Cambiamenti gliali nel cervello


La gliosi è un processo che viene attivato nei tessuti del cervello come risposta al danno ai neuroni, che ci consente di considerarlo come una funzione protettiva e compensatoria del corpo. Quando le cellule del tessuto nervoso muoiono per qualsiasi motivo (cambiamenti ischemici e atrofici, ascessi, lesioni infettive, lesioni cerebrali traumatiche), si forma nuovo tessuto al posto delle aree libere formate delle cellule gliali.

Le cellule gliali (astrociti, oligodendrociti, microgliociti) interagiscono strettamente con i neuroni, assumono alcune delle funzioni di questi ultimi e proteggono i neuroni dai danni. Grazie alle cellule gliali, i processi metabolici nei tessuti cerebrali continuano dopo gravi patologie del sistema nervoso centrale subite da una persona. La gliosi cerebrale non è una malattia indipendente. Questa è una conseguenza dei cambiamenti patologici che si sono verificati nel tessuto nervoso..

Definizione di patologia

Quando i neuroni che compongono il tessuto nervoso vengono danneggiati, al loro posto si formano cellule gliali. I cambiamenti gliali sono un processo che si verifica nel cervello, che è caratterizzato da un aumento del numero di cellule gliali, che, quando la scala di sostituzione si espande, porta a un deterioramento del funzionamento del sistema nervoso centrale. Più focolai di gliosi nel midollo, peggiore è il cervello che svolge le sue funzioni..

I disturbi sono spesso associati a un deterioramento della trasmissione degli impulsi nervosi, con l'aiuto del quale il sistema nervoso controlla gli organi e i sistemi del corpo. La proliferazione delle cellule gliali si verifica spesso sotto forma di diffusione diffusa degli astrociti. Nel corso della crescita di aree costituite da cellule gliali, tali segni di patologia compaiono come compromissione della coordinazione motoria, compromissione della memoria, lentezza dei movimenti e reazioni. La trasformazione gliale del cervello, a seconda del tipo di patologia primaria, procede con tratti caratteristici.

Nel diabete mellito, c'è un'infiltrazione su larga scala di macrofagi e ipertrofia (aumento patologico delle dimensioni) degli astrociti. I cambiamenti di Glious nei tossicodipendenti sono accompagnati da un aumento del numero di oligodendrociti di drenaggio. Nella sclerosi multipla vengono rivelati l'ipertrofia degli astrociti e un cambiamento nella formula gliale (astrociti - 46%, oligodendrociti - 40%, altre cellule - 14%).

Normalmente, la formula gliale ha questo aspetto: astrociti - 8,5%, oligodendrociti - 85%, altre cellule - 7,5%. Con l'epilessia, c'è una diminuzione del numero di oligodendrociti del 20% e dei microgliociti del 6%. Le cellule gliali sono i componenti più numerosi e attivi del tessuto cerebrale. Mantengono la capacità di condividere per tutta la vita. A causa della loro elevata attività, le cellule gliali rispondono immediatamente a qualsiasi cambiamento nelle condizioni di funzionamento del cervello.

Il numero medio di cellule in 1 mm 2 di tessuto cerebrale varia a seconda della posizione del sito. Ad esempio, nel lobo parietale, il numero di cellule è 2 volte maggiore rispetto al lobo frontale. Quando viene diagnosticata la sclerosi multipla, il numero di cellule gliali nelle aree non interessate dal processo di demielinizzazione può aumentare di circa 3 volte. Nei tossicodipendenti, la proporzione di cellule gliali aumenta di circa 2 volte.

Con l'encefalopatia discircolatoria, questo indicatore aumenta leggermente. I focolai di gliosi sorgono come reazione della neuroglia al danno al tessuto nervoso o ai cambiamenti nelle condizioni di funzionamento del cervello. L'attività mitotica dei gliociti aumenta in risposta allo sviluppo di processi patologici nei tessuti del sistema nervoso centrale. I fuochi gliosi sono una conseguenza del processo di ripristino del tessuto cerebrale distrutto. Tuttavia, le funzioni delle aree del tessuto ripristinato non sono sempre adeguate ai normali processi fisiologici..

La ragione dell'incompleta corrispondenza delle funzioni risiede nel sottosviluppo delle cellule gliali, che, prima di raggiungere la maturità e un normale livello di funzionamento, subiscono l'apoptosi (un processo regolato di morte cellulare). Fenomeni più chiaramente simili si osservano nella sclerosi multipla. Per una persona, non è il processo di trasformazioni gliali in sé che è pericoloso, ma piuttosto la sua scala e incompletezza associata all'interruzione del normale sviluppo delle cellule gliali..

Classificazione dei focolai di gliosi

I focolai di gliosi che si verificano nella sostanza bianca del cervello sono tali formazioni che indicano le malattie passate del tessuto nervoso, il che suggerisce il suo precedente danno con successiva sostituzione da parte delle cellule gliali. Il processo patologico può essere diffuso (molto diffuso, coprendo una vasta area) e il carattere focale. Gli astrociti o gli oligodendrociti possono predominare nella struttura generale del tessuto. A seconda della natura del flusso, si distinguono i seguenti tipi:

  • Debole (fino a 1700 celle in mm 2).
  • Moderatamente espresso (fino a 2000 celle in mm 2).
  • Fortemente espresso (più di 2000 celle in mm 2).

La gliosi perivascolare è caratterizzata dalla posizione del tessuto gliali attorno ai vasi ristretti con pronunciati cambiamenti sclerotici. Il danno alle strutture cerebrali di natura vascolare è più spesso associato a ipertensione arteriosa cronica, lesioni aterosclerotiche e trombosi dei vasi cerebrali. A seconda della localizzazione del processo, ci sono:

  • Forma marginale. Nelle regioni intratecali del cervello.
  • Forma subependimale. Nella zona sotto l'ependima.
  • Forma paraventricolare. Nell'area del sistema ventricolare.

I fuochi sottocorticali si trovano nelle regioni sottocorticali. La gliosi periventricolare è una forma di patologia caratterizzata da un aumento del numero di oligodendrociti immaturi, che provoca una diminuzione della densità della sostanza bianca che compone il cervello. La gliosi periventricolare è accompagnata da dismielinizzazione e atrofia del midollo situato nell'area dei ventricoli. A seconda della struttura strutturale e morfologica del nuovo tessuto di gliosi, ci sono:

  • Forma anisomorfa. Disposizione caotica delle fibre gliali.
  • Forma fibrosa. Le fibre ben definite prevalgono sui singoli elementi cellulari.
  • Forma isomorfa. Distribuzione corretta e uniforme delle fibre gliali.

Le singole aree sopratentoriali della gliosi della genesi vascolare sono tali focolai di tessuto di gliosi che si trovano sopra il tentorio del cervelletto, che determina i sintomi (principalmente disturbi del movimento - disturbi motori fini, incapacità di eseguire movimenti volontari regolari e misurati).

Il termine "perifocale" indica la localizzazione del processo attorno al fulcro della patologia primaria. La gliosi periferica è la sostituzione del tessuto normale intorno all'area interessata, nell'area lungo la sua periferia. Le ragioni della distruzione del tessuto normale possono essere associate alla formazione di un tumore, ischemia, atrofia, necrosi e altri cambiamenti distruttivi e distrofici. Multifocale: indica un processo multifocale.

Cause di cambiamenti gliali

La predisposizione ereditaria è considerata una delle principali cause (25% dei casi) dello sviluppo della gliosi. Il verificarsi di cambiamenti di gliosi è associato a tali malattie che colpiscono il tessuto cerebrale:

  1. Sclerosi multipla e tubercolare.
  2. Encefalite ed encefalopatia di diversa eziologia.
  3. Fame di ossigeno (ipossia).
  4. Stato epilettico.
  5. Ipertensione arteriosa, procedendo in una forma cronica.
  6. Diabete mellito e altri disturbi metabolici.
  7. Uso di droga.
  8. Neuroinfezioni acute e croniche.
  9. Patologia cerebrovascolare.
  10. Processi neurodegenerativi.
  11. Fallimento renale cronico.
  12. Fecomatosi (malattie ereditarie e croniche caratterizzate da danni al sistema nervoso centrale, alla pelle, agli organi della vista e ad altri sistemi del corpo).

Alcuni medici fanno un'analogia. Se la pelle di una persona è danneggiata, si formano cicatrici su di essa. Tali "cicatrici" compaiono nel tessuto nervoso dopo il danneggiamento e la morte parziale dei neuroni. Il processo non avviene spontaneamente, è sempre una conseguenza della patologia primaria. La causa più comune è il deterioramento del flusso sanguigno nel sistema circolatorio che alimenta il cervello, associato a danni alla parete vascolare, restringimento del lume o alterata regolazione neuroumorale.

I cambiamenti di Glious nelle strutture intracraniche della testa negli adulti si riscontrano dopo aver sofferto di infarti cerebrali, ictus, dopo la comparsa di focolai di emorragia intracerebrale. Trasformazioni simili del tessuto nervoso vengono rilevate dopo intervento neurochirurgico e avvelenamento con sostanze nocive (monossido di carbonio, sali di metalli pesanti, sostanze stupefacenti). I focolai gliotici si formano attorno alle neoplasie tumorali.

Sintomi

Poche, piccole lesioni potrebbero non apparire per molto tempo. Spesso vengono scoperti per caso durante uno studio diagnostico prescritto per un altro motivo. I sintomi sono spesso associati a manifestazioni della malattia sottostante. I principali sintomi comuni sono:

  1. Mal di testa, vertigini.
  2. Compromissione della coordinazione motoria, cambiamento dell'andatura (instabilità, incertezza, espansione della base di appoggio).
  3. L'ampiezza salta negli indicatori della pressione sanguigna.
  4. Deterioramento delle capacità cognitive (memoria, attenzione, pensiero).
  5. Disordine del sonno.
  6. Affaticamento aumentato, prestazioni ridotte.
  7. Convulsioni, crisi epilettiche.
  8. Disfunzione visiva e uditiva.

La gliosi con localizzazione nel lobo frontale è tipica dei pazienti anziani, che è associata a malattie precedenti e vari processi distruttivi nel cervello. Un singolo focolaio di gliosi, situato nel lobo frontale sinistro o destro, di piccole dimensioni, potrebbe non apparire per tutta la vita. Le lesioni focali dei lobi frontali sono spesso associate a disturbi come incapacità di concentrazione, disturbi della memoria e sviluppo di demenza.

La comparsa di focolai nella sostanza bianca dei lobi frontali può essere accompagnata da paresi controlaterale (situata sul lato opposto al fuoco) e afasia (funzione del linguaggio alterata). La neurogliosi nell'epilessia è un processo di educazione cicatriziale di tipo secondario avviato in risposta al danno neuronale e alla morte. Gli scienziati non sono giunti a un consenso sul fatto che questo processo sia un fattore epilettogeno (che porta a crisi epilettiche) o una conseguenza dell'epilessia.

Diagnostica

Lo studio nel formato CT e MRI consente di avere un'idea della posizione dei fuochi di gliosi di una genesi vascolare o di altro tipo nel cervello. I risultati della neuroimaging vengono utilizzati per giudicare la portata e la natura del processo di sostituzione dei neuroni. Lo studio aiuta a stabilire la malattia primaria che ha provocato un cambiamento nella struttura del tessuto.

Il quadro clinico presentato da un tomogramma dopo un esame MRI e che riflette la presenza di singoli focolai sopratentoriali di gliosi è spesso associato alla diagnosi di sclerosi multipla o tumore cerebrale. La neuroimaging nella maggior parte dei casi consente di determinare la natura dei cambiamenti di gliosi: post-traumatici, vascolari, postoperatori, infiammatori, associati a processi demielinizzanti nel tessuto cerebrale.

Durante lo studio della risonanza magnetica del cervello, i focolai di gliosi vengono rilevati come aree con un segnale iperintenso nelle modalità T2 e Flair, sono chiaramente evidenziati sul tomogramma. Spesso le aree identificate non corrispondono alla struttura morfologica del tessuto gliali, il che indica la necessità di ulteriori studi diagnostici. Viene mostrata la consultazione di un terapista, neurologo, oftalmologo, neurochirurgo.

Metodi di trattamento

Il trattamento della gliosi ha lo scopo di eliminare le cause della patologia: prima di tutto, la terapia viene eseguita per la malattia primaria che colpisce le strutture del cervello. Non esiste un trattamento specifico per i cambiamenti gliali. A seconda delle indicazioni, vengono prescritti farmaci, meno spesso viene eseguito un intervento chirurgico.

La dieta comporta una riduzione della quantità di grassi animali, sale, dolci raffinati nella dieta. Tra gli alimenti che alimentano le cellule nervose, vale la pena notare semi, noci, pesce di mare e di fiume, verdure, frutta. La nutrizione per la gliosi cerebrale dovrebbe essere completa ed equilibrata.

È importante che la dieta contenga alimenti ricchi di acidi grassi polinsaturi, fibre vegetali, vitamine, in particolare del gruppo B e oligoelementi. Focolai multipli di gliosi trovati durante lo studio delle strutture cerebrali, indipendentemente dalle dimensioni, richiedono un'osservazione dinamica. La frequenza degli studi di controllo è prescritta dal medico curante.

Terapia farmacologica

Il medico curante ti dirà come trattare la gliosi cerebrale, sulla base dei risultati di un esame diagnostico, tenendo conto della patologia primaria, dell'età e dei sintomi del paziente. Medicinali essenziali:

  • Nootropic. Proteggi i neuroni dai danni, stimola i processi metabolici nelle cellule nervose.
  • Regolazione del flusso sanguigno cerebrale. Farmaci che normalizzano l'attività del sistema circolatorio che alimenta il cervello.
  • Antiossidante. Farmaci che prevengono le reazioni ossidative nel tessuto nervoso.
  • Antipertensivo. Medicinali che normalizzano gli indicatori della pressione sanguigna.

Parallelamente, a seconda del tipo di malattia primaria e dei sintomi, vengono prescritti farmaci per eliminare i sintomi neurologici. Questo gruppo comprende farmaci anticonvulsivanti, antiepilettici, antidolorifici, antiemetici.

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico viene utilizzato quando è impossibile mantenere il benessere del paziente con i farmaci. Il trattamento chirurgico della gliosi è indicato in determinate condizioni:

  • Fuochi unici, grandi.
  • La presenza di gravi sintomi neurologici - sindrome convulsiva, convulsioni epilettiche, grave compromissione dell'attività motoria e dell'attività mentale.
  • L'età del paziente non supera i 60 anni.
  • Effetto di massa (impatto negativo dell'educazione sulle strutture cerebrali sane circostanti).

Durante l'operazione vengono rimosse aree di tessuto cistico-gliali che provocano sintomi e disturbi. Il trattamento deve essere completo e tempestivo..

Rimedi popolari

Il trattamento della gliosi che ha colpito il cervello con rimedi popolari è inefficace. I metodi tradizionali includono l'assunzione di decotti, infusi, tinture a base di piante medicinali che hanno proprietà antipertensive e antinfiammatorie. Vengono mostrati rimedi casalinghi che migliorano l'afflusso di sangue alle parti del cervello, preparati sulla base di cicuta, trifoglio, dioscorea.

Tra utili piante medicinali che eliminano l'infiammazione, rafforzano l'immunità, migliorano il metabolismo, vale la pena notare cumino nero, cavolo lepre, polsino, mordovia a testa sferica, achillea, erba di grano, saponaria. I guaritori tradizionali raccomandano una tintura a base di radice di valeriana, menta, peonia e erba madre, bacche di biancospino, come agente tonico generale, lenitivo e immunostimolante.

Prevenzione

Le misure preventive includono l'organizzazione di una corretta alimentazione e il mantenimento di uno stile di vita sano. Il paziente deve abbandonare le cattive abitudini, esercitare attività fisica, fare sport, creare un microclima psicologico sano a casa e al lavoro.

Previsione di vita

La prognosi della vita con gliosi rilevata nel cervello dipende dal tipo di malattia primaria, dalla salute generale e dall'età del paziente. Se i cambiamenti gliali sono innescati da processi tumorali, l'aspettativa di vita dipende dal successo del trattamento (rimozione chirurgica) della neoplasia. Nei pazienti con sclerosi multipla, la natura del decorso della malattia sottostante e la risposta dell'organismo alla terapia sono di importanza decisiva..

Se le trasformazioni di gliosi del tessuto nervoso sono causate da lievi disturbi del flusso sanguigno cerebrale, è possibile convivere a lungo con gliosi senza la comparsa di sintomi spiacevoli. Se stiamo parlando di blocco di una piccola nave, accanto alla quale si è formato un centro di gliosi perivascolare, potrebbero non esserci conseguenze negative per la salute. Soprattutto se il fuoco formato è nella zona neutra, lontano dalle parti funzionalmente importanti del cervello.

In alcuni casi, anche piccole aree di cellule sostitutive neurogliali situate nel lobo temporale possono provocare convulsioni epilettiche. Essendo nel percorso di trasmissione degli impulsi nervosi dal cervello al midollo spinale, un piccolo fuoco può causare paresi o paralisi dell'arto. In ogni caso, la risposta alla domanda su quanto tempo vivono i pazienti adulti con una diagnosi di gliosi cerebrale è individuale. Il medico curante potrà rispondere dopo un esame diagnostico.

I focolai di glia nel midollo compaiono come risultato del danno e della morte delle cellule del tessuto nervoso - i neuroni. I processi di trasformazione della gliosi possono essere asintomatici o provocare gravi sintomi neurologici. I metodi di trattamento dipendono dal tipo di malattia primaria. La prognosi della vita è individuale per ogni paziente e dipende da molti fattori: l'età del paziente, la natura del decorso della malattia primaria, la localizzazione e la dimensione del focus.

Fuochi di cambiamenti gliali nel cervello

La gliosi cerebrale è una patologia abbastanza comune. Questo è un processo idiopatico. Si verifica con un trauma ai tessuti o ai vasi sanguigni del cervello. I tessuti danneggiati vengono rapidamente sostituiti dalle cellule gliali. La sostanza cresce e sostituisce i neuroni inoperativi o persi.

Questa è una condizione grave che spesso porta alla disabilità e persino alla morte..

L'essenza del processo

La gliosi colpisce i tessuti nervosi a seguito dell'attivazione di un meccanismo speciale, quando il cervello è danneggiato. Le cellule e le fibre gliali sostituiscono i neuroni persi. Si verificano cambiamenti secondari della gliosi cistica. Quando la glia cresce, le lesioni vengono isolate e il tessuto intatto viene protetto. I cambiamenti della gliosi cistica nel cervello assomigliano alle cicatrici della ferita.

L'entità della lesione può essere diversa. Quando si calcola questo indicatore, viene preso in considerazione il rapporto tra la proporzione di glia troppo cresciuta e le cellule del sistema nervoso centrale per unità di volume. Se si sviluppa la gliosi cerebrale, la prognosi dipende dal grado di proliferazione delle aree colpite. Questo processo patologico può causare gravi disturbi nella funzione cerebrale. È impossibile curarlo. Se la genesi è stabilita, puoi rallentare o sospendere lo sviluppo della malattia..

Di quali cellule è costituito il sistema nervoso centrale?

Per capire come si sviluppano i cambiamenti di gliosi nel cervello, è necessario capire in cosa consiste il sistema nervoso centrale..

  • Neuroni. Queste sono le cellule principali e più importanti del sistema nervoso. Sono loro che generano e trasmettono impulsi. Questo sistema ha una struttura complessa.
  • Ependima. Queste cellule rivestono il canale centrale del midollo spinale, così come i ventricoli del cervello..
  • Neuroglia. Queste cellule del sistema nervoso sono ausiliarie. Ce ne sono molti. Il volume totale della neuroglia nel sistema nervoso centrale è del 40-50%. Ce ne sono 10-50 volte di più rispetto a neuroni così importanti. Proteggono i tessuti nervosi, li ripristinano dopo lesioni, infezioni e forniscono processi metabolici. Il normale funzionamento dei neuroni è impossibile senza la glia. Glia li sostituisce in caso di morte, provvede alla guarigione.

Tipi di malattia

Possono formarsi sia singoli focolai di gliosi che lesioni estese. In base alla posizione, si distinguono i seguenti tipi:

  • Anisomorfo (posizione caotica, numerosa).
  • Fibroso (aree allungate, fibre più pronunciate rispetto alle cellule gliali).
  • Isomorfo (le fibre sono posizionate in modo relativamente corretto).
  • Diffusa (la glia si diffonde su vaste aree del cervello e del midollo spinale).
  • Subependymal (la glia cresce sotto l'epindima).
  • Sottocorticale (una cicatrice troppo cresciuta si trova sotto la corteccia cerebrale).
  • Perivascolare (la glia si trova localmente intorno ai vasi infiammati e sclerosi. Spesso si tratta di più cambiamenti).
  • Marginale (la glia cresce sotto le membrane del cervello).

Il tessuto glia può crescere rapidamente. Al primo sospetto di patologia, dovresti consultare un neurologo. Non si deve perdere tempo. La reazione del corpo può essere molto acuta. Spesso si sviluppa la sindrome convulsiva. La trasformazione dei neuroni in tessuto gliali significa la perdita di alcune delle funzioni del cervello. L'area interessata non si riprenderà mai. Il tessuto fibroso non può funzionare come neuroni. Il cambiamento è permanente.

I focolai di gliosi sono una proliferazione patologica della glia, in cui vengono sostituiti i neuroni distrutti. La sconfitta può essere parziale, cioè parziale o multipla. La comparsa di fuochi può causare tali patologie:

  • sclerosi multipla;
  • infiammazione (encefalite);
  • sclerosi tuberosa;
  • ipossia;
  • epilessia;
  • encefalopatia;
  • ipertensione prolungata;
  • trauma al neonato durante il parto;
  • TBI (lesione cerebrale traumatica), grave colpo;
  • encefalopatia ipertensiva cronica;
  • complicazioni dopo l'intervento chirurgico;
  • chemioterapia.

Per identificare i focolai di gliosi, viene utilizzata la risonanza magnetica. La procedura consente di determinare la dimensione e la localizzazione della lesione, la sua soglia. Sulla base di questi dati, in combinazione con altri studi, analisi, un neuropatologo può stabilire la causa esatta della comparsa di lesioni, nonché prevedere le possibili conseguenze.

Spesso viene colpito l'intero emisfero (emisfero) del cervello. Il lato danneggiato perde molte delle sue funzioni.

È pericoloso se il cervelletto è danneggiato. È responsabile della coordinazione, del tono muscolare, ecc..

Clinicamente, la gliosi può non manifestarsi in alcun modo. Viene spesso scoperto per caso. Un processo esteso è più facile da individuare. È molto pericoloso, principalmente perché può influenzare il lavoro degli organi interni, i riflessi.

Se, dopo una risonanza magnetica, nella cartella clinica appare un record "segni di gliosi", ciò non significa che tale diagnosi sia già stata fatta. È una supposizione. Questo è solo un motivo per sottoporsi a un esame dettagliato da un neurologo. Se l'atrofia è confermata, non sarà necessario trattare il fuoco stesso, ma il motivo che ha provocato il suo aspetto.

Gliosi cerebrale

In questa malattia, i tessuti gliali crescono rapidamente. Prendono molto. Si formano cicatrici e aderenze. Tali cambiamenti si verificano nei siti di necrosi. Questo potrebbe essere un processo post-ischemico. La maggior parte dei neuropatologi ritiene che la gliosi cerebrale non sia una malattia indipendente, ma il risultato di altre patologie. Colpiscono segni specifici. In diversi pazienti, la gliosi può svilupparsi in modi diversi, differire per dimensioni, tipo, localizzazione, ecc..

La gliosi è una reazione di difesa del nostro corpo, che cerca di sostituire i neuroni persi. Nel sito di necrosi si verificano cicatrici. Da un lato, la cicatrice protegge i tessuti sani e, dall'altro, danneggia il processo di trasmissione degli impulsi da parte dei neuroni.

Gliosi ereditaria

La forma ereditaria non lascia alcuna possibilità di cura. Questa è una condizione estremamente grave che si sviluppa gradualmente. La gliosi ereditaria del cervello può progredire con una violazione del metabolismo dei grassi. Con una forma geneticamente determinata della malattia, il sistema nervoso centrale è fortemente colpito..

Questa forma è rara. È dovuto al fatto che uno dei geni è mutato. La sintesi della sostanza esoseaminidasi viene interrotta. Questo enzima è coinvolto nella scomposizione dei grassi. Si accumulano nelle cellule del sistema nervoso centrale, interferendo con il loro normale funzionamento..

Se i genitori diventano portatori di questo gene, la probabilità di contrarre gliosi è del 25%.

Una delle forme di patologia è la malattia di Tay-Sachs. Accade spesso quando i parenti stretti diventano genitori. Se un neonato ha gliosi, si sviluppa normalmente per i primi mesi. Dopo 4-6 mesi, inizia la regressione. La sfera mentale e fisica soffre. La vista, l'udito, il riflesso della deglutizione scompaiono gradualmente, compaiono atrofia muscolare, convulsioni, alla fine si osserva paralisi. Questi bambini possono vivere fino a un massimo di 4 anni.

Le ragioni

Sottolineiamo ancora una volta che questa non è una malattia indipendente, ma il risultato di una serie di patologie in cui il tessuto cerebrale si atrofizza.

La gliosi può essere il risultato dell'assunzione di droghe e alcuni farmaci. I medici hanno anche scoperto una relazione tra lo sviluppo della gliosi e l'alcolismo..

Il consumo moderato di alcol migliora la circolazione sanguigna e il metabolismo nel cervello. Ma con un consumo eccessivo di alcol, si verificano cambiamenti distruttivi..

I farmaci causano anche atrofia del tessuto cerebrale. Ciò è stato confermato da numerosi studi medici. I tossicodipendenti sviluppano focolai di necrosi e i vasi sanguigni si infiammano. Lo stadio iniziale della gliosi si osserva anche in quei pazienti che dovevano assumere narcotici per curare malattie.

Sintomi tipici

A causa dei focolai di gliosi, l'attività cerebrale viene interrotta, i tessuti atrofizzati. Nel tempo, si osservano sintomi di varie malattie del sistema nervoso centrale:

  • Mal di testa. È regolare. La testa può ferire con intensità variabile, molto spesso è un forte dolore. Spesso appare in quei momenti in cui una persona sta cercando di concentrarsi, è impegnata in attività mentale. Spesso, i cambiamenti gliali dopo le lesioni vengono percepiti in questo modo, specialmente se l'area del tempio è stata colpita. Il cervello in questa zona è responsabile delle associazioni. Il mal di testa è considerato un sintomo diretto della gliosi..
  • La pressione aumenta. Questo è spesso visto nella gliosi vascolare. Influisce seriamente sulle letture della pressione sanguigna. A causa del fatto che i vasi sanguigni sono schiacciati e i tessuti si atrofizzano, il lume dei vasi si restringe. La circolazione sanguigna è compromessa. Ciò peggiora il benessere di una persona, compaiono cadute di pressione spontanee..
  • Vertigini, convulsioni. Vengono risolti se un intervento chirurgico o un trauma ha contribuito alla gliosi. Anche un piccolo danno cerebrale può avere grandi conseguenze.
  • Sintomi neurologici, disturbi del sistema nervoso centrale. Questo è osservato nelle fasi successive dello sviluppo di questa patologia. Per determinare quale area del cervello è interessata, utilizzare la diagnostica strumentale.

Qual è il pericolo

Le conseguenze della gliosi sono direttamente correlate alla sua posizione e al catalizzatore che ha provocato la patologia. Può essere causato da encefalite, picchi di pressione, traumi, sclerosi multipla, ipertensione.

Il grado di danno cerebrale influisce sulla prognosi e sull'aspettativa di vita. Se i reparti che regolano le funzioni degli organi e dei sistemi interni sono interessati, la prognosi è infausta. Un risultato favorevole può essere garantito da una diagnosi precoce e da un trattamento tempestivo e complesso. È importante combattere non con la gliosi stessa, ma con la sua causa. La terapia deve essere prescritta da un neurologo esperto.

Metodi diagnostici

Questa patologia può essere facilmente confusa con altre malattie e cambiamenti traumatici. È molto importante stabilire con precisione le ragioni che hanno provocato la degenerazione del tessuto cerebrale. Per questo, i metodi strumentali sono ora ampiamente utilizzati:

  1. EEG. Aiuterà a identificare le violazioni nel lavoro dei neuroni. Tale studio è prescritto se l'attività cerebrale è compromessa. La procedura diagnostica rileva un'attività convulsiva anormale, che aiuta a prevenire nuove convulsioni.
  2. Tomografia (TC, RM). Mostra visivamente lo stato del cervello, aiuta a determinare il volume e la localizzazione del danno. Con la tomografia, puoi facilmente identificare le malattie della genesi vascolare. La risonanza magnetica registra metabolismo alterato, cicatrici, tumori, ecc. La risonanza magnetica può diagnosticare gliosi della sostanza bianca nei lobi frontali. Questo processo non può essere rilevato con altri metodi. È la risonanza magnetica che consente di rilevare la gliosi periventricolare, che colpisce le aree intorno ai ventricoli del cervello. Inoltre, questo metodo aiuta a diagnosticare lesioni periferiche e perifocali..

Questi metodi consentono anche di identificare la fonte che ha provocato cambiamenti patologici.

I cambiamenti di Glious nei lobi frontali sono spesso osservati nella vecchiaia. Allo stesso tempo, non ci sono patologie concomitanti.

Trattamento

Attualmente non esiste un metodo efficace per il trattamento di tali cicatrici. Dopo che è stata effettuata una diagnosi generale di tutte le funzioni corporee preservate, il neuropatologo prescriverà un trattamento sintomatico. Sarà diretto al catalizzatore che ha causato la cicatrice. Il compito dei farmaci è ridurne l'effetto. Inoltre, vengono prescritti fondi per evitare la comparsa di nuovi fuochi..

Un ruolo importante è svolto dalla disponibilità del paziente a rispettare tutte le prescrizioni del neuropatologo. Non deve solo assumere farmaci, ma anche seguire una dieta, abbandonare le cattive abitudini e condurre una vita attiva. Dobbiamo combattere in tutti i modi disponibili.

La forma lieve di gliosi consente di arrestare la lesione e mantenere aree sane. Per evitare che le zone di gliosi crescano ulteriormente, vengono prese una serie di misure preventive. È importante non solo assumere farmaci, ma anche limitare il consumo di cibi grassi. Grandi quantità di grassi animali fanno male al cervello.

La gliosi nel feto può essere rilevata a 18-20 settimane. In questo caso, il liquido amniotico viene preso per l'analisi. Se viene stabilito che il feto è malato, si consiglia di interrompere la gravidanza.

Vale la pena chiarire che il trattamento è relativamente efficace solo nelle forme non genetiche della malattia.

Trattamenti tradizionali

La terapia farmacologica è selezionata da un neurologo. Sarà per tutta la vita. In alcuni casi, puoi interrompere il processo patologico. Non è una malattia separata. Nessuno dei farmaci esistenti può far fronte a cambiamenti cerebrali degenerativi.

Nella medicina tradizionale vengono utilizzate tre aree:

  • Prevenzione. Nelle prime fasi dello sviluppo di tali cambiamenti, il corpo è ancora in grado di affrontarli da solo. Il medico può consigliare una dieta equilibrata, rinunciare all'alcol, fumare e uno stile di vita attivo.
  • Trattamento con farmaci. La terapia conservativa aiuterà ad alleviare la condizione, ripristinare alcune delle funzioni perse. Farmaci prescritti per stimolare l'attività cerebrale. Inoltre, vengono utilizzati agenti che aumentano la conduttività dei neuroni, rafforzano le arterie e ripristinano l'elasticità dei vasi. Se c'è aterosclerosi, vengono prescritti farmaci per curarla.
  • Intervento chirurgico. In rari casi è richiesto l'aiuto di un neurochirurgo. L'operazione viene eseguita per quei pazienti che soffrono di epilessia, convulsioni, disturbi degli organi interni. Se ci sono molte lesioni, non possono essere trattate chirurgicamente. A questi pazienti viene prescritto un trattamento conservativo per tutta la vita. Durante l'operazione, il chirurgo può rimuovere il tumore, drenare il liquido cerebrospinale, bypassare la nave.

Le possibilità della medicina tradizionale

In questa materia, la medicina tradizionale può fare poco per aiutare. I metodi tradizionali sono talvolta utilizzati nelle prime fasi. Il loro compito è rimuovere i piccoli focolai che sono comparsi, stabilizzare la condizione, migliorare il metabolismo e stabilizzare la circolazione sanguigna..

È stato notato che la gliosi può provocare un eccesso di peso. Questa condizione è dannosa per i vasi sanguigni, compresi i vasi del cervello. I metodi tradizionali aiutano a organizzare il digiuno terapeutico. Si pratica anche una dieta di cibi crudi, giorni di digiuno.

Erbe, decotti, tinture aiuteranno a migliorare il metabolismo, eliminare i sintomi spiacevoli. Spesso usato trifoglio di prato, discoreim, cicuta, tasse mediche.

Complicazioni, conseguenze

Molto spesso, questa patologia non causa sintomi evidenti. Questa è la sua astuzia. Con grandi fuochi che hanno neuroni interessati, può:

  1. Soffri di intelligenza.
  2. Problemi con la parola, la memoria.
  3. Salta la pressione.
  4. Sviluppa l'astenia.
  5. Paresi, appare la paralisi.
  6. Coordinazione alterata.
  7. Compaiono patologie visive e uditive.
  8. Deforma la psiche.
  9. Sviluppare demenza (demenza).

Più spesso, una disgrazia simile accade agli adulti. In questo caso, diventa difficile per una persona svolgere anche l'attività lavorativa più semplice. Non può guidare una macchina, è esonerato dal servizio militare.

Le complicazioni possono essere molto gravi. Tutto dipende dalle dimensioni della cicatrice, da quanto è attiva la patologia che ha provocato il suo aspetto.

Conclusione

La gliosi è estremamente pericolosa non solo per la salute, ma anche per la vita. Se si formano troppe cellule gliali, le conseguenze saranno incompatibili con la vita. Nella migliore delle ipotesi, queste persone perdono la capacità di servire se stesse, diventano disabili..

Affinché il trattamento porti l'effetto desiderato, è importante eliminare la causa che ha portato a un cambiamento così grave. Se il catalizzatore non viene eliminato, né i metodi della medicina ufficiale, né la medicina tradizionale saranno efficaci. Prenditi cura della tua salute!

Gliosi cerebrale: temere o non preoccuparsi?

Se la pelle è ferita, si formano cicatrici e cicatrici su di essa. Cicatrici simili possono formarsi nel cervello..

Parliamo di una patologia così comune come la gliosi con un radiologo, medico capo e direttore esecutivo di "MRI Expert Lipetsk" Volkova Oksana Egorovna.

- "La gliosi cerebrale è stata trovata alla risonanza magnetica", suona spaventoso. Oksana Egorovna, dicci cos'è la gliosi cerebrale?

Questa è la sostituzione dei neuroni morti con le cellule della neuroglia. Esistono diversi tipi di cellule nel cervello. Le cellule principali sono i neuroni, grazie ai quali avvengono i processi neuropsichici. Queste sono le stesse cellule che si dice "non ripristinate".

Un altro tipo sono le cellule gliali (neuroglia). La loro funzione è ausiliaria, sono coinvolti, in particolare, nei processi metabolici nel cervello.

Come sai, la natura detesta il vuoto. Pertanto, se i neuroni muoiono per un motivo o per l'altro, il loro posto viene preso dalle cellule della neuroglia. Si può tracciare qui un'analogia con il trauma alla pelle. Se il danno è abbastanza significativo, al suo posto si formerà una cicatrice. L'area della gliosi è anche una "cicatrice", "cicatrice", ma nel tessuto nervoso.

- La gliosi cerebrale è una malattia indipendente o una conseguenza di altre malattie?

Questa è una conseguenza di altre malattie.

- Quali sono le ragioni per lo sviluppo di focolai di gliosi del cervello?

Le cause della gliosi cerebrale sono diverse. È congenito e si sviluppa anche sullo sfondo di un gran numero di patologie cerebrali. I focolai più comuni di gliosi che compaiono in risposta a un disturbo vascolare. Ad esempio, c'era un blocco in una piccola nave. I neuroni nell'area del suo apporto di sangue sono morti e le cellule gliali hanno riempito il loro posto. C'è gliosi nell'ictus, infarto cerebrale, dopo l'emorragia.

SE LA LESIONE DELLA PELLE È GRANDE,
POI AL SUO POSTO SI FORMATO UN TAGLIO.
UNA TRAMA DI GLIOSI È ANCHE UN "RUBETTI",
"CICATRICE" MA NEL TESSUTO NERVOSO.

Può anche formarsi dopo lesioni, con malattie ereditarie (ad esempio, un disturbo abbastanza raro - sclerosi tuberosa), neuroinfezioni, dopo intervento chirurgico al cervello, avvelenamento (monossido di carbonio, metalli pesanti, farmaci); intorno ai tumori.

- Prima di preparare l'intervista, abbiamo studiato in modo particolare le richieste delle persone e abbiamo scoperto che insieme alla frase "gliosi del cervello", i russi stanno cercando di scoprire dai motori di ricerca se è pericolosa, mortale e sono persino interessati alle previsioni della vita. Quanto è pericolosa la gliosi cerebrale per la nostra salute?

Dipende dalla causa della gliosi e dalle conseguenze che può causare il focus stesso della gliosi..

Ad esempio, una persona ha un piccolo vaso ostruito e nel luogo della morte si è formato un centro di gliosi. Se tutto era limitato a questo e il sito stesso della gliosi si trova in un luogo "neutro", allora potrebbero non esserci conseguenze "qui e ora". D'altra parte, se vediamo un focolare così, anche "silenzioso", dobbiamo capire che è apparso lì per un motivo.

A volte anche un piccolo focolaio di gliosi, ma localizzato nel lobo temporale, può "dichiararsi", provocando la comparsa di crisi epilettiche. Oppure un sito di gliosi può interrompere la trasmissione degli impulsi dal cervello al midollo spinale, causando la paralisi di un arto.

Quindi, devi sempre cercare di andare a fondo della causa, poiché in alcuni casi la gliosi è una sorta di "faro", un segnale di avvertimento che qualcosa non va, anche se ora non disturba affatto una persona.

- Gliosi cerebrale e glioma cerebrale non sono la stessa cosa?

Assolutamente no. Il glioma è uno dei tumori cerebrali più comuni. La gliosi non ha nulla a che fare con i tumori.

- La gliosi non può svilupparsi in oncologia?

No. Può verificarsi con neoplasie cerebrali, ma come fenomeno parallelo, ad esempio sullo sfondo di una patologia vascolare concomitante.

- Quali sono i sintomi della gliosi cerebrale?

Il più vario - in base alle numerose patologie a causa delle quali si formano le aree di gliosi. Non ci sono sintomi specifici di gliosi.

LA GLIOSI AI TUMORI NON È NESSUNA CORRELAZIONE.
NON PUO 'CRESCERE IN ONCOLOGIA.

Possono verificarsi mal di testa, vertigini, instabilità dell'andatura, variabilità della pressione sanguigna, disturbi della memoria, attenzione, disturbi del sonno, riduzione delle prestazioni, deterioramento della vista, udito, convulsioni epilettiche e molti altri.

- Oksana Egorovna, è gliosi visibile alla risonanza magnetica?

Certamente. Inoltre, possiamo dire con una certa probabilità di che origine si tratta: vascolare, post-traumatico, postoperatorio, dopo infiammazione, con sclerosi multipla, ecc..

Leggi il materiale sull'argomento: Se una risonanza magnetica del cervello ha mostrato...

- In che modo la gliosi cerebrale può influire sulla qualità e sulla durata della vita di un paziente?

Dipende dalla malattia di base. Una cosa è la gliosi asintomatica dopo una lesione cerebrale traumatica minore, un'altra è una lesione nel lobo temporale che causa frequenti crisi epilettiche. Naturalmente, anche l'entità del danno al sistema nervoso e i disturbi causati da questo (ad esempio, con un ictus) sono importanti..

- I focolai gliali nel cervello richiedono un trattamento speciale?

E qui tutto dipende dalla patologia sottostante. Questo problema viene risolto individualmente dal medico curante.

- Che tipo di medico dovrebbe vedere il paziente se ha gliosi durante la diagnostica MRI del cervello??

A un neurologo, secondo indizi - a un neurochirurgo.

- Se, durante la risonanza magnetica, vengono rilevati focolai di gliosi nel cervello, tale paziente necessita di osservazione dinamica?

Sì. La sua frequenza dipende dalla causa che ha causato la comparsa della gliosi, dal numero e dalla dimensione dei fuochi, dal loro "comportamento" durante l'osservazione dinamica, ecc. Questi problemi vengono risolti dal medico curante e dal radiologo.

Potresti anche trovarlo utile:

Volkova Oksana Egorovna

Laureato alla Kursk State Medical University nel 1998.

Nel 1999 si è diplomata al tirocinio nella specialità "Terapia", nel 2012 - nella specialità "Radiologia".

Ha lavorato come radiologo presso la società MRT Expert Lipetsk.

Dal 2014 ricopre la carica di primario medico e direttore esecutivo..

Gliosi cerebrale

Secondo la definizione, la gliosi cerebrale non è una malattia indipendente, ma solo una conseguenza di un processo patologico, a causa del quale si verifica la morte dei neuroni e, di conseguenza, la distruzione delle strutture del sistema nervoso centrale.

Gli elementi funzionali del sistema nervoso centrale sono neuroni o cellule nervose, il cui compito principale è produrre un impulso e trasmetterlo ad altri componenti. Con l'aiuto di queste particelle e dei centri speciali che formano, c'è un controllo coordinato dell'intero corpo, sia che si tratti dello svolgimento di funzioni vitali come il battito cardiaco o la respirazione. Forniscono anche il lavoro di tutte le parti del cervello responsabili dello svolgimento delle funzioni mentali superiori del sistema nervoso..

Cos'è la gliosi cerebrale, i suoi tipi, segni e cause

I tessuti nervosi, oltre a una rete di neuroni, sono composti da glia, capillari, unità epidermiche e cellule staminali. In questo caso, le glia formano la base e mantengono la forma delle formazioni strutturali. Oltre alla funzione principale, che è quella di mantenere il metabolismo delle cellule nervose, svolgono una funzione protettiva, proteggendo i centri funzionali dagli effetti negativi dell'ambiente e di vari organismi microbiologici patogeni.

Il meccanismo di difesa è il seguente: le cellule gliali sostituiscono le aree distrutte del tessuto nervoso, cioè sostituiscono i neuroni morti con tessuto connettivo, formando una sorta di cicatrice della neuroglia. Un tale processo, durante il normale funzionamento del corpo, ha solo risultati positivi, poiché il tessuto gliale può in parte soddisfare lo scopo delle strutture morte, fornendo un buon metabolismo nelle aree colpite. Tuttavia, la glia non sostituisce funzionalmente i neuroni, poiché non possono essere eccitati e trasmettere un impulso elettrico..

È noto che in una persona sana, la neuroglia occupa circa il 40% dell'intero tessuto nervoso, tuttavia, a causa degli effetti dannosi a lungo termine di vari fattori avversi, si verifica la sua crescita patologica o gliosi. Questa anomalia del sistema nervoso centrale nella fase iniziale non ha un quadro clinico pronunciato, ma aggravandosi nel tempo, può portare a conseguenze disastrose..

Sfortunatamente, nessuno è immune dalla gliosi: può svilupparsi sia nei neonati che negli adulti e il suo catalizzatore sarà qualsiasi malattia in cui vi è un persistente inadeguato apporto di sostanze nutritive al tessuto cerebrale. E se al momento della formazione della patologia del sistema nervoso centrale nella vecchia generazione, nei neonati e nei bambini del primo anno di vita si verifica solo la sua formazione e qualsiasi fallimento di questo processo in futuro porterà a grandi problemi neurologici.

Nella fase iniziale dello sviluppo, la gliosi non si manifesta in alcun modo, mentre il paziente può solo scoprire la presenza di piccoli o microscopici focolai di lesione su una risonanza magnetica pianificata, che consente di esaminare il contenuto non solo del cranio, ma anche del tessuto nervoso dell'intero sistema nervoso centrale.

Inoltre, il sospetto di alcuni problemi neurologici associati a un funzionamento insufficiente del sistema nervoso centrale si trova spesso alla reception di un neurologo, che, prima di fare una diagnosi preliminare, deve valutare il lavoro dell'apparato neuromuscolare e di altre strutture responsabili dell'afflusso di sangue ai tessuti cerebrali..

Per comprendere appieno la gravità di una malattia come la gliosi, è necessario studiare il meccanismo del sistema nervoso umano..

Il cervello umano è costituito da materia grigia e bianca, che a sua volta include neuroni, processi funzionali, tessuti gliali, aree epiteliali e vasi sanguigni che forniscono ossigeno e altri nutrienti ai tessuti nervosi.

In questo caso, un'unità funzionale del sistema nervoso centrale è un neurone, una caratteristica del quale è la capacità di eccitare o generare un impulso elettrico, che viene trasmesso ai neuroni vicini attraverso i processi della cellula principale. Quindi, le informazioni elaborate, con l'aiuto delle fibre mieliniche della sostanza bianca, vanno ai centri nervosi sottostanti, da dove vengono inviate agli organi funzionali e ad altri sistemi di supporto vitale umano..

La distruzione di uno degli anelli di questa catena porta ad una parziale compromissione della trasmissione dell'impulso o alla sua completa scomparsa e, di conseguenza, alla disfunzione dell'organo a cui era diretto. Inoltre, a causa della crescita dei focolai di gliosi, i neuroni della corteccia vengono spostati e le connessioni formate da essi vengono interrotte, il che porta alla disfunzione della parte del cervello a cui appartenevano..

Gli specialisti distinguono diversi tipi di gliosi, a seconda della concentrazione e della posizione della lesione:

  • Anisomorfo. È caratterizzato da una crescita caotica del tessuto gliali, la base del quale si formano i corpi gliali.
  • Fibroso. Le lesioni sono formate dalle fibre delle cellule gliali.
  • Diffondere. Non ha focolai pronunciati, ma allo stesso tempo colpisce tutte le parti del sistema nervoso centrale.
  • Focale. Quando si esamina l'area danneggiata nelle immagini, è possibile distinguere un focus chiaramente definito di gliosi.
  • Regionale. Diverse lesioni si trovano alla periferia del cervello, ma non influenzano le sue membrane.
  • La gliosi perivascolare ha molto spesso una natura vascolare dell'origine della malattia, in cui le lesioni si formano attorno ai vasi sanguigni sclerotizzati del cervello.

Una delle forme più gravi della malattia è la gliosi periventricolare, una caratteristica della quale sono i cambiamenti di gliosi cistica nel cervello, localizzati nei ventricoli. In questo caso, le cisti formate premono sui tessuti vicini, limitando così il deflusso del liquido cerebrospinale, che successivamente porta all'atrofia cerebrale e alla comparsa dei sintomi corrispondenti.

Grazie ai moderni metodi di ricerca, è diventato possibile diagnosticare le lesioni più piccole e misurare con precisione la dimensione delle neoplasie, quindi, tra gli specialisti esisteva un concetto come la dimensione della gliosi, che è uguale all'aumento delle cellule della neuroglia in relazione al numero di neuroni funzionanti sani in 1 unità di volume.

Ci sono diversi motivi e fattori che contribuiscono alla proliferazione dei tessuti di gliosi nelle strutture del cervello..

  • Pertanto, nei neonati, la gliosi è molto spesso una malattia ereditaria e genetica e il tasso di mortalità tra i bambini con questa diagnosi raggiunge il 25%. La situazione nel suo insieme è complicata dall'assenza di segni di cambiamento nei primi sei mesi di vita, quindi si verifica un forte deterioramento delle capacità motorie, a causa di danni alle aree corrispondenti del cervello.
  • La proliferazione dei tessuti di gliosi può essere innescata da una prolungata carenza di ossigeno durante il travaglio, che porta alla necrosi delle strutture cerebrali e all'interruzione del metabolismo intercellulare.
  • Tra la popolazione adulta, la gliosi cerebrale può svilupparsi sullo sfondo della progressione della malattia sottostante, cattive abitudini, stile di vita e alimentazione impropri. Anche a seguito di traumi craniocerebrali e interventi chirurgici aperti, durante i quali si verifica una distruzione meccanica delle strutture cerebrali e, di conseguenza, la formazione di una cicatrice nel sito dell'area danneggiata.
  • Lo sviluppo della gliosi è facilitato dall'indebolimento del tono muscolare delle pareti dei vasi sanguigni che riforniscono il cervello, nonché dalla loro lesione aterosclerotica, a causa della quale diventano fragili e sensibili all'aumento della pressione sanguigna e ai danni meccanici. Quindi, si manifesta la gliosi del cervello della genesi vascolare..
  • Un altro fattore provocante è l'infezione di una persona con vari organismi parassitari che avvelenano le unità funzionali del cervello con prodotti di scarto e provocano un processo infiammatorio nei tessuti cerebrali..

L'età critica per l'insorgenza della gliosi è considerata il periodo di 15-40 anni e il più delle volte colpisce pazienti che, a causa della malattia sottostante, sviluppano edema cerebrale e formazione di lesioni con il rilascio della componente plasmatica del sangue nella sostanza bianca del cervello.

In un modo o nell'altro, la causa principale della gliosi nel sistema nervoso centrale è una violazione del metabolismo cellulare a seguito della quale i processi necrotici iniziano a svilupparsi nei tessuti del cervello..

Fuochi di gliosi

I fuochi glii del cervello possono essere localizzati in qualsiasi parte di questo organo, mentre differiscono per dimensioni e natura dell'evento. L'intensità della crescita del tessuto cicatriziale dipende dalla gravità del danno e dall'estensione del processo necrotico: più neuroni sono stati distrutti, maggiore è il focus della gliosi nella sostanza bianca del cervello.

Allo stesso tempo, i primi segni e sintomi di gliosi hanno spesso un'immagine sfocata e sono mascherati dai sintomi della malattia sottostante: ad esempio, quando si verifica la gliosi di genesi vascolare, il paziente presta prima di tutto attenzione a un aumento della pressione sanguigna e al verificarsi di frequenti mal di testa.

Un ulteriore aggravamento della patologia del tessuto cerebrale e la sua manifestazione dipendono dalla posizione dei cambiamenti focali: ad esempio, quando il lato destro del lobo frontale degli emisferi cerebrali è danneggiato, il paziente ha aumentato l'eccitazione nervosa, diventa aggressivo e immune alle informazioni vocali in arrivo.

Allo stesso tempo, il numero di focolai è influenzato dalla malattia sottostante che ha causato i cambiamenti: ad esempio, numerose lesioni si trovano solitamente nell'aterosclerosi dei vasi o nelle malattie associate a disturbi della circolazione cerebrale legati all'età, a seguito della quale i lobi frontali del cervello sono spesso colpiti. Questa forma di gliosi di solito si sviluppa nelle persone anziane a causa dei cambiamenti dell'invecchiamento dovuti al deterioramento e alla scoria dei principali sistemi corporei..

Piccoli focolai o micro-focolai possono svilupparsi sullo sfondo di precedenti lesioni cerebrali traumatiche o commozioni cerebrali, mentre i cambiamenti di gliosi possono non apparire per molto tempo e possono essere rilevati con un esame strumentale completo del corpo.

Single

Un compagno frequente di singoli focolai di gliosi nella sostanza bianca del cervello è l'ipertensione persistente. Il meccanismo con cui si verificano tali cambiamenti è abbastanza chiaro: a causa dell'ipertensione, i pazienti sviluppano danni organici alle strutture sottocorticali del cervello e, di conseguenza, la sostituzione di alcuni dei neuroni morti con elementi gliali.

I pazienti con un tale problema devono monitorare attentamente la propria salute e prevenire una manifestazione acuta della malattia sotto forma di crisi ipertensiva, durante la quale si verificherà una distruzione più intensa del tessuto nervoso. Inoltre, il malato deve attenersi ad alcune regole di base:

  • Con un aumento prolungato della pressione, è necessario contattare immediatamente un istituto medico o chiamare un medico locale a casa.
  • Se ci sono i minimi segni di un disturbo delle funzioni cognitive, è necessario condurre uno studio MRI del tessuto cerebrale, se necessario, quindi in privato.
  • Eseguire tutte le prescrizioni del medico e non lasciare che la situazione vada "frenata", poiché la velocità di recupero è influenzata da un gran numero di fattori, compresa la terapia tempestiva.

Plurale

I focolai multipli di gliosi cerebrale sono la caratteristica principale del tipo diffuso di questa malattia. Con esso, c'è una rapida ed estesa proliferazione del tessuto connettivo e, di conseguenza, focolai di danni alle cellule nervose.

Tali cambiamenti sono caratterizzati da un alto tasso di progressione, che porta a molteplici problemi neurologici di varia gravità. Il più delle volte si sviluppa nelle persone in età pensionabile a causa dell'invecchiamento generale del corpo e ha un carattere degenerativo.

Quando diagnosticano questa forma della malattia, gli specialisti prestano attenzione ai sintomi associati, poiché la gliosi è un processo irreversibile. Pertanto, il trattamento e la selezione dei farmaci saranno selezionati in modo appropriato per questa situazione, cioè per alleviare i sintomi e rallentare la distruzione del tessuto nervoso (rispettivamente, bloccando la proliferazione della neuroglia).

Diagnosi di gliosi

I moderni metodi non invasivi di esame del corpo umano consentono di "guardare" all'interno del cranio senza ricorrere alla chirurgia. La tecnica più comune e più informativa per esaminare il cervello è la risonanza magnetica, con l'aiuto della quale è diventato possibile diagnosticare e rilevare i più piccoli focolai di danno alle strutture di questo organo..

Scattare un gran numero di immagini facilita notevolmente la diagnosi, mentre i cambiamenti gliali cistici nel cervello sul film saranno visualizzati come punti luce, che consentiranno di determinare non solo la dimensione, ma anche la possibile ulteriore proliferazione delle cellule gliali, che faciliterà il trattamento.

In alcuni casi, è consentito utilizzare la TC, mentre l'immagine visualizzata sul monitor conterrà un'immagine leggermente diversa: i focolai di trasformazione della gliosi sono solitamente ipodensi (più scuri) rispetto al tessuto cerebrale sano.

La scelta dell'attrezzatura è influenzata da un gran numero di fattori. Ad esempio, la TC con l'uso del mezzo di contrasto è controindicata nelle donne in gravidanza, così come nelle persone con diabete mellito, insufficienza renale e peso corporeo elevato, mentre quest'ultima limitazione è causata solo dalle caratteristiche di sollevamento dell'attrezzatura.

Prevenzione e cura

Una caratteristica del NS è che i suoi componenti principali, vale a dire le cellule nervose, non possono essere ripristinati. Pertanto, il trattamento della gliosi cerebrale consiste nel trattamento della malattia sottostante, nel sollievo dei sintomi dei cambiamenti patologici e anche nella prevenzione della proliferazione patologica della lesione..

In questo caso, la selezione principale dei medicinali dovrebbe essere concordata con un numero di medici specialisti e adeguata a una situazione specifica:

  • al paziente vengono prescritti farmaci che influenzano l'attività del cervello. Questi includono i seguenti nootropi: "Glycised" o "Piracetam";
  • per migliorare la circolazione cerebrale è consentito l'uso di "Actovegin" o "Cinnarizin";
  • se il paziente ha trombofilia o aumento della coagulazione del sangue - "Ascorutina", "Warfarin" o "Acido acetilsalicilico", che hanno un effetto diradante;
  • quando compare un mal di testa, è consentito l'uso di antispastici, ad esempio il farmaco "Ketanov".

Inoltre, per il rapido recupero del corpo, in alcuni casi vengono prescritti complessi multivitaminici..

L'uso di metodi chirurgici per l'escissione di focolai di gliosi è limitato e viene utilizzato solo in casi estremi, ad esempio, se il paziente ha problemi neurologici persistenti sotto forma di convulsioni epilettiche, convulsioni o disturbi nel funzionamento degli organi interni e coordinazione dei movimenti.

Il paziente stesso ha bisogno di monitorare più da vicino il suo stile di vita, seguire tutte le prescrizioni del medico curante, abbandonare le cattive abitudini e aderire a una dieta speciale.

È necessario escludere cibi contenenti una grande quantità di grassi animali, rifiutare salati, affumicati e troppo piccanti. È inoltre necessario stabilire un regime di consumo per massimizzare l'eliminazione di tossine e sostanze nocive, quindi qualsiasi adulto (se non ci sono controindicazioni) si consiglia di consumare circa 2-2,5 litri di liquidi al giorno.

La principale prevenzione di eventuali cambiamenti gliali nelle strutture del cervello è mantenere uno stile di vita sano, mentre alle persone a rischio si consiglia di eseguire esercizi fisici fattibili e garantire un riposo adeguato durante la notte. È anche necessario fornire accesso all'aria fresca in stanze soffocanti e, se possibile, dovresti fare un lavoro mentale, con l'aiuto del quale inizierà il processo di ripristino delle funzioni cognitive del cervello..

Conseguenze e prognosi della vita

Nella maggior parte dei casi, con una terapia opportunamente selezionata e un'ulteriore riabilitazione riparativa, si verifica una remissione stabile della gliosi, mentre la prognosi principale dipenderà dal grado di danno al tessuto cerebrale e dalla vitalità del paziente..

In alcuni casi, quando vengono rilevati singoli micro-focolai di cambiamenti gliali, il processo patologico non influisce in alcun modo sulla qualità della vita in futuro, e ancora di più - è noto che un gran numero di persone vive senza sospettare di aver sviluppato una tale patologia.

Per quanto riguarda la gliosi cerebrale nei neonati, quindi, sfortunatamente, la prognosi è molto spesso estremamente sfavorevole, quindi se una tale violazione è stata rilevata su un'ecografia del feto, gli esperti di solito insistono per interrompere la gravidanza.


Articolo Successivo
Tachicardia parossistica sopraventricolare