Lipidogramma: cos'è questa analisi e perché viene eseguita?


Data di pubblicazione dell'articolo: 25.07.2018

Data di aggiornamento dell'articolo: 21/06/2019

Il lipidogramma (analisi dello spettro lipidico) è un metodo di ricerca biochimica avanzato volto a determinare le deviazioni nell'equilibrio dei grassi.

Questo è essenzialmente un esame del sangue di routine. Sulla base dei suoi risultati, esaminano quali disturbi del metabolismo lipidico ha il paziente.

Gli indici lipidogrammi consentono di valutare tutti i componenti grassi del sangue. Se guardi la forma del risultato dell'analisi biochimica, puoi vedere che l'indicatore del colesterolo totale è già incluso lì. Tuttavia, i dati biochimici non sono sufficienti per una valutazione oggettiva dello stato dei complessi lipidici..

Per identificare i rischi di sviluppare aterosclerosi coronarica e altre patologie pericolose di tipo cardiovascolare, viene analizzato uno spettro lipidico completo. Solo sulla base dei suoi risultati, si forma un parere medico sulla presenza o assenza di deviazioni.

Cosa viene indagato?

Gli oggetti di studio dello spettro lipidico in medicina sono i seguenti indicatori: colesterolo totale o colesterolo, trigliceridi, lipoproteine ​​di varia densità.

Colesterolo totale (colesterolo)

Questo indicatore è fondamentale nella valutazione del metabolismo lipidico e, oltre al profilo lipidico, viene verificato anche durante un'analisi biochimica del sangue di routine. Il colesterolo totale (TC) o colesterolo (CS) è un componente che fa parte della membrana cellulare, è responsabile delle sue proprietà strutturali e di resistenza.

Inoltre, è coinvolto nella digestione, svolge un ruolo chiave nei processi metabolici, nella sintesi degli ormoni. Il colesterolo entra nell'organismo attraverso alimenti esclusivamente di origine animale, oppure è prodotto dall'organismo stesso, principalmente nel fegato.

Nel plasma sanguigno, questa sostanza è allo stato libero o si combina con proteine ​​complesse (lipoproteine). A seconda della densità dei grassi contenuti nella composizione di queste proteine, vengono isolati tipi separati di frazioni lipoproteiche.

Lipoproteine ​​ad alta densità

Le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) hanno la capacità di legare il colesterolo "cattivo", rimuovendolo dal flusso sanguigno generale e trasportandolo alle cellule del fegato per la successiva escrezione nella bile. L'azione delle HDL è detta antiaterogena perché prevengono la formazione di "placche" aterosclerotiche.

Il valore normale di questo indicatore indica che l'HDL sta svolgendo la sua funzione utile: protegge i vasi sanguigni dal blocco del colesterolo "dannoso" e riduce il rischio di sviluppare disturbi del metabolismo lipidico.

Lipoproteine ​​a bassa densità

Le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL o LDL) contengono il 70% di colesterolo e lo trasportano. Il loro effetto negativo è la capacità di penetrare nelle pareti di vasi di qualsiasi diametro a causa delle loro piccole dimensioni.

Modificando la struttura della parete del vaso, impediscono il normale flusso sanguigno. Livelli elevati di colesterolo LDL indicano un'alta probabilità di lesioni arteriose aterogeniche e squilibrio lipidico, mentre il colesterolo totale può rimanere normale..

C'è un altro indicatore del profilo lipidico utilizzato per decifrare i risultati: le lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL). Questo tipo di lipoproteine ​​è costituito principalmente da trigliceridi, la loro funzione è quella di trasferire particelle di grasso agli organi periferici del sistema immunitario. Hanno un effetto aterogenico, poiché contribuiscono alla deposizione di lipidi sul lato interno della parete vascolare..

Trigliceridi

I trigliceridi (TG) vengono con gli alimenti ad alto contenuto di grassi animali. Sono la principale riserva di energia per le cellule e si trovano principalmente nel tessuto adiposo. Nonostante la loro funzione energetica, un aumento dei TG influisce negativamente sull'attività del cuore e dei vasi sanguigni..

La quantità di TG ricevuta deve essere completamente utilizzata per la produzione di energia, altrimenti il ​​loro eccesso si accumula nel tessuto adiposo o partecipa alla produzione di colesterolo aggiuntivo.

Coefficiente aterogenico

Il coefficiente di aterogenicità (CA) viene calcolato in base ai valori ottenuti per i principali parametri del profilo lipidico. La formula per il suo calcolo è la seguente: CA = (X - HDL) / LDL.

Il valore del coefficiente (normalmente è 3-3,5) è il rapporto tra le frazioni aterogeniche e non aterogene. La sua crescita indica uno squilibrio nel metabolismo dei grassi. Maggiore è il valore CA, maggiore è il rischio di alterazioni patologiche causate da lesioni aterosclerotiche del sangue e dei vasi linfatici..

Come preparare?

I risultati del profilo lipidico saranno affidabili se l'influenza di fattori esterni è ridotta al minimo.

Durante la preparazione per l'analisi, ci sono una serie di restrizioni obbligatorie che non dovrebbero essere trascurate:

  1. 24 ore prima dello studio, è vietato mangiare cibi grassi, bevande alcoliche, 4 ore prima - astenersi dal fumare. L'ultimo pasto è consentito almeno 12 ore prima della procedura. È consentito l'uso di acqua pura.
  2. Il giorno prima dell'analisi, limita l'attività fisica e lo stress emotivo, durante la procedura cerca anche di non essere nervoso e rilassati.
  3. Se ti senti fisicamente ed emotivamente stanco, rimanda la procedura un paio di giorni prima..
  4. Non seguire una dieta magra speciale prima del test, mangia come sei abituato.
  5. Non è consigliabile eseguire l'analisi dopo radiografia, rettoscopia (esame del retto), fisioterapia. In questo caso, l'esame dovrebbe essere posticipato di diverse settimane. I dati saranno imprecisi per tre mesi dopo un infarto, un trauma o un intervento chirurgico.
  6. Assicurati di avvertire l'infermiera e il medico dei farmaci che stai assumendo, poiché alcuni di essi possono influire in modo significativo sui risultati..

I risultati del profilo lipidico saranno diversi durante la gravidanza, nelle malattie infettive acute, nelle patologie croniche del sistema urinario, nelle malattie delle ghiandole endocrine.

Come viene condotta l'analisi?

Il sangue venoso del paziente viene utilizzato per l'analisi. La donazione di sangue avviene al mattino a stomaco vuoto. Il siero risultante viene sottoposto a una procedura di centrifugazione, dopodiché viene inviato al laboratorio per uno studio dettagliato..

Lo studio del biomateriale e la preparazione della conclusione non richiedono più di 24 ore. C'è un dispositivo speciale: un analizzatore espresso del profilo lipidico (stato), con il quale è possibile eseguire una diagnosi abbreviata in soli 5 minuti.

Per le persone con una diagnosi confermata di aterosclerosi, i medici raccomandano di esaminare lo spettro dei lipidi nel sangue ogni sei mesi.

Tabelle degli indicatori normali

I seguenti dati sono considerati norme generali per un adulto:

Designazione dei parametriNorma
X (colesterolo)3,4 - 5,6 mmol / l
HDL (lipoproteine ​​ad alta densità)1,03 - 1,55 mmol / L (non meno di 1 mmol / L)
LDL (lipoproteine ​​a bassa densità)1,71 - 3,37 mmol / l
TG (trigliceridi)fino a 2,25 mmol / l
CA (coefficiente di aterogenicità)2.2 - 3.5

È importante ricordare che i valori di riferimento dipenderanno dall'attrezzatura tecnica del laboratorio. Sono consentite leggere deviazioni dei risultati dagli standard generalmente stabiliti.

Nelle donne e negli uomini adulti

Profilo lipidicoEtà, numero di anniNorma, mmol / l
UominiDonne
Colesterolo totale (colesterolo)Fino a 652.8 - 5.9
Over 653.6 - 7.1
HDLFino a 400,88 - 2,12
40-600,72 - 1,840,96 - 2,35
Più di 60 anni0,98 - 1,940,98 - 2,48
LDLFino a 401,71 - 4,451.94 - 4.45
40 - 602.25 - 5.262.31 - 5.44
Più di 60 anni2.15 - 5.442.59 - 5.8
Trigliceridi20 - 401.7 - 2.25

Quando si decodificano i risultati di un profilo lipidico, si dovrebbe prestare attenzione all'età della persona. In età riproduttiva, il contenuto di HDL nelle donne sarà più alto che negli uomini. Pertanto, il rischio di sviluppare aterosclerosi per le donne in questo periodo di età è minimo..

Dopo l'inizio della menopausa, si verificano cambiamenti ormonali nel corpo della donna, a seguito dei quali aumenta la concentrazione di colesterolo "dannoso" e aumenta significativamente il rischio di danno vascolare aterosclerotico..

Nei bambini

I valori per i bambini saranno diversi da quelli per gli adulti.

Profilo lipidicoEtà del bambinoNorma, mmol / l
Colesterolo totale (colesterolo)Primo mese di vita1.3 - 4.4
Da 2 mesi a un anno1.5 - 4.9
Da 1 a 14 anni2.8 - 5.2
HDLFino a 14 anni0.9 - 1.9
LDL1.6 - 3.6
Trigliceridi0.3 - 1.4

L'aumento dei livelli di colesterolo nei bambini sotto i 14 anni è meno comune che nell'adolescenza, nell'adolescenza o nell'età adulta. Tuttavia, nei casi in cui il bambino è costantemente ad alto contenuto di colesterolo e vi è un'eredità gravata (ai parenti stretti del bambino viene diagnosticata ipercolesterolemia, aterosclerosi coronarica, infarto, ictus, ecc.), È richiesto un profilo lipidico.

Va tenuto presente che questa analisi non è informativa fino all'età di due anni. in questo momento, c'è un processo attivo di formazione e crescita di tessuti che necessitano di una grande quantità di grasso assimilato dal cibo.

Durante la gravidanza

Durante la gravidanza si verificano cambiamenti nel metabolismo ormonale: da un lato gli ormoni sessuali vengono prodotti in modo intensivo nel corpo di una donna, dall'altro la produzione di un enzima responsabile della scomposizione dei grassi e della loro elaborazione diminuisce.

Ciò porta ad un aumento del colesterolo e delle LDL, la loro concentrazione durante questo periodo aumenta di 1,5-2 volte. Allo stesso tempo, il livello di HDL è lo stesso con i valori stabiliti come norma per le donne non gravide, e infatti non cambia durante tutto il periodo della gravidanza..

Le norme stabilite per le donne in gravidanza includono i seguenti valori:

  • il livello di colesterolo totale non deve superare 6,5 mmol / l;
  • la norma delle LDL è 1,9 - 5,5 mmol / l;
  • Norma HDL - 0,8 - 2,1 mmol / l;
  • Norma TG - 1,7 - 2,7 5 mmol / l.

Decodificare i risultati

È necessario decifrare i risultati del profilo lipidico solo in collaborazione con il medico, poiché eventuali deviazioni dei suoi valori dalla norma sono segni di possibili violazioni.

Prestazioni migliorate

Un aumento del livello di colesterolo totale o ipercolesterolemia indica molto spesso un alto rischio di sviluppare aterosclerosi in un paziente. Le ragioni di ciò possono essere esterne e interne..

  • contenuto in eccesso nella dieta di cibi grassi;
  • obesità causata da scarsa mobilità, mancanza di attività fisica;
  • cattive abitudini.

Poiché una grande percentuale di colesterolo è prodotta dagli organi interni e solo un quinto arriva con il cibo, un aumento del suo contenuto può essere dovuto a ragioni interne: malattie ereditarie, cambiamenti legati all'età, patologie di natura acquisita (diabete mellito, insufficienza renale, malattie della tiroide, colestasi, epatite e cirrosi epatica, malattie del pancreas e altri). In caso di disturbi nel funzionamento del pancreas, dell'intestino, patologie del fegato e della cistifellea, è inoltre indicato un lipidogramma fecale.

Un aumento patologico dei livelli di HDL superiori a 2,2 mmol / L, nonostante il loro ruolo positivo nella regolazione del metabolismo dei grassi, può essere causato da patologie genetiche del metabolismo lipidico, oncologia intestinale e grave sforzo fisico. In altri casi, un contenuto di HDL moderatamente elevato indica un basso rischio di sviluppare malattie vascolari..

Valori elevati di LDL e trigliceridi, legati al limite superiore della norma, segnalano un alto rischio di malattia vascolare aterosclerotica. Mentre un marcato eccesso della norma indica una malattia cardiovascolare già esistente - l'aterosclerosi delle arterie cerebrali e periferiche.

La concentrazione di trigliceridi può aumentare anche per i seguenti motivi:

  • cardiopatia ischemica (CHD), infarto miocardico, ipertensione arteriosa;
  • aumento dei livelli di calcio;
  • diabete;
  • obesità;
  • alcolismo cronico;
  • trombosi dell'arteria cerebrale;
  • Epatite virale;
  • Sindrome nevrotica.

Il coefficiente aterogenico mostra il quadro generale dello stato del metabolismo dei grassi. Con l'aumento degli indicatori degli elementi chiave del profilo lipidico, il suo livello sarà di 3-4 unità, un eccesso significativo delle norme - 5 e superiori richiede supervisione medica e misure correttive, poiché indica la progressione di patologie gravi, come:

  • ateromatosi e calcificazione (forme avanzate di aterosclerosi);
  • ischemia del cuore e degli organi interni;
  • danno cerebrale multifocale o diffuso;
  • nefropatia;
  • disturbi circolatori agli arti.

Diminuzione delle prestazioni

L'ipocolesterolemia (abbassamento del colesterolo) è causata dal digiuno, dall'adesione a una dieta ipolipemizzante o da malattie come:

  • artrite (forma reumatoide);
  • aumento della funzione tiroidea;
  • lesioni infettive generalizzate;
  • anemia maligna;
  • violazione della capacità di assorbimento dell'intestino tenue;
  • ustioni estese (malattia da ustione);
  • insufficienza cardiaca.

Una diminuzione della concentrazione di HDL è un presagio di lesioni vascolari aterosclerotiche. Ciò può essere causato da infezioni di eziologia batterica o virale, patologie endocrine, malattie renali ed epatiche, encefalopatia epatica, disturbi ereditari del metabolismo delle lipoproteine..

Una diminuzione delle frazioni di lipoproteine ​​aterogeniche al di sotto del range normale è estremamente rara. Se tutti gli altri indicatori del profilo lipidico sono normali, una moderata diminuzione del colesterolo LDL ha un effetto positivo sullo stato dei vasi sanguigni e indica che non vi è alcun rischio di sviluppare malattie cardiache.

Si osserva una diminuzione dei trigliceridi nei disturbi neuromuscolari autoimmuni, ostruzione cronica dei polmoni, ictus ischemico, patologie del sistema endocrino, uso di alcuni farmaci (ad esempio progestinici, eparina, vitamina C e altri).

Prezzi medi e dove fare?

In conformità con il listino prezzi dei laboratori medici per il 2019, situati a Mosca, ad esempio, quelli popolari come Invitro, Gemotest ed Helix, il costo di uno studio dettagliato del metabolismo dei lipidi varierà da 1400 a 2500 rubli, il costo di un profilo lipidico di base - 600-950 rubli.

Chi è più incline al colesterolo alto?

Livelli elevati di colesterolo sono dovuti ai seguenti fattori:

  • Stile di vita;
  • cibo;
  • età;
  • eredità;
  • malattie.

L'urgenza di questo problema non perde la sua importanza tra le persone che conducono uno stile di vita sedentario, sono in sovrappeso e mangiano male. La crescita del colesterolo è favorita dagli alimenti che contengono una grande quantità di grassi animali. Tali prodotti includono: tuorlo d'uovo, burro, margarina, maionese, pancetta, salsicce, frattaglie - fegato, cervello, reni. Fumare e bere bevande alcoliche ha anche un effetto negativo sulla struttura delle pareti vascolari, le assottiglia e contribuisce alla formazione di depositi aterosclerotici..

Con l'età, il metabolismo rallenta, il che porta ad una diminuzione del tasso di escrezione dei prodotti del metabolismo dei grassi e alla deposizione di particelle di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni.

Livelli elevati di colesterolo sono comuni in alcune malattie ereditarie e acquisite, come:

  • iperlipidemia ereditaria;
  • diabete;
  • artrite reumatoide;
  • insufficienza renale;
  • gotta;
  • cambiamenti nel pancreas che portano a pancreatite, ecc..

Come abbassare il colesterolo nel sangue?

La raccomandazione principale dei medici è quella di ridurre la quantità di grassi saturi nella dieta e aumentare la quantità di alimenti contenenti fibre solubili e acidi grassi polinsaturi. I cereali integrali, la verdura e la frutta sono ricchi di fibre. Il loro uso quotidiano aiuterà a rimuovere il colesterolo in eccesso dal corpo..

Per mantenere l'equilibrio dei grassi, mangia più grassi sani: pesce rosso (sgombro, salmone, trota, tonno), noci, avocado. Sostituisci il burro e la margarina con oli vegetali vergini: oliva, semi di lino, arachidi, colza.

E anche il controllo del contenuto di grassi dei latticini consumati è necessario, cerca di mantenerlo non più dell'1-2% e, ancora meglio, passa agli analoghi a basso contenuto di grassi.

Oltre a osservare le regole di una corretta alimentazione, dovresti escludere l'uso di alcol, smettere di fumare ed eseguire semplici esercizi fisici ogni giorno. Lunghe passeggiate, nuoto, ciclismo e qualsiasi altra piacevole attività fisica sono utili..

È possibile normalizzare il livello di colesterolo e lipoproteine ​​a bassa densità con l'aiuto di speciali farmaci ipolipemizzanti. Questi includono statine e farmaci a base di acido fibrico. Il trattamento con farmaci deve essere concordato con il medico in base alle controindicazioni individuali esistenti. Per prescrivere le statine, molto probabilmente sarà necessario superare un'analisi per identificare il livello di transaminasi (ALT e AST).

I calcioantagonisti a lunga durata d'azione sono in grado di migliorare lo stato del metabolismo dei lipidi. Tra i rimedi popolari, le erbe sono molto popolari: dioscorea caucasica, callisia profumata, radice di liquirizia, sophora giapponese, tiglio e altri..

Lipidogramma che cos'è?

Cos'è il profilo lipidico?

Lipoproteine ​​- l'oggetto della ricerca

Un lipidogramma è uno degli esami del sangue biochimici che valuta il metabolismo dei lipidi nel corpo. Oltre al colesterolo, questo studio rivela anche altre tre lipoproteine. Inoltre, l'analisi aiuta a valutare il rischio di sviluppare determinate malattie determinando il coefficiente aterogenico.

La preparazione è necessaria per ottenere il risultato dell'analisi corretto..

Tabelle delle norme nei bambini e nelle donne e negli uomini adulti

I tassi di profilo lipidico dipendono dall'età e dal sesso della persona. Poiché i processi ormonali nell'organismo agiscono sullo spettro lipidico, solitamente dopo i 65 anni di età, il colesterolo totale nel sangue sarà considerato normale negli stessi parametri per entrambi i sessi, quando è compreso tra 2,8-7,1 mmol / l.

SostanzaUominiDonneBambini
Colesterolo2,8-7,1 mmol / l2,8-7,1 mmol / l1,5-5,2 mmol / L
HDL0,72-1,94 mmol / L0,96-4,48 mmol / L0,9-1,9 mmol / L
LDL1,71-5,44 mmol / L1,94-5,8 mmol / l1,6-3,3 mmol / l
Trigliceridi1,7-2,25 mmol / l1,7-2,25 mmol / l0,3-1,4 mmol / l

Quando si decodificano i risultati del test, viene presa in considerazione l'età del paziente. Più è grande, più alto sarà il limite della norma. Se una persona ha patologie croniche o deve assumere farmaci per motivi di salute, ciò influisce anche sui risultati della ricerca. Per questo motivo, il medico deve conoscere esattamente le caratteristiche del paziente..

Indicazioni per l'analisi

L'eccesso di peso corporeo sconvolge lo spettro lipidico

Viene effettuata un'analisi per motivi medici, i principali dei quali sono:

  • la necessità di valutare la probabilità di sviluppare patologie del sistema cardiovascolare;
  • età superiore ai 45 anni;
  • esperienza di fumo in 5 anni;
  • tendenza ereditaria alle patologie del sistema cardiovascolare;
  • obesità di qualsiasi grado;
  • mancanza di attività fisica per lungo tempo (per controllare la condizione);
  • esami preventivi di persone affette da malattie cardiache e disturbi del metabolismo dei grassi;
  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • patologie in cui è importante il controllo dei livelli di colesterolo nel sangue;
  • diabete;
  • condizione dopo un infarto e un ictus per diversi anni (per controllare la condizione).

Preparazione per la ricerca

L'assunzione di farmaci il giorno prima deve essere concordata con il medico

Senza un'adeguata preparazione, non è possibile ottenere risultati di ricerca affidabili. Spesso non è l'aderenza alle prescrizioni mediche prima della procedura che porta a risultati falsi. Le principali raccomandazioni prima dell'analisi sono:

  • ultimo pasto entro e non oltre 12 ore prima della donazione di sangue;
  • smettere di fumare 1 ora prima dell'analisi;
  • prevenzione del sovraccarico fisico e degli scoppi emotivi il giorno prima dell'analisi;
  • non usare farmaci per abbassare il colesterolo.

Inoltre, se necessario, il medico che invia lo studio può fornire ulteriori raccomandazioni per un particolare paziente, che saranno associate alle sue malattie e alla necessità di assumere determinati farmaci..

Decodifica del profilo lipidico

L'interpretazione dei risultati si basa su molti fattori

L'interpretazione dei risultati dell'analisi viene eseguita dal medico curante. Tutti gli indicatori dei lipidi nel sangue vengono valutati, a seconda di quella che è diventata l'indicazione per lo studio. Una violazione è considerata una deviazione dell'indicatore dalla norma, sia verso l'alto che verso il basso..

Quali malattie rivela il lipidogramma?

Lo studio consente di determinare anomalie nel fegato, sistema cardiovascolare, ghiandola tiroidea, parte di patologie renali e neoplasie maligne. Le violazioni del quadro ematico con il profilo lipidico sono possibili anche in alcune malattie polmonari e malattie autoimmuni sistemiche.

Come metodo diagnostico indipendente, non viene utilizzato un esame del sangue. Un lipidogramma è necessario nella diagnostica complessa ed è incluso nell'elenco di quelli necessari per identificare molte violazioni.

Il valore del profilo lipidico nella diagnosi delle malattie cardiovascolari

Lo spettro lipidico è importante nella diagnosi delle malattie cardiovascolari

Il valore del metodo in cardiologia è dovuto al fatto che consente di determinare con un alto grado di precisione i rischi di sviluppare malattie del cuore, dei vasi sanguigni e il grado di probabilità di sviluppare ictus e infarti. Quando rivela che il paziente è a rischio, un medico dovrebbe monitorare le sue condizioni..

Lipidogramma

Il lipidogramma, o profilo lipidico, è uno studio completo che determina il livello di lipidi (grassi) di varie frazioni sanguigne. Consente di rilevare una violazione del metabolismo dei lipidi (grassi) e di valutare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

I risultati della ricerca vengono forniti con il commento di un medico gratuito.

Profilo lipidico nel sangue, stato lipidico.

Pannello lipidico, pannello rischio coronarico, profilo lipidico.

Metodo fotometrico colorimetrico.

Mmol / L (millimol per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi adeguatamente per lo studio?

  • Non mangiare per 12 ore prima dell'esame.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo 30 minuti prima dello studio.
  • Non fumare entro 30 minuti prima dell'esame.

Informazioni generali sullo studio

I disturbi del metabolismo dei lipidi svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'aterosclerosi vascolare e delle malattie del sistema cardiovascolare. È stato scientificamente dimostrato che un elevato livello di colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia) e alterazioni infiammatorie locali della parete vascolare aumentano il rischio di ispessimento e indurimento della parete arteriosa con conseguenti disturbi della circolazione locale. La malattia vascolare aterosclerotica, secondo le statistiche, aumenta la probabilità di infarto miocardico, ictus, patologia renale.

Un lipidogramma permette di valutare l'aterogenicità (tendenza a sviluppare l'aterosclerosi) del plasma sanguigno anche con livelli normali di colesterolo totale. Nello studio del profilo lipidico vengono determinati indicatori quali trigliceridi, colesterolo totale (colesterolo), lipidi ad alta, bassa e bassissima densità. Viene calcolato il coefficiente di aterogenicità.

Il colesterolo è una sostanza organica essenziale. È sintetizzato principalmente dal fegato (colesterolo endogeno), ed entra anche parzialmente nel corpo con il cibo (colesterolo esogeno). Il colesterolo forma le membrane cellulari di tutti gli organi e tessuti del corpo, è un precursore degli ormoni steroidei necessari per il pieno sviluppo, crescita e pubertà, partecipa alla sintesi degli acidi biliari, che assicurano l'assorbimento dei nutrienti dall'intestino. Il colesterolo circola nel sangue in combinazione con le proteine ​​lipoproteiche..

La lipoproteina ad alta densità (HDL) rimuove il colesterolo libero in eccesso accumulato nelle cellule periferiche. Trasportano il colesterolo al fegato, dove viene catabolizzato per formare acidi grassi, oppure lo trasferiscono a lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL), a seguito delle quali queste ultime vengono convertite in lipoproteine ​​a bassa densità (LDL). Le HDL sono fattori antiaterogeni che prevengono la formazione della placca aterosclerotica nel vaso. Un basso HDL indica la possibilità di sviluppare la malattia.

Il colesterolo totale nel sangue è rappresentato per il 60-70% dalle LDL, che sono in grado di trattenere nella parete vascolare e favorire l'accumulo di colesterolo nei tessuti. Sono i livelli di LDL e, in misura minore, di colesterolo totale nel plasma sanguigno a determinare il rischio di sviluppare aterosclerosi e malattie cardiovascolari. Anche se la norma del colesterolo rimane, un aumento delle LDL è indicativo delle proprietà aterogeniche dei lipidi nel sangue..

Livelli elevati di trigliceridi nel sangue sono anche associati al rischio di aterosclerosi, malattia coronarica e malattia cerebrovascolare..

I trigliceridi sono un composto di esteri di acidi grassi e glicerolo e sono la principale fonte di energia per l'organismo. La quantità predominante di trigliceridi si trova nel tessuto adiposo e solo una piccola quantità si trova nel sangue. Provengono dal cibo o vengono risintetizzati nel fegato. La maggior parte dei trigliceridi viene trasportata nel sangue come lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL). Livelli elevati di trigliceridi sono spesso associati a diabete mellito, obesità, ipertensione arteriosa e cambiamenti in altri parametri lipidici.

Il coefficiente aterogenico è calcolato sulla base degli indicatori del metabolismo lipidico: CA = (colesterolo totale - HDL) / HDL o CA = (LDL + VLDL) / HDL. Un coefficiente di aterogenicità superiore al range normale indica un aumento del rischio di malattie cardiovascolari.

Quando si decodifica il profilo lipidico, è necessario tenere conto di altri fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari. Questi includono età, sesso, predisposizione ereditaria a dislipidemie e malattie del cuore e dei vasi sanguigni, alterazione del metabolismo dei carboidrati (diabete mellito), aumento della pressione sanguigna, obesità, fumo, consumo di alcol, patologia renale.

A cosa serve la ricerca?

  • Per valutare il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.
  • Per il monitoraggio dinamico di pazienti con cardiopatia ischemica, ipertensione, aterosclerosi del cuore e dei vasi sanguigni, patologia renale, diabete mellito.
  • Per la valutazione di pazienti con una storia familiare di ipercolesterolemia e un alto rischio di infarto miocardico o ictus.
  • Per controllare la terapia ipolipemizzante e la dieta.

Quando è programmato lo studio?

  • Durante l'esame preventivo di persone sane (dopo 20 anni si consiglia di determinare il livello di lipidi nel sangue una volta ogni 5 anni).
  • Con un aumento del colesterolo totale.
  • Con una storia di colesterolo alto.
  • Con una storia ereditaria gravata (diabete mellito, ictus, infarto miocardico, ipertensione arteriosa).
  • In presenza di fattori che aumentano il rischio di complicanze cardiovascolari (età superiore a 45 anni per gli uomini e 55 anni per le donne, fumo, sovrappeso, disturbi del metabolismo dei carboidrati, ipertensione).
  • Durante il monitoraggio dell'efficacia di una dieta ipolipemizzante e / o di un trattamento farmacologico con statine.

Cosa significano i risultati?

Valori di riferimento (norma durante la decodifica del profilo lipidico):

  • Coefficiente aterogenico: 2,2 - 3,5.
  • Trigliceridi: 0-2,25 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​ad alta densità (HDL): 1,03 - 1,55 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​a bassa densità (LDL): 0 - 3,3 mmol / L.
  • Colesterolo - lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL): 0,13 - 1,63 mmol / L.
  • Colesterolo totale: 0 - 5,2 mmol / L.

Il rischio di sviluppo e progressione dell'aterosclerosi e delle malattie cardiovascolari aumenta con:

  • alti livelli di colesterolo totale, LDL, VLDL, trigliceridi;
  • bassi livelli di HDL;
  • aumento del coefficiente di aterogenicità - più di 3.

Il rischio di complicanze cardiovascolari viene valutato utilizzando il sistema SCORE, tenendo conto di età, sesso, fumo e pressione sanguigna sistolica.

In accordo con le raccomandazioni internazionali per la valutazione dei livelli lipidici, gli indicatori del profilo lipidico sono interpretati come segue.

  • ottimale - inferiore a 200 mg / dl (inferiore a 5,18 mmol / l);
  • borderline elevato - 200-239 mg / dl (5,18-6,18 mmol / l);
  • alto - più di 240 mg / dl (più di 6,22 mmol / l).
  • ottimale - inferiore a 100 mg / dl (inferiore a 2,59 mmol / l);
  • superiore a quello ottimale - 100-129 mg / dl (2,59-3,34 mmol / l);
  • borderline alto - 130-159 mg / dl (3,37-4,12 mmol / l);
  • alto - 160-189 mg / dl (4,15-4,90 mmol / l);
  • molto alto - più di 190 mg / dl (più di 4,90 mmol / l).
  • basso (rischio aumentato) - inferiore a 40 mg / dL (inferiore a 1,0 mmol / L) per gli uomini e inferiore a 50 mg / dL (inferiore a 1,3 mmol / L) per le donne;
  • medio (rischio medio) - 40-50 mg / dL (1,0-1,3 mmol / L) per gli uomini e 50-59 mg / dL (1,3-1,5 mmol / L) per le donne;
  • alto (basso rischio) - più di 60 mg / dL (1,55 mmol / L) per uomini e donne.
  • normale - inferiore a 150 mg / dL (inferiore a 1,70 mmol / L);
  • borderline alto - 150-199 mg / dl (1,7-2,2 mmol / l);
  • alto - 200-499 mg / dl (2,3-5,6 mmol / l);
  • molto alto - più di 500 mg / dL (più di 5,6 mmol / L).

Cosa può influenzare il risultato?

  • Fattori che possono distorcere il risultato:
    • attività fisica, stress, infezioni acute, traumi;
    • mangiare e bere poco prima dello studio;
    • fumare prima di fare il test;
    • digiuno prolungato, anoressia;
    • uno studio con un'iniezione endovenosa di una sostanza radiopaca poco prima dello studio;
    • malattie concomitanti senza un trattamento adeguato (patologia del fegato, reni, disturbi endocrini);
    • gravidanza.
  • Farmaci che aumentano il colesterolo totale: beta bloccanti, corticosteroidi, lansoprazolo, sali di litio, contraccettivi orali, fenobarbital, tiazidi.
  • Medicinali che abbassano il colesterolo totale: estrogeni, allopurinolo, androgeni, statine, fibrati, sequestranti degli acidi grassi, levotiroxina, filgrastim, tamoxifene.
  • Farmaci che aumentano i livelli di HDL: steroidi, progestinici, androgeni, alfa-bloccanti, carbamazepina, farmaci ipolipemizzanti, estrogeni, idrossiclorochina, indapamide, insulina, farmaci ipoglicemizzanti, fenobarbital, fenitoina.
  • Farmaci che abbassano i livelli di HDL: contraccettivi orali, beta-bloccanti, metimazolo, metildopa, tamoxifene, tiazidi.
  • Farmaci che aumentano il C-LDL: steroidi anabolizzanti, aspirina, carbamazepina, corticosteroidi, contraccettivi orali, fenotiazidi, progestinici, sulfamidici.
  • Farmaci che abbassano i livelli di LDL: colestiramina, clofibrato, estrogeni, neomicina solfato, acido nicotinico, statine, tiroxina.
  • Farmaci che aumentano i livelli di trigliceridi: beta bloccanti, colestiramina, corticosteroidi, estrogeni, contraccettivi orali, diuretici tiazidici.
  • Farmaci che riducono i trigliceridi: acido ascorbico, asparaginasi, colestipolo, clofibrato, metformina, niacina.
  • Con un contenuto eccessivo di colesterolo totale nel sangue dovuto alle LDL, che si esprime anche in un aumento del coefficiente aterogenico, vengono prescritte una dieta e una terapia ipolipemizzante, il cui scopo è raggiungere un livello ottimale di lipidi nel sangue. I livelli lipidici target dipendono dai fattori di rischio e dalle comorbidità.
  • Lo studio del profilo lipidico del sangue non deve essere effettuato subito dopo l'infarto miocardico subito e per altri tre mesi dopo di esso.
  • I risultati dell'analisi vengono presi in considerazione in combinazione con altri fattori di rischio per lo sviluppo di aterosclerosi e complicanze cardiovascolari..
  • Apolipoproteina A1
  • Apolipoproteina B
  • Lipoproteina (a)
  • Potassio, sodio, cloro nel siero
  • Emocromo completo (senza conta leucocitaria e ESR)
  • Formula leucocitaria
  • Tasso di eritrosedimentazione (ESR)
  • Coagulogramma numero 1 (protrombina (secondo Quick), INR)
  • Lattato deidrogenasi (LDH) totale
  • Glucosio plasmatico
  • Emoglobina glicata (HbA1c)
  • Test di tolleranza al glucosio
  • Proteina C reattiva, quantitativa (metodo altamente sensibile)
  • Proteine ​​totali del siero di latte
  • Ormone stimolante la tiroide (TSH)
  • Tiroxina libera (T4 libero)
  • Esame di laboratorio per la sindrome metabolica
  • Esame di laboratorio esteso del cuore e dei vasi sanguigni
  • Esame di laboratorio per l'ipertensione arteriosa
  • Rischio genetico di sviluppare ipertensione
  • Ossido nitrico endoteliale sintasi (NOS3). Identificazione della mutazione G894T (Glu298Asp)
  • Ossido nitrico endoteliale sintasi (NOS3). Identificazione della mutazione T (-786) C (regione di regolazione del gene)
  • Enzima di conversione dell'angiotensina (ACE). Rilevazione della mutazione Alu Ins / Del (regione regolatrice del gene)
  • Apolipoproteina E (ApoE). Identificazione del polimorfismo e2-e3-e4

Lipidogramma: che cos'è, decodifica, preparazione

Lipidogramma: che cos'è? Un lipidogramma è uno studio speciale del livello di colesterolo nel sangue (gli specialisti prelevano il sangue da una vena). Questa analisi consente di ottenere molte informazioni utili per ulteriori trattamenti, mostra:

  • Livello di colesterolo;
  • Colesterolo buono (HDL);
  • Il livello di colesterolo "cattivo" (LDL);
  • Livello di trigliceridi.

È necessario eseguire regolarmente questa analisi fino a quando i medici non ottengono un risultato accurato, sulla base del quale sarà possibile fare una diagnosi. Dovresti anche registrarti per un profilo lipidico se sei a rischio, ma ne riparleremo più avanti..

Quando viene prescritto un profilo lipidico?

Ci sono molte indicazioni per un profilo lipidico e solo un cardiologo può prescriverlo.

Ecco i principali:

  1. Età. Le persone che vengono visitate dai cardiologi devono sottoporsi a un lipidogramma ogni 5 anni se hanno 30 anni o più. Pertanto, è possibile valutare il rischio di sviluppare aterosclerosi e altre malattie associate al sistema cardiovascolare..
  2. Fumo. Può portare a gravi malattie..
  3. Predisposizione genetica. Se qualcuno dei tuoi parenti ha avuto malattie cardiovascolari, dovresti anche essere preoccupato, poiché sei a rischio. Ci sono particolari motivi di preoccupazione se questi parenti sono morti all'età di 40-45 anni!
  4. Obesità e stile di vita sedentario. Le persone che non praticano sport e conducono uno stile di vita sedentario dovrebbero essere seriamente preoccupate, perché la possibilità di sviluppare molte malattie del sistema cardiovascolare è alta..
  5. Esami preventivi.
  6. Malattie per le quali è importante monitorare il colesterolo. In tali situazioni, le persone sono tenute a superare regolarmente questa analisi.!
  7. Ipertensione. Se la pressione sanguigna non è quasi mai normale, è necessario eseguire un profilo lipidico almeno una volta all'anno..
  8. Diabete.
  9. Attacco di cuore o ictus. Se hai subito un infarto o un ictus, dovresti fare questo test almeno più volte all'anno..

Preparazione: cosa fare prima del profilo lipidico?

Per ottenere un risultato accurato, è necessaria una preparazione speciale per il test, questo è molto importante, perché qualsiasi deviazione può essere alla base di una diagnosi errata e di un trattamento errato! Dovresti cambiare il tuo stile di vita un po '1 settimana prima del tuo profilo lipidico, ma qualcosa dovrebbe rimanere lo stesso.

  • In nessun caso non utilizzare una dieta speciale, non modificare la dieta! Il risultato sarà affidabile se non si modifica la dieta. Se vuoi iniziare a seguire una dieta, metti da parte questo pensiero per un po '..
  • Rifiuta questo test se sei malato o semplicemente non ti senti bene. Molte persone pensano che il raffreddore più comune non possa interferire con i piani. Qualsiasi malattia, infatti, può compromettere seriamente i risultati del profilo lipidico.!
  • Non esercitare fino al profilo lipidico. Non dovresti rinunciare all'allenamento un mese prima del test, ma negli ultimi giorni prima del profilo lipidico, dovresti saltarli.
  • Non fumare o consumare bevande alcoliche. Queste cattive abitudini devono essere abbandonate per almeno 2-4 giorni..
  • Non mangiare prima di fare questo test! Il lipidogramma è progettato per essere assunto a stomaco vuoto, è consentita l'acqua potabile. Puoi mangiare solo per 10-12 ore.

Cosa viene indagato durante l'esecuzione di questa analisi?

Il lipidogramma include 4 indicatori principali su cui i medici fanno affidamento per ulteriori trattamenti:

1. Colesterolo (secondo nome - colesterolo totale)

Questo indicatore è uno dei principali. I medici dividono il colesterolo in esogeno (che entra nel corpo con il cibo) ed endogeno, che è prodotto dal corpo..

Il colesterolo è responsabile di molti processi, ad esempio:

  • Per la formazione dei tessuti;
  • Per la pubertà;
  • Per la formazione delle membrane cellulari;
  • Per lo sviluppo generale dell'intero organismo.

2. Colesterolo "buono" (nome scientifico - lipoproteine ​​ad alta densità)

Questo colesterolo non danneggia il corpo, non dovresti cercare di liberartene, poiché svolge molte funzioni utili. Ad esempio, il colesterolo "buono" è coinvolto nel trasporto di tutto il colesterolo alle cellule. Lui stesso viene escreto dal corpo attraverso il fegato e le deviazioni nella sua quantità possono presagire molte malattie..

3. Colesterolo "cattivo" (nome scientifico - lipoproteine ​​a bassa densità)

Questo indicatore è il più importante perché questo è esattamente il colesterolo di cui soffrono molte persone! Se il tuo livello di lipoproteine ​​a bassa densità è molto alto, dovresti essere seriamente preoccupato, poiché esiste una grande possibilità di sviluppare aterosclerosi e altre malattie del sistema cardiovascolare.

Il colesterolo "cattivo" è pericoloso perché ha la spiacevole proprietà di indugiare sulle pareti dei vasi sanguigni, formando placche, che possono portare anche alla morte (se intasate).

4. Triglecirides

I trigliceridi praticamente non si trovano nel plasma sanguigno, ma si trovano in grandi quantità nei tessuti adiposi. È importante controllare questo indicatore, perché i trigliceridi, che non sono stati convertiti in energia, vengono convertiti in colesterolo "cattivo".

Alcuni esperti calcolano anche un indicatore di lipoproteine ​​a densità molto bassa, ma il suo effetto sullo sviluppo della malattia non è stato ancora dimostrato, quindi spesso non si trova nelle analisi..

Spiegazione: cosa significano deviazioni dalle norme??

Vale la pena concentrarsi sulla decifrazione delle deviazioni dalla norma in varie indicazioni.

1. Violazioni associate al tasso di colesterolo

Se trovi un basso livello di colesterolo totale nel sangue, questo potrebbe avvisarti dello sviluppo di:

  1. Febbri;
  2. Varie malattie polmonari;
  3. Ipertiroidismo;
  4. Anemie.

Inoltre, tale diminuzione può essere causata da grave esaurimento fisico o fame..

Se hai il colesterolo alto (questo accade molto più spesso), allora forse hai:

  • Pancreatite cronica;
  • Cancro al pancreas;
  • Diabete;
  • Insufficienza renale;
  • Epatite;
  • Cirrosi;
  • Ipotiroidismo;
  • Malattia renale o epatica;
  • Malattia coronarica.

Esistono anche cause più semplici di colesterolo alto, come l'obesità, la gravidanza o l'abuso di alcol..

2. Disturbi associati al colesterolo "cattivo"

Se hai un colesterolo "cattivo" basso, potresti sviluppare:

  • Qualsiasi malattia del sistema respiratorio;
  • Ipertiroidismo;
  • Sindrome di Reye;
  • Anemia;
  • Sindrome di Tangeri.

Se hai un colesterolo "cattivo" alto, potresti avere:

  • Diabete;
  • Obesità;
  • Predisposizione genetica al colesterolo alto;
  • Sindrome di Cushing;
  • Anoressia;
  • Malattia del fegato;
  • Nefropatia;
  • Ipotiroidismo.

Non trarre conclusioni preliminari prima di consultare uno specialista, perché forse stai mangiando troppo cibo spazzatura e il problema è risolto da una dieta normale!

3. Disturbi associati al colesterolo "buono"

A differenza dei precedenti indicatori di colesterolo "buono" spesso non è sufficiente, il motivo potrebbe essere:

  • Ulcera;
  • Malattie dei reni e del fegato (fase acuta);
  • Tubercolosi;
  • Attacco di cuore;
  • Aterosclerosi.

Diagnosi pericolose! E il motivo dell'aumento del colesterolo "buono" potrebbe essere:

  • Sport che ti sfiniscono;
  • Cirrosi;
  • Alcolismo;
  • Gambero.

4. Disturbi associati ai trigliceridi

Se noti che, a seguito dell'analisi, i tuoi livelli di trigliceridi si sono rivelati bassi, allora dovresti pensare a:

  • Malattie croniche pericolose del sistema respiratorio;
  • Ipertiroidismo;
  • Problemi alimentari.

E la causa di un aumento del livello di trigliceridi può essere:

  1. Cardiopatia ischemica;
  2. Infarto miocardico;
  3. Ipertensione;
  4. Obesità;
  5. Aterosclerosi;
  6. Epatite virale.

Riassumiamo

Il lipidogramma è un metodo popolare per diagnosticare molte malattie del sistema cardiovascolare, ad esempio, i cardiologi sono in grado di valutare con precisione il rischio di infarto o altre malattie che compaiono a causa di alti livelli di colesterolo "cattivo".

Lo specialista dovrebbe assegnarti a un gruppo a rischio, la frequenza dei successivi lipidogrammi preventivi dipende da questo!

Ecco le malattie comuni che possono essere evitate con la conduzione tempestiva di questa analisi:

  • Ictus;
  • Malattia del fegato;
  • Attacco di cuore;
  • Nefropatia;
  • Aterosclerosi.

Lipidogramma. Decodifica, norme per uomini e donne. Deviazioni nel profilo lipidico.

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Cos'è il profilo lipidico?

Il lipidogramma è un'analisi che valuta il metabolismo dei lipidi (grassi) nel corpo. Questo test include tipicamente il colesterolo e tre tipi di lipoproteine. Inoltre, un lipidogramma consente di identificare il coefficiente aterogenico e, quindi, di valutare il livello di rischio di alcune malattie.

Il lipidogramma si basa sia sui processi del metabolismo dei grassi nel corpo umano che sullo stato del corpo nel suo complesso. Quindi, agendo insieme al cibo, i grassi sono soggetti a digestione e assimilazione. Tuttavia, questi processi dipendono già dallo stato della mucosa, dalla presenza nel corpo degli elementi necessari di vitamine e coenzimi..
Pertanto, il metabolismo dei grassi consiste in diversi processi correlati che si verificano nel corpo..

Ci sono le seguenti fasi del metabolismo dei grassi nel corpo:

  • ricovero con cibo;
  • scindere i grassi in componenti più piccoli;
  • digestione dei grassi in entrata, principalmente con l'aiuto degli acidi biliari;
  • assorbimento dei grassi a livello della mucosa intestinale;
  • trasporto con sangue alle cellule del fegato;
  • sintesi di acidi grassi (lipogenesi);
  • scambio di trigliceridi, fosfolipidi;
  • ripartizione dei grassi (lipolisi).

Cosa sono i lipidi?

I lipidi sono sostanze di diversa struttura chimica, popolarmente spesso chiamate semplicemente grassi. Tendono a formare vari composti con proteine ​​(sotto forma di lipoproteine) e carboidrati. I lipidi, sono grassi, si sciolgono bene in altri solventi grassi (eteri), si sciolgono male in una base acquosa.

È sbagliato presumere che i grassi e gli acidi grassi rappresentino una minaccia per l'uomo. I lipidi e i loro composti (esteri, lipoproteine) sono vitali per il corpo. Insieme ad altri elementi strutturali (proteine ​​e carboidrati), svolgono una serie di funzioni strutturali e regolatorie. Il principale è strutturale, poiché i grassi sono componenti insostituibili delle membrane cellulari. I lipidi servono anche alla sintesi di varie sostanze biologicamente attive: ormoni, vitamine, acidi biliari, prostaglandine (un neurotrasmettitore coinvolto nell'infiammazione).

Le principali funzioni dei lipidi includono:

  • Strutturale. I grassi (ovvero il colesterolo) sono parte integrante delle membrane cellulari. La più alta concentrazione di colesterolo si trova nelle cellule nervose, cioè nei neuroni. Quindi, il colesterolo è l'elemento base delle terminazioni nervose (guaina mielinica). La carenza di colesterolo e altri grassi nel tessuto nervoso porta a varie malattie neurologiche, poiché i neuroni non sono in grado di svolgere pienamente le loro funzioni senza grassi.
  • Normativa. I grassi e i complessi adiposi fanno parte degli ormoni steroidei e della maggior parte delle vitamine. Partecipano anche attivamente alla trasmissione degli impulsi nervosi..
  • Trasporto. I grassi in combinazione con le proteine ​​formano composti chiamati lipoproteine, che a loro volta svolgono il trasporto di varie sostanze in tutto il corpo..
  • Protettivo. Quasi tutti gli organi del corpo (la maggior parte dei reni) sono circondati da tessuto adiposo. Formando una sorta di cuscinetto adiposo, i grassi proteggono gli organi interni dalle influenze negative esterne.
  • Supporto. Il tessuto adiposo forma supporto per quegli organi che circondano, così come i plessi nervosi e vascolari.
  • Energia. I grassi sono la fonte di energia del corpo. In termini di quantità di energia formata, i grassi superano di due i carboidrati e le proteine ​​tre volte.
  • Termoregolatorio. I grassi corporei formano anche tessuto adiposo sottocutaneo, che impedisce al corpo di ipotermia..
  • Trofico. I lipidi sono coinvolti nell'assorbimento e nell'assimilazione di vitamine e altri principi attivi.
  • Riproduttivo. I grassi svolgono uno dei ruoli principali nella funzione riproduttiva umana. Quindi, prendono parte alla sintesi degli ormoni sessuali, all'assorbimento di vitamine e minerali, alla regolazione dei livelli ormonali.
  • Estetico. I lipidi svolgono un ruolo attivo nel garantire l'elasticità della pelle, proteggendo così la pelle da un'eccessiva perdita di umidità.
Il tasso di metabolismo dei grassi è influenzato da molti fattori. Prima di tutto, è la stagionalità, così come i ritmi biologici, l'età, il sesso, la presenza di patologie concomitanti. Quindi, i maggiori cambiamenti nella massa grassa sono soggetti ad allenamento in estate. Nelle donne, il tasso massimo di metabolismo dei grassi si osserva prima dei 35 anni. Inoltre, le fluttuazioni metaboliche ritmiche sono caratteristiche di ciascun organismo (indipendentemente dal sesso). Questi possono essere ritmi giornalieri, settimanali, mensili, stagionali. La presenza di patologie croniche riduce il tasso di metabolismo dei grassi.

Il corpo umano è più adattato ai ritmi stagionali. Nelle zone a clima freddo, il corpo utilizza le riserve di grasso per un consumo energetico più economico nel freddo inverno. Per alcune persone l'accumulo di grasso durante l'inverno è diventato un importante dispositivo di protezione. Pertanto, è in inverno che una persona ha l'anabolismo dei grassi più pronunciato (contenuto di grasso corporeo più elevato), mentre in estate prevale il catabolismo (contenuto minimo di grasso corporeo).

La violazione del metabolismo dei grassi è alla base di molte patologie. A loro volta, queste violazioni possono essere di natura diversa..

Decodifica del profilo lipidico

Colesterolo nel profilo lipidico

Il colesterolo si trova in quasi tutte le cellule del corpo umano. Fa parte delle membrane cellulari. Combinandosi con fosfolipidi e proteine, conferisce loro una permeabilità selettiva e ha anche un effetto regolatore sull'attività degli enzimi cellulari. Inoltre, il colesterolo è presente nel citoplasma della cellula, dove si trova principalmente allo stato libero con acidi grassi, formando piccole gocce - vacuoli. Nel plasma sanguigno, il colesterolo può essere trovato sia allo stato libero (non esterificato) che nelle lipoproteine ​​(esterificate).

A livello di macroorganismo, il colesterolo svolge anche diverse importanti funzioni. Quindi, è una fonte di sintesi di acidi biliari e ormoni steroidei (androgeni, estrogeni, ormoni surrenali). Un prodotto intermedio dell'ossidazione del colesterolo sotto l'influenza della luce solare nella pelle viene convertito in vitamina D3. Pertanto, il colesterolo svolge un ruolo importante nel metabolismo. In generale, le funzioni fisiologiche del colesterolo sono molto diverse. Tuttavia, vale la pena sapere che il colesterolo è presente esclusivamente negli animali, ma non nei grassi vegetali..

Il problema dei livelli di colesterolo alto è acuto nella società moderna. Ciò è spiegato, prima di tutto, dall'urbanizzazione attiva: il predominio del fast food, uno stile di vita sedentario, una dieta squilibrata, la presenza di patologie metaboliche concomitanti. Dati questi fattori, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha sviluppato una scala per ogni profilo lipidico, che riflette il pericolo di ogni livello..

I valori di riferimento per il colesterolo totale secondo le raccomandazioni dell'OMS includono:

  • il valore ottimale non è superiore a 5,15 millimoli per litro;
  • valore limite - da 5,15 a 6,18 millimoli per litro;
  • alto valore: più di 6,2 millimoli per litro.

Lipoproteine

Le lipoproteine ​​sono composti complessi di lipidi e proteine. Poiché i lipidi stessi sono composti insolubili, si combinano con le proteine ​​per il trasporto nel siero del sangue. In base al valore della densità idratata, il lipidogramma identifica tre tipi di lipoproteine: lipoproteine ​​a bassa densità, densità molto bassa e densità elevata. I livelli di lipoproteine ​​nel sangue sono un indicatore importante. Riflette lo sviluppo di un processo aterosclerotico nel corpo, che, a sua volta, viene preso in considerazione quando si analizzano i fattori di rischio per malattia coronarica, ipertensione arteriosa e diabete mellito.

Gli acidi costituenti delle lipoproteine ​​includono:

  • acido grasso miristico;
  • acido grasso palmitico;
  • acido grasso stearico;
  • acido grasso oleico;
  • acido grasso linoleico;
  • acido grasso linolenico.

Lipoproteine ​​a bassa densità (LDL)

Le lipoproteine ​​a bassa densità sono sintetizzate nelle cellule del fegato. La loro funzione principale è quella di trasportare i trigliceridi dal fegato al sistema circolatorio. Pertanto, insieme alle lipoproteine ​​a bassissima densità, sono il principale coefficiente di aterogenicità. Normalmente, le lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità contengono la maggior parte del colesterolo circolante.

La sintesi (formazione) di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità avviene nel fegato. Quindi vengono secreti nel flusso sanguigno, da dove raggiungono organi e tessuti. Legandosi in modo specifico ai recettori, le lipoproteine ​​rilasciano il colesterolo, che successivamente va alla sintesi delle membrane e di altre strutture cellulari..

Le lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità sono convenzionalmente chiamate lipoproteine ​​"cattive". Essendo di piccole dimensioni, penetrano facilmente nell'endotelio vascolare, dove possono successivamente essere depositati. Sono le lipoproteine ​​a bassa densità che sono un fattore di rischio per lo sviluppo dell'aterosclerosi vascolare. Inoltre, il livello delle lipoproteine ​​influenza direttamente la concentrazione di colesterolo nel sangue..

Lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL)

Lipoproteine ​​ad alta densità (HDL)

Trigliceridi

I trigliceridi sono un altro complesso lipidico, la cui funzione principale è l'energia. Quindi, questa classe di lipidi è la principale fonte di energia nel corpo. Tuttavia, allo stesso tempo, un aumento della concentrazione di trigliceridi porta allo sviluppo di malattie cardiovascolari. Nel metabolismo dei trigliceridi, la condizione principale è l'equilibrio tra la quantità sintetizzata e quella consumata. Se non tutti i trigliceridi vengono consumati per produrre energia (cioè vengono bruciati), il resto va alla sintesi del colesterolo o si deposita nel grasso.

La concentrazione di trigliceridi per litro di plasma sanguigno è solitamente correlata ai livelli di colesterolo totale. Ciò significa che con varie patologie, questi indicatori aumentano quasi contemporaneamente. Ciò è spiegato dal fatto che sia i trigliceridi che il colesterolo sono trasportati dalle stesse lipoproteine. Se si verifica un aumento isolato dei trigliceridi, ciò potrebbe indicare che la persona ha recentemente consumato una grande quantità di grassi dal cibo.

I valori di riferimento dei trigliceridi secondo le raccomandazioni dell'OMS includono:

  • il valore ottimale non è superiore a 1,7 millimoli per litro;
  • valore limite - da 1,7 a 2,2 millimoli per litro;
  • alto valore - da 2,3 a 5,6 millimoli per litro;
  • valore estremamente alto: più di 5,6 millimoli per litro.

Alanina aminotransferasi (ALAT)

L'alanina aminotransferasi è un enzima epatico intracellulare attivo coinvolto in numerose reazioni. Si riferisce a un gruppo di transaminasi, la cui funzione principale è trasferire gruppi funzionali da una molecola all'altra. In piccole quantità, questo enzima si trova nei muscoli, nel miocardio, nei reni e nel fegato. È contenuto nel siero del sangue solo in piccole quantità. In caso di distruzione attiva delle cellule epatiche (citolisi), una grande quantità di enzima viene rilasciata nel sangue. Normalmente, si nota un aumento dell'attività delle transaminasi con diete proteiche o quando si mangiano cibi ricchi di saccarosio. Tuttavia, di regola, un aumento dell'alanina aminotransferasi è dovuto a processi patologici nel corpo e / o all'uso di alcuni farmaci che hanno epatotossicità (la capacità di distruggere le cellule del fegato).

Alti livelli di alanina aminotransferasi sono prevalentemente caratteristici delle patologie epatiche, mentre un aumento del livello di aspartato aminotransferasi è più caratteristico del danno al muscolo cardiaco.

I farmaci che aumentano l'attività dell'alanina aminotransferasi includono:

  • aspirina;
  • indometacina;
  • antidepressivi del gruppo degli inibitori delle monoaminossidasi (moclobemide);
  • lincomicina;
  • steroidi;
  • eritromicina;
  • gentamicina;
  • azatioprina.
Nei casi sopra indicati, la deviazione dalla norma degli indicatori può essere transitoria o permanente. Nel primo caso, l'alanina aminotransferasi (ALAT) viene aumentata solo per il periodo di trattamento. Nel secondo caso, si verificano cambiamenti irreversibili nel parenchima epatico, che portano ad un aumento a lungo termine dell'attività delle transaminasi. Molto spesso, si osserva un aumento o una diminuzione dell'attività ALAT in varie condizioni patologiche del corpo..

Patologie caratterizzate da un aumento del livello di alanina aminotransferasi (ALAT)

Patologie caratterizzate da una diminuzione del livello di alanina aminotransferasi (ALAT)

colecistite acuta (infiammazione della cistifellea)

malattie parassitarie (ad esempio, ascariasis)

patologie epatiche acute e croniche (epatite, cirrosi)

Aspartato aminotransferasi (ASAT)

L'aspartato aminotransferasi (ASAT) è anche un enzima epatico intracellulare endogeno coinvolto nelle reazioni di transaminazione. La massima attività di questo enzima si osserva nel tessuto nervoso, nei muscoli scheletrici, nel miocardio e nel fegato. Si nota un aumento del livello di aspartato aminotransferasi nella patologia epatica e cardiaca, nonché nelle malattie generali del corpo.

Le patologie che sono accompagnate da un aumento del livello di aspartato aminotransferasi includono:

  • processi tumorali nel corpo;
  • infezione da herpesvirus;
  • Epatite virale;
  • cancro al fegato;
  • colangite;
  • tubercolosi dei polmoni e dei linfonodi;
  • periodo acuto di infarto miocardico.
L'enzima è sintetizzato all'interno degli epatociti, cioè a livello intracellulare. Pertanto, normalmente solo una piccola parte di questo enzima entra nel flusso sanguigno. Tuttavia, con danni al fegato e al tessuto cardiaco e, di conseguenza, la distruzione delle cellule, l'aspartato aminotransferasi entra nella circolazione sistemica. La presenza di titoli enzimatici elevati nel sangue viene rilevata mediante test di laboratorio.

Coefficiente (indice) di aterogenicità

L'indice o coefficiente di aterogenicità è il rapporto tra la differenza tra il colesterolo totale e le lipoproteine ​​ad alta densità e la quantità totale di lipoproteine ​​ad alta densità. Può anche essere calcolato come il rapporto tra la somma di lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità e lipoproteine ​​ad alta densità.

In altre parole, l'indice viene calcolato utilizzando la seguente formula:
Coefficiente aterogenico = (colesterolo totale - lipoproteine ​​ad alta densità) / lipoproteine ​​ad alta densità.
O,
Coefficiente aterogenico = (lipoproteine ​​a bassa densità + lipoproteine ​​a bassissima densità) / lipoproteine ​​ad alta densità.

Normalmente, l'indice aterogenico varia da 2,2 a 3,5. Come puoi vedere dalla formula, il coefficiente riflette il rapporto tra colesterolo cattivo e buono. Il calcolo di questo parametro aiuta a sintetizzare il profilo lipidico e valutare oggettivamente i fattori di rischio. È solo che il livello di colesterolo totale non fornisce una stima completa del metabolismo dei lipidi. Ciò è spiegato dal fatto che il colesterolo stesso fa parte di vari composti ed è lo stesso ovunque. Pertanto, solo il tipo di lipoproteine ​​determina dove andrà il colesterolo..

Controllo del profilo lipidico

Profilo lipidico in uomini e donne

Il lipidogramma, come la maggior parte dei parametri di laboratorio, è caratterizzato dalle proprie caratteristiche di età. Inoltre, gli indicatori del profilo lipidico sono caratterizzati da una differenza di genere..

Numerosi disturbi metabolici sono caratterizzati da un aumento delle lipoproteine ​​ematiche “cattive” e da un indice aterogenico, oltre che da una diminuzione di quelle “buone” Per diagnosticare i disturbi del metabolismo lipidico sono necessari chiari criteri biochimici. È anche importante sapere che in oltre il 90% degli individui l'iperlipidemia è ereditaria..
Pertanto, l'analisi del profilo lipidico dovrebbe avvenire in parallelo con l'analisi dei fattori di rischio - ereditarietà, presenza di cattive abitudini (fumo) e malattie concomitanti (ipertensione arteriosa).

Profilo lipidico per età

Colesterolo totale

Trigliceridi

Lipoproteine ​​a bassa densità (LDL)

Lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL)

Lipoproteine ​​ad alta densità (HDL)

  • fino a 1 mese - da 1,3 a 4,4 millimoli per litro;
  • fino a un anno - da 1,6 a 4,9 millimoli per litro;
  • fino a 14 anni - da 2,8 a 5,2 millimoli per litro.
  • da 15 a 65 anni - da 2,8 a 5,9 millimoli per litro;
  • oltre i 65 anni: da 3,6 a 7,1 millimoli per litro.
  • da 15 a 65 anni - da 2,8 a 5,9 millimoli per litro;
  • oltre i 65 anni: da 3,6 a 7,1 millimoli per litro.
  • fino a 14 anni - da 0,30 a 1,4 millimoli per litro.
  • fino a 20 anni - meno di 1,7 millimoli per litro;
  • fino a 40 anni - da 1,7 a 2,25 millimoli per litro.
  • fino a 20 anni - da 1,7 a 2,3 millimoli per litro
  • fino a 40 anni - da 1,7 a 2,25 millimoli per litro.
  • bambini sotto i 14 anni - da 1,76 a 3,63 millimoli per litro;
  • da 10 a 15 anni - da 1,76 a 3,52 millimoli per litro.
  • fino a 20 anni -1,53 -3,55 millimoli per litro;
  • fino a 40 anni - da 1,94 a 4,45 millimoli per litro;
  • fino a 60 anni: da 2,31 a 5,44 millimoli per litro
  • dopo 60 anni: da 2,59 a 5,80 millimoli per litro.
  • fino a 20 anni -1,61 -3,37 millimoli per litro;
  • fino a 40 anni - da 1,71 a 4,45 millimoli per litro;
  • fino a 60 anni - da 2,25 a 5,26 millimoli per litro;
  • dopo 60 anni: da 2,15 a 5,44 millimoli per litro.
  • 0,26 - 1,04 millimoli per litro.
  • 0,26 - 1,04 millimoli per litro.
  • bambini sotto i 10 anni - da 0,93 a 1,89 millimoli per litro;
  • da 10 a 15 anni - da 0,91 a 1,93.
  • fino a 20 anni -0,85 -1,91 millimoli per litro;
  • fino a 40 anni - da 0,88 a 2,12 millimoli per litro;
  • fino a 60 anni - da 0,96 a 2,35 millimoli per litro;
  • dopo 60 anni: da 0,98 a 2,48 millimoli per litro.
  • fino a 20 anni -0,78 -1,63 millimoli per litro;
  • fino a 40 anni - da 0,88 a 2,12 millimoli per litro;
  • fino a 60 anni - da 0,72 a 1,84 millimoli per litro;
  • dopo 60 anni: da 0,98 a 1,94 millimoli per litro.

Deviazioni nel profilo lipidico

Quando si analizza il profilo lipidico, è molto importante tenere conto delle peculiarità del background ormonale nelle femmine. Pertanto, è noto che nelle donne prima della menopausa il livello di lipoproteine ​​ad alta densità (buono) è più alto che negli uomini. Pertanto, il rischio di malattie cardiovascolari in questo periodo è inferiore a quello degli uomini. Tuttavia, dopo la menopausa, si verifica una diminuzione delle lipoproteine ​​"buone" e un aumento del colesterolo totale, a seguito del quale aumenta il rischio di malattie cardiovascolari..

Le principali deviazioni nel profilo lipidico includono:

  • iperlipidemia;
  • ipolipemia;
  • ipercolesterolemia;
  • ipocolesteremia.
L'iperlipidemia (sinonimo - iperlipemia) è un aumento della concentrazione di lipidi totali (grassi). Allo stesso tempo, un aumento del grasso nell'analisi può essere puramente fisiologico (dopo un pasto pesante) o patologico. Nel primo caso, l'iperlipidemia è chiamata alimentare, che ne riflette l'essenza. L'iperlipidemia alimentare si nota entro 1 o 4 ore dopo aver mangiato. La sua gravità dipende dal livello di lipidi nel sangue a digiuno. Quindi, più basso è il livello di lipidi nel sangue di un paziente a stomaco vuoto, più alto diventa dopo aver mangiato. L'iperlipidemia patologica è osservata nella patologia metabolica, malattie croniche non solo del tratto gastrointestinale, ma anche di altri sistemi.

Le patologie che sono accompagnate da un contenuto lipidico elevato costante includono:

  • malattia renale acuta e cronica;
  • cirrosi;
  • epatite nel periodo acuto;
  • patologia pancreatica.
L'ipolipemia è l'opposto dell'iperlipidemia ed è caratterizzata da una diminuzione della quantità di lipidi totali. In generale, una bassa quantità di grassi indica una dieta a digiuno..

L'ipercolesterolemia è un fenomeno caratterizzato da un aumento del contenuto di colesterolo (oltre 6,1 millimoli per litro). Oltre alle deviazioni precedenti, può essere di natura diversa. Il colesterolo è chimicamente un alcol aromatico monoidrico secondario. Con le sue funzioni, è un componente insostituibile delle membrane cellulari. La mancanza di colesterolo nel tessuto nervoso porta a gravi disturbi neurologici e mentali.

Nel sangue, il colesterolo si presenta in diverse forme: sotto forma di lipoproteine ​​(principalmente a bassa e bassissima densità), nonché allo stato libero.
L'ipercolesterolemia può essere anche di origine alimentare e manifestarsi dopo i pasti. Tuttavia, l'aumento patologico più comune del colesterolo.

Le condizioni che sono accompagnate da colesterolo alto nel sangue includono:

  • colestasi: ristagno della bile;
  • patologia renale - insufficienza renale cronica, glomerulonefrite, sindrome nefrosica;
  • tumori maligni del pancreas;
  • gotta;
  • disturbi endocrini, in particolare diabete mellito, ipotiroidismo, carenza di vitamina B, obesità.
L'ipocolesterolemia è l'opposto dei livelli di colesterolo alto. Si nota molto meno frequentemente dell'ipercolesterolemia. Una diminuzione del livello di colesterolo nel plasma sanguigno viene registrata non solo durante il digiuno, ma anche in alcune malattie..

Le patologie caratterizzate da una diminuzione della concentrazione di colesterolo nel sangue sono:

  • sindrome da malassorbimento (malassorbimento);
  • danno al sistema nervoso centrale;
  • insufficienza cardiovascolare cronica;
  • ipertiroidismo (aumento della funzione tiroidea);
  • malattie infettive e pyoinfiammatorie acute;
  • pancreatite acuta;
  • febbre prolungata;
  • tubercolosi dei polmoni e dei linfonodi;
  • polmonite e bronchite;
  • sarcoidosi del sistema polmonare;
  • anemia (bassi livelli di emoglobina e globuli rossi);
  • ittero emolitico;
  • malattie oncologiche (più spesso con cancro intestinale);
  • reumatismi.

A cosa serve un profilo lipidico??

Un lipidogramma è un test comunemente prescritto. Qualsiasi specialista può consigliarlo, poiché le deviazioni nel profilo lipidico sono caratteristiche di un'ampia varietà di malattie. Quindi l'analisi del metabolismo lipidico è consigliata per monitorare il trattamento, valutare i fattori di rischio per la malattia coronarica, nonché semplicemente per lo screening delle malattie cardiovascolari.

Le situazioni in cui è necessario superare un profilo lipidico includono:

  • Esame preventivo di persone sane. L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda di controllare i livelli di lipidi nelle persone sopra i 20 anni almeno una volta ogni 5 anni.
  • Aumento dei livelli di colesterolo totale. Il limite superiore del colesterolo totale normale è un'indicazione per un'analisi dettagliata del metabolismo lipidico (cioè per un profilo lipidico).
  • Una storia di alti livelli di colesterolo. Se in precedenza è stato rilevato un livello di colesterolo totale elevato, si consiglia di prendere un profilo lipidico ogni tre mesi.
  • Storia familiare complicata. È l'indicazione principale per la rilevazione attiva dei fattori di rischio per le malattie cardiovascolari. Quindi, se almeno un membro della famiglia soffre di diabete mellito o ipertensione arteriosa, o ha subito un ictus, si raccomanda che tutti i membri della famiglia assumano un profilo lipidico una volta al trimestre..
  • Presenza di fattori di rischio. Se il paziente ha fattori di rischio per malattie cardiovascolari e patologie metaboliche, questa è un'indicazione per il monitoraggio regolare dello spettro lipidico.
  • Monitoraggio della terapia con statine. Alte concentrazioni di colesterolo e lipoproteine ​​a bassa densità sono un'indicazione per il trattamento farmacologico. A tale scopo vengono prescritti farmaci chiamati statine. Per valutare l'effetto delle statine, viene eseguito un profilo lipidico prima e dopo il trattamento.
  • Monitoraggio dell'efficacia della dieta ipolipemizzante. Per livelli lipidici elevati, si raccomanda anche una dieta ipolipemizzante speciale. La sua efficacia viene valutata anche utilizzando un profilo lipidico..

Quando viene prescritto un profilo lipidico?

L'indicazione principale per un profilo lipidico è una valutazione del rischio di malattie cardiovascolari. Pertanto, un numero elevato di colesterolo totale e la sua frazione (lipoproteine) sono uno dei principali fattori di rischio per la malattia coronarica e l'infarto del miocardio. Se altri fattori si uniscono al colesterolo alto (età, sovrappeso concomitante), in questo caso è necessario aderire a una tattica di trattamento speciale.

I fattori di rischio per le malattie cardiovascolari sono:

  • età superiore ai 45 anni per gli uomini;
  • 55 anni per le donne;
  • fumare;
  • sovrappeso;
  • disturbi del metabolismo dei carboidrati - diabete mellito di primo o secondo tipo;
  • ipertensione arteriosa: un aumento della pressione sanguigna di oltre 140 millimetri di mercurio;
  • la presenza di ictus nella storia medica;
  • precedente infarto miocardico.

Preparato per profilo lipidico

Come ogni altra analisi, un profilo lipidico richiede una certa preparazione. La condizione principale è l'erogazione di un'analisi a stomaco vuoto (come del resto per la maggior parte delle analisi). Si raccomanda inoltre di astenersi dal fumare per almeno mezz'ora prima dell'analisi, poiché il fumo concentra fortemente "ispessisce" il sangue. Questo, a sua volta, può portare a interpretazioni errate del profilo lipidico..

Le condizioni per la preparazione per un profilo lipidico sono:

  • rifiuto del cibo entro 12 ore prima dell'analisi;
  • smettere di fumare 30 minuti prima dell'analisi;
  • eliminazione dello stress fisico ed emotivo il giorno dell'analisi.
Il fattore di rischio più significativo per le malattie cardiovascolari è la quantità di colesterolo totale. Tuttavia, è importante sapere che il valore di questo indicatore non dipende sempre direttamente dalla nutrizione. Nel corpo umano, il colesterolo può essere formato senza l'assunzione di grassi dall'esterno, cioè può essere sintetizzato all'interno del corpo. Questo colesterolo è chiamato endogeno. È il colesterolo endogeno (interno) che è considerato la causa principale dell'aterosclerosi. La velocità di sintesi del colesterolo endogeno può essere influenzata da alcune condizioni patologiche.

Quindi, nel diabete mellito a causa del metabolismo alterato, viene sintetizzato un gran numero di corpi chetonici e colesterolo. Pertanto, questa malattia è più spesso caratterizzata da ipercolesterolemia (livelli di colesterolo superiori a 6 millimoli per litro). Grandi titoli di colesterolo endogeno sono registrati nella glomerulonefrite. Ciò è spiegato dal fatto che con questa patologia c'è un'escrezione accelerata di proteine ​​plasmatiche. Di conseguenza, la viscosità e la pressione osmotica del sangue sono disturbate, il che si riflette nei relativi indicatori di colesterolo.

La quantità di trigliceridi dipende fortemente da questo indicatore, il loro aumento di varie malattie si verifica contemporaneamente. Ciò è dovuto al fatto che questi composti sono trasportati dalle stesse lipoproteine. Il livello di trigliceridi aiuta a determinare se il test dello spettro lipidico è stato eseguito correttamente. Se si riscontra un aumento della quantità di queste sostanze alla norma del colesterolo, l'analisi è considerata inaffidabile. Questo si osserva quando si mangiano cibi grassi prima di donare il sangue..

Lipidogramma per infarto miocardico (MI)

Uno dei valori più importanti del profilo lipidico è la sua applicazione nella valutazione dei fattori di rischio per la patologia cardiovascolare, ed in particolare nella valutazione del rischio di infarto miocardico. Allo stesso tempo, il concetto stesso di fattori di rischio è alla base della prevenzione primaria e secondaria della malattia coronarica. È necessario uno studio approfondito dei fattori di rischio per la malattia coronarica sia per stabilire la causa della malattia sia per sviluppare le fasi della sua prevenzione.

La valutazione del rischio di infarto miocardico e della sua morte viene effettuata secondo il sistema SCORE. La scala SCORE è un questionario specificamente progettato per valutare il rischio di malattie cardiovascolari fatali (infarto del miocardio) nell'arco di 10 anni. Questo tiene conto del profilo lipidico, dell'età, del sesso, del fumo e della pressione sanguigna sistolica. I dati (pressione sanguigna sistolica, colesterolo) vengono inseriti in un calcolatore appositamente progettato per questo. Il valore ottenuto durante il calcolo rappresenta la probabilità di esito fatale da infarto miocardico in percentuale. Inoltre, se l'importo ricevuto era inferiore al 5%, il paziente appartiene a un gruppo a basso rischio. Se la cifra è 5 o più, il paziente è incluso nel gruppo ad alto rischio. Tuttavia, il gruppo di rischio è influenzato anche da altri segni. Questi includono bassi livelli di buone lipoproteine, colesterolo alto, obesità concomitante e uno stile di vita sedentario.

Gli indicatori del profilo lipidico possono essere suddivisi in tre gruppi di rischio principali. Questa interpretazione è in linea con le raccomandazioni internazionali.

Livello di rischio di infarto miocardico

Colesterolo totale

Lipoproteine ​​ad alta densità (HDL)

Lipoproteine ​​a bassa densità (LDL)


Articolo Successivo
Gestosi