaca, che è formato da una rete di nodi specializzati. Ciascuno di questi nodi è costituito da un cluster di cellule altamente specializzate che creano e conducono impulsi elettrici lungo determinati fasci e fibre. Sono questi impulsi che fanno contrarre i muscoli degli atri, impostando la frequenza, la sincronizzazione e l'uniformità richieste del loro lavoro..

Il nodo principale del sistema di conduzione cardiaca si trova nella parte superiore dell'atrio destro. Si chiama nodo del seno o nodo Kis-Flak. Controlla il battito cardiaco a seconda dell'attività della persona, dell'ora del giorno, della sua eccitazione nervosa. Gli impulsi che hanno origine nel nodo del seno viaggiano attraverso gli atri, facendoli contrarre al nodo atrioventricolare. Questo nodo è chiamato nodo atrioventricolare e si trova al confine tra atri e ventricoli. Può anche creare impulsi se necessario, ma durante il normale funzionamento del sistema di conduzione, questo nodo rallenta gli impulsi mentre gli atri si contraggono, forzando il sangue nei ventricoli. Quindi li trasferisce attraverso i tessuti conduttivi, chiamati un fascio di His, ulteriormente nei ventricoli, facendoli contrarre. Il fascio di His è diviso in due rami costituiti da fibre di Purkinje, ciascuno che conduce al proprio ventricolo, garantendo la sincronizzazione del loro lavoro. Dopo la contrazione, il cuore si riposa e il ciclo si ripete di nuovo..

Il ritmo nella gamma di 60-80 battiti al minuto è chiamato ritmo sinusale e questo è il normale funzionamento del cuore e del sistema di conduzione. Qualsiasi altro ritmo che differisce dal normale numero di battiti è chiamato aritmia. Ciò può verificarsi quando gli impulsi sono disturbati in uno dei nodi o la conduttività è disturbata in qualsiasi area. L'arresto cardiaco si osserva nel 17% dei disturbi del ritmo, ma più spesso viene attivata la funzione protettiva del sistema di conduzione e un altro nodo imposta il lavoro del cuore.

Malattie che contribuiscono alle aritmie. Spesso le aritmie si verificano a causa di disturbi nel corpo umano o malattie che provocano questi disturbi. Un aumento dei livelli ematici di adrenalina, ormone pancreatico o un calo dei livelli di zucchero nel sangue possono contribuire ai disturbi del ritmo cardiaco. Disturbi del metabolismo del sale marino, in cui il livello di potassio, sodio, calcio e magnesio nel sangue cambia, l'equilibrio acido-base, quando il livello di ossigeno e anidride carbonica nel sangue cambia, provoca anche la malattia.

Le aritmie si verificano nelle malattie del sistema cardiovascolare: aterosclerosi, insufficienza cardiaca, difetti cardiaci. Lo stile di vita contribuisce anche ai disturbi del ritmo cardiaco. L'aritmia diventa una conseguenza dell'intossicazione da abuso di alcol, fumo, uso di droghe, farmaci frequenti e inutili. Quest'ultimo fattore è spesso osservato nelle persone che si auto-medicano e ancor più auto-diagnosticano le malattie..

Diagnostica dell'aritmia

La prima diagnosi di disturbi del ritmo cardiaco è rappresentata dalle loro manifestazioni cliniche. I sintomi delle aritmie non sono simili alle manifestazioni di altre malattie; se si verificano, è necessario eseguire un elettrocardiogramma. Ma la diagnosi può essere confermata registrando il cardiogramma solo se l'aritmia è permanente o persistente. In caso di sospetto di aritmia parossistica, viene registrato un elettrocardiogramma 24 ore su 24. Questo metodo diagnostico è chiamato monitoraggio Holter. Consiste nella registrazione continua della frequenza cardiaca tramite sensori collegati a un dispositivo compatto. A volte nella modalità giornaliera non è possibile correggere la violazione.

Se nessun monitoraggio ECG o Holter non registra la malattia, viene eseguita una diagnosi più complessa di aritmia, in cui vengono determinati i fattori che ne causano l'insorgenza. Ciò consente di determinare il meccanismo del suo verificarsi. Questi studi includono la stimolazione cardiaca transesofagea. Il metodo viene utilizzato quando si sospetta la sindrome del seno malato, per chiarire la diagnosi e prescrivere il trattamento profilattico corretto, se si sospetta la sindrome WPW, l'insufficienza coronarica latente, se è impossibile diagnosticare la malattia coronarica con altri metodi. Lo studio consiste nell'imporre un ritmo attraverso un elettrodo specializzato, che viene inserito come una sonda convenzionale e fissato nell'esofago.

Inoltre, viene eseguito un tilt test per rilevare le aritmie. Ti permette di identificare la causa dello svenimento. Durante il test, il paziente viene portato da una posizione orizzontale a una verticale con intensità variabile. Il test provoca uno stato di svenimento e il monitoraggio della frequenza cardiaca e del livello di pressione sanguigna durante l'esame consente di determinare la causa della perdita di coscienza.

Lo studio elettrofisiologico intracardico (invasivo) è considerato lo studio più informativo delle proprietà elettrofisiologiche del cuore e del sistema di conduzione. Tale diagnosi di aritmia viene utilizzata per chiarire la localizzazione del blocco atrioventricolare, la natura della tachicardia e altre anomalie. Questo studio rimane molto importante nella scelta del trattamento chirurgico e dei pacemaker impiantabili. In alcuni casi, l'esame elettrofisiologico intracardiaco viene utilizzato per alleviare le aritmie gravi.

L'esame viene eseguito solo in laboratori appositamente attrezzati, poiché questo metodo è piuttosto rischioso. Per questo, la vena principale della spalla, o la vena femorale, viene perforata. Sotto il controllo dei raggi X, gli elettrodi del catetere vengono inseriti nelle parti giuste del cuore e viene eseguito uno studio.

Prevenzione e trattamento dell'aritmia

Per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa, è diretto il trattamento o il sollievo delle aritmie. Per questo, viene prescritta la terapia con farmaci antiaritmici, viene eseguita l'ablazione delle vie conduttive del cuore e viene eseguita l'impianto di pacemaker. Quasi tutti i trattamenti dell'aritmia hanno lo scopo di prevenirne il ripetersi ed eliminare le malattie concomitanti, che molto spesso sono le cause dell'aritmia.

Oggi esiste un solo modo affidabile per eliminare le aritmie pericolose per la vita. Questa è una terapia che utilizza defibrillatori cardioverter impiantabili, l'efficacia di questo metodo è del 99%, il che riduce il tasso di mortalità per malattia coronarica e dopo infarto miocardico. Inoltre, tale terapia consente ai pazienti di vivere una vita piena senza limitare le loro capacità fisiche..


Articolo Successivo
In che caso un coagulo di sangue può dissolversi da solo?