Tutti i segni e sintomi dell'osteocondrosi del rachide cervicale


L'osteocondrosi è una patologia comune della colonna vertebrale, caratterizzata da alterazioni distrofiche nella struttura dei dischi cartilaginei delle vertebre e della loro base ossea. In un modo o nell'altro, l'osteocondrosi si manifesta nella maggior parte delle persone dopo 30 anni. I sintomi dell'osteocondrosi cervicale sono diversi, il che spesso complica la diagnosi e il successivo trattamento.

Sintomi e segni generali dell'osteocondrosi cervicale

È importante sapere! I medici sono scioccati: "Esiste un rimedio efficace ed economico per l'OSTOCONDROSI". Ulteriori informazioni.

Il processo di osteocondrosi colpisce una qualsiasi delle parti della colonna vertebrale o più contemporaneamente. Le vertebre lombari e cervicali sono le più suscettibili alla patologia, in quanto le più esposte a stress dovuto all'anatomia dello scheletro umano. Le conseguenze dell'osteocondrosi della colonna vertebrale nel rachide cervicale offrono i maggiori disagi e potenziali complicazioni, perché il collo è un'area ricca di autostrade neurovascolari, molte delle quali alimentano direttamente il cervello.

Per questo motivo, i sintomi clinici nell'osteocondrosi cervicale sono associati all'ischemia delle regioni cerebrali. Inoltre, le radici nervose, che forniscono sensibilità e attività motoria delle mani e del cingolo scapolare, quando vengono schiacciate dai dischi vertebrali distrutti, possono fornire un quadro sintomatico vario..

I segni dell'osteocondrosi del collo dipendono da quale dei sistemi corporei è interessato dalla patologia:

  1. La ridotta circolazione sanguigna dovuta alla compressione delle arterie vertebrali causa la maggior parte dei complessi di sintomi da parte del cervello.
  2. La compressione delle radici che emergono dal forame vertebrale fornisce un'immagine del danno ai nervi periferici.
  3. Il pizzicamento del midollo spinale è associato a gravi patologie neurologiche che si verificano nei casi avanzati.

Di seguito considereremo la clinica generale dell'osteocondrosi del rachide cervicale.

Dolore nella parte posteriore della testa, del collo e del collo

Questo è il sintomo più comune. La localizzazione del dolore può essere espansa, interessando le spalle, la regione clavicolare, il torace, trasformandosi in intense emicranie alla testa. La natura del dolore dipende dalla localizzazione della lesione e dalla gravità della patologia. All'inizio dello sviluppo della malattia, il dolore può essere rapidamente transitorio, diventando gradualmente cronico, doloroso. Nei momenti di esacerbazione, il dolore diventa lancinante, con un aumento del tono dei muscoli del collo e un movimento della testa limitato.

Spesso, il dolore nell'osteocondrosi cervicale può essere localizzato dietro lo sterno, nel qual caso molti pazienti assumono questo sintomo per l'angina pectoris. La differenziazione può essere effettuata assumendo una compressa di nitroglicerina: il dolore causato dall'osteocondrosi non viene alleviato da esso.

Rumore, ronzio, sensazione di soffocamento nelle orecchie

I disturbi dell'udito vengono spesso aggiunti a questi sintomi. Questi fenomeni sono associati a una diminuzione del flusso sanguigno dalle arterie vertebrali all'apparato vestibolare. Il complesso di questi sintomi è chiamato sindrome cocleare o cocleare ed è tutt'altro che sempre possibile determinare la sua connessione con l'osteocondrosi nel rachide cervicale. Una caratteristica specifica per la differenziazione è che il rumore, la congestione e il ronzio nelle orecchie si avvertono quando si cambia posizione, dopo essere stati nella stessa posizione per molto tempo..

Vertigini

Le vertigini sono anche causate da un flusso sanguigno alterato agli organi dell'orecchio interno, che garantisce l'equilibrio del corpo. Le vertigini sono spesso accompagnate da nistagmo - fluttuazioni volontarie delle pupille degli occhi ai lati.

Mancanza d'aria

Questa sensazione appare a causa dell'irritazione delle terminazioni del nervo frenico. È un componente del fascio del nervo cervicale ed è coinvolto nella regolazione della respirazione, della sua profondità e frequenza. I pazienti lamentano l'incapacità di respirare profondamente. In alcuni casi, il sintomo è aggravato da grave mancanza di respiro e soffocamento. Per lo stesso motivo, la respirazione si ferma di notte e si osserva il russare. La mancanza di ossigeno a causa di problemi respiratori porta alla fine ad un aumento della fatica, diminuzione della concentrazione e problemi di memoria.

Nausea

È accompagnato da eruttazione d'aria. È anche causato da problemi di circolazione sanguigna in alcune aree del cervello e dell'orecchio interno. Talvolta si osserva nausea con vomito indomabile innescato dai movimenti della testa e del corpo. La conseguenza di nausea e vomito frequenti è diminuzione dell'appetito, perdita di peso, carenza nutrizionale.

Problemi di vista

"Mosche" negli occhi, diminuzione dell'acuità visiva, nebbia davanti agli occhi: sono tutti sintomi causati dall'ischemia della parte del cervello responsabile della vista. I pazienti con osteocondrosi si lamentano meno spesso della vista, poiché la mancanza di afflusso di sangue dai vasi vertebrali è compensata dal flusso sanguigno dal sistema dell'arteria carotide. Occhiali ed esercizi terapeutici per i muscoli oculari non risolvono il problema, di solito la vista migliora dopo il trattamento dell'osteocondrosi.

Quali sono i sintomi più importanti dell'osteocondrosi sono brevemente descritti in questo video:

Picchi di pressione sanguigna

Un livello di pressione instabile è causato da un flusso sanguigno alterato nel midollo allungato, che è responsabile delle funzioni del centro vascolare-motore.

Svenimento improvviso o sincope

Si verifica con spasmo delle arterie del cervello a causa di una breve interruzione del flusso sanguigno attraverso le arterie vertebrali. Il paziente può essere rapidamente portato fuori dallo stato di perdita di coscienza sdraiandolo in modo che le sue gambe siano leggermente più alte della sua testa: il flusso sanguigno al cervello gli consente di rivivere. Possono verificarsi problemi di linguaggio e movimento reversibili per qualche tempo dopo un attacco di svenimento a causa di una breve interruzione del flusso sanguigno.

Sintomi faringei

Spesso possono essere l'unico segno che indica l'osteocondrosi cervicale. Espresso come sudorazione, secchezza e un nodo alla gola, difficoltà a deglutire. I sintomi sono associati alla compressione dei plessi nervosi responsabili dell'innervazione della regione faringea. È necessario differenziare tali manifestazioni da una clinica simile per infiammazione o neoplasie.

Aumento della temperatura corporea

Un aumento della temperatura corporea per l'osteocondrosi cervicale non è il sintomo più tipico, si osserva raramente e localmente: nella zona cervicale e del collo, con un leggero arrossamento della pelle.

La clinica dell'osteocondrosi nel rachide cervicale può essere, in primo luogo, di vari gradi di gravità, dipende dallo stadio di sviluppo della patologia, anche durante i periodi di esacerbazioni sono più luminose e, in secondo luogo, si sviluppano in determinate sindromi.

I sintomi dipendono dallo stadio dell'osteocondrosi cervicale

Fase I

Anche l'OSTOCONDROSI "trascurata" può essere curata a casa! Ricorda solo di spalmarlo una volta al giorno..

L'inizio dei processi degenerativi nella cartilagine dei dischi vertebrali. I sintomi sono lievi, a volte potrebbero non essere osservati affatto. I primi segni di osteocondrosi del rachide cervicale:

  • fastidio al collo, alle braccia, alle spalle, che a volte si trasforma in dolore;
  • mal di testa;
  • lieve limitazione dell'attività motoria del collo;
  • disabilità visiva a passaggio rapido;
  • diminuzione della sensibilità della pelle della zona del colletto.

Importante: questi sintomi diventano più pronunciati inclinando la testa..

Di norma, nella prima fase dell'osteocondrosi cervicale, i pazienti non vanno dal medico, credendo che tutti i sintomi siano associati a stanchezza, stress, età, mancanza di sonno.

Fase II

In questa fase, è iniziata la sporgenza dei dischi vertebrali, le fessure intervertebrali si restringono, la fibra di collagene dell'anello fibroso del disco viene distrutta. Ci sono evidenti sintomi di dolore di natura puntuale dovuti alla compressione dei tronchi nervosi, aggravati dai movimenti del collo e dai giri della testa. Qui puoi già sospettare l'osteocondrosi cervicale, i cui sintomi nella seconda fase sono i seguenti:

  • forte dolore al collo, a volte con uno scricchiolio;
  • la pelle delle spalle e delle braccia perde quasi completamente sensibilità;
  • i mal di testa sono frequenti, non vanno via per molto tempo;
  • deficit visivo con "mosche" negli occhi;
  • ronzio e tinnito;
  • debolezza muscolare degli arti superiori;
  • ridotta chiarezza dei riflessi tendinei;
  • dolori lancinanti con rinculo sotto la scapola;
  • sensazione di nodo alla gola, difficoltà a deglutire;
  • disturbi del sonno, generalmente insonnia.

Tenere la testa in una posizione per lungo tempo provoca un forte dolore. In questa fase dello sviluppo della malattia, i pazienti vengono già dal medico per chiedere aiuto..

III stadio

L'anulus fibrosus nel disco viene distrutto, si formano ernie. Nella terza fase, c'è una deformazione della colonna vertebrale, spostamento e dislocazione delle vertebre a causa della loro debole fissazione. I sintomi sono i seguenti:

  • dolore intenso e acuto al collo, zona del collo, zona del cuore;
  • ridotta sensibilità del cuoio capelluto nella parte posteriore della testa, nella regione della spalla, nelle mani, fino a una completa assenza;
  • ernia del rachide cervicale;
  • paresi e paralisi degli arti superiori;
  • i riflessi tendinei non sono praticamente osservati.

Questa è una fase grave della malattia in cui il paziente non è più in grado di sostenere la testa da solo. L'ischemia del midollo spinale e la compressione delle arterie della colonna vertebrale portano a paralisi e paresi in altre parti del corpo e ictus spinale.

Sindromi causate da osteocondrosi del rachide cervicale

La non specificità e un gran numero di vari sintomi che accompagnano l'osteocondrosi del rachide cervicale complicano la diagnosi e l'ulteriore trattamento, poiché alcuni di essi possono essere un segno di malattie completamente diverse. I sintomi dell'osteocondrosi cervicale sono raggruppati in gruppi specifici chiamati sindromi. La loro presenza e gravità possono indicare una patologia nel rachide cervicale con una localizzazione specificata.

Un gruppo di sindromi comuni:

Radicolare. Altrimenti chiamato sciatica cervicale. Combina i sintomi associati alla violazione delle radici nervose delle vertebre cervicali. Caratterizzato da "brividi" nella zona interessata, formicolio alle dita, avambracci, pelle pastosa, che si diffonde a determinate dita.

Riflesso irritativo. Bruciore e dolore acuto nella parte posteriore della testa e del collo, a volte con un ritorno al torace e alla spalla, che si manifesta al momento di un cambiamento nella posizione della testa e del collo, con starnuti, tosse e una brusca rotazione della testa.

Elena Malysheva ei suoi costanti assistenti parlano del dolore, dei sintomi e del trattamento dell'osteocondrosi cervicale nel video:

  • mal di testa, convulsioni o costantemente, di natura pulsante;
  • disagio con alcuni movimenti, anche dopo una lunga posizione statica;
  • debolezza, nausea, perdita di coscienza;
  • perdita dell'udito, problemi di equilibrio;
  • diminuzione dell'acuità visiva.

Cardiaco. Quasi la stessa immagine con angina pectoris spesso porta a diagnosi e trattamento errati. La sindrome appare a causa dell'irritazione dei recettori del nervo frenico, che coinvolge in parte il pericardio e il muscolo grande pettorale. Pertanto, gli spasmi nell'area cardiaca sono più riflessi, come una risposta all'irritazione dei nervi cervicali. Sintomi:

  1. Insorgenza improvvisa, dolore prolungato, aggravato da un brusco movimento del collo, tosse, starnuti, che non scompare con l'assunzione di farmaci per il cuore.
  2. L'ECG non mostra anomalie nel flusso sanguigno al muscolo cardiaco.
  3. A volte possono esserci extrasistole e tachicardia.

Sindrome vegetativa-distonica. La sublussazione della prima vertebra cervicale con spostamento può portare allo sviluppo di distonia vegetativa-vascolare. Il VSD non è una diagnosi definitiva, poiché non presenta sintomi pronunciati. Possono esserci segni neurologici, sintomi di alterato flusso sanguigno cerebrale, picchi di pressione intracranica, spasmi muscolari. Di conseguenza, i reclami del paziente si riducono a vertigini, diminuzione dell'acuità visiva, perdita di coscienza, mal di testa, nausea.

Come trattare l'osteocondrosi cervicale

La condizione descritta della colonna vertebrale è una patologia molto grave, che, se trascurata, porta alla disabilità e, a seguito di profondi disturbi della circolazione cerebrale, alla morte. Per questo motivo, l'automedicazione in caso di tali sintomi non dovrebbe essere affrontata. L'osteocondrosi viene trattata in ospedale ea casa solo come prescritto da un medico. Nelle fasi iniziali, il trattamento dell'osteocondrosi cervicale è conservativo, compresi i farmaci: farmaci antinfiammatori non steroidei, anestetici, agenti ormonali, complessi vitaminici, condroprotettori - tutto ciò allevia l'infiammazione, il dolore, migliora il trofismo dei tessuti molli e della cartilagine delle vertebre.

Nel periodo acuto, i farmaci vengono prescritti sotto forma di iniezioni, poiché il dolore si attenua, il paziente passa alle pillole. Fisioterapia, massaggi, esercizi di terapia fisica, solitamente prescritti nella fase di remissione, vengono aggiunti ai corsi di farmaci. Nei casi difficili, l'osteocondrosi viene trattata con un intervento chirurgico.

In questo video puoi vedere come si presenta un breve corso di terapia fisica per principianti:

Osteocondrosi cervicale: sintomi e trattamento

L'osteocondrosi cervicale è un disturbo in cui la polpa tra le vertebre, fungendo da ammortizzatore, diventa tessuto ossificato.

Dolore al collo? Vertigini? Crunch? Lombalgia del collo? "È possibile l'osteocondrosi..." - pensi, digitando una richiesta su Internet. Niente panico! L'osteocondrosi del rachide cervicale non è una frase, può essere prevenuta, rallentata e persino curata. Come? Scopriamolo insieme.

Soddisfare

introduzione

Sfortunatamente, l'osteocondrosi cervicale è una malattia tranquilla e insidiosa. Potresti non essere consapevole della sua esistenza fino a quando ad un certo punto non sentirai spasmi muscolari e dolore al collo. Spesso si aggiungono vertigini e intorpidimento delle estremità..

La ragione di tali fenomeni apparentemente non correlati è nella natura complessa dell'osteocondrosi..

Cos'è l'osteocondrosi: dal generale...

L'osteocondrosi è una malattia della colonna vertebrale in cui sono danneggiati i dischi intervertebrali, che agiscono come ammortizzatori. Contraendosi e aprendosi, conferiscono alla colonna vertebrale fermezza ed elasticità, consentendo al corpo di mantenere l'equilibrio durante il movimento. Con la loro distruzione parziale o completa, questo equilibrio viene perso, il che influisce inevitabilmente sull'attività motoria di una persona. La ragione di tali cambiamenti è spesso l'usura fisica e la deformazione del disco o, più semplicemente, il suo "invecchiamento". Inoltre, il resto del nostro corpo può servirci fedelmente per molti anni a venire..

- È generalmente accettato che l'osteocondrosi sia una malattia correlata all'età. Tuttavia, negli ultimi anni, la malattia è diventata notevolmente "più giovane": le persone di 25 anni e anche più giovani sono a rischio. Il colpevole è uno stile di vita sedentario, malnutrizione e attività fisica irregolare sul corpo. Inoltre, le statistiche mostrano che le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di osteocondrosi. Prima di tutto, ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche e al background emotivo. Tuttavia, la malattia è più grave negli uomini..

... più specificamente - osteocondrosi cervicale

L'osteocondrosi del rachide cervicale si verifica più spesso. Il fatto è che è nel collo che si concentra la maggior parte dei vasi e delle terminazioni nervose, mentre le vertebre stesse sono molto più piccole qui (circa la metà rispetto alla regione lombare) e il corsetto muscolare è notevolmente più debole.

Insieme all'elevata mobilità e vicinanza del midollo spinale, la regione cervicale del nostro corpo necessita di maggiore attenzione.

Perché l'osteocondrosi cervicale è pericolosa??

Purtroppo, il pericolo di osteocondrosi cervicale è anatomicamente giustificato: le arterie vertebrali passano attraverso la regione cervicale, che saturano importanti centri cerebrali nelle parti posteriori del cervello con il sangue. E qualsiasi interruzione e disturbo nell'afflusso di sangue può essere irreversibile, dalla curvatura patologica della colonna vertebrale (lordosi del collo) alla completa perdita della capacità motoria, ictus e persino la morte.

Fortunatamente, è quasi impossibile non notare i sintomi di una catastrofe imminente: problemi di coordinazione, grave deterioramento della vista e dell'udito, frequenti capogiri e perdita di coscienza...

Se, insieme al normale dolore al collo, noti questi segni, consulta immediatamente il medico.!

Diagnostica e sintomi dell'osteocondrosi cervicale della colonna vertebrale

L'osteocondrosi è una malattia grave e solo uno specialista qualificato può diagnosticare, cioè un vertebrologo specializzato nella risoluzione di problemi alla colonna vertebrale, un ortopedico o un neurologo.

I metodi più accurati per diagnosticare l'osteocondrosi cervicale: raggi X, tomografia computerizzata (TC) e risonanza magnetica (MRI), che consentono di identificare non solo i sintomi dell'osteocondrosi cervicotoracica, ma anche altri cambiamenti concomitanti nel corpo.

Se si verifica uno dei seguenti sintomi, consultare immediatamente un medico professionista.

  • dolore sordo, doloroso, intenso al collo e alla parte posteriore della testa
  • lombalgia del collo, scricchiolio quando si gira la testa
  • vertigini, "velo" davanti agli occhi, svenimento
  • mal di testa
  • nausea
  • intorpidimento degli arti
  • tinnito, visione offuscata
  • debolezza muscolare generale

Il dolore nell'osteocondrosi è spesso di natura dolorosa, si irradia alla testa ed è accompagnato da intorpidimento delle braccia e delle gambe. Ciò è causato principalmente da terminazioni nervose schiacciate e aumento della pressione intracranica.

La natura dell'osteocondrosi

Come ogni malattia, l'osteocondrosi spinale ha diversi stadi di sviluppo.

Per una migliore comprensione dei processi che si verificano nel corpo, proponiamo di comprendere prima la struttura del disco stesso, quindi analizzare quali cambiamenti sono caratteristici di ogni fase dell'osteocondrosi.

Il disco vertebrale stesso è costituito da più parti: il nucleo polposo (parte interna), l'anulus fibroso (guscio esterno) e la cartilagine ialina, che separa il disco dalla vertebra e svolge la funzione di nutrizione.

Il nucleo polposo è ricco di acqua ed è responsabile dell'assorbimento degli urti, adattandosi al centro di gravità, schiacciandosi e muovendosi come una palla di mercurio. L'anello fibroso circostante, al contrario, ha una struttura solida ed è costituito da fibre intrecciate. Poiché il compito principale dell'annulus fibrosus è quello di proteggere il nucleo dai danni, è esso che subisce il "colpo" su se stesso sotto carichi elevati.

Fasi dell'osteocondrosi

Tradizionalmente, ci sono quattro fasi dell'osteocondrosi..

Osteocondrosi cervicale 1 grado - stadio preclinico

Questa è una fase iniziale della malattia, quando si verifica la cosiddetta "essiccazione" del disco: la sua altezza ed elasticità diminuiscono.

Allo stesso tempo, non ci sono ancora cambiamenti strutturali, tuttavia, così come i sintomi e, di conseguenza, i reclami. Potresti non provare disagio; gli unici "precursori" possono essere la rigidità mattutina e i depositi di sale nel collo. Anche se, vedi, con il nostro modo di vivere, questi sentimenti sono piuttosto la norma..

Osteocondrosi cervicale di 2 ° grado - l'inizio dei cambiamenti strutturali

Qui iniziano cambiamenti irreversibili nel nucleo polposo - necrosi e distruzione causate da disturbi metabolici - contemporaneamente alla formazione di crepe nell'anulus fibroso.

Il corpo inizia a inviare segnali SOS sotto forma di un forte dolore al collo, ridotta resistenza, rapido affaticamento.

Osteocondrosi cervicale 3 gradi - discosi progressiva

La tenuta dell'anello fibroso viene interrotta, a seguito della quale il nucleo polposo "sporge" nel canale spinale attraverso le crepe risultanti.

Se la membrana esterna non si rompe completamente, il disco intervertebrale può ancora essere riparato. Questo processo è chiamato protrusione del disco spinale e viene trattato con successo in regime ambulatoriale. Allo stesso tempo, senti dolore costante al collo e tutta la schiena, progredendo durante lo sforzo e trovandoti in una posizione scomoda.

In caso di completa distruzione dell'anello fibroso, al dolore si aggiungono problemi di coordinazione, vertigini, nausea; c'è il rischio di disabilità. Devi cercare prontamente un aiuto medico!

Osteocondrosi cervicale 4 gradi - rigenerazione

Come risultato di processi irreversibili tra le vertebre, si formano escrescenze (osteofiti) che bloccano la mobilità delle articolazioni. Il nucleo polposo viene sostituito da tessuto cicatriziale, le terminazioni nervose sono danneggiate, la guarigione è possibile solo chirurgicamente.

Paradossalmente, in termini di benessere, puoi sentire miglioramenti evidenti: la colonna vertebrale riacquista la capacità di sopportare lo stress. Tuttavia, il dolore e l'attività fisica limitata aumenteranno solo successivamente..

Cause dell'osteocondrosi

Ahimè, parlando delle cause di una malattia così difficile come l'osteocondrosi, bisogna tenere presenti molti fattori: dalle condizioni esterne alla predisposizione fisiologica.

Come capire che sei a rischio? Spunta mentalmente la casella accanto a ciascuno degli elementi che si adattano a te e al tuo stile di vita.

  • Hai avuto lesioni alla colonna vertebrale?
  • Sovrappeso (obesità)?
  • Sono soggetti a cattive abitudini (fumo, consumo di alcolici), stress regolare?
  • Soffri di malattie infettive croniche, disturbi metabolici?
  • Il tuo lavoro è un duro lavoro fisico?
  • Ti è stata diagnosticata una postura scorretta e / o piedi piatti?
  • Hai uno stress regolare sulla colonna vertebrale??

Se hai risposto sì ad almeno una delle domande, ahimè, sei a rischio. Questa è una cattiva notizia. Ma ce n'è anche una buona: l'osteocondrosi del rachide cervicale può essere fermata, curata e persino prevenuta con una diagnosi tempestiva e l'inizio di una corretta prevenzione.

Come prevenire l'osteocondrosi

Ci sono una serie di misure preventive che consigliamo di seguire per giocare in anticipo sulla curva con l'osteocondrosi del rachide cervicale.

Passaggio 1. Alzati!

Sei sedentario? Lavoro sedentario, ore al computer, alimentazione irregolare e scorretta, mancanza di sonno, stress...?

Tutto ciò contribuisce a processi "stagnanti" nel corpo e provoca lo stadio iniziale dell'osteocondrosi.

Per evitare la progressione della malattia, sii intelligente riguardo al tuo programma di lavoro, fai pause regolari (ogni ora per cinque minuti) e prenditi cura della tua salute. Credimi, molto presto dirai "grazie" a te stesso!

Stabilisci una regola: imposta dei promemoria (o in casi particolarmente "trascurati" - una sveglia) in modo che nell'entusiasmo lavorativo non perdi il momento... quando devi solo alzarti e camminare.

Passaggio 2. Prenditi cura della tua comodità!

Per comodità, intendiamo segnali fisici che il corpo dà. Ascolta e abbi cura di te!

Innanzitutto, evita lo stress eccessivo e inutile. Se sei un abituale in palestra, misura il peso, non saltare il riscaldamento e osserva la regolarità dei tuoi allenamenti.

Secondo, rinunciare a scarpe scomode. Non stiamo abbandonando spietatamente le tue scarpe o stivali preferiti per il fine settimana: tienili per le occasioni speciali. È importante che questi "casi speciali" non diventino la tua routine 24 ore su 24, 7 giorni su 7. “Per tutti i giorni” scegli scarpe con una forma comoda che non dia fastidio e non influenzi la postura e l'andatura.

Terzo, non lesinare su mobili e biancheria da letto. Se la sedia da ufficio non ti soddisfa assolutamente, concorda una sostituzione o prenditi cura del tuo comfort da solo. Successivamente, questo investimento una tantum può salvarti da gravi spese ricorrenti..

Utilizzare solo mobili anatomicamente corretti che riducano lo stress sulla colonna vertebrale. Per uso domestico un letto con materasso rigido e un comodo cuscino adatto per densità e altezza. Anatomico o normale: decidi tu, perché molto dipende dalle caratteristiche del tuo corpo.

Passaggio 3. Non dimenticare la prevenzione!

Avvisato è salvato, non è vero??

Se avverti stanchezza periodica e dolore al collo e alla schiena o, al contrario, vuoi evitarli, ti consigliamo una semplice serie di esercizi, particolarmente efficaci nella fase iniziale (preclinica) dell'osteocondrosi.

Ginnastica per osteocondrosi cervicale

Puoi eseguire la ginnastica con l'osteocondrosi del rachide cervicale sia a casa che direttamente sul posto di lavoro.

  1. Siediti dritto, raddrizza la schiena, rilassa le braccia e abbassale lungo il corpo. Ruota la testa alternativamente a destra ea sinistra, di circa 90 gradi (o fino a quando le articolazioni lo consentono). Muoviti senza intoppi, evita movimenti bruschi.
    Fai 8 ripetizioni la prima volta, quindi aumenta gradualmente il numero di giri fino a 15 in ciascuna direzione.
  2. Nella stessa posizione, inclina la testa in avanti, premendo il mento sul petto e indietro, portando la parte posteriore della testa alla parte posteriore del collo. Inizia anche con 8 ripetizioni e lavora fino a 15 volte.
  3. Quindi, vai alle spalle. Innanzitutto, solleva entrambe le spalle (verso le orecchie), mantieni la posizione per un paio di secondi e la parte bassa della schiena. Quindi 8 ripetizioni.
    Quindi sposta le spalle alternativamente: destra su, sinistra giù, cambia - 8 ripetizioni.
  4. Posiziona il palmo della mano sulla fronte e premi mentre inclini la testa in avanti. Metti in pausa 10 secondi, quindi 8 volte di seguito.

Dopo la fine del complesso, assicurati di massaggiare il collo per alleviare la tensione.

Attenzione! Se si avverte un forte disagio durante l'esercizio, consultare uno specialista e dosare accuratamente il carico!

Osteocondrosi cervicale: trattamento

Il trattamento dell'osteocondrosi del rachide cervicale può essere strettamente focalizzato o complesso, combinando più componenti contemporaneamente.

Fisioterapia

La fisioterapia per l'osteocondrosi cervicale è un metodo di azione locale direttamente sul fuoco dell'infiammazione. L'effetto curativo si ottiene migliorando la circolazione sanguigna e i processi metabolici. Allevia il dolore al collo e diminuisce i sintomi.

Ci sono molte opzioni per la fisioterapia per l'osteocondrosi cervicotoracica: elettroterapia, esposizione con un magnete, laser, trattamenti con acqua e fango, elettroforesi, agopuntura e riscaldamento moderato dell'area infiammata.

Prima di iscriversi alle procedure, studiare attentamente le controindicazioni e consultare il proprio medico..

Massaggio

Con l'osteocondrosi cervicale, il massaggio della zona del colletto aiuta bene. Puoi iscriverti a sessioni con un massaggiatore o fare un massaggio tu stesso utilizzando massaggiatori vibranti professionali.

Farmaci e dieta

Tra i farmaci più comunemente usati per l'osteocondrosi ci sono farmaci antinfiammatori, antidolorifici, antispastici, antiossidanti, nonché farmaci volti a migliorare la circolazione sanguigna e i processi metabolici. La gamma di medicinali comprende compresse, creme, unguenti e soluzioni per iniezioni intramuscolari.

Ricorda, solo un medico può selezionare correttamente un medicinale.!

Una dieta equilibrata aiuterà a migliorare l'efficacia dei farmaci e migliorare il tono generale del corpo. Limita il consumo di cibi grassi, piccanti, affumicati, sale. Dare la preferenza a frutta e verdura, carne, pesce e latticini adeguatamente cotti. Aggiungi noci e miele alla tua dieta. E bevi molti liquidi.

Anche se l'osteocondrosi non ti minaccia, una dieta equilibrata avrà un effetto positivo sulla salute e sulle condizioni generali del corpo. Vedrai, in un paio di settimane noterai enormi cambiamenti! Testato sulla nostra esperienza!

Simulatore di Drevmass

Se desideri una consulenza sulla prevenzione e l'autotrattamento dell'osteocondrosi con l'aiuto di massaggiatori professionisti Drevmass, saremo lieti di risponderti chiamando la hotline gratuita 8 800-700-37-79 o e-mail [email protected]

Speriamo che questo materiale ti sia stato utile e ti auguriamo salute e lunga vita.!

Osteocondrosi del rachide cervicale

L'osteocondrosi cervicale è rappresentata da alcuni cambiamenti distrofici nei dischi intervertebrali del collo.

Non sono interessati solo i dischi stessi, ma anche le vertebre, i tessuti molli e cartilaginei. La caratteristica principale della regione cervicale è il fatto che le sue vertebre non hanno la struttura più affidabile rispetto ad altre regioni, il che rende quest'area molto vulnerabile. Le vertebre qui si trovano in stretta vicinanza l'una all'altra, così come a quelle arterie che alimentano il cervello umano.

Se c'è uno spostamento delle vertebre, allora c'è un'alta probabilità di compressione dei fasci nervosi e delle arterie, che porterà inevitabilmente a un'ernia tra le vertebre e la protrusione, ad es. cambiamenti nella struttura del disco vertebrale.

Cos'è?

L'osteocondrosi del rachide cervicale (Osteohondroz) è una lesione degenerativa-distrofica dei dischi intervertebrali, a seguito della quale i dischi stessi, le vertebre e le articolazioni del rachide cervicale sono danneggiati, c'è una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali. La malattia progredisce se non trattata e può portare a mal di testa, cattiva circolazione e persino ernia. Come l'osteoporosi, la malattia si verifica a causa di una violazione del metabolismo minerale, a seguito della quale le ossa e le articolazioni si indeboliscono..

L'osteocondrosi può causare instabilità del rachide cervicale (i sintomi e il trattamento sono simili alla condrosi, ma hanno una serie di caratteristiche), che è spesso accompagnata dallo spostamento delle vertebre. A sua volta, questo accelera lo sviluppo dell'osteocondrosi, distruggendo la sezione vertebrale.

Perché compare l'osteocondrosi?

Sebbene la medicina tradizionale consideri i cambiamenti degenerativi nei dischi intervertebrali del rachide cervicale come una malattia, dal punto di vista dell'osteopatia, questa è solo una manifestazione di disturbi più profondi nel corpo..

Pertanto, le vere cause dell'osteocondrosi cervicale sono:

  1. Spasmi muscolari. Le reazioni spasmodiche dei muscoli della schiena, del torace e della stampa possono portare al fatto che alcune parti del corpo sono molto tese. Di conseguenza, la posizione di equilibrio generale del corpo viene disturbata, causando un cambiamento nella posizione della colonna vertebrale. Le deformità possono toccare la regione cervicale o altre parti della colonna vertebrale, causando osteocondrosi delle regioni toracica, cervicale e lombare.
  2. Cattiva postura Scoliosi, curvatura, schiena tonda, cifosi e altri disturbi posturali, anche se di lieve entità, provocano un grave squilibrio della colonna vertebrale. Di conseguenza, il carico sui dischi intervertebrali è distribuito in modo non uniforme, il che provoca la loro deformazione e una maggiore usura. Le vertebre iniziano a convergere, causando la violazione dei processi nervosi, l'osteocondrosi cervicale si sviluppa abbastanza rapidamente. I disturbi della postura causati da un cambiamento nella posizione naturale delle costole hanno conseguenze simili..
  3. Disturbo dell'innervazione. Una diminuzione della sensibilità delle radici nervose porta a cambiamenti patologici nella loro struttura, a seguito dei quali lo spostamento e la deformazione delle vertebre del rachide cervicale rimangono inosservati dal paziente. Dopotutto, il dolore è assente a causa di disturbi della sensibilità.
  4. Malattie degli organi interni. La posizione errata degli organi interni, il loro spostamento e abbassamento a causa di varie disfunzioni porta a una violazione dell'equilibrio generale nel corpo. Di conseguenza, ciò influisce fortemente sulla posizione della colonna vertebrale: le vertebre cervicali e lombari sono spostate e deformate, portando ai corrispondenti tipi di osteocondrosi.
  5. Violazione dell'afflusso di sangue. Poiché i dischi vertebrali non hanno alcuna connessione diretta con il sistema circolatorio, ricevono nutrimento dai tessuti circostanti. La violazione dell'afflusso di sangue al rachide cervicale porta al fatto che i dischi non ricevono abbastanza liquido per la reidratazione (ripristino della forma a causa dell'assorbimento di umidità), rinnovo del tessuto cartilagineo. Di conseguenza, la loro usura è accelerata, c'è una diminuzione della distanza tra le vertebre del rachide cervicale, che porta all'osteocondrosi.

In generale, l'osteocondrosi del rachide cervicale si sviluppa a causa dell'influenza di fattori esterni sfavorevoli che interrompono la posizione di equilibrio naturale della colonna vertebrale e di altri sistemi del corpo umano. Spesso, queste violazioni non diventano immediatamente evidenti e l'osteocondrosi cervicale progredisce, portando a gravi conseguenze. Pertanto, è così importante visitare regolarmente un osteopata che sarà in grado di correggere esattamente le cause alla radice che hanno causato l'osteocondrosi della vertebra cervicale e non prescrivere un trattamento per i sintomi, come fa la medicina tradizionale..

Fasi

Il medico curante deve determinare il grado di sviluppo dell'osteocondrosi cervicale, in base alla storia, nonché all'esame del paziente. Ci sono solo quattro gradi:

  1. Primo grado. La malattia è nel rudimento stesso, il paziente ha un leggero dolore al collo, che può essere più intenso se la persona inizia a girare la testa.
  2. Secondo grado. Il paziente può lamentare un dolore molto intenso alla colonna cervicale, che può essere localizzato negli arti superiori. Il quadro clinico mostra che in questa fase dello sviluppo della malattia si osserva un pizzicamento dei fasci nervosi, che causa un intenso dolore. Si notano anche mal di testa, debolezza e malessere generale..
  3. Terzo grado. I dolori diventano quasi incessanti, irradiandosi anche alla spalla o al braccio. Ad alcuni pazienti viene diagnosticata un'ernia del disco, che porta alla perdita di sensibilità agli arti superiori. All'esame di un medico, c'è una notevole diminuzione della mobilità del rachide cervicale, così come il dolore alla palpazione.
  4. Quarto grado. In questa fase della malattia, il disco intervertebrale è quasi completamente distrutto. Al suo posto appare il tessuto connettivo, che porta ad un peggioramento delle condizioni del paziente. Comincia a sentire più dolore, rumore nella testa e uno scarso orientamento nello spazio. Ciò suggerisce che l'arteria è schiacciata, il che interferisce con la nutrizione naturale del cervello..

Primi segni

Con un costante aumento del carico sulle vertebre cervicali, si verifica uno spasmo muscolare, i vasi del rachide cervicale vengono compressi, la circolazione sanguigna viene interrotta, i processi metabolici falliscono - la struttura dei dischi intervertebrali cambia, si deformano, iniziano a sporgere oltre la colonna vertebrale.

Come si manifesta l'osteocondrosi del rachide cervicale:

  • sindrome radicolare - sullo sfondo della compressione delle terminazioni nervose, si verifica dolore, che si diffonde dal collo alle scapole, agli avambracci, copre la parete anteriore del torace;
  • debolezza muscolare nelle braccia, evidente gonfiore del collo;
  • quando la testa si muove, si sente un caratteristico scricchiolio;
  • debolezza, stanchezza cronica, calo della pressione sanguigna;
  • mancanza di coordinazione, spesso vertigini, gli attacchi sono accompagnati da nausea, vomito;
  • deterioramento della vista e dell'udito, rumore, ronzio nelle orecchie;
  • intorpidimento degli arti, lingua;
  • emicranie frequenti;
  • nelle donne di età compresa tra 45 e 65 anni, durante il sonno compaiono dolore, intorpidimento, formicolio agli arti superiori, gli attacchi possono essere ripetuti più volte a notte.

Sintomi dell'osteocondrosi cervicale

I sintomi importanti dell'osteocondrosi cervicale sono vertigini, mal di testa, picchi di pressione sanguigna.

La diagnosi della malattia è difficile, il dolore a volte non compare ei sintomi vengono cancellati, inoltre l'uso incontrollato di forti analgesici maschera i segni della malattia. Un paziente che non avverte dolore si considera sano e questo continua fino allo sviluppo di processi irreversibili nei tessuti delle articolazioni del collo.

Mal di testa con osteocondrosi cervicale

Questo è uno dei segni non specifici più comuni di molte malattie umane. I mal di testa sono particolarmente comuni nella popolazione femminile. Può essere difficile determinare la causa del mal di testa e, ancora di più, associarlo a lesioni della colonna vertebrale. Sono state identificate circa 14 diverse cause di mal di testa negli esseri umani.

Le cause più comuni di mal di testa nella patologia che stiamo descrivendo:

  1. Spasmi vascolari del cervello;
  2. Radici nervose pizzicate;
  3. Aumento riflesso della pressione intracranica.

Un mal di testa con osteocondrosi cervicale può assomigliare a sensazioni di ipertensione arteriosa, angina pectoris o ictus. Inoltre, le persone di mezza età e gli anziani, di regola, corrono il rischio di sviluppare ictus o attacchi di cuore..

Sembra che il dolore possa essere parossistico, costante, pulsante e sordo.

Con le patologie cardiache, i pazienti lamentano disagio nell'area del torace, accompagnato da un disturbo nel ritmo dell'attività cardiaca. Solo un medico qualificato può determinare la causa. In caso di mal di testa, combinato con nausea, vertigini e dolore toracico, deve essere eseguito un ECG.

Vertigini con osteocondrosi cervicale

Questa condizione non indica sempre in modo univoco l'osteocondrosi del rachide cervicale..

Le vertigini possono derivare da:

  1. Infiammazione nell'orecchio medio o interno;
  2. Spasmi vascolari del cervello;
  3. Disturbi nella trasmissione degli impulsi nervosi;
  4. Problemi con l'apparato vestibolare;
  5. Malattie del sistema cardiovascolare.

Non ci sono criteri chiari per le vertigini nell'osteocondrosi. Tuttavia, ci sono vertigini sistemiche e non sistemiche, hanno evidenti differenze.

Si consiglia di conoscere le differenze tra vertigini sistemiche e non sistemiche, questo aiuterà a determinare in modo indipendente le cause di uno stato insolito:

  1. Il capogiro sistemico è una sensazione di movimento circolare degli oggetti circostanti o del corpo, che è una conseguenza dell'interruzione dell'apparato vestibolare, degli analizzatori visivi e dei recettori nelle articolazioni, nei muscoli e nell'epidermide (osteocondrosi di varie eziologie);
  2. Le vertigini non sistemiche sono una sensazione di stordimento, una sensazione di stordimento, insicurezza di una posizione eretta. Con le vertigini non sistemiche, la sensazione di rotazione circolare è assente e questa è una differenza importante tra i segni confrontati.

Una persona che avverte vertigini di uno di questi tipi dovrebbe essere esaminata da un medico esperto, prima di tutto da un neurologo o (se vi è il sospetto di malattia dell'orecchio e rinofaringeo) da un otorinolaringoiatra.

Il motivo del ricovero d'urgenza, non associato all'osteocondrosi del rachide cervicale, è l'identificazione nel paziente (ad eccezione delle vertigini) di segni quali:

  1. Paralisi dei muscoli facciali e intorpidimento del cingolo scapolare;
  2. Grave mal di testa in un contesto di deterioramento della salute;
  3. Disturbi della coordinazione del movimento;
  4. Perdita o estinzione di coscienza.

Pressione sanguigna nell'osteocondrosi cervicale

La connessione dell'osteocondrosi cervicale con picchi di pressione sanguigna è stata stabilita da tempo. Le vertebre cervicali hanno importanti terminazioni nervose e vasi sanguigni.

I picchi di pressione durante il giorno sono caratteristici. L'ipertensione per molto tempo non è caratteristica di questa malattia. L'irritazione riflessa delle terminazioni nervose e gli spasmi a breve termine dei vasi sanguigni causano una brusca dinamica quotidiana dell'ipertensione arteriosa.

Una caratteristica distintiva dell'ipertensione nell'osteocondrosi cervicale è una combinazione con i seguenti sintomi:

  • Mal di testa;
  • Dolore agli arti e al torace;
  • Diminuzione della sensibilità nella zona del collo;
  • Il verificarsi di picchi di pressione dopo stress, tensione muscolare, postura scomoda prolungata e altre situazioni simili.

Questi segni dovrebbero essere presi in considerazione quando si auto-differenziano ipertensione di varia origine..

I bruschi salti della pressione sanguigna e un rapido deterioramento del benessere sono la base per cercare assistenza medica di emergenza.

Sindromi da osteocondrosi

Il quadro clinico dell'osteocondrosi cervicale si adatta a diverse sindromi. Una sindrome è composta da diversi sintomi che si uniscono.

L'osteocondrosi consiste nelle seguenti sindromi:

  1. Vertebrale. È anche chiamato vertebrale, il che indica che le ossa e il tessuto cartilagineo sono coinvolti nel processo patologico. Ciò porta alla formazione di tali sintomi: limitazione dell'attività motoria del collo, dolore durante la rotazione, cambiamenti radiologici nell'immagine del rachide cervicale. È la comparsa simultanea di questi segni che è la sindrome vertebrale. Un insieme simile di segni clinici si osserva con la miosite (patologia del tessuto muscolare) e i movimenti dolorosi sono un compagno di molte altre patologie.
  2. Sindrome dell'arteria vertebrale. Appare quando i fasci vascolari sono coinvolti nel processo, che sono responsabili dell'afflusso di sangue ai tessuti del sistema nervoso centrale. I sintomi indicano che il tessuto cerebrale ha smesso di ricevere la giusta quantità di nutrienti. Come riconoscere questa sindrome? I primi segni sono vertigini, sensazione di tinnito, alterazioni della pressione sanguigna, comparsa di un "velo" davanti agli occhi. Ciò suggerisce che una delle arterie vertebrali è in uno stato compresso. Ogni nave ha le sue terminazioni nervose. Se stringi quelli che innervano l'arteria vertebrale, appariranno emicrania, intorpidimento, diminuzione a breve termine della vista su un lato. Di conseguenza, i cambiamenti nella nave portano al fatto che il cervello ha bisogno di ossigeno. In questo momento, una persona avverte sonnolenza, disturbi a breve termine della coscienza, perde attenzione e controllo, funziona peggio e ricorda le informazioni. Con un tale quadro clinico, è necessario differenziare l'osteocondrosi cervicale con l'aterosclerosi delle arterie vertebrali e la compressione da parte di un tumore o infiammazione.
  3. Sindrome cardiaca. Si manifesta con una sensazione di bruciore nella zona del torace, la comparsa di mancanza di respiro. La persona avverte il battito cardiaco accelerato, diventa stanca e irritabile. Questa immagine è tipica anche per la patologia cardiaca, ad esempio per angina pectoris, sindrome coronarica, infarto. Una conclusione accurata sulle cause di tali sintomi può essere fatta dopo che il paziente è stato sottoposto a un ECG..
  4. Sindrome radicolare. Il rachide cervicale innerva 8 paia di nervi, ognuno dei quali ha radici, il punto in cui il nervo esce dalla vertebra. Quando sono coinvolti nell'osteocondrosi, il paziente avverte una diminuzione della sensibilità o viceversa - un forte dolore. Potrebbe esserci intorpidimento dell'occipite, che si tratti di dolore, diminuzione della sensibilità della lingua, dietro l'orecchio, dolore nella regione sopraclaveare. A volte ci sono disturbi della deglutizione, movimenti nella cintura degli arti superiori, intorpidimento delle dita.

Diagnostica

Se ci sono chiari segni di osteocondrosi cervicale sul viso, il medico prescrive alcuni metodi per assicurarsi che la diagnosi sia corretta:

  1. Radiografia del rachide cervicale. Questo metodo è consigliabile nelle prime fasi della malattia, ma può essere inutile nelle forme avanzate..
  2. TC (tomografia computerizzata). Consente di vedere i cambiamenti strutturali nelle vertebre, ma utilizzando questo metodo è impossibile determinare la dimensione dell'ernia tra le vertebre.
  3. MRI. È considerato il metodo diagnostico più efficace nel determinare l'osteocondrosi cervicale. È possibile determinare la dimensione dell'ernia tra i dischi e il grado del loro sviluppo.
  4. Il medico può anche ordinare una scansione duplex per determinare se il flusso sanguigno nelle arterie non è normale..

La diagnosi di osteocondrosi cervicale inizia con la raccolta di tutte le informazioni necessarie sul paziente. Lo specialista chiede quali sono i reclami che infastidiscono la persona, è interessato alle sue attività professionali, nonché a come trascorre i suoi giorni liberi. Un punto importante è la presenza di osteocondrosi nei genitori del paziente, nei nonni, perché questa è una malattia di natura ereditaria.

Complicazioni della malattia

Nel rachide cervicale, le vertebre si trovano vicine l'una all'altra, l'altezza dei dischi intervertebrali è piccola, quindi, si verificano varie complicazioni dell'osteocondrosi anche con piccoli cambiamenti degenerativi nel tessuto osseo.

Qual è il pericolo dell'osteocondrosi cervicale:

  • frequenti attacchi di emicrania;
  • disturbi del ritmo cardiaco, aterosclerosi;
  • protrusione, ernia intervertebrale, escrescenze ossee delle vertebre;
  • gravi patologie del cervello;
  • restringimento del lume dell'arteria vertebrale, che porta allo sviluppo di VSD, ipertensione cerebrale, disabilità;
  • ictus spinale.

Pronto soccorso a casa con esacerbazione dell'osteocondrosi

Con la sindrome del dolore grave, è possibile utilizzare antidolorifici, come Analgin, Tempalgin o Baralgin. Se i suddetti medicinali non danno sollievo, puoi prendere FANS (Nise o diclofenac).

Spesso vengono utilizzati "distrazione": si intende, ad esempio, il cerotto al pepe, che non guarisce, ma riscalda solo la zona infiammata e distrae dal dolore. In caso di formazione di edema nell'area dell'infiammazione, il paziente può bere un infuso di erbe o un diuretico per 3-4 giorni. L'osteocondrosi può essere curata con tali metodi? Queste misure sono solo temporanee; per trattare le cause, è necessario consultare un medico.

Va notato quale medico tratta l'osteocondrosi. Se sospetti che le cause del dolore al rachide cervicale siano l'inizio dell'osteocondrosi, dovresti contattare un neurologo. È questo specialista che si occupa di malattie di questo tipo. In alcune istituzioni mediche ci sono specialisti strettamente focalizzati che si occupano specificamente di malattie della colonna vertebrale. Se la tua clinica ha un vertebrologo, dovresti porre immediatamente a lui la domanda su come curare questa malattia.

Come trattare l'osteocondrosi del rachide cervicale?

Nella fase iniziale dello sviluppo, l'osteocondrosi può essere curata senza farmaci, è sufficiente rivedere la dieta, il regime quotidiano ed eseguire regolarmente una serie di esercizi speciali. Con le forme avanzate della malattia, un trattamento efficace è possibile solo se vengono utilizzati vari farmaci che aiutano a fermare i cambiamenti degenerativi nelle vertebre.

Il complesso delle misure terapeutiche deve includere la fisioterapia: elettroforesi con farmaci, ultrasuoni, magnetoterapia, terapia laser. Questi metodi aiutano a far fronte a dolore, infiammazione, gonfiore dei tessuti, migliorare i processi metabolici e la circolazione sanguigna..

Trattamento farmacologico

I principali metodi di trattamento dell'osteocondrosi del rachide cervicale sono il trattamento farmacologico, la fisioterapia, il massaggio della zona del collo cervicale, gli esercizi terapeutici per l'osteocondrosi cervicale sono particolarmente efficaci. I principali gruppi di farmaci usati per questa malattia includono:

NomePrincipio operativo
Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Questi sono Voltaren, Nise, Movalis, Ketonal, Ketanov, Diclofenac, Nimesulide e altri.Riduce il dolore, aiuta ad alleviare l'infiammazione asettica e l'edema della radice del nervo danneggiato.
Farmaci che migliorano le proprietà reologiche del sangue e del flusso sanguigno. Questa è l'eufillina, trental.Migliora la nutrizione delle radici nervose danneggiate e migliora il flusso sanguigno al cervello.
Vitamine del gruppo B. Questo è combilipen, unigamma, milgamma, neurobion.Migliora i processi metabolici nel tessuto nervoso.
Rilassanti muscolari. Questi sono midocalm, sirdalud, tizalud, tizanidine, ecc..Questi sono farmaci che alleviano gli spasmi muscolari..
Condroprotettori. Questi sono (glucosamina e condroitina) artra, teraflex, doppelhertz, pietra del rospo, kondronova, struktuvite, alflutop.Questi sono farmaci che ripristinano il tessuto cartilagineo, anche nel disco intervertebrale danneggiato.

Prendendo pillole per l'osteocondrosi, va ricordato che un effetto significativo del trattamento farmacologico con le pillole sarà solo se lo combini con altri metodi, incluso l'esercizio. Va anche notato che il medico curante dovrebbe prescrivere come trattare la malattia in base al suo stadio e ad altri segni.

Molti medici considerano efficace il trattamento dell'osteocondrosi cervicale con iniezioni, poiché ciò consente un'azione più rapida sulle terminazioni dei nervi e provoca un minimo di reazioni collaterali. Allo stesso tempo, le vitamine sono meglio assunte sotto forma di compresse, poiché non vi è alcuna differenza per l'assorbimento, ma l'iniezione può essere dolorosa..

Iniezioni utilizzate per il trattamento:

  • le iniezioni intramuscolari provocano un effetto tonico e antinfiammatorio (Baralgin, Analgin, Midocalm, Ibuprofen, Ketorolac, Ambene);
  • i blocchi vengono iniettati direttamente nell'area interessata, il che porta ad un effetto rapido.

Unguenti e gel per uso esterno

Questo è il gruppo di medicinali più accessibile per l'uso domestico. Si dividono in alleviare l'infiammazione, il riscaldamento e alleviare il dolore..

Tali prodotti sono spesso pubblicizzati, i più popolari sono: voltaren emulgel, nurofen, fastum gel. Con l'osteocondrosi cervicale, non tutti gli unguenti sono efficaci, inoltre, a causa della loro disponibilità, a volte vengono utilizzati in modo irragionevole e senza tener conto delle peculiarità della patogenesi. Prima di usare qualsiasi farmaco, devi essere esaminato da un medico.

Gli esercizi di fisioterapia per l'osteocondrosi cervicale devono essere eseguiti al di fuori dell'esacerbazione acuta. La massima efficienza di questa tecnica è durante il periodo di recupero. Durante l'esecuzione del complesso non dovrebbero esserci disagi e dolore!

Esercizio numero 1Sdraiato sullo stomaco, metti le mani sul pavimento, alza la testa e il busto, la schiena dovrebbe essere dritta. Rimani in questa posizione per 1-2 minuti. Abbassati lentamente sul pavimento. Ripeti 2-3 volte.
Esercizio numero 2Sdraiato sullo stomaco, allunga le braccia lungo il corpo, gira la testa a sinistra, prova a toccare il pavimento con l'orecchio, quindi gira la testa a destra. Ripeti 6-7 volte in ogni direzione.
Esercizio numero 3In posizione seduta, inspirando, piegati in avanti e prova a toccare il petto con la testa, quindi espira, piegati all'indietro e inclina la testa all'indietro. Ripeti 10-15 volte.
Esercizio numero 4Mentre sei seduto, metti i palmi delle mani sulla fronte, applica una pressione con i palmi sulla fronte e la fronte sui palmi. Continua questo esercizio per 30 secondi. Ripeti 2-3 volte.
Esercizio numero 5Ruota lentamente la testa prima in una direzione, poi nell'altra. 10 rotazioni in ogni direzione. Presta attenzione alle vertigini. Quando appare, l'esercizio si interrompe..

Massaggio per l'osteocondrosi cervicale

Il massaggio deve essere eseguito con attenzione, senza sforzo di potenza. Il massaggio inesperto e non professionale può finire in un disastro. I movimenti dovrebbero estendersi alla regione cervicale, all'area del colletto e a parte della schiena. Il massaggio viene eseguito in posizione prona, in casi estremi, in posizione seduta.

Le tecniche si basano sulle seguenti tecniche:

  1. Accarezzando. Impatto sugli strati superficiali della pelle. Con i palmi delle mani o la punta delle dita dalla testa fino al terzo superiore della metà della schiena. Anche accarezzare dalla base del collo può essere a zigzag;
  2. Spremere. Impatto sugli strati profondi della pelle nel terzo superiore della schiena. Con le dita delle mani (pollice e indice) si eseguono movimenti sul collo per afferrare la pelle, che ricordano le spremute. Questo viene fatto con attenzione, i tessuti vicino alle vertebre non sono coinvolti;
  3. Triturazione. Lo scopo della procedura è riscaldare la pelle e aumentare il flusso sanguigno nella zona del collo. Questo viene fatto con molta attenzione. L'impatto sui processi spinosi delle vertebre non è consentito. Lo sfregamento può essere sostituito con movimenti che ricordano la segatura o la carezza circolare;
  4. Impastare. Ha un'importanza limitata, poiché colpisce i tessuti molto profondi, il che può aggravare la patologia.

L'automassaggio per l'osteocondrosi cervicale viene eseguito stando seduti in una posizione comoda. Vengono utilizzati metodi di accarezzamento, sfregamento circolare sul collo o sulle spalle. Si consiglia di combinare il metodo dell'automassaggio con lo sfregamento in vari unguenti che aumentano il flusso sanguigno e alleviano il dolore nella zona impastata.

Fisioterapia

Insieme all'assunzione di farmaci, il paziente deve sottoporsi a procedure di fisioterapia. Aumentano l'efficacia dei farmaci e favoriscono il ripristino delle articolazioni e dei dischi intervertebrali.

  1. Elettroforesi: gli ioni di un farmaco anestetico penetrano in un punto dolente a causa dell'azione di una corrente elettrica. Spesso fatto con novocaina o lidocaina.
  2. Laserterapia - ha proprietà antinfiammatorie, garantisce un miglioramento della circolazione sanguigna, mediante l'esposizione alla luce.
  3. Terapia magnetica: allevia il gonfiore dei tessuti, ha un effetto analgesico.
  4. Ultrasuoni: c'è un miglioramento dei processi metabolici, sollievo dal dolore, alleviare l'infiammazione delle aree danneggiate.

Diverse procedure vengono utilizzate sotto forma di terapia fisica. Il medico prescrive il trattamento, basandosi sulle indicazioni e sull'assenza di controindicazioni.

Rimedi popolari

Il trattamento alternativo deve essere utilizzato in aggiunta alla terapia farmacologica e all'educazione fisica, i metodi non convenzionali non aiuteranno a sbarazzarsi completamente della malattia.

Cosa fare con l'osteocondrosi cervicale a casa:

  1. Versare acqua bollente su una foglia fresca di rafano, raffreddare un po ', attaccare l'interno al collo, fissare con un panno naturale sottile. La procedura dovrebbe essere eseguita prima di andare a letto, lasciare l'impacco durante la notte.
  2. Grattugiare le patate crude su una grattugia fine, mescolare in proporzioni uguali con miele liquido caldo. Utilizzare la miscela per impacchi, la procedura deve essere eseguita 1-2 volte a settimana.
  3. Mescolare un uovo crudo con 100 ml di olio di semi di girasole, 20 ml di aceto e 20 g di farina, togliere il composto al buio per 48 ore, togliere la pellicola dalla superficie. Significa spalmare l'area infiammata prima di coricarsi, conservare in frigorifero.
  4. A maggio raccogli i boccioli di pino lunghi fino a 2 cm, tagliali a fettine sottili, piegali in un contenitore di vetro scuro. Per 1 parte della materia prima, prendi 2 parti di zucchero, rimuovi il medicinale in un luogo buio per 2 settimane. Bere 5 ml della miscela tre volte al giorno, non deglutire immediatamente, tenere in bocca per 2-3 minuti. Durata del corso - 15-20 giorni, ripetere 2-3 volte l'anno.
  5. Macinare 150 g di aglio sbucciato e 400 g di mirtilli rossi, mettere il composto in un contenitore di vetro, aggiungere 800 ml di miele dopo 24 ore, mescolare. Prendi 5 ml di medicinale tre volte al giorno prima dei pasti.

Per far fronte a forti dolori, per estrarre i sali in eccesso, una foglia di cavolo imbrattata di miele aiuterà, fisserà l'impacco sul collo con una sciarpa calda, lasciandolo durante la notte.

Applicatore Kuznetsov

L'uso degli applicatori di Kuznetsov è uno dei metodi di terapia per le malattie della colonna vertebrale, inclusa l'osteocondrosi.

L'impatto del dispositivo sul rachide cervicale normalizza i processi metabolici, allevia il dolore, aumenta il tono muscolare, migliora la circolazione sanguigna, aumenta la conduttività del tessuto nervoso, ecc..

Terapia manuale

La terapia manuale si basa sul principio del ripristino delle funzioni motorie e della mobilità tra le vertebre.

Inizialmente le manipolazioni consistono in un leggero massaggio rilassante, poi il medico applica sempre più forza, agisce sulle vertebre premendo e girando il collo.

Chirurgia

La colonna vertebrale è il fondamento dell'intero corpo umano. Quando diagnosticano qualsiasi patologia associata alla colonna vertebrale, gli specialisti cercano di eliminarla terapeuticamente. Qualsiasi intervento chirurgico alla colonna vertebrale è pericoloso per la vita.

Con l'osteocondrosi cervicale, l'intervento chirurgico è consentito con le seguenti indicazioni:

  • ernia intervertebrale, spondilolistesi, stenosi spinale;
  • mancanza di risultati terapeutici se esposti per più di sei mesi;
  • formazione di osteofiti.

La medicina moderna offre molti modi per eseguire un intervento chirurgico con rischi minimi per la salute e la vita del paziente. Il metodo di funzionamento è scelto dal chirurgo, non dal terapista. Dopo l'operazione, il paziente avrà bisogno di un lungo periodo di riabilitazione, che includerà anche metodi di terapia conservativa. La prognosi dopo l'intervento chirurgico è favorevole.

Prevenzione

L'osteocondrosi cervicale è una malattia che si sviluppa, prima di tutto, con uno stile di vita improprio. Di conseguenza, la prevenzione delle malattie è uno stile di vita sano.

È possibile ridurre il rischio di sviluppare SHO se:

  • escludere fattori provocatori;
  • allenarsi regolarmente;
  • non ricorrere ad attività fisica pesante;
  • sbarazzarsi delle cattive abitudini;
  • cerca di essere il meno nervoso possibile;
  • mangia bene.

Il rispetto delle misure preventive contribuirà ad accelerare il processo di guarigione ed eliminare la probabilità di ricaduta. Si consiglia alle persone anziane ea coloro che hanno una predisposizione ereditaria di aderire costantemente alla prevenzione. Il rispetto di una dieta, l'esecuzione di semplici esercizi porterà sicuramente un risultato positivo. È anche bello fare yoga e nuotare..


Articolo Successivo
Ipopotassiemia